Notizie da Sofferetti-24  n. 79

Lauria, 27 luglio 1992  

RIMANIAMO NELLA GIOIA PERCHE' LA NAVE GIUNGERA' AL PORTO

1) Giovedì 16/7/1992, ore 11.30, a casa, orale

"Shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, consola il mio Cuore, prega e immolati per i Grandi del mondo. (Giulia): Sì, Mamma! (Maria): Figlia, grazie per il tuo infinito amore. Figli miei, il mio pellegrinare nel mondo si sta intensificando perché siete in grave pericolo. Figli, neanche ve ne rendete conto, il mio nemico vi sta trascinando sempre di più nella sua rete; specialmente in questi mesi di gioia pazza della vita mondana fate di tutto e dimenticate il mio Gesù; non partecipate alla Santa Messa: perché occupati dal piacere del mondo lasciate colui che vi dà la vita! Figli, ancora una volta come Mamma dell'Amore vi invito ad innamorarvi del mio Gesù. Figli, amatelo più della vostra vita, più del vostro divertimento mondano perché amando il mio Gesù amerete voi stessi. Ancora non siete riusciti a capire che voi siete ad immagine e somiglianza del mio Gesù: lui vi ha voluti così per amarvi ed essere amato. Figli, rinnovatevi nel suo Amore. Vi amo e vi benedico nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

2) Venerdì 17/7/1992, ore 10.40, a casa, orale

"Parla Gesù: - Figli, oggi voglio parlare al mondo, voglio svegliare i vostri cuori e dirvi di fare presto. Figli, amate la Santa Croce, ascoltate il mio invito, lasciate le cose vane, amate e perdonate i vostri nemici. Figli, è tempo di pregare perché l'ora è giunta, perciò siate pronti e preparati perché Io vengo come un ladro. L'ora è vicina, ma non sapete il giorno. Figli, non posso dire diversamente, tutto è in unione col Padre. Perciò, figlioletti del mio Cuore, siate croci nella mia Croce perché sola essa è vittoria e con essa sarete salvi, vivete nella povertà della Croce, nell'Amore e nella Luce. Figli Ministri, voi siete le ancore dove Io aggancio le reti della salvezza, siate saldi e non indietreggiate al mio invito a vestirvi di Croce, non traditemi come nei tempi passati, liberatevi dalle cose che vi allontanano dal mio Amore e dalla mia Povertà. Io sono venuto in una stalla per insegnarvi l'amore e la semplicità di cuore. E' questo che voglio: amatevi col cuore e siate integri. Vi amo e vi benedico con la Croce. Amen Amen Amen. Neanche oggi ci saranno i Dolori della Crocifissione".

3) Domenica 19/7/1992, ore 9.50, nella chiesa di Thurio, dopo la Messa, in crocifissione e sofferenza

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi. Figli cari, oggi ancora una volta vi invito alla conversione, ad amarvi gli uni gli altri. Figli cari, cercate le cose del cielo e distaccatevi dalle cose terrene. Figli miei, non trafiggete il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, amatevi gli uni gli altri. Figli miei, figli Ministri, mi rivolgo a voi col Cuore Sanguinante: vestitevi di Croce, figli miei, vestitevi del mio Gesù che viene in mezzo a voi con umiltà e amore nei vostri cuori. Figli, non trafiggete il mio Gesù col vostro rinnegare la Croce, amate amate, figli cari! Tu, Piccola Giulia della Croce, offriti vittima per i Grandi del mondo. Soffri, cuoricino mio! non permettere che il luogo della Misericordia sia profanato. Pregate pregate pregate, figli! Vi amo e vi benedico col segno della Santa Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode lode lode (=8). Sia lodato il Cuore di Gesù".

