ANNO 1995

SOFFERETTI-24

 

Messaggi tramite Giulia

Notizie da Sofferetti-24  n. 140

Lauria, 10 gennaio 1995

  

"IL TEMPO DELL'AMORE E' VICINO"

(mess. del 29/12/1994)

 

1) Giov 29/12/1994, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli cari, offritemi un posto, sono venuto a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Figli miei, affrettatevi, venite al mio Banchetto di Luce e di Pace. Tu, sposa mia, siediti. Ecco, sono venuto a far festa con ognuno di voi. Tu, sposa mia, bevi i calici* e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, mio Signore, ma non piangere! (Ge): Sposa mia, non piango per voi, ma piango per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma.* Tu, soffri! (Giu): Sì, mio Signore!* (Ge): Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia. Ecco, io vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane: sono il Gesù Poverello, il Dio Bambino che viene in mezzo a voi in povertà e in mitezza. Figli cari, IMITATE LA MIA POVERTA', IL MIO AMORE: DIVULGATE NEL MONDO IL MIO AVVENTO IN POVERTA' E IN GRANDEZZA DI CUORE. Ecco, io vengo perché l'ORA DEL PADRE è eminente: IL TEMPO DELL'AMORE E' VICINO. Non indietreggiate dinanzi alla mia PAROLA di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Ora, sposa mia, dai da bere al figlio santo, bevi del mio Amore e della mia Povertà e donala al mondo;* mangia della mia Carne e del mio Amore, figlio santo, e donala al mondo. Tu, sposa mia, mangia della mia Carne e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Ecco, io mi sono donato in un pezzo di pane e in un bicchiere di vino perché vi amo. Voi, spose del mio Cuore, amate amate amate e donatevi al mondo: donatevi come io mi dono a voi in povertà e in mitezza di cuore. FATE FESTA PERCHE' L'ORA DELL'AMORE E' VICINA: L'ORA DEL PADRE E' ALLE PORTE. E VOI, SPOSE DEL MIO CUORE, FATE FESTA: GIOITE GIOITE COL MIO AMORE! Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, non temete niente e nessuno, il mio Amore è con voi e voi siete in me. Ora accostatevi al mio Banchetto, venite, spose amate del mio Cuore, fate festa, indossate gli abiti dell'Amore e fate festa! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE TUTTI. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, sposa mia, bevi e soffri, bevi e soffri, bevi e soffri per l'umanità.* (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Ecco, io mi sono donato nella PIENEZZA DELL'AMORE DEL PADRE, non preoccupatevi, IO SONO IL DIO UNO E TRINO: IL DIO CHE E' MORTO E RISORTO SULLA CROCE PER DONARVI LA VITA ETERNA. Figli GRANDI DEL MONDO, non trafiggete ancora il mio Cuore, INCHINATEVI AI PIEDI DELLA CROCE ed IMPLORATE MISERICORDIA, non camminate su vie che non vi è il mio Amore, accostatevi ai SACRAMENTI DELL'AMORE E DELL'AMICIZIA. Tu, croce del mio Cuore,* non lasciare questi figli: prega ed offriti vittima per loro. (Giu): Sì, mio Gesù! (Ge): Io vi amo tutti, figli del mio Cuore, e non voglio perdervi, aspettatemi ancora, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi, aspettatemi! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi abbraccio al mio Cuore e vi dono il Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodate sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti, amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò, io verrò, io verrò!

(Preghiera di Giulia in estasi): Luce Eterna del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, consola l'anima mia, consola me peccatrice, accetta le mie misere preghiere in riparazione dei miei tanti peccati. Amen".

2) Ven 30/12/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli del mio Cuore, VI INVITO AD EDIFICARE LA VOSTRA FAMIGLIA CON L'AMORE DI QUESTO AVVENTO. Figli, siate mamme piene di amore, costruite tabernacoli vivi ed adorate IL FRUTTO DEL GREMBO DI MARIA. Figli miei, ritornate alla CAPANNA DELLA PACE E DELLA VERITA', rispondete al mio Amore, non è poi tanto che io vi chiedo. Figli Ministri, costruite CAPANNE D'AMORE per il DIO BAMBINO, non fate piangere più mia Madre, non chiudete la porta dei vostri cuori, ascoltate il mio Vangelo non secondo i vostri comodi ma secondo la mia Parola, io sono il vostro Dio e Signore, voi, non fate i maestri della mia Parola ma siate i servi di tutti: COSI' VI VOGLIO! Voi Piccoli Giovanni, figlio Mario, figlio Pasquale, figlio Franco e tu croce del mio Cuore, restate uniti e pregate per l'umanità, io mi poggio su di voi, non lasciatemi solo ma andate avanti: portate la mia Parola ed il mio Amore nel mondo. Vi benedico e vi invito a vivere QUESTO AVVENTO con letizia. Amen Amen Amen Amen".

3) Dom 1/1/1995, Visione a Thurio, alla Messa, ore 10 circa

"Visione. Chiesa di Thurio, I° gennaio (1995). Durante l'Osanna vedevo la Madonna e Gesù Bambino e San Giuseppe davanti all'altare. La Madonna ha preso in braccio il Bambino che era nella culla e lo donava al mondo: GESU' BAMBINO BENEDICEVA e DELLA SUA BENEDIZIONE SCENDEVANO FIORI BIANCHI CHE CADEVANO PER TERRA E POI SVANIVANO".

4)Dom 1/1/1995, alla Quercia, ore 15.40, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici e soffri per l'umanità.* (Giu): Sì, Mamma! (Imm): Piccina mia, non spaventarti per ciò che vedi. (Giu): Mamma, se puoi fermare tutto questo, fermalo, ma sia fatta la volontà di Gesù. Dimmi cosa devo fare per non farti soffrire. (Imm): Piccina mia, tu non mi fai soffrire, è l'umanità che non vuole ascoltare il mio grido, tu prega ed offriti vittima per i peccatori. (Giu): Sì, Mamma!* (Imm): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (13). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo di pregare per la pace. Pregate, figli cari, secondo le mie intenzioni, pregate col cuore aperto e SIATE MAMME DEL MIO CUORE IMMACOLATO E ADDOLORATO. Figli cari, voi non potete comprendere i tempi che verranno, voi siete deboli e cadete in ogni passo che fate. Piccini miei, vivete QUESTO AVVENTO DEL MIO GESU' col cuore integro amandovi gli uni gli altri. Piccini miei, siate più costanti nella preghiera nel camminare con la Croce del mio Gesù. SONO TANTI I TEMPI CHE IO STO CAMMINANDO CON OGNUNO DI VOI MA ANCORA SIETE DEBOLI: NON RIUSCITE A COMPRENDERE IL PROGETTO DI DIO. FIGLI MIEI, I VOSTRI CUORI NON COMPRENDONO CIO' CHE IO DESIDERO COME MAMMA: FIGLI, IO VOGLIO LA VOSTRA SANTITA', LA VOSTRA SALVEZZA, E VI INVITO AD ESSERE POVERI E PICCOLI. Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, aprite la porta dei vostri cuori: apritela al mio Gesù che viene in povertà e in mitezza. Piccini del mio Cuore, vi invito ancora ad amare il mio Gesù, amatelo, distaccatevi dalle cose del mondo. Il mio nemico vuole la distruzione del Progetto di Dio: IO VI INVITO COME MAMMA IMMACOLATA E ADDOLORATA A COMBATTERE COL ROSARIO E CON LA SANTA EUCARISTIA. FIGLI MIEI, IL MIO PROGETTO VIENE DA FATIMA E PRESTO SI ADEMPIRA'. Vi invito a pregare per il Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli miei, non lasciatelo solo, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, camminate e pregate con lui, siategli vicino col cuore e con la preghiera costante. Figli cari, piccini del mio Cuore di Mamma, amate, pregate per i figli che si trovano nelle tenebre: non sanno comprendere la Verità della Croce. Amate amate amate e perdonate! (Ge): Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a far festa con ognuno di voi. Figli miei, vi amo e la mia Parola è Parola duratura, vi stringo al mio Cuore perché siete i miei Piccoli e vi invito a far festa in questo giorno col mio CUORE DI PADRE. Figli cari, accostatevi al mio Banchetto, venite tutti, io vi amo senza distinzione, fate presto, indossate gli abiti dell'Amore e della Povertà e venite al mio Banchetto di Luce e di Pace. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' PANE DI VITA NUOVA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, sposa mia, bevi e soffri, bevi e soffri, bevi e soffri per l'umanità e per i tuoi figli. Non temere niente e nessuno, la Luce del Padre mio è con te, vai avanti, soffri nel silenzio della mia Croce. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, io verrò, aspettatemi!"

