Notizie da Sofferetti-24  n. 202

Lauria, 28 luglio 1997 

 

ATTESI A LORETO per IL 15 AGOSTO 1997

(cfr 18/7/97)

1) Merc 16/7/97, ore 07, a casa, orale:

"Vieni, figlia mia, non temere, sono io, la tua Mamma: glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, vieni e consola il Cuore del tuo Gesù in questa giornata.° (Giu) Mamma, perché sei così triste? (Imm) Figlia mia, il mondo sta andando sempre di più alla perdizione: i Grandi del mondo non vogliono la pace e i miei Piccoli Giovanni cadono nella rete del mio nemico! Figlia, stai attenta a non diventare superba: sii sempre semplice come Gesù ti ha chiamato! stai attenta non rivelare i messaggi segreti perché il mio nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore! Tu, anima mia, non spaventarti, prega sempre come tu sai fare e porta sempre i tuoi figli alla Porta del Parto e, se vedi troppo sangue, non spaventarti: prendi la mia mano e cammina! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, vedi, oggi è una delle mie tante feste ma il mio Cuore è triste perché non c'è amore sulla terra ed io soffro! Voi Quattro della Croce, restate sempre uniti e pregate: tirate la Barca, figli! Con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Croce. Amen (4)."

2) Giov 17/7/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre (3). (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Pace a voi! Figli miei, sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, anime del mio Cuore!* Tu, croce mia,* bevi i miei calici verdi* e immolati ancora una volta per i tuoi figli con i miei e i tuoi dolori del parto. Anima mia, immolati secondo l'intenzione dello Spirito Santo:* grida se non ce la fai, piccola cocciuta del mio Cuore!* Ora siediti e stringiti alla Croce, anima mia!* (Giu) Gesù, tu grondi sangue!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è sangue degli Innocenti, prega, anima mia, consola il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma: accetta le sante sofferenze!* (Giu) Gesù, è amaro! (Ge) Figlia mia, stringiti alla Croce e grida se non ce la fai! Vedi, anima mia: i flagelli sono sempre più bassi!* (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Guarda, figlia mia, ma non spaventarti!* (Giu) Gesù!* Gesù! (Ge) Figlia, stringiti alle mie mani e invita i tuoi figli a tenere alto il mio Vangelo. Ciò che tu stai vedendo, figlia mia, è opera del mio nemico che trascina le anime nella rete e nella sua falsa luce. (Giu) Gesù,* dimmi cosa posso fare!* (Ge) Anima mia, prega* e bevi ancora dei calici verdi che io ti offro, ma, se non reggi in questa giornata, grida: non essere cocciuta più del solito!* (Giu) Perdonami, Gesù:* stringi le mie mani!* (Ge) Figli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, vi porto la Pienezza del Padre, il Cuore dello Shalom, e vi invito sempre ad ascoltare il mio Vangelo Vivo che è la Parola duratura del Padre; vi invito anche ad amare e a perdonare, a usare carità verso tutti: non fate distinzioni, anime mie! non guardate chi vi fa del male: siate esempio d'amore e di pace, offrite i vostri cuori ai vostri nemici, donate il mio Cuore e il mio Amore a coloro che calpestano i vostri cuori. Figli miei, io vengo a portarvi la Scuola di Maria, Madre mia e Madre vostra: non calpestatela! Siate coscienti, figli, della mia Parola Viva, siate coscienti di questo Incontro di Pace e d'Amore che io vengo a portarvi per volere del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: siamo in perfetta sintonia, figli miei, siamo un'unica cosa sola: La Grande Famiglia della Santissima Trinità. Figli, la mia presenza è viva in mezzo a voi, come è presente il Padre e lo Spirito Santo: quale gioia, quale dono più grande potete volere ancora?! quale incontro più dolce di questo del mio Vangelo Vivo?! ma vi porto anche la Croce, i Dolori, il Sangue che sgorga. Figli, accettate anche questo: io vengo a portarvi la