Notizie da Sofferetti-24  n. 153

Lauria, 15 giugno 1995  

 

L'umanità si allontana, la Mamma si avvicina:

"NEL MONDO INTERO MOLTIPLICHERO' LE MIE VISITAZIONI"

(mess. della Festa della Trinità, 11/6/1995)

 

1) Giov 1/6/1995, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli cari, offritemi un posto. E tu, croce mia, bevi anche oggi i calici e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore. (Giu): Sì, mio Gesù!* Gesù, perché c'è quel segno? perché è scritto col sangue?* Gesù, cos'è quel segno? (Ge): Non temere, la Scrittura si deve adempiere. Ora fate festa con l'Agnello Immolato, fate festa e non spaventarti di ciò che hai visto: è la Scrittura che si deve adempiere. (Giu): Sì, Gesù! Sì, Gesù! Sì, Gesù!* (Ge): Ora bevi ancora e non temere.* Ecco, io vengo in mezzo a voi mandato da Dio Padre a preparare il Banchetto della Nuova Alleanza, fate festa, venite così come siete e non temete niente e nessuno. Ora siediti, sposa mia. Ecco, io vengo perché vi amo: figli cari, vengo perché l'ora del Padre è eminente e vengo a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Oggi vi dono il mio Cuore, figli cari, ma voi siate saldi nella preghiera, saldi nell'amare i vostri nemici, saldi nel perdonare coloro che trafiggono i vostri cuori. Figli cari, io sono il vostro Dio e Signore, io sono il Dio Uno e Trino e tali vi voglio. Figli cari, non dividetevi, non disperdete i vostri cuori dal legno della Croce. Ora, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà. Sii semplice, figlio mio, così come questo pezzo di pane e questo bicchiere di vino, ma unisciti al legno della mia Croce. Ecco, figli cari, io vengo così: in povertà e in mitezza, in poco pane e in poco vino. Figli cari, donatevi anche voi così come io mi dono a voi col mio Pianto: mi dono col Cuore! Figli cari, accostatevi a questo Banchetto di Povertà e di Grandezza del Padre e amate amate amate! Indossate gli abiti nuovi e venite, spose mie. Ora, figlia mia, dai da bere al figlio santo. Tu, figlio mio, vai avanti ancora con la Croce, non temere le persecuzioni che verranno ancora, io sono sempre con te, al tuo fianco. Piccolo Giovanni, grida sempre la Verità della mia Croce, ora bevi del mio Amore e donalo al mondo.* Tu, sposa mia, bevi del mio Amore e donalo al mondo e soffri per il mondo,* bevi ancora* e donalo al mondo. Ora dividi e unisci e donalo al mondo (a Giulia), dividi e unisci e donalo al mondo (a me), dividete e unite e donatelo al mondo (agli altri). Ecco, io mi dono così: in povertà e mitezza ma NELLA MIA POVERTA' C'E' LA GRANDEZZA del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO. Figli miei, lasciatevi plasmare, lasciatevi plasmare dall'Amore dello Spirito Santo, siate sempre lucerne accese della mia Verità e del mio Perdono. Io grondo lacrime di sangue per l'umanità: per i figli che non vogliono ascoltare il mio grido di Padre. Figli miei, io sono seduto sulla Roccia del Padre ed imploro misericordia: misericordia! Elargisco il mio Cuore ma voi non mi ascoltate, il mondo non mi ascolta ed io piango per ognuno di voi! Voi, spose mie, colonne del mio Cuore, lasciatemi poggiare, lasciatemi poggiare su di voi, accogliete il mio grido almeno voi e fate festa: IO VI DONO IL MIO CUORE, FATE FESTA! Venite così come siete al mio Banchetto d'Amore e di Verità. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE TUTTI, figli miei. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Tu, croce mia, bevi ancora anche se il carico è pesante, bevi e soffri per l'umanità. (Giu): Sì, Gesù, ma stammi vicino!* Gesù, è amaro!* (Ge): Bevi per amore mio!* Grazie, creatura mia, ma ne dovrai bere ancora. (Giu): Sì, Gesù, NE BERRO' QUANTO VUOI perché ti amo, ti amo e non ti lascio! (Ge): Lo so, sposa mia, per questo io mi poggio su di te. Ora vi annuncio ancora una volta i tre giorni di buio: NON prendeteli COME RIPETIZIONE, MA prendeteli COME PREPARAZIONE (dunque: prepariamoci!). Figli cari, non vengo a spaventarvi, ma VI AVVISO DI CIO' CHE AVVERRA'. Pregate per la Chiesa tutta perché è in grave pericolo. E tu, figlio mio, sii forte! SU DI TE POGGIO LA MIA CROCE, GRIDA CON LA VOCE DELLA VERITA'. Figlio mio, non temere niente e nessuno, LA MIA CROCE E' POGGIATA SU DI TE, vai avanti: AVANTI COL MIO VANGELO: COL VANGELO DI GESU' CHE E' MORTO E RISORTO PER OGNUNO DI VOI. Non temere, io sono il Dio della Verità, il Dio Uno e Trino. Voi, spose del mio Cuore, andate avanti, non fermatevi e non indietreggiate dinanzi alla Verità del mio Vangelo. Ora vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi, aspettatemi, figli cari! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: CRESCETE CON QUESTO SEGNO TREMENDO. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò nella Gloria del Padre".

