Notizie da Sofferetti-24  n. 122

Lauria, 8 aprile 1994  

 

LA SETTIMANA SANTA DI GIULIA

 

E' originale per le ripetute apparizioni nello stesso giorno a chiederle sempre per tre volte amore e disponibilità, con segnatura di fazzoletti e messaggi brevi che scriverà lei dopo l'apparizione.

***

1) Visione di Domenica delle Palme alla Messa a Thurio (27/3/1994)

"27 marzo, chiesa di Thurio, ore 9.30 circa. Durante la benedizione delle palme, mentre i Sacerdoti (perché c'è il diac. Giorgio, egiziano che studia a Potenza) entravano per recarsi all'altare, io vedevo Gesù dinanzi ai Sacerdoti tutto vestito di bianco con una grande luce che lo seguiva. Portava una croce tra le mani: la Croce era grande e tutta sbocciata di fiori. Gesù è rimasto in mezzo ai Sacerdoti fino alla Comunione, poi è andato via, uscendo e andando verso la sacrestia".

2) Domenica 27/3/1994, ore 15.45, alla Quercia, more solito

"(Giulia): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Addolorata): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, anche in questa giornata bevi i calici dei miei Dolori, bevi in riparazione delle offese che recano al mio Cuore e al Cuore del mio Gesù.* (Giulia): Sì, Mamma!* (Addolorata): Bevi e offriti vittima.* (Giulia): Mamma, cosa hanno fatto al tuo vestito? perché è macchiato di sangue?* (Addolorata): Prega, creatura mia, prega: bevi i calici!* Shalom (19). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli, i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a portarvi la Luce Vera del mio Gesù: VENGO A SCHIARIRE IL MONDO CON LA CROCE DELLA VERITA' E DELLA VITTORIA. Figli cari, non staccatevi da essa. IO VENGO IN MEZZO A VOI A PORTARVI IL PANE VIVO, LA PAROLA CHE DURA IN ETERNO, PER LA VOSTRA SALVEZZA. Figli cari, preparate i vostri cuori, preparateli per la Pasqua del mio Gesù che viene in mezzo a voi vivo e reale, offrite i vostri cuori, offriteli in pienezza! offritevi vittima per i Grandi del mondo. Pregate, figli cari, per i figli emarginati, per i figli drogati, per i figli che non conoscono la Luce del mio Gesù. Siate pronti e preparati, figli cari: spezzate le catene di satana! spezzatele, figli miei, perché lui vuole la guerra, ma il mio Cuore Immacolato trionferà: E' DA FATIMA CHE IO PORTO IL SEGNO DELLA PACE E DEL SANTO ROSARIO. Pregate senza sosta, ma soprattutto immergetevi nella preghiera. Figli miei, svuotate i vostri cuori dall'odio e amate amate amate con l'Amore della Croce. Vi amo tutti e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo. Soffri soffri!* Scenda su di voi la Pace e l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. CRESCETE E MOLTIPLICATEVI NEL NOME DELLA CROCE. Amen. Lode (4). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

3) Lunedì Santo 28/3/1994, a casa (due apparizioni)

a) La prima alle ore 10.40: "Ore 10. 40, 28 marzo. Sono stata chiamata da Gesù e dalla Madonna. Sono andata nella stanza dell'altare, c'era anche l'angioletto, ed io come sempre li ho invitati a glorificare e l'hanno fatto. Poi Gesù mi ha abbracciata, come pure la Madonna, mentre l'angioletto mi guardava. Poi Gesù per tre volte mi ha chiesto se li amavo e se volevo soffrire per le loro intenzioni ed io ho risposto di Sì. Ad ogni mio Sì l'angioletto asciugava il sangue, che io vedevo uscire dal costato, dalla spalla destra, dai piedi e dalle ginocchia, e dalla fronte. Gesù e la Madonna mi hanno benedetta e sono andati via con un canto angelico che ripeteva alla fine: Amen!"

b) La seconda alle ore 15: "Alle 15 è apparso di nuovo Gesù, la Mamma e l'angioletto mentre io pregavo, e Gesù mi ha chiesto per tre volte se volevo salvare anime ed io per tre volte ho risposto di Sì e l'angioletto asciugava il sangue. Poi mi hanno benedetta e sono saliti in cielo con la musica celestiale. Il sangue usciva dai piedi".

