LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 14

 

TUTTI CONOSCERANNO LA VERITA' DEL CUORE DI LUCIA CHE 

SI ADEMPIRA' NELLA GIOIA E NELLA LETIZIA DEL PADRE

(dal messaggio del 01/11/2001)

Messaggi Tramite Giulia

 

         1. Giov 25/10/2001, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti; gioisci e fai festa nell’accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia del Cuore della Croce, unisciti all’abbraccio amoroso dei Santi Chiodi <1° grido>. Togliti i sandali. <breve pausa> (Giulia) Gesù <breve pausa>, come sono lunghi i Chiodi! <breve pausa> (Gesù) stringili col mio Amore, figlia! <2° grido, bevute e gemiti>. (Giulia) Gesù! Gesù, perché sei da solo in una Barca? <breve pausa>. Quanto Sangue, Gesù! perché sei solo? La Barca è così grande! (Gesù) vedi, non sono solo! L’umanità, i Grandi del mondo, i Grandi della Casa del Padre, mi hanno offerto questo Calice: vuoi berlo tu per me? (Giulia) si, Gesù, con la tua Grazia! (Gesù) è amaro, figlia: Guarda come è grande! (Giulia) dammelo, Gesù! <bevute, 3° grido straziante, lunga pausa>. (Gesù) Figlia, ti avevo detto che era amaro! Ora guarda ancora cosa mi offrono i miei figli <breve pausa>. Non coprire gli occhi: tanto vedrai ugualmente (Giulia) Gesù, vedo tutti i peccati, e le anime che ti offendono sono tutti pieni di serpenti! <gemiti di paura>. Gesù, non farmi vedere questo! (Gesù) figlia mia, tu li vedi per un solo istante e il tuo cuore si spezza: Io li vedo attimo per attimo! (Giulia) cosa devo fare, Gesù? (Gesù) immolati come tu sai fare e insegna ai tuoi figli ad immolarsi e a camminare nel Solco del mio Amore: nulla mi è nascosto. Figlia, tu sei la Pietra Angolare! (Giulia) Gesù, non merito nulla: voglio abbracciare, con la tua Grazia, i Dolori della Croce! (Gesù) eccoti accontentata <4° grido>. (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) lo Sposo alla propria sposa dona il suo Amore, e il mio Amore sono i Santi Dolori che passano attraverso il Parto Vivo. Ecco, figlia mia, la Barca che tu vedi è la Chiesa <breve pausa>. (Giulia) Gesù, posso dire quello che vedo? (Gesù) no, questo tienilo nel cuore: ancora i miei discepoli non possono comprendere! Tu comprendi perché è sigillato nel tuo cuore! (Giulia) sia fatta la tua, non la mia volontà, Gesù! <breve pausa> (Gesù) consola ancora il Cuore di Maria: stringiti alla Croce <5° grido>. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: Vivi e Reali in mezzo a voi. Siamo venuti a portare la Parola, e la Parola è bagnata dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per Amore: l’Amore Trinitario, l’Amore che si dona a larghe misure, ed Io sono venuto a portare l’Amore del Padre sull’umanità e in mezzo a voi. Figliuoli, il mio nemico non semina l’Amore: il suo seme è guerra, divisione, odio, morte. Il mio Seme è Vita Eterna. Camminate nella povertà, amate e perdonate i vostri nemici. Figliuoli del mio Cuore, Io vengo perché il Padre mi manda a portare la Luce Vera, la Luce che non si spegne ma arde nei vostri cuori, nei cuori dei miei discepoli, perché Io vi ho scelto uno ad uno, e il mio Amore arde dentro di voi. Figliuoli, sono Io che vi ho chiamati, Io vi ho cercati e vi uso con la Musica della Croce, dei Santi Dolori, delle Sante Spine e del Santo Vangelo Vivo. Non cercate di capire con la mente perché non ci riuscite: ciò che il Padre vuole fare di ognuno di voi non potete conoscerlo: Dovete solo aprire il vostro cuore e lasciarvi usare dal Padre. Figliuoli, quando fate qualcosa e vi presentate dinanzi al Mistero Nascosto del mio Sangue e del mio Corpo, battetevi il petto dicendo "sono un servo inutile: eccomi, usami, Signore"; e ricordate che il Signore è Uno solo: mi sono lasciato inchiodare sul Legno della Croce per mia Volontà, per Amore, e non vi sono altri dei. Non lasciatevi confondere dal mio nemico: con la sua falsa luce, col suo ultimo strascico di coda, sta confondendo l’umanità; ma il Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra, trionferà! Vi chiedo, figliuoli, di pregare per la pace, perché Io vengo a portare lo Shalom del Legno Vivo della Croce, e il mio nemico non può far sua la Croce: ricordate queste Parole. Siate coscienti, Io sono Vivo in mezzo a voi, figli del mio Cuore. Discepoli della mia Luce, non guardate la luce del nemico, ma rimanete piccoli, poveri, e ricchi del mio Amore. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire e sarai ancora perseguitata a causa del mio Nome e del mio Amore, ma non temere niente e nessuno: la mia Grazia è su di te, figlia e sposa del mio Cuore. (Giulia) Mio Signore e mio Dio! (Gesù) Eccomi! <lunga pausa>. Il Bimbo che porti al tuo seno sta crescendo! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) presto l’umanità ascolterà la sua Voce! <breve pausa> (Giulia) sia fatto il tuo Volere, Gesù! (Gesù) Figliuoli, non scandalizzatevi di ciò che state ascoltando in questa serata: è tempo di sentire la Voce, è tempo di vedere il Bimbo che la Piccola Cocciuta porta. Siate pronti e preparati per questo evento di Luce che viene dalla Verità del Santo Vangelo, ed Io vi invito sempre a tenerlo alto e a viverlo nella Pienezza dei cuori. Tutto è scritto nel Libro della Parola, figli! Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete ardere col cuore aperto? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lascio parlare il Santo Giovanni di oggi: accoglietelo nell’Amore del Padre! (Piccolo Giovanni) In Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha deciso. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) La Comunione dei Santi e l’Amore Infinito del Padre sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figlioli del mio Cuore, Amen. Come si può rimanere fermi e non allargare le braccia e lodare Dio nel vedere il suo Infinito Amore? Io sono ancora qui in mezzo a voi per Amore del Padre! Il mio Cuore, lo sapete bene, che abita nel petto della Piccola Cocciuta, ma non finisce mai di inchinarsi dinanzi a Dio e di dire "grazie per tutto quello che mi ha donato ", per prima i Dolori, la Gioia di assaporare col Padre la Sofferenza: è il Pane che ci fa crescere di più per amare i fratelli, i nostri nemici. Guardate, se vi fermate dinanzi ad un’anima sofferente, non si ferma mai di lodare e benedire Dio, ma se vi fermate dinanzi a un’anima che ha tutti i beni di questa terra, alza le mani dicendo al Padre "perché mi fai soffrire?". La gioia e l’augurio che Io faccio ad ognuno di voi, è che Dio vi doni sempre la Santa Sofferenza: è il passaporto per arrivare alla Gioia di Dio, e capriccioso come sono sempre, guardo i vostri cuori che si lamentano un po’, ma la mia gioia è vedervi nella sofferenza, perché dove c’è la sofferenza c’è il Filo Diretto con Dio. Figliuoli miei, discepoli del mio Cuore, Colonne, vi ho scelti e sigillati col Bacio del Piccolo Giovanni: il Bacio di Dio. Il Padre mi ha mandato in mezzo a voi per costruire la sua Stanza dell’Amore; l’umanità ride, i Grandi della Casa del Padre ridono; ma Dio non si ferma; Dio è e rimane: tutto passa; le cose del mondo non hanno valore: la Parola ha la Voce, e la Voce è Dio che grida ai suoi figli. Non abbiate timore, ma vi chiedo di essere fiduciosi nella Parola di Dio: e qui c’è Dio che parla e il Bimbo che cresce nella Stanza: il Mistero è Grande, ed è Mistero del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria. Figliuoli, rimanete saldi nell’Amore del Padre: verrà a liberarvi, ma pregate, pregate per i figli che non vogliono vedere la Luce e non vogliono ascoltare la Parola Viva che scende in mezzo a voi. Io parlo a voi e parlo al mondo intero, e ancora una volta invito ai miei Confratelli: RACCOGLIETE IL VANGELO CHE AVETE CALPESTATO, E PORTATE, LE PECORELLE CHE AVETE SMARRITO, NEL SOLCO DEL PADRE! Piccola Cocciuta, cosa vuoi dirmi? (Giulia) Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore? (Piccolo Giovanni) si <lunga pausa> (Giulia) grazie, Giovanni: cosa devo fare col dono che hanno offerto alla Mamma? <un collier d’oro> (Piccolo Giovanni) Cocciuta della Croce, fate come avete fatto le altre due volte: ......... Paolo, Tommaso, porteranno in Processione Maria e canterete Evviva Maria! (Giulia) Giovanni, tu sai chi l’ha offerto? (Piccolo Giovanni) adesso cadi dalle nuvole? (Giulia) perdonami! (Piccolo Giovanni) sono stato Io a metterlo nel cuore dell’anima nascosta! (Giulia) posso metterlo io come ha deciso? (Piccolo Giovanni) le mani sono pulite: puoi farlo! Vedi, Gesù li sta accarezzando! <breve pausa> (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) bene. Alla fine della Preghiera farete questo atto d’Amore a Maria. Ma ora consoliamo il suo Cuore: preghiamo <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. E’ bello sussurrare col cuore l’Ave Maria: FIGLI, FATELO SEMPRE. Sapete, prima di poggiare il mio capo sul cuscino per far riposare le mie ossa stanche, accendevo una candela e sussurrando regalavo a Maria il Rosario, raccomandando tutti voi. Qualcuno di voi si ricorda ancora di me? (Tutti) Sì! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Io vi guardo attimo per attimo, e sono sempre vicino ad ognuno di voi! Ma grido ancora attraverso la Piccola Cocciuta! Lo ricordate bene che lo facevo sempre, perché vi amo, e vi voglio nella Linea del Santo Vangelo, la Linea che Io camminavo e cammino, e parlo sempre di voi nel Paradiso! Figli, siate coscienti di queste Parole: anche se ridono di voi, non abbiate timore, ma abbiate timore di Dio. Ora devo lasciarvi: devo ritornare all’Ubbidienza del Padre, ma sono sempre con voi e vi amo. Colonne, preparatevi, perché il peso si aumenterà ancora su di voi! E voi che portate i Nomi Nuovi ricordate [che siete] figli di Dio, e il Padre non abbandona nessuno dei suoi figli. Ora vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e portatelo al mondo. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, figliuoli, avete gioito.. (Tutti) ..sì! (Gesù) ..con Giovanni? (Tutti) sì! (Gesù) e ora, volete gioire al banchetto dell’Amore? (Tutti) sì! (Gesù) preparate i vostri cuori e venite a fare festa, perché lo Sposo è qui in mezzo a voi e arde d’Amore per ognuno di voi; ma per un solo istante distaccatevi dalle cose del mondo: non affannatevi, lasciate i pesi del mondo e unitevi al peso del Banchetto che è Amore, Pace e Letizia. Preparati, sposa del mio Cuore, lo Sposo è pronto. Sposo, porta la sposa <lunga pausa>. Eccomi, Io sono qui nella Povertà e nell’Amore della Croce. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Venite e bevete con me; venite e mangiate con me; e nel bere e nel mangiare, ricordatevi del mio Amore. Voi siete i miei discepoli: i discepoli del Sangue e della Carne del Crocifisso <breve pausa>. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio! <lunga pausa>. (Gesù) Bevi, anima del mio Cuore, <breve pausa> bevi, <breve pausa> bevi, <breve pausa> bevi <6° grido, breve pausa>. Mangia il mio Amore <breve pausa>. ...... Paolo! <breve pausa> Mangia! ....... Chiamate i vostri figli. formate la Via Stretta per le spose e donatemi! Io sono qui in mezzo a voi e vengo ad abitare nei vostri cuori. Fatemi vivere, non abortitemi e pregate in questo istante per i flagelli che stanno scendendo. Pregate per i figli che mi stanno uccidendo <il volto di Giulia si riga di copiose lacrime di Gesù>, e non posso fare nulla, perché non me lo permettono <Gesù piange a dirotto>. Padre! Padre! Padre! Padre mio, perdona loro! Padre mio, perdona loro, anche se sanno quello che fanno! Allarga le tue braccia benigno sull’umanità! il mio Cuore gronda Sangue: pregate con me, pregate, e bevendo e mangiando il mio Sangue e il mio Corpo, unitevi ai figli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, ai poverelli, e non lasciateli fuori del mio Amore, figli sigillati dal Cuore del Padre! Eccomi, Io piango i Dolori degli innocenti che alzano le mani verso il Padre, e il Padre ascolta il grido degli innocenti: presto scenderò a liberare il suo popolo <breve pausa>. Non scandalizzatevi se avete visto il vostro Gesù piangere! Come non posso farlo nel vedere i miei figli perdersi? Io mi sono donato, sono venuto ad abitare nei vostri cuori. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta: risorgete anche voi nell’Amore del Padre, nell’Amore del Figlio, nell’Amore dello Spirito Santo, nell’Amore del Bimbo e nell’Amore del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Figli, fermatevi un istante e consolate il Cuore di Maria <lunga pausa per la preghiera spontanea>. Ecco, figliuoli, la festa del Banchetto: lo Sposo che ha accarezzato il cuore di ognuno di voi, dell’umanità, dei figli che si sono uniti a questa Santa Preghiera, chiede ad ognuno di voi di amare e di essere Luce Piena e far brillare i vostri volti, come brilla il Volto di Maria: la Mamma! La Mamma che ha donato il Sì per abbracciare l’umanità e ognuno di voi. Io ora vi saluto, e donandovi il Saluto della Croce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, vi invito ad essere presenti quando Io verrò, perché Io verrò come ho promesso! Ma ci sarete tutti? <breve pausa> Io ci sarò, e aspetto ognuno di voi e l’umanità intera al Banchetto Vivo del mio Cuore! Ora volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Vedete, anch’Io mi addormento come fa Telesfore e qualche altro figliuolo: ma veglio nel dormire! Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene che devi portare ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli, e il Fiume dell’Amore è diventato più lungo e più pieno, ma ci sono le Barche! (Giulia) Gesù, non ho paura: ci sei tu, e la mia gioia è piena quando ci sei tu! Dammene ancora figli da portare! (Gesù) su questo posso accontentarti: portali! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) ora, gioisci nel vedere le tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI!, e baciano i propri cari invitandovi a pregare per le anime abbandonate. Ora, legate la Catena Santa <breve pausa>: legatela con l’Amore Pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e ascoltate i Battiti del Bimbo che arde in ognuno di voi, perché ha sete e fame del vostro amore: DIO E’ AMORE E CHIEDE AD OGNUNO DI VOI, AMORE, PERCHE’ SOLO AMANDO POTETE SCONFIGGERE IL MALE. Ora, con l’Amore Ardente del Padre, preghiamo lentamente: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen",  2 volte>. Paolo! (Paolo) dimmi! (Gesù) hai sentito ancora il dolore? (Paolo) si (Gesù) tienilo! Ricordate sempre: "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Non togliere il dolore che senti: ma portalo per le anime che trafiggono il Cuore di Maria: mi sono poggiato un po’ di più.. (Paolo) mi hai reso felice.. (Gesù) ..su di te, e sono poggiato su tutti voi. Non lamentatevi, ma ho bisogno del vostro aiuto in questo tempo: figliuoli, se sentite qualche spina che punge, sono Io: alzate gli occhi al Cielo e gioite; e dimmi, Cocciuta, quante Spine hai raccolto? (Giulia) tu conosci il numero, Gesù! (Gesù) grazie, anima mia. (Giulia) Gesù, tu ti degni di dire grazie a una misera peccatrice, sono io che devo dire grazie per tutte le Spine che mi regali! (Gesù) Io ti ho mandata sulla terra per sconfiggere il male, non avere timore di ciò che dicono gli uomini, ma guarda il Padre tuo! (Giulia) Amen, Gesù, Amen! Amen! Amen! Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) vi amo anch'Io, figliuoli, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, Pietruzze Vive del mio Cuore, camminate così perché i vostri passi sono nel Solco: non fermatevi. Ora andate in pace e portate al mondo la Pace del mio Cuore; e quando uscite fuori non abortitemi, figli. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e rimanga sempre.

