Notizie da Sofferetti-24  n. 144

Lauria, 19 marzo 1995  

 

"SPOSE AMATE DEL MIO CUORE, NON LASCIATEMI IN QUESTA PASQUA!"

"Camminate nella Luce dello Spirito Santo che io mando su ognuno di voi

IN MODO PARTICOLARE IN QUESTA PASQUA."

(mess. di giovedì 2/3/1995)

 

1) Dom 26/2/1995, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità, accetta i chiodi per amore del tuo Gesù, accettali, creatura mia. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, Mamma, cosa hanno fatto al tuo vestito? E' sporco di sangue e tu piangi sempre lacrime di sangue! Mamma, sono io che ti faccio soffrire? (Add): No, figlia mia, non sei tu a farmi soffrire, è l'umanità che trafigge il mio Cuore e in questo giorno lo trafigge ancora di più col peccato. Tu, figlia mia, offriti vittima per coloro che non vedono la Croce del mio Gesù. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, trafiggi il mio cuore, ma non piangere! Mamma, posso asciugare le tue lacrime? (Add): Sì (pausa).* (Giu): Mamma, SEI GRANDE! (Add): Piccina mia, SEI GRANDE ANCHE TU PERCHE' AMI!* Ora bevi* bevi bevi questo calice per amore* del tuo Gesù. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, è amaro,* è amaro! (Add): Sì, figlia mia, ma bevilo per il tuo Gesù.* (Giu): Mamma, aiutami, è amaro, aiutami!* (Add): Shalom (10). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata,* il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo di pregare sempre per le mie intenzioni di Mamma Addolorata.* Figli cari, siate alberi vivi dell'Amore della Croce. Figli miei, camminate le vie del mio Gesù, non camminate vie che non portano alla Croce. Figli miei, divulgate IL VANGELO VIVO DELL'AMORE DEL MIO GESU' e siate piccoli Giovanni: GRIDATE LA VERITA' DELLA CROCE! Figli miei, io sono Mamma e vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo: grondo lacrime di sangue per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù! Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, indossate gli abiti della Croce, camminate per la Croce e con la Croce e ANNUNCIATE IL VANGELO DEL MIO GESU': L'UNICA PAROLA VIVA DEL MIO AMATO FIGLIOLO. Figli miei, non sporcate i vostri abiti col fare i maestri, ma seguite l'unico Maestro che è il mio Gesù. Figli cari, offrite i vostri frutti al Cuore Addolorato del mio Gesù. Andate avanti, figli miei, sulla Via-Mamma che io vi sto segnando. Figli miei, io piango per ognuno di voi perché sono Mamma e vedo i vostri errori. IO VOGLIO GUIDARE I VOSTRI PASSI SULLA VIA DELLA SANTITA': SULLA VIA DELLA CROCE. Figli cari, accostatevi ACCOSTATEVI A QUESTO CAMMINO e OFFRITE IL VOSTRO SI': IL SI' TOTALE ALLA CROCE DEL MIO GESU': ALL'UNICA SALVEZZA. Figli miei, IO COME MAESTRA VI RIPETO SEMPRE LE STESSE COSE PERCHE' SIETE DEBOLI E NON SAPETE COSA FARE: SEGUITE I MIEI PASSI, figli cari! PRESTO MOLTO PRESTO VI SARA' IL TRIONFO DELL'EUCARESTIA e LA GRANDE LUCE IRRADIERA' I VOSTRI CUORI E LE VOSTRE MENTI. Ora vi stringo al mio Cuore di Mamma. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi NEL SEGNO TREMENDO DELLA CROCE. Lode (6). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. E tu, croce mia, soffri ancora per questa giornata, soffri, figlia mia, per i tuoi figli. (Giu): Sì, Mamma!"

2) Mar 28/2/1995, ore 7.30, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni ancora a consolare il mio Cuore trafitto da mille dolori. Figlia mia, prega in questo giorno, prega ed offriti vittima per i figli della perdizione. Figli mia, ripara con la penitenza le offese che recano al mio Gesù. Figlia, prepara il tuo cuore a questa Pasqua, sii forte, piccina mia! E voi Piccoli Giovanni, figlio Mario, figlio Pasquale, figlio Franco, sollevate le colonne che stanno crollando, non spaventatevi delle persecuzioni che verranno ancora ma portate con me la Croce del mio Gesù: figli, RESISTETE FINO AL SANGUE ANCHE VOI! E voi Grandi della Casa del Padre mio, aprite i vostri cuori all'Amore del mio Gesù, accogliete il Vangelo del mio Gesù non a vostro piacimento ma secondo la Legge del Padre. Figli, amate e perdonate, usate carità, spogliatevi delle cose del mondo: solo così porterete il Vangelo del mio Gesù in povertà e in mitezza di cuore. Non fate i maestri e non giudicate perché anche voi sarete chiamati al Giudizio di Dio. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen (4)".

3) Mercoldì delle Ceneri, 1/3/1995, ore 7.30, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni, prega con me, offri riparazione per i figli che non vedono la Luce del mio Gesù. Figlia, consola il mio Cuore che è tanto trafitto, offriti vittima per i Sacerdoti che hanno lasciato la via del Signore e seguono altre vie. (Giu): Mamma, ma perchè non li aiuti tu col tuo Amore? (La Mamma): Figlia mia, tu chiedi troppi perché. (Giu): Mamma, perdonami. (La Mamma): Non voglio rimproverarti, ma i perché che tu chiedi è un tuo istinto che Gesù ti ha lasciato. Io ti correggo e ti chiedo di chiedere di meno. (Giu): Sì, Mamma! (La Mamma): Figlia, io li vengo ad aiutare, ma loro non accettano il mio aiuto, preferiscono camminare per altre vie e trafiggono il Cuore del Maestro, non vogliono ricordare che siete polvere e polvere ritornerete. Siete diventati superbi e legati al mondo. Figli, ricordate che non porterete alcun bagaglio con voi quando partirete: dovete pensare al bagaglio dell'anima e curarla bene ora che siete pellegrini sulla terra. Voi non fate altro che accumulare tesori che non vi giovano. Tu, piccina mia, rimani sempre così come sei e non temere (,)° se ti scappa qualche perché io ti ricorderò di chiedere di meno. (Giu): Grazie, Mamma! (La Mamma): Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen (4)".

4) Giov 2/3/1995, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli miei, offritemi un posto nei vostri cuori, aprite la porta e fatemi entrare. Tu, piccina mia,* bevi bevi anche oggi* i calici dei miei dolori, bevi*, figlia mia, in riparazione di tutte le offese. Ora siediti, sposa mia. Io sono venuto di nuovo in mezzo a voi a fare festa.* Figli cari, spose del mio Cuore, elargite i vostri cuori all'Amore del Padre,* indossate gli abiti dell'Amore e accostatevi al mio Banchetto di Luce e di Pace.* Tu, figlia mia, non temere le persecuzioni, vai avanti e rispondi col mio Amore e con la mia Misericordia* (come farà il 6/3 dinanzi al suo Vescovo che proprio oggi l'ha convocata per le ostie guaste).* (Giu): Gesù, sono amari!* (Ge): Forza, piccina mia, bevi* per amor mio, bevi ancora di questo calice! PRESTO MOLTO PRESTO BERREMO DEL NUOVO INSIEME ALLA GRANDE FESTA DEL MIO AMORE* E DELLA MIA PACE. Ora, figli cari, coronate il mio capo col vostro amore e col vostro Sì totale alla Misericordia del Padre. Io vengo in mezzo a voi per far festa con ognuno di voi: VENGO A DIVIDERE IL PANE VIVO CON OGNUNO DI VOI. Tu, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà, offrimi il tuo Sì totale al mio Amore: figlio mio, offri il tuo Sì alla Croce. Ecco, io vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane perché vi amo: VENGO IN POVERTA' PERCHE' VI VOGLIO POVERI E GRANDI DI CUORE: GRANDI CON LA GRANDEZZA DELLA CROCE. Ora offri da bere al figlio santo. Tu, figlia mia, vai avanti con la tua croce, vai avanti e non fermarti. Figlia mia, donami il tuo amore insieme a questo calice.* Tu, croce mia, bevi del mio Amore e vai avanti.* (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Ora dona la mia Carne,* tu mangia del mio Amore e della mia Povertà. Figlio Mario, dona la mia Povertà al mondo. Ecco, IO MI SONO DONATO nella POVERTA' DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. Tu, figlia FRANCESCA, DONA IL TUO SI' ALL'AMORE DEL PADRE.^ Non temere niente e nessuno, io ti benedico col FUOCO DI PENTECOSTE. Voi, spose mie, offrite il vostro Sì, offrite i vostri cuori, non tenete nulla per voi. Figli cari, curate le vostre anime, lasciate le cose del mondo che non giovano alla vostra santità: CAMMINATE con LA LUCE DELLO SPIRITO SANTO che IO MANDO su ognuno di voi IN MODO PARTICOLARE in QUESTA PASQUA. Ora venite e fate festa* col mio Cuore Grondante di Sangue, fate festa al mio Banchetto. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Ecco, figli miei, la nostra amicizia è piena perché io mi sono donato col mio Amore e con la mia Pace. PRESTO MOLTO PRESTO VERRO' A LIBERARVI, non temete, figli miei, non temete niente e nessuno, IO SONO IL VOSTRO SIGNORE IDDIO, non vi sono altri dii che vi possono salvarvi: IO SONO IL SIGNORE CHE HO ELARGITO LE BRACCIA SUL LEGNO DELLA CROCE PER LA VOSTRA REDENZIONE E NON VI LASCIO. Vi amo tutti, spose mie, e piango per ognuno di voi, amatemi, ho bisogno del vostro amore, del vostro calore, della vostra amicizia: SPOSE AMATE DEL MIO CUORE, NON LASCIATEMI IN QUESTA PASQUA! Vi amo tutti e vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo e donatelo al mondo. Figli miei, aspettatemi, io verrò, io verrò ancora! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. E tu, croce mia, soffri ancora per i tuoi figli, immolati per i figli Ministri. (Giu): Sì, Gesù, ma tu non piangere! (Ge): Figlia mia, guarda con attenzione (visione). (Giu): Gesù, perdonami se chiedo un altro perché: PERCHE' QUESTO? (Ge): ORA GUARDA ma NON PUOI COMPRENDERE! (Giu): Sì, Gesù, sia fatta la tua Santa Volontà! Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, IO VERRO' NELLA GLORIA DEL PADRE".

5) Ven 3/3/1995, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli cari, convertitevi e credete al mio Vangelo. Figli cari, non restate nel fumo di del mio nemico, ma con amore rinnovate i vostri cuori. Figli miei, fate penitenza per questa Pasqua, lavate i vostri cuori. Io sono il vostro Signore e Dio ed aspetto con bontà infinita il vostro Sì al mio Amore. Figli, sconfiggete il mio nemico con l'amore, siate uniti, riconoscetemi come vostro Dio. Figli cari, aprite la porta dei vostri cuori e fatemi entrare: io voglio essere vostro amico, non negatemi questa amicizia. Figli miei, anche voi Grandi della Casa del Padre mio, ascoltate il mio Messaggio di Pace, non fate i sordi dinanzi al mio Pane Vivo. Io non vi ho scelti per donare giudizi, ma vi ho chiamati per portare il mio Amore e la mia Povertà: voi state facendo uso a modo vostro del mio Vangelo! Ipocriti! anche voi sarete chiamati al mio giudizio, decidetevi su cosa volete fare perché non si possono servire due padroni. Figlia mia, non spaventarti del mio parlare: tu non sai cosa fanno i miei Ministri! Voi andate avanti e non disperdetevi. Figlio Mario, grazie per il tuo amore. Vi amo e vi benedico col mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Amen (4)".

