Notizie da Sofferetti-24  n. 201

Lauria, 16 luglio 1997 

 

"FONDATE LA CHIESA DI PIETRO

nell'AMORE DELLO SPIRITO SANTO"

(cfr. mess. 29/6/97)

 

1) Giov 26/6/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici verdi* e immolati per i tuoi figli con i dolori del mio e del tuo parto:* figlia mia, in questa serata sono più pesanti! (Giu) Padre! Padre mio! Padre! (Ge) Siediti, anima mia!* Figlia mia, stringiti dall'inizio* alla mia Croce e se non ce la fai, grida, piccola cocciuta!* Figlia mia, i calici che bevi in questa serata sono per i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre mio.^ (Giu) Gesù, sono ancora più verdi,*^ ma tu grondi sangue* e la Roccia gronda sangue, Gesù!* (Ge) Figlia mia, bevi* bevi i calici perché in questo attimo* stanno trafiggendo il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma: voi restate saldi nella Verità del mio Vangelo!* (Giu) Gesù, perché piangi?* (Ge) Figlia, io piango perché vedo i miei figli che cadono e non riescono ad alzarsi: tu cosa fai quando vedi le tue figlie che cadono?* (Giu) Perdonami, perdonami se chiedo sempre perché,* ma sono debole: Gesù, dammi la tua forza!* (Ge) Stringi le mie mani!* Io sono qui in mezzo a voi, non vengo come Maestro, vengo in mezzo a voi come Figlio, Fratello, Amico vostro a svegliare i vostri cuori col mio Santo Vangelo: e come vorrei che i vostri cuori siano tutti aperti alla mia Verità, alla mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Ah, figli miei, quanto poco credete nella mia presenza e come fate fuggire presto le mie parole: quando uscite da questo angolo di paradiso trovate il mondo che vi trascina e il mio Amore lo lasciate cadere per terra! Quanto soffre il mio Cuore di Padre! Voi pensate che io non veda e non sento: figli, non vi è niente che io non veda e non sento. Soffro ancora di più quando le vostre labbra pronunciano che mi amate ma i vostri cuori neanche conoscono il mio Amore! Figli miei, io parlo al mondo intero e parlo ad ognuno di voi perché siete parte del mio Cuore: mi siete costati cari, figli miei, e io sono pronto ancora una volta ad allargare le braccia sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi. Figli miei, non ridete nei vostri cuori perché io vedo anche quelli e soffro ancora di più!* Anima mia, soffri anche tu con me: bevi ancora* i calici verdi! (Giu) Sì, Gesù, ma poggiati ancora con la Croce su di me: ma perdona, perdona i figli che ancora non riescono a comprendere la tua presenza viva e reale in mezzo a noi! (Ge) Anima mia, io sono qui, vengo a risvegliare i vostri cuori, non vi rimprovero ma vi dico ciò che io vedo e sento come Figlio, Fratello e Amico vostro. Non offendetevi, figli miei: io vengo a segnarvi la via che vi porta alla Porta del Parto e camminarla porta sofferenza! il carico è pesante, figli miei, ma, vi supplico, camminate! E tu, anima mia, porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto. (Giu) Padre! Padre mio, sostienimi! il Papa è ancora per terra! Gesù, fammelo alzare, mi si spezza il cuore! (Ge) Anima mia, tu cammina la tua strada, il resto lo faccio io! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora bevi ancora,* porta ancora i tuoi figli attraverso la Porta del Parto e non fermarti, anima mia! (Giu) Padre! Padre mio, sostienimi! (Ge) Piccola cocciuta mia, piccola capricciosa, non vuoi gridare? Bene, cammina perché i passi sono buoni: vai avanti, anima mia!* (Giu) Gesù!* (Ge) Fermati: non toccarli! (Giu) Gesù!* (Ge) Non spaventarti, anima mia! (Giu) Gesù, il sangue li sta coprendo: cosa possa fare, Gesù? (Ge) Prega, anima mia, e invita i tuoi figli alla santa preghiera: invita i tuoi figli a tenere alto il mio Vangelo! (Giu) Sì, Gesù, ma non abbandonarci! (Ge) Piccola cocciuta, sono qui in mezzo a voi: come posso abbandonarvi? Io sono Padre e un Padre non lascia i propri figli: non lasciatemi voi! Non pensate che sia una ripetizione ciò che io dico, figli miei! io vengo in mezzo a voi per rinnovare e accendere i cuori spenti: ma voi siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Vi invito ad amare: amatevi gli uni gli altri e perdonate, figli miei! accettate sempre la Santa Sofferenza perché essa è la via che vi porta al Cuore del Padre! Figli miei, in questa serata io voglio essere cullato nei vostri cuori come un bambino: cullatemi, spose del mio Cuore, e rimanete nel mio Amore, nella mia Pace, nella mia Carità! Non spostatevi, anime del mio Cuore: fermatevi un attimo e contemplate il mio Cuore che gronda sangue per ognuno di voi!