LA CROCE È IN MEZZO A NOI

 

Notizie da Sofferetti-24, n. 219, Lauria, 15 maggio 1998

CAMMINA DIETRO IL CUORE DELLA

MAMMA CHI PERDONA E AMA

(cfr mess. del 24/4/98)

 

Messaggi Tramite Giulia

1) Giov 16/4/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti e immolati ancora con i miei e i tuoi dolori del parto perché la Pasqua ancora continua, figlia mia!* (Giu) Gesù, la Roccia dove sei seduto gronda sangue!* (Ge) Figlia mia, figlia del mio Cuore, la Croce che tu devi portare è pesante e la devi portare per i figli Ministri. (Giu) Gesù, poggiala sulle mie spalle!* (Ge) Figlia mia, la Pasqua che ancora devi camminare è pesante: non temere, stringi le mie mani, figlia mia!* Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e vi dico ancora: Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Vengo a portarvi il Vangelo Vivo del mio Amore e offro a te, croce mia, i calici misti: bevili!* (Giu) Sì, Gesù, ma dammi ancora la forza: dammi il tuo Respiro* perché il mio viene meno!* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, sai cosa fare quando non ce la fai!* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Figlioli miei, io mi fermo ancora a parlare del Legno Santo della Croce. Lo avete contemplato? Lo avete guardato? Con quali occhi vi siete rivolti al Legno Santo della Croce? Mi avete cercato? Figlioli miei, parlo a voi e al mondo intero. Non c'era nessuno dietro di me: eravate in pochi! Figlioli, ero solo in quegli attimi a stringermi al Legno Santo della Croce e gli altri figli erano dispersi di qua e di là e il mio Cuore di Padre grondava sangue nel vedere i propri figli dispersi! Ah, figlioli miei, quanto vi amo: quanto è grande il mio Amore! Mi fermo a guardarvi dal Legno Santo della Croce e piango per ognuno di voi! Figlioli miei, così mi amate? Così vi battete il petto? Così cercate il Legno Santo della Croce o pensate che io non vedo ciò che voi fate? Nulla mi è nascosto: figlioli miei, nulla mi è nascosto! Voi vi rivolgete al Legno Santo pensando che io non conosca i vostri cuori: figli miei, conosco ogni vostra piccola cosa che fate, voi pensate di nasconderla ma io la conosco prima che voi la compiate! Figli miei, in questa serata io mi fermo ancora a parlare del Legno Santo. Mi rivolgo a voi, figlioli del mio Cuore, a voi che vi unite da lontano a questa santa preghiera. Guardate con amore il Legno Santo della Croce: guardate solo esso! Io ho scelto questa piccola creatura e mi servo di lei perché è cocciuta e non riesce a far nulla, ma elargisce il suo cuore per l'umanità, per la Chiesa tutta, per i suoi figli, e io mi servo di lei per parlare a voi, figlioli del mio Cuore, ma siate attenti, è la mia Parola, non è lei a parlarvi: ascoltate la Parola Viva del mio Santo Vangelo che esce dal suo cuore, figlioli miei! Ora, creature mie, fermatevi un attimo e cercate, cercate nei vostri cuori, togliete tutto quello che non mi appartiene : cercate, figlioli miei! Inginocchiatevi: cercate ancora nei vostri cuori! Tu, croce del mio Cuore, immolati ancora per l'umanità e prega* per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa:* restategli vicino, non lasciatelo solo!* (Giu) Gesù! (Ge) Figlia, porta la Croce per lui!* (Giu) Padre Padre Padre Padre mio! (Ge) Figlia e sposa mia, porta la Croce perché la Pasqua non è ancora finita! Voi, figlioli del mio Cuore, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi: siate coscienti, figlioli, che io vi ho chiamato a mangiare e a bere con me, vi ho scelto in quaranta, figlioli del mio Cuore, e ho poggiato su di voi la Spada di Elia: portate ai fratelli, ai piccoli,* agli emarginati il mio Amore e la mia Pace!* Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i miei calici verdi e i calici rossi.* bevili, figlia mia! non fermarti, anche se il tuo carico è pesante: figlia mia, non scoraggiarti, vai avanti e, quando non ce la fai, poggiati sul Legno Santo della Croce!* (Giu) Sì, Gesù! Ti chiedo perdono da parte mia e da parte di tutti i figli: perdonaci, Gesù, se ancora non riusciamo a comprendere il tuo Amore Infinito: perdonaci! (Ge) Piccina del mio Cuore, vi amo, vi amo, vi amo! Ora prepara il tuo cuore e il cuore dei tuoi figli e venite al mio Banchetto di Pace e di Gioia! Sollevate la Piccola Croce: sostenetela, figlioli miei!* Figli, il mio Amore è talmente grande! il mio Amore di Padre non ha limiti e io lo divido con ognuno di voi e vi invito alla mia Mensa: non mancate, ma siate coscienti, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Preparate i vostri cuori allo Sposo! Fate festa perché io voglio fare festa con ognuno di voi! La mia Amicizia, la mia Pace, la mia Pasqua Risorta la offro ad ognuno di voi! Ricordate di tenere alto il Vangelo Vivo del mio Amore, figlioli! Ora gioite col Padre! (Giu) Padre Padre Padre Padre mio, benedici! Padre Padre Padre Padre mio, benedici! Padre Padre Padre Padre mio, benedici! (Ge) Amen Amen Amen Amen, figliola del mio Cuore! Ora vai avanti, figlia mia! (Giu) Sì, Padre!* (Ge) Figlioli del mio Cuore, siate coscienti in questo attimo, siate coscienti in questo attimo: Io vi offro il mio Sangue e la mia Carne Viva Vera e Reale e mangio e bevo con ognuno di voi: l'Agnello Immolato per l'umanità si dona con amore ai suoi figli. Figlioli, mangiate e bevete con me la mia Pasqua Risorta, ma vi raccomando, non lasciate nessuno fuori della preghiera: quando mangiate con me, mangiate per primo per i vostri nemici! Figlioli del mio Cuore, siate coscienti di questa Pasqua Risorta in mezzo a voi. Benedici, figlio santo. Ora svuotate ancora i vostri cuori e accostatevi con amore a mangiare e a bere con me. Bevi per prima, figlio mio. Bevi anche tu, sposa del mio Cuore. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Soffri ancora, figliola mia:* soffri per questi miei figli che stanno trafiggendo il mio Cuore in questo attimo!* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora accostatevi, venite e mangiate col mio Amore: intingete con me nel Calice dell'Amicizia e della Pace. Accostatevi: mangiate e bevete con me, figlioli del mio Cuore! Io piango per i figli che non si accostano al mio Amore e alla mia Pace, i figli che non vogliono mangiare con me la mia Pasqua! Cercate i figli della perdizione e mangiate per loro: figlioli del mio Cuore, non lasciateli fuori! Intingete e mangiate per il mio Piccolo Giovanni, per la Chiesa tutta, per i figli che trafiggono il mio Cuore di Padre: mangiate per loro, figlioli miei! Tu, croce mia, alla fine della preghiera mangia il mio Cuore. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ecco, io ho mangiato e ho bevuto con ognuno di voi. Beati voi che vi siete cibati del mio Corpo e del mio Sangue. Beati voi che mi guardate con gli occhi del cuore. Beati voi che siete riuniti qui nella mia capanna in Nome mio. Beati voi che camminate con la mia Croce. Beati voi che amate col mio Amore. Beati voi che mi cercate. Beati voi che accettate la mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Ecco, figlioli miei, la mia Pasqua è piena ed è risorta: ricordate sempre di tenere alto il mio Santo Vangelo! Non scandalizzatevi delle mie parole, figlioli, siate coscienti, siate coscienti: io sono qui in mezzo a voi vivo e reale! Io ora vi lascio, figlioli del mio Cuore: verrò ancora in mezzo a voi. Vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni attraverso il Sacerdote eterno, il Sacerdote santo della mia Santa Croce: ascoltatelo, ascoltatelo, ascoltatelo perché lui parla col cuore, parla con la mia Santa Parola di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figlio mio, sigilla i tuoi figli col mio Santo Bacio, vai avanti e porta la mia Croce: figlio mio, non temere, il tuo cuore di Sacerdote sarà consolato! Ora sigilla i tuoi figli col mio Amore, con la mia Pace. Io vi sigillo: Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen per la Chiesa tutta e il mio Piccolo Giovanni (dice Amen per 28 volte portando le mani sulle labbra e allargando poi le braccia). Figlioli, non scandalizzatevi di ciò che vedete: ancora non potete comprendere! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre che io sono vostro Padre, figlioli, accostatevi nelle mie braccia, accostatevi come bimbi e poggiatevi sulle mie spalle: io sono vostro Padre e vi cullo col mio Amore! Non temete, figlioli miei, io voglio amarvi e vi aspetto: vi aspetto! Correte tra le mie braccia, figlioli del mio Cuore: ma ricordatevi di stringervi a me come vi stringete al Legno Santo della Croce! Ora preghiamo! <Giulia con noi>:E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen! Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen! Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen! Figlioli, ricordate sempre queste sante parole, non cancellatele: siano sempre vive e accese nei vostri cuori! Figlioli, io sono vostro Padre e desidero i vostri cuori ardenti di amore! Tu, croce mia, soffri ancora per l'umanità: fermati ancora un attimo a pregare e stringiti al Legno Santo della Croce Viva che è nel cuore del mio Sacerdote eterno.* (Giu) Sì, Gesù! (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <5> (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù) i vostri capricci! Siete talmente capricciose, non aspettate la mia parola: fatemi parlare e poi rispondete! Figlioli miei, non vi sto rimproverando: vi amo con tutti i capricci che avete! Grazie, figlioli del mio Cuore per essere rimasti a pregare con me! Figli, aspetto ancora i vostri capricci (noi: Ti amo, Gesù). Grazie grazie grazie grazie, figlioli!"

