Notizie da Sofferetti-24  n. 135

Lauria, 31 ottobre 1994  

 

1) Venerdì 7/10/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli cari, la mia venuta in mezzo a voi è eminente, ciò che la mia Promessa dice si sta adempiendo. Io ho promesso ai miei cari di aspettarmi, in pochi lo state facendo, in massa vi state avviando alla vita mondana senza neanche rivolgermi lo sguardo: neanche pensate che io esista! Oh! figli miei, quanto mi fate soffrire! Figli, io vi sto mandando mia Madre col suo Santo Rosario per raccogliervi ma voi non l'ascoltate, chiedete miracoli e segni ma dopo di questi siete più morti di prima. Figli miei, non vi riconosco più, ma non vi lascio! IO SONO IL DIO DELLA MISERICORDIA E DELL'AMORE, NON POSSO LASCIARVI, SIETE MIEI FIGLI. Io desidero la vostra salvezza ma non posso obbligarvi, vi ho creato liberi di scegliere le due vie. Figli Ministri, siete la mia parte eletta ma non fate nulla per far gioire il mio Cuore, ma io mi dono attraverso di voi per salvare anime. Figli, non trattatemi male nelle vostre mani, io vi amo e soffro nel vedere come offrite il Vino, io vedo e sento ogni cosa, chiedo solo di essere amato. Vi benedico col mio Amore. Amen Amen Amen Amen".

2) Domenica 9/10/1994, ore 14.40, alla Quercia, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia,* bevi anche oggi i calici dei miei dolori, bevi ed offriti vittima per i peccatori, consola il mio Cuore Trafitto,* soffri soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, bevi i calici dei miei dolori, bevili, figlia mia!* (Giu): Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, perché piangi?* (Imm): Figlia mia, piango per l'umanità, piango perché siete in pericolo. (Giu): Mamma, c'è ancora sangue! c'è ancora sangue! Mamma, fermalo! (Imm): Figlia mia, è la Scrittura che si deve adempiere, non posso fermarlo.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (8). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito alla preghiera: pregate pregate pregate! Figli cari, pregate secondo le mie intenzioni di Mamma Addolorata. Figli miei, i tempi che verranno saranno duri ed io come Mamma piango per ognuno di voi, piango nel vedere come i vostri cuori sono chiusi all'Amore del mio Gesù. Figli miei, combattete il male col Santo Rosario, pregate ed offritevi vittime di espiazione per coloro che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli miei, pregate per i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Figliolo mio. Figli miei, satana vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi e il mio Cuore di Mamma gronda sangue per l'umanità!* Figli, figli miei, siete in pericolo e non volete ascoltare il Vangelo del mio Gesù, aprite i vostri cuori, apriteli all'Amore della Croce: siate piccoli! Figli cari, lasciate le cose del mondo e legatevi al mio Amore, all' Amore della Croce: siate un'unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figli miei, costruite tesori nei cieli e distaccatevi dalle cose del mondo. Io sono la vostra Mamma, LA MAMMA DEI POVERELLI, LA REGINA DELLA PACE E DEI MIRACOLI, io vengo in mezzo a voi per la vostra salvezza, vengo in mezzo a voi a chiedervi di elargire i vostri cuori alla Croce. Non è molto che io vi chiedo: siate piccoli come il mio Piccolo Giovanni. Pregate pregate per il Papa: figli cari, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Amate col cuore aperto, pregate per i figli emarginati, per i figli drogati, per coloro che non conoscono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Vi amo tutti e verrò ancora a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nell'Amore della Croce. Lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma!"