* Figli miei, cercate la pace del cuore e abbandonatevi ad essa, voi con le vostre menti non potete arrivare alle mie parole: pregate per adesso, figli! Ora, piccolo Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che IO VENGO in mezzo a voi: PICCOLO e POVERO, ma VENGO NELL'INFINITA MISERICORDIA DEL PADRE. (Giu) Padre! Padre mio, sostienimi! (Ge) Diventi sempre più cocciuta: poggiati alla mia Croce!* (Giu) Padre!* Padre mio, i dolori sono enormi! (Ge) Accettali e taci, Cocciuta del mio Cuore! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE DELLO SPIRITO SANTO E DONALO AL MONDO.* Tu, croce mia, soffri ancora:* bevi ancora i miei calici verdi!* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora offri da bere al pastore eterno, al mio figlio santo: tu, figlio mio, tira sempre la Barca carica del mio Vangelo e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno! figlio mio, tu sei il piccolo Giovanni del mio Vangelo, della mia Verità, porta le tue pecorelle, radunali/e ad una ad una e insegna ad amare col mio Amore come tu sai fare; figlio mio, il tuo compito è pesante perché porti la Croce come la porto io, ma non fermarti, sappi che io sono sempre al tuo fianco e la mia Amata Mamma ti tiene per mano: figlio mio, cammina, prendi la mano di Maria e vai avanti! ora bevi, Figlio mio, Fratello mio, Amico mio: bevi!* Tu, croce mia, bevi e soffri ancora per i tuoi figli che non riescono a comprendere il mio Amore, la mia Verità: bevi, anima mia! ora dai da bere alle tue spose, anima mia! Dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e donalo al mondo. Tu, croce mia, mangia il Seme del Parto: soffri per i tuoi figli, anima mia!* Ecco, io mi sono donato nel Segno del Pane e del Vino, NEL SEGNO DELL'AMICIZIA E DELLA POVERTA' DEL PADRE: voi donate il segno del cuore al Padre! Figli miei, siate sempre piccoli e poveri, amate e perdonate: CERCATE L'AMICIZIA DEL PADRE e RACCHIUDETE I VOSTRI CUORI IN ESSA! Ora, anima mia, preparati all'Incontro: preparati per il Banchetto Nuziale! Voi, figli miei, accostatevi con amore al mio Banchetto di Pace, di Gioia e di Luce; anche voi figli che vi unite a questa santa preghiera: accostatevi anche voi perché io mi dono ad ognuno di voi perché vi amo, vi amo! Sposa mia, accosta il tuo cuore al mio! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! (Giu) Padre, Padre mio!* (Ge) PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi perché vi amo, vi amo e la mia Pasqua è piena perché il mio Amore è Amore di Padre! Figli miei, aprite anche voi la porta del cuore e donatevi ai fratelli e al mondo: con l'amore fermate i flagelli che sono sempre più bassi perché siete in pochi a pregare! anime, non aspettate ancora ma pregate, pregate col cuore, e implorate misericordia, misericordia, misericordia al Padre! Figli, figli miei, io non voglio perdervi: vi amo, vi amo! Ora io vi lascio e vi chiedo scusa se resto a lungo a parlare: figli miei, gioisco nel restare con voi! Ora io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni e vi segno attraverso il Sacerdote santo, il Sacerdote dell'Amore: la Piccola Giulia che voi vedete parlare è solo un mio strumento, uno strumento d'amore e di pace che io uso per ognuno di voi, ma il Bacio viene dal Piccolo Giovanni. Siate coscienti di riceverlo, anime mie! Ora, sposa mia, prepara il tuo cuore all'Incontro. (Ge) Padre! Padre mio, togli le macchie che ci sono: perdonami, se è possibile, perché sono una misera peccatrice! (Ge) Non solo: sei anche cocciuta e capricciosa, figlia mia! Ora accostati al mio Bacio perché puoi riceverlo e donarlo! (Giu) Grazie, mio Signore e mio Dio!* (Ge) Gioisci, anima mia: gioisci all'Incontro dello Sposo!* Ora offri la mia Santa Benedizione al figlio santo. Voi, figli miei, non scandalizzatevi della mia Santa Benedizione, ma accogliete con amore materno e paterno il mio Santo Bacio: fatelo crescere nei vostri cuori e donatelo al mondo! Figli miei, io ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete sempre nel Santo Segno della Santissima Trinità. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, aspettatemi, io verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane dei Cieli: rimanete sempre saldi nella Verità del mio Santo Vangelo! Ora, piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre: chiedetemi sempre il Pane Quotidiano ed io ve lo dono. Figli miei, ricordatevi che quando pregate con questa santa preghiera siete in contatto col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo e quando si è uniti, figli miei, l'Amore è più, forte, arde e brucia i vostri cuori: amate amate con questa santa preghiera, figli! (Giu) Ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, anime mie, aspettatemi, io verrò ancora in mezzo a voi!"

