Notizie da Sofferetti-24  n. 35

 

Lunedì 25 febbraio 1991 a casa, orale, ore 13:30:

Messaggo del Lentini : “La croce è la mia pazzia!”

Alzati sorella mia e scrivi. Sono io a parlare, Domenico Lentini, il Servo della Croce: popolo mio (Lauria), vi ho amato tanto, quale amore più grande potè conoscere il mio povero cuore che è l’amore della Croce e del suo amato popolo! Popolo che è tutt’ora diviso perché non ode l’invito della Croce, la quale io ho sempre alzato nella mia vita, non vi è stato un istante che abbia vacillato o di essa mi sia stancato. O figli che oggi camminate per le vie del mio amato paese, chissà se a me pensate, chissà con quali ricordi di me parlate! Mi amate, figli cari, o ad altre cose voi pensate? Figli cari, è l’amore che unisce il cuore vostro al mio, è come un dolce istante, che penetra nel cuor proprio, il giorno grandioso è vicino, i cuori fremono al pensiero, eppure io  vi dico che il mio cuore, coperto da un lieve velo, è triste per tutti voi e, o figli amati, come vorrei sentire canti laurioti, ma canti con amore. UNITE I VOSTRI CUORI SENZA RANCORE MA UNITI DI UN SOLO AMORE: LA CROCE, QUELLA SOLA! A TUTTI DO UN ALBERELLO IN MANO DA PORTARE, ALZATELO ALTO ALTO, FINO AL CIELO, FATELO ARRIVARE. È QUESTO IL DONO CHE IO VOGLIO. CRESCETE ALBERELLI DI TENERE PASSIONI, L’AMORE SIANO I VOSTRI FRUTTI, LA CARITA’ SIA LA VOSTRA COMPAGNIA, AMATE TUTTI QUANTI. LA CROCE E’ LA MIA PAZZIA.

 

Giovedì 28 febbraio, a casa, orale, ore 9:00:

Shalom, figlia mia, Shalom al mondo intero! Sono Io la tua Mamma. Figlia mia, non essere triste, non scoraggiarti! Vedi figlia mia, il mio Cuore è trafitto da sette tremende spade. Forza piccola Giulia! Lo so, per te è pesante, ma ci sono Io ad aiutarti. Figlia mia, parla forte affinché i Ministri di Dio prestino udito alle mie Parole. Figli cari, Io sto combattendo la battaglia finale e il mio Cuore Immacolato trionferà. Figli, sono curva sul mondo per evitare che Dio con la sua giustizia di collera cancelli l’umanità. Figli, il dragone sarà sconfitto perché Io schiaccerò il suo capo e spezzerò le sue catene che trascinano nella confusione e alla morte. Figli cari, il mio Cuore trionferà e ci sarà  la pace, l’amore: sarà una pace duratura, una Pace Eucaristica, la Grande Famiglia di Dio. Figli miei, ho tanto bisogno di preghiere e penitenze, è necessario perché gli uomini ritornino a Dio, al mio Cuore di Mamma  Immacolato, di Mediatrice, figli miei, solo così il mondo potrà essere in parte salvo. Grida forte figlia mia, grida tutto questo come eco della mia bocca. Non temere piccola Giulia! Io sono con te, vi amo col mio Cuore Immenso di Mamma e vi benedico con la Croce Santa nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

 

Venerdì 1 marzo 1991,  a casa, ore 15 orale, in crocifissione:

      (scritto da Giulia)

Particolare della visione annotata da Giulia: “Vedevo un grande globo e un triangolo al centro”. Segue il messaggio:

“Shalom, figlia mia! Shalom al mondo!SONO IO CHE PARLO, SONO IL TUO DIO. IL DIO DELL’UNIVERSO, L’UNICO, IL VERITIERO, COLUI CHE Può APRIRE IL GRANDE LIBRO DOVE è RACCHIUSA OGNI VERITA’. IO SONO IN POSSEESSO DEL GRANDE LIBRO. Figli, gli uomini mi pregano con la bocca, non si rivolgono a Me col cuore; covano dentro odio verso di Me; pensano con la loro mente confusa di onorarmi, mentre trafiggono il Mio Cuore. Fino a quando ancora dovrò sopportare? Se non fosse per Maria che tiene ferma la Mia mano! Figli miei, ravvedetevi, ravvedetevi, perché Io sono la Legge, non potete camminare senza di me, cadreste e non vi sarebbe Luce per rialzarvi. Figli, il mio Cuore di Padre è immenso e non fa altro che aspettarvi, ma nulla posso obbligarvi, siete liberi di scegliere le due vie  l’Amore porta al Mio Cuore di Padre Eterno, perché da sempre sono Amore Infinito; l’odio e la cattiveria è la via che porta alla morte eterna. FIGLI CARI, UNITEVI AL MIO INFINITO AMORE, IL MONDO HA BISOGNO DI ESSERE RINNOVATO. POTETE FARLO FIGLI MIEI AMANDOVI A VICENDA. QUESTA E’ LA FAMIGLIA DI DIO: L’AMORE.  Vi amo, figli miei, e nell’amor infinito del mio Cuore di Padre Eterno vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo: amen, figli! Amen, figli”.

 

Domenica 3 marzo 1991, alla quercia, ore 15:15, in crocifissione:

Prima del messaggio annota Franco, Giulia alza il crocifisso del Rosario che teneva in mano e dice: “Se sei tu, glorifichiamo Dio insieme. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, amen. Grazie”.

Il messaggio: “(Beve), bevi figlia mia, bevi questi calici in riparazione alle offese (beve) ai Cuori Santissimi. (Giulia): Aiutami Mamma (beve).

