Notizie da Sofferetti-24  n. 71

Lauria, 8 maggio 1992  

 

IL MIO CUORE E' IL MISTERO DI DIO

 

Alle ore 15 del Venerdì Santo, 17 aprile 1992, dai piedi della Croce la Vergine ci dirà: "Il mistero si sta adempiendo: IL MIO CUORE E' IL MISTERO DI DIO". Si tratta di quel mistero nascosto da secoli, di cui parla S. Paolo, e che oggi si va adempiendo. Un oggi che è partito da Fatima e che si va dispiegando nelle varie parti del mondo ove Maria vi è giunta o vi giunge con il suo pellegrinare di Mamma. E'il mistero della Salvezza che abbiamo conosciuto e avuto in Gesù Salvatore, ma è il mistero del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e perciò è detto il Mistero di Dio. Maria ci dice che questo mistero di Dio è il suo Cuore: "IL MIO CUORE E' IL MISTERO DI DIO". E' una rivelazione che dà alla salvezza un colorito tutto mariano. Lascio al tempo e allo studioso di teologia l'approfondimento di questa affermazione. Mi limito solo a sottolineare che quanto la Madonna ha detto a Fatima: "Finalmente il mio Cuore Immacolato trionferà", non voleva solo introdurre una devozione al suo Cuore, ma incominciare a preparare il mondo a trovare la Pienezza della Salvezza nel suo Cuore Immacolato. Questo in Lei ha fatto Dio per l'uomo: ha preparato un cuore di carne, dove Lui abita, viene, incontra ogni uomo e lo nutre della Maternità di Maria, che è la sua stessa Maternità Divina che diventa nel Cuore di Maria un Dio Bambino. In questo mistero e di questo mistero ci nutriamo diventando bambini con Dio Bambino ed entriamo per sempre in una nuova realtà della vita umana che esce dal secolo e si stabilisce nel promesso Regno di Dio , che può anche chiamarsi il Regno di Maria, e può, come sembra delinearsi dai messaggi, realizzarsi in pieno già sulla terra unendo il mondo del Cielo e quello della terra nell'unica vita che è la vita di quel mistero: cioè la Vita Eterna, che per noi ha già assunto il Volto di Gesù Crocifisso, Risorto e dato in Cibo e Sangue nel Sacrificio Eucaristico.

 

 

I MESSAGGI DELLA GIORNATA

 

1) Alla Casetta del Lentini durante la consacrazione ai Due Cuori e alla Croce (ore 13.30 in crocifissione e sofferenza):

 

a) Da ll'Immacolata: (Giulia): "Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Figlia mia, bevi i calici del Dolore.* Shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e il mio Gesù. Figli miei, oggi vengo a stringervi nello Shalom della Misericordia di Dio. Figli cari, fanciulli del mio Cuore Immacolato, vi amo e vi invio con lo Shalom nel mondo a divulgare il Pane del mio Gesù. Figli, il Cuore del Padre si sta elargendo sull'umanità: sta versando il suo Amore sulle creature sue, gregge di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figli, la Luce del Padre scenda su di voi, vi benedica con la Croce dell'Amore e della Pace".

 

b) Dal Servo della Croce Domenico: "Figli miei, sono Io il Servo della Croce Domenico. Figli della Sofferenza e dell'Amore, siate puri, siate semplici. Figli cari, figlioletti miei, camminate con la Croce e per la Croce, il vostro unico grido sia la Croce. Siate liberi, liberi, figli miei, all'Amore della Croce del mio Gesù. Vi amo! Figli cari, vi innalzo la Croce su di voi: sia segno di Pace, di libertà per ognuno di voi. Amen, figli miei, Amen Amen Amen. Vi benedico col Sangue Prezioso del mio unico Bene. Amen".

 

c) Da Gesù (alla consacrazione della Messa): "Io sono il Pascolo Verde della Vita, venite, mangiatene. Figli, mangiate in abbondanza; bevete tutti il Sangue ancora dell'Amore e della Pace perché Io sono il Padre della Vita Eterna. Amen".

