LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24: n. 207/A

Lauria, 13/10/1997


ANNIENTATE IL MALE COL SI'

DEL CUORE

IMMACOLATO E ADDOLORATO DI MARIA

(cfr messaggio del 02/10/97)

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1) Giov 25/9/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Pace a voi, figli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, croce mia, bevi anche in questa serata i miei calici verdi e accetta ancora con amore i miei e i tuoi dolori del parto:* piccola cocciuta, quando non ce la fai, grida i miei dolori!* (Giu) Gesù, datemi la forza e la costanza.* (Ge) Figlia mia, figlia del mio Cuore,* preparati perché i tempi che verranno* saranno ancora più pesanti; prepara la Barca dentro di te, anima mia, perché anche tu devi tirare (Giu) Sì, Mamma! (=Gesù-Mamma)° (Ge) per i tuoi figli: portali sempre alla mia Croce,* offrigli i miei calici e falli bere, anima mia,* perché io vengo in mezzo a voi tenendo alto il mio Santo Vangelo!* e invito ognuno di voi a portarlo ai fratelli, a farlo conoscere, a farlo amare: vi invito ad essere tabernacoli vivi della mia Parola, della mia Luce, del mio Corpo, del mio Sangue. Figli miei, figli del mio Cuore, preparate le capanne perché il Padre è imminente a venire in mezzo a voi, per questo mia Madre vi porta la farina da impastare, inizia tu, croce mia, inizia ad impastare e fai impastare prima i Sacerdoti e poi tutti gli altri, ma vi raccomando: impastate come Maria e con Maria! Io sono qui in mezzo a voi, guarda, figlia mia: Maria sta impastando per l'umanità!* tu bevi i mei calici verdi!* (Giu) Gesù, dammi la forza!* (Ge) Figlia mia, sono amari, ma bevili per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa.* (Giu) Gesù, è sporco di sangue!* (Ge) Non spaventarti, anima mia! vedi: anche lui impasta la farina di Maria!* (Giu) Gesù, perché è sporco di sangue?* (Ge) Figlia mia, lui prega per l'umanità e il suo sudore diven ta sangue: non temere:* ora bevi e sii forte! guarda, anima mia: non spaventarti!* (Giu) Fermali! fermali!* Gesù, ci trafigge il cuore!* (Ge) Ecco la seconda parte, anima mia: guarda cosa fanno!* (Giu) Gesù, sostienimi!* (Ge) Figlia mia, questa è una piccola parte che tu vedi, ma fanno ancora di peggio del mio Corpo: prega per questi miei figli! (Giu) Gesù, donagli la tua Luce! (Ge) Figlia mia, sono loro che hanno scelto questa via, io gli ho dato la mia via, ma non l'accettano: pregate pregate pregate affinché i flagelli che vi circondano si allontanino da voi! Anime mie, anime del mio Cuore, io vengo in mezzo a voi come un Bambino, ma non vengo accolto: vengo cacciato via! mi uccidete attimo per attimo! non guardate neanche che io sono un Bambino in mezzo a voi: e Maria, la Madre mia, col suo Cuore Materno vi semina le spine per riparare tutte le offese che recate al mio Cuore e al Cuore del Padre! Figli miei, alzate le MURA che stanno crollando, alzate le P IETRE una ad una, figli miei, e siate pronti e preparati ai tempi che verranno! Io vi sto portando la mia Luce, il mio Amore, il mio Santo Vangelo: vi porto lo Shalom del Padre, figlioli miei, e vi invito ad implorare misericordia, misericordia, misericordia al Padre. Figlioli miei, voi non capite ciò che io vi sto dicendo, vi annoiate anche quando parlo qui in mezzo a voi e nel mondo intero! quanto poco ascoltate il mio Cuore: quando uscite fuori, non ricordate più nulla e riprendete a vivere