LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n.223, Lauria, 25 luglio 1998

Ecco la Sposa che scende dal Cielo

e manda

i suoi raggi a scaldare la terra!

(cfr. messaggio del 9/7/98)

Messaggi Tramite Giulia

1. Giov 25/6/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta: soffri, figlia mia,* bevi bevi i calici che mi stanno offrendo in questo attimo!* (Giu) Gesù Gesù* Gesù, sono amari!* (Ge) Vedi, figlia mia, li stanno offrendo a me, bevili tu: aiutami! (Giu) Sì, ma dammi la forza!* (Ge) Piccola cocciuta, se non ce la fai, grida: poggiati sul Legno Santo.* (Giu) Gesù, mi taglia la gola!* (Ge) Bevilo per me, anima mia!* (Giu) E' amaro!* (Ge) Figlia, questo calice mi è stato offerto dai Grandi della Casa del Padre: bevilo!* (Giu) Gesù* Gesù!* (Ge) Sei cocciuta: non vuoi gridare!* (Giu) Perdonami, Gesù,* ma sostienimi!* (Ge) Vedi, figlia mia, hai assaporato i calici, hai gustato: ora guarda!* (Giu) Gesù, tu grondi sangue: il tuo Cuore gronda sangue! (Ge) Vedi, figlia mia, queste sono le Grazie che il Piccolo Giovanni (Gesù Via al Padre) vi dona: raccoglietele! e vi raccomando: non togliete nessuno dalla Santa Preghiera! Io vengo in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva, vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo, vi invito sempre ad amare e a perdonare e a camminare sulla mia Via: ora ve la sto segnando col sangue. Tu, anima mia, porta sempre i tuoi figli nel fiume e non lasciarli. (Giu) Gesù! (Ge) Togli ancora i tuoi sandali. (Giu) Gesù, non ci riesco! (Ge) Toglili (lo fa). (Giu) Ora cosa devo fare, Gesù? (Ge) Abbraccia i tuoi figli, stringili al tuo cuore e portali con te nel fiume: bevi per loro il sangue che scorre.* Stai attenta a non dire dove arriva! (Giu) Aiutami, Gesù! (Ge) Cammina, cammina ancora, anima mia!* (Giu) Gesù, è troppo il sangue! (Ge) Non temere, cammina e porta i tuoi figli: ci sono io, non fermarti!* (Giu) Gesù, il sangue ci copre!* (Ge) Non spaventarti: vai ancora avanti! Ora fermati alla porta!* Ecco, figlia mia, guarda, ma non parlare!* (Giu) Gesù* Gesù* Gesù!* (Ge) Non spaventarti!* (Giu) Gesù,* Gesù mio!* (Ge) Bevi un altro calice, figlia mia:* questo me l'hanno offerto i Grandi del mondo! Pregate per loro perché ciò che è scritto nel Grande Libro si deve adempiere! Figlioli miei, in questa serata il mio Cuore di Padre piange! Voi pregate pregate e portate la propria croce: non lasciatela, figlioli miei! Io vi invito sempre a tenere alto il mio Santo Vangelo, il mio Amore, la mia Pace. Figlioli miei, fermate i flagelli con la preghiera, fermateli col vostro amore: usate carità verso tutti perché io sono Padre dell'Amore ed elargisco sempre il mio Cuore per ognuno di voi! Figli miei, guardate, guardate come è grande il Cuore di un Padre: si dona ai propri figli, non lascia nulla per sé! Guardate come è dolce un Papà con i suoi piccini! Avete mai visto che un papà non offre il cuore a una bimba che si avvicina chiedendo: Papà ho bisogno del tuo aiuto! Io vengo a voi come un Papà a portarvi il mio Amore e la mia Pace: se voi mi chiedete nel giusto del Vangelo io apro il mio Cuore e faccio scorrere il Sangue dell'Amore! Cercate, cercate, figlioli cari, nei vostri cuori e togliete ancora tutto quello che non mi appartiene: guardate, figli miei, perché ancora nei vostri cuori c'è odio! Mi rivolgo a voi che siete riuniti e al mondo intero: figlioli miei, amate col mio Amore, amate con l'amore di un padre perché io sono vostro Padre e vi amo in pienezza. Anche voi dovete amare i propri nemici in pienezza, guardateli con gli occhi del cuore, non pensate: Questo mi ha offeso, io non posso perdonarlo! Come vi accostate davanti al mio Cuore non avendo perdonato il vostro nemico? Come potete dire: Gesù io ti amo, e il vostro cuore è sporco? Figlioli miei, sappiate che io vedo e sento ogni piccola cosa che è dentro e fuori di ognuno di voi e il mio Cuore di Padre diventa triste quando voi giurate: Ti amo, Gesù! Come: come mi amate? Riflettete su queste cose, figlioli miei! Io sono vostro Padre e sono sempre pronto a perdonare ogni piccola cosa: basta solo che voi pulite i vostri cuori e abbracciate con amore pieno i vostri fratelli. Io vengo in mezzo a voi a portarvi l'Amore e la Pace, siate in pace gli uni gli altri, figlioli miei, la Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo è una sola, come una è la Croce e non si divide, rimane sempre unita e il suo Amore brilla: brillate anche voi, siate luce dinanzi ai vostri figli, ai vostri fratelli! Perdonatemi se come Padre vi rimprovero un po', ma è dolce stare insieme e parlare col cuore pulito: figlioli miei, se voi riuscite a pulire i vostri cuori e amare in pienezza, i vostri volti saranno raggianti e potete sconfiggere il mio nemico. Siate soldati dell'Amore e della Pace, figlioli del mio Cuore! Non scoraggiatevi di queste mie parole, ma accoglietele, figlioli miei, e portatele ai vostri figli, ai vostri fratelli. Tu, croce del mio Cuore, vai avanti e porta la mia Croce: portala tu, figlia mia!* (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza perché la mia viene meno!* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, vai avanti: vedi, anche il tuo cuore in questa serata gronda sangue!* (Giu) Gesù, fallo grondare ancora per amor tuo!(Ge) Grazie, anima mia! Ora preparati e prepara i tuoi figli all'Incontro dell'Amore: gioite col mio Cuore, figlioli miei! Inginocchiatevi: consolate il mio Cuore, spose mie, offritemi il vostro amore, offritemi il vostro Sì totale! Lo Sposo è qui in mezzo a voi: indossate gli abiti nuovi e fate festa, spose mie! Venite, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, spose amate dal mio Cuore: venite e stringetevi al mio Cuore, spose mie! Ecco, in questa serata io vi dono il mio Amore, accoglietelo, preparate i vostri cuori: preparateli! Tu, anima mia, fermati un attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu) (Giu) Padre Padre Padre Padre Padre mio! Padre! (Ge) Scenda su di voi l'Amore e il Fuoco dello Spirito Santo. (Giu)° Benedetto sia il tuo Nome. Benedetto sia il tuo Cuore. Benedetto sia il tuo Nome. Benedetto sia il tuo Cuore. (Ge) Benedette voi, spose della mia Pace: preparatevi! (Giu) Padre, Padre mio! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, vai avanti! (Giu) Sì, Padre! Gesù, Fonte Viva dell'Amore, offri al Padre i figli che sono riuniti in questa capanna e i figli che si uniscono: rendili forti nell'Amore, fa' che combattano, fa' che portino i cuori alla Croce! (Ge) Figlia e sposa mia, io offro al Padre il Calice dell'Amicizia e vi dono ad ognuno di voi il mio Sangue e la mia Carne: siate coscienti di riceverla, mangiate e bevete con me perché l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi e vuole mangiare e bere con ognuno di voi la Pasqua Risorta. Figlioli miei, siate coscienti del mio Amore e della mia Pace! Tu, anima mia, inizia per prima: bevi con me.* Ecco, figlioli miei, ora venite e mangiate con me il mio Amore, accostatevi, figlioli del mio Cuore: mangiate con me la Pasqua Risorta, la Pasqua Viva, il mio Amore che si dona all'umanità. Ecco, figli miei, vedete come un Padre si dona ai propri figli: io dono tutto ai miei figli, non tengo nulla per me: mi dono, figlioli cari, voi donatevi all'umanità intera! Ecco, la mia Pasqua è piena ed è risorta: la mia Gioia è Gioia di Padre perché mi dono a tutti i miei figli e gioisco quando abito dentro di voi. Figlioli miei, siate coscienti, siate coscienti del mio Amore e con lo stesso Amore amate tutti: amate senza limiti, amate e fate ardere i vostri cuori, figlioli miei! Tu, anima mia, alla fine della preghiera mangia il mio Amore e donalo ai figli Ministri. (Giu) Gesù, come faccio a donarlo? (Ge) Sei sempre cocciuta: tu mangialo e offrilo ai figli Ministri. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlioli miei, io vi lascio, ma vi invito sempre a pregare: pregate pregate e aspettatemi, figlioli! Non scordatevi che io sono sempre dentro di voi, nei vostri cuori: non scappate, spose mie! ricordatevi di aprirmi la porta dei vostri cuori, ricordatevi di bussare al mio Cuore di Padre perché io sono un Padre capriccioso e voglio giocare con le mie spose! Non scandalizzatevi di queste parole: vi amo, figli, mamme e spose mie! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Spose del mio Cuore, ora vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: Giovanni sono Io,spose mie, accogliete il mio Santo Bacio, alla fine della preghiera dividete il mio Corpo e il mio Sangue: Amen Amen Amen Amen Amen Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre queste parole: Padre Padre Padre Padre, il mio cuore ha bisogno di amarti! Padre Padre Padre, il mio cuore ha bisogno del tuo Sangue e della tua Carne! Padre Padre Padre, io sono tuo figlio e voglio mangiare e bere con te! Ricordatevi sempre, figlioli miei, che un Padre ama col cuore: amate anche voi, amate e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera! Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli miei, portate sempre vive nei vostri cuori queste sante parole e offritele al mondo. Tu, croce del mio Cuore, porta sempre i tuoi figli nel fiume. (Giu) Sì, Gesù: dammi la costanza e la forza ancora! Gesù, perdonaci quando cadiamo: perdonaci, Gesù! (Ge) Piccola croce del mio Cuore, il tuo amore è infinito: alza i tuoi figli quando cadono! (Giu) Sì, Gesù! (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4> (Ge) Vi amo anch'io, spose, mamme del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie grazie grazie per avere ascoltato la mia Parola! Grazie per avere mangiato al mio Banchetto: portatelo al mondo, figlioli miei!"

