Notizie da Sofferetti-24  n. 170

Lauria, 29 marzo 1996  

 

"IL MIO GESU' VI SUSSURRA con MISERICORDIA INFINITA di AMARLO"

(dal messaggio del 24 marzo 1996)

 

1) Ven 8/3/96, ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io vi ho chiamato amici, ma voi non volete riconoscere. Figli, io voglio abitare nei vostri cuori, ma voi non mi lasciate spazio. Ah, figli miei, quanto poco riconoscete la mia Amicizia! Figli miei, correte dietro al mondo e mi lasciate solo. Quanta pena nel mio Cuore! Quanti calici amari mi offrite, ma io sono pronto ad accettarli: sono seduto sulla Roccia del Padre, con mitezza e misericordia vi guardo, figli miei, e piango per ognuno di voi perché non volete accettare il mio Amore. E voi, Grandi della Casa del Padre mio, ricordatevi di me, non fate di testa vostra, non chiudetemi la porta in faccia, ma riconoscetemi come vostro Maestro e vostro Amico. Figli, io vi amo, ma voi siete capaci di farlo? Tu, Piccola Croce, soffri sempre per i tuoi figli e non temere se non sei accettata: lo sai che non accettano neanche me! Ora, figlia mia, mi poggio ancora sul tuo cuore: lo vuoi ancora? (Giu) Sì, Gesù! (e riceve la ferita al costato) - (Ge) Ti amo, figlia mia, aiutami a salvare i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Vi amo tutti e vi benedico col mio Amore. Amen (4). Lodato sempre sia il Padre Altissimo".

2) Dom 10/3/96, ore 15.40, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri per l'umanità,* accetta i chiodi, figlia mia, accettali per amore del tuo Gesù che viene trafitto attimo per attimo: viene trafitto dai Figli Grandi della Casa del Padre!* immolati* e bevi questi calici, figlia mia!* (Giu) Mamma, aiutami,* aiutami, sono amari* e sono verdi!* (I/A) Non temere, io sono qui dinanzi a te, tu sii forte in questo periodo: sii forte nell'accettare i calici e i chiodi.* (Giu) Sì, Mamma, ma c'è ancora sangue intorno a te!* (I/A) Non temere, figlia mia,* per il sangue.* (Giu) Mamma, Mamma, Mamma,* ma aiutami, sono debole, aiutami! (I/A) Figlia mia, bevi ancora, bevi ancora per i tuoi figli e consola il Cuore del mio Gesù.* (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, Mamma, sono enormi questi chiodi, sostienimi tu! (I/A) Shalom (9). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata,* il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma* Immacolata e Addolorata. Figli cari, vi invito a vivere il Santo Vangelo di questa giornata (3/A di Quar: la Samaritana). Figli cari, pregate e cercate l'ACQUA VIVA del MIO GESU' che è RACCHIUSO NEL MISTERO DELLA CROCE. Non rivolgetevi a dii che non possono salvarvi, figli cari, ma IMMOLATEVI PER I PECCATORI ed IMPLORATE MISERICORDIA al DIO DELLA VITA ETERNA: al GESU' CHE SI E' LASCIATO CROCIFIGGERE PER LA VOSTRA REDENZIONE. Figli miei, io come Mamma Trafitta da Mille Dolori vi invito a pregare: pregate pregate perché altri flagelli si abbatteranno sull'umanità perché le anime che pregano col cuore sono poche. Figli miei, immolatevi voi e pregate col cuore: pregate affinché il Padre usi misericordia sull'umanità peccatrice. Tu, croce mia, immolati sempre nel Silenzio della Croce e soffri per il tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma, ma stammi vicino! (I/A) Figlia mia, so che il tuo carico è pesante ma aiuta queste pecorelle smarrite. E voi, Figli Ministri, abbracciate la Santa Croce ed implorate: misericordia! misericordia! misericordia! Voi, figli di questa valle, cercate il mio Gesù ed amatelo: amatelo! SAPPIATE che LA LUCE VIENE DALLA SANTA CROCE: RIFUGIATEVI IN ESSA, figli miei, e PREGATE COL CUORE! Ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù, aspettatemi col cuore aperto. Vi benedico col Fuoco di Pentecoste nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel nome del Santo Vangelo del mio Gesù. Lode (6). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Figli miei, RACCOGLIETE QUESTE GOCCE DI ACQUA^ e STRINGETELE AI VOSTRI CUORI".

