Notizie da Sofferetti-24  n. 173

Lauria, 13 maggio 1996  

 

"DIO CI PARLA QUANDO CI TROVA IN SILENZIO"

(G. Alberione)

 

1) Giov 25/4/96, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, sono il vostro Gesù, sono venuto a riposare nei vostri cuori: gioite e fate festa, figli cari, perché il Maestro è qui in mezzo a voi! Tu, croce mia, bevi ancora* i miei calici e soffri per l'umanità tutta: in particolare soffri per i Grandi del mondo.* (Giu) Sì, Gesù, ma c'è ancora sangue intorno a te e i calici sono sempre misti! Gesù,* dammi la forza tu! (Ge) Non temere, creatura mia, io sono qui in mezzo a voi. Ora siediti, creatura mia, e soffri per l'umanità:* bevi ancora i miei calici. (Giu) Sì,* Gesù! (Ge) Soffri, creatura mia, perché sono in pochi ad accettare la sofferenza: tu soffri per i tuoi figli, creatura mia! (Giu) Sì, Gesù,* ma dammi la forza perché sono debole!* (Ge) Ora bevi, bevi dei miei calici, creatura mia, e non temere:* salva queste anime che vedi* con le tue sofferenze. (Giu) Sì, Gesù!* Gesù, cosa posso fare ancora per queste anime?* (Ge) Prega, figlia mia, e fai pregare i tuoi Piccoli Giovanni col cuore.* (Giu) Sì, Gesù!* Gesù,* è amaro questo calice!* (Ge) Lo so, figlia mia, te lo sto offrendo io: bevilo.* Ecco, figli cari, in questa serata io vi chiedo ancora una volta di amare col cuore e di ascoltare il mio Santo Vangelo, molti di voi dicono di pregare ma non lo fate, figli cari! Io sono Padre di Misericordia, di Luce, di Verità e di Perdono e vi perdono anche quando sbagliate perché sono Padre e conosco i vostri cuori: non c'è bisogno che voi me lo ricordate. Figli miei, io vengo in mezzo a voi a portarvi la Luce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, anche se sono qui in mezzo a voi vivo e reale, siete poco convinti ed io soffro, figli miei, soffro perché io vedo con gli occhi della Luce e con la Verità del Padre vengo in mezzo a voi perchè vi voglio salvi: vi voglio santi come io sono Santo, il vostro Gesù che è morto ed è risorto sul legno della Croce per ognuno di voi. Non vi sono altri dii che possono salvarvi, figli miei! Io sono il Dio Uno e Trino, non correte di qua e di là, ma ascoltate il Santo Vangelo ed imitatelo, figli miei, spose del mio Cuore. Io sono il Maestro, il Gesù Buono che viene in mezzo a voi come Padre, Amico e Fratello, vengo a gioire nei vostri cuori ma non tutti aprite la porta per farmi entrare: il mio Cuore gronda sangue perché sono qui dinanzi a voi ad aspettare che la porta si apre! Figli miei, portate la Croce, soffrite per questi figli che non mi lasciano entrare, lo fanno a parole ma la porta la trovo chiusa ed io soffro: soffro perché vi amo e vi voglio salvi! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché io così vengo in mezzo a voi, piccolo e povero: in silenzio! NON VENGO a fare BOATI ma VENGO a portare PERLE PREZIOSE D'AMORE, DI CARITA' E DI PERDONO. Ecco, figli miei, questo io voglio da voi: PREGHIERA, SILENZIO, AMORE, PERDONO E CARITA'. Fate questo ed io vi riconoscerò come miei figli, miei sposi, miei amici. Ora, figlia mia, bevi del mio calice, bevi e soffri ancora per i tuoi figli. (Ge) Sì, Gesù, ma dammi la forza perché sono debole!* (Ge) Bevi ancora.