Notizie da Sofferetti-24  n. 69

Lauria, 21 aprile 1992 

 

DALLA LUCE APPARE GESU' MISERICORDIOSO

nell'apparizione alla Quercia del 24/3/1992

 

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1) Giovedì 26/3/1992, ore 20,10, nella veglia alla Quercia in crocifissione e sofferenza

Ieri, 25 marzo, festa dell'Annunciazione, Giulia, su mia proposta, alle ore 15 inizia il gruppo di preghiera a casa per la gente del posto. Sono in dieci con Giulia. Mentre salgono le scale Giulia vede un bambino vestito di bianco che attraversa il gruppo, ma sopra non ci sarà più. Giulia pensando che era Daniele, figlio di Assunta, chiede alla madre dov'è. Daniele non c'è e nessun altro ha visto un bambino bianco ... che sarà forse lo stesso che il 24/3 è uscito in una foto vicino alla statua della Quercia a Sofferetti. Fu Lucia di Cosenza a trovarselo tra le foto scattate, come parziale ascolto della richiesta fatta alla Madonna: "Quannu mi fai vede' u figliolettu tuiu?" Lucia forse aspettava di più ... ma quel più ce l'ha già dentro!  Parte bene questo gruppo di Timparelle tanto che nel secondo mercoledì, 1/4/, non solo ci sarà Pino di Rossano con la nipotina TEA di 8 anni che commenterà i misteri alla GAM in sintonia di spirito con lo Spirito, ma qualcuno di Rossano si porterà un fazzoletto con il sangue uscito dalle piaghe di Giulia per donarlo ad un parente malato di cancro ... e il cancro scomparirà dalle analisi! Ed ora il messaggio di oggi:

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio (ndr. non viene registrato ma viene sentito e ricordato da Franco). (Addolorata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Bevi, figlia mia, bevi i calici!* Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Addolorata e il mio Gesù. Figli cari, vi amo e vi benedico col mio Cuore. Grazie, figli miei, grazie per ciò che mi offrite. Figli miei, il mio Cuore sanguina, vi chiedo di pregare: pregate, figli miei! rocce vive del mio Gesù, pregate! figli, figli miei, pregate!* (pausa, e poi durante la Consacrazione del Vino): Vi amo, come Mamma chiedo a voi, colonne dell'Amore del mio Gesù, di portare avanti il Pane dei Cieli. Figlio Mario, figlio del mio Cuore Addolorato, conduci le pecorelle smarrite al mio Amore. Figli miei, restate uniti, uniti nel tunnel del mio Amore. Non dividetevi, figli miei, amatevi gli uni gli altri, camminate con la Croce e per la Croce. Figli, vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode lode lode (=8)".

2) Venerdì 27/3/1992, ore 11, a casa, in crocifissione, orale

Prima dell'apparizione si presenta il menzognero e Giulia di suo pugno scriverà: - Prima dell'apparizione si è presentato l'esserino nudo dicendo che lui "sarà il vincitore perché quello che voi chiamate il vostro Dio non viene più. Poveri illusi, vedete quanto tempo vi fa aspettare a vuoto! Io vi do tutto subito, basta che vi inginocchiate a me". Io ho alzato il crocifisso senza parlare e lui è scomparso. Gesù ha detto di non sentire le sue false parole -. Il messaggio:

"Parla Gesù: - Figlia mia, quanto dolore! Sei così cara a me, vieni, porta tu la Croce. Figli cari, oggi ancora una volta vi chiedo di amarmi, di ascoltare le mie parole. Io vi amo, figli, ma se voi non rispondete, Io cosa devo fare? Figli, parlo a voi come un tempo parlavo ai miei discepoli raccomandando ciò che dovevano fare, essi non sono stati ascoltati. Ora Io parlo attraverso di Maria perché è il suo tempo, ma neanche lei viene ascoltata. Figli, siete duri! Io cosa devo fare? Il mio Pane non vi sazia, il mio Amore non vi basta. Figli, siete sulla cattiva strada, state camminando vie che non sono le mie, eppure Io vi sto coprendo col mio Amore di Padre, ma voi non vedete e non udite. Figli, tornate a me finché c'è tempo. Figli, Io vedo tutto e tutti, e piango su di voi che non mi ascoltate. Non ribellatevi quando non faccio ciò che chiedete perché siete voi a non volerlo perché mi chiudete fuori dalla porta del vostro cuore ed Io senza il vostro permesso non posso entrare. Figli, il mio pianto è amaro come il fiele. Quanto me ne darete ancora? Vi amo e vi benedico col mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo".

