Notizie da Sofferetti-24  n. 195

Lauria, 16 aprile 1997 

 

"DIO HA RACCHIUSO TUTTI NELLA DISOBBEDIENZA

PER USARE A TUTTI MISERICORDIA"

 

1) Giov 3/4/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, figlie del mio Cuore, perché il Maestro è qui, è in mezzo a voi! Tu, croce mia, gioisci ancora con i calici misti e i dolori del mio e del tuo parto. Gioite nell'Amore dello Spirito Santo e danzate, spose del mio Cuore, ma siate pronti e preparati perché la Pasqua ancora non è finita! Tu, croce mia, siediti e bevi i miei calici misti per i figli che non vogliono accettare la Vita dell'Albero Vivo.* (Giu) Gesù, ma intorno a te c'è ancora sangue* e la Roccia gronda sangue!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è sempre sangue degli Innocenti.* (Giu) Gesù, c'è ancora il mare^ che si apre* ed è un mare di sangue!* (Ge) Non temere, bevi i miei calici misti perché il mare che vedi è il mare della Chiesa tutta: è il mare del Piccolo Giovanni, cioè del Papa (= il sangue rosso, di cui al 194). (Giu) Gesù, ma cosa gli fanno?* perché è in quel mare di sangue?* (Ge) Non temere, ora fermati: tieni nel tuo cuore ciò che vedi. (Giu) E' troppo!* Gesù, se posso fare qualcosa dimmelo! (Ge) Sei la mia Piccola Cocciuta: devi solo pregare e invitare i tuoi figli all'ascolto del mio Vangelo, della mia Verità, della mia Presenza viva e reale in mezzo a voi. IO VI PORTO LA MIA PACE, lo Shalom del Cuore del Padre, ma in pochi* lo accettate, in pochi accogliete nel cuore! Abbiamo salito insieme il Monte: ma quanti di voi eravate dietro di me? Vi ho visti, vi ho guardati, vi ho cercati col cuore: ma non avete degnato neanche uno sguardo!* Come è grande quella sofferenza nel vedere i propri figli che non mi guardano! Ah, Padre mio, Padre mio, perdona loro perché non comprendono ancora! Figli miei, voi che siete riuniti qui in questo piccolo angolo di paradiso, non scappate! rimanete saldi nel mio Amore, rimanete saldi al mio Vangelo, alla mia Verità, alla mia Presenza in mezzo a voi* e accogliete con amore la mia Parola Viva. Io vengo per volere del Padre a portarvi le gocce della Croce: figli, essa è la Porta che vi conduce al Padre! Figli miei, lasciate la porta del mondo ed entrate attraverso la Porta del Parto accettando la Santa Sofferenza, non lasciate il peso della Croce ma camminate ancora con me: salite ancora il Monte, figli del mio Cuore, e allargate le vostre braccia sul Legno Santo: stringetevi ad esso, figli cari! Io sono il Gesù che è morto e risorto per ognuno di voi: voi non siete capaci di usare la mia Carità, il mio Amore! Ah, figli miei, figli del mio Cuore, non distaccatevi dalla Via-Mamma, non distaccatevi da mia Madre, essa vi conduce alla Porta: camminate e pregate con lei perché è la Luce del Padre. Tu, croce mia, il tuo Sì, il Sì che tu hai donato, figlia mia, è gradito al Padre ma è pesante! (Giu) Gesù, poggiati ancora, poggiati ancora su di me e quando cado dammi la tua mano, perdonami se mi lamento sempre: ma io mi inchino dinanzi a te e do ancora il mio Sì al Padre! Gesù, accettami così come sono, cocciuta come tu mi chiami, e perdonami se non riesco a far cambiare i cuori: ma sia fatta la tua, non la mia volontà! (Ge) Sei sempre la mia Piccola Cocciuta e ti amo, figlia mia: grazie per il Sì che rinnovi al Padre! (Giu) Gesù, nascondimi dietro la Croce! (Ge) Figlia mia, lo sei già, ora sali ancora con me e guarda ancora il Piccolo Giovanni, cioè il Papa: prega e fai pregare i tuoi figli! (Giu) Gesù!* Gesù, c'è un altro fuoco!* Gesù!* (Ge) Fermati, figlia mia! (Giu) Gesù, cos'è quel fuoco?*^ (Ge) Ora tieni tutto dentro di te, ma presto lo consegnerai al figlio santo. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora cammina ancora e sali. (Giu) Gesù, è stretta quella scala! (Ge) Prendi la mia mano.^ (Giu) Che significato ha? (Ge) Fermati, non parlare: tieni nel tuo cuore! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Figli miei, vi chiedo scusa se resto a lungo a parlare, non scoraggiatevi, io sono il vostro Dio e Signore e vengo in mezzo a voi a portare il Cuore dello Shalom, ma vi invito a pregare affinché i flagelli che vi circondano si allontanino da voi: pregate pregate, figli miei, e contemplate il mio Cuore che gronda sangue per ognuno di voi! Ora, figlia mia, preparati.* (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre mio, stringi le mie mani!* (Ge) Figlia mia, stringiti alla Croce e gioisci col mio Amore!* Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi, piccolo, povero, nel Segno del Pane e del Vino: vengo nel Segno del Parto, figli miei! Ora, PADRE MIO, BENEDICI COL TUO AMORE E CON LA TUA MISERICORDIA INFINITA: BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO E DONALO AI TUOI FIGLI. Ecco, l'Amore del Padre è in mezzo a voi: gioite, spose del mio Cuore, e non scandalizzatevi di ciò che dico! Ora offri da bere al figlio santo, alla mia sposa: tu, sposa mia, bevi del Calice del mio Amore, cammina sempre e tira la Barca, carica del mio Vangelo, della mia Verità, perché tu sei la Porta Santa; figlio mio, non temere, ma vai avanti, non temere i piccoli acciacchi, figlio mio, io sono qui dinanzi a tutti voi vivo e reale, figli; bevi del calice, figlio mio!* Tu, sposa mia, bevi ancora del Calice dei Dolori, soffri per l'umanità* che trafigge il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. (Giu) Padre! Padre! Padre! (Ge) Figlia mia, bevi e soffri nel silenzio come tu sai fare. (Giu) Stringimi forte!* (Ge) Ora dai da bere ai tuoi figli.* Figlio mio, dividi e unisci il Pane dell'Amore: mangialo e donalo ai tuoi figli e tira sempre la Barca, carica del mio Vangelo: tu comprendi perché ripeto sempre questa parola; ora dividi e unisci, figlio.* (Giu) Padre! Padre! Padre mio, stringimi forte! (Ge) Figlia mia, mangia il Seme del mio Amore e donalo ai tuoi figli.* Ecco, io mi sono donato nel Segno Misericordioso del Padre, nel Segno della Povertà del Pane e del Vino: voi ancora non comprendete queste mie parole, ma presto il Fuoco e l'Amore dello Spirito Santo apriranno i vostri occhi e comprenderete in pienezza ciò che io dico, figli, ma siate pronti e preparati all'INCONTRO. Figli cari, io vi sto portando poco a poco le gocce: voi unitele, figli. Ora preparatevi e venite a mensa perché io sono qui in mezzo a voi, figli cari!* Tu, anima mia, gioisci all'Incontro!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Figli miei, la mia Pasqua è Pasqua d'Amore, è Pasqua di Luce, è Pasqua di Padre perché mi sono donato nella FECONDITA' del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli miei, non scandalizzatevi di ciò che io dico, io sono il Dio Uno e Trino e ciò che esce dalla mia bocca è Parola di Vita Eterna. Non dimenticate il mio Santo Vangelo: la mia Risurrezione e' qui in mezzo a voi con la Parola Viva del Padre. Ora, figli miei, io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni e vi segno attraverso il figlio santo, il Sacerdote eterno: voi accogliete la mia Santa Benedizione e portatela ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati^^ e a coloro che non conoscono la mia Luce, la mia Verità, il mio Amore. Figli, stringete ai vostri cuori la mia Santa Benedizione. Figli, donate la mia Pace, il mio Amore, la mia carità attraverso la Benedizione del Padre. Figli, ora io vi chiedo ancora scusa per essere rimasto a lungo. Vi sigillo col Sigillo Santo dell'Amore del Padre e vi segno col Segno Tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, io verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del Padre: aspettatemi! Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. (Giu) Grazie, Gesù, per essere stato in mezzo a noi! (Ge) Grazie a voi per avere ascoltato la mia Parola! (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figli!".

2) Ven 4/4/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, IO SONO IN MEZZO A VOI COME VI AVEVO PROMESSO: guardate con fede e vedrete il mio Volto, non restate chiusi ma aprite i vostri cuori alla Verità del mio Vangelo. IO SONO LA PORTA SANTA: venite ed entrate perché la mia Mensa è pronta per ognuno di voi. SIETE CARI AL MIO CUORE e VI AMO, figli: festeggiate con me la Pasqua del Padre! ANIME CHE MI CERCATE, VENITE perché vi aspetto, lasciate il mondo, accostatevi alla Croce, figli, non fatevi travolgere dal mio nemico ma allontanatelo con la Santa Sofferenza. Figli miei, Voi Quattro della Croce, soffrite ancora e camminate con me la Pasqua, non scoraggiatevi, io sono sempre con voi: non vi lascio perché siete preziosi al Padre! Figli, restate tutti uniti nel mio Nome, consolate il Cuore di mia Madre col Santo Rosario e stringetevi alla mia Croce. Vi amo e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

3) Dom 6/4/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Croce mia, soffri anche oggi: bevi i calici misti del tuo Gesù e immolati ancora per i tuoi figli con i dolori del parto. (Giu) Mamma, c'è ancora sangue intorno a te: il mare è sempre più aperto!* (Imm) Figlia mia, soffri e bevi i calici misti del tuo Gesù* perché il sangue che vedi è sempre sangue degli Innocenti.* (Giu) Mamma, dimmi cosa posso fare ancora! (Imm) Figlia mia, invita i tuoi figli all'ascolto del Vangelo Vivo del mio Gesù: pregate e implorate misericordia al Padre! Io sono Pellegrina nel mondo intero e in questo luogo, vengo a portare ad ognuno di voi la Parola Viva del mio Gesù, vengo a svegliare i cuori addormentati: col Vangelo! figli miei, non vengo a cambiare nulla ma vengo a svegliare i cuori! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce: figli miei, lo chiamo SERVO SANTO DELLA CROCE perché si è donato all'ascolto del Vangelo e si lasciato crocifiggere come il mio Gesù per amore della Croce. Voi, figli miei, ascoltate il grido di una Mamma che implora ai suoi figli di camminare sulla Via del Vangelo, sulla via del Croce, per la vostra santità, per la vostra salvezza. Figli miei, siate coscienti, riempite i vostri cuori con l'ascolto del Vangelo di questa giornata (2 Pasqua/B) e siate credenti alla Parola Viva che il mio Gesù viene a portare ad ognuno di voi. E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, radunate il gregge che avete smarrito e conducetelo all'Altare del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Io sono LA MAMMA DELLA LUCE, la Mamma del Vangelo, e non vi porto altro che il Vangelo del mio Gesù: La Croce Viva. Figli cari, camminate con essa e non prostratevi a dei che non possono donarvi la Vita Eterna: il Pane dei Cieli. Figli miei, figli del mio Cuore, fermate i flagelli che vi circondano, amate e perdonate e usate la Carità del mio Gesù perché lui ama: è Amore Infinito e non vi dona altre vie che il suo Santo ed Unico Vangelo perché è un Dio Uno e Trino e non ve ne sono altri. Figli miei, vi esorto ancora a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate e non lasciatelo solo, camminate con lui la Pasqua perché ancora non è finita! Figli miei, amate col cuore perché io sono Mamma e vedo e sento ogni cosa che voi pensate. Tu, croce mia, soffri ancora e immolati per i tuoi figli. (Giu) Mamma, perdonami se ancora non sappiamo dare neanche il primo passo, ma aiutaci a camminare tu: non lasciarci! (Imm) Figlia mia, io sono qui a portare la Croce e il Vangelo del mio Gesù, aggrappatevi alla mia mano e camminate, ma siate forti perché il mio nemico vuole confondere i vostri cuori! sia la la Croce l'unica vostra via: ascoltate solo il Vangelo Vivo del mio Gesù! Figli miei, i tempi che verranno saranno ancora più pesanti, ma non scoraggiatevi, io come Mamma non vi lascio: voi siate forti nell'Amore della Croce! Ora vi lascio, figli miei, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Lode lode lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce mia, soffri ancora nel silenzio* e bevi i calici misti del tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma, ma stringi ancora le mie mani: non lasciarmi! (Imm) Ti amo, Piccola Cocciuta, e non ti lascio! (Giu) Grazie, Mamma!"