 

2) Ven 17/4/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io vi porto la mia Pace e il mio Amore, non restate sordi alle mie parole, non rinnegatemi ma venite a me come figli: ritornate ad essere figlioli del mio Cuore! Figli, guardatevi intorno, i flagelli vi stanno coprendo: figli, fermateli col vostro amore, con la santa penitenza, con la preghiera costante! Non andate di qua e di là, non cercate dii (dei) sconosciuti: io sono dentro di voi, nei vostri cuori ed aspetto il vostro amore! Figli miei, vi amo tanto, vi sto donando tutto, ma i vostri occhi ancora non mi vedono: figlioli, fate presto! Voi, figli Ministri, cercatemi anche voi e non dimenticate che io verrò! Voi, figlioli miei, Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti: camminate e tirate la mia Santa Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi! Figli, grazie per ciò che mi donate: siete i miei gioielli! vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

 

3) Dom 19/4/98, ore 8.50, a casa, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Croce del mio Gesù,* bevi, figlia mia,* i calici misti; i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i dolori del parto per l'umanità tutta.* (Giu) Mamma, tu grondi sangue! (Imm) Figlia mia, stanno sporcando il mio abito:* si stanno pulendo le mani al mio Abito di Mamma! i figli della perdizione trafiggono ancora il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù: tu, figlia mia, prega e immolati* con i dolori del parto. Vedi, figlia mia, io vengo in mezzo a voi a portare il Vangelo Vivo del mio Gesù: tienilo alto, figlia mia, e fallo tenere alto ai tuoi figli!* Camminate sempre sulla via che io vi sto segnando, la via fatta di croce e di sante spine: non toglietele, figlioli del mio Cuore!* Il mio Progetto viene da Fatima e niente e nessuno lo può cancellare! i figli della perdizione vogliono prendere il Progetto di Dio Padre: figlioli, pregate pregate pregate per loro perché il tempo della mietitura è vicino! Io come Mamma vi invito ancora a pregare* per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, figlioli del mio Cuore! Tu, piccola croce del mio Gesù,* bevi i calici di questa giornata e immolati ancora per i tuoi figli, per i figli Ministri, per la Chiesa tutta. (Giu) Mamma, dammi la forza!* (Imm) Piccola cocciuta del mio Cuore, conosco il tuo carico, vai avanti, stringiti sempre alla Croce del tuo Gesù: ciò che devi fare è grande perché Dio Padre vuole così, non fermarti, abbraccia l'umanità col tuo amore, col tuo Sì! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ora io vi lascio ma verrò ancora a portare la Parola Viva del mio Gesù: ricordate, figlioli, vivete in pienezza il Vangelo Vivo del mio Gesù! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santa Croce. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce del mio Cuore, soffri ancora per i tuoi figli e prega come tu sai fare. (Giu) Sì, Mamma!"

 

