Notizie da Sofferetti-24  n. 132

Lauria, 13 settembre 1994  

 

DIO: L'UOMO CAPOVOLTO

 

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1) Giovedì 25/8/1994, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Siediti, sposa mia. Sono venuto a far festa con ognuno di voi. Tu, croce mia, soffri per l'umanità e bevi i calici dei miei dolori, bevi i calici che l'umanità mi offre.* Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno della nostra amicizia. Ecco, la nostra amicizia è piena perché io mi dono nell'Amore del Padre. Figli miei, spose del mio Cuore, Piccoli Giovanni del mio Amore, amate amate e soffrite con me, col vostro Gesù. Ora bevi, piccola croce, bevi in segno dell'Amicizia e dell'Amore del Padre.* Ora offrilo al mondo come segno di Amore, di Pace e di Verità. Mangia del 'grano'* e donalo al mondo perché è tempo di camminare sulla via del grano. Figli cari, il Banchetto dell'Amore è qui, è in mezzo a voi, la nostra amicizia è piena perché io mi dono in abbondanza, ma voi siate saldi, siate pacifici, camminate sulla via di mia Madre: io la mando in mezzo a voi perché vi voglio salvi, vi voglio santi, ma siate pronti ai tempi che verranno. Spose del mio Cuore, non indietreggiate dinanzi alle persecuzioni. Ora voglio far festa con voi, voglio donarvi il mio Amore e la mia Pace, voglio spezzare^ il Pane Vivo con ognuno di voi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE COL CUORE APERTO.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' IL SANGUE DELLA NUOVA VITA. Ecco, il mio Amore è vero e reale in mezzo a voi. Figli miei, non temete gli uomini, amate con misericordia l'Amore del Padre (chiarirà la Madonna: - Amate come Gesù -), io vengo perchè il tempo del grano è vicino, amatemi, piccini miei, spose del mio Cuore Immacolato e Addolorato! molti mi trafiggono ed io mi poggio su ognuno di voi, non lasciatemi solo a piangere nell'Orto degli Ulivi! Figli miei, spose del mio Cuore, venite venite a farmi compagnia! Io vi prometto che verrò ancora, non vi lascio! verrò ancora a spezzare il Pane con ognuno di voi. Ora vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò: verrò a consolare i vostri cuori e a donarvi il Bacio dei Piccoli Giovanni. (Giu): Gesù, devo farti una domanda, tu la conosci già: Cosa devo rispondere a don Mario? (se cioè alcuni verbi del mess. del 24/8 erano indicativi o imperativi, come già indicato). (Ge): Figlia mia, la risposta è indicativa, digli questo, lui comprenderà anche se tu non capisci cosa può dire. Sii sempre semplice e piccola. Figlia mia, non diventare superba, sii piccina come io ti ho scelta. (Giu): Gesù, metto nel tuo Cuore tutti i Sacerdoti, aiutali, falli camminare sulla tua via. (Ge): Non temere, verrà il tempo che consolerò i loro cuori, tu prega ed offriti vittima. (Giu): Gesù, perché tutto questo sangue?* perché tutto questo sangue? (Ge): Non temere, prega prega prega e soffri in silenzio. (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! non lasciarci! (Ge): Non temere, vi amo anch'io e non vi lascio. VERRO' VERRO' MOLTO PRESTO: VERRO' NELLA LUCE DEL PADRE!"

2) Venerdì 26/8/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli cari, IL MIO RITORNO IN MEZZO A VOI E' IMMINENTE. Vi ho detto: Aspettatemi! IO VERRO' NELLA GLORIA DEL PADRE ED IO VERRO'' PERCHE' LA MIA PAROLA NON VIENE MENO. Voi non sapete né l'ora né il giorno, ma siate certi che io verrò. Voi vedete in che tempi siete e senza il mio intervento non potete andare avanti. I Grandi del mondo non vogliono accettare la mia Amicizia e camminano allo sbaraglio e i Grandi della Casa del Padre mio sono sempre più ombrati dal fumo del mio nemico. O poveri figli miei, quanti errori state commettendo! VOLETE FARE I MAESTRI SENZA LA PIETRA ANGOLARE! Figli miei, perché siete così ostinati? Io sono il vostro Dio e Signore, amatemi e camminerete nella Luce del Padre. NON E' MOLTO CHE IO CHIEDO: SOLO AMORE, PERCHE' NELL'AMORE C'E' IL MISTERO DEL PADRE. Voi Piccoli Giovanni, amate amate amate, non temete gli uomini, ma camminate con la mia Croce, gioite col mio Amore ed aspettatemi: Io verrò! Ora vi benedico col Padre e lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