 

 

         2. Dom 28/10/2001, ore 15,15, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, anche in questa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati, figlia, ancora una volta con i Dolori del Parto Vivo della Croce. Immolati per l’umanità tutta. Immolati per i Grandi della Casa del Padre. Unisciti ai Dolori di Gesù: IN QUESTO ATTIMO LO STANNO TRAFIGGENDO. Consola il suo Cuore, figlia mia <1° grido>. (Giulia) Mamma, cosa gli hanno fatto a Gesù? vedo un mare di Sangue! Mammina! (Immacolata) vedi, figlia mia, Gesù è stato offeso: IL SUO CUORE E’ STATO TRAFITTO, ma i flagelli cadono su di voi: sull’umanità intera. Consola ancora il Cuore di Gesù: abbraccia i Chiodi Santi <2° grido>. (Giulia) Mamma. Mamma il Sangue ancora non scompare! Mamma, dov’è Gesù? (Immacolata) eccolo, figlia mia. (Giulia) QUANTO SANGUE! Quanto Sangue scorre, Mamma. (Immacolata) E’ IN QUESTO ATTIMO CHE STA SCORRENDO, figlia mia. (Giulia) Gesù! Gesù, poggiati su di me! Poggiati su di me! <breve pausa> <3° grido>. (Immacolata) Ecco: Gesù ti ha accontentata! (Giulia) grazie, Mamma! IL SANGUE SI E’ FERMATO! Mamma, posso raccogliere le anime che sono cadute per terra? (Immacolata) fallo con la preghiera e nel silenzio come tu sai fare! (Giulia) grazie, Mammina mia! (Immacolata) Ecco, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali, e in Ubbidienza a Dio Padre, siamo venuti a portare la Parola Viva: il Santo Vangelo. Tenetelo alto e vivetelo nella pienezza dei vostri cuori, figli, ognuno di voi lo raccolga nei propri cuori, e chiudendosi in una stanza, pregate, perché il Padre vi ascolta: riconoscetevi peccatori dinanzi al Padre, perché nulla dinanzi a Dio è giusto! Dio è l’Unico Giusto! Non prendete i primi posti e non cercate chi dinanzi a voi si inchina, ma inchinatevi dinanzi alla Croce dicendo "Padre, abbi pietà di me misero peccatore". Ecco la Parola, ecco il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la Vita, e il Tesoro più grande che Lui vi ha lasciato è la Santa Sofferenza: VOI NON CONOSCETE IL VALORE, quanta è preziosa dinanzi al Cuore di Gesù! Figli, guardatela con amore la Santa Sofferenza, non lamentatevi, nei vostri cuori non dite "Dio mi ha punito e mi ha donato la Croce pesante da portare": Dio, lasciandovi la Sofferenza vi ha premiati, perché solo attraverso la Sofferenza si cammina la Via Stretta per arrivare al Trono di Dio, e Io, come Mamma, l’ho camminata prima di voi: quei Santi Dolori, quel Santo Nascondimento per vivere portando Gesù nel mio Grembo e donarlo ad ognuno di voi, al mondo intero! Figli, siate coscienti, amatevi gli uni gli altri, perdonate e usate carità verso tutti, e al primo posto portate i vostri nemici e fate festa, perché il Padre fa festa quando un figlio ritorna a Casa, e così fate anche voi: la Famiglia di Dio è unita. Figliuoli, come la Croce non si divide: neanche voi non dividetevi, ma rimanete saldi nell’Unica Povertà, nell’Unica Semplicità del Legno della Croce: GUARDATELO! LA SUA BELLEZZA! Trovate altre bellezze sulla terra? Non ve ne sono! le brutture del mondo lasciatele, figliuoli, e unitevi al Cuore della Croce. Tu, Cocciuta del Cuore di Gesù, vuoi ancora portare sulle tue spalle tutti i tuoi figli? (Giulia) sì, Mamma, con la tua Grazia! (Immacolata) vuoi portare anche coloro che trafiggono il tuo cuore? (Giulia) sì, Mamma, con la tua Grazia! (Immacolata) Figlia mia, guarda <breve pausa>: sei pronta a tutto questo? (Giulia) con la Grazia della Croce, sono pronta? (Immacolata) IL TUO SI’ FA GIOIRE IL CUORE DEL PADRE! <breve pausa> Dovrai soffrire molto! <breve pausa>: Sarai perseguitata ancora a causa del Nome di Gesù e del suo Amore! (Giulia) Mamma, ardo d’amore per Gesù: perdonami, ma amo anche te! (Immacolata) non devi temere: se ami il mio Gesù, Io sono unita al suo Cuore! (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) bene, figliuoli, imparate a camminare i passi dell’Amore di Dio: la Via è Stretta e segnata con le Sante Spine, ma il mio Cuore Immacolato trionferà. Ora sto accarezzando i cuori di ognuno di voi e raccolgo le vostre offerte e le porto al Cuore del Padre <breve pausa>, e il Padre dice "Amen per ciò che è giusto": figliuoli, un Papà guarda il cuore dei propri figli e ciò che è giusto nel Santo Vangelo vi sarà concesso. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Immacolata) ve lo lascio. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come Dio ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. L’Amore Infinito di Dio unito al Cuore di Maria sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli. Amen, figliuoli del mio Cuore. Col Grande Amore di Dio sono ancora in mezzo a voi a parlare dell’Amore del Padre, della semplicità del Cuore Tenero di Maria: di una Mamma che osserva ogni piccola cosa e i suoi figli; e in questa giornata avrete osservato anche voi il Vangelo Vivo di Gesù <30° Dom. tempo ordinario/C Lc. 18, 9-14>, la Parola che l’uomo lascia uscire facilmente dalle sue labbra nel giudicare il fratello! Quante volte lo facciamo! Quante volte prendiamo il posto di Dio a condannare, a costruire menzogne per il nostro prossimo, pensando "Dio non mi vede, non mi sente, ed io sono libero di sedere sul trono". Cari figli, cari Fratelli, quanto poco abbiamo imparato del Santo Vangelo; quanto poco l’abbiamo capito! Pensiamo di essere giusti, perfetti, "io vado in chiesa ad ascoltare la messa", "io mi vado a confessare: sono pulito!", e Dio, che vede tutto di noi, ci guarda, e manda sua Madre a portare le sue Lacrime, a portare il suo Rosario. Da sempre ci ha invitati alla preghiera, ci ha invitati ad amare, a rispettare il nostro fratello. Ma non abbiamo imparato nulla: camminiamo segnando passo per passo i nostri errori, mentre Maria ci segna il suo cammino, ci insegna alla sua scuola di Mamma, l’Amore! L’Amore cancella ogni ombra che vediamo dinanzi al nostro fratello: c’è mancanza di Amore nel mondo in ognuno di noi! Parlo a voi e parlo al mondo intero! "io sono più grande di quel mio fratello e posso sparlare di lui", "io posseggo un palazzo e mi posso mettere in mostra" dimenticando che il Padre non guarda le cose terrene, il Padre non guarda i palazzi, il Padre non guarda il titolo o il nome che portiamo sulla terra. In queste grandezze ho sempre visto la puzza di satana! Figli, stiamoci attenti: ricordiamo il Legno della Croce e guardiamolo nel suo Amore Infinito. Il mio Cuore gronda Sangue nel vedere per prima i miei Confratelli coronarsi di titoli, di grandezze, di potere, e prendere il posto di Dio a giudicare. Ma ora vi chiedo ancora di consolare il Cuore di Maria, preghiamo: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Dovremmo fermarci e riflettere "..adesso e nell’ora della nostra morte. Amen": corriamo anche nel questo! quanto poco tempo dedichiamo alla preghiera fatta col cuore! <breve pausa> Cocciuta, come sono i tuoi battiti adesso? (Giulia) Giovanni, non li sento! Se me li fate sentire! (Piccolo Giovanni) ecco come sono i battiti: LENTI che si baciano, e così che dovete pregare! Quando si pronuncia la Parola "Ma-mma" <sillabato> è dolce chiamare la Mamma! Vorreste chiamarla sempre: è un baciarsi di labbra; e così deve essere la preghiera: UN BACIARSI DI LABBRA; come uno sposo vuole stare unito alla propria sposa, e non staccarsi, rimanere abbracciati; è così che dovete rimanere: abbracciati nella preghiera col Padre, senza correre, e staccarvi dai rumori del mondo, dagli affanni, da tutto quel correre, abbracciati al Cuore di Dio e donare il vostro amore, perché la Preghiera è Amore. Hai capito? Io lo dico a te, ai tuoi figli, al mondo intero. (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) impara i passi ai tuoi figli! (Giulia) aiutami! (Piccolo Giovanni) sono sempre con voi! (Giulia) Giovanni, posso chiederti una cosa nel Cuore? tu la conosci già! (Piccolo Giovanni) puoi farlo anche se la conosco! <lunga pausa> (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) anche se il cuore di Paolo sta ardendo, non posso farlo parlare, ma lascio nel suo cuore ciò che vuole conoscere. (Giulia) don Mario: Paolo sta sentendo i miei dolori? (Piccolo Giovanni) un po’ li sta assaporando (Giulia) Giovanni, posso fare una domanda capricciosa? (Piccolo Giovanni) si (Giulia) Paolo ti ama? Lo so che si arrabbia adesso che ho chiesto questa cosa! (Piccolo Giovanni) no, non si sta arrabbiando: ride! MI AMA E OSSERVA LA LEGGE DEL VANGELO! MI AMA E GRIDA CON TUTTO IL SUO AMORE LA VERITA’ E LA VIA, ED IO L’HO CHIAMATO "COLONNA" E "DISCEPOLO". Ho donato i Nomi Nuovi: e chi li ha accettati a mezza misura, chi, abbagliato dal titolo, ha preso mezze sbandate, ma ricordate: quando Dio sigilla i suoi figli li lascia camminare ma interviene, e Dio che conosce ogni cosa è sempre vigilante! Colonne, rimanete saldi perché dovete combattere.. e non mi fate commuovere adesso, perché Io vi amo e sono sempre con voi, discepoli del mio Cuore. Ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Come vorrei portarvi tutti con me, ma aspettiamo l’Ordine di Dio, figli del mio Cuore. Vi sigillo tutti col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco l’Amore Infinito di Dio; ecco la Luce dello Spirito Santo che scende su di voi e vi fa ardere di quell’Amore Vivo e Pieno: l’Amore del Santo Vangelo, ed Io non vengo a cambiare nulla di ciò che è Antico. Figliuoli, grazie per il tempo che avete speso per il mio e il vostro Gesù: il Padre lo fa scendere su di voi a larghe misure. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli: aspettatelo con amore, e nell’aspettare elargite il vostro amore all’umanità. Pregate per il Papa, figli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel Segno Tremendo della Croce. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità, e vi baciano uno ad uno: CANTATE ANCHE VOI E LODATE DIO PER LE MERAVIGLIE CHE FA SCENDERE SU DI VOI! Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e rimanga per sempre, figli e discepoli della Croce.

 

 