2) Ven 26/6/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, non girovagate di qua e di là, non correte ma fermatevi e cercate la Croce: figli, io vi ho donato tutto, ma voi non riuscite a vedere! Figlioli miei, non cercate i poteri del mondo: lasciate tutto e rifugiatevi nel Legno Santo della Croce. Figli miei, io sono il Gesù Poverello che è venuto in mezzo a voi ornato di poche fasce, non ho cercato palazzi lussuosi: io sono venuto in povertà per donarvi la Pienezza dell'Amore. Figli miei, voi Grandi del mondo, cercate la mia Porta e camminate verso di essa, lasciate tutto quello che non mi appartiene e legatevi al mio Amore. Figli, io vi amo e non voglio perdervi! Voi Quattro della mia Santa Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo: non fermatevi, figli miei! Grazie per ciò che mi offrite, figli, consolate ancora il mio Cuore: portate la Croce per i figli che non riescono a portarla. Vi amo, figli miei, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

3) Dom 28/6/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti* del tuo Gesù e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità* tutta: soffri, figlia mia, e consola il Cuore del tuo Gesù e il mio Cuore di Mamma.* (Giu) Mamma, Mamma, il tuo abito è sporco di sangue! (Imm) Figlia mia, il sangue che vedi è sangue dei flagelli, pregate pregate, figlioli cari: decidetevi a vivere solo per Dio e camminate sulla via che io vi sto segnando. Come Mamma vengo a portarvi il Santo Vangelo e in questa giornata vi invito a viverlo in pienezza. Figlioli del mio Cuore, vi dico grazie, a voi che siete riuniti in questo piccolo angolo che il mio Gesù ha scelto per portare a voi e al mondo intero le ultime grazie. Figlioli miei, camminate ancora sulla Via della Croce e non togliete le sante spine.* Tu, croce del Cuore di Gesù, soffri ancora per i tuoi figli:* bevi, figlia mia! (Giu) Mamma, sono amari!* (Imm) Bevi i calici e consola ancora il mio Cuore di Mamma: vedi come i figli si disperdono, vanno di qua e di là, prendono la via larga dimenticando l'Amore di Gesù! Figlioli miei, raccogliete le piccole gocce di Spirito Santo che Dio Padre vi dona attimo per attimo e ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo. Croce mia, in questa giornata poggiati sul Legno Santo della Croce* e soffri per i figli Ministri: prega e immolati per loro. Croce mia, non temere, vai avanti: porta la Croce del tuo Gesù. (Giu) Mamma, dammi la costanza e la forza perché la mia viene meno! (Imm) Vai avanti, piccola cocciuta del Cuore di Gesù: non fermarti, impasta la farina con me e offrila al mondo!* (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Ora, figlioli cari, io vi invito ad elargire i vostri cuori alla Croce: amate amate e perdonate i vostri nemici! Aspettatemi: io verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Figlioli miei, pregate pregate, pregate col cuore!* E ora vi lascio: vi lascio il Cuore del Padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete, figlioli miei, nel Segno Santo della Santissima Eucarestia. Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce mia, soffri ancora per l'umanità e stringiti ai chiodi della Santa Croce.* (Giu) Sì, Mamma!* Grazie Mamma: grazie, Mamma!"