* Ora offri da bere alla mia creatura (=Anna M): tu, figlia mia, vai avanti con la tua croce e non temere perché non è pesante, la mia è più pesante della tua, tu vai avanti, sii forte nella carità e nell'amore, io sono al tuo fianco, non temere, bevi del mio calice amaro ed offrilo al mondo. Ora, figlia mia, dividi ed unisci il Regno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo:* mangialo, soffri ancora con la mia Croce. (Giu) Sì, Gesù, soffro per te perché ti amo. (Ge) Vai avanti! Dividi e unisci anche tu, figlia mia (=A.M.): mangia il pane del mio Amore e donalo al mondo. Ecco, io mi sono donato in povertà e in mitezza; con la Benedizione del Padre mi sono donato a tutti voi col Pane dell'Amicizia e dell'Amore, voi donatevi al mondo così come io vi ho donato il Pane e il Vino: la Povertà, la Carità, l'Amore e la Mitezza.* GIOITE CON ME: GIOITE NELLA SOFFERENZA DELLA CROCE! Ora accostatevi così* come siete al Banchetto dell'Amore e della Carità: al Banchetto Nuziale. Tu, figlia mia, bevi ancora* e soffri soffri! Ora mi poggio su di te con la Croce,* sii forte, anima mia! (Giu) Sì, Gesù, ma non piangere! (Ge) Non temere, il mio pianto è Pianto d'Amore. Ora accostatevi: accostatevi al mio Banchetto! Venite così come siete perché io conosco i cuori di ognuno di voi, ma vi chiedo di essere pacifici e di amarvi gli uni gli altri: almeno in questo attimo di luce e di carità.* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli cari! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi anche se alcuni di voi sono distratti nella mia preghiera: nell'ascoltare la mia Parola. Figli cari, rinunciate al male ed accostatevi al mio Cuore convinti perché io sono qui in mezzo a voi e vi amo, vi amo, figli miei, e voglio essere cullato nei vostri cuori: voglio essere accarezzato come un bimbo perché ho bisogno del vostro amore. Figli miei, fermatevi e contemplate il mio Cuore che è dinanzi a voi e gronda sangue per l'umanità: CONTEMPLATE IL MIO CUORE, figli! (Giu) Gesù, sei grande, sei grande! (Ge) Sì, figlia mia: E' L'AMORE CHE HO PER OGNUNO DI VOI CHE MI RENDE GRANDE, AMATE AMATE AMATE ANCHE VOI e SARETE GRANDI. Io sono qui seduto sulla Roccia del Padre e imploro misericordia al Padre per ognuno di voi: VOI DEGNATEVI DI GUARDARE IL MIO CUORE e SARETE RAGGIANTI DI SPIRITO SANTO. (Ge) Gesù, ti chiedo misericordia da parte di tutti: misericordia, Gesù, misericordia! (Ge) Figlia mia, il tuo cuore è così grande! (Giu) Gesù, non sono niente, ma ti chiedo misericordia per l'umanità: misericordia! IL TUO CUORE GRONDA SANGUE, FALLO GRONDARE SULL'UMANITA' AFFINCHE' COMPRENDE IL TUO AMORE, GESU', ma NON ABBANDONARCI anche SE NON SAPPIAMO VEDERE! (Ge) Non temere, figlia mia, continua a soffrire e a pregare. Ora vi chiedo scusa se mi sono fermato a lungo con voi, ma vi amo e gioisco nel(lo) stare in mezzo a voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlia mia, lega la Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù: sei grande seduto sulla Roccia del Padre. (Ge) Sono grande perché amo, amate anche voi, figli cari: è questo che vi chiedo: amate! e vi chiedo ancora scusa se mi sono fermato a lungo. Grazie, figli miei, per aver ascoltato la mia Parola. (Giu) Gesù, siamo noi che dobbiamo dirti grazie e tu chiedi a noi scusa: COSA DOBBIAMO FARE PER RICAMBIARE IL TUO AMORE? (Ge) PREGATE e GIOITE NELLA MIA PACE: E' QUELLO CHE IO VOGLIO DA VOI! (Giu) Grazie, Gesù! ti amo, Gesù! (5) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, aspettatemi, io verrò, io verrò, io verrò nel Segno Tremendo della Croce: aspettatemi, spose mie!

