LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24 n. 217 Lauria, 5 aprile 1998

Alla Mensa dell’Amore solo i Figli dell’Amore e della Pace

(cfr. messaggio del 12/3/98)

Messaggi Tramite Giulia

1) Ven 6/2/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io vi parlo dalla Roccia del Padre: vi invito ad amare e a perdonare. Figli, vedete, i tempi che vi stanno dinanzi sono pieni di flagelli, figlioli, non restate ancora nel buio del mio nemico: figlioli, accettate la mia Amicizia e portate la mia Santa Croce! Voi, figli Ministri, stringete anche voi il Legno Santo della Croce e non lasciatelo! Figli, io vi amo e vi voglio tutti uniti nella mia Casa: non lasciatemi, non seguite il mio nemico che vi porta alla morte ma combattetelo con la santa preghiera! Voi, figlioli miei, Quattro della mia Santa Croce, tirate sempre la Barca carica del mio Santo Vangelo e andate avanti: anche se il carico è pesante non fermatevi! Figli, grazie per ciò che mi offrite! Vi amo, figli miei, perché voi fate gioire il mio Cuore di Padre: siete sempre pronti ad offrirmi il vostro cuore. Tu, croce del mio cuore, non fermarti ma vai avanti! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Vi amo, figli, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen". Franco P, dice, che hanno sanguinato soli i buchi dei piedi.

2) Dom 8/3/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Cuore, bevi anche in questa giornata i calici misti del mio Gesù:*bevi i calici rossi e i calici verdi, e immolati con i dolori del parto per l’umanità tutta.* Figlioli miei, voi che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso e voi, figli, che vi legate a questa santa preghiera, pregate secondo le mie intenzioni di Mamma* e consolate il Cuore del mio Gesù che in questa giornata viene offeso e trafitto. Figli miei, siate mamme della vita , non legatevi alle cose del mondo e non camminate vie che non appartengono al mio Gesù: vivete in pienezza il Vangelo Vivo di questa giornata (2/Quar) e non prostratevi ad altri dei che non portano il Segno Santo della Croce. Figlioli miei, camminate sulla via fatta di spine e non toglietele e non lamentatevi del peso che portate: sappiate, figlioli miei, che il peso che porta il mio Gesù per ognuno di voi è grande e nessuno di voi può comprendere ciò che è scritto nel Libro del Padre. Figlioli miei, vivete la santa giornata portando nei vostri cuori la Parola Viva del mio Gesù: amate e perdonate i vostri nemici. Figli, il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà la Parola del Padre: ciò che è scritto non viene cancellato da niente e da nessuno, e il mio Cuore di Mamma trionferà come ho promesso alla mia Piccola Lucia. Figli, pregate e non lasciatevi trascinare dal mio nemico: non andate di qua e di là ma cercate la via della Croce e fermatevi su di essa. Tu, croce del mio Cuore, immolati ancora per l’umanità, per i figli che in questo attimo ridono della mia presenza viva e reale in questo luogo e nel mondo intero dove io porto le mie Visitazioni mandata da Dio Padre. (Giu) Mamma, dimmi cosa devo fare! (Imm) Figlia mia, prega e fai pregare i tuoi figli!* Cercate ancora nei vostri cuori, legate la Catena Santa:^ figlioli miei, cercate cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù! Aprite i vostri cuori, figlioli: siate mamme della Croce e mamme del Santo Vangelo! Tu, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare e consola il Cuore del tuo Gesù.* (Giu) Sì, Mamma, ma datemi la costanza e la forza! (Imm) Vai avanti, piccola cocciuta del mio Cuore,* invita i tuoi figli a camminare sulle vie del Santo Vangelo: distaccatevi dalle cose del mondo, figlioli cari, e vivete in pienezza il Vangelo Vivo, la Parola Vera del mio Gesù. Figli miei, io vengo in mezzo a voi come Mamma e invito ognuno di voi ad essere mamme, ad essere coscienti del valore della vita: non calpestatelo sotto i piedi, figlioli cari, ma siate gelosi del vostro essere mamme, mamme dell’Amore e della Pace perché io vengo in mezzo a voi come Mamma di Dio e Mamma della Croce e invito l’umanità ad essere mamme vive del Cuore del Padre. Figlioli cari, io vi stringo al mio Cuore Materno e poggio su di voi le mie mani materne e la Croce del mio Gesù invitando ognuno di voi a portare con amore la Santa Croce. Rivolgetevi al Padre e dite: Padre Padre mio, accogli il mio piccolo cuore e fallo restare sempre con te! Padre Padre mio, accogli il mio piccolo cuore e fallo restare sempre con te! Padre, io sono tuo figlio e voglio amarti! Padre, non chiudermi la Porta ma benigno aprila e fammi entrare perché io voglio abitare dentro di te! Figlioli, ricordatevi sempre di parlare con vostro Padre e di chiedere ciò che è giusto del Santo Vangelo e Lui ve lo concede. Ora io come Mamma vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete, figlioli miei, nel Segno Santo della Croce. Tu, anima mia, fermati ancora un attimo a pregare come tu sai fare. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode lode lode lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce del mio Cuore, immolati ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma! Grazie grazie grazie, Mamma!"

^ In due sensi viene usata la Catena Santa: a) catena santa d’amore in noi: non ci sia odio verso nessuno ma solo amore e sempre amore; b) Catena Santa d’Amore e di preghiera rivolta al Padre. E’ chiaro che i due sensi camminano insieme: non si può essere accetti al Padre se non si ha il Cuore d’Amore del Padre verso i fratelli e viceversa: non si può amare veramente il fratello se non si scopre il Volto Grande del Padre.

3) Mar 10/3/98, ore 7.30, a casa, in crocifissione. orale

"Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore: Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Vuoi ancora consolare il Cuore di Gesù che è così trafitto? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Vedi, figlia mia, cosa fanno nella sua Casa! (Giu) Mamma, perché tutto questo? (Imm) Figlia, il mondo va sempre di più alla perdizione perché gli uomini ascoltano il mio nemico: credendo alla sua voce pensano di prendere il posto di Dio. Tu, croce mia, prega ed offriti vittima. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen."