Croce perché è l'unica via che vi porta al Padre, l'unica via che vi rende puri e santi come io sono santo. Figli miei, vi invito ad essere pronti e preparati per i tre giorni di buio che verranno: non dimenticateli, figli miei! ciò che è scritto nel Libro del Padre si adempie e niente e nessuno lo può cancellare. Il Progetto di mia Madre viene da Fatima e nel mondo intero e in questo luogo di Pace e d'Amore brillerà alto! Figli miei, pregate pregate pregate per i miei Ministri: pregate e non lasciateli soli! Allontanate satana perché vuole distruggere il Progetto dell'Amore e della Pace e mia Madre vi sta portando il Santo Rosario, la Santa Croce, e vi invita alla Santa Carità: usatela, figli miei! usate tutto ciò che mia Madre vi dona: non lasciate nulla, camminate sulla sua Via-Mamma perché queste sono le ultime grazie che Dio Padre vi concede. Figli miei, non preoccupatevi e non scandalizzatevi di ciò che io dico, sappiate che io sono Padre e non vi lascio, un Padre non abbandona i propri figli: io cerco anche quelli che si smarriscono e li porto al mio Cuore! voi raccogliete le pecorelle smarrite, le pecorelle che sono ferite: fasciatele col vostro amore e non lasciatele, figli miei! Tu, anima del mio Cuore,* bevi bevi ancora i miei calici verdi!* (Giu) Gesù, dammi la tua forza perché la mia viene meno!* (Ge) Piccola cocciuta e capricciosa del mio Cuore,* stringiti a me:* bevi quest'altro calice per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa! Non dimenticatevi di lui: pregate e stategli vicino! Pregate per il mio piccolo Mario: restate vicino a lui con la preghiera e ascoltate la sua parola santa di Sacerdote eterno, figli miei! Ora, anima mia, porta i tuoi figli attraverso la Porta del Sangue. (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Non temere, perché ne vedrai sempre di più: tu stringiti sempre al mio Cuore e alla mia Croce. (Giu) Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia, vai avanti e non fermarti: porta anche i figli che trafiggono il tuo cuore! (Giu) Gesù, come faccio a portarli? non mi ascoltano! (Ge) Anima mia, poggiati sulla Croce e portali!* (Giu) Padre! Padre, le forze vengono meno!* (Ge) Anima mia, riposati un attimo: contempla il mio Cuore che gronda sangue per l'umanità!* (Giu) Padre, Padre! Padre! (Ge) Figlia mia! figlia mia! figlia mia, vedi quanto soffro per ognuno di voi! Amate: cercate il mio Amore, cercate la mia Pace e rifugiatevi in essa! Figli miei, io non mi stanco di amarvi e sono sempre pronto ad allargare le braccia sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi: voi elargite i vostri cuori, elargiteli e fatemi spazio, lasciatemi entrare nei vostri cuori perché voglio essere cullato: figli miei, cullatemi perché io sono il Dio Bambino, il Dio dell'Amore, il Dio della Pace, il Dio con voi! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi: piccolo e povero, ma nella Povertà porto il Sigillo Santo del Padre. Figli miei, siate coscienti di tutto questo: contemplate il mio Amore! Tu, anima mia, soffri ancora e bevi ancora i miei calici. (Giu) Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia, unisciti al mio Amore e prega con me! Ora, PADRE MIO BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE DELLO SPIRITO SANTO E DONALO ALL'UMANITA'. (Giu) Padre! Padre! Padre! (Ge) Figlia mia, ora offri da bere alla mia sposa, alla piccola croce del mio Cuore (= Letizia), offri, figlia mia: tu, anima mia, sposa eletta del mio Cuore Immacolato di Padre, unisciti ai miei dolori, abbraccia la mia Croce e non lasciarla, presto il tuo cuore sarà consolato col mio Amore Infinito, non temere, anima mia, ti sarà concesso ciò che hai nel cuore in questo attimo, ora bevi tu e offri da bere alla tua Piccola Giulia.* Anima mia (Giulia), bevi il Calice dell'Amore e della Sofferenza: figlia mia, non chiederti perché ho offerto (= per prima) da bere alla mia sposa (Letizia), ora bevi tu e soffri. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora offri alle mie spose il Calice del Parto, figlia mia: accettatelo, creature mie, consolate il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. Ora dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e donalo al mondo. Figlia mia, tu sposa eletta del mio Cuore, mangia il Seme del Parto e donalo ai tuoi figli. Ecco, io mi sono donato nella Povertà del Pane e del Vino ma il mio Amore è così grande, figli miei, che neanche riuscite a immaginarlo! Lasciatevi trasportare dal mio Amore: offrite tutto di voi ai vostri figli, anime mie! Ora preparate i vostri cuori, preparateli perché il Banchetto Nuziale è qui, è in mezzo a voi ed io ardo d'amore per ognuno di voi: per voi che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso e per i figli che si avvicinano col cuore a questa santa preghiera. Tu, croce mia, prepara il tuo cuore. (Giu) Padre, misericordia, misericordia per me misera peccatrice, misericordia per i figli che non sanno comprendere il tuo Amore e la tua Luce! (Ge) Anima mia, è dolce essere cullato: fatemi spazio e cullatemi nei vostri cuori! Ora venite, accostatevi con amore perché io sono qui: lo Sposo è in mezzo a voi e arde d'amore!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, spose mie! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE.* BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo: vivete anche voi nella Pienezza della mia Pasqua Viva! Figli è dolce stare con voi ma io ora vi lascio, non temete, verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli, vi invito ad essere sempre pronti e preparati: tenete sempre alto il mio Vangelo e camminate secondo la Parola Viva del mio Amore. Io ora vi sigillo col Bacio Santo, con la mia Santa Benedizione di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figli miei, vi preparo ai tempi che stanno per arrivare e questa Santa Benedizione che io vi offro è Benedizione della Santissima Trinità. Figli, liberate i vostri cuori, liberateli dagli odi: lasciate entrare l'Amore dello Spirito Santo, la Pace vera, il Perdono che viene sigillato dalla mia Croce. Non scandalizzatevi e non spaventatevi di ciò che io sto dicendo in questa serata. Ora, anima mia, preparati all'Incontro del Bacio. (Giu) Padre: eccomi, sono tua, fa' di me quello che vuoi, usami secondo la tua volontà, fammi camminare secondo il tuo Vangelo e perdonami se sono cocciuta! (Ge) Anima mia, ti ho scelta così come sei, rimani sempre piccola e povera: stai attenta, figlia mia, prega per i Piccoli Giovanni che cadono nella falsa luce del mio nemico, offri anche a loro il Bacio Santo, falli camminare con la mia Luce. (Giu) Gesù, aiutami tu perché io non so come fare! (Ge) Ora accostati, anima mia:* gioisci, anima mia, perché lo Sposo è qui! Ora offri il mio Bacio Santo alla mia sposa. Scambiatevi anche voi la mia Santa Benedizione di Padre, portatela ovunque andate: siate coscienti di ciò che avete ricevuto, figli miei! Ora io vi benedico col Sigillo Tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, ora legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre e pregando ricordatevi della Chiesa tutta perché è in grave pericolo: pregate col cuore, spose mie! Ecco, figli miei, abbiamo pregato insieme, siamo rimasti uniti al Padre: non spezzate la Catena dell'Amore, rimanete sempre uniti nel Santo Sigillo, figli miei! chiedetemi nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo, figli! (Giu) E' dolce stare nel tuo Cuore, Gesù: tienici sempre con te! (Ge) Anima mia! (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù: ti amo! (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose, e aspetto i vostri dolci capricci (dai 9 presenti: Ti amo, Gesù). Bene, figli miei: andate avanti e portate il mio Amore e offrite anche i miei capricci! (Giu) Grazie, Gesù: grazie per la tua Bontà Infinita!"

