Notizie da Sofferetti-24  n. 204

Lauria, 24 agosto 1997 

 

"IO SONO VENUTA A PORTARE

IL FUOCO DI PENTECOSTE

MA, voi Grandi della Chiesa, NON LO LASCIATE OPERARE!"

(cfr mess. del 5 agosto 1997: compleanno di Maria)

 

1) Dom 3/8/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre.* (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, accetta anche in questa giornata i calici verdi del mio Gesù e immolati con i dolori del parto per l'umanità. Figlia mia, il mio Cuore di Mamma in questa giornata gronda sangue per l'umanità: siete in pochi ad accettare le sante sofferenze e in pochi a portare la Croce del mio Gesù! Figlia mia, il mio nemico vuol far suo il Progetto dell'Amore e della Pace e con la sua falsa luce attira molte anime a sé. Figlia mia, prega tu per i Piccoli Giovanni che si lasciano trascinare dalla falsa luce, soffri ancora con i dolori del parto per i figli che lasciano il mio Gesù e allargano le braccia al mondo. Figli, tenete sempre alto il Santo Vangelo, soprattutto il Vangelo Vivo di questa giornata (18/B): vivetelo in pienezza, ma ricordate ciò che ha detto mio Figlio! Figli miei, consolate il mio Cuore e il Cuore del mio Amato Gesù: lui soffre per ognuno di voi e per i figli che ridono della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figli miei, siate coscienti di questa mia Visitazione in mezzo a voi e nel mondo intero, io cammino come Mamma Pellegrina e il mio Cuore gronda sangue per ognuno di voi: figli miei, io soffro perché vedo i miei figli* che cadono e non riescono ad alzarsi! Piccola Croce del mio Gesù,* bevi ancora i calici verdi e allontana il mio nemico col Sigillo della Croce Tremenda; sii sempre attenta, figlia mia, a coloro che portano il male: offrigli il Santo Vangelo e il Sigillo della Croce. Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato del mio Gesù, ricordatevi che lui è vivo ed è in mezzo a voi, amate e perdonate col suo Amore, usate carità verso i piccoli e i poveri: tenete alto il Santo Vangelo! Figli miei, il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero e in questo luogo scelto dal Padre. Figli, ciò che è scritto nel Libro del Padre si adempie: ricordatevi! non cancellate le Scritture del Padre e non fate i maestri: sappiate che il mio Figlio Gesù è l'unico Maestro e Signore! Croce mia, immolati ancora e soffri per i figli che ridono della mia Parola. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Trinità. Lode lode lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Anima mia, immolati ancora e bevi: bevi ancora i calici verdi del mio Gesù! (Giu) Sì, Mamma!"*

2) Merc 5/8/97, ore 17.30, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. Sia gloria al Padre, al Figlio* e allo Spirito Santo, ora e nei secoli dei secoli. Amen. La Benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo scenda su di voi e nel mondo intero. Figli, sono io, la vostra Mamma,* la Mamma del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per ognuno di voi. Grazie, figli miei: grazie per aver risposto ancora una volta al mio invito!* (Giu) Mamma, ti faccio gli auguri (= di compleanno) da parte mia e da parte di tutti! (Imm) Grazie, figli miei! grazie, perle preziose del mio Cuore! io faccio gli auguri anche a te, piccina mia (=XII della prima apparizione a Giulia),* ma devo farti soffrire ancora:* bevi i calici del tuo Gesù e immolati ancora* per i tuoi figli! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce.* Figlia mia, gli Angeli e i Santi stanno lavorando in cielo: voi combattete col Santo Rosario affinché splenda il Sole dell'Amore e della Verità sulla terra! Figlia mia, ci sono poche anime che si offrono vittime ed io poggio le mani sulle anime che aprono il cuore al mio Gesù: tu, croce mia, sii salda nel tuo Sì: non camminare vie che non appartengono al tuo Gesù! (Giu) Mamma, correggimi quando sbaglio! (Imm) Non è un rimprovero, anima mia, io ti invito a camminare sempre, come tu sai fare, con la Croce e per la Croce, ma stai attenta perché il mio nemico vuole distruggere i Piccoli Giovanni, tu, anima mia, ricordati sempre il tuo primo messaggio, non dimenticarlo: grida in nome della Croce e del Santo Vangelo del mio Gesù che io sono viva e reale in mezzo a voi! Figlia mia, invita i Sacerdoti a fare processioni e innalzare lode al Cuore del Padre perché i tempi che verranno saranno ancora più pesanti e i flagelli si abbassano sempre di più sull'umanità perché in pochi credono nella mia venuta in questo luogo e nel mondo intero! Io sono venuta in mezzo a voi come Regina della Pace e dei Miracoli, ma voi non credete! Figli miei, Grandi della Casa del Padre mio, inchinatevi dinanzi al Santo Vangelo e accettate la mia presenza: la mia Presenza di Mamma e di Maestra in mezzo a voi. IO SONO VENUTA A PORTARE IL FUOCO DI PENTECOSTE: MA NON LO LASCIATE OPERARE! Figli, siate coscienti del Vangelo: siate coscienti perché non potete cancellarlo! Io mi rivolgo a Voi, figli miei, Grandi della Casa del Padre: aprite i vostri cuori, apriteli e accettate la mia venuta, il mio Amore, il mio Gesù in mezzo a voi! Figli, il mio Cuore Immacolato trionferà e anche voi dovete rendere conto dinanzi al Padre: convertitevi e credete al Santo Vangelo! Tu, anima mia, dovrai ancora portare la Croce, ma sii forte e non temere: io sono sempre al tuo fianco! Quattro della Croce, io vi ho scelti, il Padre vi ha chiamato e dovete combattere: non arrendetevi, tirate la Barca e andate avanti perché l'Amore dello Spirito Santo è su di voi! Ora vi stringo al mio Cuore Materno e vi invito ad andare avanti: camminate sempre col Vangelo vivo e non fermatevi! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santa Eucarestia. Lode lode lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

