Notizie da Sofferetti-24  n. 159

Lauria, 24 settembre 1995  

 

Combattiamo per la Pace con la Pace

"CHI NON MI HA più di QUALSIASI AVERE non è DEGNO DI ME"

(dal mess. dell'8 settembre 1995)

1) Giov 7/9/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori. Figli miei, offritemi un posto, io sono l'Agnello Immolato e vengo a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Figli miei, fate festa e gioite nel mio Amore e nella mia Pace. E tu, croce mia, bevi ancora i miei calici* e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma.* (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! (Ge) Sì, figlia mia, prega per questo sangue che vedi, prega e consola il mio Cuore come tu sai fare. Figlia mia, anche oggi vi annuncio tempi duri: pregate, pregate col cuore! Figli miei, pecorelle mie, non dividetevi, sappiate che satana è forte e vuole distruggere ogni cosa usando ogni mezzo. Figli miei, voi siate saldi, soprattutto con la preghiera, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori. Sappiate che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e vi amo così come siete. Mi poggio su di voi perché io guardo i vostri cuori. Non temete, creature mie, perché io non guardo le cose esteriori ma quelle interiori. Siate saldi con la preghiera e amate amate e perdonate i vostri nemici. Io ho bisogno di voi, del vostro cuore, voglio essere cullato nei vostri cuori, accarezzatemi come un bambino perché io sono solo a piangere per ognuno di voi: sono seduto sulla Roccia del Padre e grondo lacrime di sangue per l'umanità che non vuole ascoltare il mio grido! Ora siediti, sposa mia, e fate festa col Pane dell'Amicizia: gioite col mio Amore! (Giu) Gesù, perché piangi così? (Ge) Figlia mia, piango perché siete in grave pericolo, tu prega ed offriti vittima per i peccatori e per i Grandi del mondo. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane come segno di amicizia e di povertà, è così che io mi dono a voi: così povero e piccolo! Figli miei, non temete coloro che trafiggono i vostri cuori, ma venite a me così come siete, accettate ogni cosa per amore del vostro Gesù. PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO IN SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA'. Ecco, la mia Amicizia è piena perché io vi amo. Figli cari, non indietreggiate dinanzi al Calice dell'Amore e della Povertà, sappiate che io conosco ogni vostro pensiero e ogni vostro desiderio. Figli miei, io vi concedo ogni grazia spirituale e temporale: gioite nell'Amore e nella Povertà della Croce. Ora, figlia mia, bevi del mio Calice del mio Amore e donalo al mondo,* ora donalo al mondo, figlia cara. Tu, figlia mia (= Carmela, io invece da oggi a lunedì sono al reparto diabetico a Maratea), bevi del Calice della mia Amicizia e della mia Povertà e donalo al mondo, sii sposa feconda del mio Amore e della mia Povertà e non temere niente e nessuno, donati al mondo con la mia Verità e con la mia Croce e vai avanti. Ora, figlia mia (=Giulia), dividi e unisci il Pane dell'Amore e della Povertà, mangialo e donalo al mondo. (Giu) Gesù, cos'è quel segno? (Ge) Non temere, dona il mio Pane al mondo. Figlia mia,* dividi e unisci il Pane dei Due Regni e donalo al mondo. (Giu) Gesù, c'è ancora quel segno! (Ge) Non temere, figlia mia, si deve adempiere. Ecco, IO MI SONO DONATO IN POCO PANE E IN POCO VINO e QUESTO E' IL GRANDE SEGNO DELL'AMORE DEL PADRE: LA NOSTRA AMICIZIA E' PIENA. Ora venite e fate festa con la mia Povertà, venite al BANCHETTO DELLA RICCHEZZA del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO e non temete niente e nessuno. Tu, figlio Mario, Sacerdote santo della Croce e della Povertà, vai avanti col tuo carico e non temere perché la mia Grazia è su di te; sii sposa feconda della mia Casa, figlio mio, e fai gioire le tue spose nell'Amore della Croce. Ora venite e fate festa col mio Cuore. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA e siate coscienti che ci sono io. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Ecco, figli cari, io mi sono donato nella Pienezza del Padre perché vi amo, vi amo, vi amo e il mio Amore non ha limiti. Piccini miei, gioite nel mio Amore e siate fecondi della mia Parola. Io sono sempre con voi perché abbiamo formato un'unica famiglia: io sono in voi e voi in me e vi amo, vi amo, vi amo. Ora vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi chiedo ancora una volta di aspettarmi: aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, legatevi con la Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! (7) -(Ge) Sì, figlia mia, tu mi vedi grande e lo sono perché amo: amate anche voi col cuore e lo sarete anche voi grandi. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (5) -(Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò NEL NOME DELLA SANTISSIMA TRINITA'.

