Notizie da Sofferetti-24  n. 164

Lauria, 30 novembre 1995  

 

"CRESCETE NELL'ABBONDANZA DEL MIO LIEVITO

non crescete nell'abbondanza del mondo"

(mess. del 10/11/95)

1) Ven 10/11/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, cercate la mia Luce e colmatevi delle mie Primizie: io sono il Dio della Vita e non vi sono altri dii che possono donarvi la Vita Eterna. Figli, crescete nell'abbondanza del mio lievito, non crescete nell'abbondanza del mondo, non preoccupatevi di ciò che dovete mangiare o vestire, io so cosa vi necessita e vi dono tutto, basta che voi sappiate comprendere i miei tempi, sappiate però che i miei tempi non sono i vostri tempi: Figli, la mia volontà non è la vostra volontà. Figli cari, usate carità e perdono come io uso carità per l'umanità. E voi, figli Ministri, imitate il vostro Maestro, non correte come cervi smarriti, venite a dissetarvi alla mia Fonte. Vi siete dimenticati della mia Fonte? Non mi riconoscete più? Figli miei, io sono il vostro Maestro, io sono vostro fratello e amico, non giratemi le spalle perché io vedo i vostri cuori anche se voi non guardate più il mio. Tu, croce mia, ama e perdona, prega come tu sai fare. Vi amo tutti e vi benedico con la mia Croce. Amen (4)".

2) Dom 12/11/95, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, accetta anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità.* (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, c'è sempre sangue intorno a te. (Imm/Add) Sì, figlia mia, ma tu non temere, prega e accetta i chiodi del mio Gesù. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm/Add) Bevi i calici, figlia mia, aiuta il tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, portali tu alla Croce del mio Gesù, guidali col tuo Amore Materno e guida tutti noi alla Croce. (Imm/Add) Grazie, figlia mia, per le offerte che fai, non temere, io vi prendo per mano e vi porto al mio Gesù.* Shalom (20). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli, i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, io vengo a portarvi il Gesù Vivo, il Gesù della Vita Eterna: aggrappatevi alla Santa Croce e non seguite altri dii che non possono salvare le vostre anime. Figli miei, voi siete troppo legati ai vostri corpi, alle cose del mondo e dimenticate di legarvi alle cose del cielo. Figli miei, io vi sto portando la Catena Santa per raggiungere la Vita Eterna, ma siete in pochi ad accogliere, in pochi ad ascoltare le parole del mio Gesù: io vengo a portare la Primizia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli miei, io vengo a portarvi la Vita Eterna: la Croce del mio Gesù. Non indietreggiate dinanzi alla Verità della Luce dello Spirito Santo, non indietreggiate, figli cari! custodite nei vostri cuori la Parola Viva del mio Gesù che è il Vangelo ed io come sua Madre vengo a portarvi il Vangelo del mio Gesù: vengo a dissetare le vostre anime con l'Acqua della Sorgente Eterna. Ma voi, figli cari, figli di questa valle, accostatevi alla Sorgente Viva, bevete dell'Acqua della Vita Eterna e distaccatevi dalle cose del mondo: distaccatevi dalle cose che non giovano per la vostra salvezza. Io grondo lacrime di sangue per l'umanità e per ognuno di voi! Figli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, crescete nello spirito, crescete e accostatevi ai Sacramenti del mio Gesù, non cercate cose che non giovano alle vostre anime. Figli cari, io conosco i vostri cuori e li accarezzo con le mie lacrime materne. Non temete, creature mie, bussate ed io vi apro, chiedete ed io vi dono, amate come io amo voi. Figli miei, CHIEDETE nell'ABBONDANZA DELLA CROCE ed IO VI DONO, CHIEDETE nella SEMPLICITA' DELLO SPIRITO SANTO ed IO VI COLMO DI BENE. Ora, creature, camminate sulla Via-Mamma, camminate e non staccatevi da essa: io vengo in mezzo a voi per la vostra salvezza, per la vostra santità. Tu, croce mia, immolati sempre per i peccatori e dona il tuo cuore come rifugio: ama ama ama e perdona sempre coloro che trafiggono il tuo cuore. (Giu) Sì, Mamma! Ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo, lodate e benedite il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Lode (10).

(Preghiera): O Stella Beata del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, o Cuore Infinito della Luce Eterna, guida i miei passi alla Verità, guida il mio cuore alla Mitezza della Fonte Viva. Amen".