4) Giov 2/7/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi:* gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, croce* mia, bevi ancora una volta i miei calici misti, bevi i calici verdi e i calici rossi* e immolati con i Dolori del Parto della Croce* per l'umanità tutta:* bevi, croce mia! Vedi, figlia mia, quanti calici mi stanno offrendo: bevili tu!* (Giu) Gesù, tu grondi sangue e la Roccia gronda sangue!* (Ge) Figlia mia, il sangue che vedi è ancora sangue dei flagelli:* prega come tu sai fare e fai pregare i tuoi figli. (Giu) Gesù: Gesù, dove vai? (Ge) Non spaventarti, anima mia? (Giu) Gesù, c'è troppo sangue dove vai tu: come faccio a venire dietro?* (Ge) Vedi, figlia mia, prendi la mia mano, vieni, togli i sandali (lo fa): cammina dietro di me,* porta i tuoi figli. (Giu) Gesù!* (Ge) Vedi, figlia: ecco i figli che ascoltano la mia Parola, vengono dietro di me lasciando ogni cosa che appartiene al mondo: si caricano della Croce! Voi, figlioli del mio Cuore, staccatevi dalle cose del mondo: accettate le sante spine e non toglietele. Figlioli miei, io vengo in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva: vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo. Figlioli miei, siate coscienti, siate coscienti che qui in mezzo a voi ci sono io: il vostro Gesù Vivo e reale! Figlioli miei, vi invito ancora una volta a guardare nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene! Figlioli miei, io sono vostro Padre e conosco i vostri cuori e vi invito ad amare: amate amate, amate i vostri nemici! Non togliete nessuno dalla Santa Preghiera, accogliete i miei piccoli, accogliete i miei vecchierelli: non scartateli, non buttateli di qua e di là! Restate uniti, figlioli miei, nella Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! E voi, che formate le capanne del mio Amore, non disperdetevi di qua e di là, non prostratevi ad altri dei: cercate il Legno Santo della Croce e prostratevi solo ad esso! Tu, croce del mio Cuore, porta ancora la mia Croce per i tuoi figli, per i figli che cadono di qua e di là: che cercano un Dio sconosciuto! Figlioli miei, io abito nei vostri cuori e neanche mi vedete! non mi cercate: siete confusi e andate di qua e di là: guardate, guardate nei vostri cuori! Io vi aspetto, figlioli miei: non correte in fiumi sconosciuti! Io vi sto segnando il Fiume di Giovanni: figlioli miei, camminate con me, prendete la mano alla Piccola Croce e camminate nel mio Fiume d'Amore! Tu, croce mia, stai attenta a non parlare: non dire dove arriva il fiume che cammini! (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza perché la mia viene meno! (Ge) Vai avanti, anima mia: cammina cammina!* (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Vedi, anima mia: ci sono anche le barche!* (Giu) Gesù, stringi la mia mano!* (Ge) Ora, anima mia, bevi questo calice per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa.* (Giu) Gesù, è ancora per terra! (Ge) Non temere, anima mia, vedi, è poggiato sul Legno Santo della Croce e prega per ognuno di voi: voi pregate e non lasciatelo solo! Figlioli miei, in questa serata io vi invito ancora a guardare il Legno Santo della Croce, vi invito a guardarlo con amore, vi chiedo di amarlo e di onorarlo: figli miei, riflettete su queste parole! Io vengo in mezzo a voi col Padre e con lo Spirito Santo, vengo a portarvi la mia Luce e il mio Amore, chiedo solo i vostri cuori, chiedo solo di amare, amate col Cuore di Maria e impastate la farina: impastatela, figlioli miei, e offritela al mondo! Non scandalizzatevi di queste mie parole: raccogliete le gocce che io vi porto, ma non sforzatevi di capire perché ancora i vostri occhi, le vostre menti sono chiusi e non potete capire ciò che io vi dico. Figlioli miei, io vi dono il mio Piccolo Giovanni, il figlio santo, il piccolo capriccioso per donare a voi le gocce del mio Amore: ma anche lui, come me, parla lentamente e vi fa capire passo dopo passo ciò che io vi dono. Figlio Mario, Sacerdote santo del mio Amore, della mia Croce, del mio Santo Vangelo, vai avanti: cammina anche tu nel mio Fiume di Sangue; non temere, per adesso non faccio togliere i sandali a te: ma preparatevi, figlioli miei, a camminare nel Fiume del mio Amore. Ora, croce mia, bevi ancora i calici* e accetta ancora i dolori del parto* - sostenete la Piccola Croce - per l'umanità tutta. Figlioli del mio Cuore, preparate i vostri cuori al mio Incontro: svuotateli, togliete tutto quello che non mi appartiene e riempiteli del mio Amore, della mia Pace, figlioli del mio Cuore: accostatevi al mio Banchetto di Luce e di Pace. Guardate il Legno Santo della Croce e portate con voi tutti i vostri nemici: fateli gioire, figlioli miei, con l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo! Ora, anima mia, preparati! (Giu) (Giu) Padre Padre Padre Padre mio: benedici, Padre mio! Padre Padre mio, benedici!(Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, benedico tutti voi con l'Amen del mio Cuore: Amen Amen Amen (3). Ora sollevate la Piccola Croce: sostenetela! Figlioli miei, guardate ancora nei vostri cuori: cercate cercate e togliete ancora tutto quello che non mi appartiene! Figlioli, io sono vostro Padre e vi amo: offrite anche voi al mondo, ai fratelli, ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati il mio Amore e la mia Pace. Ora accostatevi al mio Amore! Siate coscienti: siate coscienti che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, figlioli del mio Cuore! Anima mia, fermati un attimo a pregare: prega per questi flagelli!* (Giu) Gesù, poggia ancora la tua Croce su di me!* (Ge) Anima mia, gioisci, gioisci: ecco, la Croce è sulle tue spalle!* gioisci, anima mia! (Giu) Grazie, Gesù! (Ge) Ora prepara il tuo cuore e i cuori dei tuoi figli perché io voglio mangiare e bere con ognuno di voi. Preparatevi: venite al mio Banchetto, figlioli del mio Cuore! Ecco, figlioli miei, io voglio mangiare e bere con voi: non scandalizzatevi del mio Amore! (Giu)° Padre, ti offro il mio amore! (Ge)° Padre, ecco il Calice della Pasqua Viva e Risorta! Figlioli miei, io vi dono il mio Sangue e la mia Carne: l'Agnello Immolato è in mezzo a voi, mangiate con me, figlioli miei! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Beati voi che vi accostate al mio Amore. Beati voi che nascete ogni giorno nel mio Amore. Beati voi che camminate sotto il peso della Croce. Beati voi che accettate con amore le Sante Spine. Beati voi che cercate la mia Fonte. Beati voi che bevete la mia Acqua. Ora, figlio santo, bevi tu per prima. Figlia mia, bevi e soffri per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù: dammi ancora la costanza e la forza! (Ge) Bevi, piccola cocciuta del mio Cuore!* Ora, figlio Mario, dona ai tuoi figli il mio Corpo e il mio Sangue. Ecco, figlioli miei, io sto mangiando e bevendo con ognuno di voi e la mia gioia è immensa, mangio con i miei Piccoli Giovanni e voi mi donate al mondo: come gioisce il mio Cuore di Padre! Figlioli miei, non buttate via questa gioia quando uscite da questa piccola capanna, ma fatela sbocciare: raccogliete ancora i frutti e donatela (=la gioia) al mondo. Inginocchiatevi e rendete grazie al Padre (=Gesù-Padre): Benedetto sia il tuo Cuore. Benedetto sia il tuo sangue. Benedetta sia la tua carne. Benedetto sia il tuo Nome. Benedetto sia il tuo Amore. Benedetto sia il Nome di Maria. Benedite e glorificate il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo per l'Amore che vi dona: per le Gocce che scendono a rinfrescare i vostri cuori. Figlioli miei, io mi sono donato, ho mangiato e ho bevuto con ognuno di voi e il mio Amore è pieno: la mia Pasqua è viva ed è risorta. Vi amo, vi amo, figlioli del mio Cuore, e vi invito ad amare, amate amate: fate bruciare i vostri cuori d'Amore per l'umanità, per i vostri figli, per i vostri fratelli. Tu, croce del mio Cuore, immolati ancora, sai bene che devi soffrire ancora, poggiati sul Legno Santo della Croce: tienila stretta stretta al tuo cuore! (Giu) Gesù, metto tutti i miei figli nel tuo Cuore: tienili anche tu stretti stretti! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, sono Padre e non posso abbandonare i miei figli: ma tu sei cocciuta e mi ricordi anche di tenere stretto/i i miei figli! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Non temere, piccina mia: vai avanti e stringi anche tu con me i tuoi figli. (Giu) Grazie, Gesù per il tuo Amore: grazie! (Ge) Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Amore. Vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni. Ricordate, Giovanni sono io: non dimenticatelo! e in mezzo a voi c'è il mio Giovanni: attraverso di lui vi sigillo. Ancora voi non potete comprendere chi è il mio Giovanni! Figlio mio, inizia tu col Bacio. Scambiatevi anche voi il Bacio del mio Amore e non scandalizzatevi, figlioli del mio Cuore! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli miei, piccolo Mario, piccolo Pasquale, sollevate la Piccola Croce. Ora, figlioli miei, piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre che io sono vivo e reale in mezzo a voi. Figlioli miei, quando pregate, liberate i vostri cuori, staccatevi dalle cose del mondo, guardate il mio Cuore di Padre, cancellate ogni vostro pensiero e unitevi: gioite con l'Amore del Padre! Ancora non riuscite a liberarvi, non riuscite a guardare il mio Cuore: ma io vi amo e aspetto, figlioli miei! Ora preghiamo, ma non togliete nessuno dalla Santa Preghiera: portate più anime al mio Cuore! Ora preghiamo, figlioli! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Ricordate sempre queste parole, figlioli miei! Tu, croce del mio Cuore, fermati ancora un attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <6>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, piccoli boccioli del mio Paradiso: grazie! Perdonatemi se resto a lungo a parlare, ma vi amo, figlioli: andate in pace e portate la mia Pace al mondo!"