secondo il mondo! Ah come è trafitto il mio Cuore di Padre! come è trafitto il Cuore della mia Amata Mamma! ma lei continua ad impastare e non si ferma: il suo Sì è Sì duraturo! Voi siete capaci a donare i vostri Sì? per quanto tempo lo donate? Vi guardate intorno, figli miei? vi guardate intorno se riuscite a dare almeno un passo? se il vostro Sì dura per un passo? Ah, figli miei, quanto lo fate durare poco il vostro Sì! Quanto poco amate i vostri corpi fatti a mia immag ine e somiglianza! Mi appartenete, siete di mia proprietà perché io vi ho partoriti dal mio Cuore: ma non mi cercate come vostro Padre! non mi abbracciate quando io vengo in mezzo a voi! non mi offrite una carezza quando mi avvicino ad ognuno di voi: mentre io vi abbraccio e vi tengo stretti al mio Cuore! Desidero anch'io le vostre carezze, desidero i vostri capricci, le vostre coccole perché io sono un Bambino e voi le mie mamme: ma non mi amate, figli miei! Io vengo a toccare i vostri cuori e desidero che ardino d'amore: imparate l'Arte dell'Amore! imparate a dire: Io ti amo! io ti amo! io ti amo! e ripetetelo ad ogni creatura che si avvicina ad ognuno di voi; imparate questa parola, ma imparatela prima col cuore e poi man mano sfiorate le labbra dicendo: Io ti amo! Fatelo sbocciare nei cuori, figli miei! Ecco, io vi sto portando la Scuola dell'Amore, ma non scandalizzatevi e non pensate a cose della terra: pensate col cuore e lasciatelo agire, riempitelo d'amore e di Spirito Santo e fatevi prendere per mano docili e piccoli come bimbi e sia il vostro amare, il vostro donare, un donare di bimbi perché è così che io vi voglio, piccoli e docili, figlioli miei! Ora, croce mia, porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto e non spaventarti del mare di sangue che vedi,* ma bevi anche tu come il mio Piccolo Giovanni:* bevi di questo sangue, anima mia! (Giu) Padre! Padre! Padre, sostienimi!* (Ge) Cammina, anima mia: porta i tuoi figli! (Giu) C'è ancora il Papa che beve del sangue e la Mamma impasta ancora: è dolce restare uniti! (Ge) Vieni, figlia mia: impasta anche tu con Maria!* Ora offri al mondo il tuo impastare!* Figlia mia, prepara il tuo cuore: preparalo! (Giu) Padre! Padre mio!* (Ge) Figlia e sposa mia, unisciti alla mia Croce!* (Giu) Sì, mio Signore e mio Dio! (Ge) Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi, piccolo, povero: ma porto a voi i miei Capricci, il mio Amore, la mia Misericordia Infinita. Vi porto i miei capricci perché io desidero giocare con le mie spose: giocate anche voi con me, figlioli, e non scandalizzatevi delle mie parole! Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE E DONALO ALL'UMANITA'.* (Giu) Padre! Padre mio! (Ge) Figlia mia, bevi* bevi ancora del calice verde e soffri per i figli che in questo attimo stanno calpestando il mio Corpo.* (Giu) Padre! Padre mio! (Ge) Figlia, resta unita alla mia Croce!* Ora offri da bere al figlio santo, offri da bere al mio Piccolo Giovanni, al Giovanni che io ho mandato in mezzo a voi: ascoltate la sua voce, figli miei! Tu, piccolo Giovanni, tira la mia Barca carica del mio Vangelo, fai ancora nodi, figlio mio, e non fermarti, io sono sempre al tuo fianco, non ti lascio, sii sempre madre e padre per i tuoi figli, falli crescere, falli camminare sulle mie spine: e non toglietele, figlioli miei, accettate le spine che il piccolo Giovanni (io)° vi dona. Tu, figlio mio, cammina sempre col Vangelo, offrilo agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati: portagli il mio Amore e la mia Luce. Ora bevi, figlio mio: bevi!