3) Mar 12/3/96, ore 7.30, a casa, orale:

"Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figli miei, Piccoli Giovanni, pregate con me, consolate il Cuore del mio Gesù. Figlia, guarda come gronda sangue il tuo Gesù per l'umanità! Figlia, fai pregare i tuoi figli per le mie intenzioni. E voi, Figli Ministri, pregate secondo il Vangelo del mio Gesù: non lasciatelo per altre vie! Figli, rinnovatevi nella PASQUA ETERNA DELLA VERITA' e servite ed amate solo il mio Gesù. Io sono la vostra Mamma e vi voglio salvi. Dio Padre mi manda in mezzo a voi a portare la sua PAROLA DI LUCE: ma voi non volete ascoltare! Non fate i maestri, figli miei, e non mettetevi voi ai primi posti: SAPPIATE CHE E' DIO AL PRIMO POSTO. E non siate gelosi dei miei Piccoli: Gesù li chiama a lavorare nella sua Vigna e così fate anche voi. Non rendetevi maestri di un compito che non è vostro, ma restate almeno discepoli e servi della Luce del Vangelo. Figli, vi amo e vi benedico con la CROCE DELLA VITA ETERNA. Tu, piccina mia, soffri ancora. (Giu) Sì, Mamma! (La Mamma) Figlia, consola il tuo Gesù. Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen (4)".

4) Giov 14/3/96, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Figli miei, sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa! E tu, figlia mia, soffri ancora* e immolati per i peccatori:* soffri per i tuoi figli e bevi i miei calici. Figlia mia, bevi i calici che mi offrono i Grandi della Casa del Padre mio: figlia mia, sono molto amari, ma tu bevili,* non temere, io sono qui in mezzo a voi.* (Giu) Gesù, sono più amari* e sono misti: verdi e rossi!* (Ge) Sì, figlia mia,* sii forte in questa serata* perché sono molto amari.* (Giu) Gesù, c'è ancora sangue* intorno a te e tu, seduto sulla Roccia, grondi sangue!* (Ge) Non temere, figlia mia,* per questo perché è Sangue di Misericordia,* ma sii forte nel sopportare i calici. (Giu) Aiutami tu perché io sono debole!* (Ge) Figlia mia, quanto ti costa il Sì donato al mio Cuore! quante sofferenze per amore mio! ma non lasciarmi: figlia, ho bisogno del tuo aiuto e ho bisogno di ognuno di voi. I GRANDI DELLA CASA DEL PADRE MIO HANNO ABBANDONATO IL MIO CUORE e CORRONO DIETRO ALLE COSE DEL MONDO, VOI, COLONNE VIVE DEL MIO AMORE, AIUTATEMI: SALITE CON ME IL MONTE DELLA VITTORIA. E tu,* figlio Mario,* figlio santo, non temere* niente e nessuno; SONO IO (alza l'indice, ndr) a chiamarti santo e la mia parola è Parola di Vita Eterna; gradisco con amore le TUE parole e desidero che tu sosti ancora di più nel parlare con la MIA Parola; figlio mio, figlio santo, vai avanti perché tu conosci il tuo compito, sei segnato dalla mia Parola e dalla mia Verità. Figli miei, non guardate questa mia creatura, ma sappiate che qui ci sono io vero e vivo: IO MI SERVO DI LEI perché MI SERVO DEI PICCOLI per confondere I SAPIENTI E I GRANDI. Figli cari, pregate, fate digiuni e penitenza perché altri flagelli si abbatteranno sull'umanità: i figli che ascoltano e mettono in pratica la mia Parola, la mia Povertà sono pochi e voi dovete aiutarli pregando, facendo penitenza. Pregate per il Piccolo Giovanni,* cioè per il Papa: figli miei, pregate perchè non conoscete la sua sofferenza. Ora, figli miei, preparate i vostri cuori all'INCONTRO DELLA NOSTRA AMICIZIA perché io vengo in mezzo a voi a portare L'AMICIZIA DEL PADRE. Tu, figlia mia, resisti ancora fino al sangue: lo so, questa sera è dura ed è pesante la Croce per te ma per amore dei tuoi figli resisti ancora.* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Ecco, io così vengo in mezzo a voi, piccolo e povero, ma voi non vedete il mio Amore quanto è grande per ognuno di voi! In questa serata IO VI INVITO A GUARDARE IL MIO CUORE CHE GRONDA SANGUE PER L'UMANITA': restate così un attimo nel Silenzio della Croce a consolare il mio Cuore* (pausa). PADRE, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO PER L'UMANITA'.* ECCO, figli miei, E' BELLO RESTARE IN MEZZO A VOI, E' BELLO GIOIRE E FAR FESTA E SENTIRE IL CALORE DEI VOSTRI CUORI CHE MI ACCETTANO COME PADRE, COME FIGLIO, COME SPIRITO SANTO E COME FRATELLO VOSTRO. Ora NELLA GIOIA DELL'AMORE DEL PADRE offri da bere al figlio santo, sposa mia; bevi del mio Calice, figlia mia, bevilo e donalo al mondo e non temere niente e nessuno perché la mia Grazia è su di te e tu, figlio mio, donalo al mondo, custodisci queste mie pecorelle e non lasciarle sole, bevi, figlio mio! Ora tu, sposa mia, bevi del mio SANGUE DELL'AMICIZIA, soffri ancora. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) DONA LA MIA SOFFERENZA ALL'UMANITA' PERCHE' ATTRAVERSO DI ESSA C'E' LA VITA ETERNA. Ora dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e della Mamma mia Addolorata, ma questa volta dallo al figlio santo e tu ne mangerai dopo.* Ecco, figlia mia, mangia IL SEME DEL MIO AMORE: fallo germogliare nel tuo cuore e donalo al mondo. Ecco, figli cari, io mi sono donato NELLA POVERTA' del Pane e del Vino e NELLA SOFFERENZA della Croce: VI HO RACCOLTO COME FIGLI E FRATELLI DELL'AMORE DEL PADRE. Ora vi invito ad accostarvi al mio Banchetto: alla mia Pasqua. Venite, figli miei, e soffrite con me: è bello gioire con ognuno di voi! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi: LA PASQUA ETERNA SI E' ADEMPIUTA IN MEZZO A VOI! Non meravigliatevi di queste parole, figli miei, gioisco nel(lo) stare a lungo in mezzo a voi, figli miei!* Tu, sposa mia, resisti ancora: il peso della mia Croce è su di te per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! ti amo ed accetto la tua Croce! GESU', TI SUPPLICO, AIUTA L'UMANITA', AIUTA ANCHE I FIGLI CHE NON TI CONOSCONO, TRAFIGGI ANCORA IL MIO CUORE MA SALVA L'UMANITA'.* (Ge) Figlia mia, le tue parole consolano il mio Cuore: sei la mia corona! (Giu) Gesù, non sono degna di questo! (Ge) Sei la mia corona: ed è parola mia! Ora vi lascio, ma verrò ancora a spezzare il Pane Vivo con ognuno di voi. Grazie, figli miei, per avermi concesso questo tempo di stare in mezzo a voi a gioire! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Ora, sposi miei, piccolo Mario, piccolo Pasquale, unite con i vostri figli la Catena Santa e pregate con la mia preghiera e lodate Iddio di ciò che vi ha donato: PREGATE CON LA MIA PREGHIERA e LODATE IDDIO DI CIO' CHE VI HA DONATO. Figli miei, vi ringrazio ancora di avere accettato la mia Presenza e la mia Amicizia! Vi amo, vi amo, creature mie, spose del mio Cuore! (Giu) Gesù, sei grande! Grazie per le sofferenze! Grazie per i tuoi chiodi! Grazie per il peso della Croce! (Giu): Ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò: IO VERRO' NELLA LUCE ETERNA DELLA CROCE".