3) Giov 7/8/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo* com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, spose del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù,* l'Agnello Immolato è qui* in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Lodate e benedite il Padre per le grazie che vi dona. Tu,* anima mia,* bevi ancora* i miei calici verdi: bevili* bevili in abbondanza, figlia mia: guarda* guarda quanti figli si perdono!* Siete ancora in pochi a pregare: figlia mia, accetta ancora i miei e i tuoi dolori del parto.* (Giu) Gesù, tu grondi sangue* e la Roccia gronda sangue!* Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Non temere, anima mia,* stringiti alla mia Croce, bevi quest'altro calice per il mio Piccolo Giovanni,* cioè per il Papa, ma stai attenta: i dolori sono enormi,* non essere cocciuta,* grida!* (Giu) Gesù, dammi la forza, dammi la tua forza: dammi la forza di quando ti inchiodavano sul Legno Santo, ma non farmi gridare!* (Ge) Anima mia! anima mia! anima mia, non puoi sostenere questo peso: vedi, vedi quanti figli cadono nella rete del mio nemico! io mi poggio su di te, croce mia, e sui cuori che trovo aperti, ma guarda anche tu quanti Piccoli Giovanni (=eletti) cadono perché non vogliono caricarsi del peso della mia Croce! Lo ammetto anch'io: è faticoso camminare con me! ma il mio Amore è così grande quando vi lasciate stringere: fate parte di me ed il carico è più leggero, ma se rispondete solo con le labbra non riuscirete a portare la mia Croce. Figli,* i flagelli si abbassano sempre di più perché nessuno vuole portare la Croce, nessuno vuole camminare sulla via delle spine!* Anima mia, grida grida con voce di giubilo la Verità del mio Vangelo! io vengo in mezzo a voi a portare la Luce e la Pace, vengo a riempire i cuori del Pane dei Cieli e con voce di giubilo grido il mio Amore: voi gridatelo al Padre! squarciate i vostri cuori, squarciateli, figli miei! mangiate il mio Corpo e bevete del mio Sangue! fate un'unica famiglia: non cercate vie che vi allontanano dal mio Amore, dal mio Vangelo, dalla mia Misericordia! Restate sempre uniti alla Parola Viva del mio Cuore, ascoltate mia Madre che viene in mezzo a voi: è Pellegrina nel mondo intero, ma viene calpestata sotto i piedi dai Grandi della Casa del Padre mio e Lei, Umile Ancella, apre il suo Cuore di Mamma e lascia scendere le sue Lacrime di Sangue! Figli, figli miei, spose amate del mio Amore, ACCOGLIETE MIA MADRE, ACCOGLIETE IL MIO PIANTO, ACCOGLIETE IL MIO AMORE e NON CALPESTATELO! Io sono vostro Amico, vostro Fratello, vostro Figlio: non rinnegatemi, ma con amore accogliete la mia Parola! Figli del mio Cuore, io voglio restare con voi perché vi amo! Non vi chiedo così tanto, figli miei: cercate la Porta del Parto ed entrate! Anima mia, Piccola Croce del mio Cuore, non fermarti ma entra e porta i tuoi figli! (Giu) Gesù, come faccio a portarli? non si aggrappano alle mie mani: Gesù, prendili tu per mano perché non mi ascoltano! (Ge) Piccola cocciuta, prendi la mia mano e a una a una raccogli le pecorelle e falle entrare. (Giu) Gesù, c'è ancora il Papa e c'è anche la Mamma e la Mensa è imbandita! è dolce restare tutti insieme: Gesù, non lasciarci mai, tienici sempre così nel tuo Cuore! (Ge) Sì, anima mia: ora siediti un attimo. (Giu) Gesù!* (Ge) Bevi e non chiedere!* (Giu) Gesù!* Padre! Padre! Padre!* (nota: il Gesù-Padre) (Ge) Figlia mia!* (Giu) Padre, è troppo amaro questo calice!* (Ge) Figlia, salva i figli che stai vedendo!* (Giu) Fermali! fermali! Gesù!* (Ge) Non toccarli, anima mia!* (Giu) Padre, apri le tue braccia e fermali!* (Ge) Anima mia, bevi il calice: immolati come tu sai fare e non temere!* (Giu) Padre mio!* (Ge) Ora vai avanti, anima mia: porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto.* (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre mio,* c'è troppo sangue!* (Ge) Anima mia, non spaventarti! Figli, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi, non pensate che sia una ripetizione ciò che vedete, sappiate che la mia Piccola Croce sta soffrendo come io ho sofferto sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi: lei elargisce il suo cuore per l'umanità, voi accostatevi almeno ai piedi della Croce e implorate misericordia al Padre per i tempi che verranno! Tu, figlio santo, figlio Mario, cammina sempre sulla strada che hai preso e non fermarti; ora porti nel tuo cuore il cuore del figlio Domenico,^ donalo all'umanità e grida col suo amore: COMBATTETE, tu, Domenico ed Elia, LA BATTAGLIA VINCENTE DELL'AMORE E DELLA PACE! Figlio mio, presto sarai