LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 5

 

il parto santo passa attraverso la piccola cocciuta

ed il santo  giovanni di oggi

(dal messaggio del 25/01/2001)

Messaggi Tramite Giulia

 

        1.   Giov 25/01/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, Cocciuta del Cuore della Croce gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi e immolati con i Santi Dolori del Parto Pieno della Croce. Immolati per le Mura di Roma. Figlia, il Parto Santo passa attraverso di te e attraverso il Giovanni di oggi che è qui in mezzo a voi vivo e reale come lo sono Io. Figlia guarda. (Giulia) Gesù,  c'è ancora Sangue, sul Papa, Gesù, cosa fanno, perchè questo Sangue sul Papa? (Gesù) Figlia, accetta ancora i Santi Dolori, bevi i Calici < 1° grido> < 2° grido> (Giulia) Gesù, ancora,  ancora scende il Sangue sul Papa, fa qualcosa Gesù (Gesù) Bevi con me figlia < molte bevute>  guarda quanti Calici ti hanno preparato i Grandi della Casa del Padre. Figlia, sono tutti Calici Verdi e sono amari. Vuoi ancora portare la Croce? (Giulia) Con la tua Grazia Gesù. Sì. (Gesù) Grazie figlia mia, diventi sempre più cocciuta. Ma, vedi la Battaglia dell'Amore? Devi combatterla bevendo i Calici e sono amari. (Giulia) Lo so Gesù, ma ti amo. Ancora c'è il Sangue (Gesù) Figlia, prega per quello che stai vedendo e fai pregare anche ai tuoi figli. Dico solo al tuo cuore cos'è il Sangue che stai vedendo < 3° grido > (Giulia) Gesù, poggia la Croce su di me (Gesù) Non devi dirmi tu cosa devo fare. (Giulia) Si Gesù, perdonami  (Gesù) Ecco, figlioli cari, Sono venuto ancora una volta a visitarvi, a portarvi il mio Santo Vangelo Vivo, e vi invito a tenerlo Alto e a viverlo nella Pienezza della Croce. Ricordate sempre che il Vangelo Vivo è Uno Solo ed è bagnato dal Sangue Innocente. Vedete figlioli cari, Io vengo in mezzo a voi e Sono Vivo e Reale. Voi non mi vedete ma, se guardate con gli occhi del cuore riuscite a vedermi.  Io Sono il Dio Antico e ho sempre parlato. Con Amore  ho scelto le mie creature dove poggiare con la Croce, e lasciare i Segni del mio Amore, della mia Pasqua, e la Piccola Cocciuta li porta i Santi Segni del mio Amore! Vedete, figlioli cari, nelle mie visitazioni Io vi parlo sempre del Santo Vangelo, non vengo a cambiare nulla di ciò che è Antico, ma vengo a ricordare ai vostri cuori che siete miei figli, fatti a mia Immagine e Somiglianza. Il mio nemico sta gettando sull'umanità la sua polvere confondendo molti miei figlioli, in modo particolare i miei Ministri, facendoli legare alle cose del mondo. Io sono venuto in mezzo a voi nella Povertà e ho abbracciato l'Unico Tesoro: il Legno della Croce; e il Tesoro che ho abbracciato siete stati tutti voi: vi ho stretti forte abbracciando il Legno Santo e vi ho amati tanto da donarvi il mio Sangue e la mia Carne. Il mio nemico vorrebbe distruggere il Progetto dell'Amore facendovi attaccare alle cose del mondo, sviandovi dalla Via Stretta mettendo dinanzi a voi i tesori del mondo che non hanno nessun valore. Figlioli, tutto passa ma rimane solo e sempre il Santo Vangelo e la Povertà della Croce. E io vengo in mezzo a voi a ricordarvi la mia Ricchezza: l'Amore, invitandovi sempre ad amare e perdonare; al primo posto i vostri nemici, usando carità verso tutti. Ma sapete bene che la mia Carità non fa rumore: è silenziosa. Si dona nel silenzio della Croce, figli. Vedete, Io ho chiesto al Giovanni di oggi: "Voglio una Stanza al terzo piano di questa casa", e lui con amore e col suo Sì Pieno mi ha servito: ha costruito la Stanza. Aveva compreso tutto perchè Io parlavo da sempre al suo cuore. Era stato mandato in mezzo a voi e nel silenzio ha operato ciò che il Padre gli ordinava. Ebbene figlioli, ancora non avete compreso chi è il Giovanni di oggi, passa attraverso i vostri cuori, ma non riuscite in pienezza a capire . Qualcuno di voi ha capito alcune piccole cose che lui lasciava uscire dal suo cuore, ma capriccioso com'era non capivate se era serio o scherzava con voi. Ebbene figlioli cari, Io sono vostro Padre e posso parlare, posso dire chi è Giovanni, ma ancora non potete comprendere. Vi dico solo che è IL SANTO GIOVANNI DI OGGI . Lascio il Mistero nei vostri cuori e ora parlo un pò della Piccola Cocciuta; l'ho ripetuto altre volte: La Piccola Cocciuta dovrà ritornare a Casa. Non spaventatevi, figlioli, Lei è stata mandata e scelta dal grembo materno, e da sempre ha portato sulle spalle il Legno Santo della Croce. Vedete figlioli, dovete essere coscienti ed ascoltare ciò che dico col cuore, perchè con la mente non potete comprendere. Il suo compito è Grande come quello di Giovanni: ha camminato seminando il Santo Vangelo. La Piccola Cocciuta cammina seminando la Santa Sofferenza. Porta ovunque va i Santi Dolori del Parto Vivo; e il Parto Vivo è la Croce, i miei Dolori, i Dolori che Io ho abbracciato sull'Albero Vivo della Vita. Figli siate coscienti di tutto questo. Il Giovanni di oggi conosceva il suo primo messaggio detto da me alla cena fatta nella sua casa, ma la Piccola Cocciuta non conosceva questo. Ora i tempi sono pieni e lei deve essere pronta a combattere l'ultima battaglia, perchè il mio nemico ha solo un  piccolo strascico di coda, e tutti voi dovete combattere e tenere Alta l'Unica Verità: il mio Santo Vangelo. Ricordate: non è la Piccola Cocciuta a parlare, ma Io. Mi servo del suo cuore, ed il suo cuore è aperto come il Mio, trafitto dalla Lancia. Ecco, vi ho lasciato alcune Gocce, figliuoli, vi chiedo solo di essere pronti e preparati perchè Io verrò come ho promesso, ma nessuno di voi conosce ne l'ora e neanche il giorno. Non spegnete le lucerne dell'amore, e ricordate nei vostri cuori il Grido del Giovanni di oggi. Lui vi sta guardando e parla attraverso i vostri cuori. Figli non temete, ve lo lascio un attimo. (Piccolo Giovanni)  Con ubbidienza la Padre vi porto la mia Santa Benedizione di sacerdote. Mi inchino dinanzi alla Volontà di Dio e benedico il Suo Amore. Mi ha donato tutti voi e il mio cuore si commuove sempre di più del Suo infinito Amore verso tutti. Io ho sempre portato avanti il Vangelo e la Croce, e con amore esorto i vostri cuori a rimanere nell'Amore di Dio: a viverlo amando tutti. Pargoli del mio cuore, non siate tristi. Il fioretto che io chiedo ad ognuno di voi è di accogliere la Grazia che Dio vi dona: presto comprenderete tutto. Come ho sempre parlato con voi, con semplicità e amore, vi dico: figli, non ascoltate la mente, ma basatevi sul cuore, perchè Dio abita dentro di voi e parla sempre ai vostri cuori, dovete solo sapere ascoltare e accogliere con amore la Santa Sofferenza. Ah! quanto serve! Quanta gioia dona. Ve lo dico io, il vostro don Mario, ma devo stare all'Ubbidienza e dire "il vostro Giovanni di oggi".  Figlioli state attenti al nemico, non lasciatelo entrare nei vostri cuori: togliete gli odi, i rancori, le gelosie, non servono. La Famiglia di Dio deve ardere d'amore amando Dio e amandovi gli uni gli altri. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Ecco, ho lasciato ardere i vostri cuori, figli. Ora preparatevi perchè il Banchetto è pronto per ognuno di voi. Liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e venite tutti a mangiare al mio Banchetto. Figli, voi siete coscienti della mia Presenza Viva e Reale in mezzo a voi? Venite figli e fate festa perchè lo sposo è qui in mezzo a voi e vi sigilla col Santo Sigillo della Croce. Sigillatevi anche voi. Solleva la Piccola Cocciuta, sostienila. Ecco, figliuoli, siate coscienti del mio Amore.Ricordate sempre che Io sono Papà, e un papà dona tutto ai figli. Sposo accompagna la sposa. Eccomi, Sono qui in mezzo a voi Vivo e Reale in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane, vengo a portarvi il mio Amore di Papà, siate coscienti e venite tutti a mangiare con me. Guardatemi perchè Io sono dinanzi a voi, nella Povertà e nell'Amore mi dono, ma ricordate sempre: Io mio sono donato sul Legno della Croce; non è la Piccola Cocciuta a parlare. Ecco il mio Amore, ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco la Pasqua Viva e Risorta. Figlioli, venite e mangiate con me l'Amore Pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco il Calice del mio Sangue, ecco la mia Carne. Figli, siate coscienti del mio Amore Pieno in mezzo a voi. Cocciuta del mio Cuore bevi con me < 4° grido > . Telesforo di oggi, bevi il Calice del mio Cuore e porta la Croce. Figlio mio, dovrai soffrire anche tu a causa del mio Nome; Giovanni ti tiene per mano. Bevi, figlio, bevi. ......., Pietro, Domenico, Telesforo, venite e mangiate al Banchetto dello sposo. Figli, voi tutti mangerete e berrete alla fine della Preghiera. Ecco la mia Pasqua è Viva ed è Risorta. Il mio Amore di Padre è sceso su di voi e sul mondo intero, ma non cercate di capire ciò che sto dicendo, con la mente, ascoltate i vostri cuori e ricordate sempre: quando uscite fuori non gettate via quello che avete ricevuto. Figlioli, il mio Amore è così Grande da non avere misure: non mettete misure al vostro ma donatelo tutto. Vedete, Maria, Madre mia e Madre vostra impasta la Farina per l'umanità,  e in modo particolare la impasta per i Figli Ministri, e Io vi chiedo di pregare per loro. Pregate per il Papa: è un agnello in mezzo ai lupi. Pregate figlioli, pregate e non lasciatelo solo. Ecco, vi ho parlato e il mio Cuore di Papà guarda i cuori di ognuno di voi, e in questo attimo li sto toccando. Figli, vi amo, vi amo e desidero ardentemente il vostro amore, il vostro sì totale alla Croce. Non ci sono salvezze senza il Segno della Croce, figli. Io, ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Volete ancora cantarmi la ninna nanna <canto della Ninna Nanna> . Grazie figlioli del mio Cuore. E' dolce stare con voi: riempite il mio Cuore di gioia, pietruzze vive. Andate avanti e seminate la Mia Parola, figli. Ora legate la Catena Santa,  pensando che la preghiera di Papà và detta col cuore, lentamente,  pensando ai figli che non hanno un papà e non conoscono il mio Amore. Ricordate ancora: per entrare dovete dire PAPA' e Io aspetto tutti. Non guardo i vostri errori: guardo i vostri cuori, perchè Io li conosco uno ad uno; e quando vi presentate dinanzi alla mia Porta e pronunciate la parola "PAPA' ", Io cancello ogni vostro errore, e faccio festa perchè un figlio è tornato a Casa.  Ricordate queste parole e pregate col cuore <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>.  Figliuoli cari, ricordate sempre queste parole: “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”, ma dovete essere coscienti, non lasciatevi trascinare dal mio nemico, figli: “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen” . Vi ricordate di avere un Papà? Mi amate voi? < a questo punto tutti hanno detto un SI' Pieno>   (Alcuni hanno detto)(Tutti gli altri hanno detto) Sì, PAPA' (Gesù) Io vi amo e sono sempre qui ad aspettarvi. Voi ci sarete tutti? (Tutti)(Gesù) quando Io verrò? (Tutti)(Gesù) Io chino il Capo perchè Io ci sarò!! Piccola Cocciuta, porta sempre i tuoi figli sulle tue spalle nel Fiume Santo. Vedi, Io e Giovanni stiamo tirando la Barca (Giulia) Gesù (Gesù) Si, figlia, non temere (Giulia) Grazie Gesù. Ti amo PAPA'. Ti amo PAPA'. Ti amo PAPA' (Gesù) Vi amo anch'Io e aspetto tutti voi pargoli (Tutti)  TI AMO PAPA'  (Gesù)  Grazie piccini del mio Cuore. I passi incominciano ad andare dritti ma cercate ancora di migliorare. Ora la Piccola Cocciuta viene un pò con noi in Paradiso, ma non temete, tornerà tra di voi. < pausa> Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode < pausa> (Giulia) E' dolce stare qui. < pausa> E' dolce stare con Voi < pausa> (Gesù) devi ritornare tra i tuoi (Giulia) Si, Gesù (Gesù) Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia. Accogliete l'Amen del Padre nei vostri cuori e donatelo al mondo.