2) Ven 2/6/1995, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli miei, voi mi state rinnegando ma io vi amo ed elargisco il mio Cuore per ognuno di voi; voi mi condannate ed io apro le mie braccia sul legno della Croce per ognuno di voi. Figli miei, non potete vivere senza di me, io sto alla porta del vostro cuore e busso, busso affinché voi aprite perché io non voglio perdervi: perché siete i miei figli ed io non vi lascio: IO SONO IL BUON PASTORE E NON LASCIO LE MIE PECORELLE. E voi, Grandi della Casa del Padre mio, anche voi volete camminare senza di me? Volete prendere il mio posto ma io sono ancora il Maestro perché lo ero e lo sono per sempre. Io ho parlato non in un angolo ma apertamente perché la mia Parola è Verità e Vita, voi parlate come maestri ma non della mia Verità, non del mio Amore: VOI PARLATE DEL MONDO E DI TUTTO CIO' CHE VI PORTA FUORI DEL MIO VANGELO. Figli, ritornate ad essere i miei piccoli: io vi amo! ACCOGLIETE LO SPIRITO SANTO e NON FATE I MAESTRI ma RIMANETE NEGLI ABITI DELLA CROCE. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

3) Dom di Pentecoste, 4/6/1995, ore 15.45, alla Quercia, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu): Mamma, come sei bella! come sei bella! (Imm): Sì, figlia mia, sono bella perché amo, amate anche voi. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù, bevi e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, offriti vittima per i peccatori, creatura mia. (Giu): Sì, Mamma!* Mamma, c'è ancora sangue! (Imm): Sì, figlia mia, prega prega prega perché l'umanità è in grave pericolo, tu prega, figlia mia, e soffri per l'umanità.* (Giu): Mamma! Mamma! Mamma! Mamma! Mamma! Mamma, ferma quel segno! ferma quel segno! fermalo (Imm): Figlia mia, è la Scrittura che si deve adempiere, non posso fermare, pregate pregate! e tu bevi ancora i calici del mio Gesù.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (17). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io vengo qui in mezzo a voi a chiedervi sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma. Figli cari, oggi in modo particolare vi chiedo di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: PREGATE PER IL MIO PIETRO AFFINCHE' LE MURA RESTINO ALZATE. Figli miei, la Chiesa tutta è in grave pericolo perché non c'è amore. FIGLI MINISTRI, NON RINNEGATE L'AMORE DELLO SPIRITO SANTO, ma ELARGITE I VOSTRI CUORI ALLE ULTIME GRAZIE CHE IL MIO GESU' VI STA DONANDO. Figli cari, LASCIATEVI PLASMARE DAL FUOCO DI PENTECOSTE e GRIDATE IL VANGELO DEL MIO GESU: GRIDATELO COSI' COME LUI L'HA DONATO A VOI, GRIDATELO CON MISERICORDIA E CARITA'! Non trafiggete ancora il mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata: io grondo lacrime di sangue per ognuno di voi! Figli miei, siete in pochi ad accogliere l'Amore dello Spirito Santo, in pochi seguite le vie dell'Amore e della Verità! Figli cari, distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi alla Croce Viva del mio Gesù. Figli miei, rinnegate satana, rinnegatelo e fatelo rinnegare, innalzate la Croce del mio Gesù e camminate la Via-Mamma: LA VIA CHE IO VI STO SEGNANDO CON LE LACRIME DEL MIO SANGUE MATERNO (cioè del Figlio Gesù, ndr). Figli miei, figli del mio Cuore, io conosco i cuori di ognuno di voi e vi mando il Fuoco di Pentecoste a guarire i vostri animi. Non preoccupatevi dei vostri corpi ma preparate un posto nei cieli; non temete la vita di questa terra ma temete il Giudizio di Dio! Figli cari, io vengo in mezzo a voi perché Dio Padre mi manda per portarvi sulla via della Santità: siate santi com'è Santo il mio Gesù. (Ge): Sono io, sono il vostro Gesù. Pace a voi! Sono l'Agnello Immolato per ognuno di voi. Ora voglio far festa con ognuno di voi, venite così come siete al mio Banchetto, accostatevi, figli cari, non aspettate ancora! Oggi e sempre io elargirò il mio Cuore per ognuno di voi perché sono il Dio Uno e Trino, IL DIO CHE DONA TUTTO AI SUOI FIGLI. Venite e fate festa, figli cari, accostatevi al mio Banchetto e fate festa col Dio Uno e Trino. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli cari. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi e soffri per i tuoi figli,* bevi ancora, figlia mia, e non temere le persecuzioni che verranno ancora, io il tuo Gesù non ti lascio, VAI AVANTI E GUIDA IL TUO GREGGE AL MIO ALTARE. (Giu): Sì, Gesù! (Ge): Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete crescete crescete nell'Amore dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, figli del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò nella Gloria del Padre.