3) Giov 16/11/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi, gioite e fate festa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Creature mie, pregate pregate pregate con costanza perché voi non conoscete i tempi che verranno ed io vengo in mezzo a voi a portarvi il mio Amore: IL PANE VIVO. Figli cari, io sono seduto sulla Roccia del Padre e vi guardo con misericordia e bontà. Figli miei, io vi chiedo di pregare per il Santo Padre e tu, croce mia, accetta ancora i calici per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. Bevi, figlia mia, bevi i calici del mio Amore per l'umanità e soffri!* (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! (Ge) Sì, figlia mia, non temere, IL SANGUE CHE TU VEDI E' IL SANGUE DELLA MISERICORDIA,* tu bevi ancora i miei calici.* Ora siediti, sposa mia. Ecco, figli cari, io sono in mezzo a voi: IL BUON PASTORE E' QUI, E' IN MEZZO A VOI COL PANE VIVO DELL'AMORE. Figli cari, costruite tesori nei cieli e accostatevi così come siete al mio Banchetto di Luce, di Pace e di Gioia. Non temete niente e nessuno, figli cari, la mia Misericordia è su di voi ed io vengo col Padre e con lo Spirito Santo a portarvi luce, pace e gioia. Figli miei, io vi invito ad amare: amate, amate col cuore! Figli miei, pregate per i figli emarginati, per i figli che non conoscono il mio Pane: io sono qui seduto sulla Roccia del Padre e guardo ognuno di voi. Figli miei, conosco tutto di voi, non temete, io vengo per le vostre anime: le curo col mio Amore e con la mia Misericordia. SIATE FIGLI DELLA PACE E DELL'AMORE! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Ecco, così io vengo in mezzo a voi: piccolo e povero come questo pezzo di pane e questo bicchiere di vino, così siate anche voi, non temete niente e nessuno. Figli cari, sappiate che io vi dono ciò che vi necessita per i vostri corpi e per le vostre anime. Ora, PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA' E DONALO AL MONDO. Ora, figlia mia, bevi del mio calice, bevilo e donalo al mondo, sii forte ancora, creatura mia, e combatti con l'amore e la carità. Bevi, figlia mia,* bevine ancora,* bevine ancora,* ora donalo al mondo. Figlia mia (=Pina), croce mistica del mio Cuore, prega prega prega e consola il mio Cuore; figlia mia, nei momenti di angoscia e di tristezza allarga le tue braccia sul legno della Croce e non temere niente e nessuno. Raccogli le mie lacrime, croce mia (Giulia), raccoglile e stringile al tuo cuore affinché possano gioire nel tuo abbraccio; vai avanti, figlia mia, e non temere niente e nessuno, ora bevi del mio Amore e donalo al mondo. Ora dividi e unisci i Due Regni della Pace e dall'Amore: mangialo e donalo al mondo. Figlia mia (Pina), dividi e unisci i Due regni della Pace e dell'Amore e donalo al mondo, sii pacifice/a e non temere. Ecco, io mi sono donato NEL SEGNO DEL PANE E DEL VINO, mi sono donato IN POVERTA' E IN MITEZZA perché vi amo, vi amo, figli cari, ma il mio Cuore gronda sangue per l'umanità perché non ascolta il grido del mio Amore! (Giu) Gesù, ti prego, non piangere più: mi trafigge il cuore vederti piangere! (Ge) Figlia mia, non posso farne a meno di piangere, è l'umanità che non ascolta, ma tu non temere, creatura mia, vai avanti, io non vi lascio: IL MIO PIANTO E' PIANTO PATERNO. Ora accostatevi al Banchetto dell'Amore e della Misericordia. Venite, spose mie, gioite e fate festa col mio Amore. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. E tu, sposa mia, bevi ancora,* bevi ancora,* bevi ancora,* bevi ancora* per l'umanità e soffri, figlia mia! (Giu) Sì, mio Gesù! (Ge) Ecco, io mi sono donato a tutti voi senza alcuna distinzione, ora siamo un'unica cosa, un'unica famiglia, un unico amore col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, gioite, creature mie, e sostenete le mura che crollano. Io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi, ma desidero che voi mi aspettate: desidero un posto offerto nei vostri cuori. Ora vi lascio, ma verrò ancora. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figli cari, legatevi con la Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu): Ti amo, Gesù! (6) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, IO VERRO' A CONSOLARE I VOSTRI CUORI NELLA PIENEZZA DEL PADRE".

