LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 9

 

I Figli Ministri stanno chiudendo la porta a Dio perchè 

sono gelosi del loro Dio, e questo è grave

(dal messaggio del 31/05/2001)

Messaggi Tramite Giulia

 

        1.   Ven 25/05/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io Sono da sempre e vi ho cercati per primi donandovi il mio Amore. Vi ho creati a mia Immagine e Somiglianza: non sporcate i vostri corpi, non nascondetevi, perché Io vedo dove siete e cosa fate, non potete camminare senza di me. Figli, la mia Via è Stretta, non lasciatela, ma ritornate alla mia Porta di Padre, di Figlio e di Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria. Ora vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con l'Amore e l'Ordine di Dio, vi benedico. Cari figli, ALLELUIA!. Come Sacerdote vi invito ad amare Dio e a vivere in Pienezza la Sua Infinita Misericordia. Dio ci ama di un Amore che non ha limiti. Figli, costruite i vostri Tesori nei Cieli, lasciate tutte le brutture del mondo: voi ancora non conoscete le Meraviglie del Paradiso! Ah, figli miei, rimanete Piccoli e Poveri per acquistare il Paradiso. (Gesù) Bene, figliuoli del mio Cuore. Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi. Tirate sempre la mia Barca carica del mio Santo Vangelo. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

        2. Dom 27/05/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore Divino di Gesù, sono Io la Vergine Immacolata e Addolorata, il mio Gesù, gli Angeli e i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi in mezzo a voi per Amore di Dio. Figlia mia, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù <bevute>, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati ancora con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce per l'umanità intera, per le Mura di Roma. Immolati sempre, figlia mia, e consola il Cuore del tuo Gesù che gronda Sangue per l'umanità intera (Giulia) Mamma, perché piangi? (Immacolata) Non piango per voi, figliuoli, ma per l'umanità. Vedi, figlia mia, i Grandi della Casa del Padre e i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, oggi hanno parlato del mio Gesù: "E' salito al Padre". Vedi, figliuola, guarda cosa stanno facendo in questo attimo? (Giulia) Mamma, posso dirlo? (Immacolata) No, figlia mia, invita i tuoi figli a pregare e a tenere alto il Santo Vangelo dell'Unico Agnello Immolato: mangiateLo il Santo Vangelo. Sapete bene che il mio Gesù ha abbracciato la Croce per ognuno di voi, per l'umanità intera, e non ha scartato nessuno. Sul Legno Santo della Croce ha detto "Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno". Ma oggi i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore di Mamma, sanno quello che fanno! e quante pecorelle fanno cadere nella rete del nemico! Non vi scandalizzate di quello che dico, sono Mamma, e come Mamma invito ognuno di voi ad essere Mamme dei miei Figli Ministri; di pregare per ognuno di loro: che guardino la Croce del mio Gesù e ritornino a Casa, ad abbracciare il Vangelo Vivo e a vivere i Dolori del mio Gesù che si è donato e si dona per Amore. Figliuoli, voi che portate i Nomi Nuovi che Dio Padre ha sigillato nei vostri cuori: abbracciate la Croce, portate sulle vostre spalle i figli che vengono ombrati dalla falsa luce; e in questi ultimi tempi il mio nemico, col suo strascico di coda, sta prendendo molte anime! Immolatevi, fate penitenza e gridate "Il Vangelo è bagnato dal Sangue dell'Agnello", NON VERGOGNATEVI DEL VOSTRO GESU', ma gridate la sua Verità. Vedete, figliuoli, Io come Mamma vengo solo in Ubbidienza a Dio Padre a portarvi la Parola, e la Parola è Una sola. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene che dovrai soffrire ancora (Giulia) con la tua Grazia, Mamma (Immacolata) sai bene che sarai perseguitata a causa del Nome del tuo Gesù, il Gesù che hai abbracciato dal primo istante. Figlia, sii forte. Grida quando sei nel giusto del Vangelo e non temere niente e nessuno. Vedi, i vostri Nomi brillano nei Cieli, perchè siete stati sigillati dall'Amore Vivo, dall'Albero Verde. Distaccatevi dalle cose del mondo. Amate e perdonate, usate carità verso tutti, e non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera: SIATE  MAMME  VIVE  DEL  CROCIFISSO! Figliuoli, imparate a conoscere la Voce di Dio e a seguirLa per la Via Stretta: quella larga appartiene al mio nemico; lasciatela e seguite il mio Gesù che ha preparato un posto per ognuno di voi, e aspetta tutti voi per fare Festa al Grande Banchetto del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Non prostratevi ad altri dei perchè non ce ne sono: Dio è Uno e Trino, ricordatelo, figliuoli. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Immacolata) vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, per Volere di Dio (Piccolo Giovanni) In Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole. Mi siedo un pò. ALLELUIA! (Tutti) ALLELUIA! (Piccolo Giovanni) Eccomi, sono ancora qui in mezzo a voi. Per Volere del Padre, sono venuto a portarvi la mia Benedizione, il mio Amore Infinito di Sacerdote e di Papà. Sono il Papà di ognuno di voi, come Sacerdote, e guardo i cuori di ognuno di voi. In questa giornata, come dire, "di festa", ma sapete bene che la Vera Festa che Dio vuole è "il cuore unito al Cuore della Croce". Tutti mi conoscevate bene che ero negato per i rumori che si facevano nelle Chiese: troppo chiasso, niente amore, poca preghiera! e chi mi conosceva meglio ancora, sapeva bene che scappavo via quando vedevo troppe chiacchiere. La mia Linea era Dritta ed è Dritta: "Andare al Cuore della Croce, al Cuore di Maria e parlare dell Meraviglie di Dio che ci ha donato e ci dona!". Ma l'umanità è presa dai rumori, dai piedistalli, le cose che Io ho sempre allontanato dal mio Sacerdozio Vivo e Ardente per il Cuore di Maria, Madre mia e Madre di ognuno di voi. Ebbene, cari figliuoli, Pargoli del mio Cuore, cosa volete dirmi? <breve pausa> <si rivolge a Maria, la nipote> Marì, cosa vuoi dirmi? <breve pausa>  lo so che sei commossa, ma parla; almeno una sola parola! (Maria) Ti voglio bene! <gli dice Maria, molto emozionata, sottovoce> (Piccolo Giovanni) lo so, e ti voglio bene perchè te ne volevo da sempre! (Maria) Dadà! (Piccolo Giovanni)  Figlia! <breve pausa> Tu, Nicolè, riesci a dirmi una parola?  < Nicoletto,  emozionato, sottovoce>  (Nicoletto) Ti penso sempre! (Piccolo Giovanni)  Sono sempre con voi.  Marì, quando senti rumori, non spaventarti, sono Io che veglio su di voi nella Capanna dove Io facevo riposare il mio Cuore; e quando vi ripeto sempre "non lasciatemi", ve lo chiedo col Cuore. Vedete, mi hanno abbandonato tutti, ma Io avevo preparato il mio Gregge, le mie Pecorelle, che anche se vengono bastonate, curve camminano ancora dietro di me. Vi amo e vi benedico e parlo anche di voi nel Paradiso, perchè mi siete rimasti solo voi. Chino il capo e chiedo ancora di pregare per il mio Popolo di Lauria: anche il Fratello Domenico ve lo chiede e il Santo Luigi di oggi. ...(Piccolo Giovanni)  cosa vuoi dirmi?Paolo? (Paolo) <con tutto il cuore> anch'io te ne voglio! Tanto! (Piccolo Giovanni)  e tutti voi? (Tutti) <con tutto il cuore> Sì, anche noi! (Piccolo Giovanni)  <sospiro profondo> Io vi amo! e vi invito ad andare avanti a combattere con la Spada dell'Amore e a far gioire il Cuore di Gesù, perchè Io sono sempre Sacerdote, Vivo in mezzo a voi, per Volere di Dio. Dio ha scritto nel suo Grande Libro che dovete ancora sopportarmi e mi hanno dato il Nome di "Santo Giovanni di oggi". Conoscevate bene che Io ero riservato in tutto! ma dinanzi a Dio si deve solo chinare il capo e dire "": guai ai figli che dicono no dinanzi alla Volontà del Padre. Io ero per l'Ubbidienza, e amavo chi la rispettava. Figliuoli, chinate sempre il capo dinanzi alla Volontà di Dio; dinanzi alle piccole croci quotidiane; lodateLo e benediteLo, perchè voi non sapete il Tesoro che racchiude una piccola sofferenza!   <sospiro profondo> Quando ho abbracciato la Sofferenza, e in silenzio, l'ho portata per far gioire la mia Fidanzata: Maria, Madre mia e Madre vostra.  Figliuoli, guardo ancora i vostri cuori e con la mia Destra alzata, vi invito ad alzarla tutti. Ricordate che la Destra del Sacerdote alzata è pericolosa, perchè è Sigillo del Cuore della Croce, figli, e Io chiedo ad ognuno di voi di alzare la Destra e fare parte del Progetto di Dio. Voi non conoscete ne l'ora e neanche il giorno: ma sia pronta in ogni attimo la vostra Destra alzata, per Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo e Cuore Immacolato di Maria. Vi abbraccio tutti con l'Abbraccio della Croce, e vi dico grazie per essere venuti nella Stanza di Gesù a consolare il Cuore di Maria attraverso la Preghiera e l'Amore. Sapete bene: se non c'è Amore non c'è neanche la Preghiera, sono un unico Strumento, e dovete farli suonare nello stesso tempo. Figliuoli, Io ora vi sigillo uno per uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: ACCOGLIETELO NEI VOSTRI CUORI E DONATELO AL MONDO!  Marì, Nicolè, abbracciatemi i miei cari! Io ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre. (Immacolata) Ecco, figliuoli del mio Cuore, vi ho lasciato accarezzare dall'Amore Infinito del Santo Giovanni di oggi. Vi invito ad imitarlo e a camminare sulla sua Voce di Sacerdozio Vivo ed Eterno! Io come Mamma vi dico come è candido il Suo Abito: è più bianco della neve! e i Suoi Occhi mandano sulla terra Perle Preziose, perchè il Suo Amore arde più di prima, figliuoli del mio Cuore. Ricordate sempre di pregare per il Papa; non lasciatelo solo in mezzo ai lupi: pregate, pregate e amate, perchè solo amando la Catena rimane salda, e il mio nemico non vi confonde con la sua falsa luce. Rimanete dritti come Colonne che alzate lodano il Cuore del mio Gesù, figliuoli. Ricordate ancora di tenere sempre alto il Santo Vangelo. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Tu, Cocciuta, gioisci nel vedere le tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria (Giulia) Grazie, Mamma! (Immacolata) Lodate e benedite anche voi Dio per tutto quello che lascia scendere su di voi. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sull'umanità intera, così sia, figli.

 

