Notizie da Sofferetti-24  n. 37, Lauria, 24 maggio 1991

 

NON LASCIATE SOLO MIO FIGLIO NEI TABERNACOLI.

IN OGNI VOSTRA VISITA GLI ANGELI TUTTI DEL CIELO CANTANO LA SUA GLORIA

Giovedì 25 aprile 1991, alla casetta del Lentini in crocifissione, durante la Messa, ore 11:30

“Sono io , il Servo della Croce. La mia benedizione scenda su tutti voi. Mi rivolgo a te, fratello Mario: offriti vittima, sii pastore per le mie pecorelle che a te sono state affidate. Fratello mio, sento e vedo i tuoi dolori, ma soffri, soffri con la Croce del tuo e del mio Gesù, soffri, figlio mio, per la salvezza di quest’umanità. E tu, piccola sorella Giulia, donati, donati e soffri per i tuoi figli. Vi amo, figli miei, siete le mie creature e per voi ho donato e dono me stesso.. unitevi, unitevi all’abbraccio di Maria, unitevi al Santo Rosario (pausa per la consacrazione della Messa), unitevi alla Corona del Santo Rosario e amatevi, figli, amatevi! Amate la Croce, amate l’Amore, amate la Verità e la Vita che è la Croce del mio e del vostro Gesù. Figli, popolo di Lauria, popolo mio, amate la vita e crescete, crescete, crescete nell’Amore del Cristo Risorto, del Cristo Vivo. Siate figli del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre di ognuno di voi. Figli, crescete nell’abbondanza della Croce, crescete, crescete, crescete e moltiplicatevi nella bontà. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo, Amore, Verità e Vita!.

 

Nella chiesa di san Rocco a Mormanno, in crocifissione, ore 18 circa:

“(Beve) Figlia mia, bevi i calici del mio dolore, bevili in riparazione alle offese. Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù. Figli cari, vengo a portarvi il Sigillo del Padre Mio, vengo a raccogliervi sotto il mio Manto di Mamma Universale. Figli cari, non fate fatica a dorare i vostri cuori, unitevi all’Amore di Maria, alla Mamma Fanciulla che viene in mezzo a voi come fiore profumato, mandata dal Padre. figli cari, figli del mio Cuore Immacolato, unitevi alla Catena dell’Amore, unitevi al mio Cuore di Mamma e di Fanciulla. Venite, creature mie, venite, Angeli del Cuore di Maria e di Gesù, bagnate le vostre guance con le lacrime dell’Amore e della consolazione. Unitevi al mio Gesù che soffre, che soffre! Figli cari, liberate i vostri cuori, liberateli dalle ondate di satana e camminate, camminate (ndr. così cantava contemporaneamente il popolo), siate pellegrini con Maria e con Gesù. Figli cari, destatevi dal sonno, destatevi e alzate gli occhi al Cielo, alzateli al vostro Gesù e alla Mamma Pellegrina. Vi amo, figli cari, vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. Piccola Giulia, soffri per i tuoi figli. Soffri per i Cuori Santissimi, soffri per il tuo Gesù”.

 

Venerdì 26 aprile 1991 a casa, orale, ore 12:10:

“Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la tua Mamma. Figlia mia, grazie per le anime che doni, grazie per il tuo donarti, grazie a voi, colonne mie. Vi amo, siete preziosi, siete le mie “Lucerne d’Amore” per il mondo che vive nelle tenebre. Figli miei, donatevi per questi figli, offrite il vostro amore per i cuori duri, i cuori che rinnegano il mio Gesù. Figli tutti, parlo a voi con voce di Madre: fate presto, fate presto a rifugiarvi nel mio Cuore, legate le vostre ancore alla mia navicella navigate con me:  con la Condottiera. Figli, lasciate ciò che non piace al mio Gesù e legate vi all’Unico Amore, all’Unico Cuore che vi condurrà al Padre. figli del mio Cuore Immacolato, satana vuole distruggere il Progetto di Dio e usa tutte le sue forze. Figli, ostacolatelo* con l’umiltà e col Santo Rosario: è l’arma che lo fa sprofondare dove da Dio è stato andato. Figli cari, conto su di voi. Vi amo e insieme arriveremo al traguardo. Coraggio! Piccoli miei coraggio! Non disperdetevi, camminate per Maria e con Maria: la mia Luce è la vostra guida, la mia Voce è la vostra Conduttrice. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Piccola Giulia, neanche oggi avrai i dolori della crocifissione.