         3. Giov 01/11/2001, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti e nell’accogliere con amore i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia della Croce, immolati per l’umanità tutta; immolati per le Mura di Roma; immolati per i figli del potere. Unisciti ai miei Dolori: abbraccia con me la Croce come Io l’abbraccio per tutti i miei figli. Sei pronta? (Giulia) sì, Gesù! <1° grido e bevute amare>. Gesù! (Gesù) Vedi, figlia mia, guarda cosa hanno preparato i grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre (Giulia) Gesù! <2° grido>. Gesù, cosa le stanno facendo? <breve pausa> Gesù, posso dire quello che vedo? (Gesù) no, figlia mia. Unisciti ancora ai miei Dolori! <3° grido, bevute e sospiri>. (Giulia) ah, Gesù: sono amari i Calici! Gesù, sento un grido di morte: che significato ha? <breve pausa> (Gesù) ..hai capito? (Giulia) sì, Gesù! <breve pausa, 4° grido, bevute>. Gesù, quanto ti facciamo soffrire! Poggiati ancora su di me! Gesù, ti chiedo perdono per tutti i figli che trafiggono il tuo Cuore: PER PRIMA IO, ma riposati sulle mie spalle! <5° grido>. (Gesù) Ecco, mi sono poggiato sulle tue spalle, ma offro all’umanità i miei Dolori, il grido del Parto che è Vivo e passa attraverso Giovanni e attraverso di te, figlia e sposa della Croce. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali per chi crede nella Resurrezione e nella Vita Eterna, e siamo venuti a portare il Pane del mio Cuore: il Vangelo Vivo, invitandovi a tenerlo sempre alto, a viverlo nella pienezza del cuore, ad amarlo e a donarlo ai fratelli, all’umanità; e il Vangelo Vivo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato, e l’Agnello sono Io: il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce, e quando dico "sono Io" non pensate che sia la Piccola Cocciuta a parlare: ricordate bene che Io uso il mio Strumento, non lo Strumento usa Dio; e Dio usa ognuno di voi come figli e servi della Croce e del Santo Vangelo. Figliuoli, nel Mistero Nascosto del Sangue e della Carne, Io ho invitato i miei discepoli, come invito ognuno di voi, a prendere parte dell’Amore Nascosto del Padre: quell’Amore che ha lasciato scendere sull’umanità, e l’umanità non ha accolto, ma, inchiodato sul Legno della Croce, vi ho chiamati "Figli", e dal mio Cuore è sceso Sangue ed Acqua, come Sorgente Viva per ognuno di voi, per l’umanità intera. E’ la Bevanda dell’Amore di Dio del Mistero Nascosto, l’Unico Mistero dove il mio nemico vorrebbe cancellare col suo odio, con la sua guerra. State attenti in questo tempo del suo fumo. Ricordate: Io mi sono donato per Amore; vi ho donato la Pace, e il mio saluto è "Pace a voi, figli che abbracciate e portate la Croce sulle vostre spalle", "Pace a voi, figli che gridate il mio Amore e la mia Verità", "Pace a voi, figli, che a causa del mio Nome sarete ancora perseguitati". Il Segno della Pace l’ho donato ai miei discepoli: e oggi lo dono a voi, CHIESA VIVA! Pace a voi che amate e consolate il Cuore di Maria, Madre mia e Madre dell’umanità intera! Ancora una volta vi chiedo di pregare per il Papa e per le Mura di Roma, non lasciate solo l’Uomo Curvo che porta il peso della Croce. Pregate con Lui: in questo attimo Lui è presente e prega nei vostri cuori; ma siate coscienti di ciò che ascoltate: siano i vostri cuori liberi di trovare spiegazioni con la mente. Vedete, figliuoli, Io sono il vostro Gesù, il Gesù che parlava con i suoi discepoli, piccoli, poveri, semplici come ognuno di voi: ma per capire ci voleva del tempo! E la stessa cosa, oggi, avviene con voi: vi affannate, pensate di capire tutto con la mente e distaccate il cuore. Le gioie, le cose belle, si capiscono solo col cuore; e quando il cuore è in sintonia al Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, avviene un’Esplosione d’Amore dove è tutto chiaro, dove è tutta luce, e la Luce che irradia i cuori viene dallo Spirito Santo che illumina ognuno di voi nel modo come il Padre ha deciso! Ognuno di voi ha un proprio compito, ed Io vi ho scelti, vi ho sigillati, vi ho amati e battezzati col Fuoco e l’Acqua Viva dell’Amore, figliuoli del mio Cuore. Ma il mio Cuore è triste per l’umanità: GRONDA SANGUE PER I FIGLIUOLI CHE NON VOGLIONO RITORNARE A CASA, non vogliono prendere parte del mio Amore, della mia Gioia. Beati voi che ascoltate e spendete il vostro tempo ascoltando la Parola, perché Io vengo solo a portare l’Amore del Padre, il Fuoco del Padre e la Parola Viva che arde e non si spegne mai. Siate coscienti: amate, perdonate e usate carità verso tutti, e non dimenticate nessuno fuori della Santa Preghiera: al primo posto portate sempre i vostri nemici, figliuoli. E voi Colonne: ARDETE, perché il vostro carico è sempre più gravoso, ma non temete niente e nessuno: LA MIA GRAZIA E’ SU DI VOI E SUI NOMI NUOVI; veglio e lascio scendere il Fuoco dell’Amore del Santo Vangelo: MA STATE ATTENTI AL MIO NEMICO, NON DATEGLI SPAZIO IN QUESTO TEMPO OMBRATO DAL SUO FUMO. Figliuoli, combattete con l’Amore; combattete stringendovi la mano gli uni gli altri: la Famiglia di Dio è sempre unita nell’Amore, nella Pace e nella Letizia, ed Io vi ho chiamati per portare nel mondo il Fuoco e la Pace, e così sia, figliuoli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta, vuoi ancora unirti ai miei Dolori? (Giulia) con la tua Grazia, Gesù! <6° grido, bevute>. (Gesù) Vedi, ora i Chiodi sono entrati ancora nelle tue mani e nei tuoi piedi! (Giulia) Gesù, non mi hai fatto togliere le scarpe! (Gesù) non temere, non si romperanno! (Giulia) no, non ero preoccupata per questo! (Gesù) vedi? (Giulia) Gesù, come sono lunghi! (Gesù) ora, guarda chi toglie i tuoi Chiodi! <7° grido, breve pausa>. L’hai riconosciuto? (Giulia) si, Gesù! <breve pausa> ma è bello tenerli i Chiodi, Gesù! (Gesù) sono sempre dentro di te: li vedi entrare, li vedi togliere, ma sono Vivi! (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) ora prega come tu sai fare, e consola il Cuore di Maria: vedi, il Dolore di Maria com’è grande? I flagelli ancora non si fermano, e in questo attimo ne stanno scendendo altri! <gemiti, 8° grido>. Prega, figlia mia, prega! Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) La Gioia, la Pace di Dio e l’Amore degli Angeli e dei Santi tutti, sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figlioli, Amen. Come primo saluto, faccio gli auguri ad ognuno di voi (Qualcuno) grazie. (Giulia) Giovanni, posso farli a te, da parte mia e da parte di tutti, e a tutti i Santi? (Piccolo Giovanni) così sia, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce. Ebbene, per Volere del Padre sono ancora in mezzo a voi, e la gioia più grande è vedervi crescere nell’Amore e nella Luce del Padre, nel vedervi camminare su tutte le Viuzze Strette, portando sulle spalle tutti gli ostacoli che incontrate, ma con la Grazia di Dio riuscite a superarli. Sono gioioso nel vedere il vostro amore crescere e ardere. E il Padre ci ama e ci vuole santi: SANTI E IMMACOLATI! ed essere santi e immacolati significa "donare a Dio l’Amore che Lui ci dona". Dio ci dona tutto, non tiene riserve, e quando allarga le braccia, non abbraccia un figlio solo ma l’umanità intera; e dinanzi a Lui, ognuno di noi è prezioso, e per questo ci invita a vivere la nostra vita nella santità, nell’amore pieno, nella totalità di donarsi per il fratello; e donarsi proprio per l’ultimo dei fratelli. Non guardare in faccia "mi dono per un fratello, così dinanzi a Dio sono giusto, ma scelgo io il fratello pulito che mi piace di più". No, cari fratelli, no, cari figli: dobbiamo cercare l’ultimo, quello terra terra, prenderlo e amarlo e per lui, donare la nostra vita. E così, camminando nel Solco di Dio, nel Solco Pieno, il Padre ci chiama "Beati voi che avete guardato con gli occhi del cuore e non vi siete fermati dinanzi alla ricchezza", a guardare quali dei figli devono essere aiutati. Chi oggi va aiutato? Guardiamo bene, stiamo attenti al nostro nemico, che ci porta dinanzi il piatto d’argento, il piatto d’oro, nascondendoci il fratello che ha bisogno del nostro amore, del nostro aiuto. Pregate per i miei Confratelli, pregate per la Chiesa, pregate per l’umanità che è sorda al grido del Parto Vivo che è Pieno e passa in mezzo a voi. Benedetti voi che siete stati chiamati, guardati dall’occhio del Padre e portati nella sua Stanza, nel Mistero più Grande e Vivo che ancora non potete comprendere, figli del mio Cuore; e la mia gioia più grande è nel vedervi carichi, di camminare e di portare il Giglio di Dio ai fratelli: ciò che fate nel vostro piccolo, Dio lo vede grande ed è gioioso! Anime scelte dal Padre, combattete con Maria la Battaglia: e questa è l’ultima Battaglia! Il suo Cuore Immacolato trionferà; il Progetto e il Disegno di Fatima brillerà nel mondo: tutti conosceranno la Verità del cuore di Lucia che si adempirà nella Gioia e nella Letizia del Padre. Tu, Croce Divina del Cuore del Padre (Giulia) Giovanni, non sono degna di essere chiamata così! (Piccolo Giovanni) non farti rimproverare: lascia decidere il Padre (Giulia) si (Piccolo Giovanni) sei pronta per andare avanti? (Giulia)(Piccolo Giovanni) vedi cosa il Padre ha preparato ancora? (Giulia) sostienimi: donami il tuo respiro! <breve pausa> Grazie, Giovanni! <breve pausa> Giovanni, tu lo sai già, hanno portato un altro regalo alla Mamma: cosa devo fare? (Piccolo Giovanni) per prima benedico e dico grazie ad Antonietta e ormai conoscete cosa dovete fare! Paolo ......... e Giuseppe porteranno la Mamma in Processione; canterete "Evviva Maria" e l’anima che ha offerto il regalo alla Mamma, la coronerà, e gli Angeli e i Santi, insieme a voi canteranno e faranno festa. Coronare Maria è donargli il nostro cuore: e così è un gesto d’amore e di tenerezza verso la Mamma. Sapete, anch’Io nella mia piccola chiesetta delle suore, ho coronato il capo di Maria sistemando la corona che gli era stata messa un po’ di lato; e mettendo quella corona sul suo capo ho gioito, e Maria ha gioito con me nel vedere i piccoli gesti d’amore che crescono nei cuori di ognuno di voi "vado da Maria, per prima porto il mio cuore, la mia preghiera e il mio dono" come hanno fatto i Magi nel portare i doni al Bambinello Gesù; un gesto d’amore: OFFRIAMO A MARIA I NOSTRI DONI D’AMORE. Forse mi sono allungato un po’, ma è bello parlare, è bello ascoltare la voce della Mamma che invita i propri figli a vivere e ad essere beati! <breve pausa> Cosa devi dirmi ancora, Piccola Cocciuta? (Giulia) Giovanni, lo conosci già! (Piccolo Giovanni) metto nel tuo cuore.. <lunga pausa> Ora non temete, figliuoli, per un solo istante la Piccola Cocciuta si spegnerà.. <Giulia rimane esanime, seduta sulla poltrona, per circa un minuto> (Giulia) grazie, grazie Giovanni! (Piccolo Giovanni) hai vissuto ancora il mio salire al Cielo: questo è l’augurio che ti faccio in questa giornata, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) Grazie! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli miei, guardo i vostri cuori e li vedo ardere: vorreste fare delle domande, in modo particolare, Pasquale, o Telesfore; se n’era preparate un po’, sai bene come devi fare: li devi scrivere, consegnare alla Piccola Cocciuta e ti sarà consegnata la risposta; ne avrei una in particolare, non hai fatto in tempo a farla.. ma puoi farla sempre; e anche voi, nel giusto come vi avevo sempre detto "scrivete chiare le vostre domande, e se Io le trovo giuste le faccio passare a Gesù": ora è la Piccola Cocciuta a fare questo con l’Ordine del Padre, perché sapete bene che non può fare nulla senza l’Ordine di Dio! Ed è molto cocciuta, non fa passare nulla se non è basato sulla Verità: è Dio che illumina il suo cuore e la prende per mano facendola camminare nella Linea Dritta del Santo Vangelo; ora non la sto innalzando: sto dicendo quello che il Padre mi lascia dire. E di ognuno di voi, in questa serata, mi lascia dire "grazie per tutto quello che fate, grazie per tutto quello che spendete per il Padre, per il Figlio, per lo Spirito Santo, per il Cuore Immacolato di Maria e il Bimbo che cresce [nella Stanza] dell’Amore". Vedete, figliuoli, Io sono qui perché il Padre l’ha scritto, e lo benedico, e lodo attimo per attimo l’Amore che ha lasciato scendere su di me Povero Uomo che il Padre si è degnato di guardare. Benedetti voi, discepoli dell’Amore; benedetti voi, figli sigillati dalle mani del Sacerdozio che Dio ha mandato in mezzo a voi. Quante volte ho alzato la mano per benedirvi! E quante volte Dio mi permetterà di farlo ancora! Oggi gioite, perché gli Angeli e i Santi fanno festa: gioite anche voi e dite "Padre, sia fatta la tua Santa Volontà"; ma ancora una volta vi invito a pregare e a consolare il Cuore di Maria; facciamolo insieme: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. E’ bello cantare l’Ave Maria: IMPARATELO! ..forse vi sto chiedendo troppo: cantare l’Ave Maria è cullare il Cuore della Mamma, come viene cullato il Cuore di Gesù. <sospiro profondo di Giovanni> Come è bello stare con voi! come gioisce il mio Cuore, figliuoli miei! Pregate per le anime abbandonate, e le preghiere che offrite al mio Cuore nella giornata di domani, Io le vado a dispensare alle anime che ancora vedono solo uno spiraglio di Luce <le anime del Purgatorio>; con le vostre preghiere fate aprire lo spiraglio e fate gioire le anime che non hanno amici che pregano per loro: FATE QUESTO ATTO DI AMORE, figliuoli del mio Cuore. Io per Volere del Padre ho gioito e gioisco nella sua Luce. Vorrei rimanere ancora a parlare; in questa serata abbraccio ognuno di voi al mio Cuore, e non spaventatevi se sentite i battiti del Bimbo: sono Io. Vi sigillo ad uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: donatelo al mondo, perché nei vostri cuori è già segnato. Ora, Io devo ritornare all’Ubbidienza del Padre, figli, Amici del mio Cuore e Discepoli dell’Amore del Padre. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco: Giovanni ha fatto commuovere i vostri cuori, ma il suo amore è così grande! Bene, figliuoli, preparatevi perché il Banchetto è pronto e lo Sposo è in mezzo a voi. Preparate i vostri cuori; unitevi al Cuore della Croce e venite a fare festa, figliuoli miei. Sposo, porta la sposa <lunga pausa>. Padre mio, benedici questo Calice Frutto del tuo Amore. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; venite e fate festa con lo Sposo. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Figli, venite e bevete con me; venite e mangiate con me alla Mensa del mio Cuore. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio fatto Carne! <breve pausa>. (Gesù) Bevi, anima mia, <breve pausa> bevi, <breve pausa> bevi, <breve pausa> bevi <9° grido, breve pausa>. Mangia <breve pausa>. Mangia <breve pausa>. Paolo! ....... bevete! <breve pausa> Mangiate! Chiamate i vostri figli. Preparate la Via Stretta.. <rivolgendosi a Paolo> Io sono venuto per servire non per essere servito.. e fate entrare le spose. Il mio Amore è in mezzo a voi e il Padre mio mi ha mandato a donare l’Amore, e voi quando mi donate, donate l’Amore Pieno del Padre. Io sono venuto a fare la Volontà del Padre, a indossare l’abito della Croce, ad immolarmi per l’umanità, per i figli, e ora Io lo chiedo ad ognuno di voi: Immolatevi per i vostri fratelli, immolatevi per i vostri figli e amate, amate con l’Amore di Dio: l’Unica Fonte Viva e Vera, l’Unica Fonte che non vi fa cadere ma rimanere nel Solco Vivo. Io vi chiamo Figli benedetti con la misura larga, con la misura del Cuore della Croce: andate per il mondo e portate il Vangelo Vivo che è nei vostri cuori; gridate il Dolore del Parto che è Vivo ed è in mezzo a voi; e fermate i flagelli col vostro amore, col vostro Sì Pieno al Cuore della Croce. Eccomi, Io sono qui; guardo i vostri occhi, guardo ognuno di voi, e vengo ad abitare nei vostri cuori: LASCIATEMI UN PO’ DI SPAZIO, figli, ma quando uscite fuori non abortitemi; non giudicate, perché allo stesso modo sarete giudicati; non offendete il vostro fratello, perché offendendo il fratello offendete il Padre. Figli, guardate con amore il fratello che vi dona la mano, perché ci sono Io a donarvela! Ho bisogno del vostro amore, ho bisogno di ognuno di voi, perché siete i miei figli e vi ho chiamati e sigillati nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra, figli santi del mio Cuore! Vi dico ancora "Pace a voi", figli, "Pace a voi"!, "Pace a voi"! E’ bello essere aiutato ad alzarmi. Quando mi hanno inchiodato sulla Croce, non l’hanno fatto: grazie figlio mio, grazie ad ognuno di voi, perché tutti mi sollevate ed Io mi sono donato e la mia Pasqua è Piena ed è Risorta. Risorgete anche voi nell’Amore del Padre, nell’Amore del Figlio, nell’Amore dello Spirito Santo, nell’Amore del Cuore di Maria e nell’Amore del Bimbo. Figliuoli, la Luce Piena è su di voi! Ricordate sempre che il mio Cuore è aperto e aspetta tutti senza fare alcuna distinzione <lunga pausa>. Sì, Padre.. Sì, Padre.. Sì, Padre.. Guardo i vostri cuori, guardo gli occhi di ognuno di voi.. dei miei discepoli e delle mie spose, e in questo attimo Io sono dentro di voi, come una mamma porta il suo bimbo; ed è bello essere mamme e ascoltare il proprio bimbo. Gioite, perché la Gioia del Padre è su di vo. Figli, non vi ho mai lasciato: ho sempre accarezzato e cullato i vostri cuori; quando vi sentite soli: GUARDATEMI, perché Io sono sempre a vegliare su di ognuno di voi. Ora Io devo lasciarvi, ma verrò ancora a portare il Pane Vivo dei Cieli. Vi invito nell’Amore e nella Pace a camminare nel Solco Santo del Santo Vangelo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: crescete nell’Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, e vi salutano col Saluto del Cuore del Padre che in questa serata permette ad ognuno di loro: salutate anche voi l’Amore di Dio. Ora volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie. Continuate a camminare questi passi amando, perdonando, usando carità verso tutti, e al primo posto portare i propri nemici; non siate gelosi gli uni degli altri, ma fate sbocciare l’Amore Pieno, figliuoli, perché dinanzi ai miei occhi siete Boccioli e Pietruzze Vive che ardono, ardono del Fuoco dello Spirito Santo <alita sui presenti> vi alito su di ognuno di voi. Ora unite la Catena Santa <breve pausa>, unitela col cuore, unitela col peso della Croce, unitela stringendo le vostre mani sulla mia Corona di Spine che è l’Unica Via che vi porta alla santità, alla salvezza: le Spine le ho amate, e ho chinato il capo nell’essere stato coronato e chiamato re: RE DELLA CROCE, RE DELLA POVERTA’. Quando ridono di voi, alzate gli occhi al Cielo, e, con l’amore di figli chiamatemi "Papà". Ora preghiamo insieme: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen",  2 volte>. Figliuoli, il correre e non masticare il Pane del Padre, è non capire: "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Non è un rimprovero, ma i vostri cuori si devono unire al mio Cuore unendo una sola voce "Padre nostro che sei nei Cieli..". Bene, figliuoli, è un Papà che vi invita alla Preghiera, non dovete offendervi ma pregare e donare il cuore, pregare e aprire la porta e dire "Eccomi, Gesù!". Ora, figliuoli, andate in pace e portate al mondo la Pace che avete ricevuto. Io verrò ancora a portarvi la mia Pace, il mio Pane, il mio Amore per molto tempo in mezzo a voi. Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle, nel Fiume Santo, tutti i tuoi figli (Giulia) con la tua Grazia, Gesù! Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'! (Gesù) vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, figliuoli del mio Cuore. Mi avete visto con gli occhi dell’Amore?........ Paolo? (Paolo) Sì! (Gesù) e voi? (Tutti) Sì! (Gesù) GRAZIE PER IL TEMPO CHE SPENDETE, FIGLIUOLI!

 

Giulia dice che i Chiodi che le vengono confitti nelle mani e nei piedi, non hanno la forma dei chiodi che usiamo noi: cioè con la punta e poi di sezione costante fino alla testa; i Chiodi che le vengono confitti sono a forma piramidale: cioè a sezione variabile man mano che ci si avvicina dalla punta fino alla testa; per questo motivo, tanto più i Chiodi entrano nelle carni e tanto più le lacerano con fori che aumentano sempre di più.

 

 

         4. Dom 04/11/2001, ore 15.20, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, anche in questa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati, figlia del mio Cuore. Immolati per l’umanità tutta; immolati per le Mura di Roma. Figlia mia, guarda il Cuore di Gesù <breve pausa>, e assieme a Lui, bevi questo Calice <Bevute, 1° grido>. (Giulia) Mamma! Mamma! <lunga pausa> Sì! Sì, Mamma! <breve pausa> Sì, Mamma <2° grido>! (Immacolata) Ecco, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Per Volere di Dio Padre, siamo venuti a portare lo Shalom e la Parola Viva del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, invitandovi a viverla nella pienezza del cuore e a donarla ai fratelli, così come Gesù l’ha donata ad ognuno di voi: Nel suo Amore Infinito si è donato all’umanità, e Gesù, oggi, viene a chiedere, ad ognuno di voi: "Voglio far festa; voglio essere invitato nei vostri cuori"; e chi dà subito risposta "Ecco, Gesù: VIENI! La mia casa è tua!". Oggi nel mondo intero, nessuno ha uno spazio per invitare Gesù, e la storia si ripete: mi è stata offerta solo una Stalla dove far nascere Gesù. Ecco come si cammina dietro al Vangelo; ecco come si osserva e si mette in pratica la Parola di Dio. E’ facile parlare e dire "Ma io accolgo Gesù!", e cosa si fa quando un fratello allunga la mano? Cosa si dona al figlio emarginato? Quanti sono i giusti? Come Mamma devo dirvi "in pochi", perché Io vedo e sento ogni cosa! Figliuoli, discepoli di Giovanni, almeno voi accogliete nel cuore il mio Gesù; fate festa con Lui e gioite, perché il suo Amore è Pieno su di voi, e vi ha chiamati "Discepoli dell’Amore", e l’Amore viene da Dio, non dal mio nemico. Il Seme che germoglia e dona Frutti è il Seme di Dio e la Parola: vivete nell’Amore e nella Parola e seminate "DIO E’ VIVO, E’ IN MEZZO A NOI E PARLA COL SUO AMORE INFINITO". Non date spazio al mio nemico, figliuoli del mio Cuore, ma amate, usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Pregate e consolate il Cuore del mio Figliuolo Gesù che gronda Sangue per i flagelli che scendono sull’umanità. Dio vi ama e vi vuole salvi e santi: non è il Padre a fare la guerra, ma i figli che non vogliono ascoltare la Parola; non vogliono aprire i cuori all’Amore Infinito del Padre. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire a causa del Nome del tuo Gesù: SII GIOIOSA, figlia mia, il Padre ti ha mandata per questo. Il peso sarà ancora più grande sulle tue spalle (Giulia) sì, Mamma! Benedico e lodo il Padre per il dono della Sofferenza! Eccomi, sono pronta, con la tua Grazia, Mamma! (Immacolata) Bene, figlia del Cuore della Croce, ora lascerò nel tuo cuore un altro Segreto che non dovrai dire! <lunga pausa> Stai attenta, figlia mia! ? (Giulia) ..quando dovrò dirlo, Mamma? (Immacolata) Ora tienilo nel tuo cuore: presto lo dirai ai tuoi figli! Sarò Io a dirti quando dovrai scriverlo! ? (Giulia) sì, Mamma, ma non lasciarmi! (Immacolata) Il Padre ti tiene per mano ed Io sono sempre al tuo fianco, non temere! (Giulia) grazie, Mammina mia! (Immacolata) Bene, figliuoli, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) sì! (Immacolata) ve lo lascio. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. L’Amore e la Luce del Santo Vangelo sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli, Amen. Osservo e ascolto i cuori dei miei discepoli! Vi guardo uno ad uno e invito ognuno di voi a vivere in pieno il Santo Vangelo. Il mio Cuore è triste in questa giornata, e mi fermo ad osservare il Santo Vangelo di questa giornata. Mormoravano: "perché si era fermato a mangiare da un peccatore?". E il mormorare di tutti i giorni è il giudicare con facilità il fratello, è il giudicare Dio stesso: "Ti sei fermato a mangiare da un peccatore!"; e questo dovrebbe farci riflettere e pensare: "Gesù, che di sua Volontà è sceso in mezzo a noi a prendere le nostre colpe, i nostri errori, a perdonare i nostri peccati, ad accoglierci con Amore nelle sue braccia e a donarci tutto, e ancora noi guardiamo la pagliuzza nell’occhio del fratello senza renderci conto della trave che portiamo nel nostro occhio?". E’ facile oggi ed è comodo prendere il posto di Dio e giudicare il fratello! e come possiamo andare dinanzi all’Altare a mangiare al Banchetto? Se ci fermiamo un attimo e guardiamo i nostri cuori, non faremo neanche un passo per avvicinarci al Banchetto. Questo è una mia osservazione di Povero Uomo, di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto: l’umanità può presentarsi dinanzi al Mistero del Sacrificio ma Dio è Padre, Gesù si è donato per tutti, non ha allontanato nessuno; quando ha allargato le braccia si è lasciato inchiodare per tutti, non ha fatto una lista dicendo: "tu sei peccatore e non devi prendere parte al mio Banchetto!"; e quando ha alzato gli occhi al Cielo dicendo "Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno", l’ha detto a tutti, non solo a chi l’ha inchiodato sul Legno della Croce! Vedete, figliuoli, quanto è grande l’Amore di Dio? Quanto Dio ci ama! e ce lo fa vedere donandoci Gesù, donandoci la Croce, donandoci la Parola, ma l’umanità corre dietro alle cose del mondo. I Grandi della Casa del Padre hanno dimenticato la Semplicità e la Povertà di Gesù, e come è venuto: ha lasciato il Padre suo per venire a riscattare ognuno di noi. Abbiamo dimenticato il Dio Antico, il Dio dei Sigilli, il Dio che ha parlato a delle persone piccole e povere, donando ad ognuno di loro l’Amore e la Luce Piena dello Spirito Santo! Chi li ha ascoltati? E chi vi ascolta oggi? Non vi do risposta! Vi dico solo di non lasciare il Solco di Dio e di ascoltare la Parola che Dio dona all’umanità, e in particolare ad ognuno di voi che vivete nella Stanza di Gesù, nella Stanza del Grande Mistero di Dio. Quando capirete cosa Dio vuole da voi i vostri occhi si apriranno. Ero tentato a spiegarvi tutto e subito, ma vedevo i vostri cuori che non erano pronti e non volevo e non voglio farvi del male. Ancora siete dei bambini: dovete crescere e imparare alla Scuola di Maria. Come Mamma e Maestra vi sta portando per mano, e i vostri passi stanno crescendo nella misura di Dio. Figliuoli, Io vi amo sempre e sono sempre vicino ad ognuno di voi: amatemi un po’ anche voi! <breve pausa> Mi sono commosso un po’: vi chiedo scusa! <breve pausa> Sono salito al Padre non perché ero stanco di voi! Figli, le brutture del mondo non riuscivo ad accettarle, ma dal Paradiso guardo e ne vedo sempre di più, e chiedo a voi, figli del mio Cuore: AMATEVI! Amatevi con l’Amore che Dio vi dona attimo per attimo. Amatevi e siate sempre la Famiglia di Dio: la Famiglia che assieme abbiamo costruito nell’Unico Amore del Santo Vangelo, e quante volte il mio Cuore rideva e piangeva insieme nel vedere crescere questa Famiglia! Vi amo, amici miei! Vi amo, figli del mio Cuore! <breve pausa> aspettate: Gesù tornerà come ha promesso! Non disperdetevi dietro alle cose del mondo: nessuno di voi conosce né l’ora e neanche il giorno, ma vi chiedo di essere vigilanti nell’Amore, nella Fede, nella Carità! Bene, Piccola Cocciuta, il tuo cuore è stato ferito ancora in questa giornata? <breve pausa> (Giulia) no, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi nascondermi? <breve pausa> (Giulia) nulla: cosa posso nasconderti? <breve pausa> sì, devo dirti che l’ho usata ancora quella cordicella, ma non sgridarmi! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) bene, Cocciuta, te la lascio! Ora cosa mi devi chiedere? (Giulia) devo farti alcune domande nel Cuore! Giovanni, posso farle? (Piccolo Giovanni) si <lunga pausa> (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, ho fatto diventare tristi i vostri cuori in questa giornata? <breve pausa> Ma voi non vedete il Dolore di Maria, il Dolore della Mamma: CONSOLIAMOLA, preghiamo insieme: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. "Cosa possiamo regalare a Maria?": glielo chiedevo sempre alla Piccola Cocciuta, e Lei mi rispondeva: "Il cuore!". Doniamo il nostro cuore alla Mamma; doniamo il nostro Sì a Maria, figliuoli. Ora Io devo lasciarvi, ma sono sempre con voi. Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: non lasciatevi trascinare dal suo fumo, ma allontanatelo da voi amando; AMATE, AMATE, AMATE E ACCOGLIETE LO SHALOM DI DIO. Vogliamo fare un Pater per il Papa.. (Tutti) Sì!.. (Piccolo Giovanni) ..in questa giornata? <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un Pater insieme a Giovanni con una modifica, eccola:>

