LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

N. 235

Quante creature ridono della mia presenza e del

mio parlare,

e il mio Cuore viene trafitto ancora di più

Messaggi Tramite Giulia

1.   Giov 11/3/99, ore 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei il mio Gesù glorifica il Padre, se sei il mio Gesù glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu,* croce mia, bevi i calici* che ti hanno preparato e immolati con i miei Dolori: lasciali assaporare al mondo (1° grido). Ecco, figlioli del mio Cuore,* ecco l'Amore che io vi offro, ecco i Chiodi che io ho abbracciato:° ora lascio abbracciare ad ognuno di voi attraverso la Piccola Croce <2° grido>. (Giulia) O Gesù, o mio Diletto!* (Gesù) Ecco, sposa mia: ecco il mio Amore! Figlioli, figlioli del mio Cuore, riuscite a immaginare il mio Amore? Riuscite a guardare il Legno Santo della Croce? L'umanità lo guarda poco! Io vengo in mezzo a voi a portarvi il Santo Vangelo e a chiedervi soltanto di amare col cuore, figlioli cari, ma i flagelli si abbattono sempre di più sull'umanità perché siete in pochi ad accettare i Santi Dolori.* Tu, croce mia, lascia ancora assaporare il mio Amore all'umanità:* ecco la spada <3° grido>! (Giulia) Gesù, dammi il tuo Respiro!* (Gesù) Figlia mia, vedi cosa stanno preparando i Grandi della Casa del Padre!* (Giulia) Gesù!* (Gesù) Figlia mia, il tuo carico è più pesante in questa Pasqua: guarda ancora!* (Giulia) Fermali, Gesù! fermali, Gesù!* (Gesù) Io mi poggio, figlia mia, sui Piccoli Giovanni, ma molti di essi stanno cadendo nella rete del mio nemico: vengo in mezzo a voi a chiedervi di tenere alto il Santo Vangelo, figlioli del mio Cuore! In questa serata il mio Cuore di Padre è trafitto: guarda, figlia mia, guarda ancora cosa stanno preparando! <4° grido>. (Giulia) Gesù, il Papa! le Mura: le Mura gli cadono ancora addosso!* (Gesù) Sollevate la Piccola Croce. (Giulia) Gesù, le Mura cadono ancora sul Papa! (Gesù) Figlia mia, figli del mio Cuore, invito tutti i Piccoli Giovanni a pregare col cuore perché ancora siete in pochi a farlo: il mondo vi trascina di qua e di là! Ah, figlia mia, quante creature ridono della mia presenza e del mio parlare: e il mio Cuore viene trafitto ancora di più! Come state preparando la mia Venuta? Ah, figlioli, come mi aspettate?! Non accumulate tesori sulla terra e non pensate a fare feste. Io vengo come un ladro nella notte: e i vostri cuori sono pronti? Vi troverò guardando la Croce? Vi troverò ai piedi della Croce? I vostri cuori saranno distaccati dalle cose del mondo? Vi troverò mamme? Dove sono i vostri figli? Dove sono i figli che io vi ho donato? Ah, figlioli del mio Cuore, quanto poco mi amate! quanto poco accettate i Santi Dolori! Vi lamentate per un nulla: vi accasciate sotto il peso di una piccola croce! Guardate: avete visto il Legno Santo che io ho portato e porto per ognuno di voi? Ah, quale gioia nel portarlo: quale luce emanava il suo Cuore! Come fate a non guardarlo, figlioli del mio Cuore?! Ora vi chiedo ancora una volta di cercare nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figlioli del mio Cuore, ricordate che io vedo e sento ogni piccola cosa: nulla mi è nascosto e non potete venire dietro di me se non accettate la vostra piccola croce. Caricatevi di essa e salite con me il Monte: assaporate i dolci sapori della mia Croce (5° grido). Ecco, figli del mio Cuore, quando vi chiedo di assaporarli, vi chiedo di prendere la vostra piccola croce e di portarla in silenzio per i vostri fratelli, per i vostri nemici: caricatevi per loro e portatela con amore, figlioli miei! Tu, piccolo Mario, Giovanni di oggi, porta i tuoi fratelli all'Altare della Misericordia: di' loro di portare la mia Croce, di amarla e di tenerla alta perché io verrò. La mia Promessa non viene buttata: non viene cancellata! il mio Sigillo rimane: il Sigillo dei Chiodi (6° grido) non viene buttato perché è Sigillo di Roccia, è Sigillo del mio Santo Vangelo. Tu la stai portando con me, figlio mio: non fermarti, ma vai avanti e quando ti senti stanco, poggiati sul mio Cuore* perché io sono tuo Padre, figlio mio. Sollevate la Piccola Croce. Figlioli miei, non scandalizzatevi delle mie parole, io vengo a preparare i vostri cuori al mio Matrimonio e il mio Matrimonio è segnato dalla Croce, dalla Santa Sofferenza: io sono passato per mezzo di essa e voi dovete passare per mezzo della Croce, la mia via è fatta di spine e la mia porta è stretta, figlioli del mio Cuore! Vi ripeto ancora una volta di stare attenti al mio nemico, lui usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua rete: tenete sempre alto il Santo Vangelo, l'unico Vangelo della Croce, figlioli del mio Cuore. Tu, piccola cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora i tuoi figli nel Fiume Santo: portali sulle tue spalle, figlia mia.* (Giulia) Gesù, dammi la forza: dammi il tuo Respiro!* (Gesù) Piccola cocciuta del mio Cuore: vedi, figlia mia, vedi quanti angeli!* (Giulia) Gesù! (Gesù) Sì, figlia mia: sono i tuoi angeli e molti ne verranno ancora:* vai avanti! il tuo compito è di portare la Croce, figlia mia: non fermarti, devi offrire al mondo i miei Santi Dolori (7° grido). Il mio Parto è vicino, figli: non scandalizzatevi del mio Amore! (Giulia) Gesù, metto tutti nel tuo Cuore, in particolare metto i Sacerdoti: sostienili in questi tempi, Gesù. (Gesù) Figlia, aiutami a pregare per loro, aiutami a portare la Croce ancora per i tuoi figli. (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ora, figlia mia, guarda!* Sostenete la Piccola Croce. Sali un gradino e guarda:* stai attenta a non parlare! (Giulia) Cosa devo fare, Gesù?* (Gesù) Piccola cocciuta, scopri gli occhi (che aveva coperti con le mani), tanto lo vedi ugualmente:* ora lo terrai nel tuo cuore e quando sarà il momento, lo scriverai e lo consegnerai al Giovanni di oggi. Non temere, figlio mio, non temere: la mia Porta si aprirà!(Quale? Più che il Portone di Bronzo dovrebbe essere la Porta del Parto della Misericordia). Ora lasciatemi riposare un po': voglio riposare un po' nei vostri cuori, voglio essere cullato da voi, mamme del mio Cuore! Preparatevi, figli, ad accogliere il mio Santo Sigillo, ma vi chiedo, figlioli miei, di non gettare via ciò che io vi dono. Vi sigillo attraverso il Giovanni di oggi, il Giovanni che dovrà portarvi nel Prato dell'Amore che io sto preparando ad ognuno di voi. Siate coscienti, siate coscienti: siate coscienti che io sono qui in mezzo a voi vivo e reale, figlioli del mio Cuore! Ora vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa. Vi chiedo figlioli del mio Cuore, di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Ora preparate i vostri cuori: preparateli, figlioli, perché il mio Banchetto è pronto: venite, ma ricordate di non lasciare nessuno fuori della Preghiera! Croce mia, preparati.* (Giulia) Padre Padre Padre Padre! (Gesù) Eccomi, figlia mia (8° grido): ecco la Goccia del mio Amore! prepara il tuo cuore e il cuore dei tuoi figli: ecco l'Amen della Croce! Siate coscienti, figlioli: il mio Amore è segnato dal Legno Santo e vi invito ad amarlo. Ora vai avanti, sposa mia. Ecco, figlioli del mio Cuore: ecco l'Amore che io dono ad ognuno di voi, ecco il Calice che io vi ho lasciato! Il nostro Matrimonio è pieno, figlioli, e io vi offro il mio Sangue e la mia Carne attraverso le mani sante del Giovanni di oggi. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo: ecco il mio Amore Pieno (9° grido) che io offro all'umanità! Mangiate e bevete con me, figlioli. Ecco il mio Amore: ecco la mia Pasqua che io offro alle mie spose! Mangiate del mio Amore Pieno e bevete con me il Sangue della Croce: il Sangue che vi ha donato la Vita. Figlioli del mio Cuore, lodate e benedite il Padre per i Frutti del suo AMORE. Lodate e benedite il Figlio per i Frutti della CROCE. Lodate e benedite lo Spirito Santo per i Frutti della LUCE. Figlioli del mio Cuore, io sono qui in mezzo a voi vivo e reale e mangio e bevo con ognuno di voi: siate coscienti! Beati voi che cercate il mio Cuore. Beati voi che abitate nella Casa della mia Croce. Beati voi che siete piccoli e vi rifugiate nel mio Cuore. Beati voi che gridate in Nome della Croce. Beati voi che non vi vergognate di gridare la Verità della Croce. Beati voi che camminate sulle Vie della mia Croce. Beati voi che ascoltate la Parola Viva del mio Cuore. Beati voi che soffrite a causa del mio Nome. Figlioli, i vostri nomi sono segnati nei Cieli e niente e nessuno vi può fare del male. Ecco - sollevate la Piccola Croce - abbiamo mangiato e bevuto insieme, figlioli del mio Cuore, la mia Pasqua è piena ed è risorta, ora siamo un'unica cosa perché io abito dentro di voi, ma vi chiedo ancora una volta: quando uscite fuori dalla mia Stanza, non lasciate cadere ciò che avete ricevuto, non lasciatevelo rubare dal mio nemico, siate saldi nell'Amore della Croce, siate saldi nell'Amore dell'unico Vangelo! Figlioli, io ho promesso ai miei discepoli che verrò, oggi io lo ripeto a voi: aspettatemi, figlioli, non fate spegnere la lucerna dei vostri cuori! Sappiate che io vengo in mezzo a voi portando il Fuoco dello Spirito Santo: lasciatevi bruciare, lasciate i vostri cuori ardere dell'Amore della Croce e non prostratevi a dei sconosciuti, figli del mio Cuore! Ora io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi: non temete, figlioli del mio Cuore! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra: consolatela in questi tempi, figlioli del mio Cuore! Lode Lode Lode al Padre. Lode al Figlio. Lode allo Spirito Santo. Amen Amen Amen (3). Piccolo Mario, piccolo Pasquale e voi tutti figli, legate la Catena Santa, stringetevi forte per mano e stringendovi per mano stringete la mia Croce e portatela in silenzio, figlioli cari: cercate i figli più abbandonati, i figli allontanati, e stringeteli al Cuore della Croce. Figlioli miei, quando io vi chiedo di cercare i miei piccoli, i miei emarginati, i miei figli carcerati, i miei figli drogati, i miei vecchietti, cercateli e stringeteli ai vostri cuori: io sono Padre e se vi invito a pregare e a stringervi per mano, è perché vi amo e, stringendovi voi, abbracciate l'umanità. Legate i vostri fratelli all'unica Croce e quando pregate con la Preghiera di Padre, siate convinti, figlioli del mio Cuore, siate convinti della mia Misericordia Infinita che scende sull'umanità: basta che voi lo vogliate! Ora preghiamo! (Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Figlioli, ricordate sempre queste parole: non cancellatele! E' la preghiera che io vi chiedo di fare col cuore! Tu, croce mia, porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle perché ancora sono deboli e cadono. (Giulia) Sì, Gesù!* Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù!<4>. (Gesù) Vi amo anch'io, spose capricciose del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli del mio Cuore! Camminate dietro di me in questa Pasqua: non smarritevi! Ora andate in pace e portate al mondo la Pace della mia Croce"