(Preghiera di Giulia in estasi):

O MISTICO CUORE,

O MISTICA CARNE,

O MISTICO SANGUE,

purifica l'anima mia, purifica l'anima mia,

fa' che io cammini nella Fonte del tuo Infinito Amore,

fa' che io mi disseti alla Sorgente del tuo Amore. Amen."

***

4) Giov 8/6/1995, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu): Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge): Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli cari, offritemi un posto, fate festa con l'Agnello Immolato, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale. Figli cari, vi chiedo sempre di aprire i vostri cuori alla Misericordia del Padre. E tu, creatura mia, bevi anche oggi i calici dei miei dolori, bevili in riparazione delle offese che vengono recate al mio Cuore e al Cuore della mia Amata Mamma.* Figlia mia, bevi nel Silenzio della Croce. (Giu): Sì, mio Gesù, ma c'è ancora sangue, Gesù! (Ge): Sì, figlia mia, non temere, si deve adempiere la Scrittura del Padre: è il sangue che tu vedi. (Giu): Gesù, è troppo questo sangue! (Ge): Figlia mia, tu ne vedi solo una parte. (Giu): Gesù, Gesù, non lo puoi fermare? (Ge): Figlia mia, prega e immolati per questo sangue. (Giu): Sì, Gesù, sia fatta la tua, non la mia volontà. (Ge): Ora siediti, sposa mia. Ecco, io vengo in mezzo a voi a PREPARARE IL REGNO DEL PADRE (perciò viene e ci bacia con il Bacio del Piccolo Giovanni, ndr). Figli cari, io ho promesso ai miei Discepoli DI ASPETTARMI, ora io dico a voi: GIOITE NEL PANE VIVO CHE IO VENGO A SPEZZARE IN MEZZO A VOI e fate festa. Figli cari, accostatevi così come siete al mio Banchetto di Luce e di Pace. Figli cari, io vedo i vostri cuori e mando su di voi il Fuoco di Pentecoste. Non temete, figli cari, LASCIATE SBOCCIARE NEI VOSTRI CUORI I FIORI CANDIDI DEL MIO AMORE, OFFRITE SOLO IL SI' AL PADRE e non temete niente e nessuno, andate avanti, figli miei! Spose del mio Cuore, non temete le persecuzioni che verranno ancora. Figli cari, IO VOGLIO SOLO IL VOSTRO AMORE, VOGLIO ESSERE AMATO, ma PER QUESTO AMORE DOVETE SOFFRIRE perché SARETE PERSEGUITATI: L'HANNO FATTO CON ME E LO FARANNO ANCORA CON OGNUNO DI VOI, ma IO NON VI LASCIO. Ora, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà. Ecco, io vengo in un bicchiere di vino e in un pezzo di pane, così dovete andare avanti anche voi: in povertà e mitezza. (Alza il bicchiere di vino in alto, annota Franco, e dice): PADRE, PADRE MIO, BENEDICI. Ecco, figlia mia, ora bevi della mia Povertà e donala al mondo,* bevine ancora,* ora donala al mondo. Figlio mio (= Pino Prezzo, che è al posto mio), bevi di questo calice e donalo al mondo, la mia Grazia è su di te, vai avanti. Ora spezza e unisci col mio Amore e la Misericordia del Padre, mangialo e donalo al mondo, spezza e unisci anche tu, figlio mio (= Pino), e donalo al mondo. Ecco, io mi sono donato in poco pane e in poco vino come segno di amicizia e di povertà perché vi amo: figli cari, voi, donate tutto di voi ai vostri cari, ai vostri piccoli, ai vostri poveri. Figli miei, fate come ho fatto io, elargite i vostri cuori all'Amore della Croce e andate avanti. Non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno ma siate saldi, figli cari, saldi con la Preghiera, saldi con la Croce, perché io conosco ogni vostro pensiero. Ora fate festa, venite, accostatevi con gli abiti nuovi: con gli abiti della Povertà e della Croce. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, creatura mia, bevi e soffri,* bevi e soffri per l'umanità che non vuole ascoltare il grido della mia Croce.* Ecco, IL MIO AMORE IO VE L'HO DONATO, ora, figli cari, VOI RICAMBIATE COL VOSTRO SI', COL VOSTRO CUORE, COL VOSTRO AMORE. Fate festa, figli cari, e siate pronti e preparati per i tempi che verranno. Figli miei, FIGLI DEL MIO CUORE di PADRE, di FIGLIO e di SPIRITO SANTO, siate pronti perché io verrò, io verrò, io verrò nella Pienezza del Padre. Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò e i vostri cuori gioiranno".

