Notizie da Sofferetti-24  n. 94

Lauria, 28 febbraio 1993

 

L'Ora è sconosciuta

MA E' INIZIATA LA PROVA FINALE

PER LA GRANDE MISERICORDIA

 

1) Giovedì 11/2/1993, ore 10.40, a casa, orale

"Shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Figli miei, oggi vi stringo tutti al mio Cuore di Mamma e vi chiedo di fare lo stesso anche voi: anche voi siete mamme ed amando col cuore puro siete tutte mamme del mio Gesù anche voi. Figli Ministri, potete dire: - Figlio mio! -, basta che portate le mani monde dal peccato. Non offendetevi se parlo sempre di voi, sappiate che Io vi amo e sono vostra Madre. La mamma è sempre attenta a ciò che fa il proprio bambino. Io vedo e sento tutto, e molti Sacerdoti mi fanno piangere perché ridono di mio Figlio usando mali modi: giocano col Santissimo! non curandosi di quanto male vi fate voi stessi. Figli miei, satana vuole travolgervi con la sua falsa luce. Io come Madre della Chiesa mando su di voi il mio pianto per lavare il peccato. Io non vi lascio, figli miei! Figlio Mario, amami sempre e spezza sempre il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo".

2) Venerdì 12/2/1993, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, vi ho amato tanto dal Seno di mio Padre da desiderare di venire in mezzo a voi a donare la mia Carne e il mio Sangue per ognuno di voi e ancora in ogni istante Io mi dono per ognuno di voi. Figli, il velo è sceso sulla terra e la coppa è piena. Figli, i tre giorni sono imminenti, siate pronti! il mio Amore è sempre più grande per ognuno di voi: nulla vi accadrà se siete nel mio Cuore. Figli, camminate nel tunnel di mia Madre, fate vostre le sue Parole, pregate e vivete le sante giornate nell'amore e nella letizia, osservate la legge di mio Padre, amatevi gli uni gli altri, non giudicate perché uno solo è il Giudice e il Legislatore, siate pazienti, amate e allontanate il peccato dalla vostra mente e dal vostro cuore. Figli, fatemi entrare nei vostri cuori. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen. Piccola Giulia, voglio stringerti al mio Cuore. Grazie per il tuo amore. (Giulia): Gesù, sono tutta tua".

3) Domenica 14/2/1993, ore 15.50, alla Quercia, in crocif. e sofferenza

L'apparizione della Madonna è preceduta da quella del maligno : "Prima dell'apparizione, scrive Giulia, si è presentato l'esserino, nudo, al mio lato destro, dietro la croce. Diceva che io devo finirla di pregare perché gli do fastidio e che la Donna che io aspettavo è ormai fallita. Io gli ho alzato la croce e lui è scomparso. Sofferetti, 14/2/93". Segue quindi l'apparizione giusta:

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, soffri, soffri e offriti vittima per coloro che trafiggono il mio Gesù. (Giulia): Mamma! Mamma, non piangere! non piangere! non piangere, ti supplico! fammi soffrire, ma non piangere!* (Immacolata): Piccina mia, soffri, anche in questo momento stanno trafiggendo il mio Cuore. (Giulia): Mamma, perdonali! perdonali, ma non piangere! non piangere non piangere!* (Immacolata): Shalom ... shalom! (=17) Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il Figlio della Croce. Figli cari, oggi vi invito a pregare sempre per la pace. Amatevi gli uni gli altri e allontanate il peccato dai vostri cuori. Vivete nell'Amore e nella Grazia di Dio Padre. Figli miei, spezzate le catene di satana che vi portano alla morte e alla perdizione. Figli cari, vivete nell'Amore di Gesù, offritevi vittime per i Grandi del mondo che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli, non offritemi altri dolori, non trafiggete il mio luogo, non trafiggetelo questo luogo dove Io depongo il mio Cuore*. Vi amo, figli miei, vi amo: non voglio perdervi! Figli cari, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, camminate sulla scia che Io vi sto segnando. Figli Ministri, mi rivolgo ancora una volta ai vostri cuori: Amate il mio Gesù, amatelo e vestitevi di Croce e di Povertà. Vi amo e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo che è Pace, Gioia e Letizia. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Lode ... lode (=8). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen (Giulia): Madre dell'Eterna Luce, aiutami a camminare sulla Via del Dolore, aiutami a soffrire per coloro che trafiggono il mio Gesù. Amen. (Immacolata): *Figlia, soffri soffri soffri soffri soffri soffri soffri (=7) in riparazione alle offese recate al mio Gesù in questa giornata: (Giulia): Sì, Mamma!* Mamma, se è possibile cancella cancella!* cancellalo cancellalo cancellalo cancellalo! fammi soffrire, ma cancellalo cancellalo! Mamma, cancellalo!* (Immacolata): Figlia mia, prega molto e fa' pregare affinché Dio usi misericordia".