4) Giov 12/3/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre <8>. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen (pausa per il Credo che stiamo recitando perché incerti anche noi del Chi era). Pace, a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora* i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i dolori del parto per l’umanità. Vedi, figlia mia, sei attenta: quando non glorificavo ti mettevo alla prova, ero io, figlia mia, sii sempre attenta perché il mio nemico vuole far suo il Progetto del Padre; non dimenticare mai di chiedere di glorificare, figlia mia, e non accettare nessuna luce che si presenti a te: chiedi prima il Sigillo della Croce e poi accetta nel tuo cuore. (Giu) Padre, aiutami perché sono debole! (Ge) Figlia mia,* bevi i miei calici* e invita i tuoi figli a bere i calici del mio Amore:* invita i tuoi figli a tenere alto il mio Santo Vangelo! Figlia, prendi la mia Croce sulle tue spalle* e grida se non ce la fai con i dolori!* (Giu) Padre Padre! (Ge) Stringi le mie mani:* grida, piccola cocciuta del mio Cuore!* (Giu) Gesù, sostienimi: il peso è enorme!* (Ge) Ecco, figlioli miei, io mi fermo anche in questa serata a parlare del Legno Santo della Croce. Vi invito ancora a guardarlo: guardatelo con gli occhi del Cuore! figlioli miei, vi invito ad assaporare il suo dolce respiro! Riuscite a guardare il Legno Santo? Riuscite ad amarlo e a farlo conoscere? Figlioli miei, in questi giorni io vi invito come Padre a guardare il Legno Santo della Croce: vi invito a camminare con lui, a stringerlo ai vostri cuori! Figli miei, vi fermate a contemplare l’Amore che vi dona il Legno Santo della Croce? Non riuscite neanche a guardare la sua Luce: camminate vie che non vi portano al Legno Santo della Croce! Figlioli miei, io mi rivolgo a voi che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso, ma mi rivolgo al mondo intero dicendo ai miei figli: guardate il Legno Santo, accostatevi ad esso e abbandonate le luci del mondo che vi portano alla perdizione e alla morte!* Tu, croce del mio Cuore, stringi stringi il Legno Santo:* assapora i chiodi!* assaporali ancora, anima mia!* Coraggio, figlia mia, vedi quanti figli si perdono: cosa vuoi fare? vuoi camminare con la Santa Croce? vuoi assaporare ancora i chiodi per i tuoi figli? (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza!* (Ge) Sei cocciuta: non vuoi gridare?! (Giu) Perdonami! (Ge) Vedi, figlia mia: in questo attimo stanno trafiggendo il Cuore di mia Madre!* (Giu) Gesù, dammi ancora i chiodi!* (Ge) Nella mia Casa trafiggono il Cuore della Mamma mia e Mamma vostra! Pregate, figlioli e cercate ancora nei vostri cuori: tutto quello che non mi appartiene! Tu, croce del mio Cuore, guarda ma non spaventarti: ciò che vedrai lo tieni nel tuo cuore <emette un forte grido>. (Giu) Perdonami, Gesù, ma non ce la faccio a guardare!* (Ge) Figlia mia, riesci ad assaporare il peso della Croce e dei chiodi ma non ce la fai a vedere: come è grande il tuo cuore, anima mia! (Giu) Gesù, ti supplico, dammi ancora i chiodi: ma cancella ciò che ho visto! (Ge) Prega, figlia mia, e fai pregare i tuoi figli, io vengo in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva del mio Amore e invito tutti voi a poggiarvi sul Legno Santo della Croce: mi fermo sempre su di esso e lo presento a voi come Cuore del Padre! Figlioli miei, cercate ancora la mia Porta ed entrate: venite perché io vi sto aspettando e voglio fare festa con ognuno di voi! Tu, figlio Mario, pastore del mio Cuore: tu hai le chiavi, apri la Porta e fai entrare i tuoi figli! Figlio mio, sono state consegnate le chiavi e hai in mano le barche da tirare, fai ancora nodi e non temere niente e nessuno: figlio mio, tieni strette le tue spose e portale sempre al Legno Santo della Croce! Ora sollevate la mia Piccola Croce. Inginocchiatevi: cercate ancora nei vostri cuori e poggiatevi sul Legno Santo! Figli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Figli miei, in questa serata io piango per i figli che non mi cercano, i figli che non vogliono accettare la mia Amicizia:* i figli che non vogliono bere al mio Calice. Tu, croce del mio Cuore, poggiati sulla mia Santa Croce:* ascolta i suoi battiti, figlia mia, e assapora la sua Delizia!* Figli miei, preparate i vostri cuori all’Incontro del Padre. Preparatevi e pregate sempre secondo l’intenzione dello Spirito Santo: cercatelo, figli miei, e non prostratevi di qua e di là! cercate la Luce del Padre e aprite i vostri cuori alla sua Parola di Pace e di luce! Tu, croce del mio Cuore, poggiati ancora sul Legno Santo e riposati.* (Giu) Gesù, dammi la forza perché la mia viene meno! (Ge) Figlia mia, conosco il tuo carico ma vai avanti ancora: non fermarti, anima mia! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Figlioli miei, vi chiedo di amare e di perdonare i vostri nemici, aprite la porta dei vostri cuori e pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, - sostenete la Piccola Croce -, pregate per il mio Piccolo Giovanni: non lasciatelo solo, figlioli del mio Cuore! Io vi invito sempre a pregare per lui, vi invito a pregare per la pace: non dimenticate di pregare per la pace, figlioli del mio Cuore! Io ho preparato per voi la Mensa dell’Amore, ma invito tutti voi a cercare ancora nei vostri cuori: cercate cercate, figlioli, e poggiatevi sempre sul Legno Santo della Croce perché io mi fermo sempre a parlare di esso, di quel Legno Prezioso che vi ha donato la Vita e vi rende figli dell’Amore e della Pace! Croce mia, sollevati! - Alzate la Piccola Croce! - Ecco, figlioli miei, in questa serata io vi sto donando le gocce dello Spirito Santo: stanno scendendo dal mio Cuore e vengono su di voi che siete riuniti in questo piccolo angolo di paradiso! Siate coscienti di ciò che vi dico e non scandalizzatevi, figlioli miei: io mi sto servendo di questa piccola creatura* per fare assaporare ad ognuno di voi l’Amore della Croce! Figli miei, non scandalizzatevi di queste parole: sostenetela perché il peso è enorme!* Ora preparate i vostri cuori al mio Incontro perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale!* Io sono qui in mezzo a voi vivo* e reale e voglio mangiare e bere con voi, figlioli del mio Cuore! Sono qui in mezzo a voi vivo e reale: guardatemi con gli occhi del cuore perché mi vedete, figli miei: toccatemi perché io sono vivo: Abbracciate vostro Padre che è in mezzo a voi! -.Sostenete la Piccola Croce!- (Giu) Padre Padre Padre mio!* (Ge) Figlia e sposa mia!* (Giu) Padre, quanto sangue esce dal tuo Cuore!* (Ge) Vai avanti! Ecco, figlioli miei, io sono in mezzo a voi e vi offro il mio Corpo e il mio Sangue: vi invito a mangiare con me la Cena del Padre! Benedici, figlio Mario! Figlioli, io vi invito a mangiare e a bere con me, vi invito al Banchetto dell’Amore e della Pace, vi offro la mia Carne e il mio Sangue: siate coscienti del mio Amore! Bevi tu per primo (a me),* bevi tu, sposa mia! Ora mangiate e bevete con me perché sono qui in mezzo a voi, non scandalizzatevi del mio Amore, accostatevi, figlioli cari, e mangiate con me, mangiate col mio Amore, con la mia Pace: offrite ai piccoli e ai poveri la mia Amicizia! Figlioli del mio Cuore, non cercate altre vie: camminate sulla via della mia Croce e fermatevi su di essa perché io sono Padre e Padre della Croce e offro all’Umanità il mio Santo Sigillo, il mio Santo Perdono, il mio Santo Amore! Figlioli miei, non cercate la via che vi porta alla perdizione, ma aprite la porta dei vostri cuori e cercate il Cuore di Maria: fermatevi su di esso e portate tutte le pecorelle smarrite! Figli miei, Maria impasta ancora il Pane per l’Umanità, non si ferma: come Mamma offre la farina a tutti i figli Ministri! Voi, figli miei, accettate la Farina di Maria e impastate con Lei: impastate impastate impastate il Pane di questa Pasqua e offritela all’umanità! Allontanate i flagelli, figlioli miei, che cadono sull’umanità e Maria col suo Pane li tiene fermi: ma ha bisogno di voi, ha bisogno del vostro aiuto! Io ho mangiato e bevuto con voi in questa Pasqua Risorta, io ho gioito con i vostri cuori: ma cercate di aprirli ancora al Padre! Tu, croce del mio Cuore, vai avanti ancora e porta i tuoi figli alla Porta del Parto. Alla fine della preghiera mangia il mio Cuore. Figlia mia, prendi forza dai tuoi angeli e stringiti alla Croce Santa.* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio, vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: vi sigillo attraverso il figlio santo e vi invito sempre a cercare nei vostri cuori. Figlio Mario, offri il Sigillo della Croce e non pensate che sia una ripetizione tutto questo: io sono Padre e un Padre ama i suoi figli e li sigilla con la sua Croce. Ora legate la Catena Santa , figlioli miei: legate la Catena e guardate con gli occhi del cuore il Legno Santo della Croce: guardate come io l’ho abbracciata! Quanto vi amo per stringerla forte forte al mio Cuore! Figli miei, quando vi fermate a pregare con questa Santa Preghiera guardate il Legno Santo della Croce, guardate i Santi Chiodi, guardate la Santa Corona! Fermatevi, figli miei e guardatela con gli occhi del cuore: distaccate i vostri occhi dalle cose del mondo! E quando pregate poggiatevi anche voi sul Legno Santo e chiamate: Padre Padre Padre! Sussurrate al mio Cuore: sussurrate: Io sono tuo figlio e voglio amarti! Io sono tuo figlio e voglio amarti! Io sono tuo figlio e voglio amarti! Figlioli, sussurratelo col cuore perché io cerco i vostri cuori! Ora pregate ma non dimenticate nessuno fuori la Santa Preghiera. Preghiamo, figlioli! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen. Figlioli, grazie per essere rimasti con me a pregare! Grazie per avermi ascoltato! Grazie per aver mangiato e bevuto con me! Tu, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4> (Ge) Vi amo anch’io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). (Giu) Grazie, Gesù, per averci visitato: rimani con noi, Gesù!"