         3.   Giov 31/05/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati, figlia mia,  con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Immolati per i miei Figli Ministri; per le Mura di Roma; immolati per i Grandi del mondo. Figlia, stringi ancora una volta al tuo cuore la Croce! <breve pausa> (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Lo so, figlia, è Pesante: l'ho portata Io prima di te; ma portaLa ancora; abbraccia i Santi Chiodi per i tuoi figli (Giulia) Sì, Gesù, con la tua Grazia <1° grido,  gemiti> (Gesù) Guardali i Chiodi che hanno passato le tue mani <breve pausa>; questi  abbracciali per i Figli Ministri (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Togliti i calzari <breve pausa>. Guarda il Chido che passa i tuoi piedi <2° grido>. Questo abbraccialo per le Mura di Roma <breve pausa,  sospiri>. (Giulia) Gesù <gemiti, 3° grido>. (Gesù) E l'hai lasciati passare anche nel tuo cuore <breve pausa,  sospiri>. (Giulia) Gesù, perché il tuo Abito è sporco di Sangue? Gesù. (Gesù) Vedi, guarda perché è sporco di Sangue! guarda cosa fanno i miei Figli Ministri! (Giulia) Gesù, non farmelo vedere!<breve pausa> mi si spezza il cuore, Gesù <breve pausa,  sospiri> (Gesù) fai entrare ancora i Chiodi nel tuo cuore <4° grido,  sospiri>. Ecco, figlia mia, in questa serata porto i miei Dolori, il mio Pianto, il mio Santo Vangelo, invitandovi a viverLo nella semplicità e nella povertà che Io l'ho dotato. Sono ancora una volta in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi, per Volere del Padre. Figliuoli, il mio Cuore gronda Sangue in questa serata d'Amore, uniti ad ognuno di voi;  ma il Sangue che scorre è per l'umanità, e in modo particolare per i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore. Vedete, figliuoli cari, Io parlo, parlo, mi rivolgo ai miei Figli Ministri, ma non vengo ascoltato, mi viene chiusa la porta in faccia, mentre aprono la porta larga al mio nemico. Cosa devo fare? Piango e mi poggio sulle anime che lasciano entrare i Chiodi, che abbracciano la Santa Croce e la Santa Sofferenza. Figliuoli miei, voi che abitate nella mia Stanza e vivete l'Amore Vivo che scende dal Cuore del Padre, pregate e fatemi compagnia, non lasciatemi solo! I rumori che sono nelle mie Case, dove dicono di amarmi, non li ascolto! perchè non fanno parte della Croce; non portano il Silenzio e il Sigillo del mio Vangelo, e il mio Cuore gronda Sangue. Figliuoli, rimanete sempre nella Quiete e nel nascondimento; amate e perdonate i vostri nemici; usate carità verso tutti: ve lo sto dicendo da sempre, solo con l'Amore si può combattere il mio nemico, il male che si stende e abbraccia tutti. Distruggete quel male con l'Amore. Figliuoli, ho parlato apertamente dicendo ai miei cari "chi mi ama, prenda la propria croce e mi segua". I Tempi sono pieni, e ognuno di voi deve prendere la Croce e seguirmi. Figliuoli, non date spazio al mio nemico, ma entrate per la Porta Stretta, carichi del Legno Santo della Croce. Tu, figlia mia, il tuo cuore è trafitto da mille Dolori, ma vai avanti e non fermarti. (Giulia) Con la tua Grazia, Gesù, sai che ti amo; e con la tua Grazia vengo dietro di te (Gesù) Figlia mia, il Compito che devi portare avanti è Grande. Ma non temere, vedi, il tuo Giovanni è qui (Giulia) Sì, Gesù, ma mi manca! (Gesù) Lo so, figlia mia, ma è sempre con voi, attimo per attimo. Vedi, Lui sta ridendo. (Giulia) Sì, Gesù. (Gesù) Ora, guarda, Cocciuta della Croce <breve pausa>. Vedi quella Porta? (Giulia) Sì, Gesù. (Gesù) aprila! <breve pausa> (Giulia) Gesù (Gesù) Non dire ciò che vedi! <breve pausa> (Giulia) Gesù. <breve pausa> (Gesù) Non toccare! <breve pausa> (Giulia) Gesù <bevute, lunga pausa inframezzata da gemiti> (Gesù) Ecco, figlia mia, ora chiudi ancora la Porta <breve pausa>. Tieni dentro di te ciò che hai visto (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Bene, figliuoli del mio Cuore, ricordate sempre di camminare sulla Linea Dritta e di tenere sempre alto il Santo Vangelo dell'Agnello Immolato. Pregate per il Papa. Pregate per quelle Mura. Io lascio scendere un'altra Goccia su di voi, figliuoli. Quando la Piccola Cocciuta vede il mio Figliuolo Carlo per terra bagnato di Sangue, quel Sangue è il Sangue degli Innocenti, dove Lui si poggia per consolare il Cuore di Maria, Madre mia e Madre vostra. E' una Goccia Grande che ho lasciato scendere su di voi, perchè voi non potete neanche immaginare ciò che avviene in quelle Mura. Pregate, figliuoli, e consolate anche voi il Cuore della mia Addolorata Mamma, Addolorata nel vedere i propri figli che vanno alla perdizione, e non possiamo fare nulla perchè non ci aprite la porta: parlo a voi e parlo al mondo intero, all'umanità che non vuole riconoscere il suo Dio, il Dio che vi ha donato la vita! e il mio Cuore in questa serata è triste. Ah, figliuoli del mio Cuore, fatemi nascere dentro di voi, fatemi nascere perchè il mondo mi sta abortendo. I figli vengono trascinati dalle onde del mio nemico, e come Papà aspetto che tutti i figli ritornino a Casa per fare festa. State attenti almeno voi, non lasciatevi trascinare dal mio nemico, non ascoltate i rumori del mondo, figliuoli, ma sia il vostro vivere la Croce e il Santo Vangelo, perchè non vi è altra via che vi porti al Cuore del Padre. MI AMATE? (Tutti) (Gesù) Se mi amate, consolate il Cuore di mia Madre aprendo la porta dei vostri cuori, amandovi  e stringendo la Santa Catena, la Catena dell'Albero Verde, la Catena della mia Stanza che ho preparato per ognuno di voi insieme a Giovanni! Figliuoli, vedete, il mio Cuore di Papà si dona senza misure, e sono sempre pronto a lasciare scendere su di voi il Fuoco di Pentecoste, l'Amore che arde dal mio Cuore: dal Cuore della Croce non dal cuore degli uomini. Il Fuoco scende perchè Io sono salito al Padre e l'ho mandato per non lasciarvi soli, e arde nel cuore di ognuno di voi che ama e abbraccia in pieno la Croce; e abbracciando la Croce abbraccia gli Emarginati, i figli Carcerati, i figli Drogati, senza lasciare nessuno fuori dalla Santa Preghiera, camminando nella Povertà e nella Semplicità. Chi indossa abiti del mondo non può amare: si devono indossare gli Abiti della Croce, l'Abito della Sofferenza, dei Dolori del Cuore di Maria quando mi ha abbracciato, e vedendomi nudo mi ha stretto al suo Cuore, perchè così Io sono stato portato nelle sue braccia: SPOGLIATO DA TUTTO QUELLO CHE APPARTENEVA AL MONDO! Fatelo anche voi, figliuoli, distaccatevi dalle cose del mondo e abbracciatemi come ha fatto Maria; e abbracciandomi ha preso i miei Dolori e li ha stretti forte al suo Cuore, per abbracciare l'umanità e tutti voi. Cocciuta, vuoi abbracciarmi anche tu nudo? (Giulia) Sì, Gesù. <5° grido straziante e pianto>. Mio Gesù: MISERICORDIA! <dice tra le lacrime, provando un immenso dolore> (Gesù) Perchè piangi ora che mi hai tra le tue braccia? (Giulia) <tra le lacrime> Piango perchè non sono degna. (Gesù) Ah, Cocciuta del mio Cuore, sono  Io  che  sono  venuto  tra  le  tue  braccia,  come  fai  a  dire  che  non  sei  degna?  sei  il  mio  Gioiello,  la  Pietra  che  Io  ho  scartato  per  poggiare  il  mio  Amore. (Giulia) Grazie, Gesù (Gesù) Siete pronti <anticipando Gesù> (Tutti)(Gesù) per portarmi tutti tra le braccia (Tutti)(Gesù) nudo come mi ha abbracciato Maria (Tutti)(Gesù) e la Piccola Cocciuta? siete pronti? (Tutti)(Gesù) ma quando mi abbracciate assaporate anche i Dolori! (Alcuni)(Gesù) Siete pronti a portalrli? <breve pausa> I "Sì" sono tiepidi! Ah, figliuoli miei, ah, vi amo, almeno tiepidi rispondete! Vi amo, figliuoli <Gesù sospira e parla affannosamente>. Ora sto passando attraverso di ognuno di voi e mi poggio. Vedete, i Dolori portano l'affanno, ed Io vengo a poggiarmi su tutti voi in questa serata, ma se vi sentite stanchi non lamentatevi perchè sono Io ad appesantire ognuno di voi, figli. Cocciuta, mi ami tu? (Giulia) Sì, Gesù, lo sai che ti amo (Gesù) Vuoi ancora soffrire per me? (Giulia) Sì, Gesù <breve pausa> (Gesù) abbraccia ancora la Croce <6° grido>. Vedi, l'Amore che Io offro alle mie spose sono i Santi Dolori, e questo è il mio Dono! (Giulia) Grazie, Gesù, per il tuo Regalo! Grazie. Mi inchino dinanzi al tuo Amore Infinito, Gesù. Eccomi, fai di me quello che vuoi! sono tutta tua. (Gesù) Figlia, benedico te e benedico i tuoi figli per la pazienza di ascoltarmi e di fare festa con me al Banchetto dell'Amore. Vi invito sempre ad essere pronti e preparati con le Lucerne accese, perchè non conoscete ne il giorno e neanche l'ora che Io verrò in mezzo a voi; ma in questa giornata vi invito ad abbracciare il Cuore di Maria: sapete bene che la Promessa viene da Fatima, il Cuore della Mamma che scende in mezzo ai Suoi figli, all'umanità: Maria che sta camminando e tenendo fermo il Braccio del Padre per i Suoi figli. Cosa può donare di più una Mamma? consolate il Suo Cuore, figliuoli miei, e amateLa, perchè Lei vi ama e lascia scendere la Pioggia Divina sull'umanità e su tutti voi. Siate mamme come Maria che ha abbracciato tutti, figli.  Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Gesù) Bene, figliuoli, ma siete convinti che Giovanni parla?(1^) (Tutti)(Gesù) Ve lo lascio. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Ora, vi faccio anch'Io la stessa domanda di Gesù: "Siete tutti convinti che Dio mi lascia parlare?" (Tutti)(Piccolo Giovanni) <sospiro profondo> ......  e avete notato che Gesù ha chiesto ad ognuno di voi se credete che Io parlo? ....... e Io ho fatto la stessa domanda? Ebbene, la Chiesa chi è? (Giacomo1) sei tu (Alcuni) siamo tutti (Altri) Gesù (Mosè) siamo noi  (Piccolo Giovanni) la Chiesa siete voi! ma l'Albero.. (Alcuni) ..è Cristo.. (Piccolo Giovanni) ..è Gesù, e se Dio scende a parlare in mezzo a noi: come deve essere studiato dalla Chiesa? Dio che viene studiato dai sacerdoti? è possibile questo?  .......... è quello che vi dicevo sempre quando gridavo dall'Altare, sia nella mia Chiesa sia in mezzo a voi. Dio  non  ha  bisogno  di  nessuno  per  parlare  o  scegliere  le  sue  creature:  può  far  parlare  anche  le  pietre! Ma il pianto di Gesù, all'inizio, era per i Figli Ministri, i Figli che sanno ma non vogliono accettare la Verità di Dio che scende: stanno  chiudendo  la  porta  a  Dio perchè sono gelosi del loro dio, e  questo  è  grave  per  i  miei  Confratelli. Ho detto che gridavo più di prima. Il mio camminare era Dritto ed è Dritto sul Vangelo Vivo come Gesù l'ha donato, e cosa stanno facendo i Figli Ministri?: lo stanno mettendo da parte per il modernismo. E la Piccola Cocciuta non è stata mai accettata, perchè i miei Confratelli si lamentavano che parlava male di loro: ma sapete bene che non è Lei a parlare! Paolo dice "non è farina del suo sacco": E' VERO PAOLO? (Paolo) ti riferisci a me proprio? (Piccolo Giovanni)(Paolo) no! io non l'ho mai detto questo! (Piccolo Giovanni) "non è farina del suo sacco di Giulia", l'hai detto, ricordati! (Paolo) non ho afferrato bene il concetto! cioè: "non è farina del suo sacco di Giulia". Infatti!  (Piccolo Giovanni) Bravo! ora ci sei arrivato.E si lamentavano un pò e Io ho cercato di far capire che il Mistero che avevo trovato in questa anima è Grande, perchè è Mistero di Dio: Dio in Pieno scende a parlare. Sapete come avviene? la Piccola Cocciuta viene avvolta dalla Luce di Dio che rapisce il suo cuore, e Dio parla attraverso di Lei; e non ricorda nulla di quello che avviene, ma viene messo dentro il suo cuore ciò che deve restare segreto: è come nascondere qualcosa nel computer e poi trovarlo nel momento che serve! Ebbene, figliuoli cari, noi stiamo vivendo il Mistero di Dio, Vivo e Reale, nella Sua Stanza, e il nemico vorrebbe far suo il Progetto dell'Amore, il Progetto che è racchiuso nel cuore della Piccola Cocciuta dal primo istante che è stata mandata in mezzo a noi. ....... figliuoli, state attenti: il nemico è molto astuto e indossa tutti gli abiti che vuole, perchè al tempo è libero, e il suo strascico di coda deve prendere sempre di più anime. Indossate gli abiti della Povertà e della Croce e siate sempre vigilanti. Paolo! (Paolo) Sì! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi chiedermi? (Paolo) io volevo dirti questo.. (Piccolo Giovanni) dimmi (Paolo) davanti a situazioni nuove, no, in cui Gesù parla e si manifesta come nel nostro caso, allora la Chiesa ha l'esigenza di ufficializzare: questo lo sappiamo tutti no? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) allora, un sacerdote che si viene a trovare davanti ad una di queste situazioni, alla quale crede fermamente così come credevi tu nella nostra strada, come si deve porre davanti alle Autorità Ecclesiastiche che gli impongono di non seguire una strada che non è stata resa ufficiale dalla Chiesa? Cioè, in definitiva, quello che facevi tu quando eri ancora in vita fra di noi, cioè io.. tu ti barcamenavi, in definitiva! tu credevi fermamente in questo, però, nel contempo, eri cosciente che la Chiesa non accettava quello di cui tu credevi? (Piccolo Giovanni) e mi sono lasciato crocifiggere! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) e così dovrebbero fare.. (Paolo) tutti quanti gli altri (Piccolo Giovanni) bravo! perchè il Vangelo è aperto, non si nasconde, e Gesù non si nasconde: viene! (Paolo) quindi, in definitiva, tutte le Autorità della Chiesa, se credono fermamente in un qualcosa, no, di simile, devono andare contro la stessa legge della chiesa che gli impone una strada diversa da seguire?.. (Piccolo Giovanni) non è.. (Paolo) nel senso che se non è ufficiale, quelli non ci dovrebbero credere: così dice la Chiesa? (Piccolo Giovanni) non è andare contro: E' APRIRE! mi sono spiegato? (Paolo) ma aprire.. (Piccolo Giovanni) la porta a Dio e parlare (Paolo) si, ma poi la cosa non diventa un pochettino soggettiva? (Piccolo Giovanni) no! (Paolo) cioè, perchè ci possono essere quelli che credono e quelli che non credono. La Chiesa dice: voi non dovete credere se non lo riconosco io, quindi c'è sempre un conflitto che si crea, ufficialmente? (Piccolo Giovanni) e la Chiesa, ripeto ancora una volta, chi è? (Paolo) eh, questo lo sappiamo (Piccolo Giovanni) è Gesù, e si ripete sempre la stessa scena del Gesù.. (Paolo) quindi l'ufficialità della Chiesa, in definitiva non deve esistere? (Piccolo Giovanni) no! (Paolo) adesso ho capito perfettamente! (Piccolo Giovanni) hai capito? (Paolo) sì, se mi dici così, ho capito perfettamente! (Piccolo Giovanni) e cosa hai capito? (Paolo) ho capito che, praticamente, quello che fanno in alto.. quello che fanno in alto, prescinde da ciò che realmente è! (Piccolo Giovanni) bravo! (Paolo) quindi noi dobbiamo combattere.. (Piccolo Giovanni) ..con la Spada dell'Amore! Una volta ho detto alla Piccola Cocciuta "un solo Vescovo non fa Chiesa", sapete perchè? perchè gli hanno chiuso la porta, non l'hanno fatto entrare, come non hanno fatto entrare me, e Io gli ho detto che "un solo Vescovo non fa Chiesa": siete scandalizzati di questo? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) vedete, figliuoli, ripeto: Il Mistero che abbiamo vissuto e stiamo vivendo è il Mistero Pieno di Dio: è Dio che viene a parlare ma non è accettato, ma non perchè parla alla Piccola Cocciuta e non gli piace la persona <riferendosi a chi non accetta che Dio parla>, è che Dio quando entra a parlare in un'anima, la rapisce, la fa ardere, e parla col Suo Amore e con le Sue Parole, con la Verità di Dio in pieno; e sapete, Io c'ero e ci sono dentro: ci sono molte gelosie! "Ecco, ora Dio parla a quella: e io che sono vescovo? e io che sono sacerdote?". Ci sono queste ed altre cose <sospiro profondo> in quelle Mura dove ci dovrebbe essere solo l'Amore, le braccia aperte verso tutti i fratelli, i poveri; e il Suono di Dio ha solo una musica: IL VANGELO E LA CROCE, non ci sono tanti rumori. Avete qualche dubbio? (Alcuni) no! ........ (Piccolo Giovanni) ma vi chiedo di pregare per tutti: sono Figli e Fratelli del mio Cuore, solo che non hanno ancora capito cosa vuole Dio, e girano intorno al Mistero senza trovare la Porta, e la Porta è una sola: mettersi a disposizione dello Spirito Santo e amare, perchè Dio non si può comprare, ma si dona liberamente a tutti; è Padre e non può toccare uno e lasciare l'altro, non sarebbe più Dio. Ora vi chiedo ancora di pregare per il mio Popolo <breve pausa>, il popolo che non ha accolto Domenico <il Beato Domenico Lentini> e non ha accolto neanche me: quel popolo dove ho donato tutto il mio Amore, i miei insegnamenti di Sacerdote. Ora  ridono ancora di più su "il Piccolo Giovanni", ed Io chino il capo e vi invito a pregare e ad alzare la Destra: ALZATELA TUTTI CON ME, chè la Destra del Sacerdozio è pericolosa quando è alzata, ma non spaventatevi, figli, Io la poggio sul mio Cuore, voi poggiatela pure.Vedete, ho parlato un pò con Paolo della Piccola Cocciuta. Ho parlato un pò dei suoi Segreti, ma il Suo cuore è come una cassaforte, dove tiene nascosto molti Segreti che gli(le) sono stati affidati. E ad ognuno di voi arde il cuore per conoscere il Segreto del Bimbo! Eh, questo non me lo lasciano dire neanche a me, anche se è nel cuore della Piccola Cocciuta. Figliuoli, vedete, il Mistero della Stanza l'abbiamo scoperto, ed Io gli chiedevo sempre, alla Piccola Cocciuta, il Mistero dei Tre Altari <Altare Sinistro, Centrale e Destro dedicati rispettivamente a: S.Pietro, S.Giovanni Battista e S.Telesfore>. Voi riuscite a comprendere perchè il Padre ha chiesto i Tre Altari? ..... e Io che avevo capito dal primo istante, la stuzzicavo per farla parlare. Lei si limitava solo a dire quello che mi avevano chiesto di fare: i Tre Altari, i Quadri; e non voleva neanche con me parlare; c'ho provato in tutti i modi per farla parlare e sapete cosa mi rispondeva? volete saperlo? (Tutti)(Piccolo Giovanni) diceva che non sapeva niente altro! <tutti ridono> (Mosè) era una bugia? (Piccolo Giovanni) no, non era una bugia che diceva! era all'Ubbidienza di Dio prima di stare alla mia Ubbidienza, e non poteva parlare e mi diceva "ma, però..", mi faceva capire con una parola dicendo "" <tutti ridono>; e quando mi aveva già svelato che se diceva questa parola significava "", Io la lasciavo in pace, non la stuzzicavo più a farla parlare; e qualche volta gli scappava qualche Segreto, ma mi diceva "hai sentito cosa ho detto?" e per farla stare tranquilla dicevo "no! non ho capito", e così non gli veniva cancellato il Segreto che custodisce nel Suo cuore (Paolo) ma Lei era cosciente? (Piccolo Giovanni)(Paolo) ah, quindi lo sapeva? <tutti ridono> (Piccolo Giovanni)(Paolo) era reciproca la cosa? (Piccolo Giovanni) sì. Eh, furbacchiona della Croce: Ella ama e si dona in pieno per la Croce!  Sapete come hanno ucciso la Santa che porta il suo nome?: <S.Giulia>l'hanno crocifissa! Per amore di Gesù si è lasciata inchiodare sulla Croce, e quando la Piccola Cocciuta ha scoperto questo, sapete cosa ha fatto?: mi ha chiesto di fargli conoscere la Sua Santa! E' Grande questo mistero! Vedete un pò, sto facendo un pò il parlone! sto raccontando un pò di Segreti della Piccola Cocciuta; ma vi avverto: non glielo dite subito se no si arrabbia. La cosa che ho guardato con Amore quando Gesù me l'ha fatta incontrare era la sua semplicità, era il suo donarsi per Gesù e per i fratelli, e lì Io mi sono fermato: dinanzi alla Croce si deve solo chinare il capo e dire "questo viene da Dio non dagli uomini"; è questa la Verità di Dio, e guardare gli Strumenti che suonano la Musica del Vangelo. <sospiro profondo> Ma mi amate veramente? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Io vi ho sempre amato! e parlo sempre di voi nel Paradiso, e la Piccola Cocciuta non può inventare nulla, perchè Dio non lascia inventare ma dona! Dona; il Suo Fiume scorre e gli uomini non possono fermare il Fiume di Dio. Figliuoli,  siate coscienti che Dio è in mezzo a noi e ci dona la Sua Acqua: l'Acqua dell'Amore, l'Acqua del Perdono, l'Acqua della Vita che zampilla senza fermarsi. Ora, vi abbraccio tutti al mio Cuore e vi dico grazie per tutto quello che fate per me. Vi benedico per ciò che state per compiere, voi Colonne; e voi tutti che portate i Nomi  Nuovi: rimanete sempre piccoli e poveri e aspettate gli Ordini di Dio, figliuoli. Sapete che Dio non deve chiedere il permesso ne ai Sacerdoti e neanche ai Grandi della Casa per parlare e per far lavorare nella Sua Vigna i figli che ha sigillato: ricordatelo! Se vi ricordate ancora le mie Prediche, l'ho ripetuto molte volte, figli. Ora vi mando il Bacio del Piccolo Giovanni; custoditeLo nei vostri cuori e donateLo al mondo. Figliuoli, Io ritorno all'Ubbidienza del Padre, perchè Lui mi ha mandato a parlare. (Gesù) Ecco, figli del mio Cuore. Il Banchetto è qui in mezzo a voi, venite e fate festa, figliuoli cari, perchè lo Sposo è pronto e aspetta tutti per fare festa e si dona a tutti nella stessa misura: a tutti dona il suo Amore Infinito, ma liberatevi dalle cose del mondo e legatevi alla Catena che porta al Cuore della Croce, figli, tenendo sempre alto il Santo Vangelo Vivo, il Vangelo che è bagnato dal Sangue dell'Agnello, e non ve ne sono altri: ricordatelo! Ora lo Sposo è pronto: Sposo, accompagna la sposa.<breve pausa> Eccomi, sono qui dinanzi a voi, in un bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. Cosa ho detto ai miei discepoli? queste Parole: prendete e bevete, questo è il mio Sangue; prendete e mangiate, questa è la mia Carne; fate questo in memoria di me. E in quell'attimo mi sono donato e ora mi dono ad ognuno di voi, perchè sono Padre e nessuno me lo può vietare. Io mi sono donato da me, non è stato l'uomo a chiedermi di donarmi. Io vi ho amato da sempre e vi ho donato la Vita. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco l'Amore che scende e si dona all'umanità. Figli, voi che avete sete e fame del mio Amore, venite e mangiate con me. Bevi, figlia mia <7° grido>. Mangia il mio Cuore <breve pausa>. Ecco l'Amore che scende sull'umanità. ........ Paolo! <breve pausa> Paolo! <breve pausa> .... Mangia.Chiamate i vostri Fratelli che portano il Nome, e da questo Altare donatemi; quando avete finito i Fratelli chiamate le Suorine e donatemi........ Per primi i Fratelli che portano il Nome....... Non vi scandalizzate di questo, figliuoli! Ecco l'Amore di Dio che si dona all'umanità. Il Frutto del Cuore del Padre che scende in ognuno di voi, figliuoli <breve pausa>. ........ Ecco, come è Grande il Mistero che abita in mezzo a voi e si dona ad ognuno di voi. Maria, Madre mia e Madre vostra, lascia scendere i Petali di Rose sui figli che con Amore accarezzano la Carne e il Sangue dell'Agnello:

 

Benedetti, voi che mangiate e fate festa.

Benedetti, voi che cercate la Porta 

ed entrate nel Cuore. 

 

Figlioli del mio Cuore: amate, amate, amate; Amate con l'Amore Infinito del Legno Santo che si è donato per ognuno di voi, figli del mio Cuore, voi non potete neanche immaginare l'Amore che sta scendendo su di voi in questo attimo.

 

Benedetti, voi che venite a mangiare

al mio Banchetto.

Benedetti, voi che camminate e

assaporate il Legno Vivo del mio Cuore.

 

Ah, come gioisce il mio Cuore di Padre che si dona alle Spose. Ecco  che  si  adempie,  in  mezzo  a voi,  l'Amore  di  Dio. Figliuoli, non temete niente e nessuno: hanno perseguitato me, sarete perseguitati anche voi, ma per una causa giusta: PER IL SANTO VANGELO, figliuoli del mio Cuore.

 

<la Mamma Celeste intona una dolce Melodia>

 

(Gesù) Ecco, la mia Pasqua è Piena ed è Risorta. Io mi sono donato ad ognuno di voi. Sono venuto ad abitare nei vostri cuori, e mi dono attraverso tutti i miei figli, perchè Io ho abbracciato il Legno della Croce per tutti. Non guardo l'esteriore ma guardo i cuori, e come Papà, li conosco uno per uno. Fatemi vivere dentro di voi, perchè voi siete fatti a mia Immagine e Somiglianza, e se sporcate i vostri corpi sporcate anche me. Sia un tesoro geloso il vostro corpo. Figliuoli, sapete che Io abito dentro di voi? Siete coscienti che Io sono venuto nel Mistero Nascosto ad abitare nei vostri cuori? Camminate sempre sulla Linea della Croce e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno: Io sono con voi tutti i giorni finchè non verrà l'Ora che il Padre ha scritto. Bene, figliuoli del mio Cuore, ricordate che il vostro Gesù che è in mezzo a voi, è il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi: E' MORTO SUL LEGNO DELLA CROCE PER DONARE LA VITA ETERNA, NEI CIELI. Voi guardate sempre in alto, perchè il vostro Tesoro vi aspetta nei Cieli. Io, ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva: il Pane Vivo del mio Cuore, figliuoli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità e consolate sempre il Cuore di Maria, Madre mia e Madre vostra, che vi tiene per mano. Ora, volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli benedetti dal mio Cuore. Grazie per l'Amore. Grazie per la pazienza che avete ad ascoltarmi, sono un pò lungo lo sò, ma gioisco nello stare con con voi. Vi chiedo solo di non gettarmi via quando uscite fuori dalla mia Stanza, non abortitemi, perchè Io non l'ho fatto con voi, figli, fatemi nascere, tenetemi nei vostri cuori. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria: FATELO ANCHE VOI, figliuoli. Ora, legate la Catena Santa <breve pausa>. Legatela col cuore, amando e perdonando tutti. Al primo posto portatemi i vostri nemici e gioite con loro; fate festa, perchè Io faccio festa con tutti voi e vi amo con l'Amore Pieno: FATELO ANCHE VOI. Amate con l'Amore che avete ricevuto e donatelo a tutti. La Famiglia di Dio si dona, si dona, ed è sempre unita alla Croce, perchè la Croce non si divide, e voi che siete figli della Croce non dividetevi, ma stringete con forza la Catena e combattete il mio nemico, figli, perchè voi siete figli della Luce e dovete brillare come brilla il Cuore di Maria sull'umanità. Ora, preghiamo: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli del mio Cuore. Quando vi parlano e vi chiedono "Siete sicuri che è Dio a parlare o la Piccola Cocciuta?", voi rispondete "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen": è la Preghiera che Io ho insegnato, non l'ha inventata la Piccola Cocciuta; ricordate queste Parole, figliuoli del mio Cuore. La Grande Promessa trionferà nel mondo intero e in questo Luogo, e tutti voi vedrete il trionfo: siate convinti della mia Promessa, della Promessa del Cuore di Mamma donata a Fatima. Siate coscienti, figliuoli. (Giulia) Papà. Papà. Papà. PAPA'. PAPA'. PAPA'. Come è Grande il tuo Cuore! Ti amo Papà. TI AMO (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda nei vostri cuori e rimanga sempre. La Piccola Cocciuta viene con me <Giulia viene portata in Paradiso per circa 4 minuti. In questo tempo è rimasta esanime, ha bevuto e ha sussurrato alcuni "ti amo" appena percettibili>. Devi ritornare tra i tuoi. (Giulia) Gesù, non voglio! <breve pausa> (Gesù) non essere cocciuta! ritorna in mezzo ai tuoi (Giulia) se è la tua Volontà, così sia.  Gesù, vorrei restare! <breve pausa> (Gesù) è la mia Volontà: rientra in mezzo ai tuoi cari.

 

 

4.   Ven 01/06/2001, ore 7.30, orale

Oggi inizia il mese di Giugno dedicato al Sacro Cuore di Gesù.

(Spirito Paraclito) Vieni, figlia, sono Io lo Spirito Paraclito. Glorifichiamo. Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Ora scrivi per Gesù, figlia mia:

 

Ti sei caricato del mio peso.

Oh, Tu, che hai fatto tuoi i miei dolori

e hai cancellato il mio peccato.

Con cosa posso pagarti?

Nulla ha valore dinanzi a te,

o Cuore Ammirevole.

Pietà ti chiedo e sono

sicuro di riceverla.

