LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n. 226, Lauria, Esaltazione della Croce, 14/9/98

Questi tempi sono da benedire

Lasciate scorrere l'Amore di Dio Padre dentro di voi!

(cfr. messaggio del 16 /8/98)

Messaggi Tramite Giulia

1. Dom 16/8/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del tuo Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati ancora una volta con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per i figli Ministri:* bevi, figlia mia, bevi i calici che ti sono stati preparati!* (Giu) Mamma, stammi vicino: dammi la forza perché sono amari!* (Imm) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, tu dici solo che sono amari, io come Mamma dico che sono pesanti, ma il tuo cuore è immenso: figlia, consola il Cuore del tuo Gesù, cammina ancora, sii forte anima mia, perché la Battaglia del Cuore Immacolato e Addolorato è iniziata! Figlia mia, la Promessa di Fatima si sta adempiendo, voi restate uniti, figlioli del mio Cuore: combattete con le armi della Santa Preghiera. Vedi, figlia mia, io sono qui in mezzo a voi viva e reale col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Veniamo a portare le Gocce del Santo Vangelo: figlioli miei, vivetelo in pienezza e tenetelo alto! Io come Mamma vi ripeto sempre le stesse cose: voi, figlioli cari, non spegnete le lucerne dell'Amore. Non scandalizzatevi delle parole che io e il mio Gesù vi portiamo e non pensate alle cose del mondo: lasciate scorrere l'Amore di Dio Padre dentro di voi! Figlioli miei, non affannatevi di ciò che dovete fare o dire, legatevi totalmente al Legno Santo della Croce e amatelo: amatelo in pienezza, figlioli del mio Cuore! Oggi come Mamma io ringrazio tutti voi qui presenti, siete venuti a consolare il mio Cuore, non siete corsi verso le cose del mondo, siete venuti a trovare la vostra Mamma che è viva e reale in questo luogo, figlioli miei: e come Mamma io allargo le mie braccia stringendo tutti voi al Cuore della Croce. Figlioli miei, non temete nulla e nessuno: andate avanti con la forza della Croce e gridate al mondo la Verità del Santo Vangelo. Tu, croce del Cuore di Gesù, sai bene che devi soffrire ancora, tieni stretta la Croce che ti è stata consegnata e vai avanti: cammina cammina! Prega per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa e fai pregare ai tuoi figli: sostenetelo con la preghiera, figlioli miei, perché il tempo del Parto è alle porte! Ora, figlioli del mio Cuore, vi invito a pregare secondo le intenzioni del mio Cuore Immacolato e Addolorato, pregate nel silenzio dei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù! Come Mamma vi stringo al mio Cuore Materno e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia, figlioli miei! Tu, anima mia, bevi ancora i calici e soffri. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Figlioli miei, vi lascio l'Amen del Padre: offritelo al mondo!"

 

2. Giov 20/8/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, croce mia, bevi ancora* i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi, e immolati con i Dolori del Parto della Croce* per l'umanità tutta, per i Grandi della Casa del Padre:* bevi, figlia mia,* ma se non ce la fai, grida i Dolori del Parto.* (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza!* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, bevi!* (Giu) Gesù, sono amari: mi tagliano la gola!* (Ge) Vedi, figlia mia, vedi quanti flagelli* si abbassano sull'umanità, vedi quanti figli offendono il Cuore di mia Madre:* bevi, figlia mia,* bevi il calice che ti è stato preparato! (Giu) Gesù* Gesù Gesù, è amaro! (Ge) Tu vuoi tenere per te i Dolori del Parto:* non li vuoi far assaporare ai tuoi figli!* (Giu) Gesù, sono deboli:* non ce la fanno! (Ge) Ah, figlia mia!* (Giu) Gesù, sostienimi! (Ge) Vedi, figlia mia: guarda cosa fanno i Grandi della Casa del Padre!* (Giu) Gesù, fermali! (Ge) Figlia, il calice che ti è stato preparato è per loro ed è amaro ed è talmente grande, lo dovrai bere lentamente,* figlia mia, ma poggiati* sui tuoi figli:* fagli assaporare i Santi Chiodi!* (Giu) Gesù,* sostienimi!* (Ge) Figlioli del mio Cuore, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi: io vengo a portare la Verità del Santo Vangelo e vi invito a camminare sulle Sante Spine, offro ad ognuno di voi il Legno Santo della Croce e vi invito ad essere pronti* per i tempi che verranno. Figlioli miei, io vi sto portando le Gocce del Santo Vangelo, vengo a riscaldare i vostri cuori, figlioli miei: vedete i tempi che avete, figlioli cari! Ricordatevi delle promesse antiche: io non vengo a cancellare nulla delle Sante Parole, vengo a portarvi la via per arrivare al Cuore del Padre, figlioli miei! E vi invito ancora una volta a cercare nei vostri cuori, cercate cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene, figlioli miei! Siate tutti uniti, amate e perdonate i vostri fratelli, figlioli miei, usate carità verso tutti e non togliete nessuno fuori della Santa Preghiera. Vi invito sempre a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo! Non è una ripetizione la preghiera per lui, figlioli miei, io ve lo ricordo sempre: pregate pregate perché lui è poggiato sulla Porta. Oggi non capite ciò che io vi sto dicendo, ma presto capirete cos'è la Porta e lui è poggiato per ognuno di voi: è fermo e da solo sostiene il suo peso. Figlioli miei, io ho messo una pecorella in mezzo ai lupi (il 24 invece dirà: un piccolo agnellino in mezzo ai lupi), voi sostenetelo con la Santa Preghiera: non scandalizzatevi di queste mie parole, figlioli cari! Figli miei, Piccoli Giovanni del mio Cuore e (del) Cuore Immacolato di mia Madre e Madre vostra, tenete pronte le Spade e combattete, figlioli miei: combattete con Maria! Non spaventatevi di niente e di nessuno, ma andate avanti gridando la Verità del Santo Vangelo. Ricordatevi sempre che io sono Padre e aspetto tutti voi, figlioli del mio Cuore! Ora fermatevi un attimo e cercate ancora nei vostri cuori: scendete, figlioli miei! e vi ripeto ancora una volta di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Tu, croce del mio Cuore, immolati ancora per i tuoi figli:* bevi il calice, figlia mia,* e porta ancora la Croce. (Giu) Sì, Gesù, ma dammi la forza e la costanza! (Ge) Piccola Croce del mio Cuore, vedi, il Fiume è cresciuto ancora: figlia mia, vuoi ancora andare avanti e portare i tuoi figli? (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Bene, figlia mia, togliti i sandali; figlioli miei, togliete i sandali anche voi. Figlio Mario, figlio Pasquale, legatevi alla Piccola Croce e camminate: camminate!* Bene, figlia mia, ora porta i tuoi figli e stai attenta perché il Fiume è più grosso!* (Giu) Gesù! (Ge) Vieni: Vieni, figlia!* (Giu) Gesù, ci sono tutti? (Ge) Sì, figlia mia! (Giu) Gesù, porta anche i figli che non hanno il coraggio di avvicinarsi! (Ge) Sì, piccola cocciuta del mio Cuore! (Giu) Gesù, c'è ancora la bambina (la determinazione fa capire che è stata già vista: cfr precedenti giovedì) per terra? (Ge) Non temere, anima mia: vai avanti! (Giu) Gesù, posso farti una domanda?* (Ge) Sì, cocciuta del mio Cuore! (Giu) Dove sono:* dove sono i Sacerdoti?* (Ge) Vedi, ce n'è solo uno: figlia mia, gli altri non vogliono venire! (Giu) Gesù, dimmi cosa devo fare! (Ge) Ora cammina e bevi i calici per loro, figlia del mio Cuore!* (Giu) Gesù, ora sono arrivata alla Porta! (Ge) Stai attenta: non aprire ancora, figlia mia! Ora bevi del Sangue!* Ecco, figlia del mio Cuore, tieni sempre i tuoi figli vicino a te: falli camminare nel Fiume del mio Amore e della mia Pace! (Giu) Gesù, Gesù, Gesù, tienili stretti al tuo Cuore! (Ge) Figlia mia, in questa serata devo offrirti un altro calice! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Tieni nel tuo cuore ciò che ti sto dicendo, anima mia!* (Giu) Gesù, dammi la forza! (Ge) Figlia mia, vai avanti, io mi poggio sul tuo cuore perché il tuo amore è immenso! Sono in pochi i Piccoli Giovanni che accettano in pienezza le Sante Spine, figlioli del mio Cuore, siate pronti e preparati perché io verrò, la mia Luce si accenderà nel mondo intero: ciò che mia Madre ha promesso a Fatima si adempirà. Figlioli, siate coscienti di queste mie parole: io sono in mezzo a voi vivo e reale. Ora preparati, anima mia: prepara i cuori dei tuoi figli al mio Banchetto d'Amore e di Pace. Sollevate la Piccola Croce. Figlioli miei, preparatevi al mio Incontro, tenete alto il Santo Vangelo: siate un'unica famiglia col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Togliete gli odi dai vostri cuori, riempiteli del mio Amore e della Santa Croce e accostatevi col cuore puro, figlioli! Tu, Piccola croce, immolati ancora per i flagelli che stanno scendendo in questo attimo.