Notizie da Sofferetti-24  n. 165

Lauria, 27 dicembre 1995  

 

"Io vi invito a soffrire: Soffrite, creature mie,

PERCHE' SOLO ATTRAVERSO LA CROCE TROVERETE LA VITA ETERNA"

(messaggio del 3/12/1995)

 

1) Giov 30/11/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi, gioite e fate festa. E tu, creatura mia, bevi ancora i calici che mi stanno offrendo in questa giornata.* (Giu) Gesù, sono amari!* (Ge) Bevili, creatura mia, e soffri. (Giu) Sì, Gesù, ma stammi vicino!* (Ge) Ecco, figli cari, io sono venuto ancora una volta in mezzo a voi a gioire e a fare festa. Figli miei, vi invito alla Sofferenza e alla Croce: oggi vi dono la mia Croce e il mio Amore. (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! (Ge) Sì, figlia mia, è il sangue dei Martiri, non temere! Ora siediti, sposa mia. Ecco, figli cari, oggi insieme alla mia Croce vi offro IL MIO CALICE, siate forti, creature mie, siate forti e pregate perché tempi duri verranno ancora. Tu, creatura mia, soffri ancora: accetta i dolori.* (Giu) Gesù!* (Ge) Lo so che sono pesanti, ma guarda, figlia mia: guarda e non spaventarti! (Giu) Gesù! Gesù, non puoi fermare? (Ge) E' con la sofferenza e la preghiera che si può fermare ciò che stai vedendo:* invita i tuoi figli, le tue creature, a soffrire e a pregare in riparazione. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane e un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Ecco, IO COSI' VENGO A VOI: nella SOFFERENZA, nell'AMORE e nella POVERTA': SOLO COSI' IO MI DONO. Figli cari, non accostatevi a dii che non vi portano alla Croce, ma siate piccoli, poveri e caritatevoli e SOPRATTUTTO SIATE CROCI NELLA MIA CROCE. Ora, PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA' E DONALO AL MONDO. E tu, croce mia, soffri* soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, mio Signore e mio Dio! (Ge) Soffri per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa; tu non puoi comprendere la sua solitudine, perciò soffri per lui. Ora offri da bere al figlio Mario, al figlio santo: tu, figlio mio, vai avanti col tuo amore e con la tua misericordia, conduci il gregge al mio ovile, sii forte, sii forte, sii forte, mio piccolo Giovanni! su di te poggio la mia Croce, vai avanti e bevi del mio Amore e donalo al mondo. Tu, croce mia, bevi del mio Amore e donalo al mondo nella sofferenza e nella carità.* Ora dividi e unisci i Regni della Povertà e della Croce, mangiala e donala al mondo. Tu, figlio mio, dividi e unisci i Regni della Povertà e della Croce e donala al mondo. Ecco, io mi sono donato* NELLA SOFFERENZA DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO, ora voi, figli miei, donatevi alla Croce, venite al mio Cuore così come siete. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, LA MIA FESTA E' CON VOI perché io sono in ognuno di voi, ora siamo un'unica cosa, un'unica famiglia, UN'UNICA CROCE perché io vi amo, vi amo, vi amo! Figli miei, spose amate del mio Cuore Immacolato di Padre, di Figlio e di Spirito Santo, non guardate questa mia creatura, qui ci sono io a parlare, il vostro Gesù, il vostro Dio Uno e Trino, lei è il mio strumento, è la mia Croce: E' LA POVERTA' DELLO SPIRITO SANTO. Amate, perdonate e usate carità attraverso la mia Croce perché io sono il vostro Dio Uno e Trino. Figli cari, io mi servo di ognuno di voi, ma sappiate: Io solo sono la Legge, io sono il Giudice, io sono il Legislatore e con la mia Croce giudico ognuno di voi. Andate avanti, camminate in povertà e in carità! Ora vi lascio con la mia Benedizione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figlio Mario, figlio santo, lega con la Catena Santa e prega con la mia preghiera di Padre, di Figlio e di Spirito Santo.* Soffri ancora, creatura mia, soffri per l'umanità* che trafigge il mio Cuore, immolati per i peccatori che non vogliono ascoltare il mio grido: accetta questa sofferenza. (Giu) Sì, mio Signore e mio Dio! (Ge) Aspettatemi, figli cari, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò,* io verrò, io verrò!"

2) Ven 1/12/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù ai Grandi della Casa del Padre suo: - Figli, siate vigilanti perché l'ora del Padre è imminente, non fate i maestri della Legge perché non è vostro questo compito. Figli, pregate ed esorcizzate in mio nome, non fate a nome vostro perché nulla ottenete. Figli, SENZA LO SPIRITO SANTO NON POTETE SCACCIARE NULLA. Figli, non mettetemi da parte, io sono il vostro Dio e Maestro, voi senza di me non rappresentate niente e nessuno. Figli, sappiate che la Chiesa mi appartiene: è di mia proprietà e voi siete solo servi della mia Parola. Figli cari, comportatevi da tali, non potete servire Dio e il denaro: o scegliete l'uno o l'altro. Io vi ho chiamati come miei discepoli, ma voi non vi siete accontentati! Ah, figli miei, quanto poco mi amate! quanto poco osservate la mia Legge! Figli, RITORNATE A VIVERE IN QUESTO AVVENTO, amate e servite la Legge del Vangelo, non fate i maestri e non fatevi servire: ma servite con amore! Tu, figlio Mario, conduci i figli dispersi alla mia Luce. Ti amo, figlio mio, e vi benedico con la mia Croce. Amen Amen Amen Amen".

