LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n.224, Lauria, 5 agosto 1998

Sappiate che a Gesù si arriva attraverso la Santa Sofferenza

(dal messaggio del 24/7/98 alla Quercia)

Messaggi Tramite Giulia

1. Dom 19/7/98, a casa, ore 9.30, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlio Pasquale, io sono la tua Mamma, ma ti chiedo scusa: ora ascolta la mia Parola. Figlioli miei, io sono in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Tu, piccola croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti* del tuo Gesù e immolati con i Dolori del Parto* della Croce. Figlia mia, il Parto è sempre più vicino: sii forte! (Giu) Mamma, dammi tu la forza! (Imm) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, prega e immolati per i figli della perdizione: vedi, croce mia, stanno sporcando il mio abito! prega e consola il Cuore di Gesù: porta tu oggi la Croce, sigilla col Bacio del Piccolo Giovanni tutti i figli che si accostano sul tuo camminare e non temere niente e nessuno, croce mia! Io vengo in mezzo a voi a portare la Verità Viva del Santo Vangelo, vivetelo in pienezza, figlioli del mio Cuore: pregate e sollevate le Mura che stanno crollando! Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, non sporcate ancora gli abiti che indossate: sappiate che il mio Gesù verrà a chiedervi cosa state facendo! Figlioli, io sono la vostra Mamma, vi amo e vi voglio salvi: fate presto perché il tempo del Padre è alle porte! Figlioli, vi invito a pregare ancora per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! La mia Promessa viene da Fatima e niente e nessuno può cancellare ciò che è scritto. Tenete sempre le lucerne accese e non spegnetele, figlioli del mio Cuore: vi invito a cercare ancora nei vostri cuori e a togliere tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Figli, allontanate i flagelli col vostro soffrire perché sono sempre più bassi! Pregate e invocate: misericordia al Padre, misericordia al Padre, misericordia al Padre! Tu, croce del Cuore di Gesù, soffri ancora* e bevi i calici misti.* (Giu) Mamma, Mamma, sono amari! (Imm) Figlia, il Parto è vicino: sii forte! Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio, vi dono l'Amen del Padre: accoglietelo e offritelo al mondo! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia. Tu, croce mia, consola il Cuore del tuo Gesù. (Giu) Sì, Mamma!* (Imm) Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Grazie, figlioli del mio Cuore, per ciò che offrite! (Giu) Mamma, grazie per essere venuta! (Imm) Prega, figlia mia, prega e offri tutto il tuo amore all'umanità. (Giu) Sì, Mamma!

 

2. Mar 21/7/98, veglia alla Quercia, ore 21. 45

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen.* Croce del Cuore del mio Gesù,* bevi bevi i calici misti* del tuo Gesù e immolati in modo particolare per i figli Ministri, per la Chiesa tutta. Figlia mia, consola il Cuore del tuo Gesù: bevi* bevi, figlia mia!* Figlioli, vi ringrazio per essere venuti a consolare il Cuore del Padre. Vedi, figlia mia, il mio abito è sporco: pregate pregate secondo le mie intenzioni di Mamma. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Vi invito ad essere soldati e a combattere con la Spada che vi è stata consegnata. Figlioli miei, il tempo del Parto è vicino: non spaventatevi di niente e di nessuno. Tu, figlio santo, figlio Mario, alza la Spada e combatti con amore: combatti, figlio mio, perché è tempo di gridare la Verità del Santo Vangelo; non fermarti e non spaventarti delle persecuzioni che verranno ancora: tu sei il Seme dell'Amore e della Pace: figlio mio, sii fecondo e non fermarti! Voi, Piccoli Giovanni del mio Cuore, camminate e portate sempre la Parola Viva del mio Gesù: tirate sempre la Barca carica del Santo Vangelo. Io sono la vostra Mamma, la Mamma della Croce, e vi amo, figlioli cari! Vi invito sempre a camminare sulle Sante Spine: non le togliete, caricatevi della Santa Croce!* (Giu, alla Consacrazione) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù!* Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! (Gesù) Figli, camminate e gettate il Seme dell'Amore: andate avanti e legate sempre la Catena Santa. Figli, il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero, amate e perdonate i vostri nemici, costruite le Sante Capanne e pregate pregate pregate e non togliete nessuno dalla Santa Preghiera: raccogliete i miei piccoli, i miei poveri, i miei emarginati. Figli, presto vi saranno consegnate altre gocce: voi andate avanti e camminate con la Santa Croce. Figli, figli del mio Cuore, siate mamme del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Io ora vi lascio, figli miei: vi sigillo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia. Tu, croce del Cuore di Gesù, soffri ancora per i tuoi figli con i Dolori del Parto. (Giu) Sì, Mamma! (Ge) <allo scambio di pace>: E con lo Spirito del Padre: sia frutto d'Amore e di Fecondità, figli! Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

 

3. Giov 23/7/98, ore 21.04, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta:* bevi, figlia mia, bevi e soffri per i miei figli Ministri!* (Giu) Gesù, cosa t'hanno fatto? Il tuo abito è sporco di sangue! (Ge) Figlia mia, sono i calici amari che mi stanno offrendo in questo attimo: prega e accetta ancora i Dolori del Parto.* (Giu) Gesù, dammi la forza e la costanza!* (Ge) Coraggio, piccola cocciuta: vai avanti! Vedi, figlia mia, in questi anni stiamo camminando insieme: portiamo un po' per uno la Croce. Io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del mio Vangelo, ma quanti figli mi accettano?! quanti figli hanno aperto il cuore?! Figlioli miei, siete ancora in pochi! Ancora non riuscite ad amarmi in pienezza: non sapete donare tutto! Figli miei, crescete nell'Amore: allargate i vostri cuori alla Croce e amate amate i vostri nemici! Figlioli del mio Cuore, voi che siete qui riuniti al Santo Altare della Misericordia, vi invito a caricarvi di Croce e non lamentatevi del peso: andate avanti! Io vi sto donando tutto, non vi faccio mancare nulla: figlioli miei, non lamentatevi e non chiudete la porta ad ogni piccolo acciacco. Figlioli miei, sia Sì pieno il vostro Sì al Padre e guardate i vostri fratelli poveri: date il mio Pane, date il mio Amore a chi bussa alla vostra porta, a chi bussa al vostro cuore: non negate nulla, figlioli miei! Il Padre ha scelto questo luogo e la mia Piccola Cocciuta per donare a voi il Pane dei Cieli. Figlioli miei, camminate sempre sulla scia di Maria, la Madre mia e Madre vostra, che viene in ubbidienza al Padre a portarvi la Luce. Figli, voi che siete uniti da lontano alla Catena del mio Santo Amore, crescete e moltiplicatevi nella Pace, nella Carità, elargite i vostri cuori e non lasciate nessuno fuori della santa Preghiera: raccogliete i miei vecchietti, i miei malati, i miei emarginati e offriteli al Padre. Figli, non cercate la pace del mondo: cercate la Pace di Dio e riempite i vostri cuori. Vedete, figlioli cari, io sono Padre e un Padre ama i propri figli e dona tutto quanto è chiesto nel giusto del Vangelo, voi ancora non sapete chiedere e sbagliate sempre: ma io come Papà Buono vengo a correggere i vostri passi e vi invito a camminare ancora sulle Sante Spine. Figlioli, il Progetto che si deve adempiere in questo luogo santo è Progetto d'Amore, Progetto di Pace. Non spaventatevi se ci saranno ancora persecuzioni, combattete con la Spada che vi è stata consegnata, figlioli miei, la Spada di Dio Padre che è fatta di Luce, di Verità e di Corone: abbassatela quando dovete abbassarla e non spaventatevi, figlioli! Invocate sempre la Luce dello Spirito Santo e combattete: combattete con Maria che è sempre al vostro fianco! Figlioli miei, pregate e perdonate i figli che ridono della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figlioli miei, siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti delle Gocce che io vengo a portarvi e amate amate col mio Cuore! Tu, piccola cocciuta, dovrai soffrire ancora, ma non spaventarti: ricorda sempre il tuo primo messaggio e tienilo nel cuore, figlia mia!* (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza di andare avanti: perdonaci se ancora non sappiamo camminare! (Ge) Vieni, figlia mia: stringi le mie mani! (Giu) Gesù, dammi il tuo Respiro! (Ge) Ecco, figlia mia!* Ora, figlioli del mio Cuore, vi invito ancora una volta a tenere alto il Santo Vangelo, vi invito ad amare col cuore: vi invito a salire la Scala Santa del mio Amore e della mia Pace! Vi chiedo di aspettarmi perché io verrò a fare festa insieme a voi e vi chiedo di guardare ancora nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figlioli del mio Cuore, ora svuotate i vostri cuori dai pensieri cattivi: riempiteli d'Amore e donate(lo) ai vostri fratelli, ai vostri figli. Tu, croce mia, togli i sandali e cammina, cammina: porta i tuoi figli nel Fiume.* (Giu) Gesù, c'è sempre più sangue! (Ge) Non temere, anima mia: cammina e bevi!* (Giu) Gesù, sostienimi!* (Ge) Non temere, anima mia, cammina ancora: cammina! Figlioli, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Ora liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e legatevi in pienezza alla Croce: preparatevi, figlioli! Tu, sposa mia, prepara il tuo cuore: gioisci, gioisci con i Chiodi Santi!* (Giu) Gesù, sono lunghi!* (Ge) Gioisci, sposa mia: assapora i Santi Chiodi!* (Giu) Gesù Gesù! (Ge) Sposa, figlia e mamma del mio Cuore,* ecco cosa offro alle mie spose! Gioite, spose mie e amate amate amate! Ora preparati! (Giu) Padre Padre Padre mio: benedici, Padre mio! (Ge) Preparati, anima del mio Cuore! (Giu) Padre Padre Padre! (Ge) Coraggio, anima mia! Piccola cocciuta, non spaventarti! (Giu) Padre! (Ge) Coraggio!* Ecco, figlioli del mio Cuore, non scandalizzatevi del mio Amore e della mia Pace, io vengo in mezzo a voi a donarvi il Cuore del Padre e invito ognuno di voi a donare il proprio cuore per i vostri fratelli, per i vostri figli. In questo luogo di Pace, d'Amore e di Luce io vengo a portare ad ognuno di voi il Pane dei Cieli. Figlioli cari, siate coscienti di questa mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figli, accostatevi al mio Banchetto e venite a mangiare e a bere con me perché io sono vostro Amico, vostro Fratello e vostro Figlio e voi siete le mie Mamme: rimanete sempre nel mio Amore e nella mia Pace, figlioli! (Giu) Padre, io ti offro il Calice del nostro Amore e della nostra Amicizia: accoglici nel tuo Cuore così come siamo: perdonaci se non sappiamo offrire nulla, ma insegnaci ad amare col tuo Immenso Cuore! (Ge) Figli, vi offro l'Amen del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e vi invito ancora ad amare: amate amate! Io vi dono il mio Sangue e la mia Carne, mangiate e bevete con me, con l'Agnello Immolato: l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Figli, siate un'unica cosa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo perché io non vengo a cambiare nulla del Santo Vangelo, io mi dono (questa è la cosa nuova e in più e tanto è scritto pure nel Vangelo: il pleroma tou Teou, la Pienezza di Dio, ndr) ad ognuno di voi perché vi amo, vi amo, vi amo: fate festa col mio Amore e donatelo al mondo! Tu, croce del mio Cuore, bevi il mio Sangue. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora offri il Pane dei Cieli ai miei figli. Accostatevi, figlioli cari: spezzate e intingete! Beati voi che mangiate e bevete con me. Beati voi che mi amate. Beati voi che cercate il mio Cuore. Beati voi che avete sete e venite a bere alla mia Sorgente. Beati voi che avete fame e venite a mangiare alla mia Mensa. Beati voi che cercate la Porta del mio Cuore. Beati voi che volete la mia Luce. Beati voi che amate col cuore di bimbi. Beati voi che iniziate a dare i primi passi per venire alla mia Porta. Beati voi che donate i vostri cuori. Beati voi che amate col mio Cuore. Beati voi, figli, che venite con amore alla mia Casa. Beati voi che donate tutto per amore del Padre. Beati voi, figli, che cercate la mia Croce. Beati voi ché i vostri nomi sono scritti nel Cielo. Benedite e lodate il Padre per l'Amore e la Misericordia che vi dona. Beati voi che sopportate il peso della Santa Croce. Figlioli del mio Cuore, vi amo, vi amo tanto da elargire grazie e benedizioni copiose su ognuno di voi: rimanete sempre nel mio Amore e nella mia Pace. Io vi dono tutto, figlioli, non temete niente e nessuno: io sono il Gesù, il Gesù della Croce che si è donato per ognuno di voi. Figlioli miei, amate col Cuore del Padre e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno. Figlia mia (= Iolanda di Sofferetti, chiarirà poi Giulia), figlia del mio Cuore, porta ancora la mia Croce su di te e non temere niente e nessuno: io ti amo perché sono tuo Padre! Figlioli miei, andate avanti e portate sempre il mio Santo Vangelo: non spaventatevi di niente e di nessuno! Ecco, figlioli miei, io vi ho donato il mio Sangue e la mia Carne e la mia Pasqua è piena ed è risorta, figlioli del mio Cuore! Tu, piccola croce, alla fine della preghiera mangia il mio Cuore. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ora, figlioli miei, vi invito a pregare: benedite e lodate il Padre per tutto quello che vi dona e non togliete nessuno fuori della Santa Preghiera. Io vi amo perché sono vostro Padre: amate anche voi il mondo, pregate e perdonate i figli della perdizione, donate sempre il Bacio del Piccolo Giovanni ai vostri figli, ai vostri fratelli. Ecco, figlioli del mio Cuore, io gioisco quando vedo i cuori aperti e in questo attimo li sto vedendo: migliorate ancora il vostro cammino e non fermatevi dinanzi ai gradini, salite, figlioli cari, salite e cercate il mio Cuore di Padre! Ora io vi lascio ma vi invito a pregare col cuore aperto. Figlioli miei, vi sigillo col mio Bacio e non scandalizzatevi del mio Amore. Figlioli, vi offro il Bacio del mio Cuore: accoglietelo e offritelo al mondo. Figli miei, restate sempre uniti al Legno Santo della Croce: non dividetevi, Piccoli Giovanni del mio Cuore! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli del mio Cuore, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Tenete sempre alto il Santo Vangelo. Ricordate sempre che siete stati battezzati col Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Siete miei figli: siete parte del mio Cuore! Non calpestate i vostri corpi: non sporcateli, figlioli miei, rendeteli sempre più puri e presentateli al Padre! Io vi amo e vi invito a pregare col cuore. Ricordatevi sempre che io sono Padre, ricordate nei vostri cuori: Padre Padre Padre mio! Non mettetemi da parte! Io sono un Dio Vivo che abito nei vostri cuori, vedo e sento ogni vostra piccola cosa: figlioli, non potete nascondermi nulla! Vi chiedo solo di amare, amate amate amate: fate bruciare i vostri cuori del mio Amore! Chiamatemi sempre: io sono sempre ad aspettarvi! Figlioli, io vi amo, vi amo e aspetto il vostro amore! Non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Ricordate sempre che siete nati dal mio Amore! Ora preghiamo, figlioli! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli del mio Cuore, ricordate sempre queste sante parole. Ricordate che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: abito dentro di voi, non cercatemi lontano e aspettatemi! Io verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli: amatevi gli uni gli altri, figlioli del mio Cuore! Tu, piccola croce, fermati ancora un attimo a pregare come tu sai fare:* bevi i calici.* (Giu) Sì, Gesù!* Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore: aspetto che voi mi culliate (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli miei: grazie per avere accettato la mia Parola! Grazie per avere accolto la mia Venuta in mezzo a voi! Ora andate in pace e portate al mondo la mia Pace, il mio Amen: Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen (29, quanti i presenti). Scenda su di voi il mio Amore Pieno!"

 

4. Ven 24/7/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al suo Popolo: - Figli tutti, sapete bene che voi non siete che un soffio, vi ho donato la vita e l'intelletto, conoscete il bene e il male e vi ho lasciati liberi di potere camminare: due sono le vie, una mia appartiene, l'altra fa parte della perdizione. Ora avete camminato, vi siete resi conto cosa vi danno le due vie: ora, figli, è giunto il tempo di presentarvi dinanzi ad una delle due porte. Figli, siate bene attenti, una è piena di Luce, di Pace e d'Amore, l'altra è piena di luci del mondo: ma là non trovate che fuoco. Io vi sto chiamando, figli, l'ora è giunta, ora dovete combattere voi perché ora sapete quale via prendere, non siete più all'oscuro di tutto. Figli, il mio Vangelo è questo° per tutti, io sono sempre pronto ad accogliervi nel mio Cuore: sono Padre, ricordate queste parole! Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti, tirate la mia Barca carica del Santo Vangelo e pregate per i figli Ministri. Figli, vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4).

 

5. Ven 24/7/ 98, alla Quercia, 15.20, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. (pausa per il Credo) Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù: bevi, figlia mia, i calici verdi e i calici rossi, e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta. Croce del Cuore del mio Gesù, in questa giornata caricati della Santa Croce e portala per i figli Ministri. Figlia mia, io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo e vi invito a tutti di tenerlo alto. Figlioli del mio Cuore, io sono Mamma, Mamma Immacolata e Addolorata, vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo: vengo a portarvi le Gocce e le Sante Spine e vi chiedo, figlioli cari, di aprire i vostri cuori e di non togliere le Sante Spine. Sappiate che a Gesù si arriva attraverso la Santa Sofferenza e io come Mamma invito tutti voi, figli, a decidervi a vivere per Dio. Non cercate altro, figlioli cari, e se io come Mamma vi sto indicando la Via della Croce, non scartatela! Non ascoltate le voci del mondo che vi portano di qua e di là, non ascoltate i rumori: il mio Gesù viene nel Silenzio e nell'Amore della Santa Croce a portare ad ognuno di voi il suo Amore, il suo Pane, la sua Santa Croce. Figlioli, in questi anni io vi sto insegnando a donare i primi passi, ma ancora siete in pochi e barcollate: andate di qua e di là! Accostatevi al mio Amore Materno: accostatevi al Santo Rosario e vivete solo di esso. Io cammino Pellegrina nel mondo intero e avete capito perché una Mamma va a trovare i propri figli. Quand'è che vi spostate voi? Quando andate dai vostri cari? Andate a trovarli quando stanno male e io come Mamma vengo a visitarvi perché siete malati e avete bisogno di cure: io vengo a curarvi col Santo Rosario e con la Parola Viva del mio Gesù. Figlioli, voi figli Ministri, non chiudete la porta dei vostri cuori: sapete bene che il mio Gesù ha parlato apertamente! Vi ha donato questi tempi: ma voi cosa fate? perché vi rifiutate? perché chiudete la porta alla vostra Mamma? Io non vengo a cambiare nulla: vengo a riscaldare i vostri cuori, vengo a preparare la Venuta del mio Gesù in mezzo a voi! E quando un Padre viene, viene a bussare alla porta dei propri figli, cura gli ammalati, fascia le ferite e ai figli che si sono allontanati, allunga le sue mani! Accostatevi, figlioli miei, io vi chiedo solo i vostri cuori, il vostro Sì totale alla Croce. Figli miei, pregate pregate e allontanate i flagelli che si stanno abbassando sempre di più sull'umanità. Figli, cercate solo il Pane di Dio, non cercate le gioie del mondo, non offendete ancora il Cuore di Gesù: vedete, i flagelli si abbassano perché siete in pochi ad amare, in pochi a cercare la Luce di Dio! Figli miei, alzate le Mura che stanno crollando, unite i vostri cuori e vivete come figli di Dio e per Dio. Figlioli, il mio Amore di Mamma non ha limite e il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero. Vi invito sempre a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Figlioli miei, quando pregate, raccogliete i piccoli, gli emarginati, i figli drogati e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Io vi invito a tenere alto il Santo Vangelo e a viverlo in pienezza, figlioli cari! Ora, figli miei, io vi offro le Gocce del Padre, vi porto le Gocce dello Spirito Santo e vi invito ad essere mamme dell'Amore e della Croce. Non pensate che sia una ripetizione ciò che io vi dico: siate mamme, siate mamme, siate mamme! e cullate nei vostri cuori il mio Gesù: offrite(gli) il Latte dell'Amore! Figli cari, ora vi invito ancora a camminare sulla strada del mio Gesù e quando troverete ancora spine, non toglietele, figlioli miei, ma stringetele ai vostri cuori e dite: Padre, grazie per il tuo Amore, grazie per le Sante Spine che ci doni: facci camminare sempre nel tuo Amore e nella tua Pace! Chiedete a Gesù, chiedete al Padre, chiedete allo Spirito Santo la Santa Sofferenza e portatela: portatela per i figli che non sanno camminare con la Santa Croce! Figli miei, queste sono le Gocce che io vi dono: amate amate la Santa Sofferenza e offritela al mondo! Camminiamo ancora così, figlioli miei, perché io verrò ancora a lungo in questo luogo a portare la Parola Viva del mio Gesù. Crescete crescete crescete nell'Amore e offritela/o al mondo. Ora vi lascio al mio Gesù: accoglietelo! (Gesù) Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: chinate i vostri capi alla Misericordia del Padre! Ecco, figli del mio Cuore, io vengo in mezzo a voi come un pastore in mezzo alle pecorelle; vi guardo ad una ad una, ma guardo i vostri cuori, non curo i vostri mali: vengo a curare le vostre anime perché ancora siete lontani dal mio Amore. Parlo a voi figli di questa valle, a Voi Pastori (Vescovo e preti albanesi in particolare, ndr) che non sapete ancora aprire la porta dei vostri cuori: Io vengo in mezzo a voi a portare la Pace della Croce, ma voi mi offrite la guerra dei vostri cuori che non riescono ad unirsi al mio Amore! Voi Piccoli Giovanni, Voi Quattro della Santa Croce, caricatevi e portate la Santa Croce per i figli della perdizione, i figli che infangano questo luogo santo: non sanno ancora cosa vogliono, vanno di qua e di là! Figlioli miei, cosa volete fare? Ricordatevi che io sono la Legge e niente e nessuno può cancellare ciò che è scritto nel Libro. Figli, ringrazio i cuori aperti e voi che seguite la Parola Viva, voi che ancora camminate i piccoli passetti, vi amo e vi offro le mie mani: venite dietro di me, figlioli cari! Ora tu, piccola Croce del mio Cuore, porta i tuoi figli nel Fiume del mio Amore: togli i sandali, figlia mia! Piccolo Mario, piccolo Pasquale, togliete anche voi i sandali e legatevi alla Piccola Croce! Tu, figlia mia, cammina cammina! (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Non spaventarti, anima mia, cammina e porta i tuoi figli nel mio Fiume, ma stai attenta: non dire ancora dove arriva! (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza!* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, bevi bevi ancora del sangue!* Ora prega come tu sai fare e prepara il cuore dei tuoi figli perché io dono ad ognuno di voi il mio Sangue e la mia Carne. Elia, Domenico, Mario, unitevi alla Santa Preghiera. Siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Ecco il Calice del mio Sangue: bevetene tutti! Ecco la mia Carne: mangiatene tutti! Figlioli, la mia Pasqua è piena ed è risorta: gioite con la Croce e camminate dietro di me! Vi amo, figlioli miei, anche se ancora voi non capite ciò che io dico! Ora io vi lascio ma vi sigillo col Bacio del mio Amore attraverso il figlio santo. Siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti, figlioli miei! Inizia col Bacio. Scambiatevi anche voi il mio Bacio perché Giovanni sono io, figlioli del mio Cuore! Non scandalizzatevi del mio Amore: ma restate uniti come figli della Croce! Non togliete nessuno dalla Santa Preghiera, figlioli cari, ma amate amate amate! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordate sempre che la Croce è unita e non si divide: così il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo sono un tutt'uno con Maria. Ricordate, figlioli miei: quando iniziate a pregare, liberate i vostri cuori e contemplate il Legno Santo della Croce. Ricordate che il Legno Santo della Croce è stato bagnato dal mio Sangue: quel Sangue che vi ha donato la vita e vi ha donato un Padre, un Fratello, un Amico di amare e di abbracciare in ogni attimo. Ricordate che il mio Cuore gronda sangue per ognuno di voi e vi invita sempre ad essere vivi e amare: amate amate, figlioli, e chiamatemi Padre perché io sono sempre pronto ad abbracciarvi: accarezzare i vostri cuori! E vi chiedo di essere piccoli: non sia tra voi il maestro, ma siate tutti bambini del mio Amore e della mia Pace. Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Ricordate sempre queste sante parole, figlioli del mio Cuore. Ora vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: Amen Amen Amen Amen Amen (5). Andate in pace e portate la mia Pace al mondo! Vi amo, figlioli del mio Cuore, e vi aspetto!"