 

Padre Nostro che sei nei cieli,

sia santificato il tuo Nome.

Venga il tuo Regno,

sia fatta la tua Volontà,

come in Cielo e così in terra.

Dacci oggi il nostro pane quotidiano,

e rimetti a noi i nostri debiti. (1)

E non ci indurre in tentazione,

ma liberaci dal male.

AMEN.

 

(1)<i presenti rimangono sbigottiti pensando che Giovanni avesse sbagliato saltando il passo "come noi li rimettiamo ai nostri debitori"> (Piccolo Giovanni) Non ho sbagliato! Non vi preoccupate: è un Mistero quello che avete ascoltato. Bene, figliuoli, Io devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco, avete ascoltato la Parola di Giovanni: con l’Ordine di Dio parla e lascia scendere su di voi le Gocce dello Spirito Santo! I Misteri di Dio ancora non sono chiusi, ma sono aperti, e Dio parla e usa le sue Parole con la sua Maestà di Padre. Figliuoli, il Mistero che vivete è Mistero di Dio: E’ GRANDE, e come Mamma vi invito a guardare il Legno della Croce, perché Noi veniamo in mezzo a voi per Volere del Padre, e solo dinanzi a Lui Io mi inchino come Umile Ancella. Figliuoli, grazie per il tempo che spendete per il mio Gesù: vi sarà donato con larghe misure, voi donatelo al mondo. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell’Unica Misura del Vangelo Vivo di Gesù. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e rimanga per sempre nel Segno Tremendo della Croce Viva, figli.

 

 

         5. Giov 08/11/2001, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù, l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nell’accettare i Calici Misti del mio Amore, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell’abbracciare i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce. Figlia, unisciti ai miei Dolori: abbraccia con me i Santi Chiodi per l’umanità tutta <1° grido, breve pausa>. Unisciti ancora: abbraccia i Santi Chiodi, figlia, per le Mura di Roma <2° grido e bevute amare, breve pausa>. (Giulia) Gesù! Gesù, sono amari.. i Calici! (Gesù) bevili! Abbraccia ancora il Legno della Croce e i Santi Chiodi. Guarda, figlia mia, cosa hanno preparato i Grandi del mondo e i Grandi della casa del Padre: HANNO UNITO LE LORO FORZE! Guarda, figlia <3° grido, sospiri, 4° grido>. (Giulia) Gesù! <sospiri> Gesù! <sospiri, 5° grido straziante>. (Gesù) Vedi, figlia, come è grande il mio Dolore? E come è straziato il Cuore di Maria, Madre mia e Madre dell’umanità (Giulia) Gesù, tu, se vuoi, puoi fermare ciò che ho visto! (Gesù) si, posso fermarlo! Ma dimmi: cosa devo fare? Devo abbassare la mia mano? (Giulia) no, Gesù! (Gesù) i Grandi del mondo, i Grandi della Casa del Padre, non accettano la mia Pace! Non cercano il mio Amore, ed Io, cosa devo fare, figlia? (Giulia) Gesù: TU PUOI TUTTO, ma sia fatta la tua Volontà, non la mia! Gesù, prendi per mano i pargoli; e tu che conosci il cuore dei tuoi figli, dona ad ognuno di noi quello che è scritto nel tuo Cuore! (Gesù) Bene, figlia, nel mio Cuore c’è l’Amore che arde per l’umanità, per ognuno di voi, per i figli che alzano gli occhi e mi riconoscono come Padre, ed Io sono pronto ad accogliervi e a fare festa: RITORNATE A CASA, figliuoli del mio Cuore, il vostro Papà vi aspetta per fare festa, e la mia Festa è Piena, non è come la festa del mondo. Eccomi, Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: siamo venuti a fare festa con tutti voi e i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera, invitandovi a tenere sempre alto il Santo Vangelo e a viverlo nella pienezza dei cuori. Io non vengo a cambiare nulla: Io vengo perché sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per donarvi la Vita Eterna; il Gesù che vi ha donato il Paradiso e voi lo state distruggendo con i vostri odii, con le vostre guerre. Ah, figli del mio cuore: cosa pensate di fare senza di me? Quale guerra volete combattere senza il mio Amore? Il mio Perdono? Chi credete di essere? Il mio Cuore gronda Sangue; figli, guardate la Via Stretta e abbracciatela; camminate nel Solco del Santo Vangelo! Gettate le armi e abbracciate il Legno Vivo della croce, l’Unica Arma che vi porta a Casa per gioire nella Quiete e nella Pace del Padre. Figliuoli del mio Cuore, il pianto di Maria è diventato un Fiume che scende sull’umanità. Voi, Grandi del mondo, e voi, Grandi della Casa del Padre: abbracciate il Legno della Croce; lasciate i vostri troni; raccogliete le pecorelle smarrite e gridate con la Parola Viva che Io vengo a portare in mezzo a voi. Ecco, la Pace non è che stare seduti sul trono: ma indossare gli abiti della povertà e stringere la mano al fratello emarginato, al figlio trafitto, al poverello che non ha un pezzo di pane. Voi, figliuoli, non giudicate per quello che vi fanno vedere, ma pregate, perché solo Io conosco ogni verità. Voi vedete quello che i Grandi fanno passare per cose giuste: non date giudizi, figli miei, ma fermatevi e consolate il Cuore della Mamma vostra: il Cuore di Maria vede i suoi figli cadere sempre di più nella rete del nemico. Amatevi gli uni gli altri, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici: FATE FESTA CON LORO E DONATE IL VOSTRO CUORE. Ecco, Io parlo ai miei Figli Ministri, PARTE ELETTA DEL MIO CUORE IMMACOLATO: Figli, vi ho forse detto di mettere da parte il Vangelo e di gridare la voce della politica? No, non è scritto nel Libro del Santo Vangelo! Vi ho mandati uno ad uno "andate e portate la Buona Novella", "andate e predicate la mia Parola", ma, col Cuore grondante di Sangue, guardo e non vedo più i miei figli parlare del Santo Vangelo. Non scandalizzatevi a sentire queste Parole. Voi potete dire "ma noi ascoltiamo la Parola": con quale misura? Con quale amore? Con quale cuore viene donata alle pecorelle la Parola Viva? <breve pausa> Devo dirvi che i Pastori hanno dimenticato che il Maestro verrà: SARANNO PRONTI? MI RICONOSCERANNO? AVRANNO GIOIA QUANDO MI VEDRANNO? <breve pausa> chino il capo e chiedo ad ognuno di voi, Discepoli del mio Cuore e Colonne Vive, di pregare, perché su voi Io mi poggerò: siate pronti, figli, perché il peso sulle vostre spalle sarà gravoso, ma il mio Amore e la mia Grazia è su di voi; e la mia Stanza, che è Mistero Vivo, vi darà la forza e la Voce di Giubilo per gridare il mio Amore, figli, perché Io vi ho scelti e sigillati per seminare il Seme del Parto Vivo che passa attraverso Giovanni e attraverso la Piccola Cocciuta del mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Figliuoli, siate coscienti del vostro compito: Io ho messo nei vostri cuori il Sigillo, e voi porterete la Luce e la Pace nel mondo. Non pensate con la mente cosa dovrete fare: Io guiderò i vostri cuori, le vostre mani, il vostro parlare, perché vi ho rapiti e fate parte della Schiera degli Angeli della Pace! Figliuoli, rideranno di voi ma non abbiate timore: DIO E’ CON VOI, SIATENE COSCIENTI! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) guarda cosa hanno preparato per te! <breve pausa> Sei pronta? (Giulia) sì, Gesù, sono pronta con la tua Grazia! (Gesù) il tuo Sì fa gioire il mio Cuore, Sposa e Mamma della Croce! (Giulia) Gesù, perché mi chiami Mamma della Croce? Grazie, Gesù!: sono solo una serva inutile (Gesù) sono Io a decidere, non tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) Bene, prendi tra le braccia la Croce! <sospiri, breve pausa>. (Giulia) grazie, Gesù! <breve pausa>. (Gesù) ..PORTALA! (Giulia) con tutto il mio amore! (Gesù) Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto nel Suo Cuore. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) L’Amore Trinitario e il Cuore di Maria sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli, Amen. In questa serata vi porto il mio Saluto di Cuore: PACE A VOI, DISCEPOLI DEL MIO AMORE; PACE A VOI, DISCEPOLI DELLA MIA LUCE; PACE A VOI, DISCEPOLI DEL MIO VANGELO! Vi ho sempre donato la Parola Viva, indicandovi la Via della Croce, insegnando ad ognuno di voi a vivere come fratelli e figli di Dio. Il nostro vivere, il nostro camminare e donare agli altri sia l’Unica Fonte Viva del Cuore del Padre, perché sapete bene che non ci sono altre fonti dove andare a bere: l’Acqua Viva, l’Acqua Zampillante, la può donare solo il Padre, e noi che abbiamo sete di conoscere l’Amore di Dio, ci fermiamo, e il nostro cuore grida "Padre, ho sete: donami la tua Acqua". Vedete, figli, il mondo, i Grandi del mondo, i Grandi della Casa del Padre, hanno sete: sapete di cosa? HANNO SETE DI POTERE! HANNO SETE DI GUERRA! HANNO SETE DI DISTRUZIONE e vanno a bere alla fonte del nemico che semina morte, perché l’acqua non è l’Acqua della Vita, non è l’Acqua Zampillante; e come parola non masticano il Vangelo, ma i loro progetti. Ebbene, figliuoli, cosa devo dirvi ancora? Rimanete nel Solco della trinità; rimanete legati alla Porta; voi conoscete bene dov’è la Porta e che misura ha: E’ STRETTA ED E’ SEGNATA DAI DOLORI, SEMINATA DALLE SPINE DI MARIA che come Mamma conosce bene la Sofferenza e sa che solo attraverso la Sofferenza si può arrivare alla Gioia Viva ed Eterna. "Venite, facciamo festa, una pecorella smarrita è ritornata a Casa", e.. me ne state portando pecorelle, e di questo sono gioioso, discepoli del mio Cuore. Ora che Io vedo ognuno di voi, e voi ascoltate solo la mia voce <non averlo presente anche col corpo>, mi amate di più! Quando ero in mezzo a voi, dovevo combattere per farmi capire! Ma il mio Amore per tutti voi e per l’umanità, era ed è così grande da ritornare ancora in mezzo a voi e abbracciare tutto quello che ho abbracciato! Bere tutti i Calici che ho bevuto.. PERCHE’ VI AMO. Figli del mio Cuore, vi invito a pregare per le Mura di Roma, per il Papa. Vi invito a pregare per il mio popolo. Figliuoli, voi non conoscete i Progetti del Padre, e nessuno di noi conosce né l’ora e neanche il giorno che scenderà a chiedere, ad ognuno di noi, il nostro operato: siate vigilanti, non fate spegnere la Lucerna! Io vi ho insegnato come tenerla accesa: usate l’Amore del Padre, la Famiglia di Dio non si divide, e voi siete la Famiglia che il Padre ha portato nella Stanza del Mistero dell’Amore, del Mistero del Bimbo che cresce! Non permettete al nemico di entrare nel Mistero dei vostri cuori: solo se rimanete uniti nell’Amore, nella Fede, nella Carità, nell’essere Figli e Fratelli dell’Unico Padre, combattete il nemico; rimanete saldi, figli del mio Cuore. (Giulia) Giovanni, devo chiederti qualcosa nel Cuore: posso farlo? (Piccolo Giovanni) sì, figlia! <breve pausa> (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Piccola Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora, in regalo riceverai ancora la mia Salita <le fa rivivere, per alcuni minuti, il momento della sua salita al Cielo> Ecco il mio Amore! Ecco il Bimbo che arde nei cuori di ognuno di voi. Figliuoli, siate coscienti di questo Mistero Vivo e sigillato dal mio Sacerdozio Santo. Pregate secondo le intenzioni del Padre e poggiatevi sul Cuore del Padre; tenete sempre alto il Santo Vangelo e camminate la mia Linea Dritta. Ricordate: LA CROCE E’ LA VOSTRA SALVEZZA! Ora, consoliamo il Cuore di Maria: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. E’ bello consolare il Cuore di Maria: FATELO, ma con la pienezza dei vostri cuori, con la pienezza del vostro Sì. Figliuoli, vi amo. Ditemi, vi mancano le mie gridate? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) ma perché vi lamentate delle grida della Piccola Cocciuta? Sapete bene che suo petto c’è il mio Cuore, e le sue grida sono le mie Grida.. e aumenteranno, perché il Padre l’ha fatta ancora più cocciuta.. preparatevi.. ma vi ama come Io vi ho amato e vi amo, figli e discepoli del Cuore del Padre. Ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre, ma sono sempre nei cuori di ognuno di voi. Paolo, Paolo, come arde il tuo cuore! Lascio .......... nel cuore di tutti voi, Spose e Discepoli del mio Amore. Ora vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni. Quante volte ho segnato le vostre labbra e non avete capito nulla! Figli, vi stringo uno ad uno e porto dinanzi al Padre il cuore di ognuno di voi. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Bene, figliuoli, avete assaporato l’Amore di Giovanni: gustatelo e donatelo al mondo. E ora preparate i vostri cuori, perché lo Sposo è pronto e il Banchetto è pronto per ognuno di voi e per i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera: portate tutti, non lasciate nessuno fuori dal mio Amore, perché Io ho abbracciato tutti i miei figli: fatelo anche voi. Ora, Sposo, porta la sposa <lunga pausa>. Padre mio, benedici questo Calice Frutto del tuo Amore <breve pausa>. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; venite e fate festa con lo Sposo. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio! <breve pausa>. (Gesù) Bevete e mangiate con me, e ricordatevi del mio Amore: Io ho sete e fame delle vostre anime, figli. (Giulia) Padre, Padre mio! (Gesù) Figlia, bevi <breve pausa>, bevi <breve pausa>, bevi <6° grido, breve pausa>. Mangia il mio Cuore! <breve pausa>....... Paolo! <breve pausa> bevi! <breve pausa> Mangia! <breve pausa> Mangia! <breve pausa> Donatemi ai vostri fratelli! Preparate la Via Stretta per le Spose! Guardo il vostro amore; guardo l’amore che arde nei vostri cuori di figli! Come Padre, come Figlio, come Spirito Santo, invito ad ognuno di voi, figli della Luce, a donare la Luce che ricevete dentro di voi; a donare la Quiete e l’Amore ai vostri fratelli. Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce, e svettando la Vittoria, vi ho donato la Vita Eterna. Siate coscienti, figliuoli, i vostri cuori siano aperti alla Resurrezione, all’Amore del Padre che dona ad ognuno di voi nel Mistero del mio Sangue e della mia Carne. Eccomi, Io vengo ad abitare in ognuno di voi; vengo a fasciare e a guarire le vostre ferite; vengo a portare la Pace Piena e l’Amore che solo il Padre può donare all’umanità; il mondo non può donarvi l’Amore: l’Amore è segnato dalla Croce e dal Sigillo del Santo Vangelo. Se amate, siete figli della Croce; se perdonate, siete figli della Croce; se allargate le braccia e vi lasciate inchiodare, siete figli della Croce: vi riconosceranno come Figli della Luce, quando i vostri cuori grideranno "DIO E’ VIVO, E’ IN MEZZO A NOI, PARLA, BEVE E MANGIA CON NOI DEL NUOVO": non abbiate vergogna del vostro Gesù che si dona e vi ama. Figli, non abbiate timore di gridare al mondo la Verità del Santo Vangelo, ed Io vengo a portarlo Vivo in mezzo a voi nella mia Stanza nel Grande Mistero della Croce <breve pausa>. Raccogliete ciò che è caduto e mettetelo al proprio posto <ha aperto il Messale sull’Altare e sono caduti alcuni fogli in esso custoditi>. Ecco, figliuoli del mio Cuore, la mia Pasqua è Piena ed è Risorta; il mio Amore è unito al vostro amore. Io sono venuto ad abitare dentro di voi nei vostri cuori.. <sospiro profondo> e un Bimbo ha bisogno di carezze: di essere cullato; non uccidetemi: fatemi vivere; quando uscite fuori, non permettete al mio nemico di abortire il mio Amore, figli! E quando entrate nella mia Stanza, liberate i vostri cuori dagli odii: il Banchetto va accolto col cuore libero dalle cose del mondo, ed Io conosco il cuore di ognuno di voi e vi amo così come siete, ma non pensate che Io non conosca e non veda i vostri cuori, e la Piccola Cocciuta li vede come Io li vedo: così come siete. Bene, figliuoli, Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Cuore del Bimbo che cresce in mezzo a voi. Ora aspetto con amore: mi volete cantare ancora la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie! I vostri passi sono nel Solco, e il mio Cuore gioisce: rimanete nella mia Quiete e unite al mio Cuore di Padre, di Figlio, di Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Bimbo, unite i vostri cuori e la Preghiera che vi ho insegnato. Unite la Catena Santa: non scandalizzatevi delle mie Parole, non scandalizzatevi del mio Amore. Ricordate sempre che è Amore di Padre, e l’Amore di un Papà arde ......... se voi ardete per i vostri figli, il mio Amore è ancora più grande per tutti voi! LO RICONOSCETE? <breve pausa> non mi rispondete? (Tutti)(Gesù) ci vuole un po’ per farvi rispondere! Bene, figli, uniamo i nostri cuori; la Famiglia è Piena perché Io sono qui in mezzo a voi, e la Famiglia di Dio ha un Unico Cuore: IL CUORE DELLA CROCE. Preghiamo: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen",  2 volte>. Il Mistero che Giovanni vi ha donato nella Preghiera che Io vi ho insegnato è Grande ed è rivolto alla Chiesa di Roma <vedi il Pater modificato di cui al messaggio della domenica 04/11/2001>. Quando il Tempo sarà Pieno vi sarà detto, ma vi invito da questo istante a pregare. Figli, pregate, pregate e amate: solo l’Amore può liberarvi dalla catena dell’ultimo strascico di coda del mio nemico. Come Padre, come Figlio, come Spirito Santo, vi invito a tenere sempre stretta la Catena del Padre: la Catena e la Preghiera che Io vi ho insegnato e abbiamo fatto assieme. Ora, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI. (Gesù insieme a tutti) Amen, Amen, Amen, Amen. (Gesù) Amen Pieno sia nei vostri cuori, figli (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'! come è grande il tuo Cuore! <breve pausa> (Gesù) vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, figliuoli del mio Cuore. Andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto in questa serata <breve pausa>. Il mio Cuore sta accarezzando ognuno di voi e i vostri cari: non temete per i cari che avete lasciato a casa, figli, Io li sto visitando. (Giulia) Grazie, Gesù! Grazie.