3) Domenica 29/3/1992, ore 15.45, alla Quercia in crocifissione e sofferenza

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (La Vergine dei Dolori): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine dei Dolori e il mio Gesù. Figli cari, oggi ancora una volta vi invito a convertirvi, vi invito ad amare il mio Gesù. Figli cari, entrate per la porta che Dio sta elargendo finché fate in tempo. Figli cari, amatevi gli uni gli altri, riconciliatevi con il mio Gesù che distende le sue grazie sul legno della Croce per ognuno di voi. Figli miei, Io come Mamma piango lacrime di sangue per ognuno di voi. Figli miei, figli del mio Dolore, amate amate il mio Gesù, formate un'unica famiglia col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, allontanate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi all'unico Amore che è la Croce del mio Gesù. Figli miei, figli del mio Cuore di Mamma Addolorata, non camminate per vie che non sono del mio Gesù, unitevi alla Croce, unitevi ai Dolori del mio Gesù. Figli miei, allontanate da voi satana che vuole distruggere il Capolavoro di Dio, unitevi all'Amore del mio Gesù. Figli cari, i tempi che verranno saranno duri, ma Io come Mamma non vi lascio. Figli miei, non vi lascio ma desidero il vostro Sì, desidero i vostri cuori. Fate presto, figli miei, fate presto, non aspettate ancora! Dio sta elargendo il suo Cuore per ognuno di voi. Aiutatemi, figli cari, aiutatemi! prendete la mia mano di Mamma, camminate camminate sulla scia del mio Cuore di Mamma e di Fanciulla. Figli miei, finché fate in tempo unitevi al Cuore del mio Gesù. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Unitevi al mio Cuore e camminate con la Croce del mio Gesù. Lode lode lode lode lode lode lode lode (=8). Sia lodato Gesù Cristo -.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre della Croce, aiutami ad amare coloro che mi trafiggono, aiutami a perdonare coloro che disprezzano, aiutami ad accogliere coloro che dividono. Amen".

4) Venerdì 3/4/1992, ore 11, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù: - Con appuntamento divino oggi mi rivolgo al mondo con tanto dolore nel Cuore. Figli, Io il vostro Gesù oggi mi siedo sulla roccia e da lì guardo con silenzio tutti voi, figli miei. Figli, riflettete su questo mio silenzio perché in esso c'è tutto ciò che il mio Cuore racchiude. Vi prego, figli, ascoltate almeno il mio silenzio. Amen Amen Amen Amen".

A Giulia che mi chiedeva la spiegazione della scena e del silenzio non ho saputo rispondere. E' un po' la ripetizione del Calvario dove parla il silenzio, il dolore e l'amore.

5) Domenica 5/4/1992, ore 15.45, alla Quercia, in crocifissione e sofferenza.

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Addolorata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Figlia mia, bevi i calici che oggi stanno offrendo al mio Gesù. Dimezzali, figlia mia, dimezzali! (Giulia, che vede i calici pieni): Sì, Mamma!* (riesce appena a dimezzarli perché amari e poi dice): Gesù, perché piangi?* (Addolorata): Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Addolorata e il mio Gesù. Figli cari, oggi ancora una volta vi invito alla conversione, ad amarvi gli uni gli altri. Figli cari, il mio Gesù soffre per ognuno di voi perché le vie che percorrete non sono le vie del mio Gesù. Figli miei, figli del mio Cuore Addolorato e Sanguinante, non trafiggete il mio Gesù, non trafiggetelo! Figli cari, coronate il mio Gesù di candidi gigli, amatevi gli uni gli altri. Figli cari, finché fate in tempo entrate per la porta del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figli miei, pecorelle mie, Io vengo a voi mandata da Dio Padre per raccogliervi e guidarvi al Trono di Dio. Fate presto, fate presto! Creature mie, non distaccatevi dalla Croce Santa che è la Via, la Verità e l'Amore del mio Gesù. Figli, figli miei, non trafiggete il mio Gesù, amatevi amatevi amatevi gli uni gli altri, percorrete la Luce di Dio Padre. Lode e gloria al tuo Nome. Vi amo e vi benedico col Fuoco dell'Eterno Padre (espressione usata la I^ volta) nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sia lodato Gesù Cristo. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=10)".