5) Ven 9/6/1995, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - VI PARLO A NOME del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO. Figli, vi chiedo di convertirvi perché l'ora del Padre è imminente. Figli, le mie Parole sono Verità e Vita. Figli miei, ACCETTATE LO SPIRITO SANTO E LASCIATEVI BRUCIARE DAL SUO AMORE (= essere legna buona che si lascia bruciare e diventa essa stessa fuoco di luce e di calore fino a diventare solo cenere, ndr). Figli cari, pregate affinché IL PADRE USI MISERICORDIA per l'umanità; pregate affinché IL FIGLIO VI DIA LA PACE nei vostri cuori; figli, pregate affinché LO SPIRITO SANTO VI RENDA UN'UNICA FIAMMA. Figli, PREGATE PER LA CHIESA TUTTA e RICORDATEVI DI ME CHE SONO E RESTERO' SEMPRE IL VOSTRO MAESTRO. Io vi amo, figli, ma voi non mi amate: VOI MI RINNEGATE SEMPRE, ma io non vi lascio perché il mio Amore non ha limiti. SE VOI AMASTE COME IO AMO IL MONDO, figli, I FLAGELLI, CHE VI CIRCONDANO SUBITO SI FERMEREBBERO. Figli miei, IO PIANGO PER VOI, ma voi siete lontani dalle mie vie. Figli, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Tu, figlio Mario, non scoraggiarti, io il tuo Gesù ti amo, sei la mia fonte viva: anche se i tuoi figli non vogliono ascoltare, non temere, lo fanno anche con me, tu vai avanti, io sono con te, figlio. BENEDICIAMO INSIEME IL MONDO CON LA CROCE. Amen Amen Amen Amen".

6) CONSACRAZIONE A MASSAFRA (sab 10/6/1995, ore 16.30, more solito)

"(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* (Giu): Mamma, Mamma, c'è ancora sangue! c'è ancora sangue! (Imm): Sì, figlia mia, prega e bevi i calici del mio Gesù anche oggi, soffri per l'umanità.* (Giu): Mamma, Mamma, Mamma, Mamma, trafiggi il mio cuore, trafiggilo ma, se puoi, cancella quel segno! Mamma, se puoi, cancella quel segno!* Mamma, quanto sangue! quanto sangue! (Imm): Figlia mia, accetta i chiodi del mio Gesù per questo sangue che vedi. (Giu): Sì!* (Imm): Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (18). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi chiedo ancora una volta di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, oggi in modo particolare io vi chiedo di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli miei, PREGATE AFFINCHE' LE MURA REGGONO ANCORA, io grondo lacrime di sangue per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli miei, io sono viva e reale in mezzo a voi: anche se voi non mi vedete, io ascolto i battiti dei vostri cuori e depongo dinanzi ai piedi del mio Gesù ogni vostro PENSIERO, ogni vostro DESIDERIO perché sono Mamma e comprendo i vostri affanni. Figli miei, il mio Progetto viene da Fatima e presto molto presto si adempirà nel mondo intero: TUTTI VEDRETE LA LUCE DEL PADRE! Figli cari, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, non indietreggiate dinanzi alla Croce, camminate la Via-Mamma e lasciatevi plasmare dal Fuoco di Pentecoste. Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, elargitevi elargitevi alla Croce, camminate solo con essa e per essa. Figli miei, figli del mio Cuore, IO VEDO I VOSTRI ERRORI e GRONDO LACRIME DI SANGUE, vestitevi di Croce e di Povertà, amate, perdonate e CAMMINATE COME IL MIO GESU' VI HA INSEGNATO. Figli del mio Cuore, guarite LE MURA, guarite LE FERITE, consolate I CUORI SPEZZATI. Ora vi lascio al mio Gesù, fate festa e accostatevi così come siete. E tu, croce mia, vai avanti, accetta i dolori dei chiodi per i tuoi figli. (Giu): Sì, Mamma! (Ge): Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù: L'AGNELLO IMMOLATO è QUI, è IN MEZZO A VOI a FARE FESTA! Figli cari, offritemi un posto, aprite la porta dei vostri cuori e lasciatemi entrare. Venite al mio Banchetto di Pace, di Luce e di Verità: FATE FESTA COL PADRE, COL FIGLIO E CON LO SPIRITO SANTO. Venite, ACCOSTATEVI AL MIO AMORE. Io vi amo, spose del mio Cuore, GIOITE E DANZATE CON LA MIA LETIZIA. Venite al mio Banchetto, spose amate! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' VITA NUOVA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, creatura mia, bevi e soffri per l'umanità,* bevi e soffri per l'umanità che trafigge ancora il mio Cuore. Ecco, figli cari, io mi sono donato nella PIENEZZA del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: UNITEVI ANCHE VOI ALL'AMORE TRINITARIO e fate festa: GIOITE, figli miei, GIOITE NELL'AMORE DEL MIO CUORE. Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Figli miei, la mia Luce e il Fuoco dello Spirito Santo è su di voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge): Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò presto a liberarvi.