________________________________________________

* Giulia aveva scritto “assecondatelo”. Volevo recuperare il senso giusto con il punto esclamativo ma giorno1/5/1991 diranno di scrivere “ostacolatelo”. Faccio chiedere ancora dell’errore di questo lapsus non grammaticale ma di sostituzione di parola e mi verrà un altro messaggio di cui in seguito:

 

Domenica 28 aprile 1991 alla quercia, in crocifissione, ore 15:50:

(Giulia): Se sei Tu Glorifica Dio. Sia gloria al Padre, al Figlio e alla Spirito Santo come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, amen.

(La Mamma): (beve) Bevi, figlia mia, bevi i calici del mio dolore, bevi e offriti vittima (beve)

(Giulia): Mamma, aiutami! Sono amari, aiutami! (Beve)

(La Mamma): Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la vostra Mamma, il vostro Gesù, la schiera dei martiri e dei Santi, san Michele e il figlio Domenico Lentini. Figli cari, porto la mia santa benedizione a tutti voi, ma in modo particolare ai figli che amano i Cuori di Gesù e di Maria. Figli cari, vengo in mezzo a voi per radunarvi e guidarvi al Trono del Padre mio. Figli cari, oggi mi rivolgo in modo particolare ai figli Ministri: figli cari, siate Pastori dell’Amore del mio Gesù, amate l’Amore,  figli cari, riempite i vostri cuori col profumo dell’Amore del mio Gesù. Figli cari, siete stati chiamati per radunare e guidare le pecorelle smarrite, ritornate ad amare il mio e il vostro Gesù. Togliete ciò che è secco nei vostri cuori e fate germogliare il seme di Dio: il Seme dell’Amore, il Seme della Verità e della Vita. Figli cari, unitevi alla Croce del mio Gesù, unitevi all’Amore e alla Vita Eterna. Figli cari, è a voi che dono le mie creature, è a voi che affido le mie pecorelle smarrite. Figli cari, non fate fatica a rispondere alla mia chiamata, non fate fatica! Figli cari, vi amo, vi amo, figli miei non fate più piangere il mio Gesù. Amatevi perché solo amandovi, il mio Gesù vive nei vostri cuori. Unitevi alla catena di maria e camminate, camminate verso la Croce che è la Vera Vita e la Vera Salvezza. E tu, piccola Giulia, offriti vittima, vittima per questi figli che non vogliono udire il mio pianto e il mio dolore. Vi amo e vi segno col Fuoco dello Spirito Santo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Andate i pace, crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Crescete, crescete, crescete!”.

 

Martedì 30 aprile 1991 a casa, orale, ore 9:30:

Giulia annota: (Vedevo un globo e un triangolo al centro)