 

         5.   Ven 01/06/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io sono l'Albero Vivo che ha le Radici Profonde: non vi è altro albero dove potete rifugiarvi. Voi, Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore, non fate i sordi al mio richiamo. Non calpestate ancora la mia Parola, ma aprite la porta a Maria, Madre mia e Madre della Chiesa, è Lei la Fonte Viva che vi ha donato al Vita attraverso il suo "Sì": DONATELO ANCHE VOI! Ora vi lascio il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Benedizione di Sacerdote Vivo ed Eterno, come Dio vuole. Figliuoli del mio Cuore, non fermatevi di amare Dio e di aspettare il Suo ritorno. Ecco, Io ho vissuto e ho lavorato con la Certezza di Dio che era e che è: voi non lasciatevi trascinare dal nemico. Piccola Cocciuta non scoraggiarti, vai avanti, Io sono sempre al tuo fianco; insieme camminiamo per il Vangelo di Dio non per il vangelo degli uomini. Ti benedico e mando a tutti il Bacio del Piccolo Giovanni. (Gesù) Bene, figlioli. Voi, Quattro della Santa Croce, tirate sempre la Barca carica del Santo Vangelo. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

        6.  Dom 03/06/2001, ore 15.20, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore Divino di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Calici Misti del tuo Gesù e immolati, ancora una volta, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce, per l'umanità tutta. Figlia mia, immolati in modo particolare, per i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato. Bevi. Bevi i Calici che ti hanno preparato in questa giornata <bevute>. (Giulia) Mamma <bevute>(Immacolata) Prendi questo Calice: BEVILO TUTTO! <bevute amare> (Giulia) Mamma! (Immacolata) E' un Calice di Sangue, figlia mia <bevute>. Assapora i Dolori dell'Amore <1° grido, sospiri>. (Giulia) Grazie, Mamma <breve pausa>. Mamma, come sei bella! (Immacolata) Io sono qui, in mezzo a voi, col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi; e il mio Cuore di Mamma, in questa giornata, viene a portarvi la Parola Viva di Gesù: il Santo Vangelo, invitandovi sempre a viverLo nella pienezza dei cuori e a tenerLo alto. Figliuoli, vedete, per opera dello Spirito Santo, Io ho chinato il capo, ho donato il mio "Sì", e in mezzo a voi è sceso il mio Gesù; e quale Dono più Grande poteva donarvi Gesù salendo al Padre? mandare su di voi il Suo Alito <la Mamma alita sui presenti>, e inondare i vostri cuori e donarvi l'Amore Pieno dello Spirito Santo. Ecco, figliuoli: l'Amore di Dio che scende sull'umanità; che apre i cuori alla Verità; alla Promessa di Gesù: "Salgo al Padre ma non vi lascio soli: mando su di voi il Consolatore, il Fuoco che arde". Ma, come Mamma, chino il capo nel vedere molti figli che allontanano la Verità che scende dal Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, abbracciando le cose del mondo. Figliuoli, non potete servire due padroni: o ardete accogliendo l'Amore di Dio che scende su di voi, o ardete per i tesori del mondo che non fanno parte del Fuoco di Pentecoste: il Fuoco che rapisce ogni cuore facendolo ardere solo per Dio. E cosa potete chiedere ancora al vostro Papà? Figliuoli, il mio nemico vuole far suo il Progetto dell'Amore, trascinando l'umanità nelle ricchezze del mondo, facendo allontanare la Santa Sofferenza: sapete bene che senza la Santa Sofferenza non si passa per la Porta Stretta. Figliuoli, amate la Santa Sofferenza! abbracciatela, e non gettatela via! ma chinate il capo dicendo a Gesù "fammi assaporare i tuoi Dolori. Fammi vivere la tua Passione, affinchè il mio cuore diventi come il Tuo, per ardere e lodarTi". Ecco, figliuoli, il Soffio di Dio che scende sull'umanità è il Soffio della Croce che arde. Il mio Gesù l'ha abbracciata e il suo Cuore ardeva per l'umanità, per i suoi figli: IMITATELO! ardete anche voi. Solo così lo Spirito Santo scende su di voi e potete abbracciare tutti i fratelli, amandovi gli uni gli altri, e portando nei cuori la Fiammella Viva dell'Amore, della Pace, della Quiete, perchè la Quiete viene dal Cuore della Fiammella. Ecco, Io sono Mamma e ardo con la Fiammella dello Spirito Santo. Siate mamme anche voi e ardete con l'Unica Luce, con l'Unico Consolatore che non fa parte del mondo, ma scende dal Cuore del Padre. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Immacolata) vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno. Mi siedo un pò. ALLELUIA! (Tutti) ALLELUIA! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli del mio Cuore, guardo con gli occhi la Grande Luce, la Fiammella che hanno posto sul mio capo nel giorno del Battesimo, e guardando quella Fiammella guardo ognuno di voi come Fiammelle Vive di Gesù. Vedete, figliuoli cari, la Piccola Cocciuta, mi ha descritto quello che aveva vissuto in quella giornata, e con le mani accarezzava il mio capo; e Io che conoscevo ogni cosa, ho lasciato ardere il suo cuore, nel vedere la gioia di guardare e toccare quella Fiammella Viva e Zampillante: ecco cosa arde nel mio Cuore di Sacerdote Vivo ed Eterno, come Dio vuole. Il mio saluto, il mio augurio,  di questa giornata, è di ardere sempre; e sapete che ognuno di voi che ha ricevuto il Battesimo attraverso le mie mani di Sacerdote, ognuno di voi, porta sul capo la Fiammella che Io porto: vi scandalizzate di questo? (Tutti) No! (Piccolo Giovanni) eravate coscienti di portarLa? (Tutti) No! (Piccolo Giovanni) Il Battesimo che abbiamo ricevuto è sceso dal Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e dal Cuore Immacolato di Maria; e cosa poteva donaci Dio come Dono?: Il Fuoco dell'Amore, il Fuoco che accende i cuori facendoli arrivare al Cuore del Padre, e bruciare nell'Unico Amore che ha racchiuso il Mistero di Maria, una Creatura così Piccola che, con il suo "Sì", ha fatto esplodere il Cuore del Padre per far scendere tante Fiammelle. E voi che avete assaporato, gustato, le mie Parole, avete sentito gridare "che tutto è racchiuso nel Mistero del Fuoco", nel Mistero che è esploso in mezzo a Maria e ai Discepoli: Creature semplici, raccolte in preghiera, sempre in alto, come è Gesù che ha chiesto alla Piccola Cocciuta, a me e a Telesfore "Voglio una Stanza al terzo piano di questa casa". Vedete, Maria e i Discepoli si trovavano al terzo piano. Quando Dio chiede una preghiera, e i suoi figli ascoltano la Parola, il ritiro veniva sempre in alto: è un modo per far capire che la Trinità è alta, è sollevata dalla terra. Vedete che Misteri fa scendere su di voi Dio? e Io, come  Sacerdote, invitavo sempre i miei cari a pensare al Mistero dello Spirito Santo che scende su queste creature semplici, e incominciano a parlare e a lodare Dio delle sue Meraviglie. Ognuno di voi ha il proprio compito, perchè Dio vi ha sigillati attraverso il mio Cuore, e ognuno di voi semina la propria parola che è Parola di Dio. Vedete, figliuoli, nella Vigna ognuno ha un compito, e nessuno deve essere geloso di chi semina di più e chi di meno, perchè la Misura è una sola: non ci sono più misure, ma Dio misura con l'unica Mano; e vedete: la Mano di Dio è Piena per tutti. Marì, ricordi qualche frase che Io dicevo in questa giornata? <breve pausa> (Maria) in questo momento, no! fammela ricordare tu (Piccolo Giovanni) apri il cuore (Maria) me la sono ricordata! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) dilla! <Maria è emozionata e non riesce a parlare> aspetto! (Maria) "Lo Spirito Santo è come un treno: o Lo prendi subito o passa" (Piccolo Giovanni) hai visto che ricordi ancora? (Maria) l'ho anche scritta questa frase! (Piccolo Giovanni) lo sò che l'hai scritta! E sì, lo Spirito Santo è sulla Linea Dritta, è un Soffio, ed è più veloce del treno, e va preso. Quando lo sentite ardere dentro di voi non aspettate, non chiedete "chi è", ma lasciatevi ardere, come ho lasciato ardere il mio Cuore <sospiro profondo>: mi lasciavo ondare e riempire per donarvi tutto quello che veniva donato a me. Figliuoli del mio Cuore, quanto vi amo. Quanto vi amo. Voi che portate i Nomi Nuovi e voi, Suorine del mio Cuore, lasciatevi ardere: FATEVI CONSUMARE come mi sono consumato Io per Amore; ho donato tutto per Amore, e ora che il Padre mi ha donato la Gioia di parlare, lascio scendere su di voi il Fuoco che arde; e vi sto facendo lavorare per portare nel mondo la Verità di Dio, la Luce di Dio, l'Amore di Dio, e potete farlo tenendo alto il Santo Vangelo e amandovi gli uni gli altri. Vedete, la Piccola Cocciuta ha detto "Mamma come sei bella!", e voi sapete che a rendere bella Maria è l'Amore che arde.  Ardete, ma con l'Amore dello Spirito Santo, non con l'amore del mondo, e quando fate carità non sappia la destra quello che fa la sinistra. Figli del mio Cuore, non date spazio al nemico alzandovi e dicendo "Io ho fatto questo... Io ho aiutato questa persona..": NON E' DA DIO, non pensate di essere nel giusto quando fate queste cose; il silenzio e il nascondimento fanno parte delle Opere di Dio, il rumore fa parte del nemico. Paolo!  (Paolo)(Piccolo Giovanni) che devo dirti? Grazie è poco! Ti dico che hai fatto ardere ancora di più il mio Cuore. Tu, cosa vuoi dirmi? <breve pausa> Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi? (Paolo) in questo momento niente! (Piccolo Giovanni) ti sei commosso? (Paolo)(Piccolo Giovanni) sto ascoltando il tuo cuore, e chino il capo dinanzi a te. PAOLO, ARDI SEMPRE! (Paolo) ..tu aiutami.. (Piccolo Giovanni) perchè Io sono poggiato su di te. Stavi dicendo? (Paolo) aiutami ad ardere sempre di più! (Piccolo Giovanni) sono poggiato su di te (Paolo) io farò il possibile, e quando posso anche l'impossibile! (Piccolo Giovanni) ora mi fai commuovere, perchè quello che dici è verità! è pienezza! <breve pausa> Perdonatemi se mi sono commosso. Ma chiedo ad ognuno di voi di aprire i cuori verso Dio: CHI  SI  METTE  A  DISPOSIZIONE  DI  DIO  E'  CREATURA  NUOVA  ED  E'  AVVIATO  VERSO  LA  PORTA ...... . Le Colonne mi portano sulle spalle, e vi chiedo scusa se il peso è enorme: accettatemi ancora e non gettatemi via!   Vedete, a volte camminando nel Paradiso mi siedo sotto un albero e vi guardo: nelle vostre fatiche, nei vostri carichi che non sono pochi, e vengo a sollevare i vostri cuori quando sono tristi; a visitarvi uno per uno e a stringere la vostra mano come facevo quando ero qui in mezzo a voi. Ora non mi vedete, ma Io sono sempre con voi; e se ridono i miei Fratelli Ministri o Grandi o chi vi prende per pazzi: lasciateli ridere, Dio non deve chiedere l'ordine a nessuno di far parlare i suoi Ministri. Voi avete paura se ridono? (Tutti) No! (Piccolo Giovanni) Io nemmeno: non ne avevo prima, e ora che vivo nella Luce Piena di Dio, guardo i miei Fratelli Ministri e non rido di loro, ma chino il capo nel vedere che loro sanno tutto, lo mettono da parte, e accolgono le cose del mondo: STATE ATTENTI FIGLI, NON LASCIATEVI TRASCINARE. Seguite sempre la Linea Dritta, e come ha ricordato Maria <la nipote>: "prendete a volo lo Spirito Santo!". Ora vi chiedo di pregare sempre per il mio popolo. Pregate per i miei Fratelli Ministri, li metto tutti nei vostri cuori, perchè voi siete le Fiammelle: ARDETE E FATE ARDERE L'UMANITA'. Io ora vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni; vi stringo al mio Cuore portandovi al Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria. Rimanete sempre piccoli e poveri, ma ricchi dell'Amore di Dio. Io, ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, figliuoli. (Immacolata) Ecco, ho lasciato ardere ancora una volta il vostro cuore lasciandovi parlare il Santo Giovanni di oggi, come Dio vuole. Vedete, figliuoli, l'Amore dello Spirito Santo Scende su di voi e danza. <Giulia per circa 2 minuti agita le braccia in segno di danza mentre la Mamma intona una Melodia>

 

<la Mamma Celeste intona una dolce Melodia>

 

Ecco, Io sono l'Ancella che è venuta a portare la Quiete di Dio in mezzo a voi: Il Fuoco dell'Amore.

 

Ardi, Fuoco di Dio dentro di me.

Ardi e donami il tuo Respiro.

Fa che Io possa vivere e donare 

al mondo, la Luce Piena.

Vieni, Ospite Dolce, consola col tuo 

Raggio il mio Cuore.

Fa che Io possa lodare e benedire,

tutti i giorni, l'Amore Infinito

del Divino Creatore.

 

Ecco, figliuoli del mio Cuore. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Rimanete nella Quiete; amate e perdonate; usate carità verso tutti, e non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere le tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen,  Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Rimanga su di voi il Soffio di Dio, figli.

 

 