caricato di altri pesi da portare, ma non temere: il mio Amore e la mia Luce sono sempre su di te e mia Madre è al tuo fianco; figlio mio, grida grida in nome della Croce e del Santo Vangelo e vai avanti! Tu, anima mia, offri il tuo cuore ai tuoi figli e non tenere niente per te; sii forte: sii sempre attenta al mio nemico, allontana la sua rete, allontanala con lo Scudo del Vangelo e della Croce! Voi, anime elette, amate e perdonate, usate carità, usate il mio Amore e la mia Pace, siate pronti e preparati perché io vi chiamo ad uno ad uno a combattere la Battaglia dell'Amore: GLI ANGELI STANNO COMBATTENDO IN CIELO E VOI SIETE CHIAMATI A COMBATTERE SULLA TERRA, VIGILATE E NON ADDORMENTATEVI, figli del mio Cuore! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di povertà e di amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco, io vengo in mezzo a voi, piccolo e povero: vengo col Segno del Pane e del Vino, vengo col Sigillo Santo dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il mio Amore è pieno, figli miei, donate anche il vostro Sì pieno! Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELLA PIENEZZA DEL PADRE E DONALO ALL'UMANITA'. Ecco, figli miei, il mio Amore è in mezzo a voi, è dentro di voi perché io abito nei vostri cuori: ma non chiudetemi la porta, figli del mio Cuore! Ora offri da bere al figlio santo, al mio piccolo Giovanni, al Giovanni che io ho mandato in mezzo a voi: amatelo, figli miei, amatelo ed accogliete la sua parola santa perché lui è mandato dal Padre a raccogliere i cuori e a renderli puri e santi; figlio, bevi e dona il tuo amore ai tuoi figli!* Anima mia, bevi anche tu, bevi ancora il calice del mio parto e soffri ancora per i tuoi figli perché la battaglia ancora è lunga da combattere: anima mia, non fermarti, bevi e soffri, poggiati sulla mia Croce quando non ce la fai. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora bevi, anima mia!* Figlio mio, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e donalo ai tuoi figli. Anima mia, mangia anche tu il Seme e il Dolore del Parto e offrilo ai tuoi figli: non lasciate mai la Santa Sofferenza, essa è la via che vi porta al Padre! mangia e soffri, anima mia!* Ecco, io vi ho donato il mio Amore nel Segno della Povertà del Pane e del Vino perché il mio Amore è povero ma è grande: è Sigillo del Padre ed io vi amo e vi sigillo con l'Amore della Santissima Trinità. Figli, siate coscienti di queste mie parole e non scandalizzatevi perché io so quello che dico anche se voi non lo comprendete, anche se voi pensate che sia una ripetizione il mio parlare: io sono Padre, sono il vostro Maestro e peso ciò che dico. Ora preparate i vostri cuori: preparateli, figli miei, al Grande Incontro! La Mensa è sempre imbandita ed è pronta per ognuno di voi, sta a voi aprire i vostri cuori: sappiate che io li vedo, figli miei! Ora, Piccola Croce!* (Giu) Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia, vieni! vieni! vieni! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché io vi amo, figli del mio Cuore! amate amate amate anche voi: amate col mio Cuore,! sappiatelo dare ai vostri nemici e ai figli che non riescono a comprendere il mio Amore, la mia Carità, la mia Luce. Figli, donatevi come io mi sono donato sul Legno Santo della Croce, non pensate ai vostri corpi, non pensate di sciuparli ma donatene in pienezza: in Pienezza della Croce! Figli miei, voi siete parte del mio Corpo ed io ve lo offro ogni attimo: offrite i vostri corpi per le anime che non conoscono la mia Verità, la mia Luce. Figli, lasciatemi cullare nei vostri cuori: cullatevi anche voi col mio Amore, con la mia Pace! Ora io vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni e invito te, piccolo Mario, a tirare sempre la mia Barca carica del mio Vangelo, in questa serata io invito te a benedire col Bacio del Piccolo Giovanni la tua Piccola Croce e il piccolo Pasquale e i tuoi figli: accostati al mio Bacio, inizia tu! (pausa per un mio bacio ai singoli presenti). Andate avanti, figli miei! Grazie, figli miei! la mia Pace e il mio Amore è dentro di voi, andate avanti e non fermatevi perché io non vi lascio: figli miei, vi amo troppo e vi offro il mio Amore e la mia Pace! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente e col cuore la mia Santa Preghiera. (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, ardete d'amore ed aspettatemi perché io verrò: io verrò nella Pienezza del Padre! (già viene così in parusia perciò Giulia alterna: Gesù-Padre, ndr). Ora aspetto i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figli miei!"