5) Ven 13/3/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io sono la Voce del Verbo Incarnato. io vi ho donato la Vita attraverso la Croce, vi ho donato Maria, la Madre mia e Madre vostra. Figlioli, cosa cercate ancora? Non vedete cosa state facendo? State sporcando il Paradiso che io vi ho donato: lo state macchiando di sangue! Figli, fermatevi e cercate la mia Porta: riconoscetemi come vostro Signore e Dio. Figli Ministri, stringete il Legno Santo della Croce , camminate per le vie battezzando ed esorcizzando: sconfiggete il mio nemico con la Parola Viva del mio Santo Vangelo. Figli, sia il vostro cuore distaccato dalle cose del mondo, non fatevi trovare senza olio ma siate attenti perché io verrò: ma voi non sapete quando i tempi sono pronti. Figlioli miei, io vi amo e non voglio perdervi! Voi Quattro della mia Santa Croce, andate ancora avanti. Tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi, non spaventatevi delle persecuzioni che verranno ancora: io sono sempre con voi! Grazie per ciò che mi offrite! Vi amo, figlioli del mio Cuore: con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Santa Croce. Amen Amen Amen Amen."

6) Dom 15/3/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Cuore, bevi anche in questa giornata* i calici misti del mio Gesù, bevi i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i dolori del parto per i tuoi figli:* croce mia, grida se non ce la fai a portare il peso della Croce.* (Giu) Mamma, dammi la costanza e la forza!* (Imm) Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli cari, oggi vi invito a vivere in pienezza il Vangelo Vivo: fermatevi su di esso e contemplate il suo Amore, la sua Misericordia Infinita. Figlioli miei, io vengo in mezzo a voi a portarvi il Saluto del Padre e vi invito a crescere: crescete, figlioli miei, nella Parola Viva! Amatevi gli uni gli altri e preparate i vostri cuori alla Pasqua che viene: accogliete il mio Gesù in pienezza, figlioli miei! Vi invito ancora a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate e non lasciatelo solo! Figli, come Mamma vi ricordo ancora una volta di pregare e allontanare i flagelli che scendono sempre di più sull’umanità. Figlioli miei, io piango lacrime di sangue per la Chiesa tutta, per i figli della perdizione che non vogliono accettare la Croce Viva del mio Gesù. Figlioli miei, legate la Catena Santa e cercate ancora nei vostri cuori: cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Vi invito a camminare sulla via che io sto segnando: figlioli miei, non togliete le sante spine: accettate con amore la via che il Padre vi segna col suo Cuore! Io come Mamma vi porto lo Shalom e vi invito a pregare: pregate pregate pregate, figlioli miei, secondo le intenzioni dello Spirito Santo e rifugiatevi nel mio Cuore di Mamma. Quando non sapete cosa fare, non cercate il mondo e non andate di qua e di là. Figlioli miei, il mio nemico vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi e vi trascina con le sue false luci di qua e di là. Io vi sto aprendo la Porta: venite, figlioli miei, e prostratevi solo dinanzi alla Croce Santa! Tu, piccola croce del mio Gesù, poggiati ancora sui tuoi figli: fai assaporare il sapore dolce della Croce del mio Gesù! Non temete, figlioli miei, io sono la Mamma della Croce Santa e vi porto al Trono del Padre perché il mio Gesù ha bisogno di voi: ha bisogno del vostro aiuto. Figli miei, combattete come soldati la Battaglia dell’Amore e non scappate: non nascondetevi ma avanzate verso la Croce! Figli, vi invito ancora a pregare col cuore perché il mio gronda sangue* per l’umanità, prostratevi dinanzi al Legno della Croce e pregate col cuore: chiedete al Padre ciò che è nel giusto del Vangelo perché ve lo concede e non affannatevi per i vostri cari: figlioli miei, portateli nel Cuore di Gesù e lasciate a Lui ciò che deve fare! Ora, figlioli, unite ancora la Catena* e cercate ancora nei vostri cuori: cercate cercate, figli miei! Tu, croce del mio Cuore,* bevi ancora: bevi ancora i calici del mio Gesù e prega come tu sai fare! Fai tenere sempre alto il Vangelo Vivo del mio Gesù e restate sempre uniti, amate e perdonate e usate carità verso tutti: figlioli, non lasciate nessuno fuori della preghiera. Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Saluto del Padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Croce mia, porta ancora la Croce del mio Gesù e prega come tu sai fare. (Giu) Sì, Mamma, ma dammi ancora la forza perché la mia viene meno!* Grazie, Mamma: resta sempre con noi! (Imm) Siete nel mio Cuore, figlioli!"

7) Mar 17/3/98, ore 7.30, a casa, in crocifissione, orale

"Vieni, figlia mia, sono io, la tua Mamma, non temere. Glorifichiamo il Signore: Sia gloria al padre, al Figlio e allo Spirito Santo! Figlia, vuoi aiutare il mio Piccolo Giovanni? (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlia, immolati per lui e prega! (Giu) Mamma, ma cosa gli stanno facendo? (Imm) Figlia, prega e consola il Cuore di Gesù: vai avanti e non fermarti! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Vi benedico, figlioli, col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