 

 

         6. Dom 11/11/2001, ore 15.15, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa santa giornata, i Calici che hanno offerto al tuo Gesù, e immolati. Consola il Cuore di Gesù abbracciando il Legno della Croce. Figlia, guarda e consola il Cuore di Gesù <1° grido>. Ecco, figlia mia, un’altra Spada ha trafitto il tuo cuore. (Giulia) Mamma! (Immacolata) consola il tuo Gesù, figlia <2° grido>. (Giulia) Mammina, il tuo Cuore gronda Sangue!: perché sei così triste, Mamma? (Immacolata) guarda, figlia mia <3° grido>. (Giulia) Mamma! <bevute amare>. Mamma, vedo del buio! <breve pausa> che significato ha? Tu sei luminosa, ma il mondo è tutto buio!.. non c’è più Luce, Mamma, che significato ha? (Immacolata) vedi, figlia mia, è il velo più grande che sta scendendo sull’umanità: Io sto tenendo il braccio del Padre, ma ho bisogno delle vostre preghiere, ho bisogno dei vostri cuori aperti, vivi e accesi del Santo Vangelo, perché Io vengo a portarlo, e vi invito sempre a viverlo nella pienezza dei vostri cuori distaccandovi dalle cose del mondo e amando col cuore il proprio fratello. Figliuoli, imparate il Mistero dell’Amore; imparate a vivere secondo la Legge di Dio, non quella degli uomini. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi, portando l’Unica Linea Dritta del Santo Vangelo e il Segno della Croce. Figliuoli, non date spazio al mio nemico: Io parlo a voi e parlo al mondo intero. In Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi lo Shalom del suo Cuore, la Pace Piena: la Pace di Dio. L’Amore che Dio dona all’umanità, ai suoi figli, è Pieno e duraturo, ed è segnato dal suo Cuore. Figliuoli, il mondo vi offre l’amore che girando le spalle vi invita ad odiare: NON ACCOGLIETE L’AMORE DEL MONDO, ACCOGLIETE L’AMORE DI DIO CHE E’ SEGNATO DAI DOLORI, DALLE LACRIME DEL MIO FIGLIUOLO GESU’. Io vengo a portare il Sigillo del Padre, e come Mamma abbraccio ognuno di voi, figli, segnandovi i passi e la Via Stretta che portano al Santo Vangelo; e il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato: si è donato per Amore. Ecco, il mio Cuore di Mamma gronda Sangue per l’umanità, per i figli che cadono sempre di più nella rete del mio nemico. Figliuoli, guardate la Croce; guardate la Croce e guardatevi come figli della Croce, perché voi siete i miei figli, ed Io come Mamma non voglio perdervi. Siete in grave pericolo, figliuoli, rimanete saldi nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Il mio Cuore Immacolato trionferà, ma non date spazio al mio nemico. Io, da Fatima vi ho segnato la via del Santo Rosario, l’Amore e il Perdono e la Carità verso tutti. Quando amate, amate col cuore: vivete e spendete i vostri giorni solo per Dio prendendo la mano del figlio emarginato, del figlio drogato, perché lì trovate il mio Gesù che aspetta, figliuoli del mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) immolati ancora per Gesù: insegna i passi dell’Amore ai tuoi figli (Giulia) Mamma, non mi ascoltano: cosa devo fare? (Immacolata) grida con la Voce di Giovanni! (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) figlia, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù, ma porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli e tutti quelli che ti offro in questo istante: PORTALI, FIGLIA MIA! (Giulia) con la tua Grazia, Mamma! Dammi la forza! (Immacolata) sai bene che la forza viene dal Legno della croce e dal tuo amore! (Giulia) insegnami ad amare, Mamma! Insegnami ad amare (Immacolata) SEI IL ROVETO DI DIO: cosa devo insegnarti ancora, anima mia? <breve pausa> (Giulia) Mamma, non sono capace a fare nulla! (Immacolata) vai avanti, e sii sempre cocciuta come il Padre ti ha scelta: ma fai pregare i tuoi figli. Pregate per le Mura di Roma e fermate i flagelli col vostro amore, col vostro Sì Pieno al Cuore del Padre! Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. La Pace di Dio sia la vostra pace (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) L’Amore del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria sia la vostra Luce (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli del mio Cuore, Amen. Per Volere del Padre, sono ancora in mezzo a voi a gioire nei vostri cuori. Sapete bene che la mia Gioia è nel vedere ognuno di voi, tutti i miei figli uniti al Cuore di Maria, uniti al Cuore del Padre, e vivere la Gioia Piena del Santo Vangelo: IL NOSTRO TUTTO, LA NOSTRA PIENEZZA! Oggi, camminare senza Dio e senza il Vangelo è un vivere allo sbaraglio! I figli della Luce, i figli del Santo Vangelo, hanno solo una meta: la meta è Dio, la Croce; e la scala per arrivare a questa meta sono i Gradini dell’Amore! Ognuno di noi ha nel proprio cuore una piccola scala; questa scala è formata dal nostro Sì donato a Dio; e il vivere nel Paradiso come Angeli, è salire e scendere sulla terra per portare l’Amore di Dio. Il Vangelo Vivo di questa santa giornata ci invita ad essere Angeli. Ebbene, cari figli, cari fratelli, cari amici del mio Cuore, il mio Sacerdozio Vivo e Santo ha camminato sulla Via del Santo Vangelo; ho portato sulla Via del Padre le anime, i figli che si sono affidati al mio Cuore, e oggi, in questa giornata, in questi tempi dove Maria come Mamma guarda l’umanità, guarda i suoi Angeli, e con la sua mano tiene ferma la mano del Padre; ma dove sono i figli? Dov’è l’amore dei Figli Ministri? Dei miei Confratelli? Piango anch’Io Lacrime di Sangue! Figliuoli, pregate, voi che siete stati sigillati, battezzati con l’Acqua dell’Amore, non disperdetevi ma gridate "DIO E’ VIVO, E’ IN MEZZO A NOI!", non lasciatevi trascinare dal nemico, ma col cuore rivolto al Padre, combattete con amore, combattete con la Spada che vi è stata consegnata. Dio vi ha donato i Nomi Nuovi: LAVORATE NELLA VIGNA, lavorate, perché il Padre ha bisogno di voi! E voi, Colonne, sarete perseguitati, ma non fermatevi: Dio è Padre, Dio è al di sopra di ogni cosa e di tutto, e Lui solo conosce ciò che state vivendo: IL MISTERO PIENO, IL MISTERO VIVO DI DIO IN MEZZO A NOI! Cocciuta! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) conosci bene dal primo istante il tuo compito: stai attenta, figlia, non svelare il tuo primo segreto! (Giulia) Giovanni: AIUTAMI! (Piccolo Giovanni) sono sempre al tuo fianco. Grida con la Voce di Dio e non avere paura di niente e di nessuno! Vedi, guarda cosa hanno preparato <breve pausa>, vuoi andare ancora avanti? Vuoi fare la Volontà del Padre? (Giulia) lo sai già, Giovanni: SI’! (Piccolo Giovanni) bene, figlia. (Giulia) Sì, Giovanni! <breve pausa> Sì! <breve pausa> Sì, Giovanni! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) ora, figliuoli, vi chiedo ancora una volta: MI AMATE VOI? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) MI AMATE VOI? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) MI AMATE VOI? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) prendete la propria croce e venite dietro di me, perché il Parto è Pieno. Figli, l’umanità è sorda e non vuole ascoltare: il Padre ha preparato per voi la Stanza dell’Amore, e l’Amore, è l’Amore di Dio, non l’amore degli uomini. Il Mistero del Parto che passa attraverso di me e attraverso la Piccola Cocciuta, è Mistero di Dio, è Luce, e quando i vostri occhi vedranno, la vostra gioia sarà così grande da non resistere! Vi invito solo a pregare e ad aspettare i Tempi del Padre, perché nessuno di voi li conosce: né il giorno e neanche l’ora. Rimanete nella Quiete pregando e amando, camminando sempre sulla Linea Dritta del Santo Vangelo; Io l’ho amata e la amo, e voi che siete i miei Discepoli, tenetelo alto e amate il Santo Vangelo! Vi arde il cuore? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) come è piccolo questo sì.. che dite? Pensate che Io non veda i vostri cuori? <breve pausa> E’ bello stare con voi! E’ bello ascoltare il cuore di ognuno di voi! Paolo, lo senti il mio Cuore? (Paolo) Sì! (Piccolo Giovanni) mi poggio un po’ su di te oggi: mi porti? (Paolo) volentieri! (Piccolo Giovanni) grazie, figlio! ........ Non scandalizzatevi per quello che dico, ma vi invito ad essere coscienti che in mezzo a noi c’è il Padre che ci guarda! Figliuoli, Io vi amo tutti e vado a visitare le pecorelle che si sono unite a questa Santa preghiera: vi porto sulle mie spalle. Ora, devo lasciarvi, devo ritornare all’Ubbidienza del Padre; ma prima consoliamo il Cuore di Maria, insieme: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni> Vi bacio tutti col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figli del mio Cuore di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco, l’Ancella di Dio ha portato il Messaggio del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: Io non vengo a cambiare nulla di ciò che è Antico. Vivete l’Amore della Santissima Trinità e crescete nel Solco di Dio, amando, perdonando, usando carità verso tutti: non lasciate fuori i vostri nemici, ma fate festa con loro. Figliuoli, tenete sempre alto il Santo Vangelo e non gettatelo via. Come Mamma, vi lascio il mio Cuore: SIA IL VOSTRO RIFUGIO, figli miei. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Grazie per il tempo che avete speso per il mio Gesù: VI SARA’ DONATO A LARGHE MISURE! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli del mio Cuore di Mamma Immacolata e Addolorata.

 

 