5) Ven 3/7/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figlioli del mio Cuore, vedete come i tempi sono cambiati, ricordatevi che io vi ho promesso che verrò: non dimenticate che io sono un Dio Antico e le mie parole non vengono meno! Figlioli, non andate di qua e di là, non cercate dei sconosciuti: ma rifugiatevi nel mio Amore. Figli, vi ho sempre detto di non ascoltare le voci del mondo, ma di cercare il mio fiume. Figlioli miei, il mio nemico vuole la distruzione di ognuno di voi e manda le sue false luci a confondervi. Figli, accettate le sante spine e non ascoltate il grido che viene dal mio nemico. Io vi amo e non voglio perdervi: figli miei, io vi sto offrendo il mio Amen: accettatelo! Voi, figlioli del mio Cuore, Quattro della Santa Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca carica del Santo Vangelo e non fermatevi, ho bisogno del vostro amore: combattete con me! Vi amo, figli, e con voi benedico il mondo con l'Amen del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

6) Dom 5/7/98, ore 10.30, in S.Apollinare: VISIONE

La Messa non c'è a Thurio e Giulia va a S. Apollinare dove ci sono le Cresime. Ha una visione che poi scrive:

"5 luglio (1998), chiesa di Apollinare, durante la predica del Vescovo Cassone: - Vedevo Gesù con vesti bianche e le mani alzate verso il cielo come se pregava il Padre del Cielo. Scendevano gocce di fuoco che cadevano sulla chiesa, ma non scendava (sott.: il fuoco) su tutte le persone che erano in chiesa. Gesù si è rivolto verso di me dicendomi di pregare ancora: Vedi, figlia mia, le gocce non si accendono tutte perché c'è poco amore: prega, figlia mia, e fai pregare i tuoi figli. Poi mi ha benedetto ed è andato via in un Globo di Luce dicendo: Amen Amen Amen Amen".