4) Giov 23/4/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi, e immolati ancora una volta con i dolori del parto per l'umanità tutta, per i figli Ministri: immolati, figlia mia, con i Dolori della Santa Croce!* (Giu) Gesù, sono amari!* (Ge) Sì, figlia mia, sono amari, li conosco: ma tu bevili* e immolati per l'umanità!* (Giu) Gesù, tu grondi sangue e il tuo abito è sporco di sangue!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è sangue dei flagelli:* bevi bevi ancora i calici!* (Giu) Gesù, mi tagliano la gola: sono talmente amari!* (Ge) Se non ce la fai, grida, anima mia!* (Giu) Gesù, aiutami:* stringi le mie mani!* (Ge) Figlioli, io sono venuto in mezzo a voi in questa serata a portarvi la Parola Viva e vi invito a viverla* in pienezza. Mi fermo ancora in mezzo a voi a parlarvi* del Legno Santo della Croce e vi invito a portarlo con amore. Figli, quando cadete sotto il peso della Santa Croce, siate gioiosi, fermatevi a guardarlo con amore, non lamentatevi del suo peso, ma con gioia alzatevi e camminate: abbracciate il fratello che non riesce a portarlo e caricatevi anche del suo peso. Figlioli miei, io vi amo* e come Padre vi offro il Legno Santo della Croce. Figli, vi ho scelti e vi ho chiamati figli e vi ho segnato col Legno Santo della Croce, non lasciatemi solo nell'Orto degli Ulivi, fermatevi e pregate con me: pregate per i figli e i fratelli della perdizione, i figli che trafiggono il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. Figlioli miei, allontanate i flagelli* che si abbassano sempre di più sull'umanità. Guardatevi intorno, figlioli miei, guardatevi intorno: stanno crollando le mie Mura e non fate nulla per alzarle! Figli, mi rivolgo a voi che siete riuniti in questa capanna e mi rivolgo al mondo intero. Figlioli miei,* pregate col cuore, distaccatevi dalle cose del mondo, legatevi al Legno Santo della Croce e non prostratevi ad altri dei: figlioli miei,* cercate il Legno Santo e fermatevi su di esso! Io vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre: non vengo a cambiare nulla, vengo a portarvi la Parola Viva del mio Cuore e della Santa Croce che vi ha donato la Vita, figlioli miei! Ora inginocchiatevi. Contemplate il Legno Santo della Croce e cercate cercate ancora nei vostri cuori* e togliete tutto quello che non mi appartiene. Tu, anima mia, grida sempre nel giusto del Vangelo e non temere* niente e nessuno: figlia, grida con la Voce della Croce e non fermarti! (Giu) Gesù, correggimi quando sbaglio! (Ge) Non temere, anima mia, ci sono sempre io al tuo fianco: parla con la mia Parola di Padre!* Ora bevi questo calice verde per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa.* (Giu) Gesù! (Giu) Lo so, è amaro, figlia mia,* ma bevilo e fatti aiutare dai tuoi figli. (Giu) Come faccio? non ce la fanno a berlo! (Ge) Offri a loro, figli mia, e falli lavorare nella mia Vigna: non temere,* poggia su di loro il mio calice.* (Giu) Gesù, dagli la forza: carica su di me la tua croce, ma dagli la forza di bere i calici che ci offri!* (Ge) Il tuo cuore è talmente grande, piccola cocciuta! (Giu) Perdonami, Gesù, ma se serve offri a loro il calice.* (Ge) Ora vai avanti, anima mia! (Giu) Gesù, il peso della Croce ha fatto cadere il Papa: sostienilo tu! (Ge) Figlia mia, questa è una delle prime cadute, ce ne saranno ancora: voi restategli vicino.* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Cammina ancora, figlia mia: porta tu la Croce per lui.* (Giu) Sì, Gesù!* Gesù, la strada è piena di sangue: come faccio a camminare sul sangue? (Ge) Cammina e non fermarti, ne vedrai ancora di sangue scorrere, ma non ti dico quale sangue è questo: vai avanti!* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora porta i tuoi figli nella Barca* e bevi il sangue:* bevilo per la Chiesa tutta e per l'umanità che trafigge il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma.* (Giu) Gesù, quanto è grande il tuo Amore per ognuno di noi! Quanto è grande il tuo Amore per ognuno di noi: perdonaci!* (Ge) Vi amo perché sono vostro Padre, vostro Fratello, vostro Amico e vostro Figlio: imparate ad amare anche voi, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo, figlioli miei! Ora prepara il tuo cuore e il cuore dei tuoi figli.* (Giu) Gesù, misericordia misericordia misericordia per me, misera peccatrice, e per i miei figli: misericordia misericordia misericordia! (Ge) Preparati, anima mia: preparati, anima mia! Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli miei, io sono in mezzo a voi vivo e reale: siate coscienti della mia presenza viva in mezzo a voi, amate e perdonate i vostri nemici, usate carità verso tutti. Figlioli, ricordate sempre di non togliere nessuno dalla santa preghiera! Cercate, cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene! Figlioli, ricordate che io vedo e sento ogni cosa, dinanzi al mio sguardo non potete nascondere nulla: io sono vostro Padre, figli del mio Cuore! (Giu) Padre Padre: benedici, Padre mio! benedici, Padre mio! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, il mio Banchetto è qui in mezzo a voi, accostatevi con amore perché io voglio mangiare e bere con ognuno di voi: voglio far festa con ognuno di voi! Vai avanti, anima mia! (Giu) Padre, ecco il tuo Calice: benedici, Padre, poggia la tua mano santa! (Ge) Ecco, figlioli miei, l'Agnello Immolato è in mezzo a voi: ecco la mia carne, ecco il mio sangue, fate festa, spose del mio cuore! Beati voi che accogliete la mia Parola. Beati voi che mangiate e bevete con me. Siate coscienti che io sono qui in mezzo a voi e vi offro il mio Corpo e il mio Sangue: , figlioli, offrite il mio Amore e la mia Pace all'umanità e non togliete nessuno! Figlioli, restate uniti come è unita la Croce: restate uniti col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, figlioli del mio Cuore! Ora, piccola Croce, bevi del mio calice.* Ora, figlioli miei, accostatevi a mangiare e a bere con me, siate coscienti del mio Amore, del mio Banchetto di Pace e di Luce: Venite, figlioli! Mangiate con me il mio Amore e la mia Pace! mangiate con me il mio Amore e la mia Pace! mangiate con me il mio Amore e la mia Pace! mangiate con me il mio Amore e la mia Pace! mangiate con me il mio Amore e la mia Pace! mangia con me il mio Amore e la mia Pace! mangiate per il Padre, per il Figlio e per lo Spirito Santo! Tu, croce del mio Cuore, alla fine della preghiera mangia il mio Cuore e donalo all'umanità.* Ecco, figlioli miei, la mia Pasqua è piena ed è risorta: è Pasqua Viva, è Pasqua di Pace, è Pasqua del Padre! Figli, non scandalizzatevi di queste mie parole: ma amate amate amate col mio Cuore e donate ai fratelli tutto quello che io dono ad ognuno di voi. Figli miei, è dolce stare con voi, è dolce mangiare e bere il Calice del Padre con ognuno di voi. Siate coscienti di queste mie parole: siate coscienti di essere dinanzi al Cuore del Padre! Figli, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a mangiare e a bere con voi. Figli, aspettatemi col cuore aperto! Io vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: vi sigillo col Padre, vi sigillo col Figlio, vi sigillo con lo Spirito Santo, vi sigillo col Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli del mio Cuore, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre che io vi dono il mio Cuore per donarlo all'umanità, ai figli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, ai figli che non conoscono il mio Amore e la mia Pace: voi cercateli e offrite il Pane dell'Amore! Figlioli, ricordate ancora: quando pregate con questa preghiera: io sono vostro Padre! Figli, ricordatevi di bussare al mio Cuore di Padre: sappiate che io vi dono tutto quando bussate con amore, quando bussate col cuore pulito! Figlioli miei, ricordatevi che io sono vostro Padre e vi amo, vi amo e vi aspetto, figlioli del mio Cuore! Ricordatevi che io vedo ogni vostro piccolo errore e come Padre vi chiedo ancora di pulire i vostri cuori. Ora preghiamo! <Giulia con noi>:E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen! Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen! Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Figlioli del mio Cuore, quando ripetete queste parole, ricordatevi ancora che io vedo i vostri cuori: ricordatelo, figlioli miei! Tu, piccola croce, dovrai soffrire ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! Perdonaci, perdonaci ancora, Gesù, e insegnaci a camminare sulle sante spine (Ge) Figlia, prega come tu sai fare. (Giu) Sì, Gesù!* Ti, amo, Gesù! Ti, amo, Gesù! Ti, amo, Gesù! Ti, amo, Gesù! Ti, amo, Gesù! <5>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (presenti: Ti, amo, Gesù!) i vostri capricci. Figlioli miei, imparate ad ascoltare la mia Voce di Padre. (Giu) Perdonaci, Gesù!* Ti, amo, Gesù! Ti, amo, Gesù! Ti, amo, Gesù (3), e ti chiedo perdono per l'umanità tutta che ancora non riesce a sentire la tua Voce di Padre. (Ge) Vi amo, figlioli: andate in pace e portate la mia Pace all'umanità!"

 

5) Ven 24/4/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io ho accettato con amore il Legno Santo della Croce e l'ho abbracciato per ognuno di voi. Mi sono donato per amore: figli, donatevi anche voi, ma donatevi per amore! Figli, ricordate sempre che il Grande Segreto è l'Amore: non fatevi trascinare dal mio nemico, lui non ama perché non vuole la pace ma la guerra e vi porta sulla sua via e non vi fa amare. Figli, combattetelo col donare ai fratelli e al mondo l'Amore Pieno della Santa Croce e quanto° me ne ha donato lui a me: era così grande da abbracciare l'umanità intera, figlioli, ed io l'ho donato tutto a voi l'Amore della Santa Croce, figli! Voi, figli Ministri, donate anche voi il mio Amore pieno, lasciate l'amore del mondo e stringetevi all'Amore che viene dal Legno Santo della Croce. Voi Quattro del mio Santo Vangelo, andate avanti, tirate sempre la mia Barca e non fermatevi: io vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen."

 

6) Messaggio alla Quercia del 24 aprile 1998 (ore15.24, more solito)