 

2.   Ven 12/3/99, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli di questa valle (siamo a Thurio di Sibari, quindi a tutta la Sibarite di Telesforo), cosa guardate? dove sono rivolti i vostri occhi? dove tenete il vostro cuore? Siete sordi: non sentite la mia Voce! i vostri occhi non vedono il mio Amore: eppure è sempre acceso! Chi è il vostro Dio? Dove andate a chiedere favori e miracoli? Figli, io sono il vostro Dio e Signore, io sono vostro Padre e voi non mi cercate! Voi, figli Ministri, dove portate il mio gregge? Perché li lasciate smarrire e non li conducete a me? Vi siete persi anche voi dietro al mio nemico e non riuscite più a trovare la mia Porta! Ritornate piccoli e poveri tenendo alto il mio Vangelo: figli, io verrò come ho promesso! Voi Quattro della mia Santa Croce, andate avanti, anche se il carico è pesante: vi amo, figlioli del mio Cuore! Tu, croce mia, non scoraggiarti! Io mi poggio ancora su di te: lo vuoi, figlia? (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Grazie, figlia mia!^ Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4).

^ La sigilla con tre spine in fronte e la piaga alla spalla destra.

 

3.   Sab 13/3/99, ore 18.10, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche oggi i calici* che ti hanno preparato e immolati ancora con i Dolori del Parto della Croce del mio Gesù: figlia mia, immolati per i figli della perdizione, immolati per le Mura che sono crollati/e, immolati per i figli che offendono il Cuore di Gesù, trafitto e grondante di sangue!* Ecco, figlioli miei, sono venuto in mezzo a voi a portare la Pace del Vangelo e vi invito a viverlo in pienezza e a tenere alta la Parola Viva del mio Gesù. Figlioli, l'umanità sta andando alla perdizione: siete in pochi a camminare sulla Via della Croce, in pochi invocate l'Amore dello Spirito Santo e se lo fate, lo fate solo con la bocca, i vostri cuori ancora sono legati alle cose del mondo: il mio Gesù viene trafitto ancora di più! Figlioli, il mio Gesù vi sta preparando con le Gocce dell'Amore: le Gocce della Croce che invita a portare ad ognuno di voi. Figli cari, non togliete le Sante Spine, ma stringetele sempre di più e non scaricate la Santa Croce: essa svetta il mondo, è innalzata e il mio Gesù la tiene stretta: non lasciatela, figlioli del mio Cuore! State attenti al mio nemico che usa ogni mezzo, indossa ogni abito per confondervi e trascinarvi nella sua falsa luce: avete lo Scudo della Croce, avete il Santo Rosario e avete il Cuore di Gesù come vostro rifugio. Non prostratevi a dei sconosciuti, figlioli del mio Cuore, il mio Gesù viene in mezzo a voi portando la Santa Croce e la Croce di Gesù non si divide: rimane sempre unita! Figlioli, in questi giorni consolate il Cuore di Gesù, amate e perdonate i vostri nemici, cercate ancora nei vostri cuori: cercate e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù. Figlioli cari, come Mamma vi dico di pregare col cuore e lentamente: non correte, figlioli, ma assaporate voi stessi la preghiera e lasciatela assaporare. Quando sentite le grida della Piccola Croce, Gesù lascia assaporare il Dolce Gusto, l'Amore che Gesù lascia scendere: voi assaporate la Santa Preghiera, pregate col cuore e lentamente e non lasciatevi trascinare dal mio nemico. I vostri cuori siano uniti al Cuore della Croce quando pregate, non portatevi dietro il mondo quando vi incontrate con Gesù: sappiate, figlioli cari, che quando voi vi unite nel silenzio della preghiera, Gesù è dinanzi a voi che ascolta. Figli, siate coscienti di queste parole! Io sono Mamma, Mamma della Croce e Mamma di ognuno di voi perché prima di Gesù l'ho portata io col Sì; offrite i vostri Sì alla Croce, liberate i vostri fratelli che cadono nella rete del mio nemico pregando e portando in silenzio la piccola croce: camminate dietro a Gesù e non fermatevi. Vi amo, figlioli cari, e vi dico grazie per tutto quello che offrite al mio Gesù: grazie, Piccoli Giovanni! Grazie, figlioli miei, per avere ascoltato la mia Parola! Tu, croce del Cuore di Gesù, prega sempre per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa, non lasciarlo solo nell'Orto degli Ulivi: porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle e accetta ancora i Santi Dolori del Parto. (Giulia) Sì, Mamma! Metto tutti nel tuo Cuore: aiutami a camminare, Mammina mia, e consola i cuori dei figli che sono qui presenti e quelli che si affidano alle mie preghiere! Mammina, perdonaci se ancora non sappiamo camminare, ma aiutaci col tuo Amore Materno! (la Madonna) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, cammina cammina: sali il Monte dietro di Gesù! Ora io vi lascio, figlioli del mio Cuore, ma sono sempre con voi. Pregate per i miei figli Ministri: pregate pregate e non lasciateli soli! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen (3). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: portatelo al mondo e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Figlioli, ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo della Croce".

 

4.   Dom 14/3/99,ore 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore del mio Gesù, bevi anche oggi i calici del mio Gesù e immolati con i Dolori del Parto della Croce. Figlioli del mio Cuore, in questa giornata io vengo a portarvi le mie Lacrime di Mamma e vi invito a riflettere sul mio Cuore Immacolato e Addolorato. Vi invito ancora una volta, figlioli cari, a tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù: molti figli lo calpestano sotto i piedi! Io in ubbidienza al Padre vengo a portarvi la Luce del Vangelo e vi invito, figlioli miei, a rimanere uniti alla Croce. Figli, io sono Mamma e non vengo a spaventarvi: vengo ad invitarvi ad aprire i vostri cuori ai tempi che verranno: figlioli, non è una ripetizione! Le mie Lacrime non vengono accettate, in pochi raccogliete il mio Pianto di Mamma* e il mio Gesù si poggia sui Piccoli Giovanni caricandoli con i dolori del Parto e il peso della Santa Croce. Vedete, figlioli cari: quando il mio Gesù e io ripetiamo che le Mura sono crollati/e e i Grandi della Casa del Padre stanno preparando la festa per il mio nemico, voi ancora non comprendete, ma siete in grave pericolo, figlioli del mio Cuore, e io come Mamma vengo ad indicarvi la via che dovete camminare. I tempi che scenderanno, figlioli miei, saranno pesanti, voi non distoglietevi dalla Luce del mio Gesù: rimanete saldi e camminate sulla via stretta che Gesù vi sta preparando e io in ubbidienza al Padre vengo a segnarvela. Figli, la Santa Sofferenza porta sulla Via di Gesù, le Sante Spine portano al Cuore del Padre: non distoglietevi e non cercate altre vie. Sappiate, figlioli del mio Cuore, che il Parto è vicino e la Pasqua che sta scendendo è una Pasqua segnata dalla Croce: non distoglietevi con le cose del mondo. Sappiate che la Luce e l'Amore scendono dal Legno Santo della Croce e il mondo non vi può donare la Luce del Cuore di Gesù. Figlioli miei, voi siete dispersi, andate di qua e di là, non cercate l'Amore di Gesù, fermatevi e cercate ancora nei vostri cuori, cercate, figli, e togliete tutto quello che non appartiene al mio Gesù: tenete sempre alto il Santo Vangelo della Croce. Figli, io vi amo perché sono vostra Madre, sono la Mamma della Croce e non vi voglio persi: venite dietro di me, prendete la mia mano e camminate sulla Via di Gesù. Figli, vi chiedo solo una cosa: siate coscienti che la Luce del Padre è in mezzo a voi. Pregate, figli, e non lasciate solo il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa. Pregate nell'attesa, figli del mio Cuore! Tu, croce mia, immolati ancora e porta i tuoi figli sulle tue spalle. (Giulia) Sì, Mamma, ma dammi la costanza e la forza! (la Madonna) Cocciuta del Cuore di Gesù, vai avanti! (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Ora vi lascio, figlioli del mio Cuore. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Aspettatemi perché io verrò ancora, figlioli miei! Amen Amen Amen Amen (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Vivete in pienezza il Vangelo Vivo di questa giornata (IV Quar/A). Vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: accoglietelo, figlioli del mio Cuore! (Giulia) Grazie, Mamma!"

 

5.   Mar 16/3/99, ore 07.30, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, vedi come Gesù rimane unito alla Croce e la tiene stretta per l'umanità e il mio nemico sta trascinando sempre di più anime nel suo buio! Vedi, figlia mia, come cadono le Mura della Chiesa di Roma! Prega, figlia mia, e non lasciare solo il Piccolo Giovanni, cioè il Papa. (Giulia) Mamma, ma cosa posso fare io? (la Madonna) Coraggio, figlia: intanto ora soffri per il tuo Gesù. (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Figlia mia, ti chiedo di preparare un lettuccio nella stanza accanto a quella di Gesù e lì ti fermerai il Venerdì della Croce; poi passerete il Lunedì dopo Pasqua aspettando Gesù sulla riva del mare. Sarà il figlio Mario a decidere dove e in quanti dovete essere. Ora, figlia mia, ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4).