(Preghiera di Giulia in estasi): O Cuore Misericordioso, o Tabernacolo Vivo, elargisci l'anima mia, donami la Quiete e il Riposo del tuo Infinito Amore. Amen".

2) Ven 8/9/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io sono il Maestro, io sono venuto a voi piccolo e povero, non sono venuto come re della terra ma come RE DELL'AMORE: io non sono venuto a compiere ciò che il Padre mio aveva costruito, ma sono venuto ad attirare tutti alla mia Croce. Figli, io chiedo il vostro amore: amatemi sopra ogni altra cosa perché io sono il vostro rifugio e salvezza. Chi non mi ha° più di qualsiasi avere non è degno di me. Io vi dico: Lasciate ogni vostro bene e seguite il vostro Dio: io vi offro la Vita Eterna in cambio del vostro amore. Figli miei, oggi vi chiedo di pregare per la pace. Se il mondo non accoglie il Cuore di mia Madre, altri sfaceli si abbatteranno sulla terra. (Giu) Gesù, posso chiederti di fare gli auguri alla Mamma? (Ge) Sì, figlia mia, glieli faccio, ma voi pregate affinché il suo Cuore sia impresso nell'umanità. Gli uomini fanno feste mondane e costruiscono templi sulla sabbia. Io vi dico: Costruite sulla roccia perché essa non crolla. Figli, pregate pregate pregate! E tu, figlio Mario, non temere, io sono al tuo fianco, la tua sofferenza ti stringe di più al mio Cuore, vai avanti. Vi benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen (4)".

3) Dom 10/9/95, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te! Mamma, tu piangi lacrime di sangue! Mammina mia, trafiggi il mio cuore, ma non piangere! (Imm) Figlia mia, accetta anche oggi i calici del mio Gesù e soffri ancora per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Figliolo: figlia mia, accetta i chiodi del mio Gesù per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, perché non fermi quel sangue? Ti supplico, ferma quel sangue se puoi! (Imm) Figlia mia, prega prega perché si deve adempiere la Scrittura del Padre.* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (18) Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma ed oggi in modo particolare vi chiedo di pregare per la pace e per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli cari, pregate e vivete il Vangelo di questa giornata (XXIII/C = Chi ama il padre e la madre più di me, non è degno di me, di cui Giulia in mattinata, in gradita visita, aveva sentito la mia omelia all'ospedale di Maratea). Figli miei, il mio Cuore gronda sangue per l'umanità: IO PIANGO PERCHE' NON VEDO RISPOSTA AI MIEI MESSAGGI! Figli miei, Grandi del mondo, accostatevi alla Croce del mio Gesù, pregate col cuore integro perché io sono Mamma e piango per ognuno di voi. Figli cari, io vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre per portarvi sulla via della Santità e della Salvezza Eterna, ma SIETE TROPPO IMPEGNATI alle COSE DEL MONDO e NON RISPONDETE alla POVERTA' DELLA CROCE. Figli miei, siate piccoli e poveri, camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando col Cuore Grondante di Sangue. E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, RISPONDETE al RICHIAMO DELLA CROCE, VESTITEVI DI POVERTA' E DI AMORE ed USATE CARITA'. Figli cari, sappiate che satana è forte e vuole distruggere il Progetto di Dio, voi amate amate amate perché solo con l'AMORE potete combattere l'ODIO. Figli miei, il mio Cuore è trafitto, ma vi amo e non vi lascio, vi chiedo di amarvi gli uni gli altri, siate misericordiosi con i fratelli piccoli e bisognosi. Figli cari, implorate misericordia al Padre, misericordia al Padre, misericordia al Padre, camminate con la Croce e per la Croce. Figli miei, io vi rinnovo ancora una volta i tre giorni di buio, non dimenticateli, figli cari, sappiate che quei giorni avverranno e solo la preghiera e la costanza alla Croce vi darà la Luce e la Gioia e la Letizia del mio Gesù. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figli cari, io verrò ancora a portarvi il Pane della Vita in questo luogo e nel mondo intero: LE MIE VISITAZIONI SI MOLTIPLICHERANNO ANCORA. (Giu) Mamma, non piangere! (Imm) Lode lode lode lode lode lode lode lode lode lode (10). Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità e immolati per i peccatori. (Giu) Sì, Mamma!"

