Notizie da Sofferetti-24  n. 84

Lauria, 28 settembre 1992  

GRANDI AL BIVIO: TRONO DI SATANA O TRONO DI DIO

 

1) Venerdì 18/9/1992, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù: - Figli, oggi con cuore ferito parlo al mondo e ai Grandi che siedono sul trono costruito dalle loro ingiustizie. Figli, sedete su un trono che non può reggervi perché non è basato sulla Roccia. Figli miei, non confidate in voi stessi, perché da voi non può nascere nulla: VOI SENZA DI ME NON POTETE FAR NULLA ED ORA SIETE PIU' SOLI CHE MAI PERCHE' SEDETE SUL VOSTRO TRONO CHE FONDE DA TUTTI I LATI. Figli miei, riconoscetemi come vostro Signore e vostro Dio. Io vengo per portarvi al Trono del Padre mio per farvi gustare le gioie dell'Amore Infinito. Figli, rinnegate il male ed apritevi alla Verità di Dio, non camminate come lanterne spente, senza una meta: IO SONO LA LUCE DEL MONDO. Figlioletti miei, Io piango perché non ascoltate il mio dolore, piango perché senza il vostro Sì non posso far nulla e il braccio di mio Padre si abbassa sempre di più. Figli, rispondete al mio grido, rispondete col cuore squarciato. Vi chiamo,° figli miei, il tempo è vicino! Vi benedico sempre col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen".

2) SECONDA CONSACRAZIONE AD ARCAVACATA IN LOCALTA' DATTOLI (venerdì 18/9/1992, ore 18.35, in crocifissione e sofferenza)

a) Alla consacrazione ai Due Cuori: "Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Soffri, croce mia, soffri per questa comunità, offriti vittima. (Giulia): Sì, Mamma!* (Immacolata): Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e il mio Gesù. Figli cari, oggi vengo in mezzo a voi a chiedervi i vostri cuori. Figli miei, amatemi col cuore integro, amatemi. Figli miei, conosco i vostri cuori: figli cari, li conosco, ma sono distanti dal mio Gesù, dal mio Amore! Figli miei, sforzatevi, sforzatevi, figli miei, a camminare sulla mia scia del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figli, piango lacrime di sangue per ognuno di voi, per i Ministri, per i Vescovi. Soffro soffro, figli miei! elevate al mio Cuore un sospiro di gioia, alleggerite il mio vagare. Figli cari, figlioletti del mio Cuore, fate presto ad avvicinarvi all'Albero Vivo della Croce Santa.

(Gesù): Sono Io il vostro Gesù, il Gesù del Perdono, il Gesù della Misericordia, il Gesù Crocifisso per ognuno di voi. Figli, Io distendo le mie braccia per i vostri peccati, unitevi al mio grido, unitevi al mio dolore. Figli cari, cuore del mio Cuore, fate presto ad aggrapparvi al Rosario di mia Madre che viene come una mendicante a chiedervi di tornare alla Croce e al mio Amore. Vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che è Pace, Gioia e Letizia. Lode lode lode lode lode (=5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Infinita Misericordia, aiutami a perdonare coloro che mi trafiggono, aiutami ad amare coloro che non mi amano. Amen".

b) Dopo la Consacrazione della Messa: (Gesù) "Io sono l'Albero della Vita, mangiate il frutto di sorgente del mio Cuore di Pastore. Amen".

3) Sabato 19/9/1992, ore 11, a casa, orale

"Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, cuore della Croce Santa, consola il mio Cuore di Mamma, offrimi il tuo amore. Figlia, offriti vittima, figlia mia, offriti vittima, per coloro che in questa giornata stanno calpestando il mio vestito sotto la Grande Quercia. (Giulia): Mamma, cosa devo fare? (La Mamma): Figlia mia, il mio Cuore è triste e gronda sangue, il mio grido non giunge alle orecchie di questi miei figli che, trascinati dalle onde del maligno, si allontanano sempre di più dal mio Cuore e dalla Croce Santa. Figli miei, destatevi dal sonno ed elargite il vostro cuore alla Croce Santa del mio Gesù. Io come Mamma voglio la vostra salvezza, vengo per aiutarvi. Figli miei, ascoltate il mio pianto, amate, perché solo amando vi riconosceranno come miei veri figli e fratelli del mio Gesù. Figlio Mario, lava col Pane del Cielo il luogo della Quercia. Ti amo, figlio mio, il mio Amore è racchiuso nel tuo cuore di Sacerdote dell'Amore. Vi benedico col mio Cuore Grondante di Sangue. Amen Amen Amen Amen".