2) Ven 26/4/96, ore 10.40, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, CERCATE LA PORTA DEL MIO CUORE e RIFUGIATEVI IN ESSO. Io vi amo e piango lacrime di sangue per ognuno di voi! Figli miei, ancora i vostri occhi non vogliono aprirsi e non volete ascoltare le mie parole?! Figli, MOLTI FLAGELLI SONO SU DI VOI perché voi siete duri di cervice: figli, FERMATELI, perché SIETE VOI CHE VOLETE QUESTE COSE; figli, FERMATELI CON L'ACCOSTARVI ALLA MIA PORTA: IO VI STO ASPETTANDO MA VOI NON BUSSATE. Anche voi, figli della Casa del Padre mio, andate di qua e di là senza sapere cosa dovete fare e neanche voi bussate alla mia porta: CORRETE DOVE C'E' CHIASSO E DENARO e NON VI FERMATE DINANZI ALLA MIA PORTA! Ah, figli miei, quanto soffro per voi! Tu figlio Mario, figlio santo, tu figlio Pasquale, tu figlio Franco e tu Croce mia, caricatevi della mia Croce, pregate e soffrite per questi figli che non vogliono avvicinarsi alla mia porta, consolate il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. Vi benedico con la Croce tremenda del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen (4)".

3) Dom 28/4/96, ore 15.40, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi i miei calici e soffri per il tuo Gesù:* bevi i calici che mi stanno offrendo in questo attimo i figli Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre.* (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te e tu piangi lacrime di sangue!* (Imm) Figlia mia, bevi i calici e soffri perché il sangue che vedi è sangue degli innocenti e serve per salvare i duri di cuore.* (Giu) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: aiutali tu! tu sei Mamma, aiutaci tu a camminare perché io non lo so fare! (Imm) Figlia mia, io sono qui per salvarvi, vi dono la mia mano, legatevi ad essa e soffrite: immolatevi* per i figli della perdizione, i figli che non vogliono accettare la Croce del mio Gesù; tu in modo particolare,* figlia mia, bevi i calici e soffri: soffri e consola il Cuore del tuo Gesù.* (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza, dammi la forza perché i chiodi sono enormi:* i chiodi sono enormi!* (Imm) Non temere, figlia mia, io sono qui e ti sostengo come Mamma.* Figli miei, io vi amo, vi amo e voglio la vostra santità, la vostra salvezza, ma voi elargite il cuore alla Croce: elargitelo, figli miei! Ora tu soffri e immolati, figlia!* (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi invito sempre a pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figli cari, vi invito ad accogliere i Vangelo del mio Gesù. Figli cari, imitate il Santo Vangelo e seguitelo, figli cari, perché io vengo a portare in mezzo a voi la Parola Viva del mio Gesù e vi invito ad accoglierla col cuore. Figli cari, non temete e non caricatevi delle cose del mondo ma elargite i vostri cuori alla Misericordia di Dio. Figli miei, il mio Gesù vede e sente ogni cosa ed è pronto ad elargire il suo Cuore e il suo Amore per ognuno di voi. Non vi affannate e non vi affaticate, figli cari, per le cose del mondo: sappiate che abbiate un Padre Buono che vi ama e vi consola; figli miei, il mio Gesù non lascia nessuno di voi, non lascia che i suoi figli si perdono, vi ama ed elargisce sempre le sue braccia sul legno della Croce per donarvi tutto ciò che vi serve ma nel giusto: sappiate che il mio Gesù vi dona tutto e nel giusto nella misura della Croce. Figli cari, io sono la vostra Mamma e grondo lacrime di sangue per ognuno di voi. Figli miei, io conosco i vostri cuori perché sono Mamma e grondo grondo lacrime di sangue, figli cari, perché siete voi che non volete seguire la Via-Mamma. Io vengo qui e nel mondo intero a portare il messaggio vivo del mio Gesù che Dio Padre mi manda in mezzo a voi, figli miei, ed io con amore e umiltà mi prostro ai piedi del mio Dio e Signore ad implorare misericordia misericordia misericordia per l'umanità che non vuole ascoltare il grido della Croce. Vi siete stancati, figli miei, di essere mamme: siate mamme della Croce e della Luce! Figli cari, cercate LA PORTA DELL'AMORE ed entrate: entrate, figli miei! Io mando su di voi il Fuoco di Pentecoste: LA LUCE del PADRE, del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO, voi elargite elargite i vostri cuori alla Croce. Io come Mamma grido il mio dolore perché vedo i miei figli perdersi, pregate voi, Piccoli Giovanni: pregate pregate pregate ed implorate misericordia al Padre. Ora vi lascio, ma verrò ancora a portare il Pane Vivo del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode (6). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Crescete e moltiplicatevi nel Segno Tremendo della Croce. Amen. (Giu) Mamma, perché piangi? (Imm) Non temere, figlia mia, raccogli raccogli queste lacrime* e portale al tuo cuore. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Non temere, figlia mia, accetta le persecuzioni che verranno ancora, ma vai avanti e soffri per il tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma, ma stammi vicino! Sei bella!"

