LA CROCE È IN MEZZO A NOI

Notizie da Sofferetti-24, n. 231 Lauria, dicembre/1998

Non fuggite dinanzi al dolore,

ma con amore stringetevi al Legno Santo

(cfr. mess. del 26/11/98)

Messaggi Tramite Giulia

1. Giov 26/11/98, ore, 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l'Agnello Immolato è qui, in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate del mio Cuore! Tu, piccola cocciuta della mia Croce,* bevi, bevi i calici che ti sono stati preparati* e immolati con i Dolori del Parto della Croce:* immolati, figlia, per i Grandi della Casa del Padre.* (Giulia) Gesù! (Gesù) Cocciuta del mio Cuore, il Parto è pronto e i dolori sono sempre più forti.* (Giulia) Gesù, sostienimi!* la Roccia gronda sangue: la Roccia si sta aprendo!* (Gesù) Distenditi sul Legno della Croce: assapora la Dolce Delizia e falla assaporare ai tuoi figli (grida). Ecco, anima mia,* ecco la Dolce Delizia del mio Parto:* sii forte (grida) (Giulia) Gesù, poggiati ancora su di me!* (Gesù) Ecco, figlia mia, tu hai visto la Roccia che si apre, i passi diventano sempre più vicini: il Parto è giunto alle vostre porte, siate pronti, figlioli miei! Voi che siete qui riuniti nella mia Casa, siate pronti: non lasciatevi confondere da niente e da nessuno! Figlioli miei, io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo: vengo a portarvi le Gocce, vengo a preparare i vostri cuori, figlioli miei, e non vengo a togliere nulla di ciò che è vecchio. Io sono vostro Padre e, seduto sulla Roccia, vi guardo e vi invito ad uno ad uno a seguire il Legno Santo della Croce. Sollevate la mia Piccola Croce. Rimanete in ginocchio, figlioli miei, prostratevi sempre dinanzi al Legno Santo della Croce: implorate sempre misericordia misericordia al Padre! Ecco, io vengo in mezzo a voi a portarvi il mio Amore e le mie Gocce e in questa serata io vi dono le Gocce di Giovanni. Vi invito a tenere alto il Santo Vangelo e vi invito a preparare i vostri cuori perché Giovanni sono io e sono qui vivo e reale in mezzo a voi. La mia Stanza è piena di Luce di Spirito Santo che avvolge ognuno di voi e i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Ecco un'altra piccola goccia che io faccio scendere. Figli cari, non crederanno a ciò che io vi sto dicendo, ma voi non temete, non scoraggiatevi, ma rimanete sempre uniti. Il tempo di Giovanni è pieno e deve scendere come la Sposa scende dal Cielo. Figlioli miei, non scandalizzatevi di tutto questo: il figlio santo conosce ogni cosa e a suo tempo darà le sue gocce ad ognuno di voi. Ora mi fermo a parlare sul Piccolo Giovanni, cioè sul Papa. Anche lui nel suo segreto raccoglie e dona le gocce ai suoi figli. Vi sta aspettando, figlioli miei! Ancora non è giunta la goccia finale da portare: piano piano arriverete alla Porta, piano piano il Fiume che io vi sto donando vi porterà. Ma sappiate, figlioli cari, sarete perseguitati a causa del mio Nome, ma io vi ho scelto in mezzo a tanti. Figli cari, crescete nel mio Amore e donatelo al mondo: ciò che io dono ad ognuno di voi, voi donatelo a chi incontrate sulle vie. Figlioli cari, io come Padre vi amo e vi ripeto sempre le stesse cose: cercate cercate nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figli miei, figli del mio Cuore, ecco, ora vi offro un'altra goccia. Pietro e Giovanni che voi portate in questa Stanza, camminano tra di voi; Giovanni lo conoscete: è il mio piccolo Mario; e Pietro ora non è presente col suo corpo, ma è presente con lo spirito: vi ama e prega per ognuno di voi, nel Silenzio della Croce, allarga le sue braccia. Figlioli cari, ascoltate il grido e pregate pregate! In seguito vi dirò di Telesforo (Se Pietro e Telesforo, sono del Gruppo dei Quattro, il primo dovrebbe essere Franco e l'altro Pasquale, ndr). Ora, figlioli cari, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo. Non scoraggiatevi se vi dico ancora, figlioli miei, di entrare in questa Stanza col cuore puro: io sono vivo e reale in mezzo a voi e vi offro tutto di me. Vedete, figlioli cari, Maria impasta sempre il Pane dell'Amore: voi amate amate amate e impastate con Maria! Figlioli miei, in questo attimo io sto ascoltando i vostri cuori e come Padre Buono rido di ciò che chiedete: a volte bussate con la mano sbagliata chiedendomi ciò che io non posso fare perché non è nel giusto del Vangelo, ma sono Padre e vi amo e vi stringo sempre al mio Cuore. Figlioli cari, ora vi invito ancora ad essere coscienti: siate coscienti, figli miei! Preparate i vostri cuori: preparateli per camminare con la Piccola Croce nel Fiume. Sollevatela. Toglietevi i sandali. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legatevi alla Piccola Croce e portate dietro di voi coloro che trafiggono i vostri cuori: non lasciate nessuno, figlioli miei! E tu, croce del mio Cuore,* assapora ancora la Delizia: vieni, vieni dietro di me! (Giulia) Padre! (Gesù) Ecco, le barche sono pronte:* ora, figlia mia, tira le barche e porta tutti i tuoi figli.* (Giulia) Gesù, il sangue ci copre!* (Gesù) Non temere, vieni dietro di me, vedi, un'altra goccia sta scendendo: tu cammini sopra il sangue, non lasciare affondare né le barche e neanche i tuoi figli! (Giulia) Gesù, non lasciarmi! (Gesù) Non fare come Pietro, Piccola Croce del mio Cuore: cammina cammina! Vedi, ora c'è un'altra porta e altre finestre da aprire. (Giulia) Gesù! (Gesù) Stai attenta a non parlare! (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ora non aprirai queste finestre, poggiati solo alla porta, figlia mia:* bevi questo calice. (Giulia) E' amaro!* (Gesù) Figlia, ce ne saranno altri ancora più amari, ma guarda, guarda i tuoi figli che sono dietro di te: loro ancora non riescono a bere i calici. (Giulia) Dalli a me, Gesù!* (Gesù) Ecco, figlia mia, questa è una goccia che terrai nel tuo cuore.* (Giulia) Sì, Sì, Sì! (Gesù) Ora prepara il tuo cuore e il cuore dei tuoi figli. Venite al mio Banchetto perché io voglio bere e mangiare con voi. Lo Sposo è qui, in mezzo a voi, figlioli del mio Cuore: siate pronti, togliete tutto quello che appartiene al mondo e unitevi alla mia Croce, al mio Santo Vangelo e tenetelo sempre alto, figlioli miei. (Giulia) ° Padre mio, benedici! (Gesù) Ecco l'Amen della Croce! Figlioli miei, siate coscienti in questi attimi che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale! Ora amatemi perché io voglio essere amato da ognuno di voi, figli cari! Ecco il tesoro più grande che io vi dono: non vi sono altri tesori che un Padre possa donare ai propri figli. Beati voi che cercate il tesoro del mio Cuore. Beati voi che abbandonate tutto e vi donate alla Croce. Ecco, figli miei, il tesoro che io vi dono: ecco il mio Sangue e la mia Carne! Venite: bevete e mangiate con me. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Ecco il mio Matrimonio: la Pasqua Viva e Risorta in mezzo a voi! Mangiate e bevete: fatemi abitare nei vostri cuori! Benedici, figlio santo, bevi e mangia il mio Amore e donalo sempre ai tuoi figli: attraverso le tue mani sante donami e fammi amare. Croce Viva del mio Cuore, mangia con me. Ecco la mia Misericordia Infinita che dono ai miei figli! Figlioli del mio Cuore, cercate sempre la via della Croce e non lasciatela. Figli miei, io vi dono un raggio della mia Luce: non smarritevi, camminate sempre sulle Sante Spine e non toglietele; per venire a me dovete passare per la porta stretta: dovete assaporare il Sapore del Parto, la Delizia della Croce e io vi amo e vi dono sempre il Sapore della Croce, il Sapore del mio Parto. Voi ascoltate il grido della mia Piccola Croce, è la mia creatura: io l'ho scelta e faccio assaporare attraverso di lei il Dolce Sapore del mio Amore. Figli cari, figli del mio Cuore, non spaventatevi del Legno Santo della Croce: non fuggite dinanzi al dolore! ma con amore stringetevi al Legno Santo e amate amate, amate col mio Cuore tutti quelli che si accostano a voi: offrite sempre il Dolce Sorriso del mio Amore, figli cari! Ora vi invito ancora una volta a pregare secondo le mie intenzioni di Padre. Figli, un Papà offre ai propri figli tutto l'Amore che è racchiuso nel Cuore: io dono la Pace, la Delizia, il mio Amore e la Santa Croce! Figli cari, vi invito a tenere lontano da voi il mio nemico, potete farlo amandovi gli uni gli altri, tenendo i vostri cuori puliti, imitando Maria, Madre mia e Madre vostra: il suo Cuore splende di Luce perché ama ama! amate anche voi! Vedete, io mi sono donato ad ognuno di voi, abito dentro di voi: figli, non chiudetemi fuori dalla porta del vostro cuore! lasciatemi crescere dentro di voi! Io ora vi lascio, ma sono sempre qui in mezzo a voi, figli cari, perché la mia Pasqua è piena ed è risorta e io vi dono il mio Bacio: il mio Sigillo. Figli cari, non scandalizzatevi del mio Amore Infinito: offrite ai piccoli, ai poveri, agli emarginati, a tutti i miei figli che incontrate, il Santo Sigillo del mio Amore, della mia Pace. Ora sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli miei, siamo stati insieme: abbiamo bevuto e mangiato insieme. Non fate andare via tutto quello che io vi ho detto: quando uscite dalla mia casa, tenete i vostri cuori puri come questi attimi che io vi sto parlando. Ricordate sempre che io sono Padre e abito dentro di voi: figli miei, fatemi sentire sempre dentro i vostri cuori la parola Papà: Papà, ti amo! Papà, voglio stare con te! Papà, voglio vivere per te! Papà, tienimi stretto e non lasciarmi! Ricordate queste parole! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Santa Preghiera di Padre. Ricordatevi sempre che il mio Amore non ha limiti e ricordatevi che io sono il Papà della Croce e desidero il vostro Sì pieno! La Croce non si divide, rimane sempre unita e io resto unito ad ognuno di voi col mio Santo Sigillo: ecco perché sigillo i vostri cuori! Voi ancora non avete compreso ciò che il figlio Mario porta in mezzo a voi: è la Luce Piena, è il mio Amore Pieno, è il mio Sangue, è la mia Carne; amate e ascoltate il suo grido: è in mezzo a voi, abbracciatelo! Ora io vi invito ad essere coscienti di ciò che ho detto! Figlioli miei, le mie parole sono sigillate dal Santo Vangelo. Ora preghiamo! (Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Figlioli, ricordate sempre queste parole! E tu, croce mia, tieni nel tuo cuore ciò che hai visto in questo attimo. (Giulia) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4>. (Gesù) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli miei, andate in pace e portate al mondo la Pace del mio Cuore: io vi lascio l'Amen della Croce".