4) Mart 12/9/95, ore 9, a casa, orale: "Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni, consola il mio Cuore come sai fare tu. (Giu) Mamma, oggi è la tua festa (=Nome di Maria), auguri! (La Mamma) Grazie, figlia mia! (Giu) Mamma, ma tu piangi! (La Mamma) Sì, figlia, prega con me. (Giu) Sì, Mamma! (La Mamma) Figlia, siete in grave pericolo, devi pregare di più affinché il Progetto del Padre si adempia. Figlia mia, altri flagelli si abbatteranno sul mondo se non cambieranno i Grandi del mondo. Voi, Piccoli Giovanni, pregate ed offritevi vittime, non scoraggiatevi, io sono sempre con voi, ma ho bisogno di SOLDATI D'AMORE: figli miei, combattete con me e non fermatevi, tenete alta la Croce del mio Gesù! Figli, la Grande Battaglia si sta compiendo in cielo e presto scenderà sulla terra, ma voi non temete! IN QUEI GIORNI CI SARA' BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO, siate pronti e preparati, figli miei! Tu, figlio Mario, non temere di niente, porta la Croce del mio Gesù. Io ti amo, figlio mio, grazie per i tuoi fioretti, consola ancora il mio Cuore. Vi benedico con la Croce Santa. Sia lodato il Nome di Gesù. Amen Amen Amen Amen (4)".

5) ESALTAZIONE DELLA CROCE (giov 14/9/95, ore 8.30 - Giulia: "Vedevo un globo ed una Colomba", da cui ha un INNO ALLA CROCE e una visione)

a) INNO ALLA CROCE: "Vieni, figlia mia, IO SONO IL FUOCO DI PENTECOSTE, scrivi ciò che ti dico:

BEATA CROCE,

BEATA TE CHE HAI STRETTO CON ABBRACCIO AMOROSO

IL FIGLIO DI DIO, IO MI PROSTRO E A TE ELEVO IL MIO SGUARDO:

A TE CHIEDO PIETA', O LEGNO AMOROSO!

O AMATA CROCE,

TU SEI LA LUCE CHE ILLUMINA IL MONDO,

TU SEI IL LEGNO PREZIOSO

CHE HA APERTO LE BRACCIA AL MONDO

E TI SEI LASCIATO ONDARE DA QUEL SANGUE PREZIOSO,

IO MI INCHINO PIETOSO DINANZI A TE:

O CROCE PIETOSA,

DONAMI PACE, LUCE,

DONAMI AMORE INFINITO.

O CROCE MIA,

STRINGITI A ME AFFINCHE' IO POSSA GIOIRE

NELLA SOFFERENZA DEL TUO PROFONDO AMORE. AMEN.

Un Pater affinché ci vengano perdonati i tanti peccati".

