LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù

 

FIGLI MINISTRI: DIO E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI,

E PARLA A NOI E AL MONDO INTERO,

NON SCANDALIZZATEVI DI QUESTO

(dal messaggio del 04/03/2001)

 

Messaggi Tramite Giulia

 

        1. Testo integrale del Testamento di don Mario RICCIO, il Giovanni di oggi.

        

        Qui di seguito viene riportato integralmente il testo del Testamento redatto dal Sacerdote Santo don Mario RICCIO, il Piccolo Giovanni. 

 

         Il Testamento si compone di N. 1 busta sul cui frontespizio sono riportate le istruzioni per l'apertura della busta e la lettura dei documenti in essa contenuti e di N. 3 parti redatte in epoche diverse l'una dall'altra. 

 

         La prima parte che ha titolo "Testamento" porta la data dell'11/09/1982.  A questa, è stata aggiunta un'appendice il 14/5/1984

 

        La seconda parte che porta il titolo "Modifiche al testamento dell'11 settembre 1982" è stata redatta in data 01/01/1995.

 

        La terza ed ultima parte porta il titolo "Rettifiche ai testamenti 11 settembre 1982 e 1° gennaio 1935 (1995)" è stata redatta in data 26/04/2000.

 

FRONTESPIZIO DELLA BUSTA

 

Don Mario Riccio

Via Cairoli, 163 

cas. post. 33

85044 LAURIA (PZ)

Tel. (0973) 628744

 

Testamento

Dovrà essere aperto alla presenza di Giulia Arancino, Pasquale Capalbo (il marito), Franco Vincenzo Sola di Mormanno e i fratelli, sorelle e nipoti che vogliono assistere.

Ci sia anche qualche "Piccolo Giovanni" non di Lauria.

 

PRIMA PARTE DEL TESTAMENTO

 

               Mario Riccio

Via Cairoli, 137- 85044 LAURIA (PZ)                                   (1)

           Tel. (0973) 823144

 

          Testamento

Rendo grazie al Signore di quanto mi ha donato: Vita, Fede, Sacerdozio. Un grazie particolare per avermi fatto conoscere e amare la Madre Sua. Avrei voluto farlo di più e meglio. Spero che il Suo Cuore di Mamma si avvicini con il dileguarsi della vita. - Come mi sarebbe piaciuto non avere niente ma solo il Signore! Come mi sarebbe piaciuto "Vendere tutto" per seguire il Signore ovunque, in missione, in opere, nel dolore. - Ma sono ancora qui "tra tante cose"! Perdonami Signore, della mancanza di coraggio! Ho pure tentato di farlo, ma non ci sono riuscito. Tu sai tutto, Signore. Arricchiscimi ancora della Tua Misericordia, che pure è stata ed è già tanta. Chiedo scusa ai miei cari eredi se limito a loro solo i ricordi personali. Li prego, invece, di adempiere il mio desiderio e di "vendere o acquistare per il Signore" tutto quello che ha un valore economico. Fate quello che io non ho saputo fare in vita. Siate missionari di quello che fu il più bello ma purtroppo solo desiderio della mia vita. Destinate tutto al bene vendendo o legando le proprietà e qualsiasi valore a qualche opera di bene: Missioni, Seminario, Vecchi, bambini, soli, emarginati vari. Consigliatevi con il Vescovo ed eseguite con la grazia del Signore queste mie misere volontà. E' questa la Messa più Santa che aspetto: servirmi ancora di voi per donarmi e donarci con Gesù al mondo. Il Signore ci benedica e ci conservi per il Suo Giorno.

Lauria, 11 settembre 1982                                         Sac. Mario Riccio

 

P.S. Per dovere di giustizia, chi mi è stato più vicino si prenda liberamente ciò che vuole. Non ci siano contese. GRAZIE!  14/5/84  Riccio Mario

 

SECONDA PARTE DEL TESTAMENTO

 

              Mario Riccio

Via Cairoli, 137- 85044 LAURIA (PZ)                                   (2)

           Tel. (0973) 823144 

             

  

Modifiche al testamento dell'11 settembre 1982

Resta sostanzialmente immutato, ma, dato il mio coinvolgimento su quanto ho raccolto, pubblicato o computerizzato "Sui Sentieri della veggenza oggi" destino ogni mio valore e denaro alla "Fondazione" di un Ente giuridico che abbia come "prima finalità" (non escludendo le altre di carità) di divulgare, in maniera economica e non di lusso, quanto ho raccolto "Sui Sentieri della veggenza oggi". Lascio alla Chiesa il giudizio ed il discernimento su ciò che viene dalla Luce di Dio e su quanto sia da scartare. A me è sembrato come il 3° testamento della Parola di Dio. Così l'ho accolto, amato e fatto conoscere: un 3° testamento che ci porta l'ultima piena alleanza di Dio con l'uomo. Adoro questo Avvento, lo aspetto e lo servo da vivo, ma anche la mia morte lo continui attraverso queste mie volontà che vogliono sempre ed eternamente lodare, benedire e servire la Santa Volontà del Padre. Così sia per voi: volere il Volere di Dio! Consegno il mio cuore al Cuore Immacolato di Maria perchè come il Suo, sia una capanna beata e dolce per il Suo Bambino Gesù! Amen!

Lauria, 1° gennaio 1995

(primo gennaio mil1enovecentonovantacinque)          Sac. Mario Riccio

 

TERZA PARTE DEL TESTAMENTO

 

        Don Mario Riccio

Via Cairoli, 167 - TEL. (0973) 823512                        3° testamento

             85044 LAURIA (PZ)

  

                             Rettifiche ai testamenti      11 settembre 1982

                                                                       e 10 gennaio 1935 (1995)

 

I miei eredi saranno "I Piccoli Giovanni" che mi ha seguito tra fratelli, sorelle e nipoti di Lauria e ”I Piccoli Giovanni“ della Stanza, con precedenza a Giulia Arancino, Capalbo Pasquale (il marito) e Franco Vincenzo Sola di Mormanno.

Si cureranno di tenere aperta la mia attuale abitazione con tutto compreso. Studieranno un tipo di "Fondazione" più o meno legata alla mia storia:

Fondazione “Una Voce dal deserto” - don Mario Riccio.

Dai fondi liquidi e dall'affitto o vendita della casetta di Praia si dovrà conseguire quanto segue:

1.    Tenere eternamente aperti (se possibile) i siti Internet:

      a) Sofferetti.net (o altro nome); b) Piccolomario

2.    La pubblicazione e distribuzione (in edizione economica) dei Sentieri della veggenza oggi – (ivi compresi CD)

3.    Le eventuali spese per il custode della casa. Meglio ancora se viene abitata da qualche "eremita" o "suorina" da chiamare o scegliere tra "I Piccoli Giovanni".

 

Sia una Casa di Preghiera e di Amore!

Sia una Casa di Vangelo Vivo, come il Vangelo di questo mercoledì dopo Pasqua: "Ed essi si dissero l'un l'altro: -Non ci ardeva forse il cuore nel petto mentre conversava con noi lungo il cammino, quando ci spiegava le scritture?"

 

Mercoledì in albis,  26 aprile 2000        Sac. Don Mario Riccio -Una Voce dal deserto

 

 

 

 

          2. Dom 25/02/2001, ore 15.10, Lauria

casa di Maria Riccio, la nipote di don Mario

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati, ancora una volta, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Figlia mia, bevi i Calici che ti hanno preparato i Grandi della Casa del Padre (Giulia) Mamma, sono amari (Immacolata) Bevili figlia mia, e fai assaporare ai tuoi figli e all'umanità i Santi Dolori <1° grido>. (Giulia) Mamma (Immacolata) Vedi, figlia mia, Io sono venuta in mezzo a voi, per Volere di Dio Padre. Porto con me il mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Io vengo a portare il Santo Vangelo, figliuoli, e parlo ad ognuno di voi e al mondo intero. Figliuoli, siate coscienti che la Croce è Viva ed è in mezzo a voi. Io vengo a portare la Parola Viva di Gesù, invitandovi ad aprire la porta al Cuore del Padre,  del Figlio e dello Spirito Santo. Figliuoli, Gesù ha scelto la vostra capanna per portare i Suoi Santi Dolori: ACCETTATELI! <2° grido> (Giulia)  Mamma, perchè piangi? Perchè piangi lacrime di sangue? Sono io che ti faccio soffrire? (Immacolata) No figlia mia, non sei tu a farmi piangere lacrime di sangue. Vedi, guarda figlia mia, il Figlio Santo della Croce, cioè Domenico, sta piangendo, ed Io come Mamma piango Lacrime di Sangue. (Giulia) Mamma, perchè piange? (Immacolata) Vedi figlia mia, tu hai visto Domenico e il Papa che camminavano le vie di questo paese. Ora, insieme a loro cammina anche il Santo Giovanni di oggi  (Giulia) Mamma, cosa devo fare? (Immacolata) Quando camminavano c'erano bastoni e spade: ora se ne alzeranno ancora di più. (Giulia) Mamma, non capisco (Immacolata) Vedi figlia mia, il Santo Giovanni di oggi tiene in mano lo Scettro Regale (Giulia) Si Mamma, ma cosa significa (Immacolata) Ciò che ti è stato detto: di scuotere la polvere delle tue scarpe. Ora, figlia mia, ti dico che Giovanni l'ha già fatto: E' andato a visitare i Grandi. Ora chiedo a te, figlia mia, vuoi ancora portare la Croce e seguire Gesù? (Giulia) Sì Mamma (Immacolata) Bene figliuola, molti flagelli scenderanno ancora sull'umanità. Sulle Mura di Roma cadrà ancora Sangue Innocente. Ma voi pregate figliuoli. Il mio Progetto viene da Fatima e si adempirà nel mondo intero. Su questa casa è scesa la Grazia e l'Amore di Dio, perchè Giovanni ha vissuto e ha pregato in questo luogo: Ha portato anche la sua Santa Sofferenza nel silenzio. Figlia, invita a tutti i tui figli a pregare, ad amare, a perdonare, a usare carità verso tutti perchè il Parto è Pieno ed è sceso sull'umanità. Tieni sempre alto il Santo Vangelo, perchè io non vengo a cambiare nulla. Sono Mamma e Mamma della Croce, Mamma dei Dolori, Mamma per Amore. Figliuoli, ora lascio ardere i vostri cuori: vi lascio il Giovanni di oggi, Santo dinanzi al Trono del Padre   (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno, e mi inginocchio dinanzi al Legno Vivo della Croce. Figliuoli miei, pargoli del mio giardino di padre. Con la Grazia di Dio, sono in mezzo a voi, nella mia capanna scelta con Amore, che curavo col cuore ardente di Gioia e di Pace. Vengo a chiedere ai vostri cuori: AMATE COME AMAVO IO, CAMMINATE LE MIE VIE CHE PORTANO ALLA CROCE DI GESU'. Figliuoli, rimanete uniti nell'Amore e nella Pace. Io sto vivendo la Pasqua Risorta col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Sto ascoltando i vostri cuori, figli, e rispondo direttamente a voi. Ma non spaventatevi, io sono sempre il vostro zio Mario. Il mio cuore arde quando ascolto sussurrare i vostri cuori quando mi chiamate: ma ricordate sempre che io sono vivo in mezzo a voi, anche se non mi vedete, io sono sempre presente, figli, ma tenete sempre alta la volontà del mio cuore e lottate come facevo io. Il Vangelo va vissuto in Pienezza non a metà, ed io l'ho sempre vissuto nella Pienezza del Cuore della Croce. Non vi nascondo le sofferenze che ho portato nel mio cuore, ma le ho offerte al Cuore di Maria. Il mio cuore ardeva e arde per Maria, Madre mia e Madre vostra. Figliuoli, quando vi sentite soli, rifuggiatevi in quel Cuore di Mamma, come l'ho sempre fatto io in nascondimento, e davanti a tutti gridavo: MARIA E' LA PORTA CHE CI PORTA A GESU'. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, le tue persecuzioni inizieranno ancora più forti: ma Gesù ti ha scelta, vai avanti e non fermarti perchè io sono sempre al tuo fianco come sacerdote, come padre e come bimbo che cresce dentro di te. Figlia mia, sii forte e combatti con l'Arma dell'Amore come tu sai fare. Abbraccio voi che abitate in questa capanna e tutti i miei cari, ma aspetto i cuori aperti rivolti a Gesù. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio (Immacolata) Ecco, figlia mia. L'Amore di Dio non ha limiti, e vi ha donato il Santo Giovanni di oggi. Vivete sempre donando tutto per i vostri fratelli, per i figli emarginati, per i figli carcerati. Non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. Ricordate sempre che Io sono Mamma, ed una mamma ama tutti i suoi figli. Ora vi lascio parlare il figlio Domenico (Beato Domenico Lentini) Con l'Amore di Dio, oggi parlo al mio popolo. Popolo di gioia e di dolore, popolo che io ho sempre amato spogliandomi delle mie vesti per coprire i poverelli. Ma oggi guardo dal Cielo e mi vergogno del mio popolo, ricco di tutto, ma non porta nel cuore la Ricchezza della Croce. Il Legno che io ho sempre alzato, il Legno che io ho amato e portato in ogni piccola viuzza, gridando l'Amore e la Misericordia di Dio. Ah! Figli, quanto poco avete compreso le mie parole. Ah! Figli Ministri, come mi amate poco. Dove avete messo i miei insegnamenti? La mia Povertà? Il grido dei Dolori del Crocifisso, dove li nascondete? Ah! Popolo del mio cuore, guardate per le strade, cercate i poverelli e donate il Pane di Gesù. Non nascondetevi dietro ai vostri abiti, ma spogliatevi e donate i vostri cuori, tenendo alto il Vangelo di Gesù. Benedico questa capanna, e dal mio cuore di sacerdote grido l'Amore. Voi, madri e padri, gridate al mondo che Dio è in mezzo a voi e cammina nei vostri cuori. Ricordate l'insegnamento: il vostro Piccolo Giovanni è vissuto in mezzo a voi e non avete riconosciuto che Dio camminava e abitava con voi, mangiava e beveva con voi. Fatelo conoscere ora, e non spaventatevi di niente e di nessuno. La mia Piccola Sorellina, la Cocciuta della Croce, sta portando i Segni di Gesù nel mondo, i Segni che Giovanni portava Vivi nel suo cuore, dovrà soffrire ancora. Sorellina mia non spaventarti, tu conosci il tuo primo messaggio come Giovanni lo conosceva e lo viveva nel silenzio del suo cuore. (Giulia) Padre, cosa devo fare (Beato Domenico Lentini) Presto dovrai tornare alla Casa del Padre. Ma non spaventatevi, figliuoli. Dio ha sigillato la Piccola Cocciuta col Sigillo della Croce. Ora, invito il mio popolo a farmi camminare nella Povertà e ritorno all'Ubbidienza di Dio (Immacolata) Ecco, figliuoli,  vi ho donato anche Domenico. Ora, vivete queste Parole con amore: fateLe sbocciare nei vostri cuori e donateLe al mondo. Vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo e a viverLo nella Pienezza del Cuore del Padre. Mando a voi il Bacio del Piccolo Giovanni.Questo ditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari , che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia.