4) Ven 17/11/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io sono il Dio di sempre, il Dio dei vostri Padri, io sono il Dio che giudica il mondo con rettitudine. Figli miei, non cambiate: rimanete nella mia Luce e nel mio Amore. Figli, rinnovatevi nello spirito ma rimanete piccoli: non diventate grandi per il mondo. Sappiate che tutto passa, ma la mia Parola resta sempre. Figli miei, il mondo è alla perdizione, pochi siete ad ascoltare la mia Parola. Figli, siete deboli, non riuscite a camminare: figli miei, cibatevi del mio Pane e bevete la mia Acqua perché voi siete deboli e solo in me potete trovare ristoro. Figli, il mondo vi allontana dalla MIA VOCE e voi non sapete rispondere alla mia chiamata. Ah, figli miei, quanto soffro: sono solo ad aspettare un vostro sguardo! Figli, ho bisogno di voi, ho bisogno delle vostre carezze, ho bisogno del vostro amore: FIGLI MIEI, FATEMI CRESCERE NEI VOSTRI CUORI COME UN BAMBINO e CULLATEMI PERCHE' IO VOGLIO STARE CON VOI! Figli miei, vi amo, vi amo e SE VOI VEDRESTE IL MIO AMORE NON SMETTERESTE DI PIANGERE E GIOIRE CON ME! Ora vi benedico col Padre e lo Spirito Santo. Amen (4)".

5) CONSACRAZIONE A GASPERINA CZ (dom 19/11/95)

a) A Gasperina, ore 16.20, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te! (Imm/Add) Non temere, creatura mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità.* Figlia mia, accetta anche oggi i chiodi del mio Gesù, accettali per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Divino Figliolo. (Giu) Mamma, sei bella, ma piangi lacrime di sangue! Mamma, sono io a farti soffrire? (Imm/Add) No, figlia mia, è l'umanità, tu prega e immolati per i peccatori;* soffri, creatura mia, soffri per l'umanità.* Shalom (29). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli cari, oggi in modo particolare vi chiedo di pregare per la conversione del mondo, pregate affinché il Progetto del Padre si adempia nel mondo intero. Figli cari, io come Mamma vengo a portarvi la Primizia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli cari, vi invito a vivere il Vangelo del mio Gesù, amate amate e perdonate, figli cari, perché solo amando potete raggiungere la Pienezza di Dio Padre. Figli cari, accostatevi ai Sacramenti del mio Gesù, non amate altri dii che non possono salvarvi. Figli cari, io grondo lacrime di sangue per l'umanità che non accoglie il grido della Croce. Figli miei, amate amate il mio Gesù e aggrappatevi al legno della Croce. Figli cari, sappiate che tempi duri verranno ancora, ma voi siate saldi nella preghiera, siate saldi nell'amore, siate saldi nel seguire la Via-Mamma. Figli cari, io vengo per la vostra santità, per la vostra salvezza. Figli miei, amate con misericordia come il mio Gesù ama ognuno di voi. Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, spogliatevi dalle cose del mondo e rinnovatevi nella Croce del mio Gesù. Figli miei, siate piccoli e poveri, elargite i vostri cuori alla Grande Misericordia della Croce. Ora, figli miei, vi lascio al mio Gesù, accoglietelo nei vostri cuori. (Ge) Pace a voi! Io sono il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi. Figli cari, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi, gioite e fate festa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figli miei, IO SONO IL GESU' CHE AMA CON MISERICORDIA INFINITA ed oggi voglio far festa con ognuno di voi, accostatevi così come siete: miti e poveri. Figli miei, pecorelle smarrite, venite al mio Banchetto di Pace, di Verità e di Luce. Accostatevi, accostatevi con misericordia, come io uso misericordia con ognuno di voi. Venite, voglio spezzare il Pane Vivo: LA PAROLA SANTA del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora venite perché io non faccio distinzione come voi. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli cari! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. E tu, croce mia, bevi e soffri per l'umanità.* Figli cari, non temete e non dubitate, è la mia Parola, SONO IO A PARLARE, NON QUESTA CREATURA CHE VOI VEDETE (=Giulia), perciò non dubitate delle mie parole: IO SONO IL MAESTRO, IO SONO IL DIO UNO E TRINO E POSSO DISPORRE DI CIO' CHE VOGLIO SU OGNUNO DI VOI. Ora, figli cari, vi lascio con la mia Santa Benedizione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figlio Mario, lega con la Catena Santa e prega con la mia preghiera. (Giu): Ti amo, Gesù! (6) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò nella Pienezza del Padre.