8) Giov 19/3/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace, a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, croce mia, bevi i miei calici misti,* bevi, figlia mia, i calici verdi* e i calici rossi* e immolati con i dolori della Croce* per l’umanità:* figlia mia, se non ce la fai, grida,* ma non essere cocciuta!* (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza!* (Ge) Figlia, non puoi sostenere tu il peso* della Croce e in questa serata io lo lascio sulle tue spalle.* (Giu) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati; metto me, misera peccatrice, nelle tue braccia:* Gesù, dammi la forza di camminare ancora la tua via! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, stendi le tue braccia e accetta ancora i chiodi;* sei talmente cocciuta: non vuoi gridare, lascia per un attimo assaporare ai tuoi figli il dolce sapore dei miei chiodi!* (Giu) Gesù, falli passare ancora dalle mie mani e i miei piedi e accarezza tutti i figli col tuo Amore.* (Ge) Figlia mia, figlia del mio Cuore, quanto li ami questi tuoi figli! (Giu) Gesù, amo te e amo anche loro, ma tienimi stretta: non farmi cadere nella rete del nemico!* (Ge) Figlia mia, io ti offro i miei calici* e i santi chiodi:* tu accettali sempre e portali ai tuoi figli.* Figlioli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e mi fermo ancora* a parlare del Legno Santo della Croce.* Figlioli, quante volte lo avete accarezzato e quante volte vi poggiate su di esso? Com’era dolce quando si poggiava Maria, la Madre mia: le sue lacrime bagnavano il Legno Santo della Croce per ognuno di voi! Ah, figli miei, non sapete bagnarlo come Maria, non sapete accarezzarlo e non riuscite neanche a capire quanto è grande il suo Amore! Quanto sono grandi le sue braccia: abbraccia l’Umanità! Figli, guardate il Legno Santo della Croce, guardate come sboccia e lì, sul Monte, porta i suoi frutti d’Amore alla Chiesa! Ma cosa fanno i miei figli Ministri? Calpestano i frutti e chiudono la porta al Legno Santo della Croce! Figlio Mario, in questa serata io ho poggiato su di te la mia Santa Croce. Figlioli, aiutatela ad andare avanti, voi conoscete il segreto che lei racchiude nel suo cuore: stringetela ai vostri cuori e fatela camminare, portatela nel mondo come Sigillo Santo del Padre! Ora, figlioli miei, fermatevi un attimo e cercate ancora nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene! Figlioli miei, non preoccupatevi e non affannatevi per i vostri cari: io sono vostro Padre, bussate alla mia porta: bussate, figlioli miei, perché io vi aspetto! Ora figlioli cari, io mi fermo ancora a parlare del Legno Santo della Croce. Ve lo offro, figli miei, e vi invito a guardarlo in questi giorni: guardatelo! Riempite il vostro cuore con la sua Santa Luce e guardate guardate Maria ai piedi della Croce: Lei è Mamma e vi dice con lo sguardo materno: Diventate mamme del Legno Santo della Croce: diventate mamme del Legno Santo della Croce e non ascoltate la voce del mio nemico che vi porta di qua e di là! Ascoltate il grido della Croce che vi chiama: Mamme, venite e stringetemi ai vostri cuori! Ora, figlioli cari, abbracciate il Legno Santo della Croce e cercate cercate ancora nei vostri cuori! Figlio Mario, figlio Pasquale, sollevate la Piccola Croce. Inginocchiatevi. Figlioli miei, non sia un peso per voi restare un po’ in ginocchio. Contemplate il Cuore del Padre che vi guarda: è qui in mezzo a voi! Figlioli cari, bussate e chiedete nel giusto del Vangelo perché io vengo in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva: l’Amore del Padre! Tu, croce mia, bevi ancora i calici misti e guarda, figlia mia, ma non spaventarti: questo è il quinto segreto che dovrai scrivere (sarà scritto 1l 31/3) e consegnare al figlio Mario (lo ricevo il 2/4). Figlio mio, non aprirli: ma aspetta l’ora e il giorno (sarà il 13/4/98). Ora guarda, figlia mia: stai attenta a non parlare! (Giu) Gesù!* Gesù!* Gesù! Gesù! (Ge) Ora ti chiedo di guardare ancora. (Giu) Gesù!* Gesù!* Gesù!* (Ge) Sollevati, anima mia, coraggio, ci sono io: non temere! Figlioli miei, preparate i vostri cuori al mio Incontro. Pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell’Orto degli Ulivi! Tu, croce mia, impasta ancora la farina con Maria, la Madre mia e Madre vostra, e consegnala ai figli Ministri. Sollevate la Piccola Croce. Sostenetela, figlioli del mio Cuore: siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Tu, croce del mio Cuore, preparati e non temere niente e nessuno!(Giu) Padre Padre Padre Padre mio, benedici! (Ge) Figlia e sposa mia, prepara il cuore dei tuoi figli. (Giu) Padre, io sono una misera peccatrice: come posso preparare il cuore? (Ge) Apri il tuo e donalo ai tuoi figli: fai come sempre perché tu lo apri e doni a tutti. (Giu) Padre, prendilo tu! (Ge) Figlia mia, ora preparati: assapora ancora i chiodi!* (Giu) Padre, dammi la costanza e la forza!* Come è grande il tuo Cuore: Padre come è grande! (Ge) Figlia mia, sposa del mio Cuore, prendilo!