Notizie da Sofferetti-24  n. 115

Lauria, 27 dicembre 1993  

 

TESTIMONIANZE PRO SOFFERETTI

1)Il Ven. Lentini ... Primario al 'Cristo Re' di Roma!

=Desidero testimoniare la grazia ottenuta tramite il Ven. Domenico Lentini. Mi chiamo Emilia Mazzilli, nata a Lauria il 27/05/1949. Ho avuto tante sofferenze nella mia vita e, in particolare, nel 1991 ho sofferto di tubercolosi renale, da cui sono guarita. I reni, però, sono stati sempre malati e già nel 1971 fui operata al rene sinistro. Domenica delle Palme di quest'anno 1993 ero ricoverata all'ospedale di Maratea al reparto ginecologico del dott. Femminella Nicola per una grave epatite, con febbre alta, vomito continuo, prurito, emorragie della vescica e un fibroma all'utero. Da lì telefonai a don Mario Riccio e a Giulia Arancino perché mi aiutassero con la preghiera. Anche i miei familiari, preoccupati, pregavano Gesù e il Bel Domenico Lentini. La terza notte che ero all'ospedale mi sentii molto male. Credevo di morire, ma non chiamai nè medici nè infermieri e mi affidai a Gesù e al Ven. Lentini. Mi addormentai e nel sonno mi apparve il Ven. Lentini che disse: "Ti ho guarita". Era a mezzo busto, con la croce in mano, il viso serio. Ripetè per la seconda volta: "Ti ho guarita", e continuava a guardarmi fino a quando non mi inchinai e a testa bassa dissi: Sì! Nei giorni seguenti giunsero i risultati delle analisi, eseguite in altri laboratori: i valori si erano normalizzati, ma persisteva l'epatite cv. Mi scoraggiai perché pensavo che potevo trasmettere l'epatite ai miei cari, ma continuavo a pregare il Ven. Lentini. Da Maratea fui trasferita a Potenza all'ospedale "S. Maria", dove riscontrai un miglioramento dell'epatite cv e del fibroma all'utero, ma persisteva il problema ai reni e il forte prurito. Nel mese di ottobre 1993 dovevo subire un intervento al rene destro e mi ricoverai all'ospedale "Cristo Re" di Roma. Qui, il dott. Manlio Schettini, visitandomi, mi disse che mi avrebbe tolto il calcolo, ma c'era il pericolo di togliere anche il rene perché era 'un corpo morto' e, in più, persisteva l'epatite cv. Le sofferenze erano insopportabili e con la preghiera chiesi ancora aiuto al Ven. Lentini, perché ero così debilitata che non ce la facevo a sopportare un intervento chirurgico. In sala operatoria sentii che i medici erano contenti perché il calcolo si era canalizzato e potevano meglio operarmi. Dopo l'intervento, il chirurgo disse ai miei familiari di aver faticato molto per togliere il calcolo, mentre a me, quando mi svegliai: "Ho salvato il rene, ho tolto solo il calcolo, e quando starai bene vai ad accendere una candela a S. Manlio (il suo Santo)". Il secondo giorno dopo l'intervento avvertii un grande calore, febbre altissima e tutta la notte stetti con ghiaccio in testa e sempre in preghiera. Mia sorella alle ore 21 aveva telefonato alla veggente Giulia che le disse: "Stiamo pregando per lei e don Mario l'ha messa nelle mani di Gesù, di Maria e del Ven. Lentini". La terza notte, oltre alla febbre, ebbi un collasso cardiaco. Mi sentivo paralizzata metà persona e senza forze. I parenti si spaventarono. Io tenevo in mano l'immagine del Lentini, ma non avevo neanche la forza per avvicinarla alla bocca, e gli chiedevo la grazia di vedere i miei cari. Dopo un po' recitai la Via Crucis, poi avvertii un sollievo, il corpo diventò più freddo e il fastidio che sentivo verso il cuore scomparve e, pur non vedendolo, sentivo vicino il Ven. Lentini. Comunque continuavano le sofferenze: colica vescicale, sudori, il rene rimaneva bloccato. I medici preoccupati mi chiesero: "Qual è il Santo Protettore del vostro paese?" San Giacomo, dissi. E loro: "Andate ad accendere un lume al vostro Protettore San Giacomo!" Il giorno dopo il dott. Schettini, che è di Maratea, mi disse: "Ma voi a Lauria avete un vostro Santo, accendetegli una candela!" Io allora gli dissi che lo invocavo sempre e gli raccontai il sogno avuto proprio a Maratea: lui ascoltò attento, pensieroso, senza parola. In seguito, il rene cominciò a sbloccarsi e col drenaggio man mano si puliva, la febbre alta scompariva e miglioravo giorno dopo giorno.