(Preghiera): O Misericordioso Tabernacolo, o Letizia, o Canto dell'anima mia, purificami, elargisci il mio cuore affinché io faccia entrare la Misericordia della tua Croce. Amen".

b) Alla Quercia, ore 20.50, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, Mammina mia, che t'hanno fatto? il tuo abito è sporco! (Imm/Add) Figlia mia, figlia mia, accetta i calici che mi hanno offerto in questa giornata, immolati per i figli della perdizione che ancora una volta hanno sporcato l'Altare della Misericordia, prega, figlia mia! Grazie, per essere venuti a consolare il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli miei, consolate il mio Cuore di Mamma che è tanto afflitto, pregate pregate pregate, figli miei!* Shalom (5). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo di pregare per la pace, pregate pregate e consolate il Cuore del mio Divino Figliolo. Figli miei, io vi amo e non voglio perdervi, camminate ancora con la Croce del mio Gesù, non temete le persecuzioni, figli cari: io mi poggio su di voi, colonne sante del mio Cuore, andate avanti e non fermatevi! (pausa per la Consacrazione, oggi molto dolorosa e con lamenti) figli miei, andate avanti! Creatura mia, tu Piccola Giulia, accetta questi dolori per amore del tuo Gesù, ma non spaventarti dei dolori che hai sentito in questi attimi ma vai avanti! (Giu) Mamma, perdonami se ti chiedo un altro perchè: Perché i calici che mi hai donato erano così amari? (Imm/Add) Figlia mia, sono amari perché il mio Gesù soffre per l'umanità, tu sii forte, vai avanti! (Giu) Sì, Mamma, ma tu stammi vicino! (Imm/Add) Non temere, creatura mia, io non ti lascio, tu vai avanti e porta sempre la Croce del mio Gesù. E tu, figlio Mario, sii forte nel tuo camminare, conduci sempre le pecorelle all'Altare della Misericordia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Amen per la Comunione). Non temete niente e nessuno. E tu, figlio Pasquale, vai avanti con la Croce e immolati per i peccatori, prega e consola il mio Cuore. Io mi poggio su di voi perché ho bisogno di voi, ho bisogno che sostenete le mura, ma non temete, io la vostra Mamma guido sempre i vostri passi. Ora, figli miei, io vi lascio con la benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete sempre nel nome della Santissima Trinità. E tu, croce mia, non spaventarti per i dolori, sappi che li sentirai ancora:* ora accettali per il tuo Gesù. (Ge) Sì, Mamma, ma stammi vicino!* (Insieme) Lode (8). Sia lodato il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