3) Domenica 28/8/1994, ore 15.40, alla Quercia, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi i calici e soffri per l'umanità, consola il mio Cuore di Mamma, soffri soffri, creatura mia!* (Giu): Sì, Mamma!* (Imm): Soffri per l'umanità! Figli cari, io sono viva e reale in mezzo a voi.* Figlia mia, soffri ancora e consola il mio Cuore di Mamma.* (Giu): Mamma, Mamma, ferma quel sangue! fermalo! trafiggi il mio cuore, ma fermalo!* Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, ferma quel sangue! fermalo! fermalo!* (Imm): Figlia mia, prega prega prega* ed offriti vittima per i peccatori.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (17). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi invito a pregare per la pace. Figli cari, vi invito ad essere puri di cuore ed amare col Cuore dell'Amore del mio Gesù. Figli cari, io vengo in mezzo a voi per la vostra salvezza, io vengo a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù: l'unica Verità della Croce. Figli cari, amatevi gli uni gli altri e combattete il male con l'amore, con la preghiera e con la carità, siate pacifici e portate nel mondo la Pace e la Misericordia del mio Gesù. Figli miei, io vengo in mezzo a voi perché siete in pericolo e come Mamma vengo a portarvi al Trono del mio Gesù, ma siete in pochi ad ascoltare il grido di una Mamma: io grondo lacrime di sangue per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù! Figli cari, io sono viva e reale in mezzo a voi, non chiedo molto: chiedo i vostri cuori, i vostri Sì all'Amore della Croce. Figli cari, non chiedo molto: voglio solo essere amata (- mettete ordine nella preghiera! -), voglio solo essere amata! Figli miei, io sono la Mamma dell'Amore e della Pace, non indietreggiate dinanzi alla Parola del mio Gesù, camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando col mio Amore. Figli cari, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, sconfiggete satana col Santo Rosario e con l'Amore della Croce. I tempi che verranno saranno duri ed io come Mamma dei Dolori vengo a portarvi al mio Gesù. E voi figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, siate pacifici, amate, perdonate e indossate gli abiti della Croce. Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel segno tremendo della Croce. Lode lode lode lode lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Croce mia, soffri ancora per i figli che trafiggono il mio Cuore. (Giu): Sì, Mamma!"

4) Martedì 30/8/1994, ore 10.40, a casa, orale

"Shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io vengo a portarvi il Pane Vivo. Figli, vi chiedo di pregare affinché il Progetto del Padre si adempia nel mondo. Figli, pregate per il Papa, pregate per le sue intenzioni perché sono le mie, non lasciatelo solo. Figli cari, satana vuole la guerra, voi, Piccoli Giovanni, combattete con me la guerra del suo odio: combattete con l'amore e col Santo Rosario! Figli, io sono sempre al vostro fianco, non vi lascio, non preoccupatevi di ciò che dovete fare o dire, lo Spirito Santo parlerà per voi e l'Amore di Dio vi darà la forza e la luce, voi andate avanti e non fermatevi. Tu, piccola croce del mio Cuore, vai avanti nel silenzio della Croce, consola sempre il mio Cuore e il Cuore del tuo amato Gesù, porta la Croce del mio Gesù, non temere niente e nessuno, Dio è con te e nessuno può farti del male: figlia, tu sai, è° nel segreto della Croce, sii forte! Benedico te e il mondo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sia lodato il Nome di Gesù. Amen Amen Amen Amen".