4) Merc 1/5/96, ore 7.30, a casa, orale

(Giulia: - Vedevo un Globo ed una Colomba): "Vieni, figlia mia, sono il Fuoco di Pentecoste: lo Spirito Santo Paraclito. Non temere, figlia, glorifichiamo insieme la Santissima Trinità. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Ora, figlia mia, scrivi per Maria. (Giu) Sì!

MAMMINA MIA,

MAMMINA DI TUTTE LE MAMME,

MAMMINA DEL MIO GESU',

MAMMINA DEL MONDO INTERO,

NON VI^ E' MAI UDITO CHE DOPO CHE IO, MISERO PECCATORE,

MI SIA RIVOLTO A TE IN QUESTO MESE A TE DEDICATO,

NON VI SIA STATA CONCESSA LA TUA GRAZIA MATERNA,

CONCEDI A QUEST'ANIMA PIENA DI ANGOSCIA

DI RICEVERE LA TUA SANTA GRAZIA

E DI IMITARTI NELL'ESSERE MAMMA. E così sia.

Pregate un'Ave Maria secondo l'intenzione dello Spirito Santo.

Ti benedico, figlia, mammina delle anime lontane dalla Croce, e benedico il mondo. (Giu) O Spirito Santo, non sono degna di essere chiamata così. (Spirito Santo) Io posso farlo, tu non temere, vai avanti. (Giu) Sì, Grazie! (Insieme) Amen Amen Amen Amen".

^ Suonerebbe meglio "non si è" ma viene confermato "non vi è" per accentuare l'universalità della mediazione di Maria come a dire: "non c'è luogo ...".

5) Merc 1/5/96, ore 15.40, a casa, col gruppo, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e soffri anche oggi per l'umanità, consola il Cuore del mio Gesù e il mio Cuore di Mamma come tu sai fare.* (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Figlia mia, bevi di questo calice: bevilo fino all'ultima goccia in riparazione delle offese.* (Giu) Mamma, è tutto rosso!* (Imm) Figlia mia, bevilo e consola il mio Cuore.* (Giu) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere e metto me stessa nel tuo Cuore:* aiutami ad andare avanti, aiutami sempre a camminare sulla tua strada, aiutami a donare il tuo Amore e la tua Parola, Mamma!* (Imm) Figlia mia, non temere, io sono qui in mezzo a voi in ogni attimo e vi guido come pecorelle smarrite: vi conduco sulla strada della Croce. Shalom (11). Sia lodato Gesù Cristo.* Sono io, la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi a PORTARVI IL MIO CUORE come VOSTRO RIFUGIO. Figli cari, pregate sempre per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata, figli miei, addolorata per i figli della perdizione, i figli che non vogliono accettare la Croce del mio Gesù ed io invito voi come Mamma a pregare. SIATE MAMME DEL SORRISO DELLA CROCE, figli cari: IMITATE LA SANTA CROCE E ABBRACCIATELA. Figli miei, io in questa giornata invito i vostri cuori ad elargirsi per i figli che non conoscono la Luce del mio Gesù. Vi invito a pregare col Santo Rosario, figli miei, distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi alla Catena Santa del Santo Rosario. Io vengo in mezzo a voi a portarvi LA SCALA SANTA (= il S. Rosario come dalla visione dell'8/12/95) per raggiungere il mio Gesù: seguitela con amore, con carità ed umiltà. Figli miei, IL MIO PROGETTO viene da Fatima e nel mondo intero BRILLERA' come LUCE DI SPIRITO SANTO: FUOCO D'AMORE E DI CARITA'. Figli miei, IL MALE SARA' ANNIENTATO e LA LUCE DEL PADRE BRILLERA' sui volti dei FIGLI DELL'AMORE E DELLA PREGHIERA. Figli miei, corone del mio cuore, voi colonne sante, amate la Santa Corona del Rosario e pregate pregate col cuore, elargitelo, figli miei, io sono qui in mezzo a voi perché vi amo, vi amo, figli cari, e VI CHIEDO SOLO DI ESSERE MAMME, MAMME DELLA CROCE: MAMME DELLA MISERICORDIA DEL PADRE. Tu, croce mia, soffri ancora come tu sai fare per il tuo Gesù, per i tuoi figli che non vogliono comprendere il valore della Croce. Grazie, figli cari, per essere venuti a consolare il mio Cuore di Mamma. Vi invito sempre ad imitare la Croce Santa: imitatela con amore e carità. Vi benedico col Fuoco di Pentecoste, crescete e donatelo al mondo, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lode (5). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Soffrite, creature mie, soffrite e andate avanti per amore del mio Gesù. (Giu) Sì, Mamma!"