         7. Giov 15/11/2001, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate del mio Cuore. Tu, Croce Divina del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, immolati ancora. Gioisci e fai festa nel bere con me i Calici del Parto Vivo per l’umanità tutta <breve pausa, 1° grido straziante, gemiti> <2° grido, breve pausa>. (Giulia) Gesù! Gesù! <breve pausa> sono amari.. sono amari, Gesù! Gesù! (Gesù) Immolati, abbraccia i Santi Chiodi e consola il Cuore di Maria <3° grido>. (Giulia) Gesù! <sospiri, lunga pausa, bevute e gemiti>. Gesù, perché sei seduto sul Monte? Il tuo Sangue scende come un Fiume, Gesù, e a raccoglierlo ci sono degli Angeli e stanno riempiendo sette Calici! Gesù! (Gesù) non temere: non verrà versato! Nessuno di voi conosce né l’ora e neanche il giorno. Tu stai vedendo i Calici, figlia mia, e vedi anche i cuori dei tuoi figli, dell’umanità, perché Io così ho deciso. Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi assieme agli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Veniamo a portare un solo Sigillo, una sola Verità: il Vangelo Vivo bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per tutti, non lasciando nessuno fuori del mio Amore. Avete assaporato il Santo Vangelo? Tenetelo sempre alto, figliuoli, nei vostri cuori; vivetelo da figli, da servi, non da maestri. Avete ascoltato la Parola, figliuoli? Avete compreso il significato? Chi mi ama col cuore? Chi crede nella Scrittura? E chi è puro in mezzo a voi? Figli, guardatevi bene dal giudicare; guardatevi bene dal dire al fratello "hai sbagliato", "hai peccato": Io solo posso giudicare ognuno di voi. E il Vangelo Vivo è la mia Parola e la mia Voce: il mio grido che viene dal Padre. Il Padre mi ha mandato, e di mia Volontà ho abbracciato la Croce per tutti; e tutti voi siete i miei figli: chi di voi è degno di stare dinanzi a me? Guardo i vostri cuori, guardo i cuori di tutti i miei figli, in modo particolare i cuori dei Figli Ministri, e il mio Cuore diventa triste e gronda Sangue; ma ricordate bene: sono Io a parlare attraverso lo Strumento; chi di voi mi ama al punto di gridare "DIO E’ IN MEZZO A NOI, E’ VIVO E PARLA"? <breve pausa> Il mio Cuore diventa ancora più triste nel vedere i figli che ascoltano la mia Parola, mangiano e bevono al mio Banchetto, ma non mi riconoscono. Ho forse detto ai miei discepoli "andate e rimanete in silenzio?": Io li ho mandati uno ad uno a portare la Parola e a gridare l’Amore: E NON SI SONO NASCOSTI, nessuno è riuscito a farli stare zitti. L’Amore quando entra arde, brucia e dona le Fiammelle, e le Fiammelle gridano come le pietre parlano del mio Amore. Figliuoli, non temete niente e nessuno: Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la Vita Eterna, ed ora sono qui, in mezzo a voi, mandato da Dio Padre, a portare la Buona Novella, a preparare i vostri cuori al Banchetto, al Parto Vivo che è Pieno ed è in mezzo a voi; ma vi chiedo di stare attenti al mio nemico, non dategli spazio, figliuoli, non legatevi al suo strascico di coda: quando parlate del mio Amore, fermatevi e sedetevi come facevo Io in mezzo ai miei discepoli; portavo la Pace e rimanevo a mangiare con loro, aprendo il Cuore a tutti i figli seminando la Parola del Padre. Ecco, figliuoli, Io vengo in mezzo a voi portando il Seme del Padre: se non lo seminate non potete raccogliere, e quando Io verrò a chiedervi cosa avete raccolto, cosa risponderete? Figliuoli, Io vi amo e non voglio perdervi. Il Cuore Immacolato di Maria trionferà, perché il Cuore del Padre è il Cuore di Fatima, e il Mistero è Vivo ma è troppo grande: non potete capirlo con la mente. Non fermatevi a pensare, ma liberate i vostri cuori e amate, amate, amate, e l’Amore si deve donare ai fratelli: la Famiglia di Dio vive dell’Amore Trinitario, e voi che siete stati chiamati e scelti dal Padre siete la Famiglia, ma non può accendersi, non può rimanere in piedi se tra di voi c’è odio, se il fratello viene allontanato. Figliuoli, il nemico vuole distruggere il Progetto dell’Amore, il Progetto della Famiglia: voi siete la Capanna di Betlemme, perché il Bimbo cresce in mezzo a voi. State attenti, non fate entrare il nemico, figliuoli, sia il vostro amore l’Amore di Maria: il suo Sì l’ha donato col Cuore aperto: FATELO ANCHE VOI ACCOGLIENDO TUTTI I VOSTRI FRATELLI! Non disprezzate nessuno: se dite a un fratello "stupido", peccate! se vi rivolgete ad un fratello prendendo il mio posto peccate contro lo Spirito Santo! Guardatevi, figliuoli, non lasciatevi trascinare dalle grandezze del mondo. Ricordate che il Maestro è Uno solo, e nessuno di voi può prendere il mio posto. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, grida con la Voce di Giovanni la Verità: non temere di perdere un figlio, ma fallo ritornare a Casa per fare festa. (Giulia) Gesù, cosa devo fare? Non ascoltano la tua Parola e neanche la mia: guidami tu! (Gesù) sono in mezzo a voi a parlare, Vivo e Reale: GRIDA LA VERITA’ DEL SANTO VANGELO E NON TEMERE NIENTE E NESSUNO! (Giulia) sì, Gesù (Gesù) ora, figliuoli, vi chiedo ancora di pregare per la pace! Pregate e consolate il Cuore di Maria, la Mamma dei Dolori, la Mamma che tiene ferma la mano del Padre. Altri flagelli scenderanno sull’umanità, perché c’è poco amore! Amate, perdonate e usate carità verso tutti, figliuoli: solo così possiamo gioire assieme, tutti, nella Grande Luce del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tu dovrai soffrire ancora, anima mia. (Giulia) con la tua Grazia, Gesù, eccomi! (Gesù) grazie, figlia mia, mi poggio su di te, sulle Colonne, sui Nomi Nuovi sigillati dal Padre. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) siete convinti? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) La Luce del Crocifisso sia la vostra Luce <breve pausa> (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) neanche riuscite più a rispondere! Vi siete un po’ arrugginiti? <breve pausa> Guardo ognuno di voi e guardo la Croce, e nel mio Cuore scende tristezza nel vedere quanto poco amore abita dentro di voi. <breve pausa> I passi li avete allungati, ma ad un piccolo ostacolo chiudete la porta e non aprite al fratello che bussa. Io vi ho insegnato ad amare; vi ho insegnato a camminare sulla Via del Vangelo: l’ho vissuto in pieno e lo vivo tutt’ora; l’ho amato ed osservato con la Grazia del Padre; curavo le vostre anime facendo cadere le Briciole su di ognuno di voi. Figliuoli, il Pane di Dio si mangia quando si ha fame di conoscere il suo Amore, la sua Verità, e Dio ci dona la sua Verità, il suo Pane, ma siamo troppo occupati delle cose del mondo e ci perdiamo andando dietro ai rumori di satana, ai rumori che non vengono dal Santo Vangelo! Chi non cammina nel Solco di Dio è fuori del Vangelo, e l’ho sempre gridato! Io ho donato il mio Sigillo di Sacerdozio Vivo ed Eterno in questa Stanza! Ho sigillato la Parola del Padre che passa attraverso lo Strumento! <breve pausa> Ma in quanti avete capito? Ho sempre gridato "non venite in questo Luogo: se non trovate il Vangelo andate via e chiudetevi nelle vostre case". Io vivo per il Vangelo, e il Padre mi ha mandato per questo! Cosa volete fare, vivere e camminare secondo il Vangelo del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce o vivere per il mondo e avere vergogna di dire "DIO E’ VIVO ED E’ IN MEZZO A NOI E PARLA "? sono così pesanti queste Parole per i miei Discepoli? Avete forse visto un don Mario uscire fuori dal Vangelo? <breve pausa> Mi fa male il Cuore nel vedere ancora i miei discepoli che non hanno il coraggio e la volontà di lavorare nella Vigna <breve pausa>. Le mie Spose: le mie Suore, non trovano la forza di abbracciare Gesù nel fratello emarginato! <breve pausa> Come vi presentate dinanzi all’Altare? <breve pausa> Mi fa male il Cuore a rimproverarvi, ma devo farlo perché vi amo! Lo faccio ad ognuno di voi e al mondo intero: quando il Padre parla, parla al mondo e non solo a voi che ascoltate la Parola Viva: "Dio Vivo e presente in mezzo a voi", ma ancora non riuscite a comprendere quale dono Dio ci sta portando! Correte di qua e di là ad ascoltare la voce di chi? e in mezzo a voi c’è il Padre che viene messo da parte! Meditate il Vangelo di questa giornata, ma meditatelo col cuore, senza fare i maestri, perché il Padre non vi ha fatto maestri ma servitori: servi indegni del vostro lavoro. Ditemi, sono uscito fuori dal Vangelo? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) cercate di non uscire fuori dal Santo Vangelo. Figli, preparo i vostri cuori per l’Avvento: togliete tutto quello che non appartiene al Padre, lasciateli puri, puliteli da ogni macchia, e prima di guardare la pagliuzza nell’occhio del fratello, togliete la trave che è nel vostro occhio e fate nascere dentro di voi il Bambinello Gesù. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) perché hai chinato il capo? <breve pausa> hai paura che ti rimprovero ancora? (Giulia) sì, Giovanni! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) il mio desiderio è di toglierti quella cordicella! <breve pausa> ma te la lascio ancora! (Giulia) grazie, Giovanni! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) resterai all’ubbidienza: ogni qual volta la userai dovrai chiedermi l’ordine! (Giulia) sì, Giovanni! <breve pausa> cosa devo fare ancora? (Piccolo Giovanni) dovrai dire ai tuoi figli, ai tuoi fratelli, che il Parto passa attraverso di me e di te, ed è il Parto di Dio! (Giulia) Perdona coloro che hanno trafitto il mio cuore e il tuo Cuore! Giovanni, lo sai, l’ho fatto da sempre! (Piccolo Giovanni) ora, figlia mia, preparati, perché la Croce per te è pronta! (Giulia) eccomi, Giovanni! Con la grazia di Dio sono pronta anch’io! (Piccolo Giovanni) Bene, Cocciuta del Cuore della Croce! Paolo! (Paolo) sì! ......... e voi tutti.. (Tutti) sì!.. (Piccolo Giovanni) ..che portate i Nomi Nuovi! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e voi Spose! (Suore Laiche) sì! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) prendete la propria Croce e seguitemi perché è tempo di mietitura: SIATE PRONTI E PREPARATI CON LE LUCERNE ACCESE! Il ladro viene nella notte e nessuno di noi conosce né l’ora e neanche il giorno: VEGLIATE, FIGLIUOLI, vegliate e pregate! Il mio Cuore è triste nel vedere il mio popolo lontano da Dio: pregate e immolatevi per i miei cari! Figliuoli, vi amo così tanto: FATEMI VIVERE NEI VOSTRI CUORI, figli, Io vi porto nelle mie braccia uno ad uno! Il mio Amore è sempre acceso per tutti voi perché vi ho cresciuti, vi ho amati e vi ho portati nel Solco del Vangelo Vivo, e vengo a visitare i cuori di ognuno di voi: NON VI HO MAI LASCIATI E NON VI LASCERO’ FINCHE’ VOI NON MI APRITE LA PORTA, figliuoli miei.. <breve pausa> non fate commuovere il mio Cuore e pregate per la Piccola Cocciuta, deve portarlo <il suo Cuore>: il Padre gliel’ha lasciato, e voi non conoscete il Dolore! Ora, assieme consoliamo il Cuore di Maria, il Cuore della Mamma. La Mamma: quale Cuore è più straziato del Cuore di Maria? Quante mamme in mezzo a voi hanno il cuore straziato? Guardate il Cuore di Maria, e unitevi al suo Dolore: così trovate la forza, la gioia e l’amore di abbracciare i vostri figli e l’umanità intera nell’Abbraccio di Dio. Ora preghiamo: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Bene, figli e discepoli del mio Cuore! Vi chiedo perdono se ho gridato un po’, ma vi amo: imparate ad ascoltare la Voce dell’Amore! Ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi lascio il mio Cuore: è in mezzo a voi, e vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi invito ancora una volta a stare attenti al nemico: è astuto, combattetelo con l’Amore, con la Preghiera ed essendo semplici con la dolcezza della Croce. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Eccomi, figli, avete mangiato il Pane di Giovanni: Io vi offro il Santo Vangelo invitandovi a viverlo nella pienezza dei vostri cuori e a tenerlo alto; e vi chiedo di non abortirmi. Ora preparate i vostri cuori al Banchetto Nuziale: venite tutti a mangiare perché tutti siete miei figli e lo Sposo è qui in mezzo a voi ed è pronto per ognuno di voi; le braccia sono aperte e non faccio distinzione; figli, venite a bere e a mangiare con me del Nuovo: ve l’ho promesso ed è qui in mezzo a voi. Sposo, porta la sposa <lunga pausa>. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; ecco il Mistero Nascosto. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo: fate questo ricordandovi del mio Amore. <breve pausa>. Uniti ai miei discepoli ho detto "prendete e bevetene tutti: questo è il mio Sangue; prendete e mangiatene tutti: questa è la mia Carne. Verrò e mangerò con voi e berrò del Nuovo", e ora sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Bevi, Croce del mio Cuore <breve pausa>. Bevi <breve pausa>, bevi <breve pausa>, bevi <4° grido, breve pausa>. Mangia il mio Amore! <breve pausa>.Mangia! ...... Paolo! <breve pausa> mangia! <breve pausa> Donatemi, chiamate i vostri fratelli e preparate la Via Stretta per voi e per le vostre Spose: perché le mie Spose sono le vostre Spose!.. ma non pensate alle cose del mondo: Io sono il vostro Gesù: vi ho cercati, vi ho sigillati, vi ho sposati e fate parte del mio Amore, e ciò che è mio è vostro. Figli, siatene coscienti: l’Amore di Dio si dona, e voi che siete famiglia di Dio donate all’umanità, ai vostri fratelli, tutto quello che Io dono ad ognuno di voi <breve pausa>. Ecco il mio Cuore che si dona all’umanità, ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera, al Banchetto dell’Amore del Bimbo che cresce in mezzo a voi. Beati voi che cercate la mia Porta ed entrate. Beati voi che vi caricate del peso del Legno Santo e lo portate con amore. Beati voi, figli, che siete perseguitati a causa del mio Nome: rallegratevi, perché grande è la vostra ricompensa nei Cieli. Beati voi quando sarete perseguitati e diranno ogni cosa di voi a causa del mio Nome: rallegratevi e lodate il Padre.. e la vostra gioia sia piena, la vostra luce sia la Luce del Legno Santo della Croce. Figliuoli, non scandalizzatevi di ciò che ascoltate, ma gioite quando rideranno di voi: L’HANNO FATTO E LO FANNO ANCORA CON ME! Figli, i figli della Croce sono perseguitati, e voi che portate il mio Sigillo, sarete ancora perseguitati ma non fermatevi. ..... .ma non siano tristi i vostri cuori: è il vostro Gesù che vi corregge e vi guida! Sono diventati tristi i vostri cuori? (..... Paolo e gli altri) no! (Gesù) grazie, almeno avete la forza di rispondermi! Benedetti voi! Benedetti voi che avete la forza e il coraggio di venire a visitarmi, di venire al Banchetto Nuziale e a bere e a mangiare col vostro Gesù. La mia Gioia è Piena, e i vostri Nomi brillano nei Cieli, figliuoli. Telesfore! sei stanco? (Telesfore) no! (Gesù) e cosa c’è nel tuo cuore? Dimmi, figliuolo: cosa vorresti dire in questo attimo? (Telesfore) ti amo, Gesù! (Gesù) questo lo so e ti amo anch’Io: ma il tuo cuore gronda Sangue! <breve pausa> parla, figlio mio, parla! <breve pausa> (Telesfore) cosa mi voleva dire Giovanni prima di salire al Padre? <breve pausa> (Gesù) vuoi che lo dica dinanzi a tutti, o lo vuoi tenere segreto? <breve pausa> (Telesfore) vedi tu, Gesù: se è segreto lo tengo segreto! <breve pausa> (Gesù) una parte deve rimanere segreta e l’altra possono ascoltarla tutti! (Telesfore) e dilla! (Gesù) Giovanni ha stretto per prima la mano della Piccola Cocciuta e ha chiesto alla Piccola Cocciuta dove eri tu, "chiama Franco" - perché Lui ti chiamava così - "voglio parlare con lui", ma non hai capito e neanche la Piccola Cocciuta è riuscita ad ascoltare il suo sussurro. Giovanni voleva dire - "il tuo compito è pesante" – e voleva dirti di non temere: Lui stava per partire in Cielo lasciando nelle tue mani il Mistero Nascosto, il resto è privato, e voleva dirti "grazie, Telesfore" – ora il tuo cuore è tranquillo? (Telesfore) sì! Grazie, Gesù! (Gesù) grazie a tutti voi per il tempo che spendete amandomi. Sarete ancora caricati di Croce, ma la mia Grazia è su di ognuno di voi, figli del mio Cuore. E’ bello essere sollevato: in pochi lo fanno, ma voi mi sollevate. Sapete, anch’Io mi commuovo nel vedere i vostri cuori: SONO PAPA’, e il Cuore di un Papà per i propri figli si apre <Gesù si commuove e piange>, e il mio è sempre aperto. Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e la mia Pasqua è Piena ed è Risorta: RISORGETE ANCHE VOI E CAMMINATE SEMPRE NELLA LINEA DRITTA DEL SANTO VANGELO; tenetelo sempre alto, figliuoli. Ecco l’Amore del Padre, ecco l’Amore del Figlio, ecco l’Amore dello Spirito Santo, ecco l’Amore di Maria, ecco l’Amore del Bimbo che è cresciuto in mezzo a voi, figliuoli del mio Cuore. Rimanete sempre nella Quiete, amatevi gli uni gli altri, perché se vi amate gli uni gli altri amate anche me: NON SI PUO’ TOGLIERE IL FRATELLO E AMARE ME! Figliuoli, Io ora vi lascio, ma sono sempre in mezzo a voi: vi chiedo solo di non abortirmi. Quando uscite fuori della mia Stanza non giudicate, perché allo stesso modo sarete giudicati, e non pensate che Io non veda e non conosca i vostri cuori. Ora, Vi benedico col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Cuore del Bimbo che cresce in mezzo a voi, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI! ..e i vostri Cari, con l’Ordine del Padre vi baciano a tutti! Ora volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) Sì! (Gesù) ..aspetto! <Canto della Ninna Nanna> Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie! Spendete sempre il vostro tempo per Dio! Distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi al Legno Vivo della Croce. Ora unite la Catena Santa del mio Amore. Vedete, se l’umanità unisse la Catena dell’Amore, i mali, le guerre, finirebbero; il mondo è malato e ha bisogno d’Amore, ma dell’Amore del Santo Vangelo, l’Amore sigillato col Segno della Croce. Pregate per i miei Figli Ministri perché abbracciano il Santo Vangelo e stringono la mano al fratello, al figlio che si presenta a chiedere un pezzo di pane. Preghiamo con questo Cuore: col Cuore dello Shalom che Io porto in mezzo a voi come Dio Vivo e Reale. Preghiamo liberando i cuori dei fratelli confusi dalla luce del nemico. Preghiamo con la preghiera del Padre: VERA LUCE DI DIO CHE SCENDE SULL’UMANITA’ E SUI SUOI FIGLI: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen",  2 volte>. Bene, figliuoli.......... Ah, quanta gioia mi date! Crescete ancora nell’Amore e ricordate sempre: "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Telesfore! (Telesfore) sì, Gesù! (Gesù) il tuo cuore è turbato? (Telesfore) no: è felice! (Gesù) e il cuore di ognuno di voi? (Varie Persone) bello; lo stesso; è pieno di gioia! (Gesù) Paolo! (Paolo) dimmi! (Gesù) il tuo cuore dove l’hai lasciato? (Paolo) non lo sento proprio! (Alcuni) neanch’io! (Gesù) dove l’hai lasciato? (Paolo) nel tuo! (Gesù) eh, si! Vi amo! VI AMO! ..e vorrei chiedere a Luca se mi ama! (Luca) ti appartiene il mio cuore, Gesù! (Gesù) <sospiro profondo> grazie! Amate col mio Amore e seminate la mia Parola: LA PAROLA CHE ASCOLTATE NELLA MIA STANZA, VOI TUTTI, DISCEPOLI DEL MIO CUORE. Ora andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, figli. Tu, Croce Viva del mio Cuore, porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli! (Giulia) con la tua Grazia, Gesù! Aiutami a camminare nel Fiume, tienimi per mano, Gesù! (Gesù) Vedi, figlia mia, sono sempre al tuo fianco e non ho mai lasciato un istante la tua mano. (Giulia) grazie, Gesù! Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) vi amo anch'Io, figliuoli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, Pietruzze Vive del mio Cuore: brillate con la Luce di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. La mia Quiete sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito!

