LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n. 229, Lauria, novembre/1998

Attenti all'ingannatore di sempre

 

Messaggi Tramite Giulia

1. Giov 15/10/98, ore 21.04, nella Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce del Cuore mio, bevi ancora i calici* che ti sono stati preparati* e immolati, figlia mia, con i Dolori del Parto della Croce* per i Grandi della Casa del Padre.* (Giulia) Gesù, Gesù mio!* (Gesù) Figlia mia, il Parto è iniziato e i dolori sono forti:* fai assaporare al mondo i miei Dolori!* (Giulia) Gesù, dammi la tua forza!* (Gesù) Figlia cocciuta, è tempo che il mondo assapori (grida). Ecco, figlioli miei del mio Cuore, io offro alle mie spose i Dolori della Croce! Figli, è solo l'inizio: preparatevi, ma non scandalizzatevi! Io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo e vi invito sempre a tenerlo alto e a viverlo in pienezza, figlioli del mio Cuore. Ecco, siamo qui riuniti nella mia Stanza: figlioli, io sono qui in mezzo a voi vivo e gioisco con i vostri cuori. Voi non vedete la Schiera che io porto dietro di me, abbiamo lavorato insieme e insieme camminiamo: figlioli, è tempo di combattere e io e i miei Angeli combattiamo nei Cieli e voi mi aiutate a portare al mondo la Spada che io vi ho consegnato. Figlioli del mio Cuore, voi ancora non riuscite a immaginare quante Gocce di Amore vi sta donando il Padre: come vi sta preparando per i tempi che dovranno venire. Figli del mio Cuore, spose e mamme della mia Croce, non fermatevi, andate avanti e quando ridono di ciò che avete preparato per me, alzate gli occhi al Cielo e dite: Padre, benedici i nostri fratelli, manda le Gocce del tuo Amore sull'umanità, bagna i cuori duri! Figlioli miei, io vi ascolto sempre quando parlate, quando vi rivolgete nel giusto del Vangelo e ora ascolto i cuori che bussano per i propri cari. Non temete, figlioli miei, io sono Padre e un Padre cura i propri figli, stringete la Croce ai vostri cuori, ai cuori dei vostri cari e non temete nulla: in questa serata vado a visitare ogni vostra creatura che amate. Figlioli miei, quando stringete la Croce ai vostri cuori, pensate anche ai figli che ancora non la conoscono e non lasciate nessuno. Figli, io sono qui in mezzo a voi e vi chiedo ancora di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figli, io ho costruito questa Stanza con ognuno di voi per portare in mezzo a voi la Roccia di Pietro: non scandalizzatevi di ciò che io dico, ma vengo a portarvi le Gocce, figlioli miei! E tu, figlio Mario, croce viva del mio Cuore, tu comprendi ogni cosa che io dico, man mano darai anche tu le gocce ai tuoi figli. Ora, creature del mio Cuore, cercate, cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene. Vedete come è candido il colore della Stanza che vi ho fatto preparare e che ho preparato con voi! Fate brillare i vostri cuori, rendeteli puliti: presentateli al Padre e non sporcateli più con le cose del mondo. Legatevi alla Croce, figlioli miei, che è sempre luminosa e piena d'Amore per l'umanità; essa mi ha abbracciato e io ho abbracciato la Croce per ognuno di voi: insieme, figli cari, doniamo al mondo l'Amore Pieno, l'Amore duraturo, l'Amore che dona Luce e arde. Figli cari, non aggrappatevi alla croce del mondo che vi offre il mio nemico: Figli, la Croce è segnata dalle Sante Spine e dalla Santa Sofferenza e senza di essa non si può raggiungere il Padre! il Padre sta impastando la Farina: per ognuno di voi sta preparando il Pane del Matrimonio. Figlioli, venite, accostatevi al Banchetto e non distaccatevi. Non cercate i miracoli: cercate i miracoli della Croce e della Santa Sofferenza. Io mi sono inginocchiato e ho chiesto al Padre: Padre, se è possibile, passi da me questo calice, ma sia fatta la tua, non la mia volontà! E ho bevuto il Calice dell'Amore e della Sofferenza per ognuno di voi. Pietro, cioè il Papa, il Piccolo Giovanni di oggi, ha accettato in pienezza il calice, ma vi ripeto ancora una volta: è una pecorella in mezzo ai lupi! Pregate pregate pregate per lui e restategli vicino! Le Porte, figlioli miei, sono chiuse, ma lui le vuole spalancare al mondo: aiutatelo, portate le Gocce, figlioli miei, del mio Amore, accettate ancora la Santa Sofferenza. Ora sollevate la Piccola Croce perché il mio piccolo capriccioso si è stancato un po'. Figlio Mario, figlio del mio Cuore, la Croce è pesante, ma è dolce portarla con amore; io mi sono fermato a lungo su di te, figlio mio, vai avanti e non fermarti, tira ancora la Barca carica del Santo Vangelo: non fermarti dinanzi a niente e nessuno, figlio mio! Tu, croce del mio Cuore, bevi ancora i calici che ti sono stati preparati e soffri ancora per i tuoi figli. Ora, figlia mia, preparati a portarli nel Fiume del mio Amore. Figlio Mario, figlio Pasquale e voi figli, togliete i sandali, legatevi alla Piccola Croce e camminate con me, figlioli miei. Vedete, figli cari, la Piccola deve camminare nel Fiume sempre più alto e beve il sangue per ognuno di voi. Voi, figli, quando camminate nel Fiume, non spaventatevi e portate tutti i vostri nemici, portate i figli che ridono di voi e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Figlioli del mio Cuore, io vi amo, vi ho scelto ad uno ad uno e ognuno di voi ha il proprio compito nella mia Vigna: vi amo, non c'è distinzione tra di voi! Figli miei, se vi porto nel Fiume del mio Amore, è perché è tempo di combattere; Maria vi sta preparando il Pane e voi lo dovete donare al mondo: con Maria impastano gli Angeli, i Santi e i piccoli cori della Piccola Croce mandano la Farina su ognuno di voi. (Giulia) Gesù, perdonami! (Gesù) Non commuoverti, croce del mio Cuore: vedi come i tuoi angeli lavorano! (Giulia) Gesù, dammi il tuo Respiro! (Gesù) Vai avanti, anima mia, porta i tuoi figli ancora nel Fiume: ora fermati alla porta. (Giulia) Gesù, dammi il tuo Respiro! (Gesù) Coraggio, croce del mio Cuore, il tuo compito è pesante, ma non fermarti: ora apri un'altra finestra.* (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Guarda, figlia mia. (Giulia) Gesù, Gesù:* grazie, Gesù! (Gesù) Ecco, figlia mia del mio Cuore: mamma della Croce, vai avanti e ricorda sempre ai tuoi figli di tenere alto il Vangelo Vivo che io vengo a portarvi sempre: non vengo a cambiare nulla, figlioli miei! Voglio restare abbracciato con ognuno di voi e vi sigillo col mio Bacio. Figlioli miei, non scandalizzatevi se vi dono tutto il mio Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo: vi invito a vivere in pienezza con la Santissima Trinità. Riempite i vostri cuori del mio Amore perché il Bacio che io vi dono è pieno d'Amore e di Spirito Santo. Figlioli, quando incontrate sulle vie i miei piccoli, offritegli il mio Amore Pieno; come io lo dono ad ognuno di voi: voi sigillate i vostri fratelli, i vostri figli, i vostri nemici col mio Santo Bacio. Ora, creatura del mio Cuore, preparati per il mio Matrimonio e prepara il cuore dei tuoi figli. (Giulia) Padre, Padre mio, benedici! (Gesù) Sposa e mamma del mio Cuore, ti benedico col mio Amen. Preparate le culle dei vostri cuori perché io voglio venire ad abitare con voi. (Giulia) Padre, prendi il mio cuore, abita dentro di me e nei cuori dei miei figli: rimani sempre con noi, non lasciarci! (Gesù) Io sono qui, figlioli, voglio mangiare e bere con voi: preparatevi, figlioli! Ecco, figlioli del mio Cuore, io sono qui in mezzo a voi: voglio mangiare e bere con voi: Ecco il mio Matrimonio. (Giulia) ° Padre, poggia le tue mani sante e benedici il Matrimonio. (Gesù) Ecco il mio Sangue e la mia Carne. Ecco, figlioli miei, il mio Amore che io dono alla Chiesa, alle mie spose, ai miei Piccoli Giovanni. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Figlio mio, mio figlio santo, benedici col tuo amore il Pane e il Vino: bevi e mangia con me e donami ai tuoi figli. Io mi dono ad ognuno di voi perché vi amo, figlioli del mio Cuore: vi amo e vi dono la mia Pasqua Piena! Figli del mio Cuore, quando mangiate, stringetemi ai vostri cuori: sappiate che io sono vivo e reale e voi bevete e mangiate con me. Figlioli miei, ecco il mio Matrimonio: io vengo ad abitare in ognuno di voi. Siate coscienti, siate coscienti: figlioli miei, io sono vivo e reale! Dammi la tua mano, figlio Pasquale. Inginocchiatevi, figlioli miei, e benedite il Padre per le Gocce del suo Amore che vi dona attimo per attimo. Figli, io vi sto preparando per i tempi che verranno. Domenico, Elia e il figlio santo (sottoscritto)° è qui in mezzo a voi: stanno combattendo per togliere il male e i figli che vogliono prendere il mio posto. Figlioli del mio Cuore, i Grandi vogliono cancellare il Segno della Croce, ma Elia con la sua Spada sta combattendo: come i vecchi tempi cancella il male! Tu, figlio Mario, grida sempre la Verità: correggi gli errori dei tuoi fratelli Ministri e non temere niente e nessuno, figlio mio! Ecco, io mi sono donato: ho mangiato e bevuto con ognuno di voi e la mia Pasqua è viva ed è risorta. Il mio Amore è pieno, figli del mio Cuore, io vi amo, vi amo, vi amo: amatemi anche voi e fatemi amare dai vostri figli, dai vostri fratelli! Ora io vi lascio, ma vi sigillo ancora una volta col Bacio del mio Amore. Accostati, figlio mio, dona ai tuoi figli il Santo Sigillo e non scandalizzatevi se vi dono anche il terzo: figlioli miei, vi amo, vi amo, vi amo e il mio Amore di Padre è pieno! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli miei, non scandalizzatevi dei Santi Baci: è segnato col Segno della Croce. Ora stringete ai vostri cuori la piccola croce che portate sulle vostre spalle: è piccola, figlioli miei, non è grande ciò che portate! portatela con amore e benedite il Padre che ve la dona, ringraziatelo che vi carica della sua Misericordia Infinita: sappiate che senza Croce non potete entrare per la porta stretta, figlioli del mio Cuore! Ora sollevate la Piccola Croce. Figlioli, piccolo Mario, piccolo Pasquale e voi Angeli del mio Cuore, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Preghiera di Padre. Vi ricordo ancora una volta di tenere sempre alto il Santo Vangelo, figlioli miei! Figlioli del mio Cuore, quando vi unite a pregare con la Preghiera del Padre, siate convinti che io sono vivo e reale in mezzo a voi: siate convinti che io sono vostro Padre e ascolto ogni vostro piccolo battito. Figlioli, è tempo di combattere, è tempo di rivolgervi al Padre e dire: Padre, io voglio vivere per la Croce, io voglio portare la piccola croce che mi hai consegnato: dammi la forza, Padre Buono, di saper sopportare il piccolo peso! Padre mio, aiutami a portare la mia croce e la croce del mondo segnata dai dolori e dalle lacrime! Padre mio, ti chiedo misericordia per l'umanità, dammi la forza di saper accettare ogni cosa, dammi la forza di saper donare la mia guancia a chi la percuote: dammi la forza di dire al mondo che tu sei vivo e mi ami e presto verrai a liberarmi! Padre Padre Padre, segna il mio cuore col Sigillo della tua Croce: dammi ancora altre croci per i figli della perdizione! (si conferma: è tutta una preghiera dettata da Gesù; è stupenda: facciamo la nostra). Ora col cuore pieno d'amore preghiamo, insieme! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Liberaci dal male. Amen. Liberaci dal male. Amen. Figlioli del mio Cuore, ricordate sempre queste parole! Tu, croce e mamma del mio Cuore, immolati ancora per i tuoi figli. (Giulia) Sì, Gesù! Grazie per essere venuto: rimani sempre con noi, non lasciarci, Gesù! (Gesù) Piccola cocciuta, ti ho chiesto una Stanza per restare sempre con voi! (Giulia) Grazie, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3> (Gesù) Vi amo anch'io, spose e mamme del mio2. Cuore, e aspetto il vostro grido d'amore (noi: Ti amo, Gesù!) Grazie, figlioli miei: andate in pace portate al mondo l'Amen del mio Cuore! (Giulia) Grazie, Gesù!"

 

2. Ven 16/10/98, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, ecco, io vi sto donando la Roccia perché ognuno di voi mi è caro; vedete, figli miei, quanti flagelli sull'umanità: molti di voi hanno dimenticato di essere figli della Luce ed hanno lasciato la Roccia per prendere la sabbia! Figli, ciò che è sabbia se ne va via, cade, non ha la forza di rimanere in piedi ed il mio nemico è fatto di sabbia: vi mostra le cose più grandi per farvi cadere nella sua rete, vi dona i miracoli che non durano che un soffio di sabbia, ma prende la vostra anima facendola diventare nera. Figli, io ho detto di stare attenti^ a chi viene in nome mio donandovi falsi miracoli: io vengo con la Croce e la Santa Sofferenza per liberarvi dai mali! Elia con la Spada combatte e cancella ogni falsa creatura che danneggia i miei Piccoli Giovanni segnati dal mio Sigillo! Voi, figli Ministri, siate pronti perché io verrò a chiedervi se mi amate. Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti; vi amo, figli del mio Cuore, tenete sempre alto il Santo Vangelo, pregate per il Piccolo Giovanni, cioè il Papa: con voi benedico il mondo con l'Amen della Croce. Amen Amen Amen Amen" (4.

 

3. Dom 18/10/98, ore 15.30, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati con i Dolori del Parto della Croce per i Grandi della Casa del Padre,* bevi, figlia mia, bevi i calici e consola il Cuore del tuo Gesù: vedi, figlia mia, è trafitto e gronda sangue per l'umanità intera! Figlia mia, pregate pregate pregate e fermate i flagelli* che sono sempre più bassi, ma io come Mamma vengo in mezzo a voi a ripetervi sempre* di tenere alto il Santo Vangelo e a viverlo in pienezza. Figlioli cari, vivete in pienezza il Vangelo di questa giornata (29/C) e cercate, figli miei: cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Vedete, figli: i tempi che state vivendo sono tempi di battaglia, sono tempi di combattere! Figlioli miei, state attenti al mio nemico, si manifesta di qua e di là con falsi miracoli e il mio Gesù vi aveva già detto tutto questo: state attenti, figli! Non lasciate la Santa Croce e non prostratevi a dii sconosciuti che non vi portano alla Santa Sofferenza. Il mio Gesù per donarvi la vita ha allargato le braccia sul Legno Santo della Croce: e voi riuscite a immaginare quale era il suo dolore? Figli, fermatevi e contemplate i Santi Chiodi che hanno penetrato le sue Mani Sante! Fermatevi e contemplate si suoi Piedi! Figli miei, figli del mio Cuore, io sono la Mamma della Croce e l'ho stretta al mio Cuore prima di Gesù e una Mamma guarda i propri figli con amore. Figlioli miei, salvate le vostre anime: non guardate i vostri corpi! Non arrivate al mio Gesù col cuore pieno di odio: amate e perdonate i vostri nemici; cercate: cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Figlioli cari, Piccoli Giovanni, a voi che è stata consegnata la Spada, combattete con amore e tenete sempre alto il Santo Vangelo perché io non vengo a cambiare nulla. Io sono la Mamma della Croce e vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre e ,in ubbidienza al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, io vi segno la via fatta di Sante Spine. Figli cari, il mio Progetto viene da Fatima e col Cuore Grondante di Sangue vi invito a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, pregate per lui, figlioli del mio Cuore, ma non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, pregate per i miei piccoli, per i miei ammalati, per i figli drogati, per i figli carcerati, per i figli che non hanno il pane: offritegli il vostro cuore come cibo, figlioli miei! E voi, figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, cercate la Porta del Parto e non lasciatela, figlioli miei! Non allargate le vostre braccia al mondo, ma offrite i vostri cuori ai figli che bussano e camminate con la Croce che il mio Gesù vi ha donato, figlioli cari. Tu, croce del mio Cuore, immolati ancora per loro, sai bene che devi soffrire, figlia mia: cammina e non fermarti! (Giulia) Mamma, Mammina mia, dammi la costanza e la forza! (la Madonna) Vai avanti: la Grazia e l'Amore di Gesù è su di te! Non fermarti, figlia mia: abbraccia tutti i figli che incontri, poggia su di loro la Santa Croce del mio Gesù e non fermarti. Ora, Piccoli Giovanni del mio Cuore, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi invito ancora a vivere in pienezza il Santo Vangelo. Mando su di voi e sui vostri cari la Benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete, figlioli miei, e moltiplicatevi nel Segno Santo della Santissima Eucarestia. Pregate col mio Cuore e consolate il Cuore del mio Gesù! Figli, vi lascio l'Amen della Croce: portatela al mondo! Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

 