4) Ven 8/8/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli, venite a me e mangiate la mia Carne. Figli, cibatevi sempre di me e non cercate il cibo del mondo: io sono il Pane del Cielo ed il mio Cibo è Cibo di Vita Eterna. Figli, vi ho donato il mio Corpo perché restiate sempre in me ed io in voi. Non lasciatemi, figli miei: non lasciatevi trascinare dal mio nemico! Io vi ho cercati per prima e vi ho amati: rifugiatevi sempre in me! Voi, figli Ministri, stringetevi al mio Vangelo e non lasciatelo, sappiate che il mio nemico è sempre pronto a farvi sbagliare: rinnegatelo, figli, alzando la mia Santa Croce, portate lo Scudo di Maria e allontanatelo da voi! Io vi voglio santi, figli miei, e desidero che restiate sempre con me! Voi Quattro della mia Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca e non lasciatela, figli miei! non pensate a ciò che dovete fare o dire, voi camminate: lo Spirito Santo sarà vostro Maestro e guida. Vi amo, figli, e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della mia Croce. Amen Amen Amen Amen".

5) Dom 10/8/97, ore 15.25, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre.* (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Anima mia, bevi ancora i calici verdi del mio Gesù* e accetta ancora i dolori del Parto.* Figlia mia, i calici* sono amari: guarda come stanno trafiggendo il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù!* (Giu) Mamma! Mammina, il tuo abito è sporco di sangue!* (Imm) Figlia mia, prega: prega per i figli della perdizione e immolati per loro!* (Giu) Mamma, sostienimi:* il calice è troppo amaro!* (Imm) Figlia mia, bevilo come augurio della tua giornata e la giornata del tuo sposo (XXII di matrimonio).* (Giu) Grazie, Mamma: sostienimi!* (Imm) Ecco, come regalo, vedi i tuoi sei angeli (=le gravidanze perse): stringili al tuo cuore!* (Giu) Grazie,* Mammina mia, ma tu piangi! (Imm) Sì, figlia mia:* piango perché il mondo va sempre di più alla perdizione!* Siete in pochi a consolare il mio Cuore di Mamma e il Cuore del mio Gesù, io vengo in mezzo a voi per volere del Padre, vengo a portarvi il Pane Vivo: ma in pochi lo accettate, in pochi ascoltate la Parola Viva del Vangelo del mio Gesù! Guarda, figlia mia, quanti figli cadono nella rete del mio nemico e il mio Cuore di Mamma gronda sangue sempre di più! Ah quanto è grande il mio dolore! quanti figli si perdono e non vogliono guardare la Via della Croce! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, io grido al mondo: Convertitevi al Vangelo Vivo del mio Gesù, convertitevi, figli miei, abbandonate le cose del mondo e stringetevi alla Croce del mio Gesù! Il mio Cuore di Mamma è straziato e gronda sangue: ma i vostri occhi guardano le cose del mondo! neanche vi immaginate quanto soffro, io sono Mamma e Mamma della Croce: Mamma del Vangelo Vivo! Ah, figli miei, non perdetevi sulle vie del mio nemico: rinnegatelo, accettate la Santa Sofferenza e la Santa Croce! Figli, USATE LA CASA DEL MIO GESU' COME CASA DI PREGHIERA, DI PACE E DI AMORE, NON SERVITEVI DI ESSA PER I VOSTRI COMODI: NON TRAFIGGETE ANCORA IL MIO GESU', MA ACCOGLIETELO NEI VOSTRI CUORI, PICCOLO E POVERO COME LUI E' VENUTO IN MEZZO A VOI! Figli miei, siate coscienti di queste mie parole: siate coscienti che Gesù è vivo ed è in mezzo a voi! Figli miei, i flagelli si abbassano sempre di più perché l'umanità si èdimenticata di avere un Dio e un Signore: camminate tutti allo sbaraglio! Voi che siete riuniti in questo angolo, scelto da Dio Padre, elargite i vostri cuori e pregate per le anime della perdizione: consolate il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù, poggiatevi sulla Santa Croce e implorate misericordia al Padre! Figli, vi rinnovo ancora una volta i tre giorni di buio, sappiate che verranno: sono scritti nel Libro del Padre! ma voi siate pronti e preparati: restate sempre con le lucerne accese e non spegnetele! Figli miei, tenete sempre alto il Vangelo Vivo del mio Gesù e non prostratevi ad altri dei: restate saldi nell'amore e nella carità! Figlia mia, Piccola Croce, tu immolati ancora e bevi: bevi ancora i calici verdi del mio e del tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma,* ma sostienimi: il cuore mi si spezza! (Imm) Non temere, il tuo Gesù ti dà la forza di andare avanti.* (Giu) Mamma,* devo chiederti una cosa da parte di don Mario.* (Imm) Riposati un po'.* (Giu) Cosa gli devo rispondere? (Imm) Figlia mia, è il cuore del figlio Domenico che lui porta dentro di sé: ^ amatelo e inchinatevi sempre dinanzi a lui. Benedite Dio per le grazie che vi dona e andate avanti. (Giu) Mamma! (stava per chiedere qualcosa per altri ma viene prevenuta) - (Imm) Sì, figlia mia: è quello che tu tenevi nel cuore! (Giu) Grazie, Mamma! (Imm) Ora, figlia mia, invita i figli Ministri a fare processioni, invitali a pregare col cuore e grida la Verità del Vangelo e non spaventarti di niente e di nessuno: la Luce e l'Amore del mio Gesù sono sempre con te. Io ora vi lascio ma verrò ancora in questo luogo e nel mondo intero a gridare come Giovanni e con Giovanni la Verità del Vangelo Vivo. Vi benedico, figli, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nell'Amore della Santissima Trinità. Tu, anima mia, vai avanti: cammina ancora sulla via delle spine e non fermarti! Lode lode lode lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e del CUORE IMMACOLATO DI MARIA. Amen."

***

Parole di Cielo dalle Casette di Loreto, Pietrelcina e Lauria

P. PIO * LENTINI * GESU' * IL PADRE ... e LA DONNA DEL PANE

1) All'Albero di Piana Romana a Pietrelcina (14/8/97, 13.55, more s.)

Qui P. Pio ebbe la prima volta le stimmate e oggi si presenta come il Servo del Crocifisso dopo che Giulia si è fatto il segno della Croce:

"(P. Pio) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figli del mio cuore! Sono io, IL SERVO DEL CROCIFISSO. Figli miei, alzate le braccia al cielo, convertite i vostri cuori al Santo Crocifisso, implorate misericordia al Padre: non dimenticate il mio grido di Sacerdote! Ah quante gioie ho ricevuto su questo santo Legno! quanto amore ha elargito il mio cuore per l'umanità! mi son lasciato trafiggere per ognuno di voi! ancora grido con voce di giubilo: Convertite i vostri cuori, tenete alto il Vangelo Vivo del mio e del vostro Gesù, amate e usate carità: la Carità del Padre! Figli miei, presto io consolerò i cuori dei miei piccoli: siate forti, siate saldi, allontanate il nemico con lo Scudo del Vangelo e del Santo Rosario! Tu, piccola sorellina del mio cuore, sii forte, preparati per i tempi che verranno: sorellina mia, accetta sempre i Santi Chiodi!* (Giu) Datemi la forza! (P. Pio) Anch'io devo chiamarti cocciuta: stringiti al Legno della Croce e vai avanti perché il mio Gesù ti ha scelta per essere Croce nella Croce. Ora vi benedico con la Croce del mio e del vostro Gesù nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