3) Dom 3/12/95, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità.* (Giu) Sì, Mamma! Mamma, sei bella, ma c'è ancora sangue intorno a te! Mamma, Mammina mia, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, aiutaci tu, non lasciarci! (Imm/Add) Figlia mia, prega e immolati per i peccatori, bevi ancora i calici del mio Gesù,* bevili, figlia mia, anche se sono amari, soffri per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma, ma stammi vicino, aiutami tu! (Imm/Add) Ora soffri soffri: accetta i chiodi del mio Gesù! (Giu) Sì, Mamma!* (Imm/Add) Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (15). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito sempre a pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, siate pronti e preparati: VIGILATE, figli miei, PERCHE' NON SAPETE L'ORA CHE IL DIO BAMBINO VERRA' IN MEZZO A VOI. Io vi invito a soffrire: SOFFRITE, creature mie, PERCHE' SOLO ATTRAVERSO LA CROCE TROVERETE LA VITA ETERNA. E tu, creatura mia, SOFFRI E IMMOLATI PER LA CHIESA TUTTA. Pregate affinché resta unita allo Spirito Santo! Figli miei, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, pregate affinchè le fondamenta non crollino. Figli miei, satana vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi. Io come Mamma Immacolata e Addolorata vi invito ad abbracciare la Croce del mio Gesù. Io grondo lacrime di sangue per ognuno di voi: che siete in pochi a seguire la Via-Mamma! Pregate pregate pregate, pregate e consolate il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù. Figli miei, amate e perdonate e usate carità. Accostatevi ai Sacramenti dell'Amore e della Misericordia. Tu, croce mia, immolati e soffri!* (Giu) Mamma, aiutami!* (Imm/Add) Non temere, sono qui, vai avanti con la Croce, prega e immolati sempre. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi NELLA SOFFERENZA DELLA CROCE.* Lode lode lode lode lode (5). Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria, e tu bevi ancora.* (Giu) Sì!"* e cade per terra.

4) Giov 7/12/ 95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi, gioite e fate festa. Figli cari, LA PRIMIZIA DEL PADRE E' QUI, E' IN MEZZO A VOI: GIOITE E FATE FESTA! E tu, creatura mia, soffri ancora per l'umanità: accetta i calici. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Bevili in abbondanza, figlia mia: bevi in abbondanza i calici dei miei dolori!* Figlia mia, sappi che le sofferenze saranno ancora più forti.* (Giu) Gesù, aiutami!* (Ge) Non temere! (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te! (Ge) Sì, figlia mia, ma non temere, non posso rivelarti quale sangue è quello che vedi, ma sii forte!* (Giu) Gesù, perché piangi?* (Ge) Figlia mia, è l'umanità che mi fa piangere, tu sii forte. Ora siediti, sposa mia.* (Giu) Gesù, è enorme questo calice, ma se serve per salvare anime dammene ancora!* (Ge) Figli miei, spose amate del mio Cuore, il messaggio che vi porto in questa giornata è il Messaggio della Carità* e del Perdono. Figli miei, siate piccoli e poveri, ma soprattutto SIATE MAMME DELLA CROCE e SOFFRITE: soffrite in riparazione di tutte le offese che recano al mio Cuore e al Cuore della mia Amata Mamma.* Resisti ancora, croce mia,* resisti fino al sangue!* (Giu) Sì, Gesù, ma stammi vicino! (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane e un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Ecco, io così vengo in mezzo a voi: piccolo e povero e sofferente. Figli miei, abbracciate la vostra croce e non lasciatela perché non conoscete i tempi che verranno. Ora, PADRE, PADRE MIO, BENEDICI* QUESTO PANE E QUESTO VINO IN SEGNO DI AMICIZIA* E DI POVERTA' E DONALO AL MONDO. Ora, figlia mia, dai da bere al figlio santo, cioè al figlio Mario: tu, figlio mio, dona il tuo amore sacerdotale all'umanità e vai avanti. Tu bevi del mio Amore e soffri.* Ora dividi e unisci NELL'AMORE DELLA CROCE, mangiala e donala al mondo.* Figlia mia, non temere,* non temere: MANGIA L'AMICIZIA DELLA CROCE* e donala al mondo. (Giu) Gesù, aiutami,* aiutami!* (Ge) Ecco, io mi sono donato nella Povertà del Pane e del Vino, ora mi appartenete: siete di mia proprietà nella Sofferenza della Croce. Ma sappiate che nei dolori che vedete in questa creatura ci sono io, il vostro Gesù, ed è una piccola parte di dolori che voi vedete. Figli miei, aiutatemi a camminare con la Croce attraverso i figli che non vogliono vedere il Dolore di mia Madre. Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, accostatevi* al mio Banchetto d'Amore, di Luce e di Pace.* Non temete, figli cari, io sono il vostro Gesù,* il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi. IO VI INVITO ALLA SOFFERENZA E ALLA CROCE:* VI INVITO AD AMARE IL PADRE, IL FIGLIO E LO SPIRITO SANTO. E a te, creatura mia, invito ad accettare la Croce.* Ecco, mi sono poggiato con la mia Croce su di te, creatura mia! Ora venite! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi perché vi amo, vi amo, vi amo: donatevi anche voi, spose mie, NELLA PIENEZZA DELLA CROCE. Ora vi lascio, ma vi ricordo ancora una volta di usare carità! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figlio Mario, lega con la Catena Santa e prega con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! (Ge) Sì, figlia mia, sono grande perché amo: amate anche voi e sarete raggianti di Spirito Santo. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (6) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi".