 

        2.   Ven 26/01/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli Io vi ho amato da sempre e il mio Amore è Amore di Croce. Vi ho donato la vita abbracciando il Legno Santo e vi ho chiamati figli, cosa volete ancora? Perchè non volete riconoscere che Sono il vostro Dio e il vostro PapA' che viene in mezzo a voi ? Per amore Io sono sempre in mezzo a voi. Quando gioite e quando soffrite vi tengo tra le mie braccia perchè un papà non lascia i propri figli. Voi mi lasciate quando non accettate la Santa Sofferenza, e voi, Figli Ministri, insegnate ad accettarla e accettatela anche voi. Battezzate, benedite ed esorcizzate, perchè sapete bene che il mio nemico è astuto  e in questi ultimi tempi sta seminando: ma il grano e la zizzania vanno divisi, ed Io verrò a dividere. Voi figlioli, voi quattro della mia Santa Croce, tirate sempre con me la Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo per quello che fate, figli. (Piccolo Giovanni) Io Giovanni, con ubbidienza al Padre, vi esorto a camminare sempre con ubbidienza vivendo sempre per Gesù, e con Gesù siate poveri ma ricchi di Dio. Con Gesù benediciamo insieme il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

 

         3.   Dom 28/01/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù: i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati figlia mia per i Grandi della Casa del Padre. Immolati con i Santi Dolori della Croce Viva di Gesù e i Santi Dolori Vivi in mezzo a Voi, figli. Bevi oggi il Calice Doloroso: assaporalo con Gesù, figlia < 1° grido> ecco figlia il Calice Doloroso di Gesù.  (Giulia) Perchè il tuo abito è sporco di Sangue? Mamma perchè stai piangendo? (Immacolata) Figlia, piango per le Mura di Roma e il mio abito è stato sporcato, e i figli della perdizione, i figli che trafiggono il Cuore del mio Gesù e del vostro Gesù. Ecco, Io sono di nuovo in mezzo a voi col mio Gesù, con gli Angeli e i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Piccolo Giovanni di oggi in mezzo a voi. Io vengo per Volere del Padre a portarvi il Santo Vangelo, la Via Stretta e Dolorosa di Gesù: non vi sono altre vie, figlioli cari. Vedete, il mio Cuore di Mamma gronda Sangue perchè siete in pochi a pregare, non in questo luogo ma nel mondo intero, e i flagelli scendono sempre di più. Tutti i figli hanno lasciato la Via di Gesù per seguire la via del mondo cioè la via del mio nemico, che porta tutti alla morte. Figlioli, voi che abitate nella Stanza della Quercia, che avete vissuto e camminato col Giovanni di Oggi, pregate per questi figli che hanno spento la Luce di Gesù e hanno acceso la luce del mondo: pregate per loro, portateli sulle vostre spalle e non lasciateli soli. Il mio Cuore di Mamma gronda Sangue nel vedere tutto questo, e voi vedete piccole cose, ma Io vedo e sento tutto. Figlioli miei, mi poggio ancora su di voi chiedendovi: Amate, Amate, Amate e perdonate i vostri nemici. Usate carità verso tutti e vivete il Vangelo di questa Santa Giornata < 4° domenica del tempo ordinario /C: "Nessun Profeta è bene accetto in Patria"> figlioli cari, teneteLo alto e portatelo ai figli che non lo conoscono: fate amare Gesù, fate vivere Gesù nei vostri cuori e nei cuori dei vostri fratelli, non pensate ai vostri corpi, figlioli. Dio è Padre e Lui vi ha partorito prima di venire al mondo e guarda tutto di voi: ve l'ho già detto, conosce ogni capello che è sul vostro capo, come non può guardare tutto il resto? Figlioli, come Mamma vi chiedo ancora di pregare per il Papa: ma chino il Capo. E chino il Capo sull'Altare della Misericordia e sui Pastori di quella Valle < la Valle della Quercia di Sofferetti i cui Pastori sono di rito bizantino. Questi, nonostante l'appello della Mamma, non rispondono> . Pregate figlioli cari, perchè nessuno di voi conosce i Progetti del Padre. Io sono qui Viva e Reale in mezzo a voi a parlare, e Dio ha deciso questo. Rimanete sempre nell'Amore e nella Pace di Dio amandovi, perchè solo con l'amore si può arrivare al Cuore del Padre. Dio è Amore e voi cosa volete fare? Amare e vivere con Dio oppure odiare e vivere senza di Dio? Il mio Cuore di Mamma è Pieno d'Amore: siate anche voi Mamme Innamorate dell'Amore di Dio. Tu, Piccola Cocciuta, tu che porti da sempre la Croce di Gesù, vai avanti e non fermarti: porta sempre i tuoi figli sulle tue spalle; portali sempre nel Fiume Santo dell'Amore di Dio. Vedi, Giovanni vi guarda e parla sempre ai vostri cuori. Non temere, non vi lascerà soli e combatterà con voi la Battaglia del Suo Cuore, che è la Battaglia di Dio, che porta avanti.   (Giulia) Grazie, Mamma. (Immacolata) Ora ve lo lascio  (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza all'Amore di Dio, vi porto la mia Santa ed Eterna Benedizione di Sacerdote, Umile Servo del Vangelo Vivo. Piccini del mio cuore, come vedete non vi siete ancora liberati di me. Dio nella sua Misericordia Infinita mi fa stare ancora in mezzo a voi a parlare, a guidarvi sempre come Pastore e Piccolo Giovanni. Io vi esorto sempre a vivere il Vangelo che io ho predicato. Ricordate sempre le parole che io vi dicevo: ho messo sempre il mio sigillo sulla Verità di Dio che parlava in questa Stanza, nella Stanza della Quercia, "La Stanza dell'Amore" come Dio l'ha sempre chiamata. Ebbene figlioli cari, la battaglia inizia adesso e dobbiamo combattere con l'Amore di Dio: l'Unica Fonte, l'Unica Verità. Sapete: è la Croce, e niente e nessuno vi farà del male se voi rimanete legati alla Croce ed al Santo Vangelo. Io ora vedo tutto e vi guiderò sempre. Figli non dubitate del Santo Vangelo, e se ridono di voi non spaventatevi perchè io non mi sono mai fermato, anche se scherzavo tra di voi, il mio cuore era inchiodato alla Croce, da sempre! Figlioli, lasciatevi inchiodare anche voi al Cuore della Croce e vivete solo nella Verità del Vangelo. Tu, Cocciuta del Cuore di Gesù e del mio cuore di Sacerdote, vai avanti. E' pesante la Croce, ma non fermarti.  (Giulia) Sì  (Piccolo Giovanni) Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, come Mamma consolo sempre i vostri cuori, e invito ognuno di voi a consolare il Cuore di Gesù che vi ama, e arde d'amore per tutti voi. Figlioli, ricordate sempre di tenere Alto il Vangelo. Vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni: accoglieteLo e donateLo al mondo. Figlioli, Io, ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo: la Parola di Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete lodando la Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, e baciano tutti i propri cari. (Giulia) Grazie, Mamma  (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. Ecco l'Amen del Cuore del Padre che scende su di voi e sull'umanità.   

 

 

 

   4.   Giov 01/02/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, figliuoli, ma la vostra gioia sia piena. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nell'abbracciare e nel bere i Calici. I Calici Verdi e i Calici Rossi e allarga le braccia e accetta i Santi Dolori per i tuoi figli, per l'umanità, per le Mura di Roma. Figlia, porta con me la Croce. (Giulia) Con la Tua Grazia, Gesù  (Gesù) Allarga le braccia e accetta i Santi Chiodi  < 1° grido > stringiLi al tuo cuore < 2° grido >. Ecco, il Santo Parto che passa attraverso di te e attraverso il Santo Giovanni di oggi < 3° grido >. (Giulia) Gesù (Gesù) Vieni, prendi la mia Mano e sali con Me, il Monte, ma non spaventarti di ciò che vedi, figlia mia < lunga pausa > (Giulia) Gesù, Gesù, Gesù, Gesù < 4° grido >  (Gesù) Figlia, i Calici per te sono sempre più amari: Ma bevili tutti. Consola il Cuore di Maria che gronda Sangue per l'umanità. Ecco, Io sono ancora qui, in mezzo a voi. Sono venuto a portarvi la Verità del mio Santo Vangelo, invitandovi sempre a viverLo col cuore e a tenerlo Alto. E' pesante quello che vi chiedo. Figliuoli, nelle mie Visitazioni e nelle Visitazioni di mia Madre, vi sto chiedendo sempre: Amatevi gli uni gli altri, legate la Catena dell'Amore e non lasciate passare il mio nemico. Ma voi quando uscite fuori dalla Stanza della Quercia, cosa fate? Gettate via il Seme che Io vi ho portato, e a larghe braccia accogliete il seme del mio nemico. Vi chiedo di chiamarmi Papà, ma vi rivolgete al vostro Papà nei momenti di smarrimento? Mi cercate? Dove volete nascondervi? Pensate che Io non riesca a trovarvi? Parlo a voi che siete qui riuniti nella mia Stanza e parlo al mondo intero!  In modo particolare parlo ai miei Figli Ministri: mi siedo e parlo a loro e a voi, come parlavo ai miei discepoli. Figliuoli, Io vengo per portare a voi la Parola Viva, la Parola che vi dona ogni Ricchezza distaccandovi dalle cose del mondo. Vedete, i flagelli scendono sempre di più, perchè avete dimenticato di avere un Papà. Avete dimenticato la Promessa di Maria donata a Fatima? il Cuore di Mamma che trionferà?. Volete far parte del trionfo del Cuore di Maria o volete rimanere nelle cose del mondo che si perdono? Figliuoli, Io ho parlato, ho seminato la Parola del Padre, ma quanti l'hanno accolta? Ora, la sto seminando a voi, chiedendovi una sola cosa: Amatevi, amate i vostri nemici, amate coloro che trafiggono i vostri cuori, usate carità verso tutti. Alzando gli occhi al Cielo dite: Padre, perdona loro perchè non sanno quello che fanno, e in questa serata, Io chiedo, ad ognuno di voi, di guardare nei propri cuori. Cercate ancora figliuoli, e togliete tutto quello che non mi appartiene. Lasciatemi crescere nei vostri cuori.  Figli, Io vengo perchè il Tempo del Parto è Pieno, ma voi ancora non comprendete queste parole: IL PARTO E' SCESO SULL'UMANITA', e i Dolori li sentite, passano attraverso la Piccola Cocciuta e il Giovanni di oggi. Siete coscienti di tutto questo? Figliuoli, imparate ad ascoltare la mia Voce e vivete nel mio Amore, nella mia Pace; chè Io vengo a portare la Pace dell'Agnello Immolato e voi sapete bene che la Croce è Una Sola ed e bagnata dal mio Sangue. Io mi sono donato per Amore, e per amore vengo in mezzo a voi a chiedere di aprire i vostri cuori, di preparare una Capanna per il Bimbo che abita in questa Stanza: nella Stanza della Quercia. Ecco, figliuoli cari; ecco la voce di un Papà che parla ai propri figli: a tutti, senza fare distinzione. Vi guardo tutti col Cuore grondante di Sangue, perchè Sono Papà, e un papà entra nei cuori dei propri figli. Figliuoli miei, piccini del mio Cuore, voi ancora non riuscite a comprendere la Grazia che ricevete da un Papà che viene in mezzo a voi: un Papà che viene a stringere, ad accarezzare i vostri cuori e ad inchinarsi dinanzi a voi. Voi tutti siete le Lucerne del mio Amore e non dovete dare spazio al mio nemico. Io vi ho sigillati, vi ho sposati e Giovanni vi ha donato l'Acqua dell'Amore. Cose ne fate di tutto questo? Fate germogliare le pianticelle dentro di voi o le spezzate? (Il Padre) Figli, fate crescere l'Albero dentro di voi, e rimanete sempre nell'Orto a fare compagnia al mio Figliolo Gesù. Sono Io a parlare in questa serata: IL VOSTRO PAPA'. Siete coscenti: Dio che parla ai cuori dei propri figli, inchinandosi ancora . Figlioli, ho messo il mondo nelle vostre mani: ora siete voi che dovete salvarlo, perchè Io vi sto donando tutto. (Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) Sì  (Gesù) Mi amate, voi? (Tutti)(Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) Sì  (Gesù) Ora busso al cuore di un figlio ferito. Mi ami, tu? Roberto, mi ami figlio? < non risponde> Voglio sentire la tua voce. (Roberto Amato di Rende)(Gesù) Tieni alta la Spada: Tu sai bene che ti è stata consegnata. Cammina sempre col mio Amore, figlio, e non fare passare nel tuo cuore il mio nemico. Tu sei figlio della Luce e devi donare al mondo la Luce che il Giovanni di oggi ha sempre donato. Combatti come soldato del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e non fermarti: Ama e perdona i tuoi nemici; usa carità come sempre tu fai. Figlio mio, il Sigillo, per te, diventa sempre più grande, ma il tuo cuore sarà trafitto ancora,  ma non spaventarti, figlio mio. Rimani all'ubbidienza del mio Cuore, figlio. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta sulle spalle tutti i tuoi figli. (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù  (Gesù) E voi figliuoli, non siate gelosi di ciò che avete sentito. Io parlo ai vostri cuori, sento tutto quello che mi state chiedendo, e vedo ogni cosa. Vi chiedo solo di andare avanti e di combattere la Battaglia dell'Amore. Vi ho promesso che tutti vedrete il Cuore di Maria trionfare. Figliuoli, rimanete nella Pace e nella Quiete. Tu, Cocciuta, porta con me la Croce. Sollevate la Piccola Cocciuta. Ora, vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni, sigillatevi anche voi e non temete, ve lo lascio per un istante a parlare. (Piccolo Giovanni) Con ubbidienza al Padre, vi porto la mia Benedizione di Sacerdozio. Il mio cuore di sacerdote è triste: Avete già dimenticato tutto, anche le gridate che vi facevo? Dove avete messo i miei insegnamenti? Vi siete già smarriti? Io griderò più di prima, e alzo la mia Destra di Sacerdozio Eterno invitandovi a vivere il Vangelo Vivo. Figli, il mio amore per voi non aveva misure, e ora il mio cuore arde per tutti voi. Dio mi dona il permesso di rimanere sempre con voi, e di guidarvi, ma state attenti: griderò sempre. Ora mi rivolgo ai miei cari. Fin  da bambino ho gridato la Verità, anche se ero capriccioso. La mia linea era dritta. Ora, vi chiedo, cari del mio cuore, la mia volontà. Il mio Cuore di Sacerdote Eterno, come Dio vuole, nella pienezza del mio cuore, ha espresso un desiderio. Cosa volete fare della mia volontà? Pensate che io non veda e non senta? Ciò che io ho scritto nella mia volontà, chiara, nel mio testamento, tutte le genti dovranno sapere! E i vostri cuori cosa fanno ancora, che non comprendono? Avete dimenticato di avere un Sacerdote Vivo in mezzo a voi? Sono dure queste parole, ma il mio cuore è triste per ciò che state facendo. Avete dimenticato il mio amore? Avete cancellato il mio Sacerdozio? Alzo ancora la mia Destra: Voi sacerdoti sapete bene qual'è il significato della Destra alzata. Cari del mio cuore, Vi amo e vi invito a vivere il Vangelo come io l'ho vissuto, immolandomi per tutti voi. Non è la Piccola Cocciuta a parlare, ma Dio mi dona il permesso di gridare la Verità Viva: E' la mia ultima volontà. Non temere, Piccola Cocciuta, vai avanti e combatti con la Spada: Dio ti ha scelta perchè sei Cocciuta come una Roccia, e la Roccia è Dio. (Giulia) Gesù,  posso fare una domanda a don Mario?  (Gesù) Si (Giulia) La posso fare nel cuore? (Gesù) Si  < lunga pausa durante la quale Giulia formula la domanda a don Mario>  (Giulia) Grazie, Gesù. Grazie, don Mario (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli cari, ricordate sempre le mie Grida; non dimenticatele: erano Grida d'Amore del vostro Piccolo don Mario. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Ecco, figlioli, come vedete, accontento sempre i vostri cuori, perchè Sono il vostro Papà e vedo e sento ogni cosa. Ora preparatevi tutti a venire al mio Banchetto, perchè Io non faccio distinzioni, e il mio Banchetto è Banchetto d'Amore, e tutti dovete bere e mangiare con me, con lo Sposo che è in mezzo a voi, Vivo e Reale: preparate i vostri cuori e fate festa, figli. Sposo, porta la sposa. Eccomi, Sono qui, dinanzi a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Vi invito ad essere coscienti di questo Incontro d'Amore. Figliuoli, Io Sono il vostro Papà, l'Agnello che viene a fare festa con i propri figli: l'Agnello che porta il suo Sangue e la sua Carne per amore. Siete coscienti di tutto questo? Arde il vostro cuore? Il Mio arde e si dona. Figliuoli, venite tutti a far festa perchè Io sono qui dinanzi a voi e vi guardo. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne. Venite e fate festa. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Figli, sia piena la vostra gioia, perchè la Mia si dona senza misure. Figlia, bevi il mio Calice < 5° grido >. Ecco l'Amore che passa attraverso i Santi Dolori del Parto della Croce. Figliuoli, cercate la porta del mio Cuore e amate, amate, con la mia Misericordia Infinita di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Io sono qui a guardare i vostri cuori, e come Papà vi chiedo di non lasciare nessuno fuori dalla Santa Preghiera, ma vi chiedo ancora una volta: State attenti al mio nemico, l'ultimo strascico di coda che gli è rimasto lo sta scaraventando di qua e di la, trascinando dietro di lui molti miei Figli Ministri e le Mura di Roma sono bagnate di Sangue Innocente. Pregate, per quel Figliolo che è in mezzo ai lupi, e ora, anche la Piccola Cocciuta è circondata dai lupi. Pregate figli, perchè il Mistero che porta la Piccola Cocciuta è Grande, e i lupi vorrebbero sbranarla. La Croce che deve portare e pesante. Giovanni La sostiene, ma voi sostenetela amandovi gli uni gli altri, chè solo l'Amore può combattere il male. Figli, alla fine della preghiera mangerete e berrete con me il Pane, il mio Cuore e il mio Sangue. Figli, tutti dovete avvicinarvi all'Amore Infinito che Io vengo a portarvi nella Stanza della Quercia. 