a) Per Visione di satana, di cui dopo l'esorcismo, Giulia scrive: "5 marzo 95, domenica. Prima dell'apparizione si è presentato l'esserino, sempre nudo, seduto sul trono. Era arrabbiato con me perché dice che quel luogo è suo e il lui è il re, mi chiedeva di lasciare la preghiera e di andare con lui a divertirmi perché quello che faccio non ha senso. Io gli ho detto di andare via e di inginocchiarsi ai piedi della Croce e poi con l'intervento di San Michele e della Vergine è scomparso".

Oggi, I dom di Quaresima, si ricordavano appunto le tentazioni a Gesù.

b) Esorcismo in estasi e messaggio, ore 15.40, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Il primo globo non glorifica, Giulia lo esorcizza): In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! vai via! vai via! Inginocchiati ai piedi della Croce! vai via! vai via! San Michele, Vergine Santa, intervenite! In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! vai via! vai via! (all'altro globo): Mamma, Mamma, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e non ascoltare ciò che dice il mio nemico. Non temere, figlia mia, non temere! Figlia, soffri ancora e bevi i calici per il tuo Gesù, offriti vittima per i peccatori.* (Giu): Mamma, anche oggi piangi? (Add): Figlia mia, piango per l'umanità, ora prega con me. (Giu): Sì, Mamma!* (Add): Shalom (14). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito a pregare per le mie intenzioni di Mamma Addolorata. Figli cari, convertite i vostri cuori: convertiteli all'Amore della Croce. Figli miei, RINNOVATEVI PER QUESTA PASQUA: LAVATE I VOSTRI CUORI ALLA FONTE VIVA DEL MIO GESU', ASCOLTATE E PORTATE IL VANGELO DEL MIO GESU' OVUNQUE ANDATE. Figli miei, siate lucerne accese dell'Amore del mio Gesù, offrite i vostri cuori all'unica Verità: all'unica Croce della Salvezza del mio Gesù. Figli cari, allontanate satana dai vostri cuori, dalle vostre case, offrite il vostro Sì totale all'Amore del mio Gesù: siate FIORI PREZIOSI dinanzi all'ALBERO VIVO DELLA LUCE. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, io sono Mamma e vengo in mezzo a voi per la vostra salvezza per rendervi santi com'è Santo il mio Gesù. Figli cari, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori, camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando col Sangue Vivo del mio Gesù. Figli cari, io sono viva e reale in mezzo a voi e vengo a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Non temete niente e nessuno, la Luce dello Spirito Santo è con voi e vi guiderà sulla retta via della Croce. Figli miei, non amate altri dii che non possono salvarvi, amate la Santa Croce, camminate con essa e per essa, figli cari! E tu, croce mia, Piccola Giulia, offriti vittima per l'umanità, offriti vittima per i figli Ministri che trafiggono il mio Cuore di Mamma Addolorata. Figlia mia, non temere le persecuzioni, sii forte nel nome del mio Gesù, cammina con la Croce Santa, offri il tuo cuore per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma! (Add): Figli miei, vi invito ancora a pregare per le mie intenzioni di Mamma: pregate pregate pregate! (Ge): Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori, sono venuto a far festa con ognuno di voi. Figli cari, offritemi un posto nei vostri cuori, io soffro e piango nell'Orto degli Ulivi perché sono solo. Figli miei, amatemi, ho bisogno del vostro amore. Venite venite così come siete dinanzi al mio Banchetto di Verità e di Luce. Io sono il vostro Dio Uno e Trino, accostatevi, creature mie, voglio far festa con ognuno di voi. Sono venuto a consolare i vostri cuori: spose amate, venite e fate festa! (Giu): Gesù, non piangere!* (Ge): Sposa mia, piango perché vi amo: siete le mie perle preziose e vi voglio offrire il mio Cuore in questo giorno. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA.* E tu, sposa mia, bevi e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, mio Signore!* (Ge): Ecco, io mi sono donato perché vi amo e mi sono donato nella PIENEZZA del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli cari, io conosco il cuore di ognuno di voi e vengo perché vi amo: ANCHE SE NON MI APRITE LA PORTA, IO BUSSO BUSSO e ASPETTO CHE VOI APRITE! Figli cari, io vi amo con la mia Misericordia Infinita, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò: LA MIA PROMESSA NON VIENE MENO! Figli cari, vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Figli miei, donate tutto di voi, amate e perdonate, usate carità ai figli che non conoscono e non vogliono accettare il mio Amore. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nell'Amore della Croce. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò! (Preghiera): Mio Canto e mia Letizia, mia Luce e mio Riposo, inebria l'anima mia COL NETTARE DEL TUO AMORE, guida i miei passi alla tua Pace eterna, guida il mio cuore alla tua Infinita Misericordia. Amen".

7) Mar 7/3/1995, ore 7.00, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni ed asciuga il mio pianto, consola il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù che viene trafitto in ogni attimo. (Giu): Mamma, non piangere, trafiggi ancora il mio cuore ma non piangere! (La Mamma): Figlia mia, la tua bontà non ha limiti, sei così dolce al tuo Gesù che non rifiuti niente. (Giu): Mamma, vi amo ed amo i miei fratelli. (La Mamma): Figlia mia, io piango perché la Chiesa tutta è in pericolo: I FIGLI MINISTRI CAMMINANO VIE CHE NON PORTANO AL MIO GESU' ed IN QUESTA PASQUA IO COME MAMMA DELLA VITA VI CHIEDO DI PREGARE PER I FIGLI MINISTRI. Figli miei, SIATE MAMME DELLA VITA, NON DISTRUGGETE IL CAPOLAVORO DI DIO, pregate e perdonate, usate carità verso i fratelli che non conoscono l'Amore del mio Gesù. Tu, figlia mia Giulia, vai avanti con la tua missione, non fermarti dinanzi a niente, non temere le persecuzioni, la Luce del mio Gesù è su di te. (Giu): Mamma, stammi vicino! (La Mamma): Figlia mia, lo sono sempre, so il tuo carico, figlia, sei preziosa al mio Gesù, vai avanti! (Giu): Sì, Mamma! (La Mamma): Vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen (4)".

8) Merc 8/3/1995, Festa della Mamma, ore 7.30, orale: "Shalom (4). Figli miei, io sono la vostra Mamma Addolorata. Figli, OGGI VI INVITO A RISCOPRIRE LA VOSTRA DIGNITA': Figlie, DIO VI HA TANTO AMATE E TANTO VI AMA DA DONARVI IL COMPITO DI ESSERE MAMME DELLA VITA NUOVA; figlie, NON UCCIDETE LA VITA NUOVA, NON SRADICATE LE PIANTICELLE DELL'AMORE DI MIO FIGLIO; figlie care, NON VIOLENTATE I VOSTRI CORPI, MA AMATELI E CURATELI PERCHE' SIETE I GIOIELLI DI DIO; figlie care, GESU' VI HA DONATO IL DONO DI FAR SBOCCIARE DEI PICCOLI GIOVANNI e VOI COSA FATE? VI LASCIATE CORROMPERE DALLA SCIENZA e STRONCATE LE PICCOLE PIANTICELLE perché° UN GIORNO VOI STESSI VEDRETE IL ORO COMPITO. Figlie mie, siate mamme, seguite solo la Verità di Dio, fate sbocciare i teneri fiori dei vostri grembi: IO SONO MAMMA e CON LA MIA MATERNITA' VI HO SALVATI, figlie mie, DONATE ANCHE VOI IL VOSTRO SI'° ALLA VITA, NON DATE SPAZIO AL MIO NEMICO CHE E' CONTRO LA VITA: MAMME DEL MIO GESU', siate forti e SALVATE IL MONDO COL VOSTRO ESSERE MAMME DELL'AMORE. Vi amo e vi benedico col mio Cuore Immacolato e Addolorato. Tu, piccola croce, offriti vittima per questa giornata e soffri per i tuoi figli. (Giu): Sì, Mamma! (Insieme): Amen (4)".

9) Giov 9/3/1995, ore 21.04, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù: L'AGNELLO IMMOLATO E' IN MEZZO A VOI. Figli cari, sono venuto a far festa con ognuno di voi, offritemi un posto: figli miei, offritemi un posto, aprite la porta dei vostri cuori. E tu, piccina mia, bevi i calici amari che in questa giornata hanno donato al mio Cuore. Ora siediti, sposa mia. Ecco, figli cari, io sono venuto in mezzo a voi per volere di Dio Padre, sono venuto a far festa perché vi amo, non temete niente e nessuno. Figli cari, io vengo a fare festa con ognuno di voi perché vi amo. Figli miei, non temete, io sono il Dio Uno e Trino: il Dio che si è donato sul legno della Croce per ognuno di voi.* E tu, croce mia, bevi ancora i calici amari e soffri per l'umanità.* (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Figli miei, io sono seduto sulla Roccia del Padre e guardo ognuno di voi. Figli, non lasciatemi solo in questa Pasqua, offritemi i vostri cuori. Figli cari, io grondo lacrime di sangue per l'umanità: l'umanità che non vuole ascoltare il grido del mio Amore. Ora, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà. Ecco, figli miei, io vengo in mezzo a voi in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane e tali vi voglio: piccoli e semplici. Figli cari, siate anche voi BEVANDE D'AMORE, donatevi al mondo in un umiltà e in povertà. Io vengo nei vostri cuori perché vi amo, voi entrate nel mio Cuore, entrate: IL MIO CUORE E' APERTO PER OGNUNO DI VOI. Ora bevi, creatura mia, bevi* del NETTARE DELLA MIA VITA, bevi e offrila al mondo. Figli cari, la mia Amicizia è Amicizia duratura e niente e nessuno potrà cancellarla. Ora, offrila al mondo. Figlio Costantino, accostati al mio calice, accostati al mio calice: bevilo e donalo al mondo. E tu, figlia mia, dona il Pane Vivo all'umanità. Non temere, figlia mia, io, il tuo Gesù, conosco il tuo cuore. Camminate sulla via della Croce e della Verità. Ecco, io mi sono donato perché vi amo nell'Amicizia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, vengo in mezzo a voi perché vi amo: vi amo con amore puro. Figli miei, voi amate e perdonate, amate e perdonate i vostri nemici, coloro che trafiggono i vostri cuori, la mia Misericordia e la mia Pace è su di voi e niente e nessuno vi farà del male. ECCO, figli cari, LA MIA PACE E' SU DI VOI PERCHE' L'AGNELLO IMMOLATO E' IN MEZZO A VOI VIVO E REALE e NELLA PIENEZZA DEL PADRE IO MI DONO. IL mio Banchetto è qui, è pronto per ognuno di voi e voglio far festa. Spose mie, spose amate del mio Cuore Immacolato, accostatevi alla VERITA' DEL PADRE, venite e fate festa perché io conosco il cuore di ognuno di voi e presto verrò a liberarvi. Non temete niente e nessuno. Ora venite e fate festa col mio Amore. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi e soffri per i tuoi figli. (Giu): Sì, mio Signore!* (Ge): Ecco, io mi sono donato nella Pienezza del Padre perché vi amo. Figli cari, voi amate e siate santi come io sono Santo, camminate sulla via della Croce. Non preoccupatevi se il vostro carico è pesante, io il vostro Gesù, l'Agnello Immolato, è con voi e non vi lascio perché siete le mie perle preziose: le mie spose! Siate lucerne accese del mio Amore e della mia Verità. Figli miei, sconfiggete il male con l'amore: amate amate amate con la mia Misericordia. Figli miei, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò a cambiare i vostri cuori. Vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. PREGATE, figli miei, PREGATE e CIO' CHE CHIEDETE VI SARA' DONATO NELLA PIENEZZA DEL PADRE. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò: IO VERRO' NELLA MISERICORDIA. Non temete niente e nessuno, VERRO' A PORTARVI LA PACE E LA VERITA'. (Preghiera): Mia Mitezza e mio Canto, mio Rifugio e mio Riparo, consola l'anima mia, guida i miei passi sulla via della tua Croce. Amen".