5) Giovedì 1/9/1994, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a chiedere un posto in mezzo a voi. Siediti, sposa mia. Figli cari, offritemi un posto nei vostri cuori, amatemi e camminate la via del mio Amore. Figli miei, io sono vivo e reale in mezzo a voi, vengo a spezzare il Pane dell'Amore e della Vita. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno della nostra amicizia. Ecco, figli miei, la nostra amicizia si elargisce perché io mi dono nell'Amore del Padre.* Tu, croce mia, bevi i calici dei miei dolori, prima di accettare i calici della nostra amicizia* bevi i calici* che in questa giornata mi hanno offerto i miei figli,* bevili tu e porta tu la croce per me, fammi riposare, piccina mia. (Giu): Sì, mio Signore!* Gesù, cosa ti hanno fatto? perché sei pieno di sangue? cosa ti hanno fatto?* (Ge): Bevi e soffri.* (Giu): Sì, mio Gesù!* Gesù, è amaro! (Ge): Bevine ancora,* ora offrilo al mondo. Mangia della mia Amicizia,* ora donala al mondo.* Ecco, figli cari, io vi amo e vi dono la mia Amicizia, restate amici del mio Cuore e amatevi gli uni gli altri. Figli cari, io conosco il cuore di ognuno di voi e vi amo. Figli miei, vi dico grazie per il vostro amore, ma siate forti, restate uniti. Voi non sapete i disegni del Padre e per questo io vengo in mezzo a voi a portarvi il mio Amore, la mia Parola, la mia Amicizia. Non temete gli uomini, figli miei, siate saldi, entrate nel mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e spezzate le catene dell'odio, allontanate satana dai vostri cuori, dalle vostre case e potete farlo solo amando e pregando col Santo Rosario che mia Madre viene a portare in mezzo a voi: E' DA FATIMA CHE VIENE QUESTO PROGETTO E SI ADEMPIRA' PRESTO. Figli cari, io sono il vostro Gesù, il Gesù che è morto sul legno della Croce per la vostra salvezza, per la vostra redenzione. Io mi sono donato perché vi amo vi amo!* Ora voglio spezzare il Pane con ognuno di voi, fate festa, non lasciatemi! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, creatura mia, bevine ancora,* bevine e soffri per l'umanità. FIGLI MIEI, IO MI SONO DONATO, IL BANCHETTO DELL'AMORE E DELLA PACE E' QUI IN MEZZO A VOI, FATE FESTA! E vi ripeto ancora una volta: non lasciatemi solo nell'Orto degli Ulivi! Io piango lacrime di sangue per l'umanità, per i figli che non vogliono accettare il mio Amore, la mia Amicizia, la mia Pace! Figli, spose del mio Cuore, amatemi amatemi, non è molto che vi chiedo! Figli cari, non è molto che io vi chiedo: voglio il vostro amore, la vostra pace. Io vi amo tutti, non temete per il corpo! Figli cari, la mia presenza è qui in mezzo a voi, sono vivo e reale (Franco annota: - Una ragazza del gruppo si sente male -) e stringo le mie spose al mio Cuore e al mio Banchetto di Pace, di Luce e di Verità. Vi benedico tutti con la benedizione tremenda della Croce del Padre e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Non fate confusione durante la mia Messa! siate saldi nella mia presenza (Franco: - Qualcuno cercava di soccorrere la ragazza che stava male -; succede spesso a F. quando ha i suoi passaggi mensili). Figli miei, aspettatemi, io verrò io verrò, ma desidero che ubbidiate alle mie parole, non fatemi piangere! IO VERRO' IO VERRO'! Lode lode (2). (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge) Vi amo anch'io, ma non vedo cuori aperti! (Giu): GESU', APRI IL MIO E PRENDILO PER L'UMANITA'"

6) Venerdì 2/9/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, sono io, il Gesù che è morto sul legno della Croce per ognuno di voi. Figli, vi amo e non voglio perdervi. Figli cari, siete in pochi a credere nella mia presenza viva e reale in mezzo a voi e fate fatica a seguire i miei insegnamenti. Figli miei, siete troppo presi dalle cose del mondo, il mio nemico vuole distruggere la nostra amicizia ed usa ogni mezzo. Voi, figli cari, camminate secondo la mia Parola, pregate, amate e perdonate, usate carità ma quella vera fatta col cuore, non aspettate ringraziamenti da ciò che fate, nascondetevi dopo aver fatto del bene. FIGLI, VOI PICCOLI GIOVANNI, IMPONETE LE MANI E GUARITE NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO, COME IO VI COMANDATI/=o NEL MIO VANGELO. Non siate superbi ma agite con fermezza, non temete su cosa dire o fare, io sono al vostro fianco e la Potenza del Padre è con voi. Figli, non temete gli uomini, andate avanti! Vi amo tutti nella Misericordia Infinita^ e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

^ Riprende il tema :"Amate con Misericordia l'Amore del Padre". La Madonna si era limitata a chiarire: "Amate come Gesù". Gesù ci dice oggi: "Vi +amo +tutti + nella Misericordia Infinita". Amare dunque con misericordia l'Amore del Padre è desiderare, volere, immergersi, operare in questo Amore di Infinita Misericordia. Non c'è niente di più eccelso e grande di questo Amore, ecco perché il dono di Gesù che viene sarà IL CUORE DI GESU' MISERICORDIOSO. Così Gesù ci vuole e questa immagine 'piena' di suo Figlio Maria vuole che nasca in noi perché questo è il Figlio che ha generato, amato e offerto sulla Croce in obbedienza d'amore alla Volontà di Perdono e di Misericordia del Padre.