 

<la Mamma Celeste Inizia una breve Melodia e recita la seguente Lode>

Oh Bimbo nascosto. 

Oh Figlio di Dio, 

che vieni ad abitare nel mio Cuore,

fa che io possa essere Mamma viva della Tua Quiete

<la Mamma Celeste Termina con un altro pezzo della Melodia>

 

Giovanni, ...., Pietro, Telesforo, Cocciuta del Cuore della Croce, presentatevi . (Giulia) Sì. Sì. Sì. (Gesù) Non scandalizzatevi di ciò che avete udito in questa serata: Presto comprenderete, figliuoli. Tu, Cocciuta, allarga le braccia. (Giulia)  Sì (Gesù) Ora, nel Mistero Nascosto, chiedo a voi il sì donato col cuore <i presenti hanno un attimo di titubanza>. Cosa aspettate ancora? (Tutti)  Sì (Gesù) Avete donato tutti, il "Sì"? <i presenti non rispondono>Avete donato tutti, il "Sì"? <ancora non risponde nessuno>. Perchè non mi rispondete? (Tutti)  Sì  (Gesù) La mia Porta di Papà è sempre aperta, e aspetto il "Sì" dei figli col cuore ferito. Non dubitate, Io Sono il vostro Dio: il Dio Antico, il Dio Uno e Trino. Ora Io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane dei Cieli. Vi invito sempre a vivere in Pienezza il Santo Vangelo, e a tenerlo Alto. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete lodando la Santissima Trinità. Amen, Amen, Amen, Amen. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo ed al Cuore Immacolato di Maria. Ora, cantatemi la ninna nanna <canto della ninna nanna>. Grazie, piccini del mio Cuore. Fate gioire il mio Cuore quando mi cantate la ninna nanna! Rimanete sempre piccini, figliuoli. Ora, legate la Catena Santa, e ricordatevi che il mio Amore di Papà non ha misure, ed Io chiedo ad ognuno di voi di non misurare ciò che offrite ai vostri fratelli: ai poveri, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati; e non misurate il perdono che donate ai vostri nemici, ma sia di larghe misure, figli. Fate gioire il mio Cuore, chiamatemi Papà (Tutti)  Papà (Gesù) Figli, figli, figli miei. Sia pieno il "Papà" che donate, e donatelo a tutti. Ora preghiamo <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>.  Figliuoli, quando ripetete: “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”, siate coscienti, non lasciate passare il mio nemico. Figli, vedete i miei Occhi? Io vi sto guardando, e i miei Occhi di Papà sono Raggianti! E' l'Amore che rende Raggianti: Amate, Amate, Amate, figli. (Giulia)  Papà, come è Grande il tuo Cuore! Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà (Gesù) Vi amo anch'Io e col Cuore Raggiante di luce, aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA' (Gesù) Ah, figliuoli, grazie per l'amore che mi avete donato in questa serata. Ora la Piccola Cocciuta viene con noi, per un attimo, ma non temete, ve la lascio subito. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode  <lunga pausa>. Devi ritornare tra i tuoi. (Giulia)  Si, Gesù.  

 

      5.   Ven 02/02/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

          Annuncio della prima Stimmata del 2001

"Parla Gesù al mondo: Figli Io Sono la Luce del mondo. Chi rimane nel mio Amore, fa parte con Me dell'Amore del Padre. Figli miei, non spegnete la Lucerna ma preparate i vostri cuori: Iniziate ad abbracciare la Croce ed in silenzio portateLa. Vedete, figli, Io vi porto il Vangelo Vivo e vi invito sempre a tenerLo alto, a viverLo con Amore e Semplicità. E' forse troppo quello che Io vi chiedo? No, figli, non lamentatevi, perchè Io vi sto donando tutto. Ora vi lascio al Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Amore ed Ubbidienza a Dio, ti benedico Piccina del mio Cuore . Cocciuta del Cuore della Croce, non piangere sempre. Vedi, io sono qui, sempre con te, con tutti i Piccoli Giovanni. Non vi ho lasciati, ma il mio cuore ardeva di tornare a Casa, e come voi sapete, io ero frettoloso in tutto. Vi chiedo sempre di camminare nella Povertà e nell'Ubbidienza. In questo giorno siate gioiosi, figli del mio cuore, perchè io gioisco con voi nell'Amore di Dio. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Bene, figlia mia, ora mi poggio su di te. Lo vuoi ancora? Vuoi soffrire per i Figli Ministri? < Giulia riceve il Dono della ferita al costato, prima stimmata di questo anno> (Giulia) Sì, Gesù, lo voglio. (Gesù) Bene, figlia,  sono pesanti ma Io ti sono sempre vicino. Voi, Quattro della Santa Croce, andate avanti con Me. Tirate la Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

 

 

     6.   Dom 04/02/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questo giorno Calici Misti del tuo Gesù: i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù. Figliuoli, con Ubbidienza al Padre, Io vengo in mezzo a voi. Come Mamma allargo le Braccia portandovi il Santo Vangelo Vivo del mio Gesù, è da Fatima che Io grido ai cuori: CONVERTITEVI.  Ascoltate la Parola di Gesù, e vivetela nella Pienezza, nella Pienezza dei cuori. Vedete figliuoli, Io vengo in mezzo a voi col mio Gesù, con gli Angeli, con i Santi tutti, col Servo Santo della Croce, col Santo Giovanni di oggi Vivo in mezzo a voi. E l'Unico Amore che unisce Dio con gli Angeli e i Santi, e con tutti voi figliuoli, è il Vangelo Vivo e la Santa Croce: Questo è il Tesoro che Dio vi dona.  Figliuoli, parlo a voi che siete qui riuniti e parlo al mondo intero: Usate sempre Carità. Quando un fratello bussa alla vostra porta, date la Carità, donando la vostra mano, donando tutto di voi. La Carità si dona a chi bussa: Dio dona tutto a voi. Siate umili, siate piccoli, siate poveri. Come Dio vi dona tutto, può togliervi tutto: state attenti figliuoli, non diventate superbi, ma amate col Cuore di Dio. Vedete, il mio Sì donato a Dio è stato Pieno. Voi ancora non riuscite a donare in Pienezza il Sì al Cuore della Croce. Figliuoli cari, ancora i vostri cuori sono chiusi, ma Dio vi ama così come siete, perchè siete i suoi figliuoli e figliuoli del mio Cuore di Mamma, e Io non voglio perdervi. Figli, vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo, a viverLo nell'Amore di Dio. Vedete, la Croce non si divide: rimane sempre unita, e quando Io vi chiedo di combattere e di tenere alta la Spada che vi è stata consegnata. Come mamma non vi dico di scappare o di nascondervi al primo ostacolo: Gesù non è scappato, è rimasto lì ad aspettare quando sono andati a prenderlo nell'Orto degli Ulivi .. Non ha combattuto, ma ha donato tutto. Voi, volete aspettare Gesù combattendo con l'Amore e donando tutto? Ci sarete tutti quando Gesù verrà? Io come Mamma vi sto ripetendo che tutti vedrete il mio Cuore Immacolato trionfare, ma dovete lavorare, gridare al mondo la Parola Viva di Gesù che vi sta donando. Dio lascia scendere le sue Gocce Vive in mezzo a voi, non per tenerle nascoste, ma per donarLe al mondo. Il Mistero del Trionfo voi non lo conoscete: solo Dio lo conosce, e nessuno di voi conosce nè l'ora  e neanche il giorno. Lavorate nella Vigna e portate i frutti al mondo gridando: GESU' E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, E STA PARLANDO. Guai ai figli che non ascoltano la Parola Viva di Gesù, che è il Santo Vangelo bagnato dal Sangue Innocente. Figliuoli, ma non ragionate con le vostre menti; non cercate di modellare a modo vostro la Parola di Gesù: ascoltateLa col cuore, perchè solo col cuore potete capire.  Figli, come Mamma ho voluto parlare in modo pesante, ma vi amo perchè siete i miei figliuoli, e vi voglio tutti santi, a gioire nel Giardino del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora vi lascio al Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Benedizione. Chino il capo e mi fermo un attimo a guardare: Dovrei gridare come facevo sempre? Cosa devo dire? E' passato così poco e vi vedo più smarriti di prima. In tutti questi anni ho lottato per farvi capire la Via di Gesù, la Via che io ho sempre camminato, insegnato, con amore e ubbidienza, perchè il mio cuore di sacerdote l'ho donato da sempre a Dio. Innamorato di Maria vivevo per  l'unica sola cosa: l'Amore, il tenere alta la Croce e il Vangelo; e questo ho cercato di far capire ed insegnare a tutti e in modo particolare a voi. Figli, il Mistero che state vivendo è Grande, e ve l'ho sempre detto, diventerà sempre più Grande, perchè Dio è qui in mezzo a voi a parlare a voi e all'umanità: ma i Grandi fanno ancora i sordi. Figliuoli, pregate e rimanete uniti nell'Amore di Dio, non dividetevi. E sapete bene che Dio mi da il permesso di andare a visitare tutti i cuori, e andrò dai figli che in questa giornata non sono riuniti nella Stanza della Quercia. Sapete perchè Dio chiama questo Luogo "La Stanza della Quercia?": DIO E' LA QUERCIA, e le sue Radici sono profonde.   Non so se riuscite a comprendere questo. Ma con amore vi chiedo di aprire i vostri cuori: GRIDATE L'AMORE DI GESU'. Tu, Piccola Cocciuta < breve pausa>  (Giulia) Don Mario, cosa devo fare? (Piccolo Giovanni) Figlia mia, lo sai bene cosa devi fare. Te l'ho sempre detto durante le confessioni! (Giulia) Dammi la forza. Mamma, devo chiedere qualcosa di privato a don Mario: posso farlo? (Immacolata) Si, Piccola Cocciuta < lunga pausa durante la quale Giulia formula la domanda> (Giulia) Grazie, Mamma. Grazie, don Mario, non lasciarci. (Piccolo Giovanni) Sei sempre più cocciuta. Gesù vi ha detto che sarò sempre con voi. Crescete nell'Amore, figliuoli. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio. (Immacolata) Ecco figliuoli, il mio Cuore di Mamma arde: indossate anche voi gli Abiti dell'Amore, figli, e aspettate il mio Gesù: Tutti!. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire per amore del tuo Gesù. Porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli. Abbraccia i Figli Ministri e prega per loro. (Giulia) Si, Mamma, con la tua Grazia (Immacolata) Ora vi lascio figliuoli cari, ma verrò ancora a portare la Parola Viva di Gesù. Vi amo. Come Mamma, vi stringo al Cuore di Gesù e vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni: accoglietelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. L'Amen Pieno del Cuore della Croce rimanga sempre in voi, figli.  