 

 

         8. Dom 18/11/2001, ore 15.15, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, anche in questa giornata, i Calici che hanno preparato al tuo Gesù, e immolati, figlia mia, ancora una volta per l’umanità tutta. Immolati e consola il Cuore del tuo Gesù. Vedi, figlia mia, è solo: consolalo nell’abbracciare nelle tue carni i Dolori Vivi del suo Amore (Giulia) sì, Mamma! <1° grido, breve pausa>. (Immacolata) figlia mia, ecco il Dolore di una Mamma; ecco il Dolore che Gesù offre all’umanità: IL GRIDO DEL SUO AMORE, il Grido per risvegliare i cuori addormentati e distaccati dal Cuore del Padre. Io sono qui in mezzo a voi: per Volere del Padre vengo a portare lo Shalom di Dio e la Parola Viva. Io sono qui col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: siamo Vivi e Reali; nella Gioia e nell’Amore del Padre, veniamo a portare ad ognuno di voi la Gioia e la Letizia di Dio. Figliuoli, la Parola di questa giornata <23° dom. tempo ordinario/C Lc. 21,5-19> sia nei vostri cuori, Viva e Reale. Gesù ha donato all’umanità il suo Alito, la primizia di tutte le cose, e ciò che è uscito dalla bocca del Figlio di Dio è Verità, e si adempie sempre: l’adempimento dell’Amore e del Pane Vivo che il Padre ha donato all’umanità attraverso il suo Figliuolo, che, per Amore, ha abbracciato il Legno della Croce. Oggi, come Mamma, invito ognuno di voi e l’umanità intera a guardare il Segno di Fatima: la Promessa del mio Cuore Immacolato; guardare la Donna e il dragone. E’ pesante per voi capire queste Parole. Ricordate che nessuno di voi conosce né l’ora e neanche il giorno che il mio Gesù verrà nella sua Gloria; ma come Mamma, vi invito ancora una volta, e lo dirò per sempre: STATE ATTENTI AL MIO NEMICO, non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce, nei suoi falsi miracoli. Lui si presenta per donarvi le gioie del mondo: figliuoli, la vostra Gioia è Dio, la vostra Gioia è la Sofferenza, e non abbiate timore di abbracciarla! Ecco la Via di Gesù com’è Stretta ed è segnata dai Santi Dolori, dalle Sante Spine; siano i vostri cuori pronti e preparati all’Avvento di Dio che scende in mezzo a voi, figli del mio Cuore. Il mio Cuore arde come Mamma, nel dirvi sempre di tenere alto il Santo Vangelo: di viverlo col cuore e di donarlo ai fratelli, all’umanità. Figliuoli, vi chiedo ancora di pregare perché i flagelli scendono ancora sull’umanità. Pregate per il mio figliuolo Carlo, pregate per i Grandi del mondo, pregate per i Grandi della Casa del Padre. Nelle vostre mani, il Padre ha messo il mondo, e voi siete le Fiammelle Vive, le Colonne dell’Amore di Dio che arde dentro di voi. Figliuoli, chino il capo dinanzi all’Amore del Padre che mi manda in mezzo a voi e nel mondo intero. Figliuoli, non disperdetevi: rimanete uniti al Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene quale è il tuo compito? (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) raccogli le tue pecorelle e portale sulle tue spalle: ma grida sempre quando sei nel giusto del Vangelo, grida come Giovanni e con Giovanni. (Giulia) con la tua Grazia, Mamma! <breve pausa> Sì! <breve pausa> Sì! <breve pausa> Sì! <breve pausa> (Immacolata) non essere triste, anima mia, tutto questo si deve adempiere. (Giulia) Amen, Mamma! Amen! (Immacolata) Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. Il Fuoco e l’Amore dello Spirito Santo arda sempre nei vostri cuori (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, vedo che piano piano incominciate ad imparare. La Scuola di Maria.. incominciate a masticare il Pane, anche se per qualcuno è duro da masticare; ma sapete, il Pane di Dio è duro e allo stesso momento è morbido: e sapete qual è il segreto? è masticarlo col cuore e con l’amore! Se non c’è amore tra un giovane e una giovane, il castello cade per terra! Ma la Croce non è mai caduta per terra, e il Vangelo, nessuno lo può cancellare. Dio ha le radici profonde, e il mio Amore, l’Amore che ha fatto crescere le mie radici, sono sempre state e sono la Verità di Dio; quelle fondamenta che nessun martello può distruggere, e il Solco di Dio è fatto così perfetto da guardare con gli occhi dell’Amore. Oggi mi fermo sulla Parola del Vangelo "sarete perseguitati". Ebbene, figliuoli, lo siamo stati, lo siete adesso, ma è bello essere perseguitati per amore di Dio: l’Unico Amore che noi dobbiamo guardare, cercare e abbracciare! Sto forse parlando male? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) queste domande le facevo sempre, e sapete che sono capriccioso, e le faccio anche a voi! Il Padre mi ha donato un bel carico: mi ha donato voi e i figli che non sono presenti a questa Santa Preghiera, come discepoli. E che dire dei miei discepoli? <breve pausa> Vi amo: vi amo di quell’Amore che Dio mi ha donato; quell’Amore che bacia le labbra e apre il cuore: è così che desidero che ognuno di voi doni gli esempi, dona i frutti dell’Amore che abbiamo vissuto e viviamo. I Discepoli di Giovanni devono seminare il Frutto dell’Amore. Mi commuovo un po’ nel parlare, e guardo i vostri cuori; vado a visitare i cuori ammalati: ma vi chiedo, figliuoli, di stare attenti al nemico. Maria tiene ferma la mano del Padre e prega: ha bisogno del vostro aiuto, non lasciate sola la Mamma. Alla Piccola Cocciuta chiedeva e chiede sempre di impastare la Farina e di consegnarla ai Figli Ministri! e Lei lo fa: FATELO ANCHE VOI. Figli miei, Discepoli del mio Cuore, pregate per le Mura di Roma! <breve pausa> Vi invito ad essere vigilanti, ad usare la Spada dell’Amore e del Perdono! Niente e nessuno vi farà del male: la Sofferenza fa crescere le vostre anime e fi fa diventare leggerei! Non spaventatevi, figli del mio Cuore, Io sono sempre con voi attimo per attimo, e in questo attimo sto toccando i vostri cuori: non spaventatevi se li sentite correre, sono Io. Cocciuta, cosa devi chiedermi? (Giulia) Giovanni, non mi ero dimenticata: devo farti una domanda nel Cuore! Prima per me! (Piccolo Giovanni) si, figlia <breve pausa>. (Giulia) grazie, ora ne devo fare un’altra: tu sai da parte di chi: posso farla? Può passare quello scritto? <breve pausa> (Piccolo Giovanni) si. Lascio nel tuo Cuore la risposta! <lunga pausa> (Giulia) grazie, Santo Giovanni di oggi! (Piccolo Giovanni) devi dire grazie al Padre, perché Io sono alla sua Ubbidienza, e Io devo dire grazie a te, Piccola Cocciuta, perché sei lo Strumento di Dio. (Giulia) Giovanni, io sono solo la Cocciuta, come ti dicevo sempre! (Piccolo Giovanni) sii sempre Cocciuta, figlia mia, sii sempre Roccia: LA ROCCIA DI DIO NON LA ROCCIA DEL MONDO! Stai attenta, figlia, i Grandi della Casa del Padre vogliono usarti: NON SPAVENTARTI, ANIMA MIA, Io sono sempre al tuo fianco! (Giulia) cosa devo fare? (Piccolo Giovanni) PARLARE CON LA VOCE DI GIOVANNI E NON AVER PAURA DI DIRE LA VERITA’, COME STAI FACENDO! (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) bene, Pargoli del mio Cuore, sapete bene che vi amo tutti senza fare distinzione, e tutti siete per me Petali di Fiori. Lasciate il vostro profumo dove andate: IL PROFUMO DELL’AMORE, DEL PERDONO, DELLA CARITA’ VERSO TUTTI, PERCHE’ LA FAMIGLIA DI DIO E’ FATTA DI PROFUMI: IL PROFUMO DELLA SOFFERENZA! Ora bacio uno ad uno ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, ma prima di ritornare al Padre, consoliamo il Cuore della Mamma: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni> Sia l’Amen di Dio l’Amen che avete pronunciato <quello alla fine dell’Ave Maria> ora e sempre. Ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre, ma lascio il mio Cuore in mezzo a voi! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) L’Amore e la Misericordia del Padre è scesa nei vostri cuori e sull’umanità. Figliuoli, rimanete saldi nella Preghiera, rimanete saldi nell’Amore, perché nessun capello del vostro capo sarà toccato. Grazie per essere venuti a consolare il Cuore del mio e del vostro Gesù; grazie per il tempo che spendete: vi sarà donato a larghe misure. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva. Vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo, ad amarlo e a donarlo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: crescete nell’Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Corte Celeste: FATELO ANCHE VOI. Vi baciano uno ad uno. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli della Pace.

 

 

         9. Giov 22/11/2001, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Croce Divina del mio Cuore, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti <bevute>. Gioisci e fai festa, Sposa del mio Cuore, nell’accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce. Figlia, unisciti ai miei Dolori, abbraccia i Santi Chiodi per le Mura di Roma: per i figli che hanno preso il mio posto (Giulia) Gesù! Gesù! GESU’! <1° grido, breve pausa> (Gesù) Figlia, guarda: guarda cosa stanno preparando i Grandi del mondo e i Grandi della Casa del Padre! (Giulia) Gesù! <breve pausa> Gesù mio! <breve pausa> GESU’ MIO! cosa devo fare? Dimmi, cosa posso fare? <breve pausa> Gesù, se tu alzi gli occhi al Padre, puoi fermare ciò che sto vedendo! (Gesù) Figlia mia, cosa dovrei fare? E’ l’umanità che non mi ascolta; è l’umanità che non vede. Immolati ancora, abbraccia con me il Legno Vivo della Croce <2° grido, bevute, breve pausa>. Guarda le tue mani e i tuoi piedi <breve pausa> (Giulia) Gesù, le tue mani e i tuoi piedi sono più straziati dei miei: poggiati ancora su di me, ma salva quei figli: FERMA CIO’ CHE STO VEDENDO! Ma sia fatta la tua, non la mia volontà! (Gesù) Figlia mia, il tuo Cuore è così dolce da fermare tutto quello che vedi: ma si deve adempiere la Scrittura del Padre! Immolati ancora, figlia mia. "La Santa Sofferenza": è quella che Io chiedo alle mie Spose, ad ognuno di voi! Mi ami, Piccola Cocciuta? (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) ..e gioisci con i miei Dolori! <3° grido> Bevi i Calici che mi stanno offrendo in questo attimo <4° grido straziante, breve pausa>. Ecco, il Parto passa attraverso Giovanni e attraverso di te, figlia mia. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e siamo venuti a portare il Pane dei Cieli: IL SANTO VANGELO VIVO IN MEZZO A VOI, e il Vangelo è Uno solo e non viene cambiato: NON VIENE TOLTA LA PIETRA ANGOLARE! Ricordatelo: Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per donarvi la Vita Eterna. Figliuoli del mio Cuore, ricordate le Promesse Antiche: siano vive nei vostri cuori, siate sempre pronti e preparati, perché Io verrò come ho promesso e tutto quello che sta scendendo sull’umanità deve avvenire prima che Io venga in mezzo a voi. Il Cuore di Maria trionferà: è la Promessa di Dio, e nulla viene cancellato; Dio è duraturo: Dio E’, e nessuno può prendere il suo posto; nulla può cancellare la Scrittura fatta col dito del Padre. Figliuoli, pregate ed elargite i vostri cuori all’amore, alla carità, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Amate e perdonate i vostri nemici: portateli al Banchetto dell’Amore e fate festa, perché lo Sposo viene in mezzo a voi per fare festa e gioire della Gioia Piena. Se i vostri cuori sono carichi delle cose del mondo, degli affanni, come potete gioire con me? il dono del Padre che offre ad ognuno di voi è così grande, che non riuscite ancora a capire! Bevete e mangiate con me e i vostri cuori ancora non comprendono! Io verrò e mangerò del Nuovo, e ora sono qui in mezzo a voi, e l’umanità è sorda ed è cieca perché non vuole ascoltare, non vuole vedere la Luce di Dio. Figliuoli, state attenti al mio nemico; state attenti, non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce: sia il vostro cuore rivolto al Cuore della Croce, perché voi siete figli della Croce, voi siete figli della resurrezione e della vita eterna. Allontanate da voi il nemico amando, perdonando e usando carità verso i fratelli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati; i miei vecchietti non lasciateli soli: se amate uno di loro amate me, e l’amore sboccia! Il Cuore di Maria lascia scendere i Petali dell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco, figliuoli, Io ho preparato per voi la Stanza dell’Amore: il Mistero Nascosto, il Mistero che il Padre ha lasciato scendere in mezzo a voi: IL BIMBO CHE CRESCE E BATTE NEI VOSTRI CUORI. Figliuoli, vi invito a consolare il Cuore di Maria; guardate l’umanità, guardatevi intorno e guardate il Cuore della Mamma che gronda Sangue per i suoi figli. Voi, Colonne, siate forti perché Io mi poggio ancora su di voi; e voi che portate i Nomi Nuovi, siate saldi nella preghiera: ABBIATE FEDE, a causa del mio Nome sarete perseguitati, ma Io sarò sempre con voi, figliuoli; e voi, Suorine del mio Cuore: LAVORATE, amate e accarezzate i piccoli, i poveri, e cullatemi perché cullando il figlio emarginato cullate il Bimbo Gesù. E’ questo che chiedo ai vostri cuori: un po’ d’Amore, perché sono solo nell’Orto degli Ulivi, e il mio Cuore gronda Sangue nel vedere l’indifferenza dei miei figli, dei miei Ministri! Tu, Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Gesù: cosa ho sbagliato? (Gesù) non hai sbagliato nulla: volevo solo invitarti a guardare! Vieni, prendi la mia mano; cammina nel Fiume Santo dell’Amore! (Giulia) Gesù, è diventato più grande ed è ancora più lungo. Quanto Sangue! (Gesù) vieni! (Giulia) Gesù, c’è una Porta, ma è aperta.. posso dire ciò che vedo, Gesù? (Gesù) si, lo puoi dire, figlia mia! (Giulia) c’è il Papa. Gesù, è sporco di Sangue! <breve pausa> Gesù, non ce la faccio a dire ciò che vedo! (Gesù) coraggio, anima mia! <breve pausa> (Giulia) ci sono due sacerdoti che lo stanno flagellando! <breve pausa> ..e un Altare, e sull’Altare c’è un Bimbo <breve pausa> che non dà segno di vita <breve pausa> . Dalle mani del Papa sale un’Ostia al Cielo, e dall’Ostia cadono tre Gocce di Sangue.. coprono l’umanità di Sangue <dice tra le lacrime>. Gesù, che significato ha tutto questo? (Gesù) è nel tuo Cuore che lascio il significato: TIENILO STRETTO E NON DIRLO! (Giulia) aiutami, Gesù! (Gesù) ora, vuoi ancora unirti ai miei Dolori? (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia: LO VOGLIO! <5° grido, breve pausa> (Gesù) anima mia, invita i tuoi figli a pregare, a vivere il Santo Vangelo col cuore e a tenerlo alto! Camminate sempre sulla Via fatta di Spine: la mia Porta è Stretta, figliuoli, non tardate ad entrare. Io ho sete del vostro amore! Prendete parte della mia Gioia perché Io vi amo e vi voglio tutti santi. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) La Pace e l’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli del mio Cuore. Amen. Ecco, con l’Amore e l’Ordine del Padre, sono ancora in mezzo a voi a portare la Quiete del Padre, a guardare i vostri cuori, a carezzarli uno ad uno. Siamo figli di un solo Padre, fratelli nell’Amore e nella Gioia di Dio. Dio ci dona sempre la sua Gioia Piena, il suo Tutto, ma l’umanità corre, l’umanità guarda lontano e non si accorge che Dio è Vivo ed è in mezzo a noi. Un Padre che ci lascia liberi di camminare, ma quando ci fermeremo? Quando torniamo a Casa a dire "Padre, ho peccato"? l’umanità, i Grandi, vogliono sfidare il Padre facendo i rumori; ancora non abbiamo capito che dinanzi a Dio siamo solo un soffio di polvere: Lui ci ha donato la vita e Lui la può prendere. Cosa siamo capaci di fare? NULLA! <breve pausa> Non siamo neanche capaci di amare, di perdonare, di donare la mano al fratello; "io ho il potere nelle mani", "io posso combattere tutto e tutti e non ho paura di Dio": quanti figli, quanti fratelli hanno questo chiodo fisso nella testa. E quanti figli dicono di amare e di conoscere il Vangelo; ebbene, Io ho sempre parlato apertamente, come servo inutile, come Sacerdozio Vivo dell’Amore dell’Unico Padre. La mia Parola è il Solco Dritto di Dio, il Solco del Vangelo, e niente e nessuno mi ha allontanato: parlavo in mezzo a voi, gioivo in mezzo a voi, ma il mio Cuore era tutto di Dio, della sua Parola. Guardare la Croce, guardare Maria ai piedi della Croce: una Mamma che si unisce al Dolore del Figlio, e dal Dolore fa sbocciare l’Amore, quell’Amore che solo Maria ci ha insegnato nel guardare il suo Figliuolo; è ora che noi siamo qui riuniti a guardare e ad ascoltare l’Unica Verità del Santo Vangelo e del Legno Vivo della Croce, in questi tempi, tempi di Dolore, tempi che l’umanità guarda e non vuole vedere. Figliuoli, con l’Ordine di Dio Io invito i vostri cuori a rimanere saldi nella Parola di Dio, saldi nel vivere e assaporare il Santo Vangelo. Non lasciatevi confondere dal nemico. Sia il vostro vivere l’Unica Verità: la Croce. Gesù si è immolato per tutti: ha abbracciato la Croce per ognuno di noi e ci ha riscattati col suo Sangue. Figliuoli, preparatevi, preparate i vostri cuori perché non conosciamo ne l’ora e neanche il giorno: quando Gesù verrà, ci sarete tutti? I vostri cuori saranno pronti a donare il Sì Pieno? Gesù ci sarà, perché l’ha promesso e verrà, ma non tutti sarete pronti. Io parlo a voi e parlo al mondo intero. Almeno voi che siete qui riuniti nella Stanza dell’Amore, voi che siete stati sigillati, rimanete saldi, rimanete con la Lucerna accesa, figli miei, discepoli miei, e combattete con Maria la Battaglia dell’Amore. <breve pausa> Sento un mormorare! <breve pausa> Il mio Cuore in questa serata gronda Sangue per i miei Confratelli, e il Cuore del Fratello Domenico <il Beato Domenico Lentini> gronda Sangue nel vedere quello che fanno del suo operato! Stanno calpestando la sua Povertà, la sua semplicità di Sacerdozio. Pregate per il mio popolo, figli, lo metto nelle vostre mani. E chiedo ancora ad ognuno di voi: mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) ..e siete pronti.. (Tutti) ..! (Piccolo Giovanni) per abbracciare tutti i Dolori.. (Tutti) ..! (Piccolo Giovanni) che il Padre lascia scendere su di voi.. (Tutti) ..! (Piccolo Giovanni) a causa del mio Nome? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) sarete perseguitati, figliuoli, ma la Grazia di Dio è su di voi: SIETE I FIGLI DELLA LUCE, ovunque andate portate sempre l’Amore e la Gioia del Santo Vangelo. Avete ascoltato il Vangelo di questa giornata? (Qualcuno) ..! (Piccolo Giovanni) FATELO VOSTRO, masticatelo nell’Amore usando sempre la Gioia Piena del Padre verso tutti, figliuoli del mio Cuore. <breve pausa> Piccola Cocciuta, cosa devi chiedermi? (Giulia) Giovanni, posso farti una domanda nel Cuore.. mia! ..tu la conosci già? (Piccolo Giovanni) si <breve pausa> non diventare triste! (Giulia) donami il tuo respiro! <breve pausa> Ora, Giovanni, posso farne un’altra nel Cuore? (Piccolo Giovanni) si, figlia mia <breve pausa> (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vuoi bere questo Calice, Piccola Cocciuta? (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è amaro: lo vuoi bere? (Giulia) sì, Giovanni! <bevute, 6° grido, breve pausa> (Piccolo Giovanni) ora ti dico nel Cuore il Calice che hai bevuto <breve pausa> (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) sto raccogliendo i sussurri dei vostri cuori e li porto al Cuore del Padre. Vi invito a chiedere nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso, figliuoli; vado a visitare i vostri cari portando la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. Non affannatevi per le cose del mondo e non gettate via la Croce, sappiate che la Santa Sofferenza vi porta a gioire col Padre, ed è bello fare festa al Banchetto del Padre, figliuoli. In questa serata metto nei cuori di ognuno di voi la Pace e l’Amore di Dio, mandando l’Alito dell’Amore <dice alitando sui presenti>. La Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ardono d’amore, e voi dovete ardere e far ardere il mondo! I vostri cuori devono donare i Frutti di Dio, perché Dio li lascia scendere su di voi: PORTATE LA PACE, LA QUIETE E LA LUCE DEL LEGNO VIVO DELLA CROCE; guardatela e non prostratevi a dei sconosciuti ma solo al Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi e per l’umanità intera. E’ bello rimanere a parlare con voi, figliuoli; è dolce essere cullati dai vostri cuori: QUANTO VI AMO! Sapete, parlo sempre di voi nel Paradiso: DI TUTTI! <breve pausa> ..e ascolto.. ascolto il sussurro che attimo per attimo rivolgete al mio Cuore. Figliuoli miei, discepoli miei, non fermatevi: camminate, e come facevo Io, gridate e vivete il Santo Vangelo: Io ve l’ho insegnato, non fatevi distogliere dalla Linea Dritta. Io benedico il Padre che mi fa parlare attraverso lo Strumento: voi benedite Dio perché lo lascia in mezzo a voi <lo Strumento>, figli. Ora, consoliamo il Cuore di Maria: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. E’ bello consolare il Cuore di Maria: FATELO SEMPRE, figliuoli. In questa serata non vorrei lasciarvi, ma devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Cari Pargoli del mio Cuore, vi stringo uno ad uno; vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, e ricordate: il vostro don Mario, il Santo Giovanni di oggi come il Padre mi chiama, è sempre con voi e vi ama. Figliuoli, amate col mio Cuore e perdonate col mio Cuore. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, l’Amore Infinito del Padre ha lasciato ardere i vostri cuori ma ricordate, figliuoli: l’Amore viene dal Cuore di Dio e voi tutti suonate la Musica che solo il Santo Vangelo vi dona, e non lasciatevi confondere dal nemico. Ora preparatevi perché lo Sposo è qui: E’ IN MEZZO A VOI, e il Banchetto è pronto. Preparate i vostri cuori e unitevi al Cuore dello Sposo che ha sete e fame del vostro Sì Pieno: del vostro amore. Sposa, preparati, perché lo Sposo è pronto; prepara il tuo Cuore! (Giulia) eccomi, sono pronta! (Gesù) Sposo, porta la Sposa, e voi venite a fare festa! <lunga pausa>. Eccomi, sono qui in mezzo a voi in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; venite tutti e fate festa con me: bevete e mangiate del Nuovo. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo: fate questo ricordandovi del mio Amore, della mia Misericordia Infinita. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio! <breve pausa> (Gesù) Padre mio, guarda benigno i tuoi figli e dona loro la Grazia <breve pausa>. Sia lode e onore a te, Padre! <breve pausa> Sia lode e onore a te, Padre, per i Frutti del tuo Amore! Bevi, anima mia <breve pausa>. Bevi <breve pausa>, bevi <breve pausa>, bevi <breve pausa>, bevi <7° grido, breve pausa>. Mangia <breve pausa>, mangia <breve pausa>. ...... Paolo! <breve pausa> bevete! <breve pausa> Mangiate, mangiate, donatemi ai vostri fratelli: preparate la Via Stretta per le spose e donatemi con tutto il mio Amore: con l’Amore che Io dono ad ognuno di voi. Siete figli dell’Amore, della Luce e della Quiete, e su di voi arde la Fiammella dello Spirito Santo: portate i Nomi che il Padre ha consegnato ai vostri cuori.. e tu porti la Croce. figliuoli, ognuno di voi ha il proprio compito nella Vigna, ed Io vi amo perché i vostri passi sono nel Solco. Ognuno di voi cammina portando per mano il fratello, ed Io mi poggio su di voi, attimo per attimo. Siete i figli della Pace, i figli della Luce, il Giardino che Io ho preparato per i Tempi Nuovi che stanno scendendo sull’umanità. Il Cuore di Maria trionferà: gli affanni, i Dolori, andranno via dai vostri cuori, e per voi e i figli della Pace, regnerà solo Amore, Quiete e Letizia. Gli affanni del mondo non saranno più il vostro peso: il peso che porterete sarà l’Amore e la Luce Eterna del Padre. Gioite e fate festa, figliuoli, perché Io verrò a liberare ognuno di voi! Padre mio, guarda benigno i cuori dei tuoi servi; dona loro il Riposo e il Premio Eterno; guarda le loro fatiche e benedici il loro operato. Tu gli hai consegnato la Vigna e loro hanno arato nel Solco del tuo Amore. Ora è tempo di consegnare a loro il Premio. Sia benedetto e lodato per sempre il tuo Nome, Padre! Eccomi, mi sono immolato <breve pausa>: grazie, Padre mio, per aver poggiato il tuo manto sui tuoi figli, Grazie! Discepoli del Cuore di Giovanni, pregate; ora che mi avete ricevuto dentro di voi, pregate e unite i vostri cuori: in questo attimo sta scendendo un altro flagello sull’umanità! <breve pausa> Pregate e consolate il Cuore di Maria: IO NON POSSO FARE NULLA PERCHE’ NON ME LO PERMETTONO! Non mi abortite quando uscite fuori, ma almeno voi, fatemi vivere; IO vado ad accogliere le anime del flagello! (Giulia) Gesù, portami con te.. <breve pausa> ..ad accoglierli.. (Gesù) lascia al Padre, questo. Figlia mia, immolati e prega come tu sai fare nel silenzio! (Giulia) sia fatta la tua Volontà! <breve pausa> (Gesù) Eccomi, Io mi sono donato ad ognuno di voi, la mia Pasqua è Piena ed è Risorta nell’Amore del Padre, nell’Amore del Figlio, nell’Amore dello Spirito Santo, nell’Amore del Cuore di Maria e nell’Amore del Bimbo: SIAMO VIVI E REALI IN MEZZO A VOI. Sono lungo a parlare questa sera, siete stanchi? (Tutti) no! <breve pausa> (Gesù) qualcuno è stanco! Figliuoli, ricordate sempre che Io sono Padre e al mio Cuore potete chiedere, bussare, e potete rifugiarvi, non faccio mancare nulla ai figli che bussano nel giusto del Vangelo: ricordatelo sempre. Abbiamo bevuto e mangiato assieme: il Banchetto dell’Amore è Vivo ed è in mezzo a voi, e il mio Cuore è pieno di gioia perché vedo i vostri passi: CAMMINATE E NON FERMATEVI PERCHE’ SIETE SULLA VIA DEL MIO AMORE. Andate avanti, Discepoli, e aspettate il Suono delle trombe "Gli Angeli scendono e salgono e accompagnano ognuno di voi": non scandalizzatevi di queste Parole, sono Io a parlare, il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce. Ora Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell’Unico Amore del Santo Vangelo, figliuoli, e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera; ricordate sempre di amare, perdonare e di usare carità, e al primo posto portatemi i vostri nemici. Ora, vorrei riposare un po’: mi cantate la Ninna Nanna? (Tutti) Sì! <Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore! Grazie per il tempo che spendete; grazie per l’Amore che fate crescere dentro di voi e lo seminate! Venite, unitevi a me, unitevi alla Catena del Padre che è l’Unica Fonte Viva e vera. Ecco, il Padre ci ha insegnato ad amare, a pregare e a donarci come Io mi sono donato sul Legno della Croce per amore, voi, donate in questo attimo, al Padre, i vostri cuori pregando insieme: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Liberaci dal male. Amen">. Non scandalizzatevi, figliuoli, iniziamo la Preghiera del Padre, ancora una volta: <recita di un altro Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen."> Ricordate sempre: la Preghiera va fatta col cuore: LENTAMENTE; il cuore deve essere aperto "e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Quando ci fermiamo a pregare, distaccatevi dalle cose del mondo, legatevi totalmente al mio Cuore, e, come una piuma, volate verso il Cuore del Padre che aspetta il sussurro di "Padre", "Padre, Padre mio". Voi siete tutti figli, l’umanità intera <breve pausa> sono tutti figli! <breve pausa> e un Padre deve essere accarezzato, e le vostre carezze devono essere Cuore di Dio, come Dio lascia scendere il suo Cuore su di voi, figliuoli. <breve pausa> (Giulia) com’è Grande il tuo Cuore! <breve pausa> Com’è Grande il tuo Cuore! Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. (Gesù) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, Pargoli del mio Cuore, grazie. Anima mia, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell’Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI! ..Vi baciano uno ad uno. (Giulia) Grazie, Gesù! (Gesù) figlia, porta sempre sulla tue spalle tutti i tuoi figli e l’umanità (Giulia) con la tua Grazia, Padre mio, con la tua Grazia! (Gesù) Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen. Amen. Andate in Pace e portate al mondo la mia Pace e il Cuore di Maria.