5) Giov 5/1/1995, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli cari, offritemi un posto, FATE FESTA COL DIO POVERELLO, fate festa e venite al mio Banchetto di Luce, di Pace e di Povertà. Tu, sposa mia, siediti. Figlia mia, bevi anche oggi i calici dei miei dolori, bevi e soffri* per l'umanità che trafigge il mio Cuore.* (Giu): Gesù, perché piangi? perdonami se chiedo perché. (Ge): Non temere, piccina mia, piango per l'umanità* e tu, piangi con me e soffri per i tuoi figli che non vogliono vedere la mia Luce e la mia Verità.* (Giu): Gesù, non soffrire, trafiggi il mio cuore!* (Ge): Grazie, piccina mia, grazie per la tua bontà e per il tuo amore, ma non posso stare fermo: devo soffrire per i miei figli e mi poggio su ognuno di voi: aiutatemi anche voi, colonne mie!* pregate per il mio Piccolo Giovanni (=il Papa) e non lasciatelo solo, lui soffre, non lasciatelo solo. Ora, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà. Ecco, io vengo perché l'ora del Padre è eminente, voi, spose del mio Cuore, siate pronti, siate preparati di Povertà e d'Amore: è quello che io vi chiedo! Siate i miei Piccoli Giovanni, amate, perdonate e usate carità. E tu, piccolo Mario del mio Cuore, Sacerdote della Pace e dell'Amore, cammina cammina cammina con la mia Croce. Grazie per ciò che hai compiuto in questa giornata: ti benedico in modo particolare (è il mio 60 compleanno). Figlio mio, vai avanti con la tua luce e porta il mio Amore. Ora, sposa mia, offri da bere al figlio santo e tu bevi,* bevi i calici,* bevi del mio Amore, sposa mia, e donalo al mondo. Ora mangia la mia Carne e tu, sposa mia, mangia del mio GRANO.* Ecco, io mi sono donato in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane perché vi amo, vi amo! Figli miei, VI STO PREPARANDO (=come Piccolo Giovanni, ndr) AL GRANDE BANCHETTO PERCHE' VOI NON CONOSCETE I PROGETTI DEL PADRE. Siate forti, figli miei, pregate pregate pregate! Figli cari, vi ripeto ancora una volta di pregare per il Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. VOI NON SAPETE I PROGETTI DEL PADRE, LA CHIESA TUTTA E' IN GRAVE PERICOLO! (Giu): Gesù, fermali! (Ge): Figlia mia, E' LA SCRITTURA CHE SI DEVE ADEMPIERE: NON POSSO FERMARE CIO' CHE IL PADRE HA SCRITTO. VOI PREGATE PREGATE PREGATE! Ora venite, senza distinzione, e fate festa col mio Cuore. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE TUTTI PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce del mio Cuore, bevi e soffri!* Non temere niente e nessuno, la mia Luce e il mio Amore è su di te. Ecco io mi sono donato nella PIENEZZA DEL PADRE perché vi amo: MI DONO IN POVERTA' E IN MITEZZA e VI INVITO COL CUORE AD ASPETTARMI. Io verrò, io verrò, io verrò ancora a fare festa con ognuno di voi perché E' IL PADRE CHE VUOLE LA NOSTRA AMICIZIA. Io sono il Dio della Povertà e della Croce, io sono il Dio Uno e Trino, non temete, piccini del mio Cuore, fate festa, fate festa perché io verrò! Siatene certi: LA MIA PAROLA E' PAROLA DURATURA. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. E tu, croce del mio Cuore, soffri ancora nel silenzio del mio Cuore. (Giu): Sì, mio Signore!"

6) Ven 6/1/1995, ore 10, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, convertitevi e credete al Vangelo, non restate sordi alla mia Venuta. Figli, io vengo perché il tempo del grano è eminente. Figli, cambiate i vostri cuori, siate miti e pacifici, accettate il Dio Bambino nei vostri cuori e amate con amore materno. Figli cari, siete in grave pericolo ed io piango per ognuno di voi, sono seduto sulla Roccia del Padre ma i vostri occhi non vedono il mio dolore: il mio pianto! Figli miei, combattete il male con la preghiera, con la recita del santo Rosario, vivete i miei messaggi con amore. Figli, io vi voglio salvi e vengo a voi con la mia Parola di Luce. VOI FIGLI MINISTRI E GRANDI DELLA CASA DEL PADRE MIO, NON TRAFIGGETE PIU' IL CUORE DELLA MIA MAMMA: VIVETE QUESTO AVVENTO COL CUORE INTEGRO. Voi, Piccoli Giovanni, caricatevi della mia Croce ed andate avanti. Tu, piccola croce mia, sii forte: ACCETTA CON AMORE CIO' CHE TI OFFRO PER I FIGLI MINISTRI (=una ostia con JHS sul polso destro). (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Grazie, piccina mia! Vi benedico col mio Amore. Amen Amen Amen Amen".

Prima piaga del 1995 per i figli Ministri

Le stigmate sono segni della Passione di Gesù impresse nelle sue 'spose mistiche': S. Francesco, P. Pio, ecc. Rivelano oggi le sofferenze che Gesù riceve nel suo Corpo Mistico, in modo particolare dai suoi Ministri che si adeguano al razionalismo, al potere, al mondo e rifiutano il suo Vangelo di fede, di abbandono in Dio, di povertà, di amore. Tradiscono il Vangelo, ma poi in nome dello stesso Vangelo rifiutano 'i piccoli' che il Signore elegge per richiamare al ritorno del suo Vangelo. In espiazione di questa apostasia, e proprio nel giorno dell'Epifania, quasi come sua Befana, Gesù dona a Giulia la prima piaga. Non c'è veggente che oggi non sia duramente attaccato da SACERDOTI E VESCOVI. E' pane quotidiano. Oggi e domani leggerò su La gazzetta del Mezzogiorno duri attacchi a NICOLINA di Matera da parte della Curia, del marito Tonino Di Ninno e soprattutto di don Basilio Gavazzeni che anzi si lamenta del blando comunicato della Curia. Nicolina ha fatto del tutto per meritarseli ed io stesso nel mese scorso, da questi fogli, ho espresso le mie riserve. Non mi lego però a quanti le stanno scagliando le pietre di 'santona' perché santona si può essere dall'inizio o lo si diventa per presunzione, superbia e mancato aiuto spirituale. Ritengo che era buona la Prima Nicolina che ho conosciuta e in un certo senso avviata sia pubblicandole la prima edizione di Maria in mezzo a noi sia facendo con lei le prime consacrazioni al Cuore Immacolato di Maria. Il fatto è che Nicolina è malata dentro. Così infatti le diceva la stessa Madonna il 6/2/1988 in un passo che Nicolina non volle che pubblicassi: " "Gioisci, figlia mia, nel tuo cuore perché il Signore ti ama anche con le tue debolezze, (inizia la parte esclusa) ma che sono soprattutto psicologiche, per cui spesso tu sei vittima dell'azione di satana che abusa di questo lato debole per prenderti con l'intento di allontanarti da Gesù e dal Signore. Sappi, figlia mia, che lui può solo tentare su di te, ma non può possederti e allontanarti da noi perché tutto quello che si stabilisce in cielo non viene infranto su questa terra se la volontà continua a voler fare la strada del Signore" (cfr. Maria in mezzo a noi, I edizione, da me curata, pag. 25, Sapri 1988). Ha ancora Nicolina la volontà di voler fare la volontà del Signore? Non so, perché l'ho persa per strada, non perché non avessi voluto aiutarla ma perché Mons. Appignanesi, ora a Potenza, le vietò di rivolgersi a me. La avrebbe guidata lui direttamente o tramite il parroco don Franco di San Giacomo. Se Nicolina è crollata, la colpa principale è sua e dei vari gruppi che la coccolavano, ma credo anche dell'intera Chiesa Materna che non ha saputo discernere sul caso perché i carismi di Dio hanno bisogno di continua assistenza. Si ricordi che il più grande veggente di questo secolo è stato P. Pio che nel discernimento, tra visioni buone e diaboliche, fu aiutato dal direttore spirituale che spesso consultava e obbediva. Certo Nicolina non è P. Pio, ma a scegliere l'uno o l'altra è sempre Dio che nel primo ha scelto un Sacerdote santo e nella seconda un cavallo impazzito. Può farlo Dio? Senz'altro, ma per Nicolina ci volevano redini di acciaio che solo un Sacerdote poteva metterle. C'è ancora tempo? Dipende dalla Chiesa di Matera. Noi non le gettiamo le pietre che del resto Gesù le aveva già annunciato dinanzi al Crocifisso della Pietà di Crosia: "Ti scaglieranno le pietre!", ma ci atteniamo a ciò che la Madonna dice per questi casi: "Pregate per i miei Piccoli Giovanni che sono caduti".

***

7) CONSACRAZIONE A SERRADARCE (ven 6/1/1995)

I) Dinanzi al Cancello di Oliveto, ore 15.37, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu): Mamma, Mamma, ferma quel sangue! (Imm): Piccina mia, prega e soffri, IL SANGUE CHE VEDI E' SANGUE DI RIPARAZIONE E DI PERDONO, soffri per l'umanità,* soffri, figlia mia, e prega per i figli della perdizione. (Giu): Sì, Mamma!* (Imm): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (15). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a donarvi il Frutto del mio Grembo. Figli cari, siate mamme del mio Gesù, siate mamme della Croce e della Povertà, combattete il male col Santo Rosario. Figli cari, pregate per il Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli miei, i tempi che verranno saranno duri, voi armatevi di Croce, di Povertà e di Amore e di Carità. Tu, figlio santo, figlio Mario, porta la Croce del mio Gesù, benedici ed esorcizza col nome tremendo della Croce Santa del mio Gesù, raccogli le pecorelle smarrite e portale al Trono di Dio. Voi, spose del mio Gesù, amate, perdonate e usate carità, ed io vi stringo al mio Cuore Materno di Mamma e vi invito ad andare per il mondo a portare il Vangelo del mio Gesù. Tu, piccola croce del mio Cuore, soffri per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma! (Imm): Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel nome della Santissima Trinità. Lode lode lode lode (4). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiera di Giulia in estasi): Madre dell'Infinita Bontà, CUORE ETERNO DI MAMMA, aiutaci a camminare sulle vie di questo mondo, fa' che vediamo la Luce Eterna del tuo Figliolo Santo. Amen".

II) A Serradarce: a) Durante la mia omelia, ore 17.45, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Anche oggi, figlia mia, bevi i calici dei miei dolori, soffri e offriti vittima per i peccatori. (Giu) Sì, Mamma! (Imm): Soffri per l'umanità.* (Giu): Mamma, non piangere!* (Imm): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (20). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi con amore materno vi invito ad accogliere il mio Gesù, vi chiedo di pregare per la pace. Figli cari, sconfiggete il vostro nemico con l'amore, con l'umiltà e con la preghiera. Figli miei, siate mamme dell'Amore Materno del mio Cuore Immacolato e Addolorato, camminate sulle vie della Croce in povertà e in mitezza. Figli miei, io vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, vengo a portarvi la Luce del mio Gesù: figli miei, io vengo a portare la Parola Viva del mio Gesù. Non è molto che vi chiedo: vi chiedo di aprire i vostri cuori all'Amore del mio Divino Figliolo. Figli miei, non aspettate ancora, aprite la porta dei vostri cuori: LASCIATEVI CATTURARE DALL'AMORE DI DIO. Figli miei, vi amo e vi voglio santi, camminate sulla via che io vi sto segnando con la Croce del mio Gesù. E voi, FIGLI MINISTRI, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, vestitevi con le vesti bianche, aprite la porta al mio Gesù, non indietreggiate dinanzi alla Parola Viva del mio Gesù. Io vi amo, vi amo, vi amo, piccini del mio Cuore! NON INDIETREGGIATE DINANZI ALLA MISERICORDIA DI DIO! Figli miei, figli del mio Cuore, allontanate il male dai vostri cuori, REGGETE LE MURA CHE STANNO CROLLANDO. E tu, croce del mio Cuore, soffri per l'umanità, soffri, figlia mia! prega come tu sai fare. Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. CRESCETE NELL'AMORE DELL'AVVENTO DEL MIO GESU'. Lode lode lode lode (4). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