3) Martedì 11/10/1994, ore 10.40, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figli cari, piccini del mio Cuore, oggi vi imploro a pregare per le mie intenzioni. Figli, pregate e fate penitenza. Figli, non dimenticate il digiuno che è molto importante per fermare tutti i flagelli che vi circondano. Figli miei, io soffro per ognuno di voi perché siete in pericolo: la Chiesa tutta è in grave pericolo. Figli, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, lui soffre nel suo muto silenzio e prega col mio Cuore di Mamma: figli miei, non lasciatelo solo! Voi, Piccoli Giovanni, siate pazienti, umili, piccoli e caritatevoli, pregate e soffrite. Tu piccolo Mario, tu piccolo Pasquale, tu piccolo Franco e tu Piccola Croce mia, caricatevi della Croce del mio Gesù ed andate avanti, io sono al vostro fianco,° anche quando le persecuzioni saranno più forti non temete ciò che dovete fare o dire, lo Spirito Santo è con voi. Amate coloro che vi odiano e vi fanno del male, usate la Misericordia del Padre e consolate il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

4) Giovedì 13/10/1994, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, sono venuto a far festa con ognuno di voi. Siediti, sposa mia. Sono io, sono il vostro Gesù, il Gesù della Pace, il Gesù della Verità, il Gesù della Croce. Figlia mia, bevi i calici dei miei dolori e soffri per l'umanità,* bevi* bevi,* bevi in riparazione di tutte le offese. Figli cari, io sono venuto nell'Amicizia del Padre, sono venuto perché vi amo e voglio restare nei vostri cuori. Figli miei, non lasciatemi solo nell'Orto degli Ulivi, io piango per l'umanità che trafigge il mio Cuore: l'umanità che pensa solo alle cose del mondo. Figli miei, non indietreggiate dinanzi alla Povertà della Croce.* Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane. Ecco, io vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà: io mi dono in semplicità di cuore. Figli miei, vi invito a pregare per i Grandi del mondo: pregate pregate pregate! Voi non sapete quante trafitture offrono al mio Cuore di Padre! Figli miei, io piango nell'Orto degli Ulivi perché nessuno mi ascolta, nessuno vuole fare la mia volontà. Figli cari, non pensate ai vostri corpi, offritevi vittime di espiazione. Voi non conoscete i progetti del Padre! Figli cari, figli del mio Cuore, donatevi nell'Amicizia del Pane e del Vino. Sposa mia, bevi della mia Amicizia e donala al mondo. (Giu): Sì, mio Signore!* (Ge): Ecco, ora donala al mondo in semplicità, in mitezza e in carità. Ora mangia della mia Carne e soffri per l'umanità. Ecco, la nostra amicizia è piena perché io mi dono in abbondanza e in semplicità. Figli miei, spose del mio Cuore Immacolato e Addolorato, fate festa con la mia Ricchezza, fate festa perché io vengo in mezzo a voi a portarvi la Luce e la Pace. Figli miei, distaccatevi dalle cose del mondo, offrite i vostri cuori e venite alla mia Mensa, venite al mio Banchetto e fate festa, gioite col mio Cuore, non cercate altri dii (=dei): abbracciate il Dio della Croce, il Dio dell'Amore, il Dio della Verità. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Tu, croce mia, bevi e soffri, porta tu la Croce per me.* (Giu): Sì, mio Signore!* Gesù, perché c'è sempre sangue?* (Ge): Figlia mia, è il sangue delle trafitture che mi offre l'umanità, tu accettalo con amore e soffri soffri come io sto soffrendo per ognuno di voi.* (Giu): Gesù, dimmi cosa devo fare per non farti soffrire. (Ge): Prega prega prega e offriti vittima in silenzio. Io vengo in mezzo a voi con l'Amore del Padre e dello Spirito Santo, vengo a portarvi la mia Luce e la mia Pace, desidero solo che voi non mi lasciate, fatemi compagnia nell'Orto degli Ulivi: io sono solo e piango perché voi non sapete cosa vi è scritto nel Libro del Padre! Aspettatemi, figli cari! Spose del mio Cuore, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi amo tutti e vi benedico col Padre e con lo Spirito Santo. Figli miei, vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni, custoditelo nei vostri cuori e fatelo crescere e donatelo al mondo. Vi amo, vi amo, vi amo! Lodate sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore! aspettatemi, non lasciatemi solo, io verrò, io verrò, io verrò! (Giu): Gesù, cos'è quel segno?* perché non lo fermi? (Ge): Figlia mia, prega perché si deve adempiere, non temere!"