10) Ven 10/3/1995, ore 10.40, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, la mia Parola è Parola viva e riempe l'animo. Figli, lasciatevi plasmare dal mio Amore, io sono il vostro Signore e Dio e vi voglio salvi. Figli miei, non perdetevi dietro alle cose del mondo, non date spazio al mio nemico che vuol far suo il mio Progetto d'Amore. Figli miei, amate amate amate col mio Amore. Voi figli Grandi della Casa del Padre mio, rinnovatevi, trasformate i vostri cuori ed offriteli al mondo. Figli miei, indossate la veste nuova e fate festa col Maestro. Io vengo perché l'ora del Padre è vicina. Figli, non fatevi trovare con la lucerna spenta, ma siate sempre accessi del mio Amore. Voi Piccoli Giovanni, caricatevi della mia Croce ed andate avanti, pregate per il mio Piccolo Giovanni e non lasciatelo solo. Io, il vostro Gesù, sono sempre con voi e vi copro col mio Manto. Figlio Mario, Sacerdote santo, non lasciare la mia Croce, sii forte ancora: anche se il carico è pesante, tu (=me°) vai avanti! Piccola croce mia, io mi poggio ancora su di te, sii forte. (Giu): Sì, mio Signore! (riceve la piaga al costato) (Ge): Vi amo tutti e vi benedico col mio Amore. Amen (4). Grazie, figlia, del tuo amore".

TESTIMONIANZA PRO GIULIA

"Bra, 25 febbraio 1995. Mi chiamo Serena. Al terzo mese di gravidanza sono stata ricoverata in ospedale perché non riuscivo a nutrirmi. Tutto quello che mangiavo, due secondi dopo lo rimettevo, fino a che ho perso sette chilogrammi e per di più mi era impossibile bere persino una goccia d'acqua, per cui il ricovero in ospedale era stato inevitabile.

Lì cercavano di somministrarmi dei medicinali per farmi smettere di vomitare e mi facevano delle fleboclisi per potermi alimentare. Sono andata avanti così per venti giorni, ma le cose mi sembrarono andare sempre peggio anziché migliorare. Una sera stavo talmente male che per tutto il giorno non ho tenuto gli occhi aperti. Delle infermiere mi somministrarono dei calmanti, ma io non ce la facevo più. Ho pianto tanto, ero disperata e ho chiesto a mio marito di telefonare ad Angela, mia cognata, per chiedere aiuto a Giulia Arancino. Quella sera mio marito andò a casa e telefonò a sua sorella Angela, poi tornò in ospedale per dirmi che aveva fatto quello che io gli avevo chiesto. Non ricordo molto bene, ma erano verso le nove che mio marito tornò in ospedale, ma io non avevo voglia di parlare con lui perché sentivo un gran calore alla testa e volevo stare tranquilla e non volevo pensare a niente. La mattina seguente vomitai una sola volta, verso le undici mi venne fame e chiesi di mangiare. Da quel momento piano piano incominciai a mangiare e a riprendere le mie forze finché dopo un mese venni dimessa dall'ospedale. Con questa lettera voglio ringraziare Giulia Arancino per avermi fatto da interlocutrice con la Mamma di Gesù e la Mamma di tutti noi. Prego sempre affinché il Signore stia sempre vicino a me e alla mia famiglia e ci indichi la strada giusta. Salerno Serenella (via Adige 21, BRA )".