Notizie da Sofferetti-24  n. 161

Lauria, 16 ottobre 1995  

 

"CONSOLATE IL MIO CUORE e GIOITE NELL'ATTESA DELLA MIA VENUTA!"

(dal mess. di Gesù del 5/10/95)

 

1) CONSACRAZIONE a GALEASE di GROTTAGLIE-TA (sab 30/9/95, ore 16.30)

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e immolati per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Divino Figliolo. Figlia mia, accetta i chiodi del mio Gesù in riparazione di tutte le offese. (Giu) Mamma, tu piangi e c'è sangue intorno a te! Mamma, c'è sempre più sangue! (Imm/Add) Figlia mia, non temere, ma prega e fai pregare. (Giu) Sì, Mamma, ma non piangere, non piangere, ti supplico, non piangere così, Mammina mia!* Shalom (18). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi chiedo ancora una volta di pregare per le mie intenzioni di Mamma. Figli cari, pregate affinché il Disegno del Padre si adempia nel mondo intero. Figli cari, io sono qui in mezzo a voi viva e reale e vi chiedo di pregare con umiltà e povertà di cuore. Figli miei, io vengo in mezzo a voi per la vostra salvezza, per la vostra santità: IO VI SEGNO COL SEGNO DELLA VIA-MAMMA. Figli cari, camminate con la Croce e per la Croce, non ascoltate dii che non possono salvarvi. Figli cari, seguite Dio che è morto e risorto sul Legno della Croce per ognuno di voi. Figli miei, GREGGE del mio Cuore Immacolato e Addolorato, costruite tesori nei cieli, distaccatevi dalle cose del mondo che non giovano alla vostra salvezza e alla vostra santità. Creature mie, rinnegate satana ed accogliete la Croce del mio Gesù: PICCINI DEL MIO CUORE, LASCIATEVI CROCIFIGGERE COL MIO GESU'! E tu, croce mia, soffri per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma! (Imm/Add) Figli miei, io vi rinnovo ancora una volta i tre giorni di buio, siate pronti e preparati, siate sempre con le lucerne accese e non lasciatevi travolgere dalle onde del mio nemico. Figli miei, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori, sostenete il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa, con le vostre preghiere. Figli cari, sappiate che il mio Cuore Immacolato trionferà e presto gioirete IN UN UNICO CUORE. Io vi amo e non vi lascio, creature mie! camminate sempre in povertà e in mitezza e in carità. Ora, figlioli miei, io vi mando il Fuoco di Pentecoste, lasciatelo entrare nei vostri cuori e amate amate amate e perdonate. Ora vi lascio al mio Gesù, accoglietelo con amore. (Ge) Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è in mezzo a voi. Figli miei, creature del mio Cuore, io sono qui a far festa con ognuno di voi, offritemi un posto: gioite col vostro Signore, venite al Banchetto dell'Amore e della Povertà. Io sono il vostro Gesù, il Gesù che è morto e risorto per ognuno di voi. Oggi voglio abitare nei vostri cuori, voglio far festa con ognuno di voi: VENITE E GIOITE alla MENSA DEL PADRE. Venite voi che avete fame e sete! Voi, figli Ministri, venite e mangiate al mio Banchetto d'Amore e di Carità: non indietreggiate dinanzi al mio Amore, non indietreggiate dinanzi al mio Pane, venite! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli miei! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Tu, croce mia,* bevi, bevi e soffri per l'umanità. Ecco, figli cari, io mi sono donato a tutti perché vi amo, vi amo: ora siamo un'unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figli cari, restate sempre uniti al mio Cuore Immacolato, io vi amo, vi amo e vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figli cari, unitevi alla Catena Santa e tu, figlio mio, prega con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! (Ge) Sì, figli miei, siate grandi anche voi: amate! (Giu) Ti amo, Gesù! (8) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi.

(Preghiera di Giulia in estasi): O Misericordioso Cuore, o Cuore Infinito dell'anima mia, o Rugiada Candida dell'anima mia, o mio Canto, o mia Letizia, culla il mio cuore affinché possa gioire con la Letizia del tuo Infinito Amore. Amen".

