LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24: n. 208

Lauria, 5/11/1997


STANNO CADENDO TUTTE LE MURA DEL MONDO E DELLA CHIESA!

solo la preghiera e l'amore lo impediranno

(cfr 23/10/97)

MESSAGGI TRAMITE GIULIA

1) Giov 16/10/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, Piccola Croce del mio Cuore,* bevi ancora i miei calici verdi* e immolati ancora una volta con i dolori del mio e del tuo parto.* (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza!* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore,* grida quando non ce la fai!* (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza!* (Ge) Sei così cocciuta, anima mia! (Giu) Perdonami, Gesù!* (Ge) Figlia mia, vedi, la via è sempre più piena di spine, non puoi camminarla senza gridare:* i flagelli si abbassano sempre di più perché l'umanità non vuole ascoltare il mio Santo Vangelo* ed io grondo sangue per ognuno di voi! Figli miei, vi sto portando le gocce dello Spirito Santo, ma non tutti le lasciate penetrare nei vostri cuori: non tutti vi aprite alla mia Santa Parola di Padre, di Figlio e di Spirito Santo che io porto all'umanità!* Tu, figlia mia, caricati ancora della mia Santa Croce e portala per i tuoi figli, per i tuoi fratelli, per i tuoi nemici, ma grida quando non ce la fai: anima mia, io ho bisogno di Piccoli Giovanni che si lasciano caricare della mia Croce Santa.* Guarda, figlia mia, ma non spaventarti!* (Giu) Gesù,* che fanno quei Sacerdoti?* Gesù, fermali! fermali, Gesù!* Il Papa: il Papa è per terra!* Gesù, perché viene tutto questo?!* Perché uccidono i bambini?!* Gesù! Gesù!* (Ge) Figlia mia, hai visto una piccola parte di ciò che sta succedendo nelle mie tante case! Pregate, pregate, figli miei, pregate affinché la Luce dello Spirito Santo vi avvolge e vi fa restare uniti nella mia Santa Casa, nel mio Santo Vangelo: voi non avete visto ciò che gli occhi della Piccola Croce hanno visto, ma io vi invito ad essere costanti con la Santa Preghiera, vi invito ad amarvi gli uni gli altri, figlioli miei! usate la Santa Carità verso tutti e seguite passo passo le parole che mia Madre viene a portarvi attraverso le sue Visitazioni. Figli, io vi sto preparando: sto preparando i vostri cuori, sto segnando le vostre vie col Sigillo della Croce. I tempi che verranno, figlioli miei, saranno ancora pesanti, ma io come Padre devo annunciarvi queste cose: preparo voi come soldati per combattere, figli miei, e il mio Cuore gronda sangue perché vedo i figli che camminano vie che non appartengono al mio Cuore! Figli miei, fermatevi ancora un attimo e guardate nei vostri cuori: guardate, figlioli miei! Tu, anima mia, prega!* Guardate ancora, figlioli: non stancatevi di cercare!* Tu, anima mia, bevi ancora i calici verdi:* bevili secondo le mie intenzioni di Padre!* (Giu) Gesù, sono amari!* (Ge) Lo so, piccola cocciuta, ma tu non vuoi gridare!* (Giu) Perdonami, Gesù!* Metto tutti nel tuo Cuore: tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, quelli che non hanno il coraggio di farlo! Gesù, consola la piccola Rosa (il 13 c.m. è morta la madre): tienila vicino al tuo cuore!* (Ge) Ora prega ancora, anima mia! Figlioli miei, non scandalizzatevi di queste preghiere silenziose: presto comprenderete anche voi ciò che contengono.* Figlioli miei, siate coscienti che in mezzo a voi ci sono io vivo e reale: non distraetevi ma guardate ancora nei vostri cuori e presentateli al Padre!* fate questi piccoli fioretti: pulite i vostri cuori e presentateli al Padre!* Ora, figlia mia, cammina: porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto e non fermarti dinanzi al sangue che vedi! cammina, entra, figlia mia: vedi, c'è anche il Piccolo Giovanni, cioè il Papa! bevi anche tu* del sangue:* bevilo, figlia mia, bevilo per i tuoi figli, bevilo per l'umanità!* (Giu) Gesù!* (Ge) Coraggio, anima mia!* Vedi, ancora un po' e il mio Piccolo Giovanni dovrà decidere cosa deve fare: aiutatelo con la santa preghiera ché ciò che deve fare va fatto e ha bisogno del vostro sostegno! tu, anima mia, sostienilo col sangue che bevi!* (Giu) Gesù, dammene ancora!* (Ge) Ora fermati, anima mia!* Figlioli miei, consolate il mio Cuore di Padre:* consolatelo guardando ancora nei vostri cuori! Non vi scandalizzate se ripeto questa parola, figlioli miei! Tu, anima mia, preparati! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Accetta ancora con amore le persecuzioni e le sofferenze che verranno ancora! (Giu) Sì, Gesù, ma datemi la costanza e la forza! (Ge) Piccola cocciuta, sai come fare, stringiti alla mia Santa Croce e vai avanti: non fermarti! Anche voi, figlioli miei, stringetevi alla mia Santa Croce e non fermatevi, andate sempre avanti ma ricordatevi sempre il mio Santo Vangelo: non dimenticatelo, figlioli del mio Cuore! Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi: nel Segno del Pane e del Vino, nell'Amicizia Antica del Padre, io vengo in mezzo a voi, figlioli miei! vengo a portarvi il Seme dell'Amore Nuovo: la Gioia Piena del Padre! Ma voi non scandalizzatevi: siate certi che in mezzo a voi ci sono io, il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi: il Gesù che viene nella Gloria del Padre! Ora, PADRE MIO, BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE DELLA SANTISSIMA TRINITA'E DONALO ALL'UMANITA'.* (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia e sposa mia, apri il tuo cuore e offrilo all'umanità! (Giu) Prendilo, Gesù: è tutto tuo!* (Ge) Grazie, piccola cocciuta del mio Cuore! Ora offri da bere al figlio santo, al piccolo capriccioso del mio Cuore: tu, figlio mio, tira sempre la mia Barca carica del Santo Vangelo, fai ancora nodi, figlio mio, e non fermarti! presto gioirà ancora il tuo piccolo cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo: aspetta, figlio mio, ancora ci vuole un po' ma gioiremo insieme! ora bevi, figlio mio!* Bevi anche tu, croce mia: a te devo annunciare ancora sofferenze, vai avanti e non temere, stringiti alla mia Croce: bevi, figlia mia! ora offri da bere alle tue spose! Dividi e unisci l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: mangialo e offrilo alle tue spose, figlio mio! Ecco, io sono qui in mezzo a voi e vi sto donando il mio Cuore: figlioli miei, voi cibatevi di esso, fatelo crescere dentro di voi e offritemi al mondo, datemi ai piccoli, ai poveri, agli emarginati. Fate festa e gioite quando mangiate del mio Pane e bevete il mio Vino perché gli Angeli fanno festa in Paradiso in questo attimo: gioite anche voi, gioite col mio Amore, gioite col mio Cuore, figlioli miei, e offrite la Gioia all'umanità! Figli miei, non scandalizzatevi di ciò che sto dicendo in questa serata, io sono capriccioso e voglio giocare con le mie spose e gioco anche con voi: voi accoglietemi con i capricci che io vi porto! Ora preparati, anima mia! (Giu) Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia e sposa mia, unisciti! (Giu) Padre! (Ge) Figlia mia, unisciti alla Croce!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA. (Giu) Padre!* (Ge) PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, figlioli miei: guardate per un attimo l'Amore che io vi offro, guardatelo con gli occhi del cuore e almeno un po' amatemi anche voi, figli! (Giu) Gesù, perdonaci se non sappiamo neanche amarti! io misera peccatrice ti chiedo perdono per i miei figli: perdonaci, Gesù! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, vieni, stringiti a me e stringendo te abbraccio tutti i miei figli uniti in questa piccola capanna e i figli che si uniscono a questa santa preghiera. Vi amo troppo, figli miei: il mio Amore non ha limiti! fate anche voi i primi passi: amate amate amate! allontanate il mio nemico con l'Amore, la Santa Preghiera, la Santa Carità! Ora, figlioli miei, io vi lascio ma vi sigillo col mio Santo Bacio, col Bacio del Piccolo Giovanni, e vi invito ad essere coscienti di riceverlo e di offrirlo ai vostri fratelli: a coloro che incontrate sul vostro cammino. Tu, piccolo Mario, inizia dalla piccola Giulia a segnare col mio Santo Bacio di Padre: sigilla la piccola Giulia, il piccolo Pasquale e tutti gli altri. Scambiatevi anche voi il mio Santo Sigillo di Padre. Siate forti: andate avanti e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno! Ora io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Santa Preghiera. Sappiate che in mezzo a voi ci sono io e prego con voi. Vi ricordo sempre: Non ci indurre in tentazione! Figli, pregate ma pregate col cuore e chiedetemi sempre il Pane Quotidiano che io ve lo dono sempre. Ora preghiamo! Figlia mia, alla fine della preghiera mangia il mio Pane. Ora fermati un attimo a pregare con me. (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figli miei! Perdonami, piccola croce, se ti ho fatto lavorare anche in questa serata! (Giu) Grazie, Gesù, per il tuo Amore: poggiati ancora su di me se lo vuoi! (Ge) Grazie, sposa mia!"