4) Domenica 20/9/1992, ore 15.40, alla Quercia, in crocifissione e sofferenza

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Soffri, croce mia, soffri, piccina del mio Cuore, offriti vittima per coloro che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. (Giulia): Sì, Mamma!* (Immacolata): Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e il mio Gesù. Figli cari, piccini del mio Cuore Immacolato e Addolorato, oggi vi invito ancora una volta a pregare per la pace. Figli miei, offritevi vittime di espiazione per i Grandi del mondo. Figli cari, siate figli della Pace e dell'Amore, siate amministratori perfetti dell'Amore Misericordioso del mio Figlio Gesù. Figli miei, il mio Cuore gronda sangue per ognuno di voi, per i figli che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli della perdizione (= il figlio della perdizione, che secondo le profezie precederà il ritorno di Gesù), riconoscete il vostro Gesù, riconoscetelo e amatelo come vostro Signore e vostro Dio. Spezzate le catene di satana. Figli cari, i tempi sono brevi, riconoscete il mio Gesù, amatelo e rispettate le sue leggi, ascoltate il suo Vangelo che Io oggi per volere del Padre vengo a portare nel mondo intero. Figli miei, Io cammino come Pellegrina a radunarvi e a portarvi al Trono del Padre. FIGLI MIEI, EVITATE LE CATASTROFI, UNITEVI AL MIO SANTO ROSARIO CHE PORTA ALLA PACE, ALLA LETIZIA E ALL'AMORE ETERNO. Figli miei, conosco il cuore di ognuno di voi e come Mamma elargisco il mio Amore alzando le mani al Padre, chiedendo misericordia per ognuno di voi, ma, figli miei, ho bisogno del vostro aiuto, ho bisogno del vostro Sì totale alla Croce Santa. Figli, figli Ministri, figli del mio Cuore, mi rivolgo ancora una volta come Mamma: ascoltate, rispondete al mio pianto, al mio grido! Figli miei, spogliatevi delle vesti del potere e vestitevi di Croce: figli miei, vestitevi d'Amore e di Carità. Ma fate presto, fate presto! Figli miei, vi amo vi amo e non voglio perdervi, entrate entrate per la porta del mio Cuore Immacolato e Addolorato.

(Gesù): Sono Io il vostro Gesù, il Gesù che soffre sul legno della Croce per ognuno di voi. Figli, figli miei, il mio Amore è immenso, non ha limiti, ma desidero il vostro amore. Io sono sono seduto sulla ROCCIA DELL'AMORE e guardo con gli occhi pieni di lacrime le vostre ingiustizie. Creature mie, sforzatevi sforzatevi almeno un po', tendetemi le braccia! figli miei, tendetemi un respiro di sollievo al mio Cuore Trafitto e Sanguinante. Vi amo, piccini, e vi benedico col mio Cuore Grondante di Sangue nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Lode lode lode lode lode lode lode (=7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre della Croce, aiutaci a sorreggere il peso della giornata, aiutaci a perdonare i nostri nemici, aiutaci a camminare sulla scia del Cuore Santissimo del Padre. Amen".

5) ALLA QUERCIA 24 SETTEMBRE 1992

in crocifissione e sofferenza, ore 15.40

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giulia): *Mamma Mamma, fermali!* Mamma, fammi soffrire, ma ferma ferma questo, ferma!* (Immacolata): Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e il mio Gesù. Figli cari, oggi per grazia vostra sono in mezzo a voi per volere di Dio Padre. Figlioletti miei, vengo a portarvi l'Amore di Dio Padre e dello Spirito Santo. Figli, porto il mio Amore e il mio Cuore Immacolato affinché voi possiate comprendere il valore della preghiera e possiate amarvi gli uni gli altri e amare il mio Gesù e la Croce Santa. Figli miei, voi siete deboli e prendete vie che non sono del mio Gesù e così vi portano alla dispersione e alla morte. Figli miei, Io vengo per volere di Dio Padre per portarvi al Trono di Dio e alla Luce e alla Vita Eterna. Figli, Io distendo su di voi il Santo Rosario che è scala e mezzo di Vita Eterna. Salite, figli miei, salite i gradini della Scala Santa, venite al mio Gesù. Fate presto, creature mie, amate il mio Gesù, non odiate, tra di voi sia pace perché Pace Io vengo a portare per volere di Dio Padre. Figli, abbracciate la Croce Santa, abbracciatela! sia per voi unico mezzo di Verità, di Vita e di Luce. Figli Ministri, ancora una volta mi rivolgo a voi come Mamma della Croce e della Verità: spogliatevi delle cose del mondo; figli miei, vestitevi di Povertà, di Luce e di Croce. IO VENGO A PORTARE LA PACE DELLA SANTISSIMA TRINITA', MA SONO POCO ACCETTATA E POCO ASCOLTATA. Figli miei, Io sono Mamma e vi amo: figli cari, desidero la vostra salvezza, la vostra unione col Padre Santo. Figli miei, figli del mio Cuore, piccini della Croce Santa, unitevi al mio Amore, non dividetevi, figli miei, perché i tempi sono brevi. Figli, conosco il cuore di ognuno di voi e come Mamma lo stringo e lo depongo ai piedi del mio Gesù affinché lui possa tenere fermo il braccio del Padre che si sta abbassando di più. AMATEVI, FIGLI MIEI, AMATEVI!

(Gesù): Sono il vostro Gesù. Figli miei, oggi allargo ancora le mie braccia sulla Croce e da lassù faccio scorrere il mio Sangue su ognuno di voi e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo e vi amo vi amo vi amo. Lode lode lode lode lode lode lode lode (=8). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