(la Mamma): Shalom figli miei, Shalom al mondo intero! Sono Io la vostra Mamma, il vostro Gesù, la schiera dei Martiri, San Michele alla vostra difesa e il mio figlio Domenico Lentini alla vostra guida. Figli cari, oggi vengo ad esortarvi alla comunione, figli cari, e alla carità. Figli miei, vengo a chiedervi di essere puri di cuore. Figli miei, non vi è altra via che la Croce: l’Unica Fonte Viva e Vera. Figli miei, il mio Cuore di Mamma sanguina per tutti i figli che si sono sviati, i figli che non vengono al mio Cuore. Figli cari, figli miei, ritornate a Me, ritornate al mio abbraccio. Il mio Gesù soffre per tutti voi, ma è qui, è qui dinanzi a questo Altare della Misericordia che aspetta tutti voi per stringervi tra le sue braccia di Padre e di Pastore. Figli cari, amatevi, amatevi gli uni gli altri, formate la Grande Famiglia di Dio. figli cari, oggi vengo a chiedere il vostro cuore, il vostro sì, ma sì totale. Figli miei, unitevi a Me, formate la Catena dell’Amore e della pace, ma pace vera. Figli cari, Io conosco i vostri cuori. Figli miei non siate tiepidi, non siate tiepidi figli miei ma scaldatevi con il Mio Amore di Mamma Addolorata. Figli, figli del mio Cuore, vi amo e desidero che mi apparteniate totalmente. Non solo con le parole figli cari: voglio il vostro cuore. È a quello che miro, figli mie, non guardo le cose esteriori, ma voglio il vostro cuore. Figli cari, il mio Gesù ha stabilito in questo luogo la sua dimora, niente e nessuno può cancellare quello che è scritto nel Grande Libro, ma, figli miei, siate forti, forti, perché satana vuol far suo ciò che è di Dio. chiedo le vostre mani, aggrappatevi alla mia mano e camminate, camminate con Me. Figli miei non fatevi distogliere dal mio cuore e dalle mie Parole che io porto in mezzo a voi per volere del Padre. figli miei, sono pellegrina e tale vi voglio rendere: pellegrini con Maria* per le vie del mondo. Raccogliete le pecorelle smarrite! Figli miei, voi che mi seguite, raccogliete le pecorelle che sono legate dai lacci di satana e sono sviate per vie non giuste. Figli cari, vi amo e vi voglio nel mio Cuore di Mamma. Figli, siate lampade accese dinanzi al mio Gesù, fiammelle ardenti del mio Amore di Mamma Immacolata. Figli cari, non distoglietevi da questa famiglia e sia la vostra via la Croce del mio Gesù, del mio amore di Mamma Immacolata. Vi benedico col fuoco dello Spirito Santo nel nome del Padre, del figlio e dello Spirito Santo. Andate in pace, figli e crescete nel nome della SS. Trinità. Crescete, crescete, crescete! (Preghiera di Giulia in estasi): Cuore Immacolato di Maria, Madre mia Madre dei miei fratelli, aiutami a percorrere la via che Tu ci stai segnando, aiutami ad annullarmi dinanzi alla Croce di tuo Figlio Gesù, aiutami ad essere polvere dinanzi ai miei fratelli e al mio Gesù.

_________________________________________________________

* Nel registratore si sente: “Pellegrina con Maria”, Gesù il 23/3/1991 alle 15 sorridendo dice a Giulia di scrivere “Pellegrini con Maria”.

 

Martedì 5 marzo 1991, a casa, orale, ore 11:

“Shalom, piccola Giulia! Shalom ai figli operatori di Pace” sono Io il tuo Gesù, il Gesù che soffre, il Gesù che si carica dei peccati degli uomini. Figli, il mondo è sprofondato in una corruzione strabocchevole. I governatori dei popoli si sono resi come veri demoni incarnati e, mentre parlano di pace, nei loro pensieri c’è la guerra, perché il loro parlare non viene dal cuore, sono troppo lontani dal mio Amore. Figli, la pace duratura è la comunione tra i popoli, l’incontro con Dio, accettare che uno solo è il Dio: non vi può essere un Dio di guerra e un Dio di pace. Figli cari, sacerdoti, vescovi, non prendete il posto di Dio, voi siete solo dei figli ai quali è stato dato un compito. Non vi è stato dato un trono per comandare, né siete voi la Legge per giudicare. Io solo, sono il Giusto Giudice. Non prendete il Mio posto figlioli miei perché non possiate pentirvi il giorno che Io verrò. Figli miei, voglio i vostri cuori, il vostro amore, ma quello vero, quello che Io vi ho insegnato: “ama il prossimo tuo come te stesso”. Non odiate figli miei e non cercate il potere, perché tutto da Me viene dato e tutto viene tolto, e non dite o pensate: tanto Lui non ci vede! Nulla sfugge ai miei occhi. Vi amo e vi benedico con la Croce Santa. Amen figli! Amen figli! Amen”.

 

Veglia alla quercia, mercoledì 6 marzo 1991, ore 20:30, in crocifissione:

Alla veglia c’è pure Chiara. Il messaggio è preceduto dai forti “Dolori del Parto”, durante i quali Giulia si porta le mani sul ventre. Ecco il messaggio:

“Pace e benedizione scenda su questo altare e su di voi. Sono Io il vostro Gesù e la vostra Mamma. Figli cari, grazie, grazie figli miei per ciò che mi offrite. Figli miei! Io nasco per darvi la Vita e salgo sul Legno della Croce per liberarvi da ogni colpa e da ogni male! Figlia mia, piccola Giulia della Croce, bevi, bevi (beve) i calici che a te vengono donati e offriti vittima per i figli Ministri, offriti vittima per il mondo. Ah, figli miei! Il mio Cuore si trafigge! Datemi sollievo! Figli cari, unite, unite le vostre mani al mio Cuore di Padre e di Pastore e gridate, gridate: Padre abbi misericordia! Abbi misericordia del mondo e delle creature che si sono disperse! Figli miei, figli miei, satana è forte e vuole distruggere il mio Piano di Salvezza, ma voi restate uniti, uniti! Colonne mie, figli miei, fiammelle del mio Amore, ardete, ardete figli cari e moltiplicatevi nel mondo e tra i fratelli dispersi dall’oscurità di satana. Vi amo, figli cari, vi amo figli miei e vi ringrazio di ciò che fate. Figli miei, la pace scenda su di voi e infiammi i vostri cuori di Pastori Eterni. Figli miei, il mio Cuore batte nel vostro cuore, il mio Amore è unito al vostro. Figli miei, figli del mio Cuore, non lasciatemi! Figli cari, il perso della Croce è enorme, non lasciatemi figli miei! Seguite le mie orme di Padre e di Pastore. Figlio Mario, figlio mio, soffri col tuo Gesù, soffri figlio mio e offriti vittima per i tuoi fratelli e per il mondo intero. Figlio mio, figlio del mio Cuore, in te c’è il Mistero della Pace e dell’Amore, in te (pausa durante la quale, dirà Giulia, le dicono qualcosa di segreto) c’è la Luce e la Pace.  Figlio mio, figlio del mio Cuore, cammina, cammina sulla via che Io ho segnato dentro di te. Cammina e non fermarti. Figlio mio, figlio mio Mario, conduci i tuoi fratelli all’Altare della Misericordia e del perdono. È qui che li voglio, figlio mio, è quì, è quì che li voglio! Figli cari, verranno tempi ancora più duri ma voi siate forti, non disperdetevi. Aggrappatevi al mio Cuore di Pastore. O figli! Voglio benedirvi col mio Cuore (ndr. si sente una specie di respiro o alito), il battito del mio Amore scenda su di voi e vi benedica nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Andate in pace figli miei e crescete nel nome della SS. Trinità. Andate e crescete, crescete, crescete!”

 

Venerdì 8 marzo 1991, ore 20:45, a casa, durante sofferenza (non in crocifissione, ma non meno dolorosa, tanto che la voce esce stentata e lenta). La Madonna stessa nel messaggio, pure in sofferenza, del 20 c.m. spiegherà che la voce esce lentamente perché il suo Cuore è ferito. Dette sofferenze richiamano forse le sofferenze dell’agonia e, comunque, relative all’ingratitudine umana. Ecco intanto il messaggio:

“Figlia mia, bevi i calici delle mie amarezze, soffri per il tuo Gesù, porta tu la mia Croce ma, piccola Giulia del mio Dolore, soffri per il tuo Amato Sposo. Ah, figlia mia! Sposa mia, soffri! (Beve). (Giulia): Mio Gesù aiutami sono stanca, aiutami! (Gesù): Sposa mia, sposa mia, sorreggi ancora la mia Croce, Io vengo a chiederti se vuoi ancora andare avanti, se vuoi portare la mia Croce. (Giulia): Si, mio Signore! (Gesù): E’ penoso per te andare avanti, ma ho bisogno, ho bisogno del tuo aiuto, del tuo cuore, del tuo sì. Sposa mia, sei mia e per questo devi fare la volontà del Padre. mi appartieni piccola giulia della Croce, Io ti ho mandata sulla terra per radunare le mie pecorelle smarrite e portarle al mio altare e ciò devi fare. Coraggio, sposa mia, presto ti porterò al mio Trono. Presto sposa mia. Figlio mio, figlio mio Pasquale, non temere, non temere, figlio mio! Ciò che avviene è opera di Dio,  la mia ancella, la mia sposa appartiene al Padre e ciò che è scritto nel Grande Libro tu non puoi cancellare, figlio mio. Sii puro di cuore, lascia tutto nelle mani del Padre, perché è Lui, è Lui che decide ogni cosa. Figlio mio, figlio mio, ho bisogno del Tuo cuore, soffro, figlio mio! Soffro per i fratelli, per i figli che non accettano il mio Amore, la mia Parola che è Pane di Vita Eterna. Accoglietemi figli miei, nma soprattutto tu figlio Pasquale! Figlio mio, ho bisogno del vostro aiuto per salvare il mondo che crolla sempre di più. Figlio mio, dammi un attimo di respiro, ho bisogno, ho bisogno di voi. Ah, ah! Ma ho bisogno di poggiare la Croce che schiaccia il mio Corpo! Ho bisogno di sostegno! Figlio mio, offriti vittima, offriti! Figlio Pasquale, non temere, non temere figlio mio ma accetta con amore la volontà del Padre, anche se il peso per te è enorme, figlio, figlio del mio Cuore, figlio del mio dolore!

(Maria): Sono Io la tua Mamma, la vergine Maria. Figlio mio Pasquale, vieni tra le braccia della tua Mamma e lasciati cullare figlio mio, ti amo col mio Amore di Mamma e desidero il tuo cuore e il tuo amore. Ho bisogno del vostro aiuto. Figli cari, colonne del mio amore, voi siete le colonne, voi siete le creature che il mio Gesù ha scelto per portare la Pace e la Luce nel mondo. Figli miei, non dividetevi! Unite le catene del Santo Rosario. Figli, figli miei, unitevi perché voi siete le lucerne del mio Amore e del mio Cuore Immacolato, tu figlio Pasquale e tu figlio Mario, sacerdote Santo e tu Croce vivente del mio Gesù, accetta con materna bontà le sofferenze che al tuo cuore vengono donate. Figlia mia, piccola Giulia, soffri per il tuo Gesù, soffri per il mondo intero. Tu come mamma accetta ogni dolore, accettalo figlia mia, accettalo perché sei Mamma del Dolore e della Croce. Ama chi ti fa del male. Ama i tuoi nemici, ama i tuoi flagellatori, ama chi trafigge il tuo cuore. Figlia mia, forza! Vai avanti per i tuoi fratelli e per il mondo! (Giulia):Madre Santa aiutami a fare tutto questo! Sono stanca e voglio venire via, portami via, portami via. (Maria): Figlia cara! Il tempo non è ancora adempiuto, devi restare sulla terra finchè Dio vorrà. Forza figlia mia! Io sono in te! Forza piccola Giulia! L’Amore, il Fuoco dello Spirito Santo scenda su di voi e vi benedica, nel nome del Padre, del figlio e dello Spirito Santo. Lodate il Signore, lodate il Signore!”