***

5) Quattro le estasi della festa dell'Immacolata (ven 8/12/1995)

a) VISIONE (al Santuario di Schiavonea, alla Messa delle 7.30)

Così scrive Giulia: "Chiesa di Schiavonea, 8 dicembre (ore 7.50 circa). Durante la predica vedevo Due Cuori RAGGIANTI DI LUCE. Attraverso i Due Cuori c'era UN LUNGO CORRIDOIO DI LUCE e sotto i Cuori UNA SCALA DI ROSARI LUMINOSI. Sempre attraverso i Cuori c'era la scritta: VENITE A ME * GESU' E MARIA. Poi c'era la scritta intorno ai Cuori: PACE BENEDIZIONE AMEN".

b) MESSAGGIO DI GESU' (ore 9.40, a casa, in crocifissione, orale): "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, rivolgete lo sguardo al cielo ed implorate misericordia. Figli, la Verità e la Luce vengono da Dio e voi neanche lo guardate! Figli miei, come siete distanti dal mio Amore! Ah quanto soffro nel vedere la vostra indifferenza! Figli miei, mia Madre ha donato il suo Sì per ognuno di voi, ma quanto poco viene accettato quel Sì pieno di amore! QUANTI DI VOI SANNO DI ESSERE REDENTI PER QUEL SI' CHE MARIA HA DONATO? E voi, figli Ministri, ricordatevi di mia Madre non per i vostri comodi, ma ricordatevi che è anche vostra Madre. AMATE COME LEI e IL VOSTRO VIVERE SIA PIENO DI GRAZIA E DI MISERICORDIA! Figli, PER MEZZO DI MARIA PASSA OGNI GRAZIA E BENEDIZIONE ed IO ATTRAVERSO DI LEI STO PORTANDO IL MIO VANGELO: ASCOLTATELO! Figli cari, sappiate che queste parole vengono da me Uno e Trino: IO LI SIGILLO CON L'AMORE DELLA CROCE E DELL'EUCARESTIA. Figli cari, non siate duri di cervice, ma misericordiosi. Ascoltate la mia parola! Vi amo e vi benedico col mio Cuore. Amen Amen Amen Amen".

c) MESSAGGIO DELL'IMMACOLATA (a casa, ore 10.40, more solito): "(Giu) Mamma, perdonami se ti chiedo di glorificare. Sei così bella! (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. TI SALUTO, O PIENA DI DIO! Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata. Pace a questa casa! (Giu) Grazie, Mamma! (Imm/Add) Figlia mia, oggi ti invito alla SOFFERENZA e all'AMORE. Figlia mia, prega per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa; prega ed offriti vittima per la Chiesa tutta. Figlia mia, PREGATE affinché LE MURA RESTINO ALZATE A SVETTARE LA VITTORIA DEL MIO CUORE IMMACOLATO. Sii forte ancora, creatura mia, nel Segno della Croce, portala ovunque vai! (Giu) Mamma, ti faccio gli auguri da parte di tutti. (Imm/Add) Sì, figlia mia, grazie! Io vi faccio gli auguri di essere MAMME DELLA MISERICORDIA INFINITA DEL PADRE. Siate costanti nella preghiera e amate amate amate col cuore! Tu figlio Pasquale: figlio mio, sii forte ancora, elargisci sempre di più il tuo cuore alla Croce, non temere, figlio mio, le persecuzioni che verranno. Tu figlio Pasquale, tu figlio Mario e tu croce mia: restate uniti nel segno tremendo della Croce perché è il mio Gesù si posa su di voi. Colonne vive dello Spirito Santo, non temete niente e nessuno, la Grazia di Dio è su di voi. Amate e perdonate, amate e perdonate chi trafigge i vostri cuori. Sappiate che il mio Cuore Immacolato trionferà NEL CUORE DELL'EUCARESTIA. Siate forti! Io vi lascio CON LO SHALOM DEL CUORE DEL PADRE. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Grazie, figli cari, per il vostro amore. Andate avanti e crescete nell'Amore dello Spirito Santo. Pace a questa casa e al mondo intero!" d) SECONDO DELL'IMMACOLATA (alla Quercia, ore 15.35, more solito): "(Giu) Mamma, perdonami se ti chiedo ancora di glorificare, ma se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù,* bevili in riparazione di tutte le offese e soffri ancora* per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma! Sei bella, ma c'è ancora sangue intorno a te! (Imm/Add) Sì, figlia mia, c'è ancora sangue, ma tu prega e soffri e bevi i calici.* (Giu) Sì, Mamma! (Imm/Add) Figli cari, guardate il mio Cuore e pregate pregate!* Tu bevi i calici e immolati per i peccatori. (Giu) Sì, Mamma, ma aiutami!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom (9). Sia lodato Gesù Cristo.* Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata,* il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi e vi chiedo sempre* di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli miei, OGGI IO VENGO come MAMMA DEI DOLORI in mezzo a voi A DONARVI IL SI' DELLA CROCE E DELLA SOFFERENZA: SOFFRITE SOFFRITE RAGGIANTI e GUARDATE IL CUORE DELLA CROCE. Figli miei, immolatevi per i peccatori! Sappiate che il mio Cuore Immacolato* trionferà. Tu, creatura mia, accetta ancora i chiodi della Croce. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm/Add) Soffri nel silenzio dell'Amore. Figli cari, io oggi vi invito a pregare con costanza e col cuore per le mie intenzioni, voi non potete ancora comprendere IL DISEGNO DELLA CROCE e per questo io vi mando il Fuoco di Pentecoste affinché infiammi i vostri cuori e voi potete elargire il vostro amore ai figli piccoli, ai figli poveri, ai figli emarginati. E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, vestitevi della mia Luce di Mamma e donate il vostro amore all'umanità, alle pecorelle smarrite. Io vi amo perché sono vostra Madre e vi stringo al mio Cuore Materno e Grondante di Sangue, ma implorate misericordia al Padre! Ora vi lascio col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, ma verrò ancora, figli cari! Lode lode lode lode lode (5). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Tu, creatura mia, soffri ancora e invita i tuoi figli a soffrire per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma!"