2) Giov 14/8/97, ore 21.04, Loreto, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Pace a voi! Figli miei, sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore! Tu, Piccola Croce del mio Cuore, bevi ancora i miei calici verdi e accetta ancora i miei e i tuoi dolori del parto* per l'umanità.* Figlia, vedi, in questa serata io grondo sangue* per l'umanità, ti invito a pregare per la Chiesa tutta e per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, immolati e bevi questi calici che io ti offro:* tieni sempre alto il mio Vangelo, figlia, e prega per i figli che ridono della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figli miei, siate coscienti del mio Vangelo, siate coscienti della mia Croce e della mia Verità. IO VENGO in mezzo a voi come PANE VIVO DISCESO DAL CIELO: figli, accettate la mia AMICIZIA, accettate il mio AMORE, usate carità verso i piccoli, i poveri e gli emarginati. Figli, grazie per aver risposto con umiltà alla mia chiamata, ma vi invito a caricarvi della mia Croce: caricatevi e portatela, figli miei, perché io ho bisogno di anime che si immolano per i peccatori, per i figli che non vogliono accettare il mio Santo Vangelo, la mia Santa Verità, la mia Santa Luce. Tu, croce mia, bevi ancora,* soffri nel Silenzio della Croce come tu sai fare, ma grida grida la Verità del mio Vangelo: grida come Giovanni e con Giovanni! Figlia mia, I FLAGELLI sono sempre più bassi su di voi, ma i vostri occhi non vogliono guardare: siete legati alle cose del mondo e non volete vedere la mia Luce, il mio Vangelo, la mia Parola Viva che porto in mezzo a voi. Figli miei, IO MANDO MIA MADRE PELLEGRINA nel mondo intero A RISCALDARE I CUORI GELIDI: ma in pochi rispondete al Richiamo di Maria, in pochi camminate sulla Via-Mamma che Lei vi sta segnando! Figli miei, figli del mio Cuore, aprite la porta dei vostri cuori, fatemi entrare, cullatemi come un bambino perché io voglio essere amato: non chiedo altro che il vostro amore! Figli miei, siate Mamme del mio Cuore, Mamme Vive della Croce, Mamme Vive del mio Vangelo (=ecco il senso della Via-Mamma): portatelo ovunque, parlate del vostro Gesù e offrite il mio Cuore ai figli che non comprendono la Verità della Croce e del mio Santo Vangelo. VOI, figli MINISTRI, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato di Mamma: figli, sì, sono Mamma anch'io perché vi ho partorito dal mio Cuore, vi invito ad amare, vi invito ad usare carità, vi invito a portare il mio Corpo ed il mio Sangue alle pecorelle smarrite: radunate il Gregge, figli miei, radunateli! Tu, figlio Mario, Sacerdote santo, Sacerdote della Verità e dell'Amore, Sacerdote che racchiudi il cuore del figlio Lentini, ama col suo santo amore, elargisci le tue sante benedizioni all'umanità. Figli, siate coscienti di ciò che state ascoltando, non ridete della mia Parola Viva! IL FIGLIO DOMENICO LENTINI E' VIVO IN MEZZO A VOI: amatelo e inchinatevi davanti a lui, accogliete ogni piccola parola che esce dalla sua bocca santa e custoditela nei vostri cuori. Tu, non temere, piccolo Mario: cammina sulla strada della Croce e sii servo santo della mia Croce come tu sai fare nel silenzio, nell'amore e nella semplicità del tuo cuore. Tu, Piccola Croce del mio Cuore, vai avanti e non temere le persecuzioni che verranno ancora: io sono sempre con te al tuo fianco! porta sempre la mia Croce, figlia mia, ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati: non abbandonarli! col tuo amore, con la tua semplicità, con la carità del figlio Domenico vai avanti e cammina sempre sulla via delle spine, figlia mia! Ora porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto e non spaventarti del sangue che vedi!* (Giulia a Gesù Padre) Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia mia, stringiti alle mie mani e vieni avanti!* (Giu) Padre! Padre, c'è troppo sangue! (Ge) Figlia, salva i tuoi figli: portali attraverso la Porta del Sangue!* (Giu) Gesù, c'è ancora il Papa e c'è anche la Mamma ma grondano sangue: ma tienici sempre con te, è dolce restare con voi!* (Ge) Figlia mia, cammina e porta i tuoi figli attraverso la Porta del Sangue: non spaventarti, vai ancora avanti!* (Giu) Gesù, c'è un mare di sangue! (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi E' SANGUE DEL BANCHETTO NUZIALE, E' SANGUE DI MISERICORDIA, DI PACE E D'AMORE: non temere, vai avanti, anima mia!* (Giu) Sì, Gesù, ma sostienimi: le mie forze vengono meno, sostienimi tu!* (Ge) Non temere: cammina cammina, anima mia: fai entrare il Gregge!* (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza! ti supplico, Gesù: non lasciare, non lasciare nessuno fuori! metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere* e metto anche coloro che non hanno il coraggio di chiedermi preghiere: Gesù, dagli la forza di aggrapparsi alla tua Croce* e dona anche a me la tua forza di sapere camminare sulle spine! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, piccola capricciosa, vai avanti e non fermarti: stringiti alla mia Croce e dona il tuo amore ai figli che si uniscono alla tua santa preghiera.* (Giu) Sì, Gesù!* Gesù, il Papa beve del tuo sangue!* (Ge) Non spaventarti di ciò che vedi, anima mia!* (Giu) Che significato ha, Gesù?* (Ge) Ora guarda, figlia mia, ma tieni nel tuo cuore ciò che vedi! (Giu) Gesù!* Gesù!* (Ge) Prendi questo calice e bevilo!* (Giu) E' amaro,* Gesù! (Ge) Stringili al tuo cuore, anima mia, e non spaventarti di ciò che hai visto: vai avanti e prega ancora per LA CHIESA TUTTA perché E' IN GRAVE PERICOLO: anima mia, immolati come tu sai fare ed elargisci il tuo cuore per i Grandi della Casa del Padre mio. (Giu) Sì, Gesù: perdona me misera peccatrice e imploro misericordia al Padre, misericordia al Padre, misericordia al Padre per i miei peccati e perdona i mie figli se non riescono a camminare sulla via delle spine! Gesù, accettaci così come siamo: ma donaci sempre il tuo Amore, la tua Misericordia Infinita, la tua Santa Carità! (Ge) Piccola perla del mio Cuore, elargisci il tuo amore all'umanità! Figli, è dolce restare con voi: ma vi chiedo scusa se parlo a lungo! vi invito a tenere alto il mio Santo Vangelo perché io vengo mandato da Dio Padre a portare il Cuore dello Shalom all'umanità. Ora vi invito a preparare i vostri cuori al Banchetto dell'Amore, al Banchetto Nuziale: ma siate coscienti di ciò che ascoltate, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi, figli miei! accostatevi, figli miei! Tu, sposa del mio Cuore, accostati al Parto! (Giu) Padre! Padre mio! (Ge) Figlia, accostati al mio Amore! PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, spose del mio Cuore! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, spose del mio Cuore: restate saldi nel mio Vangelo, nella mia Verità, nella mia Pace e donate al mondo, ai fratelli, il mio Amore, il mio Cuore! Spose mie, io in questa serata vi sigillo col Sigillo del Padre: siate fiammelle vive del mio Vangelo, della mia Verità e del mio Amore! non temete niente e nessuno, figli del mio Cuore! Io ora vi benedico col Bacio del Piccolo Giovanni. Figlio mio, figlio Mario, inizia tu a donarlo: sigilla i tuoi figli con l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Scambiatevi anche voi il Bacio del Piccolo Giovanni, la Santa Benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e non temete! Figli miei, non pensate alle cose del mondo, sappiate che il Bacio che avete ricevuto viene dal Padre e lo Spirito Santo lo feconda nei vostri cuori: elargitelo al mondo, figli miei! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane dei Cieli. Figli miei, crescete nel mio Amore e nella mia Pace! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Trinità. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Santa Preghiera (=Pater tradizionale): siate coscienti che pregando con questa Santa Preghiera siete uniti al Padre e chiedete sempre il Pane Quotidiano ed io come Padre ve lo concedo. Grazie, figli miei, per aver ascoltato la mia Santa Parola! (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figli miei! Croce mia, immolati ancora per i tuoi figli! (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza!"