“Scrivi ciò che ti dico. Io Sono il Primo e l’Ultimo. Io Sono Colui che morendo vi ha donato la Vita. Io solo ho il potere di comandare la vita e la morte. Io ho il potere di far tacere gli inferi. Io posso farvi vivere o morire. Io sono colui che parla e tutto si fa. Io Sono il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Io sono il vostro Dio. nulla può salvarvi dal mio Giudizio, Io sono Giudice per eccellenza. Tutto passa per mezzo del mio Giudicare. Nulla viene tralasciato. Figli della grandezza e del potere, grandi del mondo, una foglia non copre la vostra sozzura, nulla sfugge ai miei occhi: Io sono Dio e nulla mi è nascosto. Il tempo è vicino e il Mietitore è armato della sua falce. Figli miei, ho parlato e non sono stato ascoltato. Vi ho dato segni e non li avete accettati, siate pronti e preparati perché non sapete l’ora della mia venuta. Parlo a voi tutti che credete di avere in mano il potere e con esso prendete il mio posto. Guardatevi bene perché non c’è altro Dio al di fuori di Me: Io Sono il Trino. Vi amo e vi benedico. Non spaventarti, piccola Giulia, perché i tempi che verranno sono molto duri, Io sono al tuo fianco, piccola mia. Ti amo perché sei mia, vai avanti, piccolo fiore

***

Messaggio personale per me: “Figlio Mario, sacerdote del mio Cuore, non temere, ma vai avanti. Io sono il Padre e desidero la piccola Giulia così com’è (ndr. avevo chiesto che l’aiutassero ad evitare certi errori di pronuncia e di ortografia). Correggi i suoi errori. Io vengo per attirare a me tutti. Non per insegnare. Ti amo e ti benedico con il mio Cuore”.

LODE A MARIA DALLO SPIRITO SANTO

A Giulia a casa, orale 1 maggio 1991 ore 8 circa.

“Vieni, piccola Giulia, lascia il tuo da fare e scrivi per Maria:

O FIORE DI RARA BELLEZZA

O LUCE INESAURIBILE

O DOLCE MAMMA

DESTA L’ANIMA MIA DAL SONNO

DESTA I FRATELLI MIEI DAL SONNO

DESTA IL MONDO CHE DORME

DINANZI AL TUO CANDORE

DI UNICO E RARO FIORE

MARIA!

NON VI E’ PERLA

CHE POSSA SUPERARE LA TUA RARITA’

NON VI E’ FIORE

CHE POSSA ADORNARE IL TUO CANDORE

O UNICO FIORE DI MAGGIO!

SOAVE ANCELLA DEL CREATO

IL TUO SI’ E’ IL NOSTRO VIVERE

IL TUO CANDIDO CUORE

E’ LA NOSTRA CAPANNA

MARIA!

DOLCE CULLA DEL CANDIDO GIGLIO.

O DOLCE DISPENSATRICE DI TUTTE LE GRAZIE

CONCEDI AI CUORI ADDORMENTATI

IL RISVEGLIO AL TUO DOLCE RICHIAMO.

SVEGLIACI, MARIA,

PERCHE’ VOGLIAMO LODARE

IL TUO CANDIDO GIGLIO

E ONDARE DI PROFUMI SPIRITUALI

IL TUO GRANDE ED IMMENSO CUORE DI MAMMA,

O MARIA!

 

Un Pater, un Ave e un Gloria per ottenere le grazie spirituali. Dettata dallo Spirito Santo, il primo maggio ore 8, mercoledì. Dopo il messaggio scritto nella stanza dell’Altare, mi dirà Giulia, si è spalancata la finestra ed è entrata una scia luminosa simile al colore del globo che ha avvolto la statua della Madonna di Fatima e facendo poi il giro intorno all’Altare è passata dietro le spalle di Giulia ed è uscita dalla finestra che è rimasta aperta.

 

Primo maggio alla quercia ore 21:30….. MESSAGGIO SEGRETO…….. che sarebbe meglio che rimanesse segreto perché Giulia mi dirà che è triste! Viene dato in segreto ma in estasi e in crocifissione alla veglia che i soliti quattro siamo venuti a fare per iniziare il mese di maggio. Da Giulia registriamo soltanto:

(Giulia): Mamma, quando devo rivelare ciò che mi hai detto e a chi? (Pausa e poi) SIA FATTA LA TUA VOLONTA’.

Giulia, durante l’estasi ha bevuto molti calici e sentiremo la sua voce ancora allo scambio di pace, dove a me che le toccavo la mano dirà: “e con il tuo spirito”.

