LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 8

 

ANCHE  VOI,  COLONNE,  DOVRETE  SOFFRIRE  A  CAUSA  DEL  NOME  DI  GESU'  E  DEL  VOSTRO  SANTO  GIOVANNI  DI  OGGI,  MA  NON  TEMETE,  IL  SOLE  DI  DIO  BRILLERA'  E  VOI  BRILLERETE

(dal messaggio del 03/05/2001)

Messaggi Tramite Giulia

 

         1.   Giov 26/04/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell'accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce in mezzo a voi <1° grido e gemiti>  (Giulia) Gesù (Gesù) Figlia, la Pasqua continua <2° grido> <3° grido>. (Giulia) Gesù, come sono lunghi i Chiodi! Come sono lunghi i Chiodi <4° grido> <5° grido>. Gesù, perchè piangi? Perchè piangi, Gesù? (Gesù) Piango e chino il capo per i figli: i Grandi della Casa del Padre (Giulia) Gesù, poggiati ancora su di me (Gesù) Vuoi soffrire ancora? (Giulia) Sì, Gesù <6° grido> <7° grido>. Grazie, Gesù. Gesù, tu piangi ancora!  (Gesù) Figlia mia, tu consoli il mio Cuore col tuo soffrire, ma guarda quanti figli si perdono! (Giulia) Gesù, poggiati sempre su di me; poggiati quanto vuoi (Gesù) Ah, Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi che Io non sappia quanto peso può portare il tuo corpo? Io mi poggio, accontentati Cocciuta mia (Giulia) Perdonami, Gesù (Gesù) Non hai sbagliato, perchè mi chiedi di perdonarti? se tutte le anime mi farebbero poggiare, tutti questi figli non cadrebbero nella rete del mio nemico. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi e il Santo Luigi di oggi, in mezzo a voi. Siamo venuti a portare la Verità del Santo Vangelo, invitandovi a viverLo in Pienezza e a tenerLo alto, figliuoli del mio Cuore. Vedete, figli cari, Io sono in mezzo a voi, Vivo e Reale, e parlo ad ognuno di voi delle Meraviglie del Paradiso: le Gocce Piene che scendono su di voi. La Goccia più Grande è la Croce, l'Albero che ha abbracciato me e che ha abbracciato ognuno di voi, l'umanità intera; è quel Legno che voi guardate e vi battete il petto. Figli, non basta solo battervi il petto, Io vengo a chiedere, ad ognuno di voi, il Sì Pieno alla Croce: ad ognuno di voi e al mondo intero. Vedete, con i vostri occhi vedete i tempi di oggi: Io vedo tutto e chino il capo, chiedendo ad ognuno di voi e all'umanità intera: CONVERTITE I VOSTRI CUORI, RICONOSCETEMI COME VOSTRO SIGNORE E DIO, perchè Io ho abbracciato il Legno Santo per donarvi la Vita Eterna. Non distruggete il Capolavoro che Io ho creato. I flagelli non li lascia scendere il Padre: siete voi, l'umanità, che non vuole riconoscere e amare il Vangelo dell'Agnello Immolato. Voi, figliuoli, voi che siete qui riuniti nella Stanza della Quercia, dove abita il Bimbo, rimanete sempre con la lucerna accesa; siate pronti e preparati e aprite la porta dei vostri cuori al vostro Dio che viene in mezzo a voi; non temete, Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce, e vi ha donato la Vita. Figliuoli, Io vi chiedo sempre di pregare per le Mura di Roma e per il Papa: non lasciatelo solo in mezzo ai lupi. Figli, vedete, il mio Cuore gronda Sangue, ma non posso fare nulla per quelle Mura: dovrei solo abbassare la mano, ma non lo faccio. Il mio Amore è così Grande, di allargare sempre le braccia sul Legno della Croce e di aspettare tutti i miei figli; e a voi ho donato il compito di pregare; alle Colonne ho donato il peso più grande: figliuoli, vi chiedo scusa. Come Papà vi amo e mi poggio sempre di più su di voi e su tutti i figli che hanno ricevuto il Sigillo del mio Amore: i figli che portano il Nome Nuovo. Siete stati sigillati dal Cuore del Padre, Dio ha guardato e ha scelto i Suoi figli: dovete combattere, lavorare nella Vigna e portare i frutti al Banchetto del Padre. Figli miei, Fratelli miei, Mamme del mio Cuore, non riuscite neanche ad immaginare quanta gioia mi donate nel rimanere ad ascoltare la mia Parola. In pochi nel mondo ascoltano il Gesù che parla sempre. I miei Figli Ministri ridono del mio parlare: "questo Gesù chiacchiera troppo!", queste sono le risposte che vi danno quando andate a parlare di me. Ma non temete, alzate gli occhi al Cielo e gioite, perchè in quell'attimo Io gioisco con voi: hanno perseguitato me, e lo faranno anche con voi; i Figli della Croce devono essere perseguitati; la Via Stretta è fatta di Dolori e di Spine; la via larga appartiene al mio nemico, e ci sono i rumori del mondo, i banchetti del mondo, che non mi appartengono. Io vi porto il mio Banchetto che è fatto di Croce, di Dolore, del pianto di Maria, Madre mia e Madre vostra. Come pellegrina gira nel mondo per abbracciare tutti i Suoi figli, ma non viene accettata, viene messa alla porta, e chi l'accetta lo fa solo per raccogliere e portare nelle proprie tasche, nel loro tornaconto. Una Mamma che vede i propri Figli Ministri venderLa! come può gioire il Suo Cuore nel vedere tutto questo? Io sono venuto nel mondo in Povertà, Maria mi ha offerto una Capanna ed Io ero gioioso. Ora, figliuoli cari, Io ho donato a voi la Stanza della Quercia, la Capanna del Bimbo: fatela camminare nella Luce della Croce e nella Povertà, come Giovanni ha sempre gridato. Io ho chiesto una Capanna con i Tre Altari: i Segni della Croce, e i vostri cuori aperti alla Croce. Rimanete sempre piccoli, poveri e ricchi di Croce, perchè solo la Croce vi dona la Gioia che il Giovanni di oggi ha ricevuto. Figliuoli, ecco l'Eredità che Io vi ho lasciato: il Santo Vangelo, la Croce e la Santa Sofferenza.. Non dimenticate queste Gocce che Io lascio scendere su di voi. Vi ho amati, vi ho scelti e vi ho sposati; vi ho donato la mia Acqua: non disperdetevi, ma rimanete sempre uniti nell'Unica Fonte Zampillante del mio Cuore, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta, Roccia Viva del Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria, sai bene che dovrai ancora soffrire (Giulia) Sì, Gesù. Adesso? (Gesù) No, figlia mia, domani (Giulia) Dammi la costanza e la forza (Gesù) Sei Roccia, non dimenticarlo (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Bene, figliuola mia. Ora, volete ardere ancora? (Tutti)(Gesù) stavate aspettando? (Tutti)(Gesù) Ebbene, vi lascio ardere col Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo come Dio vuole, in mezzo a voi. Figliuoli, mi aspettate veramente? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Ebbene, anch'Io aspetto per parlare con voi. Sono gioioso nel vedervi tutti uniti ad ascoltare la Parola di Gesù e ad aspettare. Ricordate quando Io dicevo a Gesù che ero stanco e avevo sonno? lo ricordate ancora? (Tutti)(Piccolo Giovanni) e ricordate anche che allungavo Io il parlare di Gesù con tutte le domande? (Tutti)(Piccolo Giovanni) poi mi lamentavo con la Piccola Cocciuta.  Rido anch'Io. Sapete, Io sono sempre qua in mezzo a voi, perchè ovunque voi andate Io sono sempre con voi. Vi chiedo sempre di rimanere saldi nella Parola Viva di Gesù, nel Mistero che insieme ancora viviamo nella Stanza della Quercia. Vi chiedo solo di pregare per la Valle di Sofferetti, per i Pastori, e come Gesù, anch'Io chino il capo su quel Luogo. Sapete figliuoli, dal primo istante che Io sono arrivato in quel Luogo, e ho incontrato gli occhi della Piccola Cocciuta, il Mistero si è abbracciato alla Croce. Nessuno ha capito quale Mistero porta avanti la Piccola Cocciuta, come Gesù la Chiama?  Un Mistero Grande! Un Mistero Nascosto come è nascosto Gesù nel Pane e nel Vino. E sapete, figli, Io all'inizio mi nascondevo, ma la Piccola Cocciuta conosceva ogni cosa del Giovanni di oggi, e i suoi occhi, quando mi guardavano, non potevo nascondergli nulla; come cocciuta ha saputo ubbidire, e ha tenuto nel suo cuore il Mistero del Giovanni. Ora, Io penso che ognuno di voi ha capito! ............... siete tutti capricciosi come me, ve l'ho trasmesso, ma vi amo, non riuscite ad immaginare quanto vi amo! e quando parlo di voi in Paradiso, ora non scappano più, mi ascoltano. Vi chiedo solo, figliuoli, di camminare sulla Linea Dritta e non fatevi scrupoli di sbagliare su quello che dovete fare, quello che è dentro di voi non siete voi a pensarlo: è il Padre che mette nei vostri cuori e fa mettere anche a me quello che dovete fare. La Verità  è la Croce, e Io la Croce vi ho lasciato: andate avanti e camminate sempre portando il Vangelo. Conoscevate bene le mie gridate, i miei rimproveri e il significato della Destra alzata: ve lo chiedo sempre, alzatela sempre con me, tutti. .......Paolo (Paolo)(Piccolo Giovanni) Telesforo (Telesforo)(Piccolo Giovanni) Piccola Cocciuta (Giulia) (Piccolo Giovanni) Alzatela più alta <la Destra> Non c'è distinzione tra di voi, non siate gelosi. Ma il lavoro che devono fare le Colonne è pesante: voi, figliuoli, sosteneteli con la preghiera, col vostro lavorare, e ricordate che i Nomi di tutti brillano nei Cieli, e non c'è distinzione: tutti siete Pietruzze Vive, Pargoli del Cuore di Gesù, del Cuore di Maria e del mio Cuore di Sacerdozio Vivo ed Eterno. Chino il capo e vi chiedo ancora di pregare per il Popolo di Lauria, e alzo sempre la Destra, figli. Il mio Cuore di Sacerdote, Vivo in mezzo a voi, teneteLo sempre acceso! e quando bussate al mio Cuore, chiamatemi GIOVANNI, ed Io verrò perchè Dio mi manda. Figli, non scandalizzatevi di queste mie Parole, ma ricordate sempre: amate, perdonate, usate carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera; abbracciate coloro che trafiggono i vostri cuori, ma quando siete nel giusto del Vangelo, alzate la Spada e gridate la Verità, e non abbiate paura di niente e di nessuno, Dio è con voi e nessuno vi farà del male. Figli, come fate gioire il mio Cuore! figliuoli, quanto vi ho amato e ora vi stringo tutti al mio Cuore. Voi quando potete stringetemi e ricordatevi sempre le mie Parole: tenete alto il Vangelo, figli. Vi bacio tutti col Sigillo del Santo Giovanni di oggi: accoglieteLo nei vostri cuori e donateLo al mondo. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma sono sempre con voi, figli. (Gesù) Ecco, vi arde ancora il cuore? (Tutti)(Gesù) e lasciatelo ardere. Figliuoli, Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale. Siate sempre coscienti. State attenti al mio nemico, figli, non dategli spazio. Amate, amate, amate, perchè solo con l'Amore potete combatterlo. Rimanete sempre uniti a parlare della Croce e del Santo Vangelo Vivo in mezzo a voi. Ora preparate i vostri cuori, perchè lo Sposo è qui in mezzo a voi. Figli, togliete tutto quello che non mi appartiene e accostatevi al Banchetto dell'Amore. Io voglio bere e mangiare con voi: ho fame e sete. Voi avete fame e sete? (Tutti)(Gesù) e venite al Banchetto, figli. Sposo, porta la sposa. Eccomi, Io sono qui in mezzo a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Ecco la mia Ricchezza, ecco ciò che ho lasciato ai miei discepoli. Ricordatevi di me quando fate questo. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il Calice del mio Sangue, ecco la mia Carne che si dona all'umanità. Figliuoli, vivete il Mistero Nascosto: venite e bevete con me, venite e mangiate con me, perchè Io ho fame di voi, ho fame delle vostre anime, ho fame dei vostri cuori, e desidero mangiare e gioire con voi, figliuoli cari. Ora, bevi <8° grido>. (Giulia) Ti amo, Gesù (Gesù) Mangia il mio Cuore. Ecco il Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo che viene ad abitare dentro di voi. Fate festa, e la vostra Festa sia Piena. Figliuoli, mangiate con me. ........ Ecco il mio Amore che si dona all'umanità. 

 

Benedetti voi che avete fame e sete del mio Amore. 

Benedetti voi che mi fate abitare nei vostri cuori. 

Benedette le vostre mani che toccano la Carne del 

Figlio dell'Uomo e bevono il Suo Sangue. 

Benedetti, figliuoli, che abitate nella 

Stanza del Bimbo e fate festa con Lui. 

 

Crescete e camminate nell'Amore. Donate l'Amore che Io dono ad ognuno di voi, ai vostri figli, ai vostri fratelli, ai miei emarginati. <Qui si finisce il lato "A" della cassetta. In parentesi quadra sono riportate le parole che non sono state registrate> [Ai figli che si uni]scono a questa Santa Preghiera, mando il mio Amore, la mia Benedizione; mando ad ognuno di loro il mio Sangue e la mia Carne. 

Benedetti voi che cercate la Quiete e rimanete in Essa. 

 

Io sono qua in mezzo a voi e mi dono. Ho aperto il mio Cuore e lascio scendere su di voi il Fiume dell'Amore. Tu, Piccola Cocciuta, porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle. Vedi, Giovanni tira la Barca, e nella Barca c'è Maria e il Bimbo (Giulia) Gesù, come è bello camminare nel Fiume! (Gesù) Porta tutti, non lasciare nessuno, figlia mia (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Bevi il Sangue con me <bevuta mistica>. Vedi, anche Giovanni beve, Domenico e Luigi (Giulia) Gesù, come è grande il tuo Amore!  (Gesù) anche il vostro Amore è grande se rimanete nella Quiete (Giulia) Gesù, tienici sempre per mano! (Gesù) Sono qui, in mezzo a voi e dentro di voi, Cocciuta del Cuore della Croce (Giulia) Sì, Gesù, ti vedo <breve pausa> 

 

<la Mamma Celeste Inizia una dolce Melodia d'Amore dedicata al Bimbo>

Oh, Cuore del Padre, 

del Figlio e dello Spirito Santo.

Oh, Cuore del Bimbo che non mi appartiene.

Tu, Gioia di tutte le genti, rimani, 

e riempi i nostri cuori della tua  Quiete.

Tu che vivi dentro di noi,

donaci sempre il Tuo Amore.

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

Ecco, Io, Umile Ancella,

e ho portato nel mio Grembo

il Bimbo che non mi appartiene.

Ho assaporato i Calici 

e i Dolori della Croce,

e ho chinato il capo abbracciando

tutti i miei figli.

Ora chiedo a voi: 

ABBRACCIATE IL MIO GESU',

E BEVETE I CALICI,

CHINANDO I VOSTRI CAPI

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

Bimbo che non mi appartieni, 

rimani con noi nella Quiete

 

(Gesù) Ecco, figliuoli, Io mi sono donato. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta e abito nei vostri cuori. Gioite con la gioia piena perchè Io sono sempre con voi, figli. Risorgete nell'Amore e prendete la propria Croce e seguitemi, figli. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e la Spina dei tuoi cari. (Giulia) Grazie, Gesù (Gesù) Vedi, cantano le Lodi dell'Amore e consolano il Cuore di Maria: FATELO ANCHE VOI! (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Ora, volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Fate ardere il mio Cuore. Mi fate commuovere. Grazie, figli benedetti, grazie. Ora, legate la Catena Santa. Legatela stretta, figliuoli, e stringendo la Catena stringete la Croce, i Santi Chiodi e le Sante Spine che hanno coronato il mio capo. E stringendoLi, amate, e ricordatevi che Io sono Papà, e un papà dona tutto ai suoi figli, e aspetta tutto. Ricordatevi queste parole: Io vi ho donato tutto il mio Sangue e tutta la mia Carne, e aspetto anche la vostra. La Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo si dona in Pienezza, e voi fate parte della Famiglia, ricordatelo. Ora preghiamo <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli, ricordate sempre: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen; dovete chiederlo voi (Tutti)  non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen (Gesù) non solo con la bocca, anche col cuore, e pieno, figli, perchè Io guardo i cuori. Ora che abbiamo bevuto e mangiato insieme, ora siamo un'Unica Famiglia, un'Unica Cosa. Quando uscite fuori, figliuoli, non abortitemi ma fatemi nascere, crescere dentro di voi e donarmi a tutti. Vi amo per quello che mi offrite, figli. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie, Pargoli del mio Cuore, andate in Pace e portate la Pace, la Quiete e il mio Amore all'umanità e ai vostri figli, ai vostri ammalati, a coloro che si sono affidati ai vostri cuori, figli. La Piccola Cocciuta viene con me per un istante, in Paradiso <per circa due minuti rimane con Gesù>.  Devi ritornare tra i tuoi (Giulia)  Gesù. Sì, Gesù. 

 

 

          2.   Ven 27/04/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io sono il Giudice e il Legislatore. Voi chi siete? cosa volete fare senza di me? Io vi ho donato la Vita e voi cosa ne fate? perchè state scandalizzando i vostri corpi? non vi accorgete che siete morti? vivete solo per le cose del mondo. Ah, figli miei, come sono chiusi i vostri occhi! non vedete la Luce? Io ve la sto dando da sempre: ora decidete cosa volete fare. Figli Ministri, parlo anche a voi. Ora vi lascio il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio vi benedico, figli e fratelli del mio Cuore, con la Croce Tremenda di Gesù. Figli cari, lasciate le cose del mondo e costruite i vostri tesori in Cielo. Tutto passa e non rimane nulla: solo Dio è e rimane in Eterno. Figli, Io vi ho sempre parlato di questo e ve lo ripeto ancora: legatevi ancora di più al Cuore di Maria, la Barca che porta a Gesù. Sapete, figli, sulla terra non esiste l'amore perchè si è legati al mondo, ma se restate a guardare Maria, non potete rimanere senza innamorarvi. (Gesù) Ecco, figli. Voi, Quattro della Santa Croce, andate ancora avanti e tirate sempre la Barca carica del Santo Vangelo. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