7) Dom 5/7/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù, bevi, figlia mia, i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta: soffri, figlia mia, accetta ancora i dolori del parto e allontana il mio nemico! Con la Spada combattete, figlioli del mio Cuore: io sono la Mamma della Croce e vengo a invitare tutti voi, figlioli del mio Cuore, a combattere! Allontanate dalle vostre case, dai vostri cuori* il mio nemico: amate e perdonate perché solo amando potete allontanare il male. Io vengo in mezzo a voi a portare il Vangelo Vivo del mio Gesù. Figlioli miei, vi ho consegnato la Spada e vi mando per il mondo a portare l'Amore e la Parola Viva del mio Gesù: andate avanti e non fermatevi, abbracciate la Santa Croce, figlioli del mio Cuore, e non togliete le sante spine, ma camminate con essa (=Croce) e portatela ai piccoli, ai poveri, agli emarginati e pregate per i figli che non accettano la Croce e l'Amore del mio Gesù.* Tu, croce del mio Cuore, vedi quanti calici* offrono al mio Gesù: aiutalo! (Giu) Mamma, Mamma, sono amari: mi tagliano la gola!* (Imm) Bevili, figlia mia: vedi cosa fanno i figli della perdizione! (Giu) Mamma,* Mamma, Mammina mia!* (Imm) Se non ce la fai, grida!* (Giu) Mamma, stringi le mie mani! (Imm) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù,* poggiati sulla Croce e vai avanti!* (Giu) Mamma, Mamma!* (Imm) Figlia mia, consola il Cuore del tuo Gesù, sii forte ancora: non fermarti! ricorda sempre il tuo primo messaggio! (Giu) Sì, Mamma, ma dammi la forza! (Imm) Vedi, figlia mia, io vi invito sempre a tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù, vi chiedo di amare e perdonare: usare carità verso tutti. Figlioli miei, io stringo ai cuori di ognuno di voi il Legno Santo della Croce, vi invito ad amarlo e a farlo conoscere: stringetelo, figlioli del mio Cuore, perché esso è qui dinanzi a voi vivo e reale. Non cercate altri dei e non prostratevi a dii sconosciuti: il mio Gesù è Uno e Trino e non vi sono altre vie che vi portano alla Pace che viene dalla Croce. Non cercate la pace del mondo, ma abbracciate la Pace che viene dalla Croce del Cristo Risorto. Figlioli del mio Cuore, siate pronti e preparati alla Venuta del mio Gesù: Lui è un Dio Antico e le sue promesse sono promesse durature; voi non conoscete né l'ora né il giorno, ma siate pronti: non fate spegnere la Lucerna, figlioli miei, e pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa; stringete ai vostri cuori i miei figli Ministri e pregate per loro:^ pregate pregate, figlioli! Tu, croce del Cuore del mio Gesù, accetta ancora i calici!^ (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Vai avanti, anima mia! Io ora vi lascio, ma vi invito ancora una volta a vivere in pienezza il Vangelo Vivo di questa giornata (XIV/C). Figlioli miei, crescete e moltiplicatevi nel Segno della Santa Croce: non dividetevi, ma amatevi gli uni gli altri con l'Amore del mio Gesù! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore del Santo Vangelo del mio Gesù. Tu, croce mia, prega un altro attimo come tu sai fare.* Figlioli, vi lascio l'Amen del Cuore della Croce: accoglietelo nei vostri cuori e offritelo al mondo. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