2) Dom 1/10/95, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici che stanno offrendo al mio Gesù,* bevili e accetta i chiodi in riparazione delle offese che vengono recate al mio Cuore e al Cuore del mio Amato Figliolo. (Giu) Mamma, c'è sempre sangue intorno a te! Mamma, dimmi cosa devo fare! (Imm/Add) Figlia mia, prega e non temere. (Giu) Mamma, ma tutto questo sangue che significato ha? (Imm/Add) Figlia mia, tu prega perché non puoi comprendere, presto capirete il significato di tutto questo sangue che tu vedi, ma per adesso prega e accetta i chiodi. (Giu) Sì, Mamma! Mammina mia, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, aiutali tu.* Mamma! (Imm/Add) Figlia mia, lo so che è enorme il dolore dei chiodi, ma tu accettalo per il tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm/Add) Shalom (23). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito sempre a pregare secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, pregate e costruite tesori nei cieli, distaccatevi dalle cose del mondo che vi portano alla perdizione e alla morte e legatevi con costanza al Cuore del mio Gesù. Figli miei, io vi invito ad amare: amatevi gli uni gli altri perché solo con l'amore riuscirete a combattere il male. Figli cari, io vi chiedo di aprire il vostro cuore al Vangelo del mio Gesù, camminate con esso e accostatevi in povertà ai Santi Sacramenti. Figli miei, ESSO è l'unico PANE QUOTIDIANO per ognuno di voi e non potete camminare senza l'AMORE DEL MIO GESU'. Figli cari, io vedo i vostri cuori: figli miei, non indietreggiate dinanzi alla Croce, non indietreggiate dinanzi ai Sacramenti! Figli miei, non rifugiatevi ma camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando. Figli miei, io vedo e sento ogni cosa di voi e grondo lacrime di sangue per ognuno di voi. Figli miei, non potete nascondervi ai miei occhi, io sono Mamma e correggo i vostri passi e invito voi di questa valle: figli miei, ritornate alla Croce del mio Gesù, ritornate all'ovile, pecorelle mie! Io non voglio perdervi: figli cari, vi amo e desidero che voi fate parte delle creature elette. Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, aprite la porta dei vostri cuori, unitevi alla preghiera del mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa, e camminate con lui, sostenete le mura che stanno crollando. Figli miei, sappiate che il mio Cuore Immacolato trionferà e pace e gioia regneranno. Voi, figli miei, cambiate i vostri cuori: amate amate, perdonate ed usate carità. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figli miei, io verrò ancora a portare il Pane Vivo del mio Divino Figliolo. Lode (8). Sia lodato sempre il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. E tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma!"

3) Festa degli Angeli (lun 2/10/95, ore 10.40, a casa, orale; Giulia: - Vedevo un Angelo luminoso che portava una CROCE ed un CALICE):

"Vieni, non temere, IO SONO L'ANGELO DELLA PACE. (Giu) Se sei l'Angelo della Pace glorifichiamo il Signore. (Insieme) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Angelo) E' giusto e buono glorificare il Santo dei Santi, ma ora non temere, vieni, Piccola Croce. Sei ancora disposta ad accettare LE SOFFERENZE che Gesù ti vuole donare PER RIPARARE le offese? (Giu) Sì, per Gesù sono disposta! (Angelo) Tieni, Piccola Croce (Giulia prende tra le mani la Croce, mi dirà): ACCETTA LA CROCE che Gesù vuole che tu porti, sii salda e combatti con amore, non temere, la Grazia di Gesù è su di te. Ora ACCETTA ANCHE IL CALICE, bevi e soffri per il tuo Gesù: il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi. CROCE del GESU' DELL'AMORE, vai avanti e non temere, consola i Cuori Santissimi, prega e fai pregare. SIATE FORTI E PREPARATI alla GRANDE BATTAGLIA DELL'AMORE. Ora ti lascio con la Croce e la Pace del mio Gesù. Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria".