Non so se tanto sia miracolo, ma io, oltre ai medici, ho sentito costante la presenza del Ven. Lentini, e di questo ne era convito anche il dott. Schettini tanto che si dichiarò pronto a testimoniare in merito.

Una volta dimessa, ho fatto le analisi di controllo a Lauria e ho spedito i risultati a Roma. Il mio medico curante, dott. Felice Spagnuolo, e il dott. Femminella Nicola mi hanno detto con meraviglia che i risultati erano buoni, specialmente quelli delle transaminasi, delle urine e l'urinocultura.

Ringrazio con gioia e devozione il Cuore di Gesù e di Maria e il Ven. Lentini, e tutti coloro che hanno pregato per me. In fede, Mazzilli Emilia. Lauria, 7 dicembre 1993. =

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1) Giovedì 9/12/1993, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giulia): Se sei tu, glorifica il Padre. (Gesù): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Siediti. Sono io, il vostro Gesù. Figli cari, sono venuto per riposare nei vostri cuori e donarvi la mia Pace, il mio Amore e la mia Letizia. Figli, il Banchetto del mio Amore è qui in mezzo a voi, accostatevi con amore e donatevi tutti al mio Cuore di Padre. Voglio spezzare il Pane con voi, voglio fare parte del vostro amore, permettetemi questo. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. Mi dono a te, figlio mio.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. Mi dono a te, figlio mio. Bevini ancora,* bevilo tutto, figlia mia. (Giulia): Sì, mio Gesù!* (Gesù): Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi perché vi amo, donatevi anche voi all'Amore Infinito del Padre e fate festa: fate festa con l'Amore Infinito! Io presto verrò a fare festa con tutti voi. Vi amo e verrò ancora a spezzare il Pane. Piccina mia, non temere di tutto questo, io sono il tuo Signore, il tuo Dio, vai avanti! (Giulia): Sì, mio Gesù! (Gesù): Ora vi lascio, ma tornerò ancora. Vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Soffri, figlia mia, nel mio Amore e nella mia Pace, soffri per i tuoi fratelli, per i tuoi figli e per i Ministri. (Giulia): Ti amo, Gesù, ti amo, ti amo, ti amo!"

2) CONSACRAZIONE A SCALEA (sabato 11/12/1993, ore 16.30, more solito)