4) Martedì Santo 29/3/1994 (tre le apparizioni)

a) La prima alle ore 10.40: "Ore 10.40, 29 marzo. E' apparso Gesù e la Mamma. C'era l'angioletto. Gesù mi ha salutato con la parola Shalom e anche la Mamma. Poi per tre volte mi ha chiesto se li amavo ed io ho risposto di Sì e Gesù ha aggiunto: - Offriti vittima per i Grandi del mondo -. Il sangue veniva asciugato ad ogni mio Sì da tutte le parti. Mi hanno benedetta e sono saliti in cielo con canti celestiali. "

b) La seconda alle ore 14: "Ore 14. Gesù è venuto di nuovo con la Mamma e l'angioletto e per tre volte mi ha chiesto se volevo salvare anime ed io ho risposto Sì per tre volte e l'angioletto asciugava il sangue che usciva dai piedi. Gesù e la Mamma mi hanno benedetta e sono saliti in cielo con gli Angeli che suonavano delle trombe".

c) La terza alle ore 15: "Alle ore 15 Gesù è venuto di nuovo con la Mamma e per tre volte mi ha detto se volevo far la sua volontà ed io per tre volte ho risposto di Sì e l'angioletto asciugava il sangue che usciva dai piedi. Mi hanno benedetta e sono saliti in cielo con canti melodiosi".

5) Mercoledì Santo 30/3/1994 (tre apparizioni)

a) La prima alle ore 9.30: "Ore 9.30, 30 marzo, mercoledì. Gesù è apparso con la Mamma e l'angioletto e per tre volte mi ha chiesto se li amavo ed io per tre volte ho risposto di Sì e l'angioletto asciugava il sangue da tutte le ferite. Mi hanno benedetta e sono andati in cielo con canti celestiali."

b) La seconda alle ore 10.40: "10.40. Gesù è venuto di nuovo con la Mamma chiedendomi ancora se li amavo per tre volte ed io ho risposto di Sì per tre volte e l'angioletto asciugava il sangue dai piedi. Poi sono saliti in cielo benedicendomi e con musica melodiosa".

c) La terza alle ore 13.30: "13.30. Gesù è venuto di nuovo con la Mamma e per tre volte mi ha chiesto di nuovo se li amavo ed io ho risposto per tre volte Sì e l'angioletto asciugava il sangue che usciva dai piedi. Poi sono andati via in cielo benedicendomi e con canti celesti".

6) Giovedì Santo 31/3/1994 (una sola, ma poi ci sarà la Cena)

a) Quella del mattino ore 10: "Ore 10, 31 marzo. Gesù è apparso con la Mamma e l'angioletto e ancora una volta mi ha chiesto per tre volte se li amavo ed io per tre volte ho risposto di Sì. Ad ogni mio Sì l'angioletto asciugava il sangue da tutte le ferite. Mi hanno benedetta e sono saliti in cielo con suoni di tromba".

b) La Cena di Gesù alle ore 21.04, more solito: "(Giulia): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Gesù): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Sono io, sono il vostro Gesù. Figlio Pasquale, offrimi un pezzo di pane e un bicchiere di vino (pausa). Figli miei, voglio riposare con voi: voglio stare con voi. Figli miei, non lasciatemi solo, fatemi compagnia, la mia anima è triste fino alla morte, vegliate e pregate. Figli cari, io vengo a portare la Pace, l'Amore e la Giustizia. Il Segno è qui in mezzo a voi, la nostra amicizia dura in eterno. Bevi, croce mia!* (Franco: - Giulia beve per sette volte al bicchiere e poi lo dà a me e, dopo aver bevuto anch'io, lo vuole di nuovo, ne beve un po' e poi me lo ridà. - ). Ecco il segno della nostra amicizia, bevi ancora!* Figli cari, voglio spezzare il Pane con voi, voglio far festa con i vostri cuori. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DELLA NUOVA ALLEANZA.* Sposa mia, sii forte ancora! (Giulia): Gesù, aiutami! (Gesù): Non ti lascio, non temere, ma sii forte: immolati per l'umanità! Siate pronti e preparati alla Luce Eterna che viene a rischiarare le tenebre. Vi amo e verrò ancora a spezzare il Pane con tutti voi, ma non lasciatemi solo, fatemi compagnia. VOI, FIGLI MINISTRI, AMATEMI IN QUESTA NOTTE: amatemi e restate nel mio Cuore! Vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giulia): Ti amo, Gesù, ti amo! (Gesù): Coraggio, sposa mia, ti amo anch'io, ti abbraccio al mio Cuore. (Gesù o Giulia o entrambi): Ti amo, ti amo, ti amo!"