 

 

        

            3.   Giov 01/03/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti. Gioisci e fai festa nell'assaporare i Santi Dolori del Parto della Croce Viva in mezzo a voi. Assaporali figlia, e falli assaporare all'umanità. Figlia mia, accetta i Santi Dolori per i Grandi della Casa del Padre, per l'umanità tutta e per i Tempi che stanno scendendo sull'umanità. Figlia mia, il Calice che berrai in questa serata è amaro: bevilo tutto!<1° grido, gemiti>(Giulia) Gesù (Gesù) Bevi figlia mia e assapora ancora i Santi Dolori e falli assaporare a tutti i tuoi figli e all'umanità intera (Giulia) Gesù, dammi la costanza e la forza perchè la mia non c'è più. Dammi la Tua (Gesù) Sei cocciuta, poggiati sempre sul Legno, e rimani sempre più cocciuta come la Roccia, figlia mia,  perchè così ti ho scelta. Ora bevi < 2° grido> (Giulia) Gesù, Gesù, perchè piangi lacrime di sangue?(Gesù) Vedi, figlia, l'umanità sta andando alla perdizione, ed Io come Padre cosa devo fare? Piango Lacrime di Sangue! Ma mi poggio su di te con i Santi Dolori del Parto Pieno della Croce. Voi, figliuoli, Piccolo Giovanni, AIUTATEMI!, perchè mi poggio anche su di voi. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi Vivo e Reale. Sono venuto ancora una volta a visitarvi e a portare il mio Santo Vangelo Vivo, invitandovi a viverLo nella Pienezza e a tenerLo alto, figliuoli del mio Cuore. Ora, mi siedo un pò e parlo. Vedete, i miei gesti sono semplici, come un papà parla ai propri figli, Io parlavo così ai miei Discepoli. E ora, parlo a voi, perchè siete i miei Discepoli, i miei Piccoli, i miei Giovanni, scelti e sigillati uno per uno. Prima di venire voi vi ho cercato Io, e ho bussato ai vostri cuori. La porta si è aperta, ma, fate così come la bilancia: aprite e chiudete. Parlo a voi e parlo al mondo intero. Quando sentite i rumori del mondo che vi porta il mio nemico, correte di qua e di la, ed in pienezza aprite la porta cercando miracoli. Io vi sto portando il Miracolo Vivo in mezzo a voi. Vi ho mandato Giovanni che è vivo in mezzo a voi: l'avete creduto? Quanti di voi hanno ascoltato in Pienezza le sue Parole? Io li conosco i nomi e i volti, e chino il capo. Giovanni ha gridato, ha portato la mia Parola, che è Una e Trina, ma dov'è la folla? Mi guardo intorno e vedo i cuori spenti, e i miei Figli Ministri e i Grandi che hanno il potere di fare cosa, Io ho lasciato un solo Tesoro: IL VANGELO, dove l'hanno messo i miei Figli? E chi stanno seguendo? Il mio Cuore è triste fino alla morte, non vedo i miei Ministri! Non trovo più i miei figli e le pecore camminano da sole. Ora, Io parlo a voi, figliuoli, volete camminare portando avanti la mia Parola, tenendo alto il Vangelo, l'Unico Vangelo dell'Agnello Immolato per ognuno di voi e per l'umanità intera? Figliuoli, come Papà il mio Cuore è triste, ma non per voi, almeno mi ascoltate! Ma ci sarete tutti quando Io verrò? Troverò la fede quando Io verrò in mezzo a voi ed i vostri occhi mi vedranno? Ah, figliuoli miei, com'è triste il mio Cuore in questa serata: consolatelo col vostro amore, amandovi gli uni gli altri, usando carità verso tutti. Figliuoli miei, voi che avete ricevuto il Nome, tenete alta la Spada, figli, e combattete perchè il mio nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore, e state vedendo ciò che sta seminando. Quanto poco amore c'è, figli. In questo tempo, statemi vicino: pregate secondo la mia intenzione di Papà, perchè sono il Papà di ognuno di voi, figli del mio Cuore. Ora, vi chiedo ancora una volta di pregare per il Papa e per le Mura di quella Casa. Pregate, figliuoli, pregate. Vedete, figli, in questa serata, Io vi dono un'altra Goccia. Vi parlo del Legno, il Legno che è stato preparato per essere abbracciato. Io l'ho abbracciato perchè vi ho amati. Ora, la Goccia che lascio scendere è per voi: ANCHE VOI DOVETE ABBRACCIARE UN LEGNO. Ora non comprendete ciò che sto dicendo, ma non spaventatevi, hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi. A chi mi rimane fedele, a chi in Pienezza apre la porta e ascolta le mie Parole, a chi rimane abbracciato al Legno Vivo che è in mezzo a voi, Vivo e Reale, figliuoli, non spaventatevi, Io ho promesso che verrò e mia Madre ha promesso che il suo Cuore Immacolato trionferà, ma voi non conoscete ciò che avverrà nel trionfo. Figli, siate pronti e preparati. Siano sempre i vostri cuori accesi nell'Amore, nel donarsi tutto per Amore del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Vedete, figliuoli, Maria una semplice creatura, che ha accolto in Pienezza il Peso della  Croce. Era pesante per Lei quel Sì, ma l'ha donato in Pienezza e con il Cuore. Il Sì di portare nel mondo il Figlio di Dio, farlo nascere e donarlo sul Legno della Croce: Il Bimbo che non le appartiene. Ora voi, siete tutte mamme di quel Bimbo che non vi appartiene, ma state attenti, non abortite quel bimbo che non vi appartiene: FATELO NASCERE e gioite perchè i Tempi sono Pieni, i Tempi dell'Amore di Dio che stanno scendendo sull'umanità. Io vi devo donare le Piccole Gocce, e piano piano comprenderete. Giovanni vi diceva qualcosa, ma ora è qui vicino a me e vi guarda e parla ai vostri cuori, li fa adrere quando si presenta. MA RICORDATE, IO E GIOVANNI SIAMO UN'UNICA PERSONA. Ora, avete capito? Figli, il Mistero che state vivendo è Grande e sarete perseguitati molto. Ma il Cuore brillerà perchè la Croce rimane sempre in piedi, e niente e nessuno può cancellarLa. Vi chiedo di stare attenti al mio nemico: non fatelo entrare nei vostri cuori. Togliete i rancori, gli odi, e perdonate coloro che vi fanno del male. Ripetete come Io ho detto: PADRE, PERDONA LORO PERCHE' NON SANNO QUELLO CHE FANNO.  Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora tutti i tuoi figli sulle spalle; attraversa il Fiume del mio Amore. Vedi le Barche sono pronte (Giulia) Gesù, quanto Sangue (Gesù) Non spaventarti, figlia, vedi, c'è un'altra Porta che dovrai aprire, ma ora non farlo (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Ti sarà detto quando dovrai farlo. Figlia mia, sii forte e non essere triste. Io e Giovanni siamo sempre qui. Ora vi lascio al Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vengo a donarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdote Eterno, come vuole il Padre. Vi arde ancora il cuore quando mi sentite? Io sono gioioso nel vedervi. Vi invito sempre ad amarvi, a rimanere uniti nell'Amore del Santo Vangelo. Mi avete seguito per anni. Ho parlato, ho parlato ai cuori di ognuno di voi, ed in ognuno di voi ho lasciato un Seme: l'Unico Seme che il Padre mi aveva donato, da donare a tutti voi, all'umanità. Vedete figliuoli, voi siete tristi e non riuscite a comprendere questo distacco, questo mio partire. Figli, Io sono sempre in mezzo a voi e vi amo come vi ho sempre amato. Vi chiedo di rimanere saldi nella Parola del Vangelo. Io ero stato mandato, ma il mondo non mi ha ascoltato. Ora, i Tempi sono Pieni e dovete essere pronti. Figliuoli, vedete, ho sempre parlato: distaccatevi dalle cose del mondo, sapete bene che il nemico vi lega alle sue false luci, ad odiare, ma Io vi dico figli, staccatevi dalle cose del mondo: legate tutto all'Unico Filo dritto della Croce. I tesori della terra non vi serviranno per venire ad abitare con me. Figli, l'Unica Fonte di Ricchezza è il Vangelo, e il viverLo nella Pienezza, e Io, ve l'ho sempre fatto mangiare. Piccola Cocciuta, cosa devi chiedere a Gesù? (Giulia) Gesù, posso fare una domanda a te e a don Mario? (Gesù) Si, Cocciuta del mio Cuore (Giulia) Don Mario ........ nel messaggio del 24 era il Bimbo che parlava, il Bimbo della Stanza, ed era anche Lui che ha benedetto la Croce (Piccolo Giovanni) Sì, ha parlato il Bimbo che abita nella Stanza della Quercia, e ha benedetto, figlia mia (Giulia) Grazie, Gesù. Grazie, don Mario (Piccolo Giovanni) Sò bene cosa tieni nel cuore  (Giulia) Don Mario, cosa dobbiamo fare?  (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio parlo ancora. Chino il capo per i miei cari, invitando ognuno di voi a pregare. Lo sapete bene che l'Arma che combatte il male è la preghiera e il rimanere Roccia. Io chiedo ad ognuno di voi che avete ricevuto i Nomi, ed anche a tutti i figli, la mia Santa Volontà: fate andare avanti la Voce Viva che sta scendendo in mezzo a voi. TUTTO DEVE CAMMINARE COME QUANDO IO ERO IN MEZZO A VOI, lo sono anche adesso, ma non tutti mi vedete. Paolo, questa è la mia volontà: TUTTO DEVE CAMMINARE, NULLA SI DEVE FERMARE DI CIO' CHE IO HO LASCIATO SCRITTO. Penso di essere stato chiaro nel parlare! Questa è la mia misera volontà che ho chiesto e chiedo. Combattete come io ho fatto per voi, figli. Combattete come io ho fatto per voi, figli. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre (Gesù) Solleva la Piccola Cocciuta. Telesforo, è la Cocciuta che solleva te. Non è un rimprovero, conosco il tuo cuore, figlio mio, ma sii forte, perchè la Battaglia inizia adesso. Non temere figlio mio, so cosa stai pensando nel tuo cuore, ma sii forte, la mia Casa è aperta per tutti i figli. Figlio mio, sii forte in questi attimi e prega col cuore aperto verso la Croce. Ecco, figliuoli del mio Cuore, Io sono il vostro Papà, e in questa serata vi ho donato le Gocce: ma state attenti, ascoltateLe col cuore, e non lasciatevi trascinare dal mio nemico. Ora, preparate i vostri cuori, perchè il Banchetto è qui e pronto per ognuno di voi. Figliuoli, per un solo istante, distaccatevi dalle cose del mondo. Siano i vostri cuori legati al Banchetto che è pronto per ognuno di voi. Non pensate alle cose del mondo: lasciatele fuori. Ora, lo Sposo è qui in mezzo a voi e arde d'Amore per ognuno di voi. Ardete anche voi e venite, figli. Sposo, porta la sposa < breve pausa>. Eccomi, sono qui dinanzi a voi. Mi inchino dinanzi a voi. Nella Povertà e nell'Amore sono dinanzi a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane e vi guardo. Guardatemi anche voi, e se guardate con gli occhi del cuore mi vedete, perchè i Tempi sono Pieni, figli, e presto tutti mi vedrete. Ma ricordate sempre che non conoscete ne l'ora e neanche il giorno; solo il Padre conosce i Tempi; e non lasciatevi trascinare quando vengono a dirvi: Gesù è arrivato, perchè nessuno conosce l'ora. Io ora sto parlando perchè non devo chiedere ordine a nessuno, Dio è libero di fare ciò che vuole, ed ora sono qui, dinanzi a voi, figli. Ecco il Calice del mio Sangue, bevetene tutti < 3° grido>. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco la mia Carne che Io mangio con ognuno di voi. Figli, non distraetevi, ma guardate l'Amore Pieno che Io dono all'umanità. Ecco, Io vi amo come Padre, come Figlio e come Spirito Santo, mi dono ai propri figli e mangio con voi al Banchetto dell'Amore. Voi siete le mie spose e lo sposo arde per tutte le sue spose. Ardete anche voi e fate ardere tutti i figli che incontrate: i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati. Non lasciate nessuno fuori dal Santo Banchetto dell'Amore che è in mezzo a voi, Vivo e Reale. Figliuoli, il Mistero Vivo del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria è in mezzo a voi, ed è Vivo ed è la Pasqua Nuova che è scesa in mezzo a voi: viveteLa nell'Amore e nella Pienezza. Ecco il mio Cuore di Padre che si dona. Ecco il Frutto dell'Amore che ha abbracciato il Legno e ha donato il suo Sangue e la sua Carne. Alla fine della Preghiera mangiate e bevete con me, figli. 

 

<la Mamma Celeste intona la seguente Lode>

Oh tu Bimbo che vieni ad abitare nei nostri cuori. 

Oh Bimbo che non ci appartieni. 

Oh Bimbo che abiti nella Stanza dell'Amore,

del Padre , del Figlio e dello Spirito Santo,

guardaci e riempi i nostri cuori,

del tuo Infinito e Divino Amore.

Oh Bimbo che stringo tra le mie mani,

e dono all'umanità,

rimani, rimani con noi, e donaci il tuo Amore,

affinchè noi possiamo donarlo.

Tu sei Dio e Bimbo.

Tu sei Padre e Bimbo,

cresci dentro di noi

Amen, Amen, Amen, Amen.

 

Ecco, figli, ecco l'Amore che si sta accendendo nei vostri cuori, perchè Io sto venendo ad abitare dentro di voi. Rimanete sempre nell'Amore del Santo Vangelo e teneteLo sempre alto, figli. Ora, vi chiedo ancora una volta, ci sarete tutti? (Tutti)(Gesù) Quando Io verrò? (Tutti)(Gesù) Bene figliuoli, prendete la vostra Croce e seguitemi. Il Sì è poggiato sulla Croce, e quando lo donate, poggiatevi in Pienezza sul Legno, figliuoli. Io ci saro. Io vi aspetterò. Figli, non fate tardi a venire, e non dimenticate l'olio, perchè lo sposa viene come un ladro nella notte. Siate sempre pronti con le lucerne accese, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome. Sii forte figlia. Poggiati sempre sulla Roccia (Giulia)  Con la tua Grazia, Papà (Gesù) Ora, chiamatemi Papà  (Tutti)  PAPA' (Gesù) E Io vi chiamo MAMME. Fate gioire il mio Cuore, Mamme mie. Ora, Io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva. Vi invito sempre a tenerLa alta e a viverLa in Pienezza. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Figliuoli, vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni, accoglieteLo nei vostri cuori e donatelo al mondo, e ricordate che siamo Vivi e Reali in mezzo a Voi. Siate coscienti, figlioli. Ora, vorrei che mi cantaste la Ninna Nanna  <canto della ninna nanna>. Grazie, figliuoli del mio Cuore. E' bello stare con voi, figli. Rimanete nella Quiete, e quando uscite fuori non gettate l'Amore che Io vi ho donato ma fatelo crescere, figli. Ora, legate la Catena Santa e pregate lentamente. Guardate nei vostri cuori e preparateli in questi tempi, nei tempi della Pasqua Viva che si prepara. Ma la vostra Pasqua sia Pasqua d'Amore, Pasqua di Perdono, Pasqua di Carità, Pasqua di Risurrezione. Io vi voglio tutti santi ed aspetto i vostri cuori alla Pasqua Eterna. Figli, ricordate di portarmi sempre al primo posto i vostri nemici. Figli, ora preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>.  Ecco figliuoli cari, ricordate sempre: “Non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.". Ecco il gesto di stare dinanzi a voi, Piccolo, Povero, in un pezzo di Pane. Siate anche voi così e donatevi, figliuoli. Ecco l'Amore che il Padre dona all'umanità e a tutti voi. Guardatemi così, come Io mi presento dinanzi a voi (Giulia)  Ti amo, Papà. Ti amo Papà. Com'è grande il tuo Cuore. Papà, ti amo, ti amo (Gesù) Grazie, Cocciuta del mio Cuore. Vi amo anch'Io e aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie, pargoli del mio Cuore, rimanete sempre saldi così come siete in questa serata. Ora la Piccola Cocciuta viene con noi per un attimo <lunga pausa>. Devi ritornare tra i tuoi (Giulia)  Gesù, voglio restare (Gesù) Figlia, ancora non è giunta l'ora. 