4. Giov 22/10/98, ore, 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi ancora i miei misti, i calici verdi* e i calici rossi, e immolati, figlia mia, con i Dolori del Parto della Croce: immolati per l'umanità tutta. Figlia mia, ecco, io sono qui in mezzo con la mia Croce e porto ad ognuno di voi il mio Vangelo Vivo e vi invito, figlioli cari, a tenerlo alto* e a viverlo in pienezza. Tu, croce del mio Cuore, ricorda sempre il tuo primo messaggio. (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Figlia mia, il Legno della Croce è saldo, non si divide, e i calici che tu stai bevendo sono Calici di Croce.*, figlia! I tempi che verranno saranno pesanti, figlioli del mio Cuore, e io vi sto preparando con le mie Gocce. Figli, non spaventatevi e non scandalizzatevi di ciò che io dico: molti miei figli Ministri si perderanno dietro il mio nemico aprendo le braccia al mondo. Figlioli, voi pregate pregate! Il mio nemico vuole distruggere la vita e catturare nella sua rete i miei Ministri. A voi, Piccoli Giovanni, è stata consegnata la Spada e dovete combattere col mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa. E tu, figlio Mario, figlio santo, sei stato mandato per gridare come Giovanni e con Giovanni il mio Vangelo sigillato dalla Croce e dal mio Sangue Prezioso. Figlioli miei, non scandalizzatevi, io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi. Vi chiedo ancora di pregare per i Grandi della Casa del Padre:* figlioli miei, il mio Cuore è straziato nel vedere il loro operato! ma come Padre Buono e Misericordioso chiedo ad ognuno di voi di pregare col cuore: aiutateli! Portate la Croce con amore, non lamentatevi, figlioli miei, delle vostre piccole sofferenze: consolate il mio Cuore di Padre che gronda sangue per l'umanità tutta. Figlioli miei, vi chiedo ancora un attimo di guardare nei vostri cuori, cercate: cercate figlioli cari, e togliete tutto quello che non mi appartiene. Se mi amate come io amo voi, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e fate entrare i miei Battiti, figlioli cari! Ora, figlioli miei, inginocchiatevi: offrite i vostri cuori al Padre. Figlioli, non pensate di inginocchiarvi dinanzi alla Piccola Giulia: sappiate che in mezzo a voi ci sono io vivo e reale e il mio figlio santo (il sottoscritto)° con la Schiera degli Angeli e dei Santi: vi abbracciamo, figlioli miei! Questa mia Casa che io vi ho chiesto è la Stanza della mia Croce, del mio Amore per l'umanità intera. Rideranno i Grandi per queste mie parole, ma non temete. Hanno già detto così: Cosa può sorgere da questa piccola Città? E ora diranno: Cosa può venire fuori da questa piccola Stanza? Ebbene, figlioli miei, io sono venuto in mezzo a voi in una piccola capanna (= Betlemme). Ora vi ho chiesto una piccola Stanza e il Padre vi abita: è seduto sulla Roccia perché io vi ho chiesto la mia Stanza fatta sulla Roccia di Pietro e voi col cuore aperto avete costruito sulla Roccia tenendo sempre alto il mio Vangelo. Tu, figlio santo, hai costruito sulla Roccia di Pietro e costruisci attimo per attimo con i tuoi figli: non fermarti, vai avanti, figlio mio, perché il Parto ormai è vicino e il grano è pronto a (da) falciare e insieme al grano va tolta anche la zizzania. Non temete, figlioli cari: voi che abitate nella mia Casa e mangiate e bevete con me, non vi sarà tolto neanche un capello! Ma vi chiedo di amare, amate amate amate e stringetevi alla Santa Croce: state attenti al mio nemico che usa ogni mezzo per allontanarvi dalla Santa Sofferenza, figlioli! Ora sollevate la Piccola Croce e preparatevi a camminare nel mio Fiume: toglietevi i sandali e camminate dietro di me. Figlioli cari, vi chiedo solo di essere coscienti, il fiume che attraversate dietro la Piccola Croce è il Fiume del mio Amore: vi chiedo di essere coscienti, figli! Tu, croce del mio Cuore, sai bene che devi soffrire ancora, ma io ti amo, figlia, sposa e mamma del mio Cuore e te lo rinnovo attimo per attimo: soffri, anima mia! (Giulia) Gesù, dammi solo il tuo Respiro!* (Gesù) Coraggio, cocciuta del mio Cuore, non lamentarti: nel silenzio del tuo cuore chiedi sempre e ora ti lamenti?! (Giulia) Perdonami, Gesù! (Gesù) Ora cammina: porta i tuoi figli. Stringi la mano, figlio Mario, figlio Pasquale, e camminate perché il Fiume diventa più alto.* Bevi bevi il sangue, figlia mia!* Accostati alla porta:* ora accostati ad una delle finestre già aperte.* (Giulia) Gesù!* (Gesù) Ora, figlia mia, offri il mio primo Sigillo (un bacio). Sigillatevi anche voi, figlioli del mio Cuore: non scandalizzatevi che vi offro il secondo! Preparate i vostri cuori, figlioli miei, per il mio Matrimonio segnato dalla Croce. Siate coscienti in questi attimi perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e voglio mangiare e bere con ognuno di voi: la mia Mensa è pronta, siate pronti anche voi, figlioli del mio Cuore! Venite a fare festa col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, ma abbracciate l'umanità e portate tutti dietro di voi: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera E tu, figlio Mario, porta tutti quelli che sono nel tuo cuore: non lasciare nessuno, figlio mio! tira ancora la Barca con me e aggiungi altri nodi, figlio, perché è tempo di Parto. Ora preparati, sposa mia! (Giulia) (Giulia) Padre Padre Padre Padre mio, benedici! (Gesù) Ecco (1) l'Amen del mio Cuore: accoglietelo, figlioli, e venite alla mia Mensa a mangiare e a bere con me. Ecco (2) la mia Mensa. Ecco (3) il mio Matrimonio che io dono ad ognuno di voi, figlioli miei. Ecco (4) il mio Sangue e la mia Carne. Ecco (5) la mia Croce che io dono all'umanità. Ecco (6) l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco (7) la mia Pasqua Piena e Risorta per ognuno di voi, figlioli (nota i sette Ecco come richiamo alla Misericordia). Venite e mangiate con me: bevete il Vino Nuovo e mangiate del mio Cuore. Non scandalizzatevi, figli! Benedici, figlio santo: bevi e mangia con me e donami sempre ai tuoi figli perché io vi dono tutto il mio Amore. Beati voi che mi lasciate entrare nei vostri cuori col Sigillo della Croce. Beati voi che mi abbracciate e mi amate in pienezza. Beati voi, figli, che abitate nel mio Cuore. Costruite ancora capanne e fate battere il Cuore della Croce! Figlioli miei, amate e perdonate i vostri nemici, cercateli e offritegli il mio Amore, la mia Amicizia, il mio Pane e se ancora non conoscono La Mia Via, fategliela conoscere indicandogli che è segnata dalle Sante Spine. Figlioli miei, sappiate che per venire al mio Cuore dovete passare per le Sante Spine perché il mio Amore di Padre è segnato dalla Croce. Ecco, figlioli cari, io vi ho amato per primo e vi ho donato tutto di me, anche i miei Dolori: non ho tenuto nulla e dall'alto della Croce vi ho donato il mio Sangue e la mia Carne. Figli, donate anche voi ai vostri fratelli tutto di voi: non tenete nulla! Sappiate che per venire al Padre dovete diventare bambini, piccoli, poveri. Figli, io vi amo e vi guardo dalla Roccia: figlioli miei, amate amate amate anche voi! Ora cullatemi come un Bimbo nei vostri cuori perché in questo attimo io abito dentro di voi: come mamme cullatemi e offritemi tutto il vostro amore! Ora se vi abbandonate, se vi distaccate dalle cose del mondo e ascoltate i vostri cuori: in questo attimo mi sentite, mamme? riuscite ad ascoltare il mio Amore, mamme del mio Cuore, mamme della mia Croce? Preparatevi perché è il tempo di amare in pienezza e io sono lo Sposo! Tu, figlio Mario, comprendi ciò che io sto dicendo in questo attimo, figlio mio! Ora sollevate la Piccola Croce. Figlioli, vi chiedo scusa se sono lungo nel parlare, ma il mio Cuore di Padre vi ama! figlioli miei, figlioli del mio Cuore, non lasciatemi, rimanete sempre con me: non cancellate le Gocce che io vi sto donando! Ora, figlioli cari, vi sigillo ancora una volta col mio Bacio. Figlioli miei, non scandalizzatevi del mio Amore: ora non riuscite a comprendere, ma il figlio Mario comprende bene il significato. Figlioli miei, io ora vi lascio, ma sono sempre qui in mezzo a voi e vi chiedo sempre di aspettarmi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Figlioli del mio Cuore, vi chiedo ancora una volta di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Ora, piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente: Io sono legato alle vostre mani e con gli occhi rivolti al Padre chiedo misericordia per l'umanità. Vi chiedo di pregare lentamente e di abbandonare i vostri cuori: alzateli al Padre per un istante solo, liberatevi dal mondo e unitevi al Cuore Grondante di Sangue, unitevi al Cuore della Croce. Dite: Padre, perdona i miei tanti errori, i miei tanti peccati! Perdona, Padre, se non riesco ad amare i miei fratelli! Padre, quando io dimentico di offrire il pane al mio fratello che bussa, stringi la mia mano e portami da lui: fa' che io apra il mio cuore e diventi mamma, fa' che io elargisca la Farina per donarla all'umanità! Figlioli miei, siano queste parole segnate nei vostri cuori. Ora preghiamo! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Figlioli, ricordate sempre queste parole: Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. E io vi dono l'Amen della Croce, figlioli miei! Tu, croce mia, bevi ancora e soffri ancora per i tuoi figli. (Giulia) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3>. (Gesù) Vi amo anch'io, spose e mamme del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli miei: andate in pace e portate al mondo la Pace della Croce".

 

5. Ven 23/10/98, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, la mia venuta in mezzo a voi è vicina, pulite i vostri cuori e preparatevi per le Nozze perché non sapete né l'ora e neanche il giorno: siate sempre pronti e preparati! State attenti a non rimanere senza olio, figli, e state attenti ad aiutare anche agli (=gli) altri a prepararsi l'olio! Figli tutti, voi mi appartenete ed io come Sposo vi aspetto tutti: non mancate e state molto attenti a preparare i vostri abiti! Anche voi, figli Ministri, non pensate che i vostri abiti siano buoni: cercate, figli, e togliete quello che non mi appartiene. Non gridate al popolo: Io sono giusto perché porto l'abito! Guardate bene dentro perché io guardo dentro di voi ciò che avete operato. Voi Quattro della Santa Croce, camminate sempre con la mia Croce e portate sempre alto il mio Vangelo. Non fermatevi, figli: sapete che la mia Grazia è sempre su di voi. Vi amo per ciò che mi offrite, figli! Combattete ancora con me, figlioli, perché io mi poggio^ ancora su di voi e con voi benedico il mondo. Amen Amen Amen Amen".

^ Oggi scrive il 6° segreto!

 

6. Sab 24/10/98, ore 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù, i calici che ti sono stati preparati,* e immolati, figlia, con i Dolori del Parto* della Croce per l'umanità tutta. Figlioli del mio Cuore, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce: in ubbidienza al Padre vengo a portarvi la Parola Viva del mio Gesù. Figlioli miei, vi invito ad amare e a saper conoscere lo Spirito Santo che viene mandato dal Padre attraverso l'Amore della Croce. Figlioli miei, come Mamma vi chiedo di essere figli del Dolore della Croce del mio Gesù. Non scandalizzatevi per queste mie parole! Figlioli miei, se voi aprite il Vangelo del mio Gesù e l'accogliete col cuore e vi stringete alla sua Santa Sofferenza e camminate le vie che ha camminato e cammina il mio Gesù, solo, portando la Santa Croce e stringendo ai vostri cuori la Verità del Santo Vangelo, potete entrare per la porta stretta! Figlioli miei, il mondo ha spalancato le sue porte che vi portano alla perdizione: alla morte! Dove pensate di trovare Gesù? Figli, io sto ascoltando il cuore di ognuno di voi: ancora non riuscite a comprendere! Il mio Gesù è nel silenzio della Croce, il mio Gesù è nei cuori che accettano le Sante Spine, il mio Gesù abita nei luoghi poveri: dove c'è chiasso, dove il mondo ha spalancato le porte, Gesù guarda seduto sulla Roccia e gronda sangue per l'umanità che non riesce a trovarlo! Voi, Piccoli Giovanni del mio Cuore, stringete il mio Gesù: cercatelo nei piccoli, nei poveri, nei figli drogati, nei miei vecchietti abbandonati e stringetelo ai vostri cuori! Oggi come Mamma vi offro le Gocce del mio Seno: vi dono il mio Latte, figlioli! Voi, figli Ministri, venite e prendete il mio Latte e impastate la Farina e donatela al mondo. Figlioli miei, il Parto è vicino e io come Mamma del Dolore busso ai vostri cuori con umiltà: vi chiedo di aprire la porta dei vostri cuori e di ascoltare il Dio Antico. Figli, non guardate il mondo, guardate il Legno della Santa Croce e tenetelo alto: allontanate satana dai vostri cuori, figlioli miei! Tu, figlio Mario, Sacerdote santo della Parola Viva del mio Gesù, invita sempre i tuoi figli a camminare sulla via delle Sante Spine. Io sono la tua Mamma e il mio Gesù ti ha scelto per gridare al mondo la Parola Viva; figlio mio, piccino del mio Cuore, non fermarti, abbraccia sempre i tuoi fratelli e mangia il Pane per loro: figlio mio, i loro occhi sono chiusi e le loro orecchie sono tappate, non vogliono ascoltare il grido della Croce! io come Mamma ti chiedo di amarli, figlio mio, perché il tuo compito è di amare. Voi, figlioli del mio Cuore, sappiate ancora essere mamme e ricordatevi sempre che la mia Promessa viene da Fatima: non dimenticatelo, figlioli cari! Vi invito sempre a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, pregate e restate sempre con lui: non lasciatelo, figlioli miei! Vi invito ancora a pregare: pregate e allontanate i flagelli, figli cari! Tu, croce del Cuore di Gesù,* immolati ancora per i tuoi figli. (Giulia) Mamma, Mammina mia, li metto nel tuo Cuore: tu conosci i nomi di tutti, stringili al Cuore della Croce, fa' che sappiano portare la piccola croce! Mamma, dammi un po' del tuo Respiro: dammi la coscienza di portare la Croce che il mio Gesù mi ha donato! (la Madonna) Piccola cocciuta del mio Cuore, vai avanti e portala. (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Ora, figlioli del mio Cuore, vi invito ancora a cercare: cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene a Gesù. Figli miei, ricordate sempre di vivere il Santo Vangelo perché io vengo a portarlo: non vengo a cambiare nulla, figlioli miei! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi: non temete, figli cari! Vi invito ad amare e a pregare: pregate, pregate sempre e stringetevi al Legno santo della Croce! Pregate per i figli della perdizione che ancora non riescono a trovare la Luce del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore dello Spirito Santo. Figlioli miei, vi lascio l'Amen del Padre, portatelo al mondo: Amen Amen Amen (3). Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce del Cuore di Gesù, soffri ancora per i tuoi figli".*

 

7. Dom 25/10/98, ore 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù* e immolati con i Dolori del Parto del Cuore della Croce, figlia mia:* vedi, figlia, i calici sono aumentati! (Giulia) Mamma,* Mammina mia, dammi la costanza e la forza di berli tutti! (la Madonna) Figlia, il Parto si avvicina sempre di più e i figli che aprono il cuore alla Croce sono pochi: immolati ancora, bevi, figlia mia, per loro!* (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Vedi, figlia, il mio abito è macchiato di sangue per i figli della perdizione, per i figli che trafiggono il Cuore del mio Gesù: tu prega per loro e fai pregare i tuoi figli. Voi, Piccoli Giovanni, che siete qui riuniti all'Altare della Misericordia, pregate e tenete sempre alto il Vangelo Vivo del mio Gesù, vivetelo in pienezza in questa giornata (30/C), figlioli cari: ricordate sempre che il mio Gesù è un Dio Antico e ciò che è scritto nel Grande Libro non viene cancellato. Figlioli miei, io come Mamma, vengo a svegliare i vostri cuori, dolce dolce vengo a bussare e a dire: Figlioli, svegliatevi perché è tempo di combattere: il Parto è pronto, figlioli cari, e il mio nemico deve essere annientato! Ricordate sempre che il mio Gesù ha abbracciato il Legno Santo della Croce, voi non cercate altre vie: cercate la Porta della Croce e rimanete saldi in essa! Figlioli cari, io vi ripeto come Mamma, ve lo ripeto sempre, che il mio Progetto viene da Fatima e ciò che è stato consegnato alla Piccola Lucia si adempirà. Figlioli, rimanete sempre con la lucerna accesa e non spegnetela, siate pronti perché voi siete i miei Piccoli Giovanni e io mi poggio su ognuno di voi e vi sveglio per farvi combattere, figlioli miei, col Santo Rosario e con lo Scudo della Croce. Ora, figlioli cari, cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Non affannatevi per le cose del mondo: offritemi i vostri cari e io li porto ai piedi della Croce del mio Gesù. Figlioli, io sono Mamma e conosco ogni vostro pensiero: non affannatevi, chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso. Ora, Piccola Croce del mio Cuore, prega come tu sai fare, figlia mia. (Giulia) Sì, Mamma!* (la Madonna) Figlia, bevi ancora i calici e prega per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. (Giulia) Sì, Mamma! Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Croce e offritela al mondo. Io vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: stringetelo ai vostri cuori e offritelo al mondo. Ricordate sempre di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera, Piccini del mio Cuore! Lode Lode Lode Lode Lode (5). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen."

 

8. Giov 29/10/98, ore, 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia,* bevi ancora i calici che ti sono stati preparati* e immolati ancora con i Dolori del Parto della mia Croce:* cocciuta del mio Cuore, sappi che sono più forti!* (Giulia) Gesù, dammi la costanza ancora!* (Gesù) Anima del mio Cuore, fai assaporare i dolori (grida due volte). (Giulia) Gesù!* (Gesù) Non essere cocciuta, anima mia: il Parto è già iniziato e io alle mie spose porto i Dolori della Croce. Sappiate, figlioli miei: io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo e invito ognuno di voi a tenerlo alto. Figlioli del mio Cuore, io sono il Gesù che vi ha chiesto di preparare una Stanza e voi l'avete fatto, io sono il Gesù che ho abbracciato la Croce per ognuno di voi e vi amo, figlioli cari! Vi voglio salvi e santi, per questo io vi ho donato la Spada da combattere, figlioli miei, perché solo attraverso la sofferenza si arriva all'Amore e a gioire col Cuore del Padre. Figlioli miei, mi fermo ancora a parlare della Stanza che vi ho chiesto. Voi vi fermate sui colori, vi chiedete il perché di questo e di quell'altro, ma ancora non avete chiesto cosa io voglio fare per ognuno di voi. Un Padre viene ad abitare in mezzo ai propri figli, chiede poche cose: Tre Altari, una Croce e l'immagine di Giovanni, di Pietro e di Telesforo. Vi ho chiesto un Tabernacolo e voi nei vostri cuori chiedete: Perché tutto questo? Perché Gesù vuole una Stanza? Ebbene, figlioli miei, io voglio abitare in una Stanza e vi ho chiesto la Croce perché è la Porta che vi porta al Cuore del Padre. Vi ho chiesto l'immagine di Giovanni perché io sono Giovanni e il Giovanni che io vi ho regalato è qui in mezzo a voi, è il piccolo Mario capriccioso del mio Cuore che parla e grida in mezzo a voi: vi chiedo di amarlo e di ascoltare la sua parola. Ora lascio ancora nascosti Pietro e Telesforo perché anche loro sono in mezzo a voi che gridano e parlano con la mia Voce. Figlioli cari, il Tabernacolo, che io vi ho chiesto è perché io voglio restare vivo in mezzo a voi attimo per attimo, figlioli cari. Non scandalizzatevi, Grandi della Casa del Padre e non mormorate tra di voi. Io sono il Gesù che vi ho donato la vita e io chiedo ciò che è giusto: e ciò che ho chiesto, è giusto, figlioli miei! Ora sollevate la Piccola Croce. Rimanete in ginocchio. Figli, io vi ho chiesto una Stanza e in questa Stanza io faccio battere il mio Cuore per l'umanità intera e il mio Cuore gronda sangue per ognuno di voi, figlioli miei! Ora mi rivolgo a Voi, Grandi della Casa del Padre. Quante volte ho bussato ai vostri cuori: quante volte mi avete aperto? Continuo ancora a bussare, ma le vostre porte sono chiuse: avete aumentato la chiusura! Figlioli, pensate nei vostri cuori: Ormai non ci sente e non verrà perché siamo noi a comandare! Figli, figli, figli, ricordate che la mia Parola è Parola Duratura e non viene cancellata. Io verrò, figlioli, verrò a chiedervi cosa state facendo: Maria tiene ferma la mia mano! Ah, figlioli, ritornate ad amare, ritornate sulla mia via e ricordatevi di avere un Padre. Figli, io vi amo: non potete voi andare avanti senza di me, non potete voi attraversare il Fiume senza la Croce, figlioli cari! Ora, piccola croce del mio Cuore,* immolati ancora e bevi ancora i calici che ti sono stati preparati: bevi, figlia!* Non temere: fai assaporare il mio Amore all'umanità! (Giulia) Gesù,* ti supplico, poggiati su di me con la tua Croce: ancora i miei figli sono deboli!* (Gesù) Cocciuta del mio Cuore, assaporali tu (grida). (Giulia) Grazie, Gesù!* (Gesù) Vedi, figlia mia, come è infinito il mio Amore: io vi amo e vi faccio assaporare la mia Croce! Ora sollevate la Piccola Croce. Figlioli del mio Cuore, preparatevi a camminare con lei nel Fiume del mio Amore: toglietevi i sandali, figli, e camminate. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legatevi alla Piccola Croce e portate dietro di voi tutti i vostri nemici, coloro che gridano verso di voi: non lasciate nessuno! E voi, Piccoli Giovanni, che siete qui riuniti nella mia Stanza, non lasciate i vostri nemici, portate tutti dietro di voi e state attenti se i vostri fratelli cadono: alzateli e donategli la Croce da portare. Ora, figlio mia, cammina vieni dietro di me. (Giulia) Gesù, il sangue è sempre più alto e le mie forze vengono meno: dammi il tuo Respiro, Gesù!* (Gesù) Cammina, cocciuta del mio Cuore: tieni sempre alto il mio Vangelo Vivo e fallo tenere alto ai tuoi figli. Ora bevi,* bevi ancora, figlia mia, per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa!* (Giulia) Gesù!* (Gesù) Non parlare: accostati alla finestra aperta e guarda!* (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) Sì, anima mia, è giunta l'ora di ciò che stai vedendo.* (Giulia) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere. Gesù, se è possibile, chiudi quella finestra: ma sia fatta la tua Santa Volontà! (Gesù) Prega, cocciuta del mio Cuore, e bevi ancora!* (Giulia) Gesù, tu conosci già ciò che vuole sapere il tuo figlio Mario.^ (Gesù) Sì, figlia mia! (Giulia) Gesù! (Gesù) Ora io parlo seduto sulla Roccia del Padre: Figlio mio, i miracoli fatti dalla Roccia non fanno chiasso: vengono abbracciati e offerti al Cuore del Padre. Io non opero in quel luogo e neanche mia Madre. Io ho elargito il mio Cuore e la mia Misericordia su quella mia figlia all'Altare della Misericordia. Figlio mio, non fermarti dinanzi alle persecuzioni che verranno ancora: sappi che la mia Parola è Parola di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Non ha operato la Piccola Giulia: ha bussato al Cuore di mia Madre e io come sempre ho aperto. Ora, figlioli del mio Cuore, preparatevi al mio Matrimonio: preparate i vostri cuori e venite a mangiare con me perché io voglio bere e mangiare con ognuno di voi, figlioli! Non scandalizzatevi del mio Amore Pieno: ricordate sempre che io sono Padre e vi amo e vi dono tutto nel giusto del Vangelo. Ora, figlia mia, non spaventarti ma prepara il tuo cuore: un'altra spada* sta trafiggendo il tuo cuore, anima mia! (Giulia) Grazie, Gesù! Benedici, Padre: benedici, Padre mio! (Gesù) Ecco l'Amen del mio Cuore! Preparatevi, figlioli, perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e voglio mangiare e bere con ognuno di voi: ma siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi! Ecco, figli del mio Cuore, ecco, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e chiedo ad ognuno di voi di guardare ancora nei vostri cuori: cercate cercate, figlioli cari, e togliete tutto quello che non mi appartiene perché io voglio venire ad abitare nei vostri cuori. Figli, io vi dono il mio Sangue e la mia Carne: prendete e mangiate con me il mio Amore Pieno. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco la Croce che diventa Sangue e Carne per l'umanità intera. Spose, venite perché lo Sposo è qui: mangiate e bevete del MIO. Benedici, figlio santo: bevi e mangia con me e donami ai tuoi figli; figlio mio, il mio Amore è pieno: dona anche il tuo. E tu, croce, donati tutta per i tuoi figli. (Giulia) Gesù, donami la tua Forza per poterla donare all'umanità. Ecco, figlioli del mio Cuore, io sto venendo ad abitare nei vostri cuori: cullatemi, amatemi perché io voglio essere amato! Siete le mie mamme, le mie spose e una sposa dona tutto di sé al proprio Sposo: rimanete sempre nel mio Amore Pieno e ascoltate i vostri cuori. Ora io vi sto abbracciando perché abito dentro di voi: come una mamma porta nel suo grembo il proprio bambino, io abito dentro di voi e se riuscite ad ascoltare i battiti, in questo attimo io vi sto chiamando: Mamme, mamme! abbracciate la Croce e allontanate il mio nemico! Io vi ho preparato dal Cielo questa Stanza per combattere e allontanare il mio nemico, siate soldati e combattete: come gli Angeli stanno combattendo in Cielo, voi combattete nella mia Stanza. Fate sbocciare i fiori della Croce e portateli nel mondo, ma pregate pregate, pregate col cuore perché ancora ci saranno molte persecuzioni, ma voi non fermatevi: la mia Grazia e il mio Amore è su di voi, figlioli del mio Cuore. Tu, croce mia, porta ancora la Croce per i tuoi figli, per l'umanità intera e per i Grandi della Casa del Padre. Non spaventarti, anima mia, io sono sempre con te, vai avanti: sai bene che devi soffrire ancora. Accetta ogni cosa che il piccolo Mario ti dona, figlia mia, ^^ e non fermarti. Ora, figlioli, la mia Pasqua è piena e io mi sono donato ad ognuno di voi, portatemi sempre nei vostri cuori e donatemi al mondo. Come io dono ad ognuno di voi il mio Amore Pieno, voi donatelo ai figli. Non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Siano sempre aperte le vostre porte, figlioli miei, e non affannatevi per i vostri malati: io vado a visitarli in ogni attimo e porto la mia Croce ad ognuno di loro. Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Seme della Santissima Eucarestia, figlioli cari. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, sono rimasto anche in questa giornata a parlare con voi e il mio Cuore di Padre palpita: dona le Piccole Gocce ai propri figli, raccoglietele, figlioli miei, e unitevi con me a pregare. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e liberate i vostri cuori per un attimo solo: staccatevi dal mondo. Io sono qui in mezzo a voi e vi chiedo di pregare col cuore: rivolgetevi con i vostri cuori al Papà che vi ascolta ed è qui in mezzo a voi. Cosa potete chiedere? Cosa racchiude il vostro cuore (?)°. Ah,* figli, il mio cuore ripete un'unica cosa: Figli, figli: vi amo! vi amo! Con questo amore vi chiedo di pregare, preghiamo, figlioli: aspetto la preghiera! <Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen>. Non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen. Con l'Amen della mia Santa Preghiera vi dono l'Amen del Cuore Pieno della Croce: portatela al mondo e siate coscienti del Parto che sta per arrivare, figlioli! Tu, croce mia, bevi ancora e immolati ancora. Figlia, non essere giù se ancora non capiscono: tu sei la Mia Croce e io ti amo, figlia mia! (Giulia) Grazie, Gesù, dammi ancora il tuo Respiro! (Gesù) Coraggio, figliola! (Gesù) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4>. (Gesù) Vi amo anch'io, spose capricciose, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù!). Grazie, figlioli del mio Cuore: andate in pace e portate al mondo la Pace della mia Croce. Amen".

 

9. Ven 30/10/98, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, ricordate che io sono la Legge: niente e nessuno può prendere il posto del Padre. Voi, figli, fate (e)° parlate con leggi che non si avvicinano al mio Cuore: non avete ancora imparato nulla dai miei insegnamenti, non volete andare alla Scuola di Maria! Figli, iniziate a diventare alunni di Maria: apprendete da Lei qual è la mia Legge! E Voi, Grandi della Casa del Padre, non fate i maestri della mia Legge perché neanche voi l'avete capita: voi fate la legge dei vostri comodi e la mia dove la mettete? Come sempre nel cassetto! Ma io verrò ad aprire i vostri cassetti, figli, perché vi amo e non voglio perdervi. Voi Quatto della Santa Croce, andate ancora avanti, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi. Vi amo per ciò che mi offrite: combattete sempre con la mia Spada. Figlio Mario, ciò che la Piccola Croce ricorda è giusto:^ Non temere e non spaventarti delle persecuzioni che verranno ancora. Vi amo e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Santa Croce. Amen Amen Amen Amen (4).