* (Giu) Gesù, il tuo abito è macchiato di sangue!* (Ge) Non temere, figlia mia: vai avanti!* (Giu) Padre Padre Padre Padre! (Ge) Figlia e sposa mia, stringiti alla Croce e gioisci! (Giu) Padre Padre: benedici, Padre mio! (Ge) Ecco l'Amen del mio Cuore: gioite, spose e mamme del mio Amore! Ora vai avanti. (Giu) Sì, Gesù! (Ge) Ecco, figli, mamme e spose della mia Croce, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, mangio e bevo con ognuno di voi: vi chiedo solo di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figlioli miei, vi dono il mio Sangue e la mia Carne, mangiate e bevete con me il mio Amore Pieno: Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Figlioli miei, non scandalizzatevi del mio Amore: io vengo in povertà e in semplicità, mi dono attraverso il Pane e il Vino e il mio Amore è pieno, figlioli miei! Beati voi che siete riuniti nella mia Capanna. Beati voi che mangiate e bevete con me in povertà e nella Grandezza del Padre. Voi ancora non riuscite a comprendere quale Grazia vi dona il Padre! Figli miei, crescete e moltiplicatevi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, donate il vostro amore: l'Amore che io sto donando ad ognuno di voi, donatelo ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati. Non lasciate nessuno fuori della mia Amicizia, del mio Amore e della mia Pace. Ora venite e mangiate con me il mio Amore Pieno, figlioli del mio Cuore! Tu, figlio Mario, bevi per primo il mio Amore e donalo sempre ai tuoi figli, ai tuoi fratelli; tu sei il mio figlio santo, il mio Piccolo Giovanni, attraverso di te io mi dono ai tuoi figli, ama sempre col mio Amore, figlio mio, e tira sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno, figlio mio: ora bevi e mangia con me. Tu, croce del mio Cuore, bevi con me il calice dell'Amore. Figlio Mario, dona il Pane e il Vino del mio Cuore ai tuoi figli: falli crescere nella Pace e nell'Amore del Padre.* Ecco, figlioli miei, state mangiando e bevendo con me: il mio Banchetto è pieno! Figli, io vengo ad abitare in ognuno di voi (la Stanza è legata a questo desiderio e progetto di stare in modo permanente in mezzo a noi): cullatemi nei vostri cuori perché io sono un Bambino e voglio essere cullato da voi, mamme, Mamme della Croce e dell'Amore: venite, fatemi poggiare sui vostri cuori perché io chiedo soltanto di essere amato! Figlioli cari, io sono un Bimbo Capriccioso e desidero le vostre coccole: ma siete in pochi a cullarmi! Crescete crescete crescete, figlioli miei, e cercate sempre la Porta del Parto! Figli, non scandalizzatevi del mio Amore Pieno: della mia Pace! Ecco, io sono qui in mezzo a voi e mi dono, mi dono in Pienezza: figlioli miei, donatevi anche voi per i vostri fratelli, per i figli che non riescono a portare il peso della Santa Croce. Figli, la mia Pasqua è piena: io vi ho donato il mio Cuore! Ora crescete crescete, figlioli miei, e siate coscienti di questo Amore: non buttatelo via! Quando uscite da questa Capanna, restate sempre uniti al Legno Santo della Croce e cercate sempre i piccoli, i poveri, gli emarginati: non lasciate nessuno fuori, figlioli del mio Cuore! Ora, figlioli miei, io poggio le mie Mani Sante su ognuno di voi, chiedete nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo, figlioli del mio Cuore: poggiate su di me i vostri capi e stringetevi al mio Cuore. Ricordate sempre che io sono vostro Padre: bussate bussate bussate alla mia Porta perché io vi aspetto, figli, mamme e spose del mio Cuore! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi lascio il mio Santo Sigillo attraverso il Sacerdote eterno del mio Cuore, il mio Piccolo Giovanni: ascoltatelo, figlioli miei, e prostratevi sempre ai suoi piedi. Ora, figlio Mario, offri tu il mio Santo Sigillo ai tuoi figli. Figlioli miei, non scandalizzatevi del mio Santo Bacio: ma accoglietelo con amore e offritelo al mondo. Tu, piccola croce, soffri ancora per i tuoi figli: amali col mio Cuore! (Giu) Sì, Gesù! Gesù, metto tutti nel tuo Cuore, quelli che si sono affidati alle mie preghiere: consolali tu, Gesù!(Ge) Figlia, li consolo col Segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, piccolo Mario, piccolo Pasquale, sollevate la Piccola Croce, unite la Catena Santa, figlioli miei, e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Vi ricordo sempre: quando pregate, liberate i cuori dalle cose del mondo, unitevi in pienezza al mio Cuore di Padre. Figli, figli, figli miei, io vi guardo ad uno ad uno: siete i miei figli, siete i miei Piccoli Giovanni, i Giovanni del mio Cuore! Io vi ho donato il mio Sangue e la mia Carne, abbiamo mangiato e bevuto insieme: siate coscienti di ciò che avete ricevuto! Figlioli miei, quando vi fermate a pregare e dite Padre, ricordatevi che io vi ho donato il mio Cuore, un Padre dona tutto di sé ai propri figli, e facendo questa Santa Preghiera, voi donate i vostri cuori, donate i vostri Sì all'Amore Pieno! Figlioli, contemplate ad una ad una le parole che rivolgete al Padre: ancora non riuscite a capire la pienezza di questa Santa Preghiera, ma se riuscite a liberare i vostri cuori, figlioli miei, dite: Padre Padre Padre, col cuore aperto! Preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli miei, ricordate sempre di pregare lentamente, non correte con questa Santa Preghiera ma sussurrate lentamente: Padre Padre Padre! (Giu) Gesù, perdonaci se ancora non riusciamo a comprendere il tuo Amore! (Ge) Piccola cocciuta, vi dono l'Amen della mia Pace: Amen Amen Amen (3). (Giu) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli! Aspettatemi: io verrò ancora! Ora andate in pace e portate a tutti la mia Pace e il mio Amore, figlioli!"

 

3. Ven 21/8/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, io sono il Signore vostro Dio e non ve ne sono altri. Figli, cercate la Pace del mio Cuore e fermatevi in essa. Figlioli miei, guardate i tempi che avete, vedete, figlioli miei, dai tempi capirete quando io verrò, siate pronti e preparati perché io vengo come un ladro, nessuno di voi sa quando, per questo io vi dico di tenere sempre la lucerna accesa: figli, non vi venga a mancare l'olio! Figli Ministri, non rifugiatevi dietro i vostri abiti dicendo: Signore, abbiamo fatto ciò che ci hai ordinato! Figli, sta scritto nei Libri Antichi ciò che sta avvenendo: ma voi non accettate i miei Piccoli Giovanni, non accettate mia Madre e non accettate neanche me! Figli, cosa farò di voi quando ci incontreremo? Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti e non fermatevi! Vi amo per ciò che state facendo: figli, combattete ancora e tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo. Con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Santa Croce nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen" (4).

 

4. Dom 23/8/98, ore 15.30, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi* anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù* e immolati con i Dolori del Parto della Croce* per l'umanità tutta, per i figli della perdizione:* bevi, figlia mia,* bevi i calici misti! Figlia, sono amari, ma bevili per amore del tuo Gesù,* consola il suo Cuore, figlia mia! Vedi, i figli della perdizione offendono il suo Cuore, e l'abito del tuo Gesù e il mio sono sporchi di sangue!* Figlia mia, invita i tuoi figli a tenere sempre alto* il Vangelo Vivo del tuo Gesù: vivetelo in pienezza in questa giornata, figlioli cari! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù,* gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli miei, vi invito a camminare, a entrare per la porta stretta. Figlioli cari, vedete i tempi che ci sono, figli miei, guardatevi intorno: i tempi sono tempi del Parto e io come Mamma vi invito a camminare sulla via che vi sto segnando: la via fatta di spine, figli miei! E Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, cercate la Croce del mio Gesù e stringetela.* Sappiate che il mio Gesù verrà e verrà a chiedere conto di ciò che state operando: non chiudete la porta, figlioli cari, ma apritela al mio grido di Mamma e cambiate i vostri cuori. Figlioli miei, lasciate le cose del mondo e legatevi alla Croce del mio Gesù; non correte di qua e di là: non ascoltate la voce del mio nemico, ma prostratevi ai piedi della Croce e implorate misericordia al Padre. Figli miei, non chiudete la porta alla Mamma che bussa: ma apritela e amate col cuore di Sacerdoti santi, Sacerdoti dell'Amore e della Pace. Figli cari, non sporcate ancora l'abito che indossate: il mio Cuore di Mamma gronda sangue per l'umanità intera, ma gronda sangue di più per ognuno di voi, figli ministri! Io vengo in mezzo a voi come Mamma a portare il mio Amore e il mio Sorriso: accendete i vostri volti e amate il Legno Santo della Croce. Figli, il mio Cuore Immacolato trionferà: niente e nessuno può fermare ciò che è scritto nel Libro del Padre. Figli, io vi chiedo ancora una volta di cercare: cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Voi, Piccoli Giovanni del mio Cuore di Mamma, grazie per essere venuti a consolare il Cuore della Croce: riempio i vostri cuori con ogni benedizione, figli miei, e vi invito ad andare avanti e combattere con l'Amore della Croce. Tu, croce mia,* bevi ancora i calici che ti sono stati preparati e soffri per i tuoi figli, ma in modo particolare soffri per i figli Ministri.* (Giu) Sì, Mamma, ma datemi la costanza e la forza! (Ge) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, prega prega per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, figlioli cari! Ora, figli miei, io vi stringo al mio Cuore Materno e vi invito ad amare e a perdonare: usate carità verso tutti e ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo. Figlioli miei, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia, figlioli del mio Cuore! Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Figlioli miei, vi lascio l'Amen del Padre: offritelo al mondo! Tu, anima mia, soffri ancora!* (Giu) Sì, Mamma!"*

 

5. Lun 24/8/98, ore 15. 24,alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti che ti sono stati preparati e immolati con i Dolori del Parto della Croce per la Chiesa tutta: figlia mia,* bevi, bevi i tuoi calici! (Giu) Mamma, Mammina mia, dammi la costanza e la forza!* (Imm) Sono amari i calici, figlia mia;* vedi, i flagelli sono sempre più bassi e i figli che accettano i calici sono sempre di meno: tu bevili, figlia mia,* e consola il Cuore del tuo Gesù. Vedi, figlia, io vengo a portare la Parola Viva del mio Gesù, vengo a incoraggiare i cuori di tutti voi del mondo intero: sono Mamma e guardo con Cuore Materno tutti i miei figli! Figlioli cari, quando vi recate in questo luogo santo, non sia per voi un luogo di incontro e di chiacchiere: ma riunitevi con amore e ascoltate la Parola di Gesù che è viva in mezzo a voi. Figlioli miei, il Padre mi manda a portarvi le Gocce del suo Amore, della sua Pace: ma voi cosa fate? raccogliete le piccole gocce? vi fermate ad ascoltare la Parola Viva del mio Gesù? avete tempo? Figlioli miei, quando vi recate nei luoghi delle mie Visitazioni o nella Casa del mio Gesù, fermatevi a sentire solo i battiti del cuore, fermatevi ad ascoltare solo la Parola Viva del mio Gesù: lui parla ad ognuno di voi chiamandovi figlio! ma voi non riuscite a sentire i battiti perché i vostri cuori e le vostre menti sono occupati con le cose del mondo! Poi gridate al Padre dicendo: Padre, non mi ascolti! vedi, io sto male e tu non fai nulla! Ah, figlioli miei, quante volte il mio Gesù bussa ai vostri cuori! quante volte vuole entrare e trova la porta chiusa perché voi siete impegnati con altre cose e il mio Gesù aspetta con amore! Figlioli miei, guardate le cose del Cielo e rifugiatevi solo in esso: non guardate le cose del mondo, non fate discorsi che non appartengono all'Amore e alla Croce del mio Gesù! Io sono la Mamma della Croce e vengo a portarvi solo essa. Vi porto la porta stretta, figlioli miei: non vi offro quella larga perché vi porta alla perdizione e vi allontana dal Cuore del mio Gesù. Figlioli miei, guardate ancora nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù! Io come Mamma vi ripeto sempre le stesse cose, siete ancora bambini e avete bisogno di andare a scuola, d'insegnare (=apprendere) e io vi porto la Scuola del mio Cuore Immacolato, figlioli miei, e vi preparo: vi preparo le piccole merendine chiedendovi di amare e perdonare, di accogliere i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati. Figlioli miei, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera e, quando incontrate un vecchietto, abbracciatelo: stringetelo ai vostri cuori! Figlioli miei, se incontrate un ammalato, non scartatelo ma stringetelo al vostro cuore e, se un ammalato è nella vostra famiglia, non scartatelo! non vergognatevi di esso, figlioli cari, ma stringetelo con amore perché in esso c'è il mio Gesù: c'è il suo Cuore Pieno d'Amore! Figli cari, io come Mamma vengo a portarvi il Vangelo Vivo e vi chiedo di viverlo in pienezza: figlioli cari, tenetelo alto e amate col Cuore della Croce! Figlioli cari, io vengo ancora mandata da Dio Padre a portarvi il Fiume del mio Amore: della mia Pace. Figli cari, ora vi sto dando poco a poco le Gocce dell'Amore del Padre e vi invito sempre a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: ricordatevi, figlioli cari, di pregare sempre e di fargli compagnia nell'Orto degli Ulivi. Ora vi parlo un po' dei flagelli che si abbassano sempre di più sull'umanità. Figlioli cari, siete disposti a portare la Croce? Siete disposti ad accettare tutto quello che il mio Gesù vi dona? Non sento nessuna risposta, figlioli miei: pochi sono i cuori che rispondono a ciò che io chiedo come Mamma! Vedete i tempi che ci sono! Figli miei, pregate pregate pregate perché ciò che ho detto alla Piccola Lucia si sta adempiendo: siate pronti e preparati con le lucerne accese! Figlioli miei, non vengo a spaventarvi, non vengo a cambiare nulla, figlioli cari, ma come Mamma vengo a riscaldare i vostri cuori. Parlo a voi che siete qui riuniti e al mondo intero. Figlioli miei, siate pronti: siano sempre accese le lucerne del vostro amore e amatevi: amatevi gli uni gli altri. Sia sempre in mezzo a voi e nei vostri cuori la Pace e l'Amore del mio Gesù. Figli, sia in mezzo a voi la Catena Santa del Santo Rosario: non distaccatevi da essa! Alzate le Spade che vi sono state consegnate e combattete con amore! Figli cari, il mio Cuore Immacolato trionferà e tutti vedrete la Luce del Padre, ma state attenti! siano i vostri cuori puliti: cercate cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i tuoi calici* e soffri ancora per i tuoi figli, per l'umanità tutta. Ora vi lascio al mio Gesù: accoglietelo! (Gesù) Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Siate coscienti, figlioli cari, della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figlioli, vi guardo ad uno ad uno e chiedo a voi, Piccoli Giovanni, chiedo a voi di venire a me: venite ad abitare nel mio Cuore, venite e consolate il mio Cuore! Figli, io sono vostro Padre e vi amo! Il mio Cuore gronda sangue per l'umanità tutta, ma gronda ancora di più guardando il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa: vedete, figlioli miei, è un piccolo agnellino in mezzo ai lupi! Vi ripeto ancora una volta questa parola (cfr. la prima detta il 20/8), figlioli miei: pregate per lui, pregate e non lasciatelo solo! Io come Padre chiedo a voi, figli, di aiutarmi: ho bisogno di ognuno di voi per combattere la Battaglia dell'Amore! Figli miei, i vostri cuori ancora non riescono a comprendere ciò che io vi dico. Vi chiedete: Ma come è possibile? Io come Padre vi invito ad andare avanti e pregare: Figlioli miei, ora voglio mangiare e bere con voi. Tu figlio Mario, tu Figlio Domenico, tupresto verrò a liberarvi e comprenderete e vedrete ogni cosa con gli occhi dell'Amore! figlio Elia, unitevi alla Santa Preghiera. Figli miei, voglio abitare in ognuno di voi e voglio essere cullato! Ecco, io vi dono il mio Sangue e la mia Carne: mangiate e bevete con me. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Venite al mio Banchetto, spose amate dal mio Cuore: mangiate! Io mi sono donato ad ognuno di voi, la mia Pasqua è piena ed è risorta: risorgete anche voi nel mio Amore e nella mia Pace e non scandalizzatevi delle mie parole! Ora vi lascio, figlioli del mio Cuore, ma vi sigillo attraverso il mio piccolo Giovanni, che è qui in mezzo a voi: ascoltatelo perché io ve l'ho donato per portarvi al Padre!Piccolo Giovanni, inizia. Scambiatevi anche voi il Santo Sigillo, figlioli miei, e non pensate che sia una cosa del mondo, sappiate che è Sigillo di Padre, di Figlio e di Spirito Santo: siate coscienti, siate coscienti, figlioli miei! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre, vi ripeto ancora: pregate lentamente e chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso. Figlioli cari, ricordatevi sempre di non togliere nessuno dalla santa Preghiera, mettete i vostri nemici e ricordate sempre che io sono Padre, chiamatemi: Padre Padre Padre! Non scandalizzatevi di queste parole! E Voi Giovani (è la prima volta che si rivolge a loro), ricordate anche voi di avere un Padre: siete i miei fiorellini e io vi curo ad uno ad uno! Non lasciatevi trascinare dal mio nemico: sappiate che avete un Padre e potete chiamarlo in ogni attimo. Quando non avete tempo, rivolgetevi chiamando: Padre Padre Padre! E Voi, mamme, spose, alzate gli occhi al Cielo! Quando vedete i vostri piccoli persi, non andate di qua e di là: avete un Padre e una Mamma che ascoltano ogni vostra piccola preghiera, rivolgetevi e chiamate: Padre, aiutami! Ma aprite il cuore quando vi rivolgete! Ora, figlioli tutti, che siete qui riuniti e figli che vi unite a questa Santa Preghiera, sappiate che io sono vivo e reale in mezzo a voi e alzo gli occhi al Padre chiedendo: Misericordia misericordia misericordia per l'umanità tutta! Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli miei, ricordate sempre queste parole. Ora vi lascio l'Amen del mio Cuore: Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen Amen (44). Croce del mio Cuore, porta ancora tu la Croce per l'umanità.* (Giu) Sì, Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, quelli che lo stanno facendo in questo attimo: Gesù dagli la tua Pace! Metto nel tuo Cuore la mia piccola sorellina (Schiavonea ricoverata in ospedale in questi giorni): dagli la forza e il tuo Amore! (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, dona a tutti il mio Amen! (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4> (Ge) Vi amo anch'io, spose, mamme, capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli miei: andate in pace e portate al mondo la mia Pace segnata con la Croce! Figli, aspettatemi perché io verrò ancora a portarvi il Pane dei Cieli!"

 

6. Giov 27/8/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite* e fate festa, spose amate del mio Cuore!* Tu, croce mia,* bevi i calici che ti sono stati preparati* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta e per i figli Ministri:* bevi, figlia mia!* (Giu) Gesù, sono sempre più amari:* mi tagliano la gola!* (Ge) Lo so, figlia mia,* ma tu bevili: sopporta il loro sapore!* (Giu) Dammi la costanza* e la forza, Gesù!* (Ge) Vedi, figlia mia:* vedi cosa fanno i miei figli!* (Giu) Gesù, Gesù, perdonami se ti chiedo di fermarli:* tu puoi farlo, Gesù!* (Ge) Sì, figlia, hai ragione:* posso farlo, ma ricorda sempre anche tu che io sono Padre! Vedi, i miei figli camminano sempre fuori dal mio Fiume, ma io come Padre vado a raccoglierli, cerco sempre di portarli nel mio Fiume d'Amore e tu me li stai portando, croce mia! Io conosco il peso, figlia, tieniti sempre stretta alla Santa Croce perché io vengo in mezzo a voi a portare il Vangelo Vivo e vi chiedo sempre di tenerlo alto. Figlioli miei, vi ripeto sempre che io non vengo a cambiare nulla. Figlioli miei, il tempo del Parto è vicino, è alle vostre porte, per questo come Padre vi invito sempre di cercare: cercate cercate cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene! Figlioli miei, io parlo a voi che siete riuniti nella mia Capanna e al mondo intero. Non pensate che i vostri cuori sono puliti: cercate ancora* perché il mio nemico vi nasconde le sue brutture, i suoi odi! Distaccatevi dalle cose del mondo: distaccatevi dalle sue feste! Figli, se volete i vostri cuori puri, guardate il Cuore di Maria: cercatelo, figlioli miei, amatelo e vivete come lei impastando la Farina dell'Amore e della Pace. Solo così potete avere i cuori puri: imitando il Cuore e la Capanna di Maria, Madre mia e Madre vostra. Figli, come Padre vi chiedo ancora di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa,* non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, non lasciatelo sotto il peso della Croce: figlioli miei, lui lo porta per ognuno di voi e gronda sangue per i suoi figli! Voi, Piccoli Giovanni del mio Cuore e della mia Pace, pregate pregate e siate pronti per la Battaglia. Dovete combattere, figlioli miei: tenete sempre alto il Santo Vangelo, amate e perdonate i vostri nemici! Figlioli miei, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera: figli, raccogliete tutti i figli emarginati e portateli nel mio Fiume. Ora sollevate la Piccola Croce. Figlia mia - sostenetela -, figlia del mio Cuore, vieni: entra nel Fiume e porta i tuoi figli! Togliete i sandali, figlioli miei. Tu figlio Mario, figlio Pasquale, legatevi alla Piccola Croce e camminate: camminate! (Giu) Gesù, sostienimi perché è sempre più pieno!* (Ge) Coraggio, anima mia: vedi, voltati indietro e guarda! (Giu) Gesù, Gesù mio,* ti chiedo ancora: Dove sono i Sacerdoti? (Ge) Sei sempre più cocciuta, anima mia! vedi, ce n'è uno solo, è° il Sacerdote che tu vedi, è il mio Piccolo Giovanni, è il Cuore della Croce che io ho messo in mezzo a voi: lui guiderà il mio Fiume. Presto, figlioli miei, comprenderete ciò che io sto dicendo: presto la Porta si aprirà e lui come Sacerdote comprende ciò che io sto dicendo in questo attimo. Ora, figlia mia, cammina ancora: cammina e apri la Piccola Finestrella. (Giu) Gesù, sostienimi! (Ge) Apri, figlia mia!* Ecco, ora guarda, ma non spaventarti: tieni nel tuo cuore ciò che vedi.* (Giu) Gesù,* Gesù,* resta sempre qui: resta sempre qui con noi! (Ge) Ora, figlia mia, fermati: non parlare di ciò che vedi!* Grazie, figlioli del mio Cuore: sappiate che io sono vivo e reale in mezzo a voi e vi sto preparando le Barche nel mio Fiume. Non temete niente e nessuno, pregate pregate e siate sempre pronti! Quando sentite la mia Voce nei vostri cuori, abbandonate ogni cosa e venite a me perché io vi amo, figli! Ora preparate i vostri cuori, voi figli che vi siete uniti alla Santa Preghiera, voi figli che siete riuniti in questa Piccola Capanna. Tu, croce del mio Cuore, soffri ancora e bevi i calici misti* per i tuoi figli, per l'umanità tutta! Figlioli miei, siate pronti e preparati per la mia Stanza, ma non caricatevi troppo:^ io ho già preparato ogni cosa per ognuno di voi. E tu, piccolo capriccioso Mario, sei libero di fare la Croce come tu vuoi,^^ ma ti raccomando: tienila alta,^^^ figlio mio, perché io l'ho innalzata per ognuno di voi! Ora, figlia mia, preparati: gioisci con i Dolori della Croce e offri ai tuoi figli la mia Gioia, offri ai tuoi figli il Sapore della Croce! (Giu) Padre Padre Padre Padre mio, dammi la costanza e la forza! (Ge) Figlia cocciuta e capricciosa, gioisci con me: gioisci con i Dolori del Parto del mio Amore! (Giu) Padre Padre Padre mio, benedici tutti i tuoi figli! (Ge) Figlia, ecco l'Amen della mia Benedizione: accoglietelo nei vostri cuori perché ancora non avete capito ciò che io vi sto donando! Figlia mia, ora preparati:* prepara il tuo cuore. (Giu) Gesù, il tuo Cuore gronda sangue! (Ge) Ecco, figlioli miei, il mio Amore scende su ognuno di voi!* Ora, figlia mia, preparati! (Giu) Benedici, Padre mio: benedici, Padre! Ecco, figli del mio Cuore, io sono vivo e reale in mezzo a voi e in questo attimo sto accarezzando ad uno ad uno tutti voi che siete riuniti in questa Capanna. Figli, mamme, spose del mio Cuore, ascoltate le mie carezze: amatemi perché io voglio essere amato da ognuno di voi! Ora vi offro il mio Sangue e la mia Carne: venite e mangiate con me, figlioli cari! Non chiedetevi come e perché: sappiate che io mi dono e il mio Amore è pieno! Io sono qui dinanzi a voi: ascoltate ancora le mie carezze di Padre, di Figlio e di Spirito. Ecco, l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi e si dona in pienezza, voi, figlioli miei, aprite i vostri cuori e lasciatemi entrare: fate festa con lo Sposo che è in mezzo a voi! Tu, figlio Mario, bevi e mangia il mio Amore e donalo ai tuoi figli: fallo sempre, figlio mio, e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno. Tu, piccola croce del mio Cuore, bevi, bevi il Calice del mio Sangue. Ecco, figlioli del mio Cuore, gustate come è buono il mio Amore, gustate e gioite, figlioli miei, perché lo Sposo si dona alle sue spose: vi fa gioire d'Amore e di Pace! Figli miei, gustate come è buono e come è dolce il mio Cuore: gustate e mangiate con me il Pane Vivo della mia Pace! Voi che siete stanchi e affaticati, venite e gustate il mio Amore! Figli, tenete alto il mio Vangelo e gustate le Gocce della mia Pace. Figli, la mia Gioia è piena perché mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è piena ed è risorta. Il mio Amore è vivo e fecondo in ognuno di voi: crescete e moltiplicatevi, impastate la Farina del mio Amore e andate avanti e portate a tutti il mio Amore e la mia Croce. Figlioli, io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Cuore. Vi sigillo attraverso il figliolo santo: il mio Piccolo Giovanni. Figlio mio, non togliere i tuoi capricci: aumentali con le tue spose! Vai avanti e tira sempre la mia Barca, fai ancora nodi, figliolo mio: ora offri per primo il mio Sigillo alle tue spose. Figlioli, accettate con amore il mio Santo Sigillo. Camminate: camminate e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora sollevate la Piccola Croce. Figlioli del mio Cuore, io vi amo: il mio Amore è pieno! sia pieno anche il vostro: offritelo in pienezza al Padre! Ora, piccolo Mario, piccolo Pasquale e voi, figlioli tutti, unite la Catena Santa e pregate lentamente con la Preghiera di Padre. Sappiate che io sono Padre e ascolto i miei figli: figlioli miei, parlate e bussate nel giusto del Vangelo e io ve lo concedo sempre, pregate e bussate con amore al mio Cuore perché io sono Padre e il mio Cuore gronda sangue per ognuno di voi! Figlioli miei, ho allargato le braccia sul Legno della Croce e ho abbracciato tutti voi: vi ho stretti forte forte al mio Cuore e ora, figlioli miei, non voglio perdervi! Vi chiedo solo di aprire i vostri cuori: venite a bere alla Sorgente della Croce! E quando pregate, quando vi rivolgete al Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, liberatevi dalle cose del mondo: ricordatevi sempre che io sono Padre Padre Padre! Ora pregate col cuore ed entrate nel mio Cuore, figlioli! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli del mio Cuore, vi lascio l'Amen della Croce, portatelo al mondo e aspettatemi: togliete tutto quello che non mi appartiene, figlioli! Tu, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare. (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3> (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli miei! Camminiamo insieme: venite dietro di me! Vi lascio la Pace della Croce, andate in pace e portate al mondo, ai fratelli, l'Albero Vivo della Croce, figlioli, ma state attenti al mio nemico: non lasciatevi trascinare dalle sue onde, ma combattete, combattete con la Spada che vi è stata consegnata!"

 

7. Ven 28/8/98, ore 14.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: Figli, io sono il Signore Dio vostro e non ve ne sono altri, io vi ho cercati e amati per prima, io vi ho donato la Vita per mezzo della Croce: cosa cercate ancora? perché non convertite i vostri cuori? Figli, io vi ho lasciati liberi di amare, ma voi non cercate il mio Amore: vi state caricando di un amore che non mi appartiene. Figli, ritornate al mio Fiume, non correte di qua e di là, non lasciate la Porta del Parto per andare verso la porta larga. Figli, accogliete le Sante Spine perché il mio Amore passa attraverso la Santa Sofferenza: figli, là dove non c'è sofferenza, non c'è il mio Amore ma il mio nemico! Voi, figli Ministri, stringete la Croce e portatela con amore: ricordatevi sempre di camminare come io vi ho comandato. Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti e tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo, figli, per ciò che mi offrite, siete i miei fiori preziosi: con voi e col vostro profumo benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen" (4).

 

8. Dom 30/8/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù,* bevi anche in questa giornata* i calici misti del tuo Gesù, bevi, figlia mia,* i calici (verdi) e i calici rossi, e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta,* per i figli Ministri:* bevi, figlia mia, bevi i calici* che ti sono stati preparati!* (Giu) Mammina mia, dammi la forza: sostienimi perché sono amari!* (Imm) Ah, figlia mia,* neanche puoi immaginare quanto sono amari quando arrivano al mio Cuore e al Cuore del mio Gesù!* Vedi, figlia mia,* io sono qui in mezzo a voi viva e reale col mio Gesù, gli Angeli e i Santi* e il Servo Santo della Croce. Figlioli miei, vengo a portare la Verità del Santo Vangelo* e vi invito a tenerlo alto e a viverlo in pienezza.* Figlioli cari, il mio Progetto d'Amore si sta adempiendo.* figli miei, il mio nemico sta attaccando a tutti i lati l'umanità e i miei Piccoli Giovanni, ma voi non fermatevi:* combattete la Battaglia dell'Amore e della Pace! Figlia mia, in questa giornata il mio Cuore di Mamma gronda sangue per l'umanità tutta* perché i flagelli si abbassano sempre di più.* (Giu) Mamma,* Mamma,* dimmi cosa posso fare ancora!* (Imm) Figlia mia, porta la Croce come stai facendo e falla portare ai tuoi figli. Pregate e non scoraggiatevi, figlioli del mio Cuore, perché la Parola Viva del mio Gesù non viene meno: aspettatelo, lui verrà come ha promesso e la sua Parola è duratura! Non ascoltate il mio nemico che vi offre doni che non durano: figlioli miei, legatevi alla Santa Croce e camminate, camminate, figlioli miei, sulla Via-Mamma che io sto vi segnando. Voi, figli Ministri, correte correte al mio grido di Mamma e implorate misericordia al Padre: lasciate le cose del mondo e legatevi al Vangelo Vivo dell'Amore. Figlioli miei, siate piccoli e poveri: amate con l'Amore della Croce e usate carità verso tutti. Oggi, figlioli cari, io vi offro il mio Dolore di Mamma: portatelo nel mondo e siate mamme della Croce perché solo attraverso la Croce potete arrivare al Trono del Padre. Figlioli miei, ascoltate il mio grido: pregate e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Voi, figli, che siete riuniti in questo luogo di Pace e d'Amore, non spaventatevi di ciò che avverrà! Figlioli miei, io come Mamma vi sto preparando: sia sempre accesa la vostra lucerna, non spegnetela mai! Non affannatevi per le cose del mondo, pregate e chiedete il giusto del Vangelo perché il mio Gesù ve lo concede, figlioli cari! Vi amo, figlioli miei: vi amo perché consolate il mio Cuore. Crescete ancora: crescete nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: figlioli, non lasciatelo, non dimenticate che lui porta la Croce! Ora vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: Amen Amen! (2). Tu, croce del mio Cuore, immolati ancora e assapora i calici! (Giu) Si Mammina mia! Metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: Mamma, valli a visitare tu col tuo Amore Materno! (Imm) Sì, figlia mia, vieni anche tu con me. (Giu) Sì! (la porta in Paradiso). Ora vi lascio, figlioli cari, ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi la Parola Viva del mio Gesù e l'Amore Pieno. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".