4) Domenica 19/7/1992, in S. Giacomo a Lauria, ore 19.15, in crocifissione e sofferenza

Giulia è a Lauria per accompagnare tre donne di Ministalla per ricevere il crocifisso del Lentini: Marseglia Angela e Pina Acquaviva con la madre Carmela. Trovandosi qui partecipano alla Novena di S. Giacomo. All'esposizione del Santissimo Giulia va in estasi: vede prima come una pioggerellina di sangue cadere sull'Ostia e rimanere nell'Ostensorio, Scompare l'Ostia e vede l' Addolorata vestita di bianco che le dà un messaggio e un segreto che le farà poi scrivere a casa il 21 c. m. Sentiva il messaggio venire dalla Vergine Addolorata vicina all'altare.

IL MESSAGGIO SEGRETO DELL'ADDOLORATA

avuto oggi ma dettatole il 21 a casa

"Ore 7, 21 luglio, martedì, messaggio orale: - Figlia, scrivi il messaggio del 19 avuto nella chiesa di San Giacomo -. Vedevo la Mamma Addolorata, vestita di bianco, col vestito tutto macchiato di sangue. Piangeva lacrime di sangue e nel parlare si sentiva che singhiozzava. Ha iniziato a parlare dicendo: - Pace, misericordia! Figlia, non spaventarti! UNA GRANDE CATASTROFE STA PER ABBATTERSI SUL MONDO INTERO. NON CE LA FACCIO PIU' A TENERE IL BRACCIO DEL PADRE. GLI OLTRAGGI E LE OFFESE SONO TROPPE. TROPPO SANGUE INNOCENTE GRIDA. FIGLIA MIA, DIO VUOLE DISTRUGGERE TUTTO. AIUTATEMI AFFINCHE' LA PROVA CHE DOVETE SUPERARE SIA ALLEGGERITA. VOI NEANCHE POTETE IMMAGINARE COSA STA PER ACCADERE. HO BISOGNO DI ANIME CHE SI IMMOLINO PER TENERE FERMO IL BRACCIO DI DIO. FIGLIA, LA CONFUSIONE CHE SI ABBATTERA' NELLE CHIESE E PERFINO DOVE IL SANTO PADRE OCCUPA IL POSTO DI PIETRO SARA' DISUMANA. PER QUESTO VI AVVISO DI ESSERE FORTI NELLA PREGHIERA. FINCHE' VOI SIETE SALDI E RIUSCIAMO A TENERE FERMO IL BRACCIO DI DIO E COL MIO PELLEGRINARE, TUTTO SI PUO' EVITARE. MA IL MONDO CONTINUA A PECCARE, IO NON POSSO PIU' FAR NIENTE. figlia, dai questo al figlio Mario. Non preoccuparti, figlio, Io sono sempre nel tuo cuore. Se ritieni giusto divulga questo scritto. Vi benedico col mio Amore. Amen".

 

nel VII anniversario

MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 LUGLIO 1992

a Giulia, ore 15.40, in crocifissione e sofferenza

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Shalom Shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il Figlio Domenico Lentini. Figli cari, in questa giornata vengo in mezzo a voi come Arca dell'Alleanza. Figli, vi amo e vi ringrazio. Figli miei, siate piccole barche, non affondate, creature mie! ma remate, seguite, figli cari! I tempi che verranno saranno duri, e in questi anni vi sto ripetendo sempre le stesse cose. Figli, vi amo, ma siete in pochi a rispondere il Sì al mio Gesù, alla Croce. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, camminate per la Croce e con la Croce. *E ai figli Ministri, ai Figli Ministri do il compito di immolarsi per i Grandi del mondo. Figli miei, immolatevi immolatevi! non indietreggiate, figli cari, dinanzi alla Croce del mio Gesù. Io vi amo, ma non posso fare nulla se voi non aprite i vostri cuori: non vi immolate per la salvezza del mondo. Siete pochi, figli cari, a venire dietro alla Croce. In questi anni sto piangendo lacrime di sangue e piango ancora per i peccati e le offese che vengono recate al mio Gesù e al mio Cuore di Mamma. Piccola Giulia, sii forte ancora, sii forte, figlia mia! non indietreggiare, cammina con la Croce che il mio Gesù ha affidato nelle tue mani per la salvezza del mondo. Figli miei, il mio Cuore Immacolato trionferà, la nave giungerà al porto, ma siate pronti e preparati perché nessuno di voi sa l'ora o il giorno. Siate muniti di Croce, figli cari, perché è l'unica salvezza: il mondo gioirà nella pace e nella gioia e tutti gioirete nella danza dello Spirito Santo e dell'Amore (annota Franco: - Giulia danza con le mani. -). Figli, lasciatevi cullare dall'Amore dello Spirito Santo che è Pace, Gioia e Letizia. Ad ognuno di voi sarà assegnato un compito e tutti tutti giungerete alla Gioia e all'Amore del mio Gesù. Quindi, figli miei, siate pronti, siate pronti a danzare con lo Spirito Santo e lasciatevi plasmare dal suo Amore, dal suo Calore. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo, che è Pace, Gioia e Letizia, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (=12). Sia lodato Gesù Cristo.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre della Divina Bontà, aiutami ad abbracciare coloro che soffrono e guidami a camminare i passi dell'Amore e della Povertà. Amen. Lode lode lode lode".