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. - Se non ritornate all'ordine, non lascio il messaggio. Ritornate all'ordine! ordine con la preghiera, figli! (c'è distrazione infatti per la contemporanea supplica di Giovanna per la figlia) - Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi. Figli cari, oggi per volere di Dio Padre sono qui in mezzo a voi, vengo a lavare i vostri cuori col mio Amore e con la mia Pace. Figli miei, vi invito a pregare con costanza e col cuore puro. Figli cari, lasciate le cose del mondo, lasciatele e legatevi all'Amore del mio Gesù. Figli miei, il mio nemico vuole distruggere la nostra amicizia, ma non permettetegli questo. Figli cari, io vengo per portarvi al Padre e guidarvi sulla via della Luce e della Verità. Il mio Cuore di Mamma gronda sangue per ognuno di voi, figli miei, non trafiggete ancora il mio Cuore, offritemi Santi Rosari e pregate pregate per il Santo Padre, offritevi vittime di espiazione per i Grandi del mondo. Figli miei, il mio Gesù è eminente a venire in mezzo a voi. Figli, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, accendete le vostre lucerne e che restino sempre accese nell'Amore del mio Gesù. (Gesù): Sono io, il vostro Gesù, voglio riposare nei vostri cuori. - Se non portate ordine, non parlo. Portate ordine! (perché distratti ancora per Giovanna) - Sono il vostro Gesù, voglio riposare con voi. Vengo a portare il mio Banchetto di Pace, di Luce e di Letizia, offritemi i vostri cuori in totalità, offritemi il vostro amore in pienezza. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO OFFERTO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* Figli cari, io sono il vostro Gesù, vengo per la vostra salvezza, ma desidero che i vostri cuori siano puri al mio Amore e alla mia Verità. Allontanate satana, allontanatelo dai vostri cuori perché io sono il vostro Signore, il vostro Dio, il vostro Creatore, non vi è altro Dio all'infuori del Dio della Croce: il Dio che è morto e risorto per ognuno di voi. Figli miei, ancora una volta io vi ripeto di allontanare satana col Segno Potente della mia Croce. Figli miei, vi amo e non voglio perdervi! Io vengo perché l'ora del Padre è eminente e niente e nessuno può fermarlo: Io vengo con la mia Potenza di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figli miei, verrò ancora nei vostri cuori perché vi amo e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Piccola croce del mio Cuore, soffri e offriti vittima per i tuoi figli. (Giulia): Sì, mio Gesù! Lode lode lode lode lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Croce del mio Gesù, Segno Vivo del Dio Altissimo, purifica l'anima mia, rendila pura, fa' che io possa venire dinanzi al tuo Amore. Amen".

3) Domenica 12/12/1993, ore 15.40, alla Quercia, more solito

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, consola il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, bevi ancora i calici del mio Gesù. (Giulia): Sì, Mamma!* (Immacolata): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi. Figli cari, oggi ancora una volta per volere di Dio Padre io sono qui in mezzo a voi a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Figli cari, vi invito a purificare i vostri cuori ed accogliere il mio Gesù che viene. Figli miei, io vengo per portarvi al Padre. Figli miei, ciò che vi dico non ve lo dico per spaventarvi, ma come Mamma piango per tutti voi. Figli miei, siete in pericolo, satana vuole distruggere la nostra amicizia, siate forti, figli miei! i tempi che verranno saranno duri ed io come Mamma non posso restare a guardare, il mio Cuore gronda sangue per l'umanità che non vuole ascoltare il mio grido. Figli cari, tenete le lucerne accese, accogliete il mio Gesù che viene in mezzo a voi per la vostra salvezza. Figli miei, il mio Progetto viene da Fatima, presto molto presto si adempirà. Figli miei, non fatevi trovare senza lucerne, ma camminate con l'Amore e la Luce del mio Gesù, siate caritatevoli, pregate per i figli che non conoscono il mio Gesù, pregate per i drogati, emarginati, ed accoglieteli nei vostri cuori, nelle vostre case, preparate un posto per il mio Gesù che viene. Figli miei, io vi amo e non vi lascio. Pregate ancora per il Santo Padre, fategli compagnia. Figli miei, io piango piango per i figli Ministri, piango!, che non vogliono ascoltare il grido del mio Cuore, il grido della Mamma della Croce che viene per la vostra salvezza per portarvi sulla via della Santità. Figli cari, aprite i vostri cuori, apriteli alla Luce di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Figli miei, verrò ancora in mezzo a voi col permesso di Dio a portarvi il Pane Vivo. Vi benedico col Segno Potente della Croce del mio Gesù nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e fate sbocciare nei vostri cuori la Luce del mio Gesù. Lode lode lode lode (4). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Infinito Amore, Luce Viva del mio Cuore, aiuta me peccatrice, aiutami a portare la Croce della Vita, fa' che i miei passi siano illuminati dall'Amore del mio Gesù, fa' che io conduca i miei fratelli e i miei figli all'ombra della Croce. Amen"

4) Martedì 14/12/1993, ore 10.40, a casa, orale

"Shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, oggi ti chiedo di pregare per la pace. Figlia, invita i tuoi fratelli a pregare secondo la mia volontà affinché il Padre ascolti il grido dei vostri cuori. Figlia mia, tu offriti vittima, non temere se senti il tuo cuore trafitto: esso è trafitto come il mio Cuore. Figlia, gli uomini non vogliono accettare il mio Gesù, non si rendono conto che tutto sta crollando. Figli cari, fate nascere il mio Gesù nei vostri cuori, liberatevi dalle cose del mondo, liberatevi dall'odio di satana: lui vuole la guerra e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua falsa luce. Io come Mamma Immacolata vi chiedo di pregare col cuore affinché il Progetto di Dio si adempia nel mondo. Vi amo tutti, figli cari, vi stringo al mio petto. Figli, camminate con il Dio Bambino nel cuore. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

5) Giovedì 16/12/1993, ore 21.05, a casa, more solito

"(Giulia): Se sei tu glorifica il Padre. (Gesù): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Siediti. Sono io, il vostro Gesù. Figli cari, voglio riposare nei vostri cuori. Figli, io vengo a preparare il Banchetto d'Amore e di Pace, vengo in mezzo a voi che voglio abitare nei vostri cuori, nei cuori degli uomini. Figli miei, fratelli miei, apritemi la porta dei vostri cuori e lasciate che io entri. Io vengo perché l'ora del Padre è eminente: l'Amore e la Giustizia trionferà. Figli miei, voglio spezzare il Pane con voi, preparatevi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. Mi dono a te, figlio mio, amami e donami al mondo.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. Mi dono a te, figlio mio, elargisci il tuo cuore all'Amore del Padre,* bevilo tutto.* Ecco, figli miei, ora siamo una carne sola, io mi dono in pienezza, donatevi anche voi: fate festa col mio Amore! Figli, io verrò ancora a spezzare il Pane con voi, non temete, sono io, il Gesù dell'Amore, il Gesù Uno e Trino. Andate avanti, figli cari! Vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giulia): Ti amo, Gesù, ti amo! (Gesù): Figli, vi amo anch'io e vi stringo al mio Cuore".

6) Venerdì 17/12/1993, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, le cose vecchie sono passate, ora ci sono le cose nuove: il tempo dell'Amore è vicino ed io vengo come un bambino che chiede amore ai propri figli e fratelli. Figli guardate nei vostri cuori e togliete ciò che è vecchio, fate nascere l'Amore Nuovo perché io vengo nella Pace e nell'Amore. A voi, figli Ministri, io vi chiedo con dolcezza di cuore: Fatemi nascere veramente! non fatelo in forma grande perché io non la voglio, ma fatelo in povertà ed in semplicità perché io così vengo: IO NON VENGO COME RE DEI POTERI, IO VENGO COME RE DEI CUORI, IL MIO POTERE E' L'AMORE, E VOI ANCORA NON AVETE CAPITO LA MIA RICCHEZZA QUALE E'! Figli, fatevi bambini, perché solo così potete capire. Voi, Piccoli Giovanni, pregate pregate, perché i tempi sono corti ed io ho bisogno di voi. Non spaventatevi, io sono con voi. Figli, la Luce è vicina! Figlio Mario, ti benedico per ciò che fai. Non preoccuparti, il mio Amore è sempre con te. Amami sempre, custodisci i tuoi Piccoli Giovanni. Vi benedico col mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

7) CONSACRAZIONE A CATANZARO LIDO (domenica, 19/12/1993)

"(Giulia): Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Soffri, creatura mia, soffri e offriti vittima per l'umanità. (Giulia): Sì, Mamma!* Mamma Mamma Mamma Mamma Mamma, perché piangi? perché piangi? (Immacolata): Figlia mia, bevi i calici.* (Giulia): Mamma, non piangere!* cosa ti hanno fatto? cosa ti hanno fatto? cosa ti hanno fatto?* (Immacolata): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (21). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Figlio della Croce. Figli cari, oggi per volere di Dio Padre io sono qui in mezzo a voi con l'Amore dello Spirito Santo. Figli cari, oggi ancora una volta io vi chiedo di pregare per la pace. Figli miei, pregate affinché l'Amore di Dio entri nei vostri cuori e vi rende uniti. Figli cari, pregate pregate con costanza e con amore. Sappiate che i tempi che verranno saranno duri, ma l'Amore dello Spirito Santo vi guiderà e vi condurrà al Trono di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo . Figli miei, voi siate soldati del mio Santo Rosario, siate corone viventi dell'Amore e della Misericordia di Dio. Figli miei, siate caritatevoli, amate e conducete i figli emarginati al mio Cuore e al Cuore del mio Gesù. Figli cari, io vi rendo come acqua che scorre e vi divido tra di voi: vi mando a portare la Pace e l'Amore del mio Gesù. Figli cari, siate pargoli del mio Cuore Immacolato, pargoli di Luce e di Letizia, fatevi bambini e camminate col mio Gesù che viene. Figli miei, l'Amore dello Spirito Santo è con voi e dentro di voi perché io sono Mamma dell'Amore, sono MADRE DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO e tali vi voglio: vi voglio pieni di Luce, di Pace e di Letizia. Figli, pregate per il luogo della Quercia, pregate per i figli della perdizione, oggi ancora una volta hanno sporcato il mio abito, pulitelo col vostro cuore e offritemi offritemi il vostro Sì, il vostro amore. Figli cari, vi amo tutti e soffro per ognuno di voi. Figli miei, allontanate satana, allontanatelo col Segno della Croce, siate anche voi croci vive del mio Gesù che viene in mezzo a voi. Vi amo e vi stringo al mio Cuore di Mamma: Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato! (GESU'): Sono io, il vostro Gesù, il Gesù dell'Amore, il Gesù che si dona ad ognuno di voi. Figli miei, voglio riposare con voi, offritemi un posto: offritemi un posto alla Mensa del mio Cuore (= Ogni uomo per cui Gesù è morto e in cui desidera dimorare col suo Amore, e infatti come chiarificazione il 26/12 Gesù dirà solo: - E' per i figli che non mi accettano. -). Figli, io voglio restare con voi, voglio essere vostro amico: non chiedo troppo! Io vengo perché vi amo: non chiedo altro! Figli cari, voglio spezzare il Pane con voi e donarmi a tutti voi in Amore, in Letizia e in Carità. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* Figli cari, io sono venuto in mezzo a voi perché vi amo e desidero il vostro amore: non chiedo altro! Io vengo in povertà, vengo come un ladro nella notte e desidero i vostri cuori: voglio rubarvi e portarvi al mio Trono. Venite, figli miei, il Banchetto è pronto, indossate gli abiti ed accostatevi al mio Cuore e al mio Amore. Figli cari, figli miei, figli Ministri, l'ora del Padre è eminente, siate pronti, siate pronti, figli miei! vi amo e vi stringo al mio Cuore. Vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giulia): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù, ti amo!"

Attenti al Ladro!

Ci rubano tutti, ma questa volta il ladro è Lui, Gesù, che viene per rubarci il nostro cuore. Guarda come è ridotto il tuo cuore! Ora viene Gesù per prenderselo e portarlo al Padre. Nella tua notte, nella notte di questo mondo di perdizione, Gesù non può fare altro che portarci la violenza del suo Cuore. Stai attento perché, pur senza vederlo, dovrai dare il tuo Sì a lasciarti rubare. Accendi dunque tutte le tue 'candele' per conoscerlo in amore e abbracciare l'Amore. Questo è il suo furto perché questa è la sua Proprietà: la sua Carne nella nostra carne, il suo Amore nel nostro amore perché sia UN SOLO AMORE E UN SOLO ALBERO DI VITA IN MARIA MADRE DELL'AMORE. Il tutto avverrà nella stanza dell'Amore, cioè in Eucaristia: Mistero della Carne di Dio nell'uomo come Perdono e Amore, ma sarà Eucaristia piena quando anche l'uomo sarà Eucaristia di Amore e di Perdono per i suoi fratelli. Quest'ora da parte di Dio è già in atto, affrettiamo l'ora da parte nostra andando al suo Banchetto con l'abito nuziale per cenare all'Amore di Dio: "Ecco sto alla porta e busso; se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, entrerò presso di lui e cenerò con lui e lui con me (Ap. 3,20)".