3) Ven 18/7/97, ore 10.40, a casa, in crocif, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli, non affannatevi a costruire tesori in terra: cercate la mia Patria e costruite sulla mia Roccia rifugiandovi nella Capanna di Maria e non lasciatela, figli! Io vi invito a convertire i vostri cuori al mio Amore perché l'ora del Padre èalle porte: non fate i sordi, non respingete ancora la mia Parola di Padre! Figli, io non voglio perdervi, vi amo troppo: sono il vostro Dio, ascoltatemi! Voi, figli Ministri, prendete la rete in mano e pescate le mie creature che avete abbandonato: io vi ho amati, per questo ritornate a fare ciò che io vi ho comandato. Voi Quattro della Croce, tu figlio Mario, tu figlio Pasquale, tu figlio Franco e tu Piccola Giulia del mio Cuore, vi aspetto il giorno della Assunzione di mia Madre nella sua umile Casa di Loreto. Non mancate, figli miei: io e mia Madre siamo lì ad aspettarvi! Figli, vi chiedo ancora di tirare la mia Barca carica del mio Vangelo: figli, portate ancora la mia Croce! Vi amo e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della mia Croce. Amen (4)."

4) Dom 20/7/97, ore 15. 17,^ alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre (4). (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, bevi ancora* i calici verdi del mio Gesù: soffri e immolati ancora una volta con i dolori del parto. Figlia mia, poggiati sul mio Cuore e soffri per l'umanità: tieni alto il Vangelo Vivo del mio Gesù (= tenere alta la Croce che è la Sofferenza, l'Amore, il Perdono). Io sono Mamma e vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre a portare la Buona Novella, il Messaggio dell'Amore e della Pace: ma i Grandi del mondo non accettano la Pace! Figli miei, pregate secondo le intenzioni dello Spirito Santo. Tu, croce mia, in modo particolare prega per i figli della perdizione. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Il mio Messaggio viene da Fatima e nel mondo intero si adempirà ciò che è scritto nel Libro del Padre. Figli miei, io mi servo di questa piccola creatura per portare a voi il Cuore del Padre, lo Shalom della Misericordia; figli miei, io mi poggio su di essa con la Croce di mio Figlio Gesù, aprite anche voi i vostri cuori, accettate la Santa Sofferenza che è la via che vi porta alla Santità: vi porta all'UNIONE col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figli miei, vi ripeto ancora una volta di essere pronti e preparati ai tre giorni di buio che verranno. Figli miei, la Chiesa tutta è in grave pericolo perché il mio nemico vuole far suo il Progetto di Dio, il Progetto dell'Amore. Figli miei, ritornate al Cuore del Padre, raccogliete le pecorelle smarrite, amate e perdonate coloro che trafiggono i vostri cuori.* Tu, anima mia, croce del mio Gesù, bevi bevi ancora i calici!* (Giu) Mamma, sostienimi! (Imm) Piccola cocciuta, bevi! (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, tu sei sporca di sangue: cosa ti hanno fatto? (Imm) Figlia, sono i figli della perdizione che hanno sporcato il mio abito, puliscilo tu con la Santa Sofferenza: immolati! (Giu) Mamma!* (Imm) Figlia mia, immolati per i figli che non sanno comprendere il valore del mio Messaggio di ciò che io porto in mezzo a voi. Siate coscienti della mia presenza viva e reale, figli miei, io non vengo a cambiare nulla: vengo ad accendere la Fiamma dello Spirito Santo nei vostri cuori, vengo a portare la Parola Viva del mio Gesù e vi invito all'ascolto del Santo Vangelo, figli miei! Voi, FIGLI MINISTRI, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, SIATE MAMME: Mamme del mio Amore, Mamme del mio Gesù, Mamme del Mondo Intero! e offrite i vostri cuori ai vostri figli, alle pecorelle smarrite: donategli il vostro amore, la vostra carità, ma soprattutto portateli al Trono del Padre! figli miei, preparateli per i tempi che verranno: preparateli all'Incontro del mio Gesù, all'Incontro del Cuore del Padre! Figli miei, non scappate dinanzi alla Croce, non rifugiatevi dietro ai vostri abiti, ma correte: prendete le mie mani di Mamma e camminate con me! Io sono la Vergine Immacolata, la Madre dei Due Regni, Regina del Cielo e della Terra, e vengo in ubbidienza al Padre a portarvi il Segno Tremendo della Croce. Figli miei, figli del mio Cuore, ascoltate il mio grido: convertite i vostri cuori, convertiteli al Vangelo Vivo del mio Gesù! Tu, Sacerdote santo, piccolo Mario, porta sempre il tuo gregge come tu sai fare: guidalo e grida con Giovanni e come Giovanni la Venuta del mio Gesù! figlio mio, tira sempre la Barca carica del Vangelo Vivo e non fermarti: quando sei stanco, poggiati sul mio Cuore di Mamma, figlio mio, ma non fermarti di gridare il Vangelo Vivo del mio Gesù! Ora il mio Gesù vi benedice col Bacio del Piccolo Giovanni: accettatelo con amore e siate coscienti di ciò che ricevete! (Ge) Croce mia, accostati al mio Bacio. (Giu) Mio Signore e mio Dio, Sposo Dolce dell'anima mia, perdona me misera peccatrice! (Ge) Mia sposa e mia cocciuta,* accogli la mia Santa Benedizione e consegnala al figlio santo. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Figli miei, scambiatevi la mia Santa Benedizione. (Imm) Siate coscienti di ciò che ricevete e non scandalizzatevi, figli miei, è Dio Padre che vi benedice col suo Cuore: voi portate ai piccoli, ai poveri, agli emarginati l'Amore e la Misericordia del Padre. Tu, croce del mio Cuore, soffri ancora con i dolori del parto.* (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza! (Imm) Non temere: io sono qui! Ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Lode lode lode lode al Cuore Santissimo di Gesù. Lode agli Angeli e ai Santi. Lode al Padre Altissimo. Lodate e benedite il Cielo per le grazie che vi concede. (Giu) Grazie, Mamma! BENEDETTO SIA IL TUO CUORE! BENEDETTO SIA IL TUO SI'! BENEDETTO SIA IL TUO AMORE! (Imm) Grazie, anima mia! VI BENEDICO COL MIO CUORE!"