4) Martedì 16/2/1993, ore 10.40, a casa, orale

"Shalom shalom! Sia lodato Gesù Cristo. Figlia, prega ed offriti vittima per i Grandi del mondo. Figlia mia, pulisci il mio viso. (Giulia): Sì, Mamma! (La Mamma): Figli miei, ancora siete lontani dal mio Cuore, il peccato vi fa allontanare sempre di più e la vostra malattia diventa sempre più grave. Figli, Io vengo in mezzo a voi per guarirvi dal peccato, vengo per lavare i vostri cuori, ma voi non mi ascoltate: i vostri cuori sono acerbi. Chi pensate di essere? Voi senza Dio siete rami secchi e i rami secchi vanno bruciati. Figli, l'ora di Dio è eminente e ciò che è secco va gettato nella Geenna. Non scandalizzatevi della Giustizia di Dio! Io piango perché il braccio di Dio è chino sul mondo, ma le mie lacrime vengono raccolte dai Piccoli Giovanni. Figli miei, figli eletti, non fermatevi, combattete con me l'ultima battaglia, sappiate che queste sono le ultime grazie che Dio vi concede, dopo di che scenderà il suo braccio: l'ora è a tutti sconosciuta, vegliate e pregate! Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo".

5) Giovedì 18/2/1993, ore 21, a casa, in crocifissione e sofferenza

L'estasi dura 45 minuti e Franco annota: "L'apparizione è iniziata durante la recita del Padre Nostro e 10 Ave Maria che recitiamo ogni giovedì alle ore 21.00, uniti con gli altri gruppi di Sofferetti, secondo le intenzioni di Maria". Giulia accompagna in estasi le preghiere, rimane in lungo silenzio, poi dice: "Amen" e continua:

"(Giulia): Mamma, perdonami se ti chiedo di glorificare. (Immacolata e Addolorata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giulia): *Mamma, non piangere, non piangere! (Imm. e Add.): *Figlia mia, il mio Cuore è straziato da mille dolori, i miei occhi grondano sangue, non riesco a fermarli!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom! (=10) Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il Figlio della Croce. FIGLI, L'ORA DEL PADRE E' EMINENTE, LA GRANDE LUCE SI STA ABBASSANDO SUL MONDO INTERO: PRESTO MOLTO PRESTO SARETE PRESENTATI ALL'AMORE DIVINO DI DIO PADRE. Siate forti, figli miei! siate costanti nella preghiera all'Amore di Dio Padre. Figli miei, siate pronti, tenete le vostre lucerne accese. Sono eminenti i tre giorni di buio. Non spaventarti, piccola Giulia, di ciò che vedi: (pausa per una visione). Questo è solo l'inizio, il resto ti sarà consegnato. Soffri e offriti vittima. (Giulia): Sì, Mamma!*