5) Venerdì 14/10/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli cari, io sono il vostro Dio e Signore, non ve ne sono altri. Figli, accostatevi al mio Amore e non cercatene altri perché non ve ne sono: IL MIO AMORE E' LEGATO ALLA CROCE DELLA REDENZIONE E NESSUNO VI PUO' REDIMERE. Figli, non fidatevi di chi vi dice che vi salva senza la mia Croce, non c'è verità che non passi dalla Croce ed io vengo attraverso la Verità della Croce. Figli miei, in questo giorno vi chiedo di pregare per le intenzioni di mia Madre e di invocare la Luce della Croce perché il mio nemico vuole cancellare l'Amicizia dell'Amore che ci lega al Legno della Vita. Figli cari, siate poveri, siate piccoli, amate e perdonate come io ho perdonato dall'alto della Croce. Siate Piccoli Giovanni e gridate la Verità, non temete gli uomini, figli miei! Piccolo Mario, piccolo Pasquale, piccolo Franco e tu Piccola Croce del mio Amore, soffrite, amate e perdonate, portate la mia Luce e la mia Verità, pregate per i Grandi del mondo e per i Grandi della mia Casa: voi non sapete cosa fanno! Vi amo tutti nell'Amore della Croce. Vi benedico. Amen Amen Amen Amen".

6) Domenica 16/10/1994, ore 10 circa, a Thurio (Visione di un'Ostia): "16 ottobre, chiesa di Thurio. Durante la predica di don Massimo, davanti all'altare c'era una grande Ostia, dal centro dell'Ostia usciva un solco di sangue, il sangue circondava la chiesa e tutti i presenti. Dal sangue usciva una voce con tono rombante: PACE GLORIA E BENEDIZIONE. AMEN".

7) Domenica 16/10/1994, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu): Mamma, Mamma, perché piangi? perché piangi? perché il tuo abito èsporco di sangue? cosa ti hanno fatto? (Imm): Figlia mia, bevi i calici e soffri per l'umanità,* accetta anche oggi i chiodi del mio Gesù, soffri! (Giu): Sì, Mamma! ma non piangere!* trafiggi il mio cuore, ma non piangere così, Mamma!* Mamma, dimmi se ho fatto qualcosa di sbagliato, sono io a farti piangere? (Imm): No, creatura mia, non sei tu, è l'umanità che trafigge il mio Cuore, prega prega prega! (Giu): Mamma, dimmi cosa devo fare per far gioire il tuo Cuore. (Imm): Figlia mia, offriti vittima, prega con l'Amore del mio Gesù e vai avanti con la Croce. (Giu): Sì, Mamma! Mamma, metto nel tuo Cuore tutte le persone che si sono affidate alle mie preghiere, consolale e guariscile nello spirito. Mamma, tu conosci ognuno di noi, conosci le nostre debolezze e le nostre malattie, guariscici se Dio lo vuole. (Imm): *Figlia mia, accetta questi chiodi, accettali, figlia mia! consola il mio Gesù che soffre.* (Giu): Mamma, perdonami se mi lamento un po', ma aiutami!* (Imm): Shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito ancora una una volta a pregare per le mie intenzioni di Mamma. Figli miei, voi non conoscete i progetti di Dio e siete deboli nel camminare da soli! Figli cari, accostatevi con costanza al Trono di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Figli miei, pregate per il mio Piccolo Giovanni e soffrite con lui. Figli miei, in questa giornata vi invito ad essere piccoli e offrite ogni vostro dolore al Cuore Immacolato del mio Figliolo. Figli miei, ancora una volta vi ripeto di essere pronti e preparati per i tre giorni di buio, voi non sapete come si svolgeranno e per questo io vi invito ad accostarvi ai Sacramenti: accostatevi al mio Gesù col cuore bambino. Figli miei, amate, perdonate e usate carità. Combattete col Santo Rosario: figli cari, è l'unica arma che può sconfiggere il mio nemico. Figli cari, non temete i vostri corpi, non temete i vostri dolori, ma sorridete nella Luce della Croce che è l'unica Vita Eterna. Figli, io come Mamma conosco i vostri cuori e li stringo al mio Cuore Grondante di Sangue. Figli miei, io verrò ancora a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Non temete, creature mie, restate uniti alla Catena del Santo Rosario della Croce del mio Gesù. Vi amo tutti, figli cari, e porto ogni vostro desiderio al Trono del Padre. Vi benedico col segno tremendo della Croce Santa del mio Gesù nel nome del Padre, del Figliolo e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, accetta con amore le sofferenze che il mio Gesù ti dona. Lode lode lode lode lode lode lode (7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Giu): Mamma, cos'è quel sangue? (Imm): Figlia mia, soffri perché si deve adempiere. (Giu): Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, se puoi fermalo! fermalo se puoi! (Imm): Prega prega prega, non posso fermarlo."