2. Ven 27/11/98, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, non cercate i tesori della terra: cercate il Tesoro della Croce. Vedete, figli miei, i Grandi del mondo poggiano sui tesori terreni e non riescono a costruire nulla: tutto crolla! i loro cuori non conoscono ancora la mia Gioia, loro parlano di unione, di pace, parlano di amore, ma nei loro cuori c'è odio e guerre. Figli, come potete parlare dinanzi a me di volere la pace quando ancora non la cercate?! Cosa pensate: che io non vi veda? oppure non sappia cosa ci sia nei vostri cuori? Ah, figli miei, i vostri° poteri vi saranno tolti e donati ai° piccoli e voi andrete alla ricerca di un pezzo di pane: ora vi state saziando di ciò che non vi appartiene, ma presto verrà a mancare tutto. Figli miei, destatevi dal sonno della morte e cercatemi! Voi Quattro della Santa Croce, andate ancora avanti: tirate la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi. Vi amo, figli, perché voi siete le mie Gocce nascoste! Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)".

3. Sab 28/11/98/ Stanza, ore 17.35, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta:* bevi, figlia mia, bevi i calici dei Dolori della Croce* e immolati per i figli che trafiggono il Cuore* del mio Gesù, i figli* che non vogliono* riconoscere l'Amore della Croce. (Giulia) Mamma,* Mamma, sono amari:* mi tagliano la gola!* (la Madonna) Figlia mia,* i tempi che stanno scendendo sono ancora più amari dei calici* che tu bevi* e io come Mamma vengo in mezzo a voi per volere di Dio Padre, vengo a portarvi la Scala per arrivare al mio Gesù. vengo a portarvi il Santo Rosario: Figlioli miei, pregate col cuore aperto, pregate col cuore di bimbi chiedendo al Padre: misericordia! misericordia! Figlioli miei, io come Mamma vi invito sempre a tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù: non prostratevi ad altri dei, non camminate sulla via larga! Figlioli cari, parlo ad ognuno di voi e parlo al mondo intero. Figli cari, il Legno della Croce ha abbracciato il mio Gesù e Lui ha abbracciato tutti voi: tenendovi stretti al suo Cuore, ha fatto scendere il suo Sangue sull'umanità e ve lo dona in ogni attimo. Figlioli miei, allontanate da voi il vostro nemico, sconfiggete il male con l'amore amandovi gli uni gli altri, perdonando i vostri nemici: coloro che trafiggono i vostri cuori. Piccini del mio Cuore, io vengo qui in mezzo a voi viva e reale e come Mamma raccolgo ogni vostro sussurro. Non temete niente e nessuno: il mio Cuore Immacolato trionferà e voi gioirete col Cuore di Gesù. Figlioli miei, vi invito sempre a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, e vi aggiungo anche l'altro Giovanni, cioè il figlio santo: voi conoscete! pregate e non lasciatelo solo: il suo compito è grande e ha bisogno del vostro sostegno. Figlioli miei, come il mio Gesù, è sempre vicino ad ognuno di voi: anche lui vi segue e non vi lascia, prega per ognuno di voi. Figlioli cari, Dio Padre l'ha mandato in mezzo a voi per portarvi al Trono Eterno: al Trono della Croce, al Trono della Verità e della Pace. Figlioli miei, ora vi parlo della mia Piccola Croce. Figli cari, vi è stata donata dal Padre e deve tornare al Padre, ma non temete: ancora ve la lascerò in mezzo a voi. Figli miei, ciò che è scritto nel Libro del Padre si deve adempiere. Figli cari, presto gioiremo insieme, presto il mio Cuore Immacolato trionferà: il Giardino che il Padre ha preparato è pronto e il Parto è alle vostre porte. Figlioli cari, non temete niente e nessuno, ma combattete con la Spada che vi è stata consegnata. Figlioli cari, come Mamma vi invito ancora una volta a guardare nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non appartiene alla Croce. Figli miei, vi invito a tenere le vostre lucerne accese e ad essere pronti e preparati. Ora, figli del mio Cuore, preparate i vostri cuori per il Dio Bambino che viene in mezzo a voi. Piccola Croce in questo attimo stai ricevendo un'altra spada.* (Giulia) Mamma, dammi la costanza e la forza! (la Madonna) Figlia, il Dio Bambino che viene in mezzo a voi passa attraverso i Dolori del Parto.* (Giulia) Mamma, Mamma, sostienimi! (la Madonna) Non temere, piccola cocciuta del mio Cuore: vai avanti e porta con te tutti i tuoi figli! (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Figlioli, state attenti, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera: raccogliete tutti e portateli ai piedi della Croce. (Giulia) Mamma, metto tutti quelli che si sono affidati alle mie preghiere, nel tuo Cuore: poggia su di loro le tue mani sante, dagli tu la forza di andare avanti e perdonami se le mie forze vengono meno: dammi il tuo Respiro! Mammina mia dammi il tuo Respiro affinché io lo possa donare ai miei figli! (la Madonna) Piccola cocciuta del Cuore della Croce, sono qui in mezzo a voi e vi stringo ad uno ad uno, Piccoli Giovanni del mio Cuore: andate avanti e portate al mondo il grido del Vangelo. Grazie, per essere venuti nella Casa del mio Gesù! Grazie per i boccioli che offrite al Cuore di Gesù! Grazie per i vostri cuori aperti! Ora io vi lascio, ma sono sempre qui in mezzo a voi, figlioli del mio Cuore: tenete sempre alto il Santo Vangelo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Vi lascio l'Amen della Croce: portatela nel mondo e fatela sbocciare, figlioli miei! Tu, croce del Cuore del mio Gesù, immolati ancora per le Mura che stanno crollando. (Giulia) Sì, Mamma: dammi un bacio a Gesù per me e per tutti!"

4. Dom 29/11/98, ore, 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i calici che ti sono stati preparati e immolati con i Dolori del Parto della Croce per le Mura che stanno crollando, immolati per i figli della perdizione, immolati per i figli che trafiggono il Cuore del mio Gesù: piccola croce, immolati per l'umanità intera. Vedi, figlia mia, il mio Gesù ti ha scelta per portare la sua Croce nel mondo: non fermarti, anima mia, fallo sempre!* Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Veniamo a portare il Vangelo Vivo del mio Gesù e in questa giornata (I/Avv/A) vi chiedo di viverlo in pienezza liberando i vostri cuori dalle cose del mondo. Aprite la porta dei vostri cuori all'Avvento che viene in mezzo a voi. Crescete, figlioli cari, decidetevi ad aprire le porte e a fare entrare il Dio Bambino che viene in mezzo a voi a portare la Verità del Vangelo e la Ricchezza della sua Povertà: il Legno Santo della Croce. Figlioli cari, voi vi affannate per cose che non appartengono al mio Gesù: vi caricate di pesi che non è il peso della Croce. Io come Mamma conosco ogni piccolo vostro respiro e ciò che è giusto nel Vangelo, io lo porto ai piedi del mio Gesù, ma voi non caricatevi di ciò che non appartiene alla Croce. Figlioli cari, io sono Mamma e come Mamma comprendo e conosco le vostre necessità e intervengo, ma voi, figlioli miei, non vi accontentate di nulla, vi chiedete sempre: Perché questo? Perché quell'altro? Perché mi fai questo, Gesù? Ma voi vi siete guardati dentro? Avete mai detto: Gesù, che ti sto facendo? Non riflettete mai sui vostri errori perché gridate sempre al Padre: Cosa mi stai facendo? Non guardando i vostri errori, i vostri cuori sporchi, vi rivolgete al Padre pensando di essere nel giusto. Figli cari, io sono Mamma, Mamma della Sofferenza, Mamma della Croce, e vengo a preparare i vostri cuori all'Avvento: vengo a preparare i vostri cuori ai tempi che verranno. Figlioli miei, il mio Cuore Immacolato trionferà, ma vi ripeto ancora una volta: prima che tutto questo avvenga, ci saranno ancora sofferenze, dovete ancora combattere perché il mio nemico sta seminando il suo odio. Figli, state attenti, non prostratevi a dei sconosciuti: tenete sempre alta la Spada che vi è stata consegnata e combattete con me la Battaglia dell'Amore e non affannatevi per le cose del mondo. Figlioli cari, pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, e per il mio piccolo Giovanni, cioè il figlio santo. Figlioli, vi chiedo di pregare col cuore e di non abbandonare il Santo Rosario: è l'arma più potente per sconfiggere il male. Figli cari, figli del mio Cuore, io ascolto i battiti di ognuno di voi e li porto al Cuore del mio Gesù, ma voi decidetevi a vivere per Dio e secondo la sua Santa Volontà. Tu, croce del Cuore di Gesù, cammina ancora e porta ancora sulle tue spalle la Croce del mio Gesù: portala per i tuoi figli che ancora non sanno dare i primi passi. (Giulia) Mammina mia, dammi la costanza e la forza: carica sempre di più sulle mie spalle il peso della Croce e prendi per mano tutti i miei figli! Mamma, perdonaci se ancora non sappiamo comprendere, perdonaci se non abbiamo il coraggio di aprire i nostri cuori alla Volontà del Padre, ma tienici stretti e non lasciarci: fai nascere dentro di noi il Dio Bambino, fa' che amiamo col suo Cuore tenero e piccolo! (la Madonna) Piccola goccia del Cuore della Croce, stringi a te tutti i tuoi figli e portali nel mio Cuore.* (Giulia) Grazie, Mammina mia! (la Madonna) Ecco, figlioli miei, il mio Cuore è il vostro rifugio: rifugiatevi dentro di esso quando siete stanchi e affaticati. Ora, figlioli miei, io vi lascio, ma verrò ancora per molto tempo: aspettatemi, figli! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore e nella Luce della Santissima Eucarestia. Vi lascio l'Amen del Cuore della Croce: portatela ai vostri cari, ai vostri ammalati, ai vostri vecchietti, all'umanità intera, figlioli miei! Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

5. Giov 3/12/98, ore, 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi: gioite e fate festa,* spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia,* bevi ancora i calici che ti sono stati preparati* e immolati con il mio Dolore del Parto, figlia mia, per le Mura che stanno crollando.* Figlia, il Parto è pronto e i dolori sono sempre più forti,* ma l'umanità non vuole ascoltare il grido della Croce che viene ad abitare in mezzo a voi. Figlioli cari, io vengo a gridare i Dolori del Parto, vengo a portare la Parola Viva del mio Santo Vangelo, ma in quanti siete ad ascoltare?! In quanti credete nel mio Amore, nella mia presenza viva e reale* in mezzo a voi?! Figlioli, io parlo a voi che siete qui riuniti e al mondo intero. Come Padre faccio assaporare* ai miei Piccoli Giovanni il mio Amore, i Dolori del Parto, i Dolori della Croce del Legno Vivo che vi dona la Vita Eterna. Figlioli miei, pregate col cuore e siate coscienti di questi attimi: siate coscienti delle Gocce che io vi offro con Amore e Misericordia Infinita. Tu, piccola croce del mio Cuore, sii forte ancora: porta la Croce e fai assaporare ai tuoi figli il Dolce Sapore del mio Amore.* (Giulia) Gesù, Gesù mio!* (Gesù) Ecco, bevi il primo calice (grido). Ecco, figlioli miei, il Dolce Sapore del mio Amore passa attraverso i Dolori e ciò che la mia Piccola Croce vi fa assaporare è una piccola parte: il resto lo tiene per sé e in silenzio lo porta nel suo cuore. Figlioli, vedete, io vi chiedo sempre di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa e per il piccolo Mario, per il figlio santo della mia Croce. Oggi vi offro un'altra goccia e vi chiedo di tenerla nei vostri cuori: il piccolo Mario è il Giovanni di oggi, ve lo ripeto sempre, lo conoscete già chi è, ma ancora i vostri occhi non vedono ciò che lui porta in mezzo a voi, figlioli miei: la goccia che io vi offro. Vi invito, figlioli cari, a comprendere ciò che lui dice, vi invito a seguire i suoi passi, a cogliere tutto quello che lui vi dona attraverso la parola. Figlioli miei, lui è il Giovanni della Croce: il Giovanni mandato dal Padre per accendere la Luce che si è spenta. Figlio mio, non sei accettato come non lo ero io ai tempi antichi, ma non temere: presto il Cuore del Padre trionferà e l'umanità intera vedrà la Luce che tu porti. Ora sollevate la Piccola Croce. Rimanete in ginocchio. Figlioli miei, non scandalizzatevi delle parole che io vi dico e non temete se nessuno vi crede: io sono la Legge e parlo con parole di Giustizia e di Luce. Figlioli del mio Cuore, insieme abbiamo preparato questa Stanza, insieme stiamo gioiendo nell'Amore del Padre perché io vi ho chiesto questa Stanza: la Stanza dell'Amore, la Stanza del mio Matrimonio in mezzo a voi. Figlioli cari, ora voi non comprendete in pienezza queste gocce che io vi sto offrendo, ma vi dico grazie per ciò che operate, grazie per la pazienza di ascoltare la mia Parola! Figlioli miei, il tempo del Parto è pronto e io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: costruitemi capanne, figlioli miei, e fatemi abitare nei vostri cuori. Figli, io sto ascoltando i vostri sussurri: non temete, non temete per i vostri corpi! Figlioli miei, io sono Padre e mi poggio sui cuori aperti e lascio assaporare* ancora i Dolori* del mio Parto perché vi amo, vi amo!* (Giulia) Gesù, poggiati su di me (grido) (Gesù) Sei la solita cocciuta, non puoi sopportare i Dolori del Parto: figlia mia, aumenteranno sempre di più! Tu figlio Mario e tu figlio Pasquale, dovete sostenere la Piccola Croce perché il Parto diventa sempre più forte.* (Giulia) Gesù, metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere: poggiati poggiati ancora con la Croce* su di me, ma consola i loro cuori perché sono deboli* e non ce la fanno!* (Gesù) Figlia mia, offrigli i Dolori del Parto:* sei cocciuta e tieni nel tuo cuore, figlia mia! Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, ecco cosa io vi dono come Padre: figlioli miei, il Dono del mio Amore è la Santa Sofferenza, il saper soffrire con amore e donare tutto con amore al Padre! Figli, vi siete mai fermati a guardare il mio Cuore che gronda sangue per ognuno di voi? Vi siete mai fermati a guardare un Bambino che viene a portare il Sorriso della Croce all'umanità? Ora è tempo di guardare, figlioli miei, e di preparare i vostri cuori al Dio Bambino che viene in mezzo a voi a portarvi il Dono della Croce: il Dono che vi rende liberi di amare. Figlioli cari, decidetevi a vivere secondo la Volontà del Padre stringendo ai vostri cuori il Legno Santo della Croce. Ora, figlioli miei, io vi sigillo col Segno del mio Amore attraverso Giovanni. Scambiatevi anche voi il mio Santo Amore e non scandalizzatevi se ridono di voi. Il mio Amore è pieno ed è Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e io lo dono a voi come gocce. Figlioli cari, vi invito sempre a cercare nei vostri cuori e a togliere tutto quello che non appartiene alla Croce. In questi giorni pulite i vostri cuori e costruite le culle perché io voglio nascere dentro di voi, Piccoli Giovanni della mia Croce. Tu, goccia del mio Cuore, sii sempre pronta e preparata. (Giulia) Gesù, eccomi! (Gesù) Ora, figlia mia, prepara il tuo cuore e il cuore dei tuoi figli per il mio Matrimonio. (Giulia) Padre Padre Padre! (Gesù) Figlia, mamma e sposa del mio Cuore, fai pregare i tuoi figli col cuore. Siate coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi: figlioli miei, quando siete qui riuniti nella mia Stanza abbandonate le cose del mondo, non allontanate i vostri pensieri dalla mia Voce. Io sto parlando qui davanti ad ognuno di voi, ma i vostri cuori e i vostri pensieri sono lontani, fuori da questa Stanza. Figlioli, non mettetemi all'ultimo posto, io sono qui in mezzo a voi e posso donarvi tutto, ma voi ancora non siete convinti del mio Amore Infinito, non credete in pienezza nella mia presenza viva e reale e vi allontanate con i vostri pensieri: lasciate entrare nei vostri cuori il vento del mio nemico che cancella le mie parole! Ah, figlioli, quanto vi amo! quanto vi amo! quanto vi amo! aspetto che i vostri cuori siano aperti solo al mio Santo Vangelo: al Legno Santo della Croce! (Giulia) Gesù, perdonaci! poggiati ancora su di me: perdona i figli che si sono allontanati dalla tua presenza! prendici per mano, Gesù, e non lasciarci! (Gesù) Figlia mia, tu cammini per ognuno di loro nel Fiume Santo del mio Amore, porti la Croce per ognuno di loro, ma i miei figli non vogliono ancora accettare Santa Sofferenza: pensano ai loro corpi, non guardano la loro anima! (Giulia) Padre Buono, perdonaci ancora! (Gesù) Io sono qui in mezzo a voi per portarvi nel Fiume: siate pronti e preparati, figlioli miei, togliete dai vostri cuori tutto quello che non mi appartiene. Per ora portali solo tu nel Fiume Santo.* (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ora, figlia mia, guarda attraverso la porta* e bevi, bevi il sangue: prendi la mano e porta con te i tuoi figli. Tu piccolo Mario, porta i tutti figli Ministri,* tu figlio Pasquale, porta tutti i figli della perdizione.* (Gesù) Gesù Gesù! (Gesù) Non temere, figlia mia.* (Giulia) La porta! la porta! (Gesù) Ci sono io dinanzi a te, non temere:* bevi bevi (beve della visione dell'ottavo segreto)! Ecco, figlia mia, ciò che hai visto lo scriverai e lo consegnerai al figlio santo; stai attenta: non parlare! Ora, figlioli miei, preparate i vostri cuori perché io voglio mangiare e bere con voi: voglio fare festa con le mie spose! Figli, io sono vostro Padre e vi amo, voi non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera: non lasciate nessuno fuori della Capanna e tenete sempre alto il Santo Vangelo del mio Amore. Ora preparate i vostri cuori. (Giulia) Padre Padre: Padre mio, benedici! (Gesù) Ecco l'Amen del mio Cuore, figlioli: siate pronti, siate pronti per il Matrimonio della Croce, figlioli!* Ecco, figlioli miei, io sono qui in mezzo a voi: voglio fare festa con le mie spose, voglio donarvi la mia Pace, il mio Amore, ma voglio i vostri cuori attenti alla mia Parola Viva. Vi chiedo di essere coscienti di questi attimi d'Amore che io vi dono, figlioli cari! Ecco il mio Sangue e la mia Carne! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Prendete e mangiate tutti, figlioli: il Dio Bambino si dona con Amore all'umanità. Io sono venuto in mezzo a voi a donarvi la Vita Eterna, mangiate e bevete con me: è Parola mia, è Parola di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Benedici, figlio Mario: bevi e mangia con me e donami sempre ai tuoi figli. Figlioli, accogliete le sue mani sante e mangiate e bevete la mia Pasqua Viva e Risorta. Figlioli del mio Cuore, io vi amo: vi dono il mio Sangue e la mia Carne. Beati voi che cercate il Frutto del mio Amore. Beati voi che assaporate la Pace della mia Croce. Beati voi, figli, che liberate i vostri cuori e costruite le capanne per farmi nascere. Figli miei, figli del mio Cuore, cercate sempre la Porta del Parto ed entrate: entrate in silenzio e cercate il mio Amore! Figli, non trafiggetemi il Cuore: uscendo fuori dalla mia Stanza, non permettete al mio nemico di cancellare ciò che io vi sto donando! Figli miei, sono tempi del Parto e il mio nemico vuole la morte di ognuno di voi e vi trascina lontani dal mio Parto. Figlioli, rimanete sempre con me, rimanete nella mia Casa, rimanete nel mio Vangelo, rimanete sul Legno Santo della Croce e pregate pregate col cuore. Allontanate i flagelli, figlioli, amandovi gli uni gli altri. Sia sempre pace in mezzo a voi: Pace di Croce, Pace fondata sulla Roccia del Padre e sulle Sante Spine del mio Amore. Figli, ricordatevi che io sono vivo e reale in mezzo a voi e ascolto i vostri sussurri; vedo i vostri cuori: chiedetemi nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso, ora e sempre nella mia Casa. Figlioli miei, vi chiedo ancora di pregare col cuore e secondo le mie intenzioni di Padre. Fermatevi un attimo e chiedete al Padre: misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! misericordia! (10) Figlia mia, porta ancora la Croce per i figli della perdizione. (Giulia) Sì, Gesù! Ora sollevate la Piccola Croce. Figlioli miei, abbiamo mangiato e bevuto insieme: vi ho dato tutte le mie Gocce del mio Amore. Ora io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi: non temete! Vi sigillo ancora attraverso Giovanni: accoglietelo col cuore e siate coscienti, figlioli miei! Sappiate che io vedo e sento ogni vostro sussurro: come Padre vi ripeto questo perché io vedo. Ciò che ricevete è sigillato dalla Croce: non appartiene al mondo, figlioli miei! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Ora, figlioli miei, vi chiedo un attimo di silenzio: vi chiedo di abbandonare totalmente i vostri cuori alla Croce. Guardate, le sue braccia sono unite e abbraccia l'umanità intera! il suo Cuore sussurra: Vi amo, figli, e vi aspetto! Ma voi ancora non riuscite a liberarvi! Figlio santo, figlio Pasquale, unite la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Santa Preghiera di Padre. Figlioli, non vi sto rimproverando: vi amo e desidero i vostri cuori solo legati al Cuore della Croce! Io vi chiedo di pregare e di abbandonare tutto: non portatevi dietro gli affanni del mondo! liberate i vostri cuori: liberatevi, se voi credete nel mio Amore Infinito di Padre. Ora unitevi alla Croce e pregate con i vostri battiti del cuore, pregate lentamente, chiamatemi: Padre Padre Padre Padre Padre! <5> Ora unitevi alla Croce e pregate lentamente con me! (Giulia con noi: Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Padre, liberaci dal male del mondo, liberaci dal nostro nemico che ci trascina, liberaci dal nemico della Vita che ci porta alla morte: liberaci dal male, liberaci dal male, liberaci dal male! Donaci la gioia di essere figli dell'Unico Vangelo. Amen. Croce del mio Cuore, dovrai soffrire ancora: sei disposta a farlo? (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Grazie, goccia del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4>. (Gesù) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli miei: andate in pace e portate al mondo il Cuore della mia Pace".