La nave giungerà al porto

La nave della salvezza nel segno del Cuore Immacolato di Maria giungerà al porto. Su questa certezza la Vergine incoraggia a gioire e danzare nello Spirito Santo che è appunto Pace, Gioia e Letizia. Domani anche a Medjugorje raccomanda di rimanere nella "preghiera della gioia" nonostante questi nostri giorni di tristezza, che aumenteranno ancora. E' importante non farsi prendere dalla sfiducia e rimanere al proprio posto nella propria "barchetta" remando e seguendo: remando con la certezza, la gioia nel cuore e il rosario in mano e guardando la stella polare del cammino che è Maria. Domani a Lauria, alle 18, avrò Giulia per la festa di S. Giacomo Apostolo Maggiore e Minore. Dopo la prima incensazione mi vedrà diverso o vedrà un altro: vestito di luce e non di rosso, con il mento allungato e i capelli lunghi dietro le spalle. Alla Consacrazione della Messa sentirà i Dolori della Crocifissione e vedrà partire dall'altare un bambino vestito di bianco, con i capelli lunghi e ricciolini, in mano due palle di fuoco con le fiamme ardenti sopra, che andrà a deporre la prima nella mano di S. Giacomo Maggiore Apostolo (il fratello di Giovanni) e l'altra in quella di S. Giacomo Minore. Per la lunga processione nel paese avrà dolori, trafitture e segnerà con il sangue. Sono visioni legate alla celebrazione della Messa, perché il Gesù della Croce vi è presente come "Sacerdote Vittima" e vuole che i suoi Sacerdoti siano così. Così annunciò ai figli di Zebedeo: "Berrete del mio calice". Così vuole di ognuno di noi Sacerdote: " ... ai figli Ministri do il compito di immolarsi per i Grandi del mondo: Figli miei, immolatevi immolatevi!" La richiesta per immolarsi per i Grandi fa capire che qualcosa di grave, sta per abbattersi a causa delle mire terrene dei Grandi della Finanza e della Politica. Solo un sacrificio di vittime sacerdotali può evitare l'immane catastrofe. Perciò, cari confratelli, moltiplichiamoci intorno a Maria e non restiamo critici o indifferenti a questi avvisi materni della Mamma nè indietreggiamo dalla spiritualità della povertà e della Croce: "Non indietreggiate, figli cari, dinanzi alla Croce del mio Gesù. Io vi amo, ma non posso fare nulla se voi non aprite i vostri cuori: non vi immolate per la salvezza del mondo". Aiutiamo i Sacerdoti ad essere così, ma tutti rimaniamo vigili, senza date nella mente e con la gioia nel cuore che il Gesù che deve venire è alle porte e vuole essere accolto con l'olio del suo Amore che ci ha lasciato nella Croce e nell'Eucaristia:" ... la nave giungerà al porto, ma siate pronti e preparati perché nessuno di voi sa l'ora o il giorno. SIATE MUNITI DI CROCE, FIGLI CARI, PERCHE' E' L'UNICA SALVEZZA!"