 

6.   Giov 18/3/99,ore 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi:* gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, bevi i calici* che ti hanno preparato e immolati con i Dolori del mio Parto:* assaporalo, figlia mia, e fallo gustare ai tuoi figli;* non essere cocciuta: non puoi reggere (1° grido)! Figlia mia, il mio Parto è segnato dai Dolori ed è sigillato col Santo Vangelo, con la mia Verità di Padre: assaporalo <2°grido>! (Giulia) Gesù, quanto è grande il tuo Amore!* quanto soffri per noi!* (Gesù) Figlia, ciò che tu assapori sono le briciole, i Dolori che io ho assaporato sono ancora più forti, ma passano attraverso il tuo cuore,* attraverso le tue ferite: il sangue che tu offri ai miei figli è il Sangue del mio Amore in preparazione alla mia Venuta in mezzo a voi. Figlioli, io vengo a portarvi il mio Santo Vangelo e vi invito a tenerlo sempre alto. Non scandalizzatevi dei miei Dolori che la Piccola Croce vi lascia assaporare, è cocciuta ed io la amo per questo: in parte vi fa assaporare i Dolori (3° grido), ma ora le sue forze vengono meno e ve ne lascia assaporare qualcuno in più. Figlioli del mio Cuore, contemplate il Legno Santo, contemplate il Cuore di Maria! Vedete, figlioli cari, quando Lei si trovava dinanzi alla Croce e assaporava il Dolce Sapore dei Chiodi, immaginate: quale mamma può resistere?! quale cuore di mamma può essere così gioioso di contemplare i Santi Chiodi?! Voi perché vi lamentate? Perché non sapete accettare? Eppure contemplate Maria dinanzi alla Croce: il suo Unico Figlio innalzato sul Legno! Il suo Cuore di Mamma, straziato, grondante di sangue, gioiva per l'umanità! E voi cosa fate dinanzi ai dolori? Cosa fate dinanzi alle sofferenze? Dove bussate? Non fate altro che lamentarvi! Ah, figlioli del mio Cuore, fate sbocciare dentro di voi i Frutti della Croce, assaporate nei vostri cuori i Santi Dolori del mio Amore che io ho donato all'umanità: io lasciavo cadere i gridi del mio Amore e ridevano di me! Voi che siete qui riuniti nella mia Casa, nella Casa che io vi ho chiesto, accogliete i miei Dolori: assaporateli, figlioli (4° grido) del mio Cuore! La mia Piccola Croce mi offre il suo cuore: quando io gli chiedo che mi poggio ancora per i tuoi figli o per i figli Ministri o per le Mura, inchina il suo capo dandomi un Sì pieno. Il mio Cuore di Padre gioisce in quell'attimo. Io l'ho donata a voi la Piccola Croce, come pure vi ho donato il figlio santo, il piccolo Mario e passo attraverso di loro. Voi ancora non comprendete queste parole, figlioli, ma io vi ripeto ancora una volta che la Croce è unita e non si divide: rimane salda. Sollevate la Piccola Croce: sostenetela, figlioli del mio Cuore! Io vi invito ancora a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè il Papa, e vi ripeto ancora una volta che le Mura sono crollati (5° grido). Figli, siate pronti e preparati per i tempi che scenderanno sull'umanità. Figli, io vi sto preparando per questa Pasqua che viene. Figlioli miei, siete in grave pericolo: rimanete uniti alla Croce, cercate il mio Vangelo che è sigillato dai Dolori del mio Parto, figli del mio Cuore, e non prostratevi dinanzi a dei sconosciuti. Verranno in tanti a dirvi: Io sono il tuo dio. State attenti! Fermatevi solo dinanzi alla Croce che io vi ho lasciato: segnata col mio Sangue, segnata con le Sante Spine. Conoscete la mia Porta: è stretta ed è faticoso arrivare alla mia Porta. Figli, chi vuol venire dietro di me, prendi/a la propria croce lasciando ogni cosa che appartiene al mondo, figli del mio Cuore. Il mio nemico sta seminando ancora i suoi frutti che sono marci: cadono di qua e di là e molti miei figli li raccolgono e cadono nella sua rete trascinando dietro di loro molti miei Ministri. Anima mia, croce del mio Cuore, immolati per loro con i Dolori <6° grido>! (Giulia) Gesù, dammi un po' del tuo Respiro! (Gesù) Anima mia, il carico è pesante, ma vedi quanti figli si perdono! Cosa vuoi fare, figlia mia? Li vuoi lasciare? (Giulia) No, Gesù: dammi ancora da bere i calici dei tuoi Dolori <7° grido>. (Gesù) Non scandalizzatevi, figli del mio Cuore! Piccoli Giovanni che siete qui riuniti, non pensate che io sia un Dio cattivo: i dolori sono Dolori del mio Amore, li lascio assaporare a voi e all'umanità perché vi voglio salvi. Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, vi invito ancora a pregare e a cercare nei vostri cuori: cercate cercate e togliete tutto quello che non mi appartiene. Preparatevi per questa Pasqua, figlioli del mio Cuore! Pregate per i vostri nemici: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Figli miei, figli del mio Cuore, rimanete uniti e non dividetevi: presto io verrò ad abbracciarvi e presto i vostri occhi vedranno la mia Luce. Ora vi lascio assaporare ancora il mio Amore (8° grido) e vi sigillo attraverso il Giovanni di oggi col mio Santo Sigillo della Croce e vi chiedo di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi. Anche se i vostri occhi non vedono, siate convinti che io sono in mezzo a voi. Mi servo della Piccola Croce per parlare, ma lei non è di questo mondo: vi è stata donata, Figlioli! Ora vi invito a prepararvi: vi invito al mio Banchetto, al mio Matrimonio segnato dalla Croce. Figli, siate coscienti e sappiate bene che chi viene a me deve portare il Legno: il Legno è pesante, allo stesso tempo è dolce ed è carico d'Amore. Figli, venite al mio Matrimonio! Tu, Giovanni di oggi, tu che hai il Bastone in mano, conduci il tuo gregge, portalo nel Prato del mio Cuore, fai gustare anche tu i Dolori ai tuoi figli e tira sempre la mia Barca; fai ancora nodi, figlio mio, e tieni alto il Bastone che ti è stato consegnato in questa serata.^ Figlio mio, fermati un attimo e ascolta il tuo cuore: è giusto quello che stai pensando, figlio mio.^ Ora preparate i vostri cuori. Tu, sposa mia, prepara il tuo cuore. (Giulia) Padre Padre! (Gesù) Sì, sposa mia: è giusto ciò che è nel tuo cuore. Lascio scendere su di voi, spose mie, le Gocce del mio Amore: siate fecondi, moltiplicatevi nel Segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Non temete: i vostri cuori saranno consolati col mio Amore! Figlio Mario, stringi la mia mano. Attraverso il mio consacrato, il Giovanni di oggi, io faccio scendere il mio Amore sull'umanità.* (Giulia) Grazie, Gesù! (Gesù) Ecco:* ecco come passo (9° grido) attraverso i cuori aperti! Figlioli, accettate ancora il mio Santo Sigillo. Preparatevi, figlioli, al mio Incontro. (Giulia) Dammi un po' di respiro, Gesù!* (Gesù) Coraggio, sposa mia: vai avanti! Ecco il mio Amen. (Giulia) Amen, Gesù! (Gesù) Sì, sposa mia: vai avanti! Ecco, figli del mio Cuore, sono qui in mezzo a voi vivo e reale, il mio Banchetto è pronto: venite e mangiate con me perché io voglio fare festa con ognuno di voi. Il mio Giovanni di oggi mi dona ad ognuno di voi. L'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi (10° grido): assaporate il mio Amore. Bevete e mangiate con me il mio Sangue e la mia Carne: il mio Amore che io dono all'umanità. Siate coscienti, figlioli: siate coscienti che io sono qui in mezzo a voi e vengo ad abitare nei vostri cuori.* Ecco il mio Sangue che io dono all'umanità. Ecco la mia Carne che io offro alle mie spose. Mangiate e crescete nell'Amore della Croce, figlioli del mio Cuore. Bevete, figlioli miei, il Frutto dell'Albero della Croce. Gustate il Dolce Sapore del mio Amore e gioite. Fate festa perché lo Sposo è qui: è in mezzo a voi e gioisce con ognuno di voi. Figlioli, voi ancora non conoscete quanto è grande il mio Amore per ognuno di voi. Gustate il mio Sangue e la mia Carne. Gioite nel ricevermi nei vostri cuori. Siete coscienti che in quel pezzettino di pane e in quel sorso di vino ci sono io? Ah, come gioisco io nel venire ad abitare dentro di voi, figli miei, spose del mio Cuore, mamme della mia Croce: rimanete uniti al mio Cuore, rimanete uniti al Cuore di Maria e di Giuseppe, rimanete uniti al Segno Santo della Croce! Ecco, figli, contemplate il mio Amore. (Amen alle solite giaculatorie). Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli del mio Cuore, abbiamo fatto festa, io mi sono donato ad ognuno di voi, ora abito nei vostri cuori, ma vi chiedo, figlioli cari: uscendo fuori da questa Stanza, non gettatemi via, non lasciatevi trascinare dal mio nemico! Siate coscienti di ciò che avete ricevuto e combattete con me la Battaglia dell'Amore. Beati voi che rimanete saldi nel Cuore della Croce. Beati voi che accettate la mia Pasqua Viva, Piena e Risorta. Beati voi che vi fermate e ascoltate i Battiti del mio Amore. Figlioli, io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi la Verità del mio Santo Vangelo: vi invito sempre a tenerlo alto perché io non vengo a cambiare nulla. Ora vi sigillo ancora attraverso il Giovanni di oggi, il Giovanni dei Dolori del mio Parto. Figlioli, siate coscienti, siate coscienti! Ora io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccolo Mario, piccolo Pasquale e voi tutti, unite la Catena Santa. Stringendo le vostre mani, stringete la Croce e non lasciatela, figlioli cari: rimanete uniti, formate lo Scudo dell'Amore e allontanate i flagelli che scendono sempre di più sull'umanità. Figlioli cari, se voi aprite i vostri cuori e le vostre mani rimangono legati/e alla Croce, i flagelli si allontanano: se riuscite a cancellare l'odio, se riuscite ad amare col mio Cuore, potete allontanare il mio nemico e far sbocciare frutti d'Amore! Figli, figli del mio Cuore, io vi ho preparato il Giardino dell'Amore: ora sta a voi decidere come coltivarlo e farlo crescere. Io vi sto donando il Seme della Croce: non buttatelo via, figlioli del mio Cuore! Io vi invito a pregare col cuore e quando vi chiedo di pregare con La Mia Preghiera, ricordatevi che io sono vostro Padre. Vi offro il Cuore di Maria e di Giuseppe: figli, rimanete uniti alla Santa Famiglia. Ora preghiamo! (Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Figlioli, ricordate sempre queste sante parole. Ora io vi abbraccio e vi sigillo. Tu, figlio mio, abbraccia e sigilla i tuoi figli. (Chiedo se abbracciarli ad uno ad uno come ha fatto Gesù con me: abbraccio e segno di croce in fronte. Qualcuno mi dirà che Gesù mi baciò anche la fronte) Sì, figlio mio: non stancarti! (Giulia) Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <44 quanti i presenti>. (Gesù) Vi amo anch'io col Padre e con lo Spirito Santo e aspetto i vostri cuori (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli del mio Cuore: andate in pace e portate al mondo la Pace della Santissima Trinità. Tu, croce mia, porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle e vieni dietro di me. (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Non temete, la Piccola Giulia è con me in Paradiso (pausa, Giulia però muove le labbra e sembra ripetere molte volte la parola Lode). Ritorna dai tuoi cari, sposa mia".