* Tu, sposa del mio Cuore, bevi del mio calice e soffri ancora per l'umanità. (Giu) Padre! Padre mio! (Ge) Bevi, figlia mia:* offri da bere alle mie spose. Figlio mio, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangia e donalo alle tue spose e siano sempre feconde dell'Amore Misericordioso del Padre perché io sono qui in mezzo a voi per rendervi Madri della Croce: Madri della Santissima Eucarestia. Figlioli miei, io vi amo e mi dono con amore nel Segno del Pane e del Vino: e LA MIA PACE E' PIENA, IL MIO AMORE E' PIENO PERCHE' IO SONO PADRE e vi amo, vi amo, figlioli miei! Pace a voi che siete qui riuniti. Pace a voi, figli, che vi unite a questa santa preghiera. Pace a voi che vi unite al mio Cuore. Pace agli ammalati che mi offrite. Pace: ma sia pace piena nei vostri cuori! Ora, figlioli miei, piccoli del mio Cuore, unitevi, avvicinatevi a me: accostatevi al mio Cuore perché vi voglio vicini! Siate coscienti di questo attimo, non dimenticate che io sono vivo e reale in mezzo a voi: unite i vostri cuori e siate un'unica cosa sola! Tu, croce del mio Cuore, accostati al Banchetto Nuziale. (Giu) Padre! Padre mio! (Ge) Figlia e sposa mia! (Giu) Padre! Padre! Padre! (Ge) Sì, figlia mia! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA NUOVA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo: IL MISTERO DEL PADRE SI COMPIE IN UN PEZZO DI PANE E IN UN BICCHIERE DI VINO. Figlioli miei, siate coscienti! siate coscienti! siate coscienti che qui in mezzo a voi ci sono io, il Maestro, il vostro Gesù! Inginocchiatevi: contemplate il mio Amore, contemplate il mio Cuore, contemplate la Capanna di Gesù, di Giuseppe e di Maria! figlioli miei, contemplate la Santa Famiglia e sia anche la vostra capanna: santa! sia il vostro vivere: santo! sia il vostro operare: santo! sia il vostro Sì: santo! Figlioli del mio Cuore, ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi. Ora io vi sigillo attraverso il Sacerdote santo dell'Amore e della Pace e vi chiedo questi piccoli fioretti, figlioli miei: non lamentatevi ma offriteli con amore al Padre! Ora io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nell'Amore del Padre. Tu, figlio santo, piccolo Mario, sigilla col Bacio dell'Amore, col Bacio del Piccolo Giovanni, la mia piccola Giulia e il piccolo Pasquale. Scambiatevi anche voi il sigillo del mio Amore, figlioli miei, e vi raccomando: sia per voi un bacio santo, sia per voi unirvi alla mia Croce e non fate pensare i pensieri cattivi nel vostro cuore, nella vostra mente, ma sia un Segno di Croce il mio Santo Bacio. Ora, figlioli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Contemplate ogni parola, ma contemplatela col cuore: sia per voi questa santa preghiera un'Unione Totale col Padre, sia per voi questo santo pregare e questo santo unirvi in questa mia piccola capanna un Vivere di Pane! Ora preghiamo, figlioli miei, ma ricordatevi sempre: Non ci indurre in tentazione! Ricordatelo: sia un suono di tromba per voi questa santa preghiera! Ora preghiamo! Lodate e benedite il Padre per le grazie che fa scendere su di voi. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Grazie per aver ascoltato la mia Parola. Croce mia, ora unisciti in preghiera e dopo aver finito la santa preghiera consuma del mio Pane. Amen."