* (Giu) Gesù, gronda sangue e il sangue scende su di noi! (Ge) E’ il mio Amore che scende su ognuno di voi e sui figli che sono uniti a questa santa preghiera. Ora vai avanti, figlia mia! Ora mangio e bevo con voi, figlioli miei, IO SONO L’AGNELLO DI DIO CHE TOGLIE I PECCATI DEL MONDO: IO VI DONO LA MIA CARNE E IL MIO SANGUE. Beati voi che siete invitati alla mia Mensa. Beati voi che mangiate la mia Carne. Beati voi che bevete il mio Sangue. Beati voi che avete fame e sete del mio Amore e della mia Santa Parola. Benedici, figlio santo, e tira sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo; non fermarti, figlio mio, grida con la mia Santa Parola e porta i tuoi figli attraverso la Porta del Parto: ora bevi tu per primo, figlio mio! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i calici dei miei dolori.* (Giu) Gesù, dammi la forza! (Ge) Sostenete la Piccola Croce, figlioli miei. Ora accostatevi al mio banchetto: Venite, figlioli del mio Cuore, e mangiate e bevete con me! Figlioli miei, non scandalizzatevi del mio Amore, ma venite e mangiate con me perché io sono qui in mezzo a voi e mangio e bevo con voi. Vi offro la mia Pasqua, la mia Pasqua Piena, la mia Pasqua Risorta, vi offro la mia Santa Croce e vi invito a portarla con amore: vi invito ad essere coscienti della Parola Viva che è qui in mezzo a voi! Figlioli miei, io vi amo perché sono vostro Padre, ma voi siete figli che io ho scelto per portare al mondo il Grido della Croce. Figli miei, andate avanti col mio Amore e con la mia Pace: portate al mondo il Sigillo Santo, il Sigillo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Mangia la mia Carne, figlia mia, mangia il mio Amore, la mia Amicizia, il mio Perdono. (Parla man mano che fa la comunione ai presenti, la piccola Myriam questa volta non vuole aprire la bocca e Gesù dice):Cibate la piccola col mio Amore e con la mia Amicizia e non fermatevi, figli miei: andate avanti e portate a tutti il mio Amore, la mia Pace, la mia Croce, figlioli del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: vi offro il Legno Santo e invito ognuno di voi a guardarla con gli occhi del Cuore. Figlioli miei, la mia Pasqua è piena ed è risorta perché mi sono donato ad ognuno di voi con amore: figli miei, siate coscienti di questo Amore, siate coscienti della mia Presenza Viva e Reale in mezzo a voi! Io ho mangiato e ho bevuto con ognuno di voi, figli miei, figli del mio Cuore, alzate gli occhi al Padre, alzateli e col cuore offrite il vostro amore: (Ge)° Padre Padre Padre mio! Padre Padre Padre mio! Padre Padre Padre mio! Tu, piccola croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare.* Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio e vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni e invito tutti voi ad essere coscienti: quando ricevete il Santo Sigillo, offritelo con amore ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ma soprattutto offritelo ai vostri nemici! figli miei, non lasciate nessuno fuori della preghiera e del Santo Sigillo. Ora, figlio Mario, figlio santo, offri per prima il tuo Santo Sigillo alla Piccola Croce: sigilla i tuoi figli, figlio mio! Scambiatevi il Sigillo Santo del mio Amore. Figlioli, figlioli del mio Cuore, io vi amo e come Padre vi ho donato il mio Cuore Grondante di Sangue, siate coscienti di questa Santa Preghiera, siate coscienti che io sono qui in mezzo a voi nella mia capanna col mio Amore, sono qui in mezzo a voi con Maria, la Madre mia, e col mio Papà Giuseppe: Lui stende sull’umanità il suo Manto e copre tutti voi e con Maria tiene il velo che scende sull’umanità: accogliete il suo Santo Dono e pregate pregate pregate! Ora, piccolo Mario, piccolo Pasquale, unitevi e benedite con me nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Legate ora la Catena Santa, figlioli miei, e ricordate sempre: mettete per prima nel Cuore del Padre i figli della perdizione, i figli abbandonati, i figli che non hanno il coraggio di guardare la Luce del Padre! Figlioli miei, quando vi raccogliete e parlate con vostro Padre, dite: Padre, io sono tuo figlio, tu conosci il mio cuore, tu conosci le mie debolezze, tu conosci il mio niente: dammi la tua Luce, dammi la Croce che tu porti e fammi camminare con te perché io sono tuo figlio e voglio amarti! io sono tuo figlio e voglio conoscere il tuo Amore! Ora, figlioli miei, pregate! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! >8> Figlioli miei, io ho mangiato e bevuto con voi! Tu, croce del mio Cuore, alla fine della preghiera mangia il mio Cuore e il pezzo che tieni nella mano destra consegnalo al figlio santo: lui sa a chi deve portarlo (è la festa del Papà: lo mangio con gli altri per il Padre dei Cieli): Ora, figlioli miei, ricordate che io sono Padre e il mio Cuore è Cuore di Padre! (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! >4> (Ge) Vi amo anch’io, spose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli miei! Tu, croce del mio Cuore, sii forte perché dovrai soffrire col peso della Croce per i tuoi figli! (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza!"