 

7.   Ven 19/3/99,ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, siano i vostri cuori rivolti al Padre, ricordatevi di appartenere solo a Lui: non sporcate la sua Immagine, non offendete il suo Cuore calpestando i vostri corpi. Figli, siate tutti per Dio perché Lui vi ama e vi dona tutto di sé! Cercate la Croce e non lasciatela perché Essa è la vostra vita, la vostra salvezza e il vostro tesoro che nessuno vi può rubare se voi siete dei buoni guardiani. Figli, io vi amo e vi aspetto nel Mio Giardino (= la vera Terra Promessa): non lasciatemi per cercare il giardino del mondo. Sappiate, figlioli miei, non vi dona nulla: io sono il vostro Tutto. Vi chiedo ancora di pregare secondo le mie intenzioni di Padre. Presto io verrò a liberarvi! Voi Quattro della mia Santa Croce, andate avanti e non fermatevi: siete i miei gioielli preziosi. Vi amo, figli, per quello che mi donate: tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo e pregate per i figli della perdizione. Benedico voi e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)".

 

8.   Dom 21/3/99, ore 15.25, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche oggi i calici che ti hanno preparato, figlia mia, e immolati ancora con i Dolori del Parto della Croce per l'umanità tutta, per le Mura che sono crollati; immolati, figlia mia, per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa.* Croce del Cuore di Gesù, i dolori sono sempre più pesanti,* ma tu sii forte: figlia mia, tieni sempre alto il Santo Vangelo della Croce perché io vengo solo a portare la Verità di Gesù. Vivete in pienezza il suo Santo Vangelo e pregate, figlioli cari, per la pace: non dimenticate che io da Fatima vengo a chiedervi di pregare per la pace (il 24 c.m. iniziano i giorni del bombardamento in Serbia e Kosovo). Vedete, figlioli cari, la Parola del mio Gesù viene presa alla leggera: non viene ascoltata e il mondo sta andando alla perdizione. I flagelli si abbattono sempre di più sull'umanità perché i vostri cuori sono legati alle cose del mondo e mettete all'ultimo posto il Vangelo Vivo: la Croce del mio Gesù. Non fuggite, figlioli, dinanzi alla Croce, ma accettatela in pienezza e vivete il Vangelo Vivo. Preparate i vostri cuori alla Pasqua che il mio Gesù fa' scendere sull'umanità e non prostratevi a dii sconosciuti. Figli cari, il mio nemico sta confondendo molti miei Piccoli Giovanni trascinandoli nella sua falsa luce: nella luce dove non c'è la sofferenza. Il mio Gesù viene in mezzo a voi portando la Croce e la Croce del mio Gesù non si divide: rimane sempre unita alla sua Parola Antica. Figli del mio Cuore, io sono Mamma e Mamma della Croce, invito ognuno di voi ad amare, a perdonare, a usare carità verso tutti: vi chiedo di essere cuori di mamma dove fare abitare il mio Gesù che viene in mezzo a voi. Figli cari, ricordate di non togliere nessuno dalla Santa Preghiera e ricordate sempre che la mia Promessa viene da Fatima: il mio Cuore Immacolato trionferà e tutti vedrete la Luce del Cuore Padre. Figlioli cari, ora io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Verità della Croce. Vi invito sempre a tenere alto il Vangelo Vivo del mio Gesù e vi invito a pregare col Santo Rosario: pregate pregate pregate, figlioli del mio Cuore! Tu, croce del Cuore di Gesù, immolati ancora: porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle e soffri per amore del tuo Gesù.* (Giulia) Sì Mamma, ma dammi la costanza e la forza perché la mia viene meno! (la Madonna) Non temere, piccola cocciuta, del Cuore di Gesù! Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore dell'unico Vangelo della Croce, figlioli del mio Cuore. Amen Amen Amen Amen (4). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Vi lascio l'Amen del Cuore del Padre: Accoglietelo, figlioli! (Giulia) Mamma, grazie!* grazie, Mammina mia!"

 

9.   Mar 23/3/99, ore 07.30, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Vieni, figlia mia: glorifichiamo il Signore. Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Figlia mia, vuoi ancora camminare con Gesù e aiutarlo? (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Vedi, figlia mia, devi pregare per la pace: i Grandi del mondo stanno aiutando il mio nemico. Prega, figlia, e fai pregare i tuoi figli. Ora soffri per il tuo Gesù: consola il suo Cuore. (Giulia) Sì, Mamma! (la Madonna) Ti benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)".

 

10. Merc 24/3/99, ore 15.30, more solito

"(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre, se sei tu glorifica il Padre. (la Madonna) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi ancora, figlia mia, i tanti calici che ti hanno preparato e immolati, figlia mia, con i Dolori del Parto della Croce:* assaporali anche qui e lasciali assaporare ai tuoi figli perché il tempo è arrivato (1° grido). Figlia mia, il mio Cuore di Mamma gronda sangue per l'umanità intera, per i Grandi del mondo: per i Grandi che dicono di amare il mio Gesù! Figlia, io vengo in mezzo a voi in ubbidienza al Padre, vengo a portarvi il Vangelo Vivo della Croce e come Mamma grido dal profondo del Cuore: ascoltatelo, convertite i vostri cuori, non siate duri, figlioli cari! Ciò che ho detto a Fatima si sta adempiendo, figlioli del mio Cuore, vi invito a pregare: pregate pregate secondo le mie intenzioni di Mamma, pregate e rimanete uniti in questi attimi (inizia fra poco la guerra) perché i flagelli stanno scendendo sull'umanità. Figlioli del mio Cuore, in pochi camminate con la Croce e in pochi vivete in pienezza il Vangelo Vivo del mio Gesù: cercate il mio Manto solo nei momenti di pericolo e gettate sempre la Croce perché il mondo vi trascina dietro la sua luce che non è la Luce del mio Gesù! Figlioli miei, il mio Gesù vi sta preparando la sua Pasqua: non lasciatelo, figli del mio Cuore! Voi cercate sempre di accumulare tesori sulla terra dimenticando il tesoro che avete nei Cieli. Figli, i flagelli si abbattono su di voi perché avete dimenticato la strada che vi porta al mio Gesù. Vi invito ancora una volta a pregare per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa: figlioli, pregate per lui e non lasciatelo solo in questo attimo. Vedete, figlioli del mio Cuore, voi avete ascoltato il grido di un dolore, il Grido del Dolore del mio Gesù, ma avete ascoltato una piccolissima parte attraverso le carni della Piccola Croce. In questo attimo il mio Gesù grida il Dolore: grida perché si vede solo, grida perché i suoi figli si perdono, grida perché vede il sangue degli innocenti che scende sull'umanità! (Giulia) Mamma, Mammina mia! (la Madonna) Figlia, consola il Cuore del tuo Gesù, soffri ancora con Lui e porta i tuoi figli nella porta stretta: rimanete uniti e non dividetevi! (Giulia) Mamma, Mammina mia, c'è troppo sangue! (la Madonna) Prega, figlia mia, e non spaventarti! L'ora della Croce è piena e sta scendendo sull'umanità: voi non spaventatevi, figlioli del mio Cuore! Il mio Gesù grida ancora i suoi Dolori perché trova le porte chiuse. Ah, cosa posso dirvi come Mamma?! Il mio dolore è enorme! le spade che trafiggono il mio Cuore hanno lacerato il mio Cuore e gronda gronda: gronda sangue per ognuno di voi! Figli miei, perché non vi destate dal sonno? Perché non cercate il Cuore di Gesù? Aprite i vostri occhi: figli, guardate il Legno della Croce. Non vi sono altri dei: non lasciatevi trascinare dal mio nemico. Il mio Gesù è venuto in mezzo a voi con la Croce: io l'ho partorito con la Croce donando il Sì al Padre. Siate coscienti di queste parole e siate mamme: non uccidete il mio Gesù correndo dietro alle cose del mondo. Figli, siate coscienti della Verità del Vangelo perché io vengo in mezzo a voi solo portandovi il Vangelo Vivo e i Dolori del Parto della Croce (2° grido). Coraggio, anima mia, vai avanti e non fermarti: cammina dietro Gesù! (Giulia) Sì, Mamma, ma dammi la costanza e la forza ancora!* (la Madonna) Piccola cocciuta del Cuore di Gesù, ancora devi camminare e il peso è sempre più enorme: non fermarti, almeno tu consola il Cuore di Gesù che è solo e grida i suoi Dolori per l'umanità che sta andando alla perdizione. (Giulia) Mammina, Mammina mia,* non piangere! (la Madonna) Figlia mia, sono Mamma, Mamma Piena della Croce, e vi amo! Tu, Giovanni di oggi, stringi la mia mano: consola il Cuore di Gesù, figlio mio, di' ai tuoi fratelli di rinnovare i propri cuori, di essere pronti e preparati alla Venuta di Gesù. Presto la Porta si aprirà e il Parto è vicino, figlio mio, non fermarti dinanzi ai tempi che verranno: raduna le tue pecorelle e rimanete uniti pregando il Padre e lo Spirito Santo. Il mio Cuore Immacolato di Mamma vi darà la Luce, la Sapienza, l'Amore e la Carità per andare avanti perché i tempi saranno duri, figlioli del mio Cuore. Ora da parte di Gesù vi sigillo col Bacio del Cuore della Croce. Figlioli, non scandalizzatevi della Misericordia Infinita del Padre, ma siate pronti: aspettate il mio Gesù che viene in mezzo a voi portando il Vangelo della Croce. Ora io vi lascio, ma vi invito, figlioli cari, a stare vicino al mio Gesù: almeno voi consolate il suo Cuore e abbracciatelo! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vi lascio l'Amen del Cuore della Croce: stringetelo ai vostri cuori e offritelo al mondo. Ricordate sempre di non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Lode Lode Lode Lode Lode Lode Lode Lode Lode (9). Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen. Croce del mio Cuore, soffri ancora* per il tuo Gesù. (Giulia) Sì, Mamma!(3° grido e preghiera al Cuore della Croce).

O Cuore Trafitto dai Dolori del Mondo,

insegna a noi miseri peccatori

ad amare con la tua Croce.

O Cuore Grondante, donaci l'Amore.

O Cuore Adornato di Spine,

donaci il tuo Respiro

per rimanere sulla tua Croce.

Amen.