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com’era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù,* bevi anche in questa giornata i calici misti* del tuo Gesù, i calici verdi* e i calici rossi, e immolati con i dolori della Croce per l'umanità tutta:* bevi* bevi, figlia mia, e soffri nel Silenzio della Croce per i tuoi figli!* (Giu) Mamma, tu grondi sangue: cosa t'hanno fatto?* (Imm) Figlia, il sangue che tu vedi* è sangue dei flagelli e in questo attimo i figli della perdizione stanno trafiggendo il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù.* Figlioli, figlioli del mio Cuore, decidetevi su cosa volete fare! Io vengo in mezzo a voi a portare il Vangelo Vivo del mio Gesù e vi porto il Sigillo della Santa Croce. Figlioli, io vi chiedo come Mamma di restare uniti al Legno Santo della Croce: ve lo ripeto più volte, figli miei, perché una Mamma ripete sempre ai propri figli ciò che è giusto da fare. Io vengo mandata da Dio Padre per raccogliervi. Figli, siete dispersi: andate di qua e di là e non vi sapete fermare dinanzi al Legno Santo della Croce! Io vengo solo per questo, figli miei: vi porto il Legno Santo della Croce e il Santo Vangelo. Ricordate, figlioli miei, non ci sono altre vie e Gesù ha portato e ha scelto la Santa Croce perché vi ama. Figli cari, voi amate amate amate il Legno Santo e cercate solo esso! Non pensate che sia una ripetizione ciò che io vengo a portarvi in questo luogo santo e nel mondo intero: figlioli miei, io vengo in ubbidienza al Padre a portare la Parola Viva e a poggiare su di voi il Mio Manto Materno di mamma. Ah, figli miei, come vorrei che foste tutte mamme mamme mamme del Santo Vangelo e della Santa Croce! Figli, vi ripeto ancora una volta di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate, figlioli miei, pregate, pregate col cuore, e non lasciate nessuno fuori della preghiera! Figlioli miei, quando dico: Non lasciate nessuno, io vedo i vostri cuori che ancora sono carichi di odio! non riuscite ancora ad amare e a perdonare coloro che vi fanno del male e io come Mamma piango: il mio Cuore gronda sangue! Figlioli, figlioli del mio Cuore, togliete tutto quello che non appartiene a Gesù: toglietelo dai vostri cuori! Sappiate che il mio Progetto è Progetto d'Amore e di Pace: il mio Progetto viene da Fatima e se voi non riuscite a perdonare e ad amare non potete camminare dietro il mio Cuore di Mamma! Figlioli,, non è un rimprovero, è un Abbraccio di Mamma verso i propri figli indicandovi a camminare con amore e umiltà! Gioite col mio Cuore, gioite con cuore pulito, gioite con i Profumi dell'Amore, gioite abbracciando la Santa Croce come l'abbracciava il mio Gesù! E' dolce il suo Profumo, figlioli miei. accostatevi e stringetelo con amore: se voi vi accostate col cuore, riuscite a sentire il suo Profumo, il suo Amore! Figlioli miei, figli del mio Cuore di Mamma, riempite i vostri cuori di Croce e offritelo/i ai vostri nemici, offritelo/i ai figli che non trovano la forza di abbracciare il Legno Santo. Figli miei, mi rivolgo a voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato: quando stringete il Legno Santo della Croce ricordatevi che il mio Gesù è vivo e vi ama! ricordatevi di abbracciarlo come vostro Figlio, Fratello e Padre! Tu, figlio Mario, Sacerdote santo della Croce, non fermarti dinanzi alle persecuzioni, vai avanti, figlio mio, perché ce ne saranno ancora, ma il mio Cuore di Mamma è stretto al tuo cuore: grida, figlio mio, grida col Santo Vangelo e porta i tuoi figli nella Santa Barca del mio Amore! Voi, figlioli del mio Cuore, pregate, pregate col cuore e fermate i flagelli che si abbattono sull'umanità: imparate il Segreto dell'Amore, fate scudi di cuore° e d'amore e sconfiggete il mio nemico, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, dovrai soffrire ancora per l'umanità: non scoraggiarti, figlia mia, ma cammina e porta tu la Croce del mio Gesù! (Giu) Mamma, dammi la costanza e la forza e perdonaci se ancora non sappiamo camminare e non riusciamo a capire cosa ci chiedi! Mamma, perdonaci: perdona me, misera peccatrice, perdona i miei piccini! (Imm) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, impasta la farina per i tuoi figli: impastala con me e offrila ai figli Ministri, alla Chiesa tutta.* (Giu) Sì, Mamma!* Mamma, anche il Papa impasta la farina? (Imm) Sei meravigliata? Figlia, Anche lui è Mamma, impasta la farina per i propri figli: mettiti vicino a lui e impasta con lui!* (Giu) Grazie, Mamma: il peso si alleggerisce! (Imm) Ora impasta, figlia mia, e offri all'umanità. Ora prendi questo fanciullo! (Giu) Mamma, cosa devo fare? Chi è? (Imm) Consegnalo al figlio santo. (Giu) Mamma, chi è il fanciullo? (Imm) Tu, consegnalo! (Giu) Mamma, ti supplico: puoi spiegarmi? ma se sbaglio perdonami! (Imm) Non temere, in seguito ti sarà detto ciò che dovrai dire al figlio Mario: per adesso ti dico solo che il Fanciullo ha con sé la Spada! (Giu) Mamma, dammi il tuo respiro perché il mio viene meno! (Imm) Non spaventarti, anima mia, Io sono la Mamma della Croce: sono la Regina della Pace e dei Miracoli! Non spaventatevi, figlioli! Ora, figlioli miei, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi invito ancora ad amare: amate amate! pregate e usate carità verso tutti, figlioli del mio Cuore: ricordate sempre che io sono vostra Madre, Madre del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figlioli miei, chinate i vostri capi e accogliete l'Amen del Padre: Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen (24). Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete, figlioli miei, nel Segno Santo della Santissima Eucarestia. Tu, croce mia, soffri ancora e bevi ancora i calici misti per i tuoi figli, per l'umanità tutta. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

 

Perché il Papa impasta la Farina?

Risposta: "Perché è mamma anche lui?" Mamma di chi? Di Gesù, l'Uomo Perfetto che la Chiesa aspetta e che io già vedo nel fanciullo consegnato a me Sacerdote e quindi a tutti i Sacerdoti. E' quanto ho detto altre volte: il Trionfo del Cuore Immacolato di Maria è insieme Trionfo dell'Eucarestia e del Sacerdozio, ma è pure Trionfo di tutti perché è il Trionfo dell'Amore e del Perdono. E' dal Cuore di Mamma di Maria, Madre nostra e Madre del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, che sta per scendere per sempre tra noi il suo Bimbo con la Spada dell'Amore: "Per adesso ti dico solo che il Fanciullo ha con sé la Spada!"

 

7) Dom 26(4/98, alla Quercia, ore 15.30, more solito

"(Inizio non registrato) … ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del mio Gesù,* i calici verdi e i calici rossi,* e immolati ancora una volta* con i dolori del parto per l'umanità tutta. Figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi* e il Servo Santo della Croce. Figlioli cari, come Mamma io vi invito ad essere coscienti della Parola Viva del mio Gesù che porto in mezzo a voi: vivete in pienezza il Vangelo Vivo di questa santa giornata (3/C di Pasqua). Figlioli cari, io sono Mamma e conosco ogni vostro pensiero: figlioli, lo raccolgo e lo porto ai piedi della Santa Croce e vi invito ad essere mamme della Sofferenza, mamme dell'Amore e della Carità. Figlioli miei, togliete tutto quello che non appartiene a Gesù: toglietelo, figlioli cari, pulite i vostri cuori e presentateli dinanzi alla Santa Croce. Chiedete, figlioli miei, nel giusto del Vangelo e il Padre ve lo concede, ma vi raccomando, figlioli: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Io sono la Mamma della Croce, Mamma della Sofferenza, e invito ognuno di voi ad accettare la Santa Sofferenza, non togliete le sante spine, se volete arrivare al Trono del Padre abbracciate con amore la Santa Croce: figlioli, tenetela stretta e come soldati combattete con me la Battaglia dell'Amore! Il mio Cuore Immacolato trionferà, è la mia Promessa di Fatima e non viene meno, figlioli miei, ma voi pregate pregate e fermate i flagelli col vostro amore, con la vostra sofferenze: usate carità verso tutti, figlioli miei, ma come Mamma vi ripeto ancora una volta di tenere alto il Vangelo! Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, camminate sulla Via-Mamma: non sporcate gli abiti che indossate! Sappiate che il mio Gesù verrà: non chiudete la porta, siate pronti e preparati al suo arrivo! Figlioli miei, non cacciatemi fuori! Io sono la Mamma della Croce e dell'Amore e vi amo, vi amo, figlioli miei, non sporcate ancora il mio Abito di Mamma: non ascoltate la voce del mio nemico che vi trascina fuori della Santa Croce! Figli, alzate le Mura che stanno crollando: amate col cuore di Gesù e accogliete i miei Piccoli Giovanni! Voi, figlioli che siete riuniti in questo santo luogo, amate col Cuore della Croce e portate la Luce della Verità del Santo Vangelo ai miei piccoli. Io vi ho scelti come Soldati dell'Amore e della Pace: figlioli miei, andate avanti! Accogliete la mia Santa Benedizione di Mamma: vi benedico col Cuore della Croce nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Io verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: aspettatemi, figlioli miei! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i miei calici misti, i Calici della Croce, i Calici del Parto, e soffri per i tuoi figli! (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la costanza e la forza! (Imm) Vai avanti, piccola cocciuta della Croce di Gesù! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode Lode Lode Lode Lode (7). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Figlioli, vi stringo al mio Cuore Materno e vi bacio con l'Amen della Croce: portatelo all'umanità! (Giu) Grazie, Mamma!"