 

 Venerdì 3 maggio 1991 a casa, orale, ore 9:30:

“Sia lodato gesù Cristo. Sono Io, piccola Giulia, la tua Mamma. Figlia mia, prega e offriti vittima per questa umanità. Figlia, il mio Cuore è sempre più trafitto! I miei figli sempre di più confusi, non riescono a donarsi totalmente al mio Amore, non riescono a donare il loro Sì. Figli miei, chiamo tutti: voi, figlio Mario, sacerdote santo, voi, figlio Pasquale, voi, figlio Pietro, voi, figlio Pino, voi, figlio Giorgio, voi, figlio Cosimo, e soprattutto a te piccola Giulia e a tutti gli altri figli che Dio ha chiamato per combattere LA BATTAGLIA DELLA VITTORIA. Siate forti, figli miei! Siate soldati del mio Amore, del mio Cuore Immacolato. Figli, sappiate che i tempi che verranno saranno molto pesanti! Per questo Io vi chiedo di restare tutti uniti, figli miei! Amatevi a vicenda, Io sono Mamma dell’Amore e solo se restate uniti all’Amore di gesù, la Grande Battaglia si vince. Satana è forte e la sua astuzia è grande. Figli cari, non disperdetevi, siate forti, venite sotto il mio manto e camminate con me. Vi amo, figli, vi amo, ho bisogno del vostro aiuto, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Piccola Giulia, neanche oggi avrai i dolori della crocifissione.

 

Domenica 5 maggio 1991 ora 15:50, alla quercia, in sofferenza e crocifissione:

(ndr. nel registratore si sente Giulia come se bevesse e sarebbe stato la prima volta a farlo prima che “Il soggetto apparente” parli, per cui chiedo la verifica e giorno 12 c.m. viene specificato che Giulia non bevevo da calice ma emetteva affanni dovuti alla sofferenza già iniziata.)

(Giulia): Se sei Tu glorifica Dio, Se sei Tu glorifica Dio!

(Immacolata): “Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, amen.”

(Giulia): Grazie, Mamma!

(Immacolata dopo averla fatta bere):  “Bevi, piccola Giulia. bevi i calici dell’amarezza (beve)

(Giulia): Mamma, aiutami, sono amari! Aiutami! (Beve)

(Immacolata): “Bevi, piccola Giulia della Croce e offriti vittima! Vittima per il mondo. (Beve) Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il figlio Domenico Lentini alla vostra guida. Figli cari, oggi vengo a voi per radunarvi. È il Padre che mi manda in mezzo a voi per raccogliervi, pecorelle smarrite, e guidarvi alla Croce del mio Gesù. Figli cari, non è un messaggio finale che oggi voglio portare nei vostri cuori, ma chiedo con Amore di Mamma Universale a tutti voi, figli cari e al mondo intero: convertitevi, ritornate al mio Gesù, ritornate ai piedi della Croce! Non fate più sanguinare il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Piccola Giulia, offriti vittima!

(Giulia):  Mamma, sono tutta tua!

(Immacolata): Offriti vittima per questa umanità che ancora offende il mio Cuore e il Cuore del mio amato Figlio. Figli cari, figli miei, figli miei, vi amo, vi amo!(Beve) Bevi ancora, piccola Giulia (beve) Vi amo e desidero portarvi al mio Gesù. La Via che Io sto segnando nel mondo intero come Mamma Pellegrina è la Via della Croce, la Via che vi porta alla santità. Figli Ministri, figli del mio Cuore,  accettate il Mio Grido di Mamma, accettatelo, figli miei, e radunate le pecorelle che col vostro agire allontanate dal mio Cuore. Figli miei, ritornate ad essere semplici e puri, ritornate ad essere discepoli del mio Gesù e del mio Amore di Mamma Materna. Vi amo, figli cari, e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo. Andate i Pace. Crescete, crescete, crescete nel nome della Santissima trinità. Piccola Giulia, soffri al posto del tuo Gesù, porta la sua Croce, piccola mia portala.