 

 

 

     7.   Lun 05/02/2001, ore 17.00, Chiesa di S.Giacomo in Lauria, Visione

 

Oggi alle ore 16,00 viene celebrata la Messa del Trigesimo di don Mario.

Giulia racconta: Vedevo un grande Altare, e davanti all'Altare c'erano tre Troni. Al Primo c'era seduto Gesù, al Secondo la Madonna e al Terzo c'era seduto don Mario. Erano tutti e tre tristi e guardavano la messa che si stava celebrando. Non hanno parlato ma piangevano Lacrime di Sangue. Ognuno portava nelle mani uno Scettro, una Croce e il Libro del Vangelo. Alla fine la Madonna ha detto: "IL MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERA': QUESTA E' LA PROMESSA DI DIO. Questo Io ho promesso a Fatima e questo ha creduto il Santo Giovanni di oggi, e il Parto passa ancora attraverso di Lui e la Piccola Cocciuta. Lo dico a voi tutti e al mondo intero". Poi si sono alzati, ci hanno benedetti e se ne sono andati salendo al Cielo. Erano così Luminosi che non si vedeva altro che solo Luce. 

 

      8.   Giov 08/02/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti < bevute di Giulia>, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell'accettare i Santi Dolori del Parto Pieno della Croce per l'umanità tutta, per i tuoi figli, e per il Papa. Figlia, i Dolori sono pesanti, vuoi ancora accettarli? (Giulia) Si, Gesù, con la tua Grazia  (Gesù) Vieni figlia, stringi le mie Mani, e accetta i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce che passa attraverso il Giovanni di oggi e attraverso di te. Grida al mondo il mio Amore e i miei Santi Dolori, che sono i Dolori dell'Agnello Immolato, del Vangelo Vivo che Io porto ad ognuno di voi e all'umanità intera. Accetta i Santi Chiodi < 1° grido>  (Giulia) Gesù (Gesù)  Figlia, hai visto il Parto della Croce? (Giulia) Gesù, Gesù, Gesù, Gesù, chi sono? Chi sono quelli li?  (Gesù) Guarda, figlia mia. < Giulia sofferente, ad un tratto barcolla> Telesforo, sostieni la Piccola Cocciuta, non distrarti figlio mio, rimani saldo come colonna. (Giulia) Gesù, perchè quel Fiume? Il Papa? Cosa devo fare? (Gesù) Ora assapora ancora i Santi Dolori e falli assaporare ai tuoi figli < 2° grido>. Ora guarda, figlia mia, ma non parlare, tieni nel tuo cuore ciò che vedi < Giulia geme>  <3° grido> (Giulia) Gesù, Gesù, MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA, chiedo per me misera peccatrice e per l'umanità intera  (Gesù) Figlia, prega per ciò che hai visto, e fai pregare tutti i tuoi figli. Ecco, Io sono venuto ancora una volta a visitarvi e a portare il mio Santo Vangelo: il Vangelo Vivo del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti e il Santo Giovanni di oggi, sempre presente in mezzo a voi. Figliuoli cari, Io vengo a portarvi la Pace, ma non vedo Pace tra di voi. Ancora non avete capito la parola "Papà". Come sempre parlo a voi e parlo al mondo intero. Vedete,  vi ho tanto amato e vi amo con larghe misure, da donarvi tutto. Ho abbracciato per ognuno di voi il Legno Santo della Croce, e abbracciando quel Legno vi ho amati e vi ho donato il mio Sangue. Ora sono qui, dinanzi a voi, a guardare i vostri cuori, a chiedervi un piccolo sì: Siete capaci a donarmi questo sì? (Tutti) Si  (Gesù) Io ve lo chiedo come Padre, come Figlio e come Spirito Santo. Figliuoli, non chiudetemi la porta dei vostri cuori al primo ostacolo che incontrate. Vi ho amati da sempre, vi ho partorito abbracciando la Croce, e Maria vi ha stretti al suo Cuore trafitto da mille dolori. Siate anche voi mamme, e, come Maria, lasciatevi trafiggere il cuore coi dolori, nell'Amore del Padre. Figliuoli, i flagelli scendono sempre di più, perchè Io ho messo il mondo nelle vostre mani. Ancora non riuscite ad amare in pienezza, non riuscite a perdonare i vostri nemici, coloro che trafiggono i vostri cuori. Figliuoli, imparate ad amare col mio Cuore, perchè Io ve l'ho donato. Imparate a vivere solo della Parola di Dio, perchè è l'Unica Roccia Viva, e non vi sono altre rocce dove poggiarvi. Ecco, Io vengo in mezzo a voi nella Stanza della Quercia a portarvi tutto il mio Amore. Il Banchetto è pronto, e voi, siete le mie spose, perchè Io vi ho sposate tutte, e non guardo le cose esteriori: Io guardo i vostri cuori. Venite a Me così come siete, figliuoli, e lasciate il giudizio a me, perchè Io sono il Vostro Papà, Io sono il Vostro Dio, e voi, non potete giudicarvi da soli: Non toglietemi pure questo. Figli, con Amore, mi inchino dinanzi a voi, invitandovi a tenere unita la Catena dell'Amore, ma vi ripeto sempre: STATE ATTENTI AL MIO NEMICO, LUI VUOLE DISTRUGGERE IL PROGETTO DELL'AMORE, e voi siete stati battezzati con l'Acqua dell'Amore. Figli, state attenti, non permettete al mio nemico di spezzare la Catena che il Giovanni di oggi ha legato ai vostri cuori e al Cuore del Padre. Figliuoli cari, CIO' CHE STATE VIVENDO E' GRANDE E NON POTETE COMPRENDERE ANCORA, ma i Tempi sono Pieni perchè il Parto è Pieno ed è in mezzo a voi, perchè passa attraverso il Giovanni di oggi e la Piccola Cocciuta del Cuore della Croce. Figlia mia, sii forte, perchè dovrai ancora soffrire per l'umanità e per tutti i tuoi figli. In modo particolare  dovrai soffrire per le Mura di Roma: prega per il Papa, figlia mia, e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi. Ma ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo bagnato dal Sangue dell'Agnello Immolato. Figlia mia (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Gesù. Sì, Gesù. Sì, Gesù  (Gesù) Ecco, hai donato i tuoi "Sì". Ora bevi <4° grido> < breve pausa> Solleva la Piccola Cocciuta <si rivolge a Pasquale > . Giovanni di oggi, sollevala tu. <breve pausa> Ah! Telesforo, Telesforo, come ti lasci prendere dalle cose del mondo. Devo sempre rimproverarti, figlio mio. Guarda la Croce, figlio, guardala, e non distrarti. Il tuo Gesù è qui dinanzi a te e parla anche a te, figlio mio. Non scandalizzatevi, figliuoli, lo facevo anche con i miei Discepoli, e rimprovero ognuno di voi: vi distraete molto, e non ascoltate la Parola Viva che Io vengo a portarvi. Questo Luogo è Santo e non dovete distrarvi con le cose del mondo. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, e il mio Banchetto è pronto per tutti, figli, ma aprite i vostri cuori, cercate ancora e togliete tutto quello che non mi appartiene. Figli, lasciatemi abitare nei vostri cuori. Ora, vi lascio il Giovanni di oggi  (Piccolo Giovanni) Con Umiltà e Ubbidienza al Padre , vi porto la mia Benedizione di Sacerdozio Eterno, come Dio comanda. Figliuoli, è così poco che io manco, perchè non mi vedete, ma sono sempre in mezzo a voi, e per Volere di Dio, vedo e sento ogni cosa. Il mio cuore di sacerdote, vi invita sempre alla preghiera, a rimanere nell'Amore e nella Pienezza del Vangelo: ma ricordate, il Vangelo è Uno Solo, ve lo gridavo sempre. Il Mistero che abbiamo vissuto insieme, e che continua ancora, è Mistero di Dio, e la mia parola di Sacerdozio Eterno, ve lo conferma col Segno Tremendo della Croce di Cristo. Ma vi invito a stare attenti: satana è astuto, e usa ogni mezzo per distruggere. Io  vi ho insegnato come combatterlo con l'Amore e rimanendo nella Pienezza della Croce e del Santo Vangelo. .................Ma ad ognuno di voi ho lasciato un compito da fare; ad ognuno di voi ho parlato e parlo ancora. Vorrei una piccola cosa: IL VOSTRO AMORE. Fatelo crescere sempre di più. Quando ricevete una piccola sofferenza, stringetela forte ai vostri cuori: voi neanche potete immaginare quanto serve! Figli, io sono sempre con voi e vi amo sempre di più. Vi chiedo di non piangere, perchè io sto bene, e rido di voi quando piangete, perchè ancora non conoscete la Gioia, ma presto gioiremo tutti insieme nella Casa del Padre. Ora, parlo un pò ai miei cari, chiedendo ad ognuno di loro, ai miei fratelli: ANCORA ASPETTO LA MIA MESSA, e mi fermo a piangere lacrime di sangue. Ora, vorrei parlare un pò al figlio ed al fratello Antonio <Mons. Cantisani>. Figlio come sacerdote. Fratello mio, abbiamo vissuto insieme gioie e dolori. Ora io sono dinanzi alla tua porta. Come un poverello busso e vengo a chiederti un pezzo di Pane: tu sai bene di quale Pane io parlo. Quanto ancora dovrò aspettare?  Fratello, vieni a dividere il Pane con me. Piccola Cocciuta, vai come una mendicante a bussare alla sua porta e dì: E' LA CROCE CHE MI MANDA, e non temere niente e nessuno, cocciuta del mio cuore.  (Giulia) Don Mario  (Piccolo Giovanni) Prima di parlare con me chiedi l'Ordine a Gesù (Giulia) Perdonami. Gesù, chiedo perdono, posso rivolgermi a don Mario? (Gesù) Si, creatura del mio Cuore, ma devi imparare l'Ubbidienza: Lui è all'Ubbidienza del Padre e può risponderti solo se tu chiedi il permesso (Giulia) Si. Don Mario, cosa devo dire al figlio Antonio?  (Piccolo Giovanni) Non temere di questo, tu vai a bussare. Il Padre metterà nel tuo cuore ciò che dovrai dire. Ma ti chiedo di pregare molto per i miei cari (Giulia) Don Mario (Piccolo Giovanni) Ora ascolta, ma tieni nel tuo cuore ciò che dico (Giulia) Si. Sì.  (Piccolo Giovanni) Ecco, figlioli del mio cuore, sto ascoltando ciò che mi dite. Ma posso rispondervi attraverso i vostri cuori: dovete solo stare attenti ad ascoltare. E vi chiedo di essere seri quando siete qui riuniti nella Stanza di Gesù. Noi siamo qui, Vivi e Reali, anche se voi non ci vedete. Ma se guardate con gli occhi del cuore, riuscite a vedere, figliuoli. Nell'Amore del Santo Vangelo vi invito a viverLo in Pienezza e a tenerLo alto. Aspettate, Gesù ha promesso che verrà a liberarvi. Sia Viva dentro di voi questa Promessa. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre (Gesù) Preparatevi, perchè lo sposo è qui in mezzo a voi, e vuole bere e mangiare con voi. Siate pronti e venite tutti al Banchetto dell'Amore. Sposo, porta la Sposa.   Eccomi, Sono qui in mezzo a voi: ma ancora vi distraete e non guardate il Calice del mio Sangue. Figliuoli, siate coscienti della mia Presenza Viva e Reale in mezzo a voi. Ecco il Calice del mio Sangue,  Ecco la Carne dell'Agnello Immolato che si dona all'Umanità. Venite, e bevete con me,  questro è il Calice del mio Sangue <5° grido>. Venite e mangiate con me, questa è la mia Carne. Fate questo ricordano il mio Amore Pieno per l'umanità intera. Io mi sono donato per Amore. Il mio Amore sia Pieno in ognuno di voi. Non scandalizzatevi di ciò che vedete, ma siate coscienti che Dio, nel Suo Amore Infinito, viene e si dona ai propri figli, all'umanità. Pregate molto per i miei Figli Ministri: pregate figliuoli e non lasciateli soli. Ecco, la mia Pasqua è Piena ed è Risorta. Io sono qui in mezzo a voi nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Invito ognuno di voi a vivere e a donarsi per i poveri, per gli emarginati, per i figli drogati, per tutti i poverelli che non hanno un pezzo di pane. Donate voi stessi come Pane Vivo di Dio, perchè voi siete creati a mia Immagine e Somiglianza e mi appartenete Donatevi, come Io dono ad ognuno di voi le Gocce Sante del mio Amore. Mangerete e berrete con me alla fine della Preghiera, figliuoli, ma ricordate: Io vengo ad abitare nei vostri cuori, non chiudetemi la porta; e quando uscite fuori, non gettate via il Seme che Io vi ho donato in questa serata, figliuoli del mio Cuore. Usate Carità verso tutti: ma sia silenziosa la vostra carità. Donatevi come Io mi dono nel silenzio dell'Abbraccio della Croce, figli. Ora, Io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane Vivo del Cuore del Padre. Figli, ci sarete tutti ad aspettarmi? Io ci sarò, ad aspettarvi, e a vivere con voi l'Amore Eterno. Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e abbraccia ancora la Croce. Vi benedico col Segno tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Portate il mio Amore al mondo. Figli, ecco il Siglillo del Giovanni di oggi. Accoglietelo nei vostri cuori e donatelo al mondo con l'Amen del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Ora cantatemi la ninna nanna <canto della ninna nanna>. Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per avere ascoltato la mia Parola. Vi ho tenuti un pò, ma gioisco quando parlo, figli, crescete ancora nell'Amore e rimanete saldi, abbracciati alla Croce. Ora, unite la Catena Santa, stringetela forte, figliuoli, e state attenti non lasciate passare il mio nemico. Io sono il vostro Papà e chiedo ad ognuno di voi, di costruire una Capanna; e come il Giovanni di oggi chiedo ad ognuno di voi di unire i vostri cuori al mio Cuore di Padre. Ma non spaventatevi, figliuoli, un Papà vuole tutti i suoi figli santi e vicini al suo Cuore. I tempi che scenderanno, saranno ancora pesanti. Voi, tenete alta la Spada e combattete con l'Amore. Solo amando potete combattere il nemico, e gioire nell'Amore Pieno del Padre, del Figlio,  dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Ma vi chiedo di essere anche voi mamme del mio Cuore. Ora preghiamo <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>.  Ecco figliuoli cari, ricordate sempre: “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Liberaci dal male. Amen". Figliuoli, i Tempi sono Pieni, il grano e la zizzania vanno divisi, e voi, siete stati sigillati col Sigillo del Giovanni di oggi. Non l'avete riconosciuto, era in mezzo a voi e non vedevate; ora comprenderete, piano piano, chi è stato in mezzo a voi. (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà! (Gesù) Vi amo anch'Io, Pietruzze Vive del mio Cuore, e aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie, incominciate ad accendere altre Lucerne nei vostri cuori. Crescete ancora. Tu, Cocciuta, gioisci stringendo al tuo cuore la Spina Preferita. (Giulia)  Grazie, Papà. (Gesù) La Piccola Cocciuta viene con me, per un istante, non temete, ve la lascio ancora. <senza volerlo, Pasquale, per meglio sorreggere Giulia,  poggia la sua mano sulla Piaga> Telesforo, non mettere la tua mano nella Piaga. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode <bevute e lunga pausa>. Ora ritorna tra i tuoi  (Giulia)  Si, Gesù.  

