Notizie da Sofferetti-24  n. 137

Lauria, 30 novembre 1994 

 

"SIATE MAMME GIOIOSE DEL VOSTRO BAMBINO DIO"

(mess. del 25/11/1994) 

 

"CORONATE IL CUORE DEL MIO GESU' COL VOSTRO AMORE" 

(mess. della I dom. d'Avvento, 27/11/1994)

 

 

1) Dom 13/11/94  CONSACRAZIONE ai DUE CUORI e alla Croce a Lauria 

a) Alle due consacrazioni, ore 11.30: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, soffri anche oggi e bevi i calici che stanno offrendo al mio Gesù, soffri per l'umanità.* Shalom (10). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vengo a portarvi il mio Cuore Trafitto di Mamma. Figli miei, pregate per le mie intenzioni, pregate col cuore, invocate Misericordia al Padre. Figli Miei, siete in pericolo, amate e perdonate perché non conoscete i progetti di Dio Padre. Figli cari, Io come Mamma vengo a segnarvi la Via-Mamma: LA VIA DEL MIO CUORE IMMACOLATO E ADDOLORATO. Figli cari, non indietreggiate dinanzi all'Amore della Croce, siate santi come è Santo il mio Gesù e camminate in povertà e mitezza di cuore. Figli miei, vi amo tutti e grondo lacrime di sangue per i figli della perdizione: i figli che non amano il mio Gesù. Tu, piccola croce del Mio Cuore Immacolato e Addolorato, soffri soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore: immolati, creatura mia! Vi amo tutti e verrò ancora per molto tempo a guidare i vostri passi. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Lode (6). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

b) Alla Consacrazione della Messa (prima, da Giulia): "Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (dopo, da Gesù): Sono io, il Pastore Eterno. Pecorelle del mio gregge immacolato e addolorato, vivete l'Amore della Croce, camminate per essa e con essa. IO VI PROMETTO COME PADRE ETERNO LA GIOIA E L'AMORE DELLA LIBERTA'. SIATENE CERTI: IO VERRO' NELLA LUCE DELLA CROCE. Vi amo, pecorelle mie, e vi stringo al mio Cuore. Vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo. Aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò. Amen".

2) Dom 13/11/1994. ore 15.40. alla Quercia, more solito: (Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Bevi e soffri anche oggi, da questo luogo, per l'umanità. figlia mia, accetta i chiodi che il mio Gesù ti dona, accettali con amore e umiltà.* (Giu): Si, Mamma! Mamma, c'è ancora sangue! (Add): figlia mia, grondo sangue per l'umanità che non sa ascoltare,* soffri tu, piccina Mia.* (Giu): Sì, Mamma!* (Add): Bevi, anche se sono amari, bevili.* (Giu): Mamma, aiutami tu!* Mamma, perché non fermi quel sangue? è  troppo, perché non lo fermi? (Add): figlia mia, si deve adempiere, non posso fermarlo: è nel Progetto del Padre.* Shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il Mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi invito a pregare per la pace: pregate, pregate, pregate! Figli cari, rinnovo ancora una volta di essere costanti nella preghiera, siate pronti per i tre giorni di buio. Figli miei, non voglio spaventarvi, ma desidero che siate salvi, unitevi al mio Cuore Immacolato e Addolorato e pregate per coloro che trafiggono i vostri cuori, pregate per i vostri nemici, pregate per i figli drogati, i figli emarginati, i figli che non conoscono l'Amore e la Luce del mio Gesù. Io vengo a portarvi il Pane Vivo: la Luce Eterna del Padre. Figli miei, offrite fioretti al mio Gesù, pregate ed offritevi vittima per i vostri fratelli che trafiggono il mio Cuore di Mamma Addolorata e il mio Gesù. Figli cari, io vengo per la vostra salvezza, vengo a portarvi il Vangelo Vivo del mio Figliolo, non amate altri dei perché non ve ne sono: AMATE IL DIO DELLA CROCE, IL DIO DELLA POVERTA', IL DIO DELL'AMORE e LASCIATEVI CROCIFIGGERE NEL SUO AMORE E NELLA SUA VERITA'. Figli cari, io vi amo tutti perché  siete i miei piccini, i miei Piccoli Giovanni, io come Mamma Addolorata vi invio il Fuoco dello Spirito Santo: camminate con esso e danzate sull'Amore dello Spirito Santo. Gioite, figli cari, gioite con amore e abbracciate la Croce del mio Gesù! Il Progetto viene da Fatima ed è eminente la sua Grande Luce. Figli miei, vi amo tutti, vi amo! Sono la vostra Mamma e non voglio perdervi. Figli cari, allontanate dai vostri cuori i malèfici: allontanate satana dai vostri cuori, dalle vostre vie, dalle vostre case; abbracciate la Croce del mio Gesù e vivete in povertà e in carità di cuore. G1i miei, vi benedico col Padre, col figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Croce e camminate sulla VIA DELLA POVERTA'. Lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Grazie, fig1ioli miei, per essere venuti a consolare il mio Cuore Addolorato di Mamma (vi sono anche i pellegrini di Montalto). (Preghiera): Madre dell'Infinita Misericordia, lava il mio cuore malato, lavalo col tuo Amore Materno e guidami sulla via della Croce. Amen".