2) Ven 27/6/97; ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, camminate e non fermatevi, siate rocce solide del mio Amore, amate e perdonate col cuore: ecco, questo è il mio comandamento di amarvi come io amo voi! Non fate crollare la vostra fede, figli, non fatevi trascinare dal mondo, sia il vostro dire Sì e non cambiatelo: imitate Maria, camminate nel suo Silenzio e nel suo Amore. Figli miei, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore di Padre, cercate anche voi la Povertà della Croce e tenetela alta, non ascoltate la voce del mio nemico che vuole distruggere il Piano di Dio ma con amore ritornate al mio Vangelo: non calpestatelo, figli miei! sappiate che io vi amo: sono il vostro Maestro e cammino sempre con voi quando voi me lo permettete, guardo col Cuore Grondante di Sangue quando voi mi chiudete la porta dei vostri cuori ma vi amo e non voglio perdervi! Figli miei, Voi Quattro della Croce, tirate sempre la Barca: soffrite ancora con i dolori del parto! Con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Croce. Amen (4)".

3) Dom 29/6/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Croce mia, bevi anche oggi i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora con i dolori del parto per la Chiesa tutta e per i tuoi figli. Anima mia,* i calici che berrai oggi* sono ancora più amari:* se non ce la fai, grida, piccola cocciuta!* (Giu) Mamma, stringi le mie mani e dammi la forza della Croce!* (Imm) Figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. vengo per portarvi sulla via della Roccia viva del Vangelo del mio Gesù: figli miei, ascoltate questa Parola, legate i vostri cuori alla Roccia di Pietro* e cercate il Vangelo della Sofferenza, il Vangelo del mio Gesù. Figli, FONDATE LA CHIESA DI PIETRO NELL'AMORE DELLO SPIRITO SANTO e non lasciatela! Io come Mamma e Sposa della Chiesa vengo a indicarvi l'unica Verità, l'unico Vangelo del mio Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi: esso è passato per la Sofferenza e vi ha lasciato la Santa Croce come Segno di Sofferenza, di Amore e di Pace per ognuno di voi. Figli miei, non lasciate l'Amore della Croce, non lasciate la Roccia viva che vi porta al Cuore del Padre: figli, cercatela e poggiatevi su di essa! Io vengo in ubbidienza al Padre a segnarvi la Via-Mamma, la via che vi porta al Cuore del Padre e non vi sono altre vie che l'unica Verità del Vangelo Vivo del mio Gesù. Lui è in mezzo a voi vivo e reale e grida ancora la Verità del Vangelo: aspetta i vostri cuori, apriteli, figli miei, apriteli e offriteli al Padre! Pregate col cuore aperto affinché i flagelli che vi circondano si allontanino da voi. Figli, il mio nemico vuole la distruzione e la morte di ognuno di voi e vi confonde con false luci, con false promesse, con falsi miracoli, ma voi restate saldi nella Roccia del Padre, non ascoltate le voci del mondo: i vostri cuori siano aperti sempre al Sì della Croce e non prostratevi ad altri dei che non portano il Segno della Santa Sofferenza, della Santa Croce. Tu, anima mia, croce del mio Gesù, vai avanti e non fermarti: non fermarti dinanzi alle persecuzioni che verranno ancora! Figlia mia, tu sei stata sigillata col Sigillo della Croce, non temere niente e nessuno, sii sempre salda con la Roccia del Padre: cammina e non fermarti, anima mia! (Giu) Mamma, dammi tu la forza perché la mia viene meno! (Imm) Figlia, non temere, stringiti sempre alla Croce del tuo Gesù e quando ti senti debole ricorda sempre il tuo primo messaggio: ma stai attenta a non rivelarlo, figlia mia, perché ancora non è arrivata l'ora! (Giu) Mamma, dammi la tua forza, dammi il tuo amore affinché io lo possa donare ai miei figli, ai miei fratelli, al mondo intero, dammi la forza di perdonare i miei nemici perché io amo tutti, Mamma! (Imm) Lo so, Piccola Cocciuta, apri sempre il tuo cuore come tu sai fare: sei forte, non temere, anima mia! Ora parlo a voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato: poggiatevi anche voi sulla Roccia di Pietro, abbandonate il mondo che vi porta alla perdizione, siate piccoli e poveri come il mio Gesù vi ha chiamati. Figli, io sono Mamma e vi concedo sempre tutto, non temete, ma andate avanti tenendo alto il Vangelo del mio Gesù. Voi Piccini del mio Cuore, non temete per i vostri cari, elargite il cuore al Padre e lui vi darà ciò che vi necessita: siate saldi nel suo Amore e nella sua Verità! Ora il Padre vi benedice sigillandovi col Bacio del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: esso è poggiato sulla Roccia di Pietro ed è Bacio d'Amore, di Pace e di Verità. Siate coscienti di riceverlo, figli miei: è il Padre che ve lo dona! Non guardate questa piccola creatura: ma col cuore aperto accostatevi al Padre. (Giu) Padre, Padre mio, misericordia, misericordia! (Ge) Sposa amata del mio Cuore, gioisci e dona la mia gioia ai tuoi figli: segnali col mio Amore! (Giu) Sì! (Ge) Scambiatevi anche voi la mia Santa Benedizione, il Sigillo della Croce: portatela al mondo, figli e spose del mio Cuore! (Imm) Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva: la Parola Vera del Vangelo del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Lodato sempre sia il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Lodato sempre sia la Santissima Trinità. Lodato sempre sia il Cuore Trafitto del mio Gesù. Lodato sempre sia il Cuore Trafitto di Maria. Amen. (Giu) Grazie, Mamma, per il tuo infinito Amore! grazie per essere presente a segnarci la via della Sofferenza!"