11. Giov 25/3/99, ore 21.04, Stanza, more solito

"(Giulia) Se sei tu Gesù glorifica il Padre, se sei tu Gesù glorifica il Padre. (Gesù) Sia gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen. Pace a voi, figlioli del mio Cuore! Sono io, il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi: gioite e fate festa, spose amate dal mio Cuore! Tu, croce mia, gioisci bevendo i calici che ti hanno preparato, assapora e fai assaporare i Dolori del Parto della Croce all'umanità: figlia, ecco Maria col suo Parto (1° grido)! Ecco, figlioli del mio Cuore: ecco la Croce che io porto, ecco il Vangelo Vivo che io dono all'umanità! Figlia mia, sii forte ché i flagelli che scenderanno ancora sull'umanità saranno pesanti: vieni dietro di me (2° grido)! (Giulia) Gesù, sono enormi i chiodi!* (Gesù) Coraggio, anima mia: non fermarti! Vedi, figlia mia, il mio Cuore di Padre gronda sangue per l'umanità, per le Mura che sono crollati e nessuno li alza. Io mi poggio sui Piccoli Giovanni, ma non vengono ascoltati: vengono messi da parte e il mio nemico porta la bandiera confondendo i Ministri. Ah, figli del mio Cuore, dove avete messo la mia Croce? Quale via state camminando? Il mio dolore è enorme! Io grido i miei Dolori, ma l'umanità non ascolta: l'umanità corre di qua e di là lasciando la mia Croce. Figli, come state preparando i vostri cuori al mio Ritorno? Come mi aspettate? Dove sono rivolti i vostri occhi? Mi preparate feste che io non voglio! Figli, preparate una capanna nei vostri cuori, preparatemi una mensa piena del vostro Sì: è' quello che io vi chiedo! Come Padre vengo a bussare alle vostre porte chiedendovi di essere piccoli e poveri: non chiedo altro, figlioli miei! Vedete, Maria, Madre mia e Madre Vostra, col suo Sì vi ha coronato con la Croce, col suo Sì vi lascia assaporare il Dolce Gusto del mio Parto (3° grido). Non scandalizzatevi, figlioli cari, del mio Amore di Padre! Voi pensate: Ma come può Gesù a far sentire i suoi Dolori attraverso un grido?! Figlioli, il mio Grido d'Amore è stato abbracciato dal Legno Santo: quando sono stato innalzato dinanzi agli occhi di Maria, i nostri cuori hanno gridato un Grido d'Amore, un Grido di Pace, un grido che l'umanità non vuole udire e in questa serata io lascio assaporare ancora ad ognuno di voi il Grido della Croce <4° grido>. (Giulia) Mio Signore e mio Dio! (Gesù) Figlia del mio Cuore, ecco come io vengo a poggiarmi sui Piccoli Giovanni: ecco come io vengo a portare il Vangelo Vivo della Croce. Mi dono ad ognuno di voi attraverso i miei Ministri e il mio Grido di Padre. Busso ai cuori: busso per far sentire, ma la porta non viene aperta! Passo attraverso le mani dei miei Ministri, ma non vengo accarezzato! Ah, figlioli, quanto è grande il mio dolore nel vedere le porte chiuse! quanto è grande il mio dolore nel vedere i cuori che non hanno posto per me! Il mondo vi ha trascinati, figli, e ora scendono sempre di più sull'umanità i flagelli! Figli, figli del mio Cuore, vi invito a pregare: pregate per la pace, pregate col cuore aperto, rivolgetevi al Padre! Figli, la Croce è unita e il suo Grido è innalzato al Padre (5° grido): assapora il Gusto dei Chiodi! (Giulia) Gesù!* Gesù!* (Gesù) Anima mia, sii forte ancora: invita i tuoi figli a tenere alto e a vivere in pienezza il mio Santo Vangelo. Prega, figlia mia, per il mio Piccolo Giovanni, cioè per il Papa (6° grido): vedi, figlia mia, è solo nell'Orto degli Ulivi e le Mura cadono ancora su di lui! Sollevate la Piccola Croce. Figlioli del mio Cuore, vi chiedo col Cuore Grondante di Sangue di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi e vi ripeto ancora una volta di pregare per il mio Piccolo Giovanni perché lui è una pecora in mezzo ai lupi. Figli, siete in grave pericolo! Pregate il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo: i Grandi del mondo non vi daranno la Pace, figlioli del mio Cuore, ricordate che la Pace scende dal Legno Santo, ma i Grandi non vogliono unirsi al Legno dell'Amore. Figli, il segreto che la Piccola Croce racchiude nel suo cuore è pesante, vi invito solo ad essere coscienti e a chiedere al Padre: Misericordia! Misericordia! Misericordia! Io non vengo a turbare i vostri cuori, vengo a prepararvi, figlioli miei: preparo ognuno di voi facendo assaporare il Gusto Pieno della Croce !* Non temere, anima mia: lascia anche ai miei pargoli il Dolce Sapore (7° grido). Ecco come è dolce il Nettare della Croce! Figlioli, non scandalizzatevi, ma poggiatevi sempre di più sul Legno Santo. Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Luce: io sono il Gesù che vi ha donato il Sangue e la Carne. Tu, Giovanni di oggi, tu che sei stato mandato dal Padre, tu che hai la Spada e il Bastone in consegna, grida i miei Dolori al mondo, grida la Verità del mio Vangelo ai tuoi fratelli, falli destare dal sonno: figlio mio, fratello mio, mamma del mio Cuore, grida con me i Dolori del Parto <8° grido>. (Giulia) Gesù!* Gesù!* (Gesù) Figlia mia, consola il mio Cuore che viene trafitto: in questo attimo sangue innocente cade e bagna la terra! (Giulia) O Gesù, fermali! fermali! fermali, Gesù! (Gesù) Figlia mia, non sta a te decidere cosa fare: prega e fai pregare i tuoi figli secondo l'intenzione dello Spirito Santo. Sollevate la Piccola Croce. Ecco, figlioli miei, non scandalizzatevi di ciò che io sto dicendo, sappiate che io vedo i vostri cuori e vi chiedo ancora una volta di essere coscienti della mia presenza viva e reale in mezzo a voi: cercate cercate ancora nei vostri cuori e togliete tutto quello che non mi appartiene, figlioli del mio Cuore! Ora io vi sigillo attraverso il Giovanni di oggi col Bacio della Croce. Figlioli del mio Cuore, non scandalizzatevi del mio Amore Infinito! La mia Verità è segnata dalla Croce e io vengo a portarvi la mia Croce e Santi Dolori: vi invito, figlioli cari, a non togliere le Sante Spine, vi invito a camminare