 

2) Ven 26/9/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, non siate di scandalo e non fate di niente che possa far male ai piccoli. Sia la vostra vita un'unione di gioia, di povertà, di semplicità e non cercate il rumore: il chiasso del mondo! Sia tutto silenzio tra di voi e Dio: ciò che fate per i piccoli e i poveri sia fatto in silenzio. Gioite dopo aver donato il mio Pane ai fratelli, ma non vantatevi: sia tutto a gloria di Dio. State attenti a non prendere° il posto del Padre. Figli, il mio nemico è astuto e sta sempre ad osservare dove sbagliate, perciò, figlioli miei, usate carità, amore e preghiera e combattetelo così perché dove c'è amore e apertura di cuore non può abitare il mio nemico. Voi, figli Ministri, amministrate con amore la vostra chiamata e ricordatevi che io verrò come ho promesso: siate pronti! Voi Quattro della mia Croce, tirate la Barca carica del mio Vangelo e non fermatevi: io sono sempre con voi e non vi lascio. C on voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Santa Croce. Amen Amen Amen Amen."

 

3) Dom 28/9/97, Thurio, alla Messa del nuovo parroco:

Visione Giulia scrive: "Chiesa di Thurio. Visione, domenica 28 (settembre 1997, ore 11.35 circa). Vedevo una GRANDE OSTIA che scendeva dal cielo e scendendo la chiesa si riempiva di SANGUE e dal Sangue uscivano OSTIE PICCOLE, in ognuna delle ostie c'era UN PICCOLO BAMBINO e dalle loro boccucce uscivano ancora Ostie. Poi apparve una scritta che diceva: IO SONO IL DIO DEI TEMPI ANTICHI, NON VI SONO ALTRI DII ALL'INFUORI DI ME. Nella scritta c'era anche una GRANDE CROCE e una BARCA".

 

4) Dom 28/9/97, ore 15.25, alla Quercia, more solito:

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Figlia mia, bevi anche in questa giornata* i calici verdi del mio Gesù* e immolati anche in questa giornata con i dolori del parto* per l'umanità.* Figlia mia, bevi questo calice e accetta queste spine come regalo per la tua festa (40 anni).* Figlia mia, caricati della Croce del mio Gesù e cammina cammina perché la via ancora è lunga: lavora per le anime che non vogliono ascoltare* la Parola Viva del mio Gesù. Io vi invito a tenere alto il Vangelo di questa giornata (26/B). Figlioli miei, allargate le vostre braccia e accogliete la Croce Viva del mio Gesù che è qui in mezzo a voi, figlioli miei, ed è il regalo più grande che Dio Padre vi dona ad ognuno di voi e all'umanità: siate coscienti di queste mie pa role, figlioli miei, piccini del mio Cuore! I tempi che stanno scendendo sull'umanità sono pesanti: figli miei, fateli leggeri con la preghiera, con l'accettare la Luce di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Non lasciatevi trascinare dal mio nemico: non correte nei luoghi oscuri ma cercate la Luce del Vangelo e rifugiatevi in essa. Figli miei, bevete anche voi i calici verdi, aiutate il mio Gesù, caricatevi voi della Santa Croce e non prendete queste mie parole come una ripetizione: siano fiori freschi per ognuno di voi e restino sempre vivi nei vostri cuori, non lasciateli morire, figlioli miei! Oggi voglio parlare ai GIOVANI, ai fiori del mio Paradiso: Figli e figlie mie, mettete a disposizione i cuori, lasciate entrare la Luce e l'Amore del mio Gesù, siate strumenti di pace, d'amore e di letizia, impastate con me la farina del Padre, lasciate il mondo e accostatevi alla Croce: figli miei, mamme del mio Gesù, mamme del Padre, lasciatevi plasmare dal Fuoco di Pentecost e e non scandalizzatevi di questo mio parlare! Io sono la Mamma della Croce e vi invito a portare il Legno Santo all'umanità. Figli miei, siate sempre pronti per i tre giorni di buio che verranno, indossate l'abito della Croce e non temete niente e nessuno, combattete la Battaglia dell'Amore e sappiate che il mio Cuore Immacolato trionferà e questo trionfo è vicino, figli miei, anche se non conoscete né il giorno e neanche l'ora, ma sia il vostro cuore la capanna della Santissima Trinità: offrite tutto di voi al Padre, figlioli miei! Tu, piccola croce del mio Gesù, invita i figli Ministri a fare sante processioni, ricordagli sempre di togliere il paganismo: dillo con parole povere e non spaventarti, figlia mia, accostati a loro e con l'Amore dello Spirito Santo invitali a camminare con la Santa Croce. (Giu) Madre, come posso fare questo? (Imm) Piccola cocciuta del mio Cuore, tu fallo e non temere niente e nessuno: lo Spirito Santo parlerà. Ora, creatura mia, accetta ancora co n amore i dolori del parto.* (Giu) Sì, Mamma, ma datemi la forza e la costanza! (Imm) Vai avanti e porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto: ma ricordati sempre di tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù e fallo alto anche ai tuoi figli. Figlioli miei, vi invito a pregare secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata, pregate pregate pregate: ma pregate col cuore! formate la famiglia Santa e restate sempre uniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, piccini del mio Cuore! fate trionfare l'Amore! innalzate lodi sante a Dio Padre! Figli miei, io leggo i cuori di ognuno di voi e con amore materno benedico i vostri cuori* e porto davanti al Trono del Padre i vostri battiti: siate coscienti di queste mie parole, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Formate la Catena Santa, formatela, figli, e pregate nei vostri cuori, pregate nel silenzio dei vostri cuori: UNITEVI alla Santa Preghiera della Santissima Eucarestia.* Benedite e lodate Dio per le Grazie che vi dona. Benedite e lodate Dio per il Pane che vi offre. Benedite e lodate Dio per il suo Corpo ed il suo Sangue. Figlioli miei, ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva del Padre. Siate sempre coscienti della mia presenza in mezzo a voi e siano i vostri cuori sempre accesi dell'Amore dello Spirito Santo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel Segno Santo della Santissima Eucarestia. Tu, croce viva del mio Gesù, soffri ancora nel Silenzio della Croce per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode lode lode lode. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce mia, prega!"