8) Giov 9/7/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i miei calici misti,* i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce* per l'umanità tutta e in modo particolare per la Chiesa di Roma.* Cocciuta del mio Cuore, i dolori sono sempre più forti,* ma tu non vuoi gridare: bevi* bevi, anima mia!* (Giu) Gesù, sono amari i calici: sostienimi, Gesù! (Ge) Cocciuta del mio Cuore, il Parto si avvicina e i dolori sono sempre più forti: non dimenticarlo!* (Giu) Gesù, Gesù, tu grondi sangue! (Ge) Vedi, anima mia, il Sangue del Parto si prepara: ma non spaventarti! E voi, figlioli del mio Cuore, siate pronti e preparati, tenete sempre le lucerne accese* e sostenete la Piccola Croce perché il Parto si avvicina. Figlioli miei,* io sono qui in mezzo a voi, vengo a portarvi il Pane dell'Amore: tenetelo alto, figlioli cari! Tu, anima mia, in questa serata bevi i calici che mi stanno offrendo i Grandi della Casa del Padre.* (Giu) Gesù, Gesù,Gesù, sostienimi!* (Ge) Figlia mia, alle spose che amo, io offro i Dolori della Croce e il mio Amore per te non ha limite, e per voi tutti, figlioli cari: ma ancora voi non sapete sopportare il peso della Croce. Aprite i vostri cuori: apriteli al mio Amore e alla mia Pace e soffrite con amore! Gioite, figlioli del mio Cuore: gioite camminando sulle Sante Spine, gioite portando il Legno Santo della Croce! Figlioli miei, non indietreggiate ma camminate, camminate non fermatevi: venite dietro di me, figlioli del mio Cuore! Tu, figlio Mario, Sacerdote santo del mio Amore e della mia Pace, mi hai aperto il tuo cuore, hai risposto subito alla mia chiamata e mi hai donato il tuo Sì pieno: figlio mio, fratello mio, mamma del mio Cuore, porta avanti il gregge che ti è stato consegnato, cura e fascia le pecorelle ferite e non lasciarle indietro. Figlio mio, è tempo di parto e affido a te i miei figli, i miei Piccoli Giovanni: assistili col tuo amore. Figlio mio, non temere niente e nessuno: la Barca, è carica, coraggio, figlio mio, adesso cominciamo a tirarla insieme perché è tempo di mietitura! Voi, figlioli del mio Cuore, non scandalizzatevi di ciò che io dico, ricordatevi sempre che io sono Padre: non dimenticatelo, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, guarda: ma non spaventarti di ciò che vedi e stai attenta a non parlare! (Giu) Gesù, Gesù, il Fiume* diventa sempre più pieno: Gesù!* (Ge) Piccolo Mario, piccolo Pasquale, stringete la mano della Piccola Croce: sostenetela a camminare nel Fiume!* (Giu) Gesù!* (Ge) Cammina, cammina, anima mia: porta i tuoi figli!* (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Non spaventarti: cammina ma non dire dove arrivi.* Vedi, anima mia: non vai a fondo!* Ora fermati. (Giu) Gesù!* (Ge) Sì, anima mia!* Non essere triste, croce del mio Cuore, ma vai avanti e non scoraggiarti: ora lascio a te il peso della Croce.* Sostenete la Piccola Croce. Figlia mia, portala! Vedi quanti flagelli si abbassano ancora sull'umanità: siete in pochi ad amare e in pochi a pregare! Mi rivolgo a voi, figlioli miei, e al mondo intero. Quanti figli mi amano? Quanti figli camminano sulla via del mio Amore? Vi ripeto ancora una volta: Li posso contare sulle dita di una sola mano! Non scandalizzatevi se vi dico questo, figlioli del mio Cuore: correte di qua e di là e non vi accostate in pienezza al mio Cuore! Figli miei, vi chiedo col Cuore Grondante di Sangue di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate pregate, ma siate coscienti di ciò che il vostro cuore fa! Siate coscienti di pregare pienamente, figlioli miei: non movete soltanto le labbra, fate grondare i vostri cuori!° Quando pregate lasciate tutto quello che appartiene al mondo e legatevi al mio Cuore, legatevi alla Croce: togliete tutti i pensieri che non mi appartengono e amate amate, figlioli miei! Vi chiedo ancora una volta di guardare nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene! Figlioli miei, poggiatevi sul Legno Santo della Croce, poggiatevi e chiedete al Padre tutto quello che è giusto del Santo Vangelo: il Legno Santo della Croce è Amore, è Pace, è Letizia! Figlioli del mio Cuore, non scandalizzatevi di ciò che vedete, io sono Amore Pieno e vi dono ad ognuno di voi il mio Amore: è pieno, figli miei, cercate sempre la mia Via e non lasciatela! Io vi amo e vi invito ad amare col mio Cuore di Padre. Ricordatevi sempre di non togliere nessuno fuori della Santa Preghiera. Figli miei, io sono Padre e raccolgo tutti i miei figli, voi raccogliete tutti, non lasciate nessuno: raccogliete i più piccoli, i più deboli, i più ammalati. Non scandalizzatevi di loro, figlioli miei, sappiate che in ognuno di loro ci sono io: fatemi festa quando li trovate, offritemi i vostri cuori! Amateli come amate il Legno Santo della Croce e non vergognatevi di abbracciarli! Ecco, figlioli miei, io vi porto il mio Pane: voi offritelo a tutti! Ora preparate i vostri cuori. Tu, anima mia, preparati!* (Giu) Padre Padre, i dolori sono sempre più forti!* (Ge) Bene, anima mia!* (Giu) Gesù, mio Signore, mio Dio, mio Tutto, non abbandonarmi!* (Ge) Cocciuta del mio Cuore, preparati! (Giu) (Giu) Padre Padre, Padre mio, benedici!* (Ge) Figlia, sposa e mamma del mio Cuore, benedico con l'Amen* della Pienezza. Ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo e in questo attimo liberate i vostri cuori. Benedite e perdonate i vostri nemici e portateli al mio Banchetto d'Amore e di Pace. Preparate i vostri cuori, figlioli: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti! E io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, vengo a fare festa con ognuno di voi: preparate i vostri cuori, figlioli! Ecco, figlioli miei, io sono qui: voglio mangiare e bere con ognuno di voi. Ecco l'Agnello Immolato, ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, ecco il mio Sangue e la mia Carne che io dono ad ognuno di voi: mangiate e bevete con me. Ricordatevi queste mie parole, figlioli del mio Cuore! Tu, anima mia, porta al Padre le pecorelle: portale nel Fiume e non lasciarle, anima mia! Ora mangiate e bevete con me il mio Amore e la mia Pace, ma siate coscienti: siate coscienti di ciò che ricevete! Io sono vivo e reale e vengo ad abitare in ognuno di voi: accoglietemi e cullatemi nei vostri cuori, figlioli, spose e mamme del mio Amore! Tu, Sacerdote santo della mia Pace e del mio Amore, bevi con me il Calice della Letizia: bevilo, figlio mio, come il primo giorno del tuo Sì (oggi è il 37° della mia Ordinazione) e ricorda ciò che è nel tuo cuore; figlio mio, ora bevi e tira la Barca carica del mio Santo Vangelo. Tu, croce del mio Cuore, bevi con me.* Ecco, figlia mia, avete bevuto, ora offri ai tuoi figli il mio Corpo e il mio Sangue: donalo sempre, figlia mia! Cercate sempre la Porta del mio Amore e non fermatevi, figlioli del mio Cuore! Io vi amo e mangio e bevo con ognuno di voi: figlioli del mio Cuore, non scandalizzatevi del mio Amore e della mia Pace, non scandalizzatevi se io resto a lungo a parlare con voi. Vi amo, figli del mio Cuore, e vi invito a donare tutto di voi: non tenete nulla, ma aprite i vostri cuori e abbracciate i fratelli, piccoli, poveri, gli emarginati e pregate, pregate col cuore aperto! Tu, croce mia, fermati un attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu) Padre Padre! (Ge) Ecco la Sposa che scende dal Cielo e manda i suoi raggi a scaldare la terra! (Giu) Padre!* (Ge) Prega prega, figlia mia, e consola il mio Cuore. Ecco, figlioli del mio Cuore, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena ed è risorta, risorgete anche voi nel mio Amore, nella mia Pace: portate ai figli e al mondo i petali del mio Amore e gridate: Padre Padre Padre, io ti amo! Padre Padre Padre, io ti amo! Sia pieno il vostro cuore: sia pieno il vostro cuore! Figlioli miei, parlo a voi e parlo al mondo intero. Ecco la mia Porta: venite ad abitare con me! Figlioli, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo. Vi sigillo col Bacio di Giovanni che è qui in mezzo a voi: siate coscienti di riceverlo, stringetelo ai vostri cuori e offritelo al mondo. Figlio mio, inizia. Vi ripeto ancora una volta di essere coscienti di questo Santo Bacio, figlioli del mio Cuore: vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Tu, croce del mio Cuore, fermati un altro attimo a pregare come tu sai fare.* (Giu)°Benedetto sia il tuo Nome. Benedetto/a sia la tua Quiete. Benedetto/a sia la tua Pace. Benedetto sia il tuo Nome. (Ge)° Benedici, anima mia! benedici, anima mia: elargisci il tuo amore infinito e dona ai figli sollievo e pace. Amen. Piccolo Mario, piccolo Pasquale e voi, figlioli tutti, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Pregate, figlioli miei, e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Cercate cercate: cercate i miei poverelli e stringeteli alla Catena del mio Amore. E ricordatevi sempre che io sono Padre: non è una ripetizione, figlioli! Vengo a ricordare ai vostri cuori che un Padre vi aspetta: è sempre pronto ad abbracciare i propri figli, anche se cadete ripetutamente io vi aspetto e faccio festa quando venite! Figlioli miei, ricordate ancora una volta che io sono Padre e vi amo! Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli del mio Cuore, scenda su di voi l'Amen della Pienezza del mio Cuore: Amen Amen Amen (3). Croce mia, fermati ancora un attimo a pregare con me.* (Giu) Grazie: grazie, Gesù! grazie, Gesù".

9) Ven 10/7/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: - Figli del mio Cuore, io vengo a portarvi il Santo Vangelo e vi invito a ricordarvi che siete miei figli: da soli non potete far nulla! Non calpestate i vostri corpi, non fatevi del male ancora! Figlioli miei, voi siete a mia immagine e somiglianza e mi appartenete: io vi dono tutto quello che è giusto. Non cercate le cose del mondo, figli, non date ascolto al mio nemico che vi porta su vie che non vi donano la Pace. Figlioli miei, ascoltate il mio grido d'Amore, vivete in povertà e siate sempre pronti e preparati perché io verrò: ve l'ho promesso e la mia Promessa è duratura. Figlioli miei, il Parto è vicino: aspettatemi! Voi, figli del mio Cuore, Quattro della santa Croce, non fermatevi, andate avanti e tirate sempre la mia Barca carica del mio santo Vangelo. Figli, mi poggio ancora su di voi: siate forti ed aiutatemi perché ho bisogno del vostro amore! Vi amo, boccioli del mio Cuore, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)".