7. Ven 4/12/98, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo:- Figli miei, io sono la Legge, nulla sfugge ai miei occhi: figlioli miei, non pensate che io non veda ciò che voi fate. Io vi amo, figli del mio Cuore, e non voglio perdervi, vi sto donando il mio Santo Vangelo, ma voi non lo accettate: vi perdete per vie che non vi portano alla mia Croce. Figli, non ascoltate il mio nemico: non lasciatevi trascinare di qua e di là; l'unica via che vi porta a me è la Santa Sofferenza, non cancellatela, figli, ma accettatela con amore: solo così potete sconfiggere il male. E voi, figli Ministri, ascoltate il grido della Croce, esorcizzate e benedite, battezzate in nome della Croce e siate convinti di ciò che fate. Figli, se la vostra fede vacilla, non potete servire due padroni: io vi amo e vi voglio solo per me! Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti: tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo per ciò che mi offrite: siete i miei gioielli e con voi benedico il mondo col Segno Tremendo della Croce. Amen Amen Amen Amen".

8. Dom 6/12/98,ore, 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù,* bevi anche in questa giornata i calici misti del tuo Gesù* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per i figli della perdizione. Figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlioli miei, come Mamma dei Dolori* vi invito a vivere in pienezza il Vangelo Vivo di questa giornata (2D/Avv/A). Figlioli cari, i miei Dolori di Mamma sono enormi nel vedere i miei figli che si lasciano trascinare dal mio nemico: si prostrano dinanzi a dei sconosciuti. Figli, guardate l'unico Legno della Croce e fermatevi su di esso. Io vengo a portare i Dolori della Croce all'umanità:* non vengo a cancellare nulla del Santo Vangelo. Tu, croce mia,* dovrai soffrire ancora e i dolori* sono enormi. (Giulia) Mamma,* Mammina mia, sostienimi!* (la Madonna) Coraggio,* anima mia, bevi i calici che ti hanno preparato: bevili per l'umanità* che trafigge il Cuore del mio Gesù camminando su false vie. Figlioli, state attenti a coloro che vi avvicinano dicendo di portare il Vangelo del mio Gesù: non ascoltateli! L'unico Vangelo è sigillato dalla Croce e dai Dolori. Figli, state attenti al mio nemico che vuole la morte di ognuno di voi. Io vi chiedo di pregare sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate, figlioli, e non lasciatelo solo! Voi, Piccoli Giovanni, combattete con la Spada che vi è stata consegnata e non fermatevi: come Elia allontanate i figli della falsa parola. Figlioli del mio Cuore, il tempo del Parto è vicino e io come Mamma vi invito a combattere con amore: vi chiedo di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Decidetevi a vivere secondo la Parola di Dio e non lasciatevi trascinare dal mio nemico. Il mio Cuore Immacolato trionferà e la Promessa che io ho dato alla Piccola Lucia si sta adempiendo: figli, state attenti alle voci false! Lucia racchiude nel suo cuore ciò che gli è stato consegnato e il mio Piccolo Giovanni conosce ogni verità: sostenetelo, figlioli cari! Voi, figli miei, amatevi gli uni gli altri, usate carità verso tutti, accettate sempre le Sante Sofferenze perché solo attraverso di esse si arriva al Cuore del Padre. Vi amo, figlioli cari, e vi stringo tutti al mio Cuore Materno: anche quando sbagliate! Tu, piccola croce del mio Cuore, vai avanti e non fermarti. (Giulia) Mamma, Mammina mia, metto tutti quelli che si affidano alle mie preghiere nel tuo Cuore, consolali tu col tuo Amore Materno: portaci sempre nel Cuore del tuo Gesù. (la Madonna) Piccola cocciuta del Cuore della Croce, vai avanti, porta ancora tu la Croce del mio Gesù e ricorda sempre ai tuoi figli di tenere alto il Santo Vangelo del Cuore della Croce. Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi: aspettate! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen".

Nota. Domani 7/12, in estasi ma senza messaggio, Giulia scriverà l'ottavo segreto. Rito come il settimo: si troverà in ginocchio dinanzi al tabernacolo e poi vede sul libro dell'altare la busta del segreto sigillata more solito (l'ostia) col sangue della ferita al costato.

9. Mar, 8/12/98, ore, 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù* bevi anche oggi, figlia mia, i calici che ti hanno preparato* e immolati ancora con i Dolori del Parto della Croce del tuo Gesù. Figlia mia, vedi,* in questa giornata il mio abito è macchiato di sangue.* Figlia mia, sono i Grandi della Casa del Padre a macchiarlo e il mio Cuore di Mamma* è trafitto e gronda sangue:* bevi,* bevi i calici* per loro!* (Giulia) Mamma, sostienimi:* la mia forza viene meno!* (la Madonna) Stringi al tuo cuore il tuo dolore, figlia mia,* e bevi perché il mio Gesù si poggia sempre di più su di te.* (Giulia) Mammina, Mammina mia, sei così bella, ma il tuo abito è sporco! (la Madonna) Ora, figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù e la Schiera degli Angeli e dei Santi e il Servo Santo della Croce. Vi invitiamo a vivere il Vangelo Vivo di questa giornata e invito ognuno di voi ad essere mamme della Sofferenza: mamme che sappiano portare in silenzio* la Croce di Gesù per alzare le Mura che sono già cadute! Figlioli miei, il mio nemico si sta vestendo con abiti lussuosi per attirare i miei Piccoli Giovanni nella sua rete: ah, quanti figli sono caduti e quanti ne cadranno ancora! Figlioli miei, aiutate il mio Gesù: aiutatelo! immolatevi e camminate sulla via della Croce: cercate l'unico Vangelo e non lasciatelo! Figlioli cari, io vi amo: il mio Cuore di Mamma Immacolata vi ama: a tutti voi, all'umanità intera! (Giulia) Mamma, come figlia indegna, ti faccio gli auguri da parte di tutti, da parte di don Mario e da parte mia! (la Madonna) Grazie, Piccoli Giovanni del mio Cuore! Piccola cocciuta, donami il bacio! (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Ecco, figlioli miei, gioisco per i vostri cuori aperti e accetto con amore gli auguri che mi fate: ma il mio Cuore di Mamma chiede solo di amare e seguire la Parola Viva del mio Gesù. Io ho donato il mio Sì per far crescere e donare ad ognuno di voi il mio Gesù: voi, figlioli, offritemi frutti di preghiera, di amore e di carità verso tutti. Col Cuore Grondante di Sangue vi chiedo di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: figlioli, la Chiesa tutta è in grande pericolo! Siate pronti e preparati: tenete alte le spade perché è tempo di combattere! Il Parto si avvicina sempre di più, figlioli cari, e la mia Promessa fatta a Fatima è vicina. Non temete, né io e né Gesù vi lasciamo soli, siamo sempre vicini e il mio Cuore di Mamma Immacolata è il vostro rifugio. Tu, piccola cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora, ma non temere, figlia mia: conosci bene il tuo primo messaggio, vai avanti e non fermarti perché il mio Gesù ti porta il suo saluto, piena di Dio! (Giulia) Mamma, non sono degna di tutto questo: sia fatta la Volontà del Padre! (la Madonna) Figlia, perla viva del Cuore della Croce, abbraccia i tuoi figli: stringili al Cuore del Padre. (Giulia) Mamma, li affido al tuo Cuore: sostienimi perché le mie forze vengono meno! (la Madonna) Cammina e vai avanti, piccola cocciuta! Pregate secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata. Restate sempre uniti, figlioli, preparando i vostri cuori alla Venuta del mio Gesù, Ora vi bacio ad uno ad uno. Figlioli, siate forti: tenete sempre alto il Santo Vangelo del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore della Croce, figlioli. Lode Lode Lode (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: accoglietelo, figlioli miei!"