8) Martedì 18/10/1994, ore 10.40, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figli cari, pregate sempre secondo le mie intenzioni di Mamma Addolorata. Figli miei, il mio Cuore è trafitto da mille dolori. Piccina mia, prega e non spaventarti per ciò che vedi; figlia, prega per i Grandi del mondo, io sono sempre al tuo fianco. Figlia mia, soffri per il tuo Gesù che piange nell'Orto degli Ulivi e non viene aiutato da nessuno. Figli cari, il mondo sta andando alla perdizione perché non c'è amore. Figli miei, il mio nemico vuole far suo il Progetto del Padre. Figli, amate, perdonate e usate carità, ma amate col cuore aperto a Dio. Figli, accostatevi ai Sacramenti e legatevi alla Croce della Vita Eterna. Voi Piccoli Giovanni, amate amate amate: combattete con l'amore il mio nemico perché solo così potete camminare nella Luce di Dio. Figli, io vengo a portarvi il Vangelo del mio Divino Figlio, non cercate altri dii (=dei) che non possono aiutarvi. IO SONO LA VERGINE IMMACOLATA E VI PROMETTO CHE IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA'. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

9) Giovedì 20/10/1994, alla Quercia

Prima che io giunga, Giulia vede l'esserino del 19: "20 ottobre, 1994, ore 17.45, giovedì dopo il diciannove. All'inizio del Rosario si è presentato l'esserino, sempre seduto sul trono. All'inizio mi guardava senza parlare, poi mi ha detto che gli davo fastidio col mio pregare e ha aggiunto: - Aspettate un altro poco e vedrete cosa vi sto preparando! - Io ho alzato la Croce e lo ho invitato ad andare via e lui è scomparso alla fine del primo mistero". Poi alla veglia, ore 18 circa, more solito, il messaggio della Mamma:

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, soffri per l'umanità, consola il mio Cuore di Mamma.* Shalom (5). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, grazie per essere venuti a consolare il mio Cuore di Mamma. Figli miei, pregate per le mie intenzioni di Mamma (pausa per la Consacrazione). Figli miei, pregate per le mie intenzioni di Mamma. Figli cari, vi ripeto ancora una volta: pregate pregate pregate! Figli, siete in pericolo, il mio nemico vuole la guerra, siate saldi nell'Amore della Croce. Figli miei, non indietreggiate dinanzi all'Amore del mio Gesù. Io sono Mamma e conosco ogni vostro dolore e per questo vengo a portarvi il mio Amore, la mia Pace: camminate sempre nella scia del mio Amore, camminate sulla scia che io vi sto segnando. Figlio mio, figlio Mario, pulisci questo luogo col tuo amore. Figlio mio, sii forte ancora, molte persecuzioni verranno ancora, tu, Piccolo Giovanni della Croce, proteggi i tuoi Piccoli Giovanni, guidali col segno della Croce. Figli cari, consolate ancora il mio Cuore di Mamma (col tuo spirito, allo scambio di pace), consolate il mio Cuore Trafitto e Addolorato. Figli miei, il mio Cuore gronda sangue per l'umanità che non vuole camminare nella via della povertà: l'umanità che non ama. Tu, piccola croce, offriti vittima,* offriti vittima per i peccatori e ama ama ama. Figli, vi benedico col segno tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Amen, per la Comunione). Lode (4). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Preghiera): O mio Canto, mio Amore Infinito, Luce Eterna del mio misero cuore, consola me peccatrice, guida i miei passi al tuo Trono Santo, fa' che io viva la Gioia del tuo Canto. Amen".

