Notizie da Sofferetti-24  n. 145

Lauria, 28 marzo 1995  

 

HO RITROVATO LA PALLA AZZURRA:

LA TIENE IL PADRE!

 

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1) CONSACRAZIONE A CATANZARO LIDO (sabato 11/3/1995, ore 16.30)

a) Alla consacrazione ai Due Cuori: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù, soffri per l'umanità, accetta i chiodi per i tuoi figli. (Giu): Sì, Mamma!* (Imm): Figlia mia, bevi i calici amari che stanno offrendo al mio Gesù.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (12). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere del Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito a pregare per le mie intenzioni di Mamma Addolorata. Figli miei, vi chiedo di cambiare i vostri cuori all'Amore del mio Gesù. Piccini del mio Cuore, camminate sulla via della Santa Croce, camminate sulla Via-Mamma che io sto segnando col mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figli miei, io grondo lacrime di sangue per l'umanità che non ascolta il grido del mio Gesù! Figli cari, IO PIANGO PERCHE' SONO MAMMA DELLA CROCE e vi invito in questo giorno ad amare: amate amate e perdonate, usate misericordia per i figli emarginati. Figli cari, io vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo: VENGO A PORTARVI LO SHALOM DEL PADRE. Figli miei, io sono viva e reale in mezzo a voi, aprite i vostri cuori: apriteli alla Misericordia del Padre. Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, amate e perdonate, amatevi gli uni gli altri: AMATE IL CUORE DEL MIO GESU' NELLA PACE DEL PADRE. Io vi sto segnando la Via-Mamma da seguire, ma in pochi, in pochi ascoltate il grido della Croce! Figli miei, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: figli miei, non lasciatelo solo! Io vi amo e vi voglio santi com'è Santo il mio Gesù: AMATE COL CUORE, figli cari, E DONATE IL VOSTRO SI' ALLA CROCE DEL MIO GESU', IO COME MAMMA ELARGISCO IL MIO CUORE. Figli cari, fate presto, fate presto! CAMMINATE SULLA SCIA DEL MIO AMORE e SIATE SALDI NELLA MISERICORDIA DEL PADRE. Figli miei, sono con voi! Ora vi lascio col segno tremendo della Croce del mio Figlio Gesù nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel segno della Croce del mio Gesù. Lode lode lode lode lode (5). Sia lodato Il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

b) Alla Consacrazione della Messa: (Giulia, prima e durante la Consacrazione dice 21 volte): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (e mentre inizio la Consacrazione del vino): SEI GRANDE, GESU'! (Gesù, dopo il Mistero della Fede): Sono io, IL PADRE ETERNO. Figli miei, seguite le mie orme, camminate nella Luce del Padre mio, siate santi come Santo lo sono io, non indietreggiate dinanzi alla Misericordia che Dio Padre vi sta donando: amate amate amate! Io vi amo, figli miei: RINNOVATE I VOSTRI CUORI NELL'AMORE. Amen".

2) Dom 12/3/1995, ore 15.40, alla Quercia, more solito

Oggi, cosa strana per Franco, nel registratore va e viene la voce, per cui salta la seconda parte, quella del messaggio. Ecco quanto si sente:

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù ed offriti vittima per l'umanità; soffri, figlia mia, soffri per i tuoi figli, accetta i chiodi che il mio Gesù ti dona.* (Giu): Mamma, sono enormi, aiutami a sopportarli! (Imm): Figlia mia, soffri, non temere (va per un po' via la voce), soffri soffri, creatura mia, soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù.* (Giu): Mamma, Mamma, Mamma, Mamma! (va via per un altro poco la voce) Mamma, c'è ancora sangue! c'è ancora sangue! fermalo se puoi, Mamma! (Imm): Figlia mia, non posso fermarlo, è nel Progetto di Dio. (Giu): Mamma, aiutami a capire, dimmi se ti sto facendo soffrire, aiutami a capire! (Imm): Figlia mia, non sei tu a farmi soffrire, ma è l'umanità che non vuole ascoltare il grido della Croce. Figlia, ora soffri soffri!* (Giu): Mamma, trafiggi il mio cuore, ma non piangere, non piangere! (Imm): Figlia mia, grazie per la tua bontà e per il tuo amore, grazie!* Shalom shalom (va via la voce per un bel po' e ricompare alla fine con Giulia che dice): Mamma, Mamma, Mamma, non lasciarmi, non lasciarmi, non lasciarmi! Mamma, Mamma, voglio restare con te, non lasciarmi! (Imm): Figlia mia, devi ritornare!^ (Giu): Sia fatta la tua volontà." ^Era stata portata in cielo e voleva rimanerci!