        3. Dom 29/04/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù. Figlia, sono amari, ma consola il Cuore di Gesù e bevili tutti fino all'ultima goccia. Immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. (Giulia) Sì, Mamma, ma i Calici sono amari (Immacolata) Figlia, grida al mondo i Dolori di Gesù <1° grido>. Ecco, figlia mia, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e Io vengo in umiltà a portare il Santo Vangelo Vivo, invitandovi sempre a tenerLo alto e a viverLo nella Pienezza dei cuori. Figliuoli cari, Io sono qui come pellegrina a portare nel mondo i Dolori di Gesù: il Parto Vivo, il Parto Pieno in mezzo a voi della Croce di Gesù. Vedete, figliuoli, la Porta di Dio è sempre aperta aspettando i propri figli che si avviano ad entrare col Cuore aperto a cercare Gesù, quel Gesù che è morto ed è risorto per Amore e per donare la Vita Eterna, ma il mondo non cerca il mio Gesù: sta andando alla perdizione. Io come Mamma vengo a raccogliervi come pulcini, per portarvi dinanzi alla Porta Stretta del mio Gesù. Una Mamma stringendo la Croce raccoglie tutti i propri figli, ed Io non faccio distinzione, e chiedo ad ognuno di voi di raccogliere i fratelli che sono caduti per terra, i figli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati: non lasciateli per terra: RACCOGLIETELI, e raccogliendo loro abbracciate in Pienezza  il mio Gesù, la Croce. Figliuoli cari, vedete, Io come Mamma non vi sto lasciando soli; vengo in Ubbidienza al Padre a portarvi la Parola: l'Unica Parola, il Santo Vangelo dell'Agnello Immolato. Tra di voi non ci siano divisioni: vi leghi sempre l'Amore di Gesù: la Famiglia di Dio è unita, e non si divide; e così, voi che fate parte della Grande Famiglia: non dividetevi, e non ci siano gelosie tra di voi. I vostri Nomi hanno tutti una Linea Dritta dinanzi agli occhi del Padre, e non c'è distinzione: voi, non ne fate tra di voi distinzione. Ciò che fate per Gesù sia solo nei vostri cuori, e quello che fa la destra non lo deve sapere la sinistra. Camminate nel Silenzio e nella Povertà. State attenti al mio nemico: "L'IO" viene dal fuoco del mio nemico, "L'ANNULLARSI DINANZI ALLA CROCE" viene da Dio: ricordatelo, figliuoli cari.Io come Mamma vengo a guidare i vostri passi, a raccogliervi e a farvi camminare sulla Via del Vangelo, perchè Io non vengo a cambiare nulla ma a scaldare i vostri cuori: parlo a voi e parlo al mondo intero, figliuoli; e una mamma se non corregge i propri figli, cosa deve fare? Io chino il capo dinanzi a voi e dinanzi all'umanità perchè vengo in Umiltà, in Ubbidienza a Dio, figliuoli. Ecco, ora vi chiedo ancora una volta di pregare per le Mura di Roma e per il Papa, figliuoli cari, sia la vostra preghiera un'armonia in unione col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: non muovete solo le labbra, aprite il cuore e parlate al vostro Papà, perchè pregando si è in unione col Padre, e se voi vi distraete, come può essere unito il filo con vostro cuore e il Cuore del Padre? Distaccatevi dalle cose del mondo quando parlate col vostro Papà, figli cari. Il mio nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore, e voi che siete le spose, figliuole, voi che avete ricevuto il Sigillo Santo, combattete con l'Amore: siate sempre uniti allo Sposo, e amate, amate con larghe misure, figli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta, vuoi ancora amare il tuo Gesù e accettare ancora i Dolori  che vuole donarti? (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Bene, Cocciuta del Cuore della Croce, vai avanti, ma il peso che dovrai portare è enorme (Giulia) Amo Gesù, Mamma (Immacolata) Grazie, Cocciuta del Cuore della Croce, sii sempre Roccia e non fermarti. Ora guarda, figlia mia <breve pausa>. (Giulia) Mamma, posso parlare? (Immacolata) Tieni dentro di te ciò che vedi. (Giulia)<lunga pausa> . Sì, Mamma. Sì. Sì (Immacolata) Ecco, figlia mia, stringiti alla Croce e porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Ora, volete ardere un pò? vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. Ardete, figliuoli del mio Cuore. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vi porto la mia Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi, come Dio vuole. Mi siedo un pò. Come inizio, vi chiedo di pregare secondo le mie Intenzioni, che sono le Intenzioni di Dio. Sapete bene che il Sacerdozio è unito a Dio e non si divide. Figliuoli, il mio Cuore è triste, ma non per voi, è triste per l'umanità, è triste nel vedere i miei Fratelli Ministri che si perdono non ascoltando la Parola Viva, cambiando ogni cosa che Gesù ha lasciato. Io ho lasciato una Famiglia: la Famiglia dei Piccoli Giovanni. Portate avanti la Parola di Gesù! tenete alta la Croce come Io l'ho sempre portata, Viva come Gesù ce l'ha donata, senza cambiare nulla. Figli, e il mio Cuore è triste ancora per il Popolo di Lauria, e con me è triste anche Domenico. Figliuoli, pregate, voi sapete bene che Io ero poggiato sulla Preghiera: l'Unica Fonte che arriva al Cuore del Padre, e non pensate che il Padre non faccia nulla; i Tempi li conosce solo Lui, e se voi guardate bene i Tempi che stanno scorrendo, Dio è alle porte. I  flagelli  ancora  non  si  fermano  perchè  l'umanità  corre  di  qua  e  di  la,  e  non  si  ferma  dinanzi  alla  Croce:  i  Grandi  della  Casa  del  Padre  non  si  fermano  dinanzi  alla  Croce   a  guardare  quel  Legno  che  si è  donato  per  donarci  la  Vita  Eterna. Cosa devo dirvi? a voi dico grazie di quello che state offrendo a Gesù, a Maria e al mio Cuore! GRAZIE, figliuoli. Dico grazie al Padre di avermi donato voi come figli, e il mio Cuore gioisce un pò, perchè mi posso poggiare su di voi: SULLA MIA FAMIGLIA, SULLE MIE SPOSE; quanto vi ho amate, e quanto vi amo ancora! Figliuoli, non fermatevi, combattete per la Verità che Io vi ho lasciato, e non temete niente e nessuno. Ciò che dovevo dirvi ve lo dicevo apertamente e scrivevo: fate anche voi ciò che ho lasciato. Quando dovete dire qualcosa scrivete come facevo Io: Paolo, hai compreso? (Paolo)(Piccolo Giovanni) il tuo cuore arde come il mio? (Paolo)(Piccolo Giovanni) non fermarti, figlio! (Paolo) non lo penso nemmeno! (Piccolo Giovanni) vai avanti. Ti amo così come sei, ti ho amato da sempre, come ho amato tutti gli altri. Vi chiedo ancora una cosa: figli,  la  Stanza  della  Quercia  sapete  che  è  la  casa  del  Bimbo?  e  il  Bimbo  è  sempre  in  mezzo  a  voi  Vivo,  e  guarda  tutto  quello  che  fate. Rimanete sempre uniti al Bimbo e offrite Fioretti; consolate il Cuore di Maria in questo tempo e bussate al Cuore della Mamma: sapete bene che la Mamma tiene ferma la Mano del Padre, e consolando il Suo Cuore si ottiene tutto! Fatelo, figliuoli cari. Io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma vi saluto col Sigillo del Bacio del vostro Piccolo Giovanni: custoditeLo nei vostri cuori, portaleLo al mondo e a tutti i vostri cari. Non lasciate nessuno senza il mio Bacio, figli. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, la vostra Mamma fa ardere i vostri cuori, e insieme a voi ardo anch'Io, perchè il mio Amore non ha misure. (Giulia) Mamma, come sei bella! Come sei bella! (Immacolata) Ecco, figlia mia, la mia bellezza viene in mezzo a voi portando l'Amore: amate anche voi e tutti avrete il mio Volto, perchè è l'Amore che rende belli: FATELO; amate il mio Gesù, consolate il suo Cuore e brillerete come brilla il Cuore della Croce, figliuoli (Giulia) Sì, Mamma, insegnaci ad amare, donaci il tuo Cuore per amare tutti (Immacolata) incominciate ad amare i vostri nemici, figliuoli (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina preferita e la Spina dei tuoi cari: formando il coro innalzano le Lodi al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria. Fatelo anche voi, figliuoli. (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, e così sia, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato. 

 

 

        4.   Mar 01/05/2001, ore 6.50, stanza del venerdì, orale

Giulia vede lo Spirito Paraclito sotto forma di Globo Luminoso e di Colomba.

(Spirito Paraclito) Vieni, figlia, sono Io lo Spirito Paraclito. Glorifichiamo insieme. Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Ora scrivi per Maria:

 

Oh, Tu, rifugio di tutte le anime.

Oh, Tu, Stella Viva che illumini il Cielo.

Oh, Tabernacolo,  che hai accolto il Figlio di Dio,

accogli il mio grido d'amore.

Tu mi conosci perchè sei la mia Mamma,

pietà ti chiedo, oh Mamma.

 

Un'Ave Maria secondo le Intenzioni del Padre.

 

 

 

        5.   Giov 03/05/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i miei Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e allarga le braccia nell'accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce, figlia (Giulia) Gesù, dammi la costanza e la forza (Gesù) Abbracciami, figlia, e gioisci con me <1° grido>  (Giulia) Gesù, è dolce il tuo abbraccio (Gesù) Ha il sapore dei Dolori, figlia: gustali <2° grido>. Vedi, figlia mia, come è Viva la Croce? il Parto è Vivo attraverso di te e attraverso il Santo Giovanni di oggi: fallo assaporare al mondo il Santo Parto, la Santa Croce, i Santi Dolori del mio Amore <3° grido> <4° grido> <breve pausa>. Ecco, figlia mia, bevi (Giulia) Sono amari, Gesù <bevute, gemiti> ho paura di rigettarli (Gesù) Non temere, figlia, non aver paura, anche se viene la tosse non li rigetti <bevute, gemiti>. Bevili per me (Giulia) Sì, Gesù <bevute e gemiti> <5° grido> <6° grido>. Gesù, come sono amari questi Calici!  (Gesù) Figlia, i Calici che stai bevendo sono tutte le amarezze che mi offrono i Grandi della Casa del Padre: li abbiamo divisi, li ho bevuti con te, Cocciuta del Cuore della Croce. Ecco cosa mi offrono nella mia Casa. (Giulia) Gesù, Gesù, dammene ancora da bere <bevute, gemiti> <7° grido> <8° grido> (Gesù) Ecco, Cocciuta del Cuore della Roccia, hai bevuto con me le ultime gocce dell'amarezza. Figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù, Vivo e Reale in mezzo a voi. Vengo a visitarvi e a portare il Santo Vangelo Vivo, invitandovi sempre a tenerLo alto, col cuore, non con la mente, figliuoli. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi e il Santo Luigi di oggi. Siamo qui in mezzo a voi a far festa con voi, a bere e a mangiare con voi, quello che ho sempre fatto con i miei discepoli: Vi scandalizzate di questo? Figliuoli, quando ci univamo e parlavamo del Vangelo Vivo, spezzavo il Pane con loro e Bevevo con loro; e ora sono qui, in mezzo a voi, a bere e a mangiare, perchè i Grandi della Casa del Padre non vogliono accettare il mio Banchetto? quello che Io ho fatto con i miei discepoli, e ho lasciato. Quanto poco sono amato nella mia Casa! e quanto poco viene ascoltato il Vangelo Vivo che Io ho lasciato. Figliuoli, cosa devo dire ancora? cosa devo fare ancora per essere accettato e riconosciuto come Signore e Dio dai Grandi della Casa del Padre? dai Grandi del mondo? e dai figli che si sentono di essere sapienti per giudicare: "Dio ha parlato, ora non parla più"; chino il capo dinanzi a queste parole: come si può mettere un limite a Dio? Figliuoli, Io ho promesso ai miei discepoli: "Aspettatemi, verrò". Voi cosa fate? mi aspettate? (Tutti)(Gesù) credete in Pienezza <anticipando Gesù> (Tutti)(Gesù) che Io sono in mezzo a voi? (Tutti)(Gesù) e parlo? <la maggioranza dai presenti pensava che Gesù ancora non avesse finito la domanda e non ha risposto. Alcuni, invece Gli hanno risposto>  (Alcuni)(Gesù) Sì? < Gesù sollecita la risposta di tutti> (Tutti)(Gesù) Figliuoli, non dubitate della Parola di Dio: sapete bene che ciò che è scritto nel Libro di Dio non viene cancellato! e Io vengo in mezzo a voi come Padre, come Figlio, come Spirito Santo e Cuore Immacolato di Maria. Sapete bene che la Famiglia di Dio non si divide, e gli Angeli e i Santi tutti sono uniti al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria. E la mia venuta in mezzo a voi e nel mondo intero, non viene a cambiare nulla: vengo ad invitarvi a tenere alto il vangelo Vivo e a viverLo nella Pienezza, nell'Amore che Io ho donato a tutti voi sul Legno Vivo della Croce: l'ho abbracciato, l'ho amato, come amo ognuno di voi. Figliuoli cari, vi invito a stare attenti al mio nemico, l'ultimo strascico di coda che gli rimane, sta portando via molti Piccoli Giovanni, molti miei Figli Ministri nella sua rete, facendoli diventare superbi, grandi nelle cose del mondo. Voi sapete bene che il mondo non vi dona la Vita Eterna; il mondo non vi dona la Santa Croce. Figliuoli cari, abbracciate la Croce, abbracciate i Santi Dolori e le Sante Spine, e non prendete la porta larga ma camminate per la Porta Stretta, perchè lì ci sono Io. Nella porta larga c'è il mio nemico che vi offre i tesori del mondo, ma non vi dona i Tesori della Croce: la Croce è una sola, figliuoli, e rimane sempre unita, e non si divide dal Crocifisso, dai Dolori, dalla Povertà. Io sono venuto in mezzo a voi nella Povertà, e vi ho lasciato la Povertà del Legno Santo che è il Tesoro che vi porta al Trono del Padre, figliuoli cari. Ecco il Mistero Nascosto, ecco il Cuore Immacolato di Maria che trionferà nel mondo intero. Figliuoli, nessuno conosce il Mistero Nascosto, e nessuno conosce nè l'ora e neanche il giorno: state attenti, non lasciatevi confondere dal mio nemico. Solo il Padre conosce i Tempi, voi potete guardare i tempi che stanno scendendo su di voi, ma non conoscete il giorno: IO VERRO' IN MEZZO A VOI E I CIELI SI APRIRANNO, E GLI ANGELI SCENDERANNO E SALIRANNO, E LA GIOIA PIENA SCENDERA' SU DI VOI, E TUTTI VEDRETE IL FIGLIO DELL'UOMO IN CANDIDE VESTI E CHIAMERA' I SUOI FIGLI AL BANCHETTO DELL'AMORE. Ricordate bene queste parole. Io ora sono qui in mezzo a voi a visitarvi e poi salire di nuovo al Padre, come gli Angeli e i Santi tutti: è un dono di Dio che viene in mezzo a voi, nella Stanza della Quercia e nel mondi intero, perchè Io non parlo solo a voi, ma al mondo intero, e il mio grido è Grido di Giubilo: sappiatelo, figliuoli cari. Stringo al mio Cuore tutti i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera, all'Incontro Vivo del Banchetto dello Sposo. Figliuoli del mio Cuore, vi amo, e apro il mio Cuore per ognuno di voi, donandovi tutto il mio Amore. Accogliete  il  Bimbo  che  abita  nella  Stanza  della  Quercia. Figliuoli, vi chiedo ancora di pregare per le Mura di Roma e per il Papa: non lasciatelo solo, seguitelo con la Preghiera e stringetelo ai vostri cuori, figliuoli miei. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora andare avanti e farmi parlare attraverso di te? (Giulia) Gesù, perchè mi chiedi questo? lo sai: LO VOGLIO! (Gesù) Cocciuta, fai gioire il mio Cuore quando rispondi i tuoi "Sì", per questo te lo chiedo! come lo chiedo a tutti i figli: VOLETE AIUTARMI? (Tutti)(Gesù) Grazie, figliuoli. Riuscite a comprendere quale Grazia Dio vi ha donato? chiamandovi uno ad uno per Nome? Dio che chiede ad ognuno di voi: "Volete aiutarmi?"; un Papà che si rivolge ai suoi figli col Cuore: è nelle vostre mani il mondo, è nelle vostre mani la Pace, perchè la Pace viene da Dio e voi siete stati scelti da Dio per combattere con la Spada dell'Amore. Figliuoli, rimanete sempre uniti alla Grande Famiglia della Santissima Trinità. Cocciuta del Cuore della Croce, ora porta i tuoi figli nel Fiume Santo (Giulia) Gesù, quanto Sangue! diventa sempre più grande! e quante Barche ci sono! (Gesù) Vedi, figlia mia, sono tutte pronte per voi, e Giovanni tira sempre la Barca con Maria e il Bimbo. Vuoi tirarla anche tu un pò? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) ma non lasciare i tuoi figli, portali! (Giulia)(Gesù) Ora, guarda figlia, c'è un'altra Porta che devi aprire. Non spaventarti. (Giulia) Gesù, è così grande; come faccio ad aprirla? (Gesù) Aprila e guarda <breve pausa>. Non chiuderti gli occhi, tanto vedrai ugualmente! Ci sono Io, non spaventarti <Giulia fa molti sospiri come di paura> (Giulia) Gesù. Gesù. (Gesù) Non toccare con le mani ciò che vedi!  <lunga pausa durante la quale Giulia sospira> (Giulia) Cosa devo fare? (Gesù) Scriverai ciò che hai visto quando ti sarà detto: ora non parlare (Giulia) Sì, Gesù, dammi la costanza e la forza (Gesù) Vedi la Croce, figlia, è li che devi prendere la forza (Giulia) Sì, Gesù. (Gesù) Ora, volete ardere un pò? (Tutti) Sì. (Gesù) Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi: Accoglietelo come sempre, figli. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi, come Dio vuole. ALLELUIA, figliuoli. In questa serata, chiedo ad ognuno di voi di consolare il Cuore di Maria, ma consolarLo col cuore, non con la bocca, e vi invito a vivere il Suo Amore di Mamma nella Pienezza del Parto Vivo. Voi siete tutte Mamme di Gesù! Quando Maria ha portato il Bambino Gesù nel suo Grembo, vi ha donato il Dono di diventare Mamme attraverso il Suo Dolore; e come non potete dire "Grazie" a Maria di tutto questo? dell'Amore che Maria ha pensato, dal primo istante, di donarLo a tutti voi, all'umanità intera. Vedete, figliuoli, Io parlo a voi come il Santo Giovanni, come mi chiamano, ma parlo a voi come Sacerdote Semplice che era sempre in mezzo a voi a parlare sempre di Maria: la mia Sposa. Dicevo: "la mia fidanzata!", non vi scandalizzate di questo, perchè quando si ama Maria si ama come Mamma, come Sposa, come Fidanzata; e Lei ricambia il Suo Amore che non ha misure: bussate sempre al Cuore di Maria, perchè se bussate al Suo Cuore, bussate anche al Cuore di Gesù, al Cuore del Padre e al Cuore dello Spirito Santo che sono un tutt'uno: siamo un tutt'uno se si è nella stessa Linea, e voi sapete qual'è la Linea di Dio: la preghiera, la Comunione, l'Amore, la Croce, il Santo Vangelo vissuto e mangiato. Ebbene, Pargoli del mio Cuore, voi tutti che portate i Nomi Nuovi, e voi Spose della Croce, voi Piccole Suorine del mio Cuore, dovete lavorare, portando nel mondo l'Amore Vivo di Gesù e di Maria: dovete donarvi, e voi sapete che quando Io parlavo di "donarsi" è donarsi in pieno come Io mi sono donato in pieno. Chiedo alle Colonne: ...........Paolo, Pietro, Telesforo, Piccola Cocciuta, e a tutti voi, figliuoli del mio Cuore: . RIMANETE IN PIEDI, e non lasciatevi confondere dal nemico; ricordatevi sempre che Dio parla e gli uomini non possono vietare a Dio di parlare. Colonne, andate avanti e alzate con me la Destra. Conoscete bene il significato della Destra alzata.  SIETE  NEL  GIUSTO,  CAMMINATE  E  COMBATTETE  CON  ME  <per> la Volontà scritta dal Padre, dal Figlio, dallo Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del mio Cuore di Sacerdozio Vivo ed Eterno...........Paolo, mi ami tu? (Paolo) Con tutto il cuore!Pietro, mi ami tu? <breve pausa>. Telesforo,  mi ami tu? (Telesforo) Sì, ti amo don Mario! (Piccolo Giovanni) Piccola Cocciuta, mi ami tu? (Giulia) Sì, Santo Giovanni di oggi, il mio cuore arde! (Piccolo Giovanni) Ebbene, fallo ardere sempre! e fai ardere i cuori di tutti. Ma adesso sono commosso, figli miei: non lasciatemi. Vi chiedo scusa, ma anch'Io mi commuovo dinanzi al vostro Amore! Chiedo ad ognuno di voi di pregare per il mio Popolo di Lauria. Figliuoli, non piangete <tanti erano con le lacrime agli occhi>, vi amo tanto, e aspetto ardentemente di abbracciarvi. Sono sempre con voi, e parlo sempre di voi: presto gioiremo, figliuoli. Ora vi chiedo solo di pregare secondo le mie Intenzioni di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi. Amate sempre e perdonate sempre i vostri nemici; figli, Io l'ho sempre fatto: FATELO ANCHE VOI! Usate carità verso tutti, non date giudizi, ma lasciate che sia Dio a giudicare: voi pregate e allargate le braccia a tutti i figli che si presentano dinanzi a voi. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai soffrire ancora! (Giulia) Sì, Santo Giovanni di oggi! (Piccolo Giovanni) Non temere, sono sempre al tuo fianco. ANCHE  VOI,  COLONNE,  DOVRETE  SOFFRIRE  A  CAUSA  DEL  NOME  DI  GESU'  E  DEL  VOSTRO  SANTO  GIOVANNI  DI  OGGI,  MA  NON  TEMETE,  IL  SOLE  DI  DIO  BRILLERA'  E  VOI  BRILLERETE. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma vi stringo uno ad uno al mio Cuore donandovi il Bacio del Piccolo Giovanni: accoglieteLo tutti e portateLo al mondo, figliuoli. ALLELUIA! (Gesù) Ecco, si sono scaldati i vostri cuori? (Tutti)(Gesù) Ardete sempre nell'Amore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra, figliuoli. Ora, siete pronti per venire al Banchetto? (Tutti)(Gesù) Distaccatevi dalle cose del mondo, togliete tutto quello che non mi appartiene e unitevi all'Amore Vivo che è in mezzo a voi. Figli, venite, perchè lo Sposo è qui, è pronto per ognuno di voi, figliuoli. Portate al Banchetto dell'Amore i vostri nemici, e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Sposo, porta la Sposa. Eccomi, sono qui dinanzi a voi: guardatemi; contemplate la Meraviglia del Padre; contemplate il mio Sangue e la mia Carne che si dona all'umanità, ai propri figli. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il Calice del mio Sangue: bevetene tutti. Ecco la mia Carne: mangiatene tutti, e fate festa con lo Sposo. Ecco il mio Amore Infinito che scende e si dona, e viene ad abitare nei vostri cuori. Come un  bimbo cresce nel grembo della mamma, Io vengo nei vostri cuori: fatemi vivere e amate con lo stesso Amore che Io lascio scendere su di voi nel Mistero Nascosto del Sangue e della Carne. Bevi, anima mia, e gioisci con lo Sposo <Giulia emette il 9° e 10° grido e n. 8 sospiri di forte intensità> (Giulia) Gesù <Giulia emette altri 5 forti sospiri di intensità via via decrescente> (Gesù) Hai assaporato in pieno. Bevi ancora <Giulia emette n. 2 sospiri di intensità via via crescenti e l'11° grido>. (Giulia) Grazie Gesù, per l'Amore! (Gesù) Ora mangia la mia Carne! Ecco l'Amore che Io offro all'umanità. ........ Ecco. ........ Io ho sete di anime, e ho fame di mangiare con voi: fate festa. <breve pausa>Tieni nel tuo cuore, Telesforo, il Bimbo, e sii forte nel portare la Croce! <breve pausa>

 

Benedetti voi che  abitate nel mio Cuore.

Benedetti voi che mi offrite la Culla del vostro cuore,

dove Io vengo ad abitare.

Rimanete con me nella Quiete e amate. 

 

<la Mamma Celeste intona una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode a Gesù>

Oh, Tu Bimbo, che non mi appartieni.

Tu che hai abitato dentro di me.

Oh, quale Amore Dio ha portato nel mio Grembo.

Oh, Genti tutte.

Oh, figli del Cuore della Croce,

guardate con occhi benigni, 

l'Amore di Dio che  scende in mezzo a voi.

Innalzate canti e lodate e benedite Dio.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

<Gesù intona la seguente Lode d'Amore a Maria>

Oh, Maria, Madre mia e dell'umanità,

dolce è il tuo cullare,

dolce il tuo amare di Mamma,

di Stella Candida: RIPOSA CON ME.

 

<Gesù intona una dolce Melodia dedicata a Maria>

Oh, Cuore di Mamma, riposa, 

e dona il tuo Amore Materno ai tuoi figli.

 

<Gesù continua la dolce Melodia e dice:>

Benedetti voi che avete mangiato alla Mensa del Padre,

e avete bevuto al Sangue dell'Agnello Immolato.

Rimanete candidi, figliuoli del mio Cuore.

Rimanete nella mia Quiete,

e cullatemi nei vostri cuori,

perchè Io sono Vivo e Reale, 

in mezzo a voi, e dentro di voi, 

col mio Amore Infinito di Padre,

di Figlio e di Spirito Santo.

 

(Gesù) Eccomi, guardatemi ancora, perchè Io vi guardo con gli occhi della Croce, e invito ognuno di voi a portare la propria croce e a seguirmi, figli. ALLELUIA! Io mi sono donato ad ognuno di voi, e la mia Pasqua è Piena, è Viva ed è Risorta in mezzo a voi e nel mondo intero. Siate figli della Pace, figli della mia Luce, amando col mio Amore, figli <breve pausa>. Ecco, figliuoli, quanto fate gioire il mio Cuore: Mangiatemi sempre! perchè Io voglio essere mangiato! e donatemi ai vostri fratelli! e gioite quando mi donate! vedete, il Padre fa scendere su di voi le Gocce più Grandi: il Mistero Vivo in mezzo a voi. Ora, Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo dei Cieli: aspettate, figliuoli; e quando uscite fuori non gettate il Seme che Io vi ho donato: non abortitemi ma fatemi nascere e donatemi a tutti, figli. (Giulia) Gesù, come è Grande il tuo Cuore! Rimani sempre con noi! RIMANI! (Gesù) Sono sempre con voi, figli. Non essere insaziabile. Ora, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Lode, Lode, Lodato sempre sia il Padre Altissimo. Volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Giulia) Gesù (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie.(Giulia) Gesù, come fai a chiederci "Grazie"? non sappiamo fare nulla, e tu ti inchini dinanzi a noi dicendoci "Grazie"? Gesù (Gesù) Figlia, i vostri cuori mi consolano! ed Io vi dico grazie, e andate avanti. (Giulia) Io ti chiedo pietà di me misera peccatrice e di tutti i miei figli (Gesù) Cocciuta, come è grande il tuo cuore! (Giulia) Non sono nulla, guarda i cuori dei miei figli, e prendili tutti per mano. (Giulia) Sei tu la Roccia: predili per mano, e portali al Padre. (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Ora, legate la Catena Santa <breve pausa>. Pregate lentamente con la Preghiera del Padre. Figliuoli, quando stringete le vostre mani, in ognuno di voi c'è la mia mano. Stringetela forte perchè Io passo attraverso di voi e sigillo: un Papà quando accarezza la mano del proprio bambino, la bacia, e quel Bacio viene accolto col cuore. Io sto baciando la mano di ognuno di voi, e con Amore Pieno vi chiedo: CHIAMATEMI PAPA' (Tutti) PAPA' (Gesù) Ah, figli del mio Cuore, preghiamo insieme <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli cari, ricordate sempre: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen; l'Amen sia Pieno nei vostri cuori e quando l'innalzate, figliuoli del mio Cuore. Ora, andate in pace e portate a tutti la Pace Viva che Io ho donato ad ognuno di voi e all'umanità intera. Ma ricordate: LA PACE VIENE DAL MIO CUORE. Ricordatelo sempre. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, figliuoli, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) Portatemi il piccolo Davide Mario <Gesù lo prende in mano e dice:>    

Oh, tu, bambino, 

che sei venuto ad abitare nella mia Casa,

tu, che con amore hai accolto il Grido del Padre,

tu, figlio del Cuore della Croce,

grande  sarà il tuo nome tra tutte le genti.

Il Sigillo  che hai ricevuto è Sigillo di Croce.

Sia su di te il Fuoco di Pentecoste,

 e porta a tutte le genti l'Amore della Croce.

Io ti innalzo: sii benedetto.

Amen, Amen, Amen, Amen,

Amen, Amen, Amen, Amen.

Oggi si è adempiuta la Scrittura della Croce. 

 

<Gesù consegna il piccolo Davide Mario alla mamma e continua> Non temete, figliuoli, i Boccioli del Cuore del Padre brilleranno. (Giulia) Grazie, Gesù (Gesù) Ora la Piccola Cocciuta viene con me: non temete, ve la lascerò ancora  <Giulia rimane immobile senza forze per circa un minuto e mezzo. In questo tempo ha ripetuto circa 30 volte la parola "Lode", detta sottovoce, appena udibile nel nastro> (Giulia) Grazie Gesù, grazie. Grazie Gesù. (Gesù) Ora devi ritornare tra i tuoi (Giulia) Sì.

 

 

        6.   Ven 04/05/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, cercate la mia Porta e non lasciatela. Siate sempre vigilanti , perchè Io verrò come un ladro nella notte. Non rimanete senza olio; questo lo chiedo anche a voi, Figli ministri: non cancellate la mia Scrittura, IO  SONO, ricordatelo. Ora lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. ACCOGLIETELO! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Benedizione di Sacerdote e vi sigillo con la Croce della Risurrezione. Figli del mio Cuore e fratelli in Cristo, Dio vuole abbracciare con voi la Croce e vivere nel Paradiso gioendo della Pasqua Eterna. Non fate i sordi ancora: riconoscete Dio, fate pace con Dio, e vivete il Santo Vangelo nella Pienezza. Non andate dietro il modernismo che vi allontana da Dio, dal Vangelo. Ricordate che non siete che un Soffio, e Dio può cancellare quel "Soffio", ma la Sua Misericordia è senza misure. Tu, Piccola Cocciuta, ricordati sempre che Io sono sempre con te: sei la Roccia di Dio, vai avanti. (Gesù) Voi, Quattro della Santa Croce, tirate con me la Barca carica del Santo Vangelo e non fermatevi. Vi amo e con voi benedico il mondo con la Croce Tremenda. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

 

        7. Sab 05/05/2001, ore 20.15 circa, Cosenza, casa di Iole Aiello

 

Oggi pomeriggio, Giulia, in qualità di suora laica, accompagnata dal marito Pasquale, si è recata a fare visita alla signora Iole Aiello di Cosenza che al momento è ammalata. Pasquale dirà: "Non eravamo preparati per l'Apparizione, ed io ero senza registratore". Dirà ancora: "Verso le ore 20.15 circa scatta l'Apparizione. Dato che ero senza registratore, ho preso un foglio di carta e una penna e ho cercato di scrivere qualche frase del messaggio. Questa sera a dare il messaggio sono stati Gesù e il Santo Giovanni di oggi".

Qui di seguito alcuni passaggi dei messaggi di Gesù e del Piccolo Giovanni, così come Pasquale ha cercato di appuntare . Dice Pasquale: "Giulia chiede di glorificare e la glorificazione avviene. Poi Gesù dà il proprio messaggio". Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io, il vostro Gesù, con le Schiere degli Angeli e dei Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi - "Si rivolge a Iole e le dice"- Offrimi da bere, bevete anche voi con me. Pace a questa Capanna e alla mia Piccola Perla che vi abita. Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce. Sono venuto a fare ardere i vostri cuori e a portare il mio Amore: il Fuoco di Pentecoste. Figlia mia, sono il tuo Gesù, il tuo Papà, e siamo venuti a visitarvi - "Gesù dà a Iole la mano e gliela mette sul cuore e poi sul capo segnandola col Segno della Croce. Ci fa bere due volte, la prima delle quali, all'inizio, dal bicchiere che era stato riempito dalla bottiglia che era sul tavolo. Poi dà il messaggio il Santo Giovanni e del quale ho appuntato solo qualche passaggio" - Con Ubbidienza a Dio, figli. ALLELUIA! L'amore di Dio è così Grande che ha consolato il tuo cuore, figlia mia. - "Giovanni dà a Iole la sua Santa Benedizione e poi le dà la mano. Iole, intanto, aveva chiesto a Giovanni qualcosa nel cuore. Giovanni gli risponde" - Tu sai bene che ho lavorato per Gesù: ho costruito la Sua Stanza come Lui mi ha chiesto - "Poi la invita a pregare per il Popolo di Lauria che ha tanto amato e che tuttora ama, ma che non lo ha accettato. Il resto del messaggio, riservato a Iole, è durato circa 15 minuti." 

 

 

 

        8. Dom 06/05/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù, in mezzo a voi e nell'umanità intera. Figliuoli cari, sono Io la Vergine Immacolata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi Vivo e Reale in mezzo a voi. Figliuoli del mio Cuore, come Mamma della Croce, in questa giornata vi invito a pregare per la Pace. A pregare secondo le Intenzioni dello Spirito Santo: l'Unica Luce che scende dal Cuore del Padre per [in]ondare l'umanità intera e ognuno di voi. Figliuoli, se non si ha la Luce e l'Amore dello Spirito Santo non si può camminare verso Dio e amare i fratelli e l'umanità intera. Io sono Mamma, e Mamma per opera di Dio attraverso lo Spirito Santo. Voi volete essere Mamme per opera di Dio? (Tutti) Sì  (Immacolata) e della Luce dello Spirito Santo? (Tutti) Sì  (Immacolata) e camminare tenendo sempre alto il Vangelo Vivo? (Tutti) Sì  (Immacolata) dell'Agnello Immolato?  Sapete bene che il Vangelo è Uno solo. Il mio Figliuolo Gesù l'ha bagnato col suo Sangue Innocente e ve l'ha donato per Amore. Vivete nel Suo Amore e camminate nella Povertà del Cuore della Croce. Figliuoli cari, il mio Cuore di Mamma gronda Sangue: non per voi ma per il mondo intero, per i figli della perdizione, i figli che offendono ancora il mio Gesù e cadono nella rete del mio nemico. Pregate con me in questo tempo, figliuoli, e consolate il Cuore di Gesù che vi ama. Per Suo Volere Io sono in mezzo a voi a portare la Sua Parola. Come Mamma Pellegrina cammino nel mondo a seminare la Parola Viva di Gesù, e sapete, figliuoli, anche il mio figliuolo Carlo sta seminando la Parola del mio Gesù; ma vi chiedo di non lasciarlo solo, di pregare, e di tenerlo stretto nei vostri cuori. Il suo abito è ancora bagnato di Sangue come lo è l'abito del mio Gesù. Vedete, figliuoli, voi che siete stati scelti e chiamati a lavorare nella Vigna del Signore, non tornate indietro! ma servite Gesù perchè la vostra ricompensa è pronta e i vostri nomi brillano nei Cieli. Pregate sempre secondo le Intenzioni del mio Cuore Immacolato e Addolorato di Mamma, e non dimenticate, figliuoli, di usare sempre carità verso tutti. Amate i vostri nemici e coloro che trafiggono i vostri cuori: accoglieteli e fate festa quando ritornano. Ho poggiato su di voi la Croce di Gesù ed è pesante portarla in questo mondo che è fatto largo e ricco di tesori che il mio nemico vi presenta: la Croce è un Legno ed è pesante da portare, ma non scoraggiatevi, figliuoli del mio Cuore. La mia Promessa viene da Fatima. Il mio Cuore Immacolato Trionferà. Il  Cuore  di  Dio  gioirà  con  i  vostri  cuori,  con  i  figli  che  hanno  abbracciato  e  portato  con  Gesù  la  Croce; ma vi chiedo di pregare per i figliuoli che non vogliono dire e non vogliono vedere il Tesoro di Dio che scende in mezzo a voi e nel mondo intero. Sono Mamma, e una mamma  guarda i propri figli, e anche se hanno sbagliato, allungo le braccia aspettando che ritornino. Figliuoli, non lasciate le pecorelle ma raccoglietele, curatele, e portatele al Trono del Padre; ma ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo. Il Padre ha lasciato nella Stanza della Quercia il Bimbo che cresce insieme a voi: AMATELO! E' un Mistero che ancora non potete comprendere, in pochi hanno capito il Mistero del Bimbo: voi viveteLo come il Mistero Nascosto del Corpo e del Sangue di Gesù. Ancora non l'avete capito, ma lo cercate: avete fame e sete di quel Gesù Nascosto che viene ad abitare dentro di voi.  Figliuoli, siate saldi nell'abbracciare la Croce. Sapete bene che la Croce non si divide ma rimane sempre unita, perchè la Famiglia di Dio è da sempre unita e non si divide. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora soffrire per il tuo Gesù e consolare il suo Cuore in questo tempo? (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Tieni stretta la Croce sulle tue spalle. Dovrai soffrire ancora (Giulia) Sì, Mamma. Grazie per la Sofferenza, non mi merito neanche Quella. Grazie, Mamma. Grazie al Padre per avere abbassato gli occhi su di me (Immacolata) Ah, Piccola Cocciuta, sii sempre Roccia come Dio ti ha mandato sulla terra, e grida sempre la Verità del Santo Vangelo. Quando sei nel giusto non temere di gridare (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Bene, figliuola. Ora guarda la Promessa di Fatima ma non parlare <lunga pausa>. Dio ti ha premiata nel farti vedere la Grande Promessa <breve pausa>(Giulia) Grazie. Benedetto sia sempre il tuo Nome (Immacolata) Vedi come è Raggiante il mio Cuore di Mamma? (Giulia)(Immacolata) così sarete raggianti tutti (Giulia) che bello. Mamma, come faccio a spiegarlo? (Immacolata) dì solo che è un Sole che brilla (Giulia) Grazie. Ma mi merito tutto questo? (Immacolata) Non sei tu a decidere quello che ti meriti! ma Dio! ricordalo, Cocciuta (Giulia) Sì, Mamma. SIA FATTA SEMPRE LA VOLONTA' DI DIO (Immacolata) Ora, state aspettando per ardere? (Tutti) Sì  (Immacolata) Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, ma accoglieteLo (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, per Amore di Dio, in mezzo a voi. ALLELUIA! Mi siedo un pò, a parlare delle Meraviglie di Dio in mezzo a voi: le Meraviglie del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, la Mamma che porta il Giglio Candido sul suo Cuore, e lo dona a tutti voi, all'umanità intera. Sapete, Io vivevo questo Tempo di Maria insieme ai pochi che mi ascoltavano così e così. Ora lo vivo stando dinanzi a Maria nella Casa di tutti noi. Ma chiedo ad ognuno di voi la Preghiera che aspetta Maria: è la Preghiera di Unione, la Preghiera fatta col cuore e innalzandoLa a Dio, essendo tutti una Famiglia. Le parole, il mettersi in mostra:  "io sto facendo questo" non viene accolto dal Cuore di Maria. Sapete, figliuoli, Maria è così semplice ed è talmente bella perchè ha amato e ha pregato nel silenzio, nel nascondimento; e quello che chiede ad ognuno di voi: di imparare alla Sua Scuola imitandola. E' così semplice che si presenta dinanzi a voi, dinanzi all'umanita, col dire "Io sono la Mamma della Croce": è Grande questa Parola! E' Ricca. E' piena di tutto. Senza la Croce saremmo tutti persi: vedete altre vie senza la Croce? non ce ne sono, ve lo posso dire Io come Sacerdote Vivo per Amore della Croce! Non mi fermo mai di lodare e benedire Dio per avermi chiamato a lavorare nella Sua Vigna, e ardo di gridarlo a voi: LAVORATE NELLA VIGNA DEL SIGNORE, PERCHE' MARIA E' LI A PORTARVI L'ACQUA DI DIO. Lei è la Sorgente che, donando il Suo Sì, ha aperto la Sorgente del Padre, lasciandoLa scendere sull'umanità, sul mondo intero. Paolo, cosa stai pensando? (Paolo) Tu lo sai cosa sto pensando! (Piccolo Giovanni) Lo voglio sentire (Paolo) sono preoccupato per le cose che sai (Piccolo Giovanni) non preoccuparti, le Colonne rimangono sempre in piedi, e Dio che vede e sa ogni cosa, sta parlando invitandovi ad andare avanti. Io sono dinanzi a voi con Gesù, Maria e tutta la Corte Celeste. Hai fiducia in questo? (Paolo)(Piccolo Giovanni) Ebbene vai avanti; andate avanti. Il giusto del Vangelo si deve prendere, perchè vi spaventate? Io sono nel giusto, e invito anche voi a fare lo stesso. Sai bene, Paolo, che abito sempre nel tuo cuore; e quando pensi o decidi qualcosa, sono Io a farlo con te, perchè Dio me lo permette; e anche voi, quando avete bisogno di qualcosa chiamatemi "Giovanni", e per volere di Dio scendo ad aiutarvi: vedete quanto è grande il Cuore di Dio se si ha fiducia nelle sue Parole? si spostano anche le montagne. Figliuoli, vi chiedo ancora di pregare per il mio Popolo: Io piango sul mio Popolo; pregate secondo le mie Intenzioni che sono le Intensioni di Dio, figliuoli. La  Stanza  della  Quercia  è  Viva  e  rimarrà  sempre  Viva,  perchè  Dio  l'ha  voluta!  e  dove  poggia  il  Dito  Dio,  l'uomo  non  può  far  nulla:  ricordatelo,  figliuoli. Ora, vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni: custoditeLo nei vostri cuori e portateLo al mondo; e  quando  mi  sentite  nelle  vostre  case  non  spaventatevi,  perchè  Dio  mi  manda:  ACCOGLIETEMI!  e  come  vi  ho  sempre  insegnato,  segnatevi  col  Segno  della  Croce,  anche  se  sentite  la  mia  presenza: è  un  modo  di  ringraziare  Dio  che  mi  manda, e il saluto, il Segno della Croce.  Vi amo e vorrei rapirvi: ma dovete lavorare e rimanere, portando la Croce sulle vostre spalle, figli. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore. Come Mamma vi consolo sempre donandovi il vostro Giovanni; ma mi arde il Cuore di chiedervi ancora di pregare per la Pace: pregate, figliuoli miei, e decidetevi ad accogliere e ad amare Dio come vostro Papà. Dio viene in mezzo a voi per essere amato, e chiede a voi di amare, perdonare, usare carità verso tutti: non lasciate nessuno fuori, perchè Dio tiene il Suo Cuore aperto per tutti. Come Mamma vi lascio il mio Cuore.<breve pausa> Figli. <breve pausa> (Giulia) Mamma! (Immacolata) Sì, figlia mia, l'ho tolto <il suo Cuore> e l'ho donato a voi! <breve pausa> (Giulia) MAMMA! <breve pausa> (Immacolata) Ti sei scandalizzata di questo? (Giulia) NO! prenditi il mio! <breve pausa>  Grazie, Mamma! <breve pausa> (Immacolata) Amate col mio Cuore! e siate Luce nel mondo! Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Cocciuta del Cuore della Croce, guarda le tue Spine preferite e gioisci con loro: non si fermano un istante di cantare le Lodi dell'Amore. Fatelo anche voi! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. Amen Pieno scenda su di voi e sull'umanità intera (Giulia) Grazie, Mamma!

 

 

 

          9.   Giov 10/05/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce. Immolati per l'umanità; immolati per le Mura di Roma; immolati per i Grandi della Casa del Padre; sei pronta, Cocciuta? (Giulia) Sì, Gesù <1° grido>  (Gesù) Guarda i Chiodi, figlia mia <breve pausa>. Vuoi accettarli? (Giulia) Sì, Gesù <breve pausa>. Gesù, perchè piangi? Gesù, perchè piangi? <breve pausa> (Gesù) Piango per il tuo Sì Pieno! (Giulia) Gesù, non sono capace di accettare nulla, e tu piangi per il mio Sì (Gesù) Hai guardato i Chiodi? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) e preparati: togli i sandali! <breve pausa> <2° grido> (Giulia) Gesù, dove vai Gesù? (Gesù) Eccomi, figlia mia. Guarda questa porta. (Giulia) Gesù. Gesù. (Gesù) APRILA! (Giulia) C'è il Papa, ed è sempre per terra bagnato di Sangue (Gesù) Alzalo! (Giulia) Dammi la forza, Gesù (Gesù) Hai appena assaporato i Chidi e mi chiedi ancora la forza? (Giulia) Perdonami. Perchè il Papa è bagnato di Sangue? (Gesù) Vedi pace nel mondo, tu, Cocciuta del Cuore della Croce? (Giulia) No, Gesù (Gesù) Ecco, il Papa è bagnato di Sangue. Pregate. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, accompagnato col Santo Luigi di oggi. Siamo venuti a visitarvi, a portare il Santo Vangelo invitandovi a viverLo in Pienezza e a tenerLo sempre alto. Figliuoli del mio Cuore, non dubitate: sono Io il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per ognuno di voi, per l'umanità intera. Vedete, figliuoli, quanto è grande il mio Amore verso di voi. Cosa dovrei fare nel vedere tanti figli che mi rinnegano? che mi chiudono la porta? che gettano via il Santo Vangelo? l'Unica Parola Viva che Io vi ho lasciato e vengo ad accendere? Ditemelo voi, cosa dovrei fare? C'è qualcuno che vuole dirmelo? <breve pausa> non sento nulla! <breve pausa> non volete neanche rispondermi? <breve pausa> (Una Suora Laica) Mostrarci la tua Misericordia, Gesù (Giacomo 1) Che dobbiamo dire? sei tu il nostro Dio! (Gesù) non ho chiesto questo! non ascoltate neanche quello che dico! Cosa dovrei fare? (Un'altra Suora Laica) <mi è parso fosse Antonietta> Mostrare sempre Misericordia! (Gesù) e questo me lo dovete dire voi? (Rocco) Usare quello che ci meritiamo, Gesù (Gesù) <Gesù sospira perchè ciò che è stato detto rientra nella logica del mondo e non in quella di Dio> usare quello che vi meritate, è abbassare la mano! <chiaro segno di castigo celeste> (Tommaso) No, Gesù: tu puoi tutto! e allora puoi entrare nei cuori affinchè tornino tutti a te. (Rocco) a cambiarci! (Gesù) e cosa sto facendo? .Mi sono lasciato inchiodare sulla Croce, ma ho perso tutti i miei figli! Ho operato miracoli e ho perso tutti i miei figli! Dinanzi al Legno della Croce fuggono tutti! E'  la  Sofferenza  che  dovete  accettare;  è  la  Croce  che  si  deve  guardare  e  portare:  chi  mi  ama,  prenda  la  propria  croce  e  mi  segua! Cosa stanno facendo i Grandi della Casa del Padre? dove hanno messo il Vangelo? dove hanno poggiato la Croce? Figliuoli, il mio Cuore gronda Sangue, e cerco anime che si lasciano inchiodare e portare la Santa Sofferenza, per salvare i figli della perdizione! i figli che non mi guardano, non mi amano e non ascoltano il Santo Vangelo dell'Agnello Immolato: ma sono in poche le creature che stringono i Santi Chiodi, ed Io mi poggio su di voi, ho bisogno del vostro aiuto. Figliuoli, potrei cancellare tutto abbassando solo un dito, ma la mia Misericordia non ha limiti. Figliuoli, amate e perdonate sempre, usando carità verso tutti, e portatemi i vostri nemici, perchè Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale; e se mi guardate con gli occhi del cuore mi vedete, perchè Io sono qui. Come Papà vengo a visitarvi e a toccare i cuori di ognuno di voi; ma voi siete convinti <anticipando  Gesù> (Alcuni)(Gesù) che Io parlo attraverso la Piccola Cocciuta? (Tutti)(Gesù) Io che vedo i vostri cuori dico che ancora non siete convinti! andate di qua e di là a cercare conferme. Ma  ditemi  voi:  chi  può  confermare  Dio  che  parla?  Dio  deve  chiedere  ordine  ai  sacerdoti  per  parlare? (Tutti) No! (Gesù) e quanti di voi si rivolgono ai miei Figli Ministri a chiedere "MA DIO, PUO' PARLARE?", quanti di voi lo fate? <breve pausa e lungo sospiro di Gesù> Vedo i cuori e chiedo ai figli che dubitano della Parola di Dio di essere coscienti e di vivere il Vangelo come viene dal Cuore della Croce, non secondo i vostri comodi, perchè quello non è il mio Vangelo: parlo a voi e parlo al mondo intero. Se un Papà rimprovera i propri figli, è per portarli sulla Via Stretta, sulla Via che porta alla Salvezza, alla Vita Eterna. Sapete bene che siete passeggeri e i vostri tesori non dovete costruirli sulla terra, ma in Cielo. Ebbene, figliuoli, chiedo a voi, Colonne .....Paolo! (Paolo) Sì .(Gesù) Pietro! <breve pausa> Telesforo! (Telesforo) Sì  (Gesù) Piccola Cocciuta! (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Siete pronti per abbracciare in Pienezza tutto il Peso della Mia Croce? siete pronti? ........ Paolo! (Paolo)Telesforo) (Giulia) Sì, Gesù  (Gesù) Figliuoli, su di voi c'è un Disegno Grande. E voi che portate i Nomi Nuovi, anche voi dovete essere coscienti e abbracciare tutto quello che scende dal Cuore della Croce, dal Cuore del Santo Vangelo: non andate di qua e di là a cercarmi: Io abito nei vostri cuori. Se andate in giro a cercarmi con la mente, cadete nella rete del mio nemico, ed Io lo sto gridando da sempre, non sono un Dio lontano, Io abito dentro di voi, ma vi allontanate da me quando chiudete la porta e andate di qua e di là. Figliuoli, ricordate sempre che Io sono la Porta e non ci sono altri dei. E non prostratevi a dei sconosciuti: Io vengo in mezzo a voi portando la Croce e la Santa Sofferenza, Le Sante Spine, i Santi Dolori. Dove trovate rumori e miracoli, lì Io non ci sono. E' scritto: in molti verranno a portarvi miracoli, ma lì non ci sono Io. il Miracolo che Io vi porto è la Croce, e tutto passa attraverso la Croce e la Santa Sofferenza: RICORDATELO. In questi tempi, il mio nemico, col suo strascico di coda sta portando via molti miei Figli Ministri, molti Piccoli Giovanni. Figliuoli cari, ricordate che Io vengo nel silenzio, nel nascondimento: i rumori del mondo non mi appartengono. Quando Io parlavo con i miei discepoli, mi appartavo, e le folle venivano a cercarmi, ed Io donavo a loro il Pane Vivo. Ho operato i Miracoli, ma sono scappati quando hanno visto la Santa Sofferenza che Io ho abbracciato per l'umanità intera. Figliuoli, state attenti; rimanete saldi nel tenere stretta la Croce, il Santo Vangelo; ma ricordate, il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue: dove non trovate il Sangue non è il mio Vangelo, figliuoli. Ora, chiedo ancora ad ognuno di voi: Mi amate, voi? (Tutti) SI' (Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) SI' (Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) SI' (Gesù) Pascete il mio Gregge! perchè siete stati sigillati. Figliuoli, il mondo è nelle vostre mani. Pregate col cuore e fermate i flagelli che ancora scendono sull'umanità. Se i vostri cuori rimangono uniti nell'Unico Amore della Croce, i flagelli si fermano; ma dovete amare col mio Cuore; donare la Pace del mio Cuore; abbracciare tutti i figli che incontrate, e  non dovete scartare nessuno: i poveri, gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati; lì ci sono Io e se li scartate, scartate anche me. Figliuoli, ricordate: la mia Parola è Parola duratura, e non viene cancellato quello che è scritto nel Grande Libro. Io ho promesso che verrò a liberarvi. Chiedo ai miei Figli Ministri di essere coscienti di tutto questo; di rimanere con la lucerna accesa, perchè anche Loro dovranno rendere conto del Loro operato, e, se non hanno agito secondo il mio Vangelo, sarà tolto tutto a Loro e donato ad Altri. Non scandalizzatevi: E' SCRITTO! Sapete bene che nella Stanza della Quercia abita il Bimbo, ed è sempre presente: vi guarda in ogni attimo; non scandalizzate il Bimbo, ma rimanete sempre con i cuori aperti, e se qualcosa che non mi appartiene ancora abita nei vostri cuori, toglietela! Togliete gli odii, togliete le gelosie, sapete bene che vengono dal mio nemico. L'Amore ed il Perdono scendono dal mio Cuore perchè sono Padre di Misericordia Infinita e non dovete ricordarmelo voi, figliuoli. Vedete, la Piccola Cocciuta attraversa il Fiume dell'Amore portando tutti i suoi figli sulle sue spalle, e il Fiume diventa sempre più grande, e il cammino da fare è pesante, come era pesante per me portare la Croce, flagellato. Abbracciare tutti i figli e portarli sulle mie spalle; non era il Legno che pesava, eravate tutti voi che portavo e porto sulle mie spalle, figliuoli: è un Papà che guarda i propri figli che si perdono e chiede alle anime di aiutarlo a portare nel Fiume dell'Amore. La Piccola Cocciuta lo fa da sempre perchè è stata mandata. Sapete bene che non appartiene a questo mondo, ma è stata mandata dal Padre, e diventa sempre più cocciuta come la Roccia. Figliuoli, siate Rocce Vive anche voi; saldi nell'Unica Verità del Santo Vangelo; nell'Unica Croce bagnata dal mio Sangue. Ebbene, figliuoli del mio Cuore, vi siete scandalizzati? (Tutti) No (Gesù) Mi amate almeno un pò? (Tutti) (Gesù) Portate  la  Croce!  Perchè  questo  è  il  dono  che  vengo  a  portarvi;  la  mia  Ricchezza  che  offro   ai  miei  figli. Ora, volete ardere un pò? (Tutti) (Gesù) Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. Lo accogliete? (Tutti) (Gesù) Ebbene, figliuoli, ve lo lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole, in mezzo a voi. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Figli, Fratelli, Amici miei, Pargoli del mio Cuore, è passato un pò di tempo che non ricevete i miei rimproveri: vi mancano? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Figliuoli miei, voi nemmeno potete immaginare cosa avvertiva il mio Cuore quando vi rimproveravo! dovevo farlo come Sacerdote, per portarvi sulla Via del Cuore della Croce, ma quante notti passavo restando con gli occhi sbarrati al Cielo a pensare le anime che avevo rimproverato! Come Papà vi portavo nel Rifugio del Cuore di Maria, ma il mio Cuore grondava Sangue! E quanti Calici Amari ho bevuto nel parlare con i miei Fratelli Ministri della Parola Viva di Dio che scendeva e scende in mezzo a noi: erano amari ma li ho bevuti tutti. Ora Io bevo il Calice del Padre, ma voi ancora dovete bere i Calici Amari, in modo particolare la Piccola Cocciuta e tutti voi che seguite la Via segnata col Solco di Dio, e il Solco è lungo ed è profondo. Figliuoli, sapete bene che dovete lavorare nella Vigna, e quando trovate il Solco non dovete tornare indietro, ma camminare e portare ai fratelli il Segno della Croce, il Segno che Gesù ha lasciato a tutti noi. Come Sacerdote Vivo ed Eterno, come Dio vuole, vi chiedo di pregare per il Papa, per le Mura di Roma e per i Figli Ministri. Vedete, figliuoli cari, il mio Sacerdozio era ed è poggiato sulla Croce; ho portato la Parola di Gesù ovunque sono andato, e il mio Parlare era semplice come parlava Gesù con i suoi discepoli. Ma cosa vi devo dire? non mi hanno ascoltato come non hanno ascoltato Gesù, e i pochi che hanno ascoltato ardono, ma  ci sono i momenti <Giovanni, con le mani, fa il gesto della bilancia>. Alcuni figli pensano: "Ah, questo Giovanni di oggi era un pò strano: gridava!"; figliuoli, il mio gridare era il gridare del Padre! era far nascere in ogni cuore la Pianticella di Dio. ................... E a tutti i figli che portano il Nome Nuovo ho donato la pianticella: ma chiedo a loro di farla crescere, perchè Io l'ho donata, e quando Dio fa scendere l'Acqua dell'Amore non si deve gettare ma tenerla nei propri cuori, ed essere coscienti dell'Acqua di Dio. Quale acqua può dissetarvi se non quella di Dio? Non ci sono sorgenti che possono togliere la vostra sete. Io ho bevuto sempre quell'Acqua, e ho cercato sempre di donarla a tutti! <Qui si finisce il lato "A" della cassetta. In parentesi quadra sono riportate le parole che non sono state registrate> [non mi sono tenuto nulla per me:] fatelo anche voi, donate tutto a Dio, perchè lo troverete quando Lui busserà ai vostri cuori per tornare a Casa. Figliuoli, avete compreso ciò che sto dicendo? <breve pausa>non mi rispondete? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) Paolo!  (Paolo)(Piccolo Giovanni) Cosa stai pensando? <breve pausa> (Paolo) Cosa sto pensando? (Piccolo Giovanni) Si! (Paolo) Stavo pensando al cambio della cassetta, e ho scritto le parole che non sono state registrate (Piccolo Giovanni) Questo lo so! Cosa stai pensando? <breve pausa> (Paolo) Stavo riflettendo a quello che stavi dicendo, e in particolare al fatto che non ti sei tenuto nulla per te (Piccolo Giovanni) Hai capito cosa voglio dire? (Paolo) Sì, ho capito. <Giovanni emette un forte sospiro>  Ho capito la grandezza del tuo Cuore, o meglio, è stato una conferma (Piccolo Giovanni) Uh <annuisce, come il segno di conferma che si fa durante i dialoghi> (Paolo) di quello che ho già capito (Piccolo Giovanni) Figlio, tu mi hai fatto commuovere per ciò che hai scritto, e tutto quello che hai messo su quel foglio, è uscito dal tuo cuore come dal Cuore di Gesù è uscito l'Acqua e il Sangue. Figlio mio, abbraccia nel tuo cuore la Croce, lasciando le cose del mondo, e tienimi puro Francesco <il figlio>: tu capisci <anticipando Giovanni> (Paolo)(Piccolo Giovanni) cosa voglio dire? Su di lui ho poggiato il Sigillo del Cuore Immacolato di Maria, e non deve essere toccato dalle cose del mondo! Non temere, figlio, il Padre guarda, e manda la Sua Misericordia Infinita sui tuoi cari. Avvicinati, Paolo. <breve pausa> Ora che stringi la mia mano, è il tuo caro fratello che ti abbraccia, e ti chiede con Amore di fare quello che è nel tuo cuore: liberati dalle cose del mondo! (Piero) Fratello mio! Ai miei pargoli lascio scendere l'Amore Infinito. Io sto bene, e gioisco: gioisci anche tu nell'Amore della Croce! Sii sempre benedetto, e scenda su di te la Quiete, la Pace della Croce <segnando Paolo col Segno Tremendo della Croce>. Con l'Ordine di Dio anche Io posso parlare. Fratello del mio Cuore: cammina la Via Stretta e non lasciarla. Sii benedetto, vai in pace! (Piccolo Giovanni) Ho lasciato, con l'Ordine di Dio, far parlare il figliuolo Piero <il Santo Piero>, Pietro come lo chiamava la Piccola Cocciuta. Non vi scandalizzate di tutto questo:nulla  è  impossibile  a  Dio. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce  (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Guarda <breve pausa>. (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) E' questo che Io chiedo al tuo cuore. Quando le Suore riceveranno il Crocifisso, dirai ciò che hai visto. (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Santo Giovanni. Grazie! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli del mio Cuore, non siete gelosi che Io ho parlato a Paolo? (Tutti) No (Piccolo Giovanni) Sapete bene che parlo ad ognuno di voi nei vostri cuori! e sento tutto quello che dite, figliuoli, perchè Dio me lo permette. Vi chiedo solo di non cambiare nulla di quello che Io vi ho lasciato: di seguire sempre la Via Stretta. E ricordate: come Sacerdote Io ho sigillato la Piccola Cocciuta, ho donato il mio Timbro di Parola di Dio. Siate coscienti di questo, figliuoli. Tu, Telesforo, cosa vuoi dirmi? <breve pausa> (Telesforo) Io veramente vorrei dire, vorrei sapere, raccontare qualche cosa del Paradiso: com'è il Paradiso, com'è,  che si fa.. (Piccolo Giovanni) Ve lo sto ripetendo sempre: cammino con gli Angeli e i Santi e parlo di voi, e, quello che si fa è l'Ubbidienza dinanzi a Dio, la Preghiera; e non pensare che Io mi sia fermato di lavorare! (Telesforo) eh, lo so! (Piccolo Giovanni) ho lasciato il computer, ma, lavoro ancora di più. Cosa vuoi sapere ancora? c'è una cosa nel tuo cuore! vuoi dirmela? (Telesforo) Come mai io non ti sogno mai? o ti sogno e non mi ricordo? (Piccolo Giovanni) Tu dormi sempre! <tutti a ridere>  non so se ti ricordi se hai sognato: ma sono venuto a visitarti diverse volte! (Telesforo) questo lo so (Piccolo Giovanni) e se lo sai perchè mi chiedi "perchè non ti ho sognato mai?" (Telesforo) perchè mi rendo conto che non mi ricordavo perfettamente  (Piccolo Giovanni) Come sempre! Ma sai bene che t'ho amato da sempre (Telesforo) lo so. Questo lo so, lo sento ancora (Piccolo Giovanni) Tu, mi hai amato? (Telesforo) penso di sì (Piccolo Giovanni) pensi, o mi hai amato? (Telesforo) tu lo sai se ti ho amato. (Piccolo Giovanni) Bene Telesforo, sai che dovrai portare una Croce pesante? (Telesforo) lo so (Piccolo Giovanni) è più pesante di quella che hai dovuto portare?  (Telesforo) penso di sì (Piccolo Giovanni) ma sai bene che tutto quello che tu hai abbracciato veniva da Dio e che sei stato premiato? Telesforo, preparati ad abbracciare la Croce Pesante. Io sono vicino a te al tuo fianco. La Piccola Cocciuta ha donato il suo Sì ed è Pieno. Ma non temete, figliuoli, il Padre ve la lascia ancora. Vi chiedo solo di pregare sempre col cuore e di sostenerla, perchè il suo Compito è Grande e il Parto passa sempre attraverso di me e attraverso la Piccola Cocciuta; e ora che Io abito in Paradiso, per lei è più pesante il Parto della Croce, figliuoli. Paolo, non essere commosso (Paolo) Come potrei non esserlo! (Piccolo Giovanni) devi gioire, come tutti voi, figliuoli. Il Mistero è Grande in mezzo a voi, perchè è Mistero di Dio, è Mistero di Croce, e dove c'è la Croce c'è la Pienezza. Io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. Bacio ognuno di voi col Bacio del Piccolo Giovanni e vi chiedo ancora di pregare per il mio Popolo di Lauria. Chino il capo e mando un Bacio alla mia piccola Marì, dicendogli(le) di non lasciarmi! (Gesù) Ecco, ho lasciato ardere i vostri cuori. Siete stanchi? (Tutti) No (Gesù) Ebbene, figliuoli, il mio Banchetto è pronto: è qui in mezzo a voi. Preparate i vostri cuori e venite a fare festa con lo Sposo. Io ho sete e fame e voglio mangiare con ognuno di voi. Venite, figliuoli, ma distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al mio Cuore. Sposo, porta la sposa. Eccomi, sono qui dinanzi a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Ecco cosa chiedo a voi di essere: Vino e Pane per i fratelli. Il vostro vivere sia Vino e Pane per l'umanità, perchè Io vi ho sigillati, e voi siete i miei figli, a mia Immagine e Somiglianza, e se Io mi dono in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane, voi perchè non lo fate? FATELO! Amatemi come vi amo Io. Il vostro amore sia Vino e Pane. Ecco il Mistero Nascosto del Cuore della Croce. Figliuoli, gioite con lo Sposo: venite e mangiate con me. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Bevi, figlia mia <3° grido>. (Giulia) Ti amo, Gesù  (Gesù) Mangia il mio Cuore. ........ Ecco il mio Amore Infinito; ecco il mio Cuore che si dona ad ognuno di voi e all'umanità, ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera.

 

Beati voi che mangiate alla mensa col vostro Gesù.

Benedetti i cuori che mi fanno entrare e vivere nella gioia piena.

Benedette voi, mamme, che mi fate crescere e mi donate al mondo.

 

<la Mamma Celeste intona una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode al Bimbo>

Oh, Tu Bimbo, che non mi appartieni.

Oh, Luce di tutte le genti.

Bimbo che abiti la Stanza della Quercia.

Dona la Quiete, dona la Quiete,

rimani e cresci,

e nel sorgere del Sole, 

dona ai tuoi figli il Pane Vivo del tuo Cuore.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

<Gesù intona la seguente Lode>

Benedetti voi, che mi avete accolto.

Benedette le mani che mi hanno accarezzato,

amato e donato.

 

(Giulia) Come sei Grande, Gesù: rimani sempre con noi (Gesù) Ecco, sono sempre con voi! La mia Pasqua è Piena ed è Risorta. Il mio Cuore è venuto ad abitare dentro di voi, perchè Io mi sono donato: donatevi anche voi; e non mi abortite quando uscite fuori dalla Stanza del Bimbo, la Stanza della Quercia; e la Quercia sono Io, e le mie Radici sono profonde. Fatele crescere anche voi le radici, e non permettete al mio nemico di tagliarle, figli. (Giulia) Gesù, come sei bello! COME SEI BELLO! (Gesù) Rimarresti a guardarmi fino al mattino? (Tutti)(Gesù) ho chiesto alla Piccola Cocciuta <dice con tono divertito> (Giulia) Non fino al mattino: SEMPRE, GESU'! (Gesù) Ma Io ora devo lasciarvi, verrò ancora e mi guarderai, e con i tuoi occhi mi darai ai tuoi figli. (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Bene, figliuoli,  Io vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Aspettatemi: verrò ancora a portarvi il Pane dei Cieli. Lodate e benedite il Padre per i Frutti che lascia scendere su di voi: le Gocce Vive dell'Amore Pieno! Volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, Pargoli del mio Cuore. Siate sempre benedetti con la Benedizione del Pane Vivo. Crescete e moltiplicatevi nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Cocciuta del Cuore della Croce, guarda le tue Spine preferite come cantano le Lodi! (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Fatelo anche voi legando la Catena Santa. Legatela con amore, col perdono, con la pace e la con la carità. Figliuoli, sapete bene che nella Stanza il mio nemico non entra. Non fatelo entrare nei vostri pensieri; e quando pregate e mi guardate col Volto bagnatoi di sudore, pensate a quando stingevo la Croce per ognuno di voi: FATELO PER I VOSTRI NEMICI. Abbracciate tutti e togliete le piccole spine che hanno ferito i vostri cuori perdonando come ho fatto Io. Ora preghiamo: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Figliuoli cari, ricordate sempre: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen, in ogni piccola cosa che disturba i vostri cuori. Lasciate solo l'Amore e ciò che avete ricevuto. Io sono il vostro Papà e un Papà ai propri figli dona il Cuore e il Perdono. Unite i vostri cuori al mio Cuore e donatelo come Io l'ho donato. (Giulia) Gesù. Gesù (Gesù) Sì, figlia mia. CHIAMATEMI PAPA' (Tutti) PAPA' (Gesù) Fate gioire ancora il mio Cuore! (Tutti) PAPA' (Gesù) Ah, figliuoli, quanto vi amo (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie. Vi bacio col Bacio della Croce. Andate in pace e portate al mondo la mia Pace, figli.

 

 

 

         10.   Ven 11/05/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io vi ho amati da sempre e per primo vi ho cercati. Non nascondetevi, perchè non c'è luogo dove Io non possa trovarvi: nulla mi è nascosto, conosco ogni vostro respiro. A voi, Figli Ministri, ho donato il dono di accogliere e guidare le mie pecorelle; cosa state facendo? le avete abbandonate per le cose del mondo! e quando Io verrò cosa dovrò fare di voi? Ora vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi benedico. ALLELUIA! Figli, come è Grande ed Infinito l'Amore di Dio! Figli, non staccatevi mai dalla Croce, non perdete il Filo del Santo Vangelo, il vostro vivere sia solo la Parola Viva di Gesù che abita dentro di voi e viene in mezzo a voi. Figli, vi chiedo sempre di pregare secondo le mie Intenzioni. Come Sacerdote, Vivo ed Eterno, perdono chi ride ancora di me e metto nel Cuore del Padre tutto. Figli, Dio è Giudice e a Lui lascio ciò che deve fare. (Gesù) Bene, figliuoli. Voi, Quattro della Santa Croce, tirate sempre con me la Barca carica del Santo Vangelo. Con voi benedico il mondo con la Croce Tremenda del Padre, del Figli e dello Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

           11. Dom 13/05/2001, ore 15.15, Stanza  more solito

Oggi ricade l'84° anniversario della prima Apparizione della Madonna a Fatima. (Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati, figliuola mai, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù, in mezzo a voi. Ecco, figlia, il Calice che ti offro come Mamma: bevilo, figlia <bevute>. L'ho bevuto Io, ora devi berlo anche tu (Giulia) Mamma. MAMMA, dammi la costanza e la forza (Immacolata) E' un Calice Amaro, figlia mia, e' un fiume dovrai bere. (Giulia) Sì, Mamma, sia fatta la Volontà di Dio! (Immacolata) Ecco, Io vengo in mezzo a voi portando la Pienezza di Dio: il Santo Vangelo, invitandovi sempre a tenerLo alto e a viverlo nella Pienezza dei Dolori, nella Pienezza della Croce. Io sono qui, in mezzo a voi, col mio Gesù, gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi in mezzo a voi per volere di Dio Padre. (Giulia) Mamma, posso farti gli auguri da parte di tutti i figli e da parte mia, misera peccatrice? (Immacolata) Si, figlia mia. E Io come Mamma allargo le braccia invitandovi ad essere Mamme del Crocifisso; Mamme del Santo Vangelo; Mamme dei poverelli; Mamme della Carità; Mamme che si donano per amore di Gesù: questo è il mio augurio donato a tutti, ad ognuno di voi, al mondo intero, ai figli che abbracciano in Pienezza la Croce di Gesù distaccandosi dalle cose del mondo. Io vengo in mezzo a voi per Volere di Dio, e quando Dio parla,  il Suo parlare è Pieno e non manca nulla. La Parola di Dio non è la Parola del mondo. Il Cuore di Dio è aperto e si dona nella Pienezza. Vedete, figliuoli, in questo giorno, Io come misera Creatura mi prostro dinanzi al Padre invocando Misericordia sull'umanità. La Piccola Cocciuta conosce il Disegno del Cuore Immacolato: la mia Promessa è partita da Fatima e si adempirà nel mondo intero, ma non come vuole l'uomo, ma come Dio l'ha scritta col Suo Dito, e non viene cancellata, non viene modellata da niente e da nessuno: DIO E', ricordatelo, figliuoli del mio Cuore. Come Mamma dovrei gioire in questa giornata, ma mi inchino dinanzi al Cuore di Gesù che gronda Sangue per l'umanità, per i figli della perdizione. E voi mamme potete gioire se vedete i vostri figli che si perdono? (Qualcuno) No (Immacolata) e Io che vedo ogni cosa <forte sospiro>, mille Dolori trafiggono il mio Cuore e il Cuore di Gesù, e in questa giornata il mio abito viene sporcato! Chiedo ad ognuno di voi di pulirlo aprendo il Cuore al Padre, ascoltando la Parola Viva di Dio che scende in mezzo a voi, nell'umanità intera. Vedete, figliuoli, i flagelli scendono ancora, non si fermano, e il mio Cuore di Mamma guarda l'umanità che si disperde correndo di qua e di là e lasciando il mio Gesù da solo. Figliuoli, ricordate che essere mamme significa donarsi; una mamma si dona per i propri figli; diventa Tabernacolo Vivo per far nascere il Giglio Candido che Dio lascia scendere. La parola "Mamma", riuscite a comprenderla in Pienezza? Mamma di Dio; Mamma dell'Amore; Mamma dei Dolori; e Io ho donato il "" ad essere Mamma. Figliuoli, perchè vi fermate dinanzi alle cose del mondo? Io non mi sono fermata! Ho lasciato crescere dentro di me il mio Figliuolo e l'ho donato a tutti voi, non l'ho tenuto per me; e ricordate: siete passeggeri e non dovete lottare per le cose del mondo! Dio vi ha donato il Paradiso pulito, cosa volete fare? camminare nel mondo senza Dio e fuori del Paradiso? Figliuoli cari, voi fate parte della Famiglia di Dio, le cose del mondo non fanno parte del Progetto dell'Amore che Dio ha preparato per ognuno di voi, vi ha donato la Stanza della Quercia, la Vita del Bimbo che cresce in mezzo a voi. Ora, come volete camminare? parlo a voi che siete qui presenti e parlo al mondo intero! Sapete bene che Dio conosce i vostri cuori? i vostri pensieri? ogni cosa di voi, figliuoli, e vi ha consegnato la Spada per combattere con l'Amore, e i Nomi che portate dovete tenerli alti, perchè Dio vi ha sigillati per il Paradiso. Figliuoli, sapete bene che il mio nemico, col suo strascico di coda, vuole trascinare i Piccoli Giovanni nella sua rete; vuole distruggere il Progetto dell'Amore: Dio si è poggiato su di voi; voi dovete amare, perdonare e usare carità verso tutti: al primo posto i vostri nemici, coloro che trafiggono i vostri cuori. In questa giornata, il Cuore della Piccola Cocciuta è trafitto da un'altra Spada, e come Mamma dell'Amore La tiene stretta per ognuno di voi, per l'umanità intera, perchè Lei è poggiata sulla Roccia e conosce il cuore di ognuno, perchè Dio l'ha mandata per questo; nella sua semplicità non lascia passare nulla, ma Io che vedo e sento ogni cosa posso parlare. Figliuoli, la Piccola Cocciuta dovrà soffrire come ha sofferto il mio Gesù; abbracciare i Dolori del mondo e portarli nel suo Cuore. In questa giornata, Io parlo un pò del suo Cuore trafitto di Mamma e di Creatura. Vedete, figliuoli, dal primo istante che Dio l'ha mandata in mezzo a voi, ha abbracciato i Chiodi! ha accolto sulle sue spalle la Pesante Croce e la porta per Amore di Dio; e il Parto che passa attraverso di Lei e il Santo Giovanni di oggi, è il Parto Vivo, e, voi, non potete neanche immaginare i Dolori. Figliuoli, imparate ad amare Dio come Padre; imparate a vivere come figli di Dio e camminare solo la Via del Vangelo. I rumori del mondo non ascoltateli!  ascoltate i battiti del Cuore di Gesù che arde per Amore di ognuno di voi e si dona, SI DONA SENZA MISURE: fatelo anche voi se volete far gioire il mio Cuore di Mamma in questa giornata. Ora, volete ardere? (Tutti)(Immacolata) vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, Vivo in mezzo a voi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio ha scritto. Mi siedo un pò. Guardo col Cuore trafitto i Figli Ministri. In questo giorno dedicato al Cuore della Mamma, sapete bene che il mio Cuore ardeva e arde nel parlare di questo giorno. Io che lo vivevo in Pienezza nell'abbracciare la mia Dolce Mammina, ora che vedo come viene straziato il suo Cuore, invoco Misericordia per tutti i miei Fratelli Ministri! Non scandalizzatevi di ciò che sentite, figliuoli, voi potete pure dirmi "Abbiamo visto tante folle", Io che sono qui in Paradiso e con l'Ordine di Dio posso vedere ogni cosa, il Cuore di Maria è triste, e in questa giornata in modo particolare, tiene fermo il Braccio del Padre. Figliuoli, pregate, ma pregate col cuore. Non mettetevi in mostra e non prendete i primi posti: i Giovanni devono stare agli ultimi posti, amare e lodare Dio nella Pienezza dei cuori.Vedete, fgliuoli miei, Io ho sempre alzato la Destra invitandovi a camminare il Vangelo Pieno e Vivo di Gesù: il Vangelo della Croce, non il vangelo del mondo, non il vangelo del modernismo. Dio è sempre Antico, e ciò che ha detto non viene cambiato. Il nemico sta confondendo tutte le chiese! i Figli che lavorano come pastori, cambiando la Parola Dio; e ho sempre lottato e ho gridato e grido ancora ai miei Fratelli Ministri: guardate il Gesù che è venuto in una Capanna! Ah, sono amareggiato nel vedere chiudere la porta a Dio, aprendola al mondo! Come si può camminare senza la Luce di Dio? Quale strada si cammina? Dove portano le pecorelle i pastori? Figliuoli, pregate, pregate affinchè la Luce dello Spirito Santo riscaldi i Figli Ministri, ritornando dinanzi alla Croce di Gesù, abbracciando l'Unico Vangelo Vivo dell'Agnello Immolato. Io mi sono immolato per ognuno di voi, per l'umanità intera, in modo particolare per i Pargoli che stringo con amore al mio Cuore di Sacerdozio Vivo ed Eterno di Santo Giovanni come Dio mi chiama, e visito i Pargoli toccando i loro cuori per farli abbracciare al Cuore della Croce. Vedete, come Sacerdote sono un pò duro, come sempre, fermo nella Parola Viva di Dio come ho fatto sempre. E quando dicevo una cosa non la ripetevo più: parlo a voi e parlo al mondo intero, in modo particolare ai figli, alle Colonne, dove Io mi sono poggiato di più. Alla Piccola Cocciuta do un rimprovero in questa giornata. (Giulia) Mamma, Santo Giovanni di oggi, dove ho sbagliato?  (Piccolo Giovanni) Tu, sai bene figlia mia: l'Ubbidienza che ti ho lasciata è sempre viva! (Giulia)(Piccolo Giovanni) Mantienila sempre, e grida quando sei nel giusto del Vangelo! (Giulia) Sì, Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) Ora, ricordati sempre le Parole che Io ti dicevo quando eravamo in confessione (Giulia) Sì, Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) non ti risparmiavo nulla e neanche adesso i tuoi errori (Giulia)(Piccolo Giovanni) Ora, Cocciuta del mio Cuore, non fermarti, vai avanti. Tu sei stata scelta a guidare le Suore. Sei cocciuta e puoi gridare nel portare le tue figlie sulla Via della Croce, Dio non vi ha dato altre vie: la Croce e il Santo Vangelo. (Giulia)(Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli del mio Cuore, conoscevate bene il mio parlare, non scandalizzatevi. Chiedo ad ognuno di voi di rimanere sempre nella Linea Dritta che Io portavo: vi rimproveravo per farvi arrivare al Cuore del Padre, non per essere al primo posto. Vi ripeto ancora una volta: distaccatevi dalle cose del mondo se volete arrivare dinanzi a Dio. Figli, il mio Cuore di Sacerdote arde solo per la vostra santità, il mondo l'ho sempre messo da parte. Mi sono consumato per Dio e per ognuno di voi: fatelo anche voi, figliuoli. Alla fine della preghiera, fatemi gioire! Quando Io celebravo, alla fine della Santa messa, prendevo tra le braccia Maria e la portavo in giro per la mia casa. .Ora chiedo a Paolo: vuoi abbracciare Maria <anticipando Giovanni> (Paolo)(Piccolo Giovanni) e portarla giù? (Paolo)(Piccolo Giovanni) Bene, fallo alla fine della Preghiera! E voi figliuoli, volete accompagnare Maria? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Fate gioire il Cuore di Maria e il mio Cuore!, perchè Io lo facevo sempre. Ora, vi bacio tutti, col Sigillo del Piccolo Giovanni e vi invito a vivere solo per Dio! Io ritorno all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore. Siano i vostri cuori immacolati come lo è il Mio. Siano le vostre capanne Capanne del Cuore del Padre. Sia il vostro operato la Pienezza del Cuore di Dio. Siano i vostri cuori un Unico Cuore della Santissima Trinità. Oggi si è adempiuta questa Scrittura su di voi che portate nel mondo il mio Cuore, perchè ve l'ho donato.  Vivete  nell'Armonia  della  Croce  e  aspettate  il  Sole  di  Fatima,  perchè  verrà  come  Io  ho  promesso. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva di Dio: il Santo Vangelo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Crescete nell'Unica Fonte Viva del Cuore della Croce. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire a causa del Nome di Gesù. (Giulia) Sì, Mamma. Come sei bella! COME SEI BELLA! (Immacolata) E' l'Amore che mi rende bella! Amate col cuore e sarete anche voi raggianti come è Raggiante il Cuore della Croce: la Sua Luce non si spegne perchè ama! Cocciuta, gioisci nel vedere le tue Spine preferite che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Fatelo anche voi!, ma non dubitate della Parola di Dio. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. Amen Pieno scenda su di voi e rimanga per sempre, e così sia, figli.

 

 

          12.   Giov 17/05/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati nell'accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce in mezzo a voi. Immolati per le Mura di Roma; immolati per i Grandi della Casa del Padre; figlia, immolati per l'umanità intera. Abbraccia la Santa Croce; abbraccia i Santi Dolori (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù <1° grido>. Gesù, perchè piangi? Perchè piangi, Gesù? (Gesù) Vedi, figlia mia, il mio abito è macchiato di Sangue (Giulia) Perchè, Gesù? (Gesù) Guarda! <breve pausa> (Giulia) Cosa posso fare? (Gesù) Grida la Verità!, figlia mia. Tu hai visto? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Vuoi ancora abbracciare i Santi Chiodi? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Togliti i calzari <breve pausa> <2° grido>  (Giulia) Gesù, ma tu piangi ancora! (Gesù) Sì, figlia, piango per l'umanità che non vuole ascoltare e non vuole aprire gli occhi per vedere mia Madre, che scende, e cammina come pellegrina a portare l'Amore, la Pace e il Santo Vangelo. Ed Io vengo a visitarvi portandovi la Pace Piena del mio Cuore: la Pace della Croce, e sono qui in mezzo a voi con gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi in mezzo a voi. Figliuoli, Io sono il vostro Gesù: il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi. Mi sono donato con la stessa misura per ognuno di voi, e non faccio distinzione per i miei figli. Figliuoli del mio Cuore, Io vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti. Io vi ho donato la vita, vi ho partoriti dal mio Cuore, e nessuno di voi può togliere la vita che sboccia dentro di voi. Figliuoli cari, quando vi invito "a pregare", essere "coscienti della mia presenza viva e reale", e di "non abortirmi quando uscite fuori dalla Stanza", vi invito a tenere alto il Santo Vangelo, a non cancellare la Parola Viva che vengo a portarvi. Sapete bene che la vita è un Tesoro che Io vi ho donato: non calpestate i vostri corpi! siete fatti a mia Immagine  e Somiglianza, ed Io vi ho chiamati "figli", e vi ho consegnati a Maria ai Piedi della Croce: UNA MAMMA CHE NON HA ABORTITO I SUOI FIGLI! LI HA CRESCIUTI E LI HA PORTATI SULLE SUE SPALLE, UNO PER UNO. Ora, voi che fate parte della Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato ed Addolorato di Maria, cosa voletre fare? camminare sulla Via Stretta, sulla Via del Vangelo, o camminare sulla via del mondo? Figliuoli, Io sono il vostro Gesù, il Gesù che ha abbracciato la Croce, e salendo al Padre, ha preparato un posto per ognuno di voi. Figli, il mio nemico vuole distruggere il Progetto dell'Amore, e usa ogni mezzo, ogni cosa per trascinare le anime nella sua rete, nella sua falsa luce. Ricordate sempre: Dio tiene sempre la porta aperta per tutti i suoi figli, ma sapete bene che non potete nascondere nulla, Lui conosce tutto, e la Piccola Cocciuta conosce ogni cosa, perchè il Padre Parla attraverso di Lei. Conoscete un posto dove nascondervi? e Dio non possa vedervi? Figliuoli, Io vi amo e non voglio perdervi. Siete sigillati uno per uno. ANIMA CHE MI STAI ASCOLTANDO, FAMMI VIVERE! Io abito dentro di voi, non chiudetemi la porta. Vedete, figliuoli cari, Io vengo in mezzo a voi portando i Santi Dolori, la Santa Croce e il Santo Vangelo Vivo, e sapete bene che il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell'Agnello. Figli, non prostratevi a dei sconosciuti, ma guardate con amore il Legno Santo, il Legno che rimane sempre unito e non si divide per Amore di ognuno di voi. Vi invito sempre a pregare per il Papa: non lasciatelo solo in mezzo ai lupi, ma pregate, figliuoli. Voi, che portate il Nome Nuovo, voi, Colonne, dove Io mi sono poggiato, ricordate sempre di amare, di perdonare e di usare carità verso tutti. Al primo posto portatemi i vostri nemici, perchè Io voglio fare festa. Il Banchetto dell'Amore è pronto, e Io aspetto tutti i miei figli, fatelo anche voi, non scartate i vostri fratelli: Io non l'ho fatto, la mia Porta è aperta a tutti. Figliuoli, il mio nemico fà questo: SCARTA. Voi non lo fate: amate tutti come Io amo tutti voi, anche quando fate errori. Vi amo, vi perdono, vengo a curare le vostre ferite, ma vi invito sempre: fatemi vivere dentro di voi. Vi invito a non lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera. Accogliete gli emarginati, i figli drogati, i figli carcerati, i miei vecchietti. Non lasciate nessuno senza il mio Pane: Io ve lo dono attimo per attimo, voi donatelo al mondo. Figliuoli del mio Cuore, volete chiamarmi Papà? (Tutti) PAPA' (Gesù) Come sono basse le vostre voci! Il mio Grido di "figli" viene dal Cuore della Croce, ma non temete, parlo a voi e parlo al mondo intero. Quanto poco sono amato! Quanto poco sono cercato! Ma il mio Cuore arde per ognuno di voi, per l'umanità intera. Telesforo, l'augurio che Io ti dono in questa serata è la Croce: Vuoi portarla? (Telesforo) Sì, Gesù (Gesù) Il tuo "Sì" è pieno? mi rispondi? (Telesforo) Sì, se mi dai la forza di andare avanti (Gesù) La forza viene dall'Amore! Io ho amato per portare la Croce: Ama sempre e perdona sempre, figlio mio. ...........Pietro! <breve pausa> Paolo! (Paolo)(Gesù) Telesforo! (Telesforo) Sì, Gesù (Gesù) Piccola Cocciuta, mi amate? (....... Paolo, Telesforo)(Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Volete tirare con me la Barca? (.........Paolo, Telesforo, Piccola Cocciuta) Sì, Gesù (Gesù) La Barca che dovrete tirare è pesante!! E' carica del Santo Vangelo!! Siete pronti <anticipando Gesù>  (....... Paolo, Telesforo)(Gesù) per fare questo in Pienezza? (........Paolo, Telesforo)(Gesù) ascoltando i miei Comandi? (..........Paolo, Telesforo, Piccola Cocciuta) (Gesù) Bene, figliuoli cari. La Piccola Cocciuta ha visto i 24 Sacerdoti. Lei conosce i Nomi e i volti, e presto saranno segnati! Non vi scandalizzate di tutto questo! Dal principio è stato così, e Dio è sempre Antico e non cambia nulla. Figliuoli, siate saldi nel tenere alta la Croce e nell'amare. Il Mistero è l'Amore, ma non pensate alle cose del mondo: l'Amore che Io porto scende dalla Croce e rimane sempre in piedi, figli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene che dovrai ancora soffrire a causa del mio Nome, ma sai bene che il Bimbo abita nella Stanza della Quercia ed è sempre presente? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Vedi, figlia mia, guarda, non spaventarti <breve pausa> (Giulia) Gesù. Gesù, cos'è quel Segno? (Gesù) Non toccarlo! <breve pausa> (Giulia) Che significato ha, Gesù? (Gesù) Vedi, figlia mia, il Parto è Pieno ed è in mezzo a voi, e passa attraverso di te e attraverso il Santo Giovanni di oggi. E' tempo di mietitura, e il grano e la zizzania vanno divisi! <breve pausa> (Giulia) Ah, Gesù, come sei bello! <breve pausa> Posso dire quello che vedo? (Gesù)(Giulia) Sei su un cavallo bianco e gli Angeli ti fanno da corona, e salgono e scendono. Ah, Gesù, rimani sempre in mezzo a noi così! <breve pausa> (Gesù) Presto mi vedrete tutti, ma non conoscete ne l'ora e neanche il giorno! siate sempre vigilanti, figliuoli, e state attenti al mio nemico. Stringete la Catena Santa e non lasciatelo passare nei vostri pensieri: siate saldi nell'amore e combattete, perchè Io sono sempre con voi, figli. Ora, volete ardere un pò? Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Benedizione di Sacerdozio, Vivo come Dio vuole, in mezzo a voi. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Bene, Pargoli del mio Cuore, siamo ancora uniti nella Stanza della Quercia. L'Amore di Dio mi lascia parlare in mezzo a voi, a portare la mia Parola di Sacerdote, ma il mio Cuore è triste ma non per voi. Figli, voi mi fate gioire quando venite a visitare il Banchetto. Ricordate sempre di camminare sulla Via Stretta, sulla Linea Dritta che Io vi ho lasciato. E il mio Cuore gronda Sangue! Voi, Colonne, siete nel giusto! Non temete niente e nessuno! Io vi prendo sempre per mano e parlo ai vostri cuori come parlo ai cuori di tutti i figli che portano il Nome Nuovo, alle Suore che Io ho amato e amo. Invito ognuno di voi a portare nel mondo, tra i fratelli, la Parola Viva di Gesù; l'Amore Pieno che Gesù dona ad ognuno di voi. Vedete che Miracolo: Dio vi ha scelti per lavorare nella Vigna. Lavorate con la Croce, e non ci siano gelosie tra di voi! Dinanzi a Dio avete tutti la stessa altezza, la Sua misura è la Croce, e non ci sono altre misure dinanzi a Dio. Figli, non misurate l'amore che offrite, ma donate tutto, come Dio ha donato tutto a voi mandando il Suo Figliuolo. Ebbene, cari Pargoli del mio Cuore, ardete tutti di vedermi? (Tutti)(Piccolo Giovanni) e Io sono qui in mezzo a voi! Parlo attraverso la Piccola Cocciuta come Dio vuole, ma sono Vivo, e vedo ognuno di voi, e in modo particolare vedo i vostri cuori, il vostro operato. Rimanete sempre piccoli e poveri, semplici come Io vi ho lasciato. Figliuoli miei, ve lo ripeto ancora una volta: parlo sempre di voi nel Paradiso! e gli Angeli non scappano più, ascoltano. Voi cosa fate, parlate di me? (Tutti)<breve pausa> (Piccolo Giovanni) Figli, ricordate sempre che Io sono Sacerdote e la mia Destra è sempre alzata: ALZATELA ANCHE VOI! Figliuoli, Io come Sacerdote alzo la Destra e metto tutto nel Cuore del Padre. La Piccola Cocciuta, conosce ciò che ho messo nel Cuore del Padre! ma chiedo ad ognuno di voi: volete tenere con me la Destra alzata? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Bene, figli, Io sono all'Ubbidienza di Dio, e come Sacerdote mi caricavo di ogni responsabilità; ora, l'ho fatto ancora, mi sono caricato delle vostre mani alzate, e le porto dinanzi al Padre! Pasquale! <Telesforo di oggi> (Telesforo) Sì, Giovanni (Piccolo Giovanni) Sapevi bene che ti facevo sempre gli auguri, e a volte tu non mi rispondevi! ora, il tuo cuore cosa sta ascoltando? <breve pausa> rispondi! (Telesforo) L'amore che hai verso di me! (Piccolo Giovanni) e prima lo sentivi? (Telesforo) non come adesso!  (Piccolo Giovanni) e adesso perchè lo senti di più? rispondimi! (Telesforo) forse perchè ti amo di più! (Piccolo Giovanni) E' una risposta giusta! Bene, Io ti conosco dentro di te e fuori, e il tuo cuore è trafitto e so quanto ti manco! Rimani sempre il mio Pargolo, figlio mio, ho poggiato la mia Destra dal primo istante, su di te, rimani sempre così come sei, ascolta anche la Piccola Cocciuta, sai bene che non appartiene a te ma appartiene al Padre; questo lo conoscevi già, figlio mio. Ebbene, figliuoli, vi ricordate ancora quando dicevo a Gesù che parlava troppo? (Alcuni)(Piccolo Giovanni) e a parlare, ero Io a farlo parlare con tutte le domande! ora vorrei far parlare tutti voi, ma mi fate una tale confusione, come sempre. I vostri cuori sono teneri nel dire le parole così: SEMPLICI, come facevo anch'Io con tutti voi! ma ora vi invito ad ascoltare! .....(Piccolo Giovanni) no! LA  CROCE  E'  GRANDE!  e  solo  Essa  ci  tiene  alti. Io sono Giovanni!.......... A chi arde il cuore? chi vuole parlare? (Simone 1) A tutti arde il cuore, specialmente a me! ogni mercoledì.., e una cosa grande sei stato.., sempre, e sempre sarai ! Bene, figliuoli, rimanete sempre nella Famiglia del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria! ma siate coscienti di quello che state vivendo: Dio è in mezzo a voi e parla; Dio è vivo e parla ai suoi figli; fate presto, ritornate ad amare il Padre; è il grido del Sacerdote <qui si finisce il lato "A" della cassetta> che dona all'umanità, a tutti i suoi figli. Non temete, figliuoli cari; non scandalizzatevi di tutto quello che dico, ma siate convinti che Dio parla ai suoi figli, e presto tutti i Nomi sarete chiamati dinanzi all'Altare: siate pronti e lasciate lavorare Dio, e lavorate con Lui. Io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni, Piccola Cocciuta. Grazie, figliuoli, abbracciatelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Telesforo, questo è il mio Bacio (Telesforo) Grazie, Giovanni! (Gesù) Ecco, ho lasciato ardere i vostri cuori. Figliuoli, il mio Banchetto è pronto. Io ho sete e fame, venite tutti a mangiare con me. Sia Piena la Festa, liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al mio Amore di Papà. Lo Sposo è qui in mezzo a voi: è pronto. Sposo, accompagna la sposa. Eccomi, sono qui dinanzi a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Ecco l'Amore di Dio che si dona ai propri figli. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; venite e mangiate con me, figli, perchè Io voglio mangiare con voi e fare Festa. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Guardatemi! Ho  forse  allontanato   qualche  figlio  dal  mio  Banchetto?  Non  allontanate  i  vostri  fratelli  dal  Banchetto  che  Io  vi  offro,  e  il  Banchetto  è  la  Vita,  figliuoli,  e  il  mio  Amore  è  Pieno  e  si  dona  a  tutti.  Bevi, figlia <3° grido>. Mangia il mio Cuore. Ecco, Io sono qui e voglio mangiare e bere con voi. ................ Ecco l'Amore che si dona nella Povertà di un bicchiere di Vino e di un pezzo di Pane. ........il mio Cuore si apre e si dona all'umanità. 

 

Benedetti, voi che mangiate alla mia Mensa.

Benedetti, voi che cercate la mia Porta.

Benedetti i vostri Nomi.

Benedetto il vostro camminare.

Benedetti voi quando accogliete uno 

dei miei Piccoli Emarginati, Ammalati; 

e in quei Piccoli ci sono Io.

 

<la Mamma Celeste intona una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Oh, Bimbo, che non mi appartieni.

Oh, Tu, Crocifisso.

Oh, Tu, Albero Vivo e Verde dell'umanità.

Oh, Bimbo, che non mi appartieni.

Oh, Luce di tutte le Genti,

rimani, e dona la Quiete.

Rimani e dona la Quiete.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Oh, Tu Bimbo, che non mi appartieni.

Oh, Tu Luce,  di tutte le Genti,

rimani, e dona la Quiete.

Rimani e dona la Croce.

 

(Gesù) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta: Risorgete anche voi, figliuoli. Ecco, il mio Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, si è donato ad ognuno di voi, all'umanità intera. Mi sono donato ai vostri cari, a coloro che si sono uniti a questa Santa Preghiera: al Santo Incontro con Dio e l'umanità, Viva e Reale in mezzo a voi. Figliuoli, amate: Io sono venuto ad abitare nei cuori di chi mi ha accolto, nei cuori di chi ha mangiato al Banchetto del mio Amore! Gioite, e portate la mia Gioia ai vostri fratelli, all'umanità. Io, ora vi lascio, ma sono sempre qui in mezzo a voi e dentro di voi nei vostri cuori. Figliuoli, vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Lodate e benedite Dio per i Doni che lascia scendere su di voi, figliuoli. Ora, volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Mi inchino dinanzi a voi e vi dico "grazie", ma quando uscite fuori non mi abortite: fatemi vivere, fate crescere la Pianticella che è dentro di voi. Ricordate sempre che Io sono il vostro Papà: chiedetemi tutto, nel giusto del Vangelo, ed Io lo lascio scendere su di voi, figliuoli del mio Cuore. Ora, legate la Catena Santa <breve pausa>. Legatela bene, e legandola, ricordate tutti i figli che non hanno un pezzo di pane: fatevi Pane e donatevi. Il vostro legare la Catena, sia legarla col Cuore della Croce, amando in Pienezza. Figli, Io sono il vostro Dio e non visono altri dei: Io ho abbracciato la Croce. Guardatemi! Sono qui dinanzi a voi nella Povertà e nel Mistero Nascosto. Quando pregate, al primo posto portatemi i vostri nemici, e i vostri cuori brilleranno come brillano i vostri Nomi nei Cieli. Amate col mio Amore, figli. Ora, preghiamo insieme: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli, negli attimi della prova, riuscite a ricordare queste Parole?: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Vi ricordate di avere un Papà <anticipando Gesù> (Tutti) (Gesù) che apre la Porta del Cuore e aspetta tutti i suoi figli? Io vi ho perdonati! voi cosa volete fare? vivere nel mio Amore? (Tutti) (Gesù) e perdonare? (Tutti) (Gesù) Fatelo tutti! Parlo a voi e parlo al mondo intero.<rivolgendosi a Natanaele> Dammi la tua mano! <lunga pausa> (Giulia) Grazie, Gesù. Grazie! (Gesù) Usa il mio Amore <riferito a Natanaele> (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e rimanga per sempre. Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato di Maria: FATELO TUTTI. (Giulia) Sì, Gesù.

 

 

 

         13.   Ven 18/05/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io sono il vostro Dio e non ve ne sono altri. Guardatemi con occhi di figli e venite nella mia Casa. Figli, Io vi aspetto per fare Festa. Vi ho perduti ma con Amore vi aspetto ed il Banchetto è pronto. Io non guardo l'esteriore: Io guardo i vostri cuori.  Non abbiate paura a ritornare a Casa: lo dico anche a voi, Figli Ministri. Ora vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi benedico. ALLELUIA!. Ah, figli, come è Grande il Mistero della Croce e come è dolce viverLo e lasciarsi rapire dal Suo Amore. Sapete bene che quando si è innamorati si è rapiti da tutto quello che ci circonda! Ebbene, figliuoli, l'Amore della Croce supera ogni limite: e' così Grande e Pieno da fare solo ardere, e Dio fa ardere i suoi Figli Sigillati. Come Sacerdote vi esorto ad abbracciare questo Amore e a non lasciarLo. (Gesù) Bene, figli. Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi. Tirate sempre la Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo perchè fate gioire il mio Cuore. Con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

        14.  Dom 20/05/2001, ore 15.15, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù, in mezzo a voi. Figlia mia, immolati per l'umanità; immolati per le Mura di Roma; immolati per i figli della perdizione che trafiggono il Cuore del mio Gesù (Giulia) Mamma, con la tua Grazia aiutami ad andare avanti e a portare il peso della Croce (Immacolata) Figlia mia, sei la Roccia Viva del Cuore del Padre, cammina sulla Linea che Gesù ti dona e non fermarti dinanzi a niente e a nessuno (Giulia) Sì, Mamma, con la tua Grazia! (Immacolata) Ecco, Io sono la Vergine Immacolata, Mamma di Dio e dell'umanità. Sono qui col mio Gesù, gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi in mezzo a voi per volere di Dio, non degli uomini. Come pellegrina cammino per il mondo a portare l'Unica Verità del Santo Vangelo, invitandovi a tenerLa alta e a viverLa in Pienezza.  Figliuoli del mio Cuore: SHALOM! ecco il mio grido di Mamma! Il grido che viene dal Cuore della Croce e donato ad ognuno di voi, all'umanità intera. Dio vi ha donato la Stanza della Quercia per camminare nell'Amore e nella Quiete, vivendo la Sua Parola, la Parola del Bimbo che abita nella Stanza Viva del Cuore del Padre. Figliuoli, Io  sono  Mamma  per  il  mio  "Sì"  donato  al  Padre, voi cosa volete fare? camminare con Dio e donare il "Sì" chiesto ad ognuno di voi, o camminare nel mondo e donare il sì al mio nemico?. State attenti, figliuoli, col suo strascico di coda sta portando via molti miei Figli Ministri, e confondendo i Figli Sigillati dal Sigillo del Cuore del Padre, del Bacio del Piccolo Giovanni di oggi: oggi, Santo Giovanni. Come Mamma, vengo a portare la Croce, la Santa Sofferenza, la Linea Dritta che porta al Cuore del Padre; e non vi sono altri dei, figliuoli. Vi invito sempre ad amare, a perdonare, ad usare carità verso tutti: MA GRIDARE QUANDO SI E' NEL GIUSTO DEL SANTO VANGELO! perchè Gesù gridava nel giusto del Vangelo. Figliuoli cari, la Croce è pesante, ma portata con amore è leggera, perchè è un dono donato da Dio all'umanità intera; e non vi è salvezza senza il Legno Santo della Croce. Figliuoli cari, non dubitate della Parola di Dio ma accoglieteLa e stringeteLa ai vostri cuori: Dio che parla all'umanità, ai propri figli e ad ognuno chiede il "Sì" Pieno, il "Sì" fondato sulla Roccia Viva. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire a causa del Nome di Gesù. (Giulia) Sì, Mamma, con la tua Grazia (Immacolata) Vai avanti, perchè sei nel giusto, non fermarti figlia mia; porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli; e non lasciare nessuno fuori dalla Santa Preghiera (Giulia) Mamma, posso farti una domanda nel Cuore? (Immacolata) Sì, figlia mia <breve pausa> (Giulia) Grazie, Mamma (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, Io sono qui in mezzo a voi Viva e Reale: siete coscienti di tutto questo?. Vivete l'Amore di Dio nel Mistero Nascosto, perchè nessuno di voi conosce i Progetti di Dio; nessuno conosce nè il giorno e nè l'ora che Lui verrà, e come verrà, in mezzo a voi. Vi chiedo solo come Mamma di essere pronti e preparati con la Lucerna accesa: non fatela spegnere dal vostro nemico; lui vuol far suo il Progetto dell'Amore; il Progetto che viene da Fatima si adempirà nel mondo intero e in questo Luogo: nella Stanza che Gesù ha preparato per ognuno di voi. Figliuoli, nessuno di voi prenda il posto di Dio: state attenti. La Piccola Cocciuta conosce ogni cosa, ma tiene tutto nel suo cuore, perchè Dio parla attraverso di Lei. Figliuoli del mio Cuore, come Mamma vi invito sempre a rimanere Dritti, come è Dritta la Croce e il Santo Vangelo Vivo. Fate vivere il mio Gesù nei vostri cuori e camminate sulla Via Stretta. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Immacolata) vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, con l'Ordine di Dio (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole. Figliuoli del mio Cuore, mi siedo un pò. ALLELUIA! Bene, figliuoli cari, il mio Cuore di Sacerdote Vivo per volere del Padre, gronda Sangue, non per voi ma per l'umanità, per i miei cari, per i miei Fratelli Ministri che hanno dimenticato l'Amore di Dio, l'Amore della Croce, l'Amore di Gesù che si è donato ad ognuno di noi donandoci la Pace, la Pace Piena, la Pace che viene dal Cuore della Croce: il mondo, e neanche gli uomini possono donare la Pace. Gesù si è immolato per Amore e per donare ai suoi figli la Pace Piena: ma voi, figliuoli del mio Cuore, vedete Pace? tra di voi c'è Pace?. Lo gridavo sempre, LO GRIDO ANCORA!: Liberatevi dalle cose del mondo, figliuoli, e legatevi all'Unica Pace che viene dal Legno verde della Croce. Io mi sono donato per ognuno di voi, per l'umanità intera, ma ancora non avete capito chi ero Io in mezzo a voi. Mi rispondete sempre qualcosa, ma non avete ancora compreso; e la Piccola Cocciuta, che aveva compreso dal primo istante che aveva incontrato i miei occhi, non può ancora gridare CHI ERA E CHI E' IL SANTO GIOVANNI DI OGGI, come Dio mi chiama!  non sono Io a donarmi questo Nome. Ebbene, figliuoli cari, Io ho lasciato delle Piccole Carte con la mia Ultima Volontà in Pieno! Chiedo ed ho chiesto alle mie Colonne di fare la mia Ultima Volontà, e grondo Sangue per i miei cari! Vi scandalizzate di tutto questo? Io che vedo e sento ogni cosa per volere di Dio, grido ai cuori di ognuno di voi: FATEMI VIVERE!, perchè Io voglio vivere attraverso di voi! Tu, anima che mi ascolti, figlio mio, la mia Volontà è scritta con la mano tremante! e chiedo anche al tuo cuore di lavorare; chiedo al tuo cuore di pregare per i miei cari fratelli di sangue: COME GESU', MI HANNO CHIUSO LA PORTA!  <breve pausa> mi rimanete solo voi, se ancora mi volete. Mi volete in mezzo a voi? (Tutti)<breve pausa> (Piccolo Giovanni) Matteo!  (Matteo)(Piccolo Giovanni) mi vuoi? (Matteo)(Piccolo Giovanni) riesci a comprendere <anticipando Giovanni> (Matteo)(Piccolo Giovanni) la mia Volontà? (Matteo)<breve pausa> (Piccolo Giovanni) Mi sono inchinato per terra dinanzi ai miei cari! <breve pausa>  ma non mi hanno sollevato quando sono caduto! Ora chiedo a voi la Carità: VOLETE SOLLEVARMI? (Tutti) (Piccolo Giovanni) Non scandalizzatevi di questo, figliuoli del mio Cuore. Io ho cresciuto ognuno di voi portandovi sulla Linea Dritta del Santo Vangelo. Ho sempre gridato la Verità, l'Amore Pieno di Dio, ma quando si è nel giusto: GRIDATE ANCHE VOI, figli!  ................Per Volere di Dio, quale Dono più grande poteva donarmi il Padre?: lasciarmi ancora in mezzo a voi a parlare e a guidarvi nell'Amore e nella Quiete della Croce <sospiro profondo> Voi, Pietruzze Vive del mio Cuore, rimanete sempre saldi; amate con Amore Pieno. Guardo i cuori dei figli che sono venuti ad abitare per la prima volta nella Stanza di Gesù e consolo i vostri cuori per volere del Padre. Figliuoli, ricordate sempre che Io sono Sacerdote, e il mio Cuore arde per Maria, Madre mia e Madre di ognuno di voi: sia sempre il vostro Rifugio. Abbracciate con Amore la Croce che Dio vi dona e non lasciateLa mai: non lasciatevi trascinare dal nemico. Voi siete le Colonne, i figli chiamati per Nome a combattere la Battaglia del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: non fateLa soffrire, ma donateGli(Le) i vostri cuori, figli. Io ora vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni: accoglietelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre. ALLELUIA! (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, ho lasciato ardere i vostri cuori donandovi il Santo Giovanni di oggi; non si ferma mai di camminare nel Paradiso e di parlare di ognuno di voi: dei suoi figliuoli; FATELO ANCHE VOI: NON FERMATEVI DI PARLARE DEL SUO AMORE CHE HA LASCIATO NEI VOSTRI CUORI. Figli, Io sono Mamma per Amore. Ho portato dentro di me il mio e vostro Gesù e ve l'ho donato: DONATE IL VOSTRO AMORE A TUTTI! Amate e perdonate; al primo posto portate i vostri nemici dinanzi al Cuore della Croce e siate Mamme, figli. Tu, Piccola Cocciuta, sarai ancora perseguitata, ma non temere, sei seduta sulla Roccia: CAMMINA, FIGLIA MIA. (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Mangiate il Vangelo Vivo, figliuoli, e donateLo al Mondo. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità, e vivete l'Amore Pieno, figli. Tu, Cocciuta, gioisci nel vedere le tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: Fatelo anche voi!  Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen. Amen Pieno scenda su di voi e rimanga sempre, figli del mio Cuore Immacolato.

 

 

         15.   Giov 24/05/2001, Stanza, more solito

Qui di seguito i messaggi:

 

a) Messaggio dell'Immacolata (ore 15.40)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce di Gesù in mezzo a voi. Figliuoli, sono Io, la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti a fare da Corona al Cuore Addolorato del mio Gesù, che viene a portarvi la Pace, l'Amore, la Carità, e a donarvi il Suo Cuore. Io sono qui in mezzo a voi per Volere di Dio Padre. Vengo a portarvi il Santo Vangelo, invitandovi a viverLo col Cuore e a tenerLo alto. Figliuoli, vedete, l'umanità sta andando alla perdizione, perchè siete in pochi, nel mondo intero, a tenere alto il Santo Vangelo, a vivere per Gesù, a donarsi per Gesù; e Io che sono Mamma mi dono per ognuno di voi, tenendo ferma la Mano del Padre. Figliuoli, imparate a vivere per Dio e camminare la Sua Via fatta di Sante Spine, di Santi Dolori, i Dolori che Gesù ha abbracciato per ognuno di voi, per l'umanità intera, ed Io mi inchino dinanzi al Padre. Come Mamma invito l'umanità ad inchinarsi dinanzi a Dio: riconoscete il mio Gesù come Padre, amateLo, perchè Io vengo ad offrirLo ancora. Questi Tempi che state vivendo, sono Tempi di Grazia, di Misericordia Infinita del Padre per l'umanità: ma fate presto, aprite i vostri cuori alla Porta di Dio e vivete nell'Unico Amore Vivo della Parola di Gesù. Vedete, figliuoli, come Mamma non vengo a cambiare nulla; vengo a portarvi l'Amore, il Fuoco che arde nel Cuore del mio Gesù per l'umanità. Lui è salito al Cielo nella Gloria a preparare un posto per ognuno di voi. Figliuoli, ricordate che il Vangelo Vivo è Uno solo e non ve ne sono altri. L'Agnello che si è immolato è salito al Padre per donarvi la Quiete. Accogliete la Quiete che viene dal Cuore di Gesù, abbracciando e perdonando i vostri nemici: usate carità verso tutti, figliuoli, perchè la Famiglia di Dio è Famiglia d'Amore e rimane sempre unita al Cuore della Croce e non si divide, come fate voi sulla terra: vi dividete tra di voi!. Come potete accogliere il mio Gesù se non accogliete i Poveri, gli Emarginati, i Figli drogati, i Figli carcerati, i Figli che non hanno un pezzo di pane? Gesù si dona come Pane Vivo a tutti, senza scartare nessuno, e voi chi siete da scartare i vostri Fratelli? Dio vi ha donato la Vita perchè voi possiate donarLa, come Lui si è donato: NON E' PROPRIETA' VOSTRA, MA DI DIO! Non sporcateLa, ma vivete nella Pienezza dell'Amore che viene dal Cuore della Croce e si dona senza misure. Io come Mamma ho chinato il capo ed ho donato il mio Sì Pieno per abbracciare l'umanità. Figliuoli, fatelo anche voi, fermate i flagelli che scendono sempre di più perchè non c'è Amore nel mondo! Come Mamma vi chiedo di pregare ancora per le Mura di Roma e per il Papa: pregate, non lasciateLo solo, perchè è un agnellino in mezzo ai lupi! e il mio Cuore di Mamma gronda Sangue. Figliuoli del mio Cuore, voi che siete stati scelti e sigillati con i Nomi Nuovi: ABBRACCIATE LA CROCE, E NON GETTATELA AL PRIMO OSTACOLO! Combattete il mio nemico allargando le braccia e amando: solo amando sarete raggianti e i vostri occhi vedranno il Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e il mio Cuore Immacolato e Addolorato, Addolorato per l'umanità, per i Figli Ministri parte eletta del mio Cuore di Mamma. Figliuoli, pregate, pregate, pregate, e imparate a conoscere la Voce di Dio che parla ai Suoi figli, all'umanità; imparate a vivere l'Amore Pieno della Croce, l'Amore che ha cullato il mio Gesù ed è cresciuto come Albero Verde per donarvi la Quiete ad ognuno di voi. Come Mamma guardo i cuori di ognuno di voi, ma vi invito a chiedere nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso. Sapete bene che non mi è nascosto nulla: siate coscienti che Io sono qui in mezzo a voi, Viva e Reale, e il mio Strumento parla per Volere di Dio Padre non per suo volere: Dio scende nel suo cuore e fa ardere l'Amore Pieno. Siate coscienti, figliuoli, e vivete secondo la Parola Viva del mio Gesù che viene in mezzo a voi, portando il segno della Croce e il Bimbo che abita nella Stanza del mio Gesù, dove l'Albero ha piantato le sue Radici e sono profonde, e le Radici è Dio in mezzo a voi e nel mondo intero. Non dimenticate di avere un Papà che col capo chino guarda tutti i Suoi Figli e aspetta per fare Festa. Ritornate al Padre! lasciate il mondo con i suoi rumori, figliuoli! non ascoltate la parola del mio nemico! non bevete il calice con lui! non cadete nella sua falsa luce, ma bevete il Calice della Sofferenza assieme al mio Gesù che è Vivo e aspetta tutti i Suoi Figli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai bere ancora molti Calici, e soffrire a causa del Nome di Gesù. Figlia mia, vuoi andare avanti? (Giulia) Sì Mamma, voglio andare avanti ed aiutare Gesù, con la tua Grazia, con la Grazia del Padre (Immacolata) Bene, Cocciuta del Cuore della Croce, guarda cosa ti regala Gesù! <breve pausa> è il Legno Vivo della Croce!  <breve pausa> Abbraccialo! <breve pausa> (Giulia) Grazie Gesù (Immacolata) Insieme al Legno, figlia mia, ci sono anche i Chiodi e i Calici (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Ma falli bere anche ai tuoi figli. Impara loro a gioire nell'abbracciare la Santa Sofferenza, a gioire nell'abbracciare la Croce. Prendete la propria Croce, portatela con amore e camminate dietro a Gesù, che sta segnando per voi la Via della Quiete: non chiudete la porta al mio Gesù, ma vivete nella pienezza il Suo Amore Infinito. Ora, figlia mia, guarda! <breve pausa> (Giulia) Mamma. Mamma. Mamma.  (Immacolata) Non toccare, figlia. <breve pausa> (Giulia) PERCHE! Perchè quei Sacerdoti bruciano? Mamma, fa qualcosa! (Immacolata) Li consegno a te e ai tuoi figli, PREGATE (Giulia) Mamma, ma bruciano! (Immacolata) Prega come tu sai fare. Vedi, già uno l'hai salvato! (Giulia) Mamma, cosa ho fatto io? <breve pausa> (Immacolata) Figliuoli, pregate col cuore e salvate anche voi i Sacerdoti che sono caduti. Mi affido ai vostri cuori di mamma! (Giulia) Mamma, ma bruciano! (Immacolata) Sei cocciuta come sempre: li vorresti salvi tutti. Pregate, fate penitenza. (Giulia) Sì, Mammina mia! Papà, ti chiedo Misericordia. Poggiati ancora su di me, ma salva queste anime! Fai entrare i Chiodi nel mio Corpo (Immacolata) Figlia del mio Cuore, il Padre ha accolto la tua Preghiera, ma invita ancora l'umanità a donarsi e a donare il cuore per i propri fratelli. (Giulia) Grazie, Mammina. (Immacolata) Io, ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi invito a fare parte della Famiglia di Dio e a vivere nella Pienezza del Suo Amore. Mando su di ognuno di voi il Cuore grondante di Sangue del mio Gesù: FIGLI, ACCOGLIETELO! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, e vivete l'Amore della Croce. Tu, Cocciuta del Cuore di Gesù, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI COL CUORE! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sull'umanità e rimanga. Così sia. (Giulia) Come sei bella! Come sei bella! (Immacolata) Amate e sarete anche voi bianchi come il mio abito. (Giulia) Sì, Mamma.

 