(Gesù): Sono Io il tuo Gesù. Figlio Pasquale (=Franco), dammi da bere, ho sete. (Pasquale, che ascolta, chiede): Cosa vuoi da bere? Vino? (Gesù, che annunciò che avrebbe ribevuto il vino al suo ritorno): Sì, figlio mio (Franco si muove per andarlo a prendere), la mia sete è enorme: ho sete dei vostri cuori. (Pasquale): Vuoi ancora da bere? (Gesù): No, figlio, la mia sete è dei vostri cuori! e sono distanti dal mio Cuore! Ah! quanti dolori! quante sofferenze! Il mio Cuore gronda sangue! Ah! figli Ministri, quante ingiustizie vedono i miei occhi! quante sofferenze! Il mio Cuore ha sete dei vostri Sì mancanti, dei vostri Sì smezzati o donati male. Figli miei, quanto vi amo! quanto è grande il mio Amore per ognuno di voi! Attendo con ansia un vostro sorriso di amicizia, di letizia. E' da tanto che aspetto, ma non lo vedo! Figli miei, Io sono vostro amico, vostro fratello, vostro figlio. Io sono il vostro Signore e vi amo: vi amo senza riserva. Il mio Amore si elargisce sempre di più, ma voi cosa fate? Destatevi dal sonno, abbracciate la mia Croce. La vostra salvezza, la vostra vittoria è in essa: un legno ruvido innalzato al cielo! Non lo gettate, figli miei, quel legno! non lo gettate! non tenetelo di riserva, mettetelo al primo posto, figli miei! Figlio mio Pasquale: Figlio, aspetto dal tuo cuore il tuo Sì totale. Conosco i tuoi dolori e sono racchiusi nel mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figlio mio, conserva nel tuo cuore il tuo dolore e uniscilo alla mia Croce: alla mia Vittoria. Piccola Giulia, Croce Viva del mio Cuore, sii forte ancora! molte ancora saranno le sofferenze, ma tu sopportale per amore mio. (Giulia): Sì, mio Signore! Sì, mio Signore!* (Gesù): Dammi ancora da bere (pausa). Figlio mio, figlio mio, il nettare che tu mi doni, solleva il mio soffrire ché doni con cuore, non è il nettare che Io desidero, ma è l'amore che Io chiedo: i vostri cuori e i cuori dei figli del mondo. Il mio nemico vuole distogliervi dal mio Amore, dalla mia Pace. Ma il Progetto di Dio viene da Fatima e il Cuore Immacolato di Maria trionferà nel mondo intero.

(Il Servo della Croce): Sono io il Servo della Croce. La Luce e la Pace del mio Gesù scenda su di voi e con voi si elargisce nei cuori dei figli dell'Amore e della Pace. Figli miei, il mio cuore è triste: pochi sono coloro che amano il mio Gesù, pochi sono quelli che seguono la Luce Vera dell'Amore di Dio! Quanti dolori! quante sofferenze! I miei occhi non vedono pace, non vedono unione di cuore! Ah figli! popolo del mio cuore, come vorrei vedervi uniti, gioire nell'unico e grande Mistero di Pace, di Gioia e di Letizia! Fate festa con l'Amore di Dio, unitevi al Banchetto della Pace e della Letizia, camminate con la Croce e per la Croce: solo in essa c'è pace e letizia. Figli miei, vi amo, vi amo, vi amo! Il mio cuore si elargisce donandovi il Pane dell'Amore di Dio. Figlio Mario, Sacerdote dell'Amore di Cristo Gesù, offri il Pane Vivo, il pane dei poverelli: offrilo al mondo. Benedici il Pane dei Cieli: benedicilo col Fuoco dello Spirito Santo. Sii forte ancora! Figlio mio, accetta con amore la Croce del mio e del tuo Gesù. Ama sempre la Vergine Maria, amala! Figlio mio, non temere, Io sono sempre vicino al tuo cuore trafitto. Figlio Pasquale, benedico le tue sofferenze, non preoccuparti, figlio mio! La mano di Dio è su di voi, camminate con essa e benedite il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen. Sia lodato Gesù Cristo oggi e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Soffri, piccola sorellina della Croce del mio e del tuo Gesù, in riparazione dei peccati. (Giulia): Sì, fratellino mio! Perdonami se ti chiamo così, ma ti amo."

6) Venerdì 19/2/1993, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, il mio Cuore gronda sangue, i miei occhi non finiscono mai di piangere! Figli, siete tutti corrotti, non vedo pace nei vostri cuori! Fino a quando resterete lontani dalla mia Luce? Non volete vedere né udire. Tremate dove non c'è da tremare e fuggite dove lì c'è la mia Luce. Oh! figli miei, come siete confusi! Anche oggi viene trafitto il mio Cuore: i figli della perdizione sporcano la mia Amata Quercia! Figli, a larghe parole sparlate con mali modi del mio Nome. Oh! figli miei, il vostro parlare sia mite. Può nascere da un odio un fiore? o da una roccia un giglio? L'uno si deve chinare: non si può servire Dio e Mammona. Figli, siate di mia proprietà, lasciate il mondo. Figli miei, il mio Cuore piange per le ingiustizie. Io mando mia Madre a lavare il peccato col suo Amore. Figlia mia, piccola croce del mio Cuore, porta tu la Croce per me. Ti amo, sposa mia, luce del mio Cuore, soffri per me. (Giulia): Sì, mio Signore! (Gesù): Vi benedico con la mia Croce. Amen Amen Amen Amen".

7) Sabato, 19/2/1993, alla Quercia: SATANA SCACCIATO DA S. MICHELE

Giulia vede satana in trono: "20 febbraio, appena arrivati nelle vicinanze della Quercia l'esserino mi dava fastidio e mi ha fatto rimettere. Non lo vedevo. Durante la preghiera sotto la Quercia si è presentato seduto sul trono, nudo, dicendo che quel luogo è suo e non vuole essere disturbato e che la Donna che io prego non viene più perché è fallita. Poi ha aggiunto che presto ci farà una sorpresa. Dicendo questo rideva e in quell'istante San Michele con una spada di fuoco lo ha allontanato".

8) Domenica 21/2/1993, ore 15.40, alla Quercia, in crocif. e sofferenza

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Immacolate e Addolorata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Soffri, piccina mia, offriti vittima per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. (Giulia): Sì, Mamma!* *Soffri soffri, piccina mia, soffri per il tuo Gesù che viene trafitto:* Shalom ... shalom! (=15) Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il Figlio della Croce. Piccini del mio Cuore, oggi vi invito ancora una volta a pregare per la pace. Figli miei, amatevi gli uni gli altri, perdonate coloro che trafiggono il Cuore del mio Gesù, pregate pregate affinché Dio usi misericordia sul mondo intero. Figli miei, sono troppe le offese che vengono recate al mio Cuore e al Cuore del mio Gesù. Figli cari, siate costanti nella preghiera, costanti nel camminare sulle vie che Io vi sto segnando. Figli miei, amate il mio Gesù, amatelo e custodite nei vostri cuori il Pane Vivo. Figli miei, l'ora di Dio Padre è eminente, siate pronti, tenete le lucerne accese, non distoglietevi dalla preghiera. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, siate un'unica famiglia: la Famiglia di Dio Padre. Allontanate da voi il peccato che vi porta alla morte e alla perdizione. Figli miei, il mio Cuore di Mamma gronda sangue! Figli, siete in pochi ad ascoltare la Parola del mio Gesù. Io vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre per portarvi al Trono di Dio, ma in pochi entrate per la porta stretta. Molti di voi sono legati alle cose del mondo e non vogliono vedere e né udire le Parole del mio Figlio Gesù. Figli Ministri, oggi mi rivolgo a voi col Cuore Trafitto: Figli miei, riparate le offese, riparate le offese che oggi vengono recate al Cuore del mio Gesù, riparatele con la preghiera, con la penitenza, offritevi vittime, lasciate gli abiti del mondo e indossate le vesti della Croce e dell'Amore. Figli miei, vi amo, vi amo, ma i miei occhi grondano sangue per ognuno di voi! Vi benedico, figli miei, col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode ... lode (=7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Figli, crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre del Divino Amore, aiutami a perdonare, aiutami ad amare, aiutami a donare il mio cuore per i fratelli che sono in perdizione. Amen. Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù!"

9) Martedì di Carnevale, 23/2/1993, ore 10.30, in crocif. e sofferenza

"(Giulia): Se sei ti glorifica Dio. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Soffri soffri! (Giulia): Non piangere, non piangere!* (Immacolata): Shalom ... shalom! (=12) Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, i Martiri e i Santi, il Figlio della Croce. Figli miei, oggi vi invito in modo particolare alla preghiera. Pregate, figli cari, consolate il mio Cuore di Mamma che viene trafitto da mille dolori. Figli miei, oggi in modo particolare vi chiedo di farmi compagnia. Figli miei, non lasciatemi sola. Figli, non attaccatevi alle cose del mondo perché vi portano alla perdizione e alla morte. Consolate il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. (Giulia): Mamma, devo chiederti alcune cose se puoi rispondere. (ndr. pausa per due chiarificazioni: a) l'uno o l'uomo del 19/2 e dice: l'uno; b) e la scritta sul fazzoletto del 12/2 che è: Je suis l'Immaculée Conception). Grazie, Mamma! (Immacolata): Figli miei, il mio Gesù soffre in questa giornata, ha bisogno del vostro Sì, del vostro cuore. Piccola Giulia, consolalo col tuo amore. *Bevi i calici del mio Dolore. Dimezzali, figlia mia!*

(Il Servo della Croce): Sono io il Servo della Croce. Figli miei, è tempo di camminare nella via stretta. Figli, vi invito ancora una volta a essere lucerne della Croce. Creature del mio cuore, non disperdetevi restate uniti, presto molto presto sarete presentati all'Amore di Dio Padre. E' eminente l'ora di Dio, siate pronti, saldi nella preghiera! Figli miei, vi amo e vi invito ad amare il mio Gesù. Vi benedico con la Croce della Vittoria nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria."