7) Domenica 4/9/1994, ore 15.40, alla Quercia, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Benedetto sempre sia il Sangue Purissimo del mio Figliolo Gesù.* Soffri, creatura mia, e bevi i calici dei miei dolori, soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù.* (Giu): Mamma, Mamma, perché questo sangue ancora? Mamma, tu non lo puoi fermare?* (Imm): Figlia mia, prega prega prega: consola il mio Cuore! (Giu): Sì, Mamma!* (Imm): Soffri soffri soffri per l'umanità, offriti vittima, piccina* del mio Cuore!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (12). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli, i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a portarvi il Pane Vivo. Figli cari, vi invito a pregare per le mie intenzioni. Figli cari, pregate ed aprite i vostri cuori alla Luce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli miei, io sono viva e reale in mezzo a voi e piango lacrime di sangue per ognuno di voi! Figli miei, il mio Cuore di Mamma è trafitto! aiutatemi: camminate sulla via della Croce, camminate con l'Amore e la Verità del mio Gesù. Figli, siete in pericolo ed io grido il mio dolore! piango lacrime di sangue per l'umanità che non vuole ascoltare il mio grido di Mamma! Figli cari, ritornate alla Luce, ritornate alla Verità della Croce, allontanate dai vostri cuori, dalle vostre case il mio nemico, allontanatelo con la preghiera, col Santo Rosario, avvicinatevi all'Eucaristia col cuore aperto. Figli miei, io soffro* soffro per ognuno di voi, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli cari, pregate per le mie intenzioni di Pace, di Luce e di Verità. Io vi amo tutti e verrò ancora a portarvi la mia Luce e il mio Pianto di Mamma!* Vi benedico col segno tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nella Luce dell'Amore del Padre. Aspettatemi, io verrò ancora col mio Gesù a portarvi la BENEDIZIONE dei CUORI SANTISSIMI. Lode lode lode lode lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Infinita Misericordia, implora misericordia al Figlio tuo, donaci la LUCE dell'AMORE, aiutaci a perdonare, aiutaci a camminare sulle vie dolorose del tuo Gesù. Amen."

8) Martedì 6/9/1994, ore 10.40, Ospedale di Corigliano, orale

Giulia è qui a fare il suo turno di assistenza al suocero che si è operato da alcuni giorni. Come al solito, sente la prima chiamata nel cuore e poi la seconda all'orecchio che le ripete quella del cuore: "Vieni!". E la voce la porta al bagno, l'unico posto riservato, e qui avviene come negli altri messaggi orali: la Madonna parla e lei scrive. Giulia si era portato un Block notes e scrive:

"Shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, consola il mio Cuore, offriti vittima per l'umanità. Figlia, prega per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, fai pregare tutti. Figlia mia, il tempo del grano è vicino, non spaventarti, io vi amo e non vi lascio. Figli cari, amate e pregate, usate carità. Figli miei, il mio nemico vuole la guerra, vuole distruggere il Piano di Dio. Figli miei, Piccoli Giovanni, combattete con me questa grande battaglia tra il bene ed il male, ma siate fiduciosi, il mio Cuore Immacolato trionferà e la Pace e la Giustizia regneranno nel mondo intero. Figli, prima di questo molto sangue innocente scorrerà ancora, ma questo si deve adempiere. Figli cari, il mio Gesù verrà, non temete niente e nessuno, pregate con costanza e col cuore aperto. Io piango per i figli che non vogliono accettare la Verità di Dio. MOLTI MIEI PICCOLI GIOVANNI SI STANNO PERDENDO PERCHE' VOGLIONO PRENDERE IL MIO POSTO. Tu, piccola croce, prega per loro, sii sempre semplice come mio Figlio ti ha scelto, prega per i figli Grandi della Casa di mio Figlio. (Giu): Sì, Mamma! (Imm): Vi amo e vi benedico col segno temendo della Croce. Sia lodato il Nome di mio Figlio. Amen Amen Amen Amen".