 

8) Giov 30/4/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, croce mia,* bevi ancora i calici misti,* bevi* i miei calici verdi e i calici rossi,* e bevi con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta;* bevi, figlia mia: se non ce la fai, grida* perché i dolori del parto sono ancora pesanti!* (Giu) Gesù, tu grondi sangue e la Roccia dove sei seduto gronda sangue!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è sangue degli Innocenti: vedi, figlia mia, come scorre!* (Giu) Gesù, dimmi cosa posso fare!* (Ge) Figlia, siete in pochi a pregare: ancora non riuscite a fermarlo! siate costanti con la preghiera: pregate pregate pregate, figlioli miei!* Tu, anima mia, bevi ancora i calici* e immolati ancora con i dolori del parto!* Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e vengo a portarvi il Vangelo Vivo del mio Amore. Figlioli miei, in questa serata io mi fermo ancora a parlare del Legno Santo della Croce, vi invito ad amarlo col cuore, vi invito a cercarlo: figlioli miei, cercatelo cercatelo cercatelo col cuore! Tu, anima mia, preparati a bere questo calice. (Giu) Gesù, è diverso dagli altri! (Ge) Sì, figlia mia:* tieni in segreto ciò che ti dico (Lo farà per iscritto domani), bevi il calice e dopo di' tutto quello che senti al figlio santo, al Sacerdote del mio Cuore. (Giu) Gesù, aiutami a bere questo calice.* (Ge) Ora, ascolta!* Bevi, figlia mia!* (Giu) Gesù, sostienimi!* (Ge) Bevi ancora:* non spaventarti, croce del mio Cuore! (Giu) Gesù, tu sei il mio Gesù?* Sei il Gesù della Croce?* <nel senso qui della povertà perché Giulia, pur non vedendo, sente dal cuore che per quanto scriverà domani ci vorranno soldi e si meraviglia che Gesù chieda questo a lei che non ne ha>. (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, sono io, il Gesù della Croce, il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi: non temere! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Non temere, anima mia, fai bene a chiedere perché io vengo in mezzo a voi per volere del Padre: vengo a portarvi il Santo Vangelo, la Parola Viva,* e vi invito a tenerla alta e a viverla in pienezza, figlioli miei! Ora mi fermo ancora a parlare del Legno Santo della Croce. Figlioli miei, avete assaporato il suo Amore? L'avete stretta ai vostri cuori? Quanto l'amate? Vi fermate a pensare? No, figlioli miei, pensate poco al Legno Santo dell'Amore! Io come Padre vi guardo ad uno ad uno, guardo i vostri cuori e li trovo ancora di qua e di là: non riuscite a staccarvi dalle cose del mondo! Figlioli miei, io parlo al mondo intero e a voi che siete riuniti in questa piccola Capanna d'Amore e di Pace: io l'ho scelta come Capanna della Povertà della Santa Croce. Figlioli miei, in questa serata vi invito ad essere piccoli e poveri, vi invito ad accogliere i vostri fratelli, i miei poverelli nelle vostre case, nei vostri cuori. cercateli, figlioli miei, cercateli e non lasciateli fuori della santa preghiera, offritegli il mio Amore, il mio Cuore, offritegli tutto quello che io dono ad ognuno di voi! Figli miei, quando io parlavo ai miei discepoli gli dicevo di fare tutto questo, ma oggi i miei figli Ministri non lo fanno: non si fermano dinanzi ai poverelli! Ah, come mi si stringe il Cuore! Figlioli miei, io vi ho donato il figlio santo, il figlio Mario, ve l'ho donato, figlioli miei, ma voi non riuscite a capire ciò che lui vuole dirvi, non riuscite a vedere ciò che lui è. Figli miei, aprite i vostri occhi e guardate con gli occhi del cuore: voi, figli che vi unite a questa santa preghiera, guardate con gli occhi del cuore ciò che io vi ho donato e vi dono attimo per attimo attraverso il figlio santo del mio Cuore! Io sono Padre e posso parlare, posso dire ciò che lui è: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti, figlioli del mio Cuore! Sollevate la Piccola Croce. Inginocchiatevi anche voi, figlioli miei, inginocchiatevi: guardate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene, figli miei, figli del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i Calici della Croce e soffri per l'umanità tutta, soffri e bevi i calici per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: figlia mia, porta tu la Croce per lui,* non lasciarlo solo nell'Orto degli Ulivi! Tu, figlio Mario, figlio santo, fai ciò che è nel tuo cuore^ come Sacerdote santo, Sacerdote della mia Croce e del mio Amore: vai avanti e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno! Tu, croce del mio Cuore dovrai soffrire ancora, non spaventarti per le persecuzioni che verranno ancora: figlia mia, l'hanno fatto a me e lo faranno ancora, ho mandato Giovanni (=il Battista)° e non l'hanno ascoltato, ho mandato altri figli prima di te, croce mia, e non li hanno ascoltati, ora ho scelto voi, Piccoli Giovanni del mio Cuore e non vi ascoltano! Io mi fermo e mando su di voi il mio Amore, la mia Pace, la mia Luce e vi segno col Segno Tremendo della Santa Croce. Figlioli miei, andate avanti e non fermatevi perché io non vi lascio e manderò ancora i Piccoli Giovanni a portare la mia Parola, il mio Amore e la mia Pace. Voi, figli Ministri, tenete alto il mio Santo Vangelo e donatelo ai figli, ai fratelli, agli emarginati così come io l'ho donato: non cambiate nulla, figlioli miei, io sono il Dio Antico: la mia Parola non viene meno, figlioli del mio Cuore! Ora guardate ancora: cercate cercate cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene! Figlioli miei, siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, poggiati ancora sulla mia Santa Croce e soffri nel silenzio: soffri, figlia mia, per l'umanità tutta! (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza: Gesù, tienimi stretta! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, quando non ce la fai stringiti al Legno Santo della Croce e non fermarti: vai avanti, anima mia! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora bevi* e preparati, anima mia: prepara i tuoi figli al mio Banchetto di Luce e di Pace. Sollevate la Piccola Croce: sostenetela, figlioli miei! Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, non spaventatevi, figlioli del mio Cuore: io vi amo! Figli miei, è dolce stare con voi, è dolce abitare nei vostri cuori! Figlioli miei, io voglio abitare in ognuno di voi, voglio far festa con ognuno di voi, figlioli miei, e vi chiedo ancora una volta di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Ora preparate i vostri cuori e tu, croce mia, preparati! (Giu) Padre Padre Padre mio: benedici, Padre mio! Padre Padre Padre mio, benedici! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, vai avanti! (Giu) Padre, perdona me, misera peccatrice, perdona i miei figli: aiutaci ad amare col tuo Cuore, aiutaci ad essere una famiglia: aiutaci ad essere la Famiglia della tua Santa Croce! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, unisci i tuoi figli: stringiti al Legno Santo della Croce! (Giu) Padre, stringi le mie mani! (Ge) Vai avanti, anima del mio Cuore! (Giu) Grazie, Gesù! Padre, io ti offro il Calice dell'Amicizia: benedici, Padre mio! (Ge) Figlioli, in questo attimo io vi chiedo di essere coscienti del mio Amore e della mia Presenza viva e reale in mezzo a voi. Io voglio mangiare e bere con ognuno di voi e vi offro il mio Sangue e la mia Carne: Mangiate e bevete con me, figlioli miei! Beati voi che credete nel mio Amore. Beati voi che amate la Santa Croce. Beati voi che donate tutto per amore mio. Beati voi che cercate la mia Pace e il mio Amore. Beati voi che mangiate e bevete con me, figlioli del mio Cuore. Beati voi che avete fame e sete della mia Santa Parola. Beati voi che siete riuniti in Nome mio. Benedici, figlio santo. Ora io mangio e bevo con ognuno di voi, figlioli miei: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti della Misericordia Infinita del Padre! Figlio mio, bevi tu. Croce del mio Cuore, bevi il Calice del mio Amore. Ora accostatevi a mangiare e a bere con me, figlioli miei! Non scandalizzatevi del mio Amore Infinito: Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! <11>.Figlio Mario, poggia la tua mano santa: battezza col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo (si è accostata la Giulia albanese). Creatura mia, rinasci nel mio Amore e nella mia Pace: porta ai tuoi figli, ai tuoi fratelli il mio Amore e la mia Santa Croce. Non temere niente e nessuno, figlia del mio Cuore, sia la Santa Croce il tuo Sigillo: portalo all'umanità, vai in pace! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! Venite e mangiate la mia Pasqua! <4+11=15>.Figlio Mario, offri il mio Amore e la mia Pace ai tuoi fratelli: tu sai a chi donare (il pane rimasto). Io vi ho donato il mio Cuore, la mia Pace: vi ho donato il Sigillo della Santa Croce perché la mia Pasqua è Viva, la mia Pasqua è Piena, la mia Pasqua è Risorta con ognuno di voi. Figlioli miei, io vi amo e vi dono tutto perché sono vostro Padre! Figlioli miei, non scandalizzatevi di ciò che vedete e udite: non scandalizzatevi del mio Amore! Siate coscienti, siate coscienti che io sono in mezzo a voi: sono il Gesù Vivo, il Gesù Vero, il Gesù Risorto e non vi sono altri dei all'infuori di me! Figlioli, vi ho donato il mio Sangue e la mia Carne: amate col mio Cuore, amate i poverelli, gli emarginati, i figli drogati e non lasciate nessuno fuori della preghiera, figlioli cari! Tu, piccola croce del mio Cuore, alla fine della preghiera, mangia il mio Cuore e donalo ai tuoi fratelli: non tenere nulla per te, ma offrilo all'umanità, figlia mia! Ora io vi lascio ma vi sigillo col Bacio Santo del mio Amore, figlioli, non scandalizzatevi del mio Santo Bacio, io ve lo dono attraverso il figlio santo dell'Amore e della mia Santa Croce: figlio mio! Accostatevi anche voi al Santo Sigillo del mio Amore e non scandalizzatevi, figlioli del mio Cuore: non scandalizzatevi della mia Pace! Mando su di voi il Sigillo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli miei, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figlioli, quando vi unite a pregare, ricordate di distogliere i vostri pensieri dalle cose del mondo: legate il vostro cuore al Cuore del Padre e formate la Grande Famiglia della Pace, la Grande Famiglia dell'Amore, la Grande Famiglia della Comunione col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figlioli miei, non lasciate fuori i vostri nemici, non pensate: Quello mi ha fatto del male e io non lo lego alla mia catena! No, figlioli, cercate cercate le persone che vi hanno fatto del male e legateli alla mia Santa Catena: portateli al mio Cuore e uniti al vostro cuore. Figlioli miei, formate così la Grande Famiglia dell'Amore! Amate amate amate perché se riuscite ad amare, i vostri volti brilleranno di Luce come brilla il Volto di Maria dinanzi al suo amare! Figlioli miei, pregate così in questa serata: pregate col cuore pieno d'amore perché io prego con voi. Preghiamo, figlioli! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli, ricordate sempre queste sante parole: non dimenticatele! Ora io col Cuore di Padre do ad ognuno di voi il mio Amen: Amen Amen Amen! Offritelo al mondo, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, fermati ancora un attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu) Sì, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! <6>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci, (noi: Ti Amo, Gesù!) figlioli del mio Cuore! (Giu) Perdonaci, Gesù!"