9) Ven 20/3/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli io vi guardo dal Legno Santo della Croce. Figli, mi amate? Volete camminare con me? Volete vivere nella mia Pace? Rinunciate al mondo, rinunciate all’odio, siate piccoli e poveri e venite alla mia Porta! Voi, figli Ministri, preparate la mia Pasqua col cuore, non fate chiasso del mio Silenzio ma camminate con il Silenzio della Santa Croce: non sporcate ciò che io vi ho donato puro e immacolato. Figlioli, voi Grandi del Mondo, venite a me e riconoscetemi come vostro Padre perché non avete nessun altro padre che vi offre° la Barca:° venite finché fate in tempo! Tu, croce del mio Cuore, non fermarti, vai avanti perché io mi poggio^ ancora su di te. (Giu) Sì, Gesù, ma non lasciarmi! (Ge) Figlia mia, non ti lascio ma tu non essere triste: lo sai che devi soffrire per amor mio! (Giu) Sì, Gesù, ma perdonami: Gesù mi sento sola! (Ge) Ah, figlia mia, anch’io ero solo nell’Orto degli Ulivi! Ora cammina! Voi, figli, Quattro della Santa Croce, andate avanti e tirate la mia barca e non fermatevi: io sono sempre con voi e non vi lascio. Vi amo e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen." ^ Le dona oggi la ferita al costato.

10) Dom 22/3/98, ore 11.45, alla Messa a Thurio: Visione

Giulia scrive: "Vedevo Gesù vestito di bianco che camminava su una strada bianca con un bastone in mano: il bastone era fiorito ma dietro di lui non c’era nessuno! Gesù era triste, ma ripeteva sempre durante il camminare. Amen Amen Amen Amen."

11) Dom 22/3/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Ma non glorifica e quindi Giulia lo esorcizza): In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! San Michele, Vergine Santa, intervenite! Non ascolto: non ascolto ciò che dici!^ In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! Lascia questo luogo: vai via! Non ascolto: non ascolto ciò che dici! San Michele, San Michele, San Michele, intervieni tu! Vergine Santa! (All’altro globo): Se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata* i calici misti del mio Gesù: bevili, figliola cara, e immolati con i dolori del parto per l’umanità. Vedi, figlia mia, io sono qua in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli cari, non temete il mio nemico e non ascoltate le sue parole: Dio è l’Unica Luce, è l’Unico Amore, è l’Unica Croce dove voi vi prostrate! Tu, croce del mio Cuore, non spaventarti, io sono sempre vicino a te e stringo le tue mani: combatti con l’Amore il mio nemico e vai avanti: non fermarti! Il mio Progetto viene da Fatima. (C’è confusione nella preghiera ed arriva il richiamo): Figlioli andate avanti con la preghiera corretta e rivolgete i vostri cuori al Padre e alla Croce. Figli, siate saldi col cuore verso Dio e non fermatevi di qua e di là: lasciate i vostri pensieri e unite i pensieri alla Croce di Cristo. Io sono qui in mezzo a voi viva e reale, non correte dietro il mio nemico: abbracciate con amore la Croce e lasciatevi cullare da essa. Figlioli miei, il mio Progetto viene da Fatima e nel mondo intero trionferà il Mio Cuore di Mamma. Io vengo in mezzo a voi a portarvi il Vangelo Vivo del mio Gesù, figlioli, siate coscienti del Vangelo Vivo di questa santa giornata (4/Quar): vivetelo in pienezza! Figlioli miei, io sono Mamma e il Cuore di una Mamma grida ai propri figli: amate la Santa Croce, camminate solo con essa e prostratevi solo ad essa. Figlioli miei, il mio nemico vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi, viene a infangare questo Santo Luogo e l’Altare Santo del Padre attraverso i figli della perdizione: figlioli miei, pregate per loro, caricatevi della Santa Croce e portatela per loro, pregate per il mio piccolo Giovanni (don Giovanni, parroco di Sofferetti) che (= cui) donato la mia Luce e non lo/a vuole accettare. Tu, figlia mia, croce del mio Gesù, immolati ancora per i figli Ministri, per i figli che trafiggono il cuore come l’hanno trafitto a me, la Madre del vostro Gesù. Non scandalizzatevi di queste sante parole, figlioli cari: io sono in questo luogo perché c’è un grande progetto, ma il mio nemico vuole far suo ciò che è di Dio. Questa valle viene benedetta dal Padre, ma voi che vi abitate non accettate la Benedizione, non rispondete al mio grido di Mamma! Figlioli, i flagelli si abbassano sempre di più, ma voi non rispondete al mio grido di Mamma. Ah, com’è trafitto il mio Cuore di Mamma Addolorata! Come è trafitto il Cuore del mio Gesù! Figli, rispondete al grido del Santo Vangelo e vivetelo in pienezza: accettate la Luce della Croce e non prostratevi al mio nemico. Io sono Mamma, figlioli, e Mamma della Croce, vi invito a camminare sulle sante spine: non toglietele, abbracciatele con amore! Tu, croce del mio Gesù, grida la Verità del Vangelo e non fermarti, tu conosci bene ciò che è nel tuo cuore: vai avanti, figlia mia! (Giu) Mamma, dammi la costanza e la forza perché la mia viene meno, dammi le parole da dire ai miei figli perché non ascoltano! (Imm) Vai avanti, piccola cocciuta del Cuore del mio Gesù, grida con la Voce della Croce e non fermarti, io e il mio Gesù siamo sempre al tuo fianco: cammina, figlia mia! Voi, figlioli del mio Cuore, legate la Catena Santa e cercate cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù: cercate, figlioli miei, perché come Mamma vedo i vostri cuori, vedo ciò che voi non vedete: cercate, figlioli miei! Tu, croce del mio Gesù, fermarti un attimo a pregare come tu sai fare: prega, figlia mia, e porta ancora la Croce per l’umanità tutta! Io ora vi lascio ma per volere del Padre verrò ancora in questo luogo a portare la Parola Viva. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo del Vangelo e della Santa Croce. Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora* e soffri con i dolori del parto. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode Lode <4>. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen Amen Amen Amen."