          7.   Giov 7/06/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell'abbracciare i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Figlia, vuoi gioire con me? (Giulia) Sì, Gesù <breve pausa> (Gesù) abbraccia i Chiodi! <1° grido, bevute>. (Giulia) Gesù <breve pausa>. Gesù, dove sei? perchè ti sei nascosto? (Gesù) Vedi, sto prendendo l'altro Chiodo. Togliti i calzari! <breve pausa>. Vuoi abbracciare anche questo? (Giulia) Sì, Gesù <2° grido>. Gesù. (Gesù) Vedi, figlia, questo è il Calice che ti ha preparato l'umanità. Vuoi berlo? (Giulia) Sì, Gesù <bevute> (Gesù) è amaro, figlia (Giulia) con la tua Grazia, voglio berlo, Gesù! <bevute, sospiri> Ho paura che mi viene la tosse, Gesù, e lo rigetto (Gesù) non temere, anche se viene la tosse non lo rigetti. Bevilo tutto <3° grido>. (Giulia) Perchè piangi Sangue, Gesù? perchè piangi Sangue? (Gesù) Vedi, figlia mia, piango Lacrime di Sangue per i figli della perdizione; i figli che abbracciano il mondo e le brutture del mondo. Io vi ho creati a mia Immagine e Somiglianza: non sporcate i vostri corpi con le cose del mondo, ma siate puri, figliuoli del mio Cuore. Io parlo a voi e parlo al mondo intero, e attraverso la Piccola Cocciuta, lascio assaporare i miei Dolori, i Dolori del Parto Vivo della Croce che passa attraverso il Santo Giovanni di oggi e la Piccola Cocciuta del Cuore della Croce. Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale, con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo venuti ancora una volta in mezzo a voi e all'umanità, per Volere del Padre. Il suo Amore e la sua Misericordia Infinita, scendono sempre di più in mezzo a voi, ma ci sarete tutti quando Io verrò e i vostri occhi mi vedranno? Figliuoli, i Tempi sono pieni, ma il mio nemico vi allontana sempre di più dal mio Amore, dalla Verità del Santo Vangelo, perchè Io vengo a portare l'Unica Verità del Vangelo Vivo, invitandovi sempre a tenerlo alto: e quando dico di tenerlo alto, non vi invito a prendere un libro e ad alzarlo, ma a tenerLo alto nei vostri cuori, a tenerlo acceso e vivo come vivo sono Io in mezzo a voi. E' facile prendere un libro e tenerlo alto e non guardare il contenuto! non assaporarlo! non viverlo e non farlo conoscere. Figliuoli, Io vi invito sempre a mangiarlo e a farlo mangiare: solo così potete tenerLo alto, e potete camminare a testa alta, a gridare la Verità della Croce, e niente e nessuno vi farà del male. Figliuoli, vedete, Io ho allargato le braccia e mi sono lasciato inchiodare per la Verità del Padre che, attraverso di Maria, ha mandato il Suo Figliuolo: IO NON LA PICCOLA COCCIUTA; Io: Gesù; il Gesù che è morto ed è risorto per Amore, per un "Sì" pieno che è sceso dal Cuore del Padre per abbracciare tutti i Suoi figli e non lasciarli soli; ma, vedete, Io non vi ho lasciati soli! ma voi mi avete lasciato solo: DICO "VOI" AL MONDO. Dove sono i miei figli? Quale strada stanno camminando? quella larga, perchè la Stretta la vedo vuota! Siete in pochi ad abbracciare la Croce, i Santi Dolori, le Sante Spine, ad entrare nella Porta Stretta. Figliuoli miei, Pargoli del mio Cuore, non camminate dietro al mio nemico; stringete la Catena e venite dietro di me a combattere con la Spada dell'Amore, la Spada del Perdono, la Spada della Carità che si dona senza misure e nel Silenzio. Vedete, figliuoli, Io vi invito sempre a pregare per le Mura di Roma, per il Papa, per quelle Mura che ancora sono bagnate dal Sangue Innocente. Ah, figliuoli miei, pregate, pregate, e non lasciate il mio Figliuolo da solo da solo nell'Orto degli Ulivi <riferendosi al Papa>; fateGli compagnia accettando i Santi Dolori, la Santa Sofferenza. Vedete, figliuoli, ancora devo dirvi che i flagelli scendono sull'umanità, perchè non c'è amore, non c'è pace; gli uomini non possono donare la pace e neanche l'amore. L'Amore viene dal Cuore del Padre e si abbraccia abbracciando la Santa Sofferenza, il Santo Parto che è ormai sceso in mezzo a voi, abbracciandolo in Pienezza. Dio va amato nella Pienezza. Mezze misure non esistono dinanzi al suo Cuore di Padre. Ed Io guardo ognuno di voi amandovi tutti, così come siete, perchè vi ho chiamati uno ad uno e vi ho sigillati col mio Amore. Non siete stati voi a cercarmi, ma vi ho chiamati Io indicandovi il Santo Vangelo e la Croce, perchè Io vengo portando questi Segni. Il mio nemico, viene portando i rumori del mondo e la sua falsa luce: NON ASCOLTATELO! Figliuoli, non lasciatevi trascinare nella sua rete: voi siete nati liberi perchè Io vi ho liberati, non siate schiavi dei rumori del mondo, ma angeli che cantano le Lodi dell'Amore al Padre. Bene, figliuoli miei, ora vi invito ancora una volta: Mi amate, voi? (Tutti)(Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) (Gesù) MI  AMATE, VOI? (Tutti) (Gesù) e come Pietro, rimanete saldi? (Pochi)(Gesù) non sento risposte! (Tutti)<breve pausa> (Gesù) Devo chinare il capo: i vostri "Sì" non li ho sentiti! (Tutti)<breve pausa> (Gesù) Ricordate che Io ascolto anche il cuore: non dimenticatelo, figliuoli del mio Cuore. Bene, Piccola Cocciuta, vuoi rispondere tu per i tuoi figli? (Giulia) , Gesù (Gesù) Il tuo "Sì" ha abbracciato un'altra Spada nel tuo cuore di Mamma della Croce (Giulia) grazie, Gesù, ma ti chiedo perdono se i Pargoli sono tiepidi (Gesù) non temere, figlia, ascoltavo il tuo cuore e il cuore dei figli che hanno risposto! Vedi, figlia mia, guarda il Fiume come è Pieno e Lungo! (Giulia) Gesù, quante barche ci sono! c'è anche il Papa! e il Santo Giovanni! (Gesù) Vedi, porta anche tu sulle tue spalle tutti i tuoi figli (Giulia) con la tua Grazia, Gesù (Gesù) Vedi, figlia mia, c'è un'altra Porta: APRILA! (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Guarda <breve pausa>. (Giulia) Gesù, posso dire quello che vedo? (Gesù) sì, figlia! (Giulia) Come è bello quell'Altare, Gesù! Ci sono 7 Angeli, e sull'Altare c'è un Agnello e un Grande Libro <Giulia tende le mani sul Libro> (Gesù) No! non puoi aprire il Sigillo! FERMATI! (Giulia) Sì, Gesù. E' tutto d'oro quel Libro!  (Gesù) Vedi, c'è una Grande Luce che veglia su quel Libro (Giulia) Sì, Gesù. Arde sempre? non si consuma mai? (Gesù) no, figlia mia, arde sempre! (Giulia) Gesù, c'è anche Giovanni? (Gesù) sì, anche Lui veglia sul Grande Libro! (Giulia) che significato ha tutto questo, Gesù? (Gesù) è un'altra Goccia che è scesa su di voi: Il Santo Giovanni di oggi ha nelle mani il Libro! (Giulia) non capisco <breve pausa>. Ora si. Ora ho capito! Non posso dirlo? (Gesù) questo no, figlia mia. Vieni, cammina ancora e guarda. (Giulia) c'è un altro Altare, e ci sono altri 7 Angeli, e qui c'è la Mamma. Gesù, la Mamma c'ha la pancia! Che significato ha questo? (Gesù) ora non posso risponderti, ma presto comprenderai. (Giulia) Gesù, sull'Altare c'è del Sangue  (Gesù) si, figlia mia, ma non temere: è il Sangue del mio Amore, non spaventarti. (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Vieni, guarda ancora. (Giulia) C'è un altro Altare, e qui ci sono solo 4 Angeli! e c'è il Globo con la Colomba. Gesù, perchè ci sono solo 4 Angeli? (Gesù) non chiederti troppi "perchè", Cocciuta del Cuore della Croce. Guarda, ma non dire quello che vedi sull'Altare. (Giulia) Ah, Gesù. Gesù. Grazie, Gesù. (Gesù) Bene, figlia mia, ora puoi chiudere la Porta. Ecco, quello che hai visto tienilo dentro di te: ma quando sarà il momento lo dirai ai tuoi figli. Voi, figliuoli, che portate i Nomi Nuovi, e voi Colonne, siate pronti e preparati, perchè il cuore della Piccola Cocciuta è una Sorgente: stà per sgorgare. State attenti a raccogliere l'Acqua che uscirà dal suo cuore, ma nessuno di voi conosce nè l'ora e neanche il giorno. Siate sempre vigilanti tenendo sempre alto il Santo Vangelo Vivo e la Santa Croce, e voi sapete bene che il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell'Agnello<breve pausa>. Ora, mi amate? (Tutti)(Gesù) come Pietro? (Tutti)(Gesù) <sospiro profondo> siate Rocce! Rocce Vive del Cuore della Croce, e non abbiate paura di parlare del vostro Gesù! Gridate:  GESU' E' IN MEZZO A NOI E BEVE E MANGIA CON NOI. Gridatelo, non abbiate timore di chi uccide i corpi. Figliuoli, alzate gli occhi al Cielo e guardate dov'è il vostro Tesoro. Le cose del mondo non fanno parte del Mistero della Croce, e non possono donarvi la Vita Eterna. Siate convinti, siate coscienti che Io sono Vivo, bevo e mangio con voi e parlo ad ognuno di voi, figli del mio Cuore. Siete tutti pronti? ..... Pietro! <breve pausa> Paolo! (Paolo)(Gesù) Telesfore! (Telesfore) Sì, Gesù (Gesù) Piccola Cocciuta! (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) e voi tutti! (Tutti gli altri)(Gesù) siete pronti per abbracciare la Croce? (Tutti)(Gesù) Cosa aspettavate che dicevo? Il mio Dono è la Croce! PORTATELA, figliuoli, perchè i Tempi sono Pieni e scesi nella mia Stanza, nella Stanza dell'Amore, ma non pensate alle cose del mondo, il mio Amore è poggiato sempre sulla Croce e non è come l'amore che offre il mondo: IL MIO E' PIENO! E quando scende il mio Amore nei vostri cuori, vi fa ardere dimenticando le cose del mondo! <sospiro profondo> Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Gesù) Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. Lo volete ancora? (Tutti)(Gesù) bene, figliuoli. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Figliuoli, ho sentito mormorare <mentre che parlava Gesù, poco prima che parlasse Giovanni>! Mi ripetete cosa avete detto? (Matteo) Don Mario.. (l'Amico di Matteo) ..ci sono le zanzare.. (Piccolo Giovanni) ..e dinanzi a Dio vi fermate a guardare anche questo? <sospiro profondo> Mi fa male il Cuore nel vedere come si può pensare ad altro, quando Gesù parla dinanzi a voi! <sospiro profondo> Mi fermo un pò a guardarvi, e come Sacerdote, un pò a rimproverarvi. Come si può non ascoltare la Parola di Dio e ardere, e dimenticarsi di tutto? Riuscite a comprendere cosa succede in mezzo a noi? Il Mistero Vivo e Vero che avviene nella Stanza di Gesù ve l'ho sempre gridato: il Mistero che stiamo vivendo è Mistero di Dio, ed è più grande di noi! Come sono chiusi i vostri occhi! da non vedere e da non ascoltare ciò che avviene! Voi vedete la Piccola Cocciuta parlare e fare i gesti, ma cancellate la sua figura, perchè Lei è solo uno strumento che Dio ha scelto per parlare; e come non possiamo comprendere ciò che avviene?: il Dono che Dio ci dona. Figliuoli, il viversi e donarsi per Dio deve essere pieno, ed Io mi arrabbiavo quando vedevo poco attenzione mentre Gesù parlava. Ed ora che Io vedo ogni cosa, e come Sacerdote devo rimproverarvi per farvi camminare sulla Linea Dritta, la Linea che Io ho sempre camminato e insegnato ad ognuno di voi. Figli, vedete, Dio non sta giocando in mezzo a noi. Dio ha voluto questa Stanza per preparare il Suo esercito, i Suoi soldati, che ha sigillato uno per uno; e vedete, vi conosce bene, conosce anche i vostri errori, ma vi chiama, bussa ai vostri cuori, e Io come Sacerdote devo bussare ancora di più ai vostri cuori, a ripetervi sempre di ricordare che la Stanza di Gesù è scesa dal Cielo per donare, ad ognuno di noi, il Suo Amore, la Sua Luce e il Mistero Nascosto. u cosa vuoi dirmi? (Paolo) ..in merito a quello che hai appena detto? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) ma.. io penso che, ognuno di noi, chi più, chi meno, dovrebbe cercare di riflettere sul.. sul Mistero della Stanza, cercando di svincolarsi un pò da quella che io vedo come una routine, soprattutto da parte di coloro che frequentano la Stanza da tanti anni, e quindi non riescono ancora, e forse io per primo eh, forse io per primo, non riusciamo ancora ad allargare il nostro orizzonte e a cercare di puntualizzare meglio e vedere sempre più lontano. In definitiva .... ,anch'io, ne ho sempre parlato; e cioè, tanti di noi sono legati in modo morboso, proprio, alla Piccola Cocciuta;  in modo così morboso, direi, da essere distorti dalla Vera Essenza, dalla Strada Vera, dalla Strada Stretta.. o mi sbaglio?  (Piccolo Giovanni) si.. no, non ti sbagli! infatti lo gridavo sempre "se venite per la Piccola Cocciuta o per me, non fatelo! La vostra meta sia solo il Signore"; e gridavo, se vi ricordate, quando vi attaccavate a me come Sacerdote, anche se qualcuno aveva capito o sentito qualcosa nel cuore di ciò che Dio mi aveva preparato; cercavo di nasconderlo sempre, di ridere. Eh, si, figliuoli, dobbiamo imparare tutti a camminare e a guardare la Croce e il Mistero che è racchiuso nella Stanza. La Piccola Cocciuta non ha nessuna colpa: è Dio che parla attraverso di Lei. Ma vi invito col cuore, figliuoli: guardate la Piccola Cocciuta semplicemente come Cocciuta della Croce, e guardate Dio che parla dall'alto della Croce, rimanendo sempre uniti, amandovi gli uni gli altri dell'Unico Amore che scende dal Cuore del Padre; solo così, rimanendo uniti nell'Amore, potete comprendere il Mistero di Dio. Se vi attaccate alla Piccola Cocciuta, sapete bene che non parla! non può svelare il Mistero Nascosto, anche se Io sto dicendo qualcosa di Lei; ma sapete una cosa? quando viene da sola nella Stanza, nella Preghiera, mi rimprovera che Io parlo dei suoi Segreti! E come Sacerdote, come suo Padre Spirituale, mi viene da ridere! ma nel giusto del Vangelo. Vedete, figliuoli, il suo cuore arde così tanto da donarlo ad ognuno di voi: l'ha sempre fatto! e ora che Io sono salito in Cielo, e non può chiamarmi al telefono come faceva prima e sgridarmi nel giusto del Vangelo, perchè dinanzi a me sapeva dire solo "Sì" e chinare il capo, la sua Ubbidienza l'ha donata in pieno e la dona tutt'ora, e griderà ancora di più perchè il Padre l'ha resa ancora più cocciuta; griderà con la Voce della Croce come facevo Io, ma non vi scandalizzate se la sentirete gridare. Penso che nessuno di voi si sia scandalizzato quando Io gridavo: era nel giusto del Vangelo, era farvi camminare sempre sulla Linea Dritta. E penso che quando verrà a pregare ancora, e gli direte che ho parlato ancora di Lei, si arrabbierà, ma poi piangerà un pò, perchè gli manco, anche se sono sempre vicino a Lei e vicino a tutti voi. Qualcuno di voi ha dei dubbi.. (Alcuni) no (Piccolo Giovanni) ..nel sentirmi parlare? (Tanti) no (Piccolo Giovanni) ..ma, ditemi: nei vostri cuori cosa pensate di me? <breve pausa> non sento risposte! (Filippo) ..sentiamo la tua mancanza (Qualcuno) eh, certo! (Piccolo Giovanni) e non sentite la mia presenza vicino a voi? (Tutti)(Filippo e Rocco) ..nel cuore, sì (Piccolo Giovanni) e fuori del cuore? (Qualcuno) ..anche.. <breve pausa> (Piccolo Giovanni) ..non mi sentite vicino? (Alcuni)(Piccolo Giovanni) e siete convinti che Io sono vivo? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Qualcuno ha dei dubbi? (Alcuni) No (Piccolo Giovanni) sapevate che ero sempre capriccioso  nel  fare  sempre  le domande?  (Tanti) sì  (Piccolo Giovanni)  ero ripetitivo, no?  (Tanti) sì   (Piccolo  Giovanni) e qualcuno vuole chiedermi qualcosa? (Giacomo1)(Piccolo Giovanni) aspetto! (Giacomo1) Volevo chiederti.. una cosa che ti ho chiesto quando eri vicino a noi, quando eri presente.. prima che salivi al Cielo; e volevo sapere se quello che avevo pensato.. se.. quando ti ho chiesto quella cosa.. (Piccolo Giovanni) voglio la domanda! <perchè Giacomo era titubante> (Giacomo1) voglio sapere perchè quando vado a fare la Comunione, io non mi sento.. mi sento il cuore.. di andare per forza dal sacerdote.. non voglio andare dove c'è una signora o un uomo come me.. mi sento un pò il cuore.. io vado sempre dal sacerdote.. non mi sento di andare dagli altri.. (Piccolo Giovanni) e tu che pensi.. (Giacomo1) ..perchè  (Piccolo Giovanni) ..che se vai dalla signora o dall'altra persona, in quella Particola non ci sia Gesù? (Giacomo1) no.. credo che ci sia Gesù.. però.. diciamo.. perchè quella.. quella persona non è stato.. non è un sacerdote che è scelto da Gesù.. consacrato a Dio.. e a Gesù..  (Piccolo Giovanni) ANCHE VOI POTETE DONARE IL CORPO DI GESU'! (Giacomo1) ..e questo volevo essere sicuro, per questo l'ho chiesto!  (Piccolo Giovanni) PERCHE' SIETE COSI' DUBBIOSI DEI VOSTRI FRATELLI? Ho appena detto: "amatevi gli uni gli altri". Se tu ti avvicini a prendere Gesù dalle mani del sacerdote, e guardi il fratello o la sorella con gli occhi e col cuore dubbioso, come fai entrare Gesù dentro di te? riesci a comprendere? (Giacomo1)(Piccolo Giovanni) ..non è un rimprovero! è farti capire che solo con l'Amore si può fare entrare Gesù dentroPaolo! (Paolo) Sì! (Piccolo Giovanni) vuoi dire qualcosa? (Paolo) me l'hai tolto di bocca! (Piccolo Giovanni) dilla! (Paolo) dobbiamo far carburare l'Associazione? (Piccolo Giovanni) sì  (Paolo) tu hai qualche suggerimento? (Piccolo Giovanni) ce l'hai già tu nel cuore ....... (Paolo) quindi, quello che abbiamo pensato e anche accennato verbalmente questa sera va bene? (Piccolo Giovanni)(Paolo) perchè avevo qualche perplessità  (Piccolo Giovanni) lo so già (Paolo) ..quindi va bene quello che.. (Piccolo Giovanni) sì, sì, o hai dei dubbi ancora? (Paolo) no, adesso non ne ho più! (Piccolo Giovanni) bene! non vi siete offesi..  (Tutti) no (Piccolo Giovanni) ..se ho chiarito quello che mi è stato chiesto? ricordate sempre che Io sgridavo la Piccola Cocciuta quando gli dicevano "chiedi a Gesù quello che io ho nel cuore". Come la Piccola Cocciuta doveva conoscere le domande, anche tutti gli altri devono sentire ciò che chiedete, ricordatelo, che dinanzi alla Famiglia non ci devono essere segreti; quando c'è qualcosa di privato glielo dite di nascosto alla Piccola Cocciuta, ma quando siamo qui, dinanzi al Banchetto di Dio, deve essere tutto chiaro, tutto luce, come è Luce l'Amore di Dio che scende in mezzo a noi e si dona. Qualcun altro vuole parlare? Io lascio lo spazio a tutti. (Matteo) Sei troppo severo, don Mario, anche per chi viene la prima volta! (Piccolo Giovanni) NO!  NON TI PERMETTO DI DIRE QUESTO! non lo sono mai stato. Sono stato Sacerdote e ho alzato sempre la Destra. Per me, l'anima che hai portato la conosco da sempre: non è la prima volta che tu me la presenti; e non arrabbiarti se alzo il tono della voce: DIO NON E' SEVERO CON I FIGLI! ricordalo sempre, figlio mio. Bene, qualcun altro vuole parlare? (Tommaso) Volevo chiederti, Giovanni, che.. prima che partissi al Cielo.. (Piccolo Giovanni)(Tommaso) ..ti avevo inviato una e-mail.. (Piccolo Giovanni) dimmi cosa c'era! (Tommaso) ..c'era una domanda di Giacomo < Giacomo1> e una domanda mia, e dato che non mi hai mai risposto, o quanto meno non è mai stato fatto a Gesù, pensavo di poter leggere un rimprovero nelle risposte date al computer; e neanche questo si è verificato. Ora, non so se sono entrato troppo nel Mistero (Piccolo Giovanni) dimmi la domanda.. (Tommaso) ..e come mai non mi hai dato neanche il rimprovero?  (Piccolo Giovanni) dimmi la domanda che avevi fatto! <anche Tommaso era titubante>  (Tommaso) quella di Giacomo era riferito ai compiti dei Quattro della Croce; la mia, invece, forse ero entrato troppo nel Mistero..  (Piccolo Giovanni) VOGLIO LA DOMANDA! (Tommaso) ..era questo: il rapporto tra quello che c'era scritto.. che c'è scritto nell'Apocalisse, riguardo il ritorno glorioso di Gesù tra le nubi, e l'intervento.. cioè il ritorno intermedio di Gesù riguardo alle Apparizioni della Piccola Cocciuta? <breve pausa> (Piccolo Giovanni) non posso risponderti: E' MISTERO! (Tommaso) ..ma almeno l'e-mail l'hai ricevuta? <breve pausa> (Piccolo Giovanni) si (Tommaso) ..e perchè non mi hai rimproverato nel computer: risposta privata?  (Piccolo Giovanni) i "perchè", non chiedeteveli. Bene, vedo che non sono tanto accettato. Vengo rimproverato come Sacerdote, o addirittura comandato. Si è detto "chiedete nel giusto del Vangelo", figliuoli, "e non uscite fuori dal Santo Vangelo". Non prendete la via larga, e non prendete il posto di Dio a giudicare i Sacerdoti di quello che devono dire o fare: voi dovete solo pregare, figliuoli. E questa serata ha fatto soffrire un pò il mio Cuore col mio Cosimo <Matteo>, dicendomi che sono stato duro! Dimmi dove ho sbagliato? (Matteo) .. e niente non.. non.. io non volevo giudicare assolutamente.. cioè, volevo soltanto spiegare.. che chiunque una zanzara se la toglie sul braccio..  (Piccolo Giovanni) dinanzi a Gesù? (Matteo) ..ma l'orecchio è attento.. (Piccolo Giovanni) figlio mio, come si può sentire il rumore di una zanzara, dinanzi al Suono della Croce? dimmelo! (Matteo) ..io direi: sbagliamo tutti.. dobbiamo ripetere..  (Piccolo Giovanni) così ci siamo! (Matteo) ..sia fatta secondo la tua parola! (Piccolo Giovanni) la mia Parola è la Parola di Dio: ricordatela, chè il Sacerdozio viene da Dio non dagli uomini. E quando un Sacerdote rimprovera, è per Amore, non per gettarvi nella rete del nemico. Bene, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire e portare tutti sulle tue spalle (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Santo Giovanni di oggi. Ma datemi la costanza e la forza (Piccolo Giovanni) sai bene cosa devi fare: abbracciati alla Croce, figlia mia, abbracciati alla Croce e sii forte. Io sono sempre con voi perchè Gesù così ha deciso. ..... Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) Pietro! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Telesfore! (Telesfore) Sì, Giovanni (Piccolo Giovanni) Piccola Cocciuta! (Giulia) Sì, Santo Giovanni  (Piccolo Giovanni) Mi amate voi? (.... Paolo, Telesforo, Giulia) Sì! <rispondono "Sì" anche alcuni presenti> (Piccolo Giovanni) COLONNE!  Mi amate voi? (..... Telesforo, Giulia) ! ....... (Piccolo Giovanni) mi poggio su di voi! Gridate la Verità del Santo Vangelo. Io ora ritorno all'Ubbidienza del Padre. Vi sigillo col Sigillo del Piccolo Giovanni, invitandovi a stringerlo nel cuore e a donarlo al mondo. Figliuoli, vi amo e sono sempre con voi. Pregate per il mio popolo. SIETE NEL GIUSTO, NON TEMETE NIENTE E NESSUNO. (Gesù) Ecco, figliuoli del mio Cuore, vi ho lasciato, ancora una volta, parlare il Santo Giovanni di oggi. Sia pieno il vostro amore. Siano i vostri cuori pronti e distaccati dalle cose del mondo. Il Banchetto è qui: è pronto per ognuno di voi. Siate coscienti che Dio viene a fare festa con ognuno di voi e con i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Figliuoli, togliete tutto quello che non appartiene al mio Cuore: toglietelo almeno per un istante; formate la Catena dell'Amore unendovi alla Catena del Cuore del Padre, liberandovi delle cose del mondo. Ora venite così come siete al mio Banchetto, tenendo sempre alto il Santo Vangelo, perchè Io vengo solo a portare la Verità e non vengo a cambiare nulla. Ora lo Sposo è qui: è pronto; preparatevi, figliuoli. Vieni figlia mia, lo Sposo è qui, vieni al mio Banchetto. Eccomi,  Io  sono  qui  dinanzi  a  voi in un bicchiere di Vino e  in un pezzo di Pane. L'Unica Verità che Io vengo a  portare in mezzo a voi: il mio Sangue e la mia Carne. L'Amore che Io ho donato ad ognuno di voi sul Legno Santo della Croce: quel Legno che mi ha abbracciato e mi ha donato Calore, e Io l'ho bagnato e l'ho accarezzato. Figliuoli, ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il mio Sangue. Ecco la mia Carne. Prendete e bevete tutti; prendete e mangiate tutti con me, perchè Io ho fame e sete delle vostre anime, e voglio fare festa con ognuno di voi. Bevi, figlia mia <4° grido>. Mangia il mio Cuore..... .Paolo! ..... Mangia....... Ora donatemi <breve pausa>. Ecco il mio Amore che si dona all'umanità. Ecco il Cuore del Padre, che si apre e si dona ai suoi figli.

 

Benedetti, voi che cercate la mia Quiete.

Benedetti, voi che mangiate alla mia Mensa.

Ecco il Frutto dell'Amore.

Ecco il Bimbo che viene in mezzo a voi a fare Festa.

 

<la Mamma Celeste canta una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Bimbo, che non mi appartieni.

Oh, Bimbo, che sei venuto a donare 

la Quiete ai cuori dei tuoi figli.

Oh, tu Bimbo che non mi appartieni,

rimani, rimani, e donami il tuo Cuore.

 

<la Mamma Celeste continua la dolce Melodia>

 

(Gesù) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi: ai figli che mi hanno accolto nei propri cuori, ai figli che si sono uniti a questa Santa Preghiera. Io ho donato il mio Cuore, visitando e curando gli ammalati: ho donato, ad ognuno di loro, il mio Sangue  e la mia Carne, Fonte Viva e zampillante. Figliuoli, la mia Pasqua è Viva ed è Risorta e si è donata: donatevi anche voi nella Pienezza, amando e perdonando, e al primo posto, portatemi sempre i vostri nemici. Non fate nulla se mi portate i vostri amici: portatemi, al Banchetto dell'Amore, i vostri nemici; e con loro fate festa anche voi, come faccio festa Io quando un figlio che si è perduto, ritorna a casa. Fate festa, figliuoli, fate festa, perchè la mia gioia è ritrovare i figli che si sono perduti e hanno dimenticato la Porta del mio Cuore. Ora io vi chiedo ancora una volta: mi amate? (Tutti)(Gesù) Io vi amo, e il mio Amore è Pieno: sia Pieno anche il vostro, figli. Ecco, la Povertà che Io vi ho donato è la Ricchezza del Cuore di Dio. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete con l'Unico Amore che avete ricevuto dentro di voi. E quando uscite fuori non abortitemi. Figliuoli, ricordate che ciò che avete ricevuto è il mio Sangue e la mia Carne. Io che mi sono donato: non è la Piccola Cocciuta, .... non è Paolo che vi ha donato, che vi ha donato, ma Io mi sono donato per Amore, perchè sono Papà, e uso i miei Strumenti, e suonano la mia stessa Musica che è il Vangelo e la Croce. E ognuno di voi è Strumento del mi Amore: lasciatelo suonare col cuore, non con la mente, camminando sulla Linea di Dio, non sulla linea del mondo, figliuoli. Piccola Cocciuta, tu dovrai soffrire ancora, sii forte, e gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio, allo Spirito Santo e al Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Ora, volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie, siate coscienti che Io sono qui in mezzo a voi, Vivo e Reale. Ora, legate la Catena Santa <breve pausa>. E ricordatevi che legando la Catena Santa, vi unite al Cuore del Padre, e quando si unisce al Cuore di un Papà che guarda i propri figli, non potete legarla col nodo leggero, ma col nodo dell'Amore Pieno. Figliuoli, Dio quando si dona si dona in Pienezza, voi quando stringete la mano al vostro fratello, stringetela col cuore, e non pensate alle cose del mondo, ma guardate il mio Cuore che arde per ognuno di voi: così fate ardere anche i vostri cuori per l'umanità, figliuoli, Io sono il vostro Papà, il Papà che vi ha partorito dal suo Cuore, non vi ha uccisi, vi ha donato la Vita: voi come potete uccidere i vostri fratelli?, come potete uccidere i vostri figli, trafiggendo il mio Cuore? Siate Pianticelle Vive, fate nascere i Frutti che Io ho messo dentro di voi, amando, amando, amando: solo con l'Amore potete sconfiggere il nemico, e togliere dai vostri cuori i rancori, gli odii, figliuoli miei. Parlo a voi e al mondo intero. Ora, preghiamo: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli miei, ricordatelo sempre quando dite: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen, ma ricordatelo col cuore, non solo con la bocca. Figli, Io vi amo, e vi voglio tutti santi a gioire tutti con me nel Paradiso. Ci sarete tutti quando Io verrò? (Tutti) (Matteo) con la tua Grazia! (Gesù) la mia Grazia scende sempre su di voi, perchè vi amo, figliuoli, ed è in mezzo a voi. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. Come è bello il tuo Cuore! (Gesù) Vi amo anch'Io, e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) e diventate anche voi belli, come vedi il mio Cuore. Gioisci, Piccola Cocciuta. Amen, Amen, Amen, Amen. Andate in pace, figliuoli e donate a tutti la Pace che avete ricevuto dalle Gocce del Cuore del Papà che vi ama. (Giulia) Non andare via, Papà, rimani. (Gesù) sono sempre con voi, Pargoli.