 

Venerdì 8 marzo 1991, ore 15, a casa, orale,in crocifissione:

          (Scritto da Giulia per l’assenza di Franco)

“Shalom, piccola Giulia! Shalom al mondo. Sono Io la tua Mamma, il tuo Gesù, i Santi e i Martiri tutti. Figli cari, vi chiamo tutti all’appello come soldati del mio Amore. Figli miei, i tempi sono duri e la pace che voi credete e vedete non è pace. I cuori dei grandi del mondo sono lontani dal mio Cuore. Parlano di pace ma nei loro cuori non c’è pace perchè non c’è amore, non c’è comunione. I loro cuori sono confusi da satana, che li porta sempre di più verso la perdizione. Figli del mio Cuore, voi che mi amate, armatevi di “sante corone” e combattete con me la battaglia dell’Amore e della Vittoria. Io resto curva sul mondo finchè Dio me lo permette. Tu piccola Giulia, bevi sempre i calici che ti vengono donati, soffri tu per il mio Gesù. Sii forte croce del mio Gesù!insieme faremo molte cose figlia mia. Il male sarà cancellato e il mio Cuore trionferà come promesso a Fatima. Nulla può cancellare ciò che è scritto nel Grande Libro di Dio. figli miei, amate la Croce, amate il Cuore della Croce, amate il mio Gesù, amatelo e glorificatelo, donandogli il vostro amore, il vostro cuore figli cari, solo affidandovi totalmente alla Croce Santa, un’unica cosa con Dio, un cuore solo che batte, un cuore d’amore e carità infinita. Figli miei, il mio Amore di Mamma è grande per tutti. Amatemi figli miei, amatemi! Ho bisogno di essere amata e nel mio Amore Infinito vi benedico con la Croce Santa nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

(A tergo del foglio del messaggio c’è un messaggio per Giorgio di Taranto scritto stavolta da Franco e comunicatogli da Giulia che ricorda i messaggi solo finche non sono stati scritti o detti ad altri. “Piccola Giulia, dì al figlio Giorgio che da lui voglio tanti rosari e il suo cuore. Per il resto di non preoccuparsi ma di lasciare tutto nelle mani di Dio e nel suo adempimento. Ti amo piccolo fiore e ti benedico col mio amore di Mamma Celeste.

 

Domenica 10 marzo 1991, ore 15:30 alla quercia, in crocifissione:

Prima del messaggio, annota Franco, Giulia alza il Crocifisso  del Rosario e dice: “Se sei Tu glorifichiamo Dio insieme, se sei Tu glorifica Dio. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, amen. Grazie Mamma! Poi dopo aver bevuto, riceve il messaggio:

“Bevi figlia mia, bevi i calici della mia amarezza e dei miei dolori (beve). Shalom figlia mia, Shalom su questo altare. Sono Io la vostra Mamma, il vostro Gesù, la schiera dei Martiri, san Michele e il venerabile Domenico Lentini. Piccola Giulia della Croce, offriti vittima per i figli Ministri e per il mondo, per i grandi del mondo. Figlia cara offriti vittima, bevi (beve), bevi questi calici e porta Tu la Croce per il mio Gesù che soffre. Figli cari, oggi voglio invitarvi alla preghiera, ma alla preghiera fatta col cuore. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato, Io vengo in mezzo a voi per volere del Padre a portarvi la Luce e la Pace, figli miei! Ma desidero i vostri cuori. Legatevi al mio Santo Rosario figli cari perché è la vostra unica salvezza, solo col Santo Rosario vi potete salvare. Figli miei, Io vengo ad irrigarvi la via della salvezza con la mia Corona Santa, col mio Amore di Mamma figli miei, ma desidero che voi svuotiate i vostri cuori dalle ondate di satana che vuol far suo ciò che è di Dio. figli miei, siate figli puri, siate pacifici, siate pargoli dinanzi al mio Gesù che si innalza a salire sul Legno della Croce per ognuno di voi. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato, non aspettate ancora ad entrare per la “Porta” che Io  sto portando qui in mezzo a voi e nel mondo intero. Figli cari, sono pellegrina nel mondo per raccogliere le pecorelle sviate, le pecorelle che si sono confuse con le onde del maligno. Figli miei, lui è forte, e con la sua forza trascina le pecorelle smarrite, le pecorelle indebolite. Figli miei, colonne mie, do a voi il compito di portarle qui dinanzi all’Altare della Misericordia e del perdono. Siate lucerne figli miei, lucerne accese del mio Amore e della mia Pace. Figli cari, il mio Gesù ha posto in questo luogo la sua dimora, la Croce santa, la Via, la Verità e la vita. Figli miei, non fatevi confondere dalle ondate del nemico, ma seguite la mia mano di Mamma. Venite figli miei, venite al mio Cuore. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che vi segua ovunque andate. Figli cari, crescete nel mio Amore e nel nome della SS. Trinità. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete figli miei, crescete, crescete, crescete.

(Preghiera di Giulia in estasi): “O Vergine pietosa, aiutami, aiutami ad annullarmi dinanzi alla Croce. Aiutami ad essere polvere dinanzi ai fratelli più piccoli. Aiutami ad essere mamma dei miei fratelli, Amen.”

 

Martedì 12 marzo 1991, a casa, orale, ore 11:

“Shalom piccola Giulia della Croce, Shalom al mondo! Figlia mia, vieni! Stringiti al mio Cuore di Mamma! Figlia non temere! Io sono sempre vicina a te sii forte piccola mia, prega e offriti vittima per i figli Ministri. Figlia mia, nessuno vuole accettarmi! Il mio pianto di Mamma non è ascoltato. Figli del mio Gesù, non parlate con la bocca, non fate ma donate, è il vostro amore che Io chiedo. Il vostro cuore che Io voglio. Del vostro dire e parlare Io non mi interesso perché sono cose vane che volano col vento. Ciò che mi preme è il vostro SI’, la vostra disposizione, essere figli di Luce ma Luce vera, Luce con Amore e Amore di Dio. Figli cari, vedete come il mondo è tutta una confusione, un buio, perché non c’è amore, non c’è unione: perché non si vuole accettare la mia Presenza, il mio intervento di liberazione. figli ministri e vescovi, spogliatevi dalle vesti che avete indossato, vestitevi d’amore, del mio amore materno e siate mamme di amore e di carita’: l’amore e la carita’ fanno famiglia e la famiglia forma la chiesa del divino amore. Figli, se non mi donate il vostro cuore il mondo non avrà pace né amore perché l’ostinità* non porta frutti. Vi amo figli e vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

(* la parola tra ostinata/ostilità viene chiarita dal Padre il 22/3 e senza che io avessi specificato bene né la parla né il messaggio perchè non lo avevo tra le mani. Il Padre le dice: “messaggio 12 marzo, l’ostinità”).