per la via stretta. Allontanate dai vostri cuori il mio nemico: fate scudi di Santi Rosari e pregate con Maria, Madre mia e Madre vostra. Vivete la mia Pasqua col cuore: distaccatevi dalle cose del mondo, raccogliete i miei piccoli, i miei poveri, i miei emarginati e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, figlioli del mio Cuore! Ora vi invito ancora una volta a poggiarvi sul Legno Santo della Croce: contemplatelo nella sua Luce e non prostratevi a dei sconosciuti. Io sono il Dio Uno e Trino: non ve ne sono altri, figlioli del mio Cuore! Ora preparate i vostri cuori per il mio Matrimonio. Croce mia, prepara il tuo cuore all'Incontro dell'Amen <9° grido>. (Giulia) Amen, Gesù! Amen, Gesù! (Gesù) Sii forte, croce mia: porta ancora i tuoi figli sulle tue spalle* e non fermarti. I tempi saranno ancora pesanti perché siete in pochi ad accettare il mio Santo Vangelo, la mia Santa Verità: molti miei figli calpestano la mia Croce e il Cuore di mia Madre viene trafitto! (Giulia) Gesù, dimmi cosa posso fare! (Gesù) Cosa vuoi fare ancora: sei un flagello! (Giulia) Gesù, abbi misericordia di noi miseri peccatori: mandaci la tua Grazia e la tua Luce, poggia sempre la tua Croce, Gesù! (Gesù) Piccola cocciuta del mio Cuore, non ti sazi mai di assaporare il Dolce Sapore del Legno.* (Giulia)  O Legno Santo, Giaciglio del mio Cuore, abbraccia l'umanità, donaci il tuo Nettare! <10° grido>.(Gesù) Ora, figlia mia, dona l'Amen del mio Cuore ai tuoi figli e preparati: vai avanti, anima mia! (Giulia) Sì, Gesù! (Giulia) Sigilla ancora i tuoi figli: siate coscienti, figlioli, abbracciate la propria croce e venite dietro di me. Vai avanti, figlia! Ecco, figlioli del mio Cuore, vi invito ad essere coscienti che qui in mezzo a voi ci sono io vivo e reale, non guardate la Piccola Giulia, io mi servo di lei per donarvi il mio Amore, il mio Grido di Padre e attraverso le mani del Giovanni di oggi io mi dono ad ognuno di voi: vi dono il mio Sangue e la mia Carne. Bevete e mangiate con me il Frutto della Croce. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo: bevete con me. Figlioli, ecco la mia Carne: mangiate con me. Figli, vivete la mia Pasqua Piena e Risorta: ecco l'Agnello senza macchia che si dona all'umanità, ecco la Croce della Vita che si dona per i suoi figli. Lodate e benedite il Padre per i Frutti della Croce. Lodate e benedite lo Spirito Santo per i Frutti della Luce. Figlioli del mio Cuore, bevete e mangiate con me perché io sono qui in mezzo a voi a portarvi il mio Vangelo, la mia Verità, il mio Amore. Io vengo ad abitare nei vostri cuori: vengo a costruire la Capanna del Poverello. Figli, ecco i tesori che io porto ad ognuno di voi: uniti al Padre e allo Spirito Santo, io vi porto il Legno della Vita e vi chiedo di rimanere uniti. Non dividetevi, figlioli del mio Cuore, aspettate la mia Venuta in mezzo a voi perché io verrò ancora a portarvi il mio Matrimonio, la mia Croce, perché io non mi stacco da essa. Figlioli, mi fermo sempre a parlare del Legno Santo perché vi amo e non c'è Salvezza senza la Croce, non c'è Luce senza il Legno Santo e col Cuore Pieno di Sangue io vi invito ancora a pregare. Vi chiedo, figlioli cari, di allontanare i flagelli offrendo il vostro Sì totale alla Croce: donando il vostro Sì pieno, come Maria, al Padre. Non è molto che vi chiedo, figlioli! Metto nelle vostre mani l'umanità: ora sta a voi decidere cosa volete fare. Volete essere figli della Luce e appartenere solo a Dio o volete abbracciare il mondo? Decidete, figlioli! <Amen alle solite giaculatorie> .Sollevate la Piccola Croce. In questa serata, figlioli, vi ho caricato col peso della Croce chiedendovi di decidere su cosa volete fare. Ricordatevi sempre che io sono Padre e un Papà ascolta sempre i battiti dei propri figli e in questo attimo ascolto i battiti di ognuno di voi e dei figli che gridano i Dolori della Croce: la Piccola Giulia nell'attimo di spezzare il Pane ha gridato nel suo cuore il Dolore che in questo attimo ha assaporato Maria, Madre mia e Madre vostra nel vedere i propri figli perdersi dietro i rumori del mondo. Pregate, figlioli miei: pregate perché io mi sono donato ad ognuno di voi e abito nei vostri cuori. Tu, croce del mio Cuore, piccola cocciuta, sii forte, porta ancora i tuoi figli nel Fiume Santo del mio Amore: tieni sempre alto il Vangelo della Croce e non fermarti dinanzi alle persecuzioni che verranno ancora. Figlioli, ora io vi lascio ma rimango sempre nei vostri cuori: aspettatemi, io verrò! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Vi lascio l'Amen del Cuore della Croce (11° grido): stringetelo ai vostri e offritelo al mondo. Piccolo Giovanni di oggi, Piccolo Telesforo di oggi (segno e cammino della povertà della Chiesa), legate la Catena Santa e pregate lentamente con la mia Santa Preghiera di Padre. In questa serata vi chiedo di pregare per quei figli che non conoscono il Padre, per quei figli che calpestano il Cuore della Croce. Vi chiedo di pregare per il sangue che in questo attimo sta bagnando la terra. Preghiamo! (Giulia con noi: E non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.). Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Figlioli del Cuore della Croce, ricordate sempre queste parole. Pregate pregate pregate, figlioli, e non dimenticate di avere un Padre: io vi amo e vi voglio tutti nel mio Cuore: nel Cuore della Croce, figli! Tu, cocciuta mia, prega secondo le mie intenzioni e consola ancora il mio Cuore. (Giulia) Sì, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! Ti amo, Gesù! <4> (Gesù) Vi amo anch'io, spose e mamme del mio Cuore, e aspetto (noi: Ti amo, Gesù). Grazie, figlioli miei: andate in pace e portate al mondo la Pace della Croce. (Giulia) Rimani con noi, Gesù: Grazie! (Gesù) La Piccola Croce è con me: non temete! (pausa per il viaggio in Paradiso) Ora ritorna tra i tuoi, piccola cocciuta".