 

2) Nella saletta dei pellegrini (ore 15.40 in crocifissione mentre si canta l'Inno del Lentini):

Dall' Immacolata: "Figli miei, PREGATE PER LA PACE! (e noi iniziamo subito la Via Crucis per la pace) Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, San Michele, il Figlio Domenico Lentini. Figli cari, lo Shalom scenda su di voi e vi guidi. Figli miei, è da Fatima che il mio Progetto viene nel mondo intero con la Croce luminosa del mio Gesù. Figli miei, amatevi gli uni gli altri, siate Piccoli Giovanni del mio Cuore Immacolato. Figli miei, pregate pregate affinché le catastrofi diventino nullità dinanzi alla Croce del mio Gesù, alzate la Croce col vostro Sì, col vostro amore, col vostro cuore pieno di Dio. Figli, bambini miei, vi amo, non voglio perdervi. Sono la vostra Mamma Fanciulla e tali vi voglio. Figli miei, vi mando come pecorelle a divulgare l'Amore della Croce. Andate andate, figli miei! non temete satana! (ndr. lo incontreremo fra poco al Galdo ... la zona dove dalla limitrofa Calabria decollò lo pseudo profeta Grimaldi!), spezzate le sue catene dell'odio e legatevi alla corona del mio Gesù. Vi amo vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che è Pienezza di Dio nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=12). SIA LODATO SEMPRE IL SANGUE DEL MIO GESU'".

 

3) Al Galdo ( ore 16.30 in poi)

 

a) Nell'abitazione durante la consacrazione ai Due Cuori (ore 17)):

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il figlio Domenico Lentini con la sua Croce Santa. Figli miei, vi invito a lavare i vostri cuori più spesso col Sangue del mio Gesù (= Confessione e Comunione). Figlio Mario, ringrazio e benedico il tuo amore di padre, libera le anime di questa casa. Figlio mio, libera! saziali del mio Figlio Gesù, legali all'Albero della Croce e della Vita. Figli miei, vi invito a spezzare le catene di satana, spezzatele, figli miei! Io come Mamma vengo a offrirvi le mie mani, venite, figli miei! venite, aggrappatevi al mio Manto di Mamma Fanciulla e camminate per le vie della Croce e dell'Amore del mio Gesù. Vi amo! figli miei, desidero riavervi sotto il mio Manto di Mamma Immacolata. Figli, figli del mio Cuore, non camminate per vie che non sono del mio Gesù. Il mio nemico vuole distruggere i vostri cuori, non permettetelo, figli miei! aggrappatevi all'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Piccola Giulia, soffri soffri per questi tuoi figli. (Giulia): Sì, Mamma! (Immacolata): Offriti vittima vittima, figlia mia! (Gesù): Figli del mio Cuore Immacolato, sono Io il vostro Gesù, il Gesù Risorto, il Gesù della Pace, il Gesù della Vittoria. Vi amo! sappiate morire alle cose del mondo; figli miei, unitevi al mio Cuore di Misericordia e di Pace. SONO LA VITA E LA RISURREZIONE, NULLA FARETE SENZA IL SEGNO DELLA CROCE. Amatemi, figli miei, amatemi! non temete, figli miei! mi appartenete, non vi lascio, apritemi la porta del vostro cuore. Vi amo, figli miei, e vi benedico col Segno della Misericordia che è il mio Amore, la mia Croce, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Unitevi al Nome della SS. Trinità. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=25).

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre della Divina Bontà, aiutami a camminare sulle vie del dolore (ndr. tipo quello che vive questa famiglia del Galdo), aiutami a rinnegare le cose del mondo, aiutami ad amare la Croce del tuo Figlio. Amen".

 

b) Dopo la Consacrazione della Messa (da Gesù): "IO SONO IL FRUTTO DELLA MIA PACE DI PADRE ETERNO".

 

c) Nella benedizione del garage dove Nicola subì la tentazione satanica a togliersi la vita (ore 17.40):

Da Giulia all'apparizione di satana): "Per il potere di Sangue versato di Gesù fuggi fuggi fuggi! lascia questo luogo, fuggi! per il potere di Sangue versato del Cristo fuggi! fuggi fuggi! ( e subito compare Gesù mentre Giulia allarga le braccia tra le quali mostra di avere qualcosa, che nel caso è Nicola): GESU', PRENDI FRA LE TUE BRACCIA IL FIGLIO NICOLA. (parla quindi il defunto Nicola che supplica verso Gesù): La mia anima è sommersa nella tristezza e nell'angoscia, pietà di me, Signore! pietà di me, Signore! la mia anima è sommersa dalla tristezza e l'angoscia, pietà! (Gesù): Parla Gesù: - Figli miei, pregate pregate pregate! Io sono seduto sulla Roccia della Misericordia e vi stringo al mio Cuore di Misericordia e di Perdono. Venite a me voi che siete stanchi e oppressi: vi ristorerò col mio Amore. Vi benedico con la Croce della Risurrezione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen".