6) Giov 2/5/96, ore 21,03, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù: l'Agnello Immolato. Figli miei, gioite e fate festa perché io sono qui in mezzo a voi a portarvi la mia Gioia e la mia Pace. Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici: bevili e soffri per l'umanità che non vuole ascoltare il mio grido di Padre, di Figlio e di Spirito Santo.* Figlia mia, bevi ancora i miei calici misti: bevili e soffri per i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre mio.* Siediti, sposa mia, e soffri per l'umanità.* (Giu) Gesù, c'è ancora sangue intorno a te* e tu piangi lacrime di sangue! Gesù, sono io che ti faccio piangere? (Ge) No, figlia mia, non sei tu, non sei tu a farmi piangere: E' L'UMANITA' CHE NON VUOLE ENTRARE ATTRAVERSO LA MIA PORTA,* tu bevi i calici e soffri per loro.* (Giu) Sì, Gesù, io soffro perché ti amo, ma non mi ascoltano, dimmi cosa devo fare, Gesù! (Ge) Figlia mia, tu conosci il segreto: opera nel silenzio della Croce,* consola il mio Cuore come tu sai fare nel silenzio e nel nascondimento. (Giu) Sì, Gesù!* Gesù, aiutami a bere questo calice:* è sempre più amaro!* (Ge) Figlia mia, è sempre più amaro perché I FLAGELLI SONO ENORMI e SONO SU DI VOI,* tu prega e accetta con amore questi calici e fai pregare i tuoi Piccoli Giovanni.* Figlia mia, resisti!* (Giu) Gesù, è amaro!* (Ge) Resisti ancora!* (Giu) Gesù, ti amo!* (Ge) Ecco, figlia mia, bevi ancora del calice* e accetta questi dolori. (Giu) Sì, Gesù, ma non lasciarmi!* (Ge) Non temere, io sono qui, ma in questa sera ho bisogno delle tue sofferenze.* Immolatevi anche voi, figlie, spose mie!* (Giu) Gesù, perché c'è tutto quel sangue sul Monte?* (Ge) Non temere, figlia mia, bevi ancora* del calice* e resisti fino al sangue.* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ecco, figli miei, guardate il mio Cuore: fermatevi e guardate il mio Cuore come gronda sangue! Io sono qui dinanzi a voi, mi servo di questa misera creatura, potrei anche manifestarmi a tutti voi ma non lo faccio per adesso. Figli miei, vi chiedo solo di accettarmi: di aprire i vostri cuori alla Verità del Vangelo che io vengo a portare in questo angolo di paradiso. Figli miei, vi chiedo solo una cosa col Cuore Grondante di Sangue: distaccatevi dalle cose del mondo, legate i vostri cuori alla Croce, all'Albero dove io sono stato crocifisso per ognuno di voi e Quell'Albero è l'Albero della VITA, è l'Albero della VERITA', è l'Albero dell'AMORE. Figli miei, fate sbocciare nei vostri cuori, nelle vostre case l'Albero della Verità: siate piccoli e poveri perché io su Quel Legno sono salito povero e piccolo come un bambino. Figli miei, vi amo e vi chiedo di amare anche voi e di perdonare i vostri nemici: coloro che trafiggono i vostri cuori. Figli cari, è dolce stare con voi, è dolce la vostra compagnia, è dolce essere cullati nei vostri cuori, ma io vi chiedo di pregare per i figli Ministri che non mi vogliono cullare. Tu, figlio Mario, figlio santo, mi doni gioia, mi culli nel tuo cuore, ma molti altri figli non lo vogliono più fare: sono stanchi del loro Maestro e mi buttano di qua e di là ed io grondo sangue e il Monte è pieno di sangue perché io vengo buttato, vengo rinnegato, cacciato! Quanto dolore! Come soffre la mia Amata Mamma nel vedere tutto questo! Voi non vedete queste cose perché siete presi dalle cose del mondo e neanche guardate il mio Tabernacolo! Figli miei, i flagelli sono sempre di più e sono poggiati su di voi, ma io non posso far nulla perché non lo volete e chiudete la porta. Figli miei, pregate pregate ed implorate misericordia misericordia al Padre: almeno voi che siete qui in questo angolo dove io vengo a gioire per un istante! Tu, croce mia, consola sempre il mio Cuore, come sai fare, e soffri nel silenzio. (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza! (Ge) Non temere, ce la farai, figlia mia. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà. Figli miei, IMITATE QUESTO PANE E QUESTO VINO: siate piccoli e poveri così come io vengo in mezzo a voi NEL SEGNO DELL'AMICIZIA E DELLA POVERTA' e donatevi come io dono a voi questi DONI di Padre, di Figlio e di Spirito Santo.* Tu soffri ancora. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: BENEDICILO NEL SEGNO DELLA SANTISSIMA TRINITA'. Ora, figlia mia, guarda ma non spaventarti* (pausa). (Ge) Gesù, che significato ha? (pausa) Grazie, Gesù! (Ge) Ora dai da bere al figlio santo: tu, figlio mio, bevi del Calice dell'Amore, bevilo e donalo al mondo; vai avanti, figlio mio, vai avanti con la tua sofferenza, io sono sempre al tuo fianco, non ti lascio, presto gioirà il tuo cuore e sarà ripieno d'Amore, di Luce e di Spirito Santo, dovrai parlare ancora CON LA MIA PAROLA, figlio mio, presto comprenderai ciò che sto dicendo; figlio santo, bevi del mio Amore. Tu, figlia mia, bevi del mio Calice della mia Sofferenza e gioisci nell'Amore della Croce. Ora, figlio mio, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e donalo al mondo.* Tu, figlia mia, mangia l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: soffri* e dona al mondo la Sofferenza della Croce. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi perché vi amo, vi amo, vi amo, figli cari, e non vi chiedo altro di essere amato e cullato nei vostri cuori: non è molto che vi chiedo, figli miei! CONSOLATE IL MIO CUORE, CONSOLATELO! Ora accostatevi così come siete al mio Banchetto Nuziale: all'AMORE del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Venite, spose mie, e gioite con me nella Sofferenza della Croce. PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, spose miei! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, figli miei, io mi sono donato a tutti voi presenti e a coloro che si rifugiano nel mio Cuore. Vi amo, figli miei, e non vi faccio mancare nulla: vi dono ogni goccia del mio Sangue perché vi voglio santi come io sono Santo. Figli miei, LE MIE PROMESSE SONO PROMESSE DURATURE: NON VI LASCIO, NON VI LASCIO perché VI AMO e IL MIO AMORE NON HA LIMITI! Figli miei, vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, pregate e cullatelo nei vostri cuori: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Figli miei, è dolce restare con voi, vi chiedo scusa ancora una volta se mi trattengo a parlare ma trovo gioia e voglio restare con voi: CONTEMPLATE IL MIO CUORE, GUARDATELO, figli miei, PERCHE' E' QUI IN MEZZO A VOI! (Giu) Ti amo, Gesù! (Ge) Ora, figli miei, vi lascio, ma IN MEZZO A VOI LASCIO IL MIO CUORE attraverso il figlio Sacerdote, il figlio santo. Vi lascio la mia Benedizione nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Verrò ancora in mezzo a voi, non temete! Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, unite la Catena Santa e pregate con la mia preghiera. (Giu) Sei grande, Gesù: SEI GRANDE SEDUTO SULLA ROCCIA DEL PADRE e IL TUO CUORE E' IMMENSO! GESU', E' IMMENSO IL TUO CUORE! (Ge) Sì, figlia mia, amate amate anche voi e i vostri cuori saranno raggianti di Spirito Santo. (Giu) Ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose amate del mio Cuore, aspettatemi, aspettatemi perché IO VERRO' A DONARVI IL MIO AMORE, LA MIA PACE E LA MIA LUCE".