10. Giov 10/12/98,ore, 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del mio Cuore, bevi i calici, figlia mia. Pace a tutti voi che siete qui riuniti e a voi, figli, che vi unite alla mia Santa Preghiera. Sono io, il vostro Gesù:* l'Agnello Immolato è qui, è in mezzo a voi. Croce viva del mio Cuore,* vedi quanti calici ti hanno preparato, bevili, figlia mia: immolati sul Legno Santo e grida i miei e i tuoi Dolori del Parto della Santa Croce.* (Giulia) Gesù, sostienimi!* (Gesù) Figlia mia, vedi come il Sangue del Parto scende dalla Roccia.* Non essere cocciuta, anima mia: fai assaporare i miei Dolori (grido). Ecco, figlioli miei, io vengo in mezzo a voi a portare la Parola Viva della Croce, vi invito sempre ad essere coscienti: ad aprire i vostri cuori all'unico Vangelo della Croce. Figlioli miei, il Parto è vicino, le porte della Roccia sono aperte, ma non temete, figlioli cari, io non vi lascio soli: la mia Luce è sempre in mezzo a voi. Vedete, figli, vi sto mandando le Gocce: ma ancora non avete capito nulla! Figli, io mi poggio sulla Piccola Croce e lascio gustare il Dolce Sapore della Croce e i Chiodi delle Spine, lascio assaporare il Dolce Sapore della Lancia:* ma voi ancora non riuscite a raccogliere le mie Gocce! Figlioli miei, vi amo a tale punto da donarvi tutto, ma state attenti al mio nemico che in questi ultimi tempi sta donando a braccia aperte le gioie del mondo facendovi perdere la via della Croce; vi sta confondendo, figlioli miei, e le Mura sono già cadute: la mia Chiesa è rimasta allo scoperto! Tu, figlio Mario, comprendi ciò che sto dicendo. Sappiate, figlioli miei, che la mia Promessa di Padre non viene meno: verrò e toglierò tutto e darò ad altri il compito di lavorare nella mia Casa. Lo dico a voi Grandi che abitate la mia Casa! Io vi amo, ma voi non cercate il mio Amore, non cercate il mio Cuore: calpestate la mia Croce! Ah, come trafiggete il mio Cuore, figlioli miei! Ecco, figlio Mario, piccolo Giovanni che gridi la mia Verità e il mio Amore, non lasciarti trascinare,^ tieni sempre alto il Vangelo Vivo del mio Amore, sii pronto e preparato perché verranno per confonderti:^ tu tieni alta la spada^ che ti è stata consegnata, figlio mio. I tempi che verranno saranno duri, ma voi combattete sempre e camminate dietro Maria, Madre mia e Madre vostra. Coronate questo Avvento restando uniti con la preghiera, con l'amore e usando carità verso tutti. Figlioli, il sangue che viene dal Parto vi aiuterà a camminare: ad essere forti e a combattere i vostri nemici. Figlioli miei, quando sarà il momento scenderà dal Cielo e ognuno di voi potrà bere e donare al mondo la Parola Viva del mio Amore. Non spaventatevi di ciò che io sto dicendo: figlioli miei, si deve adempiere ciò che è scritto nel Libro della Verità. Sollevate la Piccola Croce. Rimanete in ginocchio. Tu, figlia mia, hai il compito più grande di portare tutti i tuoi figli alla Porta: non spaventarti, anima mia! (Giulia) Gesù, come devo fare? (Gesù) Figlia cocciuta, vieni dietro di me: sai bene dov'è la Porta! Non spaventarti di niente e di nessuno: alza la spada, figlia, e taglia ciò che non mi appartiene! (Giulia) Gesù, guidami tu: ho paura di sbagliare! (Gesù) Non temere, figlia: i tempi sono pronti, vai avanti! Ora fermatevi un attimo e cercate nei vostri cuori: togliete tutto quello che non mi appartiene, figlioli miei! Non fermatevi a pensare ai vostri copri: io vedo e sento ogni cosa. Figlioli miei, apritevi all'Amore della Croce e non fermatevi a pensare alle cose del mondo. Figlioli, pregate per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: pregate, pregate affinché le Chiavi rimangano nelle sue mani! E' un'altra goccia che faccio scendere^^. Figli, ora vi chiedo di aprire i vostri cuori: apriteli e lasciate entrare il Dio Bambino che è qui in mezzo a voi, figli! Tu, croce del mio Cuore, soffri ancora e accetta con amore: accetta quando io mi poggio su di te. (Giulia) Sì, Gesù, sia fatta la tua Santa Volontà: dammi un altro poco del tuo Respiro, Gesù mio!* (Gesù) Ecco, cocciuta del mio Cuore, vai avanti e cammina sempre sulle spine perché la tua via è fatta così: non fermarti, stringi le mie mani (grido). Ecco, cocciuta mia, hai assaporato ancora i Dolci Dolori! (Giulia) Grazie, Gesù: grazie, Padre Buono! (Gesù) Ora, figlia mia, preparati per il mio Matrimonio e prepara i tuoi figli. Sollevate la Piccola Croce. Figlioli, sostenetela perché il peso che lei porta è enorme. Figlioli, ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo. Ricordatevi di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Ve lo chiedo in questo tempo, figlioli cari, non lasciatemi fuori i miei vecchietti, i miei bimbi, i miei ammalati: date a tutti il mio Pane, figlioli, come io lo dono ad ognuno di voi. Ora preparatevi perché lo Sposo è in mezzo a voi: il mio Matrimonio si adempie in ognuno di voi. Preparati, anima mia! (Giulia) Padre Padre: benedici, Padre mio! (Gesù) Ecco l'Amen del mio Matrimonio, spose del mio Cuore! Accostate i vostri cuori alla mia Croce e gioite gioite con me: col vostro Gesù che è vivo e reale in mezzo a voi! Figli, siate coscienti di ciò che state ricevendo! Tu, croce viva del mio Cuore, dona il tuo sangue e la tua carne ai tuoi figli e tu, piccolo Mario, dona il tuo sangue e la tua carne ai tuoi figli perché io passo attraverso di voi.* Ora vai avanti, anima mia. (Giulia) Sì, Gesù!* (Gesù) Non spaventarti, figlia!* Figlio Mario, vieni dietro di me. Ecco, il mio Amore è in mezzo a voi! Ecco il mio Sangue e la mia Carne! Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo! Figlio santo, benedici: bevi e mangia e donami ai tuoi figli. Ecco, il mio Amore è pieno, il mio Amore è segnato dalla Croce: io dono all'umanità il Frutto della Vita Eterna. Mangiate e bevete con me, figlioli. Ecco la mia Pasqua Viva e Risorta! Ecco il mio Matrimonio! Figli cari, non temete, sono io, il vostro Gesù: la mia Piccola Croce fa ogni cosa che io gli chiedo e io mi servo di lei perché il suo cuore è aperto al mio Amore, alla mia Pace. Beati voi che mangiate e bevete nella mia Casa. Beati voi che vi riunite nella mia Casa. Beati voi che venite alla Sorgente del mio Amore. Beati voi che cercate la Verità del Vangelo. Figlioli, non lasciate mai la via fatta di spine, ma accettate con amore la Santa Sofferenza perché solo con essa potete arrivare al Trono del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figlioli, figlioli del mio Cuore, io vi amo e vi ho donato il mio Sangue e la mia Carne! Rimanete sempre nel mio Amore: rimanete nella mia Croce e non lasciatela, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, porta sempre i tuoi figli nel Fiume del mio Amore e non lasciarli. (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ecco, figlioli, io ho mangiato e bevuto con voi: ho assaporato i vostri cuori e vi amo, vi amo e il mio Amore è Amore di Padre! Figli, fatemi nascere nei vostri cuori: fatemi nascere, figli miei! Tu, piccolo Mario, non scandalizzarti di ciò che è avvenuto in questa serata (Giulia per la prima volta si è portata al centro dell'Altare di S. Giovanni per la cerimonia del Pane e del Vino). Io vi ho chiesto una Stanza: questa è la mia Casa e io posso fare ogni cosa. Non fermatevi dinanzi alle persecuzioni, figlioli miei: andate sempre avanti! Ora sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, è dolce restare con voi, è dolce parlare ai vostri cuori! Vi chiedo soltanto, figli miei, di essere pronti e preparati: di non far spegnere la Lucerna dell'Amore perché io verrò come ho promesso e tutti vedrete la mia Luce. Ora io vi lascio ma verrò in mezzo a voi. Vi sigillo col Santo Sigillo della Croce attraverso il mio Giovanni. Voi, figlioli del mio Cuore, scambiatevi il Santo Sigillo e non temete perché io sono il Gesù della Croce che vi ha donato la Vita. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale, legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia santa Preghiera di Padre. Figli, vedete, io sono Padre e raccolgo ad uno ad uno tutti i miei figli: vi aspetto nella mia Casa per far festa con ognuno di voi, indossate gli abiti dell'Amore e quando bussate alla Porta, dite: Padre, sono qui, apri perché voglio abitare con te! Lasciate tutte le cose del mondo e venite ad abitare nel mio Cuore. Figli, ricordate: quando pregate con la Preghiera di Padre, ricordate sempre che il mio Amore è infinito: basta che voi apriate i vostri cuori, la mia Mano Potente vi concede ogni cosa nel giusto del Santo Vangelo. Ora preghiamo col cuore! (Giulia con noi: Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Figlioli, ricordate sempre che la porta del mio Cuore è aperta per ognuno di voi. non sono un Dio lontano, bussate e vi sarà aperto, figli! Tu, croce del mio Cuore, porta ancora sulle tue spalle … - Figlio Pasquale, non poggiare le tue mani sulle ferite del mio Amore (cercava di sostenerla dalle spalle) - porta la Croce, figlia mia, sulle tue spalle per i tuoi figli. (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ora, figlia mia, guarda i tuoi angeli.* (Giulia) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù!<3>. (Gesù) Vi amo anch'io, spose amate dal mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli miei: andate in pace e portate a tutti la Pace del mio Cuore".

^ Se la spada è invisibile, anche i nemici da combattere sono invisibili, ma con volti visibili: la spada invisibile della fede e dell'amore deve apparire in noi contro i nemici invisibili del menzognero e dell'odio che ha i suoi volti e alleati nel mondo.

^^ Le forze invisibili tenteranno il grande colpo di strappare le Chiavi al Papa: troveranno alleati in Vaticano? Noi intensifichiamo la preghiera perché questo non avvenga.