 

 

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

 

1) Martedì 28/4/1992, ore 11, a casa, orale

"Shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, consola il mio Cuore di Mamma che anche in questa giornata viene trafitto dal dolore degli uomini. I Grandi del mondo del mondo non vogliono udire il mio pianto. Il mio dolore è tale, ma i figli del mondo non odono perché, presi dal mondo, non vogliono lasciare le ricchezze ma preferiscono le tenebre al mio Cuore di Mamma. Figlia mia, aiutami ancora, offriti ancora vittima di espiazione per i Grandi del mondo, consola ancora il tuo Amato Bene. Ti amo, piccina mia, e ti benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen".

 

2) Mercoledì 29/4/1992, ore 10.30, a casa, orale

"Parla Gesù: - Pace al mondo! Figli, Io sono il Risorto, Io sono la Luce del mondo, non cercatene altre perché non ce ne sono. Io sono l'Albero Verde dell'Amore e della Pace, amatemi perché Io per primo vi ho amati tutti e tutti vi amo senza distinzione. Figlia del mio Cuore, piccina mia, vine, stringiti sul mio Cuore, soffri per me. Ho ancora bisogno delle tue sofferenze, ma non temere, Io sono sempre con te, voglio giocare con te perché ti amo. (Giulia, su mio invito chiede sui messaggi del Venerdì Santo, compresa una virgola al punto: 'Ascoltate, il mio silenzio racchiude il mistero di Dio'): Gesù, posso chiederti ancora se i messaggi del Venerdì Santo vanno bene. (Gesù): Sì. Figlia mia, di' ancora (ndr. aveva già risposto la Madonna precedentemente su questi messaggi e su quello in sofferenza del 12 aprile) al figlio Mario, Sacerdote del mio Cuore, di non preoccuparsi perché sono parole mie, di andare avanti perché Io sono. Di' di mettere la virgola (ndr. era stata chiesta per dopo 'ascoltate'), anche se lui sa cosa deve fare. Io ascolto sempre ciò che chiedete perché vi amo. Pregate, figli, pregate! Vi amo e vi benedico con la Croce della Vita Eterna. Amen Amen Amen Amen".

 

3) Venerdì I° maggio 1992, ore 8.30, a casa, orale: "Dettato dallo Spirito Santo. Vedevo un globo e una colomba che diceva: PREGA PER MARIA!

 

O AMATISSIMA ANCELLA, PIENA DI GRAZIA TU SEI,

IL PARADISO RISPLENDE AL TUO DOLCE CANDORE.

O AMATISSIMA SPOSA DELLO SPIRITO SANTO,

QUANTA DOLCEZZA EMANA IL TUO DOLCE VISO

TANTO DA RAPIRE IL CUORE AL TUO AMATO DIO.

VERGINE MAMMA MARIA,

DELLA TUA GRAZIA E' PIENA LA TERRA,

IL TUO NOME E' IMPRESSO NEI CUORI DI CHI TI AMA 

E IL TUO DOLCE SORRISO E' SULLE LABBRA DI CHI SOFFRE.

MADRE MIA, TI VOGLIO AMARE,

INSEGNAMI I PRIMI PASSI

PERCHE' DA TE IO VOGLIO VENIRE,

SI', MIA AMATA MAMMA MARIA! -

 

Un'Ave Maria al Dolce Cuore di Maria affinché ci guidi al suo Cuore".

 

4) Venerdì I° maggio 1992, ore 1040, a casa, registrato ma senza crocifissione

"Shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata. Figlia mia, il mio Cuore è trafitto, offriti ancora vittima per i Grandi del mondo che trafiggono il mio Cuore di Mamma. Figlia mia, prega prega! figlia mia, consola il mio Cuore, invita i figli e i fratelli a pregare costante il messaggio di oggi (ndr. cioè quello di 'Prega per Maria' di ore fa). Vi invito ad amarvi gli uni gli altri. Pregate pregate affinché il Disegno di Dio si adempia. Vi benedico col mio Cuore Trafitto nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo".