LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n. 225, Lauria, 25 agosto 1998

Una Stanza per donarsi all'umanità tutta

Padre, fa' che l'umanità sia un unico Legno di Croce e di Pace!

(dal messaggio del 13/8/98)

Messaggi Tramite Giulia

1. Giov 30/7/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore!* Tu, croce del mio Cuore,* bevi ancora i calici misti* e immolati con i Dolori del Parto della Croce* per l'umanità tutta, per i figli Ministri.* Bevi, figlia mia, bevi i calici,* ma stai attenta: sono sempre più amari perché il Parto è pronto! Non spaventarti, anima mia:* bevi, bevi tutti i calici che mi stanno offrendo in questo attimo i Grandi della Casa del Padre!* (Giu) Gesù, sono amari, mi tagliano la gola:* dammi la forza e la costanza!* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, sai cosa fare se non ce la fai, grida i Dolori del Parto: fallo assaporare anche ai tuoi figli, ai figli che non vogliono sentire il mio Amore e la mia Pace! Io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo, non vi chiedo nulla, figlioli cari,* vi chiedo solo di aprire i vostri cuori e di amare: amate e perdonate i vostri nemici, amate e cercate i poverelli e offritegli il mio Pane. Figlioli del mio Cuore, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale. Figlioli miei,* siate coscienti del mia presenza, non guardate la mia creatura, io mi servo di lei, piccola e povera e cocciuta com'è per donare a voi il mio Pane: figlioli, giorno per giorno diventa sempre più cocciuta del mio Amore e della mia Pace e come Giovanni grida la Verità del Santo Vangelo. Figlioli miei, in questa serata vi faccio un piccolo rimprovero, ma col cuore: quando pregate assaporate la Santa Preghiera: non correte! Figlioli miei, io ciò (= ho) tempo per restare insieme a voi, desidero che i vostri cuori parlano piano piano e dicono a Maria: Ave Maria! Non correte, figlioli cari, ma abbracciate il Legno Santo della Croce e pregate lentamente come io vi sto dicendo: pregate lentamente con la Preghiera del Padre: assaporate il mio Amore! Figlioli, non è un rimprovero: è una carezza di Padre ai propri figli! Ora vi invito ancora a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi: figlioli miei, ciò che lui deve fare, lo deve fare adesso, subito, e lui sta pregando sotto il peso della Santa Croce per ognuno di voi. Figlioli miei, io vengo in mezzo a voi col Padre e con lo Spirito Santo: veniamo a portare le Gocce dell'Amore! Io vi sto preparando la Stanza dell'Amore: voi state facendo i lavori, ma io ho già preparato per ognuno di voi. Figlioli miei, siate coscienti di ciò che state facendo! Ancora i vostri occhi non vedono e i vostri cuori non riescono a capire: ma presto faremo festa, figlioli del mio Cuore! Tu, croce del mio Cuore,* bevi ancora i calici misti* e soffri con i Dolori del Parto: figlia mia, soffri e ferma i flagelli che si stanno abbassando* sempre di più perché siete in pochi a pregare! Parlo a voi che siete riuniti nella mia Capanna d'Amore e parlo al mondo intero. Figlioli miei, affrettatevi ad aprire la porta del cuore: decidetevi a camminare sulla Via della Croce! Io vi sto mandando mia Madre Pellegrina per il mondo a portare le sue Lacrime: ma ancora non avete capito: figlioli miei, una Mamma piange perché vede i figli in pericolo, ma voi ancora non avete ascoltato il Cuore di Maria! Figlioli miei, fermatevi: fermatevi e ascoltate Maria che porta il suo Pianto!* (Giu) Gesù, Gesù, tu grondi sangue: cosa t'hanno fatto? (Ge) Figlia mia, vedi, è il sangue dei flagelli che scende: prega e fai pregare i tuoi figli. (Giu) Gesù, dimmi cosa posso fare! (Ge) Caricati del Legno Santo e portalo tu in questa serata. Figlioli miei, guardate ancora nei vostri cuori, cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene: liberatevi dalle cose del mondo e legatevi al Legno Santo della Croce. Figlioli miei, vi ripeto ancora una volta: siate coscienti, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Pregate e perdonate i vostri nemici e non togliete nessuno dalla Santa Preghiera, figlioli del mio Cuore! Io vi offro il mio Cuore e come Padre vi invito a camminare sulle Sante Spine, figlioli miei! Tu, piccola croce del mio Cuore, sii forte ancora e non spaventarti per le persecuzioni che verranno ancora. Figlia mia, ricordati sempre la tua prima visione, tienila nel tuo cuore e non fermarti: vai avanti, anima mia, e porta tutti i tuoi figli con te. Ora togli i sandali, tu croce mia, tu figlio Mario, tu figlio Pasquale: aggrappatevi alla Piccola Croce e sostenetela, figlioli del mio Cuore! (Giu) Gesù, Gesù, c'è troppo sangue!* Gesù, Gesù, sostienimi! Gesù, il sangue mi copre!* (Ge) Non spaventarti, croce mia, cammina e porta tutti i tuoi figli. (Giu) Gesù: la Porta!* (Ge) Stai attenta, non dire ancora dove arriva il Fiume: ora bevi.* (Giu) Gesù, Gesù! (Ge) Vai avanti ancora!* (Giu) Gesù, sostienimi: aiutami a portare tutti i figli!* (Ge) Coraggio, anima mia: coraggio, i tuoi figli sono dietro di te! (Giu) Grazie, Gesù! Gesù, perdonami: ci sono anche quelli che non sono presenti(?)° (Ge) Sei talmente cocciuta da non credere a ciò che ti dico, non temere, i tuoi figli sono tutti con te: ora falli camminare e invitali ancora a non togliere le Sante Spine. Io vi sto donato il Fiume, voi non lasciatelo: non prostratevi ad altri dei e non cancellate dai vostri cuori il Legno Santo della Croce. Figlioli miei, io sono vostro Padre e vi conosco ad uno ad uno, vi invito ancora una volta a cercare: cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figlioli miei, non pensate che sia una ripetizione ciò che io vi sto dicendo. Figlioli miei, vi invito alla preghiera fatta col cuore. Tu, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare: immolati* con i Dolori del Parto secondo le mie intenzioni di Padre.* (Giu) Padre Padre Padre: Padre mio!* (Ge) Figlia e sposa mia! (Giu) Padre Padre! (Ge) Guarda e non spaventarti, anima mia!* (Giu) Padre! (Ge) Figlioli, inginocchiatevi: pregate secondo le mie intenzioni e liberate i vostri cuori. (Giu) Padre Padre Padre,* se è possibile, allontana ciò che io sto vedendo: ma sia fatta la tua, non la mia volontà! Tu ci dici di chiamarti Padre e in quest'attimo io grido dal profondo del cuore: Padre, allontana ciò che io sto vedendo!* Figlioli, figlia del mio Cuore, pregate pregate pregate! (Giu) Padre, non abbandonarci! (Ge) Non temere, piccola cocciuta del mio Cuore: andate avanti e combattete come Piccoli Giovanni del mio Cuore! Ora, croce mia, preparati e prepara i tuoi figli al mio Banchetto d'Amore e di Luce. Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, vi chiedo ancora una volta di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi, vi invito ancora a tenere alto il mio Santo Vangelo e a viverlo in pienezza, figlioli del mio Cuore: non spaventatevi: io sono il Gesù che è morto e risorto per ognuno di voi, il Gesù del Legno Santo della Croce. Ora preparate i vostri cuori. (Giu) (Giu) Padre Padre: Padre mio, benedici! Padre Padre: Padre mio, benedici! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, ecco l'Amen della mia Pienezza: Amen Amen (2). Preparatevi perché lo Sposo è qui: è in mezzo a voi per fare festa con ognuno di voi!* Ecco, figlioli del mio Cuore, io sono Padre e vi amo: vi dono tutto, voi offritemi il vostro amore, il vostro Sì totale alla Croce, il vostro Sì totale al Cuore di mia Madre Maria. Figlioli miei, siate coscienti in questo attimo perché io sono qui vivo e reale in mezzo a voi.* (Giu) Padre, accogli il Calice della nostra Amicizia, della nostra Povertà, del nostro Amore! Padre, raccogli tutti i figli dispersi e inondali col tuo Santo Amore! (E) Figlia e sposa del mio Cuore, ecco io vi offro il mio Sangue e la mia Carne: mangiate e bevete con me perché io sono qui in mezzo a voi e mangio e bevo con ognuno di voi. L'agnello Immolato è qui: Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Accostatevi e mangiate con me, figlioli del mio Cuore! Tu, figlio santo, Sacerdote del mio Amore e della mia Pace, Sacerdote eterno della mia Parola Viva, porta anche tu i figli nel Fiume del mio Amore e non lasciare la Barca: tirala sempre e fai ancora i nodi, figlio mio; ora bevi tu per primo e dona la mia Carne e il mio Sangue ai tuoi figli: fallo sempre, figlio mio, e non fermarti! tu sei il mio Giovanni: grida il mio Amore e la mia Verità. Ora donami, figlio mio! Ecco, figlioli del mio Cuore, io sto mangiando e bevendo con ognuno di voi: il mio Amore è pieno, figlioli del mio Cuore! Beati voi che venite a mangiare con me. Beati voi che vi donate con amore al Legno Santo della Croce. Beati voi che cercate la mia Porta. Beati voi che non temete niente e nessuno per amarmi. Beati voi che assaporate il Dolore del Parto. Beati voi che non togliete le Sante Spine. Beati voi che avete sete e bevete il mio Sangue. Beati voi che mangiate la mia Carne e la offrite al mondo. Figlioli miei, figlioli del mio Cuore, io vi amo perché sono vostro Padre, voi siate le mie Mamme: Mamme, Mamme del Legno Santo della Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi nella mia Pasqua Viva, nella mia Pasqua Piena, nella mia Pasqua di Cuore! Ecco, figlioli miei, io vi chiedo ancora una volta di amare e perdonare i vostri nemici, vi chiedo ancora di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera: raccogliete i miei ammalati, i miei piccoli, i miei emarginati, raccogliete i miei vecchietti e stringeteli ai vostri cuori perché in ognuno di loro ci sono io. Figlioli miei, ora vi chiedo ancora una volta di guardare nei vostri cuori, cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene: sappiate che io vedo e sento ogni cosa, non potete nascondermi nulla! Figlioli del mio Cuore, ora vi chiedo scusa se sto parlando a lungo, ma vi amo, vi amo e desidero stare con voi: essere cullato da ognuno di voi! Figlioli miei, ora vi lascio ma vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni e ora sapete bene che Giovanni sono io. Vi sigillo attraverso il figlio santo del mio Amore, voi ancora non riuscite a vedere chi è il figlio che io vi porto: amatelo amatelo, figlioli miei! Piccolo Mario, inizia tu col Bacio. Figlioli del mio Cuore, scambiatevi anche voi il Santo Sigillo del mio Amore e non scandalizzatevi di ciò che vedete: sappiate che il Cuore del Padre non ha limiti e dona ai suoi figli tutto il suo Amore. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli del mio Cuore, raccoglietevi e ascoltate i battiti dei vostri cuori perché io abito in ognuno di voi. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordate sempre che io sono vostro Padre, bussate nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo e in questa serata sto ascoltando i cuori delle mie mamme: figli, bussate ancora nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo! Gioite, mamme del mio Amore, gioite e pregate e non togliete le Sante Spine: camminate su di esse! Ricordatevi che io sono un Dio Bambino e voglio essere cullato: voglio gioire con ognuno di voi perché vi amo! Ora preghiamo lentamente! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli del mio Cuore, ricordate sempre queste parole. Tu, croce mia, fermati ancora un attimo a pregare e offri ai tuoi figli l'Amen del mio Cuore: Amen Amen Amen Amen <4>. (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <5>. (Ge) Vi amo anch'io, spose, mamme del mio Cuore, mamme capricciose, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli del mio Cuore! Grazie per avere ascoltato la mia Parola Viva. Andate in pace e portate a tutti la mia Pace Viva".

 

2. Ven 31/7/98, ore 14.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli del mio Cuore, guardate i tempi e non cercatemi lontano. Figli, il tempo del Parto è vicino: non lasciatevi confondere dal mio nemico. Figli, lui vuole la morte di ognuno di voi ed alza la sua polvere per confondervi, voi rimanete saldi nel mio Amore: cercate sempre la Porta del Parto e non lasciatela. Voi, figli Ministri, ascoltate il grido di mia Madre: non chiudetegli la porta! Sappiate discernere tra il bene e il male: vedete, figlioli, dove c'è chiasso e rumore del mondo, là non ci sono io; dove c'è preghiera, silenzio, povertà e persecuzioni, là c'è il mio Sigillo. Figli, voi sapete bene che non dovete ascoltare la voce del mondo: liberatevi dalle cose che non vi portano al mio Amore. Voi Quattro della Santa Croce, andate ancora avanti: tirate sempre la mia Barca carica del Santo Vangelo. Grazie per ciò che mi offrite! Vi amo, spose mie, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4).

 

3. Dom 2/8/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per i figli Ministri.* Croce mia, i Dolori del Parto sono sempre più forti, ma se non ce la fai,* grida anima mia! Non temere niente e nessuno perché io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli miei, vengo a portarvi la Parola Viva del mio Gesù e il mio Cuore di Mamma* in questa giornata gronda sangue!* (Giu) Mamma, Mamma, Mammina mia, sei tutta sporca di sangue! (Imm) Vedi, figlia mia, vedi quanto sangue: i Grandi della Casa del Padre pensano di farmi contenta con tutte le feste che fanno in onore al mio Cuore! Figlia mia, quante mani mi toccano e il mio abito si macchia sempre di più di sangue: io voglio i cuori aperti alla Croce del mio Gesù! Grida, figlia mia, grida la Verità del Vangelo e chiedi ai Sacerdoti processioni sante, con la Croce alzata!* (Giu) Mamma, come faccio a chiedere questo? (Imm) Non temere, alza la Spada e cammina, figlia mia, grida la Verità del Vangelo e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno:* bevi questo calice per il mio Piccolo Giovanni, cioè* per il Papa. (Giu) Mamma, è amaro:* mi taglia la gola! (Imm) Bevilo,* figlia mia! Vedi, io vengo in mezzo a voi in povertà: vengo a portarvi il Legno Santo della Croce e vi invito ad amarlo. Figlioli cari, vi chiedo di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi: preparatevi perché i tempi del Parto sono alle porte! Figlioli miei, non guardate le gioie del mondo ma legatevi al Legno Santo della Croce, non andate di qua e di là a cercare il vostro Gesù: Lui abita dentro di voi! Figlioli miei, dove c'è chiasso non abita Gesù, dove c'è ricchezza non abita il mio Gesù: cercatelo nella povertà e nella semplicità della Croce. Figlioli miei, la mia Promessa viene da Fatima e presto si adempirà nel mondo intero: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti di queste parole! Figlioli cari, io sono la vostra Mamma, la Mamma Immacolata e Addolorata, la Mamma del Legno Santo della Croce: figlioli miei, non temete! Amate e perdonate i vostri nemici e vivete in pienezza il Vangelo Vivo di questa santa giornata, figlioli cari (18/C). Tu, croce del mio Gesù, immolati ancora per i tuoi figli con i Dolori del Parto.* (Giu) Mamma, dammi la forza e la costanza! (Imm) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, stringiti all'Albero Vivo della Croce e vai avanti! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Figlioli, io ora vi lascio, ma vi lascio il mio Cuore e l'Amen del Padre: voi crescete e moltiplicatevi nel Segno Santo della Croce. Figlioli, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode Lode Lode (3).Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen Amen Amen (3). Figlioli, aspettatemi perché io verrò ancora in mezzo a voi!"

 

4. Merc 5/8/98, ore 15.20, al Rosario a casa, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati ancora una volta con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per i tuoi figli: bevi,* creatura mia!* (Giu) Mamma, sono amari!* (Imm) Bevi, figliola del mio Cuore e del Cuore di Gesù. Vedi, figlia mia, ti è stato preparato un altro calice: sei disposta ancora una volta ad accettarlo? Vuoi rispondere ancora una volta il tuo Sì? (Giu) Sì, Mamma! Gesù, dammi la costanza di andare avanti! (Gesù) Piccola cocciuta del mio Cuore, sai bene che il carico è pesante, non fermarti, anima mia, porta a termine il tuo compito: quando non ce la fai, grida! Vedi, io e la mia Mamma, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce siamo sempre qui vicini a tutti voi. Figlioli, voi siete le perle preziose dei nostri cuori: non fermatevi, andate avanti e combattete come Giovanni e con Giovanni! I giorni del Parto sono alle porte, figlioli miei! Io e mia Madre vi invitiamo a combattere, ad amare e a perdonare tutti coloro che incontrate sulle vie: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera! Figlioli cari, ascoltate il grido della mia Mamma e camminate, camminate sulle Sante Spine. (Imm) Figlioli miei, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, vi invito a stringere il Legno Santo del mio Divino Figliolo, vi invito ad accettare le Sante Spine che il mio Gesù vi dona per i vostri figli, per i vostri fratelli, per i figli emarginati, per i figli drogati, per tutti quelli che hanno bisogno delle vostre mani: stringeteli ai vostri cuori e non lasciateli fuori, offritegli il vostro amore, la vostra pace! In ognuno di loro c'è il mio Gesù che si poggia sulle vostre spalle: amatelo e cullatelo, figlioli cari! Figlioli miei, il mio Gesù, si è poggiato sulla Piccola Croce per donare al mondo il Pane dei Cieli: lei cammina, cammina e non si ferma perché ama Gesù e ama ognuno di voi col cuore grondante di sangue. Figlioli miei, accettate anche voi la Santa Croce: siate dei piccoli soldati dell'Amore Vivo del mio Gesù e combattete con amore! Non scandalizzatevi se la Piccola Croce dovrà soffrire molto per l'umanità intera: il mio Gesù gioisce quando lei offre sorrisi, offriteli anche voi! Non sia pesante il vostro carico, non lamentatevi, figlioli miei, ma combattete con amore e offrite rose al Cuore del mio Gesù: rose di rosari, figlioli cari! Ora tu, piccola croce, bevi quest'altro calice che ti è stato consegnato e stai attenta, figlia mia: è molto amaro! (Giu) Mamma, Mammina mia,* stammi vicino! (Imm) Bevilo piano piano, figlia mia, e prega per i figli della perdizione. (Giu) Sì, Mamma! Mamma, grazie per essere venuta! grazie per l'amore che ci doni! grazie ché mi rivolgi la parola! (Imm) Non essere cocciuta, anima mia: abbraccio te col mio Cuore di Mamma e ti dico grazie, anima mia, per ciò che offri! Abbraccio ognuno di voi, figlioli cari, e dico grazie per ciò che operate per amore del mio Gesù! Siate gioiosi, figli: moltiplicatevi nel mio Amore e nella mia Pace e andate avanti! (Giu) Mamma, ti faccio gli auguri (= di compleanno) da parte di tutti! (Imm) Grazie, figlioli miei, ma desidero petali di rose: innalzateli al Cuore di Gesù! (Giu) Sì, Mamma!(Imm) Ora mando su di voi^ il mio Manto Materno: portatelo nel mondo.* Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Aspettatemi, figlioli cari, io verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: voi tenete sempre alto il Santo Vangelo. Tu, croce mia, soffri ancora per i tuoi figli. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

 

5. Giov 6/8/98, ore 21,04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce del mio Cuore,* bevi ancora i calici misti, i calici verdi e i calici rossi,* e immolati, figlia mia, con i Dolori del Parto della Croce: figlia,* immolati per i figli Ministri e i Grandi della Casa del Padre.* Non spaventarti,* i dolori sono sempre più forti, figlia mia,* ma vedi: io vengo in mezzo a voi a portarvi la Verità* del Santo Vangelo e vi porto la Croce per poggiarvi su di essa. Figlioli cari, il Santo Vangelo è la Parola Viva del mio Cuore: la Croce che io vi porto è Croce di Pace, d'Amore e di Fratellanza, ma insieme alla Croce ci sono i Santi Chiodi e io come Padre vi invito ad accettarli: assaporate il gusto dei Santi Chiodi e non toglieteli, figlioli cari! Tu, anima mia, dovrai soffrire ancora: ti è stato donato un altro calice, lo dovrai bere lentamente,* figlia mia! (Giu) Gesù, dammi ancora la costanza e la forza! (Ge) Vedi, piccola cocciuta, io sono qui dinanzi a te vivo e reale* e sono dinanzi a tutti voi. Vi chiedo di essere coscienti della mia presenza viva e reale e vi chiedo ancora di liberarvi delle cose del mondo: legatevi all'Albero Vivo della Vita, amate e perdonate i vostri nemici, Figlioli cari, io come Padre vi ripeto sempre le stesse cose: la Croce rimane unita e non si divide, voi restate uniti nella Grande Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.* Figlioli cari, io sto preparando a voi la Stanza del mio Amore e della mia Pace, voi, figlioli, vi state donando col vostro amore: io ho già preparato per ognuno di voi ciò che è nel cuore (nota: già nel nostro cuore c'è quanto vi è stato messo come seme immacolato -immaculè - da Dio e Gesù lo sta, come promesso, realizzando in pienezza). Non spaventatevi, figlioli miei, perché ancora voi non sapete ciò che io ho preparato. Siate piccoli e poveri, ma preparati a ciò che il Padre vi dona. Figlioli miei, vi chiamo ad uno ad uno come soldati a combattere: non scappate, figlioli miei, non lasciate il Legno Santo della Croce, ma col vostro amore fermate i flagelli* che si abbassano sempre di più sull'umanità perché i figli della perdizione offendono ancora il mio Cuore e il Cuore della mia Amata Mamma. Figlioli miei, vi chiedo di restare uniti in questi ultimi tempi, pregate pregate e non lasciate la preghiera. Non vi chiedo di pregare per un mese o due: sia costante la vostra preghiera e fatta col cuore! Figlioli miei, il mio nemico vuole la morte di ognuno di voi e in questi ultimi tempi sta preparando il suo progetto. Io vi invito ad amare (il che fa capire che il progetto di morte di satana è il contrario: odio, divisione, guerra totale, ndr): amate amate e combattete come Piccoli Giovanni la Battaglia del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra! Figlioli, pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, consolate il suo cuore e sostenete la mia Piccola Croce ché il suo compito è grande: ancora voi non riuscite né a capire e neanche a vedere ciò che lei deve compiere. Io sono Padre e posso dire queste cose, figlioli miei! Ora, piccola cocciuta del mio Cuore, bevi ancora, bevi il calice* che ti è stato donato! (Giu) Gesù, mi taglia la gola!* (Ge) Preparati perché l'ora del Parto è vicina!* Non essere cocciuta, anima mia: se non ce la fai, grida* e fai assaporare ai tuoi figli il gusto del Parto! (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza,* ma sono deboli ancora i miei figli: poggiati su di me!* (Ge) Sei talmente cocciuta: il tuo cuore è talmente grande da abbracciare i dolori più forti! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Ti amo, anima mia: vai avanti e poggia almeno i chiodi sui tuoi figli.* (Giu) Gesù, il tuo Cuore gronda sangue! (Ge) Anima mia, il sangue che vedi è sangue degli Innocenti: pregate pregate pregate secondo la mia Volontà! Ora, anima mia, porta i tuoi figli nel Fiume.* Figlio Mario, figlio Pasquale, legatevi alla Piccola Croce: togliete i sandali e camminate. (Giu) Gesù Gesù Gesù, il sangue è sempre più alto, ma sostienimi: fa' che vengano tutti dietro! Gesù,* c'è una creatura che è caduta: sollevala! (detto da Giulia)° (Ge) Non temere, tu cammina e gli altri verranno dietro di te! (Giu) Gesù, porta tutti, fa' venire tutti: non lasciare nessuno! Gesù, quelli che si uniscano da lontano, portali pure! (Ge) Ora cammina, figlia mia, arriva alla Porta e fermati:* stai attenta a non dire dove sei! Vedi, figlia mia, hai superato un altro gradino e i tuoi figli sono dietro di te con Mario e Pasquale che portano dietro i figli. (Giu) Gesù, chi sono? (Ge) Sei sempre cocciuta! Ora cammina: in seguito saprai chi sono! (Giu) Perdonami, Gesù! (Ge) Ora, figlioli miei, preparate i vostri cuori al mio Banchetto di Luce e di Pace* perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e voglio mangiare e bere* con ognuno di voi. Preparate i vostri cuori: cercate, cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene e vi ricordo ancora una volta di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Figlioli miei, ricordate ancora di tenere sempre alto il Santo Vangelo. Ora prepara il cuore dei tuoi figli. (Giu) (Giu) Padre Padre Padre Padre mio: benedici, Padre mio! (Ge) Figlia, sposa e mamma del mio Cuore, benedico tutti voi con l'Amen del mio Amore.* Siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Ora, figlia mia, vai avanti. (Giu) Padre Padre Padre Padre! (Ge) Figlia, unisciti al mio Amore e donalo all'umanità intera.* Ecco, figlioli del mio Cuore, il mio Amore e la mia Pace sia in ognuno di voi: voi siate figli fecondi della Croce, crescete e moltiplicatevi nel Segno Santo del Sigillo della Croce che io vi ho donato, figlioli miei! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il mio Sangue e la mia Carne che io dono ad ognuno di voi. Prendete e mangiatene tutti, figlioli del mio Cuore: prendete e mangiate con me del mio Amore e della mia Infinita Misericordia! Beati voi tutti che venite alla mia Mensa. Beati voi che accettate con amore il Legno Santo della Croce. Beati voi che sopportate con amore le Sante Spine. Beati voi che date i primi passi verso il Legno Santo della Croce. Io sono Padre e aspetto tutti i miei figli, la Porta è aperta, venite e fate festa col mio Cuore, ma ricordate: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, figlioli del mio Cuore! Ora, figlioli miei, mangiate e bevete con me! Tu, figlio Mario, figlio santo, inizia tu per primo a bere e a mangiare del mio Sangue e del mio Corpo e donalo sempre ai tuoi figli: figlio mio, bevi e mangia con me il mio Amore e la mia Pace. Tu, croce del mio Cuore, soffri ancora per l'umanità tutta:* mangia con me il mio Amore!* (Giu) E' dolce stare con te: è dolce gustare il tuo Amore, Gesù! (Ge) Offrilo anche al mondo, anima mia! Figlioli, mangiate e bevete con me perché la mia Pasqua è viva ed è risorta: il mio Amore è pieno, figlioli del mio Cuore! Io sono Padre e offro ai miei figli l'Albero della Vita: il Legno Santo del mio Amore! Venite e gustate la (mia) Gioia. Venite e assaporate il mio Amore. Venite, figlioli, e bussate alla mia Porta. Venite voi che non sapete dove andare. Venite voi che siete stanchi e affaticati. Venite voi figlioli emarginati. Bussate alla mia Porta: io come Padre vi dono il mio Amore e la mia Pace. La mia Casa è la casa vostra perché voi siete a mia immagine e somiglianza: siete i miei figli! Ora, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare.* (Giu) Padre di Infinita Misericordia, consola l'anima mia stanca e afflitta, donami il tuo Amore, il tuo Sollievo, la tua Pace: fammi camminare nel solco del tuo Amore. (Ge) Ecco, figlioli del mio Cuore, la Grande Festa del mio Cuore è piena: ci siamo abbracciati e io ho amato i vostri cuori. Figlioli miei, non buttate fuori queste sante parole: al termine della Santa Preghiera fate ardere ancora i vostri cuori del mio Amore di ciò che io vi sto donando, figlioli cari! Ora io vi offro ancora il Legno Santo della Croce e vi invito ad amarlo in pienezza perché avete mangiato e bevuto con me. Abbiamo fatto festa, figlioli miei, e la mia Pasqua è piena: è piena di Croce! Siate coscienti, siate coscienti di queste parole, figlioli miei, vi amo e non vorrei lasciarvi: gioisco nel(lo) stare con voi! Desidero i vostri cuori ancora più accesi verso Maria, la Madre mia e Madre vostra: amatela, amatela col cuore! Non muovete solo le labbra dicendo Maria, ma fate bruciare i vostri cuori dicendo: Mamma Mamma Mamma: Mamma dell'Anima mia! Ora, figlioli cari, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Sollevate la Piccola Croce. Figlioli miei, prima di lasciarvi io vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni. Siate coscienti che il Piccolo Giovanni sono io e qui dinanzi a voi c'è il mio Sacerdote eterno e vi dono il Bacio attraverso di lui. Siate coscienti di queste parole: non scandalizzatevi! Piccolo Mario, inizia col Santo Bacio (lo scampanillio che si sente veniva dai pomelli del ventilatore). Figlioli del mio Cuore, scambiatevi anche voi il Santo Bacio e non scandalizzatevi del mio Amore. Io ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Ricordate sempre che pregando lentamente i vostri cuori si uniscono al Cuore del Padre e formano un solo battito d'Amore e di Pace. Figlioli miei, combattete il nemico pregando col cuore e ascoltate i battiti del Padre che vi dice ad ognuno di voi: Figlioli miei, vi amo, vi amo, vi amo! Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli miei, ricordate sempre queste parole: non cancellatele, ma siano sempre vive accese nei vostri cuori! Tu, croce del mio Cuore, fermati ancora un attimo a pregare e soffri ancora per i tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <5> (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, il cuore arde, ma offrilo anche ai tuoi figli. (Giu) Sì, Gesù: prendi il mio cuore e offrilo a chi vuoi tu! (Ge) Grazie, figlia mia! Vi amo anch'io, figlioli del mio Cuore, e prendo il cuore di ognuno di voi e aspetto come Padre, Sposo: aspetto, figlioli miei! (Noi: Ti amo, Gesù!) Grazie, spose del mio Cuore, ma il vostro Ti amo va traballando, ancora non riuscite a mettere insieme i vostri cuori: fateli bruciare! ma vi amo come siete: camminate, camminate con me! Vi lascio la mia Pace: portatela al mondo! Andate in pace, figli, mamme e spose del mio Cuore!"

 

6. Ven 7/8/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo:- Figli miei, rinnovatevi nel mio Amore, amate e perdonate: non fate i duri di cuore! Sappiate che io verrò a chiedere ad ognuno di voi ciò che avete operato. Figli, non lasciatevi trascinare dal mio nemico: non cadete nella sua rete. Io vi amo, figlioli del mio Cuore, e vi sto mandando mia Madre a portare le sue Lacrime: voi raccoglietele, ma sappiate che sono Lacrime di Mamma che invitano a destarsi dal sonno del mondo! Voi, figli Ministri, non pensate ai poteri, ai titoli del mondo, ma siate semplici e poveri come io vi ho ordinato di fare: andate per il mondo, battezzate ed esorcizzate nel mio Nome. Figli miei, Voi Quattro della Santa Croce, andate ancora avanti, non fermatevi, figli: combattete con mia Madre la Battaglia dell'Amore! Grazie, figli miei, per ciò che state operando: tirate sempre la Barca carica del Santo Vangelo. Vi amo perché consolate il mio Cuore e il Cuore di mia Madre. Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)".