***

6) Giov 14/9/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Figli cari, offritemi un posto e gioite: fate festa col vostro Maestro che è qui in mezzo a voi vivo e reale. Figli miei, spose del mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, camminate con la mia Croce e innalzatela, figli miei! E tu, croce mia, bevi anche oggi i miei calici e soffri anche oggi per l'umanità che trafigge il mio Cuore.* (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! (Ge) Sì, figlia mia,* c'è ancora sangue, ma tu bevi,* bevi i calici e consola il mio Cuore come tu sai fare. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Figlia mia, vi invito ancora a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, pregate e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi: figli miei, voi non potete neanche immaginare quanto soffre e quanto bisogno ha del vostro sostegno, delle vostre preghiere! Io che vedo ogni cosa, guardo anche nei vostri cuori e questa sera vi do la mia Pace, il mio Amore e la mia Amicizia: VI DONO LA MIA CROCE, figli cari, PORTATELA NEL MONDO E GIOITE CON ESSA PERCHE' SOLO CON ESSA ENTRERETE NEL MIO REGNO E NEL REGNO DEL PADRE MIO. Ora, sposa mia, siediti. Figli cari, non dubitate della mia presenza in mezzo a voi viva e reale: IO VENGO PERCHE' VI VOGLIO SALVI, VI VOGLIO SANTI, VI VOGLIO MIE COLONNE DOVE IO POSSA POGGIARE. Figli cari, IO VI AMO E VI DO TUTTO: VI DONO IL MIO CUORE E LA MIA PACE, VOI DONATELA COSI' AL MONDO come LA DONO IO AD OGNUNO DI VOI. Figlio Pasquale, ora offrimi un bicchiere di pane^ e un bicchiere di vino: il BICCHIERE DI PANE è SEGNO DELL'AMICIZIA, il BICCHIERE DI VINO è SEGNO DELL'ABBONDANZA e DELL'AMORE. Non temete di ciò che dico, comprenderete a tempo dovuto. Figli miei, ORA VENITE A ME IN QUESTO BICCHIERE DI PANE e IN QUESTO BICCHIERE DI VINO, IO LO OFFRO AL PADRE, IL PADRE LO DONA AL MONDO. PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA' E DONALA AL MONDO. Ora, figlia mia, prendi il CALICE DEL PANE e il CALICE DEL VINO, bevilo e donalo al mondo. Non temere, creatura mia, i due calici sono colmi, tu bevi e donali al mondo,* bevine ancora. (Giu) Gesù, èamaro! (Ge) Bevine ancora, ora donalo al mondo. Figlia mia (=Paola, io sono alla Casetta per la Veglia), non temere niente e nessuno, io sono il tuo Gesù, il Gesù della Povertà, il Gesù della Croce e questa sera mi dono a te in Pienezza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo; figlia mia (ancora Paola), ho grandi disegni su di te, io mi poggio con la Croce sul tuo cuore,* ma non temere, figlia mia, aiutami, sostieni il tuo Gesù che gronda sangue per l'umanità, sii forte perché ora ti sto preparando al nostro incontro, vai avanti e non temere, il tuo cuore comprenderà ogni cosa, ora bevi del mio Calice e donalo al mondo. Ora, figlia mia (=Giulia), dividi e unisci i Due Regni della Pace, della Povertà e dell'Amore, mangia della mia Carne e della mia Amicizia e donala al mondo. Figlia mia (=Paola), dividi e unisci i Due Regni della Pace, della Povertà, dell'Amore e donalo al mondo. Ecco, io mi sono donato NEI DUE CALICI del Pane e del Vino: FIGLI CARI, MI SONO DONATO NELLA POVERTA' E NELLA GRANDEZZA DELLA CROCE e TALI VI VOGLIO: DONATEVI ANCHE VOI COSI' COME IO MI SONO DONATO AD OGNUNO DI VOI. Ora accostatevi, così come siete, al mio Banchetto di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e gioite nell'Amore della Croce. Figli miei, non temete niente e nessuno: camminate camminate! PRESTO CI SARA' IL GRANDE TRIONFO DELL'EUCARISTIA ed IO SARO' UN'UNICA COSA CON OGNUNO DI VOI: UN'UNICA LUCE, UN'UNICA PACE, UN'UNICO AMARSI INSIEME CON LA GRANDE FAMIGLIA. Ora venite al Banchetto della Gioia e della Letizia della mia Croce. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli miei! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. E tu, croce mia, bevi e soffri per l'umanità,* bevi e soffri per l'umanità. (Giu) Sì, mio Signore! (Ge) Ecco, io mi sono donato! Figli cari, IO SONO IN VOI E VOI IN ME, ORA SIAMO UN'UNICA FAMIGLIA se VOI LO VOLETE: se VOI MI LASCIATE ABITARE NEI VOSTRI CUORI. IO SONO CON VOI E NON VI LASCIO, MA ASPETTO UN VOSTRO SI'. Figli cari, IO NON ENTRO se VOI NON MI APRITE LA PORTA ed IO ASPETTO: ASPETTO IL VOSTRO SI' ALL'AMORE DELLA CROCE. Figli cari, io vi rinnovo ancora una volta che verranno tempi duri. Figli miei, la Chiesa sarà molto perseguitata ed io ho bisogno di voi, ho bisogno di voi, figli miei: ho bisogno che voi sosteniate le mura che stanno crollando, ho bisogno di voi che portiate la Parola Viva del mio Amore e della mia Pace, ho bisogno di voi che accogliete i piccoli e i dispersi, ho bisogno di voi per essere consolato e accarezzato, ho bisogno di voi per essere cullato e amato. Figli miei, non negatemi questo, io vi amo, vi amo, vi amo! Figli cari, vi rinnovo ancora una volta i tre giorni di buio, sappiate che avverranno, non scoraggiatevi perché io sarò sempre con voi e non vi lascio. Figli miei, sappiate che IL SEGNO SANTO DELLA CROCE è L'UNICA VOSTRA SALVEZZA ed IO SONO QUI CON LA CROCE SANTA. Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Ora vi bacio col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli cari, ora legatevi alla Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Gesù, sei grande! Gesù, sei grande! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! (Ge) Sì, figlia mia, sono grande perché vi amo, amate anche voi e sarete come me. (Giu) Grazie, Gesù! (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (14) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò: IO VERRO' NELLA GLORIA DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO".