5) Merc 23/7/97, ore 21.40, Veglia alla Quercia, XII ann., more solito

Giulia fa il segno di Croce e inizia la visione con il Fuoco di Pentecoste a parlare, che come al solito si presenta: Globo e Colomba. Pensavo che la Colomba fosse sul Globo, invece, come sempre, mi dice Giulia, è dentro, è bianca più della neve e più del Globo, dal quale escono pulsazioni di luce.

"Sono io, il Fuoco di Pentecoste. Lodate e benedite il Padre. Portate il mio Amore e la mia Pace, figli miei: portate il mio Fuoco ovunque andate. Innalzate i vostri cuori al Padre e non dimenticate che siete stati sigillati* col mio Amore. Questo luogo è prezioso al Padre e, uniti con la Santissima Trinità, stiamo accendendo il Fuoco dell'Amore: figli, fatelo ardere, non spegnetelo! immolatevi per la Chiesa tutta: voi siete le fiammelle che il Padre ha acceso in questo luogo e nel mondo intero. Portate sempre lo scudo e non lasciatelo, figli miei, i tempi che il Padre ha segnato sul suo Libro si stanno abbassando sempre di più, voi non fermatevi e non temete niente e nessuno, la mia Luce, il mio Amore, la mia Parola Viva vi guida sempre: siate convinti e soprattutto siate coscienti di ciò che io dico! Tu, croce del mio Gesù, sii forte perché ancora dovrai soffrire. Figlia mia, in questa serata riceverai un altro segreto: uniscilo agli altri e stai attenta a non rivelarlo! (Giu) Datemi^ la costanza e la forza! (Sp. S) Piccola cocciuta, tienili nel tuo cuore! Io mando il mio Amore sull'umanità, stringo tutti voi al Cuore del Padre e abbraccio i figli che si accostano all'Amore Misericordioso della Santissima Trinità. Vi invito ad essere rocce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Abbracciate con me, legatevi al mio Amore: contemplate l'Amore Infinito del Padre e osannate col cuore Maria! Vi benedico, anime elette: andate avanti e non fermatevi! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Anima mia, soffri ancora e stringiti alla Croce".

8) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 LUGLIO 1997

ore 15.30, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre (3). (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli* dei secoli.* Amen. Figlia mia, bevi anche in questa giornata i calici verdi* del mio Gesù e immolati*, figlia mia, con i dolori del parto del tuo Gesù. Figlia, vedi, abbiamo allungato appena un passo, ancora dobbiamo camminare e, tu vedi, la via è fatta di spine ed i passi sono lenti perché c'è poca convinzione, i cuori ancora non si accostano al mio Cuore Immacolato di Mamma, i cuori non si aprono al Vangelo Vivo del mio Gesù, che io per volere di Dio Padre vengo a portare ad ognuno di voi, figli miei, ma non preoccupatevi: dobbiamo camminare insieme perché io sono la vostra Mamma e non vi lascio! Vi invito giorno per giorno a prendere la mia mano, accostatevi con amore al Santo Vangelo, stringete con amore ai vostri cuori la Santa Croce del mio Gesù: non allargate le braccia alle cose del mondo! Figli miei, guardate come il mio nemico vi porta sulla strada sbagliata e cadete ma poi non trovate la forza di alzarvi: figli miei, io sono qui a donarvi le mie mani di Mamma, sono qui e sono nel mondo intero perché io sono Mamma della Croce e del Vangelo! Figli miei, il Progetto viene da Fatima e col Padre, il Figlio e lo Spirito Santo insieme portiamo avanti la Via dell'Amore, la Via della Pace. Io sono qui, figli miei, col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli, avvolgete i vostri cuori dinanzi all'Amore dello Spirito Santo e lasciateli cullare, contemplate la Misericordia Infinita del Padre, figli miei, e se non riuscite a comprendere le mie parole piccole e povere, ascoltate col cuore perché una Mamma è dolce nel parlare nei propri cuori ed io vi chiamo: figli miei, non tardate, venite incontro al mio Cuore, venite e rifugiatevi in esso! Figli miei, vi invito a convertire i vostri cuori perché i tempi che Dio Padre ha scritto sono bassi. Figli miei, allontanate dai vostri cuori il mio nemico, pregate con costanza e accettate la Santa Sofferenza che Dio Padre vi dona per la vostra santità: figli miei, non scaricate i piccoli acciacchi ma stringeteli con amore ai vostri cuori! Figli, io verrò ancora per molto tempo in questo luogo e vi rinnovo sempre di essere coscienti della mia presenza viva e reale. Figli miei, figli Ministri, accogliete anche voi la mia presenza di Mamma: non chiudetemi la porta in faccia! io vengo mandata da Dio Padre a pulire i cuori dispersi, i cuori abbandonati! Figli miei, ritornate all'Amore del Padre, non nascondetevi perché io sono la Mamma della Croce, la Mamma del Vangelo Vivo: vi voglio tutti salvi e con amore tengo stretto il braccio del Padre, e voi lo sapete bene, figli miei! voi tenete alti/e le Mura della Chiesa che stanno crollando, non scacciate i Piccoli Giovanni che con amore e misericordia si stringono alla Croce ubbidendo a Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Figli, seguite anche voi le orme del Piccolo Giovanni, cioè del Papa: siate rocce vive della Misericordia Infinita! Figli miei, ecco l'augurio che io vi faccio in questi anni, in questi piccoli passi che abbiamo fatto insieme: figli miei, CRESCETE, ACCOSTATEVI AL MIO CUORE, CRESCETE E MOLTIPLICATEVI NELL'AMORE DEL PADRE, CRESCETE E DIVENTATE ROCCE MA ROCCE DEL VANGELO VIVO DEL MIO VANGELO! Figli miei, io come Mamma e Ancella mi inchino a voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato: addolorato perché vedo i vostri NO al mio Richiamo, al mio Pianto di Mamma! Nel mondo intero io sto portando l'Amore