7) Venerdì Santo 1/4/1994

Negli anni scorsi il Venerdì Santo solo Franco faceva compagnia a Giulia, eccetto quello del 13 aprile 1990 quando ci chiesero di trascorrelo insieme nella chiesa diruta di S. Elia a Lauria. Quest'anno siamo in 11, e per breve tempo 12. Insieme a loro e me ci sono: mia sorella Teresa con Anna, Angelo Rocca (con telecamera: 0981/81133), Paola, Regina, Pina, Angela Marseglia (tutte 'bimbe' del gruppo di preghiera), Schiavonea (arrivata verso le 11) e per un po' Peppino, alias 'Cicero'. Come si svolge questa Passione mistico-invisibile da parte di Gesù ma anche mistico-visibile in Giulia? Giulia viene chiamata nella stanza delle apparizioni, dove le viene ancora chiesto per tre volte di amare: che oggi significa partecipare all'immolazione di Gesù. Una particolare musica, incisa nel registratore di Franco, conclude la chiamata. La Passione è iniziata con la fuoriuscita di sangue dai piedi, asciugato da Regina con un fazzoletto, che non viene segnato ma che Regina conserverà come ricordo di questo Venerdì Santo. Segue lo scontro con satana, che per scoraggiare Giulia e allontanarla dai passi della Croce si presenta sei volte, di cui cinque prima del mio arrivo, ma non ottiene niente. A questo punto, verso le 8, come il Cireneo a Via Crucis iniziata, arrivo anch'io. Saluto Giulia, che presto si alza e va a letto perché iniziano le grandi sofferenze, tra cui quattro gridi "per i chiodi, dirà Gesù il 7 c.m., che entravano e uscivano". Che aiuto daremo al Sofferente Gesù nella 'Sofferente Giulia'? Compagnia e preghiere: il Rosario del Padre con le Litanie del Padre di Eugenia Ravasio, ad ore diverse tre volte i Misteri Dolorosi, Adorazione Eucaristica (avevo con me 12 Ostie), consacrazione del mondo ai Due Cuori e della Russia al Cuore Immacolato di Maria, il Passio di Giovanni, Adorazione della Croce, Comunione, Via Crucis e canti.

LA PASSIONE DI GESU' IN GIULIA

Ore 6.50: Franco: - Giulia viene chiamata nella stanza dell'altare, apparizione della Madonna e Gesù senza l'angioletto. La Madonna e Gesù gli chiedono per tre volte se li amava e lei ha risposto tre volte sì, e ai sì usciva sangue dai piedi, che finisce sulla scarpa -. Mentre Giulia risponde a Franco su quanto chiestole, si sente la musica celeste incisa nel registratore, che Franco ignaro stava disazionando.

Ore 7.10 (stanza da letto): I comparsa di satana. Giulia: "No! no! no! no! vai via! vai via! No!" A Franco dice: "Mi ha fatto vedere un incidente (di macchine). C'erano le bimbe che morivano tutte".

7.20: II comparsa di satana. Giulia: "No! no! vai via, vai via, vai via! vai via, vai via! amo Gesù, vai via!". Franco: - Cosa ti ha fatto vedere? - Giulia: "Voleva stringermi (= abbracciare, mi dice)."

7.30: III comparsa di satana. Giulia: "Vai via! vai via! vai via! il mio Dio viene, vai via! inginocchiati ai piedi della Croce, il mio Gesù viene!" Franco: - Se n'è andato? ha detto qualche cosa? - Giulia: "Ha detto che Dio mi ha abbandonato, non viene."

7.40: IV comparsa di satana. Giulia: "Vai via! di nuovo sei venuto, vai via! vai via! non mi importa di morire, amo Gesù, vai via! vai via! vattene, vattene, vattene! inginocchiati ai piedi della Croce!" Franco: - Che ha detto? - Giulia: "Che mi fa morire."

7.45: V comparsa di satana (ndr. il latrato registrato è di SCOTTY, il cane di Giulia: sente forse di aiutare la padroncina!). Giulia: "Vai via, vai via! vai via! amo, Gesù, vai via! non sei principe di niente, vai via!" Franco: - Se n'è andato? cosa ha detto? -Giulia: "Che lui è il principe."

Ore 9: LA MADONNA COL SANTO PADRE ... su qualche croce!