 

10. Sab 31/10/98, ore 17.45, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati, figli mia, con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per le Mura che stanno crollando: figlia mia, bevi, bevi i calici che ti hanno preparato, figlia!* (Giulia) Mamma, Mammina mia, sostienimi! (la Madonna) Bevi, cocciuta del Cuore di Gesù! (Giulia) Mamma, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere. Mamma, consola i cuori che in questo attimo si stanno stringendo a te. Perdonaci se ancora non sappiamo camminare: tienici per mano e non lasciarci! (la Madonna) Piccola cocciuta del mio Cuore, eccomi, sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Vengo in mezzo a voi mandata da Dio Padre per portarvi il Vangelo Vivo del mio Gesù: vi chiedo sempre, figlioli, di tenerlo alto e di viverlo in pienezza. Vi chiedo ancora una volta di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Sono Mamma e ascolto i vostri cuori: figli, voi bussate ogni volta che i vostri cuori si aprono alla preghiera e io come Mamma della Croce e del Dolore apro il mio Cuore e vengo a visitare i miei figli, ma vi chiedo di pregare molto, di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Figlioli, vedete come le Mura crollano! vedete con il mio nemico porta nella sua rete i miei Piccoli Giovanni: pregate pregate! Figlioli, vi è stata consegnata la Spada, usatela, allontanate da voi il mio nemico: prostratevi solo dinanzi al Legno Santo della Croce e non cercate altri dei. Figlioli cari, il mio Cuore Immacolato trionferà: ve l'ho promesso e la mia Promessa viene da Fatima! Chiedo ai vostri cuori, figli cari, di allontanarvi dalle cose del mondo, elargite i vostri cuori per i piccoli, per gli emarginati, per i figli drogati, i figli carcerati, i miei vecchietti: figlioli cari, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Io come Mamma in umiltà vi dico: grazie per ciò che operate! grazie per essere venuti nella Stanza del mio Gesù che Lui ha preparato dal Cielo per ognuno di voi! Figlioli miei, andate avanti e non fermatevi perché come Giovanni dovete portare la Parola Viva del mio Gesù e voi siete i miei Piccoli Giovanni di questo tempo del Tempo del Cuore Immacolato di Maria! Ricordate sempre di portare nei vostri cuori la Croce del mio Gesù e non dimenticate lo Spirito Santo, figlioli, pregate pregate e invocate sempre il suo Amore e il suo Fuoco: fatelo scendere quando vedete che le Mura crollano, figlioli del mio Cuore! Io sono la Vergine Immacolata e Addolorata e vi chiedo di camminare sempre con la Croce: non togliete le Sante Spine, camminate per la porta stretta e portate i vostri cuori al Trono di Gesù. Figlioli miei, in questo attimo io benedico i vostri cari, benedico ognuno di voi e vi stringo al mio Cuore Materno. Figlioli, chiedo ai vostri cuori di amare, lodare e benedire il mio Gesù. Vi amo per ciò che operate: tenete sempre alta la Croce e il Santo Vangelo. Figlioli miei, ecco l'Amen del Padre: portatelo al mondo, figlioli! Tu, croce del Cuore di Gesù, immolati ancora e bevi: bevi i calici che ti sono stati preparati per i tuoi figli.* (Giulia) Sì, Mamma, dammi ancora la costanza e la forza! Mammina, tienici stretti alla Croce del tuo Gesù! (la Madonna) Sono qui in mezzo a voi perché vi amo e vi stringo tutti al mio Cuore. Ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia. Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Ecco, scenda su di voi l'Amen della Croce, figlioli!"

 

11. Dom 1/11/98, ore 15.25,  more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù, i calici verdi e i calici rossi, e immolati, anima mia, con i Dolori del Parto della Croce per la Chiesa tutta. Figlia, porta la Croce per i tuoi figli, per i figli che cadono, per i figli della perdizione. Figlia mia, accetta ancora il Legno Santo per gli ammalati che non riescono a portare il peso: aiutali tu, cocciuta del Cuore di Gesù! (la Madonna) Mamma, Mammina mia, tieni strette le mie mani alle tue e non lasciarmi! (la Madonna) Cocciuta, stringiti forte e porta i tuoi figli al Cuore della Croce. Vedi, figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e la Schiera dei Santi. Veniamo a portare il Vangelo Vivo: figli cari, tenetelo sempre alto e vivetelo in pienezza. Figli cari, cercate la porta stretta e camminate verso di essa, guardate bene, figlioli miei, guardate che i vostri nomi siano scritti nei Cieli. Non preoccupatevi delle cose del mondo e non gioite se sentite sulla terra che gridano di voi : guardate il Legno Santo della Croce e stringetevi solo ad esso, figlioli miei! Beati voi che ascoltate la Parola del mio Gesù. Beati voi che accarezzate l'Altare della Misericordia dove il Padre viene a portare il suo Amore. Beati voi che raccogliete la Farina che il Padre vi manda attraverso le mie Visitazioni. Crescete, figlioli, e impastate con me e offrite al mondo e ai figli Ministri la mia Farina. Pregate, figlioli miei, perché i tempi che verranno saranno ancora pesanti: pregate affinché i flagelli si allontanino. Figli, non ascoltate la voce del mio nemico che vi trascina di qua e di là, abbracciate con amore le Sante Spine e non toglietele: sappiate che solo con le Sante Spine si arriva da Gesù e i vostri nomi brillano nel Cielo. Figlioli cari, io vi amo e come Mamma vi offro in regalo la Croce: accettatela in questa giornata e portatela al mondo figlioli! Io non vi lascio, sono sempre con voi e stringo al mio Cuore Materno i vostri cari, stringo al mio Cuore Materno ogni vostro respiro. Figlioli, siate mamme con me, mamme della Croce Santa, mamme della Santa Sofferenza, e non temete niente e nessuno! Il mio Gesù consola il cuore di ognuno di voi, figli cari, ma voi non scaricatevi: pregate e aspettate il mio Gesù! Figlioli, io ora vi lascio, ma vi stringo al Cuore della Croce e vi invito ad amare e a perdonare i vostri nemici: non lasciate nessuno, fuori della Santa Preghiera, figlioli miei! Tu, croce del Cuore di Gesù, immolati ancora e bevi ancora i tuoi calici, figlia.* (Giulia) Sì, Mamma: tienimi stretta nel tuo Cuore! Mammina, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: aiutali, sostienili col tuo Amore Materno! (la Madonna) Sono qui per questo, figlioli, stringetevi al mio Cuore e non temete, io vi amo, vi amo: amate anche voi il mio Gesù! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Santissima Eucarestia, figlioli. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Portate nei vostri cuori l'Amen del Padre e offritelo al mondo, piccini del mio Cuore!"