 

5) Giov 2/10/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre.* (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Pace a voi, figlioli del mio Cuore!* Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato* è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose del mio Cuore!* GIOITE ALLA PRESENZA DELLA MIA PAROLA VIVA,* ma state attenti: GIOITE NELLA SOFFERENZA DELLA MIA CROCE e non prostratevi ad altri dei! Tu,* croce del mio Cuore, bevi questi calici:* sono ancora più verdi,* anima mia! bevili e accetta ancora i dolori del mio e del tuo parto:* sappi, piccola cocciuta che sono ancora più forti!* (Giu) Gesù, stringi le mie mani!* (Ge) Piccola cocciuta, la Pasqua si avvicina e i dolori sono sempre più forti,* io ti offro la mia Croce, poggiati su di essa: ma quando non ce la fai, grida!* (Giu) Gesù, cosa t'hanno fatto? tu grondi sangue! (Ge) Sei cocciuta e capricciosa, anima mia: io ti dico di gridare e tu chiedi a me cosa hanno fatto! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Non volevo rimproverarti, anima mia! accetto con amore quello che tu mi offri ma il tuo corpo è carico e non ce la fa: grida, anima mia! (Giu) Gesù, ti chiedo perdono, ma se è possibile non farmi gridare: fai ciò che tu vuoi, mio Signore e mio Dio!* (Ge) Bene, camminiamo insieme, anima mia: fai tenere sempre alto il mio Vangelo Vivo, allarga le tue braccia sul Legno Santo della Croce e stringi a te tutti i tuoi figli, prega molto per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, prega per i figli Ministri, figlia mia, perché i flagelli si abbassano ancora di più sull'umanità, sulla Chiesa! (Giu) Gesù, misericordia! misericordia! misericordia!* (Ge) Anima mia, vedi, siete in pochi a bere i calici verdi: molti dei piccoli Giovanni cadono nella rete del mio nemico! tu prega* prega, anima mia: ti rac comando, stai attenta a non diventare superba! (Giu) Gesù, non farmelo diventare! (Ge) Non temere, anima mia: resta sempre unita alla mia Croce e stai attenta a non rivelare i messaggi segreti; sappi che il mio nemico veglia sui vostri errori, voi fermatelo con lo Scudo Santo, combattetelo con l'amore, con la preghiera e con la carità: ma sia carità sincera, figli miei! Amatevi gli uni gli altri e perdonatevi a vicenda. Imitate il Servo Santo della Croce, diventate piccoli e poveri come lui viveva, imitatelo, figli miei: contemplate, come lui contemplava, la Santa Croce e il Cuore Addolorato di Maria! Ora guardate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non è gradito al mio Cuore: togliete gli odi! Guardate ancora, figli miei, pulite i vostri cuori in pienezza: fate entrare i raggi del mio Amore!* Accettate con amore le persecuzioni che verranno: figlioli miei, sappiate che a causa del mio Nome sarete ancora perseguitati, sappiate che a causa di a marmi sarete ancora perseguitati, ma non spaventatevi, io sono sempre con voi e insieme siamo un'unica famiglia, la Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra. ECCO, DAL SUO SI' IO SONO VENUTO AD ABITARE IN OGNUNO DI VOI: E' IL SI' CHE IO ASPETTO, IL SI' CHE VIENE DAL CUORE, IL SI' CHE DOVETE FAR SALIRE AL PADRE! Figlioli miei, ANNIENTATE IL MALE COL SI' DEL CUORE IMMACOLATO E ADDOLORATO DI MARIA! Ora fermatevi ancora e guardate nei vostri cuori, guardate se la Pianticella dell'Amore è germogliata: innaffiatela e fatela crescere, figlioli miei! Ora impastate la farina, ma non scandalizzatevi di ciò che io sto dicendo, figlioli cari! Tu, anima mia, offri il mio pane ai figli Ministri: impasta per loro la farina di Maria. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Vedi: anche Maria impasta col tuo angelo (= il sesto, dirà Giulia). (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora vai avanti, cammina, anima mia: porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto.* (Giu) Gesù,* c'è troppo sangue:* c'è un mare di sangue!* Gesù,* cade da tutte le parti!* (Ge) Non spaventarti, anima mia!* bevi bevi del sangue e vai avanti!* (Giu) Gesù, dammi la forza e la costanza!