Notizie da Sofferetti-24  n. 130

Lauria, 17 agosto 1994  

 

"Non andate di qua e di là

ma siate certi che

IL MIO GESU' VERRA' NEL SILENZIO DELL'AMORE"

(mess. del 2/8/1994)

1) Martedì 26/7/1994, a casa, ore 10.40, orale

"Shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, consola ancora il mio Cuore di Mamma col tuo amore. Figlia, prega per i Grandi della Casa di mio Figlio. FIGLI, E' TEMPO DI AMARE DIO E DI ENTRARE NEL SUO CUORE COME RIFUGIO. Figli, non spaventatevi per le cose che sentirete e vedrete, non lasciate l'Amore di Dio, il mio nemico usa ogni cosa per farvi lasciare l'Amore e la Verità della Croce, ma voi siate santi, percorrete la Via del Dolore^ perché solo in essa c'è la gioia della Vita Nuova. Figli, lasciate le cose del mondo perché quelle saranno annientate col male e con l'odio del mio nemico. Figli, legatevi alle ricchezze del cielo che durano in eterno. Figli cari, siate forti in questi mesi, pregate pregate pregate, io sono sempre al vostro fianco, non vi lascio. Tu, piccola croce mia, soffri ed offriti vittima per i peccatori, bevi sempre i calici amari del mio Gesù, porta tu la Croce per lui. Vi amo tutti e vi benedico col mio Cuore di Mamma. Sia lodato il Nome di Gesù. Amen Amen Amen Amen".

^ "Signore, toglimi tutto ma non le sofferenze", diceva P. Pio.  DIO E' PIU' NELLA SOFFERENZA CHE NEI MIRACOLI!

2) Giovedì 28/7/1994, a casa, ore 21.04, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Siediti, sposa mia. Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a far festa con ognuno di voi, voglio spezzare il Pane con ognuno di voi. Figli cari, siate forti per i tempi che verranno. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno della nostra amicizia. Ecco, figli cari, voglio far festa con ognuno di voi, ma piango perché sono solo: figli miei, fatemi compagnia!* Tu, sposa mia, bevi i calici dei miei dolori, bevili* ed offriti vittima per i Grandi del mondo che trafiggono il mio Cuore. Figli miei, siete in pericolo (= per il finale attacco satanico di odio, distruzione e morte) ed io vengo col mio Amore e con la mia Pace. Ora bevi.* (Giu): Gesù, è amaro! (Ge): Sì, sposa mia, è amaro perché io soffro per l'umanità. Ora mangia.* Ecco, la nostra amicizia è piena perché io mi dono ad ognuno di voi. Io mi dono con larghe misure perché vi amo e non voglio perdervi. Spose del mio Cuore, perle preziose, elargite i vostri cuori al mio Amore. Figli miei, vi ripeto ancora una volta di amare, perdonare e usare carità. Siete in pericolo e solo amando e perdonando potete sconfiggere il male. Ora io voglio far festa e donarvi il mio Cuore. Il mio Banchetto è qui in mezzo a voi, venite, figli, e fate festa. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* RIEMPITEVI DEL MIO AMORE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi in riparazione delle offese.* (giu): Sì, mio Gesù! (Ge): ORA IL NOSTRO AMORE E' UN'UNICA COSA, siate santi, figli cari, come io sono santo, amate e perdonate come io perdono ognuno di voi. Figli miei, io vedo i vostri cuori e col mio Amore benedico ognuno di voi. Figli miei, non preoccupatevi per i vostri corpi, siate legati all'Amore del Padre mio perché i tempi che verranno saranno duri e solo con l'Amore sarete salvi. Figli miei, lasciate le cose del mondo perché vi portano alla perdizione e alla morte, unitevi al mio Amore che è Vita Eterna. Figli cari, il Banchetto dell'Amore è in mezzo a voi ed io mi sono donato con Pace, Amore e Misericordia. Aspettatemi, io verrò ancora a spezzare il Pane con ognuno di voi, aspettatemi, aspettatemi! E tu, croce mia, soffri ancora in silenzio come tu sai fare. IO VERRO', IO VERRO', IO VERRO'! Ora vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose mie, aspettatemi e non temete, pregate per i figli Ministri. Io vi bacio col Bacio del mio Amore, accoglietelo e custoditelo nei vostri cuori. (Giu): Gesù, cos'è quel sangue? (Ge): Non temere, prega ed offriti vittima.* (Giu): Gesù, non puoi fermarlo? (Ge): No, figlia mia, si deve adempiere, prega ed offriti vittima,* non spaventarti per il sangue. (Giu): Gesù!"

3) Venerdì 29/7/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli miei, i vostri agire non sono buoni. Figli, convertitevi e cercate i beni che vengono dal mio Cuore. Figli, convincetevi che voi senza di me non potete far nulla: non violentatevi con le vostre mani! Io vi amo, siete di mia proprietà, ma mi negate i vostri cuori. Volete costruire senza di me, ma non reggete perché senza l'Amore non si può reggere nulla. Figli Grandi della Casa del Padre mio, sappiate che io verrò come ho promesso. Cosa farete? Dove vi nasconderete? Io non sono un Dio di vendetta, non vi dico questo per vendicarmi: vi invito con Amore di Padre a ritornare all'Amore e alla Misericordia. Sapete che state sbagliando usando il compito di fare i maestri, ma non volete ascoltarmi! Io vi ho mandati a servire, non ad essere serviti: vi ho mandati a benedire ed esorcizzare e voi mi ridete in faccia! Oh figli, quanto soffro per i vostri mali modi di camminare!° Tu, croce mia, prega sempre per i figli Ministri e tu, figlio Mario, consola il mio Cuore. Vi amo e vi benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen".

4) Per una consacrazione alla Casetta del Lentini (domenica, 31/7/1994)

a) Alle consacrazioni ai Due Cuori e Croce, ore 11.30, more solito:

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. *Bevi, figlia mia, bevi e soffri per l'umanità,* bevi, creatura mia, immolati per l'umanità, soffri, figlia mia.* (Giu): Mamma, Mamma, perché piangi? perché piangi? Mamma, non piangere! non piangere! trafiggi il mio Cuore, ma non piangere!* (Imm): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (16). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi, il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Figli cari, pregate ed offritevi vittime per il Santo Padre, pregate per i Grandi del mondo. Figli miei, siete in pericolo, pregate e consolate il mio Cuore di Mamma. E tu, piccola croce del mio Gesù, soffri per l'umanità, soffri. (Giu): Sì, Mamma! (Imm): Figli miei, conosco e vedo i vostri cuori e vi abbraccio al mio Cuore di Mamma, siate saldi nel pregare, camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando. Figli miei, siate pronti per i tre giorni di buio che verranno, spezzate le catene dell'odio e amate amate amate amate amate. Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato, elargite i vostri cuori alla Croce, elargiteli, figli miei! Tu, figlio Mario, vai avanti con la tua misericordia, ama e perdona coloro che ti fanno del male. Ora, figli miei, vi benedico col la Misericordia di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Lode lode lode lode lode lode (6). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Soffri, croce mia, soffri per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma!"

b) Alla Consacrazione della Messa: "Giulia, dopo il Sanctus, per 15 volte dice): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Gesù, dopo il Mistero della Fede): Sono io, sono il vostro Pastore Eterno. Figlia mia, sposa del mio Cuore, venite e cibatevi del mio Amore, camminate sulla mia Via della Misericordia e dell'Amore, amate amate con costanza. Vi amo e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo".

5) Domenica 31/7/1994, ore 15.40, alla Quercia, more solito

"Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi i calici dei dolori del mio Gesù* e soffri per l'umanità* che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, offriti vittima per i peccatori,* soffri soffri soffri per l'umanità°. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, Mamma, Mamma, perché tutto questo sangue?* perché tutto questo sangue? Mamma, perché non lo fermi?* (Imm): Figlia mia, prega prega prega: si deve adempiere il sangue che vedi!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (8). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a portarvi la Parola del mio Gesù. Figli cari, il mio Cuore gronda sangue per l'umanità che trafigge il mio Cuore di Mamma. Figli miei, siete in pericolo ed io come Mamma soffro soffro per ognuno di voi. Figli cari, siate forti per i tempi che verranno! Figli miei, non vi dico questo per spaventarvi, ma vengo a raccogliervi: figli miei, vengo per guidarvi sulla Via-Mamma. Il mio Cuore è trafitto da mille dolori! figli miei, rinunciate al male, unitevi all'Amore Misericordioso* del mio Gesù. E tu, croce mia,* bevi i calici amari.* (Giu): Mamma, aiutami, sono troppo amari, aiutami!* (Imm): Bevi* bevi, figlia mia, e salva le anime che sono in perdizione. Satana vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi: voi cibatevi del Pane Vivo che è il mio Gesù e camminate sulla Via-Mamma.* Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Pregate pregate pregate. Lode lode lode (3). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Soffri e bevi ancora.* (Giu): Aiutami, i calici sono troppo amari, aiutami aiutami! (Imm): Figlia mia, bevi ancora!*

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre del Divino Amore, consola il mio misero cuore, fa' che io cammini con la Croce del mio Gesù, accogli i figli dispersi e guidali alla Luce del Padre. Amen".

6) Martedì 2/8/1994, ore 07, a casa, orale

"Shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, sono la tua Mamma Celeste. Figlia, prega per la pace. Figlia mia, il mondo è in grave pericolo, prega ed offriti vittima per i Sacerdoti. Figlia, consola sempre il Cuore del mio Gesù col tuo amore, pregate° affinché il Progetto di Dio si adempia nel mondo. Figli cari, siate forti perché i tempi che verranno sono molto pesanti e soprattutto questi mesi, pregate per il Papa e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi: lui soffre molto perché è molto solo! Pregate e vigilate perché il mio Gesù viene come un ladro nella notte. Figli, siate sempre con le lucerne accese, allontanate da voi il male con la recita del Santo Rosario, partecipate alla Santa Eucaristia, siate semplici come colombe e non lasciatevi trascinare dal mio nemico: NON ANDATE DI QUA E DI LA', MA SIATE CERTI CHE IL MIO GESU' VERRA' NEL SILENZIO DELL'AMORE! FIGLI, IL MIO CUORE IMMACOLATO E' IL VOSTRO RIFUGIO. Vi amo tutti e vi benedico col mio Amore di Mamma. Sia lodato il Nome di Gesù. Amen Amen Amen Amen".

7) Giovedì 4/8/1994, ore 21.03, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Siediti, sposa mia. Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a spezzare il Pane con voi. Figli cari, offritemi un posto, fate festa al Banchetto dell'Amore e della Pace. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno della nostra amicizia. Ecco, il nostro amore è pieno. Tu, croce mia,* bevi i calici dei miei dolori e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore della Mamma mia.* (Giu): Gesù, perché piangi?* (Ge): Figlia mia, piango per l'umanità. Ora fai festa col mio Amore e soffri: immolati! (Giu): Sì, mio Signore!* Perché tutto questo sangue? (Ge): Bevi i calici e immolati.* Ecco, la nostra amicizia è piena* perché io mi dono con amore. Figli cari, venite e fate festa perché l'ora del Padre è eminente.* Figli cari, spose del mio Cuore, immolatevi per i tempi che verranno, io sono sempre al vostro fianco, non vi lascio. Spose del mio Cuore, siate pronti, io verrò come un ladro nella notte, siate pronti con le lucerne accese. Ora venite al mio Banchetto e fate festa. Io sono il vostro Gesù, il Gesù della Croce, il Gesù dell'Amore, e mi dono a tutti voi. Tempi duri verranno ed io vengo a consolarvi col mio Amore. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE TUTTI PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi* bevi i calici del mio Amore e donalo al mondo. Ecco, io sono venuto a fare festa, sono venuto a portare il mio Amore, la mia Pace e la mia Letizia: non indietreggiate dinanzi al mio Amore! Spose mie, vi amo, vi amo tutti e conosco il cuore di ognuno di voi, apritemi ancora la vostra porta, fatemi riposare nei vostri cuori. Figli miei, spose del mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, amatevi gli uni gli altri, amate e perdonate, usate misericordia come io la uso con voi. Figlio Mario, figlio Pasquale, figlia Giulia, VI ASPETTO IL 15 DI QUESTO MESE ALL'ALBERO DELL'ULIVO (= a S. Onofrio, come lo scorso anno). Consolate il mio Cuore*, consolatelo, non trafiggetemi, ma amate amate e perdonate. Tu, sposa mia, immolati per l'umanità. Vi amo e vi benedico col Fuoco dell'Amore: °Padre e lo Spirito Santo. Aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò! Lodato sempre sia il Padre Altissimo.* (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù, ti amo! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e vi abbraccio col Bacio dell'Amore e della Misericordia".

8) Venerdì 5/8/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai suoi figli: - Figli cari, carne della mia Carne, tabernacoli del mio Infinito Amore, convertitevi alla mia Amicizia, figli, ora che i tempi del Padre sono alle porte. Figli, apritemi quando io busso, siate la mia Carne, non potete restare freddi. Figli, io mando la mia Madre ad accendere il Fuoco della Nuova Pentecoste, ma voi dormite nel sonno del mondo. Quanto soffro, figli miei! quanto mi dono ancora sul legno della Croce perché voi siate saldi! Figli, vi amo troppo, voi neanche potete immaginarlo, solo al pensiero del mio Amore stareste a piangere notte e giorno! Figli, oggi è la festa della mia Mamma, cioé il suo compleanno, ed è qui con me, gioisce e piange, e nel suo dolore vi guarda. (La Mamma): Sì, figli, sono qui con mio Figlio, ma come vorrei tutti voi nel mio Cuore! Figli, siate saldi nel pregare, sappiate che il mio Cuore Immacolato trionferà. Piccola croce mia, non piangere. (Giu): Mamma, voglio farti gli auguri. (La Mamma): Sì, figlia mia, anche'io faccio a te gli auguri (ndr. IX anniversario della prima apparizione a Giulia). Grazie, figlia, per l'amore che ci doni, aiutaci ancora, non diventare superba^, ma sii sempre semplice come sei. (Giu): Sì, Mamma! (Maria e Gesù): Vi amiamo tutti e vi benediciamo con i nostri Cuori di Maria e di Gesù. Amen Amen Amen Amen".

^ L'umiltà è la condizione per restare veggente-strumento, mentre insuperbendosi si diventa strumento del 'Superbo', cioè di Satana.

9) Domenica 7/8/1994, ore 15.40, alla Quercia, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Soffri e consola il mio Cuore, bevi i calici del mio Amore, bevi e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, Mamma, perché piangi? perché piangi lacrime di sangue, Mamma? (Imm): Figlia mia, piango per l'umanità, prega e fai pregare, offriti vittima. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, Mamma! Mamma, ferma quel sangue!* (Imm): Figlia mia, non posso fermarlo, si deve adempiere.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (13). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Figlio della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi, vengo a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù: figli cari, vengo a portarvi la Parola del mio Gesù che è la Vita Eterna. Figli cari, siete in pericolo* ed io come Mamma soffro nel vedere i vostri cuori lontani dal mio Gesù. Figli, pregate perché tutta la Chiesa è in pericolo: satana vuole la distruzione dell'Amore e usa ogni cosa per confondere e distruggere. Figli cari, pregate per il Santo Padre, pregate ed offritevi vittime di espiazione di tutti i peccati che trafiggono il Cuore del mio Gesù. Figli miei, allontanate dai vostri cuori le cose del mondo, legatevi all'Amore della Croce. Io grondo lacrime di sangue per l'umanità! figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, aprite i vostri cuori, fate entrare il mio Gesù. Figli miei, siete in pericolo, ascoltate il mio grido di Mamma, il mio Cuore gronda sangue, aiutatemi, ho bisogno dei vostri cuori, del vostro Sì, cibatevi del Pane Vivo. Figli miei, accostatevi ai Sacramenti, accostatevi col cuore puro e seguite l'unica via della Croce: il mio Gesù morto e risorto per ognuno di voi. Fate presto! Figli cari, il mio Cuore Immacolato trionferà nel mondo intero, ma voi fate presto, camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando. E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, aprite i vostri cuori all'Amore della Croce, indossate gli abiti dell'Amore e camminate con la Croce del mio Gesù. Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel segno tremendo della Croce del mio Gesù. Lode lode lode lode lode lode lode (7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. E tu, croce mia, soffri ancora, offrimi il tuo cuore in riparazione di tutte le offese. (Giu): Sì, Mamma!

(Preghiera di Giulia in estasi): Cuore Trafitto del Divino Salvatore, consola me peccatrice, insegnami la via da percorrere e fa' che io veda la tua Luce e il tuo Amore. Amen".

10) Martedì 9/8/1994, ore 6.40, a casa, orale

"Shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia, consola il mio Cuore trafitto da tanti peccati. Prega, figlia mia, prega col Santo Rosario. Non fermarti, figlia! siete in pericolo, questi mesi sono i più duri. Figlia, il mio nemico vuole la distruzione ed usa ogni mezzo per confondervi. Figlia mia, sii sempre forte con l'essere costante. Figli tutti, convertitevi all'Amore della Croce, pregate affinché il Progetto di Dio si adempia nel mondo. (Giu): Mamma, devo chiederti due cose. (Imm): Sì, figlia mia. (Giu: I domanda): MAMMA, PUO' SATANA FAR PIANGERE UNA STATUA? (Imm): FIGLIA, PUO' FARLO SE E' UN IDOLO SUO (ndr. come il caso della dea indù Parvatu), MA NON PUO' FARLO CON I SANTI. (Giu: II domanda): MAMMA, TI FACCIO LA SECONDA DOMANDA: PUO' SUCCEDERE ANCHE QUESTO A CHI HA SOLO UNA VISIONE DI LACRIME? (Imm): FIGLIA MIA, SATANA NON PUO' FAR NULLA SULL'IMMAGINE MIA E NEANCHE SULL'IMMAGINE DI MIO FIGLIO. SONO GLI UOMINI CHE POSSONO FARLO USANDO INGANNI. Per questo prega, figlia mia, ed offriti vittima per i Sacerdoti. Figlia, prega per il Papa. Voi, Piccoli Giovanni, siate pronti e preparati per i tempi che verranno. Non lasciatemi sola! Tu, figlio Mario, consola sempre il mio Cuore. Vi amo tutti e vi benedico col mio Cuore di Mamma. Sia lodato il Nome di Gesù".

11) Giovedì 11/8/1994, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Siediti, sposa mia. Sono io, sono il vostro Gesù, voglio far festa con ognuno di voi, voglio spezzare il Pane con ognuno di voi. Figli cari, apritemi i vostri cuori e fate festa col vostro Gesù. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia del nostro amore e della nostra pace. Ecco, figli miei, la nostra amicizia è piena perché io vi amo e vengo in mezzo a voi, spose del mio Cuore, a chiedervi il vostro amore, il vostro Sì alla Croce. Figli cari, amatevi gli uni gli altri, fate festa, venite al mio Banchetto di Luce e di Pace. E tu, croce del mio Cuore, soffri e bevi i calici dei miei dolori,* bevi in riparazione di tutte le offese.* Ora bevi il calice della nostra amicizia:* offrilo al mondo in riparazione di tutti i peccati. Fate festa col mio Cuore! Ora mangia della mia Carne in segno di amicizia:* donala al mondo. Ecco, figli miei, io mi dono perché vi amo, voi siate saldi nella preghiera. Figli cari, allontanate satana dai vostri cuori, spezzate le sue catene amando e perdonando. Non indietreggiate dinanzi al mio Amore, io sono vivo e reale in mezzo a voi e vi amo, vi amo. Figli cari, tempi duri verranno, non legatevi alle cose del mondo, siate poveri, siate piccoli: siate Piccoli Giovanni del mio Amore! Spose mie, voglio donarvi il mio Cuore, il mio Amore, venite, fate festa, il mio Banchetto è qui in mezzo a voi, avvicinatevi, spose del mio Cuore. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi ancora* e soffri per l'umanità. Figli cari, io mi sono donato perché vi amo, ma sono solo: piango nell'Orto degli Ulivi! (ecco, credo, il perché ci vuole il 15 agosto ancora all'Albero dell'Ulivo: un richiamo al luogo e ora del suo tradimento; e in quel triangolo calabrese, da Lamezia, Vibo Valentia e Madonna dello Scoglio, imperversano grossi calibri di falsi Cristi. Non è poi un caso che lì, a pochi chilometri, Natuzza Evolo è stata chiamata a soffrire da oltre 50 anni.) Figli miei, fatemi compagnia, non lasciatemi! Molti sono i peccati ed io piango perché vi amo. Figli miei, non voglio perdervi, non lasciate il mio Amore: la mia Misericordia. Figli miei, i tempi che verranno saranno duri ed io come Padre piango per ognuno di voi. Voi, figli Ministri, accostatevi al mio Amore, vestitevi della veste nuova e amate amate e perdonate. FIGLI DEL MIO CUORE, LA CHIESA TUTTA SARA' PERSEGUITATA, MA VOI SIATE SALDI, IO NON VI LASCIO, IO SONO SEMPRE CON VOI COL MIO AMORE MISERICORDIOSO. BENEDICO I VOSTRI CUORI E LI RIEMPIO DEL MIO SANTO AMORE. SIATE SANTI COME IO LO SONO. ASPETTATEMI, IO VERRO', IO VERRO', IO VERRO' NELLA MISERICORDIA DEL PADRE MIO. Vi amo tutti e vi dono il mio Amore, la mia Pace e la mia Benedizione di Padre e di Spirito Santo. Aspettatemi, io verrò ancora a spezzare il Pane con tutti voi. Tu, croce mia, soffri ancora in silenzio e bevi.* (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Vi amo anch'io, spose del mio Cuore e vi bacio col Bacio del mio Amore: divulgatelo al mondo e amate amate amate. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Amen".

12) Venerdì 12/8/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai figli: - Figli miei, io parlo con voce di giubilo e grido la mia Verità: IO SONO IL VOSTRO DIO E NON VE NE SONO ALTRI. IO SONO LA VERITA' E LA VITA ETERNA. CHI CREDE IN QUESTA VERITA' NON MORRA'. Figli, ascoltate il mio Vangelo perché i tempi del grano sono eminenti, non fate i sordi: Io vengo nel silenzio della Croce. Figli Ministri, io ho pure detto: Non andate di qua e di là, ci saranno tempi che diranno: - GESU' E' QUA ed OPERA MIRACOLI! -, ma sappiate che io non ci sono: SONO FALSI CRISTI CHE VI INGANNERANNO. IO VENGO NEL SILENZIO DELLA CROCE (ndr. e da fratel Cosimo questo non c'è). Figli cari, accostatevi ai Sacramenti, non indietreggiate dinanzi alla Mia Verità. Tu, piccola croce, soffri e consola il mio Cuore. (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Ti amo, piccola croce mia, vai avanti, non temere gli uomini^, sii sempre fiduciosa nel mio Amore. (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Vi amo tutti e nella mia Misericordia benedico te e il mondo. Amen Amen Amen Amen".

Messaggio per don Giuseppe di Rimini: "Figlio mio, sono il Maestro. Figlio, non scoraggiarti nelle tue fatiche, vai avanti, io sono sempre al tuo fianco a soffrire e a gioire con te, rifugiati nel mio Seno di Padre ed in silenzio canta le mie lodi. Figlio, vai avanti col Santo Rosario. Ti benedico con la Destra del Padre. 12 agosto".