 

7. Ven 7/8/9, ore 21,40, a casa, more solito, ma perduto

Mi aspettavo questo messaggio. Avevo portato la Croce alle ore 19. I volontari presenti avevano preparato un tavolo con fiori all'ingresso. La portiamo al suo posto. Piace ai presenti. Vanno poi tutti via, compresi i tre di Massafra. Io rimango per un boccone. Alla fine della cena, al pian terreno, alle ore 21.40, Gesù parla. Franco era senza registratore. Lo va a prendere, però, per la fretta o altro non viene registrato. Ricordo il particolare: "Quando inaugurerete la Stanza farete una grande processione". Da dove? Come? In quanti? Difficile dirlo. Credo che sarà la Processione dell'intera Corte Celeste con l'appoggio sulla terra dei Figli della Croce muniti della Spada dell'Amore e Misericordia del Padre per il Trionfo Finale del Cuore Immacolato di Maria. Penso che misticamente inizierà il giorno dell'Assunta dall'Armo di S. Elia, sul cui Monte mangeremo la terza volta: solo in quattro il 5 marzo '98 a casa mia con la lettura del primo segreto, in 40 invece alla Pasquetta del 13 aprile con la lettura degli altri quattro segreti, aperta a tutti e senza segreti da leggere il 15 agosto prossimo. La guideranno il Grande Profeta Elia e l'umile Servo della Croce, il Beato Domenico Lentini. Ognuno affili la sua Spada: dev'essere Spada tutta d'Amore, di Perdono e Misericordia come il Padre. Che tutti gli uomini, piccoli o Grandi, dentro e fuori la Chiesa aprano occhi e cuore per accogliere il Grande Sole che, come tale, non lascerà più spazi e segni di buio sulla terra. Sarà Luce Piena: La Luce Promessa a Fatima! Si salvi chi può! Noi assicuriamo a tutti il nostro amore, sofferenze e preghiera! Attenti ai veggenti, specialmente ai veri caduti per terra. Vedo male coloro che abusando del profetismo ordinario e straordinario hanno trascinato tanti sulle vie della perdizione e potrebbe scattare per loro la profezia fatta da Gesù per il suo Ritorno: "Non vi conosco!" Noi preghiamo anche per loro perché si ravvedano: ma facciano presto!

 

8. Dom 9/8/98,ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati ancora una volta con i Dolori del Parto della Croce:* bevi, figlia mia!* (Giu) Mamma, Mammina mia, il tuo abito è sporco di sangue: cosa t'hanno fatto? (Imm) Croce del Cuore di Gesù, bevi questo calice per i figli Ministri e la Chiesa tutta e immolati, figlia mia! Vedi, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli cari, io sono Mamma, e come Mamma chiedo a voi figli e al mondo intero di decidervi a vivere per Dio e secondo la Legge di Dio. Figlioli miei, i flagelli sono sempre più bassi e voi siete in pochi a pregare! Voi Piccoli Giovanni del mio Cuore Immacolato e Addolorato, combattete con me la Battaglia dell'Amore: combattete col Santo Rosario e tenete sempre alto il Santo Vangelo. Vivete in pienezza il Vangelo Vivo di questa giornata, figlioli cari, e siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi: amate e perdonate e usate carità verso tutti. Figlioli cari, vi chiedo ancora una volta come Mamma: non scartate nessuno dalla Santa Preghiera, accogliete tutti i miei figli e amatevi gli uni gli altri: amatevi come Famiglia dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Restate. Restate sempre uniti, figlioli miei, perché il tempo del Parto è vicino e io come Mamma raccomando ai propri figli di stare attenti al mio nemico che vuole la morte di ognuno di voi: voi combattete e tenete sempre alta la Santa Croce. Figlioli miei, camminate sulla via che io vi sto segnando con le Sante Spine: figlioli, non toglietele, sappiate che la via che porta a Gesù è stretta: è fatta di spine, figli del mio Cuore! Tu, croce del Cuore di Gesù, immolati ancora e bevi i calici! (Giu) Mamma, datemi la costanza e la forza perché la mia viene meno! (Imm) Vai avanti, piccola cocciuta del Cuore di Gesù, e porta tutti i tuoi figli alla Sorgente Viva della Croce; sai bene dovrai soffrire ancora, non temere niente e nessuno: alza la Spada, non fermarti, figlia mia! Ora, figlioli cari, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Vi chiedo ancora di pregare secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Figlioli miei, pregate pregate pregate e siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Ora vi lascio l'Amen del Padre: Amen Amen (2). Accoglietelo, figlioli miei, e pregate col cuore: allontanate i flagelli amandovi gli uni gli altri! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Segno Santo della Santissima Eucarestia, figlioli miei! Tu, croce del Cuore di Gesù, prega ancora un attimo come tu sai fare per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma: metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alla mia preghiera: consola i figli che sono qui in questo attimo. (Imm) L'ho già fatto, figlia mia! (Giu) Grazie, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode Lode Lode (5) Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

 