Preghiera di Giulia in estasi): Madre santa, aiutami ad illuminarmi dinanzi alla Croce del mio Gesù, aiutami a raccogliere i miei figli e i miei fratelli, aiutami a sopportare i dolori del mio Gesù. Amen.

 

Martedì 7 maggio 1991 ore 11, a casa, orale:

“Sia lodato Gesù Cristo. Piccola Giulia, desidero parlare al mondo. Sono Io, la tua Mamma Immacolata. Desidero parlare alle mamme: FIGLIE MIE, DESIDERO TUTTE LE MAMME NEL LUOGO DELLA GRANDE QUERCIA, MA SPECIALMENTE LE MAMME CHE VIVONO NEL TORMENTO PER I LORO FIGLI E SOFFRONO PER AMORE. Offritemi i vostri figli, li proteggerò come la più affettuosa delle Mamme. Ricordatevi che satana si fa sempre più forte, ovunque semina odio e zizzania, nella sua astuzia tutto confonde, anche nella Chiesa cresce la confusione e tormenta tante anime sante. Per questo vi chiedo più fermezza nella fede, più fiducia nelle promesse dell’Altissimo Figlio Gesù. Così come voi mi chiedete di non abbandonare i vostri figli, Io chiedo a voi di non lasciare solo mio Figlio è Lì: nel tabernacolo! Vi attende, andate a trovarlo più spesso, spesso. Ogniqualvolta che una di voi gli fa visita, gli angeli tutti del Cielo cantano la sua gloria.  Figli miei, non attendete i segni del Cielo,i segni degli ultimi tempi per credere. Cercate soltanto la Pace, il perdono e l’Amore, perché voi non siete fatti per questa terra ma per la gloria eterna del Cielo. Accettate tutta la mia carezza e un raggio dell’Amore dell’Eterno Padre. Vi amo e vi benedico, col Padre, col Figlio e dello Spirito Santo.

 

Mercoledì 8 maggio 1991 ore 10:30 a casa, orale:

“Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Maria. Figli cari, parlo al mondo, parlo perché non voglio tacere dinanzi a tanta cattiveria.  Figli miei, mai come in questi tempi, sono curva dinanzi alla Croce di mio Figlio per supplicarlo per quest’umanità corrotta e confusa da satana. Figli miei, allontanate da voi il peccato, sciogliete le catene che vi legano al suo gioco di falso giocoliere. Figli, fate presto, fate presto a rifugiarvi nel mio Cuore. Restate anche voi curvi come me dinanzi alla Croce di mio Figlio.  Figli cari, Io l’Immacolata, supplico tutti voi, supplico il mondo ad essere curvo al cospetto della Croce. Non vi è altra via per evitare catastrofi. Non vi è altro Dio che possa salvarvi. Figli cari, amatevi a vicenda, l’amore e l’unione tra di voi vi unisce al mio Gesù. Non resistete all’invito del mio Cuore che piange per tutti voi, ma venite, restate curvi come me, dinanzi al mio Gesù, elargite il vostro cuore all’Amore del mio Gesù e lasciatevi plasmare dal suo Amore. Vi amo, figli, e vi benedico lo Padre col Figlio e con lo Spirito Santo. Ti amo, piccola Giulia. Grazie per ciò che offri al mio Cuore e al Cuore del tuo Gesù”.