 

 

 

       4.   Ven 02/03/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli Io Sono la Verità e la Vita non fate i duri di cuore ma amatemi come Io amo voi. Io vi ho cercati e vi ho chiamati figli. Ora, cosa volete fare senza dio me? Non potete nascondervi perchè Io vedo ogni vostro errore. Io sono Padre di Misericordia, ma anche Giudice e Legislatore. Figli Ministri, mi fermo sempre a parlare a voi che conoscete ciò che dovete fare: non i maestri, ma i miei discepoli della Povertà, della Croce e del mio Amore. Ora vi lascio al Santo Giovanni di oggi, figli (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Benedizione a tutti ed a tutti dono il mio Bacio del Piccolo Giovanni. Figli, amate sempre i vostri nemici e tenete sempre alto il Santo Vangelo. Ai miei cari fratelli di sangue chiedo la Carità: loro capiranno.  Maria, piccola mia, sii forte: ama e perdona. Sò quanto stai soffrendo, ma io ti chiedo ancora di non lasciarmi. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio (Gesù)  Figlia mia, Piccola Cocciuta, Io mi poggio ancora su di te. Accettalo per i Figli Ministri < Giulia riceve il Dono della Stimmata sulla fronte a forma di Croce> (Giulia)  Sì, Gesù. Con la tua Grazia (Gesù) Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi, andate sempre avanti perchè Io sono sempre con voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

 

   5. Dom 04/03/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questo Santo Giorno i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce Viva di Gesù in mezzo a voi, discepoli del Santo Giovanni di oggi. Figlia mia, accetta i Santi Dolori che Gesù ti porta e gridaLi al mondo, all'umanità, ai figli della perdizione, ai Grandi della Casa del Padre. Ecco, figlia mia, Io sono qui, ancora una volta in mezzo a voi, a portare la Parola Viva di Gesù. E con la Santa Ubbidienza vengo in mezzo a voi. Come Mamma porto il mio Gesù, gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, vivo e presente sempre, come è presente Gesù in ogni Tabernacolo. Figliuoli, il Mistero dell'Amore e del mio Cuore Immacolato e Addolorato, passa nel Mistero della Croce, e solo Dio conosce il Mistero: è nascosto ed è racchiuso nel Cuore del Padre. Io vengo per Ubbidienza e per Amore di Mamma a portarvi il Santo Vangelo, invitandovi a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza e nella Povertà come Gesù ve l'ha donato: semplice. Ma ricordate sempre che Dio è Antico e non cambia nulla di ciò che è scritto nel Grande Libro. Figliuoli, avete ascoltato il Vangelo di questa giornata? <Le tentazioni di Gesù nel deserto Lc.4,1-13, 1° Domenica di quaresima anno /C> Come Gesù, viveteLo in Pienezza, e non lasciatevi trascinare dal mio nemico. Figli, Io sono Mamma e Mamma dell'Amore e della Croce; Mamma dei Dolori, Mamma che ha abbracciato Gesù morto per amore. Voi, volete abbracciare Gesù e risorgere con Lui nella Verità della Croce e del Santo Vangelo? dell'Unico Vangelo Vivo bagnato dal Sangue Innocente? Figli, il Sì si deve donare Pieno, perchè il Sì che si dona a Dio non va donato in mezze misure: ricordatelo sempre. I Tempi che state vivendo sono tempi di Grazia, di Misericordia, ma il mio Cuore Immacolato Trionferà, e come Gesù vi ripete "ci sarete tutti nel trionfo?" come Mamma chino il Capo. Gridate la Parola di Gesù: Mangiatela, fateLa conoscere, fateLa vivere ai vostri fratelli, ai vostri nemici. Portateli tutti al Banchetto Vivo di Gesù. Il Mistero che Giovanni ha mangiato con voi è un Mistero Grande e non potete comprenderlo. Quando Gesù verrà in mezzo a voi, comprenderete, ma sarà Lui ad aprire i vostri occhi e Lui chiamerà i figli che l'hanno seguito con amore e col Sì Pieno. Voi, che siete stati sigillati con l'Amore del Padre, e battezzati con l'Acqua dell'Amore, andate avanti e gridate la Verità di Gesù. GRIDATE AI FIGLI MINISTRI: DIO E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, E PARLA A NOI E AL MONDO INTERO, NON SCANDALIZZATEVI DI QUESTO, NON NASCONDETEVI PERCHE' DIO E' APERTO, E' LUCE PER TUTTI. Figli, ci sarete tutti? Il Sì deve partire dal cuore, ed Io come Mamma vedo e sento ogni cosa. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai soffrire ancora, ma lo sai bene: il tuo Sì è stato Pieno all'Amore della Croce, e diventi sempre più cocciuta per Volere di Dio: Roccia Viva per l'umanità (Giulia) Mamma, non merito questo, non sono niente e nessuno (Immacolata) Lo so, ma sei la Cocciuta del Padre. Sei preziosa al Cuore di Gesù, come tutti i figli, perchè tutti siete figli per Amore della Croce. Ora, lascio ardere i vostri cuori e voi capite bene: vi lascio il Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza e Amore Infinito a Dio, vi porto il mio saluto di Sacerdote Eterno. Figliuoli cari, piccoli del mio cuore, è passato tanto tempo che non mi vedete? ma io vedo voi. E vi arde ancora il cuore? parlate ancora di me? Io parlo sempre di voi a Gesù, alla Mamma Celeste, agli Angeli e i Santi. Vi pensate forse che io mi sia fermato? Io lavoro ancora per ognuno di voi e per l'umanità intera, perchè anche voi dovete lavorare quando siete chiamati, nella vostra Casa, dal Padre. Vedete figliuoli cari, l'Amore di Dio è così Grande che neanche potete immaginarlo, e ve lo ripetevo sempre. Io lo vivevo nel cuore perchè sapevo tutto da sempre. Come padre invito ad ognuno di voi a vivere gli attimi che Gesù vi dona: gli attimi di gioia, gli attimi di dolore, e voi non potete neanche immaginare quanto serve, quanto valore ha la sofferenza. I vostri cuori sono tristi, soffrite perchè non mi avete qui in mezzo a voi come prima, ma voi non potete neanche immaginare quanto è Grande il Dono che Dio vi ha fatto. Io sono presente e vivo in ognuno di voi. Voi non avete compreso il Matrimonio e il Battesimo che avete ricevuto; e non comprendete neanche Gesù che si dona attraverso un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Piano piano la Piccola Cocciuta vi farà comprendere, perchè lei conosce tutto come io conoscevo tutto: ma non può parlare se non c'è l'Ordine del Padre. Vi invito sempre a rimanere uniti a pregare, a togliere i rancori che portate nei vostri cuori, perchè io li vedo, e ce ne sono. Figli, vedete, lo Spirito Santo è Amore e Luce, e si serve di voi, vi usa, vi fa ardere, ma dovete aprire la porta, ed il Fuoco lo dovete fare accendere in Pienezza: ardere per Gesù, vivere per Gesù, amare per Gesù, donarsi per Gesù: è questa la Pasqua che dovete preparare nei vostri cuoi e nei cuori di tutti i figli. In modo particolare per i vostri nemici, e, come Sacerdote, io ve lo chiedo, fatelo per i Figli Ministri, per i figli che non camminano la Via di Gesù e ce ne sono tanti. Pregate figliuoli, pregate. Non dimenticate i miei cari: pregate anche per loro secondo la mia intenzione di Sacerdote e di Fratello. Tu, Piccola Cocciuta, sii sempre forte, vai avanti come hai promesso a Gesù e non temere, io sono sempre al tuo fianco. Grida quando devi gridare, come facevo io. Ora, hai i nuovi nomi, fai gridare anche loro. E ora nel tuo cuore ce ne sono altri due, ma per adesso tienili nel tuo cuore, figlia. Ora, bacio uno per uno tutti i miei figliuoli, quelli presenti e quelli assenti. Figli, rimanete uniti nell'Unica Verità della Croce. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio (Immacolata) Ecco, figliuoli, siete coscienti dell'Amore Infinito di Dio che dona ad ognuno di voi e all'umanità intera?  Figliuoli, vi chiedo sempre di pregare per il Papa, non lasciatelo solo nelle Mura bagnate dal Sangue Innocente. Come Mamma allargo le braccia e mando i Raggi del Fuoco dello Spirito Santo sull'umanità e su di ognuno di voi. Siate pronti e preparati per i Tempi che verranno, perchè nessuno conosce ne l'ora e neanche il giorno. State attenti al mio nemico, non lasciatevi confondere dalla sua falsa luce, dalle sue false promesse. Dio è Uno e Trino e solo Lui conosce i Tempi. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, ricordati sempre il tuo primo messaggio: stai attenta, figlia mia (Giulia) Mamma, dammi la Grazia di tenerlo sempre chiuso, è il mio Tesoro (Immacolata) Sii Roccia, figlia. Ora Io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Rimanete vicino a Gesù e portatelo nelle vostre braccia, in questi tempi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita  e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli. 

 

 

       6.   Giov 08/03/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell'accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Gioisci figlia mia, fai gioire il mio Cuore: offri all'umanità, ai Grandi della Casa del Padre, ai tuoi figli i Santi Dolori. AssaporaLi e gioisci, e falli assaporare ai Figli della Croce. (Giulia) Gesù, dammi la costanza e la forza. C'è troppo Sangue <Bevute> (Gesù) Figlia, abbracciati a me e assapora con me i Santi Dolori (Giulia) Gesù, Gesù <1° grido>, Gesù, Gesù, Gesù, quanto Sangue. Quanto Sangue, Gesù (Gesù) Vedi figlia mia, guarda (Giulia) Cos'è quel Segno? Gesù, cos'è quel Segno? (Gesù) Non parlare, guarda. Non toccare ciò che stai vedendo. (Giulia) Gesù (Gesù) Tieni nel tuo cuore ciò che hai visto. Dovrai scriverlo .....Giulia) Sì, Gesù, ma dammi la costanza di saperlo tenere. Aiutami, Gesù (Gesù) Ecco figlia mia, Io sono qui in mezzo a voi Vivo e Reale, e con me è Vivo e Reale il Santo Giovanni di oggi, la Schiera degli Angeli e dei Martiri e i Santi tutti, e tutti veniamo a portare il Santo Vangelo, invitandovi a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza del cuore: e ricordate sempre, figli, il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell'Agnello che è poggiato sulla destra della Piccola Cocciuta <Stimmata della mano destra:Ostia con la scritta JHS>. Figli, Io sono qui in mezzo a voi e parlo ad ognuno di voi e al mondo intero. Parlo ai miei Figli Ministri, ai Grandi della Casa del Padre: ma chi sono i Grandi? E chi gli ha dato il potere di farsi chiamare "Grandi"? Chi gli ha dato un trono? Io ho detto ai miei discepoli: non prendete nulla  con voi, andate così senza bisaccia e senza mantello. E ora, cosa fanno i Grandi? Ascoltano ancora la mia Parola o si caricano di bisacce e di mantelli lasciando i miei piccoli, i miei poveri, nudi e senza un pezzo di pane? E' questo  che Io ho comandato? Ai Figli Ministri non gli ho dato nessun potere, li ho inviati ad andare a servire non ad essere serviti.    Ora, il Parto è Pieno ed è in mezzo a voi, figliuoli, ma ricordate bene: nessuno di voi conosce il giorno e neanche l'ora che Io verrò, e i miei Figli Ministri dovranno rendere il loro raccolto. Ciò che hanno seminato viene raccolto, e dovranno consegnarlo al Maestro che viene, ed Io chino il capo dinanzi a questo, perchè non vedo nessun raccolto, e il mio Cuore è triste fino alla morte. Chiedo ad ognuno di voi di pregare in questi Tempi, nei Tempi della Penitenza, nei Tempi del Dolore della Croce. Io vedo i miei figli che si perdono ma non posso fare nulla, perchè mi chiudono la porta, ed Io come Padre lascio liberi i miei figli. Io vi ho sempre amato. Ho abbracciato il Legno Santo per ognuno di voi, non ho allontanato nessuno, ed Io vengo cacciato. BUSSO, BUSSO, busso alla porta dei cuori dei Figli Ministri e mia Madre piange Lacrime di Sangue per l'umanità. Figliuoli, state attenti al mio nemico. Non lasciatevi ombrare dalla sua falsa luce. Ricordate sempre: Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce, e non vi sono altri dei. Non prostratevi a dei sconosciuti, che non portano la Via Stretta e i Santi Dolori. Io porto le Spine, i Segni dei Chiodi. Figli, ricordatevi sempre che Io sono Papà, ed un papà ama tutti i suoi figli, e dona la vita per averli tutti nel Cuore. Ora voi figliuoli, volete vivere la mia Pasqua? la Pasqua Viva della Croce, la Pasqua Piena dei Santi Dolori? o volete vivere la pasqua del mondo senza la Croce? La mia Pasqua è segnata da un Legno, e quel Legno porta alla Risurrezione, alla Vita Eterna, all'abbraccio del Cuore del Padre, al Banchetto Vivo dello Sposo in mezzo a voi, figli.! Ora, Io invito ai figli che portano il Nome Nuovo ad abbracciare i due fratelli: Giovanni  e Luca. Non sono qui presenti, ma lo sono spiritualmente. La Piccola Cocciuta dirà chi sono. Accoglieteli con amore e dividete con loro le gioie che Io divido con ognuno di voi ! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora portare sulle tue spalle tutti i tuoi figli nel Fiume Santo, e dovrai aprire un'altra Porta. (Giulia) Gesù, dammi la costanza e la forza perchè la mia viene meno (Gesù) Sei sempre più cocciuta, ripeti sempre le stesse cose. Vedi, la forza la devi prendere dalla Croce, dal Legno che tu porti sulle spalle, cocciuta mia, ma Io ti voglio così. Poggiati sul mio Cuore quando sei stanca, figlia. (Giulia) Grazie, Gesù (Gesù) Ecco, figlia mia, ti sei sollevata un pò? Ora porta i tuoi figli (Giulia) Gesù, quanto Sangue, e il Fiume diventa sempre più grande e più lungo (Gesù) Vedi, Giovanni sta portando la Barca (Giulia) Ma Gesù (Gesù) ma in quella Barca c'è Maria e il Bimbo. Sei meravigliata di questo? Oggi Maria invita tutte le Mamme a vivere la Gioia della Croce. Far festa con la Croce e col Bimbo che è in mezzo a voi. Lasciate i rumori del mondo, rispettate i vostri corpi, figli, e gioite nell'Amore Pieno, essendo Mamme Vive della Croce. Questo è il Giorno dedicato a voi: vivere col Cuore di Maria e gioire come Mamme del Crocifisso. Ricordate queste parole. Ora, volete ardere un pò? State aspettando il Giovanni di oggi? Il Santo Giovanni che fa ardere i cuori di ognuno di voi? Ve lo lascio, accoglietelo (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre vi porto la Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo in mezzo a voi. Figliuoli, vi guardo uno ad uno. Il mio cuore gioisce nel vedervi, ma io busso ai cuori di ognuno di voi, e alzando la mia Destra, vi invito a tenere alto il Santo Vangelo, a viverLo, a conoscerLo, a farlo conoscere a tutti. Quando io gridavo in mezzo a voi, non tutti mi ascoltavate, ed io entravo nei cuori che non mi accettavano. Ma come padre abbracciavo ed accoglievo tutti i figli che si avvicinavano a parlare con me. Ho gridato e griderò ancora per la Verità del Santo Vangelo. Vedete figliuoli, io ho donato tutto per Gesù,  ho donato tutto per Maria, ................e mi sono fermato a parlare.Volevo farlo con tutti ma non tutti ascoltavate la Parola di Giovanni. Il Padre mi ha donato questo Nome ed io l'ho accettato dal primo istante. Non so voi cosa fate con i Nomi che portate: figlioli, rimanete piccoli e poveri, e lasciate che il Padre bruci i vostri cuori. E' questo che dovete fare: ardere per Dio e fare ardere i vostri fratelli, i vostri figli.  Ora che io cammino il Paradiso, vi guardo sempre di più nei vostri cammini e vi ripeto sempre: ricordate che Gesù vi ha donato la Stanza della Quercia, e la Quercia è Dio. Siate coscienti di tutto questo . Ora, Piccola Cocciuta, devo rimproverarti: NON PIANGERE SEMPRE!! (Giulia) Perdonami (Piccolo Giovanni) Sai bene che sono vivo, figlia mia, ma io dovevo partire. Non ti ho lasciata sola. Ora, chiedo a te una cosa da fare: non spaventarti, Cocciuta (Giulia) Don Mario, che devo fare? (Piccolo Giovanni) Figlia, con l'Ordine di Dio, dovrai formare l'Esercito delle Suore Laiche. Porteranno il Nome delle Piccole Suore della Croce di Gesù. (Giulia) e cosa devo fare? (Piccolo Giovanni) Tu sei la Piccola Croce, e tutte le figlie che amano Gesù dovranno portare questo Nome. Questo è il nome di tutte le donne. .........IO DESIDERO QUESTO! Non dovete lasciare nè casa, nè mariti e nè figli, dovete lavorare e portare la Parola Viva del Santo Vangelo e dire: GESU' E' IN MEZZO A NOI ED E' DENTRO DI NOI. Hai paura di fare questo per me, Piccola Cocciuta?  (Giulia) No! Ma tu stammi sempre vicino (Piccolo Giovanni) Sei sempre più cocciuta. Sono sempre con voi, perchè Dio vuole così. Chiedo sempre una preghiera per i miei cari, e aspetto la mia Messa Piena. Ora, vi invito a prepararvi per la Pasqua e a vivere il giorno dell'Angelo, uniti nella Preghiera e nel mangiare e nel bere con Gesù, perchè io sarò con voi in quel giorno. Figli, non è cambiato nulla: Io sono sempre con voi. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Ecco, figliuoli cari, i vostri cuori hanno gioito. Io gioisco con voi. Figli, vi invito ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti. Non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera: ma vi invito ancore una volta a stare attenti al mio nemico. Lui usa ogni cosa, ogni mezzo, per distruggere il Progetto dell'Amore. Io sono Amore Pieno e dono ad ognuno di voi l'Amore, la Pace, la Quiete, e nella Pace, nell'Amore e nella Quiete, c'è la Croce, e la Croce non si divide ma rimane sempre unita, figli. Ora, solleva la Piccola Cocciuta. Ecco, figliuoli, mando ad ognuno di voi il Santo Bacio del Piccolo Giovanni, e ricordate sempre che è Sigillo: Sigillo d'Amore, Sigillo di Croce, Sigillo che allontana il nemico. CustoditeLo nei vostri cuori, e donateLo, donateLo con le braccia aperte a tutti i fratelli. E non dimenticate i nemici, figli. Ora, lo Sposo è qui in mezzo a voi, e il Banchetto è pronto. Venite tutti a bere e a mangiare con lo Sposo. Sposo, porta la sposa < breve pausa>. Eccomi, guardatemi, sono qui a bere e a mangiare con voi, a far festa con voi perchè lo Sposo è gioioso e si dona con amore alle proprie spose. Figli, vi arde il cuore? Volete bere e mangiare con me? (Tutti)(Gesù) o vi distraete quando sono qui in mezzo a voi? Lasciate tutto e unitevi al mio Amore. Ecco, Io sono qui, in mezzo a voi in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane:  Dio che si dona a tutti, e il mio Amore non ha limiti, non ha misure come fate voi. A volte mi misurate anche le preghiere, pensate che Io non lo sappia? Io non misuro niente: per voi dono tutto. Ora, figliuoli, volete far festa con me? (Tutti)(Gesù)  Ecco il Calice del mio Sangue. Ecco la mia Carne. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Figli, venite e fate festa, e ricordatevi di me. Bevi, figlia <2° grido>. Mangia < lunga pausa durante la quale Gesù spezza il Pane in otto pezzi e lascia il cuore del Pane in mano a Giulia>. Ecco il Cuore che arde per ognuno di voi. Ecco l'Amore che si dona. Ecco la Croce che rimane alta. Figli, rimanete alti anche voi. Ci sarete tutti quando Io verrò? Ma ricordate che non conoscete l'ora e neanche il giorno, ma Io ci sarò ad aspettarvi. (Bimbo) Siate coscienti che Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, e vi amo, e voglio essere cullato, perchè Io sono il Bimbo. Fatemi una capanna nei vostri cuori, figli, e fatemi abitare dentro di voi, perchè Io sono il vostro Bimbo, il vostro Papà, il vostro Gesù, il vostro Fratello, il vostro Amico, il vostro Tutto, ed ho bisogno di voi. (Gesù) Solleva la Piccola Cocciuta, Telesforo puoi stringere la mano. Ecco un Bimbo che si dona per amore. E' dolce il gesto della Mamma verso il Bimbo. Un Cuore di Mamma che abbraccia Gesù: lo tiene nelle mani, lo bacia. (Bimbo) e voi tutti siete le mie Mamme e la Piccola Cocciuta mi ha baciato: Fatelo anche voi. E baciando me, baciate i Piccoli, i Poveri, gli Emarginati, e baciate anche i miei Figli Ministri: pregate per loro. (Gesù) Figliuoli, Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva. Invito ognuno di voi e i figli che si sono uniti a questa Santa Preghiera, a tenere alto il Santo Vangelo e a vivere la Pasqua che viene col cuore, e distaccati dalle cose del mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Figliuoli, dopo che è finita la Santa Preghiera, mangerete la mia Carne ed il mio Sangue. (Bimbo) Ma siate coscienti, quando uscite fuori non abortitemi, ma tenetemi dentro di voi come Mamme, figli. Ora mi fate riposare? Mi cantate la Ninna Nanna?  <canto della ninna nanna. Giulia tiene in mano il Cuore del Pane e lo culla>. (Gesù)  Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie, rimanete sempre saldi nell'Amore della Croce, discepoli del Santo Giovanni di oggi. Ora vi invito ad aprire i vostri cuori e a pregare secondo le mie intenzioni: per il Papa, per le Mura di Roma e per l'Intenzione Nascosta che la Piccola Cocciuta conosce. Unite la Santa Catena, ma state attenti figliuoli: legatela bene; legatela col Cuore della Croce, col Cuore del Bimbo, col Cuore Immacolato ed Addolorato di Maria, e ricordatevi sempre che Io sono Papà, ed un papà apre la porta a tutti i suoi figli, ed Io ora guardo i cuori di ognuno di voi e i cuori dei figli di tutto il mondo. E con Amore chiedo ad ognuno di voi: AMATEMI! Perchè Io voglio  solo essere amato. E se masticate bene la Preghiera del Padre, comprenderete quanto vi amo, figli. Ora preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>(Bimbo) Ecco figliuoli cari, avete compreso il Gesto di tenermi tra le mani la piccola Cocciuta? Un Bimbo gioisce quando la Mamma lo tiene tra le mani. E' così che dovete tenermi: stretto al cuore come Io stringo ognuno di voi, figli. (Gesù) Mi amate? (Tutti)  Sì (Gesù) Mi amate? (Tutti)  Sì (Gesù) Mi amate? (Tutti)  SI' (Gesù) Vi amo, tenete alta la Croce e il Santo Vangelo e camminate con me, figli. (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) Figli, vi amo anch'Io  e aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA'  (Gesù) Fate commuovere il mio Cuore di Padre.<Gesù è visibilmente commosso e singhiozzante dalla gioia> Gioisco nello stare con voi, figli. Andate in pace e portate a tutti la Pace che Io ho donato ai vostri cuori. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli.  

 

annunciati altri due Nomi Nuovi:

Giovanni  = Roberto AMATO di Rende (CS); 

Luca         = Giorgio BICCHIERRI di Pulsano (TA);

 

 

       7.   Ven 09/03/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli Io Sono il Signore Dio vostro e non ve ne sono altri. Io vi ho donato al vita e voi vivete perchè Io vi ho partoriti. Non fate i duri di cuore  ma riconoscetemi, perchè Io verrò come ho promesso. Ora lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Umiltà e Ubbidienza a Dio vi benedico, figli, invitandovi sempre all'Amore. Vivete questi giorni con Gesù facendo la Via che Lui sta facendo per voi. Figli, il vivere per Dio è Vangelo e voi siete nati per Amore del Vangelo. Piccola Cocciuta, Gesù vuole poggiarsi ancora su di te: Lo vuoi? (Giulia)  Sì, don Mario (Piccolo Giovanni) Bene fallo per i Figli Ministri <Giulia riceve, impresso sul ginocchio destro, il volto di nostro Signore Gesù>. ......................Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio. (Gesù)  Figli, i Tempi sono Pieni ed il grano va raccolto. Tenete le Lucerne accese. Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi, ma con me tirate la Barca carica del Santo Vangelo. Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

 

8. Dom 11/03/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati ancora una volta con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Figlia, abbraccia la Croce e portala con Gesù <1° grido>. (Giulia) Mamma, Mamma, Mammina mia, perchè il tuo abito è sporco di sangue? (Immacolata) Figlia, vedi, i figli della perdizione hanno sporcato il mio abito offendendo Gesù. Puliscilo con la tua sofferenza. Porta con Gesù la Croce. (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Ecco, Io sono ancora qui in mezzo a voi. Per Volere di Dio Padre vengo col mio Gesù, con gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e vengo a portare la Parola Viva del mio Gesù, invitandovi tutti a tenerLa alta. Amate il Santo Vangelo. Vivete per il Santo Vangelo e fate vivere i vostri nemici, donando la Parola Viva del mio e del vostro Gesù. Ecco figliuoli, preparate la Pasqua di Gesù nei vostri cuori e nei cuori dei vostri fratelli. Io sono Mamma e Mamma dei Dolori della Croce di Gesù. Sapete bene che l'ho partorita! Prima di Lui l'ho portata Io nel mio Cuore e dentro di me. Ora, cosa volete fare? Vivere secondo la Parola di Dio o ascoltare i rumori del mondo, che preparano la Pasqua di Gesù senza la Croce? Figliuoli, voi siete stati riscattati dal Sangue Innocente che ha bagnato quel Legno Santo. Non permettete al mio nemico di distruggere ciò che Dio ha costruito dentro di voi. Siete stati creati a Sua Immagine e Somiglianza. Siete figli della Croce, e non potete rinnegarla. Abbracciatela e tenetela stretta, portatela fino al Calvario come l'ha portata Gesù per ognuno di voi, ma stretta ed amandola, figli.  Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire e portare tutti i tuoi figli nel Fiume Santo dell'Amore di Gesù. Ma vedi, figlia mia, non sei sola. (Giulia) Mamma, Mammina mia, posso chiederti una cosa nel Cuore (Immacolata) Si, Cocciuta del Cuore della Croce <lunga pausa>. (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Ecco, figliola. Ora ti lascio Io una cosa nel cuore: ALTRI DUE NOMI. Dovrai chiamare altri due figli a lavorare per Gesù. I Nomi sono nel tuo cuore, ma stai attenta, quando ti sarà dato l'ordine li chiamerai, e in questi tempi stai attenta, figlia mia. Tu, dovrai dirigere la Barca e l'Ordine delle Piccole Suore che ti è stato chiesto. Nel tuo cuore, il Padre sta scrivendo ciò che dovrai fare. (Giulia) Mamma (Immacolata) Non spaventarti, figlia mia, ma vai avanti e cammina con la Croce. Ora, chiedo ad ognuno di voi di pregare per le Mura di Roma e per il Papa: figliuoli, chino il capo nel chiedervi questo. Come Mamma il mio Cuore piange Lacrime di Sangue e voi che siete i miei figliuoli, aiutatemi! Tu, Paolo, consola il mio Cuore di Mamma. Figlio mio, non temere, perchè il tuo lo consolo Io col mio Amore Materno. Poggiati quando vuoi sul mio Cuore, figlio della Croce. In questi Tempi vi chiedo di usare l'Amore e la Carità di Gesù verso tutti. Non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera, figliuoli. Ora, lascio ardere i vostri cuori col Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con l'Ubbidienza a Dio vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo in mezzo a voi. Mi siedo per parlare un pò a tutti voi: ai figli presenti e ai figli assenti. Figliuoli, il mio cuore di sacerdote arde e voi lo sapete. Ardeva quando era in mezzo a voi, che tutti mi vedevate, e ora arde ancora di più nel vedervi lavorare, nel vedervi tutti pronti a rispondere alla Chiamata del Padre. Vi ho sempre detto che il Mistero di questa Stanza, che Dio ha chiesto, era Grande e non potevate ancora capire. Ora, il mio cuore arde ancora di più e sapete perchè? guardo i cuori e ciò che ho chiesto di fare: le Suore Laiche, erano sempre nel mio cuore. Volevo allargare la Porta per far entrare nel Cuore del Padre la Preghiera Viva, la Preghiera Vera. E la Piccola Cocciuta ora porta nel cuore tutto ciò che dovete fare, ma state attenti, non sbandatevi, la Via da seguire è la Via del Vangelo e ascoltate ciò che vi dirà! Non fate come facevate con me: un pò mi ascoltavate, un pò camminavate sulle vostre vie. Ma vi ho sempre raccolti  e portati all'Unica Verità: Il Cuore della Croce ed il Cuore del Santo Vangelo. Nessuno di voi sia maestro: neanche tu, Piccola Cocciuta! L'Unico Maestro vostro è Dio Padre. Lasciatevi guidare da Lui, ed io, con l'Ubbidienza a Dio, vi guiderò come sacerdote, e sono sempre vivo e presente in mezzo a voi. Vi chiedo col cuore ardente di pregare per i Figli Ministri: non dimenticatevi di loro, figliuoli. Vedete, ora sto guardando i cuori di ognuno di voi. Un cuore di mamma che bussa: tu, mamma, sii forte e non temere, io sono sempre presente a guardare i miei pargoli. E parlo al cuore di tutte le mamme, di tutti i miei figlioletti che ho cresciuto e amato col cuore di sacerdote, e amo, perchè il mio amore non ha misure; e non dovete essere gelosi gli uni degli altri, perchè io ho la misura che è uguale per tutti, figli. Ora, chiedo ancora di pregare per i miei cari, e dico alla Piccola Maria: NON LASCIARMI, E MANDO COPIOSE BENEDIZIONI SU DI TE, SUI TUOI CARI, DONANDOTI IL BACIO DEL PICCOLO GIOVANNI E DONANDOLO A TUTTI VOI PRESENTI E AI FIGLI CHE SI UNISCONO ALLA SANTA PREGHIERA.  Vedete come è buono il Padre a lasciarmi in mezzo a voi a parlare? Figliuoli, tenete sempre alta la Parola Viva di Gesù e camminate sempre, non fermatevi: IL PROGETTO DELL'AMORE SI ADEMPIRA', ma state attenti, nessuno conosce ne l'ora e neanche il giorno. Siano i vostri cuori sempre aperti come lo era il mio: pronto per essere chiamato. Figli, figli del mio cuore, presto gioiremo nell'Amore Pieno del Padre. Vincenzo, piccino del mio cuore , ti ho sempre sgridato, ma il mio rimprovero era amore. Vivi sempre col tuo cuore piccolo e semplice. Tieni stretto Gesù nelle tue braccia, perchè io ti sono sempre vicino. Sei il bimbo prezioso del mio cuore, e veglio su di te, figlio mio, e su tutti voi. Non fatemi commuovere . Vi amo figli, siete le mie colonne. Rimanete sempre in piedi e amate e consolate il Cuore di Maria e di Gesù. Ora, ritorno all'Ubbidienza del Padre, figli. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, avete ascoltato la Parola Viva del Santo Giovanni di oggi. Siate coscienti perchè a Dio nulla è impossibile. Dio può tutto e chiede ad ognuno di voi di vivere e di camminare nell'Amore. Combattete il mio nemico amando. Io ho amato: amate anche voi, figliuoli, e ricordate: non lasciate i vostri nemici nelle mani del mio nemico, ma portateli alla Fonte Viva di Gesù. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi, a portare il Pane vivo: GESU' IN MEZZO A VOI, figli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete figliuoli nell'Unica Verità del Vangelo Vivo della Croce di Gesù. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari, che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: fatelo anche voi insieme ai vostri cari  (Giulia) Grazie, Mamma  (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. Scenda su di voi il Fuoco dell'Amore <Lunga pausa> (Giulia) Grazie.