***

8) Domenica 19/12/1993, alla Quercia, ore 20.30, more solito

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce mia, soffri ancora per amore del tuo Gesù, offriti vittima per coloro che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Grazie, figli cari, per essere venuti a consolare il mio Cuore. Non date spazio al mio nemico, non dategli spazio, figli cari!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom (6). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli Angeli e dei Santi, il Figlio della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta col permesso di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo sono qui in mezzo a voi a portarvi il mio Gesù. Figli miei, siate anche voi tabernacoli vivi del mio Gesù, portatelo nel mondo ai figli che non lo conoscono. Figli miei, io vi userò ancora come tabernacoli vivi del mio Amore, della mia Pace e della mia Letizia: vi invio ad andare per il mondo a portare la Luce e la Pace. Figli, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, il mio nemico vuole distruggere questo luogo portando frutti cattivi, ma io invito voi, croci mie, di cancellare il male col vostro amore del mio Gesù. Figlio Mario, Sacerdote del mio Amore e della mia Pace, vai avanti col tuo compito di Giovanni, grida forte il mio Amore, non temere niente e nessuno.* Vi amo! (ndr. detto forte mentre inizio la Consacrazione del Vino) Figlio mio, figlio Mario, vai avanti con la tua missione, niente e nessuno ti farà del male. Tu sei la colonna del mio Amore, porta l'Amore della Croce nei cuori dei tuoi fratelli, dei tuoi figli. Figli miei, non fate piangere il mio Gesù, non fatelo piangere! Oh! figlio Mario, il mio Cuore gronda sangue, non per voi, per coloro che non amano l'Amore della Croce, consola il mio Cuore Trafitto, figlio mio, consolalo col tuo amore, con la tua carità, usa sempre misericordia e perdono: usa nel silenzio, figlio mio, usa il silenzio della Croce e grida la Parola dell'Amore. Non temere niente e nessuno, la mia Luce di Mamma guida i tuoi passi. Vi amo e vi dico grazie per ciò che operate (col tuo spirito, allo scambio di pace). Vi amo, figli miei, e vi benedico col Frutto del mio Grembo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nell'Amore e nella Letizia. Lode lode lode lode (4). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Mio Dio e mio Signore, mio respiro e mio calore, pulisci il mio cuore, rendilo candido dinanzi al tuo Amore, fa' che io possa vivere nella tua Grazia, nella tua Pace per tutti i giorni che tu mi hai riservato. Mio Signore e mio Dio, ti lodo in eterno e sei la Grazia, l'Amore e la Pace. Amen".

9) Mercoledì 22/12/1993, ore 16, a casa col gruppo, more solito

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli Angeli e dei Santi, il Figlio della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta col permesso di Dio Padre io vengo in mezzo a voi. Figli miei, vengo a portarvi il mio Gesù. Figli miei, vengo a consolare i vostri cuori e a donarvi il mio Amore e la mia Pace. Figli, siate pronti e preparati ad accogliere il mio Gesù, fatelo crescere e sbocciare nei vostri cuori. Figli, siate lucerne accese dell'Amore Misericordioso del mio Gesù. Figli cari, allontanate il mio nemico dai vostri cuori ed elargitevi all'Amore del Dio Bambino. Vi amo tutti, figli cari, siate mamme del mio Gesù, portatelo nel mondo. Vi lascio con la mia benedizione di Vergine Immacolata. (Gesù): Sono io, il vostro Gesù, voglio riposare con voi. Spose mie, venite al mio Banchetto di Pace, di Luce e di Letizia, offritemi un posto nei vostri cuori, voglio restare sempre con voi, non distaccatevi dal mio Amore. Voglio spezzare il Pane con voi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* Figli miei, vi amo! presto molto presto libererò i vostri cuori e sarete una cosa sola nell'Amore Infinito. Non temete, creature mie, il Sole della Giustizia è eminente. Vi amo e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Crescete nel mio Amore, siate lampade del mio Cuore Infinito di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Sia lodato il Padre Altissimo. Amen. (Giulia): Ti amo, Gesù, ti amo!"