11. Ven 11/12/98, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, il mio Amore è fondato sulla Roccia: vi amo e non voglio che nessuno di voi cada nella falsa luce del mio nemico. Figli, vi sto donando la Manna del mio Amore, non buttatela via, non fate i sordi ancora: non potete far nulla senza di me. Non ascoltate i Grandi° che vi promettono nuovi tempi. Figli, io solo conosco i tempi, io solo posso donarvi la Pace, il mondo non vi dona nulla, figli miei: io sono il Dio Antico e ciò che ho promesso lo mantengo. Nulla io vengo a cambiare, figli: vengo solo a togliere ciò che non mi appartiene. Figli, non sporcate ancora il Paradiso che io vi ho donato: curatelo con amore, togliete tutti i rami non buoni e lasciate sbocciare i rami del mio Amore. Voi Quattro della Santa Croce, andate avanti: tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo. Figli, non fermatevi: venite dietro di me! Vi amo, boccioli del mio Cuore, e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)"

12. Dom 13/12/98, ore, 15.24, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche oggi* i calici che t'hanno preparato, figlia,* e immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta,* per i Grandi della Casa del Padre:* figlia, immolati!* Vedi, figlia mia,* come il mio Gesù gronda sangue* per l'umanità tutta.* Vedi* come è solo, figlia mia:* nessuno gli cammina dietro!* (Giulia) Mamma, sono amari* i calici:* sostienimi, mi tagliano la gola!* (la Madonna) Figlia, ancora aumenteranno! Vedi, il mio Gesù cammina in mezzo a voi: ma nessuno si rende conto di un Bambino che viene a portare il Legno Santo della Croce! Vi poggiate di qua e di là, girovagate per le cose del mondo e non vi fermate a guardare la Luce che viene in mezzo a voi. Ah, figlioli miei, come è triste il mio Cuore di Mamma! Non aspettate l'Avvento della Luce: non cercate il Vangelo Vivo! Figlioli cari, io da sempre vi porto il Vangelo e la Luce della Croce, non vengo a cambiare nulla e in questa giornata come Mamma dei Dolori vi invito a vivere in pienezza il Santo Vangelo. Figlioli, fermatevi e contemplate la Venuta del mio Gesù in mezzo a voi. Poggiatevi sulla Roccia, figlioli cari: allontanate il mio nemico che vi porta fuori dalla Roccia del Padre. Figli, non vergognatevi del mio Gesù, non vergognatevi di portare la Croce, sappiate che la Santa Sofferenza vi porta al mio Gesù: essa è la porta stretta che vi porta al Cuore del Padre. Figli miei, quanti miei figli mi fanno feste, camminano su vie che non portano alla Croce del mio Gesù e io come Mamma vi chiedo di entrare nella Casa di Gesù col cuore pulito. Non fate rumori perché io non li accetto: io chiedo il silenzio della Croce, figlioli cari, e quando la portate, portatela alta e non temete niente e nessuno, figlioli miei! Tu, piccola croce del Cuore del mio Gesù, non temere, vai avanti, dovrai soffrire ancora per i tuoi figli, per amore della Croce, ma non fermarti: prepara la culla e fai crescere il tuo Gesù. (Giulia) Sì, Mamma, ma sostienimi: le mie forze vengono meno! Metto nel tuo Cuore tutti quelli che si affidano alle mie preghiere, quelli che non hanno il coraggio di farlo e tutti quelli che trafiggono il mio cuore: assistili tu, Mammina mia! (la Madonna) Perla del Cuore di Gesù, il tuo cuore è così grande! ama (imperativo) e dona a tutti l'Amore della Croce: invita i tuoi Piccoli Giovanni a saper portare la Croce, a saper camminare sulle Sante Spine. Figli, vi invito a non toglierle, ad essere pronti e preparati perché le Mura sono crollate: alzatele col vostro amore, col vostro Sì totale alla Croce. Figli, ricordate sempre di camminare secondo il Vangelo della Croce e di tenerlo alto. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi: non temete, figlioli cari! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'unico Vangelo del mio Gesù, figli. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Figlioli, vi amo e vi stringo tutti al mio Cuore. Rimanete saldi nella Roccia del Padre: non ascoltate il mondo con i suoi rumori! Vi lascio l'Amen del mio Cuore Immacolato, accoglietelo nei vostri cuori e offritelo ai vostri cari, ai vostri ammalati, ai vostri vecchietti, ai vostri emarginati: offritelo a tutti, figlioli!"

13. Giov 17/12/98 ore, 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figli, mamme e spose del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e osannate, figlioli del mio Cuore! La Croce Viva è in mezzo a voi: cantate inni di lode! Tu, croce del mio Cuore, guarda: quanti calici hanno preparato!* bevili con amore* e immolati per le Mura della mia Casa!* grida e fai assaporare i Dolori del mio Parto!* La Luce deve scendere e il Parto è ormai pronto, cocciuta del mio Cuore! (Giulia) Gesù, il sangue va scendendo! (Gesù) E' il Sangue del mio Parto: non temere! (Giulia) Gesù, dammi ancora il tuo Respiro!* (Gesù) Grida, sposa mia, all'umanità i miei Dolori perché io vengo in mezzo a voi a portare il mio Vangelo: la mia Verità, la mia Luce e la mia Croce.* (Giulia) Gesù! (Gesù) Non essere cocciuta, anima mia: allarga le tue braccia sul Legno Santo della Croce e immolati (grido). (Giulia) Gesù, dammi il tuo Respiro!* (Gesù) Ecco!* piccola cocciuta del mio Cuore, ecco, io sto preparando il mio Parto per l'umanità, per i figli che ancora non vogliono vedere la Luce della Croce. Ecco la Capanna che io ho costruito! Figlioli cari, figlioli del mio Cuore, ricordate sempre che io sono Padre: vi cerco ad uno ad uno per portarvi nella mia Casa e quale gioia più grande che un Papà possa avere tutti i suoi figli e far festa: e io vi sto preparando la Festa dell'Amore! Figlioli miei, ecco la mia Casa che io ho costruito sulla Roccia! ecco il mio Amore per ognuno di voi! ecco i gioielli che io vi dono, spose mie: sono le Sante Spine, i Santi Dolori che io vi faccio assaporare attraverso il mio Parto! Ecco, come Padre, io vi dico di preparare i vostri cuori accettando ogni piccola sofferenza per amore del Cuore di Maria, Madre mia e Madre vostra. Pensate, figlioli cari, quale gioia ha avuto il Cuore di Maria aspettando un Bimbo che doveva donare al mondo! Una mamma gioisce quando aspetta il proprio bambino: il suo Cuore (di Maria) gioiva pur sapendo che non era suo! pur conoscendo dall'inizio che doveva soffrire, il suo Cuore era raggiante, il suo Amore raggiungeva ogni anima crescendo sempre di più: donava a tutti l'Amore e la Luce della Croce! Voi, mamme, spose del mio Cuore, fate nascere dentro di voi il Dio Bambino, accendete le lucerne che sono spente e donate al mondo la mia Luce: il mio Vangelo! Figli, parlo a voi col Cuore di Padre invitandovi ad allontanare il mio nemico: potete farlo amandovi, gli uni gli altri, facendo crescere dentro di voi l'Amore Vivo della mia Croce perché io dall'inizio ho portato il Legno Santo della Croce. Sono venuto ad abitare nella Casa di Maria (Casa di Maternità, cfr. mess. del 24/12 alla Quercia) per abitare in ognuno di voi: ma in quanti mi lasciate vivere? Quante mamme mi hanno ucciso e continuano ad uccidermi!* Figlioli, figlioli del mio Cuore, preparate questo Avvento pulendo i vostri cuori: cercate ancora e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figlioli miei, vedete, la mia Casa è fondata sulla Roccia e il mio Vangelo è uno solo: io sono il Padre che vi ha creato e donato la vita. Figlioli miei, i tempi che scenderanno su di voi saranno pesanti: ma non è per mio volere! I Grandi della mia Casa hanno preso il mio posto: vogliono camminare per conto loro. Pregate, figlioli miei, per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa; ve lo ripeto ancora una volta, è circondato dai lupi: non lasciatelo solo, figlioli cari! Tu, Piccolo Giovanni del mio Cuore, tu hai il compito più pesante: tu hai le Chiavi che ti sono state consegnate, non dimenticarlo, figlio mio! I tempi sono ormai vicini: alza sempre la tua spada e combatti con amore. Sostieni la Piccola Croce* che dovrà soffrire ancora a causa del mio nome: ma lei vi è stata donata per questo. Ora, figlioli miei, sollevate la Piccola Croce: sostenetela, figlioli del mio Cuore. Io vi porto nel Fiume del mio Amore attraverso la Piccola Croce: è lei che vi porta ad uno ad uno sulle sue spalle* stringendo al suo cuore i Dolori del Parto.* Non scandalizzatevi, figlioli, lei ha donato il suo Sì: stringetevi tutti al Cuore della Croce e non lasciatela, figlioli! Ora preparate i vostri cuori: preparateli perché io voglio mangiare e bere con voi. Il mio Matrimonio è qui in mezzo a voi e il Banchetto è pronto. Figli, preparate i vostri cuori, distaccatevi dalle cose del mondo perché io sono qui in mezzo a voi vivo e reale: vi dono il mio Sangue e la mia Carne e vi chiedo di essere coscienti dell'Amore che vi dono, figlioli del mio Cuore! In questa serata io lascio scendere le Gocce del mio Amore nel cuore del mio piccolo Mario sigillando col Bacio Santo ognuno di voi, figlioli cari: io sono vostro Padre, siate coscienti, siate coscienti, siate coscienti, figli miei! Ora preparatevi! Prepara il tuo cuore, anima mia! (Giulia) Gesù, è tuo: prendilo!* Padre Padre: benedici, Padre mio! (Gesù) Ecco l'Amen della Croce: accoglietelo! Preparati, sposa mia:* non temere! (Giulia) Padre! (Gesù) Fa' ciò che ti ho detto! (Giulia) Sì! (Gesù) Ora tieni nel tuo cuore ciò che hai sentito: vai avanti, sposa mia, e non temere! Figlio Mario, ecco il Calice del mio Sangue e il Calice della mia Carne. Ecco, figlio mio, nelle tue mani io metto il mio Amore: bevi e mangia con me. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo: mangiami, figlio mio, e donami ai tuoi figli. Tu, croce del mio Cuore, porta ancora la Croce per i tuoi figli: cammina sempre sulla via delle spine e non fermarti. I tempi che verranno ancora saranno carichi del Sangue del Parto, ma tu, croce mia, non spaventarti, vai avanti: tieni sempre alto il mio Santo Vangelo. Figlioli del mio Cuore, mangiate e bevete con me: mangiate e bevete con me perché il mio Matrimonio è pieno e io vi amo tutti allo stesso modo. Figlioli, non voglio perdervi: vi chiedo solo di amarmi perché sono vostro Padre. Presto gioiremo insieme nella Casa dell'Amore: figlioli, rimanete saldi, non cercate le gioie del mondo. Figli miei, rimanete nella Povertà della Croce: fate sbocciare i vostri frutti e portateli nel mio Cuore. Figli miei, io sono qui in mezzo a voi e mangio il Frutto Nuovo insieme a voi. Figlioli miei, non scandalizzatevi di ciò che dico! La mia Pasqua è piena ed è risorta e io mi sono donato tutto ad ognuno di voi, figli miei! Ora fatemi abitare nei vostri cuori, non cacciatemi fuori, figli miei: non lasciatevi trascinare dal mio nemico! In questi ultimi tempi sta allargando i suoi rumori: vedete, figli, quanto chiasso sta facendo! Non spaventatevi, figli: io sono vostro Padre e non vi lascio soli. Non lasciatemi voi: rimanete nel mio Amore, figli cari! Tu, croce mia, porta ancora sulle tue spalle i tuoi figli. (Giulia) Gesù, dammi solo un po' del tuo Respiro!* (Gesù) Piccola cocciuta, ora sei contenta? Ecco il mio Respiro!* Giu) Grazie, Padre Buono: rimani sempre con noi! (Gesù) Ah, piccola cocciuta del mio Cuore, io abito nella mia Casa da sempre! Ecco, figlioli cari, abbiamo mangiato insieme, io vi ho donato il mio Amore, Maria fa scendere su di voi la Farina: non fatela volare, raccoglietela, figlioli del mio Cuore! Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli cari, ecco il mio Cuore che io ho elargito per ognuno di voi: voi elargitelo per i piccoli, per i poveri, per gli emarginati, per i figli carcerati, per i figli drogati, per i miei vecchietti. Non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera! Se costruite una capanna nella vostra casa, ospitate chi non ha un tetto e offritegli il vostro amore perché in esso ci sono io a venire a bussare alla vostra porta. Figli, io vengo a bussare come un mendicante, l'ultimo tra i più poveri: offritemi il vostro calore, offritemi il vostro Sì totale all'Amore della Croce perché io vengo solo a portare il Legno Santo della Croce. Ora, figlioli miei, piccolo Mario, stringi la mia mano, piccolo Pasquale e voi tutti, figlioli miei, stringete le vostre mani: unitevi al mio Respiro di Padre. Ricordatevi sempre che io vi ho amato per primi: vi ho donato tutto, figlioli cari! Quando scenderanno i tempi più duri, non staccate le vostre mani: rimanete sempre nel mio Amore di Padre! Il mio nemico scenderà di più a confondervi. Io vi dico tutto questo perché vi amo e non voglio perdervi. Figlioli miei, scenderanno giorni dove non vedrete la mia Luce: non riuscirete a comprendere quale via vi porterà al mio Cuore! Voi Piccoli Giovanni, sapete già queste cose: stringete le vostre mani e alzate la spada che vi è stata consegnata. Il Santo Sigillo (= il Bacio) che io vi sto donando vi farà riconoscere perché il vostro segno sarà il mio Sigillo: è questo, figlioli miei, la goccia che vi ho donato in questa serata. Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il mio Amore e il mio Santo Vangelo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Croce del mio Cuore, non spaventarti, ma vai avanti! (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ora unitevi per la Santa Preghiera. Figlioli del mio Cuore, ora vi dico solo di pregare, ma col cuore pieno di carità, di amore e di fede verso la Croce. Preghiamo! (Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Ripetetelo spesso in questi ultimi tempi, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <3>. (Gesù) Figlia mia, se voi sapeste quanto è grande il mio Amore per ognuno di voi, stareste tutti i giorni a piangere dinanzi alla Croce! (Giulia) Gesù, ti amo! (Gesù) Grazie, figlia mia: aspetto! (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli: avete commosso il mio Cuore di Padre! Andate in pace e portate al mondo la Pace dell'unico Vangelo della Croce".