 

       9. Mar 13/03/2001, Statuto delle Suore Laiche del Cuore della Croce

Oggi Giulia riceve l'ordine di scrivere e pubblicare quanto il Padre le ha detto nel cuore circa le Suore Laiche (cfr. messaggio del 11/03/2001) volute dal Santo Giovanni di oggi nel messaggio del 08/03/2001. Qui di seguito il testo:

Il Padre ha scritto:Chi vuole far parte delle Suore Laiche devono dirmi di Sì e donarmi i loro nomi, e tutto deve essere scritto in modo chiaro su un registro. 

 

        Le Suore devono: 

  1. portare una Croce come quella del Lentini, di forma piccola; 
  2. portare il nome che è stato dato loro con semplicità;
  3. portare la Parola con Amore e Convinzione.

       Si deve: 

  1. usare Carità verso tutti;
  2. aiutare gli ammalati ed i bisognosi.

       L'Esercito delle Suore Laiche:

  1. non deve vendere o portare nulla a scopo di lucro;
  2. ciò che faranno non deve essere pagato;
  3. Ogni giorno consoleranno l'Addolorata con la Via Crucis del Lentini; reciteranno il Santo Rosario pregando secondo l'Intenzione del Padre.

       Nessuno faccia di testa sua;  non ci devono essere gelosie e nessuno deve imporre niente a nessuno: Si cammina in Povertà.

 

       Giulia consiglierà le Suore ma non come maestra ma come Cocciuta della Croce. 

 

       Il tutto deve camminare con la Croce.

 

       Le Suore non devono vantarsi e dire: "Io ho questo Titolo". Con amore, prostrate dinanzi a Gesù, dire solo di "Sì".

 

 

      10.   Giov 15/03/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

Oggi, Giulia è costretta a letto con la febbre, ed ivi riceverà il messaggio di Gesù e Giovanni mentre i Piccoli Giovanni attendono il messaggio nella Stanza. Ad assistere direttamente all'apparizione saranno solo   Pasquale, il marito, che come sempre cura la registrazione audio dei messaggi.....  

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici. Bevi i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del parto Pieno della Croce, per l'umanità e per le Mura di Roma, immolati figlia mia, assapora i Santi Dolori e falli assaporare a tutti i tuoi figli e all'umanità intera <1° grido>. (Giulia) Gesù, <2° grido>. Gesù, Gesù, perchè il tuo abito è macchiato di Sangue? Cosa ti hanno fatto, Gesù?  (Gesù) Figlia, il mio abito è macchiato di Sangue perchè i figli della perdizione hanno offeso il Cuore di Maria: pulisciLo tu con la Sofferenza. Accetta ancora i Santi Dolori del Parto Vivo <3° grido> (Giulia) Gesù, GESU' (Gesù)  Figlia, poggiati sul mio Cuore e bevi ancora i Calici.  (Giulia) Gesù sono amari  (Gesù) Vedi figlia  mia, il Calice che dovrai bere ancora, sarà più amaro. Ora bevi questi, figlia del mio Cuore.  (Giulia) Sì, Gesù. Con la tua Grazia aiutami (Gesù) Non temere Cocciuta. Vedi, Io sono qui in mezzo a voi, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce ed il Santo Giovanni di oggi. Siamo venuti a portare il Santo Vangelo, invitandovi a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza dei cuori. Figliuoli, i Tempi sono Pieni e il mio Amore di Papà si allarga sempre di più sull'umanità e su di ognuno di voi. Vedete, Io vengo in mezzo a voi e cosa vengo a portarvi? Il tesoro più grande: LA SANTA SOFFERENZA. E sapete perchè  ve la porto? Perchè vi voglio santi e tutti gioiosi insieme a me, nel Paradiso. E in questi Tempi, sto preparando i vostri cuori alla Pasqua Viva. Figliuoli, non guardate le cose del mondo; non ascoltate i rumori del mondo, ma unitevi a me nella Pasqua: nella Pasqua della Croce, nella Pasqua della Povertà e della Santa Sofferenza. Raccogliete le Spine: non gettateLe via; Io le sto seminando, figliuoli, e sapete bene che la mia Via è fatta di Sante Spine, di Santi Dolori ed è allargata sul Legno Santo della Croce. Figli, vi chiedo ancora di pregare per le Mura di Roma e per il Papa. I lupi lo stanno circondando: pregate per loro, pregate per i lupi, perchè non li voglio persi ma li voglio agnelli. Figliuoli, vi invito a rimanere nella Povertà e nell'Amore della Croce amandovi gli uni gli altri. Figliuoli, Io vi ho scelti e sigillati col Santo Battesimo. Vi ho sigillati col Santo Bacio del Piccolo Giovanni. Non gettate via le Gocce che Io vi sto donando, figliuoli cari. ...........E ai figli che avete ricevuto il Nuovo Nome: camminate col mio Vangelo, portate avanti la mia Parola, fate vivere ciò che vi sto donando, non chiudetelo nel cassetto: RICORDATE, DIO NON VA CHIUSO IN UN CASSETTO, MA PORTATO AL MONDO E AI FIGLI CHE NON MI CONOSCONO. Ora, accogliete i nuovi fratelli. Accoglieteli con amore, perchè la Famiglia di Dio è formata nel Segno dell'Amore, nel Segno della Croce. Accogliete Eliseo e Tommaso nel Giardino che ho preparato per voi nella Stanza della Quercia, dove il Bimbo abita con voi e vive con voi. Figliuoli, il Progetto dell'Amore viene da Fatima. Il Progetto del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo si adempirà nel mondo intero e in ognuno di voi. Vedete come è Grande l'Amore di Dio che si dona? Si dona senza misure, allarga le Braccia e si dona a tutti, e voi, in questo Tempo di Penitenza, cosa volete fare? Chiudere le braccia o allargarle per i Piccoli, i Poveri, gli Emarginati, i Figli drogati, i Figli carcerati? Sapete che in ognuno di loro ci sono Io a tendervi la mano. Maria sta impastando la Farina e la dona: voi impastatela pure e donatela a tutti. Tu, Piccola Cocciuta, non essere triste, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del mio Nome. Non temere, la promessa che ti è stata donata viene mantenuta. Figlia mia, vedi, Giovanni ti guarda e sorride come sempre. Vai avanti e non fermarti, figlia mia, perchè un'altra Spada trapasserà il tuo cuore <4° grido>. (Giulia) Grazie, Gesù (Gesù) Come sei dolce quando dici Grazie ai tuoi dolori. Come consoli il mio Cuore, Piccola Cocciuta. (Giulia) Gesù, non mi merito tutto questo: non sono capace a far nulla (Gesù) Figlia, sai bene che ti ho scelta come Roccia. Vai avanti e non fermarti, perchè non sei tu a parlare, ma Io; e tu pensi che Io non sia capace a far nulla? (Giulia) Perdonami, Gesù. Fa di me quello che vuoi  (Gesù) Bene figliuola. Ora, poggio le mie Mani sui figliuoli che in questa serata si sono poggiati sul mio Cuore e su di ognuno di voi. Non temete niente e nessuno, andate avanti e portate la Croce: il dono che Io vi ho lasciato come Papà, la mia Eredità, non gettateLa ma teneteLa alta, figli, perchè Io vi amo e l'Eredità di un Papà è un Tesoro Geloso da stringere e da donare a tutti. Ricordate sempre: NON DATE SPAZIO AL MIO NEMICO ma cancellatelo amando, perdonando e usando carità, e tenendo stretta la Santa Catena dell'Amore. Figliuoli, ricordate sempre: al primo posto portatemi i vostri nemici, e presentate il vostro tesoro ai nemici, il Tesoro della Croce, il Tesoro del Santo Vangelo Vivo, e sapete bene che il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell'Agnello che si è  immolato per farvi mangiare e donarvi la Vita Eterna. Riuscite a comprendere questo Amore di Papà? Figli, vi chiedo ancora: Ci sarete tutti quando Io verro? (Tutti) Sì. (Gesù) CI SARETE TUTTI QUANDO IO VERRO'? (Tutti) Sì. (Gesù) Ci sarete tutti quando Io verro a chiedervi di inchiodarvi al Legno della Croce? (Tutti)(Gesù) Ah! Figli, Io ci sono in quei giorni. Ma voi non conoscete ne l'ora e neanche il giorno, e in quell'attimo vi chiederò ancora   una volta: ci sarete tutti? Bene, figliuoli del mio Cuore, Io vi amo e vi invito ad amare. Vi invito ad essere pronti e preparati con la Lucerna accesa. Figliuoli, vi ripeto ancora una volta: state attenti al mio nemico, non lasciatevi confondere, chè il grano è pronto e va diviso dalla zizzania. Siate preparati per la mietitura, figliuoli. Ora, cosa state aspettando? chi state aspettando? vi arde il cuore? ora ve lo lascio ardere col Santo Giovanni di oggi, Vivo e Reale in mezzo a voi, ed insieme abbiamo preparato il Banchetto dell'Amore. (Piccolo Giovanni) Con l'Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno Vivo in mezzo a voi. Vi faccio ardere il cuore quando il Padre mi manda a parlare? Mi amate ancora? Io vi amo sempre di più, figliuoli. E il mio cuore gioisce nel vedervi, e sapete che io vi vedo sempre. Ora che abito nella Casa del Padre, posso guardarvi in ogni attimo e vedere ancora di più i vostri cuori come battono per me e per Gesù. Ma vi prego, figliuoli, non mettetemi al primo posto: Dio deve essere la vostra Linea, perchè la mia è stata la Linea di Dio, e vi ho sempre portato sulla Sua Linea. Se mettete me al primo posto offendete Gesù, ed io non vi chiedo di fare questo. Amatemi come mi amavate prima, come quando ero con voi, perchè ora lo sono ancora, non vi ho mai lasciati, mi sono addormentato e sono andato nelle Braccia di Maria e di Gesù, dove mi hanno cullato, dove ho trovato tanti Angioletti che mi facevano da Corona e me la fanno tutt'ora i Piccoli Angioletti, le Piccole Spine della Piccola Cocciuta e di ognuno di voi. Ne ho battezzati tanti, ed ora gioiscono tutti insieme al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria, ed io abito con loro ed insieme cantiamo sempre le Lodi dell'Amore: Fatelo anche voi, non dimenticatelo. Figliuoli, vedete, vi porto le Gocce che io sto vivendo. Faccio vivere anche a voi le mie gioie, perchè io ora sto gioendo e voi non dovete essere tristi, ma gioiosi, perchè la Casa del Padre è aperta a tutti, e tutti gioiremo insieme. Vorrei prendervi uno ad uno e portarvi; ma Dio conosce i Tempi. Aspettate con amore i Tempi che scenderanno, figliuoli. Ora vorrei parlare un pò alla mia piccola Maria <la nipote>: Figlia santa, ti ho sempre indicato le vie da camminare. Ti ho sempre detto ciò che dovevi fare, e nelle tue mani ho consegnato le mie misere carte e tu cosa hai fatto? non le hai tenute per te! Io le avevo messe nelle tue mani di figlia, perchè nel tuo cuore, io, avevo messo il Sigillo dell'Amore. Ora è ancora lì: non l'ho cancellato. Ma chiedo sempre a te, figliuola mia: NON LASCIARMI, TIENI ALTO IL MIO VANGELO, LA MIA VOLONTA', perchè nelle tue mani io l'ho lasciata, figlia santa. Marì, non piangere quanto sentirai ciò che ho detto, e i miei cari, se se la prenderanno con me, allargo le braccia come sempre e chino il capo. Io sono sempre Sacerdote, ed il mio Cuore di Sacerdote è sempre stato legato alla Croce e al Santo Vangelo. Ora, io chiedo: LA MIA VOLONTA' DI SACERDOTE DEVE ESSERE RISPETTATA. Marì, sii benedetta col Sigillo della Croce e non temere niente e nessuno. Cammina sempre a testa alta, figlia santa del mio Cuore. Baciami Teresa (la figlia di Maria) e tutti quelli che mi hanno amato col cuore e rispettato da Sacerdote. Voi figliuoli, non scandalizzatevi di ciò che sentite. Vedete, il mio cuore è aperto come sempre, e quello che devo dire lo dico. Prima lo scrivevo io, ora siete voi a scrivere ciò che Dio mi lascia dire. Figliuoli, rimanete sempre uniti nell'Amore Vivo della Croce, perchè voi sapete bene che la Croce è Viva in mezzo a voi. Figliuoli, guardo i vostri cuori: voi piangete ed io rido! Perchè vi amo, e le gocce che voi lasciate scendere fanno gioire il mio cuore. Amatemi sempre perchè io vi amo. Figli, rimanete legati nella Linea del Cuore della Croce, perchè io sono lì ad aspettarvi, figliuoli. ....... . Non scandalizzatevi di questo, VI AVEVO GIA' PREPARATI E PRESTO VI PREPARERO' PER IL BATTESIMO. TUTTO DEVE CAMMINARE COME PRIMA. ANCHE SE SARETE PERSEGUITATI NON TEMETE NIENTE E NESSUNO, figli. Tu Cocciuta, Cocciuta del mio cuore, stai soffrendo?  (Giulia) Gesù, posso parlare a don Mario nel cuore? (Gesù) Si, figlia mia <breve pausa durante la quale Giulia parla al cuore di Giovanni> (Piccolo Giovanni) Non temere, Cocciuta del Cuore della Croce. Hai fatto bene ciò che hai fatto. Non devi aver paura, figlia mia, e quando hai bisogno di parlare con me sai bene come fare. (Giulia) Grazie, Gesù. Grazie, don Mario. (Piccolo Giovanni) Ora, non fate commuovere più il mio cuore: vi amo figliuoli, e sono sempre con voi. Ora, ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Ecco, figliuoli, mi amate? Se mi amate chiamatemi Papà (Tutti) Papà (Gesù) Grazie, figli del mio Cuore. Ora preparatevi, perchè il Banchetto è pronto e lo Sposo arde d'amore per ognuno di voi. Figliuoli, togliete tutto quello che non mi appartiene, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo; e ora che Io vengo ad abitare dentro di voi, accoglietemi con cuore pulito, perchè Io voglio amarvi e rimanere dentro di voi: non gettatemi via, figliuoli. Ora, Telesforo, donami il Calice del Vivo e il Pane. Ecco, Io sono qui dinanzi a voi nella Povertà di un bicchiere di Vino e di un pezzo di Pane, figli, guardate. Ecco il Calice del mio Sangue. Ecco la mia Carne. Fate festa con lo Sposo. Bevete e mangiate con me. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Figliuoli, ardete adesso con me, perchè Io ardo d'Amore per ognuno di voi. Bevi, Cocciuta <5° grido> <lunga pausa>. Eccomi, Io sono qui in mezzo a voi e vi guardo. La mia Misericordia scende sull'umanità, figliuoli del mio Cuore. Guardate il Bimbo che viene ad abitare nei vostri cuori: Dio Bambino che diventa piccolo piccolo per essere accolto nei vostri cuori, e crescere, e donarsi. Ah! Mamme del mio Cuore, quanto vi amo. Fate crescere dentro di voi il Frutto del Cuore del Padre, e come Mamme portateMi nel mondo. Donatemi perchè Io vi dono tutto senza misure. Il mio Cuore di Papà è aperto a tutti senza fare distinzione. Vi amo con la stessa misura, figli, fate presto, crescete e accogliete nei vostri cuori il Santo Bacio del Santo Giovanni di oggi che viene donato ad ognuno di voi. In questo attimo Giovanni sta baciando ognuno di voi per ordine mio.  Accogliete il Santo Bacio, e siate coscienti che Noi  siamo in mezzo a voi Vivi e Reali, figli. Ora, Io vi lascio, ma sono sempre in mezzo a voi. Figliuoli, vedete, Io vengo a portare il Vangelo Vivo, il Pane dei Cieli. Fiugliuoli, non dimenticatelo, allargate le braccia e accogliete l'Amore che Dio lascia scendere su di voi. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Giulia) Grazie, Gesù. Grazie, Gesù. (Gesù) Ora, volete ancora cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) Sì  (Gesù) Fatelo <Canto della Ninna Nanna>. Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie, mi fate gioire, ed Io lascio scendere su di voi le Gocce del mio Amore. Siate saldi, figli, siate saldi nell'amore. Ora, legate la Catena Santa. Legatevi figli, e state attenti: non ci siano tra di voi odi, rancori, ma ci siano solo cuori aperti ed ardenti verso tutti. E quando vi unite a pregare non scartate, ma, pregate per tutti. Non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. La mia Porta è aperta a tutti quanti: voi, apritela a tutti. La Preghiera fatta al Papà è una Preghiera di cuore aperto, e se voi la fate come la bilancia non va bene: la Bilancia dell'Amore ha la stessa misura, figlioli, amate con la stessa misura che Io amo voi. Ora preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco figliuoli cari, in questi tempi ricordate: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen, ma ricordatelo col cuore, figli, non fatelo passare solo nella mente. Preparatevi per la Pasqua, figliuoli, e ricordate: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli: Portali nel Fiume Santo dell'Amore. Vedi, Giovanni tira la Barca carica del Santo Vangelo: venite anche voi, figli tutti. (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, pargoli del mio Cuore  e aspetto (Tutti)  TI AMO PAPA'  (Gesù) Grazie,  Pietruzze del mio Cuore, grazie. Rimanete nella quiete e portatemi al mondo. 