4) Giov 11/11/1994 ore 21.04 a casa more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli Amen. Pace a voi! Sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori, non temete, sono io: il Gesù della Croce. Fig1i cari, offritemi un posto nei vostri cuori, aprite la porta al vostro Maestro. Tu, croce mia, siediti. Figli cari, pregate, pregate secondo le intenzioni di mia Madre. Figlia mia, croce del mio Cuore, bevi i calici che mi stanno offrendo,* bevi per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa,* bevi e soffri, croce mia, perché i tempi che verranno saranno duri.* figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e d'amore. Figli miei, io vengo in mezzo a voi in povertà, vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane: VI DO LA VITA ETERNA. Figli cari, distaccatevi dalle cose del mondo e vivete per le cose di DIO: VIVETE IN UN BICCHIERE DI VINO E IN UN PEZZO DI PANE.* Figlia mia, croce del mio Amore, soffri per il tuo Gesù che piange nell'Orto degli Ulivi. Spose mie, sono solo! ho bisogno del vostro amore, del vostro cuore per riposare un po'. Ora, figlia mia, dai da bere al figliolo mio, al figliolo santo, bevi, figlia mia, bevi del mio Amore,* ora donalo al mondo. Spezza il pane della nostra amicizia e siatene fecondi. Tu mangia della mia Povertà* e donala al mondo. Ecco, figli cari, mi sono donato a tutti voi perché vi amo e vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane per mostrarvi il mio Amore e la mia Povertà, ma piango nel vedere i cuori distaccati dal mio Amore: soffro* nell'Orto degli Ulivi! Figli miei, quanto vi amo! quanto vi amo! vi dono tutto e voi non sapete accogliermi! VOI GRANDI DEL MONDO, quando vi fermerete?! E VOI FIGLI della CASA DEL PADRE MIO, quanti dolori! quante trafitture!* il mio Cuore gronda sangue!* fermatevi e guardatevi intorno! Figli miei, figli miei, vi amo, non posso lasciarvi! Ora vi invito al mio Banchetto di Pace, di Luce e di Verità, venite e fate festa, venite accostatevi al mio Cuore: venite, vi voglio salvi! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE TUTTI, PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. E tu, sposa mia, bevi e soffri per l'umanità, bevi e soffri. (Giu): Si, mio Signore! (Ge): Ecco, la nostra amicizia è piena perché Io mi sono donato con amore. Tu, figlio Mario, cammina con la tua Croce, vai avanti e non fermarti, io sono sempre in te, guido i tuoi passi e benedico il tuo operato. Figlio mio, non temere le persecuzioni, vai avanti, custodisci i tuoi Piccoli Giovanni. Figli miei, spose del mio Cuore, vi amo tutti. Benedico voi benedico i vostri cari: conosco i vostri cuori ed elargisco 1'Amore del Padre. Non temete, figli miei, non spaventatevi dei tempi che verranno. Io verrò ancora a spezzare il Pane con ognuno di voi, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò presto con la Luce de Padre! Vi amo tutti e vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del  mio Cuore! Andate in pace e portate il mio Amore e la mia Pace. (Preghiera); UNICO ed INFINITO AMORE, PANE VIVO del MIO CREATORE, elargisci l'anima mia; elargiscila all'AMORE INFINITO del PADRE, fa' che io viva l'AMORE del MIO CREATORE, unisci il mio cuore all'INFINITA' del PADRE. Amen.”

5) Ven 18/11/1994. ore 10.40. a casa. in crocifissione. orale: .Parla Gesù al mondo: Figli il mio Amore è senza limiti e la mia Verità è Verità di Dio; chi non cammina nella mia Verità è come colui che cammina nella sabbia. Figli, ascoltate la mia voce, non indietreggiate dinanzi al mio Amore. Io sono il vostro Dio, non ce ne sono altri: Io sono il Signore e Dio. lo vi amo ed ascolto il grido del giusto, piango per i figli che non vogliono amarmi. Figli miei, convertitevi, perché  il tempo del Padre  è eminente. Figli, i flagelli aumenteranno e nessuno vi potrà salvare, senza la mia mano voi non potete nulla, la Potenza del Padre voi non la potete fermare. Figli, fermatevi e pensate: Chi vi ha creati vi può anche distruggere! Figli, convertitevi all'Amore e sarete salvi. Io vi voglio salvi, ma voi non mi ascoltate. Non restate fuori del mio Cuore, ma venite a gioire con l'Amore della Croce. Figli miei, Io sono il vostro Signore e vi amo, amatemi anche voi: solo questo io vi chiedo. Vi amo tutti e vi benedico col mio Amore. Tu, piccina mia, soffri e consola sempre il mio Cuore. (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Amen (4)..  

