ANNO 1993

 

SOFFERETTI-24

Notizie da Sofferetti-24  n. 91

Lauria, 17 gennaio 1993

 

  Come a Cana: l'Ultimo Vino per le Nozze dell'Agnello

ALLARGHIAMO I CUORI PER RICEVERE LE ULTIME GRAZIE DI DIO

(ultime in senso escatologico)

 

MESSAGGI TRAMITE GIULIA ... DI NUOVO CON LE STIMMATE

1) Giovedì 31/12/1992, ore 10.40, a casa, orale

"Shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, sono la tua Mamma, non spaventarti se mi vedi così. (Giulia): Mamma, cosa ti hanno fatto? (La Mamma): Figlia mia, prega per i Grandi del mondo, prega per la pace che non c'è: i cuori dei figli Grandi del mondo sono lontani dal mio Cuore. Soffro e piango lacrime di sangue perché non vedo aperture di cuori. Figlia, il mondo si rivolge a me solo con le labbra, pochi sono quelli che lo fanno con totalità. Piccoli Giovanni, soffrite ancora per l'umanità e portate il Pane Vivo del mio Gesù. Figli, ancora dobbiamo combattere: pregate per i figli Ministri affinché aprano i loro cuori al mio grido i Mamma ed accolgano la mia Stella come vera Luce. Figli del mio Cuore, la via è ancora lunga e stretta da percorrere: IO SONO LA VOSTRA STELLA. Figlio Mario, Sacerdote del mio Cuore, soffri anche tu per i tuoi fratelli, insegna loro la via dell'Amore. Tu, figlio mio, sei segnato col Sigillo della Verità e dell'Amore di mio Figlio. Vi amo e vi stringo sotto il mio Manto. Amen Amen Amen Amen".

2) Venerdì 1/1/1993, ore 10. 35, a casa, in crocifissione

Nota di Franco: "Il messaggio è avvenuto mentre Giulia ed io, appena recitato il Rosario, assistevamo alla Messa del Santo Padre in TV seduti vicino al fuoco (ndr. perché non c'è stata la Messa in parrocchia). Prima dell'apparizione di Gesù: - Si è presentato l'esserino (copia Franco da quanto ha scritto Giulia) dicendo che ormai è lui il vincitore, che ogni potere è suo, che io devo finirla di pregare ma devo ascoltare ciò che lui dice. Io gli ho detto che amo Gesù e ho alzato il crocifisso e lui è andato via lamentandosi." La registrazione inizia con parte delle parole del Papa e con l'esorcismo a satana:

"Giulia): Amo Gesù, non mi importa quello che dici. Vai via! (apparizione del globo di Gesù, fa un sorriso - annota Franco - e si fa il segno della Croce, e poi continua): *Se sei tu .... (Gesù): Figlia mia, non temere ciò che dice il mio nemico, non temere! Resta dove sei, figlia mia. (Giulia): Parla Gesù al mondo intero. (Gesù): Figli, oggi ancora una volta il mio Cuore viene trafitto, sanguina per l'umanità. Figli miei, cosa devo fare ancora? *Guardatevi intorno: *Figli miei, siete tutti morti! (ndr. E' la visione che spesso hanno i veggenti e infatti senza Dio siamo morti e tale è globalmente il mondo di oggi. Va preso come invito a gridare pietà al Signore per far sì che si trasformi in risurrezione per noi da questo stato di morte e sia, come promesso, il più grande trionfo della Misericordia di Dio.) Non accettate il mio Amore, la mia Pace e la mia Gioia che mando con Maria: LA MADRE SULLA TERRA! Figli miei, formate corone di Santi Rosari: è la Scala che vi sto offrendo per raggiungere la Gioia Eterna. Figli miei, i tempi che verranno saranno ancora più duri! Io vi invito ad amarmi e ad amarvi gli uni gli altri. Figli miei, il mio nemico vuole distruggere ciò che Io sto costruendo nell'Amore e nella Letizia, siate forti nella debolezza, siate forti nel vostro amore! Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore di Agnello Immolato, immolatevi per l'umanità*, immolatevi, figli miei! spogliatevi dalle cose del mondo e vestitevi di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figli, Io sono sempre seduto sulla Roccia a guardarvi e a piangere lacrime di sangue. Piccola Giulia, il calice è colmo, aiutami! aiutami, piccina del mio cuore! (Giulia): Sì, mio Signore! (Gesù): Aiutami! dona te stessa per i tuoi figli. (Giulia): Sì, mio Signore! (Gesù): Figli, vi invito ancora ad una preghiera costante, ad essere misericordiosi con coloro che mi trafiggono e trafiggono i vostri cuori, camminate sempre sulla mia scia e portate il Pane Vivo che è la mia Parola e il mio Amore. Vi benedico sempre col mio Cuore Grondante di Sangue col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen. LODATO SEMPRE SIA IL PADRE ALTISSIMO! Amen"