 

Nomi Nuovi di questa sera:

Eliseo        = Peter BYRNE di Dublino (IRLANDA); 

Tommaso = Francesco DRAGONETTI di Taranto;

 

 

       11.   Ven 16/03/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli miei, ricordatelo sempre che voi appartenete a Dio, e come Suoi figli, non dimenticate di vivere i vostri giorni volgendo lo sguardo verso la Croce. Ricordate ancora di amare i vostri fratelli allo stesso modo che amate voi stessi. Ci sia sempre pace tra di voi: non fate allungare le radici del mio nemico, ma tiratele e buttatele via, e questo potete farlo solo con l'amore. Ora vi lascio al Santo Giovanni di oggi, figli (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi benedico. Eccomi, miei cari figli. Oggi Io grido con voce di giubilo come facevo sempre. Figli, non fate i sordi. Ricordatevi che voi vivete solo per amore di Dio. Il Mistero che stiamo vivendo è molto Grande e Dio ha chinato il Capo sull'umanità. Non tardate ad essere convinti che a Dio nulla è impossibile. Figli, vivete non per il mondo ma per Dio. Lasciate tutto, spogliatevi delle cose del mondo perchè non servono, ma Dio sia il vostro tutto. Piccola Cocciuta, CORAGGIO, non piangere. Vedi, io sono sempre vicino a te e a tutti i tuoi figli. Io dovevo partire, scusami se non ti ho detto tutto. Ora Gesù si vuole poggiare  ancora su di te: Lo vuoi? (Giulia)(Gesù) Grazie, Cocciuta del mio cuore. < Giulia riceve il Dono della Stimmata a forma di Croce sul ginocchio sinistro> Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi, ma con me tirate la Barca. Benediciamo il mondo con la Croce Tremenda del  Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

12. Dom 18/03/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati con i Santi Dolori del Parto Pieno della Croce, per l'umanità tutta, per le Mura di Roma. Immolati, figlia mia, per il Papa. Porta la Croce con Gesù. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi, col mio Gesù, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce ed il Santo Giovanni di oggi Vivo in mezzo a voi.  Io come Mamma della Croce  vengo a portarvi il Santo Vangelo: la Parola Viva e Piena di Gesù, in mezzo a voi. Figliuoli cari, vedete, i Tempi che stanno scendendo su di voi, i flagelli non si sono fermati, scendono ancora, perchè siete in pochi a pregare col cuore; in pochi a portare la Croce di Gesù. Figliuoli, Io come Mamma vi guardo e chino il Capo: parlo a voi e parlo al mondo intero. C'è posto nei vostri cuori per il mio Gesù che viene in mezzo a voi? Il mio Cuore di Mamma gronda Sangue per i miei Figli Ministri, i figli che non accettano il mio Gesù. Ah! come Mamma una Spada trapassa il mio Cuore, e mi poggio su di ognuno di voi. Figliuoli, avete mangiato il Vangelo di questa giornata? Avete assaporato la Parola di Gesù? e come state vivendo? Figli, Io vengo in Ubbidienza al Padre e mi inchino dinanzi a voi e al mondo intero. Fate presto, aprite la porta dei vostri cuori a Gesù che viene in mezzo a voi a portare la Parola: NULLA VIENE CAMBIATO DI CIO' CHE E' ANTICO, perchè Dio è Antico e non cambia ciò che è scritto nel Grande Libro. Siano sempre accese le vostre lucerne, ed in questi tempi abbracciate il mio Gesù. Consolate il Suo Cuore, non asciateLo solo per le cose del mondo. Figliuoli, rimanete uniti perchè presto il mio Gesù verrà a liberarvi. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire a causa del Nome di Gesù; dovrai ancora portare sulle tue spalle la Croce, e bere ancora i Calici Amari per i tuoi figli (Giulia) Mamma, Mammina mia, dammi la costanza e la grazia, chè le mie forze vengono meno.  (Immacolata) Cocciuta, ricordati sempre il tuo primo Messaggio: non scordarLo, figlia,  ma stai attenta a non dirlo, figliuola mia. Vedi, guarda, ma non spaventarti di ciò che vedi (Giulia) Mamma, Mamma, MAMMA (Immacolata) Stringi la mia Mano e guarda, figliuola (Giulia) Mamma, Mamma, MAMMA  (Immacolata) Tieni nel tuo cuore ciò che hai visto, figlia mia. (Giulia) Dammi la forza  (Immacolata) Non temete. Figliuoli, vi chiedo di stare attenti al mio nemico. Unite la Catena dell'Amore e non dategli spazio. Pregate, amate e usate carità verso tutti; al primo posto mettete i vostri nemici e portateli dinanzi a Gesù. Figli, in questa giornata il mio Cuore di Mamma è triste e gronda Sangue: consolatelo amandovi gli uni gli altri. Figli, ricordate, l'Amore combatte il mio nemico. Ora, lascio ardere i vostri cuori. Lascio a voi parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vi  porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo in mezzo a voi e mi siedo un pò a parlare con voi. Vedete, figliuoli del mio cuore, sono ancora qui in mezzo a voi. Guardo, ascolto, e cosa devo dirvi? Io mi sto gustando il Paradiso! Voi state camminando bene, state lavorando, ma chino il Capo e penso un pò ai giorni passati insieme, alle preghiere che abbiamo fatto insieme: il vostro don Mario è vissuto in mezzo a voi. Vi ricordate che io sono stato in mezzo a voi, come Gesù diceva, "Mandato dal Padre"?: E' grande questo Mistero! Chi di voi l'aveva capito? ...... Paolo? e gli altri figli come mi accoglievano? col cuore ardente come in questa giornata? Vedete, figliuoli come è Grande il Cuore del Padre? mi permette di stare sempre in mezzo a voi come sempre, ed io sono contento di vivere con voi il Mistero Pieno di Dio che è Grande: il Mistero della Stanza della Quercia. Ma non spaventatevi, figliuoli, voi andate avanti come io andavo avanti, senza aver timore di niente e di nessuno: Dio parla in mezzo a voi! Di chi avete paura? Vedete, la Piccola Cocciuta dovrà soffrire, sì, ma la Gioia Grande è di venire ad abitare nella Casa del Padre, come ognuno di voi che verrete ad abitare. I Tempi sono Pieni, figliuoli, dovete essere convinti di aprire i cuori e donare il "Sì Pieno", il "Sì" che Maria ha donato per tutti. Ora, che posso dire ai miei cari? Niente, chino il Capo e alzo la Destra come Sacerdozio Vivo ed Eterno. Nel cuore della Piccola Cocciuta lascio il messaggio <lunga pausa> (Giulia) Mamma, posso chiedere una cosa a don Mario nel cuore? (Immacolata) Si, figlia mia <Lunga pausa durante la quale Giulia formula la richiesta> (Piccolo Giovanni) Ecco, Cocciuta. Io sono qui in mezzo a voi a indicarvi sempre la mia Linea,  a tenere alto il Santo Vangelo Vivo: non dimenticate le mie parole di Sacerdozio Eterno. Vi amo tutti, e nel mio cuore ci siete tutti quanti.  Figli, chiedo anche a voi la carità di rispettare le mie misere volontà di Sacerdote. .......Paolo, grida e alza la Spada e combatti. Tu, Telesforo, dovrai ancora soffrire e stringere al tuo cuore la Spina della Corona di Gesù: sii forte, figlio mio, fratello mio. Ora ti guardo con gli occhi dell'amore, come ti ho sempre guardato: Grazie di tutto quello che mi hai donato. Telesforo, ricordati che la Croce è unita e non si divide. Il Legno Santo rimane sempre Alto. Piccini del mio cuore, vi siete stancati di ascoltarmi? Parlo come parlavo prima, ma vi invito ad essere sempre uniti al Legno Santo. Figliuoli, il mio Cuore di Sacerdote viene ad abitare dentro di voi, volete essere le mie Mamme? (Tutti)(Piccolo Giovanni) E' bello sentirvi. Siate Spighe, figli, e crescete tenendo sempre alto il Santo Vangelo. Nel cuore della Piccola Cocciuta lascio altri due Nomi <Breve pausa>. Non siate gelosi per i Nomi che portate: E' DIO CHE VI CHIAMA. Figliuoli, liberate i vostri cuori dalle piccole cose che non servono alla vostra santità. Voi dovete vivere nell'Unico Amore della Povertà, figli, ve l'ho gridato sempre. Dovete essere un tutt'Uno con la Croce e ardere! Riuscite a fare questo? Io sono sempre con voi a guidarvi. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli, ho lasciato ancora ardere i vostri cuori col Santo Giovanni di oggi. Come Mamma allargo le braccia e vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni: E' un Dono di Mamma che viene ad ognuno di voi, all'umanità intera, e col Cuore grondante di Sangue vi chiedo ancora: STATE ATTENTI AL MIO NEMICO. Figliuoli, guardo i cuori di ognuno di voi e chiedo: SIATE COSCIENTI CHE IO SONO QUI IN MEZZO A VOI, VIVA E REALE. SIATE COSCIENTI, SIATE COSCIENTI, SIATE COSCIENTI, figliuoli, non dubitate della Parola Viva di Dio che scende nella Stanza della Quercia. Ora vi chiedo di stare vicino a Gesù in questi Tempi, e di salire con Lui il Monte, figliuoli. Amate, Amate, Amate, e i vostri volti saranno raggianti come il Volto del Padre. L'AMORE E' IL MISTERO NASCOSTO DELLA SANTISSIMA TRINITA'. Figliuoli, Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Rimanete nella quiete, figli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI, figliuoli. (Giulia) Mamma, come sei bella!  (Immacolata) Sono bella perchè amo: Amate anche voi. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia. Accogliete nei vostri cuori lo sposo mio Giuseppe e amatelo, figli. (Giulia) Grazie, Mamma. Mamma, grazie.

 

      13.   Giov 22/03/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi ed i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell'assaporare  i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce in mezzo a voi, figlia, assaporali e falli assaporare ai tuoi figli, all'umanità, ai Grandi della Casa del Padre: sei pronta Cocciuta del mio Cuore? (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Figlia, allarga le braccia, siediti (Giulia) Gesù (Gesù) Non temere, figlia, sono Io che ti ho fatto sedere. Ora assapora i Santi Chiodi <1° grido e gemiti> (Giulia) Gesù, come sono lunghi i Chiodi (Gesù) Togli le scarpe. Ora, assapora i Chiodi ai tuoi piedi <2° grido>. Poggia i Santi Chiodi sul tuo cuore <3° grido>  (Giulia) Gesù, dammi la forza  (Gesù) Vedi figlia mia, Io sto camminando e salendo il Monte, e sono solo. Vuoi accompagnarmi? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Figlia, guarda l'umanità. Vedi, nessuno mi ama, e Io sono solo a salire il Monte. Voi figliuoli, volete seguirmi? volete portare la vostra Piccola Croce sulle spalle in questi tempi, o volete lasciarmi solo? Cocciuta del Cuore della Croce, i Chiodi sono lunghi (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Vuoi tenerLi? (Giulia) Sì, Gesù  (Gesù) e assapora ancora <4° grido> (Giulia) Gesù, quanto ti sto facendo soffrire: non riesco a portare nulla! (Gesù) Ah! come sei cocciuta: HO GRIDATO IO, e tu vuoi tenere tutto dentro di te? Cocciuta del mio Cuore, allarga le tue braccia e fai gustare al mondo la Gioia della Croce; la Gioia dei Santi Chiodi <5° grido> (Giulia) Grazie, Gesù. Grazie per i Dolori. Grazie perchè ti fermi a guardarmi e a farmi conoscere il tuo Amore che è fatto di Dolore (Gesù) Ecco, figlia mia, qual'è la mia Eredita: I DOLORI, LA CROCE, IL PARTO VIVO che è in mezzo a voi ed è Pieno, figliuoli. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, e vi porto il Santo Vangelo, invitandovi a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza del Cuore e nella Pienezza della Croce; e la Croce rimane sempre unita e non si divide, figliuoli, come Io sono unito al Padre e allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria, agli Angeli e ai Santi tutti e al Santo Giovanni di oggi: IL VOSTRO BAMBINO. Ecco figliuoli, Io sono qui in mezzo a voi e ho preparato per voi il Banchetto Vivo dell'Amore; e sapete come l'ho preparato il Banchetto? chi è lo Sposo? Lo Sposo prepara il Banchetto col suo Sangue e la sua Carne, e penso che conoscete tutti quanti chi è lo Sposo! Vi ha sposati tutti. Ma siete coscienti di ciò che avete ricevuto? in mezzo a voi chi c'è stato? chi c'è ancora? siete coscienti? i vostri occhi riescono ad aprirsi e a vedere o ancora siete legati alle cose del mondo? Sapete bene che Dio è venuto nel mondo in Povertà, e voi,  come volete incontrare Dio? nelle cose del mondo? nella ricchezza? o nella Capanna Povera? Cosa pensate quando Io verrò? mi troverete in un castello lussuoso o nella Povertà? Ricordate sempre che Io sono il Dio Antico, e ciò che è scritto non viene cancellato. Le ricchezze del mondo non mi appartengono, fanno parte del mio nemico, e se non riuscite a liberarvi, non potete camminare dietro di me con la Croce: parlo a voi e parlo al mondo intero, figliuoli. Io sono Papà, e un papà viene per tutti i figli. Non faccio distinzione di nessuno. Ora, chiedo ad ognuno di voi e al mondo intero: QUANDO IO VERRO', TROVERO' LA FEDE? TROVERO' I VOSTRI CUORI APERTI? Chino il Capo, figliuoli, e chiedo ad ognuno di voi di pregare, di essere pronti e preparati per il Giorno che Io verrò; ma nessuno di voi conosce ne l'ora e neanche il giorno. Siano sempre accese le vostre lucerne. Fate ardere i vostri cuori amando e perdonando, usando carità verso tutti, e al primo posto portatemi i vostri nemici, coloro che vi fanno del male: ACCOGLIETELI E AMATELI. Figli, nei vostri cuori deve regnare solo l'Amore; solo così potete far parte della Famiglia del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Figliuoli, ora lascio scendere un'altra Goccia su di voi! State bene attenti, non distraetevi! il Maestro è in mezzo a voi e sta parlando! ne siete convinti? Ora lascio scendere la Goccia. Vedete figliuoli, quando parlo delle Mura di Roma che sono bagnate dal Sangue Innocente, e il Papa che è solo ed è per terra nel Sangue, la Goccia che lascio scendere: il significato di quel Sangue e dell'Uomo che è a terra, è tutta la Chiesa. Riuscite a comprendere queste Gocce? Le Mura di Roma bagnate di Sangue: I Figli Ministri che non mi accettano, che non mi lasciano entrare! E l'Uomo a terra che bussa sono Io: Gesù fuori dalle Mura di Roma, e i lupi circondano le Mura. E' grande questo Mistero, ma non vi scandalizzate, figliuoli. Il mio nemico sta gettando ancora il suo strascico di coda  confondendo i miei Figli Ministri, portandoli dinanzi ai tesori del mondo, cancellando dai loro cuori il Segno della Croce ed il Santo Vangelo. Io chiedo ad ognuno di voi di pregare: Pregate, pregate col cuore. Io ho messo nelle vostre mani il mondo. Ora, dovete combattere voi, dovete pulire il Sangue che bagna ancora le Mura. Vedete, figliuoli, i flagelli cadono ancora sull'umanità e vi invito a pregare per la Pace, perchè nel mondo non c'è Pace; i Grandi non mi accolgono, non vogliono riconoscerMi, e voi sapete bene che la Pace scende dal Cuore della Croce, non può venire dagli uomini! Figli, Io mi poggio su di ognuno di voi e vi ho donato la Stanza della Quercia. Vedete, figliuoli cari, Io ho lasciato crescere le Radici e niente e nessuno può cancellare il mio Progetto; e il Progetto del Cuore Immacolato di Maria viene dal Cuore di Fatima; si adempirà nel mondo intero solo quando Io lo decido; è in questo Luogo, ma nessuno di voi conosce ne l'ora e neanche il giorno. State attenti al mio nemico, non lasciatevi confondere dalla sua nebbia, dal suo rumore; Io vengo nella Quiete e nel Silenzio della Croce a parlare al mondo intero e ad ognuno di voi: Voi che siete tutti i miei figli, e mi siete costati cari.  Figliuoli, il mio Dono che ho donato ad ognuno di voi è il Sangue e la Carne. Quando ho abbracciato il Legno Santo vi ho amati, ma il mio Amore non ha prezzo: non potete pagarlo con nessuna moneta, SOLO CON L'AMORE POTETE PAGARE, ma deve essere Pieno, deve essere "Sì":quel "Sì" che apre il cuore come Io l'ho aperto per ognuno di voi. Figli, mi amate ancora? (Tutti) SI' (Gesù) Volete portare con me la Croce?  (Tutti) SI' (Gesù) Io la porto per voi, figli; e Io sarò sempre pronto ad allargare le braccia per ognuno di voi e ad abbracciare il Santo Legno. Volete chiamarmi ancora Papà?  (Tutti) SI' (Gesù) Papà?  (Tutti) PAPA'  (Gesù) Bene, figliuoli, Io sono il vostro Papà e voi tutti siete i miei pargoli. Siete pronti per i Tempi che scenderanno? o scapperete come i miei discepoli? Figli, i Tempi che verranno saranno duri; sarete perseguitati a causa del mio Nome. Siete pronti a questo? <attimo di titubanza> non sento nulla!  (Tutti) SI' (Gesù) chino il Capo e vi chiedo ancora di pregare, figliuoli. Ora lascio ardere i vostri cuori, vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vi porto la mia Benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo in mezzo a voi per Volere di Dio. Figliuoli, parlo un pò, a voi e ai figli che vogliono ascoltare ancora la mia Parola di Sacerdote. Figliuoli, cosa devo dirvi? Vedo che i vostri cuori sono gioiosi e tristi allo stesso momento. Guardo i cuori dei miei Fratelli Ministri e cosa devo dire? Fratelli miei, quante volte ho bussato ai vostri cuori portandovi la Parola di Gesù. Quante volte mi sono fermato a parlare, a dirvi: GESU' E' IN MEZZO A NOI E STA PARLANDO. Ora, Io ve lo dico dal Cielo: dal Paradiso, ma i vostri cuori si sono induriti e cosa pensate di fare? dove volete arrivare? conoscete bene il Vangelo. Fratelli miei, Fratelli Ministri, aprite il Vangelo Vivo di Gesù e gridate ai figli: GESU' E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, non è lontano come Lo fate credere, è vicino ed abita nei cuori di tutti i figli. Vi ho sempre parlato ma quanto poco sono stato ascoltato, figliuoli. Ora il Padre mi ha donato la Gioia di parlare ancora a tutti voi: a voi pargoli del mio cuore, a voi che siete miei discepoli perchè Dio vuole così. Io vi chiedo sempre di vivere il Santo Vangelo e di camminare sempre sulla Linea della Croce: sapete bene che rimane dritta e non si piega. Figli, voi che avete ricevuto il Nome dovete combattere di più; e non dovete essere gelosi dei Nomi: ricordate che Gesù ha scelto quei Nomi, e ad ognuno di loro ha donato un compito! Ora io chiamo altri due figli: Giuda e Giacomo, ACCOGLIETELI nei vostri cuori, nella vostra Famiglia: la Famiglia dell'Amore. E non spaventatevi per Giuda: non è il traditore . Figli, Io vi ho donato tutto quello che era dentro di me, quello che il Padre mi donava. Vi ho seguiti, ho donato a voi tutte le mie Gocce. Ora voi dovete combattere: portare avanti il Progetto che Dio ha donato a me. Chiedo ad ognuno di voi e ai miei cari: IO SONO VIVO MA VOGLIO VIVERE E DONARMI ATTRAVERSO DI VOI. Volete fare questo per me? (Tutti) SI' (Piccolo Giovanni) Ardo con i vostri Sì squillanti. Ma ricordatevi figliuoli: IL SI' IO LO VOGLIO DAL CUORE, NON DALLA BOCCA, come lo vuole Gesù. Figli, è bello stare con voi e parlare, ma ricordatevi: Gesù ha bisogno di voi in questi Tempi. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora andare avanti o fermarti? (Giulia) Con la Grazia di Gesù e il tuo aiuto, voglio andare avanti  (Piccolo Giovanni) Cocciuta del Cuore della Croce, vedi, guarda figlia <breve pausa> (Giulia) Don Mario, che significato ha? <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Guarda, ma non parlare <breve pausa>  (Giulia) Don Mario <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Tieni dentro di te ciò che hai visto (Giulia) Sì, SI', SI' (Piccolo Giovanni) Ecco, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce: Chino il Capo e alzo la Destra , e chiedo ad ognuno di voi di alzare con me la destra <tutti alzano la (mano) destra>. Figliuoli, ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo e di vivere nell'Amore di Dio amandovi gli uni gli altri. Dio mi ha mandato in mezzo a voi a guidarvi. Ora i Tempi sono Pieni ed il Parto è ormai sceso sull'umanità. Figli, non lasciate Gesù solo, ma combattete, e come Gesù ha donato il suo Sangue e la sua Carne, fatelo anche voi per i vostri nemici e per l'umanità. Io l'ho fatto per ognuno di voi, figli, e la mia Destra è sempre alzata. Ora, figliuoli del mio cuore, preparatevi per la Pasqua. Preparatevi col cuore aperto e pregate: pregate, pregate, pregate. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire, ma non temere Io e Gesù ti siamo vicini; e voi, figliuoli: SOSTENETELA. La Piccola Cocciuta tiene nascosto nel cuore il Mistero del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo: il Progetto che vivete è Grande, figliuoliIo ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma sono qui in mezzo a voi e vi amo, figli, non ho dimenticato nulla di voi. E state attenti perchè vi rimprovererò ancora come ho sempre fatto nell'amore: ardete con me, figli.  (Gesù) Ecco, ho lasciato ardere i vostri cuori col vostro Giovanni. Ora vi invito ad essere pronti e preparati, perchè il Banchetto è qui, è in mezzo a voi. Siete forse stanchi? (Tutti) No (Gesù) volete stare con me <i Piccoli Giovanni interrompono Gesù> (Tutti) SI' (Gesù) fino all'alba? (Tutti) SI' <piccolo sorriso da parte di tutti> (Gesù) pensate che Io non conosca i vostri cuori? vi lascerò tra poco non temete. Figliuoli, sono pronti i vostri cuori per venire al banchetto? avete tolto tutto quello che non mi appartiene? .......mi inchino .........dinanzi a tutti i figli che portano il Nome Nuovo: VI AMO. Grandi Progetti ho su di voi.  Mi sono poggiato con la Croce e lascio assaporare i Dolori, figli. Ora, preparatevi, perchè lo Sposo è qui e vuole mangiare con ognuno di voi. Figli, non fatemi commuovere perchè anch'Io mi commuovo come Giovanni. Vi amo, venite figliuoli. Sposo porta la sposa. Eccomi, sono qui dinanzi a voi e vi guardo. Quanto vi amo, tanto da bere e mangiare con voi del Nuovo. Figli, guardatemi come Io sto guardando voi. Io sono in mezzo a voi in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. La mia Gioia è Piena:   è stare in mezzo a voi, e di venire ad abitare dentro di voi come un Bambino che viene ad abitare nel Cuore della Mamma, il Bimbo che non vi appartiene viene in mezzo a voi e rimane con voi. Ecco il mio Sangue, ecco la mia Carne. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Gioite e fate festa con lo Sposo che è in mezzo a voi. Bevi anima mia <6° grido>, mangia con me. Ecco l'Amore che scende sull'umanità. Ecco il Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato ed Addolorato di Maria. Figliuoli, Io vi sto dando il mio Sangue e la mia Carne e il Banchetto dello Sposo è pronto per ognuno di voi. Il Pane dei Cieli viene ad abitare nei vostri cuori. L'Agnello Immolato si spezza e si dona. Telesforo, mangia e bevi con me. Alla fine della Preghiera ...... ma non siate gelosi, figliuoli del mio Cuore. Vedete, il Pane spezzato a parte lo metterete nel Tabernacolo e lo bagnerete col Sangue. Non vi scandalizzate per le cose nuove che ascoltate: non è la Piccola Cocciuta a parlare ma sono Io a parlare. Ecco, figliuoli, il mio Amore è Pieno, e i Misteri che scoprirete piano piano, sono le Gocce che arrivano dal Cielo, perchè il Tempo è Pieno ed il Parto è Vivo in mezzo a voi. Non temete se rideranno di voi: l'hanno fatto anche con me e Io sono qui, ancora in mezzo a voi, e vi amo, figli. Ora chiedo ad ognuno di voi di chiamarmi ancora Papà  (Tutti) PAPA' (Gesù) Figli, figli del mio Cuore, quanto vi amo, quanto mi fate gioire quando mi chiamate Papà : Lo desidero sempre, fatelo! (Tutti) PAPA' (Gesù) Fatelo ancora (Tutti) PAPA' (Gesù) Figli, andate avanti e portate il mio Amore, la mia Pace, la mia Quiete, ma state attenti al mio nemico: figli, non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva. Figliuoli, rimanete sempre nella Quiete. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Amore lodando la Santissima Trinità. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora, e i Chiodi saranno ancora più lunghi; ma non temere Noi siamo sempre al tuo fianco: porta sempre i tuoi figli sulle tue spalle nel Fiume dell'Amore. Figlia mia, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Figliuoli, ora vorrei riposare un pò: mi cantate la Ninna Nanna? (Tutti) Sì <Canto della Ninna Nanna>

<la Mamma Celeste Inizia una breve Melodia e recita la seguente Lode>

Dormi, Bimbo che non ci appartieni, 

dormi nel cuore dei tuoi figli.