10) Giovedì 20/10/1994, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori, offritemi un posto. Sposa mia, siediti. Sono venuto a far festa con ognuno di voi, voglio spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Piccina mia, soffri per l'umanità, bevi i calici che in questa giornata mi hanno offerto.* (Giu): Sì, mio Gesù, li bevo perché ti amo.* (Ge): Ecco, figlia mia, vengo in mezzo a voi per essere consolato, offritemi un po' d'amore, offritemi un posto nei vostri cuori. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà. Io vengo in mitezza e in povertà in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane. Figli miei, siate piccoli, siate poveri, non preoccupatevi delle cose del mondo ma aspirate all'Amore del Padre mio che viene in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane, fate festa col mio Amore, accostatevi al mio Banchetto di Luce e di Verità. Figli cari, allontanate satana dai vostri cuori, dalla vostra mente e dalle vostre case, allontanatelo amando: amate amate e perdonate. Ora, piccina mia, dai da bere al figlio santo della mia Povertà. Ora bevi tu del mio Amore e della mia Povertà.* Mangiate del mio Grano. Tu, sposa mia, mangia la mia Carne.* Ecco, figli cari, la nostra amicizia è piena perché io mi sono donato in povertà e in mitezza. Figli cari, io vi ho promesso che verrò nella Luce del Padre ed è eminente la mia Venuta, non temete, io verrò ancora per molto tempo a spezzare il Pane con voi, ma è eminente IL GIORNO DELLA MIA VENUTA in mezzo a voi. Figli miei, non temete, voi non conoscete né l'ora né il giorno, ma vi chiedo di aspettarmi: aspettatemi! io sono solo nell'Orto degli Ulivi a piangere perché nessuno mi ascolta, nessuno cammina le mie vie, vi invito a pregare secondo le intenzioni di mia Madre e Madre vostra. Figli miei, i tempi che verranno saranno duri, non preoccupatevi di ciò che dovete fare, ciò che dovete dire, io sarò sempre con voi, non vi lascio, figli cari, ma piango per i Grandi della Casa del Padre mio: offrite fioretti! Voi, spose mie, pregate pregate e consolate il mio Cuore, io piango perché vi amo, vi amo! Figli cari, non temete. Ora voglio far festa con ognuno di voi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* E tu, sposa mia, bevi bevi i miei dolori e soffri per l'umanità.* (Giu): Sì, mio Signore, li bevo perché ti amo.* (Ge): Ecco, io mi sono donato a tutti voi, voi donatemi il vostro amore: formiamo la Grande Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli cari, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane con tutti voi. Vi benedico col FUOCO DELLA PENTECOSTE nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo e vi bacio col Mio Bacio del Piccolo Giovanni. Andate in pace e portate la mia Pace. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi!"

11) Venerdì 21/10/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli cari, E' TEMPO DI AMARE COL CUORE. Figli, in pochi seguite la Legge del mio Cuore e in pochi amate come io amo voi, per questo il mondo sta andando alla perdizione. Figli miei, ritornate ad amare col cuore. VOI FIGLI GRANDI DEL MONDO, riconoscetemi come vostro Signore e Dio perché senza la nostra amicizia voi non fate nulla: siete un soffio di polvere! Figli miei, come siete ciechi, non riuscite ad alzarvi perché non guardate la Luce della Croce. Figli, camminate prima le vie della Croce, abbracciamoci e solo così riuscite ad alzarvi e a camminare nella mia Pace e Giustizia. VOI GRANDI DELLA CASA DI MIO PADRE, non ritenetevi giusti senza la mia Giustizia, io vi ho inviati a servire non ad essere serviti, non vi ho comandato di fare i maestri ma di seguire l'unico Maestro. Figli, mi fate soffrire quando giudicate secondo il mondo! Io ho pure detto: Non giudicate per non essere giudicati, e voi cosa fate? PRENDETE IL MIO POSTO! Figli, ricordate che io verrò. Vi amo tutti e vi benedico col segno tremendo della Croce. Amen Amen Amen Amen".