 

 

          8.   Ven 08/06/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io sono il vostro Dio e non ve ne sono altri: non fate ancora i sordi e non indurite i vostri cuori. Figli, senza di me non siete che un soffio, non lasciatevi trascinare dal mio nemico, figli, ma abbracciate la Santa Sofferenza e tenetela stretta, perchè Essa vi porta dinanzi al Trono del Padre per gioire insieme e mangiare al Banchetto dell'Amore. Ora vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi benedico. ALLELUIA, figli rinnovati dall'Amore di Cristo Risorto. Bene, Figli e Fratelli in Cristo, a voi Confratelli, ancora una volta vi esorto a prendere coscienza di Dio e ad impararLo a conoscere come Lui e non come voi volete farlo essere. Vi ricordate quanto scrivevo a voi, dicendovi "chiaro"  di quello che pensavo? Bene, non è cambiato nulla:  per Grazia di Dio, Io ancora sono Vivo e parlo e mi sentirete ancora; e vi ripeto sempre di ascoltare Dio che parla attraverso i Piccoli. (Gesù) Bene, figlioli. Voi, Quattro della Santa Croce, non fermatevi. Vi amo e con voi benedico il mondo col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Amen, Amen, Amen, Amen.

 

 

          9.  Dom 10/06/2001, ore 15.15, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa Santa Giornata i Calici Misti del tuo Gesù. Bevi, figlia, i Calice Verdi e i Calici Rossi e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Immolati, figlia, con i Santi Dolori Vivi di Gesù in mezzo a voi per l'umanità tutta. Abbraccia ancora i Santi Dolori per le Mura di Roma <1° grido>. Figlia mia, guarda l'umanità che offende il Cuore di Gesù. Immolati con i Santi Dolori! (Giulia) Mamma, Mammina mia, perchè piangi?  (Immacolata) Vedi, figlia mia, piango per l'umanità. Soffri ancora. Consola il Cuore di Gesù <2° grido>. (Giulia) Mamma <bevute>, non piangere così! Mammina! (Immacolata) Consola Gesù: bevi questo Calice <bevute>(Giulia) E' amaro! <bevute> Mamma <bevute>, è amaro! (Immacolata) è quello che che i Grandi della Casa del Padre hanno offerto al tuo Gesù in questa giornata. Bevilo tu, figlia. (Giulia) Mamma, aiutami! Aiutami! <bevute>  <3° grido> (Immacolata) rimani seduta. (Giulia) Mamma, cosa posso fare per consolare Gesù? (Immacolata) cosa vuoi fare ancora? hai accolto i Santi Dolori; hai bevuto il Calice; il tuo cuore è straziato: prega e fai pregare i tuoi figli, unendovi al Cuore di Gesù. Vedi, Io sono qui, in mezzo a voi, col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi. Siamo venuti a portare la Parola e l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Siamo venuti ad accendere il Fuoco della Santa Famiglia, che arde sempre con l'Amore della Croce: l'Unico Amore che tiene uniti tutti; e la  Chiesa  deve  essere  accesa  dell'Unico  Amore  del  Padre,  del  Figlio  e  dello  Spirito  Santo:  il  Cuore  dell'Amore  Infinito  che  si  dona  all'umanità. Figliuoli cari, parlo a voi e parlo al mondo intero: imparate a conoscere la Voce di Dio; imparate a vivere secondo la Legge di Dio, che è Una sola: la Legge dell'Amore e del Santo Vangelo, la Legge della Croce che si dona e rimane sempre in piedi senza cadere per terra. Figliuoli, imparate a far parte della Famiglia di Dio, rimanendo uniti e  donandovi tutto per gli altri, perchè Dio ha mandato Suo Figlio per donarsi e non tenere nulla per se: ha allargato le braccia e si è donato. Fatelo anche voi per i vostri figli, per i vostri fratelli; solo così potete fare parte della Grande Famiglia, che è Viva e Reale in mezzo a voi, e si dona, figliuoli, Goccia per Goccia scende sull'umanità e su di ognuno di voi, perchè siete figli, e tutti siete guardati allo stesso modo, amati con la stessa misura; e così dovete amare anche voi: misurando con la Misura di Dio che non ha limiti, in modo particolare i vostri nemici. Vi fermate un pò a pensare? una Mamma che ripete ai propri figli di amare i nemici: E' IL MISTERO PIU' GRANDE, E' L'AMORE SENZA MISURE CHE VIENE DAL CUORE DEL PADRE. Siete coscienti di tutto questo? che il Mistero è il Cuore di Dio nel guardare i propri figli con tutti gli errori? amare e perdonare e fare scendere il Fuoco per ardere e fare ardere i fratelli? quale Mistero può donarvi di più Dio? E Io come Mamma cosa devo dirvi? Accogliete  la  Misericordia  Infinita  del  Padre  che  scende  su  di voi  nella  Stanza  di  Gesù  e  donateLa  al  mondo! Vivete, con Amore Pieno, le Gocce che Dio lascia scendere su di voi, e non è poco quello che stiamo vivendo insieme. Figliuoli, il  Mistero  della  Trinità  passa  attraverso  di  voi  che  siete  stati  sigillati  dal  Padre: riuscite a comprendere?  riuscite a capire che Dio viene ad abitare dentro di voi, facendovi vivere nell'Amore Pieno, nel Mistero Vivo? ma i vostri occhi e i vostri cuori non possono comprendere in Pienezza, ma presto capirete ogni cosa. Figliuoli, lodate e benedite Dio per quello che lascia scendere su di voi. Tenete sempre alto il Santo Vangelo e mangiatelo; e mangiandolo vivete per Dio, perchè siete suoi figli a sua Immagine e Somiglianza; e come Mamma chino il capo dinanzi ad ognuno di voi, dicendo: Grazie per quello che offrite al Cuore di Gesù; per i fioretti che consegnate nelle mie mani, per portarli al mio Figliuolo Gesù. Grazie, Pargoli del mio Cuore, i vostri Nomi brillano nei Cieli, perchè Gesù ed Io conosciamo i vostri cuori. Vi chiedo ancora di pregare per il Papa: non lasciatelo solo nell'Orto degli Ulivi, ma pregate secondo le mie Intenzioni di Mamma, Mamma dei Dolori, Mamma che guarda l'umanità che va alla perdizione. Figliuoli, vi invito a pregare per la Pace; pregate, perchè voi non conoscete ciò che è scritto nel Libro di Dio. Fermate i flagelli pregando, digiunando, facendo penitenza, perchè il mondo è nelle vostre mani, e Dio si è poggiato su di voi, figliuoli, ed Io come Mamma vi tengo per mano, portandovi sulla Viuzza Stretta segnata dai miei Passi: Passi di Dolore, Passi di Sofferenza e di Sante Spine; non lasciatela, ma camminate con me in questa giornata e in questi tempi che i figli dimenticano Dio e abbracciano il mondo: pregate per  quei figli, stringeteli ai vostri cuori e consolate il Cuore di Gesù che gronda Sangue, figliuoli. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora consolare il tuo Gesù? (Giulia) Sì, Mamma, con la tua Grazia. Aiutami! (Immacolata) Bene, figlia mia, sei poggiata sulla Roccia, vai avanti, e porta sempre i tuoi figli sulle tue spalle nel Fiume Santo dell'Amore. (Giulia) Mamma, è sempre più lungo; è sempre pieno di Sangue; è alto, Mamma! (Immacolata) non temere, non ti copre, vedi, puoi ancora camminare (Giulia) Sì, Mamma   (Immacolata) porta tutti i tuoi figli (Giulia) con la tua Grazia, Mamma  (Immacolata) Bene, figliuoli cari. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Immacolata) vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi, Vivo e Reale in mezzo a voi. ACCOGLIETELO!. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, Dio Figlio e Dio Spirito Santo, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, a Gloria di Dio. ALLELUIA! (Tutti) ALLELUIA! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un pò. Ebbene, figliuoli, glorificate il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, per le Meraviglia che opera in mezzo a noi. Sapete bene che la  Trinità  è  come  un  grappolo  d'uva  solenne. Parlo del grappolo d'uva come Sangue Vivo dell'Agnello che si immola: il Mistero più grande che il Padre ha donato alla Chiesa, all'umanità intera. Ma il  Mistero  più  grande  della  Trinità  è  Maria; una Creatura che si è inchinata dinanzi al Padre, donando il "Sì Pieno", il "Sì" Misterioso che ha fatto esplodere l'Amore della Trinità, formando un Grappolo d'Uva, e questo Grappolo si dona in tutte le Chiese dove Gesù viene accolto. Sapete, figliuoli, il mio Sacerdozio, il mio lavorare per Amore di Gesù, ha visto tante cose. Sapete bene che Io scrivevo, e quante volte uscivo fuori col Cuore amareggiato nel vedere molti Confratelli scherzare sulla Maestà della Trinità. E il mio carattere non era di parlare, lo conoscete bene. Scrivevo, e rimane nella storia ciò che ho scritto della Trinità. E sapevate bene che facevo le domande; come era Mistero ed è Mistero. Mi hanno dato il Nome di Santo Giovanni di oggi, ma sapete bene che significato ha? chi c'è arrivato e chi ancora sta facendo i primi passi per arrivare a capire cosa facevo in mezzo a voi, e chi mi aveva mandato in mezzo a voi. Paolo! (Paolo)(Piccolo Giovanni) vuoi dire qualcosa? (Paolo) io, davanti a tutto questo mi sento piccolo piccolo (Piccolo Giovanni) bene, figlio mio, sei vicino! (Paolo) non so.. quando rifletto, e lo faccio spesso, a volte mi sembra di sognare (Piccolo Giovanni) uh! Ma ti accorgi che Io sono vicino a te quando ti sembra di sognare? (Paolo) ma io ti sento vicino non solo qua, ma dappertutto! e questa è una cosa così grande per me che, a volte, ho la sensazione di.. di non essere.. di non essere pienamente cosciente di vivere una realtà  (Piccolo Giovanni) ..ti sembra di volare? (Paolo) eh, un poco. Ieri sera, Carolina mi ha fatto riflettere su una cosa: che noi dobbiamo ringraziare il Signore per averci dato il Santo Giovanni di oggi; che dobbiamo pregarLo affinchè ce lo mantenga sempre, che ce lo lasci parlare sempre, che ci guidi sempre, che ci dia i giusti suggerimenti, come stai facendo! (Piccolo Giovanni) ora mi fai commuovere.. (Paolo) ..a volte io quando ho l'opportunità di parlare, o meglio, di accennare quello che succede qua, quello che stiamo vivendo, no, vedo in tanti una chiusura totale. E' come se ci fosse in loro un rifiuto.. un rifiuto di tante cose che pure si vedono e non possono essere disconosciute. Perchè davanti ai messaggi, no, io mi aspetterei che una persona di cultura, riflettesse un attimino, ma solo un attimino e dire: vabbè, io non credo.. benissimo.. però, questi messaggi da dove arrivano? chi li scrive? che cosa sono? Ecco, questa gente non se lo chiede, è questo quello che dico.. mi lascia un pò.. hai capito quello che voglio dire? (Piccolo Giovanni) sì, ma non ti devi scandalizzare, perchè anche quando è partito Gesù si sono comportati così. Non vi scandalizzate figliuoli, ma seguite la Linea Dritta. E voi, quando trovate il terreno, parlate sempre, e non abbiate timore se ridono di voi: l'hanno fatto anche con Gesù, lo fanno anche col Vangelo, e ora che sentono "Giovanni che parla", chi è questo Giovanni? (Paolo) eh, "un morto che parla(Piccolo Giovanni) il Mistero ancora non si può svelare. Gesù per voi è morto? (Tutti) No! (Qualcuno) Vive! (Piccolo Giovanni) e se vive Gesù, Giovanni chi è? (Alcuni) Sei sempre tu!  (Rocco) come Gesù (Piccolo Giovanni) No come Gesù! Gesù non si divide, la Croce è una sola! <breve pausa>  non ti ho rimproverato, figliuolo, ho cercato di correggere quello che ognuno di voi vorrebbe gridare ad alta voce. Ma come i discepoli riuniti con Maria, spaventati di parlare, cercano di dire qualcosa ma hanno paura, voi state vivendo la stessa scena: dovete ardere e parlare apertamente di Gesù che è Vivo ed è in mezzo a voi. Qualcuno di voi si può anche scandalizzare di tutto questo, ma sapete bene che Dio parla e non ha paura di niente e di nessuno? e non deve chiedere l'ordine a nessuno di parlare? Io chino il capo dinanzi al Padre di tutto questo; e come dicevo sempre alla Piccola Cocciuta e ad ognuno di voi "Io sono un povero uomo", e dinanzi alla Volontà di Dio, si deve chinare solo il capo e dire "Sia fatta la tua Santa Volontà". Ecco, figliuoli. Paolo, vuoi dire qualche altra cosa? (Paolo) cosa vuoi che ti dica? io sono un misero peccatore! (Piccolo Giovanni) ..è quello che aspettavo! chi di noi può stare dinanzi all'Amore Grande di Dio? Ma vedete, Dio che conosce i cuori, viene ad inchinarsi dinanzi a noi! Quale Padre può fare questo? rispondetemi! <breve pausa> non ci sono risposte? <breve pausa> e neanche Io saprei darne! perchè l'Amore è troppo Grande! e non faccio altro che lodare e benedire il Padre per il posto che mi ha donato. Rimanete sempre piccoli e saldi nel Suo Amore, e vivete nell'Amore Pieno della Santissima Trinità. Vi amo, e ardo di avervi tutti vicini. Non vi spaventate quando dico questo.. sento dei mormorii.. Per ora lavorate nella Vigna del Signore: i vostri posti sono pronti; quando Dio decide di chiamarvi, gioiremo tutti insieme, ma non affrettate i Tempi di Dio, anche se la Piccola Cocciuta arde di salire: deve aspettare anche Lei. Ora, vorrei parlare alla figlia Francesca: vieni, figlia mia <breve pausa>. Dammi la tua mano <breve pausa>. Apri il tuo cuore, anima mia, lo facevi sempre con me. Vuoi parlare? <breve pausa> non vuoi parlare? <breve pausa> non vuoi neanche dirmi "ti voglio bene?" (Francesca) Sì! (Piccolo Giovanni) fammelo sentire più forte (Francesca) ti amo! (Piccolo Giovanni) ti amo anch'Io, anima mia; e ho consolato sempre il tuo cuore quando ti fermavi a parlare con me. Rimani salda nell'Amore della Croce, e tu sai bene che quando parlavi con me, non ti obbligavo a fare nulla: devi ascoltare i battiti del tuo cuore, i Battiti del Bimbo che sono dentro di te. Figlia del mio Cuore, ti ho amato e ti amo, ho accarezzato il tuo cuore sposandoti e donandoti l'Acqua dell'Amore: sai bene che il Matrimonio di Dio è Sigillo d'Amore; rimani piccola. Ora, donami il Bacio del Piccolo Giovanni; tienilo sempre sulle tue labbra e nel tuo cuore. Figlia mia, hai visto? hai ricevuto il mio Bacio! Dio mi fa donare anche i Baci! Ora, sii forte. Come Sacerdote bacio la tua mano e ti invito a gioire dell'Amore di Dio, della Santissima Trinità, ma dopo parlerai con la Piccola Cocciuta. Ci siamo intesi? (Francesca) Sì! (Piccolo Giovanni) bene, figlia mia, vai al tuo posto. E' la mia mano che stringi non quella della Piccola Cocciuta! <breve pausa> Non ci siano gelosie tra di voi, perchè Io vengo ad abbracciare ognuno di voi col mio Amore di Sacerdozio Vivo ed Eterno. Ma quando il Padre mi lascia fare queste cose, devo dirvi che mi commuovo, come sempre. Figliuoli, rimanete sempre nella Linea Dritta tenendo sempre alto il Santo Vangelo; e vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio Popolo di Lauria. Voi, Colonne, siete nel giusto, non temete niente e nessuno. Ecco la mia Linea: SEGUITELA ANCHE VOI! E ora bacio ognuno di voi col Sigillo del Piccolo Giovanni: rimanga sempre nei vostri cuori il Piccolo Giovanni, il suo Bacio, rendendo grazie a Dio di tutto quello che ci ha donato. Ora ritorno all'Ubbidienza del Padre, figliuoli del mio Cuore. (Immacolata) Ecco, figliuoli, Fiammelle Vive del Cuore di Gesù, ardete sempre, portando ovunque andate, la Luce Viva del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e siate Mamme del Crocifisso. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù: ACCOGLIETELA, AMATELA E DONATELA AL MONDO! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unica Famiglia della Santissima Trinità, e vivete il Suo Amore Vivo e ardente. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci ancora nel vedere le tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI CON TUTTO L'AMORE, figliuoli. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen,  Amen Pieno scenda su di voi e sull'umanità intera, figliuoli.

 

 