6) Dom 10/12/95, alla Quercia, ore 15.40, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e immolati per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Amato Figliolo:* bevi, figlia mia!* (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te! (Imm/Add) Sì, figlia mia,* prega per questo sangue e immolati,* immolati per i peccatori che trafiggono il Cuore del Padre:* soffri, figlia mia! (Giu) Sì, Mamma!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom* shalom shalom shalom shalom* shalom shalom (15). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata, vi invito a CAMMINARE SUL SOLCO DEL VANGELO. Figli cari, CONVERTITEVI ed ACCOGLIETE L'AVVENTO DEL MIO GESU' che è qui in mezzo a voi. Figli miei, soffrite in riparazione di tutte le offese che recano al mio Cuore e al Cuore del mio Amato Figliolo; pregate affinché le mura della Casa del Padre mio restano in piedi; pregate affinchè i cuori dei figli della perdizione si aprano al Vangelo della Verità di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Figli miei, creature del mio Cuore Immacolato e Addolorato, pregate pregate ed usate carità. Io vi amo tutti e PRESTO VI PORTERO' IL MIO DIVINO FIGLIOLO. Ora vi lascio col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, Crescete NELL'AVVENTO DELLA MISERICORDIA DEL PADRE. Lode lode lode lode lode lode (6). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. E tu, croce mia,* soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma!"

7) Giov 14/12/95, a casa, ore 21.04, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi vivo e reale. Tu, creatura mia, soffri ancora per l'umanità e immolati per i peccatori: bevi i calici della Sofferenza!* (Giu) Sì, mio Signore!* Gesù, c'è ancora sangue intorno a te!* (Giu) Non temere, creatura mia, bevi e soffri,* bevi e soffri. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora siediti, sposa mia, e bevi i calici in riparazione di tutte le offese* e soffri per l'umanità:* figlia mia, accetta i chiodi!* (Giu) Gesù, sono enormi questi chiodi, ma trafiggi il mio cuore, trafiggilo* per l'umanità che non ti ascolta: io accetto questi chiodi.* (Ge) Figlia mia, le tue sofferenze si aumenteranno* sempre di più perché siete in pochi ad ascoltare* il mio grido! NELLA CASA DEL PADRE MIO VI SONO ENTRATI I LADRI E NESSUNO ASCOLTA* LA MIA PAROLA! IL MIO VANGELO VIENE CALPESTATO ED OFFERTO IN MALI MODI! Tu, croce mia, prega ed accetta questi dolori in riparazione di tutto questo. Non accogliete IL MIO AVVENTO, voi figli Ministri! non accogliete LA MIA VENUTA IN MEZZO A VOI e calpestate IL MIO CUORE! Ah, figli miei, quanto mi trafiggete! Attraverso questa mia creatura io vi faccio vedere le sofferenze che mi offrite, anche se voi non credete! IO SONO A PARLARE, il vostro GESU', CHE VOI NON ACCETTATE, CHE VOI CALPESTATE, qui* in mezzo a voi VIVO E REALE! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane* e un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Ecco, così io vengo in mezzo a voi: VENGO A DONARE IL MIO PANE E IL MIO VINO, UNITEVI A QUESTA POVERTA' e RESTATE LEGATI SEMPRE AD ESSA.* Ora, figlia mia, bevi e soffri, bevi e soffri. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora dai da bere ai tuoi figli, alle tue spose: ecco, figlia mia (=Anna M. di Rende), questo è il calice della tua croce, portalo con amore, umiltà e carità, donalo al mondo, creatura mia, non temere, è la mia croce che è poggiata su di te, vai avanti e dona la pace all'umanità, ora bevi del mio calice e donalo al mondo. Tu, figlia mia, dividi e unisci l'Amore della Croce: mangialo e donalo al mondo. Ora, creatura mia, mangia del mio Amore e donalo al mondo, sii forte! Ecco, io mi sono donato nella Povertà del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, tu dona la tua sofferenza al mondo. (Giu) Sì, Gesù, ma stammi vicino, non lasciarmi! (Ge) Figlia mia, non ti lascio, non temere, ma soffri* soffri per l'umanità! (Giu) Sì, mio Signore e mio Dio!* (Ge) Ecco, ora sono poggiato con la Croce su di te: resisti ancora, anima mia!* (Giu) Gesù, che ti stanno facendo? Il tuo abito è sporco di sangue, Gesù! (Ge) Non temere, si deve adempiere la Scrittura del Padre! Ora accostatevi con umiltà e amore al mio Banchetto. PRENDETE* E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO* DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA.* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* E tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità che non vuole comprendere la mia Venuta. (Giu) Gesù, trafiggi ancora il mio cuore: trafiggilo ma salva l'umanità!* (Ge) Creatura mia, ti amo per i tuoi Sì, ti amo per la tua bontà, offriti ancora vittima perché voi non conoscete i tempi che verranno. NON FIDATEVI DI QUESTA PICCOLA PACE: figli miei, il mio nemico vuole la guerra e si nasconde dietro le piccole ombre della pace. IO SONO IL VOSTRO DIO E SIGNORE e VI DICO che ANCORA CI SARANNO SOFFERENZE, ANCORA CI SARANNO CATASTROFI, ma TUTTO QUESTO SI DEVE ADEMPIERE! Ora E' TEMPO DELL'AMORE E DELLA MISERICORDIA. CI SONO IO IN MEZZO A VOI, SIATE FORTI E SALDI, FIGLI MIEI! Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Tu, creatura mia, soffri ancora,* soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, mio Signore! (Ge) Ora legatevi con la Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù! sei grande, Gesù! (Ge) Sì, figlia mia, SONO GRANDE col PADRE, col FIGLIO e con lo SPIRITO SANTO PERCHE' UNITI AMIAMO L'UMANITA': AMATE ANCHE VOI e SOFFRITE COL MIO CUORE GRONDANTE DI SANGUE. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (7) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò NELLA LUCE DELLO SPIRITO SANTO".

8) Ven 15/12/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "(Giu) Parla Gesù al mondo: - Popolo mio, figli miei, ho sete, il mio Cuore gronda sangue e voi non mi donate da bere! Figli miei, io vi amo e chiedo a voi un sorso di amore. Ah, figli miei, come siete confusi: girate tutto il giorno e non sapete cosa fare! Non vedete, perché i vostri occhi non guardano la mia Luce. Figli miei, figli Ministri, guardate i vostri figli con la luce dell'Eucarestia. Figli, non calpestate i miei piccoli, usate carità coi poveri e gli abbandonati. Figli, non chiudetemi la porta in faccia ma con amore porgetemi la mano. Io sono il vostro Signore e Dio ed io elargisco il mio Cuore per ognuno di voi. Io sono IL DIO BAMBINO che VOGLIO NASCERE nei VOSTRI CUORI e nelle VOSTRE FAMIGLIE: MAMME MIE, LASCIATEMI GIOCARE CON VOI! Figli, QUESTO E' IL GRIDO DELLA CROCE: ASCOLTATELO E GIOITE CON ME! Figlia mia, Piccola Croce, vai avanti con il tuo soffrire, consola IL MIO CUORE DI BAMBINO e non temere. Vi amo tutti e vi benedico con la mia Croce. Amen Amen Amen Amen".

9 Dom 17/12/95, ore 15.40, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* (Giu) Mamma, sei bella, ma c'è sangue intorno a te! Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, aiutaci ad accogliere il tuo Gesù nel nostro cuore: aiutaci ad amare, Mamma!* (Imm) Figlia mia, soffri ancora per l'umanità* e bevi:* bevi i calici che i figli della perdizione offrono al mio Gesù! (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Soffri* e immolati per i peccatori.* (Giu) Mamma! Mamma! Mamma, è amaro!* è amaro questo calice, aiutami!* (Imm) Soffri, figlia mia, soffri per i figli Ministri e per l'umanità.* Figlia mia, accetta queste sofferenze* oggi, sii forte per l'umanità!* Shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom shalom* shalom shalom shalom shalom* shalom shalom* shalom shalom shalom (17). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io,* la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui* in mezzo a voi. Figli cari, vi invito sempre a pregare per le mie intenzioni di Mamma* Immacolata e Addolorata. Figli cari, vi invito a vivere il Vangelo di questa giornata, figli miei, (III/C d'Avvento = La Voce nel deserto dall'Uomo del deserto), ma soprattutto ad accettare* la sofferenza: accettatela con amore* per i figli della perdizione: i figli che non vogliono accettare la Croce del mio Gesù. Voi colonne mie, creature del mio Cuore Immacolato e Addolorato, soffrite perché voi non conoscete i progetti di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Tu, croce mia, bevi ancora,* bevi ancora i calici e soffri: PREPARA L'AVVENTO AL MIO GESU' nella SOFFERENZA e nell'UMILTA'. Sii forte!* (Giu) Sì, Mamma, ma stammi vicino! (Imm) Sì, creatura mia, io non ti lascio! Vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate pregate e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Figli miei, elargite i vostri cuori alla Croce e pregate; implorate: misericordia! misericordia! misericordia! al Padre. Figli miei, io vi sto segnando la Via-Mamma: la Via dell'Avvento, la Via del Vangelo, camminate con essa, preparate i vostri cuori al Dio Bambino che viene in mezzo a voi, accostatevi con amore e umiltà ai Santissimi Sacramenti dell'Eucarestia: RIEMPITE I VOSTRI CUORI COL PANE VIVO DEL MIO GESU'. Figli miei, non dimenticate i figli emarginati, i figli drogati: ACCOSTATEVI A LORO COME VI ACCOSTATE A GESU' CROCIFISSO! Io vi amo, figli miei: vi amo perché sono LA MAMMA DELLA CROCE. Non voglio perdervi, creature del mio Cuore, per questo IO VI DONO LA MIA CROCE: CAMMINATE CON ESSA E PER ESSA. Ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete NELLA SOFFERENZA DELLA CROCE. E tu, creatura mia, soffri ancora e immolati per l'umanità. Lode lode lode lode lode lode (6). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

10) CONSACRAZIONE a ROGIANO G. CS (lun 18/12/95)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù. Figli cari, offritemi un bicchiere di vino ed un pezzo di pane: gioite con la mia Amicizia e fate festa! Io, il vostro Gesù, sono qui in mezzo a voi: l'Agnello Immolato è qui. Tu, creatura mia,* bevi i calici* e soffri per l'umanità che non ascolta* il mio grido. Non temete, creature mie, non temete, sono io, il vostro Signore e Dio, a far festa in mezzo a voi, non preoccupatevi per ciò che avete fatto in questa giornata. Soffri,* creatura mia!* (Giu) Gesù, posso farti una domanda? (Ge) Sì, creatura mia!* (Giu) Perdonami, Gesù: Perchè la Mamma non è venuta durante la preghiera? (Ge) Non temere, creatura mia, io e la Madre mia eravamo lì presenti in mezzo a voi. Tu, figlio Mario, non temere, dovete ancora preparare quelle mie creature alla nostra presenza, siate pacifici e calmi. (Giu) Gesù, dobbiamo fare qualcosa? (Ge) Pregate, figli miei, pregate e non temete niente e nessuno. Ora, figlio Mario, dividi il pane e il vino in segno di povertà e d'amore: bevi tu e mangia e poi donalo ai figli. Ora bevi tu, creatura mia.* Ecco, figli cari, la nostra amicizia è piena perché io sono qui in mezzo a voi col Pane e col Vino. Il nostro amore è un'unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo ed io sono venuto in questa DIMORA DELLO SPIRITO SANTO a portare il mio Saluto, la mia Pace, la mia Gioia e la mia Letizia: voi offritela al mondo, offritela ai figli emarginati, ai figli drogati, ai figli che non conoscono la mia Gioia e la mia Croce. SIA QUESTA CASA SORGENTE DI VITA E DI LUCE. E tu, creatura mia, ama con l'Amore della Croce e della Povertà. Tu, figlio Mario, Sacerdote santo, Sacerdote segnato dal mio Amore, vai avanti e ama col mio Amore perché io passo attraverso di te e della creatura che tu guidi col mio Amore e con la mia Croce. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Gioite: E' L'AVVENTO DEL MIO AMORE! Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Tu soffri! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Grazie per il tuo amore! (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Non temete, io verrò ancora in mezzo a voi e non preoccupatevi della giornata che avete trascorso. Gioite nel Silenzio della Croce".

11) Giov 21/12/95, ore 21.04, a casa, more solito: "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato èqui in mezzo a voi. Figli cari, spose del mio Cuore, PREPARATE LA MENSA perché IO VOGLIO MANGIARE CON VOI. Venite e indossate GLI ABITI DELLA POVERTA' E DELL'AMORE. E tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità, bevi i miei calici* e immolati per i peccatori: figlia mia, accetta questi calici!* Sposa mia, siediti* e soffri per l'umanità che trafigge il mio Cuore, soffri, creatura mia, accetta ancora i chiodi: accettali, figlia mia,* per i figli che non mi ascoltano, i figli che mi uccidono e non mi fanno nascere. Figli miei, FATEMI NASCERE NEI VOSTRI CUORI, FATEMI VIVERE NELLE VOSTRE CASE E IMBANDITE LA MENSA PER IL DIO BAMBINO CHE VIENE IN MEZZO A VOI. Non è molto che vi chiedo! Il mio Cuore viene trafitto attimo per attimo! Figli miei, CRESCETE NELLA FEDE, AMATE E PERDONATE COLORO CHE TRAFIGGONO I VOSTRI CUORI.* Tu, figlia mia,* soffri ancora per l'umanità, io mi poggio ancora con la mia Croce su di te, sii forte! Figli miei, spose del mio Cuore, andate avanti, io conosco i vostri cuori e i vostri pensieri e li benedico con la mia Croce, voi camminate nel silenzio del mio Amore e della mia Verità. GIOITE NELLA MIA LUCE, figli miei, PREDICATE IL MIO VANGELO! Figli miei, presto verrò a liberarvi, non temete.* Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane e un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Ecco, LA MIA AMICIZIA E' DURATURA ed ORA VOGLIO BERE CON VOI E MANGIARE CON VOI DEL VINO NUOVO: BEVETENE ANCHE VOI perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale. PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA'. Ora dai da bere al figlio santo: tu, figlio mio, bevi dell'Amicizia e dell'Amore e donalo al mondo; invita i tuoi figli e i tuoi fratelli ad ACCOSTARSI CON MISERICORDIA AL MIO VANGELO E ALLA MIA VERITA'; ora bevi, figlio mio: sposa mia, bevi e dà la tua amicizia, il tuo amore all'umanità. Tu, figlia mia, bevi i calici della Sofferenza: soffri* soffri per l'umanità! Ora dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: MANGIALA/lo NELLA PIENEZZA DELLA CROCE E DONALO AL MONDO. Tu, figlio mio, mangia della mia Amicizia e del mio Amore e donalo al mondo. Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi perché vi amo, vi amo! VI INVITO AD AMARE E AD ESSERE MAMME DELLA CROCE. Ora venite al BANCHETTO NUZIALE: GIOITE COL MIO CUORE! Spose amate, venite: io vi sto aspettando! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* E tu, sposa mia, bevi e soffri,* bevi e soffri per l'umanità che non mi accoglie NEL SENO MATERNO. (Giu) Gesù,* tu piangi lacrime di sangue per ognuno di noi! Gesù, dimmi cosa devo fare! (Ge) Figlia mia, prega e fai pregare i tuoi figli. (Giu) Gesù, NON ASCOLTANO! (Ge) Lo so, figlia mia, ma tu non stancarti, prega e fai pregare. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Non temete, io non vi lascio: ANCHE SE IL MIO CUORE GRONDA SANGUE, NON VI LASCIO PERCHE' VI AMO, VI AMO, SPOSE MIE! Voi pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo come i suoi figli l'hanno abbandonato: voi pregate e fategli compagnia! Figli cari, voi non conoscete i progetti del Padre, per questo io, il vostro Signore Dio, vi invito ad amare col cuore* e con la mia Misericordia. Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. E tu, figlio Mario, lega la Catena Santa e prega con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù: SEI GRANDE SEDUTO SULLA ROCCIA DEL PADRE! (Ge) Sì, figli miei, sono grande perché vi amo, vi amo, vi amo: amate anche voi e raggiungerete LA GIOIA DEL PADRE! (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (5) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò: E' LA LETIZIA DEL PADRE! Tu, croce mia, SOFFRI ancora PER QUESTO AVVENTO! (Giu) Sì, Gesù!"