5) Ven 15/3/96, ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli, RICONCILIATEVI COL PADRE, CERCATE L'AMORE CHE E' SOLIDO COME LA ROCCIA: RIFUGIATEVI IN ESSA E NON LASCIATELA. Figli, il mondo cade poco a poco perché l'amore che voi racchiudete dentro di voi è costruito sulla sabbia, camminate vie che non vi portano alla Luce ed i vostri occhi sono abbagliati da una luce che viene dal mio nemico. Figli, rinnovatevi ed ascoltate la mia Voce, io sono seduto sulla Roccia del Padre e vi guardo ma voi non vi degnate di uno sguardo. Ah, figli miei, quanto soffro! ma vi amo e alzando gli occhi al Padre imploro ancora misericordia per ognuno di voi. Voi, figli Ministri, costruite la vostra fede sulla Roccia Viva perché io verrò ed i vostri occhi vedranno la mia Luce. Non potete servire due padroni ed io conosco i vostri pensieri nascosti. Vi amo e vi benedico col mio CUORE DI LUCE nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tu, croce mia, soffri ancora perché io mi poggio ancora sul tuo cuore. (Giu) Sì, Gesù! (e si trova la ferita alla spalla destra) - (Ge) Amen (4)".

6) Dom 17/3/96, ore 15.40, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi* i calici del mio Gesù e soffri anche oggi* per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù: immolati, figlia mia, per i peccatori e accetta i chiodi del mio Gesù, sii forte ancora, creatura mia! (Giu) Sì, Mamma, c'è ancora sangue intorno a te* e tu grondi lacrime di sangue!* Mamma, io metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, sostienili tu col tuo Amore Materno perché io non lo so fare: Mamma non lasciarci! (I/A) Non temere, figlia mia, io vengo per la vostra salvezza, io sono qui viva e reale perché è Dio Padre che mi manda in mezzo a voi.* Ora consolate il Cuore del mio Gesù con la preghiera costante e tu, croce mia, bevi ancora i calici del mio Gesù e immolati per i peccatori.* (Ge) Sì, Mamma! (I/A) Shalom (15). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, in questa giornata vi invito ad accettare e amare la Parola del mio Gesù, siate piccoli, siate poveri, siate caritatevoli: siate figli della Luce (in questa Dom 4/A di Quar, si legge il cieco nato). Piccini miei, io vengo in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù, SIATE SEGUACI DELLA MISERICORDIA del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO: amate e perdonate, figli miei, coloro che trafiggono i vostri cuori. Io vengo in questo luogo e nel mondo intero a portare la Luce Eterna perché i vostri cuori sono spenti, i vostri cuori sono legati alle cose del mondo ed io come Mamma GRONDO LACRIME DI SANGUE perché VEDO LA VOSTRA PERDIZIONE. Figli miei, legatevi alle cose celesti e spezzate la catena di satana che vi porta alla perdizione e alla morte. Figli miei, aiutate il mio Gesù, elargite i vostri cuori alla Croce, elargiteli ed implorate: misericordia! misericordia! misericordia! al Padre. Figli cari, non fate spegnere LA LUCERNA DELL'AMORE, ma accendetela sempre di più nei vostri cuori e offritela ai fratelli e ai figli che non conoscono l'Amore della Croce. Figli miei, fate compagnia al mio Gesù: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Pregate pregate pregate per non cadere in tentazione! Sappiate che il mio Cuore Immacolato e Addolorato trionferà, Pace, Gioia e Letizia regneranno, ma sappiate che prima che avvenga tutto questo vi saranno altri flagelli, figli miei, e per questo io vi invito ad immolarvi per l'umanità che non conosce l'Amore della Croce. E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, non rinnegate il mio Gesù, non rendetevi padroni di ciò che non è vostro ma CON CARITA' E MISERICORDIA RADUNATE LE PECORELLE SMARRITE ALL'ALTARE DELLA MISERICORDIA DEL PADRE. Tu, piccola croce, soffri ancora per l'umanità e non temere se non sei accettata; sappi che rinnegano il mio Gesù e il mio Cuore di Mamma, tu vai avanti, ricorda sempre il tuo primo messaggio ma stai attenta a non rivelarlo. (Giu) Sì, Mamma! (I/A) Figli miei, ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Via del mio Gesù. Figli, io vi amo e vi benedico col Fuoco di Pentecoste col segno tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nella Parola Viva del mio Gesù. Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

7) Lun 21/3/96, ore 15, a casa, orale:

"Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni, prega con me, consola il mio Cuore di mamma Addolorata. Figlia, altri flagelli si abbatteranno sull'umanità perché i Grandi del mondo non vogliono amare il mio Gesù: non vogliono abbracciare la Croce. Figlia mia, prega e fai pregare i Piccoli Giovanni, voi restate sempre uniti con la preghiera: tu figlio santo, tu figlio Pasquale, tu figlio Franco, e tu, Croce mia, soffri ed accetta ogni persecuzione per amore del tuo Gesù e dei tuoi figli. (Giu) Mamma, posso chiederti una cosa? (la Mamma) Sì, figlia mia. (Giu) PERCHE' I SACERDOTI TI FANNO TANTO PIANGERE? Mi sento male a sentire nei messaggi che parli sempre di loro! (La Mamma) Sì, figlia mia, fa male anche a me parlare con modi dolorosi dei loro comportamenti, ma tu prega per loro perché satana vuole distruggere i Sacerdoti per far suo il Progetto del Padre: MA QUESTO NON AVVERRA', STAI TRANQUILLA! (Giu) Grazie, Mamma, per avermi spiegato un po'. (La Mamma) Figlia, il tuo cuore è assetato d'amore, il mio Gesù consolerà anche te, non temere ma ora soffri. (Giu) Sì, Mamma! (La Mamma) Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen (4)".