3) Domenica 3/1/1993, ore 15.40, in crocifissione e sofferenza (a casa e non alla Quercia per l'abbondante nevicata anche a Sofferetti)

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen*. (Giulia): Mamma, perdonami, non sono potuta venire a Sofferetti. Mi perdoni? (Immacolata): Figlia mia, non preoccuparti per questo. Piccina mia*, bevi i calici* che sono colmi, bevili tu per il mio Gesù*. (Giulia): Sì, Mamma!* (Immacolata): shalom shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli Angeli e dei Santi. Figli cari, oggi vi invito ancora una volta a pregare per la pace. Figli, pregate affinché la Luce del mio Gesù entri nei cuori dei Grandi del mondo e lo sappiano amare e riconoscere come vero Dio e Signore. Figli cari, non pensate che ci sia pace, ma ancora c'è molto da soffrire. Figli miei, ho bisogno dei vostri cuori, del vostro Sì alla Luce che Io vi sto portando nel mondo, ma siete in pochi ad accettarla, in pochi ad ascoltare il mio grido di Mamma. Figli Ministri, figli Ministri, mi rivolgo ancora una volta ai vostri cuori bussando come Pellegrina: ascoltate il mio grido, apritemi la porta dei vostri cuori e accettate le ultime grazie (ndr. perché di Pienezza Infinita) che Dio vi sta offrendo. Figli miei, il mio Cuore gronda sangue per l'umanità, apritevi all'Amore Misericordioso, accettate la Luce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e camminate per essa e con essa. Figli miei, piccini del mio Cuore, siate pronti all'Amore di mio Figlio, siate pronti perché l'ora è imminente. Non fatevi trovare senza luce! Io vi sto offrendo il Santo Rosario come scala e mezzo per raggiungere la Gioia Eterna. Fate presto, figli cari! Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che è Gioia, Pace e Letizia. Crescete sempre nel nome della Santissima Trinità. Lode lode lode lode lode (=5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Soffri, piccina mia. (Giulia): Sì, Mamma!

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Infinito Amore, Luce di Eterno Redentore, elargisci la tua Misericordia affinché io possa gridare l'Amore del mio Gesù. Amen" (ndr. è una preghiera che spiega ancora meglio e implora 'le ultime grazie di Dio').

4) Martedì 5/1/1993, ore 17.30, alla Quercia, in crocifissione e sofferenza

E' il mio 58° compleanno, ma a Thurio si commemora anche S. Telesforo, VIII papa e martire, nativo di Thurio, decapitato il 154. Avrebbe introdotto le tre Messe di Natale e il Gloria e, per il Liber Pontificalis, anche il digiuno quaresimale per quattro motivi: a) Per imitare l'esempio di Gesù Cristo e come medicina: perché preserva dal peccato, tiene lontano satana e ottiene grazie da Dio. b) Per presentare a Dio la decima di ogni anno, essendo i 40 giorni poco più della decima parte dell'anno. E' l'offerta del proprio lavoro a Dio per le necessità del suo Regno e per i poveri. Oggi c'è l'8 per mille, ma la decima è di più. Dio gradisce le nostre offerte, ma quando sono come quelle di Abele. c) Per soddisfare la Giustizia Divina per tutti i delitti commessi durante l'anno: il digiuno placa l'ira di Dio ed espia i nostri peccati. Quanti castighi, guerre e ogni male si eviterebbero se scegliessimo l'antidoto del digiuno. c) Per disporci a celebrare i divini misteri: il mistero del Crocifisso Risorto, che è vivente e porta frutti se il corpo non frappone ostacoli: il digiuno distacca appunto dalle cose terrene e fa desiderare quelle del cielo.Forse gli studiosi non hanno risolto ogni problema per attribuire l'introduzione del digiuno quaresimale a S. Telesforo, uomo di Thurio, ma oggi da Thurio, tramite Giulia, donna di Thurio, passa il Crocifisso e l'invito a vivere in modo quaresimale: spogliatevi del mondo, rivestitevi di Croce! E per chi non lo sappia Thurio, che doveva prendere il ruolo della vicina Sibari distrutta da Crotone, si chiamerà Thurio perché costruita vicino alla sorgente 'Thuria'. E oggi 'acqua thuria'dice battesimo di acqua e battesimo di fuoco e sangue. Fu una città interellenica e da essa, sostiene qualcuno, ebbe origine la famiglia di Cesare Ottaviano Augusto: l'imperatore della pace. E da qui, 'dalla donna di Thurio', si annuncia una nuova progenie di uomini e un'era di pace piena ed eterna.

 Ecco il messaggio alla Quercia:

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (=8). Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli Angeli e dei Santi, il figlio della Croce. Figli cari, grazie per essere venuti a consolare il mio Cuore Trafitto. Grazie, figlio Mario, del tuo amore: sii forte sempre! Figlio mio, sono Io che devo ringraziarti per amare il mio Gesù. Figlio mio, sii sempre Sacerdote santo, porta sempre il Pane Vivo ovunque vai, abbraccia la Croce del mio Gesù, porta sulla strada della Luce i tuoi fratelli che vanno sempre più verso la perdizione. Figlio mio, conosco il tuo cuore trafitto, ma non temere, figlio mio! non temere: il mio Spirito e la Potenza di Dio Padre è su di te. Figlio mio, elargisci sempre il tuo amore, cammina con la Croce e per la Croce. Il mio Amore di Mamma è su di te. Figli miei, creature del mio Cuore Immacolato, siate forti perché i tempi che verranno saranno duri, ma Io non vi lascerò: Io sono sempre con voi. Non chiedetevi cosa fare o cosa dire, ma sappiate che l'unica via è la Croce. La Luce di Dio Padre è su di voi e dentro di voi. Figli miei, non dividetevi, non dividetevi! Figli miei, sia la Croce l'unica vostra salvezza, l'unico vostro grido sia rivolto (dice: 'Amen' per la Comunione e ripete: 'sia rivolto') alla Croce. Figli miei, Io vi sto segnando i gradini del Santo Rosario. Non lasciatelo, figli cari: è l'unico mezzo per sconfiggere il mio nemico che vuole distruggere il Progetto di Dio. Figli miei, non temete niente e nessuno, ma innalzate la Croce della Verità e della Vittoria. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che è Pace, Gioia e Letizia. ANDATE IN PACE E OFFRITE IL MIO CUORE ALL'UMANITA'. Lode lode lode lode lode lode (=6). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Infinito Amore, aiutami a camminare sulla via della Croce, aiutami ad essere Croce per l'umanità che non vuole amare l'Infinita Misericordia del mio Signore. Amen".

5) Mercoledì 6/1/1993, ore 9.35, in crocifissione e sofferenza ( nella chiesa di Thurio durante la Messa di don Massimo)

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Shalom shalom shalom shalom shalom (=5). Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Figlio Gesù e il mio amato sposo Giuseppe. Figli cari, oggi vengo in mezzo a voi a portarvi la benedizione di Dio Padre. Figli miei, vengo a portarvi l'unico mezzo di vita e di pace. Figli Ministri, mi rivolgo a voi come Mamma dell'Amore e della Misericordia: Vestitevi di Croce e di povertà, accettate il mio Gesù che viene in mezzo a voi con povertà e semplicità di cuore. Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, coronate il mio Cuore col vostro donarvi alla Croce. Figli miei, i tempi sono duri, il mio nemico vuole distruggere il Capolavoro di Dio, ma voi siete le mie colonne: siate forti, figli miei, siate forti! non lasciatevi travolgere dalle ondate di satana e camminate col Dio Bambino che è in mezzo a voi col suo Amore e con la sua Misericordia. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Camminate e portate il Pane Vivo del mio Gesù. Lode lode lode lode lode lode lode (=7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria".

6) Venerdì 8/1/1993, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli, ancora non volete riconoscermi? Ancora pensate di andare avanti con le vostre intenzioni? Io sono il Dio della Pace e dell'Amore, rifugiatevi nel mio Cuore, ascoltate le mie Parole. Figli, il braccio di mio Padre si è ormai abbassato. Dove andate a nascondervi? Non potete fuggire alla sua Verità: non c'è posto che non entri la sua Luce. Io parlo a voi come amico: disarmatevi dinanzi a Dio, perché voi non siete che un soffio. Cosa volete dimostrare? Sapete che la forza e la gloria è di Dio. Non fatemi più piangere, mi trafiggete sempre! ma il mio Amore è sempre più grande. Io ora vi dico: incominciate ad amarvi con la preghiera. Io sono pronto ad amarvi, vi aspetto sempre con le braccia aperte. Figli, l'ora è vicina: E' IL PADRE MIO, CHE E' AL DI SOPRA DI ME, CHE VIENE CON VOCE DI GIUBILO A LIBERARE I SUOI ELETTI. Siate anche voi pronti! Figlia mia, piccola Giulia, consola il mio Cuore! Oggi mi poggio sul tuo cuore: sii forte, figlia mia! Grande è il mio amore per te. Vai avanti, figlia, perché la mia Luce è su di te. Vi benedico col mio Amore. Amen Amen Amen Amen."