6) Giov 23/11/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Ge) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato èqui, è in mezzo a voi: figli cari, gioite e fate festa! Figli miei, offritemi un posto, voglio gioire nei vostri cuori, accostatevi così come siete all'Altare dell'Amore e della Pace. Tu, croce mia, bevi i calici che stanno offrendo i figli della perdizione e soffri per l'umanità.* (Giu) Sì, Gesù!* Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! (Ge) Sì, figlia mia, è il sangue degli innocenti, ma non temere, ora bevi ancora.* (Giu) Gesù, non soffrire! non piangere così!* Gesù, che t'hanno fatto? (Ge) Non temere, sposa mia, bevi ancora.* Figlia mia, accetta i chiodi per questi tuoi figli.* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora siediti, sposa mia. Figli cari, gioite e fate festa, io sono il vostro Gesù, il vostro Dio, il vostro Signore. Figli cari, vi chiedo di pregare: pregate pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, PREGATE AFFINCHE' LA CHIESA SIA UNITA ALL'AMORE DELLO SPIRITO SANTO. Figli miei, io vengo in mezzo a voi perché vi amo e vi voglio salvi: voi, creature mie, non indietreggiate dinanzi al mio Amore e alla mia Carità!* Figlia mia, soffri ancora e bevi i calici dei miei dolori,* accetta ancora i dolori.* (Giu) Signore Gesù, aiutami!* (Ge) Figlia mia, eri già preparata a soffrire, sii forte ancora,* d'ora innanzi sentirai molti dolori ma non temere, creatura mia! prega e invita a pregare i tuoi fratelli, i tuoi figli, io sono qui a sostenervi, molte persecuzioni verranno ancora ma voi andate avanti e portate la mia Croce innalzata. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno d'amicizia e di povertà. Ecco, figli miei, io così vengo a voi: in un pezzo di pane, in un bicchiere di vino, piccolo e povero ma grande nel Segno della Santissima Trinità. Ora, PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO IN SEGNO DI POVERTA' E DI AMORE E DONALO AL MONDO. Ora, figlia mia, dai da bere al figlio santo, cioè al figlio Mario: tu, figlio mio, bevi del mio Amore e donalo al mondo; sii forte ancora, sposa mia, non meravigliarti di ciò che dico al tuo cuore in questo attimo (pensavo a: sposa mia), vai avanti, vai avanti, vai avanti! Tu, creatura mia, bevi del mio Amore e donalo al mondo, soffri!* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora, dividi e unisci I REGNI DELL'AMORE e DEL PICCOLO GIOVANNI (=Gesù), mangialo e donalo al mondo. Tu, figlio mio, dividi e unisci i Regni dell'Amore e del Piccolo Giovanni e donalo al mondo. Ecco, io mi sono donato nel segno della Povertà del Pane e del Vino e così donatevi anche voi: in povertà e in mitezza. Figli miei, sappiate che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: IO L'AGNELLO IMMOLATO. Non temete niente e nessuno, figli cari, gioite e venite al Banchetto dell'Amore e della Povertà. Ora accostatevi e non temete niente e nessuno. Ora, figlia mia, sii forte perché soffrirai ancora. (Giu) Sì, Gesù! (dolori intensi per tutta l'estasi ma specie nel dire le parole della Cena, ndr): PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE TUTTI. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. E tu, croce mia, bevi e soffri,* bevi e soffri per l'umanità. Ecco, io mi sono donato nella Pienezza della Croce: ora anche voi donatevi alla Croce. Figli miei, amate amate amate con misericordia come io amo tutti voi, siate pacifici, siate piccoli, siate poveri nella Ricchezza della Croce. Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figlio Mario, lega con la Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù! (Ge) Sì, sono grande seduto sulla Roccia del Padre: DIVENTATE ROCCE ANCHE VOI NELL'AMORE. (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! (5) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, IO VERRO' NELLA PIENEZZA DELLO SPIRITO SANTO. Tu soffri ancora!* (Giu) Sì, Gesù!*

(Preghiera): O Croce Ammirabile, o Legno Mistico del Divin Salvatore, elargisci l'anima mia, consolami con la Letizia del tuo Amore. Amen".

 

7) Ven 24/11/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla al mondo e ai Grandi del mondo: - Figli miei, voi che volete essere i primi, vi dico: Siate ultimi e servite tutti. Io sono il vostro Dio e Signore. Figli, abbassate i vostri poteri perché non hanno valore dinanzi alla Croce, non potete essere capi senza riconoscere la Croce e, se volete iniziare, non iniziate da maestri, sappiate che non avete nessuno potere e tra di voi non vi è alcun maestro al di fuori di me che sono un tutt'uno col Padre e con lo Spirito Santo. Figli miei, seguite la Via-Mamma che vi porta alla Croce, non siate superbi, amate ed usate carità. Figli, sappiate che la vostra salvezza dipende da voi, io vi lascio liberi di camminare per la via che voi volete, ma desidero ardentemente che mi apparteniate. Vi amo troppo, per questo io vi mostro la Croce come scudo. Figli, guardate ad essa e non lasciatevi confondere dal mio nemico: combattete con amore, figli miei, io non vi lascio! Vi amo tutti, figli cari, e piango lacrime di sangue per ognuno di voi. Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, mio Signore, ma stammi vicino! (Ge) Vi benedico col Padre e lo Spirito Santo. Amen (4)".

***

8) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 NOVEMBRE 1995

ore 15.40, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Si presenta satana vestito da Madonna e promette a Giulia di farle oggi operare guarigioni se lo ascolta; Giulia non accetta, ne parla e scrive dopo, e in tanto l'esorcizza con toni forti): In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via: vai via! In nome e potere della Croce vai via! Vergine Santa, San Michele, intervenite! In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! NON ASCOLTO I TUOI TRUCCHI, VAI VIA! San Michele, intervieni! (Al globo dell'Immacolata): Mamma, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, non temere ciò che dice il mio nemico, vai avanti con la Croce e con la Sofferenza, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma, ma c'è ancora sangue intorno a te! (Imm/Add) Sì, figlia mia, c'è ancora sangue ma non temere, tu soffri e accetta i chiodi del mio Gesù. (Giu) Sì, Mamma! Mamma, sei bella, sei bella! (Imm/Add) Sì, figlia mia, sono bella perché amo: AMATE ANCHE VOI e SARETE RAGGIANTI DI SPIRITO SANTO. (Giu) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, consolali tu col tuo Amore Materno. (Imm/Add) Sì, figlia mia, ma pregate pregate con costanza e col cuore! (Giu) Sì, Mamma, perdonaci se non sappiamo camminare sulla tua Via, ma non lasciarci! (Imm/Add) No, non vi lascio, creature mie,* ma tu soffri soffri soffri soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù! (Giu) Mamma, non piangere!* (Imm/Add) Figlia mia, immolati immolati per i peccatori. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm/Add) Soffri, figlia mia!* Shalom (22). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, oggi in modo particolare vi chiedo di pregare: PREGATE PER OTTENERE LO SPIRITO SANTO: figli miei, PREGATE PER OTTENERE LA LUCE DI DIO PADRE, DIO FIGLIO E DIO SPIRITO SANTO. Figli cari, io conosco ogni vostra intenzione ed elargisco il mio cuore secondo la volontà di Dio. Figli cari, siate allerti (=all'erta) ad abbracciare la Croce del Divin Figliolo, non correte da dii che non possono salvarvi. Figli cari, CERCATE IL MIO GESU' EUCARISTICO ed ACCOSTATEVI IN POVERTA' E IN MITEZZA A LUI SOLO. Figli cari, ACCENDETE LA LUCERNA DELLO SPIRITO SANTO NEI VOSTRI CUORI E LODATE SOLTANTO IL DIO UNO E TRINO. Io vi amo, figli miei, e non voglio perdervi. Io mando su di voi il Fuoco di Pentecoste ed è Dio Padre a mandarlo: non questa creatura (=Giulia) che vedete in mezzo a voi. IO SONO LA MAMMA DELLA CROCE E NON VI E' ALTRA VERGINE IMMACOLATA E ADDOLORATA. IO VI HO STRETTI AI PIEDI DELLA CROCE COME MIA EREDITA' ed IO VENGO PER PORTARVI ALLA CROCE DEL MIO GESU': DEL DIVIN SALVATORE. Figli cari, vi invito ancora una volta a seguire l'unica Croce della Salvezza e della Vita. Figli cari, vi rinnovo ancora una volta i tre giorni di buio, sappiate che verranno, ma non vi dico questo per spaventarvi, vi invito ad essere pronti e preparati, ma soprattutto preparati nel vostro intimo: pulite pulite i vostri cuori: puliteli, figli miei, amando e perdonando e usando carità; soffrite in nome della Croce e non ascoltate dii che non sono dii di Croce e di Luce e di Pace. Figli miei, il mio Messaggio viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero e in questo luogo dove io vengo a visitarvi. Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, vestitevi di Povertà e di Croce e soffrite col Maestro e per il Maestro. Amate la Santa Croce, figli cari: amatela e seguite il Vangelo del mio Gesù così come lui ve lo ha insegnato in povertà e in mitezza. E tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità, non temere, io non ti lascio! Voi, figli siete radunati a lodare Dio: siate piccoli, siate poveri, siate semplici e seguite la Via-Mamma. Io conosco ciò che vi necessita, non temete: è la Pienezza del Padre, io vi dono ciò che vi necessita. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi NEL NOME DELL'EUCARESTIA. Lode (6). Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Giu) Gesù, Gesù, sei grande seduto sulla Roccia del Padre: benedicici sempre! (Ge) Pace a voi! Sono io, l'Agnello Immolato, gioite e fate festa nella mia Carità e nel mio Perdono. (Giu) Gesù, grazie! (Ge) Figli miei, venite nel silenzio della Croce al mio Banchetto, venite. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Tu, creatura mia, soffri soffri soffri per l'umanità che non ascolta il mio grido. Figli miei, vi amo e vi aspetto! spose mie, vi amo e vi aspetto: accostatevi con amore alla Croce. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Ora, figlia mia, prega con la mia preghiera santa e unisci i tuoi figli con la Catena Santa dell'Amore. (Giu) Sì, Gesù!

(Preghiera): O Croce Santa, o Fonte Viva dell'Amore Eterno, consola il mio cuore, donami la Vita del tuo Mistico Corpo. Amen.

Ti amo, Gesù! (7) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò ancora a portare la Letizia del Padre in mezzo a voi. Tu soffri ancora. (Giu) Sì, Gesù!"