(Preghiera di Giulia in estasi): O MISERICORDIOSO CUORE INFINITO del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, elargisci il mio cuore col tuo NETTARE DI VITA, consola l'anima mia col FUOCO DEL TUO AMORE, purificami e donami LA LUCE DEL TUO INFINITO E MISERICORDIOSO CUORE. Amen".

7) Dom, Trinità, 11/6/1995, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu): Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm): Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù, bevili e soffri per l'umanità.* (Giu): Mamma, c'è ancora sangue e tu piangi! Mamma, sono io che ti faccio soffrire? (Imm): No, figlia mia, non sei tu ma sono i figli della perdizione che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, tu soffri* e bevi i calici, figlia mia. (Giu): Sì, Mamma, ma stammi vicino! dimmi cosa devo fare per questi figli che trafiggono il tuo Cuore. (Imm): Figlia mia, immolati, accetta i chiodi del mio Gesù, soffri, creatura mia, soffri!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (9). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, oggi io vi porto il Pane Vivo del mio Gesù: LA PAROLA ETERNA del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli cari, LASCIATEVI PLASMARE DALLA TRINITA'. Figli miei, io vengo in questa valle (= il Cosentino e Sibari in particolare) perché Dio mi manda in mezzo a voi. Figli cari, seguite la Via-Mamma, camminate con la Croce e per la Croce. Figli miei, io vi rinnovo sempre le stesse cose: vi invito ad amare il Pane Vivo che è il mio Gesù, non camminate altre vie che non vi portano alla Verità del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli miei, spezzate le catene di satana, spezzatele e UNITEVI AL PADRE, AL FIGLIO E ALLO SPIRITO SANTO: UNICA VERITA', UNICA VIA, UNICO AMORE. Figli miei, io vengo in mezzo a voi perché vi amo, vi amo e non voglio perdervi: siete i miei piccoli, figli cari, e non voglio lasciarvi! Ma voi di questa valle non ascoltate il mio Pianto, non accettate le mie ultime Grazie! Figli cari, rinnovatevi nell'Amore dello Spirito Santo, rinnovatevi e fate sbocciare I FRUTTI DELL'AMORE DEL MIO GESU'. Figli cari, io vi prometto ancora una volta che il mio Cuore Immacolato trionferà e satana sarà annientato col segno tremendo della Croce del mio Gesù. Non pregate dii che non esistono, figli cari! ma amate l'unico Gesù che è morto e risorto per ognuno di voi. Figli cari, io vi amo, ma voi non ascoltate il mio pianto! SIATE FIDUCIOSI NELLA MIA PRESENZA VIVA E REALE IN QUESTO LUOGO E NEL MONDO INTERO. Ora vi lascio, figli cari, ma verrò ancora in questo luogo e NEL MONDO INTERO MOLTIPLICHERO' LE MIE VISITAZIONI. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel Nome della Santissima Trinità. Lode lode lode lode lode lode lode (7). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. E tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu): Sì, Mamma!

(Preghiera di Giulia in estasi): O SANTISSIMO PADRE, FIGLIO E SPIRITO SANTO, O LUCE IMMENSA DELLA DIVINA TRINITA', elargisci l'anima mia, elargisci il mio cuore ed ABITA in esso. Amen".