 

Venerdì 10 maggio 1991, ore 6:45, a casa orale

“Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Maria, la Mamma del Dolore. Sì, il mio Cuore è un continuo dolore, dal Sì donato il mio Cuore sanguina tuttora e sanguina sempre di più per questa umanità che non vede e non sente il mio dolore. Come non posso soffrire vedendo tanta indifferenza?! In quanti siete ad amarmi con cuore puro? Figli miei, figlio Mario, Sacerdote Santo, figlia Giulia, amatemi, amatemi! Ho bisogno del vostro amore, ho bisogno di voi, figli miei, offritemi il vostro cuore, figli cari, soffrite voi per il mio Gesù che è tanto amareggiato per questa umanità che non ascolta “il suo parlare”. Figli, si prega con molta fatica, la preghiera va fatta col cuore e con amore, figli miei, e ciò che Io voglio è il vostro cuore, il vostro Sì. Figli miei, satana è forte e vuole distruggere ciò che è Amore. Figli cari, non date ascolto alle sue falsità, restate uniti al mio Santo Rosario, restate costanti nella preghiera, allontanate da voi il peccato e amate l’Amore, amate il mio Gesù. Figli, vi stringo al mio Cuore di Mamma Universale e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figlia Giulia, piccola mia, neanche oggi avrai i dolori della crocifissione”.

 

Domenica 12 maggio 1991, ore 15:50 alla Quercia in sofferenza.

Prima dell’apparizione c’è la mimetizzazione satanica che Giulia riferisce per iscritto: “Prima dell’apparizione della Madonna l’esserino, prima mi da fastidio con la tosse, poi cerca di imitare la sua venuta col “globo di luce ombrata”. Io non mi fido di quella falsa luce e chiedo di glorificare Dio. Non lo fa ma si manifesta con la sua bruttezza (una bruttezza di nudo umano) e mi dice che QUELLA DONNA (la Madonna) gli dà fastidio, (e così) io (=Giulia) con le mie preghiere, e il Sacerdote (=lo scrivente, naturalmente in rappresentanza di ogni Sacerdote). Mi diceva infatti l’esorcista P. Decio (…e per i suoi esorcismi incompresi invitato anche lui ad allontanarsi da Praia (Cs) che un giorno satana gli disse: “se non fosse per la Grande Signora, io farei un macello dell’umanità perché i miei alleati sono i sacerdoti perché non sanno il valore della confessione e della Messa”. Se tanto insegna satana, sarebbe bene che si andasse alla sua scuola naturalmente tramite esorcisti, per meglio apprezzare il tesoro del proprio sacerdozio: che è quello di attualizzare la morte redentiva di Cristo). Poi dice che se torniamo di nuovo sotto la quercia, ci fa morire subito. Io con la Croce alzata gli ho detto di andare via chiamando Maria e san Michele e così è scomparso lamentandosi”.

L’esorcismo di Giulia in estasi:

In nome e potere della Croce, se sei Tu glorifica Dio, (pausa) se sei Tu glorifica Dio (pausa e poi con tono più forte) in nome e potere della Croce io ti chiedo di lasciare questo luogo, fuggi! Fuggi! Lascia questo luogo in nome e potere della Croce. Maria! Maria! Maria! San Michele! In nome e potere della Croce, io ti ordino di lasciare questo luogo. Fuggi! Fuggi! Fuggi! Fuggi! Fuggi! Fuggi! Fuggi! Lascia il posto a Dio. Fuggi! Annullati dinanzi alla Croce. Fuggi! Fuggi! Fuggi! Fuggi! Fuggi! (pausa).

Apparizione e glorificazione di Maria:

(All’arrivo degli altri globi di Maria, Gesù, Angeli e Santi, che poi si apriranno a far loro corona, Giulia invita: se sei Tu glorifica Dio (e la Madonna risponde): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen.