4) Giov 5/10/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Figli cari, offritemi un posto e fate festa col vostro Gesù che viene in mezzo a voi a spezzare il Pane Vivo. Tu, creatura mia, bevi ancora i calici dei miei dolori e soffri per l'umanità che trafigge* il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. Figli cari, oggi vi invito a pregare per i Grandi del mondo e per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate, pregate con costanza! E tu, croce mia, soffri per l'umanità. (Giu) Sì, Gesù, c'è ancora sangue intorno a te e tu piangi!* (Ge) Figlia mia, asciuga il mio pianto col tuo amore. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Consola sempre il mio Cuore e soffri nel silenzio della mia Croce. (Giu) Sì! (Ge) Ecco, figli miei, oggi vi invito ad amare e usare carità verso i fratelli piccoli e poveri, pregate e siate sempre accesi dal mio Amore e dalla mia Pace, consolate il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma perché io vi sto preparando alla GRANDE PENTECOSTE: siate piccoli, poveri e semplici! Ora siediti, sposa mia. Ecco, io vengo in mezzo a voi in povertà e mitezza: anche voi siate così! Figli cari, voi non conoscete i progetti del Padre, per questo io vengo a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi e vi invito a venire al mio Banchetto così come siete. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane e un bicchiere di vino come segno* di amicizia e di povertà perché così io vengo in mezzo a voi: voglio essere vostro amico e vengo in povertà e in letizia. Figli miei, non diventate grandi, ma siate piccoli e poveri così come questo pezzo di pane e questo bicchiere di vino perché IN ESSO c'è la GRANDEZZA del PADRE e l'AMORE dello SPIRITO SANTO. PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO IN SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA' E DONALA AL MONDO. (Giu) Gesù, perché piangi così? (Ge) Non temere, vai avanti, figlia mia! Ora bevi del mio calice,* ora donalo al mondo. Ecco, figlia mia (=Angela Marseglia), bevi del calice della mia Amicizia e della mia Povertà e donalo al mondo, vai avanti con la mia Croce e non fermarti! figlia mia, io mi poggio su di te, aiutami a sostenere le mura che stanno crollando: piccola croce mia (= è ancora Angela), offri da bere all'umanità del mio Sangue e della mia Povertà. Ora dividi e unisci i Due Regni, figlia mia (=Giulia), e mangia della mia Povertà e donala al mondo. Figlia mia (=Angela), dividi e unisci i Due Regni, mangialo e donalo al mondo. Ecco, io mi sono donato in poco pane e in poco vino: E' QUESTA LA MIA GRANDEZZA! Figli cari, anche voi donatevi così come siete, non aspettate ancora ma accostatevi con amore alla Roccia del Padre e non temete niente e nessuno perché io vengo in mezzo a voi a preparare il Banchetto dell'Amore e della Pace. Ora voglio far festa con ognuno di voi. Figli cari, accostatevi al mio Amore e alla mia Pace, venite e fate festa, venite e indossate gli abiti dell'Amore e della Pace. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, creature mie! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi, ora voi donatevi al mondo. E tu, croce mia, bevi ancora del Calice dell'Amore* e donalo al mondo. (Giu) Sì, mio Signore, ma tu non piangere più, trafiggi il mio cuore, ma non piangere, Gesù! (Ge) Figlia mia, IL MIO PIANTO E' PIANTO D'AMORE: ACCETTATELO ANCHE VOI! (Giu) Sì, Gesù! Figli miei, vi invito ancora una volta a pregare: pregate pregate, pregate con costanza e aspettatemi perché io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Ora VI LASCIO, figli miei, MA IO RESTO NEI VOSTRI CUORI, VOI RESTATE UNITI ALLA MIA CROCE. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figli miei, legatevi alla Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Grazie, Gesù! Grazie, Gesù, sei grande! (Giu): Ti amo, Gesù! (6) (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò: CONSOLATE IL MIO CUORE e GIOITE NELL'ATTESA DELLA MIA VENUTA!"