 

     9.   Ven 09/02/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

 

"Parla Gesù al mondo: Figli Io Sono la Porta. Non dimenticatelo che voi siete i miei figli, e non siete altro che un soffio di polvere. VOI NON SIETE NULLA SENZA DI ME. Figli, non ascoltate i rumori del mio nemico, ma convertite i vostri cuori: RICONOSCETEMI COME VOSTRO DIO E SIGNORE, perchè non c'è salvezza senza di me: E' PAROLA DI DIO. Ora vi lascio il Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con l'Armonia e la Pace di Dio, vi dono la Pace nel Segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figli, fermatevi per la Pasqua che viene, con i cuori oranti, verso Maria. Consolatela, piccini del mio cuore. Tu, Piccola Cocciuta della Croce, fallo come tu sai fare nel silenzio. Figlia, Gesù ti chiede di andare a bussare anche alla porta del figlio Andrea  < Mons. Cassone, Vescovo di Rossano>. Vai, perchè io sono sempre con te e Gesù parla sempre al tuo cuore. Non scoraggiarti Angioletto mio, il tuo compito è pesante, ma la Grazia di Dio è su di te. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio. (Gesù) Ecco, figlia, Io mi poggio ancora su di te. Accettalo sempre per i tuoi figli  < Giulia riceve il Dono della ferita alla spalla> (Giulia) Con la tua Grazia (Gesù) Voi, Quattro della Santa Croce, andate sempre avanti e tirate con me la Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

 

 

10. Dom 11/02/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questo giornata i Calici Misti del tuo Gesù: i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati per l’umanità tutta con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù. Figlia, immolati per le Mura di Roma, per i Grandi della Casa del Padre. Bevi con Gesù i Calici <molte bevute> (Giulia) Mamma, sono amari (Immacolata) Assapora i Santi Dolori, e donali al mondo <1° grido>  (Giulia) Mammina, sostienimi (Immacolata) Figlia mia, i Calici sono sempre più pesanti. Vedi figlia, te ne vengono preparati sempre di più, ma tu, vuoi ancora camminare dietro Gesù? (Giulia) Si Mamma, con la tua Grazia  (Immacolata) Vedi, figliola, Io sono di nuovo qui in mezzo a voi, col mio Gesù, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Io vengo per Volere di Dio Padre: vengo a portarvi il Santo Vangelo; non vengo a cambiare nulla di ciò che è antico. Ma come Mamma, vengo a bussare ai vostri cuori, invitandovi sempre a vivere in Pienezza, la Parola di Dio e a tenerLa alta. Vedete, Io sono Mamma per Amore: ve lo ripeto sempre questo. Voi, siete stati sigillati con l’Amore di Dio. Volete essere anche voi mamme per Amore? L’Amore Pieno di Dio?  Figliuoli, state attenti al mio nemico: non dategli spazio. Vedete, oggi per il mondo intero è una giornata di festa, ma la festa che Io voglio è il Sì donato al Cuore del Padre: il Sì Pieno Abbracciando il Legno Santo della Croce Viva di Gesù in mezzo a voi. Figli, pregate per i miei Figliuoli Ministri, che ancora, non comprendono in pienezza la Volontà di Dio. Dio mi manda in mezzo a voi e nel mondo intero, a portare il Pane Vivo, e chiede ad ognuno di voi di vivere nella Povertà e nell’Amore della Croce. Dove ci sono rumori, lì, non abita il mio Gesù. Beati voi che ascoltate nel silenzio la Parola di Dio, e nel silenzio la donate al mondo. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sii forte ancora, e nel silenzio, porta le Gioie che Gesù ti dona quando si poggia su di te <si riferisce alle Stimmate>. (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Figlia, i Calici che dovrai ancora bere saranno pesanti, ma non temere, niente e nessuno. Vedi, Gesù ti ha messo vicino, Giovanni, Pietro, ......, Telesforo, e, gli Angeli che tu vedi, ti fanno da Corona. Sii forte, figlia. E VOI  SOSTENETE LA PICCOLA COCCIUTA DEL CUORE DELLA CROCE: IL SUO COMPITO E’ GRANDE, MA ANCHE IL VOSTRO . Figli, ora vi lascio al Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Mi inchino dinanzi alla Volontà di Dio e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Figliuoli, eccomi, sono ancora in mezzo a voi, ma il mio cuore di Sacerdozio Eterno è triste: Non per voi, ma per l’umanità intera. Ora io vedo ogni cosa, anche se prima vedevo e sentivo ogni cosa ....... Ora parlo col cuore aperto perché Dio vuole così. Figliuoli cari, vedete come è stretta la Via di Gesù. Rimanete sempre in Essa e vivete di Povertà, donando tutto il vostro amore ai Piccoli, ai Poveri, agli Emarginati. Voi non potete neanche immaginarlo quante volte mi sono donato per ognuno di voi, per consolare i vostri cuori: facevo mia ogni vostra piccola cosa. E gioivo, quando i miei figli si accostavano a me per confessarsi. Ah! Quante gioie mi avete donato! I dolori, io li abbracciavo come Gioie, ma non siano tristi i vostri cuori, perché io sono sempre qui, in mezzo a voi, a parlare e a stringervi, uno ad uno, al mio cuore di Sacerdote Eterno. Figliuoli, vi invito a rimanere sempre uniti nell’Amore del Vangelo e della Verità. La Stanza della Quercia è la Casa del Padre e io abito in mezzo a voi. Grandi Cose vedranno i vostri occhi.  Figliuoli, io vi ho sempre parlato col cuore aperto, e ora leggo i cuori di ognuno di voi,  e parlo ai vostri cuori: ASCOLTATEMI FIGLIOLI ....... Telesforo, Pietro e voi tutti Piccoli Giovanni: ASCOLTATE IL MIO GRIDO E CAMMINATE SULLA VIA STRETTA. Ora ritorno all’Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, Piccola Cocciuta, non sei rimasta sola (Giulia) Mamma, Mammina mia, grazie (Immacolata) Bene, figlia mia, ti chiedo ancora di pregare per il Papa: in questi tempi non lasciarlo solo. Abbraccia la Croce di Gesù e portaLa. Nel tuo cuore c’è scritto tutto quello che devi fare. Vai avanti Cocciuta del Cuore di Gesù, e non fermarti. Io sono sempre qui, in mezzo a voi, figlia (Giulia) Sì Mamma. Sì! Sì! Sì!  (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, Io ora vi lascio, ma vi invito a pregare. PREGATE, AMATE, PERDONATE, e usate carità verso tutti: al primo posto portate i vostri nemici. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Vivete questa giornata accogliendo tutti i Poverelli. IO SONO LA MAMMA DELLA VITA, RICORDATELO, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci ancora nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che baciano ognuno di voi. (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Ecco l’Amen del Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria e il Bacio del Piccolo Giovanni, all’umanità intera e ad ognuno di voi. Gioite perchè Dio è in mezzo a voi, figli.

 

 

      11.   Giov 15/02/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti per l'umanità tutta, per i tempi che stanno scendendo sull'umanità: sono amari, figlia, ma bevili. Gioisci e fai festa nell'accettare i Santi Dolori del Parto della Croce Viva che passano attraverso il Giovanni di oggi e attraverso di te, Cocciuta del Cuore della Croce. Assaporali e donali a tutti i tuoi figli e i Grandi della Casa del Padre (Giulia) Gesù, tienimi stretta <1° grido e molte bevute>. Gesù (Gesù) Accetta i Santi Chiodi (Giulia) Sono lunghi <2° grido>. Gesù (Gesù) Poggiali sulla tua testa <i Chiodi>  <3° grido> (Giulia) Gesù, dammi la costanza e la forza (Gesù) Vedi, figlia mia, Io mi siedo in mezzo a voi, e come saluto vi porto i Santi Dolori. Io sono ancora qui, in mezzo a voi, invitandovi sempre a tenere alto il Santo Vangelo e a viverLo nella Pienezza della Croce. Figliuoli, Io vengo a portarvi l'Unica Parola Viva: il Vangelo della Croce bagnato dal Sangue dell'Agnello. Vedete, figliuoli cari, Io entro nei cuori di ognuno di voi, bussando con i Santi Dolori. Per Amore, Io li ho accettati: li ho stretti al mio Cuore e li ho donati a tutti voi. Ho invitato i miei figli a prendere la propria Croce, a portarla sulle spalle e a seguirmi, e ora, Io sto salendo il Monte. E chiedo ad ognuno di voi: chi vuole seguirmi? Siete pronti a venire dietro di me e a portare la Piccola Croce sulle vostre spalle? Io sto salendo, e la Piccola Cocciuta cammina dietro di me, portando il Legno Santo ed i Santi Dolori. Vedete, figliuoli, Io come Padre vi invito sempre ad essere pronti e preparati con le Lucerne Accese; ma le Lucerne devono essere accese con l'Amore, amandovi gli uni gli altri e vivendo nella Comunione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.  Figliuoli, gli Angeli ed i Santi tutti vivono nell'Amore e nella Comunione. E se Io sono Santo e vi ho chiamato "Figli", voi perchè sporcate il Capolavoro che Io ho creato?  Siete anche voi Santi, e non dovete calpestare i vostri corpi. Teneteli puri, e amatevi figli, chè se non amate voi stessi, come potete amare Me ed i fratelli? Vedete, siete un tesoro: non gettate via l'Amore e la Pienezza che Io ho donato ad ognuno di voi. Figli, riuscite a comprendere queste parole? Sono semplice nel parlare, non uso paroloni;  alzare polvere; lascio scendere su di voi e dentro di voi, l'Amore Vivo della Croce. Figliuoli, rimanete sempre uniti: amate e perdonate i vostri nemici, e usate carità verso tutti, figliuoli. Ma conoscete già "portatemi i vostri nemici al primo posto" figliuoli? E il segreto per entrare nella Porta Stretta è l'Amore: AMATE, AMATE, ma i vostri cuori siano sempre liberi dalle cose del mondo. Figliuoli, legate i vostri cuori al Cuore Immacolato di Maria, imitandola come Mamma dell'Amore, Mamma del Cuore della Croce. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire a causa del mio Nome: ma non spaventarti, figlia (Giulia) Gesù, con la tua Grazia, vado avanti (Gesù) Sei sempre più cocciuta: E' così che Io ti ho scelta, ma diventerai ancora più cocciuta, perchè dovrai combattere con la Paorla Viva del Santo Vangelo. (Giulia) Sì, Gesù, con la tua Grazia (Gesù) Ora, figliuoli cari, invito ognuno di voi ad ascoltare. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, e parlo ad ognuno di voi come parlavo ai miei Discepoli. Ad ognuno di loro donavo un compito da fare. Ora qui, in mezzo a voi, c'è il Giovanni di oggi, Vivo e Reale, ........, Pietro, vivo e reale, Telesforo, vivo e reale, e Paolo, vivo e reale, in mezzo a voi. Ma ognuno di voi ha un compito da fare, e presto verranno anche i vostri nomi, e tutti dovete lavorare nella Vigna, chè il Parto è Pieno e Vivo ed è in mezzo a voi. Ora dovrete costruire la Capanna che Giovanni portava nel suo cuore.  Ora non capite ciò che Io sto dicendo ................ Voi sapete bene che il Vangelo Vivo è segnato dall'Agnello e dalla Croce, e non ce ne sono altri. Ora, figliuoli, vi lascio al Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Cari piccini del mio cuore, vedete, per amore di Dio parlo e sono vicino ad ognuno di voi. Con la Santa Ubbidienza dico grazie a tutti voi, che, con amore, parlate sempre di me. Io vi ho amati e vi amo ancora. Ho donato tutto per voi e aspetto tutto da ognuno di voi, perchè siete i miei discepoli, i miei piccoli. Ricordate figliuoli, che l'Unica Verità è il Vangelo Vivo, ed io ve lo gridavo sempre. Forse potete pensare che ho esagerato un pò nel gridare? Ma dall'Alto il Padre mi faceva Gridare la Sua Verità, la Sua Voce Viva . Io ho seminato ed ora aspetto da voi il raccolto; ma state attenti al nemico, figli, non lasciatevi ombrare da suo fumo, combattetelo sempre con l'Amore, perchè lui non ama, ma voi potete amare. Se vi ricordate ancora di me, mi amate? (Tutti) Si (Piccolo Giovanni) e se amate me amate anche Dio, perchè io sono Sacerdote. E dovete combattere per amore di Dio e andare avanti perchè io non vi ho lasciati: sono sempre presente in ogni passo che voi fate, ma vi chiedo di pregare per i miei cari, per i miei fratelli. Pregate, figli, perchè io mi poggio su di voi come si poggia Gesù. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce:  finiscila di piangere  (Giulia) Perdonami (Piccolo Giovanni) Sai bene che devi combattere, e conosci bene il tuo Compito. Figlia mia, Sposa di Gesù, ascolta ma tieni nel tuo cuore ciò che ti dico <pausa> (Giulia) Sì, sì, sì <pausa> (Piccolo Giovanni) Non essere triste, figlia mia. (Giulia) Don Mario, <in ubbidienza chiede prima a Gesù> Gesù, posso baciare la Mano di don Mario? <Nella cassetta si sente il rumore delle labbra di Giulia che baciano. > .Grazie Gesù (Piccolo Giovanni) Bacio tutti voi, pargoli del mio cuore, e baciando la Piccola Cocciuta la mia mano, l'avete fatto anche voi col cuore. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre  (Gesù) Solleva la Piccola Cocciuta. Ecco, figliuoli del mio Cuore, come Padre non vi faccio mancare nulla. Vi dono sempre il Santo Giovanni di oggi: E'  sempre presente in mezzo a voi. Vi chiedo di pregare ancora per il Papa, non lasciatelo solo in mezzo ai lupi, ma pregate. Pregate con lui secondo la Mia Intenzione. Vedete, figliuoli, voi vedete la Piccola Cocciuta parlare, fare dei gesti o stare seduta: se guardate con gli occhi del cuore vedete Me, perchè non è lei nè a parlare, nè fare dei gesti e neanche a stare seduta. Le sue forze sono piccole, ma Io la tengo in piedi per combattere. Vi ripeto ancora una volta che presto dovrà tornare a Casa: ma non spaventatevi, presto comprenderete ciò che io voglio dire, figlioli del mio Cuore. Ora, siete pronti per venire al Banchetto dello Sposo, perchè lo Sposo è qui in mezzo a voi, ed ha preparato il Banchetto dell'Amore. I vostri cuori ardono per venire a bere e a mangiare con me o ancora siete legati alle cose del mondo? Lasciate tutto e venite a mangiare. Indossate gli abiti dell'amore, perchè Io vi ho sposati e tutti siete le mie spose, le mie mamme, portatemi dentro di voi, mamme dell'Amore. Ora venite perchè Io sono qui e aspetto i vostri cuori. Vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni: Sia Pieno come è pieno il bacio del Cuore di Giovanni. Figli, abbracciatelo e donatelo a tutti, perchè Io sono Padre, e un papa si dona nella Pienezza ai propri figli. E' difficile comprendere le mie Parole? Penso di no. Ora preparatevi. Sposo, porta la sposa. Eccomi, sono qui, guardatemi. Sono dianzi a voi in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane e aspetto. Guardatemi, ecco l'Amore di Dio che si dona ai propri figli. Ai miei discepoli ho detto: "Prendete e bevete, questo è il mio Sangue  <4° grido>. Prendete e mangiate, questa è la mia Carne". Ricordatevi sempre di Me e vivete nell'Unico Amore che Io vi ho insegnato, l'Amore Pieno che si dona con larghe misure e vive nella Pienezza. Non cancellate nulla di quello che Io vi ho insegnato. E non fate entrare il ladro a rubare l'Amore che Io porto ad ognuno di voi e all'umanità intera. Sono Io, Vivo e Reale a parlare, il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce, per ognuno di voi, per i Grandi della Casa del Padre che hanno dimenticato la mia Legge. Pregate per loro. E in questo tempo fate penitenza, e preparate i vostri cuori alla Pasqua che scende su di voi. Voi non conoscete ciò che è scritto nel Libro, ma Io come Padre conosco ogni cosa ed i tempi. Siate vigilanti, rimanete sempre uniti nel mio Amore, nell'Amore della Croce. Figli, Io vi ho guardati, vi ho amati, e vengo ad abitare dentro di voi, nel cuore dei miei figli 

 

<la Mamma Celeste Inizia una breve Melodia e recita una prima Lode>

Oh Bimbo che non mi appartieni. 

Oh Dio che vieni a visitare l'anima mia. 

Oh Gioia Piena.  

Oh Bimbo che non mi appartieni,

rimani, rimani, e donami la Quiete.

Donami il tuo Cuore. 

<la Mamma Celeste continua la Melodia e recita una seconda Lode>

Bimbo che non mi appartieni, 

rimani e donami la Quite. 

 

Ecco, figliuoli, il mio Amore è qui in mezzo a voi. Gioite con la Gioia Piena, e alla fine della Preghiera bevete e mangiate con me del Nuovo, perchè Io vi dono tutto. Telesforo, non distrarti. Guardi di qua e di la e non guardi il tuo Gesù che è dinanzi a te? State attenti anche voi, non distraetevi e non addormentatevi anche se sono lungo a parlare. Figliuoli, a volte facevo addormentare i miei Discepoli, perchè parlavo, parlavo, ed ora lo faccio anche con voi. Ma sapete bene che vi amo e la mia Pasqua è Viva ed è Risorta. Gioite figliuoli. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire e portare sulle tue spalle tutti i tuoi figli. Vedi, il Fiume è sempre più lungo e Giovanni tira le Barche che prepara. Figlia, non spaventarti ma vieni, porta tutti nel Fiume Santo del mio Amore. Ora, Io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Ora volete cantarmi ancora la Ninna  Nanna? (Tutti) Si <canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie figliuoli del mio Cuore. Fate gioire il mio Cuore quando cantate la Ninna Nanna. Io la canto ai vostri cuori facendovi addormentare, ma il mio Sonno è sonno di Quiete. Ora, legate la Catena Santa, ma state attenti figli, legatela col cuore, e ricordatevi sempre che Io sono Papà, e Io sono un Papà Antico. Non dimenticatelo, bussate al mio Cuore, bussate sempre: ma nel giusto del Vangelo, perchè Io non vengo a cambiare nulla: Io vengo solo a portare la Croce e vi chiedo di viverLa e di abbracciarLa, perchè i Tempi sono Pieni. E quando pregate con la preghiera di Papà, non lasciate nessuno fuori, portate tutti, i poveri , gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, i miei vecchiarelli e al primo posto mettete i vostri nemici e coloro che trafiggono i vostri cuori. Ma state attenti, non lasciate entrare il mio nemico, e quando uscite fuori, donate a tutti la gioia che avete ricevuto. Gridate: GESU' E' VIVO E IN MEZZO A NOI, E MANGIA DEL NUOVO E BEVE CON OGNUNO DI NOI. Non spaventatevi figli: Gridate come lo gridava Giovanni. Ora preghiamo  <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>.  Ecco figliuoli cari, ricordate sempre “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Figliuoli vi amo e vi dico grazie per essere rimasti ad ascoltare la mia Parola. Rimanete sempre piccini.  Rimanete sempre nel mio Cuore di Papà (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo, Papà. Ti amo, Papà (Gesù) Vi amo anch'Io e aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie. Fate gioire il mio Cuore. Crescete ancora (Giulia)  Papà, come è grande il tuo Cuore, donaLo a tutti  (Gesù) Sì. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia.

 

 

 

        12.   Ven 16/02/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

 "Parla Gesù al mondo: Figli, siano pronti i vostri cuori perchè Io verrò: ve l'ho promesso e la mia Promessa è duratura. Figli Ministri, mi rivolgo a voi: MI AMATE O SIETE PRONTI A DONARMI IL BACIO DI GIUDA? Aspetto, perchè Io verrò. Ora,  vi lascio al Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, parlo a voi, Fratelli. Ricordate sempre le mie parole? Voi ridevate quando io parlavo e vi dicevo Quello che io stavo vivendo: UN MISTERO GRANDE. Ma ora, il Mistero è ancora più Grande! Io, parlo a voi, perchè Dio così vuole. Ricordate, Fratelli, che a Dio nulla è impossibile; Lui ha creato tutto: come potete non credere alle Sue Opere? Siete nati dal nulla. Vivete il Vangelo in Pienezza e non usateLo a modo vostro ma come Dio lo ha Mandato, e accogliete i Piccoli Giovanni, perchè anch'io sono un Piccolo Giovanni: LO SONO SEMPRE STATO. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Bene, Piccola Cocciuta, Io mi poggio ancora su di te < Giulia riceve il Dono della Stimmata sul braccio destro a forma di Ostia con la scritta "JHS">. Accettalo ancora per i Figli Ministri  (Giulia) Sì, Gesù, con la tua Grazia. Grazie Gesù perchè ci doni sempre don Mario. (Gesù) Ah, figlia,  grazie a te che mi lasci poggiare sul tuo cuore. Rimanete uniti, voi, Quattro della Santa Croce, perchè Io ho bisogno di voi. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

 

 

    13.   Ven 16/02/2001, messaggio del Piccolo Giovanni

per le Suore dell'Immacolata in Lauria

 

"Con l'Ordine di Gesù, parla il Piccolo Giovanni alle Suore dell'Immacolata": Vi benedico con l'Amore di Cristo. Custodite sempre nel cuore l'Amore di Gesù. Ho parlato sempre con voi, e vi ho invitate ad accogliere i Frutti di Dio. Ora, vi guardo dal Cielo indicandovi la Via di Gesù, che io ho sempre camminato nel Mistero Nascosto della Stanza della Quercia. NON ABBIATE PAURA MA GRIDATE LA VERITA'!Tu, sorella Maria, tu che hai il Cuore Orante verso Dio, parla e dì quello che conosci di me. Vi benedico con l'Ordine di Dio.

 

                                                                      Il vostro don Mario, 

                                                                 Piccolo Giovanni di oggi.

 

 

14. Dom 18/02/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questo giornata i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati con i Santi Dolori del Parto Pieno della Croce, per l’umanità tutta, per le Mura di Roma, per i figli della perdizione. Figlia mia, assapora con Gesù i Santi Dolori e falli assaporare ai tuoi figli, ai Grandi della Casa del Padre <1° grido>. Ecco, figlia mia, hai gioito con il tuo Gesù  (Giulia) Mamma, dammi la costanza e la forza (Immacolata) Vedi, figlia mia, Io sono ancora qui, in mezzo a voi, col mio Gesù, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Mi inchino dinanzi a voi e si inchinano gli Angeli e i Santi. Io vengo per Volere di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, a portare la Verità del Santo Vangelo, e come Mamma della Croce, vi invito sempre a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza del cuore. Vivere il Vangelo e amare Gesù; vivere il Vangelo e camminare con Gesù; vivere il Vangelo e donarsi per Gesù. Figliuoli, in questa giornata la Parola Viva di Gesù è Piena e vi invita all'Amore, a donarvi tutto e a donare tutto ai piccoli, ai poveri, agli emarginati ai figli carcerati. Non lasciate nessuno fuori dall'Amore di Dio, perchè Gesù ha allargato le Sue Braccia sul Legno Santo della Croce, per donare a tutti il Suo Amore di Padre, e vi ha lasciato una Mamma, e Io vi ho accolti ai piedi del Santo Legno per donarvi tutto l'Amore. Imitate il mio Gesù: non tenete nulla per voi, ma donatelo a larghe misure. Figliuoli, non aspettate ricompense sulla terra ma guardate che i vostri nomi siano scritti nei Cieli. Ora vi lascio al Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdote Eterno dell'Amore della Croce. Figliuoli cari, pargoli del Cuore di Gesù, e voi sapete bene che io amo Maria, e vi ho portati tutti nel Cuore di Maria. Ma il mio cuore arde come sacerdote e come papà di ognuno di voi, perchè voi siete tutti i miei figli; Arde di un Amore così grande da chiedere ad ognuno di voi: MI AMATE, VOI? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Vi ricordate quante volte me lo chiedeva Gesù? Io a volte scherzavo, ma, se guardavate bene, il mio scherzo era Pieno perchè ardevo. E ora chiedo ad ognuno di voi: ARDETE FIGLIOLI, chè voi non potete neanche immaginare l'Amore e la Gioia Piena che io sto vivendo. Ma guardo i vostri cuori, vi poggiate di qua e di la cercandomi, ma io sono sempre in mezzo a voi. Vi prendo per mano e vi guido ancora di più. E come avete sentito, vi è stato segnato un Nome, e presto tutti avrete i vostri Nomi Nuovi . Ma dovete combattere perchè la Battaglia dell'Amore è Piena, perchè il Parto è Pieno e passa attraverso di Me e attraverso la Cocciuta del Cuore della Croce. Figliuoli, ora più di prima leggo i vostri cuori, vi chiedo solo di pregare: PREGATE, ma i vostri cuori siano liberi dalle cose del mondo, e BUSSATE AL CUORE DI GESU', BUSSATE AL CUORE DI MARIA, MA NEL GIUSTO DEL SANTO VANGELO. Figliuoli cari, vi chiedo di pregare secondo le mie intenzioni di Sacerdote Eterno. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, sii forte: dovrai soffrire ancora, ma ricordati sempre che Dio ha la Porta e tu conosci la Via. (Giulia) Grazie (Piccolo Giovanni) dillo a Maria prima di dirlo a me  (Giulia) Grazie Mamma, grazie don Mario (Piccolo Giovanni) Ora ascolta ciò che tico ma non dirlo (Giulia) Si <Lunga pausa>. Si. Si. Si. (Piccolo Giovanni) Ecco figlioli cari, vi invito ancora con Gesù, Maria, gli Angeli e i Santi a preparare i vostri cuori alla Pasqua che viene. Come Sacerdote vi invito all'Amore: AMATEVI, figliuoli. Vi dono a tutti il mio Bacio del Piccolo Giovanni. Gioite, figli, perchè la mia Gioia è Piena. Ora ritorno all’Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre di stare attenti al mio nemico. Amate, perchè solo con l'Amore potete combatterlo. I vostri cuori siano cuori oranti dell'Amore Vivo di Gesù e Mamme della Croce. Pregate sempre per il Papa e non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi. Sia Piena la vostra gioia, chè il Padre vi dona le Gocce dell'Amore Pieno. Figliuoli, tenete sempre alto il Santo Vangelo e la Croce. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi, a portare la Parola viva del mio Gesù. Figliuoli, Dio è Padre e niente e nessuno vi farà del male. Mando su di voi il Fuoco dello Spirito Santo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio ed allo Spirito Santo. Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli. 