10) Dom 12/7/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati ancora una volta con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta. Figlioli miei, sono io, la vostra Mamma Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Oggi in modo particolare vi chiedo di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa (in vacanza a Borno nel bresciano). Pregate, figlioli miei, e decidetevi a vivere per Dio: accogliete con amore il Santo Vangelo di questa giornata (15/C) e tenetelo alto, figlioli del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi viva e reale e col mio Gesù vi portiamo il Fiume dell'Amore. Vivete in pienezza col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: distaccatevi dalle cose del mondo che non giovano alla vostra anima. Figlioli del mio Cuore, quanti figli si perdono di qua e di là andando dietro al mio nemico: voi cercate la Catena Santa dell'Amore e non lasciatela. Voi, Piccoli Giovanni del mio Cuore Immacolato e Addolorato, cercate cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Figlioli miei, pregate e allontanate i flagelli che si abbassano sempre di più sull'umanità: siete in pochi ad accettare la Santa Sofferenza, in pochi vi rifugiate nel Cuore di Gesù e non sapete camminare ancora sulle Sante Spine! Il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero: il mio Cuore di Mamma trionferà,! Ricordate sempre(:)° ciò che ho detto alla mia LUCIA si deve adempiere. Pregate pregate, figlioli del mio Cuore! E tu, croce del mio Gesù, immolati ancora e bevi i calici misti, porta tu la Croce, consola il Cuore di Gesù in questa giornata e prega, figlia mia, come tu sai fare per i figli Ministri: non lasciateli soli, pregate pregate per loro, figlioli del mio Cuore! io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane del mio Gesù: aspettatemi e pregate, pregate col cuore! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia. Tu, croce del Cuore di Gesù, prega ancora un attimo e soffri come tu sai fare. (Giu) Mamma, Mammina mia, metto tutti nel tuo Cuore: ma dammi la costanza e la forza di andare avanti! Perdonaci se ancora non sappiamo camminare: ma stacci vicino! (Imm) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, vi amo e vi lascio l'Amen del Padre: Amen Amen Amen (3). Crescete, Piccoli Giovanni del mio Cuore, e amate amate amate: usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera! Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

11) Giov 16/7/98, ore 21,04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce* per l'umanità tutta: immolati per i figli della perdizione.* (Giu) Gesù, tu, grondi sangue!* (Ge) Figlia del mio Cuore, vedi: il sangue che vedi scendere è sangue dei flagelli. (Giu) Gesù, cosa t'hanno fatto? (Ge) Figlia mia, i figli della perdizione flagellano il mio Corpo con le offese!* (Giu) Gesù, Gesù mio, cosa posso fare? (Ge) Cosa vuoi fare ancora? Il tuo corpo è flagellato più di quanto stanno facendo a me: sei debole, cosa vuoi fare? Cammina sulle Sante Spine, figlia mia, e bevi i calici che mi stanno offrendo:* porta sempre il Legno Santo della Croce e non fermarti! Vedi, figlia mia, io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo: non vengo a cambiare nulla! vengo a svegliare i vostri cuori, vengo a sussurrarvi il mio Amore, vengo a ricordarvi che io sono Padre e voi siete i miei figli, le mie spose, le mie mamme. I vostri cuori vanno di qua e di là: vi lasciate trascinare dal mio nemico e non vi accorgete delle Lacrime di mia Madre che scendono e nessuno le raccoglie! consolate il suo Cuore: cercate la Porta, entrate e rimanete sempre col mio Amore. Tu, croce del mio Cuore, non fermarti: vedi il Fiume!* (Giu) Gesù, è sempre più alto il sangue:* è sempre più lungo!* (Ge) Anima mia, stai attenta a non parlare: non dire dove arriva! (Giu) Gesù, ho paura di dirlo: aiutami! (Ge) Aggrappati alle mie mani:* vieni! Togli i sandali anche tu figlio Mario, anche tu figlio Pasquale:* aggrappatevi alla Piccola Croce. E voi, spose, mamme e figli del mio Cuore, aspettate: verrà anche per voi il giorno di togliere (li) e camminare con i piedi nel mio Fiume! Non scandalizzatevi di tutto questo, figlioli miei, io vi porto le gocce, piano piano come i piccini capirete ciò che io sto dicendo in queste mie Visitazioni; ancora non potete comprendere tutto, ma io vi sto facendo preparare la mia Stanza: dove resteremo insieme e lì capirete ciò che io sto dicendo. Non spaventatevi, figlioli miei, vi preparo a tempi duri ma gioiosi del mio Amore e della mia Pace: ma prima dobbiamo combattere con la Preghiera e con l'Amore. Amate e perdonate i vostri nemici, amate chi vi fa del male e ricordate sempre di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Vi invito ad essere figli della Croce e a portarla: non lasciatela, figlioli del mio Cuore! Vi invito sempre a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: lui è sotto il peso della Croce e la porta nei luoghi dove va. Non scandalizzatevi del suo andare avanti e indietro (=i viaggi per il mondo), anch'io andavo avanti e indietro a portare la Parola ai figli, ai fratelli: molti l'hanno ascoltata ma poi l'hanno lasciata andare via col vento e i pochi che l'hanno racchiusa nei loro cuori sono andati avanti a portare il Pane dei Cieli. Voi, figlioli del mio Cuore, avete lo stesso compito di andare avanti e portare la mia Parola; non preoccupatevi se non vi ascoltano o se ridono di voi, non temete niente e nessuno: voi andate avanti e portate sempre la Croce con voi! Figlioli miei, non scartate nessuno, offrite il mio Amore a chi incontrate per le strade, nelle case e fermatevi a pregare nelle mie Case: portate il mio Sorriso e la mia Parola. Figlioli miei, quante porte sono chiuse, quante porte chiudono ancora: ma voi pregate pregate pregate! Tu, croce del mio Cuore, dovrai soffrire ancora per i tuoi figli! (Giu) Gesù, cosa devo fare? (Ge) Ora cammina, cammina ancora nel Fiume:* fermati e bevi del sangue.* (Giu) Gesù! (Ge) Ora apri, apri la porta:* ciò che vedi, tienilo nel tuo cuore.* (Giu) Gesù, sostienimi:* sostienimi!* (Ge) Anima del mio Cuore, non spaventarti, vai avanti: consola il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la costanza e la forza! (Ge) Figlia del mio Cuore, poggiati sulla Santa Croce e grida al mondo i Dolori del Parto!* (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ora, figlioli del mio Cuore, preparatevi al mio Incontro! Preparati, croce mia! Sollevate la Piccola Croce. Preparate i vostri cuori al mio Banchetto perché io sono vivo e reale in mezzo a voi. Siate coscienti della mia presenza: amatemi perché io voglio essere amato dalle mie spose, offritemi i vostri cuori, figlioli! Ora preparati, sposa mia: gioisci gioisci gioisci con i Dolori del Parto! Mio Signore e Mio Dio, Diletto dell'Anima mia, consola i cuori afflitti: riempili della tua Luce e del tuo Amore e fa' che abitano sempre nella tua Casa! (Ge) Mia sposa e mamma del mio Cuore, scenda su di voi l'Amen del Padre: Amen Amen (2). Ora preparati: ma cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figlioli, siate coscienti di questo attimo d'Amore che il Padre vi concede. (Giu) Padre Padre Padre mio, benedici! Padre Padre mio, benedici! (Ge) Figlia, figlia mia, ecco il mio Amore: accoglietelo! (Ge)° Padre, ecco il Calice della nostra Amicizia, del nostro Amore, della nostra Povertà: accettalo! (Ge) Figli, spose, mamme, ecco il mio Sangue e la mia Carne: mangiate e bevete con me. L'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi: fate festa! fate festa: mangiate con me la Pasqua Viva e risorta! Figlio santo, bevi tu per prima e dona ai tuoi figli il mio Sangue e la mia Carne: fallo sempre, figlio mio. Beati voi che mangiate e bevete con me.* Beati voi che cercate il mio Cuore. Beati voi che vi rifugiate nella° mia Casa: rendetela feconda del mio Amore e della mia Pace. Beati voi che vi donate per i fratelli. Beati voi che voi che amate col mio Cuore. Beati voi che non vi scandalizzate del mio Amore. Beati voi che mi accogliete e mi offrite la vostra casa. Beati voi che non vi vergognate di essere figli della Croce. Ecco, figlioli miei, io ho mangiato e ho bevuto con voi, la mia Pasqua è piena ed è risorta, il mio Amore è nei vostri cuori: ardete e accendete il Fuoco del mio Amore ovunque andate! Figlioli miei, è dolce stare con voi: aprite ancora di più la porta e cullatemi come un Bambino! Figli miei, spose del mio Cuore, io leggo il cuore di ognuno di voi e in quest'attimo sto ascoltando i battiti di voi tutti e dei figli che si uniscono a questa santa preghiera. Vi ricordo sempre di chiedere nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo, ancora date i passi piccolini e non vi rendete conto di ciò che mi chiedete: ma io sono Padre Buono e so aspettare! Figlioli miei, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi: aspettatemi, figlioli del mio Cuore! Piccolo Mario, sulla Porta^ metterai Gesù Risorto, la M come desidera il tuo cuore: fai tutto quello che è nel tuo cuore perché è giusto, figlio mio (e visto che è così: sulla M ci vedo bene pure una corona). Ora io vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: lo offri tu, Giovanni del mio Cuore. Voi, figlioli miei, accostatevi al mio Santo Bacio e offritelo al mondo e siate coscienti del mio Amore. Figli, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nella mia Pasqua Eterna. Tu, croce mia, soffri ancora per i tuoi figli. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Vi chiedo solo di ricordarvi che io sono Padre: Io sono Padre, Io sono Padre e vi amo! Vi ricordo ancora di non togliere nessuno dalla Santa Preghiera: invitate tutti al mio Amore e alla mia Pace. Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Ricordatelo, figlioli, non dimenticate: non buttate via al vento ciò che io vi ho detto in questa serata. Croce del mio Cuore, fermati un altro attimo a pregare come tu sai fare. (Giu) Sì, Gesù:* rimani con noi! (Ge) Sposa capricciosa e cocciuta del mio Cuore, non ti è bastato! (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4> (Ge) Vi amo anch'io, spose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli: aspettatemi col cuore aperto!"