 

Martedì 12 marzo 1991, a casa, orale, ore 15:

“Pace, Amore , Fratellanza, scrivi piccola Giulia. Sono Io, il tuo Gesù flagellato. Il Gesù che viene calpestato dall’umanità senza più timore del Dio della Pcae, il Dio che ha amato tanto da mandare il suo unico Figlio a cancellare col suo Sangue Innocente le colpe dell’umanità. Ma dimmi figlia mia, la mia morte sulla Croce è stato atto di amore e di perdono? IO DIO (ndr. cambia il soggetto parlante. Da Gesù flagellato a Dio Padre) che offro mio Figlio per Amore e con quale riconoscenza viene ringraziato? Con gli insulti, con le bestemmie! Figli, il mio dolore è implacabile, la mia ira non ha limiti, il mi tino è colmo, ma nonostante tutto vi amo, figli, vi amo perché sono Padre e non posso condannarvi, sono sempre pronto a perdonare ogni colpa, pronto a perdonare ogni peccato, basta che voi mi rivolgiate lo sguardo, basta un piccolo gesto che voi fate perché Io possa cogliere i frutti buoni del vostro cuore. Figli miei venite! Venite a Me con candide vesti, venite a Me spogliati dalla corruzione, venite a Me come pargoli di Luce. Bambini, vi voglio bambini del mio Amore, della mia Pace e della mia Verità. Cantate inni al Padre Santo, al Santo Figlio e al Santo Spirito. Amate figli, amate col cuore, amate con l’amore della SS. Trinità. Vi amo e vi benedico. Amen, Amen, Amen!”

 

Venerdì 15 marzo 1991, a casa, orale, ore 15, in crocifissione:

“Shalom piccola Giulia! Shalom al mondo. Figlia mia, bevi! Sono la tua Mamma. Bevi i calici che ti vengono donati per i tuoi fratelli. Figli miei diletti parlo a tutti voi. Mai come ora il mio Cuore di Madre ha trepidato per voi. Il cammino dell’Amore è ostacolato dall’odio, dalla superbia e dall’ipocrisia che abitano in troppi cuori. Il richiamo alla vera conversione verso il Padre non viene ascoltato. L’umanità ogni giorno di più, si allontana dalla Luce e si lascia avvolgere dalle tenebre della immoralità, degli inganni, della distruzione di ogni valore dello Spirito, tesa a vivere esclusivamente nel momento terreno. Non sono i beni terreni che voi dovete ricercare, ma l’Infinito Bene del Regno dei Cieli. Gesù si è lasciato uccider per voi per diventare il Signore dei vostri cuori e donarvi la salvezza, ma voi lo rifiutate rinnegando il suo sacrificio. Oggi nel mondo si è scatenata tanta violenza, satana guida i cuori e le menti degli uomini, ma ancora più gravi saranno i giorni futuri. Figli, non restate chiusi in voi stessi, ascoltate il mio grido di Mamma. Figli vengo per salvarvi, donatemi il vostro cuore. Figli miei, vi amo e ho bisogno di voi per combattere il male che vi sta distruggendo, fate presto figli! Rispondete col vostro amore. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

 

Il messaggio con l’esorcismo, sabato, 16 marzo 1991:

L’esorcismo: Giulia tenendo alzato il crocifisso del Lentini dice: “In nome e potere della Croce fuggi, fuggi, fuggi! In nome e potere della Croce fuggi! Lascia entrare la Luce di Gesù. Fuggi, fuggi! Abbassati, inginocchiati ai piedi della Croce! Fuggi! San Michele, san Michele vieni con la tua Spada! Fuggi, fuggi! (Pausa).

 

Messaggio della Madonna:

“Figlio Mario, prendi la Croce! Figlio Mario sia lodato Gesù Cristo. Figli miei, sono Io, la vostra Mamma, il vostro Gesù, la schiera dei Martiri. Shalom figli miei, shalom figli del mio Cuore Immacolato. Figli cari, sono venuta a chiedere i vostri cuori. È quello che Io voglio: Voglio formare con voi la Famiglia di Dio. figli cari, voglio legare la Catena del Santo Rosario per portarvi alla Croce Santa, all’unica via di salvezza e di verità. Figli cari, satana vuole distruggere il Piano di Dio, l’opera di salvezza che Io, l’ancella di Dio vengo a portare in tutto il mondo. Figli cari, sono pellegrina nel mondo per raccogliere le pecorelle smarrite. Figli miei, il mio Cuore sanguina, sanguina, sanguina per le porte che non si aprono al mio Cuore, al mio Amore di Mamma. Figli, siate porte aperte per il mio Gesù che vuole entrare. Ma quante porte, figli miei, quante porte chiuse trova il mio Cuore Addolorato e ferito! Figli, figli miei, non fate più sanguinare il mio Gesù! Non fatelo sanguinare figli del mio amore, figli del mio dolore! Unitevi, unitevi alla Catena che vi porta alla Salvezza, alla Pace e alla Luce, siate alberelli di nuova vita, di nuova pace. Figli cari, mi rivolgo a voi figli Ministri: aprite i vostri cuori, apriteli al mio amore e alla mia verità. Accettate la mia Presenza. Figli miei, Io vengo a voi come Luce di Salvezza e di Pace. Figli cari, figli del mio cuore, unitevi al Cuore Materno di Maria, legate sempre più anime. Figli cari, i tempi che verranno saranno duri ma Io sono con voi, lascio il figlio Domenico Lentini alla vostra guida. La Croce è la vostra giusta direzione di salvezza. Figli cari, siate figli di un’unica famiglia, siate figli della Croce Santa. Figlio Mario, chiedo a te di offrirti vittima per questi figli che Io amo e soffro, soffro figli miei perché non sono accettata! Figli del mio Cuore, mando il Fuoco dello Spirito Santo su ognuno di voi! Figli miei vi amo, vi amo, figli cari e vi racchiudo nel mio abbraccio materno di Mamma Fanciulla. Vi benedico figli cari, e vi amo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della SS. Trinità. Crescete, crescete, crescete!

(Preghiera di Giulia in estasi): “Madre Santa aiutami ad annullarmi dinanzi alla Croce del Tuo Figlio Gesù, aiutami a portare il tuo Fuoco di Mamma nel cuore dei miei fratelli, aiutami a portare la Croce! Amen”.

 

Domenica 17 marzo 1991 alla quercia, orale, in crocifissione: ore 15:15:

Franco annota che Giulia prima del messaggio alza il crocifisso del rosario e dice: “Se sei Tu glorifica Dio, Se sei Tu glorifica Dio. Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, amen!”

Il messaggio:

(Beve) Sia lodato Gesù Cristo. Shalom figli miei, Shalom al mondo intero. Piccola Giulia, offriti vittima per i figli che hanno calpestato il mio Cuore e il Cuore di Gesù. Offriti vittima figlia mia e soffri, soffri per il tuo Gesù che è trafitto e flagellato. Figli cari, oggi vi invito a entrare nel mio Cuore che è immenso per tutti voi, vi invito ad annullarvi figli cari e a lasciare le cose del mondo che vi portano alla perdizione. Figli cari vengo a portarvi sulla via della salvezza che è il mio Santo Rosario, è la Croce del mio Gesù! Figli cari datemi un attimo di sollievo, offritemi i vostri cuori, il vostro SI’ totale. Figli cari, insieme riusciremo a scacciare il male che vi tormenta figli cari e vi porta su vie sbagliate. Figli miei, il mio Cuore sanguina per tutto il mondo. Sanguina perché non accettano la mia Presenza, la mia parola e il mio intervento. Figli miei, Io ripeto sempre: CONVERTITEVI, RITORNATE ALLA CROCE DEL MIO GESU’, AL MIO CUORE DI MAMMA ADDOLORATA PER TUTTI VOI. VALLE DEL MIO DOLORE, VALLE CHE (=DOVE) IL MIO GESU’ HA DEPOSTO LA SUA DIMORA, ABBRACCIATEVI AL MIO CUORE. È PER VOI CHE SOFFRO, E’ PER VOI CHE IO VENGO PER PORTARVI AL MIO GESU’, ALLA SALVEZZA ETERNA, APRITE I VOSTRI CUORI, NON SIANO VACILLANTI ALLA MIA PRESENZA, ALLA MIA PAROLA, CHE E’ LA PAROLA DI DIO, FIGLI MIEI, FIGLI MIEI, APRITEMI IL VOSTRO CUORE! APRITE LA PORTA! C’E’ GESU’ CHE BUSSA! APRITELA FIGLI MIEI! Voi colonne del mio amore, colonne della mia pace, aiutatemi! Ho bisogno del vostro aiuto per allontanare satana che confonde con le sue ondate di cattiveria. Unitevi a Me figli cari, perdonate i vostri nemici e amate coloro che calpestano i vostri cuori e il vostro animo, annullatevi dinanzi alla Croce. Forza colonne del mio Amore. Vi amo e vi benedico col fuoco dello Spirito Santo. Crescete figli miei e moltiplicatevi. Crescete e moltiplicatevi”.

 

Martedì 19 marzo 1991, ore 11 a casa, orale:

“Pace e benedizione. Sono Io, il tuo Gesù. Figlia mia vieni, vieni, stringiti al mio Cuore, soffri col tuo Sposo, non essere triste sposa mia se mi vedi stanco e calpestato: questa è la riconoscenza che ricevo dall’umanità che Io ho redento col mio Sangue Innocente. Figlia ti amo perché sei piccola, ma sei tanto grande. Il tuo cuore di piccola reginetta mi da sollievo, gioisco. Con il tuo soffrire mi doni respiro. Offriti ancora per i tuoi fratelli! Offriti per il mondo che cade sempre più in corruzione e non sa da che parte girarsi ormai. Non sanno che Io solo posso salvarvi. Io sono il Figlio Redentore! La salvezza viene dall’amore. Ma non vedo amore, non vedo unioni, non vedo cuori che mi cercano. Figli miei, figlio Mario, figlia Giulia aiutatemi ad accendere i cuori spenti, aiutatemi figli miei! Voi siete la mia Parola! Il mio Alito! Nei vostri cuori c’è il mio Battito figlio Mario, spezza sempre il Pane del Cielo sotto la grande quercia. Pregate per i miei e i vostri nemici. Vi amo figli del mio Cuore, alberi del mio Amore, piante fiorite. Pianticelle mie vi benedico col mio Alito. Amen, Amen, Amen!”

 

Esorcismo e messaggio di martedì 19 marzo 1991 alla quercia, in crocifissione, orale ore 18:15:

Esorcismo: “Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio Signore! Glorificalo, glorificalo. Fuggi, fuggi da me, via! Fuggi, fuggi! Via, via, via, via da questo luogo, liberalo Madre!se sei tu glorifica Dio! Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, amen!”.

 

Il messaggio della Vergine Addolorata:

“Sia lodato Gesù Cristo! Sono Io la Vergine Addolorata, Maria, Madre di Gesù e Madre vostra. Figli del mio Cuore (beve) hanno calpestato il mio Volto (beve), hanno infangato il mio Gesù! Figli, figli miei! Sollevatemi! Sollevatemi! (Beve). Creatura mia, bevi questi calici (Beve) in riparazione di tutte le offese commesse ai Cuori Santissimi. Figli, vogliono distruggere il Progetto di Dio, il Piano di Salvezza ma, figli cari, figli del mio Cuore, portate avanti la mia Parola e la Parola del mio Gesù (beve).

