Notizie da Sofferetti-24  n. 76

Lauria, 2 luglio 1992  

FIGLIA MIA, CONSOLA IL MIO CUORE CHE ANCHE OGGI VIENE TRAFITTO DAI FIGLI CHE NON VOGLIONO ASCOLTARE IL MIO GRIDO

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1)CONSACRAZIONE A MONTALTO UFFUGO 18/6/1992 (ore 18.55)

Si tiene nella chiesa delle Suore Minime della Passione di Elena Aiello, morta in concetto di santità il 19/6/1961 e nota per i doni carismatici, sofferenze e opere di carità per ragazze abbandonate. Era confidente di Pio XII. Molte pure le sue profezie. Nel 1961 la Vergine le avrebbe parlato di una rivoluzione in Italia: "Gli uomini offendono troppo Dio. Se io ti facessi vedere il numero dei peccati che si commettono in un solo giorno, ne moriresti dal dolore. Le forze del male sono preparate a scatenarsi in ogni parte del mondo con aspra violenza ... L'Italia sarà umiliata e purificata nel sangue e dovrà molto soffrire, poiché molti sono i peccati in questa nazione prediletta, sede del Vicario di Cristo ... Il Papa soffrirà molto e tutto questo soffrire sarà per lui come un'agonia che abbrevierà il suo pellegrinaggio terreno. Il suo successore governerà la nave nella tempesta. Ma non tarderà la punizione degli empi: Quel giorno la terra tremerà e scuoterà tutta l'umanità. I malvagi periranno nei tremendi rigori della giustizia divina" (cfr. Francesco Spadafora, Suor Elena Aiello, a' monaca santa', Città Nuova Editrice, Roma 1964, pag. 209, con imprimatur del Vescovo A. Liverani in data 29 luglio 1964). Saranno veri? Si vedrà. Qui, comunque, c'è aria di spiritualità tra le sue figlie che mi parlano di aver assistito personalmente alle sudorazioni di sangue della loro madre fondatrice. Insieme a circa 150 persone si consacreranno ai Due Cuori tutte le suore: una consacrazione che mi dicono di aver fatto anche con suor Elena Aiello. Siamo dunque nella tradizione e scopro pure, ma non ne ho fatto riscontro sui libri ufficiali, che a Montalto Uffugo sarebbe stato battezzato S. Francesco di Paola e secondo una leggenda questi abitanti del Brettion o Bruzium, considerati traditori dai Romani e impiegati in lavori servili come le crocifissioni, furono costretti a crocifiggere Gesù insieme agli altri 'tortores Christi' romani presenti allora in Palestina (cfr. Aristide De Napoli, La Monaca Santa, Satem, Cosenza, 1987, pag. 15, n. 3).

Il messaggio di oggi

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Soffri, piccina del mio Cuore, soffri per l'umanità. (Giulia): Sì, Mamma!* (Immacolata): Figlia, bevi i calici del dolore che stanno offrendo al mio Gesù!* Shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il figlio Domenico Lentini. Figli cari, oggi vengo in mezzo a voi a portarvi la Croce Santa del mio Gesù. Creature mie, piccini del mio Cuore Immacolato e Addolorato, amatevi gli uni gli altri. Siate poveri, figli cari, semplici col vostro amore verso la Croce Santa del mio Gesù che sanguina per ognuno di voi. Figli miei, i tempi sono duri e la venuta del mio Gesù è imminente in mezzo a voi. Figli miei, vi invito ad elargire i vostri cuori verso l'Amore del mio Gesù. Fate presto, fate presto, figli cari! non tardate ancora! Il mio Cuore di Mamma è sempre in mezzo a voi con l'Amore del mio Gesù della Croce che è l'unica salvezza per ognuno di voi. Vi amo, creature mie! vi amo e vi offro la Croce del mio Gesù: l'Albero Verde della Vita Eterna. Creature mie, soffrite e immolatevi per i Grandi del mondo. Fate atti di penitenza, figli cari! date sollievo al mio Gesù che soffre per ognuno di voi. Piccini del mio Cuore, Sacerdoti del mio Gesù, vestitevi di Croce, di Luce vera, e amate la Croce Santa, amatela, figli miei! Vi benedico col Legno Santo della Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nel Nome Santissimo della Croce. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=15) Sia lodato il mio Gesù.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre del Divino Amore, insegnami ad annullarmi dinanzi alla Croce, insegnami ad amare coloro che mi trafiggono. Amen".

Dopo la Consacrazione della Messa (Gesù): "Io sono l'Albero della Vita Eterna, mangiatene, figli, il frutto nei secoli dei secoli".

2) Venerdì 19/6/1992, ore 10.40, a casa orale

"Parla Gesù: - Figlia mia, consola il mio Cuore che anche oggi viene trafitto dai figli della perdizione, non vogliono ascoltare il mio grido e non vogliono riconoscermi come loro Signore. Io sono il ponte che unisce alla Vita, ma gli uomini preferiscono i loro mezzi, cioè il potere; si sentono forti, pensano di essere vincitori, ma i loro ponti crollano e nulla rimane perché Io sono l'unica Via, Verità e Vita. Figlia mia, oggi voglio giocare un po' con te, voglio nascondermi e farti sentire solo la mia voce. (Giulia): Gesù, dove sei? Se sei tu che parli, ti prego, voglio vederti, ho paura che viene il nemico. (Gesù): Non spaventarti, devi abituarti a conoscere la mia voce. Quando ci sono Io non permetto al nemico di darti fastidio. E' bello giocare! sei un tesoro, ti amo, cuoricino mio! non vedo l'ora di averti tutta per me! Coraggio, non arrossire! Ora ti prego, soffri ancora per me. Presto, molto presto finiranno tutte le tribolazioni, la Grande Famiglia sarà tutta unita, la fede e la gioia si baceranno, ma vi prego, figli, non distaccatevi dalla preghiera, pregate e restate nel mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Neanche oggi avrai i Dolori della Crocifissione".