10) Giovedì 23/12/1993, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giulia): Se sei il mio Gesù, glorifica il Padre. (Gesù): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Siediti. Sono io, il vostro Gesù. Figli, voglio restare con voi, voglio un posto nei vostri cuori. E' al mondo che io chiedo questo: voglio spezzare il Pane con voi. Figli miei, oggi vi invito a venire al mio Banchetto, venite tutti, e fate festa con me: col vostro Gesù che vi ama. Figli cari, non aspettate ancora! il mio Banchetto è qui in mezzo a voi ed io vengo perché vi amo, vi amo! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. Mi dono a te, figlio mio, donami al mondo.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. Mi dono a te, figlio mio, fammi conoscere.* Figlia mia, i calici per te sono sempre più amari. Amami, creatura mia, e perdona coloro che ti trafiggono, amali e guidali sulla strada dell'Amore e della Povertà. Il mio Banchetto è ricco di Amore e di Letizia e presto molto presto faremo festa. IO SONO IL PADRE DELL'AMORE E DELLA VITA ETERNA E VI INVITO AL MIO BANCHETTO DI LUCE E DI VERITA'. Vi amo tutti e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giulia): Ti amo, Gesù! (Gesù): Vi amo anch'io, figli miei! è per questo che vengo. (Giulia): Ti amo, Gesù, ti amo, ti amo!"

***

11) Venerdì 24/12/1993, a casa, ore 10.40, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, io vengo in mezzo a voi in mitezza ed in povertà, non temete la mia venuta. Figli, il mio Amore è cosa grande da avvolgervi tutti quanti. Io sono un Dio di Giustizia e giudico con Amore Infinito. Figli miei, liberatevi dalle cose del mondo, siate piccole culle per un Bambino che viene in semplicità di cuore. Non vi chiedo molto, voglio solo essere accarezzato dal vostro amore: questo è il regalo che io vi chiedo. Figli, io desidero voi più di ogni cosa, non fatemi piangere, aprite i vostri cuori al mio Avvento, spezzate le catene dell'odio e fate risplendere la Luce della Pace nei vostri cuori. Figlia mia, piccola croce, ti amo! sei ancora disposta ad accettare ogni sofferenza? (Giulia): Sì, mio Signore! (Gesù): Coraggio, porta tu la mia Croce per questo Natale, aiutami, figlia mia, prega per i Piccoli Giovanni. Figlia, non preoccuparti, il mio Amore è infinito. Figlia, porta i primi segni del mio Amore (ndr. due croci sui polsi e quindi primo fazzoletto dell'Angioletto con scritta: PACE tra alcune croci ed altro), la mia Luce è su di te. (Giulia): Grazie, Gesù! (Gesù): Ti amo, sposa mia! Vi benedico col mio Cuore di Padre e di Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

12) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 DICEMBRE 1993

ore 15.36, more solito, cioé in crocifissione e sofferenza

Vedo Franco Sola in estasi prima di Giulia: vede una stella, con dentro il presepe: Maria e Giuseppe, ma senza il Bambinello. Vedo pure la sorella di Giulia, Schiavonea, in stato di estasi: lei vede il Lentini. Giulia invece allarga le braccia per ricevere il Bambinello, china la testa per baciarlo, da destra poi si gira su se stessa per dare a tutti il Bambino, poi si ferma, guarda in alto e quindi viene verso di me a consegnare il Bambino, che però non vedo. Giulia mi dirà: "Mi aveva detto di consegnarlo al Sacerdote, l'ho messo nelle tue mani, ma non se l'è ripreso, lo ha lasciato a te". Il significato è evidente: a me in quanto Sacerdote e quindi ai Sacerdoti perché il Sacerdote porta e dona Gesù in modo permanente. Ecco il messaggio:

"(Giulia): Mamma, perdonami se ti chiedo di glorificare. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giulia): Mamma, come sei bella! Mamma, ti faccio gli auguri da parte di tutti. Perdonaci, perdonaci se non sappiamo camminare. (Immacolata): Figlia mia, vi amo e vi ringrazio. Tu, soffri ancora, piccina mia. (Giulia): Sì, Mamma!* (riceve il Bambino e chiede): Che devo fare? (finito il giro chiede ancora): Cosa devo fare? devo consegnare al Sacerdote? (pausa) Mamma, cosa devo fare? devo stringere la Croce? devo stringere la Croce del Rosario? Quale Croce? (pausa): Sì, Mamma! (pausa) Sì, Mamma! (pausa) (pausa) (pausa) (ndr. Giulia mi dirà che è un Sì che riguarda un segreto). (Immacolata): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (13). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, gli Angeli e i Santi e il mio Gesù. Figli cari, oggi per volere di Dio Padre io vengo in mezzo a voi a portarvi la Primizia del Padre (= Gesù). Figli cari, accoglietelo nei vostri cuori, siate bambini perché solo essendo bambini potete capire l'Amore di Dio. Figli miei, immergetevi nella preghiera con più cuore, pregate per il Santo Padre, cullatelo come il mio Bambino Gesù. Figli cari, se riuscite a comprendere il valore della preghiera, formerete corone di Santi Rosari ed annienterete il male. Figli cari, il mondo ancora non vuole comprendere l'Amore del mio Gesù, non riuscite a distaccarvi dalle cose del mondo e per questo satana diventa forte. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato, io vengo in mezzo a voi per rendervi mamme del mio Gesù: vi voglio tabernacoli vivi dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ai figli Ministri mi rivolgo con Materna Bontà: Figli, aprite il cuore al mio Gesù in povertà, in amore, in carità e camminate col Bambino Dio che viene a nascere nei vostri cuori portando Gioia, Letizia e Pace. Figli cari, non indietreggiate dinanzi alla Luce, ma accogliete con amore, accogliete il mio Bambino: viene a chiedere un sorriso, una carezza! Figli miei, io sono Mamma e comprendo i vostri cuori. Figli miei, figli del mio Cuore, io so cosa preme dentro di voi e come Mamma vi dono il mio Cuore, come rifugio vi dono il mio Amore. Non temete, figli miei, insieme vinceremo questa battaglia e l'Amore e la Giustizia trionferà nei cuori e fra le genti. Figlio Mario, Sacerdote santo, benedico il tuo cuore, vai avanti con la tua croce, porta i tuoi fratelli alla Luce del Padre. Grazie, figlio mio, per quello che operi, io sono sempre con te. La tua Mamma ti stringe al Cuore: benedicendo te benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nella Primizia del Padre. Lode lode lode lode lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre piena di Luce, Bontà Eterna del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, consola il mio cuore afflitto, rendilo puro e degno di stare dinanzi alla Luce del Padre. Amen".

Grazie, Mamma!

Non c'è commento per il messaggio di oggi perché è facile per tutti. Ci sarebbe da spiegare i Sì di Giulia, ma fanno parte dei segreti, che non conosco nemmeno io. Sento il bisogno di dire con voi un caloroso grazie alla Mamma perché è ancora in mezzo a noi e sappiamo che lo farà ancora per molto tempo. Grazie, Mamma, per la Luce che ci porti. Grazie, Mamma, per il posto sicuro che ci offri nel rifugio del tuo Cuore. Grazie, Mamma, che ci scegli e ci invii per il mondo a raccogliere i fratelli dispersi. Grazie, Mamma, per averci chiamati a combattere con te la Grande Battaglia dell'Amore. Grazie, Mamma, che vuoi condividere con noi la tua Vittoria contro il tuo nemico: "Insieme vinceremo", tu ci assicuri, "e l'Amore e la Giustizia trionferà nei cuori e fra le genti". Ma oggi: grazie, Mamma, ti diciamo, perché questa vittoria l'hai già realizzata in noi. Il Bimbo che oggi ci hai donato è la Primizia del Padre, ma è pure il tuo Bimbo che cerca sorrisi e carezze di Mamma in noi come in te. E tu sei in mezzo a noi, Madre piena di Luce e Bontà Eterna del Padre, per insegnarci ad essergli mamma e accarezzarlo con il tuo Amore e con l'Amore Infinito del Padre. Grazie grazie, Mamma!