 

12. Ven 26/3/99, ore 10.40, stanza del venerdì, in crocifissione, orale

"Parla Gesù al mondo: - Figli, vi siete fatti un dio a modo vostro: l'avete costruito con le lussurie del mondo e non vedete altro. Come gronda sangue il mio Cuore! Ah, figli miei, non avete creduto al Figlio dell'Uomo che vi ha donato la Croce: non avete creduto alla sua Resurrezione! Cosa aspettate ancora? Chi cercate o, voi Grandi, di che cosa vi siete vestiti? Chi vi dona il potere di giudicare? Io sono il Padre. Io sono la Roccia che tiene il mondo, potrei cancellarvi in un soffio, ma io non ragiono come voi. Usate ogni mezzo per accumulare ciò che non è vostro. Cosa volete fare? Figli, non vi accorgete che vi state distruggendo da soli? Io vi amo e il Soffio che mando su di voi è il Soffio della mia Croce. Voi Quattro della mia Santa Croce, andate ancora avanti e non fermatevi. Siete i gioielli della mia Croce: grazie, figli, per ciò che mi offrite! Tu, croce mia, soffri ancora con me. Io mi poggio^ ancora su di te: sii forte anima, mia! (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen Amen Amen Amen (4)".

^ La sigilla con altre due spine in fronte e la piaga al costato sinistro.