Su satana Giulia scrive: "24/11/95. Prima dell'apparizione della Mamma Celeste sentivo molta confusione, poi si è presentato il falso globo. L'esserino era vestito come la Mamma ma era frettoloso. Non ha glorificato e quando si è aperto il suo globo si vedevano i piedi di animale. Mi diceva di ascoltarlo perché in questa giornata mi avrebbe donato delle gioie: cioè aveva una lista di nomi che io non vedevo, dovevo chiamare queste persone e queste persone sarebbero guarite. Ma io non ho accettato e così con l'intervento di San Michele è andato via".

"NON ASCOLTO I TUOI TRUCCHI, VAI VIA!"

Sorprende oggi la sfacciataggine di satana: vestito come la Mamma, tenta di sedurre Giulia promettendole le gioie di guarire molti dei presenti se solo lo ascolta. Giulia non cade nel trabocchetto del vestito nè in quello della seduzione di presentarsi alla gente come guaritrice ... di satana! Ma quanti purtroppo, non solo maghi ma anche veggenti vi sono caduti! Vi cadde per primo proprio satana autoseducendosi dei poteri ricevuti da Dio e coinvolgendo in questa dilectatio altri angeli. Così sedusse Adamo ed Eva: "Mangiatene, sarete come Dio". Così voleva fare con Gesù. In cielo lo respinse San Michele: "Chi come Dio?" Gesù lo scaccia dicendogli tre volte: "Sta scritto". Cos'è scritto? "a) Non di solo pane vive l'uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio; b) Non tentare il Signore Dio tuo; c) Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto". Imitiamo Gesù, imitiamo San Michele e imitiamo Giulia nel dire il nostro No ai tanti trucchi di satana che mirano a metterci fuori e contro la volontà di Dio. E si mette contro Dio chi si lascia sedurre a usare i doni ricevuti come se fossero propri. Il veggente deve rimanere strumento di Dio e deve essere visto solo come strumento di Dio. Non è un'offesa, ma un riconoscimento, quando di Giulia dicono che è solo una creatura: "Sono io a parlare, disse Gesù il 19/11/95, non questa creatura che vedete"; ed oggi lo ripete la Mamma: "Io mando su di voi il Fuoco di Pentecoste ed è Dio Padre a mandarlo, non questa creatura che vedete in mezzo a voi". Stiamo all'erta e rimaniamo saldi nell'unica Croce della fede e dell'obbedienza a Dio vigilando innanzitutto sul primo comandamento: "Non avrai altro Dio fuori di me". Crolla questa fede quando ci si mette al posto di Dio o si esalta il veggente trattandolo come Dio. Umili sempre come l'Immacolata che ancora dal cielo opera solo secondo Dio: "Figli cari, io conosco ogni vostra intenzione e elargisco il mio Cuore secondo la volontà di Dio". L'albero, dice Gesù, si conosce dal frutto e il frutto primario è la purezza della fede. Si possono trovare intorno ad un veggente gruppi di preghiere, momentanee conversioni e miracoli folcloristici come li fanno i maghi, ma se manca l'umiltà nel veggente e nell'intero contesto non si è nella linea della Croce e del primo comandamento ma al servizio di satana.

Questi sono tempi duri perchè satana le sta tentando tutte. Bisogna stare sempre all'erta e corazzarsi di Spirito Santo. La Madonna lo manda oggi sul popolo della Quercia e su tutti noi dicendo che tale missione viene dall'alto: "Io mando su di voi il Fuoco di Pentecoste". Cresciamo nello Spirito Santo e preghiamo affinché tutta la Chiesa sia Fuoco di Pentecoste: "Pregate affinché la Chiesa tutta sia unita all'Amore dello Spirito Santo" (mess 23/11/95). E andiamo avanti dietro l'unica Immacolata e Addolorata: "Io sono la Mamma della Croce e non vi è altra Vergine Immacolata e Addolorata" perché ci ha stretti e presi come eredità ai piedi della Croce per portarci all'unica Croce della Salvezza e della Vita: la Croce del Divin Salvatore. VOGLIAMO veramente la vita? Ascoltiamo la Mamma della Croce che ci ripete come a Giulia: VAI AVANTI CON LA CROCE E CON LA SOFFERENZA! Sfuggire alla sofferenza è sfuggire alla Croce e quindi alla Vita. Camminiamo verso l'alba della Vita e della Resurrezione amando le croci della sofferenza, le croci del perdono, le croci della carità. Caliamoci nella gente e tra la gente con la nostra croce come Gesù e salviamola insieme a Gesù! Il sangue degli innocenti che Giulia vede intorno alla Vergine oggi e il 26/11 è il sangue delle nostre case e del mondo ed è appunto il sangue che salva: il Sangue della Misericordia (mess. 16/11), il Sangue che si innesta nelle Lacrime Materne dell'Addolorata e nel Sangue Prezioso di Gesù per formare l'Eucarestia Totale del Corpo Mistico di Cristo e quindi il Trionfo di Maria: "Il mio Cuore Immacolato trionferà nel Mistero della Santa Eucarestia" (26/11/95). Ci prepareremo con cuore a questo Avvento e saremo anche noi seduti sulla Roccia della Misericordia del Padre quando cancelleremo da noi ogni presenza satanica di odio e ogni barriera col vicino, col fratello, col diverso perché saremo anche noi l'Amore dello Spirito Santo: la LUCE del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amare è splendere della Misericordia di Dio come la Mamma: "SONO BELLA PERCHE' AMO: AMATE ANCHE VOI E SARETE RAGGIANTI DI SPIRITO SANTO".