* (Ge) Figlia mia, questi sono gli ultimi tempi che passerai attraverso la Porta del Sangue: dopo di questi avverranno ancora castighi! (Giu) Misericordia!* Misericordia!* (Ge) Non spaventarti, anima mia, tutto questo si deve adempiere: dopo splenderà il Sole del Cuore Immacolato di Maria! Pregate perché non sapete né l'ora e né il giorno: pregate pregate e preparate i vostri cuori (si inginocchia, prega con le mani giunte e beve del mistico). Preparate i vostri cuori, figlioli miei, con la preghiera costante: con la preghiera rivolta al Padre! Ora siamo un'unica cosa perché abbiamo pregato, figlia mia: elargisci il tuo amore all'umanità, soffri* nel Silenzio della Croce, come tu sai fare, ma fai tenere alto il mio Vangelo, la mia Verità, il mio Amore. Figlioli miei, non scandalizzatevi del mio Amore: siate sempre coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi: IO SONO UN BAMBINO che vengo ad abitare in ognuno di voi e VENGO ATTRAVERSO UN PEZZO DI PANE ED UN BICCHIERE DI VINO. Figlioli miei, con questo io vi invito ad essere poveri e disposti a donarvi ai fratelli. Ora, PADRE MIO, BENEDICI IL FRUTTO DEL TUO AMORE E DONALO ALL'UMANITA'. Ecco, figlioli miei, questo è il mio AMORE, questa è la mia PACE, questa è la mia PASQUA PIENA che io vi offro: accoglietela e fatela crescere in ognuno di voi! Ora, figlia mia, offri da bere al figlio santo:* tu, pastore eterno delle mie pecorelle, tira sempre la Barca carica del mio Vangelo e fai ancora nodi, figlio mio, non fermarti, sii forte perché ancora dobbiamo combattere insieme, figlio mio, ora bevi, bevi anche tu il Calic e del Parto e soffri con le tue spose: figlio mio, bevi!* Anima mia, bevi anche tu il calice del mio e del tuo parto e soffri anche tu con le tue spose:* ora offri da bere! Figlio mio, dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, mangialo e donalo alle tue spose, falli crescere nell'Amore Fecondo dello Spirito Santo: figlio mio, dividi e unisci! Ecco, il Pane e il Vino che io vi ho donato è il Mistero della Pienezza del Padre: nel mangiare e nel bere siate coscienti di mangiare col vostro Gesù. Fermatevi un attimo e contemplate il Pane e il Vino che io vi ho donato, figlioli miei:* io ho mangiato e bevuto con voi, figli miei! Ora preparate i vostri cuori: preparateli! (Giu) Padre: Padre mio! Padre: Padre mio! (Ge) Figlia e sposa mia, unisciti! (Giu) Padre, è dolce stare con te: il tuo Cuore è immenso! (Ge) Figlia, unisciti all'Abbraccio della Croce! (Giu) Padre! Padre! (Ge) PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, figlioli miei: vi amo e vi voglio santi nel mio Nome, nella mia Verità, nella mia Pienezza di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Ora, figli miei, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi, non temete, vi lascio e vi sigillo col mio Bacio Santo, col Bacio del Piccolo Giovanni, accoglietelo con amore e siate coscienti di ciò che ricevete: siate coscienti di ciò che vi offre il mio figlio santo! Tu, figlio mio, sigilla col mio Bacio la Piccola Giulia, il piccolo Pasquale e i tuoi figli. Figli miei, non scandalizzatevi del mio Amore: ma siate coscienti che io sono vivo e reale in mezzo a voi! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, lodate sempre il Dio per ciò che vi dona attimo per attimo. Siate pronti e preparati, figlioli miei, perché i tempi sono eminenti! Ora unite la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre: Non ci indurre in tentazione! Sia uno squillo di tromba per ognuno di voi questa parola, figlioli miei! Ora preghiamo! Grazie, figlioli miei, cercate ancora di migliorare i vostri passi: non è un rimprovero, è un invito d'amore a farvi migliorare ancora! Siate sempre figli di Luce e di Pace! Tu, piccola croce, alla fine della preghiera consuma il mio Pane. (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (3) - (Ge) Vi amo anch'io, spose amate del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, piccini del mio Cuore! Tu, figlia mia, raccogliti in preghiera!* (Giu) Grazie, Gesù!"