8) Mar 19/3/96, ore 7.30, a casa, orale:

"Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figlia mia, vieni e prega con me. (Giu) Sì, Mamma! Mamma, scusami, ti devo dire di fare gli auguri a San Giuseppe. (La Mamma) Sì, figlia mia, grazie ma ora prega con me. (Giu) Mamma, cosa hanno fatto al tuo abito? è sporco di sangue! (La Mamma) Figlia, prega perché i flagelli continueranno ancora e quelli che pregano sono pochi, tu aiutami a farli fermare col tuo amore e la tua sofferenza. (Giu) Sì, Mamma! (La Mamma) Figli miei, Grandi della Casa del Padre mio, rinnovate i vostri cuori in questa Pasqua e non trafiggete più il mio Gesù, non usatelo come merce di scambio ma guardatelo come lui è venuto a voi: come Maestro e Salvatore del mondo. Figli, il mio Cuore è trafitto perché nessuno di voi lavora nella Vigna del mio Gesù con amore: non servitevi della luce del mondo per commettere ingiustizie! Figli, io sono sempre la vostra Mamma e vedo e sento ogni cosa: pregate e fate penitenza. Tu figlio santo, consola ancora il mio Cuore di Mamma e tu, croce mia, soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma! (La Mamma) Vi amo e vi benedico. Lodato sempre sia il Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen (4)".

9) Giov 21/3/96, ore 7.30, a casa, orale:

"Shalom shalom shalom. Sia lodato Gesù Cristo. Figli miei, consolate il mio Cuore di Mamma che è tanto trafitto. Figli, satana vuole far suo il Progetto del Padre e con la sua nebbia sta confondendo il mondo e soprattutto sta confondendo i figli Ministri. Figli, siate forti nell'ultima battaglia: pregate pregate pregate! Voi Colonne mie, non fermatevi: tu figlio Mario, tu figlio Pasquale, tu figlio Franco e tu croce mia, andate avanti, anche se non vi ascoltano voi non fermatevi! satana si rifugia anche così: A NON FARE ASCOLTARE, ma VOI GRIDATE CON VOCE DI GIUBILO LA VERITA' DELLA CROCE; non temete: Dio è con voi e non vi abbandonerà. Tu figlia mia, sii forte ancora, sappi che E' UNA GRAZIA SOFFRIRE PER GESU'; non temere, anche se il carico è pesante tu lo sai portare perché ami col cuore: su coraggio, piccina mia! (Giu) Sì, Mamma, ma stammi vicino. (La Mamma) Non temere, sono sempre vicino. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen (4)".

10) Giov 21/3/96, alla Quercia: LA FESTA PROMESSA DA SATANA: di morte!

Giulia scrive: "Sofferetti, 21 marzo dopo il 19 (ore 17 c). All'inizio del secondo mistero si è presentato l'esserino, sempre nudo e seduto sul trono. Portava un bastone tra le mani e con aria minacciosa mi diceva di guardarlo perché lui è il re di questo luogo. Io non lo guardavo: pregavo! Poi ha aggiunto ridendo: - TU NON VUOI GUARDARMI?° DI' A TUTTI CHE STO PREPARANDO UNA GRANDE FESTA DOVE TUTTI MI GUARDERETE!" E ridendo è andato via: io ho continuato a pregare!"

11) Giov 21/3/96, a casa, ore 21.03, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre (5). (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a portare la mia Santa Benedizione, non temete, sono io: l'Agnello Immolato. Creatura mia, bevi* i miei calici e soffri ancora* per l'umanità che trafigge il mio Cuore. Ora siediti, sposa mia, e soffri* per i tuoi figli. Figli cari, oggi voglio far festa con voi e voglio riposare con ognuno di voi:* ma voi soffrite con me! (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te!* (Ge) Non temere, figlia mia, io sono seduto* sulla Roccia del Padre e il sangue che vedi si deve adempiere,* tu soffri e bevi ancora i miei calici.* (Giu) Gesù, sono ancora misti: verdi e rossi!* (Ge) Sì, figlia mia,* bevili* e aiutami perché ho bisogno del vostro sostegno: non lasciatemi solo* nell'Orto degli Ulivi, non legatevi* alle cose del mondo. Figli miei, io sono solo:* i miei figli si son dimenticati del mio Amore, si son dimenticati di farmi compagnia! Ah quanto dolore! quante sofferenze! sono le spade più taglienti nel vedere i miei figli che neanche si degnano di alzare gli occhi e guardarmi su quel legno che io ho accettato per ognuno di voi, ma voi almeno fatemi compagnia:* lasciatemi riposare nei vostri cuori! Figli miei, IL MONDO VA ALLA PERDIZIONE perché siete in pochi a degnarvi di uno sguardo, di un sorriso, di una piccola preghiera al mio Cuore Trafitto. Figli cari, non lasciate spazio al mio nemico, non guardate la sua nebbia del mondo ma accettate con amore le piccole croci quotidiane. Figli cari, non dimenticate che per la Croce e attraverso la Croce c'è la Vita Eterna. SOFFRITE CON PAZIENZA E CON AMORE, figli miei: IL GRANDE TESORO LO TROVERETE NEL MIO REGNO.* Tu, croce mia, soffri ancora: io poggio la mia Croce su di te,* sii forte, accetta ancora le persecuzioni che verranno, figlia mia!* (Giu) Sì, Gesù, ma stammi vicino, non lasciarmi perché sono debole! Gesù, devo mettere nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: aiutali tu! (Ge) Sì, figlia mia, ma tu invitali a pregare e ad accettare la sofferenza in riparazione dei peccatori. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figli miei, CULLATEMI nei vostri cuori, voglio essere ACCAREZZATO come un bambino, CONSOLATE IL CUORE DELLA MAMMA MIA che è trafitto da mille dolori nel vedere la vostra PERDIZIONE. Pregate pregate PER LA CHIESA affinché le mura non crollino. Figlia mia, tu sii forte, sappi che dovrai soffrire ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Figli miei, IO VOGLIO STARE CON VOI, voglio RIPOSARE CON VOI e CHIEDO SCUSA SE MI FERMO UN PO' DI PIU' CON VOI! Figli miei, vi amo, vi amo e vi dono IL SEGNO DELLA MIA AMICIZIA COL PANE E COL VINO: voglio gioire almeno con voi in questi attimi! Figli cari, pregate e pensate ai figli che non mi conoscono, elargite i vostri cuori ai bimbi che vengono uccisi,* elargite i vostri cuori ai figli che non vedono la mia Luce, elargite i vostri cuori ai Grandi della Casa del Padre mio, elargite i vostri cuori per coloro che uccidono senza sapere cosa fanno. INNALZATE IL GRIDO AL PADRE DI MISERICORDIA: MISERICORDIA MISERICORDIA PER L'UMANITA'! Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA': RENDILO FECONDO E DONALO AL MONDO. Figlia mia, bevi ancora del Calice del mio Amore, bevi*, bevine ancora,* soffri, creatura mia; ora dai da bere al figlio mio (il Prof. Ciccio di Rende): tu figlio mio, bevi del mio Sangue e con mitezza e amore donati al mondo; figlio mio, cammina sulla scia del mio Amore e accetta per amor mio ogni sofferenza; non temere, sposo mio, sposo del tuo Gesù, il tuo cuore presto sarà consolato con la Misericordia del Padre, io conosco ogni tuo battito, sii forte ancora, non fermarti, figlio mio! ora bevi del mio sangue e donalo al mondo. Tu, croce mia, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e della Mamma mia Addolorata: mangialo e donalo al mondo. Tu figlio mio (=Ciccio), dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e donalo al mondo. Ecco, io mi sono donato nella Mitezza del Padre, donatevi anche voi, figli cari: GUARDATE LA MIA CROCE perché DA ESSA VIENE OGNI GRAZIA E OGNI BENEDIZIONE. Ora, figli cari, FESTEGGIATE con me la Pasqua Eterna! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, spose mie! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE MIO. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* E tu, croce mia, bevi e soffri* per i tuoi figli: bevi* e soffri* per i tuoi figli! (Giu) Gesù, ti amo ma dammi la forza!* (Ge) Non temere, croce mia, io sono qui dinanzi a te. Grazie, figli miei, per avermi cullato nei vostri cuori, grazie per la vostra bontà: RESTATE QUI A FARMI COMPAGNIA!* (Giu) Gesù, perché ci ringrazi quando non siamo degni di stare dinanzi a te?! (Ge) Figlia mia, tu non sai quanta gioia mi dà restare qui con voi: TUTTI MI CHIUDONO LA PORTA E QUI TROVO UN ANGOLO DI PACE E DI PREGHIERA! (Giu) Gesù, non siamo degni di stare dinanzi a te! (Ge) Figlia mia, consola ancora il mio Cuore col tuo amore. Pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate perché voi non sapete il suo dolore quanto è grande!* Figlia mia, tu ricevi una piccola parte dei miei dolori e soffri, soffri ma non puoi comprendere quanto è grande il mio dolore per ognuno di voi: CONSOLATE IL MIO CUORE RESTANDO UNITI! Ora vi lascio, ma verrò ancora a riposare nei vostri cuori. Grazie, figli miei, per la vostra bontà! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete NELL'AMORE DELLO SPIRITO SANTO. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Ora legate la Catena Santa e pregate con la mia preghiera.* Soffri ancora, creatura mia, per l'umanità! (Giu) Sei grande, Gesù: sei grande seduto sulla Roccia del Padre! (Ge) Sì, figlia mia, sono grande perché amo: amate anche voi e sarete raggianti di Spirito Santo. (Giu): Ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò e SAREMO UN'UNICA FAMIGLIA NELLA PASQUA ETERNA".

12) Ven 22/3/96, ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli, IO SONO LA VITA ETERNA: VENITE E RIFUGIATEVI NEL MIO CUORE. Figli, chiudete le porte del mondo ed aprite i vostri cuori alla Croce. Figli miei, io sono sempre seduto sulla Roccia del Padre a guardare ciò che fate per avvicinarvi a me: ma non vedo niente! Figli, quanto siete lontani dai miei Comandamenti e quanto poco li osservate! Voi, figli Ministri, quanto dolore mi provocate: più forte dei flagelli! ma io li sopporto ancora perché vi amo, figli, ma vi chiedo di non giudicare perché allo stesso modo sarete giudicate: NON E' VOSTRO COMPITO! IO VI CHIESTO DI RICORDARVI DI ME NEL SACRIFICIO DELL'AMORE: NON VI HO CHIESTO DI FAR DI ME QUELLO CHE E' COMODO PER VOI. Ah, figli, quando io verrò resisterete al mio sguardo?! Ravvedetevi finché fate in tempo, sia pace tra di voi perché non c'è distinzione: IL VOSTRO SACERDOZIO NON HA LIVELLI, l'uno non sia più grande dell'altro ma siate tutti piccoli e poveri e gridate la mia Verità: non la vostra! Tu figlio Mario, figlio santo, vai avanti con la tua verità e piccolezza come hai sempre fatto. Tu, croce mia, soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Vi amo e vi benedico. Amen Amen (4)".

12) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 MARZO 1996

ore 15.37 more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm/Add) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, sei bella, ma c'è ancora sangue intorno a te e tu piangi lacrime di sangue!* (I/A) Figlia mia, bevi* anche oggi i calici del mio Gesù e immolati per i peccatori,* soffri, figlia mia, soffri in riparazione dei peccatori: accetta i lunghi chiodi* del mio Gesù! (Giu) Mamma, i calici sono ancora misti, verdi* e rossi, aiutami tu perché io sono debole! (I/A) Non temere, croce mia, ci sono qua io a sostenerti, tu bevili e salva queste anime (= gli offerenti dei calici misti).* (Giu) Sì, Mamma!* (I/A) Soffri, figlia mia,* soffri per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma! Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, consolali tu con la tua Misericordia infinita perché io non so cosa gli devo rispondere! Mamma, se puoi farlo, guarisci nello spirito coloro che sono lontani da Gesù e non riescono ad avvicinarsi. Mamma, correggi anche me quando sbaglio perché io voglio camminare sulla Via della Croce. (I/A) Non temere, figlia mia, sei guidata dalla Mamma di Gesù. Ora bevi ancora i calici* e soffri per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma!* (I/A) Figlia, preparati a sostenere la Croce del mio Gesù su di te. (Giu) Sì, Mamma! (I/A) Shalom (20). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli miei, vi invito a proclamare il Vangelo del mio Gesù. Figli cari, seguite le orme della Croce in questi tempi di flagelli. Figli cari, io vi invito a cambiare i vostri cuori, vi invito ad amare: amatevi gli uni altri e osservate la Parola Viva del mio Gesù. Figli cari, io sono qui dinanzi a voi ma i vostri occhi non vedono la Luce del Padre: siete confusi dalla nebbia di satana e non riuscite ad abbracciare in pienezza la Croce del mio Gesù. Figli cari, se voi guardate con cuore limpido il Vangelo del mio Gesù riuscite ad amare, a perdonare e a seguire la Via Santa della Croce. Oggi voglio toccare ad uno ad uno i vostri cuori, figli miei, voglio guardare nel vostro intimo se amate con cuore sincero il mio Gesù, ma i miei occhi grondano lacrime di sangue perché siete in pochi ad accoglierlo, in pochi ad amarlo col cuore sincero: IL MIO GESU' VI CHIAMA CON VOCE DI GIUBILO ma VOI NON RISPONDETE! Figli miei, quanti dolori il mio Cuore di Mamma racchiude! quante spade trafiggono il mio Cuore Addolorato e Immacolato! Figli cari, io vi invito a rispondere alla chiamata del mio Gesù che LUI E' QUI DINANZI A VOI e SUSSURRA CON MISERICORDIA INFINITA di AMARLO. AMATELO, figli miei: AMATE IL MIO GESU' e CANCELLATE I FLAGELLI che pesano su di voi CON LA PREGHIERA COSTANTE, COL DONARVI CON MITEZZA PER I FRATELLI PICCOLI, PER I FRATELLI BISOGNOSI, PER I FRATELLI CHE NON CONOSCONO L'AMORE INFINITO DEL MIO GESU'. Figli miei, non stancatevi se io mi fermo qui dinanzi a voi a parlarvi. E voi, figli Ministri, non sussurrate che io parlo troppo, ma con mitezza e amore ascoltate il mio dolce lamento. Figli cari, IO SUSSURRO AI VOSTRI CUORI LA MITEZZA E LA VERITA' DEL VANGELO: OGGI CON SEMPLICITA' DI CUORE E CON AMORE MATERNO PARLO A VOI COSI' COME IL MIO GESU' PARLAVA ALLE SUE FOLLE CON PAROLE PICCOLE E POVERE MA PIENE DI SAPIENZA DI DIO. Figli miei, rinnovatevi, amate e sappiate accogliere la vostra croce quotidiana. Sappiate che io vedo e sento i figli che in questo momento ridono del mio parlare, ma io vi amo e stringo al mio Cuore Materno ogni cosa perché io vi voglio salvi, vi voglio miei, vi voglio piccoli, vi voglio poveri! CREATURE MIE, SAPPIATE CHE IL MIO GESU' VI AMA, VI AMA ed E' PRONTO A STENDERE LE SUE BRACCIA SUL LEGNO DELLA CROCE: SAPPIATE CHE LUI E' LA VITA ETERNA! CREDETE NEL SUO AMORE, figli cari, E SARETE SALVI, CHIEDETE NEL SUO NOME E NELLA CONVINZIONE DEI VOSTRI CUORI E SARETE SALVI, OPERATE NEL SUO NOME E NELLA CONVINZIONE DEI CUORI E SARETE CONSOLATI, figli miei, MA ELARGITE I VOSTRI CUORI: ELARGITELI CON LA TOTALITA' DELLA CROCE. Figli miei, invocate sempre la Luce dello Spirito Santo e sarete illuminati perché Gesù TI° aspetta: arde per ognuno di voi! Figli miei, IL MIO GESU' STA PREPARANDO PER VOI IL BANCHETTO NUZIALE: LA PASQUA ETERNA! MA SIATENE DEGNI DI ACCOSTARVI AL SUO AMORE, ALLA SUA MITEZZA, ALL SUA POVERTA' E RICCHEZZA DEL PADRE. Figli miei, vi invito ancora a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate, figli cari! E tu figlio Mario, figlio santo, sii sempre presente all'Altare della Misericordia; elargisci le tue braccia, figlio mio, e benedici il mondo: desidero da te la santa benedizione, falla partire da quest'altare, figlio mio, sul mondo intero (lo farò dopo perché ero fuori del recinto e non avevo sentito il messaggio); figlio mio, ti invito a pregare: prega perché altri flagelli si abbatteranno sull'umanità e tu figlio santo e il Servo della Croce dovete combattere e soffrire ancora per l'umanità, ma non dimenticare che il mio Cuore Immacolato e Addolorato trionferà e il mio Progetto viene da Fatima; figlio mio, unisci sempre i tuoi figli con i Cuori Santissimi, vai avanti e non fermarti. Tu, Piccola Croce del mio Cuore Immacolato e Addolorato, accetta ancora con amore i dolori che il mio Gesù manda su di te e porta in questi giorni la Croce che il mio Gesù ha posto su di te. (Giu) Sì, Mamma, ma tu stammi vicino: non lasciarmi! (I/A) Non temere, figlia mia, io sono qui, non ti lascio! Oggi guarda questo segno, figlia mia! (Giu) Mamma, puoi dirmi cos'è? (I/A) No, figlia mia: non posso spiegarti questa visione ma non temere. (Giu) Sì, Mamma! (I/A) Ora vi lascio, figli miei, grazie per essere stati in mia compagnia, grazie per essere stati qui ad ascoltare. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel segno della Croce. Non temete, verrò ancora in mezzo! Lode (5). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".