7) Ven 3/5/96, ore 10.30, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, CERCATE LA VIA DELL'AMORE e percorretela, CERCATE LA MIA VERITA' CHE E' IN OGNUNO DI VOI e non lasciatevi trascinare nel BUIO del mio nemico che non può donarvi la vita eterna. Figli, io piango e sono seduto sulla Roccia del Padre. Figli miei, VI STATE DISTRUGGENDO DA SOLI PERCHE' NON VOLETE ASCOLTARMI. Così mi amate? Così dite di pregare? Figli, lo fate con la bocca ma i vostri cuori sono lontani da me: sono pieni di odio, non riuscite ad amare, non volete accettare il Bacio del Piccolo Giovanni, ah, figli miei! E voi, figli Ministri, in quanti siete ad accettare la mia Croce? Vi posso contare sulle dita di una sola mano! Non ingannate i vostri cuori e non scandalizzate i miei piccoli perché l'ora del Padre è su di voi. Figli, FERMATE I FLAGELLI CHE SONO SU DI VOI: CERCATE LA MIA VERITA'. Tu, croce del mio Cuore, vai avanti anche se il tuo carico è pesante. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Grazie per i tuoi Sì! Vi benedico con la Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen (4)".

8) Dom 5/5/96, ore 15.40, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio, se sei tu glorifica Dio. (I/A) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Soffri ancora, creatura mia, bevi anche oggi i calici* del mio Gesù, bevi e soffri: immolati per i Grandi del mondo, figlia mia, e i Grandi della Casa del Padre: accetta i chiodi del mio Gesù in riparazione delle offese. (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te e tu piangi lacrime di sangue! (I/A) Non temere, figlia mia, il sangue che vedi è sangue degli innocenti, tu bevi i calici e soffri ancora per l'umanità.* (Giu) Sì, Mamma! Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere,* aiutaci tu perché io non lo so fare. (I/A) Prega, figlia mia, perché io sono qui per la vostra salvezza e la vostra santità.* Ora bevi i calici e immolati.* (Giu) Sì, Mamma! (I/A) Shalom (15). Sia lodato Gesù Cristo. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo della Croce. Figli cari, oggi ancora una volta, per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, io sono qui in mezzo a voi. Figli miei, vi chiedo sempre di pregare per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata: figli miei, dico Mamma Addolorata perché il mio Cuore è trafitto. Figli miei, non vedo creature rivolte alla Croce ed io piango piango come Mamma! Vi invito ad ascoltare il Vangelo del mio Gesù, cercate la Luce, la Verità e la Vita Eterna: figli miei, cercatele attraverso la Croce e non prostratevi a dii sconosciuti che non possono darvi la Luce e la Vita Eterna. Figli miei, il mio Cuore gronda sangue per l'umanità tutta. Figli cari, elargite i vostri cuori alla Croce, io sono qui in mezzo a voi viva e reale, figli miei, vi invito alla preghiera costante: pregate ed implorate misericordia perché i flagelli sono sopra di voi ed io come Mamma mando il Fuoco di Pentecoste a riunire i vostri cuori: siate un'unica famiglia, siate la Famiglia della Croce del mio Gesù. Figli cari, spezzate le catene di satana, spezzatele col Santo Rosario e con l'Amore, amatevi gli uni gli altri e riconoscete il mio Gesù nei figli emarginati, nei figli drogati, nei figli della perdizione che non riescono ad accettare la Luce del Vangelo del mio Gesù. Figli miei, io sono Mamma e conosco i cuori di ognuno di voi: chiedete nel giusto, figli cari, e vi sarà concesso ma solo nel giusto. Figli miei, implorate misericordia misericordia misericordia misericordia misericordia al Padre che vi ama e vi aspetta. Figli miei, cercate LA PORTA, cercate LA GRAZIA DELL'ANIMA e vi sarà concessa ogni cosa, cercate LA LUCE DELLO SPIRITO SANTO, figli miei, e vi sarà concessa, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori. Figli miei, il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero: voi pregate pregate pregate e aspettate il mio Gesù perché la sua Promessa è Promessa Duratura. Figli miei, siate credenti nella mia presenza qui in mezzo a voi perché io vengo per la vostra salvezza e santità. Ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi con la Luce dello Spirito Santo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel Segno Tremendo della Croce. Lode (5). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, Giuseppe e di Maria. Amen. Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza perché io sono debole! (I/A) Non temere, figlia mia, io sono sempre al tuo fianco, vai avanti. (Giu) Grazie, Mamma!"