6) CONSACRAZIONE IN S. PIETRO DI ROSSANO CS (lunedì, 6/4/1992)

a) Alla consacrazione ai Due Cuori (ore 18.20 in crocifissione e sofferenza)

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Bevi, figlia mia! bevi i calici del mio Dolore in riparazione alle offese, figlia mia, creatura mia!* (Giulia): Sì, Mamma!* (Addolorata): Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Addolorata, il mio Gesù, il figlio Domenico Lentini. Figli cari, oggi sono venuta a portarvi il Segno dell'Amore e della Pace: IL SOLE DELLA CROCE DEL MIO GESU'. Figli, legatevi alla Croce Santa, amate amate il mio Gesù. Figli, Io vengo a portarvi l'ultimo grido di Mamma Addolorata, ascoltate ascoltate la mia voce. Figli cari, ascoltate la voce del mio Gesù che viene in mezzo a voi ad amarvi e a portarvi al suo Trono Santo. Figli cari, siate gigli di luce dinanzi all'Altare del mio Gesù, siate creature vive, rinnovatevi il cuore all'Amore del mio Gesù, siate croci infinite di Pace e di Perdono. Figli miei, amatevi gli uni gli altri, amatevi con l'Amore del mio Gesù che sta dispensando sul mondo i suoi raggi di Luce e di Vita. Figli miei, figli Ministri, mi rivolgo a voi come Mamma e come Fanciulla: innalzate la Croce del mio Gesù, innalzatela, figli cari! innalzatela innalzatela per il mondo intero. Figli cari, figli miei, Io vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo. Crescete crescete crescete nel nome della SS. Trinità. LODE E GLORIA A TE CRISTO, SALVATORE DI TUTTI I POPOLI. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=11).

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre della Divina Croce, aiutami ad annullarmi, aiutami ad amare coloro che ti disprezzano, aiutami ad amare l'umanità. Amen".

b) Dopo la Consacrazione della Messa (da Gesù)

"Io sono il Padre della Pace e della Luce. Oh! figli, unitevi al Cuore di Padre Eterno".

7) Giovedì 9/4/1992, ore 11, a casa, orale (42° compleanno del marito di Giulia)

"Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, sei disposta a soffrire per Gesù che è tanto addolorato per i Grandi del mondo? (Giulia): Sì Mamma! dimmi cosa devo fare. (Maria): Figlia, accetta la ferita che si sta aprendo sul tuo costato (ndr. dopo l'apparizione Giulia vede che sul costato sinistro è apparsa una ferita orizzontale che in visione le veniva fatta da un soldato con la spada, mentre Martedì Santo, 14/4, riceverà da Gesù la corona di spine e appariranno in fronte 14 ferite tra la fronte e i capelli) per i Grandi del mondo, per i Vescovi e i Sacerdoti. Prega, figlia mia, prega affinché i progetti di Dio si adempino. Non scoraggiarti! Io sono vera e viva e anche il mio Gesù è vivo. Vai avanti e non preoccuparti di niente e di nessuno. Io sono sempre nel tuo cuore e tu nel mio. Figlia, grazie per la preghiera del mercoledì. Vi amo tutti, figli miei, e vi benedico. Soffi e prega, figlia mia, consola il tuo Gesù".

8) Venerdì 10/4/1992, ore 11, a casa, in crocifissione orale

"Parla Gesù: - Figli, con dolore e pianto mi rivolgo al mondo dicendovi di amarvi e di perdonarvi gli uni gli altri. Figli miei, Io vi guardo con dolore, ma nulla posso fare senza il vostro Sì. Figli miei, ascoltate sempre il mio silenzio. Figlia mia, piccola Giulia, porta ancora tu la mia Croce. (Giulia,): Sì, mio Signore! (Gesù): Vi amo e vi benedico e resto seduto sulla Roccia in attesa del vostro Sì. Amen Amen Amen Amen".