2) Ven 17/10/97, a casa, ore 10.40, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, cercate il mio Trono e non girate di qua e di là. Non cercate spiegazioni con le vostre menti perché non ci riuscite: ascoltate tutto col cuore ed amate col cuore! Non fatevi del male, figlioli miei: non ascoltate la voce del mondo che vi porta fuori dal mio Cuore. Io sono il vostro Signore e Dio e non ve ne sono altri: siate sempre vigilanti, con la lucerna accesa, perché il mio nemico usa ogni mezzo per confondervi. Voi Piccoli Giovanni, pregate sempre e caricatevi sempre di Croce: non spaventatevi perché io sono sempre con voi! Figli miei, è ora di combattere: combattete da soldati e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno! Figli, pregate affinché i flagelli si calmino almeno un po'! Voi, figli della mia Barca, Quattro della Croce, siate vigilanti, tirate sempre la mia Barca carica del mio Vangelo: io cammino con voi, figli miei, e con voi benedico il mondo. Vi amo, spose mie, e vi stringo al mio Cuore di Padre. Vi benedico col Segno Tremendo della Santa Croce. Amen Amen Amen Amen".

3) Dom 19/10/97, Chiesa di Thurio, ore 11,30 circa:

Visione Giulia scrive: "19 ottobre, chiesa di Thurio: Visione. Durante la predica vedevo Gesù e la Mamma che salivano una scala fatta di luci. Gesù teneva nelle mani un grande calice e dentro il calice c'era del sangue, la Madonna portava stretto al petto un giglio bianco, e mentre salivano la scala Gesù faceva cadere una goccia di sangue e la Madonna pregava ed invitavano anche a me alla preghiera. Poi Gesù ci ha benedetti tutti e sono andati via".

4) Dom 19/10/97, ore 08, a casa, more solito

Giulia è influenzata a letto. Franco è in cucina a preparare il caffè e sente Giulia parlare: pensa che stia rispondendo a telefono a qualcuno ma poi: "Visto, scrive Franco, che ancora parlava vado e mentre andavo capisco che diceva figlio Pasquale che avrà ripetuto più volte. Vado a cercare un registratore ed ecco il messaggio":

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce mia, bevi anche oggi i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora una volta con i dolori del parto per l'umanità. Figlioli miei, ancora devo dirvi che non sapete cercare l'Amore di Dio: l'umanità va alla perdizione perché si lascia trascinare dal mio nemico e io come Mamma grondo lacrime di sangue per ognuno di voi! Figli miei, tenete sempre alto il Vangelo Vivo del mio Gesù e non prostratevi ad altri dei. Figli miei, guardate quanti flagelli si stanno abbattendo sull'umanità, cercate Dio e rifugiatevi nel suo Cuore: pregate, figli miei, pregate pregate affinché i flagelli si fermino! Tu, croce del mio Cuore, immolati, prega ancora in silenzio:* prega, figlia mia! prega per i figli della perdizione: consola il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù! (Giu) Mamma, il tuo abito è sporco di sangue! (Imm) Figlia mia, è il sangue degli Innocenti: ma tu prega! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlia mia, impasta con noi: impasta la farina* e dalla ai figli Ministri. Prega, figlia mia, per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, perché anche lui sta impastando della MIA farina. (Giu) Mamma, è sempre sporco di sangue! (Imm) Non temere, figlia mia: tu prega e tieni sempre alto il Vangelo Vivo del mio Gesù. Figlioli miei, il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero, ma voi pregate pregate, figlioli miei, e imparate ad amare Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo: restate sempre uniti nel mio Amore, figlioli miei! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva del mio Gesù. Pregate pregate pregate, figlioli miei: pregate per i figli della perdizione! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Tu, anima mia, immolati ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza! (Imm) Piccola cocciuta, stringiti al mio Cuore! Grazie, figlio Pasquale, per essere venuto alla mia chiamata. Croce mia, prega ancora nel silenzio.* (Squilla il telefono): Rispondi, figlio mio (era la sorella di Giulia)".

5) Giov 23/10/97, ore 21.04, a casa, more solito:

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose mie! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i miei calici verdi e immolati ancora una volta con i miei e i tuoi dolori del parto. Figlia mia, bevi questo calice secondo le mie intenzioni:* stai attenta perché è molto amaro!* (Giu) Gesù, dammi la forza!* (Ge) Sei sempre più cocciuta, anima mia!* (Giu) Gesù, perdona la mia testa dura!* Gesù, il tuo abito è sporco di sangue! (Ge) Sì, figlia mia, il mio abito è sporco di sangue: vedi come i figli della perdizione sporcano il mio abito! Figlia mia, prega prega prega! Unitevi anche voi alla preghiera costante: consolate il mio Cuore di Padre! Vedi, figlia mia, i miei occhi grondano sangue per l'umanità, per i flagelli che ancora si abbassano su di voi: ma io guardo nei cuori dei figli e non trovo la porta aperta! vengo in mezzo a voi a portarvi il mio Vangelo Vivo: ma sono ascoltato poco! Ah, figlioli miei, vi siete dimenticati di avere un Padre! quanto poco mi rispettate: i vostri cuori sono distratti! girate di qua e di là e non vi accorgete che io sono in mezzo a voi vivo e reale! Figli miei, in questa serata io piango: il mio Cuore di Padre è triste nel vedere i propri figli che camminano vie che io non accetto! Figlioli miei, voi che siete qui riuniti e i figli che si uniscono a questa santa preghiera, fermatevi un attimo e pregate: pregate secondo le mie intenzioni. Tu, croce mia, prega come tu sai fare.* Ecco, figlia mia, stringiti al mio Cuore e cammina: vieni ma non spaventarti di quello che vedi! Figlioli, non è una ripetizione ciò che io vi dico! (Giu) Gesù!* Gesù!* (Ge) Non spaventarti! (Giu) Fermali!* fermali!* (Ge) Anima mia, prega: solo la preghiera può fermare ciò che stai vedendo!* bevi ancora!* (Giu) Gesù,* STANNO CADENDO TUTTE LE MURA!* Gesù, tu puoi fermarlo: se tu vuoi puoi fermarlo! (Ge) Figlia mia, non sono io a far crollare le Mura: è l'umanità che ascolta la voce del mio nemico e non guarda il mio Cuore che gronda sangue: voi pregate pregate pregate! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlioli miei, guardate ancora nei vostri cuori: scendete ancora dentro di voi!* Io vi faccio ascoltare i battiti del mio Cuore, vi offro il mio Corpo ed il mio Sangue, figlioli miei, ma in cambio desidero che aprite la porta: fatemi entrare nei vostri cuori, fatemi abitare dentro di voi, anime mie! Io piango ancora perché non vedo ancora le porte aperte!* Quanti figli in questo attimo stanno trafiggendo il mio Cuore: voi non potete sentirlo, ma io sento e mia Madre tiene fermo il braccio del Padre per non farlo abbassare ancora! Figli miei, in questa serata io vi parlo, parlo ai vostri cuori, parlo come un padre parla ai propri figli indicandogli la via retta: la via da percorrere. Figlioli miei, siate attenti alle parole che io vi dico in questa serata: io preparo i vostri cuori, li sigillo col Fuoco di Pentecoste! figli miei, vi preparo per i tempi che stanno arrivando, vi preparo a combattere, figlioli miei, a combattere la Battaglia dell'Amore con gli Angeli e i Santi, ma voi non spaventatevi: io sarò sempre al vostro fianco e combatterò con voi! Figli miei, tutte queste Visitazioni che io e mia Madre vi stiamo portando sono Visitazioni per prepararvi all'Incontro col Padre: ma voi lasciate i cuori aperti all'Amore dello Spirito Santo che scende su di voi e non temete niente e nessuno, figlioli miei! pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, e pregate anche per il piccolo Mario: non lasciatelo solo, lui con la sua Barca vi condurrà al Padre perché è stato inviato in mezzo a voi per guidarvi e farvi camminare sulla via dritta, accettate le sue sante spine e non scartatele, figlioli miei! ora fermatevi ancora un attimo e pregate.* Tu, croce mia, accetta ancora le mie Sante Spine e stringiti sempre alla mia Croce. (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la costanza! (Ge) Sei sempre la mia cocciuta! Ora impasta: impasta con Maria!* dai ancora della farina ai figli Ministri e invitali ad impastare: digli di tenere sempre alto il mio Santo Vangelo e di non dimenticare che io sono il Maestro!* (Giu) Gesù, ma cosa fanno i Sacerdoti?! (Giu) Ah, figlia mia, hanno dimenticato ciò che devono fare e camminano su vie non giuste: voi pregate pregate pregate per loro! (Giu) Gesù, dimmi cosa posso fare ancora per aiutarli! (Ge) Piccolo cuoricino mio, immolati ancora, come tu sai fare, per loro! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ma se non ce la fai, grida!* Ecco, figlia mia, vai avanti: porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto.* (Giu) Padre! Padre! Padre mio!* (Ge) Figlia mia, bevi del sangue e cammina, vedi, ci sono tre gradini: sali!* non fermarti: sali i gradini!* (Giu) Gesù, c'è sempre più sangue!* (Ge) Figlia mia, aumenterà sempre di più!* vedi, c'è anche il Piccolo Giovanni:* diventa sempre più pesante ma tu non fermarti, anima mia!* Voi, figlioli del mio Cuore, non stancatevi ma pregate pregate pregate:* pregate affinché il Progetto del Padre si adempie sull'umanità! Ricordate sempre che io sono il vostro Dio e Signore e non ve ne sono altri, io vi porto la Gioia della Croce:* non lasciatela, stringetela ai vostri cuori, portatela sempre e offritela ai vostri fratelli; usate sempre la Santa Carità, il Santo Perdono e il Santo Amore a tutti: non scartate nessuno! state attenti: non scartate nessuno, figlioli miei! questa° è la via che io vi segno, non cadete nella rete del mio nemico scartando i vostri fratelli: voi accostatevi a tutti, agli ultimi perché in essi ci sono io! Ora, anima mia, prega!