9. Giov 13/8/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore!* Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi anche in questa serata i calici misti, bevi, figlia mia,* i calici verdi e i calici rossi, e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta e per i figli Ministri,* bevili, figlia mia: sono amari, ma bevili!* (Giu) Gesù, mi tagliano la gola:* sostienimi perché le mie forze vengono meno!* (Ge) Bevi: sono pesanti in questa giornata, ma bevili, figlia mia!* (Ge) Gesù, tu grondi sempre sangue e la Roccia gronda sempre!* (Ge) Bevi, bevi i calici perché il sangue che vedi deve scendere! Non temere.* figlia mia, guarda, vedi il calice che ti stanno preparando!* (Giu) Gesù! (Ge) Vedi, figlia mia, lo dovrai bere: se vuoi, guarda quanti figli si perdono!* (Giu) Gesù, dammelo subito! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, aspetta ancora per questo calice!* (Giu) Gesù, ma finché io aspetto, loro si perdono! (Ge) Figlia, aspetta che sia io a donarti il calice: non temere,* tu prega e fai pregare i tuoi figli. Vedi, io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Vangelo Vivo. Figlioli del mio Cuore, camminate sempre con la mia Croce e non fermatevi, non cercate altre vie, ma fermatevi al Legno Santo della Croce: io sono vostro Padre, vostro Amico e vostro Fratello e vi amo, figlioli del mio Cuore! Tu, piccolo Mario, capriccioso del mio Cuore, anch'io gridavo con i miei discepoli (cfr nota 1), non temere, figlio mio, non temere: tutto è nel grande Disegno del Padre, è tutto scritto ciò che dovete fare perché l'ho preparato. Lavorate in pace e ascoltate la voce del mio piccolo Giovanni: figlioli del mio Cuore, è la mia Stanza, lavorate con amore e andate avanti! Io sono sempre con voi, anche quando gridate, a volte rido, ma non vi prendo in giro, figlioli del mio Cuore; ascolto come Padre, come Figlio e come Spirito Santo, guardo i vostri gesti: vi affannate, correte! (cfr. nota 2) Figlioli miei, vi amo per ciò che operate! Presto gioiremo insieme, figlioli del mio Cuore: amatevi gli uni gli altri e tenete sempre alto il Santo Vangelo! Figlio Mario, grazie per ciò che stai operando, grazie, figlio mio, per l'amore che offri al mio Cuore e fai offrire ai tuoi figli: accoglili tutti, tienili per mano e non disperderli perché tu sei il pastore eterno, sei il Giovanni del mio Cuore che guida il mio gregge. E voi, figlioli che siete qui riuniti nella mia Capanna d'Amore e di Pace, aprite i vostri cuori al Legno Santo della Croce e non togliete le Sante Spine; ascoltate il grido del vostro Giovanni e inginocchiatevi ai suoi piedi. Figlioli del mio Cuore, io ho posto in mezzo a voi l'Albero Vivo della Croce: accoglietelo, amatelo, figlioli del mio Cuore! Sappiate che io vengo in mezzo a voi perché vi amo e non voglio perdervi! Figlioli miei, il mio nemico sta usando tutti i mezzi per portarvi alla morte, voi combattete con la Spada che vi è stata consegnata: combattete con amore e gridate al mondo la Verità del Santo Vangelo perché voi siete i miei Giovanni, i Giovanni dell'Amore e della Pace! Non scandalizzatevi di queste mie parole, figlioli miei, ma andate avanti: camminate, camminate e non togliete le Sante Spine, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora, bevi ancora e soffri con i Dolori del Parto perché tu devi portare in pieno il peso della Croce per i tuoi figli.* (Giu) Gesù, dammi la forza: sostienimi! (Ge) Non essere cocciuta, anima mia: grida quando non ce la fai, fai assaporare ai tuoi figli il gusto del Legno Santo e dei Santi Chiodi. (Giu) Gesù, perdonami, ma cadono di qua e di là: poggiati su di me, dammi il tuo Respiro! (Ge) Li ami così tanto, anima mia?! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Assapora in pieno il gusto della Croce!* Ecco, piccola cocciuta del mio Cuore, non vuoi gridare: sopporti il peso della Croce e i Dolori dei Chiodi! (Giu) Gesù, perdonami!* (Ge) Anima mia, ti amo per ciò che offri al mio Cuore e al Cuore della mia Amata Mamma: fa' che altri piccoli Giovanni accettino con amore i Santi Dolori, le Sante Sofferenze. Figlioli miei, fermate i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità e pregate pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo, figlioli del mio Cuore! Ora, figlia mia, prepara il tuo cuore e il Cuore dei tuoi figli. Figli, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi, amate amate, amate e perdonate i vostri nemici; usate carità verso tutti, figlioli cari, e non togliete nessuno dalla Santa Preghiera; cercate i poverelli, i miei vecchietti, i miei ammalati e amateli: amateli col cuore aperto, figli del mio Cuore! Ora sollevate la Piccola Croce. Anima mia, togliti i sandali, anche tu figlio Mario e figlio Pasquale; anche voi figli (per la prima volta tutti, forse in omaggio a Peter di Dublino). Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legatevi alla Piccola Croce e camminate: camminate con lei nel Fiume. (Giu) Gesù* Gesù, il sangue ci copre: sostienimi! Gesù!* Gesù, solleva, solleva quei figli che stanno cadendo! (Ge) Non temere, tu cammina nel Fiume: ancora non dire dove arriva!* (Giu) Gesù, non mi lasciare!* Dove li porto? Dove li porto questi figli? (Ge) Cammina, cammina, anima mia: cammina ancora! Siate coscienti, siate coscienti, figlioli del mio Cuore! Io sono vivo e reale in mezzo a voi: non è la Piccola Giulia a parlare; sappiate che sono parole segnate dalla Croce: sono io il Maestro a parlare; ancora i vostri cuori non sono aperti, ma io come Padre vi faccio camminare nel mio Fiume perché vi amo e vi voglio salvi: come portavo dietro me gli Apostoli, nonostante ancora non capivano ciò che io gli dicevo attimo per attimo, porto voi nel Fiume Santo del mio Amore. Fate presto e non tornate indietro! Io vi sto donando il Fiume: ora decidete cosa dovete fare. Sappiate che i tempi del Padre sono alle porte, figlioli miei, e quando dico alle porte sono vicini, ma non conoscete né il giorno e né l'ora. Vi chiedo solo di stare attenti ai tempi, figlioli miei: vedete i tempi che avete! Ora preparate i vostri cuori al mio Banchetto d'Amore e di Pace. Figli, non vengo a turbare i vostri cuori, vengo a riscaldarli col mio Amore, Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo: la Pienezza di Dio è in mezzo a voi, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, immolati ancora, soffri ancora per i tuoi figli: la Croce è poggiata sulle tue spalle, figlia mia, ma i tuoi figli e il mondo non riescono a vederla! (Giu) Gesù, perdonaci:* dammi ancora la forza* di amare e lodare il tuo Cuore! Gesù, prendi il mio cuore: prendilo!* (Ge) Grazie, sposa mia, il tuo corpo è pieno di sigilli d'amore: cosa vuoi offrire ancora? (Giu) Gesù, prendi me: fai ciò che è giusto del tuo Amore, ma fa' che tutti i miei figli vengano a te! (Ge) Vai avanti e non temere, anima mia! ciò che è scritto nel Libro si adempirà: ora preparati!* (Giu) Gesù, dammi il tuo Respiro:* grazie, Gesù! (Ge) Ora preparatevi al mio Banchetto di Luce e di Pace. Figlioli del mio Cuore, ecco in quest'attimo io vi dono il mio Sangue e la mia Carne: ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo, ecco il Figlio dell'Uomo che si dona ai suoi figli! Gioite, gioite con la Pasqua Piena e Risorta! Venite e mangiate con me la mia Carne e il mio Sangue e donatela al mondo perché io mi dono a tutti con amore, figlioli miei! Beati voi che credete nella Pienezza del Padre. Beati voi che siete coscienti del mio Amore e della mia Pace. Beati voi che amate in pienezza il Cuore di mia Madre Maria. Beati voi, Sacerdoti, che mi donate con amore all'umanità intera: siano pulite le vostre mani, figlioli del mio Cuore! Beato te, figlio Mario, che con amore mi abbracci e mi doni all'umanità intera: Prendi nelle tue mani il mio Sangue e la mia Carne, bevi e mangia e dona ai tuoi figli il mio Amore Pieno, figlio mio. Tu, croce del mio Cuore, dona ai tuoi figli il mio Sangue. Amali, amali, figlio° mio, dona la Pace Piena all'umanità intera, offri il Legno Santo ai figli che ti offrono i loro cuori. Figlia mia, immergili nel Fiume del mio Amore e falli camminare! Ora, figlia mia, prega nel silenzio del tuo cuore.* Figlioli miei, io sto mangiando e bevendo con ognuno di voi: è dolce gustare il vostro amore, è dolce abitare nei vostri cuori! Figlioli miei, la mia Pasqua è piena ed è risorta: non scandalizzatevi del mio Amore e della mia Pace! Sappiate che io sono Padre e voi tutti siete i miei figli, chiamatemi Padre. (Giu) Padre Padre Padre Padre! <5>.(Ge) Sì, figlia, io sono vostro Padre e il mio Cuore gioisce quando voi vi avvicinate sussurrando: Padre, io busso al tuo Cuore, non lasciarmi solo, aiutami! Ebbene, sì, figlioli miei, io vi aiuto sempre quando voi bussate nel giusto del Vangelo. Bussate sempre e non fermatevi, ma aspettate i tempi che il Padre ha scritto per ognuno di voi, sappiate che per ognuno di voi ci sono i tempi: non crollate, figlioli miei! Voi vi rivolgete sempre dicendo: Io prego, io sono giusto, non ho fatto male: perché non vengo ascoltato? Figli miei, io sono vivo, sono sempre presente in ognuno di voi: ascolto tutto e aspetto che i vostri cuori siano puliti. Vi ripeto sempre di cercare: cercate, cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene: voi lo togliete per un attimo, ma quando uscite fuori della Santa Preghiera, riempite sempre di più i vostri cuori e non riuscite a togliere l'odio, non riuscite ad amare in pienezza, non riuscite a legare la Catena Santa! Figli miei, è un dolce rimprovero di Padre, è un dolce sussurrare ai propri figli: camminate diritti, lasciate la via del male e cercate la Via della Croce che vi porta alla Luce Eterna, all'Amore Pieno! Figli miei, restate sempre uniti e ricordate queste sante parole. Ora, figlioli miei, io vi lascio ma non temete: verrò ancora! Vi sigillo col Bacio del mio Cuore: sappiate che Giovanni sono io e il Bacio che vi offre il mio piccolo Mario lo offro io attraverso il mio Sacerdote santo. Piccolo Mario, (inizia tu). Scambiatevi anche voi il mio Santo Sigillo: offritelo al mondo e amate amate con la Pienezza della Croce. Tu, figlia mia, stringiti al Legno Santo quando non ce la fai e cammina: Cammina! (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli miei, il peso del Legno Santo si sente:° anima mia, sii forte ancora perché i tempi che verranno saranno ancora più pesanti. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Sostenete la Piccola Croce, figlioli miei. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figlioli del mio Cuore, sappiate che io sono vivo e reale in mezzo a voi e con voi alzo gli occhi al cielo dicendo: Padre Padre Padre Padre Padre (5), fai scendere sull'umanità l'Amen del tuo Cuore! Padre Padre Padre Padre (4), accendi i cuori spenti, falli ardere di Amore e di Pace: fa' che l'umanità sia un unico Legno di Croce e di Pace! Figlioli miei, quando pregate con la preghiera del Padre, ricordatevi sempre che siete polvere! Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Ricordate sempre queste sante parole, figlioli miei! Piccolo Mario, inizia dalla finestra di Domenico con la Santa Via (oggi avevo portato le 15 stazioni della Viva Crucis e avevo fatto chiedere dove mettere la prima). Tu, croce mia, soffri ancora e prega per il mio Piccolo Giovanni. (Giu) Sì, Gesù! (diciamo un Patre per il Papa) (Ge) Grazie, figlioli miei! (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto i vostri capricci d'amore (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie: è dolce stare con voi! Vi lascio l'Amen del mio Cuore: andate in pace e portate la mia Pace! Piccolo Pasquale, non infilare le tue mani nelle piaghe <cfr. nota 3>. (Giu) Gesù!"

 

10 Ven 14/8/98, ore 10.40, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo:- Figli, io grido con voce di giubilo a voi figli che non volete udire. I tempi del Parto sono vicini, convertitevi al mio Amore, abbracciate la Croce perché io sono il Dio che vi ha riscattati: non ve ne sono altri! Figli, la salvezza viene dalla Croce, non potete salvarvi senza di essa: figli, non ascoltate più il mio nemico! Vedete i tempi che ci sono e siate forti perché molti dei miei figli si lasciano trascinare nel buio. Voi Piccoli Giovanni, unitevi e siate pronti a combattere con la Spada che vi è stata consegnata. Non spaventatevi, figli, perché io e mia Madre siamo sempre vicino a voi. Figli, è tempo di mietitura: siate pronti! Voi Quattro della Santa Croce, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi; ho bisogno di voi. Voi ancora non sapete ciò che mi state offrendo! Vi amo, figlioli del mio Cuore, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen".

 

11 S. Elia in Lauria il 15 agosto 1998

 

Ci sono state tre estasi: la prima alla Messa iniziata alle 11.15 dopo il S. Rosario; la seconda alla Via Crucis e Preghiere dei Sette Dolori dopo le ore 15: l'estasi è iniziata al V Dolore; la terza alle ore 17.55 mentre si pregava cantando secondo il detto: chi canta prega tre volte. Abbiamo intercalato i canti con un'Ave all'Assunta, un Pater al Padre e quindi uno a Gesù e durante questa preghiera si è presentato prima Gesù, poi il Beato Domenico Lentini e per ultimo S. Elia che, questa volta non ci ha portato come il 13 aprile la sua acqua ma ci ha sigillati su missione ricevuta dall'Alto. Ci è stato anticipato come dovrà essere la processione e da dove partire: Si partirà di qui, da S. Elia, con la Croce Alzata e le lucerne accese. In seguito conosceremo il giorno. Io pensavo che oggi era già l'inizio, ma in parte lo è stato perché ci hanno detto: Vi ho voluti qui per prepararvi. Eravamo in oltre cinquanta, ma per la terza estasi eravamo solo in 48. Franco Sola è venuto alla fine della seconda estasi e si è così potuto trovare alla terza, durante la quale ha visto una croce poggiarsi in modo orizzontale così: braccio destro su Giulia, braccio sinistro su Franco V, piede del palo della Croce su Franco P e parte superiore del palo verso la chiesetta di S. Elia.

Abbiamo chiuso questo bel ferragosto con un gelato e via via siamo partiti da questo luogo santo, prescelto, oltre che dal Beato Lentini, anche da tanti altri santi: monaci basiliani che vivevano nelle tante grotte dell'Armo oppure di passaggio? Comunque sia, il profeta vuole che il luogo ritorni santo come in passato e ordina di allontanare il male da questo luogo! Tra i presenti anche Peter Byrne da Dublino, mio ospite dal 12 al 17 agosto.

 

I messaggi da S. Elia sull'Armo

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù,* bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù* e immolati, figlia mia, con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per i figli Ministri e i Grandi della Casa del Padre. Figlia mia, bevi il calice che ti è stato preparato: assapora i Dolori del Parto e se non ce la fai, figlia mia, grida i Dolori del Parto all'umanità: fai assaporare ai tuoi figli il dolce sapore del Parto della Croce. Figlia mia* (pausa per la recita del Credo, con inchino all'Incarnatus est e molte bevute nella parte finale), figlia mia, figlia del mio Cuore, in questa giornata i calici sono amari e i dolori sono enormi! (Giu) Mamma Mamma Mamma, come sei bella ma il tuo abito è macchiato di sangue! (Imm) Figlia del mio Cuore, il sangue che vedi è il Sangue del Parto: grida all'umanità* i Dolori del Parto!* (Giu) Mamma* Mamma* Mamma, sostienimi,* sostienimi,* sostienimi!* (Imm) Non essere cocciuta, anima del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Figlio della Croce, Elia e Domenico. Siamo qui, figlioli cari, vi ho chiamati per essere presenti in questo luogo santo: figlioli miei, preparate i vostri cuori per combattere e togliere il male. Figlioli miei,^ figlioli del mio Cuore Immacolato e Addolorato, la Schiera dell'Amore e della Pace parte da questo santo luogo: alzate la Santa Spada che vi è stata consegnata e combattete il male, allontanate il satana dai vostri cuori, dalle vostre case, dalle vostre vie. Figlioli cari, io sono la Mamma dell'Amore e della Croce e vi invito a camminare nel Fiume Santo che il mio Gesù vi sta donando. Figlioli miei, figlioli del mio Cuore, siate coscienti che io sono viva e reale in mezzo a voi. Siate coscienti di questo santo luogo: amatelo, correte e rifugiatevi in esso, figlioli miei, perché il tempo del Parto è vicino: è alle porte! Figlioli del mio Cuore, vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: restategli vicino, figlioli del mio Cuore! Io sono qui in mezzo a voi a riscaldare i vostri cuori: a tenere acceso/a la Parola Viva del mio Gesù. Sono vostra Mamma e curo i vostri corpi e le vostre anime, vi chiedo di restare sempre uniti al Legno Santo della Croce: figli del mio Cuore gioite con l'Amore della Santa Croce. (Giulia alla Consacrazione della Messa)^^ Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! (8) Ti amo nella tua Misericordia Infinita! Ti amo nella tua Misericordia Infinita! (Imm) Ecco, figlioli del mio Cuore, io come Mamma vi invito ad amare e a seguire la Croce del mio Gesù. Vi ho chiamati in questo luogo, figlioli miei, per prepararvi alla Grande Processione: siate pronti e aspettate la data che vi viene donata. Figlioli miei, dovete partire da questo luogo e arrivare alla Stanza del mio Gesù con le lucerne accese e la Croce alta. Tu, figlio Mario, invita i tuoi figli, i tuoi fratelli Ministri, ma aspettate il giorno che il mio Gesù ha preparato per ognuno di voi. Il mio Cuore Immacolato e Addolorato, gioisce per ognuno di voi in questa santa giornata. Figlioli miei, vi invito ad amare, a restare uniti al mio Piccolo Giovanni, cioè al Papa. Ora raccoglietevi nella Santa Preghiera. Io verrò ancora in questa giornata. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Creatura, mia soffri!"

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi ancora i calici misti e immolati ancora con i Dolori del Parto della Croce. Figli miei, sono ancora qui in mezzo a voi a donarvi l'Amen del Padre. Figli del mio Cuore, in questa giornata chiedo a voi, Piccoli Giovanni del Cuore di Gesù, di portare il Legno Santo della Croce e di bere i calici per i figli della perdizione, i figli che in questo attimo offendono il Cuore del mio Gesù e non si fermano sulla giornata di oggi: quei figli che entrano in chiesa e calpestano il mio abito. Pregate e bevete i calici: sostenete la mia Piccola Croce. Figlioli miei, gioisce il mio Cuore guardando i vostri cuori, ma vi chiedo ancora di essere Mamme della Croce: Mamme in pienezza! Figlioli miei, combattete il mio nemico amandovi gli uni gli altri: restando legati alla Catena Santa. Figlioli del mio Cuore, in questa giornata io vi ho chiamati in questo luogo dove Elia e Domenico e tutti gli altri Santi Figli gridavano la Verità del Santo Vangelo. Ho messo in mezzo a voi il figlio Mario, che ancora voi non riuscite a vedere ciò che lui opera: figlioli miei, ascoltatelo e prostratevi ai suoi piedi, tu Piccola Croce, e voi figli del mio Cuore (si inginocchiano dinanzi a me). Figlio, non temere, io sono la Mamma della Croce, la Mamma del Vangelo e posso parlare. Vedete, figlioli miei, Giovanni è qui in mezzo a voi che parla ai vostri cuori: ascoltatelo! E voi, figli Ministri, non ridete del suo operato, ma seguite le sue orme perché il mio Gesù è in mezzo a voi vivo e reale e vi dona il suo Amore. Figlioli miei, ho scelto questo luogo santo per parlare a voi come Mamma e dirvi tutto questo, non temete, io vi sto preparando goccia a goccia: io e il mio Gesù vi stiamo donando la Luce del Cielo: ascoltate, figlioli cari, e siate pronti e preparati a tutto quello che il Padre vi dona ancora. Sostenete la Piccola Croce ché il suo compito è grande e molte persecuzioni verranno ancora, voi camminate sempre sulla Via del mio Gesù: camminate e arrivate alla Porta stretta. Figlioli del mio Cuore, vedete, il mio Cuore di Mamma gronda sangue perché molte porte della Casa del mio Gesù sono chiuse quando io busso! Figlioli miei, il Parto è vicino: aprite le porte al Cuore di Gesù! Figli, pregate ancora per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, fermatevi e pregate col cuore: restategli vicino, figlioli miei! e siate coscienti di questi attimi di Visitazione che io vengo a portarvi: come il mio Gesù, gli Angeli e i Santi sono tutti qui a far festa con ognuno di voi. Figlioli miei, ora vi invito come Mamma ancora una volta a cercare nei vostri cuori: cercate, cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene, tutto quello che non appartiene al Cuore di Gesù che vi ama tanto e desidera il vostro amore. Figlioli miei, pregate col cuore e fermate i flagelli che scendono sempre di più! Tu, piccola croce del Cuore di Gesù, immolati con i Dolori del Parto.* (Giu) Mamma Mamma! (Imm) Figlia mia, vedi, il Fiume è ancora più lungo e più alto: preparati a portare i tuoi figli e, mentre li porti, assapora ancora il Dolore del Parto della Croce. (Giu) Mamma, Mammina mia, sostienimi perché le mie forze vengono meno! (Imm) Ora cammina, piccola cocciuta! Io ti ho fatto solo vedere il Fiume dove arriva, ma tu stai attenta: ancora non parlare, dirai in seguito al figlio Mario dov'è la Porta. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Ora, figlioli del mio Cuore, legate la Catena Santa. Sollevate la Piccola Croce. Figlioli miei, io come Mamma della Croce e Mamma del Vangelo Vivo del mio Gesù, unisco le mie mani sante alle vostre: è il Sigillo dell'Amore che io dono a voi in questa giornata. Restate uniti, Piccoli Giovanni, siate pronti e preparati a combattere la Battaglia dell'Amore e della Pace: non spaventatevi di tutto questo, figlioli del mio Cuore! Ora io vi lascio, ma vi sigillo col Bacio di Giovanni. Tu, Giovanni, inizia. Figlioli miei, non scandalizzatevi del mio Bacio Santo! Crescete e moltiplicatevi nel Segno Santo della Santissima Eucarestia. Presto il mio Cuore Immacolato trionferà e il male sarà annientato. Gioite, figlioli miei: lodate il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. I vostri cuori siano sempre uniti alla Croce e non temete niente e nessuno: la Grazia di Dio Padre è su di voi! Figlioli, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Figlioli miei, rimanete ancora in questo luogo. Tu, croce mia, bevi ancora i calici e soffri per i tuoi figli. (Giu) Sì, Mamma!* Grazie, grazie Mamma: grazie!"

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore, sono io il vostro Gesù: sia Pace Piena tra di voi, sia Pace Viva nel mondo intero! Figlioli del mio Cuore, non meravigliatevi delle Visitazioni di questa giornata, io vengo in mezzo a voi a portare la Pace del mio Cuore, vengo in mezzo a voi a portare il mio Vangelo Vivo: voi, figlioli del mio Cuore, vivetelo in pienezza e tenetelo alto. Non stancatevi del mio parlare e del parlare di mia Madre, ma siate vigilanti, figlioli del mio Cuore! Onorate e amate il Cuore di Maria: raccogliete il suo Pianto e custoditelo nei vostri cuori. Voi, figli Ministri, non correte di qua e di là, ma fermatevi e ascoltate il grido di Maria che viene mandata da Dio Padre per raccogliervi e portarvi sulla retta via; non sbandatevi, non nascondetevi dietro i vostri abiti: sappiate che io verrò e chiederò ad ognuno di voi il vostro operato! Tu, figlio Mario, figlio santo, grida la Verità del Vangelo, fatti ascoltare dai tuoi fratelli: portali sulla Via della Croce finché fanno in tempo! Figlio mio, ricorda ai tuoi fratelli che la mia via è fatta di spine e sofferenze: invitali a non toglierle! Non allargate il camminare con cose del mondo, ma fermatevi al Dio Antico. Io non cambio nulla, resto sempre fermo sul Legno Santo della Croce: voi seguitelo, figlioli del mio Cuore! Ora vi lascio a Domenico.* (Beato Domenico Lentini) la Pace e l'Amore della Croce sia con tutti voi, fratelli e figli della Croce! Sorellina mia, soffri ancora per amore del tuo Gesù: consolalo e amalo e fallo amare come tu sai fare nel silenzio e nella povertà. Non ti offendere quando il piccolo Mario ti chiama cocciuta, dice che non sai leggere e contare i soldi come me, ebbene io sorridevo quando non riuscivo a capire nulla: amavo e amo il mio Gesù in povertà e mi donavo tutto ai figli, ai fratelli. Figlia mia, sorellina mia, accetta in pienezza la Croce: sai bene che il tuo compito è grande. (Giu) Padre, Padre Domenico, dammi anche tu il tuo Respiro! (Domenico Lentini) Sì, sorellina mia, vai avanti, ti affido il mio popolo, grida con me la Verità del Vangelo: vedi, i miei figli, il mio popolo amato ancora non riesce ad unirsi! Combattiamo insieme, figlia mia: ama ama e perdona tutti! Ora ti lascio ad Elia. (Il Profeta Elia) L'Amore e la Pace della Croce sia su di voi, figli, fratelli, Sacerdoti santi (= aggettivo)° del Nome della Croce, preparate le schiere e combattete, non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno: gridate il Nome della Croce e allontanate il nemico da questo luogo, dalle Case del Padre: fate grande pulizia! Figlioli del mio Cuore, il tempo della mietitura è vicino e ognuno di voi ha le spade per combattere e in Nome di Dio Padre togliere ogni male. Non spaventatevi e non fermatevi, figlioli miei: la Schiera è unita e cammina diritto il Segno della Croce! Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo si servono di questa piccola creatura per cancellare il male, voi seguitela: la Spada è alta e lei ha già iniziato a combattere nel silenzio del cuore! Non fermatevi: togliete il male! Figlioli miei, fratelli della Croce di Cristo, camminate, camminate ed entrate per la Porta che Dio Padre vi ha segnato. Ora, figlioli del mio Cuore, mi è stato donato il compito di segnare: vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e andate in pace con l'Amore di Dio Padre. Figlioli miei, lodate e benedite Dio per i doni che vi ha donato in questa santa giornata. Tu, sorellina mia, soffri ancora e porta il peso della Santa Croce per i tuoi figli. Amen Amen Amen <3>. (Preghiera in estasi di Giulia) Mio Signore, mio Dio, mio Tutto, accogli le nostre piccole preghiere: perdonaci se cadiamo in ogni attimo. Mio Signore, dammi ancora un po' del tuo Respiro: fammi camminare sempre nel tuo Fiume, fa' che io riesca a portare tutti i figli, quelli vicini e quelli lontani! Gesù, fammi restare sempre nel tuo Cuore. Ti chiedo perdono da parte di tutti se non riusciamo ad amare in pienezza, se non riusciamo a venire a te col cuore pulito: perdonaci e tienici per mano! (Gesù) Piccola cocciuta del mio Cuore, ecco l'Amen che vi dono! (Giu) Grazie, Padre Buono: grazie! (Ge) Ora andate in pace e portate la mia Pace al mondo! (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <2>. (Ge) Vi amo anch'io, spose e mamme del mio Cuore!"