(Il messaggio dell’Immacolata):  (beve) “Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli angeli e dei santi. (beve) Figlia mia, soffri, bevi i calici e offriti vittima, vittima, figlia mia, anche in questa giornata hanno voluto trafiggere il mio Cuore (ndr. Giulia e Franco mi dicono che hanno trovato sparse un po’ ovunque sotto la quercia, bustine…..magiche, messe nella nottata o in mattinata). Figli cari, l’invito che oggi vengo a portarvi è di amarvi gli uni gli altri. Amatevi a vicenda figli miei,  il Padre mio (beve) mi manda in mezzo a voi per radunarvi e donare a voi il Pane del Cielo che è la Parola del Padre. figli cari, Io vengo a portarvi (beve) IL MESSAGGIO DI SALVEZZA a tutti voi: vengo per radunarvi e portarvi ad un’ unica Via ed unica Fonte che è LA CROCE DEL MIO GESU’.  Figli cari, satana è forte e vuole distruggere il Progetto di Dio, ma voi, figli cari, non temete, non temete, figli miei (beve) Io sono la vostra guida, Io vi condurrò al mio Gesù, alla Croce Santa, ma lasciatevi, figli miei, lasciatevi plasmare dallo Spirito Santo che è Amore. Figli miei, imparate ad essere mamme: siate mamme, figli miei, per coloro che vi disprezzano, siate mamme, siate mamme, figli cari per i figli che flagellano il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli miei, siate pronti e preparati, perché nessuno di voi può sapere quando è la Venuta del mio Gesù. Elargite i vostri cuori, fate entrare l’Amore e la Pace del mio Gesù. Figli miei, vi raccolgo come pecorelle smarrite, per portarvi all’ovile del mio Gesù. Venite a Me, figli cari! Venite a Me, pecorelle smarrite e vi condurrò dinanzi alla Croce che è l’unica salvezza. Figli miei, Io porto a voi il Pane del Cielo, fatelo crescere, fatelo crescere, divulgate il mio messaggio nel mondo: DIVULGATE LA PAROLA DEL MIO GESU’ che è Amore e Vita. Figli, crescete e moltiplicatevi nel nome della SS. Trinità. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Grazie, figli cari, grazie per l’Amore che offrite al mio Cuore di Mamma e di Fanciulla, grazie, figli!

(Il messaggio di Gesù): “Piccola Giulia, sono Io il tuo Gesù, eccomi. Figlia mia, soffri per il mio Cuore. Figlia, così come oggi mi vedi tu scendere, un giorno, tutti quanti vedrete la mia potenza e la mia gloria. Gli angeli tutti del Cielo, in mezzo a voi, guideranno i miei passi. Soffri, per adesso, figlia mia, soffri, soffri, figlia mia, soffri per questa umanità, soffri! Ti amo, ti amo, piccola Giulia, grazie per ciò che mi stai offrendo. Grazie, figlia mia, grazie!

 

Lunedì 13 maggio 1991 ore 12 a casa orale,……..con il Papa a Fatima!

“Sia lodato gesù Cristo. Sono Io, l’Immacolata Concezione, la Mamma dei dolori. Figli, è al mondo che parlo. Oggi più che mai, figli miei, il mio Cuore Immacolato trionferà, il grande nemico sarà sconfitto. Come Mamma Universale amo tutti, perché da Dio mi siete stati affidati come figli. FIGLI MIEI, E’ L’ORA DI DONARE IL VOSTRO SI’ TOTALE AL PADRE E AL SUO CUORE DI PADRE ETERNO. Figli il disegno che è iniziato a Fatima con la PICCOLA LUCIA, si adempirà all’Altare della Misericordia sotto la Grande Quercia. Non meravigliatevi di ciò che dico, soprattutto voi figli Ministri, perché non conoscete i piani di Dio e non conoscete né il giorno, né l’ora che tutto questo si adempirà. Siate pronti e preparati a tutto, figli cari! L’umanità è ormai arrivata al culmine delle sue cattiverie, la Misericordia di Dio ha un limite, non perché Dio abbia dimenticato le sue promesse e né che sia indebolito il suo Amore: è perché l’uomo vuole prendere il posto di Dio e non vuole sottomettersi ali comandi di Dio. Dio è Amore, ma l’uomo sta cancellando ciò che parla d’Amore, sporcando ciò che Dio ha creato nell’Amore Infinito: l’uomo a sua Immagine e Somiglianza. Ritornate ad essere figli di Dio. vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo”.