FACCIAMO SCORRERE IL SANGUE DI GESU' SU QUESTO MONDO

E' bella l'immagine di Gesù di oggi: "Figli miei, oggi allargo ancora le mie braccia sulla Croce e da lassù faccio scorrere il mio Sangue su ognuno di voi". Questo serve al mondo di oggi: l'Amore Misericordia di Gesù! Ma per averlo dobbiamo già noi camminare con il nostro amore misericordioso verso la Misericordia della Croce: " ... tempi duri si avvicinano alle vostre porte, elargite l'amore misericordioso alla Croce" (mess. del Lentini, 14/9/92), perché tale amore salva dai mali e da satana: "Con l'amore camminate per le mie vie, con l'odio camminate col mio nemico che vi porta sempre più alla morte ed Io non posso aiutarvi perchè è di vostra libera scelta la via che prendete." (mess. di Gesù, 4/9/92). Tutti dovremo convogliarci sulle vie dell'amore, da chi già lo è a chi è chiamato figlio della perdizione, e allora i castighi si annullano e satana dovrà lasciare il mondo. Ma in modo particolare lo dovranno fare i Sacerdoti e i Vescovi perché loro sono le condotte della Sorgente dell'Amore, attraverso cui passa la Pienezza dell'Amore Misericordioso della Croce di Gesù: "Io sono l'Albero della Vita, mangiate il frutto di sorgente del mio Cuore di Pastore." (mess. a Dattoli, 18/9/92). La Sorgente dell'Amore è l'Eucaristia, ma questa è legata ai Sacerdoti. Perché? E' volere di Gesù, ed è volere di Gesù perché, attraverso il Sacerdote che è un uomo, si dovrà realizzare il Progetto dell'Uomo Nuovo in Cristo. Mi sembra allora di capire che i Sacerdoti sono chiamati ad una scelta: 'essere vecchi Adami', che falliranno come Adamo e saranno catastrofi per il mondo se continueranno a rimanere burlati da satana che li sta allontanando dalla scia di Maria, oppure 'essere nuovi Adami in Cristo Nuovo Adamo' se accoglieranno Maria: l'Eva Nuova che salva il mondo perché mandata a noi dal Cielo: "... ancora una volta mi rivolgo a voi come Mamma della Croce e della Verità: spogliatevi delle cose del mondo; figli miei, vestitevi di Povertà, di Luce, e di Croce. IO VENGO A PORTARE LA PACE DELLA SS. TRINITA', MA SONO POCO ACCETTATA E POCO ASCOLTATA!" Caro prete, se sapessi il dolore che procuri alla Mamma con il criticare o rimanere solo indifferente dinanzi al suo pellegrinare, correresti scalzo e piangente lì dove piange o parla! Ascolta il suo pianto e il suo grido. Te lo chiede Gesù per lei: "Figli, accogliete mia Madre e vostra Madre che gira per il mondo in cerca di aiuto, non chiudetegli la porta in faccia dicendo: Ci siamo noi, il resto è follia!" (mess. 11/9/1992). Te lo chiede tutta l'umanità che sta cadendo sempre più nell'odio. Te lo chiede il tuo smarrimento sacerdotale di oggi che ha perso i gradini che portano alla Croce. E i gradini della Croce sono il Rosario: cioè Maria! Il suo Cuore è la Scala della Croce. Dal suo Cuore Immacolato e Addolorato scenderà il Salvatore del mondo: CHE DALL'ALTO DELLA SUA CROCE STA ANCORA GUARDANDO CON AMORE NOI SUOI AMICI E FRATELLI IN ATTESA DI ABBRACCIARCI TUTTI NELLA SUA CROCE. Il 'sensus fidei' dovrebbe guidarti a scoprire la verità già con la sola lettura di questi messaggi. Così ha già fatto qualche confratello, come P. ANTONIO STOLFI del Movimento Sacerdotale Mariano, che in questi giorni ha voluto scrivermi e lo riporto qui a testimonianza e incoraggiamento per te Sacerdote: "Lierna 19 settembre 1992 = Carissimo confratello Don Mario, ho ricevuto i diversi Messaggi del Cielo e ti ringrazio di cuore perché fai partecipe a me delle PAROLE di Vita Eterna che la Bontà di Dio ci manda per illuminarci, convertirci, santificarci. Ma pochi sono quelli che ascoltano la Sua Voce e per questo il CIELO ci chiede preghiere, preghiere, preghiere perché solo Dio ci può salvare. Ma noi siamo liberi: di accettare la Sua Parola e siamo salvi o di rifiutarla e siamo persi per sempre. Ed è per questo che il demonio chiude gli orecchi per non sentire queste parole e ci acceca per non vedere i Suoi Segni (= di Dio). Preghiamo a vicenda perché in mezzo a noi è la Mamma Celeste e il Buon Gesù che ci aiutano e proteggono. In unione di preghiere ti saluto. P. Antonio Stolfi cmf." (Seminario Clarettiano - 22050 LIERNA - COMO).

6) Venerdì 25/9/1992, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù: - Figli, oggi parlo al mondo. Figli miei, il mio dolore è enorme, ma Io vi amo, siete miei amici e per gli amici Io dono la vita, perché di mia volontà vi ho amati e vi amo. Figli, non vi dico questo per costringervi ad amarmi, ma vi lascio liberi di scegliere la vita o la morte. Vi parlo così, con parole semplici, perché Io amo la semplicità. Figli, so che siete tutti confusi, non sapete più che fare, cosa ascoltare. Io vengo a voi con voce di giubilo a portarvi la Pace, ma voi non mi ascoltate, non date adito al mio grido. Figli, ditemi voi cosa devo fare! Che pensate di concludere? Vi state distruggendo con le vostre mani, ma Io resto sempre sulla Roccia a guardare i miei amici sospirando con dolore e pianto. FIGLI, RINNEGATE IL MALE ED ABBRACCIATE MARIA: PER LEI PASSANO LE GRAZIE E LE PREGHIERE CHE SUPPLICANO IL PADRE CHE USI ANCORA MISERICORDIA SUL MONDO. Figli, Io vi amo e vi voglio soldati dell'Amore. Figlia mia, piccola Giulia, porta tu la Croce per me. Ti amo, piccolo cuoricino! Vi benedico dalla Roccia. Amen Amen Amen Amen".