5) Ven 6/10/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, convertitevi perché L'ORA DEL PADRE è alle porte. Figli miei, non restate sordi alle cose del Cielo, ma aprite la porta dei cuori e rispondete al mio invito. Figli miei, non ascoltate il mondo con la sua voce falsa: non correte dietro la sua falsa luce! Figli miei, la Grande Battaglia è imminente e voi dovete decidere cosa scegliere: IO VI INVITO al mio Banchetto e, seduto sulla Roccia del Padre, VI ASPETTO: figli miei, non tardate ma pentitevi dei vostri errori e con la veste candida venite! Figli miei, figli Ministri, anche voi lasciate il vostro bagaglio del mondo, copritevi di Croce e ritornate al mio Banchetto, rinunciate al mondo e a ciò che vi dona. Figli, siate piccoli e poveri così come io vi ho comandato, amatemi e ricordatevi di me, non pensate che io non veda oppure non senta, io sono vivo tra voi e voi neanche mi vedete: ah quanto dolore, ma io vi amo, figli miei! Tu, figlio Mario, vai avanti, benedici sempre con la tua mano santa. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen (4)".

6) Dom 8/10/95, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te! (Imm/Add) Sì, figlia mia, ma tu prega e accetta i chiodi del mio Gesù, offriti vittima per i peccatori. (Giu) Sì, Mamma!* Mammina mia, sei bella, ma il tuo vestito è sporco di sangue! (Imm/Add) Figlia mia, non temere, puliscilo col tuo amore. (Giu) Sì, Mamma! Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, consolali tu.* (Imm/Add) Sì, figlia mia, ma tu bevi ancora i calici.* (Giu) Sì, Mamma, sono amari, ma li bevo per il mio Gesù.* Shalom (20). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi invito sempre a pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli cari, immergetevi nel Vangelo di questa giornata (27/C: Aumenta la nostra fede) e VIVETE LA PIENEZZA DELLA CROCE. Figli cari, camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando col Pane Vivo del mio Gesù. Figli cari, amatevi gli uni gli altri, siate piccoli e caritatevoli. Figli miei, il mio nemico vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi, io vi invito ad abbracciare la Croce del mio Divino Figliolo. Figli cari, SOLO IN ESSA c'è la Vita Eterna: AMATE AMATE LA SANTA CROCE, figli cari! E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, vivete in povertà e in mitezza il Vangelo del mio Gesù, siate costanti nella preghiera, amatevi gli uni gli altri, vestitevi di Santa Croce e lasciate le cose del mondo che vi portano alla perdizione e alla morte eterna. Figli miei, io vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo: io vengo per portarvi al Trono del Padre. Figli miei, io conosco i vostri cuori e vi invito ad amare: amate amate amate perché SOLO AMANDO POTETE CONOSCERE I MISTERI DEL PADRE. Figli cari, voi non comprendete perché i vostri cuori non amano in pienezza: LASCIATEVI PLASMARE DAL FUOCO DI PENTECOSTE. Figli miei, io vengo a portare la Luce e la Pace del mio Gesù: IO VENGO A PORTARE IL FUOCO DI PENTECOSTE. Figli cari, creature del mio Cuore Immacolato e Addolorato, PRESTO MOLTO PRESTO SARETE CONSOLATI DALLO SPIRITO SANTO e LA LUCE DEL MIO GESU' BRILLERA' NEL MONDO INTERO. Figli cari, il mio Progetto viene da FATIMA e presto molto presto si adempirà nel mondo intero, io come Mamma vi invito alla preghiera costante, pregate pregate e amate: amate col cuore! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Io verrò ancora a portarvi il Pane Vivo: figli cari, pregate col cuore! E tu, croce mia, accetta ancora i dolori della Croce del mio Gesù. Lode (7). Sia lodato sempre il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria".