3) Casa del Clero, stanza n. 202 (15/8/97, ore 6.30, more solito):

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il _Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) PARLA GESU' AI GRANDI DELLA CASA DEL PADRE MIO. (Ge) Figli miei, CAMBIATE I VOSTRI CUORI, CAMBIATELI e USATE IL MIO: non indietreggiate dinanzi alla mia Parola, alla mia Parola di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Io sono il vostro Dio e Maestro: figli, non prendete il mio posto e non nascondetevi dietro i vostri abiti usando il mio Santo Vangelo a vostro piacimento! Figli miei, figli del mio Cuore,* allontanate da voi il Drago e accogliete* Maria che bussa alla vostra porta!* Figli miei, figli tutti del mondo, accogliete il Santo Vangelo con amore e usatelo: gridate come Giovanni e con Giovanni la Verità* del mio Amore! Voi Quattro della Croce, andate avanti e tirate la mia Barca carica del mio Vangelo, del mio Amore e della mia Pace, ma chiedo a voi, figlio Mario, figlio Pasquale, Piccola Croce del Cuore mio, chiedo a voi un fioretto, figli, restate saldi nel mio Amore, io vi chiedo in questa giornata di restare in questo luogo fino a questa domenica: consolate il mio Cuore, consolate il Cuore della mia Amata Mamma, usate carità e amore e tenete sempre alto il mio Santo Vangelo ed io come Padre, con voi, benedico il mondo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Trinità. Amen Amen Amen Amen."

4) Santa Casa (15/8/97, ore 9.20): I Visione di Giulia della Donna del Pane

"Vedevo la Madonna vestita con gli abiti del suo tempo, cioè col velo sui capelli e la veste su grigio scuro. Stava impastando il pane (subito vado allo: Stabat Mater juxta crucem lacrimosa, come infatti è, ndr) ed intanto mi guardava ed io guardavo Lei. Da quel suo dolce impastare si sentiva un dolce profumo di pace. Mi guardò con gli occhi pieni d'amore e mi disse con voce umile come se commossa: - Figlia mia, prendi della mia farina e impasta il mio pane: mangia del mio lievito e dona ai Grandi della Casa del Padre mio la farina -. Io dovevo prenderla da una piccola tavola quadrata che la Mamma teneva su un piccolo tavolo (anch'esso quadrato, dirà) dove c'era del pane piccolo già sfornato ed incominciai ad impastare con Lei e anche dalla mia pasta usciva un dolce profumo di pace. Poi Lei, cioè la Mamma, ha alzato gli occhi al cielo e mi disse di continuare con l'impastare e con la sua mano mi ha accarezzato e nella carezza mi ha benedetto".

5) Alla Messa del Delegato Pontificio alle ore 11 (15/8/97)