 

 

       10. Sab 24/11/2001, Stanza more solito

         

Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.57)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi figlia mia, anche in questa giornata i Calici che stanno offrendo al tuo Gesù, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce, per l’umanità tutta, per i Figli Ministri. Immolati, figlia mia, e consola il Cuore del mio Divino Figliuolo che è solo a piangere nell’Orto degli Ulivi: è solo a piangere nell’Orto del mondo e non viene accolto. Immolati, figlia <1° grido, sospiri> (Giulia) Mamma! Mamma, perché piangi? <breve pausa> (Immacolata) figlia mia, il Cuore del mio Gesù gronda Sangue, e il mio Cuore di Mamma guarda l’umanità, guarda ognuno di voi, voi che siete i miei figli e vi ho abbracciati ai piedi della Croce. Io vengo in mezzo a voi per Volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo; sono qui col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi. Siamo venuti a portare la Parola: il Santo Vangelo, il Sigillo dell’Agnello Immolato che si è donato per ognuno di voi e per l’umanità. Figliuoli, il mio Gesù è passato attraverso la Croce, e chi lo ama e vuole seguirlo, deve passare per la Croce: non ci sono altre vie che portano al Cuore del Padre. Dio è Pienezza, Dio è Padre, e i doni di Dio, sono doni di Sofferenza, di Amore e di Premio Eterno, ma non sulla terra, ma nei Cieli: nella sua Gloria e nella sua Luce Piena! Ecco, figliuoli, Io vengo in mezzo a voi a portare il Messaggio di Dio: LA BUONA NOVELLA, non vengo a cambiare nulla di ciò che è antico. Chi vive nell’Amore di Dio e lavora nella Vigna di Dio deve portare i Frutti, e i Frutti di Dio è il Santo Vangelo; e ognuno di voi ha il proprio compito, uno non può unirsi all’altro, perché ognuno deve presentare al Padre il proprio operato; e ciò che vuole il Padre di ognuno di noi, è l’amore pieno al Santo Vangelo, l’amore pieno al Legno Vivo della Croce: Gesù l’ha abbracciata per ognuno di voi, voi abbracciatela per il proprio fratello. Chi non ama e non accetta il fratello, non può amare né me e neanche il mio Gesù. Il mio Cuore di Mamma gronda Sangue in questa giornata, per l’umanità, per i flagelli che scendono ancora, e i flagelli scendono perché c’è poco amore nei vostri cuori e nei cuori dei figli del mondo intero. Come Mamma, vi chiedo ancora di pregare per i miei Figli Ministri: pregate per il Papa, voi non conoscete i Progetti di Dio e non conoscete neanche l’ora e il giorno in cui Lui verrà, ma siate vigilanti, non lasciatevi trovare con la fiammella spenta, figliuoli, ma ardete con l’Unico Amore del Santo Vangelo, e il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per Amore. Vi chiedo ancora una volta di stare attenti al mio nemico: figliuoli, non lasciatevi trascinare nella sua rete; il suo ultimo strascico di coda sta portando via molti miei Figli Ministri, molti Piccoli Giovanni che vogliono prendere il posto di Dio: NON LO FATE, figliuoli, NON PECCATE CONTRO LO SPIRITO SANTO, ma ciò che fate dite sempre "sono un servo inutile" e chinate il capo dinanzi alla Misericordia di Dio che scende in abbondanza su di voi, figliuoli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli! (Giulia) Mamma, con la tua Grazia! Donami la forza, perché le mie forze vengono meno. Metto nel tuo Cuore tutti quelli che si sono poggiati su di me: tu sei Mamma e conosci ogni cosa, porta i loro sussurri al Cuore del Padre, ma sia fatta la Volontà di Dio, non la mia, Mammina del mio Cuore! (Immacolata) Amen, figlia mia. Allargo le braccia e depongo ai piedi del Padre i cuori di ognuno di voi e dei figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Il Padre vi ama e vi vuole salvi e santi: aprite la porta dei vostri cuori e lasciatevi ondare dall’Amore dello Spirito Santo che arde e brucia dentro di voi, figli e discepoli della Croce. Ora, volete ardere un po’? (Tutti)(Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti)(Immacolata) ve lo lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. La Pace e la Luce del Crocifisso sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli del mio Cuore, Amen! Eccomi, sono qui in mezzo a voi per Volere del Padre. L’incontro con Dio è un incontro di Pace e di Gioia, e oggi noi siamo qui dinanzi all’Amore e alla Luce di Dio, dinanzi alla Luce del Santo Vangelo: della Parola, il Pane che ognuno di noi deve masticare, vivere nei propri cuori. Se i nostri cuori non sono disposti ad accogliere la Parola e a vivere della Parola di Dio, come possiamo camminare? UN CIECO NON PUO’ GUIDARE UN ALTRO CIECO! Ebbene, figliuoli, Dio ci dona la Luce, ci dona l’Amore per poter camminare, amare e vivere secondo il suo insegnamento. E l’insegnamento che Io ho donato e dono ad ognuno di voi, per Volere del Padre, è il Mistero dell’Amore: tutto è racchiuso nell’Amore. Maria, Umile Ancella, ha amato, ha saputo aspettare, e al momento dell’Angelo ha aperto il suo Cuore e ha donato tutto l’Amore a Dio; e Lei come Mamma dell’Amore, viene in mezzo a noi in Ubbidienza al Padre, a segnare, a marcare questo Sigillo così Grande, il Sigillo che Dio da sempre ha donato ai suoi discepoli "amate, seminate il mio Amore, portate la mia Parola e non abbiate timore di niente e di nessuno". Quando ha chiamato i suoi discepoli, creature semplici, gli ha insegnato a donare il Sì: "Vieni, sei il mio discepolo", e lasciando tutto, rispondendo "Sì", sono andati dietro di Lui; e Gesù seminava la Parola del Padre e i Discepoli la seminavano con Lui, guardando i suoi occhi, le sue Meraviglie, il suo Amore! E oggi noi siamo chiamati a portare l’Amore di Dio, la Parola Viva; e il Mistero che stiamo vivendo è tutto il Cuore di Dio che scende in mezzo a noi. Figliuoli, stiamo attenti: Dio è in mezzo a noi, è Vivo e parla, ma il nemico vorrebbe distruggere il Progetto dell’Amore; il Progetto del Cuore di Fatima trionferà nel mondo: IL CUORE DI MARIA TRIONFERA’, ma voi dovete lavorare nella Vigna del Padre, dovete aprire i cuori e dire sì a Dio, non al mondo. Voi che siete stati sigillati, scelti dal Cuore del Padre, sigillati dal Battesimo dell’Amore, l’Acqua di Dio che scende sull’umanità come Fonte Zampillante, non può essere cancellata dal nemico! Figliuoli, voi tutti siete discepoli della Parola Viva di Dio: distaccatevi dalle cose del mondo, distaccatevi dai rumori che vengono di qua e di là ma fermatevi e guardate la Croce; solo attraverso la Croce c’è la Vita Eterna: Gesù solo si è immolato per donarci la Vita. Stiamo bene attenti, figliuoli, il Vangelo non lo può cambiare nulla e nessuno. Dio ha parlato e parla attraverso i suoi Strumenti, e gli Strumenti di Dio suonano la Musica della Sofferenza, dei Chiodi, dei Dolori: CHI NON VI PORTA I SEGNI DEI CHIODI NON CAMMINA SUL VANGELO DI DIO! RICORDATELO, FIGLIUOLI! Piccola Cocciuta, cosa devi dirmi? (Giulia) Giovanni, posso parlare nel tuo Cuore? (Piccolo Giovanni) si, anima mia: fallo! <breve pausa> (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) figlia mia, sarai perseguitata a causa del Nome di Gesù, ma non spaventarti! (Giulia) Giovanni, donami il tuo respiro! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) grida sempre quando sei nel giusto del Vangelo e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno: Dio ha costruito la Stanza in mezzo a voi e il Bimbo cresce nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: crescete anche voi e siate la Famiglia di Dio. Pregate e consolate il Cuore di Maria che gronda Sangue. Preghiamo insieme, consoliamo la Mamma: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Ricordate sempre: "adesso e nell’ora della nostra morte. Amen". Salire al Padre è nascere a nuova vita, figliuoli. Io ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre. Sigillo ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo; e ricordate: SIETE TUTTI I MIEI DISCEPOLI, I FIGLI DEL MIO CUORE! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco l’Amore del Padre che scende sull’umanità. Figliuoli, amate e perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici. Dio vi ama e vi vuole salvi. Vivete e camminate nel Solco del Santo Vangelo. La Via di Gesù è segnata dalle Sante Spine: non le togliete, ma stringetele ai vostri cuori e implorate: MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA AL PADRE, figliuoli del mio Cuore. Io ora vi lascio: vi lascio con lo Shalom del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: fatelo crescere nei vostri cuori col Fuoco che arde, e il Fuoco viene solo dallo Spirito Santo, figli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI! Figliuoli, vi dico grazie per il tempo che spendete per Dio: VI SARA’ DONATO A LARGHE MISURE! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, e rimanga per sempre, figli del mio Cuore.