 

6) Ven 3/10/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli miei, cosa posso dirvi ancora?° State trafiggendo il mio Cuore: giocate e ridete, ma ancora non avete guardato cosa state facendo! Io sono paziente ed aspetto, figli miei, non fatevi trovare con la lucerna spenta, io sono Padre e Madre per ognuno di voi ed aspetto sempre che voi ritorniate a casa per fare festa. Figli miei, ritornate ad essere i miei bambini, venite a giocare nel Giardino del mio Amore: non ascoltate il mio nemico che vi porta alla morte! Figli, Grandi della Casa del Padre mio, anche voi venite: entrate nel mio Giardino e non pensate alle cose del mondo! Io sono venuto in povertà, è così che io ho mandato pure voi, non attaccate i vostri cuori alle cose del mondo, liberatevi da esse: sia il vostro vivere di Vangelo e di Croce e non dimenticate la Carità! Voi Quattro della Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca e non fermatevi! Vi amo, figlio li miei, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen". 7) Dom 5/10/97, ore 15.30, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce mia, bevi* ancora i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora con i dolori del parto per l'umanità. Figlia mia, stringiti alla Croce del mio Gesù e vai avanti, non fermarti, croce mia: sii forte per le persecuzioni che verranno ancora, sii forte per i flagelli che si abbatteranno ancora sull'umanità!* (Giu) Mamma, dammi tu la forza! (Imm) Stringi le mie mani, anima mia: guarda come il mio Cuore di Mamma gronda sangue per l'umanità! vedi, figlia mia, il Vangelo del mio Gesù viene calpestato sotto i piedi,* non viene accettato da nessuno ed io come Mamma* del Dolore grondo sangue per l'umanità! Voi Piccoli Giovanni del mio Cuore, siate forti, non crollate!* bevete i calici verdi* del mio Gesù, aiutatelo a port are la Croce, sostenetelo con le vostre preghiere, con i vostri digiuni. Amate e perdonate, figlioli miei, e se le forze vengono meno stringetevi alla Croce e camminate con essa. Io vengo in mezzo a voi a portarvi il Vangelo Vivo del mio Gesù e vi invito ad accettare in pienezza il Vangelo di questa giornata (27/B). Figlioli miei, io vengo ad insegnare ciò che il Padre mi dona: non è una ripetizione che io porto a voi giorno per giorno! io vengo ad accendere i vostri cuori con la Fiammella dello Spirito Santo: voi non fatela spegnere! Figlioli miei, oggi io vi porto il mio Amore, il mio Sorriso: ma vi offro anche il mio Cuore Addolorato che gronda sangue per l'umanità! Figli miei, come può gioire un Cuore di Mamma vedendo i suoi figli che cadono nella rete del nemico.