* Figlioli miei, pregate col cuore: apritelo al mio Amore! In questa serata io chiedo i cuori aperti a questa santa intenzione di questa serata, chiedo a voi in particolare i cuori aperti: fermate i flagelli di questa serata con la vostra preghiera! Tu, anima mia, poggiati ancora sulla Croce.* (Giu) Gesù!* Gesù! (Ge)° Sono lunghi i chiodi:* coraggio, anima mia, resisti ancora!* (Giu)° Sono lunghi i chiodi!* (Ge) Sii forte, anima mia, perché adesso i chiodi* li tirano:* tu non vuoi gridare, piccola cocciuta!* Ecco, figlia mia,* abbiamo camminato un altro po' con la Croce, ma il peso è enorme:* ora riposati un po' e bevi del mio calice!* Ora, figlio Pasquale, offrimi un calice di pane ed un bicchiere di vino come segno di amicizia e di povertà perché è così che io vengo in mezzo a voi, piccolo, povero, ma nella Povertà io vi porto il mio Amore, vi porto l'Amore del Padre, vi porto l'Amore dello Spirito Santo: quale Gioia più grande, quale Amore più ardente vi può donare il mio Cuore di Padre?! Ma voi vi fermate a pensare tutto questo? Riuscite a sentire il mio Amore attraverso questo pezzetto di Pane? di questa goccia di Vino? Figli miei, riuscite a vedermi in mezzo a voi: a far festa con voi? Ah come gioisce il mio Cuore restare qui con voi: far festa con voi! Come vorrei avervi tutti! ah, figli miei, un Padre che fa festa con i propri figli: ah che gioia, che gioia nel mio Cuore vedervi tutti uniti al mio Banchetto! Correte: venite a mangiare e a bere al Banchetto Nuziale e non tardate! Venite tutti e indossate gli abiti nuovi! Figli, figli miei, figli del mio Cuore, venite e restate sempre nel mio Amore: nel mio Santo Vangelo! Ora, PADRE MIO, POGGIA LE TUE MANI SANTE E BENEDICI QUESTO PANE E QUESTO VINO: RENDILO FECONDO NELL'AMORE E DONALO ALL'UMANITA'. Ora, figlia mia, bevi il calice del mio Amore:* bevi e soffri ancora per i tuoi figli, per l'umanità che non riesce a comprendere il mio Amore. Siate coscienti, figlioli miei, della mia presenza: siate coscienti della mia Parola Viva in mezzo a voi!* Ora, figlia mia, offri da bere alla mia sposa (Lucrezia di Spezzano Albanese): tu, creatura mia, cammina sempre sulla via delle spine, stringiti sempre alla mia Croce, ama e perdona tutto, figlia mia! sali sulla Barca che io ho preparato per ognuno di voi, allontana da te il mio nemico e rifugiati sempre nel mio Cuore di Padre: figlia mia, stringi le Sante Spine e non toglietele! ora bevi del mio calice e offri da bere ai tuoi figli. Figlia mia, dividi IL PANE DEL MIO CUORE e donalo all'umanità.* Mangiate con me IL PANE NUOVO, figli miei: rendete grazie al Padre del PANE DELL'AMICIZIA e del VINO DELLA SALVEZZA che vi concede. Non scandalizzatevi di queste parole, figlioli miei! io vengo man mano a portarvi le gocce nuove del Padre: raccoglietele e custoditele nei vostri cuori perché ancora non potete comprendere ciò che io sto dicendo. Figlioli miei, io mi sono donato a voi e gli Angeli e i Santi fanno festa! Ora preparatevi: preparate i vostri cuori al Banchetto Nuziale! (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre! Padre mio!* (Ge) Figlia e sposa mia,* abbracciati alla Croce! (Giu) Padre!* Padre!* Padre!* Ecco il mio Amore!* (Giu) Padre!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figli! PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA.* Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo, figlioli miei: imparate ad amare anche voi con la Pienezza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità: impasta ancora con mia Madre!* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Vedi, ci sono anche i tuoi angeli: prendi forza da loro, figlia mia! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora io vi lascio, figlioli miei: vi sigillo col mio Santo Bacio,* voi guardate ancora nei vostri cuori e siate coscienti di ricevere il mio Santo Sigillo. Accostatevi con amore al Bacio del Piccolo Giovanni, figlioli miei! Tu, anima mia, accostati!* (Giu) Mio Signore e mio Dio, perdona me misera peccatrice, perdona l'umanità: accoglici nel tuo Cuore così come siamo! Gesù, perdona coloro che in questo attimo trafiggono il tuo Cuore e poggiati su di me con la tua Santa Croce! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, accostati al mio Santo Bacio ed offrilo all'umanità.* (Giu) O Sposo Diletto dell'anima mia!* (Ge) Offri il mio Santo Bacio! Scambiatevi anche voi il mio Santo Amore perché io vi sto baciando ad una ad una, spose amate al mio Cuore: stringetevi a me e portate al mondo la mia Gioia e la mia Pace! Io vi ho stretti al mio Cuore e non vi lascio, figli miei: restate sempre uniti alla mia Pasqua e abbracciate i vostri fratelli con amore e carità. Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la mia Parola Viva, la mia Pace, il mio Amore. Vi benedico con la Gioia e l'Amore della Croce: con la Letizia del Padre! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccola Croce del mio Cuore, alla fine della preghiera consuma il Pane del mio Amore: ora prega un attimo!* Figlioli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figli, ricordatevi sempre che in mezzo a voi ci sono io (manca qualche frase per il cambio di nastro). (Giu) ... ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (presenti: Ti amo, Gesù). Grazie, spose mie! Tu, anima mia, prega ancora un attimo!* (Giu) Grazie, Gesù! grazie, Gesù!"