4) Giov 3/7/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Tu, anima mia, bevi ancora i miei calici verdi e soffri ancora con i miei e i tuoi dolori del parto. Siediti,* anima mia, ma non fermarti,* vai avanti anche se il tuo carico è pesante,* non temere, mia piccola cocciuta: non chiedermi perché, ma vai avanti! (Giu) Perdonami, Gesù: era solo il pensiero! (Ge) Tu sai che io conosco ogni piccolo pensiero.* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora accetta ancora la Santa Croce e bevi i miei calici verdi per l'umanità perché io vengo in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Vangelo: ma non vengo ascoltato! Figli miei, io mi poggio sui Piccoli Giovanni perché siete in pochi a pregare e a camminare sulla Via-Mamma, offrite i vostri cuori, apriteli, accettate la Santa Sofferenza: salvate le anime che si perdono perché non riescono a comprendere la mia Luce, la mia Verità! Tu, croce mia, bevi ancora, immolati ancora per amore mio e non temere: io sono qui dinanzi a te, non temere, stringi le mie mani, prendi la mia forza, cammina, anima mia! Lo dico anche a voi, spose del mio Cuore, aggrappatevi al Legno della Croce e camminate camminate con me: gridate la Parola Viva del mio Vangelo, la Verità del mio Amore, e non preoccupatevi se ridono di voi! sappiate, l'hanno fatto anche con me e lo fanno tuttora: ridono della mia Croce, ridono del mio Vangelo, della mia Presenza viva e reale in mezzo a voi! Ah come soffre il mio Cuore di padre:* viene trafitto attimo per attimo! Figli miei, non fermatevi dinanzi a queste cose, ma andate avanti e guardate la Roccia di Pietro che gronda sangue per ognuno di voi ed io sono seduto sulla Roccia a guardare i vostri cuori che ancora non si aprono alla mia Verità: alla mia Presenza viva e reale in mezzo a voi. Figli, il mio Cuore gronda sangue! (Giu) Gesù, poggiati ancora su di me! (Ge) Ah, piccola cocciuta, piccola capricciosa, non ti reggi in piedi, ebbene io mi poggio: porta tu la Croce!* (Giu) Padre! Padre, dammi la tua forza! (Ge) Ecco: prendi! (Giu) Padre mio, misericordia per l'umanità, misericordia per i figli che non conoscono il tuo Amore, misericordia per me misera peccatrice: perdonami quando crollo! (Ge) Anima mia, bevi ancora* i calici verdi e stringiti ancora sul mio Cuore ché dovrai soffrire ancora, ma non temere, figlia mia: io sono sempre vicino a te! (Giu) Gesù, non lasciare le mie mani, non lasciarle se no cado a terra! (Ge) Anima mia, elargisci sempre il tuo cuore come tu sai fare e prega per la Chiesa tutta perché è in grave pericolo: stringi al tuo cuore i figli Ministri e non lasciarli, anima mia! (Giu) Gesù, come faccio a stringerli? (Ge) Tu fallo, non temere, ascolta ogni mia parola e vai avanti: non fermarti! (Giu) Gesù, dammi tu la forza di fare tutto questo! (Ge) Stringiti alle mie mani: porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto.* (Giu) Gesù, c'è troppo sangue* e il Papa ancora è per terra! (Ge) Figlia mia, entra e porta i tuoi figli:* non spaventarti del sangue, anima mia!* (Giu) Gesù, non riesco a portarli tutti!* (Ge) Stringiti alla Croce, anima mia! Ecco, ora stanno entrando! (Giu) Grazie, Gesù, ma c'è troppo sangue!* Ora il Papa si è alzato! (Ge) Figlia mia, prendi la sua mano e accompagnalo: non temere, vai, prendi la sua mano! (Ge) Gesù, è dolce restare insieme! (Ge) Anima mia, ora bevi ancora!* (Giu) Gesù, c'è anche la Mamma!* (Ge) Bevi, figlia mia!* Ecco la Mensa: ecco il Banchetto dell'Amore! (Giu)° E' dolce restare insieme! (Ge) Ora fermati, anima mia! (Giu) Gesù, fa' che restiamo sempre così: Gesù, facci gioire sempre così! (Ge) Figlia mia, abbraccia ancora la Croce e invita i tuoi figli all'ascolto del mio Vangelo, della mia Verità e del mio Perdono: amate col cuore aperto, perdonate e usate carità verso tutti. Figli, presto scenderà in mezzo a voi ciò che tu hai visto, anima mia, ma siate pronti e preparati con le lucerne accese: aspettatemi, figli miei, non addormentatevi, io verrò ma voi aspettatemi col cuore aperto! Tu, anima mia, tieni sempre nel tuo cuore i segreti che ti sono stati consegnati: stai attenta, figlia mia, perché il mio nemico vuol far suo il Progetto dell'Amore, ma tu conosci l'arma: allontanalo! Ora, figlia mia, porta ancora i tuoi figli attraverso la Porta del Parto. (Giu) Gesù, c'è un Coro di sei Angeli!^ Grazie, Gesù!* (Ge) Non preoccuparti, anima mia, vedi: sono qui dinanzi a te. (Giu) Grazie, Gesù! Padre, Padre mio, dammi il tuo respiro!* (Ge) Figlia mia, vai avanti e non fermarti: di' grazie al Sacerdote santo del Battesimo che ha compiuto. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi, piccolo e povero, ma vengo nell'Infinita Misericordia del Padre! siate coscienti, figli miei, della Misericordia che il Padre vi dona, siate coscienti del suo Amore: contemplate il suo Cuore che è in mezzo a voi! Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE DEL PARTO E DONALO ALL'UMANITA'. Ora, figlia mia, offri da bere al figlio santo, al Sacerdote della Parola Eterna: figlio mio, alzati e cammina, tira la mia Barca e non lasciarla, io sono sempre vicino a te a sostenerti e a gridare con te la Verità del mio Amore; figlio, poggia le tue mani sante sui figli, sui fratelli, sulle tue spose e guarisci in nome della Santissima Trinità, tu puoi farlo, è da sempre che le tue mani sante operano in mio nome nella Verità del mio Vangelo e tu lo sai bene, figlio mio: io come Padre posso dire questo! ora, figlio, bevi il mio calice: bevi il Calice del mio Amore e donalo ai tuoi figli!* Tu, anima mia, soffri ancora con i miei e i tuoi dolori del parto, bevi il mio calice, sposa mia: soffri per i tuoi figli!* (Giu) Dammi la tua forza, Gesù!* (Ge) Ora dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e donalo ai tuoi fratelli e al mondo. Tu, anima mia, mangia il Seme del Parto, soffri per i tuoi figli, dona la mia Pace all'umanità. Ecco, io mi sono donato nel Segno del Pane e del Vino, nella Povertà e nella Grandezza del Padre io vengo in mezzo a voi e vi apro il mio Cuore: voi offritelo al Padre! Figli miei, perdonatemi se resto a lungo a parlare, ma voglio essere amato! figli miei, desidero i vostri cuori, i vostri Sì totali alla Verità del mio Vangelo: sia il vostro Sì roccia, sia il vostro amore roccia, sia il vostro operato roccia solida del Padre!* Ora, anima mia, preparati all'Incontro: prepara i tuoi figli al Banchetto dell'Amore e della Pace perché io sono qui dinanzi a voi vivo e reale! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, spose! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA . Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, vi amo! Figli miei, non vi chiedo molto, vi chiedo solo di amare: amate come io amo voi! Tu, croce mia, poggiati ancora sul mio Cuore e non temere, vai avanti, prepara il tuo cuore al Bacio del Piccolo Giovanni, prepara i cuori dei tuoi figli alla Santa Benedizione che il Padre vi dona: io mi servo di te ma è il piccolo Mario che vi dona la Santa Benedizione del Bacio del Piccolo Giovanni. Figli miei, voi ancora non comprendete quanto è grande e non riuscite a capire il suo mistero: aprite i vostri cuori, accogliete questa Santa Benedizione. Figli miei, ancora non è giunta l'ora di capire in pienezza ciò che il Padre vi dona. Ora, anima mia, accostati! (Giu) Mio Signore e mio Dio: mio Divino Sposo!* (Ge) Dolce creatura dell'anima mia, gioisci!* Ora offri il mio Santo Amore, la mia Santa Benedizione: consegnala al figlio santo. Scambiatevi anche voi il mio Amore, la mia Pace, la mia Letizia: restate uniti alla Roccia, figlie e spose mie! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi: aspettatemi, figli miei! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre: ricordatevi che io sono sempre con voi! (Giu) Ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Bene, state un po' migliorando con i capricci: andate avanti e non fermatevi, anime del mio Cuore!"

5) Ven 4/7/97, ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, scegliete la via della Sofferenza e seguitela: portate con amore la mia Croce e non lamentatevi! Figli, io vi guardo e cerco almeno uno° di voi che sappia guardare con amore la mia Croce: non rifiutatela ma con amore caricatevi di essa ed andate avanti! Figli, io vi dico questo perché i tempi del Padre sono imminenti e mia Madre fa fatica a tenere il mio braccio. Figli, cambiate i vostri cuori: fermate i flagelli che vi circondano! Non fate i sordi dinanzi alla mia Madre: io vengo in mezzo a voi, ma voi non volete ancora vedere! Voi, figli Ministri, sapete che io sono in mezzo a voi con la mia Parola Viva, accoglietemi e non fate i duri di cuore: sappiate che dovete rendere conto della vostra durezza! Voi Quattro della mia Croce, tirate ancora la mia Barca carica del mio Vangelo e non spaventatevi. Io sono sempre con voi e con voi benedico il mondo col mio Amore: col Segno Tremendo della mia Croce. Amen (4)".

6) Dom 6/7/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi anche oggi i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora con i dolori del parto per l'umanità.* Figlia mia, tieni alto il Vangelo Vivo del mio Gesù: stringilo al tuo cuore e fallo amare! fallo conoscere ai figli che non vogliono accettare l'Amore e la Verità che il mio Gesù porta ad ognuno di voi! Io vengo a segnarvi la via del Vangelo, la via che avete smarrito: figli miei, abbracciate la Santa Croce, abbracciate la Santa Sofferenza e non lasciatela! Dio Padre mi manda in mezzo a voi come Pellegrina e il mio Messaggio viene da Fatima: figli miei, siate coscienti di queste parole, siate coscienti delle mie Visitazioni che vengo a portarvi! Figli miei, ritornate al Padre, ritornate ad amare, siate in pace gli uni gli altri e ascoltate il Dio Antico, il Dio del Vangelo Vivo: il Dio dell'Agnello Immolato per ognuno di voi. Figli miei, non ridete della mia presenza viva e reale in mezzo a voi, io sono Mamma e sono Mamma della Croce e del Vangelo: il mio Cuore si è aperto ai piedi della Croce e vi chiamo figli perché vi amo e vi ho accolti nel mio Cuore. Figli miei, allontanate da voi satana con i suoi trucchi, con le sue false luci: innalzate la Croce del mio Gesù, pregate col cuore aperto e ascoltate in pienezza il Vangelo Vivo di questa giornata. Figli miei, io vi amo e non voglio perdervi: siate coscienti del mio Amore, siate coscienti del Vangelo che io vi porto. Figli, amate col cuore e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori, conduceteli al Trono del Padre perché i tempi di Dio sono eminenti: siate pronti e preparati, figli miei! Tu, piccola croce del mio Gesù, immolati ancora e soffri per i tuoi figli: tira la Barca carica del Vangelo Vivo e non fermarti! Ora vi invito a pregare secondo le intenzioni dello Spirito Santo, pregate, figli miei, pregate e fermate i flagelli che sono sempre più bassi su di voi: usate il Santo Rosario e non lasciatelo! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Amate amate amate: amate col cuore! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Tu, anima mia, soffri ancora! (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza! (Imm) Non temere, piccola cocciuta: vai avanti! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode lode (2). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Giu) Grazie, Mamma! grazie, Mamma!"

7) Giov 10/7/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore!* Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici verdi e soffri ancora con i miei e i tuoi dolori del parto: figlia mia, falli stare sempre uniti al mio Cuore e al Cuore della mia Amata Mamma. Non fermarti di immolarti, anima mia! tu vedi quante anime si perdono perché siete in pochi ad accettare le sante sofferenze* e i flagelli si abbassano sempre di più: ma voi non vedete neanche quelli! Figli miei, non lasciatevi prendere dalle stagioni: ricordatevi che io ci sono sempre!* Siediti, anima mia, bevi questi calici per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa:* figli miei, lui soffre ed è solo, accompagnatelo voi con la preghiera perché ciò che deve fare è imminente.* (Giu) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: sostieni anche me! (Ge) Piccola cocciuta, stringi le mie mani! (Giu) Padre! Padre mio, dammi la tua forza: perdonami quando piango! (Ge) Ah, piccola cocciuta, anch'io piango nel vedere i figli che si perdono ma gioisco quando le creature arrivano al mio Cuore e crescono nella mia Luce e nel mio Amore: crescete anche voi, diventate piccoli come fanciulli, elargite i vostri cuori alla Misericordia Infinita del Padre! Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: è dolce parlare, è dolce parlare con voi, restare qui in mezzo a voi e portarvi l'Amore del Padre! Figli miei, non so se riuscite a capire quanto è grande questo Incontro: quanto Amore vi dona il Padre! Figli, riuscite a capire tutto questo? No, figli miei, a parte accettate le mie parole, le altre le lasciate scappare, volare via col vento, ed io soffro, figli miei! per questo io mi poggio su i Piccoli Giovanni e il peso si sente perché siete in pochi, figli miei! Accettate con amore le mie Visitazioni, accogliete con amore il mio Santo Vangelo: la Buona Novella che vengo a portarvi! Figli miei, vengo a riscaldare i vostri cuori che sono addormentati, confusi dal fumo del mio nemico: vengo a portarvi l'Amore dello Spirito Santo che è Pienezza di Padre, di Figlio e di Spirito Santo: è la Pienezza del Padre! Figli miei, rinnovatevi, rinnovatevi alla Croce: cercate solo essa e non lasciatela! camminate la via della Porta del Parto che è sigillata col Sangue e con la Croce e non cercate altre vie, figli miei! E voi, figli Ministri, allargate le vostre braccia, raccogliete le pecorelle smarrite, stringeteli/e ai vostri cuori e alzate gli occhi al Padre invocando lo Spirito Santo: e sia l'unica vostra guida, l'unico vostro amore! allontanate da voi le cose del mondo perché io vi ho chiamati piccoli e poveri per donare tutto di voi. Figli miei, sostenete la Chiesa, sostenete le Mura che stanno crollando, rinnovatela col vostro amore, con la vostra carità, col vostro operato puro e santo: siate santi come io sono santo, portate la mia Pace e il mio Amore ovunque andate, figli miei! Oggi, in questa serata, io mi poggio su di voi, figli Ministri: aiutatemi a portare l'Amore che si è spento, aiutatemi a fare sbocciare i cuori, figli miei, camminate e portate il mio gregge al Padre: non fermatevi, figli! E voi, anime mie che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso, lavorate nella mia Vigna, lavorate e fate sbocciare i frutti dell'Amore: fate crescere i fiori del Perdono! E tu, croce mia, tieni stretta/i al tuo cuore i figli che si uniscono a questa santa preghiera: rinnova sempre l'amore per loro, figlia mia! (Giu) Gesù, dimmi cosa devo fare ancora! (Ge) Ama come tu sai fare e stringi al tuo cuore la Santa Croce e la Santa Sofferenza: sia sempre acceso il tuo sorriso, figlia mia, anche quando soffri! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora bevi,* bevi ancora dei calici verdi!* (Giu) Padre! Padre mio!* Padre!* (Ge) Piccola cocciuta,* porta i tuoi figli attraverso la Porta del Sangue! (Giu) Gesù, perché la chiami la Porta del Sangue? (Ge) Perchè è così, figlia mia! (Giu) Ce n'è troppo, Gesù: come faccio a passare?* (Ge) Tu entra per la Porta del Sangue: prendi la mia mano!+ (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Non spaventarti, anima mia: cammina e porta i tuoi figli! (Giu) C'è ancora il Papa e la Mamma! (Ge) Ecco, figlia mia, vieni, porta i tuoi figli: non spaventarti del sangue!* Ecco, figlia mia, io sono seduto sulla Roccia del Padre e la Roccia gronda sangue per l'umanità: ma i Grandi del mondo non vogliono avvicinarsi alla Roccia di Pietro e le catastrofi scendono sempre più bassi/e! Figli miei, pregate secondo le mie intenzioni: pregate e non fermatevi perché voi non conoscete il Progetto del Padre, figli miei! Ora porta ancora i tuoi figli alla Porta del Sangue. (Giu) Padre! Padre mio, misericordia, misericordia, misericordia! (Ge) Figlia mia, io vengo per questo: voi legate i vostri cuori alla Croce! Ora, piccolo Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi, piccolo e povero, ma porto a voi l'Amore e la Pienezza del Padre, del Figlio e dello Spirito, chiedo di essere coscienti della mia presenza in mezzo a voi viva e reale: figli miei, io sono qui perché vi amo, sono il vostro Pastore, il vostro Amico, vostro Fratello e Mamma perché vi ho partorito dal mio Cuore: figli miei, siate mamme anche voi della Santissima Trinità! Non scandalizzatevi di ciò che sentite, figli miei, ma fate tesoro della mia Parola viva e reale. Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE DELLO SPIRITO SANTO E DONALO ALL'UMANITA'. Ecco, figli miei, io sono qui in mezzo a voi e vi guardo: figli miei, contemplate anche voi il mio Cuore di Padre! (Giu) Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Anima mia, unisciti al mio Amore! Ora offri da bere al figlio santo, al Sacerdote eterno, al Sacerdote del mio Amore e della mia Verità: figlio mio, piccolo capriccioso del mio Cuore, sollevati e non preoccuparti! figlio mio, il tuo compito è di tirare la Barca carica del mio Vangelo e del mio Amore, sai bene che al tuo fianco ci sono io e la Mamma mia, poggiati sul mio Cuore quando sei stanco, figlio mio, ma vai avanti perché ancora dobbiamo camminare insieme, figlio! ora bevi anche tu il calice del parto e non lamentarti, anima mia, soffri anche tu con me per i tuoi figli, per le tue spose; benedico il tuo operato, figlio mio, benedico le tue mani sante, alzali/e e benedici il mondo e i tuoi figli: ora bevi!* Anima mia, tu bevi del Calice del Parto e soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Padre, dammi la forza! (Ge) Dai da bere alle tue spose. Ora dividi e unisci la Pace e l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e donalo ai tuoi figli. Tu, anima mia, mangia il Seme del Parto, soffri per l'umanità: dona il Seme del mio Amore ai tuoi fratelli, alle tue spose, figlia mia! Ecco, io mi sono donato nella Povertà del Pane e del Vino, mi dono a voi nella nella Pienezza del Cuore del Padre: siate sempre uniti, formate sempre la Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Non distaccatevi, figli miei: aspettatemi sempre perché io verrò ancora a portare il Pane dei cieli, figli del mio Cuore! Ora preparatevi per il Banchetto Nuziale: preparate i vostri cuori, preparateli, figli miei, e gioite della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Anima mia, accostati! (Giu) Padre, lava il mio cuore! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché io vi amo, figli miei! amate anche voi, amate col cuore, fate sbocciare il Paradiso in terra amandovi gli uni gli altri: amate col mio Amore, figli miei! Io ora vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni, vi benedico attraverso il Sacerdote santo, il Sacerdote del mio Amore e della mia Verità: figli miei, seguite le sue orme e non fermatevi! Tu, anima mia, accostati al mio Bacio di Pastore Eterno. (Giu) Gesù, la tua Misericordia è infinita e il tuo Amore non ha limite! (Ge) Anima mia, ora offri la mia Santa Benedizione allo sposo eterno. Scambiatevi anche voi il mio Amore, la mia Pace, la mia Santa Benedizione e non pensate alle cose del mondo, sappiate che il mio Bacio è Bacio di Padre: figli miei, custoditelo nei vostri cuori e offritelo al mondo intero come Sigillo di Pace, Sigillo di Croce, Sigillo del mio Santo Vangelo. Figli miei, unite i vostri cuori dinanzi alla mia Santa Presenza e offrite i vostri affanni al Padre ma siate coscienti di ciò che offrite: chiedete il Pane Quotidiano e vi sarà concesso, figli miei! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane dei Cieli e il mio Amore di Padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, unite la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre: quando pregate ricordate i piccoli e gli emarginati e offrite i vostri cuori in pienezza! Aspetto, figli! (Giu) Ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci^ (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, anime del mio Cuore: aspettate perché io verrò ancora in mezzo a voi!"

8) Ven 11/7/97, ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, destatevi dal sonno e venite con me, operate nel mio nome, amate e perdonate, figli: è tempo di donare tutto di voi! Io vi offro il mio Cuore come rifugio e porta del Parto: voi donate il vostro cuore ai figli, ai fratelli che non conoscono la mia Parola Viva. Figli, allontanate i flagelli: ma fate presto! Voi Grandi del mondo, fermatevi: sappiate che io sono Dio e Signore, voi non siete che polvere e la polvere vola via col vento! Non innalzatevi, figli miei, non pensate di essere potenti: il Potere viene da Dio e voi siete distanti dal suo Cuore! Avvicinatevi, figli, riconoscete Dio Padre e camminate secondo la sua Parola, cambiate i vostri cuori amando e usando carità: ma la carità di Dio, non quella del mondo. Voi Quattro della Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca carica del mio Vangelo: soffrite per i vostri fratelli! Io vi amo, figli del mio Cuore, e mi compiaccio del vostro operato. Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen (4)".

9) Dom 13/7/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, in questa giornata bevi i calici verdi del mio Gesù e immolati per i figli della perdizione: figlia mia, in questo attimo stanno trafiggendo il mio Cuore di Mamma e il Cuore del mio Gesù!* (Giu) Mamma, tu grondi sangue! (Imm) Figlia mia, immolati e soffri per questi figli! (Giu) Mamma, dammi la forza:* dimmi cosa devo fare! (Imm) Immolati per loro e accetta i dolori del parto: bevi questo calice!* figlia mia, tieni alto il Vangelo Vivo del mio Gesù. (Giu) Mamma! Mamma, tu grondi sangue! (Imm) Figlia mia, stringiti alla Croce e bevi* bevi* bevi i calici verdi per i figli che stanno trafiggendo il mio Cuore di Mamma! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, immolatevi e pregate secondo le intenzioni del mio Cuore Immacolato e Addolorato, vivete in pienezza il Vangelo Vivo del mio Gesù, andate e portate la Buona Novella, esorcizzate con l'Amore della Croce e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori, come io sto facendo in questo attimo: sto offrendo il mio Cuore per i figli che stanno trafiggendo il Cuore del mio Divino Figliolo!* Tu, anima mia, non fermarti: vai avanti!* (Giu) Mamma,* tu grondi troppo sangue!* (Imm) Figlia mia, sono Mamma e non posso fermarmi: cammina anche tu, cammina sulle spine, immolati per questi figli! (Giu) Mamma, Mamma, non farli perdere! (Imm) Stringiti alla Croce, anima mia: prega per loro, prega affinché il Padre usi misericordia, prega affinché i flagelli che tu vedi bassi si allontanino da voi! Figlia mia, il mio Progetto di Pace e di Amore viene da Fatima e il mio Cuore Immacolato di Mamma trionferà nel mondo intero e in questo luogo, non preoccupatevi di niente e di nessuno perché la Parola che io porto in mezzo a voi è Parola Viva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e niente e nessuno può cancellare il Progetto del Padre: voi siate forti, figli miei, siate preparati per i tempi che verranno, ma non spaventatevi se io annuncio ancora una volta i tre giorni di buio. Figli miei, siate forti, siate carichi di Vangelo, siate pieni d'amore e di carità: non dimenticate l'Amore del Padre che Lui vi dona! Figli miei, Dio Padre vi sta concedendo le ultime grazie: siate coscienti e siate preparati! Io vengo come Mamma a risvegliare i vostri cuori: non vengo a cambiare il Vangelo, vengo a rinnovarlo nei vostri cuori e soffro nel vedere la sordità della Chiesa tutta! Figlia mia, croce viva del mio Gesù, immolati ancora!* (Giu) Mamma, dammi la forza!* (Imm) Bevi, figlia mia:* bevi i calici verdi, porta tu la Croce del mio Gesù, solleva il suo Cuore che è trafitto da mille dolori, ma ricorda sempre ai tuoi figli di tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù perché io vengo in mezzo a voi come Mamma Pellegrina a portarvi l'Annuncio dell'Amore e della Pace: presto molto presto il mio nemico sarà annientato, Pace e Gioia regneranno sulla terra, ma prima che questo avvenga ci saranno ancora flagelli su di voi! Figli miei, non è un annuncio di guerra, ma vi invito ad amare, amate amate e pregate sempre: pregate con il mio Cuore di Mamma e rifugiatevi in esso! Figli, non spaventatevi di ciò che dico perché io sono sempre con voi e non vi lascio: accettate anche voi la Santa Croce e soffrite con me, figli miei! Io ora vi lascio ma vi invito a rinnovare nei vostri cuori il Vangelo Vivo di questa giornata (15/B). Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Tu, croce mia,* immolati ancora:* soffri per i tuoi figli!* (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza!* (Imm) Piccola cocciuta, stringiti sul mio Cuore e soffri per il tuo Gesù!* (Giu) Sì, Mamma!* grazie! grazie, Mamma: grazie!"