12) Ven 22/12/95, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale: "Parla Gesù al mondo: - Figli miei, fate sorgere la Luce nei vostri cuori e cercate il mio Amore: AMATE CON LA CONOSCENZA DELLA VERITA' DEL MIO AVVENTO. Figli miei, VIVETE IL MIO VANGELO NELLA PIENEZZA DELLA CROCE. Figli, sappiate che per mezzo della Croce siete stati redenti e per la Croce voi avete la Vita Eterna. Voi, figli Ministri, non dimenticate che la mia Croce è il vostro vivere, non buttate LA VIA ma imparate a conoscerla e farla conoscere. IO PER QUESTO VI HO CHIAMATI: PER PORTARE LA CROCE. Figli, siate piccoli e poveri, non confondetevi con le cose mondane che non portano alla mia Croce. Figli miei, FATEMI NASCERE COSI' COME IO SONO VENUTO IN SILENZIO E IN POVERTA', NON DIMENTICATE MIA MADRE PERCHE' IL SUO SI' MATERNO SIA IL VOSTRO SI' NELLA MIA CASA. Figli miei, io vi amo tanto e non voglio perdervi: pregate pregate pregate e chiedete misericordia al Padre! Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Vi benedico con la mia Croce. Amen Amen Amen Amen".

***

13) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 DICEMBRE 1995

ore 15.47, more solito

"(Giu) Mamma, anche sei se tu, ti supplico di glorificare anche oggi. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici che stanno offrendo al mio Gesù: bevi e accetta queste sofferenze per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma! Mamma, ti faccio gli auguri da parte di tutti e soprattutto ti chiedo perdono se facciamo confusione prima della preghiera: perdonaci, non siamo perfetti! (Imm) Non temere, creatura mia, andate avanti con l'Amore della Croce.* Ora, creatura mia,* chiedo un Sì a te: VUOI FAR NASCERE IL MIO GESU' NEL CUORE DELL'UMANITA'? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) E tu, creatura mia, VUOI FAR NASCERE IL MIO GESU' NEL TUO CUORE e ACCETTARE OGNI SOFFERENZA PER I TUOI FIGLI? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ora, figlia mia, PRENDI IL MIO GESU' (lo prende, lo bacia ad un piedino e poi sul musino, dirà Giulia). (Giu) Mamma, cosa devo fare? (Imm) STRINGILO AL TUO CUORE, CONSEGNALO AL SACERDOTE E CON LE SUE MANI SANTE LO DARA' ALL'UMANITA'. Figlio mio, tu Sacerdote santo, FAI PASSARE IL MIO GESU' ATTRAVERSO IL TUO CUORE E ATTRAVERSO LA TUA SANTA BENEDIZIONE OFFRENDOLO ALL'UMANITA' (me lo consegna, mi giro a sinistra e a destra, richiamo il messaggio ai presenti e li benedico). Ora, creatura mia, soffri ancora per il mondo: accetta questi dolori, accettali, figlia mia! IO VI PORTO LA BENEDIZIONE del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO. Figli miei, OGGI VI PORTO LO SHALOM DELLA PACE e vi invito ad amare e a perdonare. Figli miei, vi invito ad accostarvi ai Sacramenti della Confessione e della Comunione: VI INVITO AD ESSERE MAMME DELLA SANTA EUCARESTIA. Figli cari, pregate con umiltà e col cuore, pregate affinché il Progetto del Padre si adempie. PREGATE, figli miei, E FATE NASCERE LA LUCE DEL MONDO NELLE VOSTRE CASE, NELLA VOSTRA COMUNITA'. Figli miei, SIATE CROCI VIVE DEL CUORE DIVINO DEL MIO GESU'. Oggi im mondo particolare io vi invito alla preghiera: preghiera costante, PREGHIERA UNITA AL PADRE, AL FIGLIO E ALLO SPIRITO SANTO. Io sono qui in mezzo a voi viva e reale NELLA GIOIA degli Angeli e dei Santi. E' PRESENTE SEMPRE CON ME IL FIGLIO DELLA CROCE, IL DILETTO DELLA SANTISSIMA EUCARESTIA. Figli cari, IMITATELO E CAMMINATE COME LUI E CON LUI NEL