^Che voleva satana? Voleva Giulia strumento dei suoi messaggi. Così scrive Giulia: "Prima dell’apparizione della Mamma si è presentato l’esserino, sempre nudo, con insistenza diceva che dovevo sentire quello che diceva: cioè voleva che io dovevo dire ciò che diceva lui (dare messaggi da parte di satana, dr). Ma io gli dicevo che non lo ascoltavo e lui si è arrabbiato e voleva picchiarmi, ma poi è intervenuta la Mamma e se n’è andato via."

12) Mar 24/3/98, ore 7.30, in crocifissione orale,

"Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore: Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figlia mia, vedi quanto soffre il mio Gesù: l’umanità sta andando sempre di più alla perdizione e i Grandi del mondo vogliono la guerra. Figlia mia, satana vuol far suo il Progetto del Padre: figlia, prega e immolati ancora. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ora ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4).

13) Messaggio Del 24 Marzo 1998 Alla Quercia (ore 15.25, more solito)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa santa giornata i calici misti del mio Gesù, bevi i calici verdi* e i calici rossi e immolati ancora con i dolori del parto per l’umanità tutta. Figlia mia, accetta ancora i Santi Dolori del Parto per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: accettali ancora, figlia mia, per la Chiesa tutta.* Figlia mia, il mio Gesù ti ha scelto/a: vuoi ancora andare avanti? vuoi portare ancora la Santa Croce? (Giu) Sì, Mamma, ma dammi tu la forza e parole da donare ai tuoi figli! (Imm) Vedi, figlia: guarda come il mio Gesù cammina con la Santa Croce per ognuno di voi! Io sono qui in mezzo a voi per volere di Dio Padre: vengo a portare la Parola Viva del mio Gesù, vengo a invitarvi a convertire i vostri cuori: figlioli miei, vengo in mezzo a voi a portarvi il peso della Santa Croce e invito i figli Ministri a portarla, invito l’umanità a non scartare il Legno Santo della Croce: ma con amore abbracciatelo! Non è pesante, figlioli cari, e il suo Legno è Legno di Vita Eterna, è Legno di Pace, è Legno di Luce, è Legno di Verità! E io vi invito come Mamma a portarlo e, come il mio Gesù, io mi fermo a parlare di esso e in questa giornata, figlioli miei, io vi invito a guardarlo con occhi diversi: guardatelo con gli occhi della povertà, guardatelo con gli occhi di figli perché io vi ho stretto al mio Cuore ai piedi del Santo Legno e vi porto sempre nel mio Cuore di Mamma perché siete miei figli, ma vi invito, figlioli cari, a lasciare le cose del mondo, vi invito a rinnegare a satana: rinnegatelo, figlioli miei! Chiedete tutto al Padre ma, ricordate, chiedete nel giusto del Santo Vangelo e non affannatevi per i vostri corpi: il mio Gesù conosce i vostri cuori, conosce cosa vi necessita e vi dona tutto in abbondanza, ma voi, figlioli miei, aprite i vostri cuori, apriteli alla Croce e non prostratevi ad altri dei che non portano il Segno della Santa Croce. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli miei, non c’è gioia più grande! Cosa sentite nei vostri cuori quando dite la parola Santa? Il Legno della Santa Croce è il mio tutto: il mio cuore è pieno! Cosa cercate ancora? Cosa cercate ancora, figlioli miei? Voi vi affannate e girate di qua e di là, chiedete miracoli, grazie: ma vi rivolgete al Legno Santo? Lo guardate? Come è Prezioso quel Sangue che sgorga e lo bagna? Vi siete fermati a guardarlo? Come il mio Gesù vi sta insegnando ad amarlo e a conoscerlo, io, la Mamma della Croce, vi invito a guardarlo col cuore! Figlioli miei, il mio nemico vuole la guerra e la distruzione di ognuno di voi e vi trascina di qua e di là, non vi fa guardare il Legno Santo della Croce, ma vi porta le sue false luci e i suoi falsi miracoli: non correte di qua e di là, ma accettate con amore la Santa Sofferenza! Figlioli miei, se volete arrivare al mio Gesù, se volete entrare attraverso la Porta, dovete caricarvi di Croce, dovete accettare con amore le sante spine: Padre, io sono tuo figlio e voglio camminare dietro di te portando la mia piccola croce! Figlioli miei, non è grande la croce che portate ma è piccola: portatela con amore, portatela col cuore perché io sono la Mamma della Croce e la porto col mio Gesù per l’umanità. Figlioli cari, ora non scandalizzatevi di queste mie parole, non sono una Mamma cattiva, sono una Mamma buona che invita i propri figli a camminare con la Croce del mio Gesù, Lui l’ha portata per ognuno di voi e vi ha donato la Vita: voi portatela per i vostri figli, per i vostri fratelli e arrivate alla Porta del mio Gesù perché vi aspetta, figlioli cari! Ora legate la Catena Santa e cercate cercate, figlioli miei, nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Preparatevi per questa Santa Pasqua, preparate i vostri cuori e restate sempre uniti al Padre: non spezzate la Catena dell’Amore, figlioli miei! Tu, piccola croce del mio Gesù, immolati ancora e prega come tu sai fare per i tuoi figli. (Giu) Padre, misericordia misericordia misericordia per me misera peccatrice! misericordia per l’umanità tutta: misericordia misericordia misericordia! (l’Eterno Padre) Figlia, io come Padre ti rispondo: Amen Amen Amen Amen! Ora consola il mio Cuore, figlia mia: bevi i calici* e invita i tuoi figli a pregare: pregate col cuore! Figlioli miei, pregate e preparatevi perché vostro Padre viene a liberarvi dagli affanni! Siate pronti e vigilanti perché non conoscete né l’ora né il giorno, ma io verrò come ho promesso, figlioli del mio Cuore! Ora consolate il Cuore di Maria: amatela e fatela conoscere ai figli della perdizione! Pregate, figlioli miei! (Imm) Figli miei, figli miei, fate tutto quello che vi dice il Padre, amatelo e onoratelo, ascoltate la Parola Viva che Lui vi dona e vivetela in pienezza: costruite sulla Roccia Viva e camminate sulla via che io vi sto segnando. Figlioli cari, vi invito a vivere questi giorni che vi dividono alla Pasqua Santa col cuore puro, non lasciate nessuno fuori dalla Porta, accogliete tutti i figli nella vostra santa preghiera e nelle vostre case: non guardate il colore della pelle o l’odore che portano ai figli emarginati: guardateli con la Tenerezza e l’Amore della Santa Croce e abbracciateli, figlioli miei! Ora io vi invito a pregare secondo l’intenzione dello Spirito Santo. Figlioli miei, non affannatevi per questa acqua (sta infatti nevicando) che scende su di voi: ma accoglietela con amore perché è acqua mandata dal Padre per irrigare i vostri cuori. Ora io vi lascio al mio Gesù: accoglietelo! (Ge) Pace, a voi, spose amate dal mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa! Tu piccolo Mario, tu piccolo Domenico, tu Elia, unitevi alla Santa Preghiera e offrite i vostri cuori per l’umanità tutta, per la mia Casa. Tu, piccola croce,* immolati con i dolori del parto e bevi* i miei calici misti. Io sono in mezzo a voi: con la Potenza dello Spirito Santo dono ad ognuno di voi il mio Sangue e il mio Corpo. Venite voi che avete fame e sete del mio Amore: Venite e mangiate alla mia Mensa perché io mi dono ad ognuno di voi. Beati voi che ascoltate. Beati voi che mangiate il mio Cuore. Beati voi che bevete il mio Sangue. Beati voi che accogliete gli emarginati e i poveri. Beati voi che accogliete i miei piccoli. Beati voi che accogliete la mia Santa Croce. Ecco, figlioli miei, io vi offro il Legno Santo della Croce: fatelo sbocciare nei vostri cuori! Siate coscienti della mia Parola Viva in mezzo a voi! Figlioli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, vi ho donato il mio Sangue e la mia Carne e vi invito a camminare: camminate come soldati dell’Amore, camminate come Maria e preparatevi perché io verrò a liberarvi dai vostri affanni! Ora, figlioli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre che io sono vostro Padre, ricordatevi sempre di bussare al mio Cuore perché io non sono un Dio Lontano, non sono un Padre lontano, io abito dentro di voi: non dimenticatelo! E quando non mi sentite, non mi sono allontanato io da voi ma siete voi che non mi cercate, siete voi che non mi fate partecipe dei vostri affanni, delle vostre piccole preoccupazioni! Io sono sempre dentro di voi che aspetto di essere accarezzato e coccolato come Padre! Figlioli miei, imparate ad ascoltare la mia Voce: imparate a sentire ciò che io vi rispondo! Figlioli, ora preghiamo! <Giulia con noi>:E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! Liberaci dal male. Amen! <1+5>. Ecco, figlioli miei, è dolce stare con voi, è dolce poggiare su di voi il Legno della Santa Croce. Ora io vi lascio, figlioli miei, vi sigillo col mio Santo Bacio di Padre e vi sigillo attraverso il figlio santo della Croce: ascoltate ascoltate il suo grido, figlioli miei, e amatelo amatelo perché ancora voi, ancora i vostri occhi non hanno visto ciò che lui porta! Ora accogliete il suo santo bacio. Piccolo Mario, sigilla la mia Piccola Croce e i tuoi figli: tutti! Figlioli miei, accogliete la mia Santa Benedizione e non scandalizzatevi! Io sono sempre con voi e vi invito ad andare avanti: figli miei, ricordate sempre di tenere alto il mio Santo Vangelo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Tu, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu) Padre Padre Padre Padre! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3> (Ge) Vi amo, anch’io, spose amate del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli del mio Cuore!"

14)Mer 25/3/98, ore 7.30, a casa, in crocifissione, orale

"Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Amen. Figlia, porto il Saluto a te pieno di Croce! (Giu) Mamma, cosa significa tutto questo? io non capisco nulla e non so fare nulla! (Imm) Figlia mia, lascia fare tutto al Padre: tu donagli il tuo cuore! (Giu) Ecco, Mamma, è tutto per Lui! (Imm) Grazie, anima mia! (Giu) Mamma, posso farti gli auguri per oggi?(Imm) Sì, figlia mia! Ora ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen."