LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù

 

GIOVANNI E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, PERCHE' DIO VUOLE QUESTO

(dal messaggio del 29/03/2001)

Messaggi Tramite Giulia

 

 

       1. Dom 25/03/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi e immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù in mezzo a voi. Figlia mia, porta la Croce con Gesù. Bevi i Calici che ti hanno preparato <1° grido> (Giulia) MAMMA! (Immacolata) Figlia mia, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Vengo a portare il Santo Vangelo, invitandovi a viverLo nell'Amore della Croce e nella Pienezza, figliuoli del mio Cuore. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi, e vengo a portarvi il Saluto dell'Angelo. Siete meravigliati di questo? Oggi è la Festa dell'Annunciazione, e come Mamma chiedo ad ognuno di voi ed al mondo intero: INCHINATEVI DINANZI ALL'AMORE DI GESU' E DONATE IL VOSTRO SI' PIENO. Vedete, figliuoli cari, Dio che si inchina dinanzi all'umanità, che bussa ai cuori dei Grandi della Sua Casa per potere entrare e portare la Pace. Figliuoli, in questa giornata pregate per i Figli Ministri. Pregate, pregate col Cuore. I Tempi ormai sono Pieni, e il Parto è in mezzo a voi, ma tutti hanno cancellato le Scritture di Gesù, la Parola Viva; l'Agnello che si è immolato viene messo da parte, viene cancellato: Dio non si può cancellare. Voi che siete stati sigillati siate pronti. Tenete sempre le lucerne accese e aspettate il Gesù che ha promesso di venire in mezzo a voi: il mio Figliuolo. Il mio Cuore di Mamma è triste, gronda Sangue nel vedere i propri figli che si perdono, cadono nella rete del mio nemico; e come Mamma non posso fare nulla! Vi invito a pregare. Figlioli, il mio Cuore è sempre aperto, come è aperto il Cuore di Gesù, ma se non bussate, se non ci cercate, noi non possiamo fare nulla.  Io, come Mamma, sto tenendo la Mano del Padre, ma ho bisogno di voi: un velo nero sta scendendo. Pregate e fermate quel velo, figlioli, perchè nelle vostre mani è stato messo il mondo, l'umanità, i figli. Voi che siete la Chiesa Viva, che siete le Spose: pregate e combattete con l'Amore. State attenti al mio nemico, figliuoli, usate amore, carità e perdono verso tutti, ma quando siete nel giusto del Vangelo, gridate la Verità dello Sposo. Figli, ora lascio ardere ancora i vostri cuori col Santo Giovanni di oggi, Vivo per Volere del Padre, in mezzo a voi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno in mezzo a voi. Figliuoli miei, mi siedo, chino il capo e parlo ai vostri cuori. Figli, sono stato in mezzo a voi e vi ho amati, come ho amato tutti coloro che bussavano al mio cuore e alla mia porta. Come Sacerdote ho vissuto in Pieno il Volere di Dio, e ora chiedo a voi di viverlo ancora di farmi vivere: NON CANCELLATEMI; NON DIMENTICATEVI DI ME perche' io non mi dimentico di voi, di tutto quello che abbiamo fatto insieme e faremo ancora, perchè io sono vivo, e voi lo sapete bene: Ma chino il capo e prego per quelli che non mi hanno accettato da vivo e che cercano di cancellarmi ora che sono salito al Padre. Lo so che faccio piangere tutti quando parlo, ma il mio cuore gioisce nel vedervi, ed è triste nel vedere i figli, i fratelli, che ridono ancora di me. Quante volte ho abbracciato il Legno della Croce ed ho pianto. Quante volte volevo chiudere la porta e non aprire ai Fratelli Ministri, ma amavo Maria: il Suo Amore, la Sua Tenerezza, mi facevano aprire la porta e accettare anche gli insulti, le derisioni. Voi, figliuoli, non scandalizzatevi se vi dico questo, e non fermatevi se rideranno di voi dicendovi: "Ah, ora don Mario parla? e chi lo fa parlare?" rispondete "DIO HA SEMPRE PARLATO E NON SI E' MAI FERMATO, E GLI UOMINI NON POSSONO FERMARE DIO" e chinate il capo se rideranno, ma non per tristezza, ma pregate per coloro che non capiscono: DIO  VIENE  IN  MEZZO  A  NOI  E  PARLA  E  NEL  SUO  AMORE  INFINITO  PUO'  TUTTO.Paolo, tu figlio mio, tieni alta la Spada e combatti. Guardavo nel silenzio il tuo cuore, il tuo operato, e mi sono poggiato su di te. Figlio, tieni alta con me la Destra e non temere niente e nessuno.A tutti voi col cuore aperto, vi chiedo di andare avanti, e vi amo. Figli, rimanete sempre uniti perchè io sono sempre qui in mezzo a voi. E al piccolo Vincenzo: figlio mio, sii sempre semplice e ama col tuo cuore. Ti sgriderò ancora, ma con amore, come lo farò con tutti, perchè vi ho amati e vi ho portati tutti con me: SIETE TUTTI NEL MIO CUORE, figli. Ora, vi chiedo di pregare per i miei cari: MA CIO' CHE E' GIUSTO FATELO!!  Io sono con voi a combattere, figliuoli. Chino il capo, alzo la Destra e invoco: PADRE! TU SAI CIO' CHE E' GIUSTO!  La Piccola Cocciuta comprende il gesto che io ho fatto, ma non spaventatevi, pregate, figli, pregate e ricordate: TENETE SEMPRE ALTO IL SANTO VANGELO.  Ora vi mando il Bacio del vostro Piccolo Giovanni: donatelo ai vostri cari, agli ammalati, ai figli che non conoscono l'Amore del Cuore di Maria. Sono sempre con voi, ma ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, ho lasciato ardere i vostri cuori col Santo Giovanni di oggi. Ricordate, figli, che Dio non deve chiedere il permesso a nessuno per fare i suoi Santi, e Dio è tutto. Ora, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, tu dovrai ancora soffrire a causa del Nome di Gesù. Dovrai portare ancora il peso della Croce sulle tue spalle: ma non temere, Noi siamo qui. (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Guarda, figlia mia, Giovanni mette nel tuo cuore altri due Nomi <lunga pausa> (Giulia) Grazie, Mamma. Grazie, don Mario.<breve pausa> Grazie. Mammina, posso baciare la mano a don Mario? (Immacolata) Si figlia mia <breve pausa>(Giulia) lo faccio per me e per tutti (Immacolata) Ora non commuoverti (Giulia) Si, Mamma (Immacolata) Bene, figliuoli cari, rimanete sempre nell'Amore di Dio, perchè siete le Pietruzze Vive del Cuore della Croce. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva di Gesù.  Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità, e consolate il Cuore di Gesù in questi giorni, figli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita  e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figlioli del mio Cuore. 

 

altri due Nomi Nuovi:

Simone    = Vincenzo CHIOVARELLI di Cosenza; 

Giuseppe = Francesco SPADAFORA di Rende (CS);

 

          2.   Giov 29/03/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti. Gioisci e fai festa nell'assaporare  i Santi Dolori del Parto Pieno della mia Croce. Siediti, Cocciuta, siediti, e assapora il dolce sapore del Parto Vivo della mia Croce in mezzo a voi. Figlia, sei pronta? (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù <1° grido e gemiti>. Gesù, il tuo abito è macchiato di sangue, cosa ti hanno fatto?  (Gesù) Figlia, assapora ancora i Santi Dolori e falli assaporare ai tuoi figli, all'umanità. Il mio abito è macchiato dal Sangue Innocente <2° grido>  (Giulia) Gesù  (Gesù) Vuoi ancora camminare con me e accettare i Santi Chiodi? (Giulia) Sì, Gesù, con la tua Grazia (Gesù) Togli le scarpe <breve pausa> (Giulia) Sono lunghi i Chiodi <3° grido>. Gesù, Gesù, <4° grido, gemiti, sofferenze e bevute> (Gesù) o vuoi fermarti, figlia mia (Giulia) No, Gesù, ma stringimi forte <5° grido>  <6° grido> (Gesù) Ecco, figlia mia, vuoi ancora bere il Calice con me? (Giulia) Sì, Gesù, con la tua Grazia <7° grido, bevute e gemiti>. (Gesù) Vuoi accogliere nel tuo cuore in'altra Spada (Giulia) Sì, Gesù, con la tua Grazia <8° grido>. Gesù (Gesù) Vieni, figlia, sali con me il Monte e guarda, ma non spaventarti di ciò che vedi <breve pausa> (Giulia) Gesù, Gesù <breve pausa>, fa qualcosa, Gesù. FERMALI! FERMALI! FERMALI GESU'! (Gesù) Guarda, figlia mia, vedi cosa fanno? (Giulia) Gesù, tu puoi fermarli. (Gesù) Io lascio liberi i miei figli (Giulia) Gesù, sono tutti sacerdoti! <breve pausa> Io cosa posso fare? <Giulia è molto impaurita> Gesù, perchè non fai nulla? (Gesù) Perchè mi dici questo, Cocciuta del Cuore della Croce? Io sto parlando! Tu vedi i Figli Ministri commettere queste cose, ma non sono Io a stare fermo, sono loro che non mi ascoltano, e non vogliono vedere (Giulia) Cosa posso fare, Gesù? (Gesù) Prega figlia mia e immolati con i Santi Dolori. (Giulia) Gesù, poggiati ancora su di me con la Croce (Gesù) Vuoi soffrire ancora? (Giulia) Sì, Gesù <9° grido>  (Gesù) Ecco figlia mia, ti ho accontentata, e insieme a te soffre la Piccola Pargola assaporando il mio Amore. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti e il Santo Giovanni di oggi. Sono venuto a portarvi la mia Pace, invitandovi sempre a tenere alto il Santo Vangelo e a viverLo nella Pienezza dei cuori. Siamo qui riuniti nella Stanza della Quercia; Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, come gli Angeli e i Santi e il Santo Giovanni di oggi. Voi siete coscienti di questo? o in qualche cuore cammina un ombra di dubbio? Sapete bene che Io conosco i cuori di ognuno di voi, e non potete nascondermi nulla. Figliuoli, i Tempi del Parto sono in mezzo a voi, e voi avete capito che significato ha il Parto? Figliuoli miei, Io vengo a preparare i vostri cuori all'Incontro. Vedete figliuoli cari, i Tempi ormai sono pieni e voi figli che siete stati sigillati, amati dal Cuore del Padre, sposati e battezzati, voi scelti con i Nomi Nuovi, dovete combattere chè gli Angeli stanno combattendo in Cielo e voi siete stati chiamati per combattere sulla terra. In questi tempi vi chiedo di stare attenti al mio nemico, figliuoli, non spaventatevi di ciò che ha visto all'inizio la Piccola Cocciuta, vi metterà per iscritto intero la scena che ha vissuto. Voi dovete essere forti nell'amore e combattere con la Spada dell'Amore del Padre. La Battaglia che dovete fare non è una battaglia di uccidere, è una battaglia di preghiera, di amore, perchè il male va combattuto con la Spada dell'Amore. Siete pronti per venire dietro di me tutti?  (Tutti) Si (Gesù) Figliuoli, il "Sì" deve essere pieno. Il Sì dovete prenderlo dal Cuore di Maria, e deve essere Sì col cuore aperto, perchè Io mi poggio su di voi. Vedete, figliuoli, i flagelli scendono sempre di più sull'umanità perchè i figli che accettano la Croce sono pochi, ed Io mi inchino dinanzi a voi chiedendovi: NON LASCIATEMI SOLO NELL'ORTO DEGLI ULIVI. NON SCAPPATE COME I MIEI DISCEPOLI, MA RIMANETE, PREGATE E DONATE TUTTO PER I VOSTRI FRATELLI. Amate e perdonate, usate carità verso tutti, e al primo posto portate i vostri nemici. Io sono il vostro Papà, e un papà ripete sempre le stesse cose ai propri figli. Ora che i Tempi sono pieni ve lo grido:  FIGLIUOLI, STRINGETEVI ALLA CROCE, e non lasciatela perchè è l'Unica salvezza. Io vi ho regalato il Paradiso che lo state distruggendo. Ora, figliuoli, vi chiedo di pregare per il Papa e per le Mura della Casa di Roma. Il mio Cuore è triste e gronda Sangue, figliuoli: voi non potete neanche immaginare ciò che avviene in quelle Mura; ed Io cosa devo fare? Il mio Cuore di Papà aspetta tutti i figli, ma chiedo di pregare forte, non a voce alta, ma forte col cuore. Figliuoli miei, vedete, Io vi sto preparando il Legno da portare: come lo porto Io lo dovete portare anche voi; ma non dovete spaventarvi: chi mi ama prenda la propria croce e mi segua. Chi di voi mi ama a questo punto? non sento risposte, chi di voi mi ama? (Tutti) Io (Gesù) Io sono pronto a portare la Croce per voi: Sono pronto ad abbracciarla; ma voi ci sarete tutti? (Tutti) Si (Gesù) Come era Grande il Sì di Maria! Imparate dalla Sua Scuola a camminare e a donare il Sì Pieno. Parlo a voi che siete qui riuniti e parlo al mondo intero. Figliuoli, il mio Cuore è triste fino alla morte, perchè vedo i miei figli che hanno lasciato la mia Via per prendere la via del mondo; e cosa posso fare? Il mio Cuore è aperto a tutti, ma vi lascio liberi. Ardo perchè voglio tutti salvi e tutti santi, ma in pochi sono i figli che guardano il Legno Santo: Ah! quanto ho gioito nell'abbracciarLo! e quanto gioia mi ha donato quel Legno nel farmi sentire tutto l'Amore che ho donato a tutti voi, all'umanità intera. Ma sono rimasto solo su quel Legno! Ai Piedi del Legno Santo è rimasta Maria, Madre mia e Madre vostra, e tutti gli altri sono fuggiti via. La folla che mi cercava e che ha visto i miracoli è scomparsa, e in pochi sono rimasti ai piedi della Croce. Come è stato grande per me quel dolore: vedere tutti i figli che si perdevano: non lo fate anche voi! non lasciatemi solo sul Legno della Croce. figliuoli miei. Vedete, il mio Cuore è triste e piange in questa serata nel vedere i flagelli che stanno scendendo in questo attimo. Pregate figliuoli, pregate, pregate e combattete con l'Amore. Vedete, figli cari, Io ho preparato un Banchetto per tutti voi e per i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Ma siano i vostri cuori liberi dalle cose del mondo, almeno in questi attimi. Stiamo insieme, non portate dietro gli affanni del mondo, e non pensate: sapete bene che non giovano alla vostra santità. Le cose del mondo non possono donarvi la Gioia Piena che vi porto Io: figli, vivete solo dell'Amore di Dio e donatelo a tutti come Io lo dono a tutti voi; e ricordatevi: il mio Amore non ha prezzo, e voi  non vendetelo ma donatelo così come vi viene donato, figliuoli cari. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire anche se il tuo corpo è straziato da mille dolori: Porta ancora con me la Croce e tutti i tuoi figli. Vedi, figlia mia, ancora non sanno camminare e vanno di qua e di la, cercandoMi lontano, non hanno ancora capito: IO SONO QUI IN MEZZO A VOI E DENTRO DI VOI. Non è un rimprovero. Figlia mia, ma tu che vedi ogni cosa, prendi per mano i tuoi figli e portali nel Fiume Santo (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Vedi, figlia mia, il Fiume diventa sempre più lungo e più largo, e Giovanni sta preparando ancora Barche. Vieni, figlia, vedi, Giovanni tira la Barca dove c'è Maria e il Bimbo che abita nella Stanza. (Giulia) Gesù, Gesù, fammi rimanere (Gesù) Piccola Cocciuta, tu ancora devi lavorare. Ora puoi portare i tuoi figli nel Fiume Santo, ma devi rimanere ancora con loro! (Giulia) Sì, Gesù, perdonami (Gesù) Bene, Cocciuta del Cuore della Croce, guarda, Giovanni sta aprendo un'altra Porta: tu guarda, non spaventarti, non dire ciò che vedi <lunga pausa>, anche se chiudi gli occhi vedi lo stesso (Giulia) Misericordia, Misericordia, MISERICORDIA, MISERICORDIA, Gesù, La chiedo per l'umanità, per tutti i figli   (Gesù) Bene, figlia mia, ora la Porta si chiude e invito tutti voi a tenere alto il Santo Vangelo. TeneteLo alto col cuore, figli, e preparatevi per la Pasqua che viene. Ora, lascio gioire i vostri cuori. Volete sentire il Santo Giovanni di oggi? (Tutti)(Gesù) e a me non mi volete? (Tutti) SI' (Gesù) Bene figliuoli, vi lascio parlare il vostro don Mario (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo in mezzo a voi. Figliuoli, vi guardo uno ad uno, e, grido sempre la Verità del Vangelo. Chiedo ad ognuno di voi di vivere non la vostra vita, ma di vivere la vita con Dio e per Dio. Vedete, l'errore che si fa vivendo sulla terra pensando di essere padroni di tutto: padroni anche della vostra vita. Ricordate che Dio vi ha fatto un dono: nascere; vi ha partorito dal Suo Cuore per essere figli della Croce, figli di vivere e servire la Croce. Ma un pò tutti ci siamo dimenticati che la nostra vita non ci appartiene: non è nostra, ma è di Dio. E le mura, le case che ci circondano non ci servono: Quando il Padre ci chiama dobbiamo lasciare tutto. E ci affanniamo, ci carichiamo di pesi che non giovano a salire dal Padre. Vedete, figliuoli cari, avete gioito quando avete ricevuto il Nome Nuovo? Ricordate bene: quel Nome non è vostro ma è di Dio, e dovete portarlo con l'Amore e la Povertà di Dio. Siete grandi dinanzi agli occhi del Padre, perchè vi ha chiamati a lavorare, e l'impegno è grande, ma la ricompensa è uguale per tutti, senza distinzione. Vi raccomando, fate come facevo io. "Giovanni" dal primo istante mi hanno dato il Nome di Giovanni, ed io lo portavo con semplicità, facendovi anche ridere, ma nel mio cuore era sigillato e lo è sempre perchè sono vivo. Voi lo portate sigillato nel cuore e lo tenete alto come il Santo Vangelo. .......(Piccolo Giovanni) sto sbagliando?<breve pausa> ma non rimprovero chi ha risposto: ero frettoloso anch'io nel dare le risposte, dando poco tempo a Gesù. E voi che siete i miei discepoli, fate come facevo io: rispondete prima. Ricordate che io sono rimasto sempre lo stesso: scherzoso, capriccioso e grido sempre. E ora devo gridare la Piccola Cocciuta: figlia, non spaventarti però (Giulia) Don Mario, cosa ho fatto? (Piccolo Giovanni) Ti devo rimproverare perchè piangi sempre, e l'ubbidienza dov'è? l'hai dimenticata? (Giulia) Perdonami, don Mario. Se mi metti all'ubbidienza anche nel piangere, lo faccio. Aiutami a non farlo  (Piccolo Giovanni) Non è ubbidienza è un rimprovero. Sai bene che io non voglio vedere nessuno piangere, ma gioire, perchè io sono vivo e sono sempre in mezzo a voi e vicino a tutti: non vi ho lasciati. Chino solo il capo pensando e guardando ai miei cari e chiedo a tutti voi di fare la mia ultima volontà. Ricordate bene quando dovevamo fare qualcosa insieme? dicevo: "si doveva fare quella cosa", ed io rimango sempre saldo <breve pausa> e questo silenzio <breve pausa> e chinare il capo <breve pausa> dico a voi che state lavorando .......Paolo, Telesforo, rimanete in piedi come Pilastri e combattete per la mia verità. Siete pronti per fare questo? (... Paolo, Telesforo) Sì  (Piccolo Giovanni) Non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno. Metto nelle vostre mani il Fuoco dello Spirito Santo, e gridate al mondo: GIOVANNI E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, PERCHE' DIO VUOLE QUESTO. Avete capito? (... Paolo, Telesforo) (Piccolo Giovanni) Bene, io sono sempre con voi ovunque andate, e quando parlerete, io parlerò attraverso di voi: NON ABBIATE PAURA. Chi vive dell'Amore di Dio non deve temere l'uomo: ricordate, queste parole. Tu, Piccola Cocciuta, non scoraggiarti e non essere triste. La Pasqua si sta avvicinando: donati come si è donato Gesù, perchè io sono sempre con te a guidarti. Cocciuta del Cuore della Croce, sii sempre Roccia e grida, quando sei nel giusto nel Vangelo, con i tuoi figli.  (Giulia) Sì, Gesù. Sì, don Mario (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli del mio cuore. E' bello rimanere con voi e farvi gioire: Ma voi credete che io sto parlando? (Tutti) Sì  (Piccolo Giovanni) sicuro? (Tutti) Sì  (Piccolo Giovanni) siete convinti <anticipando Giovanni>(Tutti) Sì  (Piccolo Giovanni) che Dio è in mezzo a voi? (Tutti) Sì  (Piccolo Giovanni) in questo Grande Mistero? (Tutti) Sì  (Piccolo Giovanni) d'Amore? (Tutti) Sì  (Piccolo Giovanni) Ah, quanti Sì donate! Figli, ricordate quando gridavo? quando alzavo la mano indicando chi aveva sbagliato a fare qualcosa tra di voi? e quanti figli si sono offesi nel vedermi puntare il dito su qualcuno di voi? anche su Telesforo puntavo sempre il dito, ma di nascosto lo dicevo alla Piccola Cocciuta: tuo marito mi ha fatto arrabbiare; e la Piccola Cocciuta stringeva le spalle, ma il mio gridare era un gridare d'Amore. Quanto vi ho amato e quanto vi amo ancora. Io che dicevo a Gesù che parlava troppo: ora sono io che voglio parlare sempre, e stare in mezzo a voi! Ah, figliuoli miei, come vorrei portarvi tutti con me: ma presto gioiremo nell'Amore del Padre. Ora vi invito a camminare sempre la Linea Dritta: la Linea di Dio, e tenere sempre alto il Santo Vangelo. Paolo, grazie per ciò che stai facendo: sei tenero come sempre, ed è bello come io lo desideravo, figlio mio, GRAZIE. Ora, dico grazie a tutti voi che mi portate nel cuore e parlate sempre di me: ma non dimenticate Gesù, figliuoli. Io sono il vostro don Mario, il papà che vi ha preso per mano e vi ha portato dinanzi al Legno della Croce. Ora, voi portate tutti i vostri figli dinanzi al Legno di Gesù e vivete solo per il Santo Legno. Vorrei rimanere ancora a parlare; vi chiedo di pregare, pregate, pregate per il mondo intero secondo le intenzioni del Padre e per i miei cari. Ricordate sempre di amare e perdonare i vostri nemici e di portarli al primo posto. Non siate tristi, ma ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre. Mando a tutti il Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Io sono qui in mezzo a voi. (Gesù) Ecco, figliuoli del mio Cuore, vi ho lasciato il Giovanni di oggi, ora preparatevi, perchè il Banchetto è pronto. Preparate i vostri cuori e siate coscienti che siamo Vivi e Reali in mezzo a voi. ...... Ora preparatevi, lo Sposo è qui in mezzo a voi e sta lasciando altri due Nomi nel cuore della Piccola Cocciuta <breve pausa>. Ora, Sposo, accompagna la sposa. Voi preparatevi.  Sono qui in mezzo a voi nell'Amore Pieno del Calice del Sangue e della mia Carne, e voglio far festa con ognuno di voi. Voglio bere e mangiare con tutti voi. Figliuoli, ecco il Calice del mio Sangue. Ecco la mia Carne donata all'umanità e ad ognuno di voi, figli. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Bevete e mangiate tutti con me e fate festa; e la vostra Festa sia Piena  e Gioiosa perchè lo Sposo è in mezzo a voi e si dona  nella Gioia, figli. Io vengo a mangiare del Nuovo con ognuno di voi: quanto è Grande il Mistero che viviamo insieme nell'Amore Trinitario. Ricordate che Dio si dona: Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo e il Cuore Immacolato di Maria. Gioite con me <Gesù teneramente si commuove>; è che il mio Cuore di Papà si commuove nel fare Festa con voi, figli. Eccomi, mi dono per Amore. Ecco il mio Amore che viene ad abitare dentro di voi, spose del mio Cuore. Figlia, bevi con me <10° grido> <11° grido>. Ecco l'Amore Pieno che ci unisce. Mangia il mio Cuore. Eccomi, Io sono qui;  nell'Amore Pieno mi dono. ............ Ecco, il Bimbo che viene cullato dal Cuore della Mamma. Venite tutti: BEATI VOI CHE MANGIATE AL BANCHETTO DELL'AMORE

 

<la Mamma Celeste Inizia una dolce Melodia d'Amore dedicata al Bimbo>

Oh, Bimbo, che non mi appartieni.

Oh Albero, che vivi nel Cuore 

del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Tu, che sei venuto per tutte le genti.

Oh Bimbo Nascosto, che doni la quiete,

rimani, rimani e bevi con me

il Calice dell'Amore.

Oh tu, Bimbo, che abiti 

nella Stanza del Cuore del Padre, 

canta le Meraviglie dell'Amore,

e donami la Quiete, donami la Croce,

donami il Tuo Tutto.

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

Oh, quale Gioia, 

abbracciare il mio figliuolo Gesù.

Oh Mamme, voi che portate nel cuore

il mio Figliuolo Gesù, 

gioite con la Gioia Piena.

Io, una Piccola Creatura,

ho abbracciato Gesù, nel mio Grembo,

e l'ho donato all'umanità,

per abbracciare il Legno della Croce.

Mamme, voi portate il mio Gesù,

perchè a voi l'ho consegnato.

Stringetelo ai vostri cuori e fatelo crescere,

e quando giungerà il momento

di abbracciare la Croce, 

abbracciatela con Lui, 

perchè sul Legno Santo

ho assaporato anch'Io i Chiodi.

Figlie, Mamme del Crocifisso,

è giunta l'ora di raccogliere il grano,

di farlo crescere.

 

Ecco, Io sono qui in mezzo a voi e mi sono donato. Sono venuto ad abitare nei cuori di ognuno di voi: non gettatemi via, non abortitemi quando uscite fuori dalla Stanza della Quercia, dal Paradiso che vi ho preparato, figliuoli. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta. La Gioia Viva del Padre è dentro di voi. Figliuoli, rimanete con me nella Quiete. Figli, Io ora vi lascio ma sono sempre con voi, e verrò sempre a portarvi la Parola Viva. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Sono commosso con voi perchè ho gioito nell'Amore Pieno, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la Tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria. Figliuoli, mi amate voi? (Tutti) Sì (Gesù) Mi amate voi? (Tutti) Sì (Gesù) MI AMATE VOI?(Tutti) SI' (Gesù) Io vi amo con tutto il Cuore, ed è aperto per ognuno di voi e per l'umanità. Ora con me cantate la Ninna Nanna al Piccolo Giovanni <Canto della Ninna Nanna>. Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie. Ora legate la Catena Santa e ricordate: quando pregate non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera; e in questi giorni, consolate il Cuore di mia Madre: figliuoli, una Mamma che vi ha donato la Croce. Preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Figliuoli, ricordate sempre: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia. Figli, andate in pace e portate a tutti la Pace del Cuore che ho lasciato in mezzo a voi: il Bimbo. (Giulia)  Gesù, come è Grande il tuo Cuore. Com'è Grande (Gesù) Venite tutti ad abitare nel mio Cuore (Giulia)  Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, figli,  e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA'. (Gesù) Grazie, Pargoli del mio Cuore. Rimanete nella Quiete perchè Io sono qui in mezzo a voi e vi bacio. (Giulia)  Grazie Papà.

 

due Nuovi Nomi stasera:

Andrea  = Pietro MATTEI di S. Lucido (CS); 

Simone  = Pietro SIRIANNI di Montalto Uffugo (CS);

 

     3.   Ven 30/03/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, cercate la Porta e non lasciateLa. Rimanete saldi e non spaventatevi di chi uccide i vostri corpi, preoccupatevi delle vostre Anime, non sporcatele con le cose del mondo. Questo dovete rispondere: Sì Sì o No No, sia chiaro per voi questo, perchè i Tempi sono Pieni. Ora vi lascio ardere con il Santo Giovanni di oggi  (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vi benedico, figli del mio cuore, e vi invito ad essere pronti a combattere con Maria la Battaglia dell'Amore. Piccini del mio cuore, vivete secondo la Legge di Dio e non dubitate di me: la mia Linea è stata sempre la Croce, e voi sapete che la Croce è Viva in mezzo a voi. Pregate per chi non mi ama, consolate voi il mio cuore: parlo a voi che portate il Nome Nuovo. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora consolare Gesù? (Giulia) Sì, don Mario (Piccolo Giovanni) Bene, rimani salda e sempre cocciuta. Gesù si poggia ancora su di te: AMALO COME SAI FARE TU E NON TEMERE NIENTE E NESSUNO.(Giulia) Sì, don Mario <Giulia riceve il Dono dei segni di N.7 Spine sulla fronte> (Gesù) Ora voi, Quattro della Santa Croce, andate avanti e tirate con me la Barca carica del mio Santo Vangelo. Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

 

      4. Dom 01/04/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi e immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù in mezzo a voi. Figlia mia, bevi con Gesù i Calici <1° grido> (Giulia) Mamma (Immacolata) Figlia mia, vedi com'è il mio Gesù, viene flagellato per l'umanità, per ognuno di voi. Io sono qui a portarvi i Suoi Dolori, il Suo Amore, la Sua Croce e il Santo Vangelo. Vengo in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi Vivo e Reale con Gesù. Vedete figliuoli, in questa giornata esalto il Cuore della Mamma. Io sono Mamma, e ognuno di voi è Mamma dei Dolori, perchè una mamma accoglie nel suo cuore qualsiasi dolore. Io per prima ho accolto il Dolore di un Bimbo che non mi apparteneva: IL DOLORE DELLA CROCE, e i vostri bimbi vi appartengono? sono vostri perchè Dio ve li dona, e Dio li riprende. E lo stesso Dolore che Io ho provato lo assaporate anche voi, e il sapore è il Sapore della Croce che una Mamma accoglie nella Pienezza del Cuore: il bimbo che gli(le) viene donato, e i Dolori sono enormi, figliuoli cari. Ecco l'invito che vi chiedo in questa giornata; figliuoli miei, non distraetevi quando Io parlo. L'invito di questa giornata è di portare ovunque andate la Parola Viva di Gesù; e portando la Parola aprite i vostri cuori: APRITELI NELLA PIENEZZA.  Il vostro vivere sia vivere non per dare spettacolo, ma per fare gioire il Cuore di Gesù. Quando camminate e seminate la Parola Viva di Dio, non temete niente e nessuno; e se ridono di voi, figliuoli cari, chinate il capo e pregate, come faceva Gesù e come ho fatto Io nel portare Gesù nel mondo. Ho dovuto chinare il capo, ma non per vergogna, ma pregavo per quelli che non comprendevano: FATELO ANCHE VOI. I Tempi sono Pieni, figli, e vi invito a tenere alto il Santo Vangelo e a viverLo nella Pienezza dei cuori: parlo a voi e parlo al mondo intero. Per voi che venite a consolare il Cuore di Gesù e il mio Cuore, mi inchino dinanzi a voi e vi dico: GRAZIE; crescete e moltiplicatevi nell'Amore di Gesù e donatelo a larghe braccia, figliuoli del mio Cuore. Vi invito ancora a vivere questi giorni restando vicino a Gesù, e meditando i suoi Dolori, la sua Croce: meditatela col cuore, figliuoli, e salite con Lui il Monte, non lasciatelo solo. Vi invito a pregare col cuore grondante per i miei Figli Ministri. Sapete, figliuoli, li amo, ma pregate, pregate affinchè ritornino sulla Via di Gesù: la Via Stretta e fatta di Povertà, di Spine e dell'Unico Vangelo bagnato dal Sangue Innocente, bagnato dall'Agnello Immolato per tutti. Piccola Cocciuta, dovrai soffrire ancora e portare sulle tue spalle tutti i tuoi figli; prega per il Papa e per le Mura di Roma. Ve lo ripeto sempre: i flagelli ancora non si fermano, figliuoli, pregate per quelle Mura. Io vi amo e voglio tutti i miei figli a gioire con me nel Giardino del Padre: non tardate, figliuoli. Ora, volete ardere ancora un pò? vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre vi porto la mia Benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo, come vuole Dio. Mi siedo un pò. Figliuoli del mio cuore, in questa giornata il mio cuore è triste, ma non per voi. Ora che cammino nel Paradiso e vedo l'operato dei miei Fratelli Ministri, anche se lo conoscevo bene, il mio cuore diventa triste: Quanto poco credono nella Parola di Gesù. Ah, figliuoli cari, pregate; l'esserino, come lo chiamava e lo chiama la Piccola Cocciuta, si sta divertendo confondendo i Figli Ministri e Fratelli, facendogli lasciare Gesù, e al posto di Gesù mettono i personaggi grandi del mondo che non possono dare salvezza nè pace. La Pace viene dalla Sofferenza e da Dio: ma chi accetta Dio? chi accetta Gesù? e la Madre Sua? Gesù diceva: "potete contarli sulle dita di una sola mano", ma io ora vi dico che non è neanche completa tutta la mano. E il mio cuore è triste per questo. Figliuoli, pregate, chè non conoscete ciò che è scritto nel Libro del Padre: non lo conosco neanche io. Ma chino il capo e guardo ognuno di voi. Pensate, il Padre ha messo nelle vostre mani il mondo; e ad ognuno di voi sta donando un Nome Nuovo: RIUSCITE A COMPRENDERE COSA VUOLE DIO DA VOI? Dio che vi chiama per aiutarlo; Lui, che potrebbe far tutto in un solo istante, ma chiede aiuto ai Suoi figli sigillati: COME SIETE IMPORTANTI PER DIO! Io sentendo questo mi prostro per terra: non so cosa sentite nei vostri cuori; siete convinti che Dio vi ama e vi ha dato un compito da fare? tenere alto il Vangelo e gridare: GESU' E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, DIO E' VIVO ED E' IN MEZZO A NOI, MARIA E' VIVA E CAMMINA CON NOI, CI PRENDE PER MANO, E COME BIMBI CI PORTA DINANZI ALLA CROCE DEL SUO FIGLIUOLO. E quale dono vi può dare lo Spirito Santo? il Fuoco per ardere e parlare apertamente della Parola Viva che viene in mezzo a voi. Figli miei, discepoli miei, come Dio vi chiama, ed io sono contento di avervi come discepoli. Vi sgriderò ancora, come sempre, ma il mio gridare era un gridare d'amore: ardevo e ardo ancora per farvi capire il Mistero che stiamo vivendo. Figliuoli, rimanete saldi nell'Amore del Vangelo. La Piccola Cocciuta è rimasta salda da sempre, e niente e nessuno gli cambia la testa cocciuta che c'ha, chè Dio gliela rende ancora più cocciuta. Sapete perchè? la Roccia non diventa sabbia, ma rimane Roccia, e voi sapete bene che Dio è Roccia. Ebbene, figliuoli, la  Piccola  Cocciuta  è  stata  mandata  dal  Padre,  e,  dalla  Roccia  cosa  può  venire?  La  Roccia  di  Dio. Non so se riuscite a comprendere cosa sto dicendo, ma è chiaro. Vedete figliuoli, io vi ho invitati a combattere e a fare la mia volontà: NON STATE SBAGLIANDO. Io quando dovevo agire non guardavo niente e nessuno: ora, siete voi che dovete agire per me. Io sono Vivo perchè voi mi fate vivere: riuscite a comprendere questo? E' Grande il Mistero della Santità: Dio manda i Suoi Santi sulla terra per farli vivere attraverso i figli; forse ancora non riuscite a comprendere, ma presto capirete ogni cosa, perchè Dio viene a liberarvi, e quando saremo tutti insieme rideremo per tutte le cose che abbiamo fatto, le cose che non abbiamo capito subito. Figliuoli, io sono sempre Sacerdote: ricordatelo, e vi invito a rimanere saldi nell'Amore della Stanza della Quercia: IL  BIMBO  E'  SEMPRE  CON  VOI  E  ARDE  D'AMORE  PER  OGNUNO  DI  VOI. Ora, vi chiedo di pregare per quelli che non mi amano, e non mi hanno amato: non hanno ascoltato il Grido del Giovanni di oggi. Pregate per loro, figliuoli miei, pargoli del mio cuore, e discepoli come Dio vuole. Tu, Piccola Cocciuta, non temere niente e nessuno: VAI AVANTI. (Giulia) Con la Grazia di Dio, vado avanti. Mamma, posso chiedere una cosa a don Mario nel cuore? (Immacolata) Si, figlia mia.<breve pausa> (Giulia) Grazie, Mamma. Grazie, don Mario.<breve pausa> (Piccolo Giovanni) Non c'è bisogno di chiedere(dire) grazie, figlia <breve pausa>. Figliuoli, mi amate ancora? (Tutti) Sì (Piccolo Giovanni) <breve pausa>Vi amo più di prima.<breve pausa>e rimanete sempre bambini come vi ho conosciuto e man mano vi ho cresciuto. Figliuoli, io sono qui in mezzo a voi, non vi ho lasciato neanche un istante. Guardo e leggo i vostri cuori e parlo attraverso di voi: di tutti. Ora vi mando il Santo Bacio del Piccolo Giovanni. Rimanete vicini a Gesù, figli. Io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. Vi stringo forte forte al mio cuore. (Immacolata) Ecco, figliuoli, ho lasciato ardere i vostri cuori col Santo Giovanni di oggi. Vi invito ancora ad amare, a perdonare, a usare carità verso tutti: al primo posto mettete i vostri nemici, e il vostro amare fatelo partire dal cuore, poggiandolo sulla Croce, figliuoli. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi, a portare la Parola Viva del mio e del Vostro Gesù. Figli, ricordate che la Via di Gesù è segnata dai Dolori e dal Legno Santo: NON LASCIATELA PER PRENDERE QUELLA LARGA SENZA DOLORI E SENZA IL LEGNO, figli. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita  e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria: FATELO ANCHE VOI, figliuoli. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia. Nel cuore della Piccola Cocciuta Giovanni ha lasciato altri due Nomi: accoglieteli nella Famiglia della Santissima Trinità che vive in voi. (Giulia) Grazie Mamma, grazie.

 

due Nuovi Nomi:

Noè              = Franco VALENTINO  di Montalto Uffugo (CS); 

Bartolomeo  = Vittorio MARANO di Cosenza;

   

        5.   Giov 05/04/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti. Gioisci e fai festa nell'assaporare  i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Fallo assaporare ai tuoi figli, all'umanità, ai Grandi. Figlia mia, gioisci con i Santi Dolori <1° grido>, sposa del mio Cuore, e gioisci con me nell'abbracciare la Croce <2° grido e gemiti>. Figlia, togliti le scarpe <breve pausa>. Ora vieni, cammina con me sulle Sante Spine (Giulia) Tienimi per mano, Gesù <3° grido>. (Gesù) Ecco, queste Spine sono le offese che recano al mio Cuore e al Cuore di mia Madre, i Grandi della Casa del Padre. (Giulia) Gesù, perchè piangi Lacrime di Sangue? (Gesù) Figlia mia, guarda perchè piango Lacrime di Sangue <breve pausa> (Giulia) Gesù, quei sacerdoti cadono in un fosso. Prendili, Gesù  (Gesù) Non sono Io a farli cadere, Cocciuta del mio Cuore, ma sono loro che mi hanno lasciato. Vuoi aiutarli? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Abbracciati al Legno <4° grido>, accetta i Santi Chiodi <5° grido>. Vuoi ancora aiutarli? (Giulia) Sì, Gesù. Con la tua Grazia  (Gesù) Bevi questo Calice, ma stai attenta, è amaro (Giulia) Gesù, aiutami: ho paura di gettarLo <molte bevute>. (Gesù) Bevi, c'è ne rimasta una goccia sola <6° grido>. Ecco, figlia mia, vedi,  non cadono più nel fosso <i sacerdoti>. (Giulia) Grazie, Gesù. Poggiati ancora su di me: MA SALVA QUEI SACERDOTI. (Gesù) Ecco cosa dovete fare: ACCETTARE I CALICI AMARI, E ALZARE I FIGLI MINISTRI CHE CADONO NELLA RETE DEL MIO NEMICO. Pregate in questi giorni. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo qui in mezzo a voi a portare l'Unica Verità: e vi invito sempre a tenerLa alta. Io vi porto il Santo Vangelo, figliuoli, non vengo a cambiare nulla di ciò che è Antico, ma vengo a scaldare i vostri cuori con la mia Parola Viva  di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Ecco, figliuoli, Io sono qui, seduto in mezzo a voi come stavo seduto in mezzo ai miei discepoli e parlavo; parlavo delle Cose del Padre mio, come ora parlo a voi, preparandovi alla venuta in mezzo a voi: alla venuta che tutti vedrete. Io ho promesso che sarei tornato in mezzo a voi, ed è ora che sto preparando la Culla dove scendere e manifestare la Luce e l'Amore, perchè Dio viene nella sua Luce e nel suo Amore infinito a portare la Pace, la Gioia, la Letizia, sul paradiso che avete sporcato. Vedete figliuoli cari, il Legno che Io ho abbracciato per donarvi la Vita Eterna è il Legno che vi darà la Gioia Nuova: la Gioia di vivere nell'Unico Amore che Io ho abbracciato, l'Amore della Croce, e non c'è salvezza se non accogliete quel Legno: parlo a voi e parlo al mondo intero. Il Legno che mi ha abbracciato ha raccolto i battiti del mio Cuore e li ha portati al Padre: è il Legno che scenderà in mezzo a voi a donarvi i battiti del Dio Antico, del Dio che non ha cancellato nulla di ciò che vi ha donato da sempre. Vedete figliuoli, Io vi ho abbracciati perchè vi ho amati da sempre e non vi ho mai lasciati un istante da soli. Voi, quante volte mi avete lasciato solo! quante volte vi siete allontanati dal Legno della Croce!  Ma Io vi aspetto sempre e sono sempre pronto ad allargare le braccia, ad accogliervi, perchè siete i miei figli; vi ho amati e vi amo attimo per attimo. Ora vi chiedo di preparare la Pasqua nell'Amore, nella Pace. La pasqua del mondo non è la mia Pasqua: la mia Pasqua è amarsi gli uni gli altri, e risorgere nell'Unica Povertà del Legno Santo: quel Legno Povero ma Ricco, che vi ha donato la vita; il mondo non può donarvi la vita, figliuoli miei. Vedete, pargoli del mio Cuore, le Barche sono pronte, e Giovanni Le sta preparando per ognuno di voi. Ognuno deve salire sulla propria Barca, ma portando la Croce e tenendo alto il Santo Vangelo; e voi sapete bene che la Barca è la Chiesa Nuova che Io sto costruendo su di voi. Sono pesanti queste parole! e voi che le sentite vi spaventate un pò: ma non dovete avere paura, Io ho promesso queste cose! e la Scrittura Antica rimane sempre. Ricordatelo: niente e nessuno può cancellare il Progetto del Padre. E Giovanni vi parlava delle Barche, e ci scherzava un pò sopra: Anch'Io scherzavo con i miei discepoli. Un papà con i figli scherza, e ricordate che Io sono un Papà Capriccioso. Ma ora, figliuoli miei, vi chiedo di essere coscienti di ciò che sto dicendo. NON DUBITATE DELL'AMORE DI DIO CHE SCENDE SU DI VOI: le Gocce scendono su tutti i figli, e la Piccola Cocciuta Le raccoglie per prima, come raccoglie i Santi Dolori che passano Vivi attraverso di lei. Figliuoli, vedete, ci sono poche anime che si lasciano trafiggere: aprite i vostri cuori e abbracciate in pienezza la Croce; abbracciate in pienezza i Santi Dolori, perchè solo Essi vi porteranno dinanzi al Trono, quel Trono Santo che aspetta ognuno di voi, perchè siete tutti figli, ed Io non voglio perdervi. Ora vi chiedo di pregare per le Mura di Roma e per il Papa. Figliuoli miei, non dimenticate quelle Mura: PREGATE, PREGATE, e siate convinti della Preghiera fatta col cuore; e sapete bene: se la Preghiera è fatta col cuore i miracoli scendono sull'umanità; l'Amore scende sull'umanità e i flagelli si fermano, ma dovete ardere e bruciare d'amore. Il mio Amore è ed è stato così Grande da bruciare e risorgere: preparatevi anche voi a risorgere nell'Amore del Fuoco dello Spirito Santo.  Vi chiedo ancora di pregare per i vostri nemici: amate e usate carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori della Santa preghiera; non lasciate i miei vecchietti,  non lasciate i miei bimbi, non lasciate i carcerati, non lasciate i figli emarginati, non lasciate nessuno ma abbracciate tutti ai vostri cuori: se fate questo ad uno dei piccoli lo fate a me, perchè Io abito dentro di loro. Se venite a visitare uno di questi piccoli, venite a visitare me, ed Io apro le braccia e vi benedico con l'Amore Pieno, figliuoli. ECCO LA FESTA CHE CHIEDO AD OGNUNO DI VOI. LA  PASQUA  CHE  DOVETE  VIVERE  E'  QUESTA:  AMARE  ED  ACCOGLIERE  TUTTI. Figliuoli miei, il Giardino, che è pronto per ognuno di voi, è ricco di Santi Dolori: Siete pronti ad accettarLo? (Tutti)  Sì (Gesù) Volete abitare in questo Giardino? (Tutti)  Sì (Gesù) Figliuoli, i Dolori sono enormi: mi rispondete ancora di sì? (Tutti)  Sì (Gesù) Ho chinato un pò il capo, ma non è un rimprovero, perchè Io parlo a voi e parlo al mondo intero; vedo voi e vedo tutti, e quando chino il capo vedo i figli che si perdono, non camminano la mia Via, e il mio Cuore gronda Sangue. Figliuoli del mio Cuore, rimanete nella mia Quiete: Il Banchetto è pronto e lo Sposo è in mezzo a voi. Ma leggo i cuori di tutti i figli, figliuoli del mio Cuore, non spaventatevi, dovrete combattere, perchè la Battaglia del Cuore Immacolato di Maria è ormai scesa, e voi che portate i Nomi dovete combattere, ma non dovete aver paura: Maria cammina dinanzi a voi, e col Suo Amore combatte con voi, e il Cuore Immacolato di Maria Trionferà e con Lei trionferete anche voi, figliuoli del mio Cuore. Ecco,  il mio Cuore gioisce quando parlo e voi che cercate di ascoltare e di capire. Vedete figliuoli miei, il Mistero ancora non potete comprenderlo in pienezza perchè è Grande, ma qualcuno ha capito il Mistero di Giovanni e il Mistero della Piccola Cocciuta, e mi inchino dinanzi ai figli che hanno capito. Giovanni parlava a voi col cuore aperto, e vi ha donato tutto e vi donerà ancora. Voi dovete camminare sulla Via Stretta, non lasciatevi trascinare dal mio nemico: state sempre attenti, l'Amore vi fa stare legati alla Croce, la gelosia vi divide dalla Croce e vi allontana. Rimanendo uniti all'Amore potete combattere e cancellare il mio nemico. Figliuoli, l'Albero ha le radici profonde, e il mio Albero è la Croce: sia anche il vostro Albero, e i frutti che dovete mangiare sono i frutti della sofferenza, tenendo sempre alto il Vangelo dell'Agnello Immolato, perchè non ce ne sono altri, figli miei. Siete stanchi? (Tutti)  No (Gesù) Posso parlare? (Tutti)  Sì (Gesù) Ebbene, figliuoli, ora vi chiedo ancora: mi amate voi? (Tutti)  Sì (Gesù) Mi amate voi? (Tutti)  SI' (Gesù) Mi amate voi? (Tutti)  (Gesù) Mi amate anche quando poggio la Croce su di voi? (Tutti)  Sì (Gesù) PADRE MIO, GUARDA BENIGNO I TUOI FIGLI CHE GRIDANO AL TUO CUORE IL SI' DELL'AMORE. Figliuoli, sia il vostro "Sì" come il Sì che ho donato Io al Padre, perchè Io vi ho scelti e sigillati uno per uno, e il Sigillo che è su di voi è Sigillo dell'Amore di Dio. Ora lascio scendere su di voi il Fuoco: non fate come Giuda che mi ha tradito per trenta denari, ma rimanete con me nell'Orto a pregare per l'umanità. Il mondo è nelle vostre mani ed Io vi ho sposati tutti. Rimanete nella mia Quiete e portate con me il Legno della Croce. Ora lascio gioire i vostri cuori, vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, Vivo e reale in mezzo a voi. Figli, lo volete? (Tutti)  Sì (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Benedizione di Sacerdozio Eterno in mezzo a voi. Figliuoli del mio cuore, per Volere del Padre sono ancora qui, in mezzo a voi. Siete stanchi? <anticipando Giovanni> (Tutti)  No (Piccolo Giovanni) di sentirmi? (Tutti)  No (Piccolo Giovanni) Figli, io vi invito sempre a vivere nella Pienezza del Vangelo, e a camminare sulla Via che io vi ho lasciato. Benedite Dio per i Doni e le Gocce che manda su di voi. Figliuoli cari, vedete, io sono gioioso nel parlare ad ognuno di voi: ad invitarvi a vivere secondo la Legge di Dio. Ditemi un pò, vi mancano le mie prediche? (Tutti)  Sì (Piccolo Giovanni) Vi mancano anche i miei rimproveri? (Tutti)  Sì (Piccolo Giovanni) Sapete, quando parlo di voi con Gesù e Maria, parlo dei vostri cuori teneri, anche se Dio conosce tutto, io parlo, parlo sempre di voi: dei rimproveri, delle distrazioni che avevate quando io parlavo. Sapete, io osservavo tutto, vedevo chi mi ascoltava e chi non mi ascoltava, e nel mio cuore vi stringevo sempre di più, ed ora, a chi di voi devo far predicare? come sempre scatteranno le gelosie se invito qualcuno a parlare. Per ora parlo attraverso la Piccola Cocciuta come Dio vuole, ma presto  i  vostri  cuori  arderanno  e  parlerete  con  la  Parola  dello  Spirito  Santo. Figliuoli, vi invito a vivere questa Pasqua col cuore rivolto alla Croce. Telesforo, sei stanco? <breve pausa>  neanche mi rispondi?  (Telesforo di oggi)  C'ho sonno.  (Piccolo Giovanni) come sempre. Anch'io avevo sonno, ma rimanevo sveglio. Figliuoli miei, pargoli del mio cuore, vedete, i Misteri di Dio stanno ormai arrivando alle vostre porte. Dio si sta manifestando ovunque nel chiamare i figli, dicendo: Eccomi sono qua in mezzo a voi a bussare ai vostri cuori. Come un mendicante vengo a chiedervi di vivere la Verità del Vangelo: e l'Unica Verità Fonte Viva e Vera è la Croce e la Povertà della Croce. Ma quanti figli accettano l'invito di Dio che bussa ai cuori di tutti? sono pochi! ed io come Sacerdote grido sempre: non c'è salvezza senza la Croce; non c'è salvezza senza Dio; non c'è salvezza se non si apre la porta a Maria. Ricordatelo, gridatelo, figli, perchè a voi è stato donato il compito di gridare: DIO E' IN MEZZO A NOI E PARLA A TUTTI. Chino il capo nel vedere la Chiesa e i Fratelli Ministri rinnegare Maria e dire: I tempi moderni non parlano di Maria. Ahh! come mi si stringe il cuore nel vedere le porte chiuse a Maria e aperte ai Grandi del mondo. Ho sempre gridato e griderò ancora: ACCOGLIETE  MARIA  NEI  VOSTRI  CUORI,  FATEVI  GUIDARE  DA  MARIA,  COME  HO  SEMPRE  FATTO  IO. Figliuoli cari, ora vi parlo un pò delle carte che io ho lasciato. La mia Volontà deve essere aperta a tutti come Dio è aperto a tutti. ....... Telesforo, Pietro, Piccola Cocciuta, a voi è stato donato il compito di fare in pieno la mia Ultima Volontà. E' giusta la via che avete preso. Io  combattevo  per  il  Vangelo,  e  ciò  che  ho  lasciato  è  Vangelo. Voi cosa volete fare, tenerlo alto o gettarlo a terra? rispondete! (.... Telesforo, Pietro, Piccola Cocciuta) ALTO! (Piccolo Giovanni) Bene figliuoli. Dico ai miei cari: VOLETE CHIUDERMI LA PORTA?   VOLETE VIVERE CON ME LA MIA ULTIMA VOLONTA'? <breve pausa> O CAMMINARE SULLE VIE CHE NON PORTANO AL VANGELO? Sono pesanti queste parole, ma sono io a dirle col permesso di Dio. FRATELLI DI SANGUE:   MI AMATE? <breve pausa>  MI AVETE AMATO?  Io conosco i vostri errori e potrei andare avanti nel parlare, ma il mio Cuore di Sacerdozio Eterno usa la Carità, e ancora  una  volta  chiedo  LA   MIA  MESSA. Non spaventatevi, figliuoli, leggo i vostri cuori e chiedo ad ognuno di voi: MI AMATE? (Tutti)  Sì (Piccolo Giovanni) Camminate perchè siete nel giusto: il Vangelo deve stare alto. Tu, Piccola Cocciuta, non temere niente e nessuno, vai avanti e prega per coloro che trafiggono il tuo cuore. Io sono sempre al tuo fianco, e col permesso di Dio ti sigillo; tu sigilla tutti i tuoi figli col Bacio del Piccolo Giovanni: custoditeLo sempre nei vostri cuori, sapete bene che è uno Scudo. Figli, io vi amo e non scandalizzatevi della mia durezza nel parlare forte: l'ho sempre fatto, e mi avete accettato sempre; almeno penso o devo dubitare di voi? non mi rispondete "no"(Tutti)  No (Piccolo Giovanni) Vedete, io facevo le domande a Gesù! ora le faccio a voi: Gesù mi risponde sempre quando Gli chiedo qualcosa! Ora vorrei chiedervi una cosa: eravate convinti quando io ero in mezzo a voi, che il Padre mi chiamava Giovanni? (Tutti)  Sì (Piccolo Giovanni)  come eravate convinti?(Matteo di oggi) Tu eri la vita del nostro cuore (Piccolo Giovanni) e, chi vuole parlare ancora? (Qualcuno) Avevamo bisogno delle tue grida nel cammino di misericordia (Altri)  < non si percepisce nella cassetta> (Piccolo Giovanni) e chi pensavate che io ero? (Qualcuno) Il Battista! Elia! (Piccolo Giovanni)  I vostri cuori sono vicini a Dio! ........ Bene. Paolo, cosa arde nel tuo cuore? (Paolo di oggi) Tu lo sai cosa arde: un Fuoco (Piccolo Giovanni)  Fallo ardere! perchè ardeva anche nel mio. Bene, figliuoli miei, ora immaginate cosa diranno di voi i Grandi della Casa del Padre! Ridevano di quello che scrivevo io, di quello che il Padre lasciava scendere: rideranno di me e di voi! Vincenzo,  non mi sono dimenticato di farti gli auguri (Simone di oggi) Grazie, padre <mentre visibilmente commosso si inginocchia>(Piccolo Giovanni)  Ti stringo al mio cuore, e li faccio a tutti i figli, a tutti quelli che festeggiano: sapete che io per le feste ero così, un pò  <come per dire non molto propenso>, ma ero contento quando gioivamo tutti insieme. Però ora preparatevi a gioire per la Croce, per la Pasqua, e, nel giorno dell'Angelo gioiremo insieme, figliuoli del mio cuore. Ora, lascio nel cuore della Piccola Cocciuta altri due Nomi .(Giulia) Gesù, posso fare una domanda nel cuore a don Mario? (Gesù)(Giulia) <breve pausa> Sì. Sì. Sì. <breve pausa> Grazie Gesù, grazie don Mario (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, so che gioite, ma ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre, cari pargoli del mio cuore, rimanete nella Quiete  (Gesù) Ecco, figliuoli, vedete quanto Amore lascia scendere Dio su di voi? Siate coscienti e camminate sempre sulla Via fatta di Spine. Ora il Banchetto è pronto: spose, preparatevi e venite, perchè Io voglio mangiare con voi. Ho sete e voglio bere con voi. Liberate i vostri cuori dalle cose del mondo ed unitevi al mio Banchetto. Sposo, porta la sposa.  Ecco, Io sono qui, in mezzo a voi, e il mio Amore di Padre è Pieno. Ecco Dio che manda Suo Figlio a portare la Quiete. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Ecco il Calice del mio Sangue. Ecco la mia Carne. Mangiatene tutti e fate festa con lo Sposo. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco, Io mi sono donato: ho lasciato scorrere il mio Sangue bagnando il Legno Santo della Croce e donando la Vita Eterna ad ognuno di voi. Figli, fate festa con me e gioite perchè lo Sposo è in mezzo a voi e viene ad abitare dentro di voi. Bevi, anima mia <7° grido>, mangia il mio Cuore. Ecco, Io sono qui in mezzo a voi a fare festa con voi, figli. .........Ecco il mio Amore che scende sull'umanità. Ecco l'Agnello che pasce e si dona ai suoi figli. Ecco il Cuore del Padre che si dona. Telesforo, mangia il mio Cuore e rimani nella mia Quiete. Beati  voi  che  cercate  la  mia  Porta  e  venite  a  mangiare  al  mio  Banchetto  di  Pace  e  di  Luce  Piena. Ecco il Bimbo che è in mezzo a voi viene cullato dal Cuore di Maria. 

<la Mamma Celeste Inizia una dolce Melodia d'Amore dedicata al Bimbo>

 

<Il Bimbo inizia una dolce Lode a Maria>

Oh, Cuore Trafitto di Maria,

che hai accolto tra le braccia il tuo Figliuolo Gesù.

Tu, che hai assaporato i Dolori

che Gesù ha donato al Tuo Cuore di Mamma.

Oh, Maria, negli attimi della prova,

donaci il Tuo Cuore di Mamma

per sapere abbracciare Gesù,

come hai fatto Tu quando è stato sceso

dall'Albero della Croce.

Tu, Mamma del Cuore Trafitto,

insegnami il Tuo camminare,

il tuo saper portare Gesù nel mondo,

e dai Fratelli abbandonati.

Oh, Maria, Madre del Crocifisso, 

Madre della Croce Viva in mezzo a noi,

prendici per mano,

portaci alla Tomba di Gesù, e con Lui, 

facci risorgere nel Giardino della Vita,

nel Giardino del Vangelo Vivo.

Oh, Cuore di Mamma, fai ardere i nostri cuori,

falli vivere e battere solo 

per il tuo Unico Figliuolo Gesù.

E così sia.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

 

<Il Bimbo continua la dolce Lode a Maria>

Oh, Maria, tu che hai bevuto il Calice di Gesù,

Tu che hai assaporato i Bocconi Amari,

che il Padre ha messo nel Tuo Cuore,

insegnaci a vivere nella Povertà,

insegnaci ad assaporare i tuoi Bocconi.

Mamma dei Dolori, Mamma del Cocifisso,

crocifiggi anche me insieme al tuo Gesù.

 

(Bimbo) Piccola Cocciuta, bevi i Bocconi Amari che Gesù ti sta offrendo per l'umanità <8° grido>. (Immacolata) Anch'Io ho gridato nel berLi. (Bimbo) Ecco la Pasqua nuova che scende su di voi. Ecco il Bimbo che abita la Stanza della Quercia. Non scandalizzatevi di ciò che state udendo: E' DIO A PARLARE,  e i Dolori sono i Dolori del Crocifisso che passano attraverso le carni della Piccola Cocciuta, figli <breve pausa>. (Giulia) Gesù. (Gesù) La mia Pasqua è Piena ed è Risorta. L'Amore di Dio è in ognuno di voi, ed Io Vivo nei vostri cuori. Figli, non gettatemi via, ma fatemi crescere dentro di voi e donatemi: non lasciate nessuno senza il mio Amore, figliuoli del mio Cuore. Sono qui, dinanzi a voi e vi guardo uno ad uno, e nel guardarvi vi amo: Amatemi anche voi e gioite, perchè lo Sposo è venuto a visitarvi e a donarsi alle proprie spose. Figliuoli miei, Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo: LODATELO E BENEDITELO PER I FRUTTI CHE LASCIA SCENDERE SU DI VOI, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Ricordate: IO  SONO  IL  DIO  UNO  E  TRINO  E  NON  VE  NE  SONO  ALTRI.  NON  PROSTRATEVI  A  DEI  SCONOSCIUTI:  IL  DIO  CHE  VIENE  IN  MEZZO  A  VOI  PORTA  IL  SEGNO  DELLA  CROCE,  IL  SEGNO  DELLA  SOFFERENZA  E  LE  SPINE. State attenti al mio nemico: non dategli spazio. La Spada dell'Amore cancella il mio nemico: tenetela alta, tutti, figliuoli.   Ora, legate la Catena Santa, e pregate lentamente con la Santa preghiera di Padre. Ricordatevi che il mio Amore non ha limiti, e un Papà accetta tutti i suoi figli. Figliuoli miei, il Tempo dell'Amore è Pieno e Dio vi sta usando come semente: crescete e date i frutti, perchè Io vi amo; e quando pregate, ricordatevi sempre che Io sono il vostro Papà, e un papà dona tutto ai suoi figli quando è chiesto nel giusto del Vangelo. Figliuoli, preghiamo insieme  <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Io ho alzato il mio Corpo e il mio Sangue: riuscite a capire questo gesto? (Matteo di oggi) Sì ! (Gesù) Bene figliuoli, andate avanti e portate al mondo le Gocce che lascio scendere su di voi. Volete cantarmi la Ninna Nanna  (Tutti)<Canto della Ninna Nanna>. (Gesù) Grazie. Pensavate che non la chiedevo? Fate gioire sempre il mio Cuore. Pargoli, pascete nel mio Giardino e rimanete con me nella Quiete. Aspettatemi, Io verrò ancora a mangiare del Nuovo con voi. Tu, Piccola Cocciuta, porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli. (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù. (Gesù) Preparati a salire con me il Monte. (Giulia) Sì, Gesù. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, figlioli del mio Cuore,  e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA'. (Gesù) Grazie. Andate in Pace e portate la Pace e il Cuore che vi ho donato a tutti. Ma non mi abortite quando uscite fuori, figli. (Giulia)  Grazie, grazie, grazie. 

 

Nuovi Nomi di stasera:

Mattia    = Franco NIGRO di Cosenza;

Giacomo = Francesco MARANO di Cosenza

 

 

        6.   Ven 06/04/2001, ore 10.40

stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io vi ho amato da sempre e il mio Amore è Amore di Roccia. Figli cari,  imparate a camminare e a vivere per Dio, perchè voi siete di mia proprietà. Vedete come non c'è pace tra di voi? Figli, la Pace viene quando si vive per Dio: le grandezze del mondo non ve le ho donate Io. Figli, riconciliatevi  e  ritornate  nella  Casa  Povera. Ora vi lascio al Santo Giovanni di oggi  (Piccolo Giovanni) Figli, con l'Ordine di Dio vi benedico e vi invito ad essere Tabernacoli di Gesù nel mondo. Come sono cari i vostri corpi! Vedete che meraviglia vi ha donato Dio? Lui viene ad abitare dentro di voi: perchè volete sporcare i vostri corpi con le brutture del mondo e non far vivere Dio dentro di voi? Ah! Fratelli Ministri, voi che prendete nelle vostre mani il Mistero di Cristo, aprite i vostri cuori e vivete la Pasqua Eterna con Lui. Tu, Piccola Cocciuta, non fermarti: Dio ti ama e anch'io ti amo nell'Amore di Cristo. (Gesù) Ora, voi, Quattro della Santa Croce, andate avanti tirando con me Barca carica della Croce e del Santo Vangelo. Figli, vi amo tutti e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

ultimi chiamati con i Nomi Nuovi:

Francesco = Nicola CARTOLANO di Lauria (PZ);

Tobia         = Lorenzo DE CARO di Guardia Piemontese (CS);

Lorenzo     = Domenico DE GIOVANNI di Spezzano Albanese (CS);

Pasquale   = Santino CARNEVALE di Montalto Uffugo (CS);

Giorgio      = Giovanni MARANO di Cosenza;

Rocco        = Luigi PISANELLO di S.Giorgio (TA);

Giovanni   = Domenico AMATO di Rende (CS);

Gabriele    = Rocco FILICE di Rende (CS);

 

Tutti gli altri non chiamati direttamente: Porteranno davanti al loro nome di battesimo il prefisso Pio;

 

 

       7. Dom 08/04/2001, ore 15.25, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù in mezzo a voi. Figlia mia, sali il Monte con Gesù. (Giulia) Con la tua Grazia, Mamma (Immacolata) Figlioli cari, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi Vivo in mezzo a voi. In Ubbidienza al Padre, io vengo a portarvi il Santo Vangelo invitandovi a viverLo nei vostri cuori e a tenerLo alto. Figliuoli cari, io sono la Mamma del Crocifisso, del Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi per donarvi la Vita Eterna. In Ubbidienza a Dio io mi inchino dinanzi a voi e dinanzi all'umanità come Mamma dei Dolori, Mamma della Croce, Mamma dell'Amore. Figli, il grano è pronto e va raccolto. I Tempi del Padre sono Pieni e Vivi in mezzo a voi. Col Cuore grondante di Sangue, vi chiedo di pregare ancora una volta per le Mura di Roma, per il Papa; pregate per tutti i Figli Ministri che si sono allontanati dalla Via del Vangelo. Figliuoli, il mio Cuore di Mamma arde d'Amore per ognuno di voi, invitandovi a camminare sulla Via Stretta: la Via che porta alla Croce di Gesù. Vedete, il mondo sta andando alla perdizione perchè i figli che accettano la Croce sono pochi. Figliuoli cari, con Gesù prendete la propria Croce e camminate dietro di Lui. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore di Gesù, dovrai  ancora soffrire a causa del Nome di Gesù: ma non fermarti, consola Gesù col tuo Sì Pieno (Giulia) Sì, Mamma. Con la tua Grazia (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, io sono qui in mezzo a voi Viva e Reale. I vostri cuori fateli ardere per l'Amore Vivo del Santo Vangelo. Sapete bene che il mio nemico semina il suo odio: voi usate carità, amate e perdonate, e al primo posto portatemi i vostri nemici al Banchetto di Dio. Figliuoli del mio Cuore, vi chiedo ancora: state attenti al mio nemico! Figli, col suo strascico di coda sta portando via molti Figli Ministri nella sua rete di grandezza. Pregate in questi giorni, prostratevi ai piedi di Gesù e implorate misericordia. Vedete, figli, i flagelli ancora non si fermano. Il mio Cuore di Mamma vi invita alla Pace: ma non aspettate la pace degli uomini, chiedete la Pace di Dio, restando uniti all'Unico Vangelo dell'Agnello Immolato per ognuno di voi, figliuoli del mio Cuore. Ora lascio ardere i vostri cuori; vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo in mezzo a voi. Mi siedo un pò. Figliuoli, come Sacerdote Eterno e Vivo per la Grazia di Dio, sono qui a parlare in modo particolare ai vostri cuori. Figliuoli miei, chino il capo nel vedere le brutture del mondo e degli uomini, e invito ognuno di voi a distaccarsi dalle cose del mondo, a unirsi all'Unica Fonte zampillante dell'Amore di Cristo, il Cristo che io ho amato e abbracciato, e sempre portandoLo e facendoLo amare a tutti. Venivo deriso: ma il mio cuore ardeva  per l'Unica Verità, l'Unica Porta Aperta che è la Porta di Cristo e non ve ne sono altre. Cari pargoli del mio cuore, vi invito a consolare il Cuore dell'Addolorata, a prendere la Sua mano e a camminare con Lei; una Mamma vi porta dal Suo Gesù, voi portate i vostri figli da Gesù, e non cercate le cose del mondo che vi portano alla morte eterna. Liberate i vostri cuori dalle cose del mondo, e al primo posto portate i vostri nemici. Il Vangelo rimane alto, e va tenuto alto e portato nel cuore: sulla bocca non ha nessun senso. E voi conoscevate bene il mio parlare che veniva dal cuore: i rumori non li ascoltavo. Vi chiedo col capo chinato di pregare secondo le Intenzioni di Dio che sono le mie Intenzioni. Il Sacerdozio è unito a Dio ed è un tutt'Uno con l'Armonia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figliuoli del mio cuore, camminate con Gesù e vivete questa giornata nel Pieno della Croce. Tu, Cocciuta del Cuore di Gesù, vai avanti, e  non fermarti dinanzi a niente e a nessuno. Dio ti ha scelta come Roccia: sii forte, anima mia. (Giulia) Con la tua Grazia, Mamma; con la tua Grazia, Santo Giovanni di oggi; ma prendetemi per mano (Piccolo Giovanni) Sai bene che devi soffrire. Sulla terra non avrai gioie, ti è stato già detto: la Gioia Eterna si vive con Dio. (Giulia) (Piccolo Giovanni) Pargoli del mio cuore, vi invito ancora a pregare per i fratelli che non hanno un pezzo di pane, gli emarginati. Fate tutto quello che nel mio cuore è scritto sui fogli. Io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma sono sempre con voi e il mio cuore arde: fatelo ardere anche voi, figli. (Immacolata) Ecco, sono io, la vostra Mamma, la Mamma dei Dolori. Benedite Dio per le Gocce che vi lascia scendere nella Stanza della Quercia. Figliuoli, fate penitenza in questi giorni. Abbracciate Gesù e portateLo nei luoghi bui dove non lo conoscono: fatelo amare. Figli, come Mamma dei Dolori mando su di voi i Dolori della Croce di Gesù: ACCOGLIETELI NELL'AMORE TRINITARIO del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Vivete la Pasqua di Gesù nella Pienezza della Croce; e la Croce rimane unita e non si divide, ma i vostri cuori devono essere aperti all'Amore di Dio che scende in mezzo a voi, figliuoli tutti. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: l'Unica Verità del Santo Vangelo. Figliuoli del mio Cuore, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e portate i Frutti dell'Amore della Croce all'umanità intera, figliuoli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita  e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Mando ad ognuno di voi il Bacio del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli. Ecco la Croce: portatela con amore. 

 

 

SETTIMANA   dELLA   passione 

 

       8. Lunedì Santo 09/04/2001, Stanza  more solito  

 

a) ore 7.30 (Immacolata) Vieni, figlia, non spaventarti, sono Io la Vergine Addolorata (Giulia) Se sei tu, glorifichiamo (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. (Immacolata) Figlia, vuoi ancora aiutare Gesù? grida, figlia. (Giulia) Cosa gli stanno facendo? (Immacolata) Vuoi portare la Croce per Lui? (Giulia) Sì, Mamma. Lo voglio. (Immacolata) Bene, figlia mia, abbracciati a Lui. Ti benedico con la Croce. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

b) ore 8.30 (Immacolata) Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia, vuoi ancora aiutare ancora il tuo Gesù? (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Vieni, preghiamo insieme per riparare le offese che stanno facendo a Gesù. Gridalo, figlia (Giulia) Mamma, quanta pena mi fa (Immacolata) Aiutalo, figlia mia (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Porta la Croce con Lui. Ti benedico con la Croce. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

c) ore 9.30 (Immacolata) Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia, vuoi salvare i Figli Ministri che non portano la Croce di Gesù? (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Figlia vieni. Figlia, prendi la Croce di Gesù e portala. (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Sali il Monte e preghiamo insieme. Ti benedico con la Croce della Risurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

     

       9. Martedì Santo 10/04/2001, Stanza  more solito  

 

a) ore 7.30 (Immacolata) Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia, vuoi ancora aiutare Gesù e accettare tutte le Sofferenze che Lui ti dona? (Giulia) Sì, Mamma. (Immacolata) Bene, figlia mia, fallo per i Figli Ministri (Giulia) Sì, Mamma, ma non piangere (Immacolata) Io piango per l'umanità che si perde. Tu consola il tuo Gesù. Ti benedico con la Croce della Resurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

b) ore 8.30 (Immacolata) Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia mia, coraggio. Vedi il tuo Gesù com'è sanguinante? aiutaLo! (Giulia) Sì, Mamma. Mamma. cosa gli hanno fatto? (Immacolata) Figlia, i Grandi del mondo lo stanno affendendo: immolati per loro e consola il tuo Gesù. (Giulia) Sì, Mamma, ma dammi la forza (Immacolata) Stringiti alla Croce, figlia. Ti benedico con la Croce della Resurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

c) ore 9.30 (Immacolata) Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia, grida e non spaventarti. (Giulia) Mamma (Immacolata) Figlia mia, vuoi ancora consolare Gesù? (Giulia) Sì, Mamma. Tu lo sai che amo Gesù. (Immacolata) Bene, figlia mia. Preghiamo insieme col capo chinato perchè le offese sono troppe. (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Ti benedico, figlia, con la Croce della Risurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

         10. Mercoledì Santo 11/04/2001, Stanza  more solito  

 

a) ore 7.30 (Immacolata) Vieni, figlia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia mia, vuoi ancora aiutare il tuo Gesù? (Giulia) Sì, Mamma. Lo sai che Lo amo. (Immacolata) Come è tenero il tuo cuore, figlia mia. Abbracciati alla Croce (Giulia) Sì, Mamma  (Immacolata) Ti benedico con la Croce della Resurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

b) ore 8.30 (Immacolata) Vieni, figlia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia mia, sei uno strazio. Vuoi ancora aiutare Gesù o ti vuoi fermare? (Giulia) Mamma, amo troppo Gesù, come faccio a fermarmi? (Immacolata) Figlia, guarda come soffre ed è solo nell'Orto degli Ulivi. AmaLo con i tuoi dolori. (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Ti benedico, figlia, con la Croce della Resurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

 

c) ore 9.30 (Immacolata) Figlia, vieni, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia mia, vieni, prendi la mia mano. Preghiamo per la Volontà di Gesù. Vedi, figlia, quanti flagelli stanno cadendo sull'umanità? Vuoi pregare? (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Bene, figlia mia, consola Gesù, stringiti alla Croce  (Giulia) Sì, Mamma, ma tienimi per mano (Immacolata) Non temere, figlia. Ti benedico con la Croce della Risurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

         11. Giovedì Santo 12/04/2001, Stanza  more solito  

 

a) ore 7.30 (Immacolata) Vieni, figlia mia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. (Immacolata) Figlia, vuoi ancora portare la Croce per il tuo Gesù? (Giulia) Sì, Mamma, lo voglio (Immacolata) Bene, figlia mia. Ti benedico col Legno della Resurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

b) ore 8.30 (Immacolata) Vieni, figlia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia mia, quanto stai soffrendo per il tuo Gesù. Vuoi fermarti? (Giulia) Mamma, lo sai che amo Gesù! (Immacolata) Come è grande il tuo cuore! Figlia, vai avanti. Ti benedico con la Croce della Resurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

c) ore 9.30 (Immacolata) Vieni, figlia, glorifichiamo il Signore (Insieme) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. (Immacolata) Figlia mia, guarda il tuo Gesù come soffre. Vuoi portare tu la Croce per Lui? (Giulia) Sì, Mamma. Mamma, perchè Gesù piange? (Immacolata) Figlia, piange per i Figli Ministri che ridono di Lui. Vedi, figlia, cosa ne fanno del Vangelo? lo hanno messo sotto i piedi e Gesù piange. (Giulia) Mamma, fallo poggiare su di me (Immacolata) Si, figlia mia. Ti benedico con la Croce della Risurrezione. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

d) ore 21.04  (Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti. Gioisci e fai festa nell'accettare  i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce in mezzo a voi. Figlia, siediti. Abbraccia in pieno i Santi Dolori <1° grido> (Giulia) Gesù, cosa t'hanno fatto? (Gesù) Quello che hanno fatto a te, figlia: MI HANNO FLAGELLATO E INCHIODATO. Bevi per me i Calici Amari dei Dolori <2° grido>. Guarda, figlia, guarda l'umanità cosa mi offre. Vuoi venire ancora dietro di me? (Giulia) Con la tua Grazia <breve pausa>. (Gesù) Devi salire il Monte, figlia, e portare sulle tue spalle il Legno Vivo: il Legno Verde. (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Prega, figlia mia, per tutti i figli che mi amano solo con le labbra. Grida quando sei nel giusto del Vangelo con i tuoi figli; e non temere niente e nessuno. Vedi quanto è grande il mio Amore per ognuno di voi? Il carico è pesante, ma Io lo porto con Amore Pieno, e chi mi vuol seguire, prenda in pienezza la propria croce e mi segua: non per comodità, perchè Io non sono un Dio che fa favori.Il mio Amore è poggiato sulla Croce ed è l'Unica Ricompensa che dono ai miei figli: Il Legno Vivo della Croce. E Maria, Madre Addolorata, col capo chino, implora quel Legno per l'umanita, per ognuno di voi. Come siete preziosi al Cuore di Maria!, l'Addolorata Madre mia e Madre vostra. In Ubbidienza al Padre gira pellegrina per il mondo a portare il Cuore del Vangelo: il Cuore di Dio all'umanità, ed Io vengo in mezzo a voi con l'Unica Ricchezza: IL SANTO VANGELO E LA CROCE. Quell'Albero che ha accolto i miei battiti del Cuore, è stato bagnato dal mio Sangue ed ha assaporato l'Amore del Padre per donarlo ad ognuno di voi. Come guardate quell'Albero Vivo, figliuoli? Io chino il capo e vi dico che l'umanità non Lo guarda! è presa dalle cose del mondo! Ah, figliuoli del mio Cuore! Ah, quanto vi lasciate trascinare dal mio nemico! Vedi, Piccola Cocciuta, guarda (Giulia) Gesù, Gesù, Gesù (Gesù) Non mettere le mani nel fuoco. (Giulia) Salvali! Salvali, Gesù. (Gesù) Dono ad ognuno di voi il compito di salvare queste anime che cadono nella rete del mio nemico. Abbracciatevi alla Croce, figli, portateLa con me e consolate il Cuore dell'Addolorata. Figlia, il tuo corpo è straziato, vuoi camminare ancora con me? (Giulia) Gesù, lo sai che ti amo, non ti lascio. (Gesù) Bene, Cocciuta del mio Cuore, guarda ancora le Mura di Roma <3° grido>. (Giulia) Gesù, il Papa è per terra. E' bagnato di sangue (Gesù) Alzalo con i tuoi dolori. (Giulia) Sì. Sì. <4° e 5°  grido strazianti>. (Gesù) Coraggio, anima mia. Guarda ancora <molti sospiri di Giulia>. (Giulia) Gesù, dove mi porti? (Gesù) Vieni, figlia, apri questa Porta <breve pausa> (Giulia) Gesù, Gesù, ci sono 24 Sacerdoti. (Gesù) E tu conosci i volti e i nomi <breve pausa>. Ora non parlare di ciò che vedi. (Giulia) Gesù, è bello tutto questo. (Gesù) Guarda ancora <breve pausa>. Bene, figlia mia, ora hai compreso il Mistero? (Giulia) Si, Gesù (Gesù) Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Il Banchetto è pronto! e le spose sono pronte per venire a far festa? a bere e a mangiare con me? Figliuoli, siamo riuniti nella Stanza della Quercia nel Mistero del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Ai miei discepoli dovrei lavare i piedi, ma a uno per uno lascio scendere su di voi il Fuoco dell'Amore: lava tutto, figliuoli. Voi che portate il Nome Nuovo, tenete alto il Santo Vangelo: gridate la Verità della Croce e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno. Vedete, Io sono sempre pronto ad allargare le braccia e a lasciarmi inchiodare, per ognuno di voi, per l'umanità intera; voi volete far questo? siete pronti per seguirmi? la mia Via è stretta ed è segnata dalla Croce. La via larga porta alle brutture del mondo, ed Io vengo in mezzo a voi per donarvi la Quiete, l'Amore, la Pace e la Santa Sofferenza che si unisce al Legno Verde della Croce, figliuoli. Guardo e ascolto i cuori di ognuno di voi e vi chiedo di essere coscienti della mia Presenza Viva e Reale in mezzo a voi. Non temete, Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per donarvi la Vita Eterna. Figliuoli del mio Cuore, vedete, Io mi servo di una piccola creatura per parlare, e attraverso di Lei e del Giovanni di oggi passa il Parto Vivo della Croce: il Mistero Nascosto del Cuore del Padre. Siete coscienti di tutto questo? Il Mistero Vivo che abita nella Stanza è il Bimbo! ma non pensate di capire con la mente, ascoltate i vostri cuori, figliuoli, perchè il Mistero della Trinità non si può capire con la mente.Io sono solo nell'Orto degli Ulivi a pregare il Padre per ognuno di voi; voi cosa volete fare? pregare con me?, sento un sì (Tutti)(Gesù) perchè aspettate così tanto per rispondermi? I vostri cuori fanno alti e bassi, ma parlo a voi e parlo al mondo intero; voi almeno mi rispondete un sì traballante, forse ancora con delle riserve. Non è un rimprovero, figliuoli, ai miei discepoli ne facevo ancora più grandi, d i rimproveri, a voi dono le Gocce del mio Amore e chiedo, ad ognuno di voi, di tenere sempre alto il Santo Vangelo; non voglio sentire mormorii quando parlo, figliuoli, mi sento messo da parte se parlate quando Io sto parlando: Io ascolto i vostri cuori, voi perchè fate fatica ad ascoltare la mia voce? Vuoi soffrire per questo? (Giulia) Sì, Gesù <6° e 7°  grido strazianti> (Gesù) Grazie per aver riparato, anima mia. (Giulia) Gesù, ti chiedo perdono per i figli che non ascoltano la tua Parola, anche in questo luogo. Poggiati sempre su di me, Gesù (Gesù) Grazie Cocciuta del Cuore della Croce. Grazie Roccia Viva del mio Cuore. Vedi come il mondo mi ama? Vedi come mi mettono da parte? Figlia, consola il Cuore di Maria: nel vedere i suoi figli che si perdono, gronda Sangue; raccoglilo il Sangue e bevilo <bevute> . Siete stanchi?  (Tutti) No. (Gesù) Posso ancora parlare? (Tutti)(Gesù) Bene, figliuoli del mio Cuore, ora vi parlo del Legno Santo: il Legno dell'Amore. Mi hanno preparato un Letto fatto di legno, e come coperta mi hanno donato i Chiodi. Com'era grande la gioia di aver ricevuto quel Letto! Beato il figlio che accoglie in pienezza quel Legno dove Io ho dormito per Amore. Figliuoli, quando siete affaticati e oppressi dalle cose del mondo, poggiatevi sul mio Letto e con me amateLo, come ho fatto Io. Sapete, figliuoli, quel Letto è Vivo ed è Verde! ed è pronto per ognuno di voi che vuole abbracciarLo. Non spaventatevi di questo. Figli del mio Cuore, vedete, la Piccola Cocciuta l'ha abbracciato da quand'era pargola e Lo porta con amore. Figliuoli, sapete bene che è stata mandata a voi dal Padre: è un Mistero, e i Misteri di Dio crescono nell'Amore e nei Santi Dolori <8° grido>. Ecco, figliuoli, vi chiedo ancora di pregare per il Papa. Amate, perdonate, usate carità verso tutti, e in questi attimi portatemi i vostri nemici: non lasciate nessuno fuori del Segno della Croce. Figliuoli miei, il mio Cuore di Papà aspetta tutti. Io non guardo i figli che trafiggono il mio Cuore: IO LI AMO E LI ASPETTO PER FAR FESTA AL MIO BANCHETTO D'AMORE. Ora volete ardere? (Tutti)(Gesù) Volete ascoltare (Tutti)(Gesù) il Santo Giovanni  (Tutti)(Gesù) di oggi (Tutti)(Gesù) Ah, quanti sì! ebbene vi sta guardando e ride come sempre, ma non per prendervi in giro. Ora ve lo lascio parlare (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi, figli del mio cuore. Pace a voi, figliuoli, eccomi, sono qui in mezzo a voi. Con l'Ordine di Dio, porto la mia Pace che è la Pace di Dio. Figliuoli del mio cuore, quanto è grande la gioia nel vedervi tutti uniti e presenti alla Cena. Dio vi ha scelti e vi ha amati e vi dona, attimo per attimo, il Suo Cuore. Figliuoli, io sono sempre con voi, ovunque andate, non vi lascio un istante. Dio mi permette di fare questo, di vivere con voi, attimo per attimo di tutte le vostre giornate. Figli, preparate i vostri cuori per Gesù: fateGli compagnia, non lasciateLo solo: la vostra preghiera sia fatta col cuore. Ricordate bene quando io dicevo in mezzo a voi "non mi piace il rumore che si fa dietro le processioni", il mio cuore era "centrare il Cuore del Padre", con la preghiera, non col mettersi in mostra: "io faccio questo perchè tutti gli altri lo fanno". Il Crocifisso va seguito col cuore e con la preghiera piena; il girovagare per le strade, a fare spettacolo, non è da Dio. Figliuoli, il  mondo  sta  andando  alla  perdizione  perchè  la  Chiesa  non  si  poggia  sulla  Roccia  ma  sul  mondo, e il mio cuore diventa sempre più triste nel vedere tutti gl i spettacoli che fanno i miei Fratelli Ministri. Guardano le cose esteriori e non guardano il Crocifisso che è solo e gronda Sangue. Ah, figliuoli, quanto ho gridato e griderò ancora: CRISTO E' VENUTO IN POVERTA' IN MEZZO A NOI, E LA SUA POVERTA' E' LA CROCE.E' il Legno che tutti dobbiamo cogliere ed amare. I rumori  che si fanno al di fuori della Croce, Dio non li guarda, come neanche io li guardavo, e ancora oggi non guardo. Chiedo ad ognuno di voi di rimanere piccoli, poveri, ma legati al Legno Vivo della Croce. Io L'ho amato e Lo amo, ed ora posso gridarLo: cammino nel Paradiso con Gesù, gli Angeli e i Santi, e il mio cuore arde per ognuno di voi; che possiate gridare: "Anch'io voglio questo", ma ricordatevi bene: dovete lasciare le cose del mondo ed unirvi all'Unica Verità del Vangelo dell'Agnello Immolato, e sapete bene che è Uno Solo e non ve ne sono altri. Piccola Cocciuta, sei pronta per accogliere Gesù nei tuoi dolori? e non temere, non sarai sola (Giulia) Sì, Gesù; sì, don Mario, sono pronta, con la Grazia del Padre (Piccolo Giovanni) Bene, Cocciuta, non fermarti. Ora parlo un pò ai miei cari. Conosco i loro cuori e i loro pensieri. Chino il capo per questo e piango. ............(Piccolo Giovanni) PAOLO! (Paolo) Sì. (Piccolo Giovanni) PIETRO! <breve pausa> TELESFORO! (Telesforo)(Piccolo Giovanni) Tenete alta la Spada per combattere, e voi tutti i figli che portate il Nome Nuovo, venite dietro di me, tenendo la Spada e il Vangelo alto. Io l'ho sempre fatto e vi ho insegnato a camminare sulla Via Stretta. Ora è tempo di combattere. Il Cuore Immacolato di Maria trionferà, e chiama i Suoi soldati in terra, perchè in Cielo stanno già combattendo. Ma la Spada è Spada d'Amore: ricordatelo, figliuoli del mio cuore. Sono gioioso nel vedervi pronti. Rimanete sempre saldi: ma state attenti "all'esserino", come lo chiama la Piccola Cocciuta, è molto astuto. Nella Stanza non può entrare, ma quando uscite fuori non lasciatevi trascinare dalla sua luce falsa. Rimanete sempre saldi sulla Croce, e il vostro "Sì" sia Sì col cuore. Bene, pargoli miei, ora vi chiedo ancora una volta:"Chi dite che io sono? (Matteo) l'oggetto del Vangelo di stasera  (Piccolo Giovanni) aspetto ancora, non sento <breve pausa> (Giacomo) il Battista! Giovanni Battista (Piccolo Giovanni) ancora (Simone) <breve pausa> il Piccolo Giovanni (Piccolo Giovanni) state ripetendo tutti la stessa cosa (Tommaso) colui che sta preparando la strada per la venuta di Cristo <breve pausa> (Piccolo Giovanni) ancora non avete capito! <breve pausa> Quando ero dietro l'Altare mi chiamavano "il Giovanni di oggi", oggi mi chiamano "il Santo Giovanni di oggi". Chi è per voi il Giovanni di oggi? <breve pausa> (Mosè) hai parlato con la voce di Dio! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Sì. (Matteo) nella lettura di Isaia,  stasera c'era quell'aggiunta che Gesù aveva detto "oggi si è adempiuta questa scrittura", e volevano lapidarLo, Lo volevano... l'hanno insultato, così sei stato insultato anche tu perchè ti chiamavano oggi, e così saremo anche noi perseguitati perchè ci chiamano oggi. (Piccolo Giovanni) Hanno perseguitato il Figlio, e voi, che siete i discepoli, cosa vi aspettavate? <breve pausa>. Bene, figliuoli del mio cuore, il Mistero ancora è Grande e piano piano comprenderete. Io ora vi stringo tutti al mio cuore e vi sigillo col Bacio del Piccolo Giovanni, Piccolo Mario in mezzo a voi, e vi chiedo di tenere la Catena stretta, figliuoli. Vi amo, figli, e ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Gesù) Ecco, i vostri cuori si sono scaldati con l'Amore di Giovanni? (Tutti)(Gesù) e il mio Amore non fa scaldare i vostri cuori? (Tutti)(Gesù) e  avete  capito  che  siamo  un'Unica  Cosa? (Tutti) (Gesù) Ah, figli. Bene, figliuoli, ora preparatevi, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo, e venite a bere e a mangiare con me, perchè Io voglio bere e mangiare con ognuno di voi. Figliuoli, lo Sposo è qui in mezzo a voi: preparatevi. Sposo, porta la sposa. Prendete la foto che è caduta per terra. Eccomi, voglio far festa con ognuno di voi. Eccomi, sono qui nella Povertà di un bicchiere di Vino e di un pezzo di Pane. Ecco cosa ho lasciato ai miei discepoli, e cosa dono ad ognuno di voi: IL MIO SANGUE E LA MIA CARNE, il Cibo della Vita Eterna, la Bevanda dell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, che viene ad abitare dentro di voi, figliuoli del mio Cuore. Fate questo ricordandovi del mio Amore in mezzo a voi. Ecco il Calice del mio Sangue. Ecco la mia Carne. Fate festa con lo Sposo, bevete e mangiate con me del Nuovo, perchè Io mangio e bevo con voi, figli. Bevi, anima mia <9° grido> <lunga pausa>. Ecco il mio Amore Pieno che viene ad abitare dentro di voi. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Gioite, figli. ................ Ecco la Pace del Cuore del Bimbo che viene ad abitare dentro di voi. Figliuoli, sia grande la Festa che fate: Dio che scende a donarsi per Amore. Gioite e benedite il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo per i Doni che lascia scendere su di voi, sull'umanità. Guardo i figli che con amore si accostano alla Santa Preghiera anche essendo lontani: BENEDETTI VOI CHE FATE FESTA CON LO SPOSO.

 

<la Mamma Celeste Inizia una dolce Melodia e una Lode al Bimbo>

Oh, Bimbo che sei venuto al mondo

abbracciando la Croce.

Tu, Bimbo che non ci appartieni.

Tu, Albero Vivo del Cuore del Padre,

scendi in mezzo a noi.

Tu, che ci hai amati e portati nel tuo Cuore

attraverso la Croce,

rimani, rimani, rimani con noi, per sempre

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

 

<Il Bimbo inizia la seguente Lode>

Oh, Popolo,

Oh, tutte le Genti,

guardate il Legno, 

e il Crocifisso che ha abbracciato 

il Santo Legno.

Non fate lamenti su di Lui,

ma guardatelo benigno.

E battete i vostri cuori, implorando:

MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA, 

MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA, 

MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA, 

al Legno e al Crocifisso, 

perchè i flagelli scendono su di voi, 

perchè non viene guardato con amore. 

 

(Gesù) Nelle vostre mani ho messo il mondo. Salvatelo col vostro amore, perchè Io sono sempre pronto: se l'umanità non mi riconosce come Dio, Io non posso far nulla. Vi amo e siete tutti figli, senza distinzione, ma aspetto i vostri cuori pieni, figliuoli. Eccomi, la mia Pasqua è Piena ed è Risorta in mezzo a voi, figli del mio Cuore. TUTTO E' COMPIUTO, Io mi sono donato nella Pienezza del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora io vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva. Vi invito ad amare, ad usare carità verso tutti: al primo posto portatemi i vostri nemici, e nella giornata che sta per sorgere, non abortitemi, ma portatemi nei vostri cuori, figli, perchè Io vi porto nel Cuore del Padre. Ora vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore Vivo in mezzo a voi del Corpo e del Sangue del Crocifisso. Mi cantate la Ninna Nanna? (Tutti) Sì  <Canto della Ninna Nanna>. (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie. Fate gioire il mio Cuore, il Cuore del Santo Giovanni di oggi e della mamma Rosa che tiene nelle sue braccia il suo Figliuolo. Bene, figliuoli miei, vi invito ancora a pregare. Pregate per le mie Intenzioni, per le Intenzioni del Padre e per le Intenzioni dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. In questa serata, ardentemente, vi invito a pregare per la Pace. Gli uomini non lasciano scendere la pace: la Pace viene da Dio e gli uomini non cercano Dio per far pace, pregate, pregate figli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Angeli, tutti che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità, e baciano uno per uno i propri cari: è un dono del Padre che scende in mezzo a voi. Ora, legate la Catena Santa. E in questa serata, legando la Catena Santa, unite nelle vostre mani e nei vostri cuori, tutti i figli che non hanno un pezzo di pane, i figli che non hanno una coperta per scaldarsi: fatela voi la coperta, e donatela ai miei figli. Ricordatevi, quando sedete a mangiare nei giorni di festa, dei figli che non hanno una mensa e un pezzo di pane. Stringendo la Catena dell'Amore, stringete i vostri cuori tutti gli emarginati, i carcerati, i figli drogati, non lasciate nessuno: sapete bene che la Stanza della Quercia è aperta a tutti i figli. Accoglieteli, e accogliendo loro accoglierete anche me. Fate tutto questo, figli, e facendo questo vi porterò dinanzi al Trono del Padre. Ora preghiamo <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli cari: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Riuscite a comprendere quanto è grande questa parola? Ebbene ricordatela sempre, figli. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA'. (Gesù) Grazie, pargoli del mio Cuore. Amen, Amen, Amen, Amen. Scenda Pieno su di voi, dentro di voi e sui vostri cari, l'Amen del Cuore della Croce. 

 

 

       12. Venerdì Santo 13/04/2001, Casa di Giulia. 

Passione di Gesù tramite Giulia.

 

Oggi è il giorno della Passione di Gesù. Pasquale riferisce:"Giulia stamane si è alzata alle ore 6.00, ha aggiustato il letto e si è preparata. Si è spostata in cucina e qui ha incominciato a tossire" - e ciò a causa degli imminenti attacchi che a breve avrebbe avuto da satana - "La tosse le aumenta sempre di più tanto che, dopo poco tempo, è costretta a recarsi in bagno per rimettere". Alle ore 6,15 inizia la battaglia tra Giulia e satana. satana le si è presentato con sembianze umane spaventose: alto, brutto, orripilante e come sempre nudo. 

a) ore 6.15

1° attacco di satana. (Giulia) non ascolto quello che dici: Vattene. In nome e potere della Croce: Vattene, VATTENE. Vergine Santa, San Michele. Non ascolto, Vattene. Non è vero, don Mario è vicino a me: Vattene, VATTENE.

 

b) ore 6.20:

2° attacco di satana. (Giulia) Vai via. Vai via. In nome e potere della Croce: Vai via, non ascolto: Vai via, vai via. Inginocchiati davanti alle Piaghe di Gesù. Non ascolto: Vai via. VAI VIA. Vai via.

 

c) ore 6.25:

3° attacco di satana. (Giulia) Vai via. Vai via. Non mi interessano i tesori: GODITELI TU. Non mi interessano: Vai via. Mi piaccio come sono: Vai via, vai via. In nome e potere della Croce: Guarda il Crocifisso: GUARDALO. Vai via.

 

 

d) ore 6.30

Giulia viene chiamata dalla Madonna a recarsi nella stanza del venerdì. Pasquale la segue ma, entrata Giulia, improvvisamente si chiude la porta e Pasquale resta bloccato fuori e non riesce ad entrare. Ascolta e registra dietro la porta, ma si sente ben poco. Pasquale capisce che Giulia stava parlando con la Madonna e che ad ogni Sì di Giulia corrispondeva un grido; poi l'ha sentita che piangeva.

La registrazione non è intelligibile .......... nei momenti in cui Giulia parlava un pò più forte .... invoca: "O Gesù", "O Gesù mio","Mamma" e intervallava gridi strazianti di dolore con pianti disperati. I gridi sono stati 12. Pasquale riferisce che a fine Apparizione, Giulia, benchè debole, riesce ad aprire la porta, e lui, prontamente, la fa sedere su una sedia e nota che le Piaghe cominciano a sanguinare. .

 

e) ore 6.50

Pasquale dice che a questo orario Giulia va di nuovo in estasi, sempre nella stanza del venerdì, seduta sulla sedia. (Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre (Gesù) Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Coraggio anima mia. Vedi, sono Io il tuo Gesù, con la schiera degli Angeli e dei Santi, e con me c'è il Santo Giovanni di oggi. Vedi figlia, ho pianto con te i Dolori Amari che il mondo ci offre. Sei pronta ancora per camminare con la Croce?  (Giulia) Sì, Gesù. Ma non lasciatemi. (Gesù) Sei sempre più cocciuta, figlia mia, siamo qui vicino a te: tieni stretta la Croce e cammina con me. (Giulia) Grazie, Gesù. Ora non piangere più, Gesù (Gesù) e neanche tu (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Ora riposa, verrò ancora. Vi benedico col Cuore della Croce, figlia.

 

f) ore 7.10

Pasquale, nel frattempo, ha accompagnato Giulia in camera da letto e l'ha fatta sedere su una sedia. Qui Giulia va di nuovo in estasi. (Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figli benedetti del Cuore di Gesù, grandi sono scritti i vostri Nomi nei Cieli perchè in pienezza accogliete il mio Gesù che viene in mezzo a voi. Io sono la Mamma dei Dolori, la Mamma del Crocifisso, che per Amore l'ha donato a tutti voi, all'umanità intera. E le anime che l'accolgono e consolano il mio Gesù, sono Pietruzze Vive della Roccia del Padre.  Figlio <rivolgendosi a Telesforo>, tu sei l'Albero del Cuore del Padre: accogli con amore il Mistero Vivo della Croce. Figlio, il tuo Gesù ti ama e stringe il tuo cuore al Suo Cuore: sii forte, figlio. Io, la Mamma dei Dolori, porto in mezzo a voi il Bimbo che abita nella Stanza della Quercia. Ora, anima mia, guarda il tuo Gesù e abbracciati a Lui, e con Lui cammina e raccogli tutti i figli dispersi ed abbandonati nel mondo. (Giulia) Sì, Mamma (Addolorata) Ora riposati. Verrò ancora. (Giulia) Sì, Mammina.

 

g) ore 7.35

Pasquale aiuterà la Piccola Cocciuta a mettersi a letto. Giulia va di nuovo in estasi. (Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Gloria al Padre <qui il registratore comincia a fare i capricci ed introduce molti disturbi che rendono l'audio sempre meno intelligibile>, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia, bevi i Calici che stanno offrendo al tuo Gesù. Bevi! (Giulia) Mamma, sono amari <13° grido. Qui l'audio è pessimo e si perdono molte parole. Pasquale dice che che Giulia aveva una visione di qualcosa che stava succedendo o che doveva succedere> (Giulia) Mamma, quante persone che ci sono. Mamma, fa qualcosa. (Addolorata) Bevi, figlia. (Giulia) Mamma, c'è anche il Papa (Addolorata) L'acqua che vedi sono i mali del mondo: travolgono. Immolati con Gesù: aiutalo con i tuoi dolori. (Giulia) Mamma, Sì, con la tua grazia <14° grido>  (Addolorata) (non  registrato. Viene riportato a voce da Pasquale) Consola il tuo Gesù. Ora riposati, Io verrò ancora a portare la Croce.  

 

h) ore 7.5o

[(la richiesta di Giulia di glorificare non viene registrata) (Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Gloria al Padre, al Figlio] e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlioli del mio Cuore,  vengo in mezzo a voi a portare la Pienezza del Vangelo Vivo di Gesù. E a braccia larghe vi offro il mio Gesù. Ve lo dono:  abbracciatelo e consolatelo. Lui ha allargato le braccia per abbracciare la Croce per l'umanità intera; ma l'umanità non accoglie il mio Gesù. Ah, quanti figli si perdono. Ah, come viene trafitto il mio Cuore di Mamma Addolorato. Vedi, figlia mia, un velo nero sta scendendo sull'umanità come flagello.  (Giulia) Mamma, Mamma (Addolorata) Figlia, l'Ora del Padre è Piena e io non posso trattenere il Suo braccio. Ciò che è scritto si deve adempiere. Prega, figlia mia, e consola Gesù che viene deriso, flagellato e pieno di sputi. (Giulia) Mamma, Mammina mia, cosa fanno al mio Gesù? (Addolorata) Ecco cosa stanno facendo al mio e al tuo Gesù! Ecco i rumori del mondo (Giulia) Mamma. Mamma. Mamma (Addolorata) Si, figlia mia (Giulia) Cos'è quel Segno? Mamma, cos'è quel Segno? (Addolorata) Figlia mia, è il Segno del Mistero che scende in Pienezza sull'umanità (Giulia) Perchè tutta quella gente corre? e perchè sono nudi, Mamma? dove vanno? <breve pausa> dove vanno, Mamma? <breve pausa> (Addolorata) Vogliono nascondersi ma Gesù li vede ovunque vanno. Prega, figlia mia, per i Figli Ministri parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Vedi, anche loro corrono per nascondersi: I tempi del grano e della zizzania sono pronti. Prega e immolati ancora, figlia <15° grido>. Consola il Cuore del tuo Gesù. Ora riposati, io verrò ancora, e vi lascio nella Quiete di Gesù con la Croce, figlia mia. 

 

i) ore 8.3o

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Eccomi, figlia mia, sono venuta ancora una volta  a visitarti e a portare con me tutti i Pargoli. Guarda, figlia mia, il Giardino fiorito di Gesù, guarda. (Giulia) Mamma, Mammina mia (Addolorata) Vedi, accompagnano Gesù e accarezzano la Croce. Vedi, l'umanità deve diventare come questi Pargoli. (Giulia) Mamma (Addolorata) Gesù sta camminando e raccogliendo nel mondo tutti i figli dispersi, e Giovanni li battezza col Fuoco dell'Amore. Figliuoli del mio Cuore, camminate e seminate la Parola Viva del mio Gesù. Tu, Telesforo, sei pronto per abbracciare Gesù? rispondi! (Telesforo)(Addolorata) e in Pienezza con tutti i Dolori? (Telesforo)(Addolorata) Il tuo cuore è tenero e pulito. Vivi con Gesù l'Amore Pieno. Grida la Verità del Vangelo e combatti con la Spada dell'Amore. Unisci la tua mano alla mano di Gesù e di Giovanni e cammina, figlio mio. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, vai avanti, e con i Pargoli, accarezza anche tu il Legno Verde della Croce. Ora, figlia, sostieni il figlio Franco Vincenzo col tuo soffrire <16° grido>. (Giulia) Mamma, cosa gli stanno facendo?  (Addolorata) Tienilo in piedi con i tuoi dolori. Figlia mia, ora riposa, io verrò ancora a portarti la Croce di Gesù.

 

j) ore 9.00

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Eccomi, sono di nuovo qui a farvi compagnia. Figlia, guarda il tuo Gesù, guardalo (Giulia) Mamma, Mamma, cosa gli hanno fatto?  (Addolorata) Figlia mia, le brutture del mondo hanno sporcato il suo abito. Ora, tu vuoi ancora consolarlo? (Giulia) Sì, Mamma  (Addolorata) Vuoi bere il Calice con Lui? (Giulia) Sì, Mamma <17° grido> (Addolorata) Non temere, figlia mia, guarda come Gesù ha aperto il suo Cuore per abbracciare tutta l'umanità. Vedi, figlia, le Mura di Roma si bagnano ancora e cadono per terra. Vuoi aiutare i figli che sono nell'errore? (Giulia) Sì, Mamma  (Addolorata) Guarda, figlia mia, il carico è pesante (Giulia) Mamma, con la tua Grazia voglio aiutarli  (Addolorata) Immolati ancora <18° grido> (Addolorata) Figlia, ora vi lascio parlare il Servo della Croce (Lentini) Nell'Amore Trinitario, porto la mia benedizione di Sacerdozio Vivo per volere di Dio. Il mio parlare al popolo era parlare del Mistero di Dio, del Mistero della Famiglia Viva e legata all'Unica Sorgente della Croce. Oh, tu, popolo che non mi hai ascoltato: Popolo che non porti la Croce del Cristo; cosa volete fare di me? Io ho vissuto e vivo nella Povertà della Croce. Nudo come l'Albero, mi sono donato a Gesù. Cosa volete fare di me? popolo che non capite la mia volontà. Alzo la mano su di voi e lascio a Dio di far scendere su di voi la Volontà scritta nel Libro. Voi, pargoli, che consolate il Cuore dell'Addolorata e del Crocifisso, camminate la Via Stretta e gridate l'Amore di Dio. Crescete i vostri figli sulla Via del Signore e allontanateli dal peccato, dalle brutture del mondo. Ora, ritorno all'Ubbidienza di Dio lasciandovi il mio cuore. (Addolorata) Ecco, figliuoli, accarezzate ancora la Croce di Gesù e amateLa perchè Gesù vi ama. Io sono la Mamma dei Dolori, e porto sempre con voi la Croce: sia sempre poggiata sui vostri cuori. Figli, ora riposatevi. Cocciuta del Cuore della Croce, io verrò ancora a portarti la Quiete della Croce del tuo Gesù. 

 

k) ore 9.45:

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Ecco, figlia, sono di nuovo qui a farti compagnia e a portarti la Croce di Gesù. Guarda, figlia mia, guarda cosa fanno i Grandi della Casa del Padre. (Giulia) Mamma, Mammina mia, cosa posso fare? (Addolorata) Figlia mia, immolati e soffri per riparare <19° grido>. Vedi, figliuola del mio Cuore, guarda ancora (Giulia) Mamma, c'è un altro Segno, ma non capisco cos'è quel Segno  (Addolorata) E' un altro velo nero che scende sull'umanità per le offese fatte al Cuore di Gesù. Pregate, figli, pregate. Il mio Cuore è trafitto, ma lo poggio sui vostri cuori. Una mamma si poggia sui figli. Aiutatemi a pregare e a consolare Gesù in queste ore. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, tu, che hai il cuore e il corpo straziati, vuoi camminare ancora dietro a Gesù? (Giulia) Sì Mamma, lo voglio. Ardo per restare con voi  (Addolorata) Bene, Cocciuta, ora vi lascio ardere io donandovi il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Alleluia! Con l'Amore pieno di Dio vengo a portarvi la mia benedizione di Sacerdozio Eterno e Vivo in mezzo a voi. Cocciuta, ora mi vedi? sono qui e non vi ho lasciati soli! Voi, spose del mio cuore, vi siete sedute sulla mia terza caduta; dove sono stato sollevato e abbracciato con amore; dove i miei piedi sono stati baciati e bagnati dalle lacrime. Ah, quanto ho gioito nel vedere i vostri cuori ardere, e tenerli stretti ad ognuno di voi. La prima caduta l'ho avuta nella mia casa, e la seconda caduta nella Casa di Gesù: ma non mi hanno sollevato. Io sono sempre qui nella Casa di Gesù <nella Stanza della Quercia>. Io, Sacerdozio Santo, vivo perchè voi mi fate vivere, e Dio mi ha donato a voi, Dio ha mandato il Suo Figlio a parlare e a gridare la Verità del Santo Vangelo: ma non è stato ascoltato. Voi, spose del mio cuore, voi che avete accolto i miei rimproveri e la mia Parola nei vostri cuori, mando benedizioni copiose su di voi e sui vostri cari, sui figli che sono uniti a questo Santo Mistero che passa attraverso la Cocciuta del Cuore della Roccia. Io sono gioioso e cammino e parlo sempre di voi con Gesù, gli Angeli e i Santi. Guardatemi con gli occhi del cuore e ricordate ancora di me, e se vi ricordate, ricordatevi che io sono vivo in mezzo a voi. Non mi fate commuovere con le lacrime, figli. Sapevate bene che mi si stringeva il cuore quando uno di voi piangeva; in modo particolare la Piccola Cocciuta: la rimproveravo sempre quando piangeva al telefono e parlava con me. Ora, Dio vi ha dato il dono di avere me in mezzo a voi, Vivo. Vi chiedo sempre di rimanere uniti, legati alla Croce, tenendo sempre alto il Santo Vangelo. Gesù ha promesso che verrà a liberarvi ed io sarò con Lui ad abbracciarvi, spose amate dal mio cuore; ma ricordate bene: non conoscete ne l'ora e neanche il giorno, ma vi invito ad essere sempre con le lucerne accese. Dico grazie ad ognuno di voi per l'amore saldo che portate sempre nei vostri cuori, per il vostro don Mario. Ora, ritorno all'Ubbidienza di Dio, ma sono sempre qui in mezzo a voi, nella terza caduta. (Addolorata) Ecco, ho lasciato ardere i vostri cuori. Come Mamma accontento sempre i miei figli. Ora, chiedo ancora alla Piccola Cocciuta di consolare il Cuore di Gesù <20° grido>. (Giulia) Mamma. Mamma  (Addolorata) Figlia mia, il Giovanni di oggi vi ha chiesto di formare l'Esercito delle Suore Laiche <breve pausa> (Giulia) Sì, Mamma. <breve pausa> Sì, Mamma. <breve pausa> Sì, Mamma. (Addolorata) Aprite i vostri cuori e seguitelo. <breve pausa> Vedi, sta parlando di voi. (Giulia) Mamma. Mamma <breve pausa> (Addolorata) Il Mistero è Pieno ed è Grande, non lasciate la Croce ma abbracciatela. Giovanni vi sigilla col suo amore e vi stringe: stringetelo anche voi. Ora, riposati, io verrò ancora a portarti la Quiete della Croce di Gesù.

 

 

l) ore 10.50:(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Eccomi, figlia, sono di nuovo qui in mezzo a voi, portando il mio Gesù Crocifisso nelle vostre braccia. Figli, guardate con gli occhi del cuore il Crocifisso che si dona all'umanità. Il mio Cuore di Mamma Addolorata, apre le porte per raccogliere ed abbracciare tutti i figli che si accostano col cuore puro dinanzi al Legno Verde della Croce. Figlia mia, Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi consolare ancora il Crocifisso?   (Giulia) Sì, Mamma <21° grido, breve pausa>. (Addolorata) Guarda, figlia mia, guarda come Gesù raccoglie tutti i figli che trova sulle vie che cammina: anche voi raccogliete le pecorelle smarrite e curatele, portatele al vostro ovile, e date(gli) da bere l'Acqua di Gesù: parlo al mondo intero e parlo a voi che consolate il Cuore di Gesù. Figliuoli, la mia Porta è aperta, il mio Cuore di Mamma è trafitto da mille Dolori. Chinandomi dinanzi a voi grido col Dolore di una Mamma: ACCOGLIETE GESU', ABBRACCIATELO E ASCOLTATE LA SUA PAROLA. Dio vi manda le Gocce per innaffiare i vostri cuori induriti. Fate pace con Gesù. Unitevi alla Sua Croce, unitevi al Suo Cuore e non tardate, chè il Parto è in mezzo a voi ed è Pieno. Voi, Figli Ministri, voi che prendete nelle vostre mani il Tenero Corpo dell'Agnello Immolato, non ridete di Lui, ma siate coscienti che il mio Figliuolo Gesù è Vivo nelle vostre mani, e quando Lui verrà dovete rendere conto del vostro operato. Dio vi dona la Grazia di toccare il Suo Figlio. Ah, quanto non capite; quanto Lo trafiggete; almeno oggi stringeteLo ai vostri cuori. Io come Mamma vi invito a convertire i vostri cuori all'Agnello Immolato. Piccola Cocciuta, vuoi stringere Gesù al tuo cuore? (Giulia) Sì, ardentemente, Mamma. < breve pausa> Gesù  <22° grido>. (Addolorata) Il Suo abbraccio porta la Croce, e i Santi Dolori sono Dolori d'Amore: riempite i vostri cuori con i Santi Dolori di Gesù e camminate con Lui la Via Santa che porta alla Vita Eterna. Ora, prega come tu sai fare per i Figli Ministri. Cocciuta del Cuore della Croce, riposati, io verrò ancora a portarti la Quiete e la Croce del mio Gesù.

 

 

m) ore 11.50:

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Gesù) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù. Sono venuto a dirvi grazie per l'amore che offrite al mio Cuore. Avete mangiato lo Sposo, e ora abita dentro di voi, nei vostri cuori. Io vi sto raccogliendo tutti i figli per portarli nei vostri cuori e farli crescere nell'Amore della Croce: l'Albero che rimane sempre Verde e Vivo. Figliuoli, guardate quanto è grande la Misericordia del Padre! mi lascia scendere in mezzo a voi e parlare. Dio che viene in mezzo agli uomini a donare la Sua mano: volete stringere la mia mano? < i presenti all'Apparizione sono: Telesforo, Elena e Annamaria, e  uno alla volta, tramite Giulia,  stringono la mano di Gesù> Ecco la mia Amicizia con voi e con l'umanità: Dio che dona la mano ai propri figli, come segno di Pace, di Carità, di Amore verso tutti, e stringendola a voi l'ho stretta al mondo intero, a tutti i figli, anche ai pargoli: non li lascio senza stringere la mano. Figliuoli, vedete, l'umanità mi mette da parte, ma Io scendo a portare la mia Destra: il Sigillo dell'Alleanza con l'uomo. Figliuoli, non tardate ancora ad abbracciare la Misericordia che scende. Vedete, Io cammino ancora a raccogliere anime e a portarle: voi, fatemi compagnia aprendo i vostri cuori, usando carità verso tutti, perdonando i vostri nemici e stringendo la mano come Io ho fatto con voi, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora soffrire con me? (Giulia) Sì, Gesù. Ardentemente (Gesù) Gioisci con i Dolori, figlia <23° grido>. Ecco, figlia, offri all'umanità i miei Dolori e il mio Cuore. Ora riposati, Io verrò ancora a portarti la Quiete e la mia Croce. Vi bacio, figliuoli del mio Cuore. < breve pausa> (Giulia) Gesù, grazie. Grazie.

 

 

n) ore 12.50:

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Eccomi, figlia, sono venuta ancora a portarti la Quiete e la Croce di Gesù. Sei pronta, figlia mia? (Giulia) Sì, Mamma < breve pausa> (Addolorata) Guarda il tuo Gesù, guardaLo <breve pausa,  24° grido>. (Addolorata) Figlia < breve pausa> (Giulia) Mamma < breve pausa>. Mamma, dove vai? < breve pausa> Mamma (Addolorata) Tieni la mia mano e vieni con me per un istante (Giulia)< lunga pausa> (Addolorata) Ora bevi (Giulia) E' amaro <bevute amare, 25° grido> (Addolorata) Consola il Cuore di Gesù: vedi, è solo, abbandonato da tutti. Bevi ancora per Lui <bevute amare>. Guarda, come l'hanno piantato l'Albero Vivo. (Giulia) Mamma (Addolorata) Vuoi salire anche tu? (Giulia) Sì. Sì, Mamma < breve pausa> (Addolorata) Eccoti nelle braccia di Gesù. < breve pausa> (Giulia) Mamma, devi sopportare il peso della Croce ed anche il mio? Perchè non fai scendere Lui e rimango io al posto Suo? (Addolorata) Il tuo cuore è così tenero, straziato. Figlia, accontentati che Gesù ti tiene abbracciata a Lui sul Legno Santo; e abbracciandoti a Lui porta tutti i tuoi figli. (Giulia) Mamma, metto nel Cuore di Gesù tutta l'umanità, tutti i Sacerdoti, anche il figlio Antonio e il figlio Andrea e tutti gli altri: Mamma prendili per mano. Mamma, consegno anche la mia anima nelle tue mani. (Addolorata) Prendila, Cocciuta del Cuore della Croce, ancora devi lavorare e rimanere in mezzo ai tuoi figli. (Giulia) Io sono pronta di fare la Volontà del Padre (Addolorata) Allora assapora ancora i Calici  <26° grido>. Rimani nella Quiete e tieniti stretta alla Croce. Io verrò ancora , figlia (Giulia) Mamma, dove vai? non ti vedo (Addolorata) Sono qui dinanzi alla Croce, figlia mia, ora riposa.

 

o) ore 13.40:

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Figlia mia, sono venuta ancora nella Quiete a portarti la Croce di Gesù. Guarda, figlia mia (Giulia) Mamma. Mamma, il mare è diventato di sangue. Mamma, Mamma < breve pausa> perchè nel mare di sangue ci sono tutti questi uomini? Mamma che significato ha questo? < breve pausa> Non c'è più acqua ma solo sangue! Mamma  (Addolorata) Vedi, figlia, il mare è diventato di sangue e Gesù è nella Barca perchè è solo (Giulia) Mamma, affogano quegli uomini: SALVALI! Perchè Gesù se ne va con la Barca? (Addolorata) Figlia, non è Gesù ad andarsene, sono gli uomini, l'umanità che non vuole andare dietro a Gesù, e il mare di sangue sono i flagelli che scendono ancora sull'umanità. (Giulia) Mamma, cosa posso fare io? (Addolorata) Immolati e tieni alto il Santo Vangelo e l'Albero Vivo della Croce in mezzo a voi. Ecco il Crocifisso: immolati  <27° grido>.  Ecco il Segno che rimane sempre unito e non si divide. Ecco il Legno che abbraccia il Crocifisso, e rimangono uniti l'Uno all'Altro. Figliuoli, rimanete anche voi uniti al Legno Vivo. Vedi, il mio Gesù cammina e raccoglie ancora le pecorelle smarrite, portandole tutte nel Prato Verde del Padre. Figlia mia, prega per la Chiesa tutta: prega affinchè rimane unita alla Croce; prega affinchè rimane in piedi e non cade per terra: Gesù è sempre saldo sul Legno Vivo della Croce. Ma dove sono i figli? dov'è la folla che ha abbracciato i miracoli che il mio Gesù ha donato? dove sono i figli? dov'è la Chiesa? cammina col Crocifisso? Ah, quanti  Dolori  trafiggono  il  mio  Cuore  di  Mamma  nel  vedere  tanti  Figli  Ministri  perdersi  per  le  cose  del  mondo,  e  gettano  via  il  Crocifisso:  il  Maestro,  il  Gesù  che  ha  abbracciato  il  Legno  Vivo. Prega, figlia mia, e immolati ancora: consola il Cuore di Gesù che cammina da solo nella Barca (Giulia) Mamma, voglio andare anch'io nella Barca con Gesù (Addolorata) FaGli compagnia con i Dolori, figlia <28° grido>  (Giulia) Mamma (Addolorata) Ora, rimani nella Quiete e riposati. Verremo ancora a portarti la Croce, figlia.

 

 

 

p) ore 14.25:

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre (Addolorata) Sia gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Eccomi, figlia mia, sono venuta a portarti la Croce (Giulia) Mamma, Mammina mia, come è straziato il tuo volto! sei bella Mamma (Addolorata) Figlia mia, la bellezza viene abbracciando e amando la Croce e il Crocifisso. Il mio Cuore e il mio Volto sono straziati nel vedere tutti i figli che si perdono. Il mio Gesù piange e gronda Sangue. Guarda, figlia mia, le folle che ridono dietro la Croce! Guarda come viene crocifisso ancora Gesù e ridere di Lui! (Giulia) Mamma (Addolorata) Figlia mia, prega: prega per tutto questo, perchè un altro velo scende sull'umanità. (Giulia) Mamma, Mammina del mio Cuore, non riesco a respirare (Addolorata) Non temere, è il tuo Gesù che soffre attraverso di te (Gesù) Figlia, piango Dolori Amari <pianto straziante di Gesù>. Come sono amari questi Calici: i Calici del mondo che offrono i Figli che abitano nella mia Casa < pianti di Gesù>. Com'è tagliente il mio pianto < ancora pianti di Gesù>, dritto, inchiodato sulla Croce guardo l'umanità, ed il mio Cuore viene trapassato, ed Io lascio scendere Acqua e Sangue e il mio Volto non ha un aspetto di gioia, ma mi dono per amore. Mi dono e piango <Gesù piange e grida per il dolore straziante> <29°, 30°, 31°, 32°, 33° grido>: il mio Pianto e Grido di Dolore. Figli, voi che consolate il mio Cuore, rimanete con me. Maria è ai Piedi del Legno: come Lei, rimanete anche voi. Ora che l'Albero si innalza sempre più in alto, Io metto nel Cuore del Padre ogni cosa. La Croce mi ha strappato ogni cosa per donarla nelle mani del Padre. Nudo come un verme abbraccio i miei figli. Ah, figli, quanto vi ho amato, quanto vi amo  per restare sempre con voi nel Mistero della Croce. Ecco Padre, presento a te l'umanità. Le mie mani accarezzano il Legno e la Vittoria. Voi,  Figli  Ministri,  che  avete  preso  il  mio  posto,  allargate  le  braccia  che  la  Croce  ha  donato  il  Suo  trionfo:  IL  CRISTO  E'  IN  MEZZO  A  VOI  A  RACCOGLIERE  I  VOSTRI  FRUTTI. Figlia mia, soffri con me <34°, 35°, 36°, 37° grido>. Ora, che tutto è nelle mani del Padre, il mondo, gli uomini e la Croce, il Parto è Vivo ed è Pieno. Il Cristo è nelle braccia del Padre, per donare all'umanità intera ciò che è scritto nel Grande Libro. Ma non temete, voi, figli che seguite la Croce, non vi sarà tolto neanche un capello del vostro capo. Piangeranno, e si batteranno il petto i figli che mi hanno seguito e abbracciato con me il Legno Santo della Croce (Giulia) Gesù, abbi Misericordia di tutti i tuoi figli. Portaci tutti nel tuo Regno (Gesù) Lo siete già abitando nella Stanza della Quercia (Giulia) Gesù, abbracciacci don Mario (Gesù) Vi abbraccia lui con l'Amore Infinito del Cuore della Croce. Ecco il mio Amore <38°, 39° grido e lunga pausa>. Coraggio, anima mia, riprenditi (Giulia) Gesù, non respiro. Gesù. Gesù.  <lunga pausa e molte bevute> (Gesù) Ora stai bevendo le ultime amarezze che mi offre il mondo. Figlia, bevile tutte (Giulia) Gesù, non respiro (Gesù) Tienimi stretto tra le tue braccia. Non temere, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce. Ora che svetto il Monte Santo, lascio scendere su di voi e sull'umanità il mio Sigillo, il mio Amore. Gioite, e benedite il Padre per i doni che lascia scendere sull'umanità: i Frutti Vivi dello Spirito Santo <a questo punto, Giulia, per circa 15 minuti, fa gesti con le mani come Volo di Colomba e per altri 15 minuti rimane in Paradiso>.

 

ALCUNE DELLE PIAGHE QUARESIMA 2001

 

 

          13. Dom 15/04/2001, ore 15.20, Stanza  more solito . Pasqua di Gesù.

 

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù  e immolati, ancora una volta, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Figlia mia, la Pasqua non è ancora finita. Immolati per i Grandi della Casa del Padre. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Figliuoli cari, Gesù ha svettato la vittoria della Croce ed è venuto in mezzo a voi a portare la Pace Piena della Croce Viva e Risorta. Risorgete anche voi, nell'Amore Pieno del Cuore di Gesù. Io in Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la Parola Viva di Gesù: il Santo Vangelo Vivo. Come Mamma vi invito a mangiarLo e a farlo crescere dentro di voi, portandoLo ai figli, ai fratelli, agli emarginati, ai carcerati, nei luoghi bui. Dio scende in mezzo a voi e vi sigilla col Suo Amore e vi invita a lavorare nella Vigna. Figliuoli, la Croce è sbocciata: sbocciate anche voi; e i vostri fiori, siano fiori profumati da donare all'umanità. Ecco, Io, umile ancella, mi inchino dinanzi al Padre e dinanzi ad ognuno di voi, ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Benedico col Fuoco dell'Amore della Croce ognuno di voi e l'umanità intera, invitandovi sempre ad essere un'unica cosa col Legno Vivo e Verde in mezzo a voi. Figliuoli, dico grazie ai figli che hanno consolato il Cuore di Gesù in questi giorni; e grazie per essere venuti ad ascoltare la Parola Viva del Padre che scende sull'umanità, ma poco viene ascoltata. Il mio Cuore di Mamma è gioioso nel vedere le poche anime che ascoltano e amano il mio Gesù che gronda Sangue nel vedere i figli che cadono nella rete del mio nemico. State attenti, lavorate sempre con la Parola Viva tenendoLa sempre alta: sapete bene che il Vangelo è Uno solo ed è segnato col Sangue dell'Agnello che si è immolato per ognuno di voi, figli. Piccola Cocciuta, tu sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù. Hai allargato le braccia al Legno e dovrai portarLo in Pienezza per i tuoi figli, per l'umanità, per il Papa: non lasciatelo solo in mezzo ai lupi, pregate per Lui, figliuoli del mio Cuore. Ora volete ardere ancora? vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo, per Volere di Dio, Eterno in mezzo a voi. Mi siedo un pò. Vi faccio gli auguri a tutti di una Buona Resurrezione, di una Pasqua Viva abbracciati a Gesù. Figli, vi guardo col cuore intenerito nel vedere il vostro amore che cresce sempre di più. Siate sempre benedetti e crescete, fate crescere dentro di voi l'Amore di Dio. Siano i vostri cuori sempre ardenti come quando ascoltate Maria che vi dice "volete ardere?": la Mamma che vi invita ad ardere per un Piccolo Sacerdote. Io ardevo sempre quando parlavo di Lei. Io ho sempre alzato la mano nel farvi capire quanto era importante ascoltare Maria: il Suo parlare nel silenzio dei cuori. Come è Grande la parola "Mamma": una Mamma che si è donata e ha donato Suo Figlio per tutti noi. E ora che io cammino nel Paradiso, sempre parlando di voi, dei miei figli, dei miei discepoli, come diceva e dice Gesù, eravamo e siamo ancora una Famiglia. Ma ricordate: noi siamo la Famiglia di Dio, la Famiglia della Croce, e, in questa Famiglia non deve passare l'odio, i pensieri di gelosia: deve passare solo l'Amore e rimanere saldi. Pargoli del mio cuore, io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, e guardo i cuori di ognuno di voi, e sono contento per Eliseo e per ognuno di voi che siete qui presenti. Sapete figliuoli, Eliseo è così tenero che a ogni mio gesto, ogni mia parola, chinava il capo come segno di ubbidienza, di umiltà e di amore infinito verso tutti. Ora, cari pargoli del mio cuore, preparatevi a lavorare con me, perchè io non mi sono mai fermato. Ho poggiato un pò la Croce su di voi, ma lavoro più di prima, e sono sempre presente nei vostri cuori per guidarvi e farvi camminare sulla Via del Santo Vangelo: è quello che io vi ho insegnato, è quello che io ho lasciato ad ognuno di voi. La mia eredità è il Vangelo. Chiedo scusa ai figli che ho caricato di più, ma vi amo e non voglio lasciarvi senza lavorare. Figliuoli, come sempre sono scherzoso, ma devo dirvi che vi amo e chiedo a voi di alzare sempre la Destra con me e di fare ciò che è giusto del Santo Vangelo, e non pensate di sbagliare quando vi poggiate sul Santo Vangelo. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, tu sai bene come devi pregare (Giulia) Sì Mamma, sì don Mario  (Piccolo Giovanni) Figlia mia, ora lascio nel tuo cuore una domanda che tu devi farmi  (Giulia)<breve pausa>. Sì <breve pausa>. <breve pausa>. <breve pausa>. Grazie Mamma, grazie don Mario (Piccolo Giovanni) Figlia, non temere di gridare quando sei nel giusto del Vangelo: io lo facevo e tu puoi farlo con l'Ordine del Padre (Giulia) Sì Mamma, posso fare gli auguri a don Mario, da parte mia e da parte di tutti  (Immacolata) Si, figlia (Giulia) Don Mario, Buona Pasqua con Gesù, gli Angeli e i Santi e tutti i Pargoli  (Piccolo Giovanni) Così mi fai commuovere. Auguri anche a voi tutti. Prego per voi che possiate rimanere sempre nel Cerchio di Dio, e far sbocciare tra i figli fratelli la Luce Piena di Dio, figliuoli. Chiedo sempre di pregare secondo le mie intenzioni: FATELO!. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio, mandando su di voi l'Amore del Cuore della Croce. Ardete sempre, figli (Immacolata) Ecco, figliuoli miei, ho lasciato ardere i vostri cuori. Ora come Mamma vi chiedo ancora di consolare il mio Gesù: accoglieteLo voi per i figli che non l'accolgono, non lo amano e non vogliono riconoscerLo come Signore e Dio. Vivete nella Pasqua Viva e risorta, la Pace, amandovi gli uni gli altri e donando a tutti la Pace, la Carità e l'Amore di Dio. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e la Spina dei tuoi cari che vi baciano con l'Ordine di Dio, e Giovanni attraverso della Mamma ed il suo Gesù vi sigilla. Accogliete il Sigillo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e crescete nella Luce di Dio. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia oggi e sempre, figli del mio Cuore.

In occasione della Pasqua, Peter è venuto dall'Irlanda. Chiamato da Gesù "Eliseo", in Irlanda, ha tradotto già dai tempi di don Mario e traduce tuttora tutti i messaggi di Sofferetti e della Stanza dall'italiano all'inglese

 

 

         14. Lun  16/04/2001, Lunedì dell'Angelo insieme a Gesù.

 

L'8 marzo 2001 (cfr. msg.), il Santo Giovanni di oggi ha espresso la volontà di  festeggiare il giorno di Pasquetta dicendo: "Ora, vi invito a prepararvi per la Pasqua e a vivere il giorno dell'Angelo, uniti nella Preghiera e nel mangiare e nel bere con Gesù, perchè io sarò con voi in quel giorno. Figli, non è cambiato nulla: Io sono sempre con voi". Pertanto, tra i suoi discepoli, chi ha potuto parteciparvi, si sono riuniti in preghiera alla Stanza della Quercia per festeggiare con Gesù e Giovanni questo giorno di festa. L'appuntamento è stato fissato per le ore 10,30 e i partecipanti sono stati circa 70 persone e tra queste c'era anche Peter Byrne dall'Irlanda, Eliseo, come lo ha chiamato Gesù. Il programma della giornata di preghiera era il seguente:

 

Nella Stanza

1) Recita del Rosario della Stanza;

2) Recita del Rosario del giorno;

3) Attesa dell'Apparizione con canti e preghiere;

Nel giardino

3) Imbandita una doppia tavolata, pranzo con attesa delle Apparizioni fino a tardo pomeriggio.

 

Nel corso della giornata le Apparizioni sono state 3. La prima nella Stanza alle ore 11,40, le altre due in giardino durante il pranzo: una alle ore 14,10 e l'altra alle ore 16,40. Qui di seguito i messaggi:

 

 

a) ore 11.40:

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivo e Reale in mezzo a voi. Pace Piena sia nei vostri cuori figliuoli miei, Pace Piena sia in tutto il mondo, perchè Io vengo a portare la Quiete, la Pace, del Gesù morto e risorto sul Legno Santo della Santa Croce. Figli miei, sono venuto come avevo promesso in mezzo a voi, tra i miei discepoli e i discepoli del Santo Giovanni di oggi. Siamo venuti a portare il Santo Vangelo: il Vangelo dell'Agnello Immolato, invitandovi a tenerLo sempre alto e a viverLo nella Pace, nella Quiete e nell'Amore. La Famiglia di Dio è unita nell'Amore della Santissima Trinità, e la mia Via è stretta. Chi di voi vuole camminare la mia Via? sapete bene che non dovete lasciare la Croce, ma portarla ovunque andate, anche quando venite a visitarmi nella Stanza della Quercia. Ecco, figliuoli cari, invito i vostri cuori a vivere la giornata dell'Angelo: Gesù che invita i propri figli a fare festa e a mangiare con Lui. Vedete quanto è grande il Mistero del Padre: non fa distinzione. Dio guarda tutti i suoi figli allo stesso modo, perchè siete tutti cari al mio Cuore, al Cuore del Padre, al Cuore dello Spirito Santo e al Cuore della mia amata Mamma Addolorata: Addolorata per le brutture del mondo, per i figli che non ascoltano il Santo Vangelo e lo calpestano sotto i piedi. In questo giorno vi chiedo di pregare ancora per le Mura di Roma e per il Papa, figliuoli del mio Cuore. Pregate sempre secondo le intenzioni del Vangelo, le intenzioni della Croce, senza uscire fuori dalla Via Stretta. Io sono qui in mezzo a voi e sono gioioso: oggi mangeremo insieme e parlerò ancora. Ora, lascio ardere i vostri cuori: volete ardere? (Tutti)(Gesù) Bene figliuoli, vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi. Mi siedo un pò. Ecco, pargoli del mio cuore, sono gioioso nel vedervi tutti raccolti intorno al mio cuore. Io sono qui Vivo in mezzo a voi per Volere del Padre. Sono commosso nel vedervi, e il mio cuore di Sacerdote Vivo in mezzo a voi arde più di prima: Parlo a voi che siete qui riuniti, al mondo intero e ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Vedete, figliuoli cari, vi ripeto sempre che io parlo sempre di voi nel Paradiso; non è un modo per farvi sentire grandi, parlo di voi, delle vostre opere, del vostro amore verso Gesù e Maria e tutto il Cielo. Vedete, figli, voi eravate e siete ancora poggiati sul Pilastro del Sacerdote, so bene che ascoltavate di più la Piccola Cocciuta, ma noin c'era differenza, perchè lei mi raccontava ogni piccola cosa, e io come Sacerdote approvavo tutto quello che era segnato sulla Via del Vangelo. Vedete, figliuoli, il Pilastro è rimasto sempre in mezzo a voi. Guardando e ascoltando ciò che fate, siete nel giusto del Vangelo, anche se devo fare qualche piccolo rimprovero: come sempre il silenzio nella Stanza della Quercia; sapevate bene che non volevo sentir parlare e ve lo chiedo ancora. Ricordate, figliuoli, che IN  QUESTA  STANZA  ABITA  IL  BIMBO,  E  I  BAMBINI  AMANO  SENTIRE  IL  SILENZIO,  LA  QUIETE.  Il Mistero è Grande, è Mistero di Dio, ed io che conoscevo da sempre la Volontà del Padre, ho cercato di farvi capire alzando la mano, il Mistero che state vivendo. Come Sacerdote vi davo le Piccole Gocce, cercavo di far capire in quale Pienezza Dio è sceso in mezzo a noi e l'ho scritto nelle mie Carte. Figli, il mio cuore arde sempre di più, e chiedo alle mie Colonne ..........PAOLO! (Paolo)(Piccolo Giovanni) PIETRO! <breve pausa> TELESFORO! (Telesforo)(Piccolo Giovanni) PICCOLA COCCIUTA! <breve pausa> RIMANETE  COLONNE! Sapevate bene che io amavo e amo la Verità: Alzate con me la mano <alzano la mano>: FIGLI,  NIENTE  E  NESSUNO  VI  FARA'  DEL  MALE,  PERCHE'  IL  MIO  AMORE  DI  SACERDOTE  VIVO  ED ETERNO  E' DENTRO  DI  VOI. E ai figli che portano il Nome Nuovo, invito a loro a camminare nella Semplicità, nella Povertà, e nell'Unico Amore del Vangelo: NON  ANDATE  DI  QUA  E  DI  LA'  A  CERCARE  DIO,  DIO  E'  NEI  VOSTRI  CUORI  E  NEL  MISTERO  CHE  STATE  VIVENDO  TUTTI  UNITI. Ebbene, figliuoli, sapete bene che io sono ancora capriccioso e oggi voglio divertirmi con voi, nel giusto del Vangelo! Mi fate vivere?  (Tutti)(Piccolo Giovanni) So bene che parlate sempre di me, e sono contento di questo, almeno non mi avete cancellato, come i Grandi della Casa del Padre: Pregate per loro e immolatevi. Tu, Piccola Cocciuta, perchè il tuo cuore è triste?  (Giulia) Gesù, posso rispondere nel cuore di don Mario? (Gesù) Si, figlia <breve pausa> (Giulia) Grazie Gesù, grazie don Mario (Piccolo Giovanni) Piccola Cocciuta, t'hanno mandato come Roccia: vai avanti e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno; io sono sempre qui. Stringo al mio cuore Marì e Nicolè <Maria, la nipote e il marito> chiedendo di abbracciarmi tutti, perchè io vi amo ancora, ma vi chiedo sempre: NON LASCIATEMI, FIGLI, IO SONO SEMPRE NELLA VOSTRA CAPANNA AD ASCOLTARE TUTTO. Maria, non spaventarti, nella tua casa ci sono io quando rimani sola e cammino con te. Ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre, ma vi lascio il Siglillo del Bacio del Piccolo Giovanni: custoditeLo nei vostri cuori e donatelo al mondo. (Gesù) Ecco, figliuoli, ho lasciato ardere i vostri cuori, ma arderanno ancora in tutta la giornata. Ora, vi invito a vivere la giornata dell'Angelo nell'Amore e nella Quiete. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Verremo ancora in mezzo a voi, figliuoli.

  

b) ore 14.10:

Qui di seguito il messaggio:

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù. Sono venuto a chiedervi se mi offrite da bere! <Gli abbiamo riempito un bicchiere di vino> Mi date da bere? <perchè ci siamo un pò attardati> Grazie. Sapete, figli, ho mangiato con voi e anche il Giovanni di oggi, gli Angeli, i Santi, il Servo Santo e Maria Madre mia e Madre vostre. Abbiamo goduto l'Amore che ci avete offerto. Io, il vostro Gesù, chiedo ad ognuno di voi di bere con me. Come diceva il Giovanni di oggi: FONDO! <significava pieno> penso che capite cosa voglia dire. Ora Io bevo <lunga pausa>. Ecco, figliuoli del mio Cuore, avevo sete: la mia sete è sete di anime, e bevendo il Sangue mi disseto delle anime che non mi accolgono, non mi amano e non mi fanno amare dai figli. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale. Potete anche dire: "ma questo Gesù come fa a mangiare e a bere se noi non lo vediamo?". Figli, Io sono qui in mezzo a voi e se guardate bene con gli occhi del cuore mi vedete. Avete visto Giovanni in mezzo a voi? lo avete amato? avete ascoltato la sua parola? il suo grido? il grido d'Amore? Io ve l'ho mandato in mezzo a voi; l'ho fatto vivere con voi; soffrire con voi; gioire con voi. Ma quanti figli hanno ascoltato la sua parola? quanti figli hanno capito chi era e chi è Giovanni? La Piccola Cocciuta che conosceva e conosce tutto dal primo istante della sua venuta, ha aperto le braccia in pienezza alla Croce e al Mistero del Giovanni di oggi: IL  MISTERO  VIVO  IN  MEZZO  A  VOI. E ora, quando vi riunite, parlate sempre del Tesoro che è salito in Cielo nella Casa del Padre. Figli, sono un pò pesanti, forse, queste parole che Io sto dicendo? non riuscite a comprendere in pienezza, ma i vostri occhi e i vostri cuori si stanno aprendo per capire il Mistero che è stato ed è in mezzo a voi. Dio ha mandato il suo Figlio in mezzo a voi: ma come è stato accolto? da voi con amore! ma i Grandi  hanno fatto la stessa cosa che hanno fatto con me: m'hanno messo da parte, hanno messo da parte anche il Giovanni di oggi, e sapete la sua sofferenza quale era? vedere i suoi figli cadere nella rete del nemico, e piangeva lacrime amare e bevendo Calici che tagliavano la gola. Ma lui camminava e gridava sempre: L'AMORE DI DIO SI DEVE VIVERE IN PIENO, e lui non ha lasciato nulla, ha abbracciato tutto da sempre. Ora, i vostri cuori si stanno stringendo un pò nel sapere chi è partito in Cielo? chi era? penso che più chiaro di così non posso parlare. Rideranno di questo, come hanno riso di me, sarete perseguitati, ma sapete bene: ANCHE I MIEI DISCEPOLI SONO STATI PERSEGUITATI, CROCIFISSI PER AMORE DEL VANGELO, e voi che siete i discepoli del Giovanni di oggi volete lasciarlo? (Tutti) No (Gesù) La Via che dovrete camminare è segnata dalla Croce, e Giovanni la Croce l'ha abbracciata per ognuno di voi, in modo particolare per i Figli Fratelli Sacerdoti, per quelli che ridevano di lui e gli chiudevano la porta in faccia. Il suo cuore era straziato dai dolori, perchè vedeva sempre le porte chiuse, come lo sono sempre, anche adesso: NON MI APRONO LA PORTA, NON MI FANNO PARLARE, I GRANDI DELLA CASA DEL PADRE;  e pensare che quella Casa è mia: e come un povero vengo buttato via. Il mio Cuore gronda Sangue, molti veli stanno scendendo sull'umanità e sono neri, ed Io non posso far nulla perchè è l'umanità che non mi vuole; è l'umanità che non apre la porta, la mia è sempre aperta. Come Papà il mio Cuore è aperto a tutti, perchè il mio Amore non ha limiti, la mia Misericordia non ha misure. I Grandi misurano ogni cosa, anche le mie Parole: il mio Pianto, il mio Lamento. Ditemi voi cosa devo fare Io? chino il capo e guardo. Figliuoli, rimanete saldi, Giovanni vi aveva spiegato che voi fate parte della Nuova Chiesa, fondata sempre sul Vangelo e sulla Roccia Viva, perchè io non vengo a cambiare nulla, vengo solo ad accendere ciò che è spento. E i miei Figli Ministri ministri hanno spento il Vangelo che Io ho lasciato: LA VERITA' DELLA CROCE. Mi inchino dinanzi a voi e ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera, al Banchetto dell'Amore. Io non vi ho fatto preparare il Banchetto del mondo, vi ho fatto preparare il mio Banchetto ed è Sigillato con l'Amore della Santissima Trinità. Sapete, anch'Io mangiavo in abbondanza con i miei discepoli e bevevo: e mi dicevano che mangiavo e bevevo. Hanno detto tante cose di me, come ora fanno con tutti voi ed in modo particolare con la Piccola Cocciuta. Il suo primo messaggio era ed è un Sigillo. Figliuoli, quel Sigillo è sceso dal Cuore del Padre, e niente e nessuno può cancellare la Parola di Dio. Gli uomini possono far tutto, con i tempi che ci sono oggi, i tempi che non vengono dalla Croce. Rimanete poveri, piccoli, e legati alla Croce e al Santo Vangelo. Figliuoli del mio Cuore. Volete sapere cosa fa il Giovanni di oggi (Tutti) <interrompendo Gesù> (Gesù) in questo attimo? (Tutti)(Gesù) Parla e ride di voi! ma nel giusto del Vangelo come faceva sempre. E' contento dei suoi figli, vi ha piantati nella Roccia, non nella sabbia. Ma non dovete aver paura quando a volte vi sentite stanchi, o vi sentite crollare, è lì che Io mando il Fuoco dello Spirito Santo; dovete solo stare attenti al mio nemico. Ognuno di voi porta un Nome Nuovo, e  il mio nemico è pronto ad ingigantire quel Nome: dovete accoglierlo con amore in povertà come ha fatto il Santo Giovanni di oggi: l'ha accolto dal primo istante e il suo cuore batteva forte; e negli ultimi tempi l'ha manifestato a tutti: è lì che sono iniziate le sue sofferenze, il suo abbracciare la Croce in Pienezza. Ma ricordate sempre che il Parto passa attraverso di lui e attraverso la Piccola Cocciuta, il Parto Vivo della Mia Croce. Questo Mistero ancora non potete comprenderlo, e vi chiedo di non fare fatica con la mente, ma col cuore, figliuoli. Ora, Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo e il Santo Giovanni di oggi. Rimanete ancora con me nella Quiete, figliuoli. 

 

c) ore 16.40:

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Porto in mezzo a voi la Pace del Gesù Vivo e Risorto. Sono: Io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo venuti tutti a portarvi la Quiete e la Pace dell'Unica Verità dell'Albero Vivo e Verde in mezzo a voi. Figliuoli del mio Cuore, come Mamma del Crocifisso e di ognuno di voi e dell'umanità intera, mi inchini dinanzi a voi dicendo: GRAZIE FIGLIUOLI DEL VOSTRO OPERATO. GRAZIE PER ESSERE RIMASTI AD ASCOLTARE LA PAROLA VIVA DI GESU'. GRAZIE PER ESSERE RIMASTI INGINOCCHIATI  DINANZI ALLA CROCE DI GESU', VIVO IN MEZZO A VOI. Figliuoli, avete preparato due posti per Gesù e per il Santo Giovanni di oggi: Io ero in mezzo a loro. Mi hanno fatto spazio e ho mangiato e bevuto con voi l'Amore Pieno del Banchetto dell'Amore. Non siano tristi i vostri cuori se non avete preparato un posto per me: figli, ma vedete, dove si siede Gesù mi siedo anch'Io. Non siamo mai stati divisi: dal primo istante siamo rimasti sempre legati. E' la stessa cosa che chiedo a voi: di rimanere legati nell'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Questa Santa Giornata che abbiamo vissuto insieme nell'Unica Volontà del Padre, quando andate nelle vostre case, non gettate via ciò che avete raccolto. Non abbortite il mio Gesù che è venuto ad abitare dentro di voi nel Banchetto Vivo del Cuore del Padre. Figliuoli, crescete e moltiplicatevi nel Segno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: IL NOME CHE MI HA DATO IL PADRE. Figliuoli miei, i frutti che avete piantato insieme al Santo Giovanni di oggi, fateli crescere e donateli al mondo: ai poveri, agli emarginati, ai figli carcerati, senza lasciare nessuno fuori dal Banchetto di Gesù. Vedete, Gesù quando è salito sul Legno della Croce non ha scartato coloro che l'hanno tradito, o i figli che l'hanno abbandonato. Erano tutti accesi nei momenti dei miracoli o quando lo sentivano parlare, ma poi, sono scappati via lasciandoLo solo. E Gesù cosa doveva fare? dire: Padre abbassa la Tua mano su di loro? No, figliuoli, Gesù ha detto: Padre, perdona loro perchè non sanno quello che fanno. E li ha subito consegnati nel mio Cuore, ed Io sono la vostra Mamma per Volere di Dio e per Volere del mio Figliuolo Gesù. Ora invito ognuno di voi a raccogliere al primo posto i vostri nemici, coloro che trafiggono i vostri cuori, coloro che vi lasciano soli come hanno lasciato solo il mio Gesù, e dite le stesse cose che ha detto Gesù: Padre, perdona loro perchè non vedono quello che fanno, perchè non vogliono vedere il Vangelo Vivo di Gesù. Figliuoli, i Tempi dell'Amore di Dio sono Pieni e sono su di voi. Vedete, come Gesù vi chiama per rimanere uniti all'Unico Albero Vivo e Verde, e l'Abero che rimane sempre Verde è Gesù, perchè il Padre l'ha piantato sulla Roccia, e la Roccia non si distrugge: NULLA  PUO'  DISTRUGGERE  DIO. Non ascoltate la voce del nemico, non ascoltate i rumori del mondo, ma ascoltate la Quiete e la Pace che viene solo dal Legno Santo. Dio ha mandato il Suo Figliuolo ad abbracciare il Legno Santo per donare la Pace. Ora decidete voi cosa volete fare, figliuoli. Ora vi lascio ardere ancora un pò i vostri cuori donandovi il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo ancora una volta a portarvi la mia Benedizione di Sacerdozio Vivo in mezzo a voi. Figli, vi siete accorti che in mezzo a voi passavo anch'io? era gioioso ed è gioioso stare insieme in questa giornata. Io e Gesù e Maria siamo stati sempre seduti a mangiare e a bere ogni cosa con voi. Ma ora non dico più "non posso mangiare quello o quell'altro, il mio diabete non me lo permette", ora non c'è più e sapete che posso mangiare ogni cosa? E' bello. Ricordate quando dicevo "quando Gesù verrà la prima cosa gli offrirò una sigaretta", sono capriccioso, ve l'ho detto, ebbene l'ho fatto quando ero solo nella cucina della Piccola Cocciuta, l'ultima sigaretta che ho fumato l'ho offerta a Gesù. E Lui l'ha fumata con me; vi sembrerà strano tutto questo: "ma cosa dice don Mario in questa giornata? ha forse bevuto?", sì, ho bevuto con voi ma sono lucido. Ebbene, figliuoli del mio cuore, immaginate quando i miei Fratelli Ministri sentiranno queste Parole? - "povera Cocciuta" - diranno - "il dolore ha fatto andare fuori fase la sua testa". Ricordate  bene  che  Dio  parla  anche  agli  asini  e  li  fa  parlare  bene,  e  la  Piccola  Cocciuta  non  è  fuori  di  testa:  parla  perchè  Dio  parla  attraverso  di  lei.   E Dio Padre vi ha donato la Goccia più grande di far parlare anche quel don Mario che ha sempre gridato e scritto ciò che era ed è Vangelo di Dio. Lo ricordate bene che alzavo la mano quando ero arrabbiato e dicevo "Io quello che devo dire lo scrivo, perchè lo scritto non viene cancellato ma rimane sempre nella storia", e tutto quello che io ho scritto rimarrà nella storia del Santo Giovanni di oggi come Dio mi chiama, ed è Suo Volere. La  Volontà  di  Dio  non  possiamo  cancellarla  noi. Figliuoli, vedete, in questa giornata dell'Angelo, io ho parlato tanto di voi, di tutti i figli che ho incontrato e amato, tanto da aver fatto scappare gli Angeli e i Santi <tutti ci siamo messi a ridere>. Rido con voi perchè sapevate bene che quando iniziavo a parlare di una cosa, dovevo finirla. E io ho raccontato un pò le storie di tutti quanti. Figliuoli, come vorrei portarvi tutti con me, ma ancora dovete combattere sulla terra. Io combatterò con voi dal Cielo ed anche sulla terra. Sapete, figliuoli cari, la gioia più grande è stare sempre abbracciato a Maria: LA MIA SPOSA; l'ho sempre amata dal primo istante che ho iniziato a sussurrare le prime parole. Il mio cuore è stato ed è sempre ardente d'amore per Maria, ma ora posso stare anche nelle braccia della mamma Rosa e del papà Francesco, perchè sono con me a gioire. Non vi scandalizzate di tutto questo, vero? (Tutti) No (Piccolo Giovanni) bene figliuoli, dovete pensare che la vostra casa non è questa terrena: la vostra casa è in Cielo e il Padre ha preparato per ognuno di voi un Banchetto d'Amore, e quando salirete al Padre faremo tutti festa. Ora rimanete a combattere tutti. E non dimenticate di tenere alto il Santo Vangelo. Sto ascoltando i cuori di tutti i figli, e risponderò nei vostri cuori, ve l'ho promesso: ma state attenti ad ascoltare, figli. Grazie per tutto quello che fate per me, e chiedo ancora scusa ai figli che ho caricato il lavoro più pesante, ma vi amo e mi poggio su di voi, ma tutti per me avete lo stesso posto nel mio cuore, nessuno è stato messo da parte. Vi amo, figli, e come Sacerdote e Santo Giovanni, Piccolo Giovanni di oggi vi sigillo  ancora una volta col Sigillo del Cuore del Padre: lo Scudo che Dio ha lasciato scendere su di voi. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, figliuoli. (Immacolata) Bene, figli, i vostri cuori hanno gioito nel sentire il Santo Giovanni di oggi? (Tutti)(Immacolata) sono un pò traballanti i vostri "sì", ma sono pieni: Non ho detto questo per offendervi. Ora vi chiedo ancora una volta di pregare per le Mure di Roma e per il Papa: non lasciatelo solo in mezzo ai lupi, figli. Chiedo ad ognuno di voi di vivere ancora la Pasqua,  perchè non è finita, nella preghiera, nella penitenza, nell'amore, offrendo al Cuore di Gesù piccoli fioretti: MA FATTI COL CUORE, figliuoli miei. Ora come Mamma vi dico "Grazie", andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto, la Quiete di Gesù, l'Amore di Gesù, la Croce di Gesù e il Santo Vangelo di Gesù. Ricordate sempre che io non vengo a cambiare nulla di ciò che è Vangelo. Amate e perdonate i vostri nemici, figli. Rimanete uniti nella Catena Santa del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Siate santi figliuoli miei, i vostri cuori siano sempre legati al Cuore di Gesù. Come Mamma, lascio scendere su di voi la Benedizione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e la Spina di tutti i cari. (Giulia) Grazie, Mamma.  (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno per ognuno di voi e per il mondo intero. (Giulia) Grazie, Mamma. Grazie, Gesù. Grazie, don Mario del nostro cuore. Grazie.

 

 

 

         15.   Giov 19/04/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti e nell'accettare i Santi Dolori del Parto Vivo in mezzo a voi. (Giulia) Gesù <1° grido>. Gesù (Gesù) Figlia, la Pasqua non è ancora finita (Giulia) Perché sei pieno di sangue, Gesù? cosa ti hanno fatto? (Gesù) I figli della perdizione hanno sporcato il mio abito ed Io grondo Sangue (Giulia) Gesù (Gesù) Vuoi soffrire ancora con me, figlia? (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù <2° grido> <3° grido> (Gesù) Sei stanca, Piccola Cocciuta? o vuoi stringere ancora la Croce e portarla tu per me? (Giulia) Sì, Gesù <4° grido> <5° grido> (Gesù) Bevi questo Calice <Bevute amare> (Giulia) E' amaro, Gesù <Bevute amare> . E' amaro <sospiri>. Gesù, dove vai? (Gesù) Prendi la mia mano e vieni dietro di me <breve pausa spezzata da bevute> (Giulia) Gesù, come faccio a passare da quella Porta? è stretta! (Gesù) Vieni dietro di me <breve pausa>. Hai visto che sei passata? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Ora, guarda (Giulia) Gesù, ci sono tutti. Cos'è quello? Gesù, cosa c'è su quell'Altare? non riesco a vedere!  (Gesù) Guarda, figlia, è il Grande Libro che vedi su quell'Altare, e ai lati ci sono i Quattro Candelabri (Giulia) Gesù, cosa vuol dire? (Gesù) Vedi, figlia, le Candele ardono e la Fiamma è alta. Il Libro tu lo vedi ancora chiuso, ma il Tempo è pronto e presto si apriranno i Sigilli. Ora hai compreso? (Giulia)(Gesù) Tienilo dentro di te, figlia (Giulia)(Gesù) Ecco, figliuoli cari, Io sono qui in mezzo a voi e vengo a visitarvi e a portarvi il Santo Vangelo Vivo invitandovi a tenerlo sempre alto. Sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi in mezzo a voi. Figliuoli, Pace a voi, Pace a voi, Pace sia sempre nei vostri cuori. Il mio Cuore, in questa serata, gronda Sangue per l'umanità, per le Mura di Roma. Figliuoli, voi che siete qui riuniti consolate il mio Cuore , e <anche> i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera, ma il mondo non mi ama, non mi cerca. Figli, ditemi voi cosa devo fare Io? I flagelli scendono sempre di più sull'umanità. I figli che accettano la Santa Sofferenza e i Santi Dolori della Croce sono in pochi. Vedete con i vostri occhi come il mondo sta andando alla perdizione. Come posso gioire nel vedere i miei figli cadere nella rete del nemico? Ah, figliuoli, come hanno festeggiato i miei Figli ministri la Pasqua! La Resurrezione! Mi lamento sempre e voi dite: "ma dove sbagliano questi sacerdoti?"; voi vedete a parte gli errori, Io vedo e sento ogni cosa e il mio Cuore gronda Sangue. Figli miei, nella mia Casa vengo deriso, usato in mali modi. Figliuoli, pregate per i miei Figli Ministri; pregate affinchè mi lasciano entrare e abbracciarli; non mi viene permesso neanche questo, e il mio Cuore gronda Sangue. Figliuoli del mio Cuore, un altro velo nero sta scendendo sull'umanità. Chiedo ad ognuno di voi di essere pronto e preparato con la Lucerna accesa, non sono un Gesù cattivo! Io vi amo, figliuoli, e vi invito a preparare i vostri cuori alla mia venuta; non conoscete né il giorno e neanche l'ora, ma vi chiedo di essere sempre vigilanti. Tu, Cocciuta mia, tu che sei poggiata sulla Roccia Viva (Giulia) Gesù, non sono degna di questo (Gesù) Non diventare più cocciuta. Vuoi ancora soffrire con me? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) solleva il tuo cuore (Giulia) LO VOGLIO! <6° grido> <7° grido> (Gesù) Hai visto come sono enormi i Chiodi? (Giulia) Sì, Gesù, grazie, ma non piangere più Gesù (Gesù) Non temere, non piango per voi, figli, ma piango per l'umanità. Il mio Cuore è triste, e chiedo ad ognuno di voi di consolarlo con la penitenza, con la preghiera fatta col cuore, amandovi gli uni gli altri ed usando carità verso tutti: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, Io ho abbracciato tutti sul Legno Vivo della Croce, voi non lasciatemi solo, figliuoli. Il mio Cuore è solo in questo istante; un altro flagello sta scendendo in questo attimo, pregate figli (Giulia) Gesù, poggiati su di me. Gesù, perchè sei triste così? sono io a farti soffrire? (Gesù) No, Piccola Cocciuta, non sei tu. Guarda <breve pausa con molti sospiri> (Giulia) Gesù, il Papa è ancora per terra in un lago di sangue. Gesù (Gesù) Alzalo tu, figlia <8° grido> (Giulia) Non si alza, Gesù (Gesù) Vedi, figlia mia, vicino al Papa ci sono delle spade e dei bastoni; c'è il Figlio Domenico e il Figlio Mario (Giulia) Cosa devono fare? (Gesù) Vedi, stanno entrando (Giulia) Gesù, cosa c'è in quella Stanza? (Gesù) Vedi figlia mia, questa è un'altra Goccia che scende: ci sono degli Altari pronti. (Giulia) Gesù, sull'Altare c'è solo del Sangue (Gesù) Vedi, il Papa, Domenico e il Figlio Mario stanno prendendo il Sangue che tu vedi. (Giulia) Gesù, non capisco (Gesù) Ora prendilo anche tu il Sangue <Giulia prende il Sangue e lo beve>. Figlia (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Guarda ancora, vedi, c'è un altro Altare dove c'è Maria (Giulia) Sì, Gesù, e su Quello c'è ancora più Sangue! Gesù, il Bimbo, IL BIMBO (Gesù) Non temere, nessuno porterà via il Bimbo. Vedi, Maria sta raccogliendo quel Sangue per donarlo a tutti voi <breve pausa>. Anche voi avete bevuto il Sangue che Maria ha raccolto. Ora non potete comprendere questo con la mente, ma col cuore qualcuno di voi l'ha compreso. Figlia mia, dovrai ancora soffrire (Giulia) Sì, Gesù. Poggiati quanto vuoi perchè ti amo (Gesù) Sollevi il mio Cuore, Cocciuta mia. Vedi, Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, riuscite a comprendere tutto questo? i vostri cuori comprendono il Mistero del Padre? riuscite a capire che Dio è in mezzo a voi? Figliuoli, il Mistero di Dio Vivo e Reale, che stiamo vivendo insieme nella Stanza della Quercia, è Pieno ed è fondato sulla Roccia. Voi vedete come i miei Figli Ministri si distaccano dal Mistero Vivo e Pieno che è in mezzo a voi? sanno che è Verità ma chiudono le porte! non alla Piccola Cocciuta, e neanche a voi, ma chiudono le porte al Crocifisso, al Gesù che ha donato la Vita per tutti. Figliuoli miei, vi invito sempre a tenere alto il Santo Vangelo e la Croce, perchè Io non vengo a cambiare nulla. Avete sonno, figli? (Tutti) No (Telesforo) Si (Gesù) Telesforo ha sonno! <Tutti a ridere> Chi vuole prendere il suo posto? (Mosè) Posso venire io (Gesù) Rimane lui, e rimarrà anche sveglio dinanzi a Gesù. Come si può dormire dinanzi alla Parola? Figli, il mio Cuore gronda Sangue per l'umanità e i miei discepoli si addormentano! e Io cosa dovrei fare? chiudere la porta e non guardare? il mio Cuore è sempre aperto ed allargo sempre le mie braccia per raccogliere tutti: fatelo anche voi, raccogliete tutti i figli che si addormentano e portateli dinanzi al mio Cuore. Piccola Cocciuta, guarda (Giulia) Gesù (Gesù) Ora rivivi quello che dovevi scrivere e consegnare ........ <lunga pausa> (Giulia) Quando dovrò scriverlo? (Gesù) Ti sarà detto, ma non spaventarti <9° grido>. Un'altra spada è entrata nel tuo cuore. (Giulia) Grazie, Gesù (Gesù) Ecco, figliuoli, mi amate voi? (Tutti)(Gesù) Mi amate voi? (Tutti)(Gesù) Mi amate voi? (Tutti)(Gesù) Prendete la propria croce e seguitemi, perchè è tempo di combattere, figliuoli. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Gesù) Volete sentire il Santo Giovanni <anticipando Gesù> (Tutti)(Gesù) di oggi? Ebbene, ve lo lasci parlare (Piccolo Giovanni) Mi inchino dinanzi all'Amore di Dio portandovi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo in mezzo a voi. Figli, eccomi, sono ancora qui con voi per amore di Dio. Guardo i cuori di ognuno di voi, e, io che vedo Gesù soffrire per l'umanità, vi invito ad aprire ancora di più i vostri cuori al perdono amandovi gli uni gli altri, e tenendo sempre alto il Vangelo Vivo. Figli, voi che portate i Nomi Nuovi, sapete bene che dovete lavorare nella vigna, ed il carico è pesante. Figli, come è stato pesante per me portarvi sempre sulla Linea Dritta del Vangelo, e voi dovete portare tutti i figli sulla Linea del Vangelo. Se Dio vi ha chiamato e donato un Nome Nuovo, non l'ha fatto per farvi grandi! ma per lavorare. Vedete, figliuoli, gli Angeli stanno lavorando in Cielo, e voi che siete stati chiamati dovete lavorare sulla terra. Sulle Colonne ......... il carico e i Calici sono più pesanti, ma non c'è distinzione. Io come Sacerdote vi invito sempre a vivere giorno per giorno la Passione di Gesù e a consolare il Cuore della Mamma Addolorata: solo così potete combattere il nemico. Figliuoli, guardo il Cuore di Gesù che gronda Sangue e chino il capo per l'umanità sorda che non vuole ascoltare, l'umanità che sta distruggendo il Paradiso che il Padre ci ha donato. Come Sacerdote Vivo invito  sempre  ognuno  di  voi  a  rimanere  legati  alla  Catena  del  Cuore  della  Croce. Sapete bene che non vi sono altre strade per raggiungere il Cuore di Gesù: La  Croce  è  l'Unica  Via  che  vi  porta  alla  Vita  Eterna,  al  Grande  Banchetto  del  Cuore  del  Padre,  del  Figlio  e  dello  Spirito  Santo  e  del  Cuore  Immacolato  di  Maria. Figliuoli miei, vi chiedo ancora di pregare secondo le mie intenzioni per i miei cari; e chino ancora il capo! Tu, Piccola Cocciuta, tu che conosci ogni cosa (Giulia) Sì, Gesù. Sì, don Mario (Piccolo Giovanni) Figlia mia, sii forte, sarai perseguitata ancora. Ora che i Grandi ascolteranno le mie Parole per Volere di Dio, sarai perseguitata ancora di più: ma non temere, figlia mia, sei poggiata sulla Roccia. (Giulia) Gesù, don Mario, sia fatta la Volontà del Padre (Piccolo Giovanni) E così sia, figlia mia. Bene, figliuoli cari, io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. Cari piccini miei, vi amo, e vi bacio uno per uno, sigillandovi col Santo Sigillo. Rimanete nella Quiete di Gesù. (Gesù) Ecco, figli, ho lasciato ardere i vostri cuori, ma nella tristezza, perchè il mio Cuore gronda Sangue. Figliuoli, ora preparatevi perchè il Banchetto è pronto per ognuno di voi. Venite a fare festa con lo Sposo, e gioite della Gioia Piena del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Se il mio Cuore gronda Sangue, fate grondare anche i vostri cuori: sollevate le Mura che stanno crollando, fate penitenza. Figliuoli, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo, almeno quando siete qui riuniti nella Stanza della Quercia. [E ricordatevi, figli, che il Vangelo Vivo] è uno solo, non ve ne sono altri, ed Io non vengo a cambiarlo. Ora preparatevi, perchè Io sono qui in mezzo a voi e cammino toccando uno per uno i vostri capi. Sposo, porta la sposa. Eccomi, sono qui in mezzo a voi, nella Povertà di un bicchiere di Vino e di un pezzo di Pane, e mi inchino dinanzi a voi nell'Amore Pieno della Croce. Vedete, figli, quanto è grande il mio Amore per ognuno di voi. Ecco il Calice del mio Sangue, ecco la mia Carne: UNITI! Figliuoli, sia Piena la vostra gioia perchè la mia è Piena. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Gioite perchè lo Sposo si dona alle proprie spose, figli. Bevi, figlia mia <10° grido>. Ecco il mio Cuore Squarciato per ognuno di voi: voi che avete sete e fame del mio Amore, venite a mangiare e a far festa con me. ........ Ecco il mio Cuore che si dona all'umanità. Ecco il mio Amore che scende. Raccogliete le mie lacrime, figli, perchè il mio Cuore gronda Sangue, figlia mia. (Bimbo) Ecco la Culla dove Io riposo: è il vostro cuore, lasciatemi abitare dentro di voi, figli miei. Io sono il Dio Bambino che viene per donare la Quiete ai vostri cuori. Vengo perchè vi amo, figliuoli. Benedetti voi che venite a mangiare alla mia mensa. Benedetti voi che assaporate il Calice dei Santi Dolori Vivi che passano attraverso la Piccola Cocciuta. (Gesù) Ecco, figliuoli, assaporate ancora il mio Amore <11° grido> <12° grido>. Il mio Cuore è triste in questa serata e gronda Sangue, ma non è triste per voi, figli. Pregate, pregate, pregate, perchè il tempo del grano è pronto, figli, e Io sono qui in mezzo a voi a vivere dentro di voi.    

 

 

<la Mamma Celeste Intona una dolce Melodia e 

recita la seguente prima Lode d'Amore al Bimbo>

Dormi Bimbo, dormi nella Quiete.

Dormi Bimbo mio, 

gli Angeli sono intorno alla tua Capanna.

Dormi Bimbo che non mi appartieni.

Dormi sul mio Cuore,

Bimbo dell'Anima mia.

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

 

<Il Bimbo recita la seguente Lode d'Amore alla Mamma>

Oh, Cuore Trafitto.

Oh, Tu Cuore Trafitto di Mamma,

che mi tieni stretto, e mi culli.

Oh, Mamma dei mille Dolori,

tienimi stretto,

stringi al tuo Cuore la Croce che hai partorito.

Oh, Mamma che mi culli sempre,

culla tutti i tuoi figli.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia e 

recita la seguente seconda Lode d'Amore al Bimbo>

Oh, Bimbo che non mi appartieni,

rimani e dona a tutti la Quiete.

(Gesù) Ecco, figliuoli del mio Cuore, Io mi sono donato, la mia Pasqua è Piena ed è Risorta: gioite e fate festa con lo Sposo. Figli, camminate sempre nell'Amore che è nei vostri cuori: l'Amore del Dio che ha donato il Suo Figliuolo ad ognuno di voi. Figli miei, ricordate che ciò che state vivendo è Mistero Grande, e presto tutti comprenderete il Mistero Vivo che è in mezzo a voi. Ora Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo dei Cieli. Figli, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Volete cantarmi voi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna>. (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie. Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle nel Fiume Santo del mio Amore (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Ora, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e la Spina dei tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: fatelo anche voi. Unite la Catena Santa. Figliuoli, stringete bene le vostre mani, e unendovi unitevi in pienezza al Cuore della Croce. Sapete, figliuoli, la Croce è Viva, perchè l'Albero Verde ha le radici profonde, e voi siete i figli dell'Albero Vivo. Sia la vostra Catena sempre legata. E quando pregate aprite i vostri cuori all'Albero che abbraccia ognuno di voi e il mondo intero, e ricordatevi sempre che Io sono Papà, e un papà aspetta tutti i suoi figli, non guardo gli errori ma guardo i vostri cuori: fateli ardere sempre, figliuoli miei. Ora, preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ricordate, figliuoli: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. In questa serata avete visto anche le mie lacrime di Papà. Vi amo, figliuoli, vi amo, e il mio Cuore è aperto a tutti: non tardate ad entrare, figli miei. (Giulia) Gesù, come sei bello. Come sei bello, Gesù. Come è grande il tuo Cuore. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA'. (Gesù) Fate gioire il mio Cuore quando mi chiamate Papà. Grazie Pargoli, andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto nei vostri cuori: ma non mi abortite quando uscite fuori, fatemi nascere ovunque andate. 

 

 

 

       16.   Ven 20/04/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli miei, Io sono il Principio e la Fine: tutto è perchè Io l'ho voluto. Non fate i sordi ancora, Io vi ho donato tutto ma voi non vedete, non volete guardare il Legno della Croce, vi lasciate trascinare dalle cose del mondo. Figli, Io sono il Dio Antico e la mia Voce rimane sempre la Voce di Giubilo: convertite i vostri cuori, voi, Figli Ministri, e ricordate che Io verrò e dovete rendere conto di cosa ne avete fatto della mia Parola. Ora, vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vi benedico figli e fratelli in Cristo. Ho sempre alzato la mano parlando del Vangelo Vivo, come lo vivevo nel mio cuore, come Dio mi comandava di parlare. Ora posso parlare e dire ciò che non ho detto prima, io vedevo come la Piccola Cocciuta, e posso sigillare la Verità di Dio come uomo e coma Sacerdote. Figli Ministri, perchè non mi avete ascoltato? ora parlerò ancora di più perchè Dio me lo ordina: FATE LA VOLONTA' DI DIO, ASCOLTATE IL GRIDO DI MARIA CHE VIENE A PORTARVI LE ULTIME GRAZIE(Gesù) Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi, andate sempre avanti. Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

      17. Dom 22/04/2001, ore 15.25, Stanza  more solito  

17. Dom 22/04/2001, ore 15.25, Stanza  more solito  

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù  e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù in mezzo a voi. Figlia mia, immolati con i Santi Dolori del Parto per l'umanità, per i Grandi della Casa del Padre. Figlia mia, bevi ancora i Calici che stanno offrendo al tuo Gesù: bevili tu, solleva il Suo Cuore che gronda Sangue (Giulia) Mamma, Mamma sono amari. (Immacolata) Bevili,  figlia mia <1° grido>. (Giulia) Mammina mia, perchè piangi? Mamma, Mamma, siamo noi a farti soffrire?  (Immacolata) No, figlia mia, piango per l'umanità. (Giulia) Mamma (Immacolata) Asciuga il mio pianto con i tuoi dolori, figlia. Ecco, io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi in mezzo a voi. Io vengo a portare la Parola Viva di Gesù: il Santo Vangelo, invitandovi sempre a viverLa col cuore e a tenerLa alta. Parlate del mio Gesù!  gridate al mondo: Gesù è Vivo ed è in mezzo a noi; la Croce è Viva ed è in mezzo a noi. Figliuoli cari, avete ascoltato il Santo Vangelo di questa Giornata? <Apparizione di Gesù ai discepoli. Gv.20,19-31, 2° Domenica di Pasqua anno /C> Figliuoli miei, vivete in pienezza la Parola che Gesù ha lasciato in mezzo a voi, e che viene ad accendere col suo Amore Vivo di Papà in mezzo ai suoi figli. Io sono Mamma per Amore, e invito ognuno di voi ad essere Mamme dell'Amore Vivo della Croce. Gesù vi ha lasciato il regalo della Croce: il Tesoro dove voi potete aggrapparvi, l'Unico Tesoro, l'Unica Via Stretta da camminare come figli del Vangelo Vivo e della Santa Croce. Figliuoli cari, vi chiedo ancora una volta di pregare per le Mura di Roma e per il Papa: non lasciatelo solo in mezzo ai lupi. Pregate secondo le mie intenzioni di Mamma Immacolata e Addolorata. Il mio Cuore è trafitto da mille dolori nel vedere i miei figli, i figli che ho abbracciato ai Piedi della Croce, che cadono nella rete del mio nemico. Voi, mamme, riuscite a immaginare quanto è grande il mio Dolore? non ha misure, non è come il vostro dolore della terra: Io vedo ciò che voi non vedete. Figliuoli, pregate per la Pace; pregate perchè ci sia Pace in Gerusalemme. Figli, chino il capo dicendo queste parole. Vi invito ancora ad amare e perdonare i vostri nemici. Ma sia pieno il vostro amore, sia pieno il vostro perdono, come il Perdono di Gesù sulla Croce. Combattete il mio nemico amandovi e rimanendo uniti, stretti all'Albero Verde della Croce, figliuoli cari. Tu, Piccola Cocciuta, sai bene che dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù. Sei pronta ad andare ancora avanti? (Giulia) Sì, Mamma. Con la tua Grazia: amo Gesù (Immacolata) Bene, Cocciuta, rimani sempre sulla Roccia. Ora, volete ardere ancora un pò? vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, figliuoli, accoglietelo. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo in mezzo a voi. Figli, mi siedo un pò. Figliuoli cari, vi porto la Pace di Gesù come Sacerdote, e vi invito a vivere nella Pace del Cristo Risorto in mezzo a voi. Voi siete figli della Croce, e se Gesù è risorto voi siete risorti insieme a Gesù, perchè fate parte del Mistero Vivo che è in mezzo a voi. Io sono gioioso nel vedervi uniti e camminare sempre verso la Verità del Santo Vangelo e della Croce. Vi ho insegnato sempre questo: al primo posto mettere l'Albero Vivo della Croce. Sapete bene che non c'è salvezza se non si guarda quell'Albero, se non si ama, se non si è convinti che Gesù è morto ed è risorto per ognuno di noi. E' Lui che ci ha donato la Vita Eterna; è Lui che ci ha insegnato a vivere e a camminare portando sempre la Sua Parola di Vita. Io come Sacerdote Vivo, come Dio ha voluto, in mezzo a voi, vi invito sempre ad alzare la mano e a dire: DIO  E'  VIVO  ED  E'  IN  MEZZO  A  NOI. Figliuoli, ricordate che il Mistero della Santissima Trinità è Pieno, e Lo state vivendo nella Stanza della Quercia. L'abbiamo vissuto insieme ed ancora continua. Vedete figliuoli, come è Grande l'Amore di Dio verso i suoi figli? tutti, non lascia nessuno! Voi fate la stessa cosa: abbracciate tutti i figli che incontrate e donate a loro quello che Gesù lascia scendere nei vostri cuori; offrite la mano ai poverelli, agli emarginati, che si presentano dinanzi a voi: non abbiate timore! sappiate che in quei figli c'è Gesù: il vostro Gesù, il mio Gesù, che viene a chiedervi il Pane Vivo. Figliuoli, come Sacerdote e Santo Giovanni di oggi, come Dio mi chiama, vi invito a vivere la vostra santità amando, perchè solo amando i vostri nemici, amando voi stessi, e non scandalizzate i vostri corpi, ma curateli come gigli, perchè Gesù vi ha creati a Sua Immagine e Somiglianza, e Gesù è un Giglio Candido: non sporcate il Giglio che è nei vostri cuori. Figli, vi chiedo ancora di pregare, secondo le mie intenzioni di Sacerdozio Vivo ed Eterno, per i miei cari. Chino il capo, li consegno nelle vostre mani. Pregate anche per il mio popolo, il popolo che non ha ascoltato il Grido di Domenico e neanche il mio. Chiedo a voi, Pargoli, Pietruzze Vive: pregate con me, fate penitenza dinanzi alla Croce, aggrappatevi al Cuore di Gesù consolando l'Addolorata, implorando: MISERICORDIA, MISERICORDIA, e non lasciatemi i miei Figli Fratelli Ministri: pregate sempre anche per loro, figliuoli, Pargoli del mio cuore. Tu, Cocciuta, tieni sempre alta la Destra e rimani sempre Roccia sulla mia Ultima Volontà. Colonne:  RIMANETE  SEMPRE  IN  PIEDI. (Giulia) Sì, Mamma. Sì, don Mario (Piccolo Giovanni) FATE TUTTO QUELLO CHE E' SCRITTO. (Giulia)(Piccolo Giovanni) Ora, bacio ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni: accoglietelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Io ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore. Ho lasciato ardere ancora i vostri cuori nel donarvi il Giovanni coronato dal Padre col Premio del Santo Giovanni di oggi, Vivo in mezzo a voi. Come Mamma allargo le braccia e vi stringo portandovi al Cuore del Padre: rimanete sempre Pargoli, Poveri e ricchi dell'Amore della Croce. Sia il vostro vivere, vivere solo per Gesù. Distaccatevi dalle cose del mondo. Figliuoli, vedete, ancora i flagelli scendono e altri veli neri si abbassano sull'umanità. Figliuoli cari, come Mamma vi chiedo di stringere la mia mano e di camminare con me a combattere la Battaglia del Cuore Immacolato e Addolorato: la promessa viene da Fatima ed è duratura, non viene meno. Vi chiedo solo di essere pronti e preparati, sempre con la Lucerna accesa, figliuoli. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: teneteLa sempre alta, figliuoli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Siate coscienti che Dio parla ad ognuno di voi, al mondo intero, perchè è Papà e non abbandona i Suoi figli. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e la Spina dei tuoi cari, che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: fatelo anche voi, figliuoli. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli. (Giulia) Grazie, Mamma.

 

 

       18. Lun  23/04/2001, ore 20.50, Lauria

studio del Notaio Guarino

Oggi, presso lo studio notarile Guarino in Lauria (PZ), alla presenza del Notaio dott. Franco GUARINO, si sono riuniti i Piccoli Giovanni della Stanza ed i Fratelli di sangue di Giovanni per discutere della realizzazione della "Fondazione don Mario RICCIO" voluta quale ultima volontà dal Santo Giovanni di oggi. A metà riunione Giulia va in estasi. Qui di seguito i messaggi:

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questo giorno i Santi Calici dei Dolori di Gesù e immolati per l'umanità tutta, per i Grandi della Casa del Padre, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce in mezzo a voi. Sono io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi, Vivo in mezzo a voi, e il Santo Luigi di oggi. Con Ubbidienza a Dio ci inchiniamo dinanzi voi, figli riscattati dal Sangue Prezioso del mio Gesù, morto e risorto sul Legno della Croce per l'umanità intera e per tutti voi. Figliuoli, io sono la Mamma dei Dolori, la Mamma che ha abbracciato il suo Figliuolo Crocifisso per Amore. Accogliete nei vostri cuori l'Amore del PAdre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figliuoli, guardate come il mio Cuore di Mamma gronda Sangue. Distaccatevi dalle cose del mondo; legatevi alla Croce di Gesù: Unica e Vera Sorgente di Vita Eterna. Vedete, figliuoli, Dio ha premiato ognuno di voi donandovi un Santo in mezzo a voi. Tu, figlio Franco, hai abbracciato il corpo del tuo Santo Luigi: ASCOLTA LA SUA VOCE, ABBRACCIALO ANCORA COME PAPA', PERCHE' E' VIVO e Dio ha premiato i tuoi dolori di padre.  Io vengo sempre in Ubbidienza a Dio a portare la Verità del Santo Vangelo, e non vengo a cambiare nulla, perchè Dio rimane sempre il Dio Antico. Ora, vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, Vivo in mezzo a voi. (Piccolo Giovanni) In Ubbidienza al Padre, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, Vivo per Volere di Dio. Poggio la mano sul cuore, e come Sacerdozio Vivo alzo la Destra invitando il figlio Franco a fare in pienezza la mia Ultima Volontà: tutto quello che con le mani tremanti ho scritto sulle mie carte. Io sono Vivo per Volere di Dio e grido ancora la Verità del Vangelo, <rivolgendosi ai Fratelli di sangue> perchè  volete  chiudermi  le  porte?  Fratelli  di  sangue,  non  vi  riconosco  più;  e  non  pensate  che  in  questo  attimo  stia  parlando  la  Piccola  Cocciuta!  Lei  è  zero:  è  Dio  che  mi  fa  parlare. Amatemi ancora come io vi ho amati e ho rispettato sempre le vostre volontà. Ora, volete spezzare ancora il mio Cuore? io chino il capo e ritorno all'Ubbidienza di Dio. (Immacolata) Ecco, figliuoli, il mio Cuore di Mamma gronda Sangue, ancora. Vi lascio parlare il Santo Luigi di oggi (Santo Luigi) Con Ubbidienza a Dio, porto la Benedizione di Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo. Sono gioioso di abitare nelle braccia di Gesù e di Maria. Fratelli in Cristo, alzate gli occhi al Cielo e guardate le Meraviglie di Dio che ha creato per ognuno di noi. Papà, mando nel tuo cuore la Volontà del Padre, invitandoti a vivere nella Pienezza della Croce. Io mi sono immolato per abbracciare il Padre. Immolatevi anche voi, e tutti gioiremo nella Pienezza di Dio, lasciate le cose del mondo e allargate le braccia al Legno Vivo e verde della Croce. Ora ritorno all'Ubbidienza di Dio. (Immacolata) Ecco, figliuoli, vi chiedo di consolare il Cuore di Gesù. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai soffrire ancora a causa del Nome di Gesù: sii sempre Roccia e non fermarti. (Giulia) Con la tua Grazia Mamma, dammi la forza. (Immacolata) Sai bene cosa fare: aggrappati alla Croce e vai avanti. Io ora vi lascio mandando ad ognuno di voi il Bacio del Piccolo Giovanni: fateLo vivere nei vostri cuori, perchè Dio lo fa vivere. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore del Santo Vangelo Vivo in mezzo a voi. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli. Rimanga in voi la Pace del Gesù Vivo e Risorto, figliuoli.

 

 

 

       19.  Mar 24/04/2001, Stanza, more solito

Qui di seguito i messaggi:

a) Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.40)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questo giorno, i Calici che hanno preparato al tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Immolati, figlia mia, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Il Parto di Gesù passa attraverso il Santo Giovanni di oggi e attraverso la Piccola Cocciuta, Roccia Viva di Dio in mezzo a voi. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi e il Santo Luigi di oggi, in mezzo a voi per Volere del Padre. Io vengo in Ubbidienza, come pellegrina vengo a gridare e a portare la Parola Viva di Gesù, la Parola che i Grandi della Casa del Padre hanno sepolto. Vengo ad accenderLa nei vostri cuori, nella Chiesa Viva di Gesù, nella Stanza della Quercia. Figliuoli, Dio è Antico e non cambia nulla; ciò che ha lasciato è la Parola di Gesù, e Gesù, il mio Figliuolo, con i Suoi discepoli ha spezzato il Pane e ha bevuto il Vino donandosi in Semplicità, in Povertà: è quello che sta donando ad ognuno di voi, all'umanità intera, ai figli che si uniscono nella Verità del Santo Vangelo. Sapete bene che il Vangelo è Uno solo e non si può cambiare; non si può gettare via la Croce che Gesù ha abbracciato per ognuno di voi. Il mio Cuore di Mamma gronda Sangue per l'umanità, per le Mura che stanno crollando: LE MURA DI ROMA. Come Mamma piango su quelle Mura, e chino il capo stringendo il mio Cuore. Quanto soffre il mio Gesù nel vedere tutti i suoi figli cadere nella rete del nemico. Figliuoli, volete camminare dietro Gesù? (Tutti)(Immacolata) Abbracciate la Sua Croce e abbandonate le cose del mondo! Il nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore facendovi abbandonare la Croce e il Santo Vangelo. Gesù è venuto in mezzo a voi in Povertà; voi volete vivere e amare la Sua Poverta? <Breve pausa>  Guardo i cuori di ognuno di voi e del mondo intero: è difficile distaccarvi dalle cose del mondo! Il "Sì" che ho donato io, riuscite a donarlo? volete imparare ad amare e conoscere Dio  <interrompendo la Mamma> (Tutti)(Immacolata) e camminare sulla Sua Via? Voi siete fatti a Sua Immagine e Somiglianza; siete i Tesori che Dio ama a Cuore aperto. Figliuoli, rimanete sempre sulla Porta Stretta che vi porta al mio Gesù; e ricordate  che  Dio  non  deve  chiedere  l'ordine  a  nessuno  per  parlare: E'  tutto,  è Padre, e tiene la mano in questa posizione <alzata a 60° col palmo perfettamente orizzontale>, ed io come Mamma gliela sollevo: FATELO ANCHE VOI CON LA PREGHIERA, FACENDO PENITENZA, perchè i flagelli ancora non si fermano, e siete voi che avete nelle mani il mondo, figli. Consolate il Cuore di Gesù, perchè la Pasqua ancora non è finita, e Lui soffre nel vedere l'umanità che si perde. Accogliete il Bimbo che abita nella Stanza della Quercia e cullateLo nei vostri cuori, figli, tenendo sempre alto il Santo Vangelo: la Parola duratura del mio Gesù, viveteLa in pienezza, amando e perdonando, ma col cuore, i vostri nemici. Figliuoli, Gesù sul Legno della Croce ha perdonato e perdona ogni vostro errore: voi, perchè non perdonate i vostri nemici? perchè non amate col Cuore di Gesù? Volete far brillare i vostri volti? (Tutti)(Immacolata) Amate! Amate! solo con l'Amore i vostri volti diventeranno raggianti, come è raggiante il mio Gesù. Figliuoli, il segreto per combattere il male è l'Amore, e Gesù ha tanto amato da far aprire il Suo Cuore e donarvi la Vita Eterna: perchè volete distruggere la Vita che Gesù vi ha donato? Come Mamma parlo ad ognuno di voi come bambini, perchè siete i miei bambini, vi ho abbracciati ai Piedi della Croce e vi ho fatto crescere donandovi il Latte del mio seno materno. Come pargoli dissetatevi del Latte dell'Amore e donatelo ai Figli Ministri; ma chino il capo parlando dei miei Figli Ministri, chiedendovi di pregare per loro, e di non lasciare in mezzo ai lupi il Papa, il Figliuolo Carlo. Vedete, figliuoli cari, Domenico e Giovanni e il Figliuolo Carlo stanno combattendo; una marea di persone corrono con bastoni e spade, ma il mio Cuore Immacolato trionferà: la Promessa di Dio non viene meno. Figli, ora volete ardere? (Tutti)(Immacolata) Lascio ardere i vostri cuori, donandovi il Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, sempre in mezzo a voi. Mi siedo un pò. Figli benedetti, col Segno e Sigillo della Croce chino il capo e chiedo ad ognuno di voi: volete essere ancora i miei discepoli <interrompendo Giovanni> (Tutti)(Piccolo Giovanni) come Dio ha comandato? Bene, figliuoli miei, il mio cuore gronda sangue come il Cuore di Maria e di Gesù, nel vedere la Casa di Gesù che viene abitata dai Ministri che non camminano sulla Via del Vangelo. Io come Sacerdote ora vi dico le brutture che io ho vissuto insieme ai miei Fratelli Ministri. Sapete, figliuoli, ridevano di Gesù: ridevano del Sacrificio, ed io mi flagellavo nel vedere tutto questo. Figli, quanti Sacerdoti prendendo nelle mani il Corpo di Gesù credono che Gesù è Vivo e si dona? Pochi! io vi invito a pregare affinchè i Ministri guardano e accolgono il Gesù che viene in mezzo a noi, il Gesù che si dona nel Sacrificio. Il Padre è offeso per tutto questo e tiene il Dito pronto: sapete bene che Dio è Misericordioso, ma come discepoli, chiedo ad ognuno di voi di caricarsi, di portare la Croce Pesante per i Figli Ministri, Fratelli del mio cuore. Non scandalizzatevi di tutto questo, ve ne parlavo sempre, io ci sono dentro e vedo cose che non camminano col Vangelo. Ora che cammino nel Paradiso e sono gioioso, per questo,  il mio cuore è triste nel vedere le opere fatte nella Casa di Gesù: le opere che non camminano sulla Linea Dritta della Croce. Figliuoli miei, voi che portate i Nomi Nuovi, dovete lavorare per il Vangelo, lavorare portando la Croce, e voi Colonne ...........Pietro,  Paolo, Telesforo, Cocciuta del Cuore di Gesù <breve pausa> (Giulia) Sì Mamma, sì don Mario (Piccolo Giovanni) tu conosci, figlia mia, ciò che dovete fare. Presto vi manderò al portone di Roma. Io vi guarderò dall'alto, ma dovrete andare voi. (Giulia) Sì Mamma, sì don Mario (Piccolo Giovanni) Non spaventarti, Piccola Cocciuta, nel tuo cuore c'è già cosa dovrete fare. (Giulia) Sì Mamma, sì don Mario (Piccolo Giovanni) Bene, figlia mia, io sono sempre qui nella mia Casa, nella Casa che il Padre ha costruito con le Radici profonde. E ricordatevi sempre, figliuoli, che io vi ho scelti uno ad uno, perchè il Padre ha voluto così, e vi ho sigillati col Sigillo della Croce: nessun capello del vostro capo sarà toccato. Figli, siate convinti che Gesù è Vivo ed è in mezzo a voi. La Promessa che ha fatto è duratura e Lui verrà: dovete aspettare i Tempi che il Padre ha scritto nel Grande Libro. Figliuoli, il Mistero è Grande ma è Gioioso. Sapete, figli, nel Paradiso Dio ha preparato un posto per ognuno di voi, e i Nomi di ognuno di voi sono scritti in Cielo e brillano. Ora, decidete voi se volete vivere per Dio e donarvi tutti per Dio o vivere nel mondo, figli, non potete neanche immaginare la Gioia che si vive in Paradiso vicino a Gesù. Lo so, figliuoli, vi manca la mia Figura, ma io sono qui: siate convinti della Resurrezione, siate convinti che il Paradiso è pronto per ognuno di voi, per i Figli della Croce, e pregate, pregate per i figli che non vogliono riconoscere e amare Gesù. Ho parlato un bel pò. Cosa devi chiedermi, Piccola Cocciuta? (Giulia) Mamma, posso fare una domanda a Gesù, al Giovanni di oggi (Immacolata) Lo so che tu lo chiami "Gesù", Cocciuta (Giulia) La posso fare nel cuore? (Immacolata) Si, figlia mia (Giulia) Gesù (Piccolo Giovanni) Dimmi, Cocciuta del Cuore della Croce, mi chiamavi sempre Gesù, ora lo puoi fare ancora di più. (Giulia) Devo chiederti una cosa nel cuore (Piccolo Giovanni) Fallo! <lunga pausa> (Giulia) Grazie Mamma, grazie Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, chino ancora il capo e vi chiedo di pregare per il popolo di Lauria, il popolo che non ha accettato il Servo della Croce. Pregate, io chino il capo e metto tutto nel Cuore del Padre, tenendo sempre alta la Destra, invitando tutti voi a tenerla alta. Il Padre vi ha scelti come discepoli, i discepoli della Croce rimangono sempre alti, figli. Ora, vi chiedo ancora: Mi amate? (Tutti)(Piccolo Giovanni) e se amate me abbracciate la Croce di Gesù e non lasciatela, perchè i Tempi del grano e della zizzania sono pronti. Voi rimanete sempre accesi. Fate ardere sempre i vostri cuori con l'Unica Verità del Santo Vangelo dell'Agnello Immolato, Figli, Fratelli e Mamme del Cuore di Gesù. Siano sempre benedetti i vostri Nomi e le opere che fate per Gesù. Io vi ho sempre benedetti e lo farò sempre, perchè siete i miei pargoli. Ora vi bacio col Sigillo del Santo Giovanni di oggi, come Dio vuole, accoglietelo perchè sono io a donarveLo e portatelo al mondo, ai vostri cari, sapete bene che non lascio nessuno senza il mio amore. Ardete ancora con me perchè io ardo d'Amore. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli, il mio Cuore di Mamma ha gioito con i vostri cuori. Vi invito ancora a non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Vi  invito a  preparare  una  copertina  per  il Bimbo:  COPRITELO  E  CULLATELO.   IL  MISTERO  PIU'  GRANDE  E'  IL  MISTERO  DEL BIMBO  CHE  E'  IN  MEZZO  A  VOI. Il Padre lascia scendere su di voi e sull'umanità le Gocce del Suo Amore Infinito, e con Ubbidienza ed Umiltà mi inchino dinanzi a voi che siete stati chiamati a vivere il Mistero Pieno dell'Amore del Bimbo. Figli, come siete preziosi al Cuore del Padre, e quanto ama i vostri fioretti il mio Gesù. Benedite e lodate Dio per il Fuoco di Pentecoste che fa scendere su di voi. Siate sempre Culle Vive per il Bimbo, figliuoli, e amate, amate, amate col Cuore di Gesù che è Vivo ed è in mezzo a voi. Come Mamma della Croce vi invito ancora a pregare secondo le mie intenzioni, figli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ricordati sempre il tuo primo messaggio (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Sii forte, Cocciuta. (Giulia) Con la tua Grazia, Mamma (Immacolata) Ora, figlia mia, porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle e sii sempre Roccia (Giulia) Con la tua Grazia, Mamma (Immacolata) Unite la Catena dell'Amore. Unendo la Catena, Gesù passa attraverso di voi, toccando i cuori di ognuno di voi, e lasciando nei vostri cuori un piccolo segno: il Segno della Croce <1° grido>; lasciateLo sempre Vivo, figliuoli, e amate, perdonate, usate carità verso tutto. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi, a portare l'Unica Verità: il Vangelo Vivo del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nel Nome della Santissima Trinità, e fate sbocciare i fiori del vostro amore, figli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e la Spina dei tuoi cari (Giulia) Grazie, Mamma (Piccolo Giovanni) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli del Cuore della Croce.

 

b)  Messaggio di Gesù e del Bimbo (ore 17.30)

 

(Gesù) Sono qui. Sono qui in mezzo a voi, nella Quiete vi sigillo col Sigillo della Croce. Quiete Piena sia nei vostri Cuori, figli. Sono Io, il vostro Gesù, l'Agnello che si è immolato per amore e per donarvi la Quiete. Vivete la mia Quiete, mangiate la mia Quiete, donate la mia Quiete al mondo, all'umanità, e Io vi dono la mia Acqua Viva e Zampillante, figli. Abbracciate i Dolori del mio Amore, e vivete lì nella Quiete e nella Gioia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Eccomi, Io sono qui in mezzo a voi, figli, Pargoli eletti dal mio Cuore ...... e tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dona l'Acqua della Vita Eterna ai tuoi figli. (Bimbo) Sigillati con la Croce Benedetta e Santa, e inonda con l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, l'umanità e i tuoi figli <Giulia asperge verso i presenti una manciata d'Acqua dell'Amore contenuta nel Battistero della Stanza>. Risorgete con Gesù e vivete l'Amore Pieno.(Gesù) Oggi si è adempiuta questa Scrittura: I  FIGLI  CHE  PORTANO  IL  NOME  DARANNO  L'ACQUA  ALL'UMANITA',  LA  MIA  ACQUA  DI  VITA  ETERNA.  Non scandalizzatevi di tutto questo: l'Amore del Cuore della Croce scenda sempre su di voi e rimanga nei vostri cuori. Figli, la mia Quiete, la mia Pace, la mia Croce. Io sono qui in mezzo a voi, rimanete nella Quiete con me abbracciando i Santi Dolori, figli. Vi benedico col mio Cuore grondante di Sangue, col Padre, Col Figlio e con lo Spirito Santo. Rimanete nella mia Quiete e donate a tutti il mio Amore. Vi amo tutti, Spose Vive dell'Acqua Zampillante.

Visione di Giulia durante l'aspersione dell'Acqua dal Battistero:"Vedevo il Bimbo che era nell'Acqua dell'Amore e giocava nelle mie mani dandomi l'Acqua che scendeva dal Cuore del Padre come una cascata. La scena era così bella da rimanere con la bocca aperta. Poi ho visto una Schiera di Angeli vestiti di fiori che circondavano l'Acqua che scendeva su di noi". \