(Giulia): Mamma, Mamma, che hanno fatto al Santo Padre? cosa gli hanno fatto al Santo Padre?* (La Mamma): Figlia mia, prega per lui e bevi i calici.* (Giulia): Sì, Mamma, ma non lasciarmi! non lasciarmi! (La Mamma): Non temere, ti aiuterò, non ti lascio, sono qui insieme a te".

Ore 9.10: SUPPLICA ALLA MAMMA PER I SACERDOTI ... in pericolo!

"(Giulia): Mamma! Mamma! Mamma! Mamma, fermali!* fermali! Mamma, Mamma! (e più forte) Mamma, salva quelle anime, fermale! Mamma! Mamma! Mamma, sono Sacerdoti, fermale!* (La Mamma): FIGLIA MIA, IL FIUME DEL SANGUE SCORRERA' NEL MONDO. LA CHIESA TUTTA SARA' MOLTO PROVATA. Voi, Piccoli Giovanni, offritevi vittime, consolate il Cuore del mio Gesù. Hai sanguinato, figlia mia: col tuo sangue hai coronato i figli che non mi amano e non conoscono il mio Gesù. Il sangue darà altri frutti: laverà il peccato. Sii forte ancora, croce del mio Cuore. Sono qui, non temere".

Ore 9.40: VI comparsa di satana. (Giulia, alzando il piccolo crocifisso del Lentini dice 10 volte: Vai via! e con autorità gli ordina di inginocchiarsi alla Croce): "Vai via! vai via! vai via! vai via! vai via! vai via, vai via, vai via, vai via! vai via! inginocchiati davanti a Gesù! inginocchiati davanti a Gesù! non mi importa che mi fai morire, amo Gesù, non mi importa, vai via!"

9.45: ECCO GESU' PER LA VITTORIA E PER CHIEDERE AIUTO

"(Giulia, dopo amare bevute): Gesù! Gesù! Gesù, cosa ti hanno fatto?! (lamenti e primo grido) non lasciarmi! non lasciarmi! non ce la faccio, non lasciarmi! (Gesù): Figlia mia, aiutami a portare la Croce, aiutami a sollevare il mondo che sta andando in perdizione. MOLTO SANGUE SCORRERA' ANCORA PRIMA DELLA VITTORIA, MA IO VERRO': VE L'HO PROMESSO. PICCINI MIEI, IO VERRO' NELLA PACE E NELLA LETIZIA, CONSOLERO' IL CUORE DEI MIEI SACERDOTI E IL CUORE DI OGNUNO DI VOI. Soffri ancora, anima mia! (Giulia): Sì, Gesù, ma stammi vicino, non lasciarmi!*"

Ore 9.50: LA MAMMA INCORAGGIA GIULIA AD ANDARE AVANTI

"(Giulia, dopo lamenti, bevute, pianto e secondo grido): Mamma, Mamma, Mamma, non mi lasciare! Mamma, Mamma, Mamma, Mamma! (La Mamma): Figlia mia, guarda con quale prepotenza^ Dio Padre ti ha graziato: porta la Croce del Figlio suo. Ama, figlia mia, ama e vai avanti con i tuoi dolori, consola il Cuore del mio Gesù, soffri per l'umanità. (Giulia): Sì, Mamma, ma non mi lasciare! (La Mamma): Non temere, non ti lascio, siamo qui con il mio Gesù". ^ Dal latino praepotentia: sommo potere.

Ore 10.10: GESU' SOLENNE E GRANDE SULLA CROCE

"(Giulia): Come sei grande! Gesù, come sei grande! Guardaci da lassù, guardaci! Gesù, sei grande! Non dimenticarti, non dimenticarti dei Sacerdoti! li metto nel tuo Cuore, falli camminare sempre sulla tua via. Come sei grande! Gesù, vieni veramente come ci hai promesso? (Gesù): SI' IO VERRO' COME VI HO PROMESSO, MA NON SAPETE NE' L'ORA NE' IL GIORNO. SIATE PRONTI PERCHE' E' EMINENTE LA MIA VENUTA! IL CUORE DI MIA MADRE TRIONFERA' E L'ODIO E IL MALE SARANNO ANNIENTATI E DALL'ALTO DELLA CROCE SORGERA' IL SOLE DELLA GIUSTIZIA. Soffri ancora, sposa mia, soffri! (Giulia): Sì, Gesù, ma stammi vicino!* Gesù, perché il tuo sangue non cade per terra? (Gesù): L'hai già divulgato per il mondo. Hai lavato col Sangue dell'Agnello Immolato l'umanità (credo dei fazzoletti che hanno raggiunto tutti gli angoli della terra). Gli Angeli lo raccolgono, per questo non cade per terra. (Giulia): Come sei bello, Gesù! (sorride, alza la destra e chiede): Ti faccio male se ti accarezzo? (Gesù): Fallo pure, sono i peccati quelli che mi fanno male* (dà la carezza, poi si porta le dita sulle labbra e manda un bacio a Gesù). (Giulia): Non andare via, Gesù, resta qui! (Gesù): Non temere, non vado via!"