3) Domenica 21/6/1992, ore 15.40, alla Quercia, in crocifissione"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Piccola Giulia del mio Cuore, sei ancora disposta ad accettare le sofferenze che il mio Gesù vuole donarti? (Giulia): Sì, Mamma! Mamma, perché piangi? (Immacolata): Shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e Santi, il figlio Domenico Lentini. Figli cari, oggi ancora una volta vi invito ad amare il mio Gesù, vi invito ad ascoltare la Parola che Io come Mamma vengo a portarvi. Figli cari, crescete e moltiplicatevi nel nome del mio Figlio Gesù, cibatevi dell'unica Verità che è il mio Gesù. Figli cari, i tempi che verranno saranno duri. Figli miei, entrate per la porta del mio Cuore Immacolato, fate tesori del Pane che Io vi sto dispensando. Figli cari, figli Ministri, mi rivolgo a voi col Cuore Sanguinante: vestitevi di Croce! Figli cari, amate amate il mio Gesù che soffre per ognuno di voi. Siate poveri, figli cari, poveri! cibatevi dell'unico Pane che è la Parola del mio Gesù e raccogliete le pecorelle disperse: fate un'unica famiglia, figli miei! Vi amo, vi amo, figli Ministri, ma non trafiggete ancora il mio Cuore di Mamma. Figli miei, figli miei, abbracciate la Croce e divulgate l'unico Pane di Salvezza e di Vita Eterna. Fate presto, figli miei, fate presto! Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=12).

(Preghiera di Giulia in estasi): O Madre del Divino Amore, insegnami ad annullarmi, insegnami ad amare il tuo Gesù. Amen. Lode lode lode lode lode".

MESSAGGIO DEL 24 GIUGNO 1992 ALLA QUERCIA

a Giulia ore 15.45 in crocifissione

(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* (Giulia): Mamma, perché piangi? (ndr. C'era bisogno di chiederlo?) (Immacolata): Shalom shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e il mio Gesù. Figli cari, bambini del mio Cuore, oggi vi invito ad essere Piccoli Giovanni: vi invito a divulgare l'Amore del mio Gesù. Figli, figli del mio Cuore, vi amo! PICCINI MIEI, SAPPIATE CHE IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA': LA PACE E LA GIOIA REGNERA' ATTRAVERSO LA CROCE E IL MIO CUORE IMMACOLATO SBOCCERA' NEL MONDO. Figli miei, camminate e portate la Parola del mio Gesù nel mondo, amatevi gli uni gli altri. Figli miei, ma sappiate che ancora ci saranno sofferenze perché sono in pochi quelli che rispondono col Sì totale. FIGLI, IO SONO MAMMA DELL'AMORE E DELLA PACE E TALI VI VOGLIO: VI VOGLIO PICCOLI GIOVANNI NEL PRATO VERDE DEL MIO GESU'. Cari piccini, pregate ed offritevi vittime per i Grandi del mondo che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli miei, conosco il cuore di ognuno di voi e oggi elargisco il mio Cuore di Mamma per le vostre necessità. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo, che è Amore Pace e Gioia, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=9).

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Eterna Luce, aiutami a portare la tua Luce, il tuo Amore e il tuo Perdono. Amen. SIA LODATO IL CUORE DI GESU'".

Nonostante il pianto esplode il Cuore della Mamma

La Mamma non risponde alla richiesta di Giulia sul motivo del suo pianto. Come Mamma se lo tiene per sè, e a noi suoi cari piccini rivolge quattro volte lo Shalom del suo Cuore e ne annuncia il trionfo sul mondo: IL MIO CUORE IMMACOLATO SBOCCERA' NEL MONDO! Passerà attraverso la Croce e porterà frutti di gioia e di pace. Maria è Mamma di questa Pienezza di Croce, perciò si dice giustamente Mamma dell'Amore e della Pace. E' questo Maria: Mamma d'Amore! e figli di questa Maternità d'Amore vuole ognuno di noi: a) come piccoli Giovanni, rinati e santificati come il Battista dal Gesù che è in Maria; b) come piccoli Giovanni per preparare e divulgare il frutto del suo Cuore che è la 'Parola', l'Amore del suo Gesù: " ... bambini del mio Cuore, ... vi invito a divulgare l'Amore del mio Gesù" / " ... camminate e portate la Parola del mio Gesù"; c) come piccoli Giovanni perché come Mamma arde di vederci crescere e giocare nel Giardino Verde del suo Gesù: "... vi voglio piccoli Giovanni nel Giardino Verde del mio Gesù". In quel giardino c'è il Paradiso perduto e ricreato nel Cuore della Misericordia che alberga nel Cuore del Dio Bambino. Portiamolo con Maria quel Cuore e lodiamolo oggi e sempre: "Sia lodato il Cuore di Gesù!"