a) Alla Messa del Delegato Pontificio (ore 11.15, circa): "(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, perdonami se ti ho chiesto di glorificare anche in questa giornata! (Imm) Non temere, anima mia: fallo sempre, figlia! Figlia mia, bevi anche oggi i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora una volta con i dolori del parto per l'umanità, per i tuoi figli, per la Chiesa tutta. Figlia mia, grazie per essere venuta nella mia Umile Casa: ascoltate sempre la Parola Viva del mio Gesù. Figli miei, il carico che il mio Gesù vi ha donato è carico di Spirito Santo: accogliete nei vostri cuori ciò che il mio Gesù vi dice e fate partecipi i vostri figli. Figli miei, portate l'Amore e la Pace del mio Gesù al mio Piccolo Giovanni, cioè al Papa: presto dovrete andare dinanzi a lui a portargli ciò che lo Spirito Santo vi consegnerà. Tu, anima mia, non temere niente e nessuno, cammina sempre con i tuoi piedi scalzi sulla mia via di spine, accogli la Parola del mio Gesù con amore e pazienza, sii forte, anima del mio Gesù, perché dovrai soffrire ancora ma non temere, la mia mano di Mamma ti condurrà al Trono del Padre e con te porterai anche i tuoi figli: tirali, anima mia, tirali verso la Croce e non temere! Io vi ho chiamati in questo luogo perché il Padre vi ha voluti: figlia mia, portate a termine la Missione dello Spirito Santo, lasciate guidare i vostri cuori dal mio Amore Materno, consolate il Cuore del mio Gesù e pregate affinché i flagelli che vi circondano si allontanino da voi: figli miei, sono sempre più bassi! ma tu, anima mia, caricati dal/del peso delle mie Mura* e vai avanti! anima mia, elargisci ancora di più il tuo cuore, prega come tu sai nel silenzio e nell'amore e allontana i flagelli! (Giu) Mamma, come devo fare? nessuno ascolta le tue parole: aiutami tu ad andare avanti perché la mia forza viene meno! Mammina mia, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: sostienici col tuo Amore Materno (il popolo sta cantando: prega per noi)! (Imm) Non temere, piccola cocciuta, ascolta la Parola del Padre e vai avanti. (Il Padre) Sono io, IL PADRE, che vi parla! Figli miei, vi ho chiamati IN QUESTO LUOGO perché C'E' IL DISEGNO DELLO SPIRITO SANTO. Io desidero che i vostri cuori si elargiscono ancora di più all'Amore dello Spirito Santo: COME PADRE VI CHIEDO DI AMARE COL MIO AMORE! Figli miei, il progetto che ho su di voi è Progetto di Pace e di Amore: ma dovrete soffrire, creature mie, come ha sofferto il mio Gesù per l'umanità! Vi invito ad essere Globo di Luce per il mondo, inchinate i vostri capi perché io vi sigillo col Fuoco del mio Amore: voi andate e predicate il mio Amore, la mia Pace, il mio Vangelo Vivo. Ora vi benedico, figli miei, Rendete i vostri cuori disponibili alla chiamata: vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore dello Spirito Santo. Tu, figlia mia, immolati ancora per l'umanità: sii forte e sii sempre attenta a non rivelare i messaggi che racchiudi nel tuo Cuore! (Giu) Padre, dammi la forza! (Padre) Piccola cocciuta, stringiti al mio Petto! (Giu) Padre, Padre mio, grazie per il tuo Amore Infinito! (Padre) Grazie, croce mia!"

b) Alla Consacrazione della Messa: "GESù) Gioisci, anima mia! gioisci, anima mia! gioisci, anima mia! gioisci, anima mia! gioisci, anima mia! gioisci, anima mia, con i Dolori della mia Croce: dona il mio Amore e la mia Pace ai tuoi figli! Io sono il Pastore Eterno, il Pastore che raduna il Gregge: figli miei, raccogliete il mio Sangue e racchiudetelo nei vostri cuori. Figli, io vi dono la mia Pace e il mio Amore, voi portatelo al mondo: portate l'Amore della mia Missione all'umanità! Pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo, nell'Orto degli Ulivi, figli miei! Vi lascio la mia Santa Benedizione col mio Corpo e il mio Sangue: andate in pace e portate il mio Amore! Tu, Croce del mio Cuore, soffri per l'umanità: immolati, anima mia! (Giu) Sì, Gesù!"

6) Oasi di Maria (15/8/97, ore 18.15, more solito)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, accetta ancora una volta i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora sul Legno Santo della Croce. Figli, per volere di Dio Padre io vengo a portarvi il Cuore dello Shalom. Figli miei, vengo in mezzo a voi come Mamma Pellegrina e Mamma della Croce: vengo a segnarvi la via che vi porta al Santo Vangelo del mio Gesù. Figli, camminate in amore, in umiltà e in carità, offrite i vostri cuori per i figli che non vogliono accettare la Verità e il Vangelo Vivo del mio Gesù. Tu, croce mia, immolati per questa comunità: immolati per i figli emarginati! (Giu) Sì, Mamma, ma datemi la forza di andare avanti! (Imm) Piccola cocciuta del mio Cuore, stringiti alla Croce del mio Gesù e vai avanti: porta il mio Cuore all'umanità! Figlia, dona la mia Pace: donala ai figli emarginati, ai figli che soffrono per amore della Croce. Io sono qui in mezzo a voi viva e reale: figli miei, siate coscienti della mia presenza in mezzo a voi! IO SONO LA MAMMA DEL VANGELO VIVO e VENGO A PORTARVI LE GOCCE DELLO SPIRITO SANTO. Figli miei, figli Ministri, elargite il cuore alla Croce del mio Gesù: non aspettate ancora! Io vi amo perché SONO LA MAMMA DELL'AMORE, la Mamma che ha elargito il suo Cuore ai piedi della Croce e ogni attimo stringo il braccio del Padre affinché fermi i flagelli che si abbattono sull'umanità: creature del mio Cuore, siate coscienti della Verità dello Spirito Santo, seguite le sue orme, camminate con la sua Luce e con la sua Pace perché io vengo in mezzo a voi, mandata da Dio Padre, ad accendere i cuori spenti! Figli miei, creature del mio Cuore Immacolato e Addolorato, addolorato per i figli che chiudono la porta* all'Amore dello Spirito Santo: figli miei, io vi amo e non voglio perdervi! vi voglio santi come è santo il mio Gesù, siate Servi Santi del Vangelo Vivo, Servi Santi della Santa Croce e non prostratevi ad altri dei: camminate sulla via delle spine, figli miei! Io elargisco il mio Cuore ad ognuno di voi e in questo giorno glorioso, scelto da Dio Padre, io come Mamma del Vangelo e Mamma della Croce mando su di voi il Sigillo dello Spirito Santo: le Gocce Vive dell'Amore del Padre! Figli miei, non scandalizzatevi di ciò che dico! IO SONO LA REGINA DEI DUE REGNI, Regina del Cielo e della Terra, E IN COMUNIONE COL PADRE, COL FIGLIO E CON LO SPIRITO SANTO IO BENEDICO L'UMANITA' COL SIGILLO TREMENDO DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia e andate avanti, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, immolati ancora nel Silenzio della Croce! (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza! (Imm) Lode lode lode (3). Lodato sempre sia il Nome santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Restate nella Pace del Cuore del mio Gesù e donatela al mondo!"