14. Ven 18/12/98 ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli miei, io vengo in mezzo a voi come Padre del mondo: riconciliatevi e camminate la mia via. Figli, la mia Parola è Parola Antica e non viene cancellata. Voi Grandi, che volete cancellare ogni cosa, non affannatevi a cambiare nulla, io sono al di sopra dei vostri poteri, le vostre fondamenta stanno crollando perché fondate sulla sabbia: io sono seduto sulla Roccia e non viene meno. Figli, io sono Dio da sempre e non potete cancellarmi: la mia Croce non si divide, ma trionfa nei Cieli e in terra e in ogni luogo. Voi Quattro della mia Santa Croce, tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e non fermatevi: io sono sempre con voi, Giovanni del mio Cuore! Vi amo e vi dico grazie per ciò che mi offrite. Portate sempre la Croce per i vostri figli. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4).

15. Sab 19/12/98, Stanza, ore 17.30, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa serata i calici misti del tuo Gesù:* immolati, figlia mia, per l'umanità tutta, immolati con i Dolori del Parto della Croce per le Mura che sono crollate. Vedi, figlia mia, il mio Cuore di Mamma gronda sangue: vedi come i flagelli scendono sempre di più sull'umanità! Siete in pochi ad accettare la Santa Sofferenza, in pochi aprite il cuore al mio Gesù! Figlioli, parlo al mondo intero. Voi che consolate il mio Cuore, figli cari, combattete con la spada che vi è stata consegnata, preparate una culla per il mio Gesù: donategli il vostro amore! Figli miei, io mi poggio su ognuno di voi, conosco i vostri respiri, figlioli cari: non temete, il mio Gesù vi ama e poggia le sue mani sante sui vostri cari, su ognuno di voi. Figli, aspettate il mio Gesù, che viene, col cuore pulito: offritegli il vostro amore, il vostro Sì totale alla Croce e ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo perché io vengo solo a portare la Verità della Croce. Figlioli miei, in questi ultimi giorni tenete a caldo il Cuore di Gesù che viene in mezzo a voi abbracciando i piccoli, i poveri, gli emarginati, i figli drogati: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Io come Mamma vi ripeto sempre queste cose: figli, non lasciatevi trascinare dal mio nemico, non perdetevi dietro le cose del mondo, ma pregate per i figli che si perdono nella polvere del mio nemico. Figlioli cari, pregate per i figli della perdizione che trafiggono il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù: trascinati dal mio nemico, non sanno ciò che fanno. Pregate pregate, figlioli cari! Aspettate il mio Gesù togliendo tutto quello che non appartiene alla Croce. Pregate sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi. Figlioli cari, vi stringo ad uno ad uno al mio Cuore di Mamma. Grazie, figlioli miei: grazie perché consolate il mio Cuore e il Cuore del mio Gesù! Amate amate: amate col Cuore della Croce, figli! Tu, piccola cocciuta del Cuore di Gesù, porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle. (Giulia) Sì, Mamma: dammi la forza di andare avanti! (la Madonna) Cammina, figlia mia, l'Amore della Croce è su di te: porta i tuoi figli alla Porta del Parto e non fermarti. Ora io vi lascio, figlioli miei, ma verrò ancora in mezzo a voi: mando su di voi l'Amore dello Spirito Santo. Sia pieno il vostro Sì all'unico Vangelo della Croce. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Vi lascio l'Amen del Cuore della Croce: portatelo al mondo. Figlioli cari, restate sempre uniti alla Croce del mio Gesù e non temete niente e nessuno. Croce mia, soffri ancora per l'umanità. (Giulia) Sì, Mamma!"

15. Dom 20/12/98, ore, 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (si presenta una Madonna piangente che però non glorifica e perciò la respinge con l'esorcismo) In nome e potere della Croce ti ordino di andare via! San Michele, Vergine Santa, intervenite! In nome e potere della Croce io ti ordino di andare via! Non ascolto ciò che dici (vedi dopo): vai via! Inginocchiati ai piedi della Croce: vai via! San Michele, Vergine Santa! Fratello Domenico, intervieni tu! (al globo di luce vera) Se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i calici misti che ti hanno preparato e immolati, figlia mia: immolati con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta. Vedi, figlia mia, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi e il Servo Santo della Croce. Figlia mia, non ascoltare ciò che dice il mio nemico: lei (= lui, qui detto lei come maschera di Madonna) sta confondendo i miei Piccoli Giovanni col suo fumo e col suo travertirsi del mio abito (travertirsi dal lat. traverto) sporcandolo ancora di più. I figli della perdizione stanno infangando le mie Chiese e i Grandi della Casa del Padre non si rendono conto di ciò che fanno! Figlioli cari, il mio Cuore di Mamma gronda sangue! Vedete, figli cari, che tempi stanno scendendo sull'umanità: non vi riconoscete più tra di voi, non vi amate, figli cari! Amatevi gli uni gli altri come avete promesso dinanzi all'Altare, voi sposi, nella buona e nella cattiva sorte: amate e rispettate i vostri cari. Figli, il mio Gesù sta per nascere in mezzo a voi, ma i vostri cuori sono spenti: non cercate il Bambino, correte dietro alle cose del mondo. E Voi, figli Ministri, come fate nascere il mio Gesù? Come preparate la culla? Ah, il mio Cuore di Mamma viene trafitto ancora:* il mio Gesù non trova neanche una capanna dove riposare! Figli, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo: cercate il Bambino che viene in mezzo a voi nella povertà, nelle cose piccole. Io sono Mamma e Mamma del Dolore, figlioli cari, vi amo e non voglio perdervi: vi invito a pregare secondo la mia volontà. Voi, Piccoli Giovanni, non lasciatevi trascinare dal mio nemico, tenete sempre alto il Santo Vangelo e vivetelo in pienezza: figli cari, state attenti a tenere alto l'unico Vangelo della Croce! Vi ripeto queste cose, figlioli miei, perché voi non conoscete i tempi che scenderanno: ma io vedo ciò che voi non vedete. Non vengo a dirvi questo per spaventarvi: figlioli cari, vengo a preparare i vostri cuori alla Battaglia dell'Amore e questi tempi sono tempi di battaglia! Figli cari, preparate i vostri cuori e aspettate il Dio Bambino che viene in mezzo a voi. Tu, piccola croce del mio Cuore, non temere ciò che ha detto il mio nemico: lui è falsa luce, ciò che lui dice è nulla. Io sono qui in mezzo a voi viva e reale e porto la Croce del mio Gesù: restate sempre uniti, figlioli del mio Cuore! Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Amate amate amate: amate col Cuore della Croce e portate a tutti l'Amore del Dio Bambino che viene in mezzo a voi! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Vi lascio l'Amen del Cuore della Croce: stringetelo ai vostri cuori e offritelo al mondo. Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle. (Giulia) Sì, Mamma, ma dammi ancora la costanza e la forza! (la Madonna) Vai avanti, croce del Cuore di Gesù! (Giulia) Grazie, Mamma!"