10.35: BIMBI IMMOLATI E VISIONE DELLA VIA DELL'AMORE E DELLA PACE

"(Giulia, dopo bevute amare e mentre sono al Sitio e alle Preghiere Universali): Gesù, Gesù, come sei grande! (Gesù): *Figlia mia, immolati ancora una volta per l'umanità: immolati! (mentre prego per i Governanti e consacro ai Due Cuori l'umanità, Giulia soffre ed emette il terzo grido) (Giulia): Gesù, Gesù, ti supplico, salva i bambini, non farli cadere, non farli cadere in quel fuoco! fammi soffrire ancora ma salva i bambini! salvali, Gesù, salvali! (Gesù): Figlia mia, molti di questi bimbi si immoleranno per la salvezza del mondo: il loro sangue laverà ciò che i Grandi hanno sporcato. Tu, piccina mia, resta sempre legata alla Croce. (Giulia): Sì, Gesù! tu non lasciarmi! Ti amo, Gesù! (mentre faccio la Consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria, a Giulia appare una via e chiede) Gesù, cos'è quella via? (Gesù): FIGLIA MIA, E' LA VIA DELLA PACE CHE IO STO SEGNANDO: IL SEGNO DELL'ALBERO VIVO. PRESTO CAMMINERETE QUESTA VIA DELL'AMORE E DELLA PACE. Soffri ancora, croce mia! (Giulia): Sì, Gesù, ma stammi vicino!"

Ore 11.30: ALLA COMUNIONE LA MAMMA RACCOMANDA ANCORA IL SANTO PADRE

E GESU' A CHI E' CON LUI: IO VERRO' E MI POGGIO SU DI VOI!

"(Giulia)*: Mamma! (La Mamma): Figlia mia, prega ancora e soffri per il Santo Padre. (Giulia): Sì, Mamma!* (Gesù)°: Mia luce e mia pasqua,^ miei tabernacoli di Luce,^ gioite gioite! innalzate i vostri cuori al Figlio dell'Uomo che sale: Io svetto la Grandezza del Padre. (Gesù)°: Mia gioia e mia letizia, mie perle, pietre vive del mio Amore, restate sempre uniti, non dividetevi! Io verrò e mi poggio su di voi perché siete le mie rocce. Aspettatemi!" ^In quanto tabernacoli di Luce siamo sua luce e sua pasqua.

GESU' PIANGE, GIULIA LO CONSOLA!

"(Giulia): Gesù, perché piangi?* perché piangi, Gesù?* perché piangi, Gesù?* Gesù!* (Gesù): Ah! figlia mia! piango sull'umanità! piango perché sono solo! (Giulia): Gesù, noi ti facciamo compagnia!* (Gesù): Soffri ancora, croce mia, soffri! (Giulia): Sì, Gesù! (soffre) Gesù, perché piangi? (Gesù): Figli miei, non lasciatemi solo, non rinnegate il mio Amore! (Giulia): Gesù, non piangere, io ti amo, non ti lascio! non piangere! riposati, la porto io la Croce, la porto io! (Gesù): Grazie, piccina mia, soffri ancora! (Giulia): Sì, Gesù!" (soffre con pianti e lamenti acuti)

***

Vanno ora scorrendo i colloqui senza specificare l'ora perchè Franco non annota. Avremo però una pausa verso le 13.30. Ne approfittiamo per un po' di pane e ricotta. Giulia è a digiuno, ma l'obbligo a prenderne un bocconcino: al posto dell'aceto!

OBBLIGATO IL SEGNO DEL MAR ROSSO VERSO LA LIBERTA'

"(Giulia): Gesù, Gesù, Gesù, ferma quel segno! ferma quel segno! (Gesù): Figlia mia, prega e offriti ancora vittima! Il segno che vedi si deve adempiere affinché il Progetto del Padre trionfi nel mondo. Soffri e bevi!" (soffre, quarto grido e bevute) (Giulia): Gesù, come sei grande! come sei grande! abbraccia il mondo, abbraccialo col tuo Amore. (Gesù): Sì, piccina mia! Vieni, immergiti nel mio Cuore: insieme salveremo l'umanità nell'Abbraccio dell'Amore! (Giulia): Ti amo, Gesù, ma non lasciarmi! (Gesù): Non temere, non ti lascio, soffri ancora! (Giulia): Sì, mio Gesù!" (lamenti)

GESU' PRINCIPE SULLA CROCE

Dalle ore 14.15 alle 14.45: (Giulia): Gesù, abbi pietà! pietà, Gesù, pietà per la mia anima, pietà per i miei e i tuoi figli, pietà per coloro che trafiggono il tuo Cuore! Ti amo, Gesù, perdona i miei tanti peccati! (Gesù): Figlia mia, non vedo alcun peccato, sei la mia croce viva, il mio amore, il mio gioiello prezioso. (Giulia): Gesù, non merito questo, non so far nulla! Non lasciarmi, Gesù! (Gesù): NON TI LASCIO! IL PRINCIPE SVETTA SULLA SUA CROCE E SEI BAGNATA DAL MIO SANGUE: IL MIO SANGUE CANCELLA OGNI ERRORE, OGNI INGIUSTIZIA. IO SVETTO LA VITTORIA DELLA VITA ETERNA E VI RENDO LIBERI DALLA SCHIAVITU': VI SEGNO COL SEGNO SANTO DELLA VITTORIA. (Giulia): Gesù, come sei grande! come sei grande! (Gesù)°: PADRE! PADRE! PADRE! PADRE! (Giulia): Gesù, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo (=21)! (Gesù): PADRE! PADRE! PADRE! PADRE! (bevute) TUTTO E' COMPIUTO! NEL CUORE DEL PADRE IO METTO L'UMANITA'. Siate forti, aspettatemi, IO VERRO'!"

8) Domenica di Pasqua (3/4/1994)

a) Visione alla Messa a Thurio, ore 10 circa: "3 aprile, chiesa di Thurio. Durante la Comunione al posto di don Massimo c'era Gesù e la Madonna che davano la Comunione. Gesù nella mano sinistra teneva una fiammella accesa e con la destra donava la Comunione".

a) Alla Quercia, ore 15. 45, con leggera crocifissione: "(Giulia): Mamma, scusami se ti chiedo anche oggi di glorificare, ma se sei tu glorifica Dio. (La Mamma): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Amore.* Shalom (7). Sia lodato Gesù Cristo. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a portarvi il mio Amore, sono qui col mio Gesù, con gli Angeli e i Santi. Figli cari, oggi vi invito ad amare, ad essere creature nuove nell'Amore Vivo di Gesù Risorto, fate sbocciare i vostri cuori: figli cari, rinnovateli nell'Amore del mio Gesù e della Pace. Figli cari, siate in pace gli uni gli altri e amate amate amate con cuore perché solo amando si raggiunge la Gioia della Croce e del Gesù Vivo in mezzo a voi. Figli cari, io vi esorto di lasciare le cose del mondo e di legarvi all'unico tesoro che è nei cieli: aspirate alla Santità, camminate sulla via che porta all'Amore e alla Pace del mio Gesù. Figli miei, io vi amo tutti e desidero la vostra salvezza: è per questo che io vengo, è per questo che io cammino Pellegrina con la Croce di mio Figlio. Amate, figli cari, amate i vostri nemici, amate coloro che trafiggono i vostri cuori, siate creature nuove della Misericordia di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Il mio Progetto viene da Fatima e si adempirà perché i tempi del mio Gesù sono eminenti. Figli, vi amo e vi stringo al mio Cuore e vi dono il mio Gesù. (Gesù): Sono io, il vostro Gesù, il Gesù dell'Amore, il Gesù della Pace. Voglio riposare con voi: voglio spezzare il Pane Vivo con voi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DELLA NUOVA ALLEANZA.* Ecco, figli miei, mi sono donato a voi in pienezza, restiamo uniti perché io non voglio lasciarvi. Figli cari, tempi duri ancora verranno, ma il mio Amore e la mia Misericordia non vi abbandona. Pregate pregate pregate e siate uniti al mio Amore. Vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giulia): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Gesù): Vi amo anch'io, figli miei!"