b) Alla Consacrazione della Messa: (Giulia, prima della Consacrazione, dice per 29 volte): ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Gesù, dopo la Consacrazione): Sono io, IL PASTORE ETERNO: LA LUCE INFINITA DEL PADRE. Piccini del mio Cuore, amate, perdonate, cibatevi del mio Corpo e del mio Sangue: SIATE VITE FECONDE DELL'AMORE DEL PADRE. Vi amo, pecorelle mie! CAMMINATE SECONDO LA VOLONTA' DELLA LUCE INFINITA".

8) Dom 8/1/95, ore 15.38, a casa perché malata, more solito

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Soffri e bevi anche oggi i calici dei dolori del mio Gesù, soffri, piccina mia, per l'umanità, accetta questi chiodi* per i tuoi figli. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, Mamma, Mamma, non piangere! Mamma, non sono potuta venire al tuo luogo, perdonami! (Imm): Piccina mia, non temere per questo, sei il mio angelo, accetta i dolori per i tuoi figli e vai avanti con la Croce del mio Gesù. (Giu): Sì, Mamma, ma tu piangi sempre! Mamma, perdonami se ti chiedo sempre perché piangi. (Imm): Figlia mia, le trafitture sono troppe e i figli che si perdono sono tanti: NON POSSO CHE PIANGERE!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (16). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi, il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi chiedo ancora una volta di pregare per le mie intenzioni di Mamma. Figli miei, VIVETE IL VOSTRO BATTESIMO (oggi è il Battesimo del Signore, ndr) e DONATE I VOSTRI CUORI AL MONDO. Pregate per i figli emarginati, per i figli drogati, pregate per i figli Ministri. Figli cari, voi neanche potete immaginare quanto male sta facendo il mio nemico: vuole la distruzione del Progetto di Dio e si serve di tutto e di tutti. Voi, Piccoli Giovanni, camminate con la Croce e per la Croce, portate avanti la Parola del mio Gesù, pregate, esorcizzate col Vangelo del mio Gesù, ma usatelo in pienezza, soprattutto usatelo nella Pienezza della Croce. Figli cari, piccini del mio Cuore Immacolato e Addolorato, sappiate che il mio Progetto viene da Fatima e presto molto presto si adempirà nel mondo intero. Io vi amo tutti e vi voglio salvi. FIGLI CARI, SPEZZATE LE CATENE DELL'ODIO E AGGRAPPATEVI ALLA CORONA DELLA PACE E DELLA MISERICORDIA. Figli miei, figli del mio Cuore, siate santi perché io vi voglio santi, non indietreggiate dinanzi alla Parola del mio Gesù. E tu, figlio segnato dalla Verità, figlio Mario, grazie per quello che compi, grazie per il tuo amore (sono qui nonostante la neve). Figlio mio, sii forte, non temere niente e nessuno. Voi, colonne del mio Cuore, siate forti, NON TEMETE LE PERSECUZIONI CHE VERRANNO ANCORA! Io vi amo e non vi lascio: IL MIO MANTO SANTO E' IL VOSTRO RIFUGIO. Vi benedico tutti col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome della Santissima Trinità. Lode lode lode lode lode (5). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. AMATE E LODATE IL DIO ALTISSIMO. Tu, croce mia, soffri soffri per l'umanità! (Giu): Sì, Mamma!"