6) Ven 25/10/97, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale:

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, cercate la Porta del Parto ed entrate, non girovagate per vie che non appartengono al mio Amore: io sono qui seduto sulla Roccia del Padre e con pazienza vi aspetto. Figli miei, guardatevi intorno: vedete quanti flagelli vi sono! Figli, convertite i vostri cuori al Santo Vangelo! Figli, fate la volontà del Padre: non camminate senza Luce ma fatela brillare nei vostri cuori! Figli miei, questa è la mia Parola: fate la volontà del Padre, ritornate ad essere figli dell'Amore! Io non voglio perdervi, figli miei: io vi offro le Sante Spine, voi raccoglietele con amore! Pregate, figli miei,: pregate e restate sempre uniti al mio Santo Vangelo! Voi figli miei, figli Ministri, fate sante processioni, ma ricordatevi di farle sante e piene di Spirito Santo, non girovagate per le vie solo per fare chiasso: siate convinti di ciò che fate! Voi Quattro della mia Croce, tirate sempre la mia Barca carica del mio Vangelo e non spaventatevi di niente e di nessuno. Con voi benedico il mondo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen". 7) MESSAGGIO ALLA QUERCIA DEL 24 OTTOBRE 1997 ore 15.23, more solito "(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce mia, bevi anche in questa giornata* i calici verdi del mio Gesù e immolati anche in questa giornata con i dolori del parto per l'umanità:* bevi, figlia mia,* bevi!* (Giu) Mammina mia, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: portali tu al Cuore di Gesù e legaci alla Croce Santa, Mammina!* (Imm) Figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli miei, in questa giornata io parlo a voi come bambini e vi chiedo di offrire fioretti al Cuore del mio Gesù: consolatelo, figlioli miei! Invito a voi a fare ancora i primi passi perché ancora non sapete camminare: la preghiera non è costante, figli miei! pregate col Santo Rosario e fermate i flagelli: fermate le guerre che vi circondano! Solo se usate il Santo Rosario potete cancellare tutti i mali che vi circondano! Guardate, figli miei: il mondo è ammalato perché ancora non riesce a riconoscere Dio come Padre. Figli miei, siate costanti nella preghiera, siate costanti nell'amarvi gli uni gli altri, ma sia il vostro amore puro come è pura la Croce: figlioli miei, non ingannate i vostri corpi! Figli, quando pregate aprite i vostri cuori, apriteli al Padre e siano tutti aperti alla Luce Misericordiosa che scende dal Cuore del Padre. Figli miei, il mio Progetto viene da Fatima ed io ve lo ripeto perché il mio Cuore Immacolato e Addolorato trionferà nel mondo intero: il mio nemico sarà annientato dalla Santa Croce e voi, figli che portate la Croce del mio Gesù, gioirete col mio Cuore! Figli miei, io in questa giornata vi invito ancora una volta a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: figli miei, pregate pregate pregate per lui! figlioli cari, non dimenticatevi che lui porta il peso della Croce per ognuno di voi: sostenetelo, figlioli miei! Vi do un altro compito in questa giornata: figli miei, siate pronti e preparati ad accoglierlo nei vostri cuori! vi invito a pregare per le Mura di Gerusalemme: pregate! Guardate nei vostri cuori, figlioli, e pregate secondo le mie intenzioni di Mamma.* Tu, anima mia, prega nel silenzio e consola il Cuore del tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma,* ma datemi la forza! (Imm) Sei sempre cocciuta, anima mia: prega e stringiti alla Croce del tuo Gesù!* Ecco, figli miei, io vi invito sempre a tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù: vi invito a camminare sulla via delle spine e vi chiedo di accettare con amore la Santa Sofferenza. Figli miei, non è una ripetizione ciò che io vi dico: io vi invito alla Santa Sofferenza perché solo con essa potete raggiungere il Cuore del mio Gesù e gioire e fare festa con lui. Figlioli miei, io guardo l'umanità, ma non vedo i cuori: non vedo i cuori che si accostano al mio Gesù! Quanti figli sta trascinando il mio nemico e voi lasciate la Santa Croce e correte dietro ai suoi giochi! Ah, figli miei, quanto poco ascoltate la Parola Viva del mio Gesù! Quanto poco sapete soffrire per amore della Croce! Figli miei, imparate ad amare, imparate a riconoscere Dio come Padre e Signore! Tu, croce mia, impasta ancora: impasta ancora con me!* impasta e dona ancora della farina ai figli Ministri: falli impastare, creatura del mio Cuore!* non fermarti, impasta ancora, anima del mio Cuore: prendi forza dai tuoi angeli!* (Giu) Sì, Mamma!* Ora io vi lascio al mio Gesù: accoglietelo con amore e fate festa! Figlio Mario, Sacerdote santo, tu e Domenico (Lentini), unitevi al mio Gesù per la PREGHIERA. (Ge) Pace a voi! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi vivo e reale. Figlioli miei, in questa giornata io vi chiedo di riconoscere i vostri errori: chiedo a voi di pulire i vostri cuori e di salire tutti nella mia Barca! Figlioli miei, io parlavo alla folla e salivo su una barca per fare udire meglio la Parola del Padre, ma io ora chiedo a voi di salire sulla Barca che il piccolo Mario tira con i suoi nodi per ognuno di voi. In questo attimo voi non capite ciò che io sto dicendo, ma andate avanti ugualmente, figlioli miei: ancora un altro po' di tempo e capirete tutto quello che io sto dicendo all'umanità dalle mie Visitazioni da Fatima che ho mandato mia Madre a parlare per ognuno di voi: comprenderete, figlioli miei! tutto è Luce perché io vengo nella Luce del Padre a portarvi la mia Luce. Figlioli miei, vi chiedo ancora una volta di guardare nei vostri cuori e tu, piccola croce, prega!* Figlioli miei, non stancatevi mai di guardare nei vostri cuori e non scoraggiatevi di ciò che io vi dico: io sono Padre e se vi chiedo di guardare a lungo nei vostri cuori, vedo ciò che ancora c'è e non riuscite a toglierlo! Mano mano camminiamo insieme e facciamo passi avanti, figlioli miei!* Tu, croce del mio Cuore preparati: preparati all'Incontro!* Preparatevi, figli miei, a fare festa perché io vi porto la mia Gioia e la mia Pace! (Giu) Padre! Padre! Padre! Padre mio! (Ge) Figlia e sposa mia! (Giu) Padre, metto nel tuo Cuore tutta l'umanità! (Ge) Figlia mia, sei così dolce: come posso rifiutarti ciò che chiedi?* (Giu) Padre, stringi le mie mani e guarda con occhio benigno tutta l'umanità! (Ge) Figlia mia, stringiti al mio Cuore e gioisci con me sul Legno della Croce per i tuoi figli!* PRENDETE E MANGIATENE TUTTI: QUESTO E' IL MIO CORPO DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. MANGIATENE IN ABBONDANZA, figlioli del mio Cuore!* PRENDETE E BEVETENE TUTTI: QUESTO E' IL CALICE DEL MIO SANGUE DONATO A TUTTI VOI NEL GRANDE MISTERO DEL PADRE. BEVETENE IN ABBONDANZA PERCHE' E' SANGUE DI VITA ETERNA. Ecco, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena perché vi amo: figlioli miei, donatevi anche voi in pienezza, donate anche voi i vostri cuori al Padre, donate tutto di voi ai vostri fratelli, ai poveri, agli emarginati! Figli miei, io dall'alto della Croce vi ho guardati e vi ho donato mia Madre: voi donatevi come mamme all'umanità! come io vi do tutto, anche voi donate tutto: non stringete i vostri pugni dinanzi ai poveri ma offrite ciò che avete, offrite il mio Pane ed il mio Vino all'umanità! Camminate e andate avanti con la gioia che io ho portato nei vostri cuori in questo attimo, figlioli miei: ma siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti, figlioli miei, che io sono qui in mezzo a voi e parlo con voi, figlioli del mio Cuore! Ora io vi lascio e vi sigillo attraverso il figlio santo, il Sacerdote dell'Amore e della Carità. Io vi dico tutto questo perché sono Padre e conosco ciò che è nel suo cuore: figlioli miei, prostratevi sempre dinanzi a lui e accettate le sue sante spine! Ora preparatevi per il Sigillo dell'Amore. Figlio Mario, inizia tu dalla piccola croce, piccolo Pasquale e offri a tutti i tuoi figli il Santo Sigillo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco, figlioli miei, io vi sigillo col Fuoco dell'Amore: accogliete questa santa benedizione, accogliete questa santa acqua (sta piovendo) che scende su di voi!* Croce mia, fermati un altro attimo a pregare!* Ora io vi benedico, figlioli miei, siate sempre vigilanti: aspettatemi perché io verrò ancora a portarvi la mia Parola Viva! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli miei, piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figlioli, quando pregate con questa Santa Preghiera, liberate i vostri cuori, fateli salire al Padre, unitevi con Lui: figli miei, io vi invito ad essere una cosa sola col Padre! Ora preghiamo! (Giulia dice forte con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male! Amen). Ecco, figlioli miei, ricordate sempre: Non ci indurre in tentazione! Fermatevi sempre su queste parole! (Giu) Ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! ti amo, Gesù! (4) - (Ge) Vi amo anch'io, figli capricciosi del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci( noi: Ti amo, Gesù) Grazie, figlioli miei! Tu, croce del mio Cuore, fermati ancora a pregare!