^"IO SONO QUI CON LA CROCE SANTA"

Gesù è con noi con la sua Croce Santa che è appunto CALICE-OFFERTA DEL SUO CORPO (= BICCHIERE DI PANE nel Segno Eucaristico) e CALICE-OFFERTA DEL SUO SANGUE (=BICCHIERE DI VINO nel Segno Eucaristico). Noi siamo chiamati a FARE EUCARISTIA CON GESU': "Ora venite in questo Bicchiere di Pane e in questo Bicchiere di Vino". "Venite" è la prima cosa da fare, ma con tutto quello che comporta l'andare a Gesù-Croce e a Gesù-Eucaristia: credere! ... credere e accettare il suo Amore!

7) L'ADDOLORATA (ven 15/9/95, ore 10.40, a casa, crocifissione, orale)

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io sono il vostro Signore e Dio. Figli, RITORNATE A VIVERE: NON RESTATE SENZA DI ME! Figli, io voglio abitare nei vostri cuori: VOGLIO FAR PARTE DI VOI. Non negatemi questo, figli miei, io vi ho donato LA VITA e CON LA CROCE vi ho riscattati: ora voi mi chiudete la porta del vostro cuore! Ah quanto soffro, figli miei! Sto ad aspettare quando mi aprite: figli miei, APRITE LE VOSTRE PORTE AL MONDO e MI CHIUDETE FUORI perché non volete ascoltare la mia Voce: LA MIA VERITA'! Figli, non fate i sordi perché senza di me voi non potete far nulla: SENZA IL MIO CIBO VOI NON POTETE VIVERE ED IO PIANGO PER QUESTO! Io vi voglio miei perché mi appartenete: siete a mia immagine e somiglianza e non posso lasciarvi. Figli miei, rinnegate il male ed abbracciate la Croce, SEGUITE LA MIA MAMMA, che viene in mezzo a voi: SEGUITE IL SUO CUORE IMMACOLATO ED ADDOLORATO e NON ASCOLTATE IL GRIDO DEL MONDO. Figlia mia, tu prega e fammi compagnia. (Giu) Sì, Gesù, ma tu non piangere! (Ge) Ora vi benedico col la Croce, prega, prega tu: prega!° (Giu) Gesù, fai gli auguri alla Mamma! (Ge) Sì, figlia mia. Amen Amen Amen Amen (4)".