10) MESSAGGI A THURIO E ALLA QUERCIA DEL 24 FEBBRAIO 1993

in crocifissione e sofferenza

I MESSAGGI DEL 24 FEBBRAIO

A) A Thurio, ore 12.55

a) Alla consacrazione ai Due Cuori e imposizione delle ceneri:

"Giulia): Se sei tu glorifica Dio. (La Mamma): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Pausa per una visione segreta). (Giulia): Mamma Mamma, quando dovrò dire questo? (La Mamma): Figlia mia, molto presto dovrai rivelare il tuo primo messaggio al figlio Mario. Oggi tieni nel tuo cuore ciò che hai visto (ndr. diverso dal segreto, dice Giulia). Sia lodato Gesù Cristo, figli cari."

b) Dopo la Consacrazione della Messa:

"Io sono il Buon Pastore: il Pane della Vita Eterna. Figlioletti del mio Cuore Immacolato, unitevi, formate la Grande Famiglia di Dio Padre. Vi amo, figli miei, e voglio abitare nei vostri cuori, concedetemi questa gioia. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel nome della Santissima Trinità. Amen".

B) ALLA GRANDE QUERCIA, ORE 15.38"(Giulia): Mamma, perdonami se ti chiedo di glorificare. (Immacolata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giulia): Mamma, devo fare due passi avanti? (ndr. va avanti) Devo ritornare indietro? (ndr. ritorna dove era) Devo baciare la terra? (ndr. lo fa, baciandola ai miei piedi) Cosa devo fare? A chi la devo consegnare? Devo consegnare la Croce al Sacerdote? (ndr. si avvicina con le mani allargate e mi dice:) LA CROCE E' NELLE TUE MANI. Mamma, posso chiederti il perché di tutto questo? (pausa per altra e diversa visione) *Mamma, Mamma! (Immacolata): Shalom ... shalom! (=39, nuovo record). Sia lodato Gesù Cristo. Sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, la schiera dei Martiri e dei Santi, il Figlio della Croce. Figli cari, oggi vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre a portarvi lo Shalom del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figli cari, vi invito ad essere semplici e puri, vi invito a portare la Croce del mio Gesù con letizia e con amore. Figli miei, i tempi del mio Gesù sono eminenti, presto scenderà in mezzo a voi la Luce e la Pace di Dio Padre, ma sappiate, figli miei, prima di tutto questo avverrà tre giorni tremendi, ma la Grazia e l'Amore del mio Gesù scenderà su di voi e su di voi poserà l'Amore dello Spirito Santo che vi renderà fecondi alla Parola di Dio Padre. Figli miei, figli Ministri, effondo su di voi la Grazia e la Luce del mio Figlio Gesù. Il mio nemico vuole distruggere ciò che è di Dio, ma i figli eletti non saranno toccati. Figli miei, non spaventatevi di tutto questo! siate forti nella preghiera, costanti nell'amore. Figli miei, Io piango lacrime di sangue per tutti voi, ma sono Mamma e vi stringo al mio Cuore (pausa). Offro ad ognuno di voi la Croce del mio Gesù bagnata col suo Sangue Innocente, custoditela nei vostri cuori, camminate con essa e offritevi vittime: distendetevi sul legno della Vittoria e della Pace. Figli miei, figli del mio Dolore, vi amo, figli cari, e desidero i vostri cuori, il vostro Sì, il vostro amore. Figli miei, entrate nel tunnel che Io vi sto segnando col Sangue del mio Gesù, con la mia Parola e col Pane Vivo di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Lode ... lode (=16). Sia lodato Gesù Cristo. Soffri, piccola Giulia, soffri soffri. (Giulia): Sì, Mamma!*

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre del Divino Amore, aiutami ad essere polvere, aiutami ad annullarmi alle cose del mondo, fa' che io possa ispirare all'Amore Infinito di Dio Padre. Amen. Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Trafiggi il mio cuore, trafiggilo ma salva i miei figli! Amen".