Notizie da Sofferetti-24  n. 194, Lauria, 7 aprile 1997 

 

"E' GIUNTA L'ORA CHE IL FIGLIO DI DIO

ATTIRI TUTTI A SE'"

(cfr. mess. 21/3/97)

1) Dom 16/3/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, tu grondi sangue anche oggi! (Imm) Figlia mia, il sangue che vedi è sangue degli Innocenti:* prega, figlia mia,* e bevi anche oggi* i calici misti del mio Gesù, accetta con amore i dolori del parto,* figlia mia, e immolati per l'umanità, per i figli che non vogliono riconoscere il mio Gesù, i figli che non vogliono riconoscere il Segno Santo della Santa Croce!* Io sono qui col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre e vi sto portando in questi anni il Cuore dello Shalom, ma voi non lo accettate: non riuscite a comprendere ciò che io vi dico come Mamma! Figli miei, io vengo a portarvi il Vangelo Vivo del mio Gesù perché io sono la Mamma Immacolata* e Addolorata e non vi sono altri dei all'infuori del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi. Figli miei, io come Mamma vi porto la Croce perché è l'unica Salvezza per l'umanità e col Cuore Grondante di Sangue vi invito a pregare affinché i flagelli che vi circondano si allontanino. Figli miei, vi ho detto che questa Pasqua è Pasqua di Pace: ma è pesante perché è segnata con la Croce del mio Gesù. Figli, aggrappatevi all'Albero della Vita: lasciate le cose del mondo che vi portano per la porta larga! Figli miei, rivolgete i vostri cuori al Padre, in questi tempi sono le ultime benedizioni che il Padre vi concede ed io come Mamma non posso fare nulla perché siete voi a non degnarvi di uno sguardo all'Albero Vivo della Croce! Figli miei, implorate misericordia, implorate misericordia al Padre e vivete in pienezza il Vangelo di questa giornata (5/B Quar): vivetelo, figli miei! Tu, croce mia, immolati per i tuoi figli, prega e consola il Cuore del tuo Gesù accettando ancora la Santa Sofferenza e invita i tuoi figli ad amare, a perdonare, a usare carità. (Giu) Mamma, perdonami, non ascoltano: dimmi tu cosa devo fare! (Imm) Immolati per loro, figlia mia: prega e consola il Cuore del mio Gesù! (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza! (Imm) Piccola cocciuta, sai come fare, stringiti alla Croce del mio Gesù e vai avanti, prega per i figli Ministri,* parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato: immolati per loro! Pregate e non date giudizi perché loro sono i figli scelti per donarvi il mio Gesù, ma il mio nemico si serve di loro per confondere! Figli miei, pregate voi e sosteneteli con il vostro amore, con la vostra carità e con la vostra preghiera: siate Croce viva e Luce vera per i figli Ministri! Figli miei, Piccoli Giovanni, io do a voi il compito della santità dei Sacerdoti: pregate pregate e usate carità! IL MISTERO DEL GESU' NASCOSTO^ LO COMPRENDERETE QUANDO RIUSCITE A GUARDARE CON GLI OCCHI DEL CUORE LA SANTA EUCARESTIA. Figli miei, io porto a voi queste piccole gocce: voi raccoglietele e portatele ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli che non riescono a vedere la Luce e l'Amore del Gesù Crocifisso. Ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane Vivo: la Parola Viva del Santo Vangelo del mio Gesù. Tu, croce mia, soffri ancora e bevi* i calici misti del tuo Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi NELL'AMORE DEL DIO BAMBINO.^ Lode lode lode lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

2) Mar 18/3/97, ore 7.30, a casa, orale:

"Sono io, la Vergine Immacolata. Figlia mia, vieni: glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Coraggio, anima mia, alzati (era a letto) e vieni a consolare il Cuore del tuo Gesù che è afflitto. Non scoraggiarti, figlia mia, ciò che Gesù promette si adempie, devi solo aspettare i tempi del Padre. (Giu) Mamma, come posso consolare il Cuore di Gesù se io non riesco a fare nulla? (Imm) Non lamentarti sempre, tu sei la Piccola Cocciuta del mio Gesù e Dio Padre ti vuole così, ma non temere, tu ama e perdona, usa carità: il resto si vedrà con la Luce del Padre con tutta la Gloria quando Lui verrà, ora prega affinché i flagelli si fermino. (Giu) Mamma, perdonami! (Imm) Coraggio, figlia mia, non temere, soffri come tu sai soffrire e non spaventarti di niente e di nessuno perché la Grazia di Dio è su di te. Figlia, siamo a buon punto e Gesù ha bisogno di aiuto: sali con lui il Monte santo. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ora con Voi Quattro della Croce benedico il mondo: siate forti perché Gesù si poggia su di voi. Vi benedico col Segno Tremendo della Croce. Amen Amen Amen Amen. Tu, anima mia, soffri ancora per il tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma!"

3) Merc 19/3/97, ore 7.30, a casa, orale:

Figlia, vieni: glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figlia mia, soffri e consola il Cuore del tuo Gesù, oggi prega secondo le mie intenzioni, il mio Cuore è così trafitto: guarda, figlia mia, quanti flagelli si abbattono ancora sull'umanità! (Giu) Mamma, cosa devo fare? (Imm) Figlia, SOLO LA PREGHIERA E' L'UNICA ARMA PER COMBATTERE ma siete in pochi a pregare: figlia mia, l'umanità si prepara alla Pasqua con le cose mondane dimenticando la preghiera! (Giu) Mamma, oggi è la festa del tuo Giuseppe! (Imm) Sì, figlia mia, ma guarda l'umanità come lo usa! (Giu) Mammina, perdonaci! (Imm) Io sono Mamma e comprendo, ma il mio nemico approfitta dei vostri errori per confondervi ancora di più facendovi usare la Chiesa come cosa di divertimento: non cadete nella sua rete, ma consolate il Cuore di Gesù, di Giuseppe e di Maria con la Santa Sofferenza. E Voi Quattro della Croce, soffrite ancora per i vostri figli. Vi benedico con l'Albero della Vita nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

4) Giov 20/3/97, ore 21.04, a casa, more solito:

 "(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose mie! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti e soffri ancora con i miei e i tuoi dolori del parto: immolati per l'umanità, sposa mia! Ora siediti. (Giu) Gesù, tu grondi sangue* e la Roccia gronda sangue!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è sempre sangue degli Innocenti,* tu bevi:* i calici misti sono sempre* più amari!* Figlia mia, non essere cocciuta: se non ce la fai,* grida!* (Giu) Gesù, perdonami se ti chiedo di non farmi gridare! (Ge) Stiamo salendo il Monte insieme, figlia mia: è stata dura per me, come puoi farcela tu? (Giu) Gesù, stringi la mia mano!* (Ge) Figli miei, in questo giovedì io non vi trattengo molto, vi chiedo solo una cosa: guardate la Santa Croce, guardatela, figli miei, ma guardatela con gli occhi del cuore e pregate:* pregate secondo le intenzioni del Padre! Io sono seduto sulla Roccia del Padre e con voi contemplo la Santa Croce che è l'unica Verità, l'unica Luce vera ed io mi sono poggiato e mi poggio ancora su di essa: ma quanti figli la guardano?! Figli miei, siete in pochi* a guardarla, in pochi a comprendere il suo valore, la sua luce, la sua verità! è il Legno che ha abbracciato il mio Corpo e vi ha donato la Vita: ma voi non volete accettarlo?! Ah, figli miei, come è caldo il suo abbraccio! come è dolce sentire il suo calore! ma non volete sentirlo ed io sono solo, figli miei, ma vi invito ancora a guardare la Santa Croce e accettare in pienezza il mio Santo Vangelo perché è per questo che io vengo in mezzo a voi. VI PORTO LA MIA CROCE, il mio Santo Vangelo, E ATTRAVERSO ESSA VI PORTO IL CUORE DI MIA MADRE: E' UNA MAMMA ADDOLORATA CHE GUARDA I SUOI FIGLI, LI CONTEMPLA COME HA CONTEMPLATO ME SUL QUEL LEGNO SANTO. Figli miei, fatela gioire, risorgete anche voi in questa Santa Pasqua: risorgete alla Croce, risorgete al mio Vangelo e non prostratevi a dei che non possono salvarvi! Io vi amo, figli miei, e non voglio perdervi e mi poggio sui miei Piccoli Giovanni perché gioisco nei loro cuori: gioisco quando trovo i cuori aperti alla Santa Sofferenza! e in questa Pasqua io vi chiedo ancora di contemplare la Croce e di accettare la Santa Sofferenza affinché i flagelli che vi circondano si allontanino, ma vi invito a pregare: pregate pregate e implorate misericordia al Padre! Tu, croce mia, porta ancora i tuoi figli attraverso la Porta del Parto, lo so che il tuo carico è pesante, figlia mia, ma non temere, la mia Grazia è su di te, vai avanti anche se non ti ascoltano, non temere, l'hanno fatto con me, croce mia: il tuo Sì costa caro, ma non temere, vai avanti e soffri ancora per i tuoi figli! (Giu) Sì, Gesù, ma stringi la mia mano! Padre! Padre! Padre mio, non lasciarmi! (Ge) Creatura mia, stringiti sulla mia Croce e non temere, vai avanti: accetta ancora i calici per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi: non scappate, figli miei! Pregate per il piccolo Mario, per il Sacerdote santo: figli, il suo carico è pesante, aiutatelo con la Santa Preghiera ed amatelo col Santo Vangelo, con la Santa Croce.* Tu, anima mia, resisti ancora, siamo a buon punto della salita: non fermarti, anima mia! (Giu) Padre! Padre! Padre, stringi ancora le mie mani! (Ge) Sei la mia cocciuta: ma ti amo così come sei! Figli miei, vi ringrazio per essere venuti in questo piccolo angolo di paradiso, vi dico grazie per non avermi lasciato solo: seduto sulla Roccia del Padre io guardo i vostri cuori e li benedico col Sigillo della Croce, benedico coloro che si uniscono a questa santa preghiera, benedico i vostri ammalati, i vostri cari, i vostri nemici e i figli che non conoscono la mia Luce. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi: piccolo e povero, ma nella Povertà porto il Seme del Padre. Figli miei, siate coscienti della mia presenza in mezzo a voi! Ora PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA': RENDILO FECONDO E DONALO AL MONDO NEL SEGNO SANTO DELLA CROCE. Tu, anima mia, bevi il Calice del Parto: soffri ancora per i tuoi figli! (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza! (Ge) Bevi!* ora offri da bere alla mia sposa (Franca Filici): tu, creatura mia, sposa del mio Cuore, non temere, io sono il tuo Dio, il tuo Signore, sono tuo Padre e un padre conosce i timori delle proprie figlie, non sono un padre severo, il mio grido d'amore romba nel tuo cuore! figlia mia, conosco ogni tua piccola cosa e con amore di Padre ti invito a contemplare la Luce del Vangelo, la Verità della Croce; figlia mia, cammina sempre sulla Via-Mamma del Santo Rosario e non temere niente e nessuno, porta la mia Luce e la mia Verità ovunque vai; ora bevi anche tu del Calice del Parto, sposa mia, e non temere perché io ti amo: bevi, figlia mia! Tu, anima mia, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangia il Seme del Parto, soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Figlia mia (Franca), dividi anche tu e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangia e donalo ai tuoi figli. Ecco io mi sono donato nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ora siamo un'unica cosa, figli miei: restate sempre uniti nella Verità del mio Vangelo e amate amate, amate col cuore, amate col mio Cuore di Padre, figli miei! Ora preparate i vostri cuori alla mia Pasqua, al Banchetto Nuziale, perché io sono qui in mezzo a voi a gioire con l'Amore della Croce.* Tu, anima mia, preparati alla mia Pasqua.* (Giu) Sì, Gesù!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché è Pasqua di Pace: ma è segnata col Sigillo della Croce ed è pesante, figli miei! ma voi non spaventatevi perché io sono Padre e un padre ama i propri figli, anche i figli che mi inchiodano attimo per attimo sul Legno della Croce. Ora, figli miei, io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni, siate coscienti di questa mia Benedizione, siate forti perché presto comprenderete il significato del Bacio: io vi darò la forza di non scandalizzarvi, figli miei. Tu, croce mia, offri il mio Bacio, offri la mia Santa Benedizione all'umanità, e non temere le persecuzioni che verranno ancora.* (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza! Sei grande e il tuo Cuore è immenso: Gesù, non sono degna di ricevere il tuo Bacio! (Ge) Sei la mia Piccola Cocciuta: il tuo cuore è immenso! (Giu) Ah, Signore Gesù, è dolce restare con te! (Ge) Figlia mia, offri la mia Santa Benedizione. (Giu) Sì, mio Signore e mio Dio! (Ge) Scambiatevi anche voi la mia Santa Benedizione: voi siete i miei Piccoli Giovanni, le fiammelle vive del mio Amore, restate sempre piccoli e poveri, ma aspettatemi perché io verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del Padre. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Lode (1). Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa preghiera. (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo, spose del mio Cuore: è dolce abbracciare il vostro Ti amo e aspetto (presenti: Ti amo, Gesù) Grazie, spose mie!"