12) Domenica 23/10/1994, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma!* (Add): Soffri, creatura mia, consola il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù che gronda sangue per l'umanità. (Giu): Mamma, Mamma, perché c'è sempre sangue? (Add): Piccina mia, prega e offriti vittima per i peccatori. (Giu): Sì, Mamma!* (Add): Figli, pregate col cuore, io sono qui in mezzo a voi viva e reale, vi chiedo di pregare col cuore. Tu, croce mia, soffri, offriti vittima per questa giornata. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, trafiggi il mio cuore, ma non piangere! non piangere!* (Add): Soffri soffri, creatura mia, * offriti vittima per l'umanità.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (10). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Figli miei, ancora una volta vi invito a pregare per le mie intenzioni, ma pregate col cuore. Figli cari, io vengo in mezzo a voi per portarvi al Trono del Padre, vengo a segnarvi la via della Verità. Figli cari, divulgate nel mondo il Vangelo del mio Gesù, siate piccoli, semplici e caritatevoli: amate col cuore e perdonate i vostri nemici, perdonate coloro che trafiggono il vostro cuore. Figli cari, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, combattete col Santo Rosario: combattete la Battaglia dell'Amore. Figli miei, il mio nemico vuole la guerra, pregate affinché i progetti di Dio si adempiano. Figli cari, figli del mio Cuore Addolorato, io conosco i vostri cuori e le vostre necessità e vi guarisco con l'Amore dello Spirito Santo. Figli miei, guardatevi intorno, guardate quanti flagelli vi sono e tutto questo succede perché c'è poco amore, non riuscite a liberarvi dalle cose del mondo. Figli miei, io vengo in mezzo a voi a portarvi l'unica Verità: l'unica Croce del mio Gesù. Figli cari, vi invito ancora una volta a pregare col cuore: pregate per i Grandi del mondo. E voi, figli Ministri, pregate con la semplicità e l'amore della Croce, siate piccoli, amate amate amate e vestitevi di Croce e di Povertà. Figli miei, il mio Progetto viene da Fatima ed è eminente l'adempimento. Figli miei, pregate con costanza, non allontanatevi dai Sacramenti, amate amate amate: questo è il comandamento del Figliolo mio. Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nella Parola del mio Gesù. Lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Tu, piccola croce, soffri ancora per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma, amo te e amo il mio Gesù. (Preghiera): Madre dell'Infinito Amore, guida i miei passi all'Albero della Vita, guida il mio cuore sul legno della Croce. Amen".