9) Dom 26/11/95, ore 15.45, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, c'è ancora sangue intorno a te! (Imm/Add) Sì, figlia mia, il sangue che vedi è il sangue degli innocenti, non temere, tu soffri per il tuo Gesù e bevi. (Giu) Mamma, aiutami, sono amari questi calici, aiutami tu!* (Imm/Add) Soffri, creatura mia. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm/Add) Shalom (17). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, costruite tesori nei cieli e aspirate alla Santità di Dio. Io vi amo, figli cari, e vi invito ad amare la povertà, siate piccoli e poveri, vivete il Vangelo di questa giornata (34/C = Cristo Re: Oggi sarai con me in Paradiso) e donatelo ai fratelli che non lo conoscono. Figli miei, io sono la Via-Mamma, LA VIA CHE PORTA ALLA CROCE DELLA VITA E DELLA SALVEZZA ETERNA. Figli miei, distaccatevi dalle cose del mondo e aspirate alle cose divine. Figli miei, io conosco il cuore di ognuno di voi e vi stringo al mio Cuore Materno che gronda sangue per ognuno di voi. Figli miei, figli miei, figli miei, io mi poggio su ognuno di voi perché ho bisogno dei vostri cuori, ho bisogno del vostro amore per salvare i figli della perdizione: i figli che non comprendono la Luce della Croce! Creature mie, Piccoli Giovanni, accostatevi con misericordia e amate e perdonate: combattete il mio nemico con la preghiera e l'amore costante! Sappiate che IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA' NEL MISTERO DELLA SANTA EUCARESTIA. Figli cari, PREPARATE I VOSTRI CUORI ALL'AVVENTO DEL MIO GESU': siate piccoli, siate poveri, siate semplici ed implorate misericordia, misericordia, misericordia al Padre! Abbracciate la Croce, figli cari, e andate avanti! Figli miei, vi raccomando: NON AMATE ALTRI DII CHE NON RAPPRESENTANO LA CROCE DEL MIO GESU'. Figli miei, il mio nemico vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi: voi pregate e legate i vostri cuori al Vangelo e alla Verità del mio Gesù. Figli miei, vi amo tutti e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Nome della Santissima Trinità. Lode (6). Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Ge) Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi, gioite e fate festa col vostro Re: col Dio Bambino. Oggi voglio donarvi il mio Cuore, accostatevi con bontà materna e misericordia al mio Banchetto di Luce e di Pace: venite e mangiate della mia Carne. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi perché vi amo, vi amo e voglio abitare nei vostri cuori perché IO SONO IL MAESTRO, IO SONO IL DIO UNO E TRINO e voglio essere vostro amico, vostro fratello e vostro figlio: accoglietelo nei vostri cuori, figli miei, spose amate del mio Cuore Immacolato! Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. (Giu) Sei grande, Gesù! (Ge) Sì, figlia mia, sono grande perché amo: amate anche voi! E tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! (6) - (Ge) Vi amo anch'io, spose amate del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò nella Pienezza del Padre. Ora lodate il Dio con la mia preghiera e legatevi alla Catena Santa.

(Preghiera): O Misericordioso Tabernacolo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, purifica l'anima mia, donami la Pace, la Luce, la Gioia del tuo Santo Spirito. Amen".