b)  Messaggio di Gesù e del Santo Giovanni di oggi (ore 21.04)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell'accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce. Figlia, gioisci con me nell'abbraccio <1° grido>. (Giulia) Gesù, come è dolce il tuo abbraccio! (Gesù) Vuoi gioire ancora? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Gioisci nell'abbracciare i Santi Chiodi per i figli della perdizione <2° grido> (Giulia) Gesù (Gesù) Togli i calzari! <breve pausa> (Giulia) Ecco, Gesù (Gesù) Ora vuoi abbracciare l'umanità? (Giulia) Come faccio, Gesù (Gesù) Ecco, guarda i Chiodi (Giulia) come sono Lunghi! <3° grido> (Gesù) Hai visto come hai abbracciato l'umanità? (Giulia) Sì, Gesù. Gesù, come sono Grandi i Chiodi che l'umanità ti offre! (Gesù) Ma Io li ho donati a te in questa serata! Vuoi portarLi? (Giulia) Sì, Gesù, se consolano il tuo Cuore e il Cuore della Mamma. LASCIALI SEMPRE! (Gesù) Diventi sempre più cocciuta. Bene, figlia mia. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi in mezzo a voi e nel mondo intero. Siamo venuti a portare la Pace, la Pace che viene dal mio Cuore non la pace che offre il mondo. Figliuoli, Io vengo sempre a portare il Santo Vangelo Vivo e vi invito sempre a viverlo nella Pienezza dei cuori e a tenerLo sempre alto. Non è ripetitivo quello che dico, ma è la Parola, e voi sapete bene che senza la Parola si cammina nel buio. Io sono la Luce che illumina il mondo, e ascoltando la Parola non avete bisogno della luce del sole, ma brilla la Parola Viva dell'Agnello Immolato e Io mi sono immolato per Amore, e per aprire la Porta di donarvi la Luce Eterna: quella Luce che il mondo non può donare. Vedete, figliuoli del mio Cuore, il mio nemico vuole cancellare la Luce e vi porta la sua falsa luce portandovi su un piatto luminoso i miracoli! E' scritto nella Parola di non accettare chi grida: "MIRACOLI"; ve l'ho detto, state attenti a chi dice: "VIENI TI GUARISCO". Io l'ho fatto. Vi ripeto ancora una volta: "STATE  ATTENTI  A  CHI   VIENE  A  NOME  MIO  E  OPERA  MIRACOLI.   IO  VENGO  A  PORTARVI  IL  MIRACOLO  DEL  MIO  SANGUE  E  DEL  MIO  CORPO, e come premio vi offro i Santi Dolori, la Santa Sofferenza, la Via Stretta". La via larga vi offre miracoli e lì non c'è più la Croce: vi scaricate!  Figliuoli cari, nella Parola Viva trovate tutto questo, e la Parola è Una sola, non ve ne sono altre, perchè Io mi sono immolato sul Legno Santo: IO,  IL  VOSTRO  GESU', IL GESU' CHE E' MORTO ED E' RISORTO SUL LEGNO SANTO DELLA CROCE, E QUEL LEGNO VI HA DONATO LA VITA ETERNA E VI HA RESI FIGLI DELLA CROCE, FIGLI DELLA SOFFERENZA. Io ho abbracciato il Legno Vivo, e se il Legno è Vivo siete vivi anche voi che lo portate:  CHI GETTA VIA IL LEGNO E' MORTO. State attenti, figliuoli, distaccatevi dalle cose del mondo, dai rumori, lì, Io non ci sono. Il Vangelo e la Croce camminano nel Silenzio e nell'Amore, e il Silenzio è Quiete, dove il Bimbo dorme e cresce. Figliuoli del mio Cuore, mi amate tutti voi? (Tutti)(Gesù) e se chiedo ad ognuno di voi: "Vi fate inchiodare.." <anticipando Gesù>  (Tutti) (Gesù) "..sulla Croce?" (Tutti) (Gesù) E voi pensate che Io non conosca i vostri cuori? <con tono ironico> Come vedreste il primo Chiodo scappereste tutti quanti! Ma i vostri cuori mi fanno gioire perchè rispondete "Sì" e vi dico grazie, figliuoli del mio Cuore. Vedete, Io sono capriccioso facendovi queste domande quando conosco il cuore di ognuno di voi, ma sapete bene che un Papà gioca con i propri figli, e il mio giocare è un giocare d'Amore, lo facevo anche con i miei discepoli; e anche loro, come voi, rispondevano di Sì, ma quando hanno visto la Croce pronta mi hanno lasciato solo, con tutto l'Amore che mi hanno donato e che Io ho donato a loro; anche Pietro mi ha rinnegato; ma sapete bene, era tutto scritto, come è tutto scritto ora che Io parlo in mezzo a voi e conosco i vostri cuori, e conoscendo i vostri cuori conosco tutto di voi, e vi chiedo solo una cosa: rimanete saldi nell'Amore della Croce, rimanete saldi nell'accogliere il mio Sangue e la mia Carne. Figliuoli, i Tempi sono Pieni e sono ormai scesi in mezzo a voi e nel mondo intero. Ebbene, figliuoli, quando  Io  dico  "i  Tempi  sono  scesi"  voglio  dire  che  è  iniziata  la  Nuova  e  Viva  Chiesa  della  Croce  in  mezzo  a  voi. Sapete bene che la Chiesa sono Io: il mio Sangue e la mia Carne, e la Sposa è pronta per donarsi allo sposo, ma i Grandi della Casa del Padre non mi accettano ed Io mi dono, perchè non devo chiedere ordine a nessuno: Io sono Dio e non ho bisogno di chiedere l'ordine; Io ho creato il mondo abbassando il Dito, e allo stesso modo potrei cancellarlo! Ma il mio Amore Infinito si dona sempre, ma ricordate che sono anche Giudice, e vengo a chiedere conto di tutto l'operato, in modo particolare ai Figli Ministri che conoscono ogni cosa, ma l'hanno messa da parte, e hanno abbracciato il mondo pensando che Io non vengo: Non lo fate anche voi; parlo a voi e parlo al mondo intero: mi rivolgo alle pecorelle che sono state smarrite, e chiedo a voi che lavorate nella mia Vigna: RACCOGLIETELE, e portatele tutte al mio Banchetto; preparate il vestito più bello e offrite loro il posto avanti <sospiro profondo>. Penso che più chiaro di così non posso parlare: anche i Pargoli capiscono queste parole! Figliuoli, non vi scandalizzate di ciò che dico, ma i Tempi sono Pieni, e voi non conoscete ciò che è scritto nel Grande Libro; e non conoscete neanche il giorno e l'ora che Io verrò in mezzo a voi, nel modo in cui tutti mi vedrete, perchè ora Noi siamo qui dinanzi a voi, ma i vostri occhi ancora non sono pronti! Guardateci con gli occhi del cuore, figliuoli, e col Cuore grondante di Sangue, vi chiedo ancora di pregare per le Mura di Roma. Voi non potete neanche immaginare cosa avviene in quelle Mura!, e il mio Figliuolo Carlo, curvo, porta il peso della Croce per l'umanità e si dona attimo per attimo. Pregate, pregate, figliuoli del mio Cuore. Volete ancora chiamarmi Papà? <contemporaneamente> (Alcuni)   (Tutti gli altri) Papà  <divertito Gesù ribatte> (Gesù) Sì o Papà? (Tutti) Papà  (Gesù) Bene, ma non ho sentito "Papà" in pieno! (Tutti) Papà  (Gesù) <sospiro profondo> Figli miei, quanto vi amo! <altro sospiro profondo> QUANTO VI AMO! Allargo le mie braccia e accarezzo uno per uno,  ognuno di voi, tutti quelli che portano il Nome Nuovo, e in modo particolare abbraccio le Suorine: SIATE PAROLA VIVA E FATE ARDERE LA FIAMMELLA CHE E' DENTRO DI VOI. Spose del mio Cuore: donate tutto il mio Amore usando la Carità Viva, la Carità che scende dal Cuore della Croce; vi ho chiamato per questo, per ardere nel mondo, accendere il Fuoco e far bruciare d'Amore l'umanità: E' QUELLO CHE HO SEMPRE DESIDERATO; e ora Io mi sono poggiato su delle Piccole Creature, che i Grandi possono dire "insignificanti", ma per me sono Fiammelle che ardono, e quando si arde, lì, c'è il Fuoco di Pentecoste: NIENTE E NESSUNO PUO' SPEGNERLO<Gesù soffia il Fuoco di Pentecoste> Io Lo soffio su di voi, voi soffiateLo al mondo e siate Roccie Vive del Santo Vangelo. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Gesù) Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, Vivo in mezzo a voi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi, come Dio vuole. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Avete imparato! (Quasi tutti)<gli altri hanno sorriso dicendo "Eh, sì"> (Piccolo Giovanni) Bene, Pecorelle mie, il mio Piccolo Gregge! Vedo che ancora non mi avete abbandonato! ma, MI AMATE? (Tutti)(Piccolo Giovanni) e quando ricordate i miei rimproveri? (Rosetta) Ti amiamo lo stesso! (Giacomo1) Ci mancano i rimproveri! ci vogliono i rimproveri! perchè.. andiamo un pò.. fuori strada. (Piccolo Giovanni) aspettateli che ve li farò sempre! <tutti ridono> anche attraverso la Piccola Cocciuta: farò gridare Lei come gridavo Io; ma posso farlo anche Io, e sapevate bene che Io ridevo quando vi sgridavo, di nascosto, perchè conoscevo e conosco i cuori di tutti; e quando sgridavo qualche pecorella che di nascosto se ne andava a piangere, ridevo ancora di più, perchè Io vi sgridavo con tutto l'Amore di Sacerdote e di Santo Giovanni, come Dio mi chiama e Io mi lascio chiamare da ognuno di voi, di chi crede nella Parola di Dio, perchè sapete bene che Io ho messo il mio Sigillo di Sacerdote sulla Parola che vivete, che abbiamo vissuto insieme nella Stanza di Gesù; e non è poco avere un Sigillo di un Sacerdote; e l'avrete sempre, perchè Dio vuole così, e la Parola di Dio non si può cancellare con la spugna. L'acqua non lava la Parola di Dio, ma l'acqua la dona, perchè Dio è la Fonte Viva dell'Acqua Zampillante che si dona senza misure. Vedete, figliuoli del mio Cuore, Io sono gioioso quando parlo con voi, e anche gli Angeli sono gioiosi nel sentire parlare di anime che ardono d'amore verso Dio, perchè voi, penso, che ardete per Dio! (Tutti)(Piccolo Giovanni) e ci mettete così tanto a rispondere? come sempre ci pensate un pò! ma almeno rispondete! ma il mio Cuore gronda Sangue per l'umanità e per il Popolo di Lauria: come il Fratello Domenico è triste, lo sono anch'Io, e vi chiedo di pregare per il mio Popolo e per il Luogo della Quercia, il Luogo che Dio aveva scelto per fare ardere la Sua Fiammella: non è stata accettata la Fiammella di Dio, e ora usano quella valle per far parlare il nemico! State attenti, figliuoli: pregate, Dio  aveva  mandato  Maria  a  parlare  e  a  pulire  tutto  il  male  che  abita  in  quella  Valle. Alzo le mani come Sacerdote perchè vedo tutte le brutture che attimo per attimo vengono commesse in quel Luogo! Dio piange su quella Valle! Pregate per i Pastori che vi abitano: immolatevi, e con la preghiera strappate le anime che il nemico vuole far sue. Come Sacerdote alzo la Destra e con l'Ordine di Dio ho detto tutto questo. Figli, state attenti al nemico: E' MOLTO ASTUTO, e in questi ultimi tempi sta trascinando molte anime che ardevano per Maria e per Gesù e si sono donati per le cose del mondo: i tesori che non vengono dal Cuore della Croce. Figliuoli, voi che avete i Nomi Nuovi, presto verrete chiamati all'Altare, ma non vi scandalizzate per questo. Invito le Colonne ad essere saldi e pronti! perchè sarete perseguitati a causa del Nome di Gesù: hanno perseguitato Gesù, sarete perseguitati.., saremo perseguitati anche noi!, perchè Io sono sempre con voi, Vivo e Reale. ..............Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) Pietro!  <breve pausa> Telesfore! (Telesfore) Sì, Giovanni (Piccolo Giovanni) Piccola Cocciuta! <breve pausa> rimanete in piedi? (Paolo) Sì. Telesfore) Sì, Santo Giovanni (Giulia)<breve pausa> (Piccolo Giovanni) Il vostro "Sì" sia Sì: non è un rimprovero questo; vi dico questo perchè i Tempi che stanno per scendere sono pesanti; <rivolgendosi a tutti gli altri> e voi, ci sarete tutti? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Vi ricordate quando dicevo "chi di voi rimarrà?", ve lo ricordate? (Tutti)<breve pausa> (Piccolo Giovanni) Ebbene, figliuoli, come Sacerdote vi dico: RIMANETE  NEL  SI'  E  NON  SPOSTATEVI, i vostri cuori e i vostri occhi siano sempre rivolti alla Croce!, perchè questo, Io vi ho insegnato; la mia Via era ed è Dritta: è quella Via che porta solo al Vangelo, alla Vita Eterna, alla Santità che Dio ha preparato per ognuno di noi; rimanga sempre "Sì" nel vostro cuore: il "Sì" alla Croce,  il "Sì" alla Sofferenza, il "Sì" alla Volontà del Padre, non ci siano altri sì ma solo il "Sì" al Sangue e alla Carne di Gesù che si dona all'umanità e ad ognuno di voi. Vedete che Miracolo che vi dona il Padre? e dinanzi a questo Miracolo cosa cercate ancora? ditemi! cosa cercate ancora? (Simone1) Nient'altro! (Rosetta) di essere santi! (Piccolo Giovanni) questo l'ho detto! ma non diventare rossa sul viso, figlia mia, sai bene quanto ti amo, e ho rapito il tuo cuore per donarlo a Gesù: sii forte, anima mia, sii forte. Ora, Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi? (Paolo) dovrei dirti più cose. Te ne dico una sola! (Piccolo Giovanni) ecco, lo stavo dicendo. Dì  (Paolo) Sulla Croce delle Suore Laiche (Piccolo Giovanni) si (Paolo) Gesù, come deve essere rappresentato: a basso rilievo, ad alto rilievo oppure a tutto tondo?  (Piccolo Giovanni) Ad alto rilievo. Ti basta? (Paolo) Si. Ma tu pensi che abbia capito bene quello che deve farle, questa sera?<lo aveva contattato prima al telefono> (Piccolo Giovanni) si, ha capito! (Paolo) Questa era una delle cose! (Piccolo Giovanni) l'altra? (Paolo) per quanto riguarda l'altra, mi avevi dato una risposta già tempo fa, però, in me c'è sempre un piccolo dubbio (Piccolo Giovanni) dimmi! (Paolo) le Suore Laiche (Piccolo Giovanni) si (Paolo) devono far parte dell'Associazione? cioè, chi aderisce alle Suore Laiche, è contestualmente socio dell'Associazione? (Piccolo Giovanni)(Paolo) cioè interagiscono, praticamente? (Piccolo Giovanni)(Paolo) ed è possibile che ci sia una Suora Laica, in.. fuori dalla zona, ad esempio: un'altra Regione, un'altra Nazione, e che quindi non può rimanere in stretto collegamento con noi, ma che però può tenere sempre presente lo Statuto? (Piccolo Giovanni) tutti devono lavorare, si può fare anche questo (Paolo) si può fare anche questo! (Piccolo Giovanni) e cosa volevi dire ancora? (Paolo) Eh, questa cosa non te la voglio dire! perchè tu lo sai questo (Piccolo Giovanni) va bene (Paolo) hai capito, vero? (Piccolo Giovanni)(Paolo) mi ha lasciato un pò.. (Piccolo Giovanni) ..un pò.. (Paolo) ecco ..un pò male (Piccolo Giovanni) non temere: sii fiducioso dell'Albero. Nulla è impossibile a Dio (Paolo) Sai cosa sto pensando in questo momento? (Piccolo Giovanni) dimmi (Paolo) ma tu lo sai no? posso dirlo? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) non al danno subito, all'altro effetto di cui parlavo alla Piccola Cocciuta (Piccolo Giovanni) non temere, vedi la mia mano? (Paolo)(Piccolo Giovanni) tu pensi che non sia dove è il tuo cuore? (Paolo) ne sono convinto di questo! (Piccolo Giovanni) e vai avanti! tu, mi hai capito adesso? (Paolo) perfettamente! (Piccolo Giovanni) bene, poggia la tua mano sul cuore. <breve pausa> Cosa avverti? <breve pausa> (Paolo) sento il battito <breve pausa> (Piccolo Giovanni) <Giovanni sospira>  è il battito del Bimbo! non è il tuo! Il Bimbo che abita nella Stanza: questa è una Goccia che lascio scendere su di te e su di ognuno di voi. Il Bimbo che abita in questa Stanza, abita nei cuori di ognuno di voi! e quando a volte sentite i Battiti più forti o una Fiammella che brucia dentro di voi, e voi pensate a un malore, Quello è il Bimbo che cresce. Ancora il Mistero non posso dirlo in pieno, ma ho lasciato scendere queste piccole Gocce. Ascoltatelo sempre quel Battito! e quando lo ascoltate poggiate le vostre mani sui fratelli bisognosi: è Dio che vuole questo, non per guarire il corpo ma lo spirito. Sapete bene che gridavo: quando sentivo "miracoli" mi arrabbiavo, e Io stesso ho detto alla Piccola Cocciuta: "se Dio vuole togliere il mio diabete lo fa Lui direttamente". E' vero, Piccola Cocciuta? (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Santo Giovanni di oggi (Piccolo Giovanni) e invito ognuno di voi, a tutti voi che portate i Nomi, a non diventare superbi, ma con amore accarezzare tutti, e donare il Battito del Bimbo. Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) hai capito? (Paolo)(Piccolo Giovanni) Sono stato sufficiente.. (Paolo) perfetto (Piccolo Giovanni) ..nel risponderti? (Paolo) perfetto, sì  (Piccolo Giovanni) grazie. Almeno qualcuno dice che sò parlare. Voi cosa dite? (Antonietta) è tanti anni che ti ascoltiamo, don Ma'.. <non si capisce l'audio perchè lontana dal microfono> ..veramente, eh! (Piccolo Giovanni) e quante volte ho ascoltato i vostri dolori  e li ho stretti al mio Cuore di Sacerdote e di Santo Giovanni. Bene, Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) Vuoi dire qualche altra cosa? (Paolo) la vorrei dire ma non so se posso! (Piccolo Giovanni) è grossa? (Paolo) si (Piccolo Giovanni) decidi tu, ti lascio libero (Paolo) meglio di no! (Piccolo Giovanni) va bene, me la dirai..  (Paolo) in privato (Piccolo Giovanni) ..bravo!! ...... (Paolo) e oggi pomeriggio? (Piccolo Giovanni) ANCHE!! (Paolo) per questo non sei venuto? <non ha dato messaggio oggi pomeriggio> (Piccolo Giovanni) a fargli compagnia, e a far riposare questa Piccola Cocciuta! (Paolo) hai fatto due cose in una? (Piccolo Giovanni) Sì, a Dio è possibile questo.Ora non ho più paura di andare di qua e di là: POSSO FARLO! (Paolo) puoi andare contemporaneamente in tanti posti? (Piccolo Giovanni) sì  (Paolo) senza stancarti? (Piccolo Giovanni) bravo!!Prima mi stancavo, però, Gesù e il Fratello Domenico venivano ad aiutarmi! A volte non parlavo neanche Io: parlavano Loro, quando ero stanco, e voi nemmeno vi accorgevate che Io dormivo e Loro parlavano. (Paolo) li avevi delegati? (Piccolo Giovanni) <sorride e dice> Io no! non potevo! erano Loro che mi prendevano in braccio, e quante volte mi hanno portato a casa, perchè il mio Cuore era stanco ma ardeva!, e arde, e invito ognuno di voi a fare ardere i vostri cuori come il mio, fino all'ultimo istante. Sapete una cosa? quando stavo per salire in Cielo e ho stretto la mano alla Piccola Cocciuta, e Lei mi ha guardato negli occhi, e Io fingendo di abbassarli, Lei ha guardato in Cielo e, furbacchiona com'è nel senso buono, ha chiesto al Padre di prendermi nelle Braccia. Lei dal primo istante ha letto nei miei occhi e nel mio Cuore che Io dovevo salire al Padre! (Paolo) quanto tempo prima? (Piccolo Giovanni) molto (Paolo) ..giorni, mesi? (Piccolo Giovanni) mesi! (Paolo) è furbacchiona, allora! (Piccolo Giovanni) eh, si, state attenti. Furbacchiona della Croce della Roccia. E Io tenevo stretta la sua mano, e nel girarmi per guardare il Cuore del Padre e della Mamma che sono venuti a prendermi, insieme agli Angeli e i Santi tutti, Lei ha vissuto la mia salita in Cielo. Stringendo la mia mano ha chiesto al Padre di essere portata in Cielo. Per un attimo è salita con me, ma nessuno ha visto nulla  (Paolo) sarebbe potuta rimanere? (Piccolo Giovanni) Sì. Ma il Padre gli ha detto di no! E' rimasta un pò male, ma ha capito che la Croce deve camminare ancora con i piedi per terra, cioè la Piccola Cocciuta. E nell'attimo che Io gli stringevo la mano gli(le) ho detto: STO' MALE! Sapete cosa ha fatto? ha detto a Gesù di prendersi il mio Dolore, e per un solo Istante Gesù glielo ha donato. Ah, sapete, un Istante di Dio non vuol dire 5 minuti: i Tempi di Dio non sono i tempi di quaggiù. E Telesfore la invitava sempre a riposarsi, a mangiare: ma come poteva questa creatura mangiare avendo il mio Dolore? e Io gli ho detto "se tu avevi i miei Dolori riuscivi a sopportarLi, Io ora sono vecchiarello e non ce la faccio"; e Lei ha chinato il capo perchè attimo per attimo chiedeva sempre a Gesù "prendi me e lascia vivo il Piccolo Giovanni": E' STATO BELLO QUESTO GESTO! L'HO AMATO! ma dovevo partire, perchè sono stato Io a chiederlo! Paolo) Da quanto tempo lo sapevi tu? (Piccolo Giovanni) da molto tempo (Paolo) ..anni?  (Piccolo Giovanni) no! meno di un anno. E' così? rispondimi! (Paolo) se lo dici tu che è così! (Piccolo Giovanni) lo chiedevo a te. Un pò per uno avevate capito, chi di più chi di meno, del mio cambiare, è vero? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Eh, comunque sono sempre in mezzo a voi .(Paolo) per questo avevi fretta di fare le cose tutte in tempi ristretti? (Piccolo Giovanni)  <sorride e dice> ci sei arrivato! Sì, il mio carattere era di mettere tutto in ordine (Paolo) velocemente? (Piccolo Giovanni) sì, ero frettoloso di sistemare ogni cosa al suo posto. Ma ora ci siete voi a fare tutto. (Paolo) non velocemente come prima, forse, ci sono più cose da fare! (Piccolo Giovanni) Eh, si, ma passeranno questi tempi. Poi, farete tutto come facevo Io: veloci! Ora i Tempi dovevano andare così, non vi preoccupate, Io veglio sempre su di voi per Volere di Dio, perchè sono sempre all'Ubbidienza .(Paolo) Sostienici nei momenti difficili (Piccolo Giovanni) tu che dici? (Paolo) lo stai facendo! (Piccolo Giovanni) <sorride e dice>  Eh, mi state facendo lavorare di più .(Paolo) per alzarci quando cadiamo? (Piccolo Giovanni) Eh Per alzarvi quando cadete e quando arrivano i piccoli dubbi sulla Piccola Cocciuta: Ogni tanto sfiorano nella mente di tutti! o mi sbaglio? Paolo) ma io, veramente, sulla Piccola Cocciuta non li ho mai avuti! (Piccolo Giovanni) <sorride e dice> non dicevo a te. Non mi dite no perchè conosco i cuori. Come fate a dirmi di no? non potete nascondere nulla neanche alla Piccola Cocciuta, anche se non grida in continuo, lo fa, ma a volte, quando gli(le) vengono dette le bugie ci passa sopra. Gli(le) fa male il cuore, ma Paolo) ci perdona (Piccolo Giovanni) ..Ecco, bravi!! Ebbene, che dite, devo parlare ancora? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Eh, ma il Padre mi chiama (Paolo) è pronta la Cena? (Piccolo Giovanni) eh, sì, sì figlio mio. ........ sta partecipando .... anche Pietro! (Paolo) sono coscienti di questo momento oppure.. (Piccolo Giovanni) sì, sì, di questo momento, MA NEL CUORE! Che devo dirvi? VI AMO!  (Tutti) Anche noi! (Piccolo Giovanni) Grazie, figliuoli, grazie. Ora vi bacio uno per uno, mandandovi il Sigillo del Santo Giovanni di oggi, e vi chiedo di amare e perdonare in modo particolare i vostri nemici. Ricordate bene che amo tutti allo stesso modo, e tra i Nomi Nuovi non c'è distinzione: tutti siete figli di Dio, del Cuore Immacolato di Maria e del Mio Cuore. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, ma ardete. (Gesù) Ecco, figliuoli del mio Cuore, ho lasciato gioire i vostri cuori? (Tutti)(Gesù) Amate sempre Giovanni? (Tutti)(Gesù) Ma non dimenticate il Padre, perchè è Lui che ve lo manda!: benediteLo e lodateLo sempre per i doni che lascia scendere su di voi. Ora, siete pronti per venire al Banchetto? (Tutti)(Gesù) Volete bere e mangiare con me? (Tutti)(Gesù) perchè ho fame? (Tutti)(Gesù) e voi, avete fame di me? (Tutti)(Gesù) e venite tutti così come siete, figliuoli, ma non dimenticate nessuno fuori della Santa Preghiera, portate tutti al Banchetto. Sposo, porta la sposa <breve pausa>. Eccomi, sono qui dinanzi a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Guardatemi, e gioite della Gioia Piena che abita nel mio Cuore di Papà. Eccomi, Io sono qui a guardare ognuno di voi. Ah, d'accarezzare i cuori di ognuno di voi, e in questo istante il Sangue e la Carne battono come il Battito del Bimbo nel grembo della Mamma: è gioioso ascoltare il Battito. Figliuoli, fate Festa, perchè il mio Sangue e la mia Carne si dona ad ognuno di voi. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il mio Sangue, ecco la mia Carne, venite e mangiate tutti con me, perchè Io ho fame e voglio mangiare con voi e fare Festa, perchè lo Sposo è Vivo ed è in mezzo a voi nell'Amore Pieno. Bevi, Cocciuta del Cuore della Croce <4° grido>. Mangia il mio Cuore. (Giulia) Gesù, come sei Grande! Come è tenero il tuo Cuore che si dona ad ognuno di noi! Ci doni il tuo Sangue e la tua Carne, e mi fai vivere il Mistero Nascosto (Gesù) DonaLo a tutti, figlia mia. (Giulia) Gesù, posso dirlo? (Gesù) DonaLo, non dirlo. Ancora non è il tempo, Cocciuta del mio Cuore. Paolo! (Paolo) Sì, Gesù (Gesù) mi vuoi donare ai tuoi fratelli? (Paolo) con tutto il cuore! (Gesù) vieni <breve pausa>. Prendi, mangia e donami. Bevi e donami ai tuoi fratelli, vai. Eccomi, nella Povertà del Vino e del Pane Io mi dono. 

 

<la Mamma Celeste intona una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Dormi, Bimbo, che non mi appartieni.

La tua Umile Ancella,

veglia sul tuo Cuore.

Oh, tu Bimbo, che non mi appartieni.

Oh, Figlio di Dio che sei venuto 

a crescere dentro di me, dormi. 

Il mio Cuore di Mamma veglia.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

 

(Gesù) Ecco, Io mi sono donato. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta e si è donata ad ognuno di voi. Io sono Vivo nei vostri cuori: vivete, e quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi crescere dentro di voi e donatemi ai vostri fratelli, all'umanità, figli. Paolo! (Paolo) Sì, Gesù (Gesù) anche Elia era lì con te: l'hai sentito? (Paolo) no! (Gesù) Sì, l'hai sentito, te lo dico Io: E' PAROLA MIA! Vedete, quanto è Grande e Misterioso l'Amore del Padre? usa i propri Strumenti, si dona attraverso gli Strumenti dell'Amore dello Spirito Santo e fa ardere i propri cuori da non saper capire più nulla. Cosa sentivi quando mi donavi? (Paolo) mi sentivo leggero (Gesù) eh, e Dio è leggero, l'Amore fa salire i figli, l'Amore rende leggeri. Ardete tutti, figliuoli, perchè Io vengo solo a portare l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria, non le cose del mondo. Siate coscienti di tutto questo. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità, del Sangue e del Corpo dell'Agnello. Volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)(Gesù) Aspetto! <Canto della Ninna Nanna> Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie, mi fate gioire e mi fate commuovere. Vi amo, e rimanete sempre Pargoli Profumati che innalzano le Lodi al Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI, FIGLI TUTTI DEL MIO CUORE. Ora, legate la Catena Santa <breve pausa>. Legatela stretta. Lasciate ardere le vostre mani, unendovi alle mie mani di Padre, di Figlio, di Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria. La Famiglia rimane sempre unita e non si divide mai, e nell'abbraccio diventa sempre più grande, perchè si dona. Voi donatevi come Io mi sono donato: in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane sono venuto ad abitare nei vostri cuori, e quale gioia per me, e trovare la porta aperta e potere entrare e fare Festa con i propri figli. AH! come gioisce il mio Cuore, figliuoli, rimanete sempre con me, perchè Io sono sempre con voi da sempre; e quando pregate con la Preghiera di Papà, fatelo col cuore, Io non sono lontano, sono dentro di voi che vi ascolto. Non  immaginatemi  un  Dio  lontano,  ma  vicino  e  capriccioso,  un  Papà  che  vuole  giocare  con  i  propri  figli. Voi siete i miei bimbi, ricordatelo. Ora, preghiamo insieme: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Ricordatelo sempre: Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, siate coscienti e gridateLo al mondo: DIO  E'  VIVO  ED  E'  IN  MEZZO  A  NOI  E  SI  DONA  NELL'AMORE   PIENO  ALL'UMANITA',  AI  FIGLI. Ecco la Culla e la Barca che tira Giovanni. Rimanete nella Quiete e nell'Amore, e la Piccola Cocciuta porta ognuno di voi sulle sue spalle. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Andate in Pace e portate a tutti la Pace, la Quiete e l'Amore che avete ricevuto. Ma quando uscite fuori non permettete al mio nemico. Non abortitemi, non permettetegli questo, figliuoli. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen.  Amen Pieno scenda su tutti voi e rimanga per sempre.