 

9) Primo Maggio 1998, a casa, ore 10.40

Riceve: a)la Preghiera a Maria del Primo Maggio, b) il messaggio del Venerdì, c) La richiesta di una stanza al terzo piano

 

  1. La Preghiera a Maria (orale)

    "Vieni, figlia, scrivi per Maria, non temere: sono io il tuo Gesù col Padre e lo Spirito Santo. Figlia, gioisci con la Croce e vai avanti!

    Maria, Colomba Pura,

    tu che hai amato ed ami l'umanità intera,

    tu che hai atteso il Figlio di Dio

    e lo hai donato al mondo con Amore Materno,

    aiutaci a sapere aspettare il tuo Unico Figlio

    nel suo Ritorno di Unione, di Pace con l'umanità intera. Amen.

    Un'Ave secondo l'intenzione del Padre."

  2. Messaggio del Venerdì (in crocifissione, orale)

"Parla Gesù al mondo: - Figli del mio Cuore, camminate con la mia Croce, perché i tempi del Padre sono alle porte: io non sono un Dio che corre, io cammino nel Silenzio del mio Vangelo! Vi amo, figli miei, e vi sto donando le mie ultime grazie: figli, sappiate cogliere, non fermatevi dinanzi alle cose del mondo. Figlioli miei, il mio nemico vuole la morte di ognuno di voi e vi porta di qua e di là per farvi perdere la mia via: voi, figli non ascoltatelo e rifugiatevi nel mio Cuore che è sempre aperto per ognuno di voi. Voi, figli ministri, coronate il Cuore di Maria, Madre mia e Madre vostra, col vostro donarvi in pienezza per amore della Santa Croce: figli, non lavorate per i vostri comodi, ma lavorate per Maria e con Maria! Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo: andate avanti e non fermatevi, anche se il carico è pesante, figlioli miei! Io sono sempre con voi: vi amo, figli, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

 

c) Una stanza in soffitta per l'Avvento della Croce

con altari a Giovanni, Pietro e Telesforo

E' questo il segreto di ieri sera che hanno fatto scrivere oggi a Giulia:

"Figlia mia, di' al figlio Mario ciò che ti dico: - Figlio, vi chiedo una stanza al terzo piano. di questa casa: lo chiedo a te figlio Mario, al figlio Pasquale e alla Piccola Croce. Tu, figlio Mario, sai come fare^. La stanza deve essere lunga, ad una navata, ci devono essere tre altari, una in centro e due laterali, ad ogni altare ci deve essere una palma; ci metterete l'immagine di Giovanni, Pietro e Telesforo; al centro dell'altare metterete una Croce. Il colore dei mattoni deve essere luce, così pure le pareti"

^ Tu sai come fare? Il messaggio non mi è chiaro. Chiedo spiegazioni sia giovedì 7/5 che venerdì 8/5 e il quadro viene più chiaro. Sulla parete centrale ci sarà la Croce, davanti ad essa e staccato verrà l'altare di S. Giovanni, a destra di Giovanni l'altare di S. Pietro e a sinistra quello di S. Telesforo, il V Papa (125-135), protettore di Thurio, ma anche un greco proveniente da Thurio e che introdusse nella Chiesa lo spirito della Quaresima: porta quindi l'immagine della Chiesa povera e penitente, mentre in Pietro c'è l'Istituzione e in Giovanni la Chiesa dell'Amore. Le tre palme indicano la pace che deve coinvolgere tutta la Chiesa e in tutte le sue espressioni. Gli altari saranno di marmo e distaccati dalle tre pareti: quella di Pietro e Telesforo devono devono essere ad angolo retto rispetto a quello di Giovanni ma quasi verso il centro della stanza, le loro immagini, ognuna adorna di palma, saranno davanti ai rispettivi altari. Così il quadro è più chiaro, fattibile e piacevole artisticamente. Non avendo interpretato così le varie indicazioni mi ero lamentato e avevo detto a Giulia di dire a Gesù: che, come avevamo capito, veniva artisticamente male!

Dunque, Gesù dopo la scelta di una grotta o stalla per la prima venuta, sceglie ancora la via della povertà nel terzo piano della casa di Giulia, che è poi la soffitta, per avere la sua mansarda e contemplare e benedire in silenzio il mare e i monti della Calabria! Lui è capriccioso. Non ha voluto dare fastidio a Giulia e né ha voluto toglierle la libertà e proprietà degli altri due piani dove era possibile, facile ed economico preparargli subito la stanza. Ma gliela prepareremo quanto prima e, se gradisci concorrere, contatta l'economo dei lavori che vive alle falde dell'Armo di S. Elia (Don Mario Riccio * Cas. Post. 33 * (85044 * Lauria). Ricorda quanto Gesù ha detto il 30/4c.a.: "Io parlo al mondo intero e a voi che siete riuniti in questa piccola Capanna d'Amore e di Pace: io l'ho scelta come Capanna della Povertà della Santa Croce". Sceglila anche tu!

 

10) Dom 3/5/98, ore 15.30, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del mio Gesù e immolati ancora una volta con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità.* Figlia mia, i dolori sono sempre più forti,* se non ce la fai,* grida anima mia:* non temere niente e nessuno!* (Giu) Mamma, aiutami, aiutami, dammi la costanza e la forza di sopportarli con amore:* tienimi stretta perché le mie forze vengono meno!* (Imm) Sei sempre più cocciuta, anima mia, ma vai avanti: cammina e non fermarti!* (Giu) Mamma, il tuo viso è talmente bello: ma è sporco di sangue! (Imm) Figlia mia, come può una Mamma non piangere! vedi, figlia mia:* tu vedi a parte, non vedi tutto quello che io vedo! Il tuo cuore si strazia, ma il mio Cuore di Mamma gronda sangue* per l'umanità tutta: io vedo le Mura della Casa del Figlio mio che crollano e voi siete in pochi a pregare! I figli Ministri si disperdono di qua e di là e si preoccupano per le cose del mondo: non guardano il Legno Santo della Croce! Ah, quante pecorelle si perdono e nessuno li raccoglie: io col mio Gesù veniamo a raccoglierli! Voi, figlioli del mio Cuore, non lasciate nessuno fuori della preghiera: raccogliete le vostre pecorelle e portatele al mio Gesù! Io sono la Mamma della Croce, vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre: vengo a portarvi il Vangelo Vivo, la Parola del mio Gesù. Figlioli miei, vi raccomando, vivete in pienezza il Vangelo Vivo del mio Gesù, tenetelo alto e non dimenticate nessun fratello: portategli l'Amore e la Pace del mio Gesù: Usate sempre carità verso tutti, figlioli: aprite i vostri cuori e accogliete i piccoli, i poveri, gli emarginati e portate l'Amore del mio Gesù. Unite anche i vostri cuori, figlioli miei! Io sono Mamma e conosco ogni vostro pensiero, ogni vostro desiderio: figlioli miei, bussate sempre alla Porta del Padre, bussate nel giusto del Vangelo e non siate frettolosi! Il mio Gesù vi dona tutto quello che è giusto, sappiate aspettare, figlioli miei! Io come Mamma in questa giornata vi invito a pregare: pregate pregate pregate col cuore e non fermatevi, figlioli miei! Pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, non lasciatelo solo: tu, croce del mio Cuore, porta la Croce per lui, immolati ancora! (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la costanza e la forza!* (Imm) Vai avanti, croce del mio Gesù, e non fermarti! Figlioli, in questa giornata io vi chiedo ancora di pregare col cuore: pregate e fermate i flagelli che scendono ancora sull'umanità. Pregate per i figli della perdizione: i figli che sporcano l'Altare della Misericordia con false parole! Ah, come trafiggono il mio Cuore:* figlioli miei, pregate per loro perché non sanno quello che fanno! Tu, croce del mio Cuore,* bevi ancora* i calici misti del tuo Gesù.* (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figli miei, vi chiedo ancora una volta di essere coscienti di questo santo luogo e della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Il mio Progetto viene da Fatima e questo luogo sboccerà col Trionfo del mio Cuore Immacolato e Addolorato di Mamma: siate anche voi Mamme della Croce e dei Dolori! Figlioli, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santa Croce,. Tu, cuore del mio Gesù, soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Vi offro l'Amen del mio Cuore Immacolato: accettatelo, figlioli miei! Lode Lode Lode Lode (4).Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Giu) Grazie! grazie! grazie, Mamma! Mamma, Mammina del mio Cuore!"

 

11) Giov 7/5/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora* i calici misti, i calici verdi e i calici rossi, e immolati ancora con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta:* bevi, figlia mia, ma, se non ce la fai, grida perché i dolori sono sempre più pesanti!* (Giu) Gesù, stringi le mie mani: stammi vicino!* Gesù,* tu grondi sangue! (Ge) Figlia, se non ce la fai con i dolori, grida:* non essere cocciuta!* (Giu) Gesù, quanto sangue esce dalla Roccia!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è il sangue dei flagelli che si abbatte ancora sull'umanità. Pregate, figlioli, pregate* e fate compagnia al mio Piccolo Giovanni, cioè al Papa, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi:* figlia, bevi questo calice per lui!* (Giu) È amaro, Gesù!* (Ge) È amaro perché è verde, figlia mia!* (Giu) Gesù, mi taglia la gola: è troppo amaro, aiutami!* Gesù, che fa il Papa?* (Ge) Bevi il calice per lui!* (Giu) Gesù, perché raccogli quel sangue?* <potrebbe far riferimento agli omicidi-suicidio tra le guardie svizzere di questi giorni> (Ge) Non parlare, guarda soltanto, anima mia:* tieni nel tuo cuore ciò che hai visto. (Giu) Gesù, dammi la forza: dopo quello che ho visto le mie forze vengono meno! Gesù, trafiggi il mio cuore, ti supplico, fa' qualcosa!* (Ge) Coraggio, anima mia, vai avanti, prega e fai pregare i tuoi figli:* bevi ancora del calice!* Ecco, figli miei, io sono in mezzo a voi vivo e reale, vengo a portarvi la Parola Viva e vi chiedo di essere coscienti, tenete sempre alto il mio Santo Vangelo perché io non vengo a cambiare nulla, figlioli miei, vengo a portarvi il mio Pane Vivo: voi, figlioli miei, non lasciate nessuno senza il mio Pane: datelo a tutti, figli miei! In questa serata il mio Cuore di Padre gronda sangue per l'umanità tutta! Figli, fatemi gioire col vostro amore: fatemi gioire col vostro Sì totale alla Santa Croce! Tu, anima mia, stringiti al Legno Santo della Croce ché dovrai soffrire ancora per l'umanità tutta. Figlia mia, prega e apri il tuo cuore, come tu sai fare, per i tuoi figli.* (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, vai avanti, tira la barca che ti è stata consegnata e non fermarti: porta i tuoi figli e non farli disperdere! (Giu) Gesù, come faccio? (Ge) Tu sai come fare, piccola cocciuta! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Ora vai avanti: vieni nell'Orto con me e porta i tuoi figli. Vedi, figlia mia, c'è Maria, la Madre mia, che impasta il pane: impastalo anche tu e consegnalo ai figli Ministri.* Vedi, figlia, ho raccolto anche i Sacerdoti a impastare il pane ma sono pochi: tu consegna la farina agli altri. (Giu) Gesù, quanti pochi Sacerdoti! (Ge) Ah, figlia mia: impasta impasta impasta e consegna loro il mio pane! Figlioli, io mi fermo ancora a parlare del Legno Santo della Croce e vi invito ad amarlo: fatelo conoscere, fatelo rispettare! Figlioli miei, voi non riuscite a vedere la Grandezza del Legno Santo della Croce, guardate lontano ma non riuscite a vedere la Croce, figlioli miei: io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, vi porto la mia Croce, vi porto il mio Amore, vi offro la mia Misericordia Infinita, ma voi guardate lontano senza vedermi! Figlioli, parlo al mondo intero, ma parlo ad ognuno di voi, non cercatemi lontano, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, figlioli: inginocchiatevi, pregate pregate col cuore aperto, implorate misericordia al Padre, misericordia per l'umanità, misericordia per ognuno di voi, figli miei, e non lasciate nessuno fuori la preghiera! Siate coscienti, figlioli miei, della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Vi ripeto sempre queste parole, non scandalizzatevi, figlioli miei: le accendo nei vostri cuori, voi non fate spegnere ciò che io accendo! Figli miei, poggiatevi per un attimo sul Legno Santo della Croce e assaporate assaporate la sua Delizia: il suo Amore! Figli miei, io vi amo e vi dono tutto quello che è nel giusto del Vangelo: voi, creature mie, donate tutto di voi ai vostri figli, ai vostri fratelli, ai vostri nemici! Ora cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene. Tu, anima mia, consola il Cuore di mia Madre che è trafitto!* (Giu) Gesù, poggia la tua Croce su di me! (Ge) Piccola cocciuta, ti reggi a stento: ma ti accontento!* (Giu) Grazie, Gesù mio!* (Ge) Ora vai avanti e porta ancora i tuoi figli: portali a impastare ancora!* (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora sei contenta?! (Giu) Sì, Gesù: grazie! (Ge) Cammina sotto il peso della Croce:* impasta ancora!* ora consegna il mio pane al figlio santo. Tu, figlio mio, non affannarti su cosa devi fare, ti sarà detto man mano, voi offritemi una stanza e man mano io vi dirò cosa fare: non affaticatevi, figlioli del mio Cuore. Figlio mio, ci saranno i tre altari, semplici e poveri, e il resto vi sarà detto. Ora pregate ancora per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, figlioli del mio Cuore!* Tu, anima mia, bevi ancora del calice verde.* (Giu) Gesù, aiutami* a berlo!* (Ge) Ora preparati, anima mia, perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e voglio mangiare e bere con ognuno di voi. Sollevate la Piccola Croce: sostenetela! Ecco, figlioli miei, io sono qui in mezzo a voi e vi amo, vi amo, vi amo, figlioli del mio Cuore: vi amo tanto da poggiare su di te, piccolo capriccioso (poggia la mano sul mio capo), e su di te, piccolo cocciuto (a Franco P cui pure impone la mano sul capo), la mia Santa Croce! Figlioli miei, vi ho scelti per portare la mia Croce: portatela con amore e offritela al mondo! Tu, anima mia, prega, come tu sai fare per l'umanità e non fermarti dinanzi alle persecuzioni che verranno ancora, figlia mia: ora preparati e prepara il cuore dei tuoi figli! (Giu) Sì, Gesù! (Giu) Padre Padre Padre Padre: Padre mio, benedici! (Ge) Figlia e sposa mia, preparati!* (Giu) Padre, io ti offro l'Amen del mio cuore!* (Ge) Figlia, io dono a te e all'umanità tutta l'Amen della Santa Croce : Amen Amen Amen! Non scandalizzatevi, figlioli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale! Vai avanti, anima del mio Cuore! (Giu) Padre! (Ge) Vai avanti, anima mia!* Sostenete la Piccola Croce. (Giu) Ecco, Padre, io ti offro il mio cuore: Padre, donalo all'umanità! Nel tuo Calice metto i piccoli, i poveri, gli emarginati, coloro che non riescono ad avvicinarsi al tuo Cuore! Padre, ti offro tutti i Sacerdoti e la Chiesa tutta! (Ge) Figlia mia, come è grande il tuo cuore di mamma! (Giu) Gesù, se mi dimentico qualcuno, perdonami: ma io metto tutta l'umanità nel tuo Santo Calice! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, io vi dono la mia Carne e il mio Sangue, mangiate e bevete con me! figlioli, mangiate e bevete con me la Pasqua Viva, la Pasqua Risorta: l'Agnello Immolato fa festa con ognuno di voi, figlioli miei! Beati voi che assaporate e donate al mondo il mio Amore. Beati voi che siete riuniti in mio Nome. Beati voi che pregate in Nome mio. Beati voi che soffrite a causa del Nome mio. Beati voi che portate la mia Santa Croce. Ora mangiate e bevete con me, figlioli! Bevi per primo, figlio mio. Bevi tu, croce del mio Cuore, e soffri ancora per l'umanità. Ora venite e mangiate con me! Venite e intingete nel mio Calice: Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! Venite e mangiate con me la mia Pasqua! (15). Figlioli, sostenete la Piccola Croce. Mangiate tutti con me la mia Pasqua Viva e Risorta. Figli miei, non lasciate nessuno fuori la preghiera. Figlio Mario, offri il mio Sangue e la mia Carne ai figli che porti nel tuo cuore (guardie svizzere, Vescovo del Pakistan suicida per contestare e quanti come loro affidano il successo del Vangelo a vie e metodi privi di Dio). Tu, croce mia, alla fine della preghiera mangia il mio Cuore. Ecco, figlioli miei, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena ed è risorta: figli cari, risorgete nel mio Amore e nella mia Pace e offrite al mondo la Pace della Santa Croce! Figli cari, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la mia Parola Viva. Figlioli miei, vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni attraverso il figlio santo, il figlio del mio Amore e della mia Pace. Siate coscienti, figlioli miei, di ricevere il Santo Bacio: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti! Figlio mio, inizia. Scambiatevi anche voi il Bacio del mio Amore e donatelo all'umanità. Figli cari, vi ripeto ancora una volta di essere coscienti della mia Presenza e del mio Santo Bacio di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figlioli miei, credete nel mio Amore, credete nella mia Pace, credete nella mia Pasqua Risorta! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: andate per il mondo e portate il mio Fuoco d'Amore e di Pace. Figlioli miei, sostenete la mia Croce. Non scandalizzatevi di ciò che io ho detto, figlioli del mio Cuore! Ora legate la Catena Santa, figlioli, e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre che io sono in mezzo a voi vivo e reale. Ricordatevi sempre di chiamare: Padre Padre Padre Padre! e dite sempre: Lodato sempre sia il Padre Altissimo! Lodato sempre sia il Padre Altissimo!

Lodato sempre sia il Padre Altissimo! (3). Figlioli miei, accarezzate il Cuore del Padre col vostro amore, col vostro Sì totale e, quando pregate, pregate col cuore, distaccatevi dalle cose del mondo e fate un tutt'uno col Padre! Il Padre vi ama, il Padre desidera il vostro Sì totale: innamoratevi, innamoratevi, figlioli del mio Cuore! Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli, figlioli del mio Cuore, grazie per avermi accolto ancora una volta, grazie per avere mangiato e bevuto con me! Figli miei, vi offro il mio Amen: Amen Amen Amen! Tu, piccola croce del mio Cuore, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! Ti Amo, Gesù! <4>. (Ge) Vi amo anch'io, figli capricciosi del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci (noi: Ti Amo, Gesù!)".

 

12) Ven 8/5/98, ore 10.40 a casa:

  1. Messaggio del Venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, guardate i tempi: io ho detto che dai tempi capirete quando io verrò. Figli, vi fermate un po' a guardare i tempi oppure correte senza rendervi conto? Volete camminare senza di me? Cosa volete fare? Figli, i flagelli cadono sempre di più perché voi non avete tempo per ascoltare la mia Voce, correte di qua e di là ma non cercate il mio Cuore: correte dove c'è chiasso e là io non ci sono! Figli, il mio Monte è silenzioso e la mia Voce non chiasso, io cammino 'solo' per le vie e nessuno viene dietro di me: siete in pochi, figli miei! (Giu) Gesù, io voglio venire dietro di te! (Ge) Grazie, croce del mio Cuore: porta il tuo gregge! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Voi, figli Ministri, tenete alto il mio Santo Vangelo, non dimenticatevi di me, figlioli del mio Cuore: io verrò, io verrò, io verrò a portarvi il mio Amen! Voi Quattro della mia Santa Croce, andate avanti, tirate la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi! Io vi amo e vi dico grazie per ciò che mi offrite: con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito santo. Amen Amen Amen Amen".

 

b) Chiarificazioni sulla stanza dettate in estasi.

Senza progetto, la dislocazione degli altari con i tre santi, palme e croce al centro non mi erano chiare. Perciò, nonostante i particolari di ieri, faccio ancora chiedere ed ecco la risposta:

"Figlia di' al figlio Mario che nella mia stanza ci devono essere tre altari, fatti di marmo, uno in centro e due laterali, le immagini di Giovanni, di Pietro e di Telesforo devono essere messe al davanti degli altari, come pure le palme. Devono essere semplici. Dietro l'altare di Giovanni ci deve essere una Croce"