3) Mart 14/3/1995, ore 7.30, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Piccina mia, vieni, prega con me, consola ancora il mio Cuore di Mamma Addolorata. Figlia, il mio Cuore di Mamma gronda sangue, ma nessuno vuole ascoltare il mio messaggio. Figli miei, siete in pericolo e non volete vedere. Figli cari, la Chiesa tutta è in grave pericolo. Voi figli Ministri, liberatevi dai poteri che avete preso e siate piccoli e semplici, siate croci vive dell'Amore del mio Gesù, non fate i maestri e non giudicate. Figli miei, io vengo in mezzo a voi viva e reale: vengo a portarvi il Pane Vivo del mio Gesù. Figli, VI PORTO ANCHE IL MIO PIANTO PERCHE' VI AMO E VI VOGLIO SALVI. Figli miei, il mio nemico vi confonde e vi fa camminare vie che non portano al mio Gesù. Figli, in questo tempo fermatevi e rinnovate i vostri cuori, caricatevi della Croce del mio Gesù e NON PREGATE DII CHE NON PORTANO LA CROCE DELLA RESURREZIONE. Amate amate amate e siate caritatevoli, perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori. Vi amo e vi benedico col mio Cuore Grondante di Sangue. Amen Amen Amen. Sia lodato il Nome di Gesù".

4) Giov 16/3/1995, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori, sono venuto a far festa con ognuno di voi. Tu, croce mia, bevi e soffri per l'umanità, bevi i calici dei miei dolori, creatura mia.* (Giu): Gesù, che t'hanno fatto? che t'hanno fatto, Gesù? perché sei sporco di sangue? Gesù, che t'hanno fatto? (Ge): Creatura mia, non temere, ora siediti e bevi i miei calici.* (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Ecco, figli cari, io sono venuto a far festa con ognuno di voi, sono venuto perché il Padre mi manda a raccogliere il mio gregge: le mie pecorelle. Figli cari, preparate i vostri cuori per questa Pasqua, siate saldi, figli miei, io vi avviso: sarà molto pesante! siate forti,* soprattutto tu, croce mia, accetta i miei dolori, porta la mia Croce: io vengo per far festa con ognuno di voi. Figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà. Ecco, io vengo in mezzo a voi in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane. Figli cari, la mia Amicizia non ha limiti e mi dono ad ognuno di voi. Figli miei, io guardo i vostri cuori: li guardo con Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. La mia Cena è Cena di Amicizia, di Carità e di Perdono e al mio Banchetto accostatevi tutti senza distinzione, siete i miei figli e vi amo così come siete: piccoli, poveri e semplici. Ora bevi, figlia mia, bevi del mio Amore,* bevine ancora,* bevine ancora.* Ora dona il mio Amore al mondo,* mangia della mia Carne ed offri(la) ai tuoi figli.* ECCO, figli cari,* IO SONO IN VOI e VOI IN ME, LA NOSTRA AMICIZIA E' PIENA: QUESTO PANE E' QUESTO VINO E' SEGNO DI PACE, DI AMICIZIA E DI CARITA'. IO VENGO IN POVERTA' E IN MITEZZA: NELLA GRANDEZZA DEL PADRE MI DONO A TUTTI VOI, FIGLI MIEI, SPOSE DEL MIO CUORE IMMACOLATO E ADDOLORATO. Spose amate del Padre mio andate avanti, non fermatevi, l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi e fa festa con ognuno di voi. Io guardo i vostri cuori con Amore Infinito e li benedico col Fuoco di Pentecoste. Figli cari, non meravigliatevi di queste parole: IO SONO IL PADRE, IL FIGLIO E LO SPIRITO SANTO, SONO IL GESU' VIVO, IL GESU' DELL'AMORE, IL GESU' DELLA RESURREZIONE, IL GESU' CHE E' MORTO E RISORTO SUL LEGNO DELLA CROCE PER OGNUNO DI VOI. Ora sono qui in mezzo a voi a far festa, venite al mio Banchetto, voglio spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi, accostatevi con le vesti candide al mio Banchetto di Luce, di Pace e di Verità. Non temete niente e nessuno, LA MIA VERITA' E' QUI, è in mezzo a voi, accostatevi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA soprattutto in questi tempi. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Ecco, io mi sono donato a tutti voi perché vi amo. Figli cari, io guardo i vostri cuori e col Mio Amore Infinito cancello ogni vostra macchia. Non temete niente e nessuno: il mio Amore, l'Amore della Croce, annienta ogni male. Figli miei, spose del mio Cuore, RESTATE UNITI NELLA MIA AMICIZIA, RESTATE UNITI NEL MIO AMORE MISERICORDIOSO DI PADRE, DI FIGLIO E DI SPIRITO SANTO. Io verrò ancora, verrò ancora per molto tempo a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi amo, spose del mio Cuore, METTETE I VOSTRI CARICHI NEL MIO CUORE di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e SALITE CON ME IL MONTE DELL'AMORE. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e offritelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò NELL'AMORE DELLA CROCE. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò presto a liberarvi! Amate, perdonate e usate carità in questi tempi".