SILENZIO DELLA POVERTA' MA COL CUORE ELARGITO AI SUOI FIGLI, AI SUOI POVERELLI: LUI PANE VIVO DEL MIO GESU' SI DONA AL MONDO E FA CONOSCERE NEL SILENZIO DELLA CROCE L'AMORE E LA GIOIA DEL MIO GESU'. OGGI IN MODO PARTICOLARE IO PARLO DEL FIGLIO DELLA CROCE. SIATE ESEMPI DI LUCE, DI VERITA' E DI PACE! Figli miei, anche in questo giorno speciale per gli Angeli e per tutti voi, io vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: ASCOLTATE IL GRIDO DEL VANGELO CHE LUI VI DONA, ASCOLTATE IL GRIDO DELLA SUA SOFFERENZA (all'Angelus, domani, dovrà interrompere la benedizione nelle varie lingue, ndr) E CAMMINATE: CAMMINATE NELLA LUCE DELLA VERITA'. Figli miei, io vi amo tutti e COME MAMMA VI INVITO A FAR NASCERE LA LUCE ETERNA NEI VOSTRI CUORI, NELLE VOSTRE CASE, TRA I VOSTRI PICCOLI. Ora vi invito a pregare e a continuare la santa giornata nel segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli cari, io ora vi lascio, ma verrò ancora a portare IL PANE DEI CIELI in mezzo a voi. Vi benedico col Fuoco di Pentecoste. SIATE MAMME, SIATE MAMME, SIATE MAMME DELLA SANTISSIMA TRINITA'! Tu, croce mia, accetta ancora nel silenzio della Croce i dolori.* (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode lode lode lode lode (5). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen.

(Preghiere di Giulia in estasi): O Tabernacolo Immenso, o Luce Radiosa dell'anima mia, CRESCI nel mio INTIMO, CRESCI nel mio CUORE, CRESCI nella mia CASA e DONATI ALL'UMANITA' CHE NON SA COS'E' IL TUO AMORE. Amen".

"SIATE MAMME DELLA SANTISSIMA TRINITA'"

Quale immensa chiamata: Mamme del Dio Uno e Trino! Per questo Gesù venne e per questo sta ritornando: PER FAR NASCERE IL DIO UNO E TRINO NEL CUORE DI OGNI UOMO. La Mamma Immacolata chiede a Giulia di collaborare a QUESTO PROGETTO DEL PADRE con il suo Sì di amore e di sofferenza e lo chiede anche a noi dandoci come esempio IL FIGLIO DELLA CROCE. Oggi la Mamma insiste a parlarci del Lentini perché LUI, nel cuore e nella testimonianza, fu la COPIA PERFETTA DI GESU' e SUO PANE VIVO: PANE VIVO ieri ed ANCORA oggi dal cielo COME SACERDOTE ETERNO DI CRISTO, che INSIEME eternamente si donano per la Gloria della Trinità e la Pace dei fratelli.

***

14) VISIONE del 25/12/1995 nella CHIESA DI SCHIAVONEA

Giulia partecipa e sente confusione alla Messa di mezzanotte a Thurio. Questa mattina non c'è la Messa a Thurio e si reca nel vicino santuario della Madonna Nera di Schiavonea, dove ha una visione e la scrive:

"25 dicembre, chiesa di Schiavonea. Durante la predica, ore 7.70, visione. Vedevo una GRANDE MONTAGNA LUMINOSA. In centro alla montagna UN'OSTIA GRONDANTE DI SANGUE, UN BAMBINO PICCOLO E NUDO SI E' POGGIATO ALL'OSTIA CHE GRONDAVA SANGUE E CON VOCE DI GIUBILO DICEVA: PACE LUCE LETIZIA. AMEN".

15) VISIONE SEGRETA ALLA CASETTA DEL LENTINI A LAURIA

(26/12/1995, ore 11.44, more solito, dopo la Consacrazione)

"Figlia mia, non temere, SIAMO NOI: I SANTISSIMI CUORI DI GESU' E DI MARIA, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce.* Oggi tieni nel tuo cuore tutto quello che io ti dico e rivelalo al figlio Mario il giorno stabilito da Dio. Non temere quello che senti e vedi. Figlia mia,* tieni questo segreto nel tuo cuore. Ti invito a pregare per il mondo intero, per il Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Tu soffri, creatura mia!* Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. CRESCETE NELL'AMORE DELLA SANTA EUCARESTIA".*