5) Ven 21/3/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

" Parla Gesù al mondo: - Ecco, figli miei, E' GIUNTA L'ORA CHE IL FIGLIO DI DIO ATTIRI TUTTI A SE'. Figli miei, quanti di voi guardano la Croce? in quanti cuori io mi trovo al primo posto? Ah, figli miei, sono pochi i cuori che mi amano e danno tutto per amore mio, eppure io vi ho donato la Vita! Ah quanto è amaro questo calice dell'indifferenza: quanto sono lunghi i chiodi di voi che non credete nel mio Amore! come è pesante la Croce per i figli Ministri che non credono nelle mie Visitazioni! Ah, figli miei, quanto vi amo: il mio Cuore arde d'Amore per ognuno di voi, ma io sono anche Giudice e il mio Giudizio è Giudizio di Padre! Ah, figli miei, quanto piango per voi! Voi Quattro della Croce, salite con me il Monte, non fermatevi, ma con amore pregate affinché i flagelli che vi circondano si fermino. Vi amo e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Croce. Tu, anima mia, resisti ancora: vieni con me! (Giu) Sì, Gesù! (Insieme) Amen Amen Amen Amen".

6) Domenica delle Palme, 23/3/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce mia, soffri anche in questa giornata per il tuo Gesù: bevi i calici misti e accetta ancora* i dolori del parto* per i tuoi figli. (Giu) Mamma, stringi le mie mani: dammi la forza!* Mamma, tu grondi sangue anche in questa giornata!* (Imm) Figlia mia, il sangue che vedi* è sempre sangue* degli Innocenti: prega* e immolati in modo particolare* in questa giornata,* figlia mia!* (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Io sono qui* in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, benedite e osannate Dio Padre per la gioia che vi dona:° nella Pienezza del Vangelo vi ha donato il mio Gesù, l'Albero Vivo dell'Amore e della Luce. Figli miei, gioite e fate festa in questo giorno, ma guardate con gli occhi del cuore il Legno Santo della Croce: Gesù per amore si è donato a quel Legno per donarvi la Vita Eterna, per donarvi la gioia di essere chiamati figli di Dio! Figli miei, accogliete queste ultime benedizioni che Dio Padre vi dona attraverso questa Pasqua di Pace, di Luce, ma segnata con la Croce ed è ancora pesante, figli miei: è pesante perché siete in pochi ad accogliere il mio Gesù che viene in mezzo a voi, in pochi siete a stringervi al Legno Santo della Croce e in pochi volete portarlo! Ah, figli miei (si accascia), il mio Cuore di Mamma gronda ancora di più sangue perché vedo le anime che entrano per la porta larga e in pochi passano per la Porta del Parto! Tu, anima mia, sali ancora col mio Gesù: non fermarti! (Giu) Mamma,* perdonami se sono debole! (Imm) Sei la Cocciuta del mio Gesù: perché non vuoi gridare? i dolori del parto sono enormi e tu ami a tal punto di/a tenerli stretti nel tuo cuore! (Giu) Mamma, non sono degna di quello che dici! (Imm) E' Dio a parlare, figlia mia: non sei tu! (Giu) Sì, Mamma, perdonami! (Imm) Non ti sto rimproverando, piccola cocciuta, ma invita i tuoi figli all'ascolto del Vangelo, invitali a seguire la via della Croce: amate e perdonate e come il mio Gesù benedite anche voi i vostri nemici, i vostri ammalati, i vostri cari e unitevi anche voi al Legno Santo della Croce. Vivete in pienezza queste giornate col mio Gesù. Figli miei, io conosco i vostri cuori e come Mamma Addolorata mi unisco alle vostre sofferenze e le depongo al Trono del Padre, offrite ogni piccolo acciacco al mio Gesù e coronate il suo capo col Santo Rosario: camminate la Via-Mamma, figli miei, e non fermatevi! Vi chiedo di pregare ancora per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, e non dimenticate di pregare per il figlio santo, per il mio piccolo Mario: figli miei, stategli vicino perché voi non conoscete il suo compito e neanche conoscete il suo carico, è il Sacerdote eterno di Dio Padre e Lui l'ha mandato a voi come sigillo vivo della Croce. Io vi porto queste piccole gocce affinché voi sappiate camminare col Vangelo del mio Gesù: sappiate che il Vangelo che io vi porto è il Vangelo del Dio Uno e Trino e non vi sono altri dei, figli miei! Tu, croce mia, preparati per la Pasqua che devi camminare col mio Gesù, ma non temere, io non ti lascio. Figlia mia, inizia a bere i calici! (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Sappi che sarà molto pesante! (Giu) Mamma, stringi sempre le mie mani e non lasciarmi! (Imm) Non temere, piccola cocciuta! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù.* Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Moltiplicatevi e donatevi ai figli che non conoscono la Luce del Padre.* Tu, anima mia, soffri ancora!* (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Invita i tuoi figli a vivere il Vangelo di questa giornata. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode lode lode lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Figlia mia, porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto* e bevi ancora* i calici che stanno offrendo in questo attimo al mio Gesù.* (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, sei bella anche se grondi sangue: perdonaci! grazie: grazie, Mamma! grazie, Mamma!"*

7) Lunedì Santo, 24/3/97, ore 7.30, a casa, orale:

"Figlia mia, vieni, glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figlia, sei ancora disposta ad aiutare Gesù? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia mia, prendi la Croce e sali con lui. Gesù si poggia ancora su di te: lo vuoi? (Giu) Sì, Mamma!^ (Imm) Figlia, non temere, io sono vicino a te, vai avanti, ti benedico col Segno Tremendo della Croce. Amen Amen Amen".

^ Compare la sesta ultima piaga del 1997: una CROCE in fronte sormontata da TRE STELLINE della corona di spine.

8) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 MARZO 1997

ore 15.24, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce mia, soffri anche oggi,* accetta i calici misti:* accetta i calici misti* del mio Gesù e immolati con i dolori del parto, figlia mia. (Giu) Mamma, tu grondi sangue anche oggi! (Imm) Figlia mia, non temere,* il sangue che vedi è sangue degli Innocenti: prega, figlia mia, e fai pregare i tuoi figli.* Io sono qui col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, vi chiedo solo, con amore materno, di seguire la via del Vangelo del mio Gesù. Il mio Cuore di Mamma è addolorato e trafitto! Figli miei, stiamo camminando insieme la Via-Mamma: ma non tutti seguite col cuore le orme che io sto segnando! Figli miei, lo so che èpesante per ognuno di voi portare la Croce, ma il mio Gesù non vi chiede molto e non vi carica troppo col peso della Croce. Figli miei, voi vedete a parte i flagelli che vi circondano, ma io come Mamma li vedo in pienezza e il mio grande dolore è vedere i vostri cuori chiusi dinanzi alla Croce del mio Gesù! Ah, figli miei, come camminate la via del Monte? pensate un po' al mio Gesù? vi fermate un po' a guardare il suo Cuore? vi fermate un po' a guardare il Legno che risplende? Figli, devo dirvi di No: perché i vostri cuori sono distanti da questo luogo, distanti dal mio Cuore Immacolato e Addolorato e distanti dalla Croce! Figli miei, io ringrazio voi che siete riuniti in questo angolo di paradiso dove il mio Gesù ha posto l'Altare della Misericordia: molte volte calpestato dai figli della perdizione! ma il Padre ama e il suo Amore è infinito. Figli miei, come Mamma del Dolore vi invito sempre ad accettare la Santa Sofferenza: non lasciatela mai, amatela e fatene tesori, figli miei, perché è la Porta per arrivare alla Porta Santa del mio Gesù! amate e perdonate e usate carità verso i piccoli, i poveri, gli emarginati, date un posto a loro accanto a voi e accoglieteli come accogliete il mio Gesù, ma accoglieteli col cuore: con l'amore! Figli miei, fate Pasqua con Gesù e camminate, figli miei,* perché la Pasqua ancora non è finita, portate ancora la Croce e pregate, figli: pregate col cuore! perché io come Mamma vedo e sento ogni cosa. Vi invito ancora una volta a pregare per il mio piccolo Giovanni, cioè per il Papa, e insieme a lui pregate per il figlio santo: non lasciateli soli, sono sigillati col Sigillo del Padre. Figli miei, ora vi invito a contemplare il Cuore della Croce. Tu, anima mia, resisti ancora! (Giu) Mamma, le forze non mi reggono!* (Imm) Non temere, croce mia, il mio Gesù ti sostiene: poggiati sulla Croce!* (Giu) Sì, Mamma, ma non lasciarmi perché sono debole! (Imm) Coraggio, anima mia, sali il Monte col mio Gesù e abbraccia i tuoi figli: conducili alla Porta del Parto!* (Giu) Mamma, ci sono quelli che non credono! (Imm) Ah sì, figlia mia, ce ne sono tanti: anche in questo attimo ridono di me, del mio Cuore Immacolato di Mamma, ma non temere, Dio ama e il suo Giudizio è imminente! tu vai avanti e non temere! (Giu) Sì, Mamma! Mammina mia, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: portali tu a Gesù e perdonami se non mi reggo! (Imm) Piccola cocciuta, non temere! Ora io vi lascio ma verrò ancora in questo luogo a portare la Parola Viva del mio Gesù. Piccolo Pasquale, piccolo Mario, il mio Gesù vi benedice col Bacio Santo: voi non scandalizzatevi, ma offriteli (=baci) al mondo, ai figli che non accettano la mia Visitazione in questo luogo e nel mondo intero. Accostati, figlio santo! Scambiatevi anche voi la Benedizione di Dio Padre e non scandalizzatevi, figli miei! Io benedico voi e il mondo intero e vi invito a vivere la Pasqua Santa del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nella Pasqua, figli miei: è Pasqua di Pace, ma è pesante perché è segnata col Sigillo della Croce! Tu, anima mia, sii forte ancora: bevi e soffri!* Figlio Mario, figlio Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la Preghiera Santa del mio Gesù. Grazie, figli miei! Consolate ancora il Cuore del mio Gesù: amate amate amate! amate con l'Amore del Vangelo Vivo!"

9) Martedì Santo, 25/3/97, a casa, orale (3 estasi: 7.30 - 09 -10)

a) Ore 7.30: "Figlia mia, vieni: glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figlia, vuoi ancora donare il tuo Sì a Gesù che tanto ti ama e soffre per ognuno di voi? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ah, figlia mia, caricati della Croce e vai avanti! il tuo cuore è trafitto come il mio ma non temere: sarai consolata! Ora cammina col mio Gesù! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ti benedico col Segno Tremendo della Croce. Amen Amen Amen Amen".

b) Ore 09: "Figlia, vieni ancora: consola il tuo Gesù col tuo Sì. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia mia, vuoi ancora amare il tuo Gesù e i tuoi figli? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Coraggio, figlia mia, prendi la Croce e sali con Gesù! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ti benedico con la Croce Tremenda.° Amen Amen Amen Amen".c) Ore 10: "Figlia, vieni ancora! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, guarda come trafiggono il mio Gesù: vuoi aiutarlo ancora con le tue sofferenze? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Coraggio, anima mia: prendi la Croce e sali col tuo Gesù! (Giu) Sì, Mamma, ma non lasciarmi! (Imm) Non temere! Ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

10) Mercoledì Santo, 26/3/97, a casa, orale (3 estasi: 7.30-8.30-9.30)

a) Ore 7.30: "Figlia mia, vieni ancora: glorifichiamo il Signore. (Giu) Sì, Mamma! (Insieme) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Imm) Figlia mia, il tuo carico è pesante: vuoi ancora aiutare Gesù o ti vuoi fermare? (Giu) Mamma, voglio aiutare Gesù, tu lo sai! (Imm) Grazie, figlia mia: vai avanti, prendi la Croce e sali col mio Gesù! Ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

b) Ore 8.30: " Figlia, vieni ancora: consola il Cuore del tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, guarda l'umanità, non riconosce più il mio Gesù: figlia, porta tu la Croce per loro. (Giu) Sì, Mamma, ma non lasciarmi: ho paura di cadere! (Imm) Figlia mia, io sono qui: vai avanti, cammina con Gesù! Ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

c) Ore 9.30: "Figlia mia, vieni ancora! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, caricati della Croce e aiuta il mio Gesù: guarda come lo trafiggono! (Giu) Mamma, dimmi cosa devo fare? (Imm) Gesù soffre, figlia mia: ciò che stai sopportando tu, non è poco! (Giu) Ma io non sto facendo niente! (Imm) Sei sempre la Cocciuta di Gesù anche quando soffri: vai avanti, sali con Gesù! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

11) Giovedì Santo, 27/3/97, a casa, orale (3 estasi: 7.30 - 8.30 - 09)

a) Ore 7.30: "Figlia mia, vieni: glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figlia, vuoi ancora camminare con Gesù e accettare tutte le sofferenze che lui vuole? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, caricati della Croce e sali il Monte con Gesù! Ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

b) Ore 8.30: "Figlia, vieni ancora: vuoi ancora amare il tuo Gesù? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, stringi i tuoi figli al Cuore della Croce e sali con Gesù! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

c) Ore 09: "Figlia, vieni ancora: consola il Cuore del tuo Gesù! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Coraggio, figlia mia: porta ancora la Croce, sali col mio Gesù! (Giu) Sì, Mamma, ma stringimi forte! (Imm) Ti amo, anima mia: ti benedico con la Croce Tremenda. Amen Amen Amen Amen".