          10.   Giov 14/06/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Immolati per i Grandi del Mondo; immolati per le Mura di Roma, figlia, e gioisci con me abbracciando i Santi Chiodi <1° grido>. Figlia, vuoi gioire ancora stringendo al tuo cuore i Chiodi che hanno abbracciato le mie mani e i miei piedi? (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) Togliti i sandali! <breve pausa> Figlia, non è la Spada che entra nel tuo Cuore, ma i Chiodi! <2° grido>  (Giulia) Ti amo, Gesù. TI AMO. (Gesù) Uno dei Chiodi rimarrà nel tuo petto, perchè ancora il tuo cuore ce l'ho Io (Giulia) Gesù, lo tieni per sempre? (Gesù) sei cocciuta. Ancora devi lavorare. Per un pò lo terrò Io, ma ti sarà consegnato. Vedi, anch'Io avevo fretta di ritornare al Padre, ma ho dovuto abbracciare tutti i mali del mondo. Sono stato perseguitato, cacciato, preso a pietre e inchiodato sulla Croce. Ora, il tuo cammino è come il mio; è il cammino di ognuno di voi, dei figli sigillati col Sigillo della Croce. Sarete perseguitati a causa del mio Nome, ma non fermatevi, perchè Io non mi sono fermato; vi ho amati e sono salito al Padre per preparare un posto per ognuno di voi; e vengo a visitarvi portando la Verità del Santo Vangelo, invitandovi a tenerlo alto, a viverLo nella Pienezza dei Chiodi, e sapete bene che i Chiodi mi hanno abbracciato e hanno abbracciato il Legno: QUEL LEGNO DOVE IL MIO NEMICO FUGGE. E' questo che Io vengo a portare ad ognuno di voi: la Verità della Croce, la Verità della Roccia Viva e la Misericordia Infinita e il Perdono. Vedete, figliuoli, com'è grande il mio Cuore: E' MISERICORDIOSO. Io guardo i cuori dei miei figli, e guardando i cuori conosco ogni piccolo segreto di ognuno di voi. Non potete nascondermi niente, figliuoli, perchè Io sono la Luce del mondo. Io sono qui in mezzo a voi  con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi. E' Dio Padre che ci manda a portare la Quiete e il Fiume del Santo Vangelo che scorre senza fine. Vedete, figliuoli, il mondo e tutte le cose del mondo passano e hanno una fine. La Verità: il Fiume del Vangelo, non ha una fine, perchè Io sono il Principio e la Fine, e siamo uniti col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, abbracciati al Legno Santo che rimane sempre unito e non si divide. Figliuoli, non ascoltate i rumori del mondo! non fanno parte del mio Fiume! ascoltate il Rumore della Croce che è Silenzioso: vi abbraccia e dona Amore, quell'Amore che solo Dio può donare; l'Amore che riempie i vostri cuori e li fa ardere; ma ascoltate bene, figliuoli, Io non parlo dell'Amore terreno: non lasciate passare nelle vostre menti il mio nemico; Io parlo dell'Amore di Dio: l'Amore che porta il Fuoco, e come vorrei che i vostri cuori ardessero tutti. Parlo a voi, e parlo al mondo intero: il mondo che ha dimenticato di avere un Maestro e si rifugia nel buio del nemico. Figliuoli, state attenti, in questi ultimi tempi il mio nemico ha un piccolo strascico di coda, e questo piccolo strascico sta portando via molti miei figli: molti Ministri cadono nella sua falsa luce. Io chiedo ad ognuno di voi di essere vigilanti, nell'Amore, nella Santa Sofferenza, nell'accettare le Sante Spine; ma Io parlo delle Spine del mio Cuore non delle spine del mondo: non pensate di pungervi con una spina e dire "questo lo faccio per far contento Gesù". Le Spine e il Carico della Croce dovete portare sulle vostre spalle, come Io l'ho portato per ognuno di voi, per darvi la Vita Eterna: il mondo non può donarvi la Vita Eterna, figliuoli. Ebbene, figliuoli del mio Cuore, vi chiedo ancora una volta: mi amate come Pietro(Tutti)(Gesù) e come Pietro, abbracciate il Legno Santo? (Tutti)<breve pausa> (Gesù) come vorrei che il mondo gridasse "" come i vostri "Sì": ma ricordate che Io conosco anche i vostri cuori. Figliuoli, non è un rimprovero che Io faccio ad ognuno di voi, Io vengo ad accendere, e il mio Grido è Grido d'Amore: la Fiammicella che arde deve crescere e diventare Fuoco nei vostri cuori, nei cuori dei vostri fratelli, nei cuori dei vostri nemici: FATELO ARDERE ANCORA DI PIU', figliuoli. Vedete, Pargoli del mio Cuore, la Piccola Cocciuta ha nelle sue mani dei Messaggi Segreti che aveva consegnato a Giovanni. Ora, Io dò ordine alla Piccola Cocciuta di prendere questi messaggi e di farli conoscere: ma dirò a Lei l'ora e il giorno. Vedete, figliuoli, Giovanni era pronto per fare questo, ma ha lasciato tutto nelle mani della Piccola Cocciuta. Ora, vi parlo un pò delle Mura di Roma: quelle Mura dove Giovanni non ha voluto avvicinarsi, ma non perchè aveva paura, non si è voluto avvicinare per non condannare! non ha voluto passare quel portone per non toccare quel Sangue Innocente, perchè sapete bene, ve lo ripeto sempre: quelle Mura sono bagnate di Sangue Innocente. E il mio Figliuolo Carlo <il Papa>, che è curvo e porta la Croce, è circondato dai lupi: ma nel suo cuore conosce ogni cosa che avviene nella mia Stanza. E questa è un'altra Goccia che lascio scendere su di voi: Il  Figliuolo  Carlo  parla  come  la  Piccola  Cocciuta  parla  in  mezzo  a  voi  per  Volere  del  Padre. Avete compreso cosa ho detto? (Tutti) (Gesù) Bene, figliuoli miei, pregate per Lui, non lasciatelo solo. Vedete, i miei Strumenti suonano una sola Musica: ma sono perseguitati a causa del mio Nome, ma suonano sempre, non si fermano mai. Il "" donato, come l'ha donato Maria, è rimasto duraturo, e rimane, perchè il "Sì" della Croce non si piega ed è poggiato sulla Roccia Viva. Figliuoli, siate coscienti di quello che avviene in mezzo a noi, perchè Io sono qui in mezzo a voi a parlare con voi: E' DIO CHE SCENDE A PARLARE CON I SUOI FIGLI, e voi siete stati sigillati, sposati e battezzati, e ognuno di voi porta un Nome Nuovo donato dal Padre. Siate coscienti figliuoli, siate coscienti di queste Parole. Il Banchetto è qui: è pronto per ognuno di voi, perchè lo Sposo è pronto per far festa con le spose. Voi, Colonne, rimanete saldi e non temete niente e nessuno: Io sono poggiato su di voi; e se la mia Mano è poggiata su di voi, chi può farvi del male?  Andate avanti e gridate sempre la Verità del Santo Vangelo: PARLATE  APERTAMENTE  DEL  VOSTRO  GESU'  CHE  VIENE  E  PARLA  ATTRAVERSO  LO  STRUMENTO  E  SI  SERVE  DI  UNA  PICCOLA  COCCIUTA,  MA  COCCIUTA  DELLA ROCCIA, NON DEL MONDO, E IO L'HO MANDATA IN MEZZO A VOI PER DONARE L'AMORE PIENO DEL CUORE DELLA CROCE. Non fermatevi a pensare l'Amore del mondo. Figliuoli, vedete, Io sono qui in mezzo a voi e passo attraverso di voi, accarezzando il cuore di ognuno di voi, perchè dinanzi a me siete tutti uguali: non faccio distinzioni con nessuno. Ora, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta i tuoi figli nel Fiume Santo! (Giulia) Gesù, dammi la forza e la costanza! (Gesù) vieni, figlia mia, dammi la tua mano. Guarda! (Giulia) Gesù. Gesù, le Porte sono tutte aperte! (Gesù) sì, figlia mia, il Parto è sceso sull'umanità: E' PIENO, e le Porte sono tutte aperte! (Giulia) Gesù, ora il Fiume è ancora più Grande ed entra in tutte le porte! (Gesù) sì, figlia del mio Cuore, vedi, Giovanni porta la Barca con Maria e il Bimbo (Giulia) e nella Barca del Papa chi c'è? <breve pausa> (Gesù) non dire, figlia, chi vedi! <breve pausa> (Giulia) Sì, Gesù (Gesù) vedi quante Barche sono pronte? e in ognuna delle Barche c'è una Chiave! <breve pausa> (Giulia) Gesù, cosa si deve aprire con quelle Chiavi? (Gesù) vedi, guarda cosa si deve aprire! <breve pausa> (Giulia) posso dirlo? (Gesù) no! questo non lo puoi ancora dire! ma, hai visto le Chiavi (Giulia) Gesù, come è Grande il tuo Amore!  (Gesù) non fermarti a farmi i complimenti, sai bene che amo ognuno di voi, l'umanità intera! Porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli, e invita i tuoi figliuoli ad amare, a perdonare, a usare carità verso tutti e al primo posto portare i nemici. Figliuoli, Io non voglio rimproverarvi, ma chiedo almeno un attimo di ascolto quando sono in mezzo a voi. Dimenticate le cose che vi circondano; dimenticate le cose del mondo, e bruciate insieme a me con l'Amore del Vangelo. Ancora non riuscite a distaccarvi dalle cose del mondo per legarvi in Pienezza all'Unico Suono che viene dal Cuore del Padre; e viene a fare Musica in mezzo a voi.  Siate coscienti della Misericordia Infinita che scende nella mia Stanza, nella Stanza che ho preparato per ognuno di voi, e fare festa con il mio Sangue e la mia Carne. Bene, figlia mia, dovrai ancora soffrire e portare il peso della Croce per l'umanità e per i tuoi figli. Vuoi andare avanti o vuoi fermarti? (Giulia) Gesù, ti amo, e non voglio lasciarti. Tienimi sempre per mano; poggia sempre di più la tua Croce su di me e sia sempre fatta la tua Santa Volontà. Chiedo Misericordia, Gesù, per il mondo intero e per i figli che non ti amano. MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA, per me misera peccatrice e per i miei figli  (Gesù) AMEN, figlia mia, AMEN, AMEN (Giulia) grazie, Gesù.  (Gesù) Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Gesù) volete accogliere il Santo Giovanni di oggi? (Tutti)(Gesù) ..lo lascio parlare! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole, nel mondo intero ed in mezzo a voi. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Gesù era seduto e Io non posso dire "mi siedo un pò", ma vi dico "avete compreso ciò che Gesù ha detto? I vostri cuori erano rivolti alla Sua Parola?": parlo al mondo intero e parlo a voi, figliuoli del mio Cuore, Pietruzze Vive. Vedete, figliuoli, il mio Cuore in questa serata è gioioso: SAPETE PERCHE'? E' gioioso perchè l'hanno trafitto. E quando il Cuore viene trafitto, gioisce, perchè è vicino al Cuore di Gesù, e anche il Suo è stato passato dalla Lancia; e invito ognuno di voi a gioire e a guardare il Cuore di Gesù e a fare festa. Gesù quando ha aperto il suo Cuore ha fatto festa, perchè ha donato il suo Sangue da bere all'umanità intera. Voi, perchè diventate tristi quando trafiggono i vostri cuori? quando vi rimproverano o parlano male di voi?: DOVETE GIOIRE. Vedete, un altro particolare della Piccola Cocciuta: dal primo istante che Dio parlava attraverso di Lei, ha sempre sofferto, e ha dovuto bere dei Calici Amari, Calici che voi ancora non avete assaporato; e quando si presentava dinanzi a me, come confessione, e Io gli chiedevo "hai perdonato chi ti ha offerto questo calice?", sapete cosa rispondeva?: IL "Sì Pieno", si. Ma la cosa che mi lasciava gioire era ascoltare il "Sì" che Lei mi diceva e il dire "ho gioito quando ho bevuto questo Calice!", e vedete, figliuoli, non è facile gioire dinanzi ad un Calice. Conoscete bene la storia del caro Padre Pio?: NE HA BEVUTI CALICI, E QUANTI NE HA BEVUTI; e quanto ha dovuto lottare col nemico! Ora, lo state vedendo anche voi come dovete lottare, ma la Piccola Cocciuta vede ancora di più di ognuno di voi, e quando deve lottare con "l'esserino", come Lei lo chiama, non è facile! ci deve essere la Forza dell'Amore, la Forza della Croce, per  combattere il nemico, non si può prendere un bastone e cacciarlo via, ma ci vuole l'Amore; e l'Amore viene soltanto usando il Perdono, la Carità e vivendo di Vangelo, il Vangelo dell'Agnello Immolato, non il vangelo che offre il mondo. Caro Paolo, vedi, non hanno chiamato la Piccola Cocciuta come tu sai ma "don Mario"; ma Io preferisco "Giovanni". Hai capito, Paolo? (Paolo) sì, ho capito! (Piccolo Giovanni) non temete, figliuoli, ma combattete con l'Arma dell'Amore, con la Spada che Io ho donato ad ognuno di voi; e voi che siete le Colonne: AMATEMI  ALMENO VOI! Voi che sentite i miei Battiti: NON CACCIATEMI FUORI LA PORTA! ..... chi di voi mi fa abitare nelle vostre case? (Alcuni) io! (Tutti gli altri) tutti! (Piccolo Giovanni) Matteo!.. (Matteo) ..ti aspetto, don Mario! (Piccolo Giovanni) ..mi fai abitare nella tua casa? (Matteo) ..è tua!  (Piccolo Giovanni) ..lo dici col cuore? (Matteo) ..con tutta l'anima! (Piccolo Giovanni) ah, fai crescere la Pianticella che ho messo dentro di te! <breve pausa> E tu, Filippo.. Filippo! (Filippo) ..sì, don Mario! (Piccolo Giovanni) ..cosa mi dici? (Filippo) ..ti amo, don Mario! (Piccolo Giovanni) anch'Io vi amo.. vi ho sempre amati.. a tutti.. senza fare distinzione. Figliuoli, camminate sempre nella Linea Dritta e non fermatevi; Io vi ho portati sempre sulla Strada del Vangelo, sulla Strada della Croce: è quella che dobbiamo abbracciare e portare per i fratelli, i figli della perdizione; per i fratelli che non vedono la Luce e non vogliono amare il mio e vostro Gesù. Figliuoli, la Battaglia è vicina, ma non pensate che sia a un passo: i Tempi di Dio non sono i vostri tempi. Siate pronti a combattere; siate sempre vigilanti con la Lucerna accesa, e allontanate dai vostri cuori, dalle vostre case, il nemico, che vi confonde con la sua falsa luce; rimanete saldi nell'Amore della Roccia. Figli del mio Cuore, voi che siete i miei discepoli, voi che portate il Sigillo del Bacio del Piccolo Giovanni, non lasciatevi trascinare. Paolo! (Paolo) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire? <breve pausa> (Paolo) chi ha tradito il tuo cuore? <breve pausa> (Piccolo Giovanni) ..il nome che hai trovato scritto, e altri.. (Paolo) Ma io non.. non riesco a capire come si possano, prima concepire, e poi pensare di scriverle certe cose!  (Piccolo Giovanni) l'hanno sempre fatto, te lo dico Io (Paolo) forse anche di più? (Piccolo Giovanni) sì. Potrei dire tutto, ma non lo faccio per Carità Sacerdotale (Paolo) io non riesco nemmeno a concepire delle cose.. (Piccolo Giovanni) per quello hanno trafitto, non il cuore della Piccola Cocciuta, ma il mio.. (Paolo) ..comunque noi andremo avanti.. (Piccolo Giovanni) ..è quello che Io vi chiedo se mi amate ancora! (Paolo) noi andremo avanti e basta!  (Piccolo Giovanni) ..non fermatevi! (Paolo) ..non ci pensiamo nemmeno a questo! (Piccolo Giovanni) bene, figlio. E voi, figliuoli, camminate dietro Paolo? (Tutti) Si!  (Piccolo Giovanni) Tutti? (Tutti) Si! <sospiro profondo> (Piccolo Giovanni) Ricordate che il Padre ha scelto i Nomi di ognuno di voi e non c'è nessun capo in mezzo a voi: tutti avete lo stesso compito! La Piccola Cocciuta griderà un pò: ma il suo compito è di portare i Chiodi e la Croce, i Santi Dolori del parto, e voi non potete neanche immaginare che dolori sono! Figliuoli, siate coscienti di tutto questo. ...... Ebbene, figliuoli del mio Cuore, voi sapevate bene che mi piaceva anche scherzare mentre parlavo facendo le domande, e ora scherzo con voi perchè mi date gioia <sospiro profondo>, mi fate respirare, ed Io porto ad ognuno di voi il respiro della Croce, l'Alito dell'Amore <Giovanni alita su di noi>: ACCOGLIETELO TUTTI PERCHE' DIO MI PERMETTE DI PARLARE  E DI FARE ANCHE QUESTO. Ma chiedo sempre ad ognuno di voi di alzare la Destra con me <alziamo tutti la Destra>, la Destra Sacerdotale, ma se dico questo, non pensate che siete tutti Sacerdoti: ancora i Tempi non sono Pieni per questo. Dio deve donarvi questo, Io vi ho solo chiamato per Nome e l'invito al Banchetto, e la Piccola Cocciuta viene solo usata per donare il Sangue e la Carne: ma presto comprenderete; i vostri occhi vedranno e comprenderete ogni cosa; e i Tempi di Dio sono lenti come la tartaruga: vi ricordate? parlavo sempre della tartaruga, era un simbolo e lo è ancora per me "è lenta, ma arriva": RICORDATELO QUESTO! Vi chiedo ancora una volta di pregare per il mio popolo; chino il capo come lo china pure Domenico <il Beato Domenico LENTINI>, e mi fermo un pò col capo chino. La Piccola Cocciuta ha avuto molte visioni del Fratello Domenico, del Papa e anche mie. Nel mio popolo ci prendevano con spade e bastoni per non farci passare. Quelle spade e quei bastoni sono aumentati! ma abbiamo già passato la Porta girando le spalle e chinando il capo. Queste parole lasciano un pò a pensare, ma avete capito quello che ho detto?: PREGATE, PREGATE PER IL MIO POPOLO, figliuoli. <breve pausa> Mi amate? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) Mi amate? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) Mi amate? (Tutti) ! (Piccolo Giovanni) ..immolatevi come mi sono immolato Io per amore di Gesù! Lasciate le cose del mondo. Sono diventati tristi i vostri cuori?: Immolarsi e donarsi a Dio non è morire, ma vivere la Gioia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Tu che hai sorriso, Telesfore, ti immoli come mi sono immolato Io? (Telesfore) se mi dai la forza, sì (Piccolo Giovanni) Io non ho chiesto la forza a te quando mi sono immolato! (Telesfore) la devo chiedere a Gesù la forza! (Piccolo Giovanni) e quante volte la chiedi la forza a Gesù! quante volte l'hai chiesta! e Io mi inchino dinanzi a te per tutto l'Amore che mi hai donato!  (Telesfore) Io ti dovrei dire una cosa.. (Piccolo Giovanni) dilla! (Telesfore) cioè, ti dovrei chiedere perdono di tutte le volte che io ti ho fatto soffrire <breve pausa> (Piccolo Giovanni) Io leggevo il tuo cuore, figlio mio, e ti ho sempre amato e perdonato attimo per attimo, e ti dico grazie, perchè mi hai fatto abitare nella Casa del Padre, perchè tu sai bene che non è tua! e la Gioia Piena che mi hai donato è stata Grande! Donami il Bacio del Piccolo Giovanni! <breve pausa> lo hai assaporato? è il mio? (Telesfore) sì, è il tuo! (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dirmi ancora? (Telesfore) ti devo ringraziare per tutto l'Amore che mi hai dato! (Piccolo Giovanni) e Io dico grazie a te, per tutto quello che mi hai offerto e per quello che mi offri ancora, perchè Io ancora sono qui: ABITO CON VOI. Mi vuoi ancora nella tua casa? (Telesfore) certo che ti voglio! ma.. non solo ti voglio: TI VOGLIO NEL  MIO CUORE, come già ci sei! (Piccolo Giovanni) bene, hai capito, Telesfore? sii forte, perchè dovrai soffrire. Sei pronto? (Telesfore) io sono pronto! (Piccolo Giovanni) bene, figlio mio. E la stessa cosa dico ad ognuno di voi: SIATE PRONTI! La Strada del Vangelo, la Strada di Gesù, è Sofferenza e si deve camminare senza scarpe per assaporaLa. Figliuoli, è bello guardare ognuno di voi e amarlo, come ho sempre fatto: vi guardavo, gioivo, vi amavo e vi portavo sempre nel mio Cuore, e vi porto nel mio Cuore: ma vedo e sento che ognuno di voi parla sempre del caro "don Mario". Ricordate che Io sono sempre in mezzo a voi: nei vostri cuori, nelle vostre case; vivo perchè voi mi fate vivere; vivo perchè il Padre mi ha donato il Premio di gioire nella Gloria degli Angeli e dei Santi: E' QUELLO CHE STO PREPARANDO PER OGNUNO DI VOI! Figli, presto gioiremo tutti insieme, ma ora devo lasciarvi. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni, invitandovi a tenerLo nei vostri cuori e a donarLo a tutti: in modo particolare ai vostri nemici. Ora devo ritornare all'Ubbidienza del Padre. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, ho lasciato ardere i vostri cuori con la Parola del Santo Giovanni di oggi. Figliuoli, Io sono qui in mezzo a voi, il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce; è questo il dono che Io vi porto: LA CROCE, e Maria che l'ha partorita prima di abbracciarla Io, ve l'ha donata: IMITATE  MARIA,  PARTORITE  ANCHE  VOI  LA  CROCE  E   SIATE  MAMME  VIVE  DEL  MIO  CUORE  CHE  GRONDA  SANGUE  PER  AMORE. FATELO GRONDARE ANCHE VOI! Ora, preparate i vostri cuori e venite tutti a mangiare: Io ho sete e fame e voglio mangiare con voi, andando a visitare i vostri cari, coloro che si uniscono a questa Santa Preghiera. Figli, liberate i vostri cuori liberando tutto quello che non mi appartiene e venite, perchè lo Sposo è pronto. PREPARATEVI, e gioite, fate festa, perchè Io voglio fare festa con voi. Sposo, porta la sposa. <lunga pausa> Ecco, Io  sono  qui  dinanzi  a  voi. Mi inchino dinanzi ai vostri cuori e vi amo. Vedete la mia Poverta? guardatela: è un bicchiere di Vino e  un pezzo di Pane, e' quello che ho offerto ai miei discepoli; e a voi che siete anche i miei discepoli offro il Calice del Vino e il Pane, che formano il Sangue e la Carne: il Mistero Nascosto che si dona ad ognuno di voi e all'umanità intera. In questo attimo vi chiedo di pregare ardentemente per i miei Figli Ministri, parte eletta del mio Cuore. Pregate in questo attimo, chè il Sangue e la Carne dell'Agnello Immolato sono Vivi e Reali dinanzi a voi. Ecco il mio Sangue. Ecco la mia Carne. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. FATE QUESTO PENSANDO AI VOSTRI NEMICI E AMANDOLI, perchè Io mi sono donato e ho offerto il mio Sangue e la mia Carne per i nemici e per l'umanità intera. Ricordatevi del Mistero Vivo che si è donato per Amore. Bevi, figlia mia <3° grido>. Mangia il mio Cuore. <breve pausa> .... Paolo! .... Mangiate e bevete e donatemi ai vostri figli. Sapete, il carico di papà che portate sulle spalle, sono i vostri figli, quelli presenti e quelli che si uniscono, e il mondo intero: per quelli il peso è grande! Ma ognuno di voi lo porta, perchè siete tutti papà nell'Amore della Croce. E Io sono qui presente, Vivo e Reale,  che mi dono in un Bicchiere di Vino e in un pezzo di Pane. 

 

Beati voi che avete sete.

Beati voi che avete fame, e venite a 

mangiare alla Mensa del Padre.

Benedetti, voi che fate festa col mio Cuore.

Benedetti, voi figliuoli che abitate nella mia Stanza,

e vivete e ascoltate i Battiti del Bimbo 

che abita da sempre nella mia Stanza.

Benedetti, voi che cercate la Quiete

e rimanete in Essa.

Benedetti, voi che siete chiamati a

mangiare al Banchetto dello Sposo.

 

Quale Tesoro doveva donarvi il Padre più Grande di questo?: Il Mistero Vivo, il Mistero del Sangue e della Carne che si dona in ognuno di voi. Figliuoli, sia Piena la vostra Quiete, sia Vivo il vostro Amore, donate a tutti l'Amore che state ricevendo e fate crescere il Bimbo nei vostri cuori. Figliuoli, quando uscite fuori non abortitemi ma fatemi vivere, perchè Io sono il vostro Gesù, il Gesù che vi ha donato la Vita, il Gesù che vi ama, il Gesù che abita dentro di voi e si dona, attimo per attimo. 

 

<la Mamma Celeste canta una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Dormi, Bimbo che non mi appartieni.

Dormi nei cuori dei tuoi figli che

ti hanno aperto la porta.

Dormi e dona la Quiete.

Amen, Amen, Amen, Amen.

 

(Gesù) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta. La mia Croce è Viva ed è bagnata dal Sangue dell'Agnello. Risorgete anche voi nell'Amore e non scandalizzatevi di tutto quello che Io dico,. ma ricordate che sono Papà e un Papà parla col Cuore aperto ai propri figli, lasciando cadere le Gocce dell'Amore, e il mio Amore scende in Pienezza su di voi, sul mondo intero, su di voi che abitate nella mia Stanza, nella Stanza dell'Amore, dove abita il Bimbo e cresce in ognun o di voi. Eccomi, mi avete mangiato e Io ho mangiato con voi e ho bevuto con voi. Il Mistero si è donato e in Pienezza. Ora, quando uscite fuori non gettatemi via; e voi Mamme, non abortitemi ma lasciatemi crescere. Amate e perdonate come Io ho perdonato ognuno di voi. Usate carità verso i vostri nemici e portateli nei vostri cuori, figliuoli. Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Ci sarete tutti quando Io verrò? (Tutti) Sì! (Gesù) Berrete e mangerete tutti quando Io verrò? (Tutti) Sì! (Gesù) ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) figliuoli, vi stringo al mio Cuore e vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete con l'Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, sai bene che dovrai soffrire ancora: porta sulle tue spalle l'umanità (Giulia) col tuo Amore e la tua Grazia, Gesù (Gesù) ora gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI! Filippo!  (Filippo) Sì! (Gesù) anche il tuo Angelo sta cantando le Lodi: FALLO CON AMORE ANCHE TU! Ora, volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna. Questa sera è stato inframmezzato dalla Mamma che ha ripetuto al Bimbo  "CUORE DI MAMMA" per 5 volte> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie. Mi inchino dinanzi a voi e vi dico grazie di tutto quello che offrite al mio Cuore. Allargo le braccia per abbracciare ognuno di voi. Figli, rimanete sempre Pargoli; rimanete sempre piccoli e poveri per essere ricchi di Croce, figliuoli miei. Ora, unite la Catena Santa <breve pausa>; uniteLa nell'Amore, nella Quiete e nella Croce. Quando si unisce una Catena, si segna con la Croce e si porta. Figliuoli, ricordate sempre che siete fatti a mia Immagine e Somiglianza e Io vi amo, e non vi ho lasciati mai un istante da soli. Rimanete nella Gioia, donate la mia Gioia, amate la mia Gioia e vivete nell'Unico Segno del Padre. Preghiamo insieme: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Figliuoli cari: non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. Ricordatelo quando vi presentate dinanzi ai vostri nemici; ricordatelo quando donate la mano al poverello: ABBRACCIATELO, PERCHE' IN QUEL POVERELLO CI SONO IO. Non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. Figli del mio Cuore, ecco la Famiglia di Dio che rimane unita e non si divide ma si dona a larghe misure: FATELO ANCHE VOI! (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, figli del mio Cuore, e aspetto ardere i vostri cuori (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, figli miei, grazie. I vostri passi stanno camminando sulla Linea Dritta, non fermatevi. Amen, Amen, Amen, Amen. Amen Pieno scenda su di voi e sull'umanità intera. (Giulia) Come è bello il tuo Cuore! Gesù.. (Gesù) ..non temere, non cade per terra.. (Giulia) ..lo lasci passare su tutti noi? Gesù. Gesù, il tuo Cuore! Il tuo Cuore.. grazie Gesù! (Gesù) ..vi ho accarezzati col mio Cuore, voi accarezzatemi col vostro. 

 

 

 

        11.   Ven 15/06/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figlioli del mio Cuore, riconciliatevi con la Croce e siate figli, perchè Maria vi ha abbracciati come figli ai piedi della Croce. Ricordate ancora che voi siete morti e non avete respiro senza di me, non potete camminare senza la mia Luce. Figli, Io vi amo e sono sempre pronto ad abbracciarvi e a fare festa quando tornate a Casa. Ma non siano ancora duri i vostri cuori. Ora vi lascio il Santo Giovanni di oggi: ACCOGLIETELO! (Piccolo Giovanni) Con Amore e Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione. ALLELUIA!. Figli, ricordate sempre che il Sacerdozio è di Cristo e non deve essere toccato: GUAI AI FIGLI CHE SI METTONO CONTRO AL SACERDOZIO. Io ho vissuto e vivo solo per Dio e il mio Cuore arde per tutti voi perchè vivete nell'Amore Uno e Trino. Marì e Nicoletto, come Sacerdote vi amo e vi benedico; camminate nella mia Linea, non fermatevi a pensare le cose del mondo; avete Dio come Padre e Lui solo ci dona tutto, perchè è Dio. Io Lo benedico perche mi fa parlare attraverso la mia Piccola Cocciuta: FATELO ANCHE VOI! (Gesù) Bene, figli. Voi, Quattro della Santa Croce, andate ancora avanti e con me benedite il mondo col Segno del Santo Vangelo. Amen, Amen, Amen, Amen. 

 

 

          12.  Dom 17/06/2001, ore 15.15, Stanza  more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore Divino di Gesù, bevi, anche in questa Santa Giornata, i Calici dell'Amore del Cuore di Gesù. Immolati, figlia, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce per l'umanità tutta, per le Mura di Roma. Immolati, figlia, abbracciando la Croce Santa del Cuore di Gesù (Giulia) Mamma, Mamma, cosa c'è in quel Calice? lo tieni chiuso! (Immacolata) ecco, figlia mia, guarda perchè è chiuso! (Giulia) Mamma, è per me quel Calice?  (Immacolata) sì, figlia. Bevilo in questa giornata <1° grido>. (Giulia) grazie, Mamma. (Immacolata) Ecco, figlia, sei curiosa di sapere cosa c'era nel Calice chiuso? ora che hai bevuto e hai assaporato in pieno l'Amore di Dio, donalo al mondo, ai tuoi figli, ai tuoi fratelli, ai tuoi nemici; donalo a larghe braccia (Giulia) sì, Mamma. (Immacolata) Io sono qui, in mezzo a voi, con gli Angeli, i Santi, il mio Gesù, il Santo Servo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; gli Angeli e i Santi fanno da Corona al mio Gesù e ad ognuno di voi, perchè siete discepoli del Cuore della Croce: i discepoli che Gesù ha chiamato uno per uno a camminare dietro di Lui, portando la Santa Croce, facendo festa al suo Banchetto bevendo il suo Sangue e mangiando la sua Carne. E Io vengo come Mamma a sigillare questa Verità col Santo Vangelo, e non vengo a cambiare nulla: vengo a portare l'Amore di Dio così com'è sulla Croce. La Verità zampillante del mio Gesù, del mio amato Figliuolo che si è donato per Amore, ha chinato il capo, ha chiamato i suoi discepoli dicendo "venite a pregare con me", e nell'attesa ha sudato Sangue incominciando a donare il suo Amore Pieno all'umanità: quell'Amore che vi rende Figli di Dio. Ecco, come Mamma quale dono vengo a portarvi? In Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi il Sangue Vivo e la Carne di Gesù, la Parola, l'Amore che scende sull'umanità. Ai figli Ministri, come Mamma e col Cuore aperto, chiedo di accogliere il mio Gesù e di donarlo in Pienezza. Voi, Parte Eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato, siate vivi come è Vivo il mio Gesù che si dona con Amore e a larghe misure, senza fare distinzione. Voi, figliuoli, non guardate il colore della pelle dei vostri fratelli e figli; non guardate se sono per terra o innalzati sul trono. Donate la vostra mano e i vostri cuori aperti ai figli emarginati, ai figli carcerati, ai figli drogati: ecco, se fate questo con amore, potete guardare il Cuore di Gesù e dire "Grazie, Gesù, per avermi chiamato"; e quale Amore più grande, Gesù può aspettare da ognuno di voi? quello di donarsi per i fratelli; perchè Gesù si è donato per ognuno di voi e per il mondo intero. E il Calice che la Piccola Cocciuta ha bevuto è il Calice del Cuore del mio Figliuolo; e bevendolo Lei lo avete bevuto anche voi, perchè attraverso la Cocciuta e il Santo Giovanni di oggi passa il Parto della Croce: il Mistero più grande che state vivendo nella Stanza di Gesù, il Mistero Trinitario, il Mistero che presto comprenderete e toccherete con i vostri.. <breve pausa> mani e vedrete con i vostri occhi. Figliuoli, Io sono Mamma per il "Sì donato", il "" che ha toccato il Cuore del Padre, e toccando il Cuore del Padre, ha lasciato scendere sull'umanità la Pioggia Divina del suo Amore. E come Mamma, chiedo ad ognuno di voi, di lasciare scendere la Pioggia che Gesù ha messo nei vostri cuori: la Pioggia del Perdono, la Pioggia della Carità, la Pioggia del suo Sangue che scende su di voi quando la Piccola Cocciuta vi porta sulle sue spalle, nel Fiume dell'Amore. E' una Pioggia Divina che arriva su di voi e sull'umanità, perchè la Piccola Cocciuta quando cammina porta il mondo intero, perchè Dio l'ha poggiata sulla Roccia. Ebbene, figliuoli cari, vivete l'Amore di Dio che scende su di voi, abbracciando tutti: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera; e non temete niente e nessuno; non abbiate paura del mio nemico: voi siete Roccie, siete stati sigillati con l'Amore della Croce, e niente e nessuno può farvi del male. Il suo strascico di coda sta cercando di portare via anime, ma la Santa Sofferenza, le Sante Spine, i Santi Chiodi che abbraccia la Piccola Cocciuta e ognuno di voi, gli stanno facendo perdere quota. Siate forti nell'Amore, figliuoli, amate e perdonate: solo così potete allontanarlo dai fratelli che incontrate, allontanarlo dalle chiese, perchè è entrato e fa festa, non fategliela fare, ma amate, amate, amate. Io ho amato col Cuore aperto è l'ho schiacciato sotto i piedi: FATELO ANCHE VOI! perchè potete farlo se rimanete Colonne della Croce. Figliuoli, questa è un'altra Goccia che scende su di voi. Tu, Piccola Cocciuta, sai bene cosa devi fare! (Giulia) con la tua Grazia, Mamma.Sì, sò cosa devo fare (Immacolata) ora, metto nel tuo cuore ciò che dovrai fare <breve pausa> (Giulia) sì, Mamma (Immacolata) ricordati figlia mia: ricorda il tuo primo messaggio e stai attenta a non dirlo ancora (Giulia) sì, Mamma (Immacolata) sai bene che dovrai ancora soffrire per Amore del tuo Gesù! vuoi ancora consolarlo? (Giulia) sì, Mamma, lo amo e amo anche te! (Immacolata) lo so, non c'è bisogno che tu lo ripeti! (Giulia) Mammina, c'è il Bimbo, COME E' BELLO!<breve pausa> Sta dormendo, Mamma, bacialo tu!  (Immacolata) Ecco, figlia mia, porta ancora la Croce e accogli tutti i figli che si presentano dinanzi a te con  l'Amore del Vangelo come tu sai fare (Giulia) sì, Mamma (Immacolata) Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Immacolata) ..e ardono, sì, i vostri cuori! Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) ALLELUIA! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un pò. Figliuoli, la Pace di Cristo sia sempre con voi. Oggi, in questa giornata del Mistero Divino di Cristo, come Sacerdote Vivo e Redento dell'Amore dell'Unico Maestro che ha abbracciato la Croce per farci dissetare del suo Amore Infinito, del Mistero del Sangue e della Carne. Quel Mistero che noi Sacerdoti viviamo nell'attimo misterioso di Dio, quell'Attimo d'Amore che scende attraverso le parole del sacerdote e di tutti i figli. Sapete, figliuoli, quando il sacerdote è nel mistero di spezzare il Pane e di alzare il Calice del Vino, anche voi partecipate a far scendere l'Amore di Dio che viene ad abitare dentro di noi. Quale Grandezza? quale Amore poteva donarci il Padre? far diventare Sangue e Carne il proprio Figliuolo, e venire a vivere dentro di noi. Come non possiamo pensare? come non possiamo far parte di questo Grande Amore? viverlo, riceverlo dentro di noi e donarlo agli altri. Cari Pargoli, figliuoli del mio Cuore, perchè soffrite quando il fratello toglie lo sguardo da voi? Sapete bene che Dio non lo fa questo. Il Vangelo è Vivo e aperto a tutti, non è stato chiuso a nessuno, e se qualcuno dei Figli Fratelli, guardano il Vangelo di Dio girando lo sguardo dall'altra parte, e non guardando il figlio, la sorella ed il fratello in faccia, non è sulla Via del Vangelo, ma fuori. E non dovete soffrire ma amare, e donare tutto per riportare il figlio sulla Via della Croce: quella Via che ha abbracciato il Vangelo guardandolo in faccia e stringendolo sul suo Cuore. Ecco dove Io sono stato poggiato: sulla Croce, sulla Roccia e sempre saldo nella Verità, nell'Unica Verità Viva del Gesù che è morto ed è risorto per donarci la Vita e il suo Sangue zampillante. Nessuno può donarci questo: SOLO DIO; e Io ho benedetto Dio perchè mi fa parlare attraverso lo Strumento: LA PICCOLA COCCIUTA. Dicendo questo, non voglio farLa diventare superba! ma dico la Verità della Linea Dritta. Come Sacerdote, ho sigillato la Piccola Cocciuta e il Sigillo del Sacerdozio non viene cancellato da nessuno, lo sapete bene questo. Bene, figliuoli, forse a volte sono lungo nel predicare, come sempre. (Qualcuno) No, don Mario. (Piccolo Giovanni) Ma mi conosco bene, non dovete dirmi voi "Si" o "No", senza offesa a nessuno. Mi rendevo conto che parlavo, parlavo, come faceva il Fratello Domenico; sapete cosa faceva? parlava in Chiesa, finiva di fare la predica sulle vie, e il popolo Gli andava dietro: penso che l'avreste fatto anche voi, se Io uscivo fuori a camminare per le strade e a parlare. Ma è Dio che vuole questo. Io, ripeto, "Sono un povero uomo", come dicevo sempre alla Piccola Cocciuta. Paolo! che sta ardendo nel tuo cuore? cosa vuoi dire? (Paolo) Stavo pensando che questo pomeriggio sei stato più perentorio del solito, più deciso.. (Piccolo Giovanni) ..perchè, prima.. (Paolo) ..più chiaro; non che tu non lo sia stato in precedenza, ma oggi ho notato questa sfumatura.. (Piccolo Giovanni) eh! lo sono stato anche altre volte! (Paolo) Oggi l'ho notato in modo particolare (Piccolo Giovanni) perchè il tuo cuore batteva (Paolo) sì.(Piccolo Giovanni) ....... e aspettatevi altre Feste.. non cattive, ma piene, perchè questa Piccola Cocciuta che ha il Fiume da far uscire fuori, vi farà Festa, sempre con l'Ordine di Dio, perchè non è Lei a fare tutto questo. E nessun altro vuole parlare? (Simone1) ..Basta la sua... voce! (Antonietta) Santo Giovanni di oggi, mi ha telefonato Imma e ha detto di dirvi di pregare per Piero.. <sospiro profondo di Giovanni>  perchè parliamo sempre di te.. (Piccolo Giovanni) ..lo so (Antonietta) ..ti amo tanto <altro sospiro>, Santo Giovanni di oggi, ti amo tanto: arde il mio cuore per te..  (Piccolo Giovanni) ..mi fate commuovere quando dite così! Alla sorella e figlia Imma, Immacolata,.. (Iolanda) <interrompendo Giovanni> Giulia, dì a don Mario che sa quello che Gli voglio chiedere e quello che devo fare! (Piccolo Giovanni) ..digli che gli sono vicino! ..... (Iolanda) ..è don Mario, eh, è don Mario.. quello che io gli voglio chiedere.. .... ((Piccolo Giovanni) ..non preoccupatevi, figliuoli, Io ho gia donato una risposta: figlia mia, sai bene cosa devi fare (Iolanda) ..e c'è un'altra cosa, don Mario, che tu sai già.. (Piccolo Giovanni) ..si, non temere, sii forte. (Iolanda) non lo so se ce la faccio, don Mario, se non mi aiuti tu.. (Piccolo Giovanni) ce la fai, ce la fai, sono Io vicino a te! (Iolanda) ..grazie, don Mario (Piccolo Giovanni) la Croce si deve stringere al petto e fare entrare le spine nel cuore. Ma non ti ho lasciato un'istante (Iolanda) grazie, don Mario (Piccolo Giovanni) devi stare tranquilla e invocare Dio e il Santo Giovanni di oggi, come mi chiamano. (Assunta) Don Mario, sei andato a fare visita a Giorgio? (Piccolo Giovanni) sì, figlia mia! (Assunta) grazie!  (Piccolo Giovanni) non lascio nessuno (Assunta) sei stato tu a fermarlo, don Mario?  (Piccolo Giovanni) è la Volontà del Padre, perchè Io devo stare all'Ubbidienza. Quando si bussa al mio Cuore, Io busso al Cuore di  Maria e Maria bussa al Cuore di Dio. Ma ricordate sempre: SIA SEMPRE FATTA LA VOLONTA' DEL PADRE. Ora non piangere così! (Assunta) ti amo tanto, don Mario!  (Piccolo Giovanni) lo so (Assunta) sei sempre nel mio cuore! (Piccolo Giovanni) ..ma non fatemi commuovere. Dicevo sempre alla Piccola Cocciuta "non farti vedere piangere da me" (Assunta) piango di gioia a volte, don Mario! (Piccolo Giovanni) ..e anche quella mi commuove! (Assunta) Don Mario, vorrei vedere mio marito accostarsi alla Santa Eucaristia, volevo questa grande gioia! (Piccolo Giovanni) dona il tempo a Dio: i Tempi di Dio non sono i tempi vostri, perchè Io sono ormai da Lui. Dovete solo pregare e aprire il cuore alla Volontà del Padre .......(Piccolo Giovanni) Paolo! che vuoi dire ancora? (Paolo) Volevo chiederti, a proposito di attacchi, se ciò che sta succedendo a me è un attacco (Piccolo Giovanni) non è un attacco vero e proprio, e uno stuzzicare, hai capito? (Paolo) ho capito (Piccolo Giovanni)Vedete, figliuoli, voi siete le Fiammelle, come spiegarvi? il perno che si unisce al cuore, e il nemico vorrebbe distruggervi come ha sempre fatto, come ha provato con me, con tutti gli altri. Ma ormai la vite è ben stretta e può solo sfiorarvi: non fermatevi dinanzi a questo ma prendete forza.Hai capito? (Paolo) ho capito (Piccolo Giovanni) e anche voi.. (Alcuni) ..grazie, grazie.. (Piccolo Giovanni) figliuoli, fate la stessa cosa: chè le Fiammelle ardono e devono bruciare: non in senzo cattivo; bruciare nel senso di fare ardere l'Amore e fare esplodere un'esplosione d'Amore: L'AMORE DI DIO CHE ACCENDE IL MONDO, e voi avete questo compito. Iola, hai capito? (Iolanda) ..si, don Mario! Tu sai cosa devo fare? dimmelo tu cosa devo fare, perchè io non lo so.. (Piccolo Giovanni) ..te l'ho già detto prima, figlia mia (Iolanda) grazie, don Mario, dammi tu la forza..  (Piccolo Giovanni) ..non preoccuparti (Iolanda) ..e stringimi tra le tue braccia, don Mario; e che io sappia abbracciare la Santa Croce, come l'hai abbracciata tu.  (Piccolo Giovanni) eh, che devi fare più.. (Iolanda) ..non lo so che.. (Piccolo Giovanni) ..di quello che stai facendo? (Iolanda) non lo so che cos'è questo.. tu lo sai, don Mario.. (Piccolo Giovanni) ..l'hai abbracciata in pieno la Croce: la porti da sempre, dalla tua fanciullezza! Ora non fermarti su quello che sta succedendo! (Iolanda) devo andare avanti, don Mario? (Piccolo Giovanni) sì, figlia mia! (Iolanda) ma  continua ancora? (Piccolo Giovanni) non ti preoccupare: sii salda nell'Amore di Dio. (Iolanda) grazie don Mario, un'ultima cosa.. (Piccolo Giovanni) ..e stai attenta ai figli della perdizione. Stai attenta a chi apri la porta e fai entrare nel tuo nido d'amore: sai bene che Dio ha parlato diverse volte nel tuo nido, ed è rimasto sempre lì, non si è spostato! Poggiati sulla Parola Viva e non temere i rumori del mondo. Tu sei fatta a Immagine e Somiglianza di Dio, e il nemico non può far nulla! (Iolanda) grazie, Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli.I due: PAOLO .... (Paolo) Bè, io ce l'avrei una cosa da dire però non so se sia il caso di dirla qui in questa sede (Piccolo Giovanni) ..è pesante? <dice divertito, e tutti ridono> (Paolo) ma, non è pesante.. bè, molto esplicito non posso essere; se poi vuoi che io lo sia, forse dovrò farlo in privato! (Piccolo Giovanni) ..e fallo in privato! (Paolo) va bene, allora lo farò in privato.. (Piccolo Giovanni) ..perchè se no tutti rimarrebbero a bocca asciutta! (Paolo) eh, infatti..... ... E fate lavorare la Piccola Cocciuta, così sta sempre impegnata. Vedete che sono sempre scherzoso? (Simone1, Paolo e Altri) si.. (Piccolo Giovanni) anche nei momenti che mi fate commuovere, cerco sempre di miscelare l'uno e l'altro, come sempre, e gli Angeli, i Santi e tutto il Paradiso ride con me; e Io mi commuovo sempre di più nel vedere l'Amore Infinito che Dio ci dona attimo per attimo. Quale Mistero stiamo vivendo! vi rendete conto? riuscite almeno un pò ad avvicinarvi? E' Grande il Mistero: è Pieno, ed è Mistero di Dio. Figliuoli, Colonne, voi che portate i Nomi e voi Suorine: RIMANETE  SEMPRE  SALDI  NELL'AMORE  DI  QUESTO  GRANDE  MISTERO  CHE  CI  UNISCE  A  DIO!   Cari Pargoli miei, pregate per il mio popolo! <sospiro profondo> Pregate! Io chino il capo e alzo la Destra, alzatela anche voi: ma questa volta la chino un pò, non su di voi, ma lascio a Dio ciò che deve fare. Non spaventatevi, figliuoli. Piccola Cocciuta del mio Cuore di Sacerdozio Eterno, ti chiedo scusa se stai soffrendo per me e per i figli che ti ho lasciato: ma sai bene che Dio si è poggiata su di te, vai avanti: Io sono sempre al tuo fianco (Giulia) Santo Giovanni di oggi, tu che chiedi scusa? non devi dirmi così! Tienimi sempre per mano; tu sai bene che in ogni istante ti chiamavo e dicevo "stringimi tra le tue braccia di sacerdote e fammi stare in piedi". Ora mi inchino dinanzi a te e te lo chiedo ardentemente: stringimi tra le tue braccia, e porta il mio abbraccio a Gesù! (Piccolo Giovanni) Ah, Cocciuta del Cuore della Croce, dicendo queste parole non tocchi solo il mio Cuore, ma anche il Cuore del Padre: rimani sempre così e porta tutti i tuoi figli nell'abbraccio che hai donato. (Giulia) Ah, dammi la forza. (Piccolo Giovanni) Ecco, figliuoli, l'Amore che brucia è questo: fatelo bruciare tutti quanti. Io ora devo ritornare dal Padre, mandando ad ognuno di voi il Sigillo del Piccolo Giovanni. AccoglieteLo nei vostri cuori e donatelo al mondo! Vi benedico ancora una volta, lasciando scendere su di voi il Sangue Vivo del Gesù morto e risorto, col Segno del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria. ALLELUIA! (Tutti) ALLELUIA! (Immacolata) Bene, figliuoli del mio Cuore. Come Mamma ho preso parte all'Amore Pieno di Dio che è sceso in mezzo a voi, attraverso il Santo Giovanni di oggi; e il mio Cuore gioisce nel vedere anime che si donano per il mio Gesù: anime che lavorano e portano il Pane Vivo ai fratelli! FATELO SEMPRE! Siate coscienti del Raggio di Luce di Dio che scende su di voi e voi voi portateLa all'umanità. Io ora vi lascio,  ma la Piccola Cocciuta, alla fine della Preghiera vi darà qualcosa! Ricordate sempre di tenere alto il Santo Vangelo e la Santa Croce. Vivete nell'Amore, questa Santa Giornata. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore del Sangue e della Carne del mio Figliuolo Gesù, e non cercate altro. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci ancora nel vedere le tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI. Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen.  Rimanga sempre nei vostri cuori l'Amen del Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. 