9) Giovedì 8/9/1994, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli cari, offritemi un posto, voglio spezzare il Pane con ognuno di voi. Siediti, sposa mia. Figli cari, voglio far festa con ognuno di voi. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia. Ecco, figli miei, la mia amicizia è in mezzo a voi perché vi amo, io sono vivo e reale in mezzo a voi. Figli cari, piango per l'umanità che non mi accetta,* l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore di mia Madre! ed io vengo con un bicchiere di vino ed un pezzo di pane e mi dono a tutti voi (alza le mani con il pane e il vino, ndr). Figlio santo, figlio Mario, piccolo Giovanni, bevi ed offrimi al mondo.* Ora vi offro il pane perché è tempo di grano, mangiate come segno di Amicizia e di Amore.* ECCO, figli cari, LA NOSTRA AMICIZIA è AMICIZIA di GIOIA, di AMORE e di VERITA'. Tu, croce mia, bevi ancora, bevi i calici* dei miei dolori,* bevili tu e porta tu la Croce per me.* (Giu): Sì, mio Signore, ma stammi vicino! (Ge): Figli cari, spose del mio Cuore, io non vi lascio, guardate il dolore di mia Madre e seguite la sua Via-Mamma, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, pregate e non lasciatelo solo. Figli miei, tempi duri verranno ancora, ma io sono la Luce e non vi lascio, io vengo con la Verità del Padre, vengo a guarire ciò che è malato. Spose mie, restate uniti nel mio Amore e nella mia Verità, io verrò io verrò nella Luce del Padre mio. Ora voglio fare festa, voglio elargire il mio Cuore per ognuno di voi: il mio Banchetto è qui in mezzo a voi, danzate col mio Amore e con la mia Luce. Voglio spezzare il Pane con ognuno di voi, ma piango per i figli che non mi accettano. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, piccola croce mia, bevi ed offriti vittima per l'umanità.* (Giu): Mio Signore, perché questo sangue? (Ge): Figlia, non temere! Questo sangue è il sangue dell'Amore e della Pace. Io mi sono donato sul legno della Croce perché vi amo: il sangue che vedi adesso è sangue di Gioia e di Letizia. Non spaventarti! (Giu): GESU', SEI GRANDE! (così disse pure il Venerdì Santo a Gesù sulla Croce, ndr.) (Ge): ANCHE VOI, PICCOLI GIOVANNI, SIETE GRANDI NEL MIO CUORE DI PADRE! Vi amo e non sapete quanto! Grazie per ciò che fate, grazie per essere venuti al mio Banchetto di Pace, di Verità e di Letizia. Io verrò ancora a spezzare il Pane con ognuno di voi, aspettatemi, io verrò, non lasciatemi solo, ma siate saldi, siate forti, siate santi, come io sono Santo, nel nome del Padre mio. Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col figlio e con lo Spirito Santo: do la benedizione col figlio perché c'è il Sacerdote in mezzo a voi, il mio figlio santo. (Giu): Gesù! (pausa per una visione segreta) cos'è quel segno? (pausa) cos'è quel segno?* (Ge): Non temere, tieni nascosto ciò che hai visto (ma domani già lo scrive, come si riporta dopo), non temere! (Giu): Sì, Gesù! (Ge): Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e vi bacio col Bacio del mio Cuore!

***

IL SEGNO NASCOSTO DI QUESTA SERA

(scritto però dopo la visione di domani)

"8 settembre, giovedì. VISIONE DURANTE LA CENA DI GESU'. Vedevo Gesù vestito di rosso, tutto luminoso. Gesù avanzava e dietro Gesù c'era un sole nero. Vicino al sole nero c'era una grande scritta con la parola: GUERRA. C'era molto sangue. Dopo di questo sembrava che tutto si era fermato ed è apparso un GRANDE SOLE di luce intensissima e la parola: PACE AMEN BENEDIZIONE GLORIA E POTENZA".

***

10) Venerdì 9/9/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli miei, ancora non volete ascoltare il mio grido d'amore? non volete riconoscermi come vostro Signore e Dio vostro? Figli, come siete sordi: la vanità e il potere di comandare tutto e tutti vi indurisce sempre di più il cuore! Figli miei, voi non sapete cosa vi è scritto nel Libro del Padre! LE VOSTRE FORZE NON SONO LE MIE FORZE E LA VOSTRA SCIENZA NON E' LA MIA SCIENZA. Voi credete di 'essere', ma non siete che 'morti' nel corpo e nello spirito. Figli, non siete niente senza la Luce del Padre mio. Come pure voi figli Grandi della Casa di mio Padre, il mio tempo è vicino, non sfavillate ma siate vigilanti, non rispondete con parole: - IO RAPPRESENTO LA CHIESA -, ma siate sicuri di ciò che dite e che fate perché molti sono i vostri errori. Non nascondete i vostri errori dietro: - IO RAPPRESENTO LA CHIESA -, ma siate luce vera dell'Amore di Dio Padre. Voi Piccoli Giovanni: figlio Mario, figlio Pasquale, figlio Franco e tu, croce mia, andate avanti, non temete le persecuzioni, io sarò sempre al vostro fianco e combatto per la Pace: siate i miei discepoli! Vi amo e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".