12) Giovedì Santo, 27/3/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose mie! Tu,* croce mia, soffri ancora e bevi i miei calici misti* per l'umanità: soffri ancora* con i dolori del parto, figlia mia! (Giu) Sì, Gesù, ma sostienimi tu: non lasciarmi ché ho paura di cadere!* (Ge) Figlia, sai dove poggiarti,* non temere:* resisti ancora, figlia mia!* (Giu) Gesù, tu grondi sangue* e la Roccia gronda sangue!* (Ge) Figlia mia, è sempre sangue degli Innocenti il sangue che vedi: ma resisti* perché in questa serata è più forte!* (Giu) Gesù, se cado non lasciarmi per terra!* (Ge) Sei la mia Piccola Cocciuta!* (Giu) Perdonami, Gesù!* Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: anche se sono debole, ascoltali!* (Ge) Figlia mia, bevi questo calice!* (Giu) Gesù!* (Ge) Figlia, questo è per la Chiesa tutta* ed è amaro!* (Giu) Gesù, è rosso! (= richiama il martirio e molte sono oggi le persecuzioni) - (Ge) Non temere, figlia mia: bevilo!* (Giu) Gesù, tu sei solo!* (Ge) Figlia mia, preparati alla Pasqua: bevi!* (Giu) Gesù, non lasciarmi!* (Ge) Non temere, figlia mia: non ti lascio! Ecco, siamo qui riuniti in questo giovedì: figli, siamo nell'Orto degli Ulivi a pregare! IO CHIEDO AL PADRE: Padre, se è possibile passi da me questo calice, ma sia fatta la tua, non la mia volontà. IO CHIEDO A VOI come Padre, Figlio e Spirito Santo di accettare i miei calici e di camminare con me con la Croce. Figli miei, io vi porto il mio Santo Vangelo, la mia Verità,* la mia Parola Viva, ma vi porto il Sigillo della Croce perché io sono il Dio Uno e Trino e soffro per voi* nell'Orto degli Ulivi: piango per i figli che non camminano la mia Via e guardo il Cuore di mia Madre che gronda sangue* per l'umanità! Ah, figli miei, siate coscienti di questa mia presenza in mezzo a voi! In particolare in questa serata io soffro per l'umanità e sono solo: quanti figli vengono dietro di me?! Figli miei, non vi dico neanche il numero: chino il capo e piango* perché siete in pochi e il mio dolore è enorme! Figli! figli! figli, dove andate? perché avete dimenticato la mia Croce: il mio Vangelo? Ah, figli miei, figli del mio Cuore, la mia anima è triste, pregate pregate: pregate col cuore! Figli, vegliate con me:* implorate misericordia* al Padre affinché allontani i flagelli che cadono sempre più bassi! Ma io in questa ora sono solo e il mio Cuore gronda sangue per i figli che mi tradiscono, per i figli che non accettano le mie Visitazioni: i figli Ministri che chiudono la porta e non mi lasciano entrare! Ah quanto soffro in questa serata e sono solo: nessuno si degna di guardarmi! Figli miei, dove sono rivolti i vostri occhi? quanto sono lontani i vostri cuori! Io che vedo tutto, io che sono il Maestro vengo messo all'ultimo posto! ma il mio Cuore è immenso e vi amo tanto da essere pronto ad abbracciare il Legno della Croce e gioisco nell'abbracciarlo perché abbraccio ognuno di voi! Siete preziosi al mio Cuore, figli miei, ma pregate pregate e non lasciatemi solo almeno voi che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso e i figli che si uniscono a questa Santa Veglia di Preghiera. Tu, anima mia, resisti ancora!* (Giu) Padre! Padre mio, dammi la forza perché sono debole! (Ge) Non temere: stringiti alla mia Croce e vai avanti, anima mia! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Non dimenticate di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, anche lui è solo e si poggia sulla mia Croce,* pregate e sostenete il piccolo Mario,* il Sacerdote santo, il Sacerdote eterno: non scandalizzatevi di ciò che dico ché ciò che esce dalla mia bocca è Parola di Padre! Figli miei, tenete in piedi sempre il mio Vangelo, la mia Verità, il mio Amore, la mia Carità e camminate con la Luce accesa del mio Cuore di Padre.* Tu, anima mia, stringi al tuo cuore la mia Croce:* soffri con i miei e i tuoi dolori del parto.* (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Coraggio, anima mia, resisti ancora!* (Giu) Dammi la forza! (Ge) Figlia, poggiati sulla Croce e vai avanti!* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Figli miei, il mio Cuore è angosciato,* fatemi compagnia, bevete con me i calici!* e non stancatevi di ascoltare la mia Parola:* contemplate il mio Cuore che gronda sangue e passate per la Porta del Parto, figli miei! (Giu) Gesù, aiutami a farli entrare perché non ascoltano!* (Ge) Tu semina la Parola della Croce e non temere, anima mia! (Giu) Sì, Gesù!* (Giu) Figlia, la Porta del Parto è aperta, sta a voi decidere se volete entrare, io vi attiro tutti a me: venite, figli del mio Cuore! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi, vengo nel Segno del Pane e del Vino, voi non vedete con i vostri occhi ma io sono qui in mezzo a voi: gioite, spose mie! Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA': RENDILO FECONDO NELL'AMORE DELLA PASQUA E DONALO AL MONDO. Ora, figlia mia, bevi del Calice Misto del mio e del tuo Parto: bevilo e soffri, figlia mia!* (Giu) Gesù, sei grande e la tua Misericordia è infinita. (Ge) Figlia mia, amate anche voi con la mia Misericordia, col mio Amore e col mio Perdono e sarete grandi anche voi. Ora offri da bere alla mia sposa (=Assunta): figlia mia, cosa posso dirti? io sono Padre e conosco il tuo cuore, ti invito a ricordare che io sono Dio Uno e Trino, cammina sempre sulla via del mio Vangelo, tieni alta la mia Croce e non lasciarla, figlia: nei momenti più duri affidati sola ad essa perché io sono tuo Padre, tuo Figlio, tuo Fratello e la mia Parola è Parola di Verità, di Vita Eterna; ama ama ama, figlia mia, e perdona col cuore i tuoi figli, i tuoi fratelli, i tuoi nemici, stringili forte all'Amore della Croce e quando sei sola prostrati ai piedi del Padre e implora: misericordia! misericordia! misericordia! figlia mia, non temere, anche il tuo cuore sarà consolato: ma non dimenticare di amare col mio Amore! ora bevi ed offri da bere ai tuoi figli, sposa mia! Tu, anima mia, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangia il Seme del Parto e in questa serata offrilo alla Chiesa tutta. (Giu) Sì, Gesù, ma io non sono degna di tutto questo! (Ge) Non temere: sono io a parlare! Ora, figlia mia (Assunta), dividi e unisci anche tu il Seme del Padre: mangialo e donalo ai tuoi figli. Ecco, io mi sono donato nella Povertà del Pane e del Vino, come mi sono donato ai miei piccoli ora io mi dono ad ognuno di voi: ma siate coscienti, figli miei, di ciò che ricevete, non ridete del mio Amore e della mia Presenza in mezzo a voi! Ora unite i vostri cuori e formate un unico cuore: formate un unico cuore col Padre e accostatevi alla mia Pienezza, alla mia Pasqua Viva, figli, perché io sono qui che ardo d'Amore per ognuno di voi! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli!* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi, anche ai figli che sono deboli nell'accettarmi, e la mia Pasqua è piena perché io vi amo col cuore. Figli miei, vi dico solo di starmi vicino e di amare, amate amate e perdonate come io ho perdonato dall'alto della Croce: Padre, Padre mio, perdona perché non sanno ciò che ricevono! Ora, figlia mia, benedici i tuoi figli col Bacio del Piccolo Giovanni. Sappiate che il Bacio viene dal Padre: figli miei, non scandalizzatevi, ma accoglietelo nei vostri cuori e pregate pregate pregate affinché il Padre vi dia sempre Benedizioni di Pace.* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Coraggio, anima mia, sollevati (=si alza): ora benedici, figlia mia! Benedite anche voi col Santo Bacio del Padre e non scandalizzatevi, creature del mio Cuore! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del Padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli, non lasciatemi solo ma legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figli miei, IO VENGO A LIBERARVI DA OGNI MALE: VOI LIBERATEVI DAL MONDO E° STRINGETE LA MIA CROCE! (Giu): Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (2) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore e aspetto (presenti: Ti amo, Gesù). Grazie, anime mie: amate ancora e camminate col mio Vangelo! Tu, anima mia, soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù!"

***

13) Venerdì Santo, 28/3/97 LA PASSIONE DI GESU'

Ore 08: L'esorcismo a satana: Gesù è con noi! Gesù è vivo!

"(Giu) Vai via! vai via! vai via! In nome e potere della Croce non ascolto! Non è vero quello che dici: vai via! Gesù è con noi: vai via! Non ti guardo e non ascolto quello che dici: Gesù è con noi! Gesù è vivo e con noi: vai via!"

Ore 8.05: Invito della Mamma a Salire il Monte con Gesù

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre.* (Imm) Non temere, figlia mia: sono io. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, preparati a salire col tuo Gesù, sii forte ancora, anima mia! coraggio, io ti sostengo per la mano: tu lega i tuoi figli alla tua mano e portali attraverso la Porta del Parto. Guarda, figlia mia, come soffre il tuo Gesù! (Giu) Mamma, perdonaci: non ne siamo degni!* (Imm) Anime mie, voi che siete riuniti ad innalzare la preghiera a Dio Padre siete le gocce stillanti, i gioielli preziosi che il mio Gesù si stringe al suo Cuore: non temete niente e nessuno! Tu, figlia PAOLA (la prima a giungere), in modo particolare abbraccia sempre il tuo Gesù e non temere le voci del mondo; figlia mia, sei stata segnata col Sangue Prezioso del mio Gesù e in questa giornata, in modo particolare, io ti benedico con la Passione del mio Gesù: non spaventarti di ciò che ti dico, anima mia! Tu, croce del mio Cuore (= Giulia), immolati ancora per i tuoi figli. (Giu) Mamma, perdonami: mi sento così debole! (Imm) Non temere, il mio Gesù non ti lascia: vai avanti e sali con lui il Monte! Vi benedico con la Croce Tremenda del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. (Giu) Mamma, dammi un po' di respiro!"

Ore 8.30: Maria e Gesù tristi per la Porta ancora chiusa della Chiesa

"(Giu) Perdonami se ti chiedo sempre di glorificare. (Imm) Non temere, figlia: fallo sempre!* Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, guarda:* guarda il tuo Gesù* come viene trafitto!* (Giu) Mamma,* aiutalo tu! (Imm) Figlia mia (2° grido), figlia mia, i chiodi sono enormi, ma resisti per i tuoi figli! (Giu) Sì, Mamma,* ma cosa stanno facendo a Gesù?* Gesù, perché piangi?* (Ge) Figlia mia,* il mio Pianto è Pianto di Padre, ma stringiti anche tu alla mia Croce e piangi con me (pianto) i dolori per i figli che non vogliono vedere la mia Luce: IO MI IMMOLO e IL MIO DOLORE E' ENORME (pianto) NEL VEDERE I FIGLI CHE MI RINNEGANO! (Giu) Gesù:* non lasciarci, Gesù!* (Ge) Figlia mia, non temere: io non vi lascio, ma PIANGO (pianto) E IL MIO CUORE E' STRAZIATO* NEL VEDERE LA PORTA DELLA MIA CASA CHE VIENE CHIUSA! Figli, pregate e non lasciatemi solo: non scappate! datemi un po' di respiro, figli miei! (Giu) Gesù, io ti amo, ma sono debole, aiutami a camminare ancora con te!* (Ge) Sollevati, anima mia, perché io ti amo (suona il campanello per le sorelle Filici) e sono vicino ad ognuno di voi: ti bacio, anima mia! (Giu) Grazie, Gesù!"

Ore 8.55: Gesù ... e i figli della via larga!

"(Giu) Gesù,* dove stai andando?* Gesù,* dove ti portano?* non lasciarci!* (Ge) Figlia mia, guarda: quante anime entrano per la porta larga! non vogliono stringersi alla mia Croce e io piango* e le Lacrime di mia Madre non vengono raccolti/e! Ah, figli miei, vi guardo con gli occhi grondanti di sangue! Come è pesante questa Pasqua, figli miei! (Giu) Gesù, non ce l'ho più la forza:* sento il mio cuore che non regge! (Ge) Non temere, anima mia, è pesante ma ce la fai: vieni, sali con me! (Giu) Sì, mio Gesù, ma, ti supplico, non lasciare nessuno! (Ge) Figlia, io sono Padre: non dimenticarlo! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora contempla il mio Cuore e riposati: poggiati sulla mia Croce! (Giu) Sì, Gesù!"

Ore 10.04: Gesù Ardente d'Amore

"(Giu) Perdonami se ti chiedo ancora di glorificare, ma se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Non temere, sono io! Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Gesù, non mi lasciare sola!* (Ge) Figlia mia, sono qui vicino a te, non temere: IL MIO CUORE ARDE D'AMORE per ognuno di voi e SALENDO VERSO IL MONTE COL PESO DELLA CROCE IO VI AMO ANCORA DI PIU'! Tu, anima mia, resisti ancora! (Giu) Gesù, sento il cuore che non regge, mi manca il respiro, non lasciarmi: voglio camminare ancora con te! Gesù, se servo ancora a qualcosa, dimmi cosa devo fare! (Ge) Ah, Piccola Cocciuta, cosa vuoi fare ancora? non ti basta salire con me? (Ge) Perdonami, Gesù, ma se c'è un altro angolo del mio corpo che non soffre, traffiggilo! (Ge) Sono io che do il carico: tu cammina dietro di me, figlia! (Giu) Ma non lasciarci soli! (Ge) Sei ancora cocciuta, io sono vicino a voi, fate bruciare anche voi

i vostri cuori d'amore, perdonate e usate carità verso tutti, figli miei: NON LASCIATE SOLA LA MIA MADRE IN QUESTA GIORNATA ma CON LEI PORTATE nel silenzio LA CROCE! E tu, anima mia, porta il tuo carico nel silenzio. (Giu) Sì, Gesù, ma ti affido tutti quelli che si sono messi nelle mie preghiere: non lasciarli, Gesù! (Ge) Piccola Cocciuta, vuoi ancora sofferenze e non ce la fai neanche a parlare! (Giu) Gesù, dammi il tuo respiro! (Ge) Vai avanti così e ARDI COL MIO CUORE! (Giu) Sì, Gesù!"

Ore 10.25: Gesù e visione di mare che si apre a sangue innocente!

"(Giu) Non lasciarmi sola, Gesù!* (Ge) Cammina in silenzio, anima mia: io sono qui, non ti lascio! (Giu) Gesù,* sento il cuore che si ferma! (Ge) Non spaventarti: sali con me, anima mia! (Giu) Sì, Gesù!* Gesù, tu piangi! (Ge) Figlia mia, guarda! (Giu) Gesù, VEDO IL MARE CHE SI APRE: che significato ha? MA E' UN MARE DI SANGUE! Gesù! quanto sangue, Gesù! (in serata 89 Albanesi di Valona affondano sul Mare di Otranto, ndr) - (Ge) Figlia mia, TUTTO QUESTO MARE che vedi E' SANGUE INNOCENTE che SI ABBASSA SEMPRE DI PIU': con i flagelli!* (Giu) Gesù, dammi un altro po' di respiro e dimmi cosa posso fare! (Ge) Figlia, LA PREGHIERA E' CIO' CHE ALLONTANA QUESTO MARE DI SANGUE: ma le anime che si rivolgono alla Croce sono pochi! e pochi sono i Piccoli Giovanni che accettano le sante Sofferenze! voi pregate e implorate misericordia ancora al Padre affinché ascolti le vostre preghiere!* (Giu) Gesù, non piangere più! (Ge) Ah, figlia mia, TU CHIEDI AL PADRE di NON PIANGERE PER I SUOI FIGLI: ma TU AL POSTO MIO LO FARESTI? (Giu) Perdonami, Gesù: piangerei anch'io, ma vedere i tuoi occhi bagnati mi strazia il cuore ancora di più! PIANGI, GESU', COSI' IO POSSO SOFFRIRE ANCORA! (Ge) Ah, Piccola Cocciuta, soffri per i tuoi figli e sali con me! (Giu) Sì, Gesù!"

Ore 11.40: Gesù Innalzato

(Giu, dopo la Comunione) SEI GRANDE: SEI GRANDE INNALZATO! (Ge) Voi avete gustato la Delizia del mio Corpo e del mio Sangue e ora fate parte del mio Cuore: PASCETE ad erbe tranquille e DISSETATEVI ad acque pure! CANTATE l'Inno della Pace, INNALZATE la mia Croce al Cielo: IL RE DEI RE SI E' DONATO A VOI! Ah, figli, quanto èpreziosa questa Croce: ma come è pesante per ognuno di voi! Figli miei, il mio grido d'amore si innalza al Padre: PADRE, PADRE MIO, BENEDICI ANCORA QUESTE CREATURE e NON DARE A LORO NESSUNA COLPA, IO MI PROSTRO A TE E PIANGO!* PADRE MIO, MISERICORDIA MISERICORDIA PER L'UMANITA'! In mezzo a voi c'è un legno più prezioso: voi ancora non vedete! Figlio santo, figlio Mario, stringi la mia mano di Padre (stringo la destra a Giulia) e accogli sempre le pecorelle che io ti invio: tu sei il legno prezioso, tu sei l'albero vivo che io ho piantato in questo piccolo angolo di paradiso. Non scandalizzarti, figlio mio, fai sempre la volontà del Padre tuo che ti ha mandato: unisci le mani dei tuoi figli alla mia mano (formiamo una catena): ora siamo legati all'Albero, figli miei, ascoltate sempre la Parola Viva e non disperdetevi, nel mio nome portate la Pace e l'Amore ovunque andate! Tu, anima mia, soffri ancora nel silenzio. (Giu) Sì, Gesù, ma sostieni il mio Cuore perché non lo sento! (Ge) Non spaventarti!"

Ore 12.40: Gesù e visione di persone che bruciano nel fuoco!

"(Giu) Dove stai andando? Gesù, sei stanco: poggiati su di me!* (Ge) Figlia mia, io mi poggio su di te, tu poggiati sulla mia Croce: vieni, camminiamo insieme, ma di ciò che vedi non spaventarti!* (Giu) Gesù, cos'è quella grande buca? Gesù, c'è del fuoco? (Ge) Stringiti a me: non spaventarti!* (Giu) Gesù, le fiamme sono enormi! Gesù, ci sono delle persone!* Gesù, spegni quel fuoco!* spegnilo, Gesù!* (Ge) Ti ho detto di non spaventarti, anima mia! (Giu) Perché quelle persone bruciano? Gesù, tu non puoi fare nulla? (Ge) IO GLI HO DATO IL LEGNO DELLA CROCE: MA NON L'HANNO ACCETTATO ed ORA LE FIAMME SONO ALTE! (Giu) Gesù!* (Ge) Vieni, figlia mia, sali ancora con me! (Giu) Gesù, come possiamo lasciarli soli?! (Ge) Ascolta la Parola del Padre. (Giu) Sì, Gesù, ma mi piange il cuore nel lasciare queste anime! (Ge) Questo è niente, figlia mia:* guarda ancora!* (Giu) Gesù, qui le fiamme sono più alte: c'è molta più gente!* Ah, Gesù, non reggo alla vista: fa' qualcosa! (Ge) Figlia mia, prega e ama! (Giu) Gesù, aiutami, aiutami tu a camminare ché non mi reggo! E' enorme questo fuoco, Gesù! (Ge) Vieni, figlia mia: sali con me e soffri ancora per ciò che hai visto! (Giu) Sì, Gesù!" Breve sosta per uno spuntino dietetico.

14.15: La Mamma Amorosa Del Dolore e Gesù Svettante Sulla Croce

"(Giu, mentre siamo alla XII stazione della Via Crucis)* Mamma! Mamma! Mamma!* Mamma!* Mamma!* Mamma,* aiutami, aiutami a respirare!* (Imm) Figlia mia,* sii forte, un po' di sollievo hai avuto dal figlio Mario: ora aiuta tu il tuo Gesù! LUI SVETTA SUL LEGNO DELLA CROCE INNALZATO ed E' IL GIGLIO CANDIDO PER OGNUNO DI VOI! Non fuggite, figli miei: restate uniti e gioite col Legno Santo! Non temere se non hai respiro, anima mia, aggrappati alla Croce, gioisci nel° Respiro dell'Amore:* bevi il calice che sta bevendo Gesù per ognuno di voi!* (Giu) Mamma, tu non lasciarmi: ho paura di cadere! (Imm) Figlia, non temere, io sono qui: stringiti sempre alla Croce: sali in alto col mio Gesù! (è bello: dalla Croce riceve forza e salendo con Gesù potenzia la Croce) - (Giu) Mamma, sono una misera peccatrice: come posso salire con Gesù?* Mammina mia, porta tu a Gesù tutti i FIGLI, porta tu a Gesù tutti i SACERDOTI! Mamma,* ho paura di non farcela:* la Croce è alta* ed io non mi reggo* a salire!* Mamma,* non farmi perdere!* Mamma,* non abbandonare i Sacerdoti! non abbandonare il tuo piccolo ANTONIO (Cantisani, Arcivescovo di Catanzaro), il tuo piccolo ROCCO (mio Vescovo), il tuo piccolo ANDREA (Arcivescovo di Rossano, diocesi di Giulia)! Mamma, sostieni il piccolo MARIO ed il tuo piccolo MASSIMO (parroco di Giulia)! Perdonami se io sono debole e non posso aiutarli! Mamma,* LA CROCE DIVENTA SEMPRE PIU' ALTA! Ah, Gesù,* non andare via da noi! SEI COSI' ALTO! COME SEI GRANDE! (Ge) Figlia mia, soffri ancora nel silenzio: stringiti alla mia Croce e sali con me! (Giu) Gesù, NON LASCIARE NESSUNO: anche se ti stiamo spogliando, non lasciarci! (Ge) Ora riposati e porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto! (Giu) Sì, Gesù: tu non andare via!"

Ore 14.45: Il Grande Abbraccio del Figlio dell'Uomo

"(Giu)* Gesù! Gesù! Gesù! (allarga le braccia) - (Ge) Figli, l'ora è giunta: ora gioite nel mio Abbraccio! (incrocia le mani sul petto, emette il 3° grido, distende le braccia sul letto) - Figli, il mio Abbraccio è Abbraccio di Croce: ora tutto è compiuto, tutto è nel Seno del Padre, il Silenzio della Croce svetta in alto e (alzando le mani) le gocce stillanti del mio Cuore scendono sull'umanità. (Con braccia e mani protese verso l'alto) Padre mio, Padre mio, Padre mio, rinnova i cuori, usali, plasmali e rendili fecondi (accompagnando i quattro con particolari movimenti di mani e dita). ECCO LA CROCE CHE SVETTA: ECCO IL FIGLIO DELL'UOMO CHE SALE! GIOITE Angeli tutti del Cielo: OSANNATE!° La Pace della Pasqua è viva: è in mezzo a voi! Restate accesi nella preghiera, figli miei! ECCO LA PORTA CHE PORTA ALLA CROCE (alza braccia e mani a indicare la Porta): ENTRATE, figli miei, che IO VI BENEDICO COL MIO SANGUE di Padre, di Figlio e di Spirito Santo."

Andate in pace, figli miei!

(Giu) Grazie, Gesù! (Ge) Figlia mia, vai avanti perché la Pasqua non è ancora finita. Camminate col mio Vangelo e con la mia Luce, con la mia Pace, con la mia Verità. Andate in pace, figli del mio Cuore: siate coscienti che io sono qui tra di voi!".

14) La Grande Pasqua del 1997 (30 marzo):

A) Visione a Schiavonea durante la Messa

Giulia scrive: "30 marzo, ore 7.30, chiesa di Schiavonea, visione. Vedevo una Grande Luce, una Croce e Gesù davanti che camminava e dalle sue mani scendeva Sangue: ma non cadeva per terra. Poi ha allargato le braccia e con segno di cuore ci ha benedetti ed è andato via".

B) Alla Quercia, ore 15.30, in leggera sofferenza e crocifissione:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, perdonami se ti ho fatto glorificare anche oggi! (Imm) Non temere, creatura mia: fallo sempre! (Giu) Mamma, intorno a te c'è ancora sangue!* (Imm) Figlia mia, il sangue che vedi attorno a me è sempre sangue degli Innocenti: pregate! Anche in questa giornata, figlia mia, ne scenderà:* tu bevi ancora i calici misti del mio Gesù perché la Pasqua ancora non è finita. Figlia mia,* io vi porto il Cuore dello Shalom, la Pace e la Luce di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, e vi invito a CAMMINARE CON LA RESURREZIONE DEL MIO GESU': COL VANGELO VIVO. Figli cari, vi ringrazio per essere venuti a lodare e benedire Dio per ciò che vi dona, vi ha donato il suo Gesù, vi ha donato la vita: ma la Vita Eterna! Voi, figli miei, distaccatevi dalle cose del mondo,* vivete la Pasqua nella Pienezza dello Shalom del mio Gesù: NON LEGATEVI ALLA PASQUA TERRENA CHE TRAFIGGE IL MIO CUORE DI MAMMA, MA LEGATEVI ALL'ALBERO VIVO DELLA VITA! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, vivete NELLA POVERTA' DI QUEL LEGNO SANTO, vivete NELL'AMORE DELLA CROCE, vivete NELLA PIENEZZA DELLA RISURREZIONE DEL MIO GESU' e allontanate i flagelli,* figli miei, con la Santa Preghiera e con la Santa Sofferenza, anche in questa Giornata di Pace, di Luce e di Verità perché attraverso la Sofferenza c'è la Pienezza del Vangelo: della Parola Viva del mio Gesù. Figli cari, perle preziose del Cuore del mio Gesù, andate avanti e PORTATE LA PASQUA FIORITA del mio Gesù al mondo: PORTATE L'AMORE, LA PACE E LA CARITA' DEL MIO GESU'. Io vi amo e sono sempre con voi: quando soffrite e quando gioite! Figli miei, conosco ogni piccolo vostro pensiero e come Mamma vi accontento, non temete, io non dimentico le mie promesse, CAMMINATE con ME, CAMMINATE COL MIO GESU': CAMMINATE CON LA PASQUA ETERNA! Figli, ora vi lascio ma verrò ancora a portare il Pane Vivo del mio Gesù. Vi esorto a camminare sempre col Santo Vangelo: non dimenticatelo, figli miei! Tu, anima mia, soffri ancora per figli Ministri e accetta ancora i dolori. (Giu) Sì, Mamma, ma dammi ancora un po' forza! (Imm) Non temere, anima mia! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nella Pasqua Viva del mio Gesù. Lode lode lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Portate la Pace Viva del mio Gesù ai vostri cari! (Giu) Grazie, Mamma!"