Dopo l'Apparizione, a fine delle preghiere conclusive, Giulia dona la Benedizione ordinata dalla Mamma Celeste, imponendo il Santo Vangelo sulla testa dei fedeli, segnandoli col Segno della Croce sulla fronte con l'Acqua dell'Amore e recitando la seguente formula:

 

Ecco il Pane dei Cieli,

portaLo con Amore.

 

 

          13.   Giov 21/06/2001, ore 21.04, Stanza, more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi figliuoli  del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l'Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta mia, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati ancora, figlia mia, per l'umanità, per le Mura di Roma, per i figli della perdizione; immolati per i figli che trafiggono ancora il Cuore di Maria! (Giulia) Gesù, dammi sempre la costanza e la forza di sapere gridare il suo "Sì". Donami sempre la tua Croce e i tuoi Chiodi. (Gesù) Figlia, eccoli: abbracciali nel tuo cuore di mamma <bevute e segni di sofferenza sul viso di Giulia>. (Giulia) Gesù (Gesù) come hai fretta di abbracciarli: ECCOLI! <1° grido> Togli i sandali. (Giulia) E' dolce il tuo grido d'Amore (Gesù) assapora ancora <2° grido> (Giulia) Ecco, figliuoli, come è dolce e pieno il "Sì" dei Chiodi. Ecco il "Sì" donato al Padre, per abbracciare la Croce e abbracciare ognuno di voi. Ecco il "Sì" Pieno di Maria: è questo che Io vengo a chiedere all'umanità intera e ad ognuno di voi: IL SI' DELLA CROCE, IL SI' DEI SANTI CHIODI, DELLA SANTA SOFFERENZA PORTATA NEL NASCONDIMENTO E NEL SILENZIO. Io sono qui in mezzo a voi,  con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi come è Viva la Croce, come sono Vivo Io: morto e risorto per Amore e per donarvi la Vita. E siamo qui in mezzo a voi a portare l'Unica Verita: il Santo Vangelo Vivo, il Vangelo dell'Amore, il Vangelo bagnato dal Sangue dell'Agnello Immolato per l'umanità e per ognuno di voi. Figliuoli del mio Cuore, vedete, il mio grido d'amore è dolce, anche se qualcuno di voi si spaventa nel sentire i miei Dolori, i Dolori della Croce, i Dolori del Parto Vivo che passano attraverso il Santo Giovanni di oggi e la Piccola Cocciuta. E voi potete chiedervi: "come possono passare attraverso il Santo Giovanni di oggi se non è più qui?". Figliuoli, Io la Croce la porto ancora per l'umanità, per ognuno di voi, ed è Viva, e i Dolori sono Vivi come siamo Vivi noi. Vedete, figliuoli, lo stare qui per voi è come essere pellegrini: camminare, fare scorrere questo tempo e partire per incontrare la Luce di Dio e la Vita Eterna. E' un passaggio per tutti voi: è il passaggio per la Porta Stretta che porta la Trionfo, all'Amore Infinito, e voi non potete neanche immaginare quale Amore aspetta ognuno di voi: l'Amore che non ha limiti, non ha ne peso ne misure, è Amore, e sulla terra non si può trovare, si incontra quando si è legati al Cuore della Croce e si abbandonano le cose del mondo per fare un tutt'uno col Cuore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore tenero di Maria, Madre mia e Madre vostra. Figli, come si può rimanere fermi e non abbracciare questo Amore che scende dal Cuore del Padre? come non possono vedere i vostri occhi la Luce che vi circonda in questo attimo nella mia Stanza? Vedete, non vengo a cambiare nulla di ciò che è antico, perchè Io sono un Dio Antico: l'Unico Dio, perchè non ve ne sono altri all'infuori di me. E non fermatevi a guardare la Piccola Cocciuta; sapete bene che Lei è solo un mio Strumento dove Io suono, e la Musica scenda dal Cielo dal mio Cuore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Vedete, figliuoli, in questo attimo, attraverso la Piccola Cocciuta, Io lascio passare i Santi Dolori del Parto Vivo <gemiti>. Sei cocciuta, non vuoi gridare! vuoi tenere anche per te i Dolori? (Giulia) perdonami, Gesù, sono dolci <3° grido> (Gesù) Ecco, ora li hai fatti assaporare ai tuoi figli! all'umanità! al mondo intero! e in modo particolare ai Figli Ministri: ai Figli che devono donare all'umanità i Dolori della Croce del Parto che scende attraverso il Mistero. Quando Io mi dono attraverso il Mistero, i Sacerdoti abbracciano nelle loro mani il mio Corpo e il mio Sangue: il Parto Vivo che si dona, il Mistero Nascosto dell'Amore che voi vivete nella pienezza, ed è Grande, e nemmeno potete immaginare cosa stiamo vivendo insieme. Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, e voi che vivete questi Attimi Vivi d'Amore, come potete distrarvi e non ascoltare la Parola Viva? l'Amore che scende dentro di voi? Allontanate i rumori del mondo; distaccatevi almeno per un istante, e fate suonare la vostra musica del cuore. Unitevi in Pienezza al Cuore della Croce. Figliuoli, vedete, in questa serata, Io lascio scendere su di voi un'altra Goccia: LA GOCCIA DEL CUORE DI MARIA, di una Mamma che si china a raccogliere i petali dei fiori per farli cadere su di voi. Sapete cosa sono?: LE GRAZIE CHE LASCIA SCENDERE SULL'UMANITA', SU DI OGNUNO DI VOI; e questa Goccia è una Goccia Grande, è una Mamma che col suo Amore ferma il braccio del Padre.  Riuscite a comprendere tutto questo? e riuscite a capire quanto è grande questo gesto?: raccoglie petalo per petalo e lo lascia scendere sull'umanità, e quel petalo che scende solleva un velo nero che si sta abbassando, e non è poco, figliuoli. Elargite i vostri cuori; aprite la porta e donate il Sì Pieno al Cuore di Maria, affinchè lo può donare al Cuore del Padre. Figliuoli, non tardate ancora, Io parlo a voi e parlo al mondo intero. Amate col cuore i vostri nemici; usate carità verso tutti; perdonate coloro che vi hanno fatto del male, e non violentate i vostri corpi: sapete bene che il Matrimonio è un Sacramento e non va violentato, ma amato con l'Amore del Padre. Figliuoli, voi siete fatti a mia Immagine e Somiglianza, ma se violentate i vostri corpi, cosa fate di me? Rimanete puri nell'Amore Vivo; fate crescere i Fiori che Io mando, fateli vivere, fateli sbocciare e donare il Profumo del Cuore della Croce, sapete bene che nulla viene senza il mio Volere, ma voi non distruggete l'Amore che Io lascio crescere dentro di voi. Vedete, nella mia Stanza c'è il Bimbo che cresce, prega per l'umanità e gioca nell'Acqua dell'Amore, e giocando lascia scendere le Gocce del Piccolo Cuoricino, e nel Cuoricino è segnata la Croce. Figliuoli, ricordate che siete i Tabernacoli del mio Cuore: vivete e camminate nella Via Stretta, tenendo sempre alto il Santo Vangelo. Amen, Amen, Amen. Telesfore! perchè fai così rumore? non ascolti la mia Parola? sei distratto in questa serata? cosa ti distrae? GUARDA LA CROCE, FIGLIO! Bene, figliuoli, vi chiedo sempre: mi amate, voi(Tutti)(Gesù) mi amate, voi(Tutti)(Gesù) mi amate.. (Tutti) Sì  (Gesù) ..come Pietro? (Tutti)(Gesù) e siete pronti.. (Tutti)(Gesù) ..ad abbracciare i Chiodi? (Tutti)<breve pausa> (Gesù) Figliuoli, avete guardato le mani della Piccola Cocciuta quando abbraccia i Chiodi? riuscite ad immaginare come sono? <breve pausa> rispondete! (Tutti)(Gesù) ..e siete pronti? (Alcuni)(Altri) ..con la tua Grazia, Gesù (Gesù) ..e se Io vi chiedo "siete pronti", pensate che la mia Grazia non scende? (Tutti)(Gesù) Ricordate che conosco i cuori di ognuno di voi e vi amo, vi amo, e chino il capo, ma non per voi, ma per l'umanità che non guarda e non vuole ascoltare il Grido dell'Amore. Pregate, pregate per le Mura di Roma, pregate per il Papa. Figliuoli, voi non conoscete ne l'ora e neanche il giorno che Io verrò: ma vi invito a vigilare, a essere pronti per gioire nell'Amore Pieno. Ma pregate e portate sulle vostre spalle tutti i figliuoli che non mi conoscono, che non vogliono guardare il Legno della Croce, e non vogliono assaporare il Vangelo Vivo: CARICATEVI, PORTATE IL PESO DEI VOSTRI FRATELLI, amandovi gli uni gli altri, figli. Ora, volete ancora ascoltare il Santo Giovanni di oggi? (Tutti)(Gesù) Volete ardere? (Tutti)(Gesù) Io lo mando sempre! Sta a voi decidere cosa volete fare! Siete convinti.. (Tutti)(Gesù) ..che è Vivo e Reale come lo sono Io? (Tutti)(Gesù) tutti? (Tutti)(Matteo) Aumenta la fede! (Gesù) Bene, figliuoli, la Fede è la Croce, e non si è mai divisa: volete dividerla? (Tutti) No (Gesù) andate avanti! Ora lascio ardere i vostri cuori, vi lascio il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio vuole. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Bene, Pargoli del mio Cuore, benedite e lodate Dio per le Meraviglie dell'Amore che lascia scendere in mezzo a noi. Il mio Cuore, in questa serata è triste, ma non per voi, è triste per l'umanità, è triste per i miei Confratelli, nel vedere quanto Amore Dio ci dona e non accoglierLo! gettarLo via! far trionfare il nemico e mettere nel cassetto la Parola Viva che scende e arde. Scende e porta i Frutti dell'Amore che bruciano, e sapete bene che a bruciare è solo il Fuoco dello Spirito Santo, non il fuoco del mondo: QUELLO DISTRUGGE! Figliuoli, Io sono qui in mezzo a voi per Volere di Dio, e gioisco quando mi lasciano parlare! Vorrei solo vedervi carichi dell'Amore di Dio, uniti come figli e fratelli; uniti nella Famiglia di Dio che ha un solo punto fermo, ed è il Santo Vangelo, la Croce, i punti che Io vi ho sempre donato con chiarezza. Non c'è Amore, non c'è Fede, non c'è Preghiera se non si è fermi sulla Croce.  Non si può camminare allo sbaraglio, cercando un gesù, un dio lontano, se non si è poggiati sulla Croce e sul Santo Vangelo. Vedete, Io sono stato e sono in mezzo a voi perchè Dio ha voluto così, e il Sigillo che Io ho donato nella Parola Viva di Dio veniva dal suo Cuore e viene dal suo Cuore. Come Sacerdozio Vivo ed Eterno ho camminato e cammino con voi nella Linea Dritta del Santo Vangelo: non dovete essere titubanti, e neanche a mezze misure, perchè Dio ha una sola misura e quando parla attraverso un'anima, parla nella Pienezza e dona tutto nella Pienezza della Croce e del Santo Vangelo. E' questo che Io vi ho insegnato: "Se venite nella Stanza di Gesù e non trovate il Vangelo Vivo, andate via", ma il Vangelo è Pieno ed è Vivo; "Se venite in questa Stanza a cercare miracoli, andate via", l'unico Miracolo è la Croce, è la Santa Sofferenza accettata con amore: ve l'ho sempre gridato; e quello che dicevo alla Piccola Cocciuta: "Se ti chiedono miracoli, mandali via", e Lei chinava il capo e diceva "chi sono io da fare miracoli? E' Dio che concede i Miracoli", e Dio ce li sta donando attimo per attimo i Miracoli del suo Amore, del suo stare in mezzo a noi come Padre, e cosa cerchiamo ancora? cosa deve fare Dio ancora per ognuno di noi? Il mondo, il paradiso che Dio ci ha donato, lo stiamo distruggendo noi: nell'odiare il fratello, nel cercare un dio che fa scorrere miracoli, distaccandoci dal Legno della Croce per abbracciare le gioie del mondo;e cosa troviamo in questo mondo? Dio no! E' giusto quello che sto dicendo? (Tutti) (Piccolo Giovanni) o qualcuno ha da rimproverarmi? <breve pausa> non sento nulla! (Alcuni) nessuno t'accusa! (Rocco) tutto giusto! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, voi dovete vivere nell'Amore Pieno del Santo Vangelo. Dovete donarvi ai vostri figli, ai vostri fratelli, nella misura che Dio dona ad ognuno di voi, e ognuno di voi porta un Nome Nuovo, ma quei Nomi non vi fanno ne re,  ne maestri e neanche presidenti: i Nomi vi fanno croce per portare la Croce nel mondo, la Croce di Gesù. E quale premio Dio poteva donarvi? vi ha donato un Nome per rendervi Legno, quel Legno che non si piega ma rimane dritto. Non calpestate i Nomi che portate e non mettetevi al primo posto, ma all'ultimo, perchè la Croce è silenziosa ma attira: è come una calamita che attira anime e le porta al Cuore di Dio, e voi siete stati scelti per portare anime al Cuore di Dio;  dovete lavorare! e sodo!  non lasciatevi confondere dal nemico "io ho avuto questo Nome, devo farmi grande!": siate gli ultimi, i servitori di tutti. Avete capito? (Tutti)(Piccolo Giovanni) Ma ricordate che i vostri Nomi brillano nei Cieli! sulla terra dovete solo donare la Luce di Dio, l'Amore di Dio, la Pace di Dio, la Quiete di Dio. Voi, Colonne, voi che avete il carico più pesante, volete rispondere con me al "Sì" dei Chiodi? (..... Paolo, Telesfore) Sì! (Giulia) Sì! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, vi chiedo un'altra cosa: Chi di voi ha dei dubbi che Io sono Vivo e parlo? <breve pausa> aspetto! <breve pausa> non sento nulla! (Alcuni) no (Giacomo1) non ne abbiamo (Mosè) nessuno di noi (Tommaso) ..vogliamo sentire più vicino il tuo Cuore (Piccolo Giovanni) lo sono sempre. Matteo! cosa mi dici? (Matteo) in macchina stavamo parlando, con Girolamo.. (Piccolo Giovanni) dimmi di cosa.. (Matteo) che se eravamo nello sbaglio, ho detto "don Mario fermerà la macchina".. tu non la fermi mai, vuol dire che siamo sulla retta via (Piccolo Giovanni) e chi ti ha detto che eri nello sbaglio? (Matteo) se tu sei vicino capisci.. capisci bene su cosa mi riferisco..riguardo al tuo Testamento!  (Piccolo Giovanni) cosa c'è che non va nel mio Testamento? (Matteo) da come ho capito io, tu hai tracciato un albero.. (Piccolo Giovanni) cosa?.. (Matteo) ..tu sei la radice.. (Piccolo Giovanni) ..cosa ho tracciato? (Matteo) ..un albero! (Piccolo Giovanni) spiegami cosa significa (Matteo) ..dove tu sei la radice, i tuoi familiari il tronco, noi siamo i rami e il frutto..  (Piccolo Giovanni) ..Io non ho lasciato nulla ai miei cari! Io ho lasciato tutto a Dio! Ora sei contento? (Matteo) ..ma li vedo coeredi nella terza parte.. (Piccolo Giovanni) ..no, figlio mio, hai letto male: leggilo col cuore il mio Testamento! Io ho lasciato tutto a Dio e ho messo i tre Nomi, dove loro non sapevano nulla!  (Matteo) poi, un'altra cosa, don Mario.. (Piccolo Giovanni) dimmi (Matteo) ..quando c'è amore non si va da un legale.. la Sacra Scrittura dice che non bisogna mai consegna i fratelli.. (Piccolo Giovanni) ..ORA OFFENDI ME! perchè sono stato Io a mandare le mie Colonne!  (Matteo) ..ma nella Stanza, tu avevi detto che non volevi dare neanche l'assoluzione ai tuoi familiari quando, per motivi di controversia, per un pezzo di terra, per qualcosa, andava.. sono andati a finire da un legale.. (Piccolo Giovanni) non ho detto questo Io! (Matteo) più volte l'hai ripetuto! (Piccolo Giovanni) no, figlio mio, tu non conosci i cuori e gli animi dei miei cari, ma Io li conoscevo prima e li conosco adesso, non puoi dire questo! Il mio Testamento è Vangelo!.. (Matteo) ..lo so che è Vangelo.. (Piccolo Giovanni) ..e come puoi tu cambiarlo? (Matteo) ..ma io non lo voglio cambiare, leggendolo attentamente ho capito questo.. (Piccolo Giovanni) NO HAI LETTO ATTENTAMENTE, figlio mio! (Matteo) ..perchè nella terza parte dici: i miei eredi saranno i Piccoli Giovanni, fratelli, sorelle e nipoti che mi hanno seguito.. (Piccolo Giovanni) ..e chi mi ha seguito? (Matteo) ..ma quando io ti telefonavo a casa tua, stavi da tua sorella che ti dava da mangiare.. (Piccolo Giovanni) Io gli davo i soldi per mangiare, non lei dava da mangiare a me! (Matteo) quando parlavo dei messaggi, tu mi dicevi che i messaggi tuo fratello li scriveva al computer, e gli davi tu i dischetti.. (Piccolo Giovanni) ..per farmi contento!.. (Matteo) ..e non era apostolo?  (Piccolo Giovanni) no, figlio, no! per farmi contento e poi ridere dietro le mie spalle! Ora sei contento di avere aperto un'altra ferita nel mio Cuore? Non è un rimprovero! (Matteo) Don Mario, tu lo sai che io ti ho voluto bene, ti ho seguito in vita e mi sono donato e ti ho amato..  (Piccolo Giovanni) e ora, cosa vuoi fare? (Matteo) ..ora, sono un pò confuso, ecco perchè ho detto "aumenta la fede", perchè la fede, sai benissimo che viene dalla Croce, come bene hai detto..  (Piccolo Giovanni) ..e (Matteo) ..ed è un