12) Ven 17/7/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai Grandi della Casa del Padre: - Figli, non calpestate ancora la Croce, non sporcate l'abito che portate con le cose del mondo: sappiate che io verrò e anche voi dovete rispondere di ciò che avete fatto. Non vi ho detto di fare i vostri comodi: ma di andare e portare la mia Parola. Non vi ho ordinato di accumulare tesori: ma di esser poveri. Io vi ho detto, amate e perdonate: figli, voi state facendo tutto questo? Figli miei, aspettatemi perché io verrò: come ho promesso! Tu figlio Mario, tu figlio Pasquale, tu figlio Franco e tu Piccola Croce del mio Cuore, siate pronti: vi aspetto il giorno dell'Assunzione di mia Madre nella Casa di Elia. Figli, vi amo e vi chiedo di soffrire ancora, ho bisogno di voi: di poggiare su di voi il Legno Santo della Croce. Figli, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Figli, io vi amo e vi invito a non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera, tirate sempre la Barca carica del Santo Vangelo e camminate nel mio Fiume: con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

"8 maggio '98, ore 01,10, a casa. Immacolata: Sia lodato il Nome di mio Figlio. Anna: Sempre sia lodato il Nome di Gesù. Immacolata: Cari miei figli, il mio Cuore è straziato di dolori: piango lacrime di sangue per tutti gli errori, le violenze e i massacri che sono sulla terra! La moda sta offendendo molto il Signore. Le persone che seguono e servono Dio non devono servire la moda. Satana sta distruggendo il mondo e sta entrando anche nella Chiesa. La Chiesa ha bisogno di preghiere! Figli cari, i castighi del mondo li state vedendo: ci saranno molte discordie nel mondo politico. Molte piogge con grandine spaventose, terremoti, la guerra non sono altro che castighi per i peccati del mondo. Figli, il Santo Padre soffrirà molto, io e mio Figlio gli stiamo vicini fino alla fine per ricevere il suo sacrificio: pregate tanto per lui. Figli, figli miei, siate generosi e puri nell'anima e nel corpo. Fate sacrifici, conversioni, pentimenti. Non pregate solo nei mesi a me cari, ma pregate anche negli altri mesi. Fino a settembre voglio preghiere immense".

Anna annota: "La Madonna se n'è andata rimarcando le ultime parole: Voglio preghiere immense. Era vestita con abito bianco, velo celeste e col Rosario nella mano destra" (dal foglio Crosia a cura di Attilio Di Giovine).

Tanti auguri, Anna, anche da questo mio Sito Internet!

E tanti auguri pure

a mia nipote Anna Riccio per la nascita , 25.7.98, di

DAVIDE,

il 13° dei presenti alla famosa Cena del 5 marzo '98

+++