7) Giov 12/10/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi: gioite e fate festa! Figli cari, offritemi un posto, io vengo in mezzo a voi a spezzare il Pane Vivo. Figli miei, gioite e fate festa col vostro Maestro, io vengo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: VENGO A PORTARE LA LUCE DEL PADRE. Figli cari, gioite e fate festa al mio Banchetto di Povertà e d'Amore. E tu, croce mia, bevi ancora I CALICI DELLA SOFFERENZA e immolati per i peccatori: bevi, figlia mia!* (Ge) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! tu soffri e piangi! Gesù, sono io che ti faccio soffrire? (Ge) No, figlia mia, è l'umanità che trafigge il mio Cuore, tu bevi,* bevi ancora.* (Giu) Gesù, sono amari!* (Ge) Sì, figlia mia, ma bevili, bevili in riparazione* di tutte le offese che recano al mio Cuore e al Cuore della mia Amata Mamma. Ora siediti, sposa mia. Ecco, io sono venuto a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi, sono venuto a far festa perché vi amo, vi amo! Figli miei, vi ripeto sempre le stesse cose: AMATE E COMBATTETE il mio nemico CON LA POVERTA'E CON LA CROCE, pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli cari, non fermatevi di pregare, ma offrite i vostri cuori in pienezza. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane e un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché io così vengo in mezzo a voi, vengo in un pezzo di pane, in un bicchiere di vino e tali vi voglio: restate piccoli, restate poveri, restate semplici come io sono venuto in mezzo a voi in povertà e in mitezza: solo così potete raggiungere LA GRANDEZZA DELLA CROCE del PADRE MIO. PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA' E DONALO AL MONDO. Ora, figlia mia, dai da bere al figlio santo: tu, figlio mio, bevi del mio calice e donalo al mondo, vai avanti in mitezza e in povertà; tieni alta mia Croce, figlio mio, e non temere niente e nessuno: bevi il mio Calice e dona la mia Croce all'umanità. Tu, figlia mia, bevi del mio Amore e della mia Povertà e donalo al mondo,* ora dona il mio calice al mondo. Figlia mia, dividi e unisci IL PANE DELL'AMORE E DELL'AMICIZIA e donalo al mondo: mangia del PANE DELLA POVERTA' E DELLA MIA AMICIZIA e donala al mondo. Tu, figlio mio, dividi e unisci I DUE REGNI DELL'AMORE E DELLA POVERTA' e donala al mondo. Ecco, figli cari, io mi sono donato a tutti voi NEL SEGNO DELL'AMICIZIA DEL PANE E DEL VINO, anche voi unitevi a questo SEGNO DI POVERTA' E DI AMORE e fate festa! Figli cari, voi non potete comprendere in pienezza i miei gesti, io vedo i vostri cuori, figli cari, non temete, io sono il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi e VENGO IN MEZZO A VOI A PORTARVI L'AMORE DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO: VENGO A PREPARARE I VOSTRI CUORI ALLA NUOVA PENTECOSTE. Ora accostatevi così come siete al mio Banchetto di Luce e di Pace e di Povertà. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli cari! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Ecco, spose mie, io mi sono donato a tutti voi NELLA PIENEZZA del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: ORA siamo UN'UNICA FAMIGLIA, UN'UNICA COSA col PADRE, col FIGLIO e con lo SPIRITO SANTO. Figli cari, ANDATE AVANTI CON QUEST'AMORE, CON QUESTA PIENEZZA: CAMMINATE SULLA VIA-MAMMA e NON LASCIATELA perché TEMPI DURI VERRANNO ANCORA ed IO VENGO AD AVVOLGERVI COL MIO MANTO. Figli cari, spose mie, non temete niente e nessuno. E tu, croce mia, vai avanti e accetta con amore le persecuzioni che verranno ancora, sii forte per il tuo Gesù, stringiti al Legno della Croce, figlia mia! (Ge) Sì, mio Signore e mio Dio, ma tu stammi vicino, non lasciarmi! (Ge) Non temere, io non ti lascio! (Giu) Grazie, Gesù! (Ge) Ora, figli cari, vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli cari, legatevi alla Catena Santa e tu, figlio Mario, prega con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! (Ge) Sì, figlia mia, sono grande: SIATE GRANDI ANCHE VOI della POVERTA' DELLA CROCE! (Giu): Ti amo, Gesù! (6) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare IL PANE DELLA VITA con ognuno di voi".