13)MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 OTTOBRE 1994

ore 15.40, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Soffri, creatura mia, soffri e bevi anche oggi i calici che stanno offrendo al mio Gesù, soffri con amore e umiltà. (Giu): Sì, Mamma!* (Add): Soffri, creatura mia, soffri e offriti vittima per i peccatori. (Giu): Mamma, c'è ancora sangue, perché non lo fermi? Mamma, perdonami se ti chiedo sempre la stessa cosa (Giulia continua a fare la parte di Giacobbe! ndr). (Add): Figlia mia, IL PIANO DI DIO SI DEVE ADEMPIERE ATTRAVERSO LE SOFFERENZE E IL SANGUE. Non temere, prega prega prega! (Giu): Sì, Mamma, ma tu non lasciarmi! (Add): No, creatura mia, non ti lascio, non tenere!* (Giu): Mamma! Mamma! Mamma! Mamma! Mamma, ferma quei figli!* fermali!* fermali!* (Add): Piccina, prega e soffri! (Giu): Sì, Mamma!* (Add): Soffri per l'umanità.* Shalom (21). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, col Cuore Grondante di Sangue vi invito a pregare per le mie intenzioni di Mamma. Figli cari, figli del mio Cuore Addolorato e Trafitto da mille dolori, vi chiedo di pregare per il Santo Padre. Figli miei, ancora siete deboli, non riuscite a comprendere il MIO MESSAGGIO e non vivete secondo il Vangelo del mio Gesù! Io come Mamma vi sto conducendo passo per passo la Parola del mio Gesù, ma voi non comprendete, siete troppo legati alle cose del mondo e non riuscite a vedere l'Amore del Padre. Figli cari, amate e lasciatevi amare dal mio Gesù. Non è molto che io chiedo, vi chiedo di accostarvi ai Sacramenti: figli cari, cibatevi dell'unico Cibo! non temete i corpi, figli cari, il mio Gesù vi dona tutto e in abbondanza. Figli miei, combattete il male con l'Amore e col donare i vostri cuori, liberatevi dalle cose del mondo che vi portano alla morte e alla perdizione eterna. Figli cari, aspirate alle cose di Dio e crescete nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli cari, sappiate che i tempi che verranno saranno duri, ma il mio Amore di Mamma è con voi e non vi lascio: io vi ho stretti al mio Cuore di Mamma ai piedi della Croce e grondo sangue per ognuno di voi. Figli cari, camminate le vie del mio Gesù, camminate le vie della Croce, amatevi gli uni gli altri perché solo amando potrete sconfiggere il mio nemico. Figli cari, IL MIO PROGETTO VIENE DA FATIMA E MOLTO PRESTO VI SARA' IL TRIONFO DELL'EUCARISTIA. Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, seguite l'unico Maestro, seguite la Croce del mio Gesù, non fate i Maestri! ma ascoltate il grido del Vangelo del mio Gesù e amate amate amate. Figli cari, LASCIATEVI CROCIFIGGERE PER AMORE DELL'UNICO ED ETERNO PADRE, FIGLIO E SPIRITO SANTO. (Ge): Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a far festa nei vostri cuori, voglio donarvi il mio Cuore. Figli miei, accostatevi al mio Banchetto e donatevi come io mi dono a tutti voi. Voglio spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE TUTTI PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* E tu, croce mia, bevi e donati al mondo in amore e in povertà come io mi dono ad ognuno di voi: soffri, croce del mio Cuore. Ecco, IO MI SONO DONATO NELL'AMORE E NELLA COMUNIONE, offritevi anche voi in povertà e in mitezza: FORMIAMO UN'UNICA CHIESA FONDATA SULL'AMORE DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. Figli cari, non cercate altri dii (=dei), io sono il Dio Uno e Trino, sono il Dio dell'Amore e della Pace e voglio la vostra salvezza, la vostra santità: RESTIAMO UNITI NELL'AMORE DEL PADRE ALTISSIMO. Vi benedico col FUOCO DI PENTECOSTE nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose mie, e vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni. Amate e perdonate. (Giu): GESU' SEI GRANDE! ti amo, Gesù! (Preghiera): MISERICORDIOSO CUORE DIVINO DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO, unica Grotta di Amore Infinito, consola il mio misero cuore, fammi camminare le vie del tuo Amore e della tua Verità, custodisci il mio cuore nel tuo INFINITO AMORE. Amen".

AMATE E CONSOLATE IL DOLORE DI MARIA

In questi ultimi messaggi la Madonna si presenta con più frequenza con il titolo di Addolorata. E' chiaro il perché: aumentano le offese al suo Gesù da parte dei Grandi e dell'umanità. Lei risponde alle nostre cattiverie con il suo amore e il suo pianto 'accanto' al suo Gesù che soffre e offre 'ancora' se stesso per amore. A tanto dolore e amore rispondiamo come figli d'amore: armiamoci dei Dolori di Maria per invocare perdono al Padre e guardiamo al suo Cuore Addolorato per consolarlo. Parlando della Congregazione dell'Addolorata al Convegno sulla Spiritualità del Lentini (14-16 ottobre 1994)^ dicevo che oggi la 'Consolatio Mariae' è la cosa più attuale perché per essa passano le Grandi Promesse di Fatima: pace e amore in pienezza. Si richiede solo che la nostra Consolatio o il nostro stare con Maria accanto al Gesù Sofferente di oggi siano soffusi di tenerezza e di cuore: cuore che prega, cuore che soffre, cuore che offre, ma soprattutto cuore che ama e perdona con l'Amore Misericordioso di Gesù.