5) Ven 17/3/1995, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli miei, convertitevi! Figli, liberatevi dalle cose del mondo. Figli, io vi amo nonostante voi mi rinnegate, io voglio abitare nei vostri cuori anche se voi mi chiudete la porta. Figli, ritornate alla Luce della mia Croce, non coronatemi il capo di spine ma offritemi i vostri cuori. Figli, SENZA DI ME VOI NON POTETE PORTARE NESSUNA PACE PERCHE' LA PACE VIENE DALL'AMORE E NEI VOSTRI CUORI NON VI E' ALCUNA PACE. Figli miei, abbandonate la vostra mente e lasciatevi plasmare dall'Amore dello Spirito Santo. Figli cari, vivete questa Pasqua con me, io sono il vostro Maestro e Dio, ritornate all'ovile. E voi figli Grandi della Casa del Padre mio, cosa state facendo? come preparate la mia Pasqua? Figli miei, io vi guardo e prego! NON VI RICONOSCO COME MIEI MINISTRI: TRAFIGGETE IL MIO CUORE! Figli, non fate i maestri del mio Vangelo: quanto mi fate soffrire! Figli miei, ritornate alla Croce e vivete per essa. Figli, VIVETE NELL'AMORE E NELLA MIA PACE: IO VERRO' NELL'AMORE DEL PADRE. Figli, non pensate che io non veda oppure non odo quello che fate! Vi amo e vi benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen".

6) Dom 19/3/1994, ore 13.10, in macchina, more solito

"Giu): Se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Creatura mia, bevi anche oggi i calici amari del mio Gesù, bevili e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù.* (Giu): Mamma, sei sporca di sangue anche oggi! (Imm): Sì, figlia mia, l'umanità trafigge il mio Cuore anche oggi, prega ed offriti vittima per i figli della perdizione.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (13). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi, vi invito a pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli miei, siate pacifici, amatevi gli uni gli altri, convertite i vostri cuori all'Amore della Croce e della Verità. Figli miei, preparate i vostri cuori alla VENUTA DELL'AMORE, siate forti per questa Pasqua. Figli miei, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori. E voi Grandi della Casa del Padre mio, indossate gli abiti della Croce e portate la Croce del mio Gesù che è l'unica Verità, l'unica Fonte viva: siate gocce stillanti della Croce del mio Gesù e immolatevi su di essa. Figli miei, non fate i maestri, ma siate piccoli e poveri. Figli cari, io vi invito a camminare sulla Via- Mamma: SULLA VIA CHE IO STO SEGNANDO COL MIO PIANTO DI SANGUE. Siate caritatevoli, pregate pregate col Santo Rosario e sconfiggete il mio nemico. Amate amate, figli cari, perché IO SONO LA MAMMA DELLA POVERTA' E DELLA CROCE. Figlia mia, Piccola Croce del mio Gesù, sii forte ancora, ama e perdona coloro che feriscono il tuo cuore. (Giu): Sì, Mamma, ma aiutami tu! (Imm): Non temere, figlia mia, non temere niente e nessuno, la Verità della Croce è in te, vai avanti, vai avanti nel silenzio del tuo dolore e aiuta il mio Gesù: VAI AVANTI COL VANGELO DELL'AMORE E DELLA POVERTA'. (Giu): Mamma, sei sporca di sangue! (Imm): Sì, figlia mia, ma non sei tu a farmi piangere, è l'umanità. Ora vi lascio col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode lode lode (3). Sia lodato sempre il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

7) Mart 21/3/1995, ore 7.30, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni, consola ancora il mio Cuore di Mamma. Figlia, prega con me. (Giu): Mamma, che t'hanno fatto? sei sporca di sangue! (La Mamma): Figlia mia, prega ed offriti vittima per i Grandi del mondo. Figlia, siete in grave pericolo, il mio nemico si sta scaraventando, pregate, figlia, in questi tempi, non fermatevi. Figli, legatevi alla Croce del mio Gesù e camminate con essa. Figli miei, figli Ministri, raccogliete il gregge e portatelo all'ovile, non fate i sordi! Figli cari, ritornate alla Casa del Padre, amate e perdonate ed usate carità: così Gesù vi vuole! Figli, ricordate che il Maestro è uno solo, non attaccatevi al maestro del mondo che è la ricchezza: figli, siate legati alla Povertà della Croce! Io grondo lacrime di sangue per l'umanità che trafigge il mio Cuore di Mamma, ma vi amo e non voglio perdervi. Figli, offrite fioretti al mio Amato Figliolo che è sempre pronto a morire sul legno della Croce per ognuno di voi. Tu, piccola croce mia, vai avanti, ama, perdona ed usa carità. (Giu): Sì, Mamma! (La Mamma): Vi amo e vi benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen".

8) Mart 21/3/1995, alla Quercia: IL SOLITO BUFFONE DEL 19!

Giulia scrive: "21 marzo, martedì, sotto la Quercia dopo il 19. All'inizio del Rosario si è presentato l'esserino, sempre nudo e seduto sul trono. Con aria minacciosa diceva che lui è il dio della terra: IL DIO CHE IO ASPETTO NON VERRA' PIU' PERCHE' E' LUI IL VINCITORE. E poi ha aggiunto: Tutte queste cose che stanno succedendo nel mondo sono poteri suoi per far vedere che lui è re e che ci dobbiamo inchinare a lui. Io continuavo a pregare e a non dare ascolto al suo lamento ed al secondo mistero è scomparso. Io guardavo la Croce di Gesù".

9) Giov 23/3/1995, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli cari, offritemi un posto, l'Agnello è in mezzo a voi, fate festa e indossate gli abiti nuovi dell'Amore. Tu, sposa mia, siediti. Ecco, io sono venuto a far festa con ognuno di voi: SONO VENUTO PERCHE' L'ORA DEL PADRE E' EMINENTE e IO VI CHIEDO, COME AGNELLO IMMOLATO, DI ESSERE PRONTI E PREPARATI ALLA MIA PASQUA. (Giu): Gesù, perché sei sporco di sangue? perdonami se ho chiesto un altro perché! (Ge): Non temere, figlia mia, IL SANGUE CHE TU VEDI E' SANGUE DI SALVEZZA, non temere! Ora fate festa, venite al mio Banchetto che io ho preparato per voi, spose mie! (Giu): GESU', SEI GRANDE, SEI GRANDE! (Ge): SI', figlia mia, LA MIA GRANDEZZA E' LA CROCE, non staccatevi ma legati sempre più. Ora, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà perché io vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane. E' COSI' CHE DOVETE DONARVI AL MONDO: PICCOLI E SEMPLICI. Piccine mie, spose del mio Cuore, io vi ripeto sempre le stesse cose: siate poveri, siate piccoli, siate semplici così come io vengo in un bicchiere di vino e in pezzo di pane. E tu, croce mia, bevi ancora e soffri per l'umanità,* bevi i miei calici.* (Giu): Gesù, sono amari, aiutami tu! (Ge): Sì, sposa mia, bevi per amor mio.* Ora offri da bere del VINO NUOVO al figlio santo e donalo al mondo e tu bevi del mio Amore e della mia Povertà e offrila al mondo. Ora mangia del mio Pane e della mia Povertà e donala al mondo. Tu, sposa mia, mangia della mia CROCE e donala al mondo. Ecco, io mi sono donato nella Pienezza del Padre perché vi amo, vi amo! VOI SIETE LE MIE COLONNE, IO MI SERVO DI VOI, creature mie: ALZATE LE MURA CHE STANNO CROLLANDO, RIPARATELE, figli cari! IO VI INVIO COME PICCOLI GIOVANNI A GRIDARE IL MIO VANGELO, LA MIA PAROLA, LA MIA VERITA'. OVUNQUE ANDATE PORTATE IL MIO PANE VIVO. Figli cari, siate caritatevoli: siate i miei piccini! Spose mie, spose amate del mio Cuore Immacolato di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, accostatevi così come siete al mio Banchetto di Povertà e di Amore: di Povertà e di Grandezza della Croce. Ecco, spose amate, venite, IL MAESTRO E' QUI, E' IN MEZZO A VOI, fate festa, gioite gioite col mio Amore. Tu, figlio Mario, Sacerdote santo, Sacerdote della Croce, vai avanti, non fermarti: figlio mio, caricati del mio peso e vai avanti! Ora accostatevi e fate festa. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi e soffri, bevi e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, mio Signore! (Ge): Ecco, ABBIAMO FATTO FESTA NELL'UNIONE DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. Io mi sono donato a tutti VOI, mi sono donato ai figli LONTANI, ai figli DISPERSI perché vi amo: VI AMO E SONO SEMPRE PRONTO A DONARMI A TUTTI VOI PERCHE' VI AMO! Figli miei, vi invito alla preghiera e vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate pregate e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi. Io sono seduto sulla Roccia del Padre e guardo l'umanità e il mio Cuore gronda sangue! Figli miei, siate pronti per i tempi che verranno, io non vi lascio, non vi lascio, spose amate del mio Cuore! Presto molto presto verrò a liberare i vostri cuori dagli affanni, ma siate pronti, spose amate! Il mio Cuore è trafitto!* ma vi amo e mi lascio trafiggere ancora perché vi amo, vi amo, vi amo! Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e mando su di voi il Fuoco di Pentecoste: accoglietelo e donatelo al mondo.

(Preghiera di Giulia in estasi): O IMMENSO AMORE del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, LUCE VIVA DELL'INFINITO AMORE, irradia l'anima mia, purifica il mio cuore, fa' che io possa accostarmi al tuo Infinito Amore. Amen.

(Pausa per una visione e poi): Sì, sì, sì! Grazie, Gesù!"

10) Ven 24/3/1994, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, ritornate al mio Cuore, non restate fuori dal mio Cuore e dalla mia Grazia. Figli, io vi amo e mi dono sul legno della Croce per ognuno di voi: ma voi non ascoltate il mio grido di dolore! Figli miei, cosa devo fare ancora? Figli, lasciate le cose del mondo che vi portano alla morte: ma rinnovate i vostri cuori legandovi alla mia Croce. Figli cari, io ho accettato di mia volontà di essere vostro amico e non vi lascio, ma vi chiedo in cambio di amarmi: VOGLIO ESSERE AMATO e COME UN BAMBINO VOGLIO ABITARE NEI VOSTRI CUORI. Figli, VI CHIEDO DI ESSERE LE MIE MAMME perché ho bisogno di voi per salvare l'umanità. Figli miei, legatevi alla mia Amicizia. E voi figli Ministri, stringetevi al legno della Croce: PORTATE LA MIA CROCE CON GLI ABITI DI POVERTA'. Figli miei, vivete con me questa Pasqua, amate, perdonate e portate il mio Vangelo nel mondo. Tu, croce mia, ama, perdona ed usa carità, non temere le persecuzioni, io sono in te, vai avanti con la mia Croce. Vi amo e vi benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen".

11) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 MARZO 1995

(ore 15.37, more solito)