(Giulia): Madre è troppo amaro!

(Addolorata): Figlia mia, sapessi quante amarezze sono state date al mio Cuore e al Cuore del mio Gesù in questa giornata! Ma tutto accetto perché vi amo, figli miei, vi amo!

(Giulia): Perdonami Mamma ma aiutami!

(Addolorata): Si figlia, sono il tuo aiuto.  Ecco ora il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù si sono sollevati perché il tuo cuore ha accettato i calici.  Figli cari, non fate distruggere il Progetto di Salvezza, non permettete ancora che questo luogo venga calpestato. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato, vi amo e in voi è racchiusa il Piano di Salvezza! Il piano del mio Amore! Qui il mio Cuore Immacolato trionferà, il mio Gesù sarà in mezzo a voi e camminerà con voi, la Croce si innalzerà. Figli, figli del mio Cuore Santissimo non disperdetevi! Non disperdetevi! Figli miei, vi amo, vi amo. Figli cari oggi è festa del mio Sposo amatissimo (beve). (Giulia vede San Giuseppe e lo contempla). Gli angeli e i Santi sono in festa per il Giuseppe, per il Padre putativo del mio Gesù, aggrappatevi al suo esempio, figli tutti, e seguite i suoi insegnamenti di padre. Figli cari, vi amo tutti e desidero da voi il vostro aiuto ad allontanare satana dai cuori dei miei figli che vuole travolgere con le sue ondate. Aiutatemi figli miei, aiutatemi! Ora vi benedico e vi ringrazio di aver consolato il mio Cuore e il Cuore di Gesù. Vi amo e vi seguo con la Croce Santa. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Andate in pace figli miei, crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità”.

 

Mercoledì 20 marzo 1991, ore 22. Messaggio della Madonna, ricevuto da Giulia in casa durante una sofferenza.

(Giulia dice che la Madonna parlava piangendo):

“Sia lodato Gesù Cristo (gli faccio baciare il crocifisso), sia lodato Gesù Cristo, sono Io, la Vergine Immacolata. Bevi, figlia mia (beve), piccola Giulia della Croce, soffri, soffri per il tuo Gesù. Il tuo Gesù che soffre per l’umanità figlia mia. Accetta queste sofferenze per il Cuore trafitto del tuo Gesù (beve), bevi questi calici amari figlia mia per il tuo Gesù, figlia mia. Soffri molto, ma Io sono vicina a te per sostenerti. Piccola Giulia della Croce, sii forte! Nei giorni che verranno per te ci sarà molta sofferenza, figlia mia, perché attraverso di te passano i dolori del mio Gesù; attraverso di te e attraverso il figlio Mario. Siate forti creature mie, forti perché la salvezza del mondo è segnata nei vostri cuori. Figli miei, legate sempre più anime ai Cuori Santissimi finchè fate in tempo. Il progetto del Padre è Grande e Giulia e il Suo disegno che si adempirà sotto la grande quercia che il mio nemico vuole distruggere. Ti figlio Pasquale sii forte e non indietreggiare dinanzi alle prove che a te vengono donate. Soffri figlio mio, soffri anche tu col mio Gesù e offriti vittima per i figli che non vogliono accettare la Luce di Dio. figlio mio, soffri, soffri per amore del tuo Gesù che sanguina. Sanguina per tutti voi. Figli cari, il mio Gesù è pronto a perdonare e a salire sul Legno della Croce. Figli, il mio Cuore è trafitto! È per questo che la mia voce giunge a voi lentamente. Il dolore del mio Cuore è nel cuore della piccola Giulia. Ascoltate le mie Parole di Mamma Universale! Figli sacerdoti, figli del mio Cuore Immacolato, aprite le porte del vostro cuore. Non fate fatica figli miei, perché il tempo dell’adempimento è vicino. Non siate sordi alle Parole del Padre che vi chiama. Figli miei, non siate sordi ad ascoltare il mio pianto di Mamma. Oh, figli! Figli miei! Radunatevi sotto il mio manto e camminate con me senza vergogna. Figli miei, non primeggiate perché è Dio la Primizia di ogni cosa. Voi siete pastori, dovete guidare le pecorelle smarrite. Figli miei, non sbandatele con le vostre cattiverie e con i vostri atteggiamenti sbagliati, ma siate pastori di Giustizia di Dio; siate pastori di amore perché Dio è Amore e Misericordia. Seguite le orme del mio Gesù, figli cari, seguite la Croce, non tralasciatela perché Essa è la Via, la Verità e la Vita. Figli cari, fate tutto questo e non abbiate vergogna della Mamma Pellegrina che viene a guidarvi. Vi amo figli miei e vi stringo al mio Cuore Materno e Addolorato. Figli miei amatemi, perché ho bisogno del vostro amore, amate la Croce, amate il mio Gesù, amate la Madre della Croce, amate tutte le creature che il Padre ha scelto per portare a tutti voi la Parola dei Cieli. Figli miei, amatele e ascoltatele perché loro sono le creature che Dio ha scelto per salvare l’umanità. Figlio Pasquale, ti amo e consolo il tuo cuore con la mia Santa Benedizione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il nome di Gesù, di Giuseppe e di Me che sono la Madre Maria. Amen, Amen, Amen!”.

 

(Mezz’ora prima dell’apparizione, durante le sofferenze, Giulia viene attaccata dall’altro, senza vederlo,

ripetutamente, facendola rimettere.