 

Da oggi viene data l'autorizzazione a rivelare pubblicamente le identità dei Piccoli Giovanni battezzati con l'Acqua dell'Amore a cui vengono attribuiti i Nomi Nuovi, man mano che vengono segnati dal Cielo. 

................................................ 

Paolo = Giuseppe  FONTANA di Rende (CS).

 

      15.   Giov 22/02/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Figlia mia, sali con me il Monte e porta tu la Croce sulle spalle.  (Giulia) Gesù, Gesù. Gesù.  (Gesù) Caricati della Croce < 1° grido e gemiti>   (Giulia) Gesù (Gesù)  Figlia, assapora ancora i Santi Dolori, e falli assaporare ai tuoi figli e all'umanità tutta < 2° grido>  (Giulia) Gesù quanto Sangue, Gesù. (Gesù) Figlia mia, vedi, stai salendo con Me il Monte, e questa volta sei tu a portare la Croce (Giulia) Gesù  (Gesù) Guarda, figlia mia (Giulia) Gesù, c'è il Papa; è per terra ed è bagnato di Sangue  (Gesù) Fallo sollevare (Giulia) Gesù, come faccio con la Croce sulle spalle? (Gesù) Sollevalo. (Giulia) Si (Gesù) Ora, porta anche Lui sulle tue spalle (Giulia) Sì, Gesù. Con la tua Grazia (Gesù) Vieni, cammina ancora dietro di Me (Giulia) Gesù, sostienimi  (Gesù) Accetta ancora i Dolori del Parto per le Mura di Roma, che in questo attimo vengono bagnate da Sangue Innocente < 3° grido>. Figlia mia, guarda ancora e cammina con Me. Tieni nel tuo cuore i due Nomi che Io ti dico < breve pausa> (Giulia) Gesù  (Gesù) Figlia mia, le persecuzioni iniziano adesso per te e per tutti i Piccoli Giovanni. Ma ricordate che il Maestro è sempre in mezzo a voi, e presto, verrà a liberarvi. Non temete per i pargoli, anche loro assaporano i miei Dolori del Parto e gridano all'umanità i Santi Dolori della Croce < i gridi di Giulia hanno spaventato la piccola bimba di Cosimo che ha pianto>. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi. Sono venuto ancora una volta a visitarvi e a portare, ad  ognuno di voi, il mio Amore Pieno: Il Santo Vangelo, e vi invito a viverlo in Pienezza ed a tenerLo sempre alto. Io sono qui in mezzo a voi, con i miei Angeli < nel frattempo Giulia assume la posizione di crocifissione sdraiandosi per terra, con braccia allargate e piedi giunti. Inchiodati. (cfr. più sotto, messaggio di Giovanni)>, i miei Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Sono venuto in mezzo a voi a portare l'Albero Vivo della Croce, invitando ognuno di voi a preparare i vostri cuori alla Pasqua Viva e Nuova che scende su di voi. Figliuoli del mio Cuore, ecco, Io sono qui in mezzo a voi Vivo e Reale. Siete coscienti della mia presenza? O vi scandalizzate dei miei Gesti? Ricordate sempre che Io sono Padre, e mi servo della Piccola Cocciuta per parlare al mondo intero e ad ognuno di voi. Ecco, ora Io sono qui, in mezzo a voi abbracciato al Santo Legno della Croce, e l'invito è per ognuno di voi: ABBRACCIATE LA SANTA CROCE!! AMATELA, PERCHE' NON AVETE ALTRI TESORI. L'Unico Tesoro che Io vi ho lasciato è il Santo Legno e il Santo Vangelo. Figliuoli, voi sapete bene che nulla rimarrà. L'Unico Segno che rimane sulla terra è il Segno della Croce: è la Ricchezza del Padre. Figliuoli, vi chiedo ancora di stare attenti al mio nemico: non lasciatevi confondere nella sua falsa luce, e non abbracciate la rete dei tesori che vuole donarvi. Io vengo nella Povertà e nell'Amore. Amate e perdonate i vostri nemici. Usate carità verso tutti, figliuoli. Ecco, Io vi ho donato in Dono la Stanza della Quercia. Figliuoli, voi neanche potete immaginare quanto è grande il Dono che Io vi ho fatto. Ma ricordate, questo Luogo è Santo perchè vi abito Io. Non fate entrare nei vostri cuori l'odio del mio nemico, ma sia Pace Vera tra di voi. Figliuoli, Io conosco il cuore di ognuno di voi, ed in questa serata parlo alla mia figliuola Francesca < la figlia di Elena>: Figlia mia, tu mi conosci, e sai bene che l'amore si deve donare nella Pienezza del Cuore; e quando Io parlo di Pienezza, invito i figli ad aprire il cuore, a donarsi con amore. Io ti ho sposata e ti ho sigillata. Ora, Io aspetto il tuo Sì Pieno, figlia mia: Ma ricordati sempre che Io sono Papà e amo tutti i miei figli: non faccio distinzioni. Avvicinati al mio Cuore, figlia, e tieni alto il Vangelo Vivo dell'Amore < breve pausa>. (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Gesù. Sì.  (Gesù) Ora, vi lascio a parlare il Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Con Amore e Ubbidienza al Padre, vi benedico col Segno Tremendo della Croce, e mi inchino dinanzi al Legno Vivo in mezzo a voi. Figliuoli, vedete come la Croce vi stringe e vi ama tanto da donarsi? Figliuoli cari, vi ho sempre gridato che l'Unica Salvezza è la Croce, e il Sangue e la Carne di Gesù. Io ora cammino e gioisco nel Paradiso, e guardo ognuno di voi, e mi arde il cuore: VORREI PORTARVI TUTTI CON ME. Ma ancora voi dovete lavorare, e combattere; dovete portare avanti la mia santa volontà, ciò che io ho chiesto ai miei cari. Ma in modo particolare l'ho chiesto a voi, perchè voi siete i miei piccoli, e voi, dovete lavorare e portare avanti il Progetto che io ho sempre portato nel cuore, da pargolo. Ora, io ho scelto ognuno di voi, ma, chiedo ai miei cari di non andare fuori dal mio scritto, di tenere salda la mia volontà di Sacerdote e di Fratello. Figliuoli, in questo attimo che io parlo, la Piccola Cocciuta sta assaporando in Pienezza i dolori del Parto Vivo della Croce. Le sue mani e i suoi piedi sono inchiodati, e la lancia entra nel suo cuore: SOSTENETELA CON LE VOSTRE PREGHIERE!!, ma siano salde, figli. (Giulia) Gesù, posso fare una domanda a don Mario? (Gesù) Si, Piccola Cocciuta (Giulia) La posso tenere nel cuore? (Gesù) Si (Giulia) Don Mario, < lunga pausa durante la quale Giulia domanda e Giovanni le risponde> Si. (Piccolo Giovanni) Sei sempre più cocciuta. Ora tieni dentro di te ciò che hai chiesto, ma presto dovrai farlo conoscere ai tuoi figli, all'umanità, e fai presto: vai come una mendicante ai tuoi figli Andrea e Antonio < rispettivamente i vescovi: Cassone e Cantisani> e bussa col nome della Croce. Se non apriranno scuoti la polvere dai tuoi piedi. Non temere: FALLO!! (^) (Giulia) Si  (Piccolo Giovanni) Ecco, ora io ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma voi che siete stati chiamati con i vostri nomi, COMBATTETE CON ME!!, figli  (Gesù) Ecco figliuoli, vi ho lasciato la Goccia del Santo Giovanni di oggi, ma vi invito a vivere tutto questo con Amore, essendo coscienti di ciò che state vivendo. Il Mistero è Grande, figliuoli, siate coscienti, SIATE COSCIENTI. Ora, alzati Piccola Cocciuta < breve pausa> (Giulia) Eccomi, Gesù  (Gesù) Figlia mia, i Dolori sono enormi, ma tu sei stata scelta e mandata per abbracciare e donare al mondo la Croce. Figlia mia, vuoi ancora soffrire per il tuo Gesù? (Giulia) SI' GESU', ti amo (Gesù) Grazie, figlia mia. E voi mi amate? (Tutti) SI' (Gesù) GRAZIE!! Rimanete nel SI' della Croce. Rimanete nel SI' di Maria e non lasciatevi confondere dal mio nemico. Ricordate sempre che Io sono Papà e il mio Cuore è la vostra Capanna. Chiedete sempre nel Giusto del Vangelo, ed Io ve lo concedo sempre. Figliuoli, vi chiedo ancora pregare per il Papa: PREGATE. Pregate secondo le Mie Intenzioni e secondo le intenzioni del Santo Giovanni di oggi, vivo in mezzo a voi nell'Amore e nella Pasqua Viva e Risorta. Solleva la Piccola Cocciuta. Grazie Telesforo. Mi inchino dinanzi a voi e dico ad ognuno di voi: GRAZIE, perchè mi date acolto e rimanete con me a farmi  compagnia. Tutti mi hanno abbandonato, e al mio posto abbracciano il mondo: Io abbraccio voi che mi aspettate e mi fate compagnia, e mangiate con me del Nuovo. Il mio Banchetto è qui: E' PRONTO PER LE MIE SPOSE, perchè vi ho sposati tutti e mi appartenete. Figliuoli, ora preparate i vostri cuori, perchè lo Sposo è pronto e arde di amore per ognuno di voi. Ma ricordate: TENETE SEMPRE ALTO IL SANTO VANGELO, PERCHE' IO NON VENGO A CAMBIARE NULLA, porto ad ognuno di voi, al mondo intero, ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera, il mio Amore, la mia Croce, il mio Vangelo Vivo, e sapete bene che il mio Vangelo è bagnato dal Sangue dell'Agnello Immolato. Ora, venite tutti a fare festa con me. Sposo, porta la sposa. Eccomi, sono qui in mezzo a voi Vivo e Reale, in un bicchiere di Vino e in pezzo di Pane. Ecco il Tesoro che Io vengo a portare all'umanità e ad ognuno di voi. E in questo attimo Io vi chiedo di pregare per i miei Figli Ministri; pregate per loro, immolatevi per loro e non lasciateli soli. Figliuoli, voi sapete bene che il mio nemico vuole confondere i Ministri, vuole cancellare il Progetto dell'Amore. Io sono qui, Vivo e Reale. Ecco il Calice del mio Sangue, ecco la mia Carne. Mangiate e con me donatevi per i vostri fratelli, per l'umanità intera. Bevi figlia mia il Calice < 4° grido>. Mangia con me. Ecco il Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che si dona all'umanità. Ecco la Pasqua Piena Risorta e Viva in mezzo a voi. Gioite e fate festa, figliuoli, perchè lo Sposo si dona alle proprie spose. 

 

<la Mamma Celeste Intona la Lode>

Oh Tu Bimbo, che non mi appartieni. 

Oh Figlio del Padre, 

dello Spirito Santo,

e del Cuore Immacolato di Maria.

Oh Mistero Nascosto,

che vieni ad abitare nel mio Cuore.

Tu, Bimbo che non mi appartieni,

rimani con me, e donami la tua Gioia,

la tua Pace, il tuo Amore.

Amen, Amen, Amen, Amen.

 

(Gesù) Ecco, Io sono venuto a visitare i vostri cuori. Sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale; ma chiedo ad ognuno di voi di essere coscienti della mia Presenza Viva e Reale. Non dubitate, figlioli, Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per ognuno di voi, e le Gocce che vi sto donando sono Grandi. Liberatevi dalle cose del mondo. In questi attimi,  siano i vostri cuori attenti ad ascoltare la Parola del Maestro che è Vivo ed è in mezzo a voi. Riuscite a comprendere il dono del Padre che dona ad ognuno di voi? Ah, figli, come mi arde il Cuore restando in mezzo a voi! Quanto vi amo! Figli, quanto vi amo; tanto da donarvi il mio Sangue e la mia Carne, e mi inchino dinanzi a voi, aspettando i vostri cuori. Ora, chiedo ad ognuno di voi di mangiare e bere il mio Sangue e la mia Carne. Ma in questa serata vi chiedo di mangiare per i miei Poverelli. Per i figli che non hanno un pezzo di pane, donategli voi il mio Pane, mangiate voi per loro, e quando mangiate, pensate ai vostri nemici ed accarezzateli col mio Pane, il Pane Vivo del mio Cuore, e offrite da bere ai figli emarginati, ai figli carcerati. E in modo particolare, mangiate per i miei Figli Ministri. Ora non riuscite a comprendere ciò che sto dicendo, ma il mio Cuore di Padre vi invita a fare questo. In questa serata mangiate per gli altri. Figli, Io ho bevuto il Calice che il Padre mi ha donato per ognuno di voi. Almeno per questa serata, fatelo anche voi. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portarvi il Pane dei Cieli. Vi invito solo ad amare: AMATE, AMATE, PERDONATE E USATE CARITA' VERSO TUTTI. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete lodando la Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Figlia mia, dovrai ancora soffrire a causa del mio Nome. Porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle, nel Fiume Santo del mio Amore. (Giulia) Gesù, diventa sempre più grande il Fiume. (Gesù) Vedi, Io e Giovanni tiriamo le Barche. Tu, porta i tuoi figli. (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Ora, cantatemi la Ninna Nanna perchè voglio riposare, e vengo a riposare sui cuori di ognuno di voi <canto della Ninna Nanna> (Gesù) Bene, figliuoli. Grazie per avermi cantato la Ninna Nanna. Gioisco sempre, ma chiedo al figlio Telesforo di sostenere la Croce <Giulia>. Perdonami Telesforo se devo sempre riprenderti. Ti chiedo scusa, figlio, ma mia Madre mi teneva in braccio quando Io ero Crocifisso. Sostienimi anche tu.  Ora legate la Catena Santa, e pregate lentamente con la mia Santa Preghiera di Padre. Vi invito a guardare ancora nei vostri cuori, a prepararli per la Pasqua che si avvicina. Vedete figliuoli, Io vi voglio tutti santi. Un Papà che vuole tutti i suoi figli a casa. Siete coscienti di queste Parole? Io vi ho fatti a mia immagine e somiglianza, non sporcate i vostri corpi, ma fateli brillare amando e pregando lentamente, masticando la Preghiera, gustandoLa con tutto l'Amore di Papà. Chiamatemi Papà (Tutti) PAPA' (Gesù) Figli del mio Cuore, preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>.  Ecco figliuoli, “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". E' così poco a dirlo, ma riuscite a fare ciò che è nelle Parole “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Non lasciatevi confondere dal mio nemico. Quando uscite fuori non gettate via il seme, ma custoditelo nei vostri cuori, non gettatemi via, figli. Io voglio rimanere dentro di voi, perchè voi siete le mie mamme: NON ABORTITEMI, MA FATEMI NASCERE. (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo, Papà. Ti amo, Papà! (Gesù) Vi amo anch'Io figli,  e aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie pargoli del mio Cuore. Andate in Pace e portate a tutti la Pace del Cuore della Croce Viva e in mezzo a voi. Vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori, e donatelo a tutti. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia.