7) Santa Casa (17/8/97, ore 6.25): Seconda Visione della Donna del Pane

"Vedevo la Madonna sempre vestita di bianco e grigio. Impastava ancora il pane. C'erano tre tavole dinanzi a Lei e con gesti di invito mi disse: - Ecco, inizia ad impastare, figlia mia: questo lo devi far bastare finché io te ne do del nuovo. Dai ciò che riesci ad impastare alla Chiesa tutta. Non preoccuparti di non capire: io so ciò che ti dico. Figlia, sarà molto faticoso questo compito per te: ma non temere! Grazie per aver risposto a parte del fioretto.^ Figli miei, restate sempre uniti e tirate sempre la Barca carica del vangelo del mio Gesù. Vedi, figlia mia, la mia Casa è piccola ma è grande perché è piena d'amore: fate anche voi così, amate e donate tutto di voi. Ti benedico, figlia mia: porta la mia farina nel mondo!"

8) Casetta del Lentini a Lauria (17/8/97, ore 15.25, more solito)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora sempre nei secoli dei secoli. Amen. (Giu) Mamma, il tuo abito è sporco di sangue: cosa t'hanno fatto?* (Imm) Croce mia, bevi anche oggi i calici verdi del mio Gesù e immolati* con i dolori del parto per la Chiesa tutta. Figli miei, pregate+ per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo* solo nell'Orto degli Ulivi! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi e il Servo Santo della Croce. Da questa valle all'Altare della Misericordia (= La Quercia a Sofferetti), come Mamma Immacolata e Addolorata, vi invito all'ascolto del Santo Vangelo di questa giornata. Figli miei, camminate nella Luce dell'Amore dello Spirito Santo, siate pronti e preparati per i tre giorni di buio che verranno. Figli miei, io grido il mio Progetto: Lo grido con Giovanni e come Giovanni! Figli, vi sto segnando la mia via, fatta sulle spine, lasciate le cose del mondo: lasciatele e aggrappatevi al mio Cuore di Mamma! Figli miei, i flagelli sono sempre più bassi perché le anime che si immolano sono poche: io mi servo di chi dispone i cuori! Piccolo Mario, piccolo Pasquale, piccola Giulia, vi dico grazie di ciò che avete adempiuto, anche se il mio progetto era per la mia Casa Santa in questa giornata: vi dico grazie, figli miei, perché i vostri cuori sono aperti. Vi chiedo scusa come Mamma se vi carico del peso della Croce, ma vi invito ad andare avanti: non fermatevi, anime mie, perché ho bisogno di voi, ho bisogno del vostro aiuto, ho bisogno che consoliate il Cuore del mio Gesù che è tanto afflitto* e gronda sangue per l'umanità! Figlia mia, guarda: guarda in questo attimo* come stanno trafiggendo il mio e il tuo Gesù!* (Giu) Mamma!* (Imm) Figlia mia, porta tu la Croce per lui: solleva il suo Cuore, immolati come tu sai fare! (Giu) Mamma!* Mammina mia, dammi tu la forza!* (Imm) Piccola cocciuta, stringiti alla Croce e vai avanti: non fermarti!* (Giu) Mamma, Mamma, cosa fanno: cosa fanno a Gesù?* fermali!* (Imm) Figlia mia, prega per ciò che hai visto e porta i tuoi figli attraverso la porta del parto: non fermarti, anima mia! (Giu) Mamma, c'è troppo sangue e il Papa beve ancora del sangue! (Imm) Non temere, anima mia! (Giu) Mamma, cos'è quel fuoco?* che significato ha quella scritta?* (Imm) Figlia mia, preparati all'Incontro:* stringi le mie mani, creatura mia, e tieni nascosto nel tuo cuore ciò che hai visto! Ora ti lascio al figlio DOMENICO (LENTINI) Sono io, il Servo della Croce. Figli miei, popolo mio, popolo amato dal mio cuore, vi invito a camminare con la Croce del mio Gesù: camminate e vivete nella povertà del Vangelo. Figli miei, il mio Cuore gioisce dinanzi al mio Signore ma gronda sangue per l'umanità: I SERVI (=Ministri) non ascoltano la Parola del Vangelo Vivo e non alzano la Croce! Ah quanto soffre il mio Cuore di Servo della Croce! Vedo chiusure di cuore: non vedo amore tra i figli, tra le famiglie, i fratelli! Quanto ancora mi debbo flagellare per vedere i vostri cuori uniti! Figli miei, popolo mio, amate la Santa Croce, rinnovate i vostri cuori, rinnovateli e implorate misericordia al Padre. Siano i vostri cuori sinceri gli uni gli altri: sappiate che il mio Gesù e il vostro Gesù verrà in mezzo a voi a chiedere il vostro operato: non lasciatevi trovare sprovvisti ma caricatevi del Sigillo Santo della Croce. Io vi amo e mi flagello per ognuno di voi, vi voglio santi: piccoli e santi! Tu, sorellina del mio cuore, sii forte perché dovrai soffrire molto: il mio Gesù ti ama e si poggia con la sua Croce su di te! Figlio, fratello e padre Mario, dona la carne del mio cuore, che è dentro di te, all'umanità: sii forte e grida in nome della Santa Croce, grida il Vangelo Vivo e non fermarti! Vai avanti, fratello mio, figlio mio, padre mio: benedici con me l'umanità col Sigillo Santo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Non scandalizzatevi di ciò che ho detto, anime amate al mio cuore! Tu, sorellina mia, soffri ancora e bevi i calici verdi del tuo Gesù!* (Giu) Donatemi la forza perché la mia viene meno! (Lentini) Devo chiamarti anch'io: Piccola Cocciuta del Cuore di Gesù! (Giu) Perdonatemi, Padre!"