Venerdì 22 marzo 1991, messaggio orale, in crocifissione, ore 15:

 = (vedo un grande globo con un triangolo al centro) =

“Figlia mia, Shalom! Scrivi figlia e soffri con il tuo Dio. guarda quanta cattiveria, eppure Io amo questa umanità. Sono il tuo Dio Vivente, sono il Dio dell’Alleanza, sono il Dio Trino, Giusto e Santo, sono colui che vi ho dato tutto il mio Amore folle. Sono colui che non vuole dividervi con nessuno. Per l’amore che vi porto, testimoniate la vostra fede con opere e azioni più che sante. Testimoniate il vostro credo nella mia venuta, testimoniate la vostra figliolanza di figli di Dio, di figli della Luce, di figli dell’Amore, di figli della Pace. Figli tutti, cominciate fin d’ora a pensare alla vita che sarà, perché non è la vita terrena quella che conta, anche se questa va vissuta all’insegna dell’amore e della fratellanza, la vera vita comincia dopo che siete risorti nello spirito, dopo che siete risorti per salire al cielo con un cuore nuovo, uno spirito nuovo e con l’anima finalmente libera che si invola alla sua meta, dove troverà posto nel mio Cuore. Sono Dio, Sono Colui che Sono, che Ero e che sempre Sarò. Sono colui che aprendovi la porta del mio Cuore vi darò il benvenuto col mio Amore. Amen, Amen, Amen figli!”.

 

Venerdì 22 marzo 1991 in crocifissione, alla quercia, ore 20:30:

(Siamo qui per una veglia. Prima dell’apparizione Giulia dice): “Se sei Tu glorifica Dio, glorifica Dio: Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen”.

 

Messaggio (Beve) Bevi figlia mia, bevi (beve), bevi la coppa del mio dolore. Shalom figli miei, shalom al mondo intero. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, il servo della Croce Domenico Lentini. Figli cari, vi ringrazio per essere venuti a consolare il mio Cuore Addolorato. Figli, figli del mio Cuore, voi siete le Colonne della mia Chiesa, voi siete (beve) le lucerne della mia Parola. Tutto è fondato nei vostri cuori, la salvezza del mondo! Figli miei, figlio Mario, figlia Giulia, è per mezzo di voi che passa il mio Gesù, la Verità e la Salvezza di Dio. figli miei, creature mie, siate forti, forti, perché ciò che è scritto nel Grande Libro, presto si adempirà. Figli miei, figli del mio Cuore Addolorato, in voi c’è la Salvezza del Mondo. Piccolo Mario, piccolo Mario (pausa per la consacrazione) piccolo Mario, sii guida e sostegno per le creature che a te vengono mandate e tu, piccola Giulia del dolore, sii forte ad accettare ogni sofferenza che al tuo cuore viene recata. Figlia mia, forza figlia mia, forza perché ciò che dovrai compiere è pesante creatura mia, è pesante! E tu, figlio Pasquale, accetta la Croce del mio Gesù, accettala, figlio mio, figlio del mio dolore!siete le colombe della Pace e della Vita! Volate colombe mie e portate la Parola di Verità e di Luce! Figli, vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della SS. Trinità. Crescete, crescete, crescete, elargite i vostri cuori”,

A Giulia avevo fatto chiedere per mio cognato Nicola. Nel messaggio oggi il Padre non ha risposto e nemmeno la Madonna questa sera, però ha chinato il capo sorridendo.

La settimana santa di Giulia:

Domenica delle Palme 24 marzo 1991, in crocifissione, orale, alla quercia ore 15:50:

Anche questa volta la Madonna corregge i fedeli perché non sufficientemente concentrati nella preghiera. Si accalcavano infatti, distraendosi, intorno a Giulia per cercare di registrare ogni cosa con più microfoni: (La Madonna):”Figli, pensate alla preghiera, togliete questi microfoni, pensate ala preghiera!”. E poi da il messaggio che da un po’ di tempo usa iniziare con il saluto tradizionale, scomparso dalla bocca dei fedeli, perché scomparso anche dai sacerdoti che lo usavano all’inizio e termine di ogni omelia.

IL MESSAGGIO:

“Sia lodato Gesù Cristo! Sono Io, la Vergine Addolorate, il mio Gesù, figlia mia! Piccola Giulia della Croce, offriti vittima per i miei figli, offriti vittima! Piccola Giulia, abbraccia la Croce, abbraccia la Croce del tuo Gesù. Figli cari, Pace e Benedizione scenda su tutti voi. Sono Io la Mamma Addolorata. Figli cari, Io sono venuta tra di voi per volere del Padre. Vengo per rendere le vostre pene più lievi e per farvi entrare nel Cuore del mio Gesù, vengo a radunarvi figli cari, ad aprire le porte per fare entrare il mio Gesù nei vostri Cuori. FIGLI MIEI, FIGLI DEL MIO CUORE, NON PUO’ ESSERCI PACE SE NEI VOSTRI CUORI NON C’è LA PACE E L’AMORE DEL MIO GESU’. Figli miei, figli del mio Cuore trafitto e addolorato, aprite, aprite queste porte! Apritele alla Croce del mio Gesù. Figli, fate entrare il mio Gesù, preparate le vostre vesti candide per il mio Gesù, per il mio Amore e per la Pace. Figli miei, siate figli pacifici, siate candidi gigli dell’Amore del mio Gesù. FIGLI CARI, IL MESSAGGIO CHE IO PORTO A VOI E’ UN MESSAGGIO D’AMORE E DI PACE. Figli cari amatevi gli uni con gli altri, amatevi nell’Amore del mio Gesù, amatevi col Cuore del mio Gesù, che Io porto qui in mezzo a voi con la Parola del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli miei, aggrappatevi a questo Cuore che arde per tutti voi. Figli miei, figli miei, fate presto, presto! Venite! Venite! Prendete la mia mano ed entrate nella Porta del mio Cuore che vi porta a Gesù e alla Croce Santa. Ora figli miei, vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che scenda su di voi e infiammi i vostri cuori. Vi benedico col mio Amore, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Andate in pace e crescete nel nome della SS. Trinità. Figlia mia, piccola Giulia, soffri, soffri con il tuo Gesù. Ciò che mi hai chiesto, sarà tutto concesso! ABBRACCIA CON IL MIO ABBRACCIO TUTTI I TUOI FIGLI.

(Preghiera di Giulia in estasi): O Vergine Maria, aiutami ad annullarmi dinanzi ai tuoi piedi, aiutami a portare la Croce del mio Gesù, sostienimi nelle cadute Madre del mio Amore, aiutami!”.