 

6. Dom 26/7/98, alla Quercia, ore 15.30, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù: bevi, figlia mia, i calici verdi e i calici rossi, e immolati* in modo particolare con i Dolori del Parto della Croce per i figli della perdizione. (Giu) Mamma! (Imm) Figlia mia, in questa giornata i calici sono più amari. Figlia, non ascoltare la voce del mio nemico (che si presenta nelle vesti di Mario Zenna o don Giovanni e altre forme: vedi la visione del 29 c.m.): vai avanti e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno.* (Giu) Mamma, i calici mi tagliano la gola!* (Imm) Bevili, figlia mia, e consola il Cuore del tuo Gesù.* (Giu) Mamma, devo mettere nel tuo Cuore le persone che mi ha affidato don Mario (i familiari di Mario Zenna e tutto il contesto).* (Imm) Figlia, bevi questo calice per loro che fanno grondare il mio Cuore di sangue. (Giu) Mamma, perdonami! (Imm) Non temere, anima mia! Non spaventatevi di niente e di nessuno, andate avanti: la Grazia di Dio Padre è su di voi. Figlioli del mio Cuore, io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo e in questa giornata vi invito di tenerlo alto e di pregare secondo le intenzioni del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figlia mia,* bevi ancora i calici!* (Giu) Mamma, dammi la costanza e la forza!* (Imm) Sono pesanti, figlia del mio Cuore, ma tu bevili: aiuta questi miei figli che non vogliono ascoltare la Voce del Padre.* (Giu) Mamma, Mamma, Mammina, Mammina mia, cosa posso fare ancora? (Imm) Per adesso bevi i calici, figlia mia, e porta i tuoi figli alla Porta Santa: porta i tuoi figli alla Porta del Parto e non fermarti! Io vengo in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Vengo a svegliare i cuori addormentati, vengo a portare il Pane Vivo del mio Gesù, ma voi non spaventatevi se ancora siete in pochi, se ancora i figli non riescono a sentire il mio grido di Mamma: camminate e andate avanti, Voi Piccoli Giovanni, io poggio la Croce del mio Gesù su ognuno di voi e come Mamma vi invito ad andare avanti e a combattere come soldati dell'Amore e della Pace. Figlioli miei, i tempi che verranno saranno ancora più duri, ma voi restate uniti alla Catena del mio Amore e non togliete le Sante Spine da dove camminate: abbracciatele ai vostri cuori e andate avanti perché l'ora del Padre è vicina. Il Parto è alle porte, figlioli miei, siate pronti e preparati! Non ascoltate il grido del mio nemico che vi porta di qua e di là: restate uniti al mio Cuore Immacolato e Addolorato! Tu, croce del Cuore di Gesù, non spaventarti delle persecuzioni che verranno ancora, sai bene dall'inizio ciò che devi fare: vai avanti e non fermarti, stringi la Croce sul tuo cuore e cammina, anima mia! Figlioli miei, in questa giornata io offro ad ognuno di voi il Cuore del Padre e vi invito a farlo amare: a farlo conoscere! Figlioli miei, vi ripeto ancora una volta di tenere alto il Vangelo Vivo e di viverlo in pienezza: pregate pregate col cuore, figlioli miei! Vi dico grazie per essere venuti ad ascoltare la mia Parola e vi invito ad amare e a perdonare i vostri nemici; non togliete nessuno dalla Santa Preghiera, figli cari, e aspettatemi perché io verrò ancora per molto tempo a portarvi il Pane dei Cieli. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore Pieno dello Spirito Santo, figlioli miei! Tu, croce del Cuore di Gesù, fermati un altro attimo a pregare come tu sai fare. (Giu) Sì, Mamma, ma dammi ancora la costanza e la forza perché la mia viene meno! (Imm) Vai avanti, cocciuta del Cuore di Gesù, e non lamentarti! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Cuore Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen Amen Amen (3)".