Dopo l'apparizione Giulia si accorge che al costato c'è una grande ferita, mentre le croci sulle due mani sono più evidenti. Si va ripetendo il fenomeno dello scorso anno, iniziato pure nel mese di gennaio. Venerdì prossimo, 17/1, Gesù si appoggerà a Giulia e si formerà una M sull'avambraccio sinistro e sul destro un'ostia con la scritta IHS. Intorno all'ostia, però, quest'anno ci sono 12 raggi. Lacrime e sangue sono grazie e messaggi. Cosa ci vogliono dire le stimmate di Giulia? Vanno apparendo quando ci sono messaggi per i Grandi del mondo e quindi alla pace che non c'è e non si vuole, a causa e per colpa dei Grandi, Gesù dona e richiama la sua Passione, presente nell'Eucaristia, e potenziata dall'intercessione della sua Mamma. Questa è la strada. La segua chi vuole e ama la pace.

7) Domenica 10/1/1993, ore 15.45, alla Quercia, in crocifissione e sofferenza

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Figlia mia, bevi i calici che stanno offrendo al mio Gesù, offriti vittima di espiazione per i Grandi del mondo. (Giulia): Sì, Mamma!* Mamma! Mamma, non piangere! non piangere! non piangere! fammi soffrire ma non piangere!* (Immacolata): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom! (=8) Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli Angeli e dei Santi. Figli cari, piccini del mio Cuore Immacolato e Addolorato, oggi vengo in mezzo a voi a chiedervi ancora una volta col Cuore Grondante di pregare per la pace. Figli cari, non è una ripetizione che Io faccio, ma un invito a pregare per la pace e per i Grandi del mondo. Figli miei, il mio nemico vuole distruggere i progetti di Dio. Voi siate costanti nella preghiera, non dimenticate di appartenere al mio Gesù: vivete il vostro Battesimo (ndr. oggi è il Battesimo di Gesù), vivete in pienezza la Croce del mio Gesù. Non dimenticate i miei messaggi, custoditeli nel vostro cuore: essi saranno il vostro pane e la vostra guida perché è Dio Padre che mi manda in mezzo a voi a portare il Pane Vivo: la sua Parola, il suo Amore e la sua Sofferenza in mezzo a voi. Figli miei, il mio Gesù è pronto in ogni momento ad elargire il suo Amore, è pronto a crocifiggersi per ognuno di voi. Figli miei, siate costanti nella preghiera, sappiate che i tempi che verranno saranno duri, ma la Misericordia di Dio è enorme. Non lasciate mai il Santo Rosario, combattete il male con l'arma della preghiera. Vi amo, figli miei, vi amo! Figli Ministri, accogliete il Pane Vivo, accogliete il mio Gesù che viene in mezzo a voi e vestitevi di Croce e di povertà. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che è Pace, Gioia e Letizia nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e divulgate il Pane del mio Gesù. Lode lode lode lode lode lode lode lode (=8). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre Pietosa, insegnami ad amare, insegnami ad annullarmi dinanzi alla Potenza del mio Amato Dio. Amen".

8) Martedì 12/1/1993, a casa, ore 21.15, in crocifissione e sofferenza

Con Don Pietro Martucci, parroco di Laino Borgo, accompagno don Silvio La Padula, parroco della cattedrale di Cassano Ionio, che desidera incontrarsi con la realtà di Crosia. Passiamo prima da Anna a Mirto, che dietro mio invito si lascia intervistare da don Silvio, mentre don Pietro ci riprende con la cinepresa. Sostiamo poi alla Pietà a Crosia e salutiamo la madre di Vincenzo. Alle Timparelle di Thurio, infine, don Silvio intervisterà Giulia e Franco. Non ho celebrato ancora e prego gli altri di permettermelo. Dico poche parole per la consacrazione ai Due Cuori da parte dei due amici Sacerdoti, e la Madonna, Gesù e tutti gli Angeli e i Santi sono subito in mezzo a noi per sigillare e gioire per la nostra decisione-consacrazione di essere in tutto e per sempre di Dio. Alla bontà degli Ospiti Celesti si aggiunge quella di Giulia e Franco che ci costringono a cenare da loro. Dal trio sacerdotale grazie di cuore agli Uni e agli altri. Ecco il messaggio:

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Piccina mia, bevi i calici che stanno offrendo al mio Gesù, bevi tu, figlia mia, e offriti vittima in riparazione alle offese.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera degli Angeli e dei Santi. Figli cari, oggi vi invito ancora una volta a pregare per la pace. Figli miei, il calice della Giustizia è colmo, siate pronti e preparati alla Grande Luce. Figli, il mio Cuore Immacolato trionferà nel mondo intero e il mio nemico sarà annullato. Siate pronti, figli miei! Colonne del mio Amore, camminate sulla scia che Io vi sto segnando, camminate sulla Verità del mio Gesù. FIGLI MINISTRI*, FIGLI MINISTRI*: SPOGLIATEVI DELLE VOSTRI VESTI, INDOSSATE L'ABITO DELLA POVERTA' E DELL'AMORE. VOI SIETE PARTE ELETTA DEL MIO CUORE, INNALZATE LA CROCE DEL MIO GESU', INNALZATELA, FIGLI MIEI! SIATE FORTI! IL MIO NEMICO VUOLE DISTRUGGERE IL PROGETTO DI DIO. FIGLI MIEI, FORMATE CATENE* (pausa per la Consacrazione). FIGLI MIEI, CAMMINATE SULLA SCIA DEL MIO AMORE, CAMMINATE SULLA VERITA' DEL MIO GESU'. SIATE FORTI FORTI, FIGLI MIEI! IL MIO GESU' E' IMMINENTE A VENIRE IN MEZZO A VOI: SIATE LUCERNE DEL MIO AMORE, DELLA MIA PACE E DELLA MIA LUCE, NON TRAFIGGETE IL MIO CUORE DI MAMMA E DI FANCIULLA. Vi amo e vi benedico in modo particolare: la mia Luce e la mia Potenza scenda su di voi col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Lode lode lode lode lode lode lode (=7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

9) Venerdì 15/1/1993, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"(Giulia): Parla Gesù al mondo: - FIGLI, IL GRANDE SEGNO E' VICINO: LA MIA GLORIA E LA MIA POTENZA SCENDERA' DAI CIELI. NULLA PUO' IMPEDIRE QUESTO. IO VENGO PERCHE' E' GIUNTA LA MIA ORA. Figli, siate pronti perché Io vengo come un ladro nella notte perché nessuno di voi sa l'ora. Figli, Io sto mandando mia Madre a preparare la mia venuta, ma in pochi la state ascoltando. Io vi dico, figli, di liberarvi dai tormenti° di satana e di ascoltare il grido di Maria: ella come umile ancella viene per condurvi al porto tranquillo. Figli, Io sono il Principio e la Fine, la mia Potenza viene da Dio e non vi è altro Dio che possa salvarvi. Figli, Io vi parlo perché vi amo, non fate i sordi, aprite i vostri cuori. Figli miei, non vi aspettano giorni belli, ma combattete perché ne vengono°. Figli, il sole sorge dopo la tempesta e il mondo è circondato di tempesta. IO SONO IL SOLE DELLA GIUSTIZIA, MA NESSUNO MI RICONOSCE! Figlia mia, Io mi appoggio ancora al tuo cuore, consolami, figlia mia! (Giulia): Sì! (Gesù): Vi amo e vi benedico col mio Alito. Amen Amen Amen Amen".

Mentre termino di scrivere questi due ultimi messaggi, domenica 17 gennaio, Giulia mi telefona per dirmi: "Durante la Messa di oggi l'Ostia è diventata Carne". Le chiedo se l'ha masticata e cosa ha sentito. Dice:" Non l'ho masticata, l'ho ingoiata piano piano. Sentivo gioia, ma mi veniva da piangere". E' la II domenica per anno A e il Vangelo ci ricorda: "Ecco l'Agnello di Dio, ecco colui che toglie il peccato del mondo!" E all'Acclamazione al Vangelo: "Il Verbo sì è fatto carne e ha posto la sua dimora in mezzo a noi. A quanti lo hanno accolto ha dato il potere di diventare figli di Dio".