Smascherato e respinto il trucco della Madonna Piangente

"Scrive Giulia:- Prima della apparizione della Mamma (del 20/12/98), durante il Rosario si è presentato l'esserino. Era vestito come la Mamma. Appena si è presentato piangeva lacrime di sangue. Non ha glorificato. Con fretta mi diceva che non aveva* più tempo: che le persone che mi stavano vicine stavano per morire e anche quelli che non erano presenti. Voleva che a tutti i costi io gli rispondevo un Sì secondo le sue intenzioni. Ma io non l'ho fatto. Ho chiesto aiuto a S. Michele, alla Mamma e al Servo della Croce. Non voleva andare via, ma poi sbuffando se n'è andato dicendo che non è finito ancora il suo tempo".

Una lezione per tutti

E' la prima volta che satana si presenta così. Ha poco tempo ancora. Tenta perciò di indurre in tentazione anche Giulia. Non c'è riuscito perché Giulia chiede sempre e a tutti di glorificare: anche a Gesù e alla Madonna. Voleva solo un Sì e se Giulia lo avesse dato, diventava anche lei uno strumento di satana.

Sia una lezione per tutti. Per chi in buona fede va di qua e di là: non lo faccia più se non ha la certezza che ci sia un Sacerdote a fare un severo e quotidiano discernimento perché anche un veggente vero può cadere in qualsiasi momento.

Sia un invito alla Chiesa ad essere Maestra di discernimento. Lo starsene lontano, lascia le pecorelle in balia di satana.

Si va verso la Beatificazione di P. Pio. Quello che più mi ha colpito della sua vita e ne ho tratto profitto, sono state le varie e costanti mimetizzazioni con le quali satana si presentava a lui per ingannarlo. P. Pio insegni ed aiuti tutti a smascherare e lottare veggenti e Madonne Piangenti del repertorio del Menzognero di sempre. Guidi, tra tutti, soprattutto la Chiesa perché il silenzio dei Pastori fa trionfare Satana.

 

16. Giov 24/12/98, ore 13.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, oggi è la grande giornata: il Mistero di Dio si svela all'umanità. Tu, piccola croce del Cuore di Gesù,* bevi i calici che ti sono stati preparati* e accetta ancora, figlia mia,* i Dolori del Parto della Croce che passano attraverso le tue carni, attraverso il figlio santo. E in questa giornata io chiedo il quarto davanti all'altare: figlio Franco Vincenzo, vieni (Franco Sola, che come al solito sta tra la gente, si porta nel recito e si inginocchia davanti all'altarino). Ecco, figlioli cari, io vengo in mezzo a voi a portare la Verità del Santo Vangelo. Ve lo ripeto sempre, ma in questa giornata, in modo particolare, ad ognuno di voi chiedo, figlioli miei: fate la Volontà del Padre! E non chiedetevi spiegazioni: offrite i vostri cuori e fate nascere il mio Gesù! Vedete, figlioli cari, i tempi di oggi uccidono il mio Gesù, voi che siete qui riuniti, almeno ad ascoltarmi, fate vivere il mio Gesù: siate le mamme di oggi, le mamme che camminano dietro la Croce perché il mio Gesù è venuto in mezzo a voi portando la Croce e i Dolori. Figli, io sono Mamma, col mio Sì vi ho donato Gesù, e il mio Cuore di Mamma gioisce nel vedere un bambino che viene a portare l'Amore! Quanti bambini vengono in mezzo a voi: quanti bambini vengono cacciati, uccisi, malmenati! Pensate: in mezzo a quei bambini c'è il mio Gesù che dona ad ognuno di voi il suo Amore, il suo Sorriso di Bimbo: e non è poco, figlioli cari! Oggi il mondo fa chiasso: il mio nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore che è racchiuso nel Mistero della Croce, nel Mistero di questo luogo, della Piccola Giulia che Dio Padre vi ha donato. Figlioli, non piangete se dico che presto dovrà tornare al Padre: si deve adempiere tutto quello che è scritto nel Libro, lei ancora dovrà soffrire, portare la Croce per ognuno di voi, per il Mistero che racchiude. I Quattro sono scelti dal Padre: ognuno di loro ha il proprio compito. La Piccola Croce, il piccolo Mario devono portare al mondo il Parto della Croce: ma voi ancora non riuscite a comprendere, non potete comprendere il Mistero del Padre. Il piccolo Franco Vincenzo è il Pietro di oggi: è la Roccia, figlioli cari! Il piccolo Pasquale porta anche lui il Segno della Croce, il Segno della Via Stretta che porta all'Altare di Telesforo. Non scandalizzatevi se vi sto dicendo tutto questo in questa giornata. Siete stati chiamati dal Padre e messi nel suo Giardino per lavorare: figlioli cari, i tempi che stanno scendendo, hanno bisogno di voi, di voi che avete la spada consegnata e di combattere. Non temete niente e nessuno, tutto ciò che avviene è sigillato dallo Spirito Santo e la Piccola Croce non fa nulla senza il volere del Padre: è stata donata a voi e il suo compito è la Santa Sofferenza. Voi, figli Grandi della Casa del Padre, ascoltate: ascoltate con pienezza il mio grido di Mamma. Il mio Cuore Immacolato trionferà e niente e nessuno potrà cancellare il Vangelo della Croce. State attenti, figlioli, il Vangelo è uno solo: non lasciatevi trascinare dal mio nemico! Tu, croce mia, stringiti ai Dolori* del Parto!* (Giulia) Mamma, come sei bella! (la Madonna) Figlia mia, vedi, essere Mamma dona all'umanità la Bellezza: donando il vostro Sì pieno, voi diventate mamme luminose dell'Amore della Croce. Ora, figlia mia, coraggio, vedi: insieme a Gesù ci sono i tuoi angeli.* Abbraccia il Bambinello:* stringilo al tuo cuore!* (Giulia) Mamma!* (la Madonna) Ora mettilo nelle mani del mio Piccolo Giovanni.* (mentre lo prendo) Attento al piedino! Tu, figlio mio, stringi il tuo Gesù al tuo cuore, al cuore del figlio Pasquale, al cuore del figlio Franco e Vincenzo, abbraccia l'umanità e tutti i figli, qui riuniti, col mio Bambino Gesù. Figlioli miei, vi dono il mio Bambinello e vi chiedo ancora una volta di essere mamme: fatelo nascere con pienezza nei vostri cuori! Non dimenticate il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa: figlioli, pregate per lui! In questa giornata non dimenticate nessuno: pregate per tutti e offrite a tutti il mio Gesù. Figli, non lasciatevi trascinare dal mondo: ricordatevi che io sono viva e reale in mezzo a voi e il mio Bambino è qui, in mezzo a voi, figlioli cari! Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, il mio Amore di Mamma è immenso per ognuno di voi: vi chiedo solo di amare e di essere coscienti della mia Visitazione in questo luogo e nel mondo intero. Vi ricordo ancora che sarete perseguitati dai figli della perdizione, ma non temete: la Verità del Vangelo è su di voi! Ora, figlio Mario, Figlio Pasquale, figlio Franco e Vincenzo, unite la Catena, stringetevi alla Piccola Croce e voi, figli tutti, lodate e benedite il Padre per l'Amore Infinito che dona all'umanità da sempre. Lodate e benedite il Padre per i Frutti del suo Amore che nascono dentro di voi. Lodate e benedite il Padre che vi osserva e vi dona il Pane Quotidiano. Figlioli, dovete essere forti ancora: combattere la Battaglia del mio Cuore Immacolato! La Promessa del Padre si sta adempiendo, figli, e il mio Amore è pieno e Dio Padre è con voi e vi ama: amate anche voi, amate i vostri nemici! Quando legate la Catena, figlioli, sappiate che il mio Gesù lega i vostri cuori alla Croce: non togliete le Sante Spine! In questa giornata, figlioli cari, non dimenticatevi che la Croce la dovete portare per arrivare all'Immensa Luce del Cuore della Croce. Figli, io come Mamma, oggi, faccio scendere su di voi il Divino Amore dello Spirito Santo. Siate coscienti di tutto questo e vi ripeto ancora di tenere sempre alto il Santo Vangelo. Vi stringo al mio Cuore Materno e vi dico grazie per essere venuti anche in questa giornata: grazie, figlioli miei! Grazie! Rimanete sempre sotto il mio Manto Materno. Pregate pregate secondo le intenzioni dello Spirito Santo. Tu, croce mia, porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle. (Giulia) Sì, Mamma: dammi ancora la forza di farlo! (la Madonna) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, ricorda sempre il tuo Sì e il tuo primo messaggio. (Giulia) Sì, Mamma! (Giulia) Ora, figlioli del mio Cuore, io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi lascio l'Amen del Cuore della Croce: portatelo al mondo. Lode Lode Lode Lode (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. (Giulia) Mamma, come sei bella! Stringi i miei angeli al tuo Cuore! (la Madonna) Figlia mia, tu tieni stretto il tuo Gesù! (Giulia) Sì, Mamma!"

essere Mamma dona all'umanità la Bellezza

Sacerdote è chi dona Gesù. Il Ministro di Dio lo dona nei segni sacramentali, ma la donna-mamma lo dona come Maria e continua la Maternità di Maria: "Figli, io sono Mamma, col mio Sì vi ho donato Gesù, e il mio Cuore di Mamma gioisce nel vedere un bambino che viene a portare l'Amore!"

Purtroppo oggi si uccide Gesù uccidendo i bambini: "Quanti bambini vengono in mezzo a voi: quanti bambini vengono cacciati, uccisi, malmenati! Pensate: in mezzo a quei bambini c'è il mio Gesù che dona ad ognuno di voi il suo Amore, il suo Sorriso di Bimbo: e non è poco, figlioli cari!"

Far nascere Gesù dunque è far nascere e crescere i bimbi che il Padre ci dona. Lo facciano le donne. Facciamolo però tutti perché la Vita e la Bellezza del Natale trionfino nel mondo: "Donando il vostro Sì pieno, voi diventate mamme luminose dell'Amore della Croce".