 

 

 

          16.   Ven 23/02/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

 "Parla Gesù al mondo: Figli, IO SONO e tutto passa attraverso il mio Cuore. Voi non siete che un soffio di polvere che il vento cancella. Ma la mia Roccia non si cancella, non viene portata via dal vento. Figli Ministri, ricordatevi queste Parole e ritornate ad essere miei Discepoli, non i discepoli del mondo della grandezza. Ora,  vi lascio al Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con il consenso di Dio, parlo a voi. Cari del mio cuore, non ardete forse quando mi sentite? E' Dio che fa ardere i vostri cuori, ed io gioisco con voi. Ma il mio cuore diventa triste quando i miei fratelli, dico i miei fratelli di sangue, non vogliono seguire la mia volontà. Come mi hanno conosciuto poco! E come ancora i loro cuori non vogliono accettare il Vangelo che io ho vissuto e mi sono donato.

Fratello Carmine, vivi con me il Mistero della Stanza della Quercia: è così che mi conoscerai e amerai tutto quello che io ho fatto per conto di Dio. Ora, Piccola Cocciuta, Gesù vuole poggiarsi ancora su di te. Lo vuoi? (Giulia)(Gesù) Bene Cocciuta del Cuore della Croce, fallo per i Figli Ministri < Giulia riceve il Dono della Stimmata sul braccio sinistro a forma di Croce Sanguinante che sovrasta il Monogramma di Maria>. (Piccolo Giovanni) Io e Gesù ti siamo vicini, non fermarti, sei sempre più cocciuta (Gesù)  Voi, Quattro della Santa Croce, andate avanti e con me tirate la Barca carica del Santo Vangelo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

 

 

         17.   Sab 24/02/2001, Stanza, more solito

Qui di seguito i messaggi:

a) Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.40)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi anche in questa giornata i Calici misti del tuo Gesù e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Figlia mia, accetta ancora i Santi Dolori e donaLi all'umanità. Grida ai cuori dei figli ministri:"GESU' E' VIVO ED E' IN MEZZO A VOI, NON NASCONDETEVI MA VENITE AVANTI A SERVIRE GESU', E A DONARE I VOSTRI CUORI A GESU'". Io sono qui in mezzo a voi, Viva e Reale, con l'Ubbidienza del Padre mi inchino dinanzi a voi e vi porto il mio Gesù, gli Angeli e i Santi, il Servo Santo della Croce ed il Santo Giovanni di oggi, vivo in mezzo a voi. Come Mamma della Croce vi porto il Santo Vangelo e vi invito sempre a tenerLo alto, e a viverlo nella pienezza dei cuori, viverLo come Gesù ve l'ha donato. Mi rivolgo ai Grandi della Casa del Padre: FIGLIUOLI, DIO E' ANTICO E NON CAMBIA NULLA DI CIO' CHE E' ANTICO. RIMANETE NELLA POVERTA'. RITORNATE ALLA POVERTA' DELLA CAPANNA. GESU' E' VENUTO IN MEZZO A VOI POVERO. LA SUA RICCHEZZA ERA UNA CAPANNA E LA RICCHEZZA CHE VI HA LASCIATO E' UN LEGNO. Ricordate queste parole. Non siate grandi, non fate i maestri, perchè nulla vi è stato lasciato per fare i maestri. Dio è l'Unico Maestro, vivete nel Suo Amore, nella Sua Povertà. Abbracciate il Suo Santo Vangelo e viveteLo nella Povertà e nella Pienezza dei cuori. Io sono Mamma e mi inchino dinanzi alla Croce <si inchinano tutti>. Ecco la Volontà del Padre: OGNI GINOCCHIO SI PIEGHI DINANZI ALLA CROCE, perchè non vi è altro Segno che possa donarvi la Vita Eterna e la Salvezza. Figliuoli, state attenti al mio nemico, non lasciatevi confondere dalla sua nebbia, dai suoi rumori. Dio è sceso nel silenzio, l'Angelo si è presentato a me nel nascondimento e nel silenzio a portarmi l'Annuncio del Suo Figliuolo; e il mio Cuore si è aperto alla Parola di Dio ed ho donato il Sì Pieno. Ora, per volere di Dio Io vengo a parlare ad ognuno di voi, invitandovi a donare il Sì Pieno al Cuore della Croce e a vivere il Mistero di Dio nella Pienezza. Figliuoli, Io sono Mamma per Amore e chiedo ad ognuno di voi di vivere l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Vi chiedo ancora di pregare. Figliuoli, i flagelli scendono ancora sull'umanità. Pregate, pregate figli, ma pregate secondo la Volontà del Padre. NON CHIEDETE A DIO SEGNI O MIRACOLI, ripetete sempre: PADRE, SIA SEMPRE FATTA LA TUA VOLONTA'. Dio conosce i vostri cuori e nulla vi fa mancare. Siate saldi nell'amore, ma il vostro amore sia pieno come è Pieno l'Amore del Padre per tutti voi. Figliuoli, vi chiedo ancora di pregare per il Papa. Le Mura sono ancora bagnate di Sangue. Pregate figliuoli miei, e in questa giornata Io guardo i cuori di ognuno di voi e vi invito ancora, come Mamma, a liberarvi delle cose del mondo. Il vostro filo sia legato alla Croce, alla Povertà del Legno, dove Gesù ha allargato le braccia e l'ha abbracciato per ognuno di voi. Figli, ecco le Gocce dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che lascio scendere siu di voi: Amatevi gli uni gli altri, usate carità verso tutti, al primo posto portatemi i vostri nemici. La Porta di Dio è Stretta: ma se abbracciate i vostri nemici potete entrare anche con loro, che Dio vi aspetta tutti, e il Suo Banchetto d'Amore è pronto per tutti. Figli, Io sono Mamma e non faccio distinzioni, il mio Amore è uguale per tutti, venite e gioite al Banchetto di Dio, figliuoli. Ora, faccio ardere i vostri cuori, donandovi il Santo Giovanni di oggi a parlare (Piccolo Giovanni)  Con Ubbidienza a Dio, vi dono la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno per Volere di Dio. Miei cari, sapete bene che nulla è impossibile a Dio. Ora, io sono qui in mezzo a voi a parlare. Vedete com'è Grande il Cuore del Padre? Non ci ha mai divisi: Sono vivo e reale in mezzo a voi, e guardo i vostri cuori e i vostri volti. Rimanete meravigliati di sentirmi ancora? Ma vi ho sempre spiegato che la morte non è morte ma è vita: E' UN SALIRE AL CUORE DEL PADRE  e gioire della Pienezza delle Meraviglie del Padre. Lo sò, vi manca la mia figura in mezzo a voi, ma non dovete essere tristi, io sono sempre più presente in mezzo a voi, come lo è Gesù, Vivo nel Tabernacolo. E se siete coscienti che Gesù è morto ed è risorto ed è Vivo in mezzo a noi, dovete essere coscienti di essere anche voi, un giorno, vivi, e gioire alla presenza del Padre. Figliuoli cari, ricordate ancora le mie parole quando celebravo? Forse ricordate bene i rimproveri! Ve ne ho fatti! Ma il mio cuore ardeva quando vi rimproveravo. La mia linea era ed è dritta: FARVI CAMMINARE SULLA LINEA DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO, e ardo per la linea di Maria, che è Amore Pieno, e chiedo ad ognuno di voi di non andare fuori quella linea che io vi ho segnato, e vi segnerò ancora, figli, perchè Dio mi permette di rimanere a parlare con voi, a guidarvi. .Ora,  chiamo con me Giovanni, Pietro, Telesforo, ...., Paolo, Domenico, Filippo, Matteo. Venite, e pregate con me. Bussate al cuore del Padre. Invocate: MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA per l'umanitàTu, Cocciuta del Cuore della Croce, tu, sai bene come devi pregare (Giulia) Sì Mamma, sì don Mario (Piccolo Giovanni) Bene, hai imparato come devi rispondere (Giulia)(Piccolo Giovanni) Ora, vi chiedo figliuoli di essere coscienti, non distraetevi: quando Dio parla, si deve stare sull'attenti come un soldato, e voi, siete stati sigillati e siete soldati dell'Amore di Dio, i soldati che combattono con la preghiera, non dovete usare le armi. La vostra arma è il Cuore, il Perdono, l'Amore, la Carità verso tutti. Benedico e ringrazio in modo particolare la mia Piccola Teresa e la mia Piccola Maria <la sorella maggiore di don Mario e la figlia che sono presenti alla preghiera> stringendole al mio cuore di sacerdote. Non piangete, ma gioite con me: IO SONO IN PARADISO CON GESU' E CON LA MAMMA AMATA, E GIOISCO, E LASCIO SCENDERE SU DI VOI LA MIA GIOIA PIENA. Portate avanti il Progetto del mio Cuore e lavorate con me, perchè io in Paradiso stò lavorando per ognuno di voi, per donarvi la Quiete e la Pace di Dio. Voi, Piccoli Pargoli del mio cuore, voi che mi amavate e mi amate ancora, andate avanti, perchè io sono sempre nei vostri cuori, perchè lì ho costruito la Capanna che Gesù mi ha chiesto l'ultimo giorno che sono stato con voi. Figliuoli, è in tutti i cuori che l'ho costruita: FATELA STARE IN PIEDI.Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio. (Immacolata) Cocciuta del Cuore della Croce, tu sai bene che dovrai ancora soffrire a causa del Nome di Gesù. Vai avanti e porta il Grido della Croce all'umanità (Giulia) Con la tua Grazia, Mamma (Immacolata) Figlia mia, stai attenta a ciò che stai vedendo in questo attimo (Giulia) Si, Mamma (Immacolata) Figliuoli, vi invito ancora una volta a tenere alto il Vangelo Vivo dell'Agnello Immolato, e non prostratevi dinanzi ad altri dei, perchè sapete bene che Dio è Uno e Trino e non ve ne sono altri. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni, accoglietelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, ma siate coscienti del Bacio figliuoli. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia.

 

b)  Messaggio di Gesù e del Bimbo (ore 16.35)

(Gesù) Eccomi, sono qui in mezzo a voi. Nella Quiete vengo a bussare ai vostri cuori. Nella Quiete vengo ad abitare dentro di voi. Io, il vostro Gesù, il Dio Uno e Trino. (Bimbo) Figli, rimanete con me nella Quiete e cullatemi, perchè Io sono il Bimbo che abito nella Stanza della Quercia. Mamme del mio Cuore, cullatemi e fatemi crescere. Donatemi ai Piccoli, ai Poveri, agli Emarginati, ai Figli Drogati, ai Figli Carcerati. Donategli il mio Pane, donategli il mio Cuore, perchè abita dentro di voi. Io sono qui nella Quiete, rimanete anche voi a gioire nella quiete del Padre. Portatemi la Croce da benedire <una copia del Crocifisso del B. Domenico Lentini regalato a Maria e Nicola, nipoti di don Mario, dalla mamma Teresa per il loro 25 di Matrimonio>  quella nuova. Ecco, nella Quiete Io vi offro la Croce e dove vado ad abitare, sia segno di Pace di Letizia e di Amore.

Figlia <rivolgendosi a Maria>, tieni alta la Croce che ricevi. Maria, avanza, vieni qui dinanzi a me. Io sigillo il Legno. Figlia mia, abbraccia la Croce e custodiscila nel tuo cuore: E' il Sacerdozio del Giovanni di oggi che ti benedice col Segno Tremendo della Croce. Ama col suo Cuore e donaLo a tutti. Figlia mia, non piangere, ma bacia il Dono del Giovanni di oggi e custodiscilo nel tuo cuore. Maria, Maria, Maria, creatura del mio Cuore, sei stata sigillata: LA TUA CASA E' CAPANNA D'AMORE. UN SANTO HA CAMMINATO E CAMMINA ANCORA NELLA TUA CASA. Sii forte, porta il Segno Tremendo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora, vivi nella Quiete e tieni stretta la tua Croce. Grazie, figlia.

Io, rimango ancora in mezzo a voi nella Quiete, a donare a tutti la Croce: ECCO IL LEGNO CHE HA SCONFITTO LA MORTE, TENETELO ALTO E AMATELO.  Figli, preparate i vostri cuori alla Pasqua che scende e amate, e non scandalizzatevi di ciò che vedete. Ora le Gocce scenderanno ancora di più, e i vostri occhi vedranno sempre di più la Luce di Dio. Rimanete con me nella Quiete e vegliate. (Gesù) Tu, Croce del mio Cuore, porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle. Pietro, stringi la mia mano, abbraccia i Santi Chiodi e sii forte, dovrai soffrire molto, figlio mio, ma Io sono con te non temere, sii Roccia.

 

Questa sera sono stati annunciati altri due Nomi Nuovi. Qui di seguito le loro identità:

Filippo  e Matteo