LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n. 227, Lauria, 4/10/1998

Il Padre ci invita al Banchetto Nuziale

della Pienezza dell'Uomo-Dio

(cfr. Mt. 22)

Messaggi Tramite Giulia

1. Giov 3/9/98, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore!* Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui* in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore!* Tu, croce mia,* bevi bevi i calici misti,* i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta.* Figlia mia, immolati in modo particolare per i figli Ministri, per i Grandi della Politica, per i Grandi della Casa del Padre: stai attenta, figlia mia: i calici sono più amari!* (Giu) Gesù, dammi la forza perché la mia viene meno!* (Ge) Piccola croce del mio Cuore, sai bene che devi soffrire ancora, cammina cammina, figlia mia, tieniti stretta alla Croce perché io vengo a voi a portare la Parola Viva del mio Cuore:* non vengo a cambiare nulla, vengo a svegliare i cuori; figlia, ora bevi i calici che ti sono stati preparati.* (Giu) Gesù, sostienimi!* (Ge) Figlia mia, guarda: guarda, ma non spaventarti!* (Giu) Gesù, dove stanno portando il Papa?* Chi sono: chi sono quegli uomini?* Perché sono vestiti di nero?* Gesù, fermali!* (Ge) Vedi, figlia mia: guarda, ma non dire ciò che vedi.* (Giu) Gesù, fermali! (Ge) Figlia, prega e invita i tuoi figli a pregare: poggiati con la Santa Croce sui tuoi figli e preparatevi, figlioli del mio Cuore. Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, ma molti si chiedono: Dov'è? Perché io non lo vedo? Figlioli miei, la mia Parola è Parola di Padre, vi ho promesso che tutti vedrete la mia Gloria; nessuno di voi conosce né l'ora e né il giorno, ma io verrò e i vostri occhi vedranno, figlioli del mio Cuore: siate pronti! siano i vostri cuori liberi: liberi dalle cose del mondo! Figlioli miei, io non vengo a chiedervi nulla, chiedo solo a voi di appartenermi, di camminare con la Croce e vivere in povertà: elargite i vostri cuori, figlioli miei, ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati. Non lasciate nessuno fuori della Preghiera, figlioli miei, accogliete tutti quelli che incontrate sulle vostre vie: non scartate nessuno e non giudicate il fratello. Figlioli miei, sappiate che io sono Padre, sappiate che i miei occhi vedono ogni cosa e nulla viene cancellato. Figli miei, Piccoli Giovanni del mio Cuore, siate pronti perché la Spada che è vi è stata consegnata è alta e combatte nei cieli: voi combattete e siate pronti allo squillo della tromba! Figlioli miei, siete frettolosi per conoscere la data, abbiate ancora pazienza: vi sarà data! E tu, figlio Mario, conoscerai prima l'ora e il giorno, ma dovrai dirla quando io ti dirò. Ora attraverso la Piccola Croce io sto segnando* l'ora e il giorno: ti sarà consegnata, figlio mio!^ (Giu) Gesù!* (Ge) Non temere, croce mia: è segnata nel tuo cuore, non te la porterà via nessuno!* Piccola croce, hai retto ai dolori più atroci e mi crolli per una data! (Giu) Perdonami, Gesù, sostienimi col tuo Respiro!* Gesù, perdonami: ma tu sei il mio Gesù?* (Ge) Piccola cocciuta del mio Cuore, vuoi che glorifico ancora? (Giu) Sì! (Ge) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Ora posso andare avanti? (Giu) Perdonami! (Ge) Ecco, figlia mia, il mio Cuore gioisce quando tu ciai (hai) dei dubbi perché cresci sempre di più nel camminare con la Croce e con la Santa Sofferenza: invita i tuoi figli a non togliere le Sante Spine e pregate pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Ora sollevate la Piccola Croce. Figlia mia, piccola cocciuta del mio Cuore, preparati a camminare nel Fiume: porta i tuoi figli. Tu figlio Mario, figlio Pasquale, preparatevi, togliete i sandali e preparatevi tutti a camminare nel Fiume del mio Amore: legatevi alla Piccola Croce, figlioli miei: non scandalizzatevi e non abbiate paura, figlioli miei! (Giu) Gesù,* il Fiume, il Fiume è sempre più pieno:* Gesù, è sangue! (Ge) Porta i tuoi figli! Tu, figlio Mario, porta i tuoi fratelli Ministri, grida, grida come Giovanni, portali nel Fiume del mio Amore: figlio mio, bevi anche tu del sangue!* (Giu) Gesù! (Ge) Figlia, cammina, cammina: apri la finestra!* (Giu) Gesù, ci sono tutti i figli? (Ge) Sì, figlia mia: ma ce n'è sempre una che cade! (Giu) Gesù!* (Ge) Non temere, figliola del mio Cuore! Vedi, tu nel tuo cuore ti chiedi sempre: Dove sono i Sacerdoti? e io ti ripeto a voce alta: ce n'è uno solo! ma pregate pregate ancora e non stancatevi, figlioli miei! Io vi sto portando le gocce: ad uno ad uno ve le sto offrendo. Ora la Piccola Croce ha aperto una finestra, piano piano verrà aperto il Portone e lei conosce la Porta, voi pregate, figlioli del mio Cuore, e tenete sempre alto il Santo Vangelo: non lasciatevi trascinare dal mio nemico che in questi ultimi tempi sta confondendo i miei Piccoli Giovanni, i miei Ministri. Figlioli, pregate pregate e fermate i flagelli che sono sempre più bassi: fermateli accettando la Santa Sofferenza, le Sante Spine. Non affannatevi per le giornate faticose: offritele con amore al Padre! Figlioli miei, impastate la farina dell'Amore e pregate col Cuore di Maria, pregate perché io verrò a liberarvi, figlioli cari, ma vi ripeto ancora una volta: siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Figlioli miei, vi chiedo ancora una volta di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera, amate e perdonate i vostri nemici: cercate cercate nei vostri cuori, figlioli miei, e togliete ancora tutto quello che non mi appartiene perché ancora i vostri cuori non sono puliti! Figlioli miei, non è un rimprovero, è una carezza di Padre che dice ai propri piccoli: Lavatevi bene perché i vostri occhietti ancora non vedono! Un Papà può dire ai propri figli: Lavatevi! Togliete, figlioli miei, tutto quello che non mi appartiene! Ora, croce del mio Cuore, bevi ancora i calici* e immolati ancora per i tuoi figli: porta ancora la Croce, figlia mia! (Giu) Sì, Gesù: perdonami se sono cocciuta! (Ge) Ah, piccola cocciuta del mio Cuore, vai avanti e non fermarti: grida anche tu come Giovanni! Non temere niente e nessuno, figlia mia: sii forte dinanzi alle persecuzioni che verranno ancora! sappi, figlia mia, che hanno messo in croce me: sii forte! Ora prepara il tuo cuore e il cuore dei tuoi figli. Figlioli miei, io sono qui dinanzi a voi vivo e reale. Figli, io mi servo di questa piccola creatura per donare a voi il Pane dei Cieli: non è lei che si dona, sono io che mi dono ad ognuno di voi! Figlioli del mio Cuore, la Piccola Croce parla con la mia Voce, ma io sono in mezzo a voi vivo e reale: siate coscienti di questo! Ora, figlia mia, offri l'Amen del Padre: Amen Amen! (2) ai tuoi figli. Prepara ancora i cuori dei tuoi figli. (Giu) Padre Padre Padre! (Ge) Sostenete la Piccola Croce. (Giu) Padre Padre Padre! (Ge) Figlia e sposa del mio Cuore, gioisci con i Dolori della Croce!* (Giu) Padre, Padre mio, benedici! (Giu) Figlia e sposa del mio Cuore, vai avanti! (Giu) Padre, mio! (Ge) Eccomi, figliola, mia!* Ecco, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: mangio e bevo con voi, figlioli miei! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il mio Sangue e la mia Carne. Venite e mangiate con me! Fate festa perché lo Sposo è qui: è in mezzo a voi e mangia con le sue spose. Gioite, creature mie, perché io vengo a liberarvi: gioite e fate festa perché lo Sposo vi dona il Cuore! Gioite, Voi Ministri, perché la Pasqua è viva e la Porta è adornata! Tu, figlio Mario, Sacerdote santo del mio Amore e della mia Pace, tu conosci la mia Porta, porta le mie pecorelle e non lasciarle: tu hai il compito di aprire e chiudere la Porta del Parto. Figlio mio, non scandalizzarti del mio Amore Pieno e grida: grida la Verità del mio Vangelo perché io sono qui nelle tue mani! Figlio mio, bevi tu per primo e dona il mio Sangue e la mia Carne ai miei figli, alle mie spose. Voi spose del mio Cuore, siate feconde del mio Amore e della mia Pace. Ora bevi, anima mia, del mio Cuore.* (Giu) Gesù! (Ge) Ecco, io sto bevendo e mangiando con voi, spose mie: crescete e moltiplicatevi nel mio Amore e nella mia Pace! siate sempre piccoli e poveri: siano i vostri cuori pieni del mio Amore e della mia Pace. Figlioli miei, è dolce abitare nei vostri cuori: io sono un Bambino e voglio essere cullato! Figlioli miei, venite e mangiate con me. Venite e gioite col mio Amore Pieno. Venite e crescete e impastate con la me la Farina dell'Amore. Figlioli miei, io vi voglio santi e vi dono il mio Sangue e la mia Carne: vi nutro col mio Corpo! camminate sempre nel Fiume del mio Amore: figlioli, lasciate le cose del mondo che non giovano ai vostri corpi. Figlioli miei, siete fatti a mia immagine e somiglianza ed io vi voglio con gli abiti puri: non correte di qua e di là,* non sporcate i vostri abiti, figlioli miei, ma crescete, crescete nel mio Amore e nella mia Pace. Figlioli, io sono qui dinanzi a voi: figli, crescete ancora e amate amate amate col mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo! Figlioli miei, io vi amo, vi amo, vi amo! Ora, figlia mia, mangia il mio Cuore!* (Giu) Mia Pace e mio Sostegno, mio Respiro e mio Battito, elargisci l'anima mia, donami la Quiete del tuo Amore, donami la Pace del tuo Spirito: fa' che io loda e benedica il tuo Nome. Benedetto sia il Nome del Padre. Benedetto sia il Nome del Figlio. Benedetto sia il Nome dello Spirito Santo. Amen. (Ge) Ecco, figlioli del mio Cuore, la mia Pasqua è piena perché vi amo e mi sono donato ad ognuno di voi: crescete crescete crescete nel mio Amore, figli! Ora sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli miei, io ora vi lascio ma verrò ancora: non temete! Vi sigillo attraverso il figlio santo, il Sacerdote del mio Amore e della mia Pace. Sappiate che il mio Bacio è il Bacio del Piccolo Giovanni e Giovanni è qui dinanzi a voi. State attenti a ciò che io dico: Giovanni è qui, dinanzi a voi, figlioli miei! Inizia. Scambiatevi anche voi il Bacio di Giovanni e crescete crescete nell'Amore dello Spirito Santo. Figlioli cari, siate coscienti, siate coscienti di ciò che io sto dicendo: sappiate che io sono Padre e posso dire ciò che è nel mio Cuore. Ora, croce mia, soffri ancora* per i tuoi figli: non dimenticare il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa. Pregate pregate e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Ora, figlioli miei, piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figlioli, ricordate sempre di pregare col cuore: pregate lentamente! ascoltate i battiti dei vostri cuori e il Battito del mio Cuore che arde. Io aspetto sempre che voi mi chiamate: Padre! Nel silenzio del vostri cuori, quando siete stanchi chiamatemi: Padre! ed io vengo a sollevarvi. Non affannatevi per le cose del mondo. Non confondete i vostri pensieri, sia il vostro cuore unito al Legno Santo della Croce: figlioli miei, caricatevi solo del peso della Croce e non cercate altri pesi. Io sono vostro Padre e conosco i vostri cuori: sto ascoltando ciò che mi dite in questo attimo, figlioli miei, ma vi ripeto: chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso. Ora preghiamo! (Ge)° Liberaci dal male. Amen Figlioli, ricordate sempre: Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Figlioli miei, io vi ripeto sempre queste parole: voi non dimenticatele! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Croce del mio Cuore, bevi ancora: prega come tu sai fare per i tuoi figli, per la Chiesa tutta e solleva le Mura, figlia mia! (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli miei, il mio Cuore di Padre gioisce: andate in pace e portate a tutti la Pace della Croce, figlioli! (Giu) Grazie, Gesù, del tuo Amore Infinito!"

 

2. Ven 4/9/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai Grandi del mondo e ai Grandi della Casa del Padre. Figli, sapete bene che il vostro grido non è che polvere: non potete gridare con voce di pace quando nei vostri non vi abita la Pace, non potete andare nelle piazze e gridare la pace quando non conoscete l'Albero della Pace.Figli, riconciliatevi col mio Cuore: aggrappatevi alla Roccia Viva della Pace e del mio Amore. Io vi sto aspettando, figli: senza di me non potete donare nessuna pace. Pulite i vostri cuori, figlioli miei, allontanate da voi le cose che non vi giovano, siate piccoli e poveri, donate ai poveri ciò che nascondete nei vostri cassetti: svuotatevi di ciò che non è di vostra proprietà e così potete donare al mondo la mia Pace. Figli, io verrò, io verrò, io verrò: aspettatemi! Voi Quattro della Santa Croce, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi. Vi amo, fiori del mio Giardino, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen" (4).

 

3. Dom 6/9/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù, bevi, figlia mia, i calici verdi e i calici rossi e immolati con i Dolori del Parto della Croce per la Chiesa tutta, per i figli Ministri: immolati, croce mia!* (Giu) Mamma, Mammina, sostienimi perché le mie forze vengono meno! (Imm) Figlia mia, i calici che ti sono stati preparati devi berli! Figlia mia, non temere niente e nessuno: bevi e porta ancora il peso della Croce per l'umanità tutta. Io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo, ve lo ripeto sempre, figlioli cari, tenetelo alto e vivetelo in pienezza: non correte di qua e di là, non lasciatevi confondere dal mio nemico! Figlioli cari, guardate i flagelli che sono sempre più bassi, pregate, figlioli miei, e non abbandonate il mio Piccolo Giovanni: restate uniti alla Catena Santa dell'Amore e della Croce. Tu, piccola croce del Cuore di Gesù, dovrai soffrire ancora, non temere, figlia mia, il mio Cuore di Mamma gronda sangue e anche il tuo in questo attimo gronda sangue per i tuoi figli: vai avanti perché la Battaglia dell'Amore e della Pace è in pieno! figlia mia, vedi, il mio Progetto viene da Fatima e in questi giorni è accesa la Lucerna. Figlia mia, non spaventatevi per ciò che io vi dico, chiedo solo, a Voi Piccoli Giovanni, di essere pronti e preparati, ma ricordate sempre che io non vengo a cambiare nulla di ciò che è scritto nel Libro del Padre. Figlioli miei, amate e perdonate i vostri nemici, usate carità verso tutti: combattete con la Spada che vi è stata consegnata, figlioli cari, e consolate il Cuore del mio Gesù che è offeso in ogni attimo dai figli della perdizione! Ora bevi!* (Giu) Mamma, Mamma, sostienimi: sono amari! (Imm) Sì, figlia mia: i calici sono sempre più amari, ma sii forte: la Grazia e l'Amore di Gesù è su di te, figlia mia! Voi, figlioli cari, che siete riuniti in questo piccolo angolo d'Amore e di Pace all'Altare della Misericordia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: voi, figli miei, vi benedico con l'Amen del Padre e vi chiedo di amare e pregare col cuore. Siate pronti, figlioli miei, e chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso. Non guardate le cose del mondo e legatevi al Cuore della Croce e andate avanti: figli, presto il mio Gesù verrà a liberarvi! Ora cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Figlioli cari, il mio nemico vuole la morte di ognuno di voi e vi trascina nelle sue false luci: voi restate saldi e camminate sulla Via-Mamma che io vi sto segnando col mio Cuore Grondante di Sangue! Figlioli cari, aspettate l'Amore e la Luce del mio Gesù, non correte e non prostratevi a dei che non vi portano alla Croce: figlioli miei, accettate le Sante Spine e stringetele ai vostri cuori! Io come Mamma vi stringo al mio Cuore Materno e vi chiedo di amare: amate amate amate perché solo amando potete combattere il male! Ora vi lascio, figlioli cari: vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia. Tu, croce del mio Cuore, offri ai tuoi figli e al mondo l'Amen del Cuore del Padre. (Giu)^ Amen Amen Amen <3>. (Imm) Figlia mia, soffri ancora per l'umanità. (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

^ E' Giulia che offre l'Amen. Così avrei dovuto annotare, credo, anche per le altre volte.

 

4. Giov 10/9/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi* e immolati con i Dolori del Parto della Croce: figliola mia, immolati secondo le mie intenzioni.* Figlia, i dolori sono più forti* e i calici più amari: non temere, anima mia,* bevi e porta ancora* il peso della Croce. Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: vi porto sempre la Parola Viva del mio Cuore* e invito tutti voi a tenere alto il Santo Vangelo. Figlioli miei, è dolce stare insieme a voi,* è dolce parlare e vedere i cuori aperti: ma vi chiedo come Padre* di aprili ancora! E voi, figli, che vi unite a questa Santa Preghiera, allungate la Catena Santa, portate il mio Amore e la mia Parola ai vostri fratelli, ai piccoli e portate la mia Voce ai figli Ministri. Non temete niente e nessuno e quando ridono, voi alzate gli occhi al Cielo: figlioli miei, gridate come Giovanni la Verità del Santo Vangelo!* Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, figlioli miei, vi porto il mio Amore:* vi sto dando le mie Gocce e piano piano si sta riempiendo il Mare. Non scandalizzatevi di ciò che io sto dicendo, figlioli del mio Cuore! Ecco, anche in questa serata io vi dono le Gocce che vanno al Mare e diventa sempre più pieno. Tu, figlio Mario, comprendi queste parole, il tuo cuore di padre comprende ogni cosa che io dico; prepara il tuo Gregge: alza il Bastone, figlio mio, e conduci le pecorelle alla Porta che tu conosci. Non temere niente e nessuno, non spaventarti dei tuoi acciacchi, figliolo mio, mettili nel mio Cuore e cammina: grida come Giovanni e con Giovanni la mia Venuta, la mia Pasqua, il mio Amore Pieno che dono ad ognuno di voi! Tu, croce del mio Cuore: il tuo compito è abbracciare la Croce per i tuoi figli,* per i tuoi fratelli, per la Chiesa tutta!* (Giu) Gesù, dammi la costanza e la forza! (Ge) So bene che sei cocciuta, figliola mia: non vuoi gridare al mondo i Dolori del Parto, tieni tutto dentro di te!* (Giu) Gesù, come faccio a gridare? I miei figli sono talmente deboli: poggiati su di me col peso della Croce! Non lasciarmi: dammi la costanza e la forza ancora! (Ge) Figlia, figlia cocciuta, senti i tuoi gridi nel cuore! (Giu) Padre, perdonami! (Ge) Ora cammina, cocciuta del mio Cuore, e porta i tuoi figli nel Fiume del mio Amore. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legatevi alla Piccola Croce, togliete i sandali e camminate: camminate nel Fiume del mio Amore. Figlioli cari, siate coscienti di ciò che fate: non scandalizzatevi del mio Amore! Ecco le Gocce più grandi che io vi dono! Vi sto preparando il Fiume del mio Amore e della mia Pace: voi siate coscienti di camminare dietro di me! Io vi preparo la Culla per venire nel mio Regno di Pace e d'Amore. Non scandalizzatevi e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno: sappiate che io vi dono tutto e tutto parte dal Cuore! Tu, croce mia, cammina e non fermarti,* porta i tuoi figli: figlia, accostati alla Porta.* (Giu) Gesù, c'è troppo sangue!* (Ge) Bevi, figlia mia: bevi del sangue!* Ora, figliola mia, apri ancora un'altra Finestra e guarda;* figlia, sappi che° è in tutte le Finestre- non dire il numero - (Giu) Sì, Gesù! (Ge) e dovrai aprire una alla volta. Ora, ora apri, figlia mia: la prossima Finestra l'aprirai in un'altra giornata. Ora guarda!* Non spaventarti, anima mia, continua a portare i tuoi figli, ma vedi, figlia mia: ce n'è sempre una che cade! (Giu) Gesù, sostienila col tuo Amore! (Ge) Ah, figlia mia, quando io dico che ce n'è una che cade, rappresenta che sono tanti figli che cadono, non riescono a stare in piedi: voi, Piccoli Giovanni, sollevateli, col vostro amore, con la vostra preghiera. E a cadere, ci sono anche i miei Piccoli Giovanni che si lasciano trascinare dalle cose del mondo! Io vi invito sempre: Cercate cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene! ma voi, figlioli, siete presi dalle cose del mondo e guardate così: senza fermarvi! Lo dico a voi e lo dico al mondo intero: cercate nei vostri cuori, fermatevi un attimo! chiamatemi: Padre! ed io sono sempre pronto ad abbracciarvi. Fermatevi a parlare! Figlioli miei, se riuscite a guardarvi allo specchio, vedete i vostri volti che alcune cose non vanno e le correggete. Fermatevi a guardare nei vostri cuori: togliete tutto quello che non è giusto. Abbiate cura, figlioli miei, non guardate solo le cose esteriori: non giovano! Se riuscite a pulire i vostri cuori, i vostri volti saranno raggianti: pieni di Luce! Figlioli cari, quando chiedete a Maria: Perché sei bella? Così Lei vi risponde: Perché amo! E quando si ama in pienezza, il cuore è pulito! Figli miei, cercate ancora: cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene! Ora vi invito a pregare ancora per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figlioli miei, fermatevi e pensate un po': (confermano: senza alla) parola, Piccolo Giovanni, il Papa! Non lasciatelo solo! Ora, creature mie, io vi chiedo ancora di tenere alto il Santo Vangelo, ve lo ripeto spesso, figlioli cari, perché io non vengo a cambiare nulla: vengo ad accendere i vostri cuori, vengo a prepararvi, figlioli miei! Insieme stiamo preparando la Stanza perché insieme a voi ci sono sempre io che vi osservo e ogni tanto rido di ciò che fate: non riuscite a mettervi d'accordo su ciò che dovete fare, ma bene o male riuscite a camminare e a fare tutto quello che il mio Cuore chiede. Figlio mio, figlio Mario, tu stai facendo tutto quello che il mio Cuore ti trasmette: sei il mio gioiello preferito, sei il fiore della Croce; figlio mio, non temere niente e nessuno: ascolta ancora il mio Cuore che parla, figlio mio, e presto gioiremo tutti insieme nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tu, croce del mio Cuore, il tuo compito è il più pesante, cammina cammina e porta la mia Croce all'umanità, ma non temere, io non ti lascio sola e Maria ti aiuta ad impastare la Farina per i figli Ministri: impastate insieme e offritela! (Giu) Gesù, come posso fare tutto quello che mi chiedi? Chi mi ascolta? (Ge) Figlia, stai combattendo con la Spada, stai camminando sulle Spine, stai portando la mia Croce e ora mi chiedi come puoi fare? Vai avanti e non fermarti: non scoraggiarti, anima mia! (Giu) Gesù, dammi il tuo Respiro* perché il mio viene meno! (Ge) Ora non lamentarti troppo, piccola cocciuta del mio Cuore: cammina e combatti con la Spada, prepara i tuoi figli perché l'ora del Parto è alle porte! Figlioli miei, siate pronti e siate coscienti, vi chiedo sempre di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera: ricordatelo, figlioli del mio Cuore! Ora, creature mie, inginocchiatevi: preparate i vostri cuori al mio Incontro, al Banchetto d'Amore e di Pace. Figlioli miei, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, siate coscienti di questa verità, siano coscienti i vostri cuori e, quando uscite fuori, non cancellate tutto quello che io vi dono: figli, io vi dono le Gocce dell'Amore dello Spirito Santo, non cancellatele! Tu, croce del mio Cuore, preparati: gioisci gioisci, anima mia! (Giu) (Giu) Padre Padre mio, benedici! Padre mio, benedici! (Ge) Ecco l'Amen della Croce: figlioli miei, siate coscienti del mio Amen! Ora preparate ancora i vostri cuori al mio Banchetto di Pace e di Luce. Sollevate la Piccola Croce: sostenetela! Ecco, figlioli del mio Cuore, io come Padre vi chiedo di essere coscienti in questi attimi: ancora voi non riuscite a comprendere ciò che io vi dono, ancora voi non riuscite a vedere con i vostri occhi ciò che avviene! Ma io chiedo a voi che siete riuniti nella mia Capanna d'Amore e di Pace e a tutti voi che vi unite: guardate con gli occhi del cuore perché io sono qui in mezzo a voi! siate coscienti! Figlia mia, vai avanti! (Giu) Come è grande il tuo Cuore, Gesù: come è grande! Ti amo, Gesù! (Ge) Ora vai avanti, sposa mia! Ecco, figlioli del mio Cuore: Ecco il Matrimonio che si compie! Ecco il mio Sangue e la mia Carne! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Figlioli miei, spose del mio Cuore, venite e mangiate: venite e mangiate con me ché la Pasqua è piena e io mi dono col mio Amore Pieno ad ognuno di voi. Benedetti voi che mi amate. Benedetti siano i vostri nomi scritti nel Cielo. Benedetti voi che mi cercate. Benedetto sia il Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo. Benedetto sia il Frutto che io vi dono nei vostri cuori. Benedetto sii tu, figlio Mario, che mi doni: benedette siano le tue mani, benedetto sia il tuo parlare, benedetto sia il tuo operato. Figlio mio, bevi e mangia con me e donami ai tuoi figli: Amen!* Croce del mio Cuore, bevi insieme a me e gioisci con la Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, io sto mangiando e bevendo con voi, il mio Amore è pieno, la mia Pasqua è piena ed è risorta: gioite anche voi, abbandonate le cose del mondo e legatevi al mio Amore e alla mia Croce. Non affannatevi, figlioli cari, per ciò che dovete fare o dire, il mio Amore Pieno scende in ognuno di voi: presto comprenderete ciò che sta avvenendo in ognuno di voi perché io vi sto formando col mio Sangue e la mia Carne. Non spaventatevi, figlioli del mio Cuore, io mi servo di ognuno di voi per portare nel mondo il mio Amore e la mia Pace, voi camminate, siate forti, figlioli del mio Cuore, perché ci saranno molte persecuzioni, ma voi non fermatevi: io sono al vostro fianco e Maria vi dona la Farina. Tu, croce del mio Cuore, fermati un attimo a pregare come tu sai fare: fai gioire il mio Cuore col tuo amore pieno, figlia mia! (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ecco, figlioli del mio Cuore, io gioisco in ognuno di voi: vi amo, figlioli miei, mi sono donato, ho mangiato e ho bevuto con ognuno di voi! E' dolce essere ascoltato, è dolce, figlioli miei, essere cullato e io sono un Dio Bambino e voglio essere cullato: cullatemi ancora,* fatemi gioire nei vostri cuori e donatemi al mondo!* Figlioli del mio Cuore, ora io vi lascio ma verrò ancora a portare le mie Gocce: siate pronti e preparati, figli cari! Ora io vi sigillo attraverso il mio Giovanni: ascoltatelo, figlioli miei, ascoltatelo, ascoltatelo! Tu, figlio mio, inizia. Scambiatevi anche voi il mio Bacio: siano i vostri cuori accesi del mio Amore Pieno e non scandalizzatevi di ciò che io vi dono, figlioli del mio Cuore! Sollevate la Piccola Croce. Figlioli del mio Cuore, io vi sigillo col Segno Tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nell'Amore Pieno e moltiplicatevi nell'Amore dello Spirito Santo: siate fecondi, figlioli miei! Lodate il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Sia pieno il vostro amore: sia pieno di Pace e di Spirito Santo. Non lasciatevi confondere dal mio nemico: siano i vostri Sì, Sì pieni di Croce e non togliete le Sante Spine che trovate dinanzi a voi, figlioli del mio Cuore! Ora, figlio Mario, figlio Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Vi chiedo sempre di chiamarmi col cuore. Quando mi cercate, chiamatemi: Padre! e io vi rispondo, figlioli miei! Non pensate che io sia lontano: io abito nei vostri cuori! E non pensate che io non senta ciò che voi mi chiedete! Figlioli miei, vi ripeto ancora una volta: chiedete nel giusto del Vangelo ed io ve lo concedo. Ora pregate col cuore perché io prego con ognuno di voi implorando misericordia misericordia misericordia al Padre! Preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Figlioli miei, aprite i vostri cuori: apriteli e ricordate sempre che io sono Padre e non vi sono altri dei all'infuori di me! Vi amo e vi lascio l'Amen del Cuore della Croce, figli! Tu, croce mia, immolati ancora e soffri per l'umanità, per la Chiesa tutta. (Giu) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <5>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli miei: andate in pace e portate al mondo la Pace della mia Santa Croce".

 

5.Ven 11/9/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, io sono il Signore Dio vostro, senza di me voi non potete far nulla, ma voi state sciupando ciò che è buono, state sporcando ciò che è pulito. Figli, cosa devo fare io come Padre? Vi guardo e piango!° Come Giudice, figli miei, la falce è pronta ed il grano va tagliato. Non vengo a turbare i vostri cuori, ma vi ricordo che le mie parole non vengono meno: il mio Vangelo non viene cancellato. Voi, figli Ministri, vedete i miei tempi e pregate. Figli, fermate i flagelli, accogliete mia Madre e i miei Piccoli Giovanni: non sporcate ancora i vostri abiti! Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi. Io vi amo, figli, siete i miei fiori preziosi e il vostro profumo è profumo d'Amore: arde ancora col mio Cuore. Figli, con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen" (4).

 

6. Dom 13/9/98, ore 15.20, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù* e immolati, figlia mia, con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per i Grandi della Casa del Padre:* figlia mia, i calici sono sempre più amari, ma non temere! Figlia, vedi, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli cari, vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo e a viverlo in pienezza. Figlioli del mio Cuore, io non vengo a cambiare nulla: vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre ad accendere i vostri cuori, a preparare ognuno di voi al Trionfo del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figlioli miei, la mia Promessa viene da Fatima e presto gioiremo nell'Amore della Croce. Figlioli cari, non prostratevi a dei che non vi portano alla Croce, accettate le Sante Spine e non toglietele, figlioli del mio Cuore: io vi sto segnando la Via-Mamma che vi porta alla Croce del mio Gesù. Figli, allontanate satana dai vostri cuori, dalle vostre case, non legatevi alle cose del mondo: cercate la Pienezza della Croce e rifugiatevi in essa. Siate piccoli e poveri come il mio Gesù vi ha scelti. Figlioli cari, tenete sempre nella Santa Preghiera i poveri, gli emarginati, i miei vecchietti: non scartate nessuno, figlioli miei! Amatevi gli uni gli altri perché solo amando potete appartenere all'Amore della Croce, figlioli miei, e io come Mamma vi invito ancora una volta a cercare nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù! Figlioli miei, amate col cuore, abbracciate i vostri nemici e pregate pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi! Figlioli miei, il suo compito è pesante: sostenetelo con la Santa Preghiera! Tu, croce del Cuore di Gesù, porta ancora la Croce per i tuoi figli: consola il Cuore del tuo Gesù che gronda sangue per l'umanità tutta! (Giu) Mamma, Mammina mia, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: dammi la costanza e la forza di andare avanti perché la mia viene meno! (Ge) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, sai cosa fare, stringiti alla Croce e vai avanti: cammina cammina, anima mia! sai bene che devi soffrire ancora: non abbandonare i tuoi figli, vai avanti! Figlioli del mio Cuore, voi che siete riuniti all'Altare della Misericordia del Padre, chiedo ad ognuno di voi di pregare secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata: vi chiedo di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Figlioli miei, il mio Progetto è Progetto di Croce e chiedo ad ognuno di voi di essere pronti e preparati con le lucerne accese: IL MIO Gesù verrà nella Gloria del Padre in mezzo a voi. Siate coscienti: pregate e fermate i flagelli che sono sempre più bassi sull'umanità tutta. Figlioli miei, siete in pochi a pregare, in pochi accettate le Sante Spine: consolate il Cuore di Gesù, amate amate amate col Cuore della Croce, figlioli miei! Voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, accogliete il mio grido di Mamma, stringete la Croce del mio Gesù, amate e perdonate: usate la carità che il mio Gesù ha messo nei vostri cuori. Mi rivolgo al mondo intero, figlioli: raccogliete le mie Lacrime di Mamma e consolate il mio Cuore. Figli, ascolto il grido di ognuno di voi e in questo attimo ascolto i vostri cuori e vi dono l'Amen del Cuore del Padre: Amen Amen (2). Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: siate coscienti e tenete sempre alto il Vangelo Vivo dell'Amore del Padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia. Tu, croce del Cuore di Gesù, bevi ancora i calici che ti sono stati preparati.* (Giu) Mamma, sostienimi! (Imm) Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Giu) Grazie, Mamma!"

 

7. Giov 17/9/98, ore 21.04, a casa, more solito

"(Giu) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Ge) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato* è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore! Tu, croce mia,* bevi i miei calici misti, i calici verdi e i calici rossi,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta.* Vedi, figlia mia:* guarda quanti calici ti sono stati preparati!* (Giu) Gesù! (Ge) Figlia, il primo calice che vedi, lo dovrai bere per la Chiesa tutta: è amaro, figlia mia!* (Giu) Sostienimi, Gesù!* (Ge) Figlia,* sii forte: poggiati alla Croce!* Il secondo calice che vedi, lo dovrai bere per i tuoi cari.* (Giu) Gesù,* Gesù, dammi la tua forza!* (Ge) Il terzo calice che vedi, lo dovrai bere per i tuoi figli,* questo è ancora più amaro:* stringiti alla Croce, anima mia! Ora, figlia mia, tutti i calici che berrai, bevili in silenzio: non dico per chi dovrai berli.* (Giu) Gesù, dammi il tuo Respiro!* (Ge) Bevi bevi, anima mia:* bevi e poggiati al Legno Santo della Croce. In questa serata, figlia mia, il peso è pieno su di te!* (Giu) Gesù, sono amari!* (Ge) Figlia, bevi bevi!* Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlia mia, ancora ti rimangono altri calici da bere e quelli sono ancora più amari! Io sono qui in mezzo a voi, figlioli miei, vivo e reale, vi chiedo di essere coscienti della mia presenza in mezzo a voi: vengo a portarvi la Parola Viva* del mio Cuore e vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo. Figlioli cari, il mio Cuore gronda sangue per ognuno di voi e la Roccia gronda sangue per l'umanità tutta. Io sono fermo a guardarvi sulla Roccia Viva! Figlioli miei, vi amo: il mio Amore non ha limiti e guardo i cuori di ognuno di voi: Voi che siete riuniti nella mia Piccola Capanna e voi, figli, che vi unite a questa Santa Preghiera: io vengo a portare le mie Gocce, figli cari, e vi invito ad amare col cuore. Come Padre vi dico che il Parto è alle porte, ve lo ripeto sempre, figlioli miei, e in questa serata io vi invito a prepararvi: preparate i vostri cuori, togliete tutto quello che non mi appartiene. Figlioli miei, allontanate il mio nemico dai vostri cuori, dalle vostre case: combattete, figlioli, combattete e allontanate il male! Io vengo a portarvi l'Amore. L'Amore Pieno del Cuore della Croce! Il Tempo di Maria è alle porte: siate mamme, siate mamme, siate mamme, figlioli cari, spose del mio Cuore! Io vi invito a camminare il Fiume Santo del mio Amore e vi chiedo ancora una volta di preparare i vostri cuori. Non scandalizzatevi su ciò che io vi dico, figlioli miei, e non pensate che sia una ripetizione ciò che io vengo a portarvi. Io parlo a voi col Cuore e il mio Cuore è pieno d'Amore per ognuno di voi. Figli miei, ecco le Gocce del mio Amore che scendono sull'umanità! Ecco la Pioggia che scende nel Mare: accoglietela, accoglietela, figlioli del mio Cuore! Ora, piccolo Mario, piccolo Pasquale, legatevi alla Piccola Croce, togliete i sandali e camminate nel Fiume del mio Amore: figlioli miei, camminate! Tu, croce del mio Cuore, cammina e porta i tuoi figli. Non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno e non preoccupatevi, figlioli miei, degli ostacoli che troverete: io sono sempre con voi e la mia Croce è alta, voi, figlioli miei, camminate e abbracciate il mio Cuore di Padre. (Giu) Gesù, perdonami se ti chiedo: Come facciamo a camminare? (Ge) Vedi, ora non è più una sola a cadere, ce ne sono tanti: tu portali nel Fiume e non temere, anima mia! (Giu) Gesù, aiutami a camminare: le mie forze vengono meno! (Ge) Sei sempre la mia cocciuta: cammina, anima mia! Vedi, le tue finestre sono aperte: ora avvicinati e apri ancora.* (Giu) C'è troppo sangue, Gesù!* (Ge) Vieni, stringiti alla mia mano, cammina e guarda attraverso la finestra:* non dire ciò che vedi, anima mia!* (Giu) Gesù, Gesù!* (Ge) Ecco, figlia mia, vai avanti e porta i tuoi figli! Voi, figlioli del mio Cuore, non fermatevi, camminate sempre e portate la propria croce. Io sono il vostro Gesù, il Gesù Vivo, il Gesù Risorto: non temete niente e nessuno e non fermatevi dinanzi alle persecuzioni! Figlioli miei, presto gioiremo insieme: ve l'ho promesso e la mia Promessa è duratura! Tu, figlio Mario, Sacerdote santo del mio Amore e della mia Pace, non scoraggiarti, vai avanti: figlio mio, insieme tiriamo la Barca e tu non ti puoi fermare perché io non mi sono mai fermato. Figlio mio, fratello mio, mamma del mio Cuore, il tuo compito è pesante, ma io ti sostengo col mio Amore e con la mia Luce. Figliolo mio, porta la Croce e tienila alta e grida il mio Amore all'umanità. Figlio, poggiati sul mio Cuore quando sei stanco e io ti cullo col mio Amore. Voi, spose del mio Cuore, amate e perdonate i vostri nemici, raccogliete tutti i miei piccoli, i miei poveri, i miei emarginati, i miei vecchietti e stringeteli ai vostri cuori. Sappiate che il mio Amore non ha limite e voi, amate amate amate: fate bruciare i vostri cuori di amore, figlioli miei! Ora vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, ricordate sempre che lui è una pecorella in mezzo ai lupi: curatela col vostro amore e non lasciatelo solo! Figlioli miei, i tempi del Parto sono vicini e io invito i vostri cuori ad essere accesi: amate col mio Amore, non togliete le Sante Sofferenze, abbracciate la Croce! Ecco le piccole Gocce che io vengo a portarvi, figlioli cari. Restate sempre uniti e pregate pregate pregate perché non conoscete ciò che è scritto nel Libro del Padre, non conoscete né il giorno e né l'ora: figlioli miei, sia sempre accesa la vostra lucerna! Non vengo a spaventarvi, figli cari, ma vi invito ad essere pronti. Io verrò, io verrò, io verrò: siatene certi, figlioli miei! Ecco, benedico voi e benedico tutti i figli che stanno lavorando alla mia Stanza: fate presto, figlioli cari! fate presto perché io verrò in mezzo a voi: aspettatemi! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora:* soffri ancora con i Dolori del Parto, figlia mia, e porta la Croce!* (Giu) Gesù, c'è sangue nel calice!* (Ge) Bevi bevi, figlia mia: ora prepara i cuori dei tuoi figli. Figlioli cari, siate coscienti della mia presenza viva e reale, cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene: cercate cercate, figlioli miei!* (Giu) Gesù, come è grande il tuo Cuore!* (Ge) Figlia e sposa mia, preparati: gioisci gioisci con i Dolori della Croce!* (Giu) Padre Padre Padre mio!* (Ge) Figlia e sposa mia, gioisci!* (Giu) Padre Padre!* (Ge) Gioisci con di Dolori della Croce! (Giu) Padre Padre mio, benedici: benedici, Padre mio!* (Ge) Ecco l'Amen del mio Cuore: accoglietelo e siate coscienti di questi attimi d'Amore che io vi dono! Figlioli miei, riuscite a comprendere questi attimi? riuscite a sentirli nei vostri cuori? Io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: toccatemi, figlioli miei, stringetemi, cullatemi nei vostri cuori! Non sono lontano: sono qui in mezzo a voi! Ora, figlioli del mio Cuore, venite e accostatevi al mio Banchetto d'Amore e di Pace. Preparate i vostri cuori al mio Incontro perché io voglio amarvi: accostatevi al mio Matrimonio, figlioli del mio cuore! Anima mia, vai avanti! (Giu) Sì, Gesù! E' immenso il tuo Cuore e gronda sangue! Padre, metto tutti nel tuo Cuore, tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere: sostienili col tuo Amore, con la tua Pace! (Ge) Ora vai avanti! Ecco, figlioli del mio Cuore, io sono in mezzo a voi vivo e reale, voglio mangiare e bere con ognuno di voi: venite e fate festa perché lo Sposo è qui in mezzo a voi! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il mio Sangue e la mia Carne che io dono ad ognuno di voi, figlioli cari: ECCO IL MIO MATRIMONIO! Siate coscienti di ciò che io sto dicendo e non scandalizzatevi. Io sono Padre, Io sono Padre, Io sono Padre, Io sono Padre! Ricordatevi sempre di ciò che io sto dicendo. Ecco, figlioli del mio Cuore, io vengo a bere e a mangiare con voi del Nuovo: il Vecchio è chiuso nel mio Cuore e il Nuovo è in mezzo a voi! Non scandalizzatevi di queste parole, figlioli miei. Ora, figlio Mario, bevi e mangia con me e dona il mio Sangue e la mia Carne ai tuoi figli, alle tue spose, figlio mio. Tu, croce del mio Cuore, sigilla col mio Bacio Santo il piccolo Mario (mi bacia). Bevi, figlio mio. Non scandalizzatevi di tutto questo, figlioli cari: queste sono le Gocce che io vi dono e presto comprenderete! Ora bevi, figlia mia. Ecco la mia Pace e il mio Amore che io dono all'umanità! Beati voi che venite alla mia Mensa. Beati voi che cercate il mio Cuore. Beati/e voi, spose, che amate col mio Amore. Siate pieni/e e fecondi/e di Spirito Santo e di Luce, figlioli cari! Ecco il mio Amore che scende su ognuno di voi, figli miei: la mia Pasqua è piena ed è risorta ed è feconda d'Amore. Non temete niente e nessuno: io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donare all'umanità la Luce del Padre, l'Amore dello Spirito Santo. Figlioli miei, io ho promesso all'umanità che verrò a liberarvi: figli, siate pronti! Mamme, siate preparati/e: io verrò! Ora, figlioli del mio Cuore, pregate! Benedite e lodate il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Benedite questi attimi, figli cari, e, quando uscite fuori, non lasciatevi trascinare dal mio nemico: combattete con la Spada e portate ai piccoli e ai poveri, il mio Amore e la mia Pace! Figlioli miei, io vi amo, vi amo e vi offro il mio Amore Pieno, la mia Croce Piena: portatela alta e stringetela ai vostri cuori! Ecco, figlioli miei, io vi ho amati perché mi sono donato ad ognuno di voi: cullatemi nei vostri cuori! sia sempre accesa la Lucerna del mio Amore in ognuno di voi! Figli, ora vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio Piccolo Giovanni: pregate col cuore, figli, pregate! Tu, anima mia, prega come tu sai fare. (Giu) Sì, Gesù!* (Ge) Ecco, figlioli del mio Cuore, ecco le Gocce che io vi dono: sono Gocce di Spirito Santo, Gocce piene dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Sano! Vi chiedo di essere coscienti del nostro Incontro: del mio Amore che dono all'umanità! Oggi non comprendete ciò che io sto dicendo, aprite i vostri occhi, elargite i vostri cuori, figlioli miei: fate sbocciare d'Amore i vostri cuori! Io vi, vi amo e presto gioiremo insieme! Ora sollevate la Piccola Croce. Figlioli miei, io ora vi lascio: vi sigillo ancora col Bacio del Piccolo Giovanni. Figlioli miei, vi invito ancora ad amare col cuore e accogliere col cuore il Bacio che io vi dono attraverso il Sacerdote santo della Pace e del mio Amore. Figlioli miei, preparate i vostri cuori: preparateli! Inizia. Figlioli miei, scambiatevi anche voi il Santo Sigillo del mio Amore: offritelo al mondo! Presto comprenderete ciò che io vi sto donando, figlioli cari! Ora vi lascio ma verrò a voi: non vi lascio soli, il mio Amore e la mia Luce rimane sempre in mezzo a voi, figlioli miei! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli cari, ora vi invito tutti ad inginocchiarvi. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa: legatevi alla Piccola Croce e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figlioli cari, vi ho invitati ad inginocchiarvi e a pregare col cuore, pregate nei vostri cuori lentamente, prima offritemi i vostri cuori e chiamatemi: Padre! Voglio sentire i vostri cuori, voglio sentire i vostri gridi: Padre Padre Padre! Ancora non sento i battiti dei vostri cuori (io dico: Padre, ti offriamo il nostro cuore!). Grazie, figliolo mio: grazie per aver risposto per tutti! Il tuo cuore è sempre aperto e io vengo ad abitare sempre: vengo a riposarmi, figlio mio! Per il tuo cuore io benedico il mondo, per il tuo amore mando le Gocce del mio Amore sull'umanità. Ti amo, figlio mio! Voi, figlioli del mio Cuore, liberate ancora i vostri cuori e unitevi in pienezza alla Catena Santa del mio Amore: pregate con la mia Preghiera di Padre e ricordatevi che il mio Amore non ha limiti. Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Ecco, figlioli miei, abbiamo pregato insieme, il mio Amore è pieno e i vostri cuori sono pieni della mia Luce: non fatela spegnere, figlioli, rimanete in me perché io abito in ognuno di voi! Tu, croce del mio Cuore, prega ancora un attimo come tu sai fare. (Giu) Sì, Gesù!* Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4>. (Ge) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli! grazie, spose! grazie, mamme della mia Croce! Andate in pace e portate al mondo l'Amen della Croce: Amen Amen Amen" (3).

 

8. Ven 18/9/98, ore 10.40, a casa, in crocifissione, orale

"Parla Gesù ai Grandi del mondo: - Figli miei, ancora non volete riconoscermi? Ancora credete di vincere con le vostre forze? Figli scellerati, quando capirete che senza di me non potete far nulla? Io vi ho creati e donato la vita: senza la mia Luce non potete camminare, i vostri piani cadono ad uno ad uno. Dove volete arrivare? Non comprendete che ciò che è nei vostri cuori, non è nel Mio e non può reggere? Voi non vi aggrappate alla Roccia del mio Amore! Ah, figli miei, non vi conosco più: siete ombrati dal mio nemico! Ritornate a me, figlioli: io sono sempre pronto a perdonare ogni vostro errore. E voi, Grandi del Casa del Padre, non nascondetevi ancora dietro ai vostri abiti e non sporcateli ancora. Voi non avete nessun potere, i vostri poteri sono fondati sulla lussuria e sul denaro: figli, mi vergogno del vostro operato! Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti e tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo. Siete i miei fiori profumati: vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen" (4).

 

9. Dom 20/9/98, ore 15.25, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù: bevi, figlia mia, e immolati con i Dolori del Parto della Croce. (Giu) Mamma, Mamma, Mammina mia, il tuo abito è macchiato di sangue e tu grondi sangue! (Imm) Croce del Cuore di Gesù, vedi il mio Pianto di Mamma: io piango per l'umanità tutta e per i figli della perdizione! Figlioli cari, pregate e consolate il Cuore di Gesù: tenete sempre alto il Vangelo Vivo e vivetelo in pienezza. Figlioli cari, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli cari, vi invito a vivere e ad amare il Legno Santo della Croce: non prostratevi a dei che non vi portano al Legno Santo! Figlioli cari, il mio nemico sta allargando ancora di più i suoi falsi miracoli e la sua falsa luce: ha bisogno di anime e trascina sempre di più i miei Piccoli Giovanni nella sua rete. Figlioli miei, sia sempre accesa la vostra lucerna, non dategli spazio, figlioli del mio Cuore: i tempi del parto sono vicini e lui vuole la morte di ognuno di voi. Io come Mamma grondo sangue per l'umanità tutta. Figlioli cari, pregate per i miei Ministri, pregate pregate: non lasciateli soli a combattere! Vedete, figlioli cari, le Mura della Casa del Padre sta(nno) crollando per i loro operati: consolate il Cuore di Gesù, pregate per la Chiesa tutta, non abbandonate il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa. Figli cari, il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà. Io come Mamma vi dico: presto, perché voi non conoscete i tempi del Padre. Figlioli cari, non spegnete le lucerne e non togliete le Sante Sofferenze. Sappiate che la Croce porta al Cuore del Padre, ognuno prendi/a la propria croce e cammini dietro a Gesù: decidetevi, figlioli cari! La porta è stretta, voi la conoscete: non entrate per la porta larga dove c'è gioia e falsa luce del mio nemico. Figli cari, non andate di qua e di là, fermatevi sul Legno Santo della Croce: non cercate i miracoli che non vengono dalla Santa Sofferenza. Figlioli del mio Cuore, io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre, vengo a portarvi le Sante Spine, figlioli del mio Cuore, sappiate che il mio Cuore Immacolato trionferà: ma prima che questo avvenga ci saranno ancora flagelli, figlioli del mio Cuore! Io vi invito a pregare: pregate col cuore, pregate, figlioli miei! Cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù! Figlioli miei, siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Tu, croce del Cuore di Gesù, bevi ancora i calici* e accetta ancora i Dolori del Parto per l'umanità tutta. (Giu) Mamma, Mammina mia, dammi la tua forza! (Imm) Stringiti alla Croce, piccola cocciuta del Cuore di Gesù, e vai avanti, io poggio su di te la Croce di Gesù: portala, figlia mia! (Giu) Sì, Mamma, ma sostienimi col tuo Amore! (Imm) Ecco, figlioli del mio Cuore, io ascolto tutti i battiti dei vostri cuori, chiedete nel giusto del Vangelo, chiedete, figlioli miei, e il mio Gesù ve lo concede in questo attimo, ma state attenti, sigillate tutto col Segno Santo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: invocatelo sempre quando vi rivolgete al Padre! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi ripeto ancora una volta di tenere alto il Vangelo Vivo e viverlo in pienezza, figlioli del mio Cuore! Vi lascio l'Amen del Padre: accoglietelo, figli! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi, figlioli miei, nel Segno Santo della Santissima Eucarestia. (Giu) Mamma, Mamma, consola il cuore dei tuoi figli: stringi al tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere. (Imm) Sì, figlia mia! Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

 

10. Giov 24/9/98, ore 15.23, alla Quercia, more solito

"(Giu) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Imm) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù, bevi, figlia mia, i calici verdi e i calici rossi, e immolati con i Dolori del Parto della Croce per la Porta di Pietro (ciò che introduce al Papa, cioè il Vaticano, ndr): immolati, figlia mia!* (Giu) Mamma, in questa giornata tienimi stretta! (Imm) Non essere cocciuta, anima mia: vai avanti e porta la Croce per i tuoi figli, per l'umanità. Vedi, figlia mia, il mio abito è macchiato di sangue: sono tutti coloro che si poggiano al mio Cuore offendendo il Cuore di Gesù e macchiano il mio abito. Figlioli cari, il mio Gesù vi chiede sempre di guardare nei vostri cuori e di togliere tutto quello che non gli appartiene. Figlioli miei, guardate i tempi che vi circondano, io come Mamma non vengo a spaventarvi, vi chiedo solo di aprire i vostri occhi e di guardare: voi siete abituati a guardare di qua e di là e mettete agli ultimi posti la Croce. Figlioli miei, io come Mamma della Croce vengo a portarvela e vi invito sempre a tenerla alta, vi invito ad amare e a tenere stretto il Santo Vangelo e a viverlo in pienezza, figlioli cari, ma vi ripeto: abbracciate il Vangelo della Croce, il Vangelo del mio Gesù, e non fate cose vostre, non leggete secondo i vostri comodi! Figlioli cari, la Parola di Gesù è Parola Viva, è Parola Duratura: le vostre cose si perdono strada facendo. Figlioli miei, io come Mamma vi invito ancora una volta a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa; figlioli cari, vi ripeto ancora una volta che lui è una pecorella in mezzo ai lupi e ha bisogno del vostro sostegno, della vostra preghiera. Figlioli miei, non scandalizzatevi di queste mie parole: io sono Mamma e vedo ciò che voi non riuscite a vedere. Figlioli miei, io vi sto preparando, negli ultimi tempi, le ultime grazie che Dio Padre concede all'umanità e vi invito a camminare sulla Via-Mamma che io vi sto segnando col Sigillo della Croce. Figlioli cari, ora vi parlo un po', parlo un po' ai vostri cuori chiedendovi se amate il mio Gesù. Figli, figlioli cari, amare significa donare tutto di sé per amore della Croce: e voi siete disposti a donare tutto, a lasciare i vostri averi, i vostri titoli? Vi vergognate di portare la Croce e di camminare sulle Sante Spine? Figlioli miei, io come Mamma della Croce ho camminato dietro il mio Gesù, ho portato la Croce prima di Lui a testa alta. Figli, se amate in pienezza il mio Gesù, allargate le braccia e lasciatevi inchiodare sul Legno Santo della Croce. Non guardate in faccia niente e nessuno. il vostro Sì sia Sì di Croce, sia Sì pieno. E quando ridono di voi, alzate gli occhi al Cielo e guardate l'Amore di Dio che scende sull'umanità. Figlioli cari, Voi figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, avete donato il vostro Sì alla Croce, alla povertà (?)°, Vi siete donati al Cuore del Padre (?)° Ma il mio Gesù vi ha detto: Andate e portate la Parola Viva. Ora voi quale strada avete preso? Su quale croce vi siete poggiati? Vi ricordate ancora le promesse fatte? Mi amate? Consolate il mio Cuore di Mamma? Ebbene, figlioli miei, io vi amo perché sono vostra Madre, ma devo ricordare ai vostri cuori che avete cancellato ogni cosa che appartiene al mio Gesù: vi siete poggiati sulla croce del mondo e camminate su vie larghe! Figlioli, ritornate alla Porta del Parto, abbracciate la Croce del mio Gesù che vi ha donato la Vita. I tempi sono pieni e il grano è pronto per essere tagliato, figlioli miei! Tu, piccolo Mario, Sacerdote santo del mio Amore e della mia Pace, non fermarti, non temere niente e nessuno, vai avanti con la Croce che ti è stata donata e tieni alta la Spada: figlio mio, il mio Gesù è sempre con te, camminate insieme e insieme portate la Barca carica del Santo Vangelo. Figlioli cari, sappiate che il mio Progetto viene da Fatima e presto si adempirà. Ora io vi dono ancora le Gocce del Padre. Figli, vi ripeto ancora una volta di restare uniti e camminare nel Fiume dell'Amore. Il mio Gesù, insieme a tutti voi, sta preparando la sua Stanza: siete coscienti, figlioli cari, dell'Amore del Padre che scende sull'umanità? Quando parlate della Stanza di Gesù, anche se ridono o vi chiudono la porta in faccia, alzate gli occhi al Cielo e implorate al Padre misericordia per coloro che ridono. Figlioli miei, le altre Gocce verranno man mano e comprenderete ciò che Dio Padre chiede ad ognuno di voi. Gesù e lo Spirito Santo e il Padre si stanno servendo di questa piccola creatura per confondere i Sapienti e i Grandi. Ridono del suo operato, ridono di ciò che io dico attraverso di lei, ma non temete, figlioli miei, hanno riso anche del mio Gesù, si sono divertiti alle sue spalle frustandolo, tirandogli pietre, dicendo cose non giuste su di Lui. Quando ridono di voi, quando dicono cose che non sono giuste, non spaventatevi! Questi sono i tempi scritti nel Grande Libro, figlioli miei, quando sentite tempeste, terremoti e altri flagelli, preparatevi, figlioli cari, perché i tempi del Padre sono alle porte e il Parto è eminente! Figlioli miei, ora io come Mamma vi invito ancora a tenere alto il Santo Vangelo, vi chiedo di pregare e di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Amate i piccoli, i poveri e gli emarginati, cullate i miei ammalati, i miei vecchietti: stringeteli ai vostri cuori, figlioli miei! E vi invito ancora ad essere mamme piene della Croce: ricordate sempre di essere mamme mamme mamme del mio Gesù! Figlioli cari, ora vi chiedo per un attimo di inginocchiarvi e di pregare con me: pregate col cuore implorando al Padre la Luce dello Spirito Santo. Figlioli miei, non scandalizzatevi di ciò che vi chiedo: io guardo i vostri cuori, figli! Tu, croce del Cuore di Gesù prega come tu sai fare. (Giu) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che sono affidati alla mia preghiera: Mamma, sia fatta la Volontà della Croce! (Imm) Figlia, tutti coloro che si sono affidati alla preghiera del tuo cuore e del cuore del figlio Mario in questo attimo il Padre li sta visitando col suo Cuore e con la sua Misericordia Infinita(sono le 15.45: vedi avanti). (Giu) Mamma, ti affido anche quelli che non si sono affidati, che non hanno il coraggio e la forza di farlo. (Imm) Sì, figlia mia, prega per loro e immolati con i Dolori del Parto. (Giu) Mamma, il tuo abito gronda sangue! (Imm) Figlia mia, è il Sangue del Parto che incomincia a scendere sull'umanità! (Giu) Mamma, Mammina mia, cosa devo fare? (Imm) Figlia mia, sappi che ci saranno ancora molte persecuzioni, ma non spaventarti: il tuo compito è di portare il Sigillo della Croce all'umanità. Quando busseranno i Grandi, non spaventarti: accoglili nel tuo cuore e portali al Cuore di Gesù. Non temere, anima mia, io sono sempre vicino a te e la Croce di Gesù ti sostiene, figlia mia: ora fai pregare i tuoi figli secondo l'intenzione del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Figlioli, pregate con la Preghiera del Padre. Legate la Catena Santa (recitiamo il Pater). <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli cari, non è molto che io vi ho chiesto: vi ho chiesto di unire i vostri cuori e le vostre voci al Padre. Ora, figlioli miei, io vi lascio l'Amen della Croce: Amen Amen (2). Figli, vi lascio l'Amore e la Pace del mio Gesù e vi invito ancora a liberare i vostri cuori: cercate cercate, figlioli miei, e togliete tutto quello che non appartiene a Gesù. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia, figlioli del mio Cuore. Tu, croce mia, bevi ancora i calici* e soffri ancora per i figli che in questo attimo stanno trafiggendo il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù: prega per loro, anima mia! (Giu) Sì, Mamma! (Imm) Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."