del Padre: nessuno lo accetta! Figli miei, allargate i vostri cuori: allargateli! Ora io vi lascio al mio Gesù e vi invito ad accoglierlo con amore e misericordia (= totalità d'amore) perché lui viene a voi con Infinito Amore, con Infinita Misericordia. Tu, figlio Mario, accogli sempre la mia Parola e la Parola del mio Gesù, sii sempre pastore eterno, grida con voce di giubilo la mia Verità, la Verità del tuo Gesù, e non temere niente e nessuno. Figlio mio, ora accostati al mio Gesù: tu, il Figlio DOMENICO, ELIA (=il profeta) e GESU'.^ (Ge) Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello immolato è qui, èin mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Ecco, vi guardo con Misericordia Infinita e vi do il mio messaggio: Amate! Amate! Amate! AMATE COL MIO CUORE perché io vengo a portalo all'umanità! Figli miei, vi invito ad essere Tabernacoli Vivi del mio Amore! Tu, piccola croce, sei ancora disposta ad accettare ciò che il mio Cuore ti chiede? (Giu) Sì, Gesù, ma datemi la costanza e l'amore: datemi la forza! (Ge) Ecco, piccola cocciuta del mio Cuore, tu sai cosa fare! ora porta i tuoi figli attraverso la Porta del Sangue, ma non fermarti e non spaventarti del segreto che hai ricevuto: prendi i tuoi figli e portali al Banchetto. (Giu) Gesù, c'è troppo sangue! c'è ancora il Papa e la Mamma!* la luce è intensa! (Ge) Non spaventarti, anima mia, vedi: ci sono anche i tuoi figli. (Giu) Grazie, Gesù! (Ge) Ora preparate i vostri cuori al mio Incontro ma siate coscienti, figli miei, perché io sono vivo e reale in mezzo a voi e vengo ad abitare in ognuno di voi perché vi amo! Piccolo Mario, accostati anche tu con Domenico ed Elia.^ PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli e mamme del mio Cuore! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, vi amo! IL MIO GRANDE MISTERO E' L'AMORE: sappiate amare coloro che vi odiano, sappiate amare coloro che trafiggono i vostri cuori! AMATE AMATE AMATE CON LA MIA SANTA MISERICORDIA! Figli, io vi ho donato la Pienezza del mio Amore e aspetto solo i vostri cuori, i vostri Sì alla mia Pasqua. Ora io vi invito a camminare ancora sulla Via di Maria: non lasciatela, figli! Con Amore e Misericordia vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni e ve lo offro attraverso il Sacerdote santo, il Sacerdote mandato dallo Spirito Santo: accoglietelo, figli miei! Tu, croce mia, preparati! (Giu) Mio Diletto, Sposo Dolcissimo dell'anima mia, mi inchino a te con infinito amore: perdonami i tanti peccati! (Ge) Accostati al mio Amore, figlia, perla preziosa del mio Cuore: offri la mia Santa Benedizione al piccolo e capriccioso Mario. Figli miei, con amore cosciente di ciò che ricevete abbracciate i vostri nemici, elargite l'Amore Infinito del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, portatelo ovunque andate, portate la mia Verità e il mio Vangelo: tenetelo sempre alto, figli miei! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, figli tutti, unite la Catena Santa e pregate lentamente, con coscienza ed in silenzio dei cuori, la mia santa Preghiera di Padre: ricordatevi che io sono vivo e reale in mezzo a voi e gli Angeli e i Santi gioiscono nel vedere i vostri cuori legati al Padre! (ma va male la recita del Pater, perciò): Bene, figli miei, dobbiamo ancora imparare a pregare insieme: ora vi dico grazie per questa vostra unione ma vi invito a migliorare nel camminare sulla Via-Mamma. (Giu) Ti, amo, Gesù: perdonaci! ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figli miei! Tu, anima mia, soffri ancora e bevi ancora dei miei calici.* (Giu) Sì, Gesù!"*