(Gesù) Ecco, figliuoli, ho gioito con voi. La mia Gioia è Piena: sia piena anche la vostra; e benedite e lodate il Padre per le Gocce che vi dona nei vostri cuori. Ora, unite la Catena Santa. Ricordatevi sempre che il Bimbo è in mezzo a voi e vi guarda, e quando pregate, i vostri cuori siano cuori di bimbi

Figliuoli, un Papà guarda tutti i figli come bambini, ed Io vi prendo per mano e vi invito a camminare e a portare l'Amore: l'Amore del Bimbo. Siete coscienti di tutto questo? del Mistero che state vivendo? Dio è in mezzo a voi, parla a voi, mangia e beve con voi e viene ad abitare nei vostri cuori(Bimbo) Come è Grande il Mistero: vivetelo con amore, e quanto uscite fuori non abortiteMi, figli. Ora preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. (Gesù)  Ecco figliuoli cari: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen. Riuscite a dire AMEN? (Tutti) Amen (Gesù) e così sia, figliuoli, e così sia (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) Come è grande il tuo cuore. Vi amo anch'Io, figliuoli del mio Cuore. Tu, Paolo, mi ami? (Paolo di oggi) (Gesù) Come è tenero il tuo cuore! Aspetto, mi amate? (Tutti)(Gesù) Vi amo anch'Io. Aspettatemi perchè verrò ancora a mangiare con voi, figli. (Giulia)  Come è Grande il tuo Cuore (Gesù) Amen, Amen, Amen, Amen, andate in pace e portate al mondo la mia Pace, figli.

 

Nomi Nuovi di questa sera:

Giuda Taddeo = Giacomo MARAGLINO di Massafra (TA); 

Giacomo          = Antonio DRAGONETTI di Montescaglioso (MT);

 

14.   Ven 23/03/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, ecco, Io vengo e porto con me la Croce, figli, tutto passa per Essa: Io L'ho portata e La porto. Voi cosa volete fare? volete la Pace o le gioie del mondo? Vigilate, figli, perchè il Parto è in mezzo a voi.  Ora vi lascio al Santo Giovanni di oggi  (Piccolo Giovanni) Figliuoli miei, con l'Ordine di Dio vi benedico tutti senza lasciare nessuno. La mia Benedizione sia augurio di Resurrezione e di Vita Nuova con Gesù e Maria. Voi sapete bene che Io sono innamorato di Maria. Sapete, figli, è una Mamma così Grande! E il suo Cuore è una Sorgente di Amore: RIFUGIATEVI NEL SUO CUORE; implorate Misericordia. Figli, come non vi accorgete di questa Mamma che aspetta col Cuore ardente tutti i suoi figli? Voi, cari  miei  di  Lauria,  volete  farmi  vivere  o  volete  farmi  quello  che  m'hanno  fatto  i  miei  fratelli  ministri?  GRIDATE  LA  MIA  VERITA'  PERCHE'  IO  L'HO  SEMPRE  GRIDATA . Con l'Ordine di Dio vi benedico tutti e vi amo, ma tengo sempre la Destra alzata. Tu, Piccola Cocciuta, vuoi accettare ancora Gesù che si poggia su di te per amore dei Sacerdoti? (Giulia) Sì don Mario, Lo voglio. Con la Grazia di Gesù.  (Gesù) Bene, Cocciuta, vai avanti <Giulia riceve il Dono dei Buchi dei Chiodi alle caviglie>. Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi: andate avanti e tenete alto il Santo Vangelo. Con voi benedico il mondo con la Croce Tremenda. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

 

         15.   Sab 24/03/2001, Stanza, more solito

Qui di seguito i messaggi:

a) Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.35)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Cocciuta del Cuore della Croce di Gesù, bevi anche in questa giornata i Calici del Cuore di Gesù, e immolati per l'umanità tutta con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce in mezzo a voi. Figliuoli cari, Io sono ancora qui in mezzo a voi. Per Volere di Dio mi inchino dinanzi all'umanità e ad ognuno di voi. Col Cuore di Mamma vi invito, figliuoli cari, ad aprire i vostri cuori alla Chiamata di Gesù che viene in mezzo a voi Vivo e Reale. Io vengo a portare il Santo Vangelo invitandovi sempre a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza dei cuori. Figli, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce ed il Santo Giovanni di oggi, vivo in mezzo a voi. Ecco, figliuoli, in questa giornata il mio Cuore di Mamma si apre, e voi sapete che la Capanna è venuta ad abitare nel mio Cuore per volere di Dio Padre. Ora, come Mamma, Io chiedo ad ognuno di voi di vivere la Capanna Beata della Croce. Gesù è venuto in mezzo a voi ad unire il suo Legno ai vostri cuori. E come Mamma, Io, vengo in Ubbidienza al Padre, a chedere ad ognuno di voi: SIETE PRONTI AD ABBRACCIARE IL GESU' BAMBINO CHE E' VENUTO IN MEZZO A VOI? IL GESU' CHE HA ALLARGATO LE BRACCIA SUL LEGNO SANTO DELLA CROCE PER DONARVI LA VITA ETERNA? Figliuoli cari, vedete, i Tempi che state vivendo sono i Tempi dell'Amore Pieno di Dio che scende su di voi: il Parto Vivo in mezzo a voi. Ma state attenti al mio nemico, figliuoli, non dategli spazio; sapete bene che il suo strascico di coda sta trascinando molti miei Piccoli Giovanni, e molti Figli Ministri cadono nella sua rete. Il mio invito di Mamma è di vivere la vostra vita per Dio, aprendo i vostri cuori e camminando sulla Linea dell'Amore del Padre, e conoscete bene che la Via e la Porta sono strette. L'Amore è l'Unica  Arma che vi fa camminare abbracciando la Croce e vivendo nella Povertà e nell'Amore del Padre, del Figlio, e dello Spirito Santo. Figliuoli cari, vivete questi giorni nell'Amore di Gesù, nell'Amore della Croce, nell'Amore del Bimbo che abita nella Stanza della Quercia. Figliuoli cari, vi invito ancora a pregare per il Papa e per le Mura di Roma. Il mio Cuore di Mamma gronda Sangue: CONSOLATE GESU', AMATELO, FATELO CONOSCERE, PORTATELO LUNGO LE VIE, E DITE AI FIGLI: DIO E' IN MEZZO A NOI E VIENE PERCHE' CI VUOLE SANTI, COME CI HA CREATI. Figliuoli, vi invito ancora a non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera: amatevi gli uni gli altri, usate carità, abbracciate e perdonate i vostri nemici. Dio Padre vi guarda dal Cielo: TUTTI SIETE FIGLI. Amate, amate, amate, amate, amate col cuore e preparatevi per i Tempi che scenderanno ancora sull'umanità. Vedete, Io sono Mamma dell'Amore, Mamma dei Dolori, Mamma che ha abbracciato ognuno di voi ai Piedi del Santo Legno: FATELO ANCHE VOI! per i vostri figli, per i vostri nemici. Inchinatevi dinanzi alla Croce: E' IL TESORO CHE DIO VI HA DONATO. Vi ha mandato il Suo Figliuolo Gesù ed è vissuto in mezzo a voi, ha parlato in mezzo a voi, ma i discepoli sono scappati. Ora chiedo ad ognuno di voi di rimanere vicinoa Gesù, fategli compagnia, dategli la mano. Figli, vedete quanto è Grande l'Amore di Dio? Io vengo in Umiltà ed in Ubbidienza a chiedere ai vostri cuori di tenere la Lucerna accesa, perchè non conoscete ne l'ora e neanche il giorno che Gesù verrà a chiedere, ad  ognuno di voi, il vostro operato. Quando Gesù verrà, ci sarete tutti? I vostri cuori saranno pronti a rispondere? Guardo i Pargoli e mi poggio su di loro. Come Mamma il mio Cuore gioisce. Crescete, fate sbocciare i Fiori che Gesù manda nei vostri cuori; e quando i Frutti sono pronti, offriteLi al Padre, figliuoli del mio Cuore. Vi invito ancora a vivere nella Povertà lasciando le cose del mondo. Vedete, il mio Gesù viene nel Silenzio, e dove ci sono i rumori non c'è la Parola. Ricordatelo: Io vengo a portarvi il Santo Vangelo ed è Uno Solo ed è bagnato dal Sangue dell'Agnello Immolato per tutti voi, per l'umanità. Figliuoli, voi che portate i Nomi Nuovi, COMBATTETE. Tenete alta la Spada che vi è stata consegnata: I Tempi sono Pieni ed il grano è pronto. Aspettate il Maestro col cuore aperto e la lucerna sempre accesa. la Piccola Cocciuta riceverà nel cuore altri due Nomi <Breve pausa>(Giulia) Sì Mamma, sì Mamma, Sì Mamma. (Immacolata) Figliuoli, vi chiedo di essere coscienti della presenza Viva e Reale in mezzo a voi: non dubitate. Il mio Cuore Immacolato Trionferà: la promessa è stata donata a Fatima. Tutti vedrete il Grande Sole brillare nei Cieli, ma quando Dio lo decide: è scritto nel Grande Libro, e la Promessa di Dio non viene meno come quella degli uomini. RIUSCITE AD ESSERE TUTTI PRESENTI QUANDO DIO SCENDERA'? chino il Capo e prego tenendo ferma la Mano del Padre. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire a causa del Nome  di Gesù: vuoi ancora camminare dietro Gesù?  (Giulia) Con la tua Grazia, Mamma, sì, lo voglio. (Immacolata) Bene, figlia mia, porta la Croce sulle sulle tue spalle e porta tutti i tuoi figli. (Giulia) Con la tua Grazia, Mammina mia. Perchè piangi, Mamma? sono io a farti piangere? (Immacolata) No, figlia, sono i figli della perdizione, che trafiggono il mio Cuore ed il Cuore del mio Gesù. Prega e immolati per loro. (Giulia) Sì, Mamma. (Immacolata) Ora, volete ardere? vi lascio il Santo Giovanni di oggi a parlare con voi (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vengo a portarvi al mia Benedizione di Sacerdozio Eterno e Santo come Dio vuole. Mi siedo e parlo un pò con voi, figliuoli benedetti del Cuore del Padre. Vedo che state crescendo nell'Amore e nel numero. Bene, figliuoli del mio cuore, non vi parlo dall'Altare ma mi siedo e parlo ad ognuno di voi, al mondo intero che, ora che cammino nel Paradiso e parlo sempre di voi agli Angeli, ai Santi, alla mia fidanzata Maria, non vi scandalizzate vero? sapevate bene quanto l'amavo e quanto gridavo di Lei, per farla conoscere ed amare a tutti. Quale Tesoro ci poteva donare il Padre? una Creatura, una Creatura piccola e fragile che  ha aperto il Cuore e ha detto Sì, e quel Sì ha riempito il cuore di ognuno di noi: quel Sì c'ha donato Gesù, il Suo Figliuolo. Vedete quanto è misterioso Dio? Ha scelto questa Creatura tutta per se, Gli(Le) ha donato il Figlio, e Maria conosceva tutto dall'inizio: quel Figlio che avrebbe abbracciato la Croce per donarci la Vita Eterna. Io, ora, sono qui nel Paradiso di Dio, nel Giardino che ha preparato per ognuno di noi, e il mio cuore arde. Vorrei prendervi tutti e portarvi con me, ma presto verrete tutti nel Grande Giardino del Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Figliuoli, voi vi chiedete nei vostri cuori: COME E' POSSIBILE CHE DON MARIO PARLI ANCORA? Ebbene, Dio parla, e quando Dio parla i suoi Santi parlano pure. La Piccola Cocciuta sarà perseguitata, come anche voi, ma avete paura? Io ho gridato sempre la Verità e la griderò sempre. Vi ho invitato sempre a tenere alto e a vivere il Vangelo. Vedete, figliuoli del mio cuore, la Parola di Dio ascoltata col cuore diventa Viva dentro di voi, e chi è pronto a seguire l'Amore e a portare nei luoghi bui la Parola Viva di Gesù può capire: DIO PARLA. Gli Angeli, al Tocco di Dio, parlano. I Santi, al Tocco di Dio, parlano. E presto il Grido degli Innocenti salirà al Cuore del Padre, e il Padre dovrà ascoltare quel Grido: Io ho gridato sempre! Quando siete nel giusto, fatelo anche voi: GRIDATE LA VERITA' DELLA CROCE, portate la Verità della Croce al mondo intero. Figli miei, vedete, alla Piccola Cocciuta ho donato un compito: le Suore; ardeva nel mio cuore ed ora lo lascio ardere nel cuore della Piccola Cocciuta, ma chiedo ad ognuno di voi il Sì Pieno: il Sì che Maria ha donato al Padre. Ricordate bene, figliuoli: non ci siano gelosie tra di voi. L'Amore che ho sempre cercato di donarvi, di farvi capire, il Mistero che stiamo vivendo è Grande, e non potete comprenderlo con la mente: è più facile che lo capiscono i bambini, perchè dovete diventare come loro per entrare nel Cuore del Padre. Dovete finirla di essere gelosi gli uni degli altri: DIO E' DI TUTTI. Il Padre vi ha partorito come ha partorito me, e sono ritornato nella Sua Casa.  Figliuoli, vi chiedo ancora di essere coscienti e di vivere questi Attimi di Paradiso col cuore aperto. Vi chiedo ancora di pregare per i miei cari, alzando ancora la Destra, e poggiandola sul cuore chiedo: FATE LA MIA ULTIMA VOLONTA', ASPETTO LA MIA MESSA, figli. Ora mando ad ognuno di voi il Bacio del Piccolo Giovanni: custoditeLo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Io sono sempre al vostro fianco. Ora vi guardo e bacio ognuno di voi: uno per uno, ora non mi stanco più come prima, figli. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli, ho fatto ardere i vostri cuori donandovi il Santo Giovanni di oggi, Vivo in mezzo a voi. Ebbene, figli, vivete questa giornata amando tutti. Preparatevi per la Pasqua, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e vivete abbracciati al mio Gesù: questo è l'Augurio che vi fa il mio Cuore di Mamma, figli. Ora, Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi, in Ubbidienza al Padre, a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi invito ancora: STATE ATTENTI AL MIO NEMICO, non dategli spazio, figli. Tu, Piccola Cocciuta,  gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Figliuoli, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore del Fuoco dello Spirito Santo. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli. Portate il mio saluto ai vostri cari, agli ammalati, non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera, figliuoli del mio Cuore.

 

b)  Messaggio del Bimbo e di Gesù (ore 16.30)

(Bimbo) Eccomi, nella Quiete e nell'Amore, Io sono qui in mezzo a voi. Nella Quiete mi inchino dinanzi a voi. (Gesù) Figliuoli del mio Cuore, portate la mia Luce, la mia Croce e il mio Bastone. Portate la Croce. Vai avanti Franco Vincenzo: fammi compagnia ancora. (Bimbo) Io sono qui in mezzo a voi: nella Quiete e nel Riposo.  (Gesù) Vi offro il mio Sangue e la mia Carne. Gioite con lo Sposo Vivo in mezzo a voi. Amate con lo stesso Amore che Io ho donato a tutti voi, figli del mio Cuore. (Bimbo) Ecco, Io sono qui nella Quiete, dormo nei vostri cuori: Il Bimbo che non vi appartiene è dentro di voi. Cullatemi e donatemi il vostro amore. (Gesù) Oh, voi figli che camminate con me la Via Dolorosa, non fermatevi, ma tenete alta la Santa Croce: presto Io verrò a liberarvi. Gioite perchè lo Sposo è qui con voi. ...........Ecco, sia Pace Piena tra di voi; e non scandalizzatevi: Sono Io a parlare, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce. Rimanete nella Quiete, perchè Io sono sempre qui in mezzo a voi e vi amo, figli.   

 

annunciati altri due Nomi Nuovi:

Natanaele = Giovanni SEMERARO di Massafra (TA); 

Mosè          = Saverio Mario Francesco SUMMA di S.MARZANO (TA);