* (Giu) Grazie! grazie! grazie!" Pregate per le Mura di Gerusalemme! Pregare per le Mura di Gerusalemme è il compito ricevuto oggi. Noi lo facciamo oggi stesso alla Quercia ma si continui a farlo. Vorremmo capire tutto il significato di queste Mura di Gerusalemme. E' indubbiamente un significato più specifico di quello di ieri: "STANNO CADENDO TUTTE LE MURA". Le Mura è la Creazione, in particolare l'Uomo, la cui vita si regge solo nella preghiera e nell'amore: stanno crollando perché va scomparendo la fede e l'amore. Le Mura di Gerusalemme è il Popolo Eletto, da Israele alla Chiesa, che Dio si è scelto per costruire la sua Città tra gli uomini: Città di Vita, Città di Vita di Dio, Città d'Amore Trinitario. Anche le Mura di Gerusalemme stanno crollando sia nel Popolo Ebraico sia nella Chiesa: gli Ebrei perseguono ancora un Sionismo terreno, i Grandi della Chiesa si vanno sempre più laicizzando e mirano anch'essi ad un Sionismo cattolico. Ambedue, Ebrei e Cristiani, non costruiscono sulla Roccia della Fede ma sulle sabbie mobili del mondo. Urge dunque: pregare pregare pregare! 1) Dom 26/10/97, ore 15.25, alla Quercia, more solito: "(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Croce mia, bevi anche in questa giornata i calici verdi del mio Gesù e immolati ancora una volta con i dolori del Parto per l'umanità.* (Giu) Mamma, il tuo abito è sporco di sangue! (Imm) Figlia mia, non temere, il sangue che vedi è sangue degli Innocenti:* vai avanti! Figlioli miei, in questa giornata io vi chiedo di pregare per la pace: figlioli, non dimenticatelo! pregate per la pace, pregate per le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata.* Io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre: vengo a portarvi il Santo Vangelo del mio Gesù e invito tutti voi ad accettarlo con amore.* Voi, figli Ministri, parte eletta* del mio Cuore Immacolato e Addolorato, non calpestate sotto i piedi* il Santo Vangelo del mio Gesù: ma tenetelo alto e ricordatevi che il mio Gesù è il Maestro ed è vivo ed è in mezzo a voi, figlioli miei! Tu, croce del mio Cuore,* bevi ancora i calici e immolati per l'umanità che non vuole ascoltare il grido della Croce. Figli miei, guardate quanti flagelli vi circondano e non siete capaci a pregare per un istante col cuore rivolto a Dio Padre! implorate misericordia, pregate col Santo Rosario: pregate pregate pregate, figlioli del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi viva e reale e guardo i cuori di ognuno di voi e dell'umanità intera: non riuscite ad accostarvi neanche per un attimo sulla Parola Viva del mio Gesù! ciò che fate lo fate soltanto esteriormente: non riuscite ad aprire i vostri cuori, figli miei! Figli miei, una Mamma soffre nel vedere il vuoto che vi circonda ed il mio Cuore di Mamma soffre ancora di più! Ora fermatevi e pregate un attimo secondo le mie intenzioni. Tu, croce mia, bevi ancora i calici* e prega per i figli che in questo attimo stanno trafiggendo il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù!* Ecco, figli miei, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figli miei, vi invito ad amare e ad usare carità verso tutti. Io vengo a portarvi il Cuore dello Shalom, voi offritelo ai vostri fratelli, ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli che non conoscono l'Amore della Croce: invitateli a pregare, invitateli ad amare Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo perché i tempi che Dio ha scritto nel Grande Libro sono su di voi ed io come Mamma vi invito a tenere alto la lucerna accesa. Figlioli, ricordatevi del Vangelo di questa giornata (30/B): non dimenticatelo, figli miei! Ora fermatevi ancora per un attimo a pregare: pregate con me, figlioli!* (Giu) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, metto nel tuo Cuore il fratello e figlio Mario:^ Mamma, non lasciarlo solo!* (Imm) Figlia mia, è sempre nel mio Cuore e non lo lascio: ma voi pregate secondo le intenzioni dello Spirito Santo. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Ora, figlioli miei, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: voi pregate pregate pregate e restate uniti nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora legate la Catena Santa e pregate lentamente con la Preghiera del Padre. Figlia mia, fermati ancora un attimo a pregare nel silenzio. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Lode lode lode lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce mia, soffri ancora per i tuoi figli.* (Giu) Sì, Mamma!"

***

Dal Vescovo di Lisieux per la Beatificazione del Lentini (Bayeux, le 29 octobre 1997) Mon cher Père, J'ai bien recu votre dossier relatif au Père Dominique LENTINI prete diocésain. Je souhaite que son témoignage, sa réponse et la profondeur de son actualité, continuent à marquer le prete diocésain de toujour et nous permettent de nous mettre à l'école du saint Curé d'Ars pour avancer sur le chemin de la disponibilité pastorale et spirituelle. En vous renouvelant ma gratitude la plus profonde, je vous prie d'agréer, mon cher Père, mes sentiments cordiaux et fraternels. +Pierre PICAN Eveque de Bayeux et Lisieux