Notizie da Sofferetti-24  n. 196

Lauria, 29 aprile 1997 

 

MARIA SACERDOTESSA DELL'INVISIBILE PORTA

LO SHALOM DEL PADRE

1) Giov 10/4/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti e accetta ancora i miei e i tuoi dolori del Parto: figlia mia, immolati perché la Pasqua ancora non è finita! Ora siediti, sposa mia,* e bevi i miei calici misti.* (Giu) Gesù, il calice è verde!* (Ge) Figlia mia, questo calice lo bevi per la Chiesa tutta.* (Giu) E' amaro!* Gesù, aiutami!* Perdonami, Gesù: perché è verde questo calice?^ (Ge) Figlia mia, tu bevilo e non temere, ma sappi che rappresenta il calice del Piccolo Giovanni, cioè il Papa.* (Giu) Gesù, stringi le mie mani!* (Ge) Figlia mia, questo calice è pesante!* (Giu) Gesù, intorno a te c'è sempre il mare che si apre!* (Ge) Figlia mia, anche questo fa parte della Chiesa tutta,^ invita i tuoi figli alla preghiera, alla preghiera costante e all'ascolto del Santo Vangelo: tu immolati* con i dolori del parto perché io vengo in mezzo a voi a portare la Pace della Croce Viva.^ Figlia mia, consola il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma, poggiati sul mio Cuore e vai avanti, non fermarti, anima mia: sali con me il Monte! (Giu) Sì, Gesù, ma tu stringi le mie mani: non lasciarmi! (Ge) Figlia mia, io vengo a portare la Pace, ma la mia Pace è segnata dalla Croce ed è pesante: voi venite dietro di me e passate attraverso la Porta del Parto! Figli miei, non fermatevi, ma lasciatevi plasmare dall'Amore dello Spirito Santo che io porto in mezzo a voi! Vi invito ad amare e a donare il mio Amore ai piccoli, ai poveri, agli emarginati e con cuore paterno vi invito ad essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. IO HO APERTO IL MIO CUORE PER OGNUNO DI VOI: figli, LA PACE CHE IO VI PORTO E' LA PIENEZZA DEL PADRE! Legatevi ad essa, figli miei, perché io conosco il cuore di ognuno di voi: figli miei, non potete nascondermi nulla perché non c'è luogo dove io non possa vedere e udire. Figli miei, siate piccoli, poveri, semplici come io vi ho cercati! Figlio Mario, tu hai parlato con parole sagge di ciò che hai letto (Giov 20, 1-23) e io ti invito ad aggiungere che la Navicella, la Barca che tu devi tirare carica del Vangelo, parte da questo luogo perché io l'ho scelto dai tempi antichi e oggi la tiriamo insieme. La Barca è pesante anche per me, ma la mia Parola è Parola Viva e non viene meno: figlio mio, non scoraggiarti, ma accetta con amore le persecuzioni che verranno ancora: hanno perseguitato me e lo faranno anche con voi! ma gioite, figli miei, gioite nell'Amore della Croce perché io sono qui in mezzo a voi e non vi lascio: vi carico col peso della Santa Croce, ma sono sempre al vostro fianco! Tu, anima mia, continua a soffrire nel silenzio per i tuoi figli: tieni sempre alto il mio Vangelo e non lasciarlo mai! (Giu) Gesù, tu tieni stretta la mia mano perché sono debole e ho paura di cadere! (Ge) Ah, Piccola Cocciuta mia, ti lamenti ancora! visto che non sei caduta il Venerdì, cammina adesso con me e non lamentarti! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Ora, figlia mia, contempla il mio Cuore e porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto.* (Giu) Gesù, come faccio a portarli? (Ge) Figlia mia, vieni: dammi la tua mano! (pausa) ora porta i tuoi figli!* (Giu) Gesù, perché non entrano tutti? (Ge) E' questo il mio dolore, figlia mia: camminano per la via sbagliata* ed entrano per la porta larga! (Giu) Gesù, perdonami se ti chiedo questo: perché non la chiudi?^^ (Ge) Piccola Cocciuta mia, prendi la Croce e portala: e lascia fare me! (Giu) Perdonami, Gesù! Gesù,* che significato ha? ho sbagliato io a chiederti di chiuderla? (Ge) No, creatura mia, ciò che vedi non è perché hai chiesto di chiudere la porta:^^ sono le anime che non accettano la Croce e chiudono la porta (= del cuore).^^ (Giu) Gesù,* non lasciarci! (Ge) Non temere, anima mia,* bevi ancora i calici misti e soffri per la Chiesa tutta:* immolati per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa! (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre mio!* è ancora verde il calice, Padre mio!* (Ge) Figli,* pregate col cuore affinché i flagelli che vi circondano si allontanino! (Giu) Padre mio! Padre mio! (Ge) Anima mia, resisti ancora: sali con me il Monte per i tuoi figli!* (Giu) Padre, èenorme questo calice, ma dammi la forza di berlo tutto:* fa' di me quello che vuoi, ma non lasciare i miei piccoli!* (Ge) Ora sollevati, anima mia: stringiti alla Croce!* (Giu) Padre! Padre mio!* (Ge) Anima mia, bevi ancora.* Voi, figli miei, siate forti, vi chiedo scusa se resto a lungo a parlare con voi: ma restando con voi il mio Cuore viene consolato dalle anime che si aprono. Tu, croce mia, prega e fai pregare i tuoi figli con la Parola Viva del mio Santo Vangelo. Io vi sigillo con l'Amore dello Spirito Santo: ora sta a voi aprire i vostri cuori al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Io vi amo e il mio Amore è Amore di Padre e un Padre non abbandona le sue anime. Figli, io sono Dio Uno e Trino e il mio Amore è Amore Duraturo: restate nel mio Amore e nella mia Pace perché io vi ho detto io vi ho detto: Pace a voi figli che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso e a voi figli che vi unite a questa santa Preghiera di Pace, di Amore e di Luce. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io sono venuto in mezzo a voi, è così che io resto in mezzo a voi: PICCOLO, POVERO porto LA PIENEZZA DELL'AMORE DEL PADRE, porto LA PIENEZZA DELLA CROCE, porto LA PIENEZZA DEL PARTO (Giu) Padre, Padre mio, io non sono degna di starti vicino: per il tuo Amore, per la tua Infinita Misericordia perdona me, misera peccatrice, e aiutami a fare la tua volontà! (Ge) Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: SEGNALO col SIGILLO DEL TUO AMORE e DONALO AL MONDO nel SEGNO SANTO DELLA CROCE. (Giu) Padre mio,* aiutami a fare la tua volontà! Grazie, Gesù! (Ge) Ora offri da bere al figlio santo, cioè al figlio Mario: tu, Sacerdote eterno, pastore delle mie pecorelle, accostati alla Barca, figlio mio: tirala perché insieme a te ci sono io! non temere, figlio mio, non temere per quelli che non ascoltano, per quelli che non credono a ciò che io sto dicendo in questo attimo: vai avanti, figlio mio, perché la mia Grazia è su di te! ora bevi anche tu del Calice del Parto e donalo ai tuoi figli.* Tu, croce mia, bevi ancora del Calice dei Dolori: soffri per i tuoi figli e vai avanti! (Giu) Padre mio, dammi la forza! (Ge) Bevi, Piccola Cocciuta!* Ora, figlio mio, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e donalo ai tuoi figli. Tu, anima mia, mangia del Seme del Parto: soffri ancora per amore della Croce! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ecco, io mi sono donato nella Pienezza della Croce: voi andate avanti con la vostra croce e non staccatevi da essa!* (Giu) Padre, Padre mio, stringi le mie mani!* (Ge) Figlia mia, preparati all'Incontro della Pasqua.* (Giu) Gesù, è dolce stare con te! (Ge) Sì, figlia mia: poggiati sulla Croce e gioisci!* Ora accostatevi al mio Amore come io mi accosto ai vostri cuori: gioite, figli del mio Cuore! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA perché il tempo del Padre è compiuto! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO ad ognuno di voi. BEVETENE IN ABBONDANZA perché è il Calice di Vita Eterna: èl'Amore che il Padre elargisce ad ognuno di voi. Fate Pasqua con la Croce, figli: io mi sono donato e la mia Pasqua è piena e l'Amore che vi dono è Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Non temete: io sono il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi e vi porto la Pace e l'Amore del Padre. Ora io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni. Vi benedico attraverso il Sacerdote santo, il Sacerdote della Parola Viva del Padre: figli miei, ascoltatelo perché attraverso di lui c'è la mia Luce, la mia Verità, la mia Parola Viva. Siate coscienti della Benedizione che io vi mando: donatela al mondo perché sono le ultime benedizioni che il Padre vi dona. Figli miei, IL TRIONFO DEL CUORE IMMACOLATO DI MIA MADRE E' RACCHIUSO NEL BACIO DELLA BENEDIZIONE: fate tesoro di ciò che vi dono! Siate pronti e preparati, figli miei, perché ATTRAVERSO LA BENEDIZIONE IO VI DO IL CARICO DELLA CROCE AD OGNUNO DI VOI. Tu, anima mia, ora donalo al figlio santo. Voi siate coscienti del mio Bacio, della mia Santa Benedizione: figli, non scandalizzatevi del mio Amore ché io elargisco il mio Cuore per ognuno di voi! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Preghiera di Padre. Grazie, figli miei, per aver consolato il mio Cuore di Padre. (Giu) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: aiutali tu e aiutami a non cadere! Grazie, Gesù! Ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, figli miei: ardete col mio Amore! e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, anime del mio Cuore!"

2) Ven 11/4/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io sono il Pane Vivo, chi cerca me vive in me, non cercate il mondo e non mangiate del mondo: io solo sono il vostro cibo e il vostro ristoro e la mia Mensa è imbandita per tutti ma non tutti la cercate. Io sono l'Inizio e la Fine, chi mi ama e cerca la mia Parola non viene° mandato indietro, chi viene° a me e non accetta la mia Parola è lui che che non mi cerca, ma la mia Misericordia Infinita non viene meno: io sono il Buon Pastore che cerca la pecorella smarrita e la conduce al gregge. Amate e perdonate e cercatemi col cuore. Rinunciate° al mondo e legatevi alla mia Croce, al mio Vangelo, alla mia Verità. Voi Quattro della Croce, andate avanti, camminate col mio Amore e non temete niente e nessuno: io sono sempre al vostro fianco! Vi amo, perle del mio Cuore, e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Santa Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen (4)".

3) Dom 13/4/97, alla Quercia (non registrato per difetto tecnico)

4) Giov 17/4/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi, figli del mio Cuore! Sposa mia, siediti.* (Giu) Gesù, intorno a te c'è sempre il mare aperto* ed è mare di sangue! (Ge) Figlia mia, io ripeto sempre le stesse cose: il sangue che vedi* è sangue degli Innocenti e il calice che tu devi bere, anima mia, è amaro per me ed è pesante per te berlo!* (Giu) Gesù, dammi il calice da bere!* (Ge) Figlia mia, questo calice lo devi bere* per l'umanità come l'ho bevuto io: ma se non ce la fai, dimmelo!* (Giu) Gesù, tu mi insegni a poggiarmi sulla Croce quando non ce la faccio!* (Ge) Grazie, anima mia! Io vengo in mezzo a voi, però a non chiedervi molto: chiedo a tutti voi di aprire il cuore al Santo Vangelo e legarvi alla Santa Croce e di portare ai fratelli il mio Amore, la mia Pace, la mia Carità. Figli, IO VENGO CON LA CROCE e PORTANDO LA CROCE PORTO LA SANTA SOFFERENZA: lo so che è pesante per voi andare avanti, figli del mio Cuore, ma IO VI PORTO LA PORTA e ATTRAVERSO DI ESSA SI PASSA CON LA SANTA SOFFERENZA. Figli miei, la porta del mondo è larga: ma in quella porta non c'è la mia Luce, non c'è il mio Vangelo, non c'è la mia Verità e non c'è neanche la Santa Sofferenza! Io come Padre vi lascio liberi, figli miei, di camminare la via che voi volete,* ma il mio Cuore di Padre è straziato da mille dolori perché è seduto sulla Roccia del Padre: io vedo i flagelli che voi non vedete, ma si abbassano* sempre di più! (Giu) Gesù, dammi ancora calici,* ma sia fatta la tua santa volontà: ferma i flagelli! (Ge) Figlia mia, siete voi che non volete fermarli: non vi degnate neanche di uno sguardo! Ah, figli miei, cercate il mondo al posto della Croce!* Come soffre il mio Cuore di Padre e come è trafitto il Cuore della mia Amata Mamma: io grido la Verità del Vangelo e non viene ascoltata! mia Madre porta il suo Pianto e non viene raccolto! Cosa devo fare ancora, figli miei? cosa devo fare ancora per farvi guardare la Croce? (Giu) Gesù, perdonaci! (Ge) Figlia mia, io parlo al mondo intero, ma parlo anche a voi* che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso, scelto dal Padre, e mi servo di questa piccola creatura per portare a voi l'Amore dello Spirito Santo: ma voi ancora siete legati al mondo e non riuscite a comprendere la mia Parola Viva e la mia Presenza viva e reale in mezzo a voi! Ah, figli miei, siete ancora lontani dal mio Cuore! cercate la Porta del mio Cuore e abbandonate la porta del mondo che vi porta alla perdizione e alla morte. Figli, IO SONO LA PORTA DELLA VITA ETERNA: entrate per essa e non lasciatela, figli del mio Cuore! Il mio nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore e della Pace, ma io vi do l'arma per combatterlo: che è la Santa Croce, la Santa Sofferenza e la Santa Umiltà. Siate piccoli, poveri e caritatevoli, figli, perché io so ciò che vi necessita e non vi faccio mancare nulla: come vesto i campi vesto anche voi di ciò che vi necessita. Non chiedo molto: chiedo il vostro amore, il vostro Sì totale alla Croce. Figli, non lasciate mai il Santo Vangelo perché è la porta che vi conduce al Padre: sappiate che io sono Giudice e ognuno di voi avrà il suo giudizio di ciò che fate ed io come Padre vedo le vostre opere giuste e non giuste, figli! (Giu) Gesù,* poggiati ancora su di me, ma ti chiedo misericordia per l'umanità: perdonaci! (Ge) Figlia, il mio Amore non ha limiti e la mia Misericordia (è) enorme! ora porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto. (Giu) Gesù, non vogliono entrare! (Ge) Dammi la tua mano.* (Giu) Padre! Padre! Padre mio, misericordia! Padre! Padre!* (Ge) Figlia, la Porta del Parto è aperta: tu immolati e porta i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù, ma non so come fare! (Ge) Non essere cocciuta: entra!* (Giu) Padre! Padre! Padre mio,* (è) enorme il calice ed è verde! (Ge) Bevilo fino in fondo, anima mia! Voi, figli miei, non stancatevi di ascoltare le mia Parola: presto molto presto vedrete anche voi la Porta del Parto, siate pronti e preparati, figli del mio Cuore!* Pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, figli del mio Cuore, ma restate uniti, non disperdetevi e non lasciatemi solo come hanno fatto i miei discepoli: vegliate e pregate perché l'ora del Padre è su di voi! (Giu) Gesù, che significato ha? (Ge) Non spaventarti, anima mia: io sono qui in mezzo a voi e nulla vi accadrà. Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi: piccolo, povero, in un pezzo di pane e in un bicchiere di vino vengo a portare l'Amore e la Misericordia del Padre. Desidero che i vostri cuori siano aperti a questo INCONTRO DI PADRE. (Giu) Padre! Padre mio!* (Ge) Figlia, accetta ancora i dolori del parto per l'umanità. (Giu) Padre, dammi la forza!* Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO COME SEGNO DI AMICIZIA E DI POVERTA': RENDILO FECONDO E DONALO AL MONDO NEL TUO AMORE INFINITO. Figli, voi che mangiate del Pane dell'Amicizia e bevete del Vino dell'Amicizia, siate coscienti del mio Amore, della mia Misericordia, amate e perdonate i vostri nemici, camminate sempre nella Verità del mio Vangelo: consolate il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma che soffre per ognuno di voi! Ora, sposa mia, bevi del Calice del Parto:* soffri ancora, figlia mia, perché la Pasqua non è ancora finita! (Giu) Gesù, dammi la forza perché le mie non reggono più: dammi la tua forza, dammi la tu Croce! (Ge) Bevi, Piccola Cocciuta!* Ecco la mia forza: figlia mia, vai avanti e porta tu la mia Croce!* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora offri da bere alla mia Sposa (A.M.): tu, anima mia, caricati ancora della mia Croce, porta il mio Vangelo, la mia Verità al mondo, sii croce nella mia Croce, figlia, non lamentarti ma cammina cammina sulla mia via, ora bevi e offri da bere ai tuoi figli. Dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, mangia il Seme del Parto*: soffri, figlia mia, e dona il mio Amore al mondo. Dividi e unisci anche tu, figlia mia: mangia e dona ai tuoi fratelli il Pane dei Cieli.* Ecco, io mi sono donato nella povertà del Pane e del Vino: ora voi donate ai fratelli il vostro amore, la vostra carità, il vostro Sì alla Pienezza del Vangelo. Ora, figlia mia, preparati alla Pasqua. (Giu) Padre! Padre, dammi la forza ancora!* (Ge) Figlia mia, poggiati sulla Croce!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli!* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, il mio Amore è pieno ché io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è in mezzo a voi che io vi amo con amore materno. Figli, gioite e portate il mio Amore e la mia Pace ovunque andate perché io sono il Dio della Pace, il Dio dell'Amore: Dio Uno e Trino. Tu, sposa mia, gioisci ancora nei dolori del parto* e bevi ancora i miei calici misti. Non dimenticare il tuo primo messaggio, figlia! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni: figli miei, racchiudetelo nei vostri cuori, ma donatelo con amore ai vostri nemici, a coloro che trafiggono i vostri cuori. Preparati, sposa mia, a riceverlo. (Giu) Grazie, Gesù! (Ge) Scambiatevi anche voi il Bacio della Santa Benedizione e non scandalizzatevi, figli miei, perché ancora non potete comprendere la sua Pienezza. Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi sempre l'Amore del mio Vangelo. Vi benedico col Sigillo della Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. ANGELI E SANTI TUTTI DEL PARADISO, OSANNATE E GIOITE CON L'AMORE DELLO SPIRITO SANTO! Figli, unite la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. (Giu): Ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto i vostri cuori (presenti: Ti amo, Gesù) Grazie, anime preziose al Padre mio!"

5) Ven 18/4/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io vi ho donato mia Madre come Mamma e lei vi ha stretti al suo Cuore come figli, i figli di Dio: ma voi non riconoscete di essere suoi figli, non accettate l'Amore del Padre e rinnegate di conoscerlo e di amarlo! Cosa volete fare? Camminate senza luce: ah, figli miei, la Luce del mondo è in mezzo a voi e voi non la guardate! Figli, i flagelli sono su di voi e voi neanche muovete un dito per fermarli: io vi sto guardando dalla Roccia del Padre! Cosa dovete fare? Armatevi di preghiera e sconfiggerete° il male, ritornate ad essere figli della Luce, lasciate il mondo, figli miei, amate e perdonate, usate carità: ma carità di Croce! Figli miei,° Voi Quattro della Croce tirate la Barca, carica del mio Vangelo, e non fermatevi: l'ora del Padre è imminente, siate pronti anche se il vostro carico è pesante! Io vi amo e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen (4)".

6) CONSACRAZIONE A RENDE (sab 19/4/97, ore 17.40, more solito)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, il tuo abito è sporco di sangue! (Imm) Croce mia, bevi anche oggi i calici misti e soffri con i dolori del parto per l'umanità: bevi i calici e immolati sul Legno della Croce, figlia mia! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, vengo a coprirvi col mio Manto Materno e vi invito ad essere Mamme della Croce e del Santo Vangelo del mio Gesù. Figli, pregate e immolatevi per il Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: lui è la Roccia Santa, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Figli miei, vi chiedo di camminare sulla Via-Mamma, seguite il Santo Vangelo e fermate i flagelli, che vi circondano, con la Santa Sofferenza con la Santa Preghiera, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori, allontanate da voi satana e innalzate la Verità della Croce perché io sono la Mamma che vi ho raccolto al mio Cuore ai piedi della Croce. Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, lasciate le cose del mondo, lasciatele e legatevi al Cuore della Croce perché io vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre a rinnovare i vostri cuori, non vengo a a togliere nulla al Vangelo del mio Gesù ma vi invito ad amare il mio Gesù: non prostratevi a dei che non possono donarvi la Vita Eterna! Figli, io conosco il cuore di ognuno di voi e come Mamma vi stringo al Cuore del Padre. Figli, siate coscienti della mia presenza in mezzo a voi viva e reale. Amate amate amate, figli miei, con l'Amore Misericordioso del Padre. Allontanate da voi i malèfici: figli, il mio nemico vuol far suo il Progetto del Padre e vi distrae facendovi camminare sulla via larga: voi entrate per la Porta del Parto e non lasciatela, figli miei! Figli, non ridete della mia presenza in mezzo a voi: vi invito ancora una volta ad essere Mamme e Mamme della Croce! Ora vi lascio al mio Gesù. (Ge) Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi. Vi ho donato la mia vita: voi donatela al mondo, ai figli emarginati, ai figli drogati, ai figli che non conoscono la mia Luce, la mia Verità, il mio Vangelo. Io sono qui in mezzo a voi, povero tra i poveri, ma vengo a portare la Ricchezza del Padre: la Luce che illumina i cuori! Figli miei, siate coscienti della mia presenza in mezzo a voi: gioite col Pastore Eterno e danzate con l'Amore dello Spirito Santo che èPace, Gioia e Letizia! Tu, croce mia, immolati con i dolori del parto e soffri per i figli che in questo attimo trafiggono il mio Cuore di Padre. (Giu) Gesù, perdonaci se ancora non sappiamo comprendere: portaci al Trono del Padre! (Ge) Figlia mia, in pochi ascoltate la mia Parola: anche se siete qui riuniti, i vostri cuori e le vostri menti vagano! siate più attenti alla mia Parola, al mio Vangelo, alla mia Presenza viva e reale in mezzo a voi! Io vi invito alla preghiera: pregate pregate affinché i flagelli si allontanino da voi! Ora preparate i vostri cuori alla mia Pasqua e gioite col Maestro! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli miei! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, vi amo, figli miei, e non voglio perdervi: figli, io vi sto segnando la Via-Mamma perché vi voglio santi, camminate con la Croce e non distaccatevi da essa! Figli miei, non scandalizzatevi di ciò che dico: sappiate che è Parola mia ed è segnata col Sigillo della Croce! Ora io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni: vi segno attraverso il Sacerdote santo, il Sacerdote dell'Amore e della Carità. Figli, siate coscienti e non ridete del mio Amore e della Verità che io vi porto in mezzo a voi. Ora accogliete la mia Santa Benedizione e portatela al mondo. Scambiatevi anche voi la Santa Benedizione. Amate e perdonate: ma siate coscienti del mio Amore! Figli miei, crescete crescete crescete perché ancora siete lontani dal mio Cuore di Padre! Io vi amo, figli miei, e non vi lascio: chiedo solo il vostro amore, il vostro Sì totale alla Croce. Ora io vi lascio ma sono sempre in mezzo a voi col Santo Vangelo, con la Santa Croce e ripeto: non cercate altri dei all'infuori del Dio Uno e Trino. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. (Giu): Ti amo, Gesù! (5) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù) Grazie, figli miei, anche se ancora siete deboli!"

7) Dom 20/4/97, alla Quercia:

a) Esorcismo all'esserino del 19

Questa volta Giulia lo esorcizza in silenzio. Così infatti scrive: "Prima dell'apparizione, durante il Rosario dopo il 19, si è presentato l'esserino, sempre nudo. Io tenevo il Crocifisso alzato in modo non tanto visibile ed esorcizzavo in silenzio dicendo: Gesù è vivo ed è in mezzo a noi, vai via! Lui, cioè l'esserino, era arrabbiato, diceva che Gesù è morto e non viene, ma io insistevo con le stesse parole. E' rimasto fino alla fine del terzo mistero, ma poi è andato via sbuffando!"

b) Il messaggio domenicale (ore 15.30, more solito)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, cosa hanno fatto al tuo abito? (Imm) Figlia mia, bevi anche oggi* i calici del mio Gesù e soffri anche oggi con i dolori del parto. Non ascoltare ciò che dice il mio nemico: stringiti alla Croce, figlia mia, e vai avanti! (Giu) Sì, Mamma, ma tu non lasciarmi! (Imm) Non temere, il mio Cuore Immacolato di Mamma trionferà, niente e nessuno può cancellare il Progetto del Padre, tu immolati sempre per i tuoi figli, prega per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciarlo solo nell'Orto degli Ulivi! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Vengo in mezzo a voi a portarvi la Misericordia del Padre: vengo a portarvi la Parola del Pastore Eterno (oggi è la Domenica del Buon Pastore). Figli miei, formate un unico gregge col Pastore Eterno, cercate l'Amore dei Cieli, abbandonate le cose del mondo! Figli miei, io vengo a radunarvi in nome del vangelo, non vengo a cambiarlo, ma invito tutti voi ad essere Pastori della Parola del mio Gesù, pregate il Padre che vi dia sempre la Luce dello Spirito Santo e camminate portando la sua Verità, il suo Amore, la sua Carità. Figli, io cammino Pellegrina nel mondo intero, vado a risvegliare i cuori addormentati e a portare il Fuoco di Pentecoste affinché tutti i cuori osannino il Padre: VI PORTO LA CROCE perché è l'unica strada che vi porta alla Santità, VI OFFRO LA SANTA SOFFERENZA perché vi unisce al mio Gesù. Non vi sono altri dei che che vi possono unire al Cuore del Padre! Figli, prostratevi dinanzi alla Croce e implorate misericordia affinché i flagelli che vi circondano si allontanino. Non pensate ai vostri corpi: abbandonatevi totalmente all'Amore del Padre. Amate e perdonate i vostri nemici. Figli miei, diventate pastori vivi del Vangelo del mio Gesù. Sappiate che io sono Mamma e una Mamma conosce i cuori di ognuno di voi: chiedete nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo per volere del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli, soffrite per coloro che non accettano la Santa Sofferenza, portate la Croce per coloro che non la amano: aiutate il mio Gesù perché ha bisogno di ognuno di voi! Amate amate figli cari, e cercate i tesori del cielo, allontanate da voi il mio nemico con la Carità, con l'Amore, con la Santa Croce e non dimenticate il Santo Vangelo! Tu, croce mia, prega e immolati per i figli Ministri. (Giu) Sì, Mamma: li metto tutti nel tuo Cuore e metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere! Mamma, dammi la forza ancora di andare avanti e perdonaci se non sappiamo camminare con la Croce! (Imm) Figlia mia, IO VENGO A FARVI DA MAESTRA, SEGUITE LE ORME DELLA PORTA, CAMMINATE E NON FERMATEVI PERCHE' IL PROGETTO DEL PADRE SI ADEMPIRA': IL MALE VERRA' ANNIENTATO E LA LUCE ETERNA BRILLERA' SU OGNUNO DI VOI. Siate pronti e preparati: non spegnete la lucerna, ma camminate nella Verità del Vangelo del mio Gesù! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del Padre. Vi invito a pregare, pregate pregate: pregate secondo le miei intenzioni di Mamma e accogliete lo Shalom del Padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce mia, soffri ancora nel Silenzio della Croce. (Giu) Sì, Mamma!"

8) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 APRILE 1997

giovedì, ore 15.20, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, intorno a te c'è sempre il mare aperto: ma non è acqua ma sangue! Mamma, cos'è questo sangue? (Imm) Figlia mia, è sangue degli Innocenti, tu bevi sempre i calici misti del tuo Gesù e continua a soffrire ancora con i dolori del parto per l'umanità perché la Pasqua ancora è piena: figlia mia, non è finita e il mio Gesù è solo nell'Orto degli Ulivi a piangere e a bere i calici amari per ognuno di voi! Ancora non comprendete il valore della Croce, il valore del Vangelo, il valore dell'Amore che il mio Gesù viene a portarvi nel mondo intero e in questo luogo: correte ma non sapete dove e non sapete cosa fare perché non amate, cercate qualcuno ma non sapete neanche voi a chi rivolgervi o come rivolgervi! Figli miei, io sono Mamma e una Mamma segna la Via della Croce, io vengo a segnarla col Vangelo: spogliatevi delle vostre cose, dei vostri pensieri, dei vostri dolori, dei vostri problemi e vestitevi di Croce, di Povertà, di Amore. E quando venite a trovarmi in questo luogo o in altri luoghi dove io sono vera e viva offritemi i vostri cuori affinché io li possa portare al mio Gesù piccoli e poveri come Gesù vi ha creati, non indossate molti abiti, figli miei, e non affannatevi su cosa dire o fare, sappiate che io sono Mamma e conosco ogni cosa di ognuno di voi: figli miei, chiedete nel giusto del Vangelo ed io ve lo concedo sempre perché busso alla porta del Padre. Figli, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Non porto molto, vedete, figli miei: PORTO IL CUORE DEL PADRE, e dovrebbe bastarvi: PORTO IL SUO AMORE, LA SUA SANTA BENEDIZIONE. Figli miei, cosa devo fare ancora? come Mamma come farvi capire che la via che dovete camminare è segnata dalla Croce e dalla Santa Sofferenza? Il mio Cuore di Mamma gronda sangue per l'umanità che non vuole comprendere che basta poco per ottenere la pace: figli, è una parola grande e piccola: AMORE AMORE AMORE! ma è Amore di Dio quello che io vi chiedo, amatevi gli uni gli altri, figli miei, siate un'unica famiglia, la Famiglia del Vangelo, la Famiglia della Croce: stringetevi a quel Legno e non lasciatelo! Figli miei, quanti flagelli si abbattono perché manca l'amore, la carità! Ah, figli, cercate la Porta del Parto ed entrate per essa, lasciate le cose del mondo e amate solo il mio Gesù e il Santo Vangelo; pregate ancora, e non stancatevi, per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, non lasciatelo solo, portate con lui la Croce del Gesù vivo e vero, figli miei, ma siate pronti e preparati allo Shalom del Padre perché lui viene a portare la Pace, la Pace vera, la Pace duratura: la Pace che è segnata che è segnata col Santo Vangelo e il Sigillo della Croce! Figli miei, amate e perdonate i vostri nemici e accogliete nei vostri cuori, nelle vostre case i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli che ancora non conoscono la Verità del Padre: la Verità del Vangelo. E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, non stancatevi di donare il mio Gesù all'umanità: donatelo a tutti, figli miei, non fatelo mancare a chi lo ama, a chi lo cerca, ma portatelo anche ai figli che non lo conoscono, fategli gustare l'Amore del Padre, donate il suo Corpo e il suo Sangue perché Gesù è venuto per esser gustato, amato, accolto da tutti. Figli miei, donatelo anche se voi dovete portare la Croce! è pesante, lo so, figli, ma il mio Amore di Mamma vi sostiene, non stancatevi ma camminate con Gesù e per Gesù perchè il mio Cuore Immacolato di Mamma trionferà nel mondo intero: gioite con l'Amore della Croce, gioite con la Santa Sofferenza! E Voi Quattro della Croce tirate ancora la Barca, carica del Vangelo, soprattutto tu piccolo Mario, Sacerdote santo, Sacerdote eterno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora il mio Gesù vi benedice col Bacio del Piccolo Giovanni e lo ricevete attraverso il figlio santo: voi accoglietelo nei vostri cuori, gustatelo e offritelo al mondo. (Giu) Grazie, Gesù! (Imm) Scambiatevi anche voi la Benedizione del Padre e gioite nell'Amore dello Spirito Santo che aleggia su di voi, figli del mio Cuore: DANZATE CON L'AMORE E PORTELO AL MONDO! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Tu, croce mia, soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza perché sono debole! (Imm) Piccola Cocciuta, legati alla Croce e vai avanti! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la Preghiera del Padre. Grazie, figli: portate il mio Amore ovunque andate!"