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Add): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi e soffri anche oggi, bevi i calici del mio Gesù. Figlia, so che il tuo carico è pesante, ma soffri per amore del tuo Gesù e per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, tu piangi anche oggi! piangi sangue anche in questo giorno! Mamma, dimmi cosa devo fare! (Add): Figlia mia, VOGLIO PREGHIERE! (Giu): Sì, Mamma! Mamma, in questo giorno io metto nel tuo Cuore tutti i Sacerdoti, il tuo Piccolo Giovanni e noi miseri peccatori, guidaci con la tua LUCE MATERNA, non lasciarci, Mamma Santa! (Add): Piccina mia, non vi lascio!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (20). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi a chiedervi sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma. Figli cari, vi invito a rinnovare i vostri cuori nell'Amore della Croce, vi invito ad aprire la porta dei vostri cuori alla CHIAMATA del mio Gesù. Figli miei, siate gocce stillanti dell'Amore del mio Gesù: FORMATE PICCOLE GOCCE E RAGGIUNGETE IL MARE. Pregate pregate pregate! Figli cari, io come Mamma vi invito a raggiungere la Fonte Viva dell'Amore del mio Gesù: RACCOGLIETE UNA PER UNA LE PICCOLE GOCCE E PORTATELE AL MARE DELL'AMORE: AL MARE DEL MIO GESU'. Figli miei, vi invito a riflettere sui miei messaggi, sulla PAROLA VIVA DEL MIO GESU', perché i tempi che verranno saranno duri. Figli miei, non vengo a spaventarvi ma VENGO A TOCCARE I VOSTRI CUORI CON LA CROCE DEL MIO GESU': VENGO A PORTARVI LE GOCCE STILLANTI DELLA MISERICORDIA DEL PADRE. Figli cari, piccini del mio Cuore, il mio nemico vuole la distruzione e la morte di ognuno di voi, ma voi siate saldi, siate forti con la preghiera: FATE SCUDO COL SANTO ROSARIO! Figli miei, accostatevi ai Sacramenti e non lasciateli: LI' TROVERETE IL MIO GESU' E LA FORZA DI COMBATTERE CON L'AMORE E CON LA PREGHIERA. Figli miei, QUESTO E' IL RUSCELLO CHE IO VI INDICO: PERCORRETE QUESTA VIA, PERCORRETE LA VIA-MAMMA CHE IO VI STO SEGNANDO e SIATE PRONTI E PREPARATI A QUESTA PASQUA. Figli cari, PRESTO MOLTO PRESTO VI SARA' IL TRIONFO DELL'EUCARESTIA e IL MIO CUORE IMMACOLATO, come promesso, TRIONFERA' NELL'AMORE DEL PADRE. Tu, croce del mio Cuore, soffri ancora per l'umanità e non temere chi trafigge il tuo cuore: RICORDA SEMPRE IL TUO PRIMO MESSAGGIO! E voi, figli miei: Io leggo nel cuore di ognuno di voi e piango! accostatevi ancora di più alla Croce del mio Gesù e amate amate amate! (Ge): Sono io, sono il vostro Gesù, voglio riposare nei vostri cuori, voglio far festa con ognuno di voi. SONO IO, L'AGNELLO IMMOLATO, VENITE COSI' COME SIETE e FATE FESTA COL MIO CUORE. Vi amo tutti, anche se trafiggete il mio Cuore! Figli miei, ora voglio far festa, venite al mio Banchetto: VENITE AL MIO ALTARE DELLA MISERICORDIA. Figli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, fate festa, accostatevi al mio Banchetto. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato a tutti voi perché vi amo e IL MIO AMORE E' AMORE ETERNO: AMORE CHE NON HA MAI FINE. Piccini miei, spose del mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, amate! ho bisogno del vostro amore, ho bisogno di restare con voi: CULLATEMI NEI VOSTRI CUORI! Figli miei, io sono il Dio della Croce, il Dio che è morto e risorto per ognuno di voi, non lasciatemi, figli cari, perché i tempi che verranno saranno duri ed io non voglio perdervi. Vi amo tutti e vi benedico col Fuoco dello Spirito Santo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori ed offritelo al mondo. E tu, croce mia, soffri ancora ed offriti vittima per l'umanità. (Giu): Sì, mio Signore! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi!"

CARI PASTORI del GREGGE DI DIO, fermatevi ad ascoltare anche voi il Maestro che semina ancora LUI la sua Parola: IL VANGELO DELLA SUA PRESENZA E DEL SUO AMORE IN MEZZO A NOI. Fermatevi e non scandalizzate i piccini che oggi il Padre sceglie senza meriti per confondere i sapienti e preparare il Trionfo dell'Amore e della Misericordia. Abbandonate la vostra mente e raccogliete nel silenzio del cuore lo Spirito di Gesù che è nella Chiesa e fa la sua Chiesa. Ma fermatevi inginocchiandovi anche voi dinanzi al Cuore della Mamma Celeste che oggi ci viene incontro col suo PIANTO DI DOLORE E DI AMORE. Non dite più che sono lacrime inutili perché ciò che nasce da Dio non è mai inutile ma genera Amore tra gli uomini. SOLO CHI PARLA CON LA VOCE DI SATANA PUO' DIRE QUESTE COSE EMPIE! Non abbiate paura delle lacrime della Mamma e non dite più che portano scandalo o sbandamento nella fede. Può LA MAMMA DEL CUORE atterrirci e far sbandare la Navicella di Pietro? Sentite quanto ELLA dice, oggi 24 marzo, a Sofferetti: "Figli miei, non vengo a spaventarvi ma vengo a toccare i vostri cuori con la Croce del mio Gesù: VENGO A PORTARVI LE GOCCE STILLANTI DELLA MISERICORDIA DEL PADRE". E sono gocce che richiamano a ritornare alla Chiesa vera: a quella dove c'è il Gesù della Croce: "Figli miei, ACCOSTATEVI AI SACRAMENTI E NON LASCIATELI: LI' TROVERETE IL MIO GESU' E LA FORZA DI COMBATTERE CON L'AMORE E CON LA PREGHIERA. Figli miei, QUESTO E' IL RUSCELLO CHE IO VI INDICO: PERCORRETE QUESTA VIA, PERCORRETE LA VIA-MAMMA CHE IO VI STO SEGNANDO e SIATE PRONTI E PREPARATI A QUESTA PASQUA. Figli cari, PRESTO VI SARA' IL TRIONFO DELL'EUCARESTIA e IL MIO CUORE IMMACOLATO, come promesso, TRIONFERA' NELL'AMORE DEL PADRE".

Cari Pastori, è vivo il Dio che annunciamo perché è il Vivente e perché non è insensibile quando il suo popolo grida dall'Egitto, ma scende e cammina sulle nostre vie dolorose per condurci su sentieri, passaggi e pasque di Liberazione. Si può ridere di una mamma terrena che piange sulla morte o disgrazie del figlio? Ebbene, cari Pastori, Dio non può essere meno di una mamma terrena che piange per i figli. E oggi c'è forse qualche angolo della terra dove è stabile la pace e la vita? E può Dio sorridere dinanzi a questo spettacolo di morte universale? Sta forse il Padre a giocare in cielo con i suoi Santi? OGGI SOPRATTUTTO ABBIAMO BISOGNO DI UN PADRE CHE PIANGE e SE NON LO FACESSE NON SAREBBE IL DIO RIVELATO! Se Dio non piange oggi, quando PER VOI PASTORI dovrebbe piangere? Quando gli uomini, come videro i pastorelli di Fatima, saranno già tutti all'inferno?! QUESTO SI DESUME DAL VOSTRO PARLARE: un Dio morto! Il che è come dire che a Dio non interessa che satana porti l'uomo alla distruzione totale sulla terra e alla perdizione eterna. QUESTO SAREBBE IL PIU' GRAVE OLTRAGGIO AL CUORE DI DIO. E queste appunto sono 'le mura della Chiesa' che, come ci avvertono i messaggi, stanno crollando. Alziamole subito insieme e ripariamole iniziando a credere che Dio ancora piange come Gesù per la perduta Gerusalemme o per il dolore della vedova di Naim. E Dio non solo sa piangere, ma ama piangere come un bambino e ci manda in dono le sue lacrime di Dio Bambino attraverso la Mamma Addolorata.

Se DIO, amati Pastori, è ancora PADRE-MADRE per voi, correggete il vostro parlare: non lo comprendo e vi trovo racchiuso un Dio senza cuore e senza potenza! Potete anche dire di me: Ecco un altro Savonarola! Ma non disprezzate il Maestro che VI grida: "Figli miei, abbandonate la vostra mente e lasciatevi plasmare dall'Amore dello Spirito Santo ... IO VI GUARDO E PIANGO: NON VI RICONOSCO COME MIEI MINISTRI: TRAFIGGETE IL MIO CUORE! Figli, non fate i maestri del mio Vangelo: quanto mi fate soffrire! Figli miei, ritornate alla Croce e vivete per essa. Figli, vivete nell'Amore e nella mia Pace: IO VERRO' NELL'AMORE DEL PADRE! Figli, non pensate che io non veda oppure non odo quello che fate. VI AMO E VI BENEDICO COL MIO CUORE" (mess. 17/3/1995).