6) Dom 20/11/1994. ore 9.30 circa a Thurio: VISIONE DI UN'OSTIA

“20 novembre, chiesa di Thurio. Durante l'Osanna vedevo dinanzi all'altare una Grande Ostia che grondava sangue, intorno all'ostia grande ce n'erano altre undici piccole a forma di cuore, con la scritta: IHS. Anche le piccole grondavano sangue. Poi dalla grande ostia usciva un venticello a forma di piccoli cerchi (come le trombe d'aria, mi chiarirà Giulia) e si udiva una voce: GIOITE ED ESULTATE PERCHE' IO VERRO' PACE BENEDIZIONE AMEN.

 7) Dom 20/11/1994. ore 15.40. alla Ouercia. more solito: "(Giu) : Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Non glorifica: è il nudo tenebroso del 19 e Giulia lo esorcizza): In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via; vai via! Inginocchiati ai piedi della Croce: vai via, vai via! San Michele, Vergine Santa, intervenite! vai via, vai via! (Al nuovo globo): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Non temere, piccina mia, bevi e soffri anche oggi, bevi i calici del mio Gesù e accetta i chiodi con amore. (Giu): Sì, Mamma!; (Add) Immolati per i peccatori, soffri per i figli della perdizione: i figli che infangano questo luogo: che infangano l'Altare della Misericordia di Dio! Soffri, piccina mia, immolati per l'umanità, bevi ancora i calici del mio Gesù.* Shalom (15). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi chiedo di pregare con insistenza per le mie intenzioni di Mamma Addolorata. Figli cari, voi non conoscete i progetti di Dio. Figli miei, camminate nella Verità e nella Luce del Padre, amatevi gli uni gli altri. Figli miei, i tempi che verranno saranno duri: solo la Misericordia di Dio vi può salvare. Io grondo sangue per l'umanità che non vuole ascoltare la voce del Padre. figli miei, non è molto che vi chiedo, io sono viva e reale in mezzo a voi, vengo per la vostra salvezza, vengo perché vi voglio salvi. Figli cari, siate santi come il mio figliolo Gesù, amate e perdonate i vostri nemici, amate coloro che trafiggono i vostri cuori. Figli cari, non pensate alle cose del mondo, allontanate i vostri cuori dalle cose che non giovano alla vostra salvezza, siate puri di cuore, siate veritieri, camminate con amore sulla via che io vi sto segnando. Io sono la Mamma Addolorata e grondo lacrime di sangue per l'umanità che trafigge il mio Gesù: l'umanità che non vede la Luce del Padre! Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, soffrite, soffrite sul legno della Croce, soffrite col mio Gesù, amate e perdonate, non fate i maestri. Figli cari, non è un rimprovero che io voglio farvi. Figli miei, vi amo e non voglio perdervi. Figli miei, piccini del mio Cuore, ritornate alla Luce del mio Gesù, abbracciate la Croce e siate un'unica cosa sola con l'Amore del Padre. Figli cari, conosco il cuore di ognuno di voi e benedico voi, benedico i vostri cari, benedico le vostre case. Siate fiduciosi nell'Avvento del mio Gesù! Figli cari, con amore materno vi invito a pregare; pregate pregate pregate! Vi benedico col Padre, col figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nella Luce del mio Gesù. Lode (6). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Preghiera): Madre dell'Infinita Bontà, consola l'anima mia, donami la Luce del Padre, guida i miei passi all'Amore Infinito del mio CANTO. Amen".

8) Lun 21/11/1994 ore 10. 40. a casa, orale: Parla il LENTINI "Sia lodato Gesù Cristo. Vieni, figlia mia, non temere, io sono il Servo della Croce. Vieni, stringiti al mio CUORE SACERDOTALE e non temere. Figlia mia, guarda i flagelli che vi circondano, non spaventarti, resta sempre unita alla Croce, prega secondo l'intenzione della Vergine Addolorata e non temere gli uomini. Figlia mia, caricati del peso della Croce e vai avanti. figlia, le Mura della Casa di Gesù stanno crollando perché in pochi fanno sacrifici per sostenerle, pregate per il Papa e non lasciatelo solo. Io, il Servo della Croce, nel silenzio e nell'umiltà vi sto vicino ed in silenzio prego per voi. Popolo mio, convertitevi alla mia Povertà, unite i vostri cuori all'unica Croce che io ho tanto amato e tanto amo, non flagellate ancora il mio Gesù, ma amate, amate, amate, portate per le vie del mio paesello la Santa Croce e camminate in una sola Luce. Fratello Mario, cuore della Croce di Cristo Risorto, grida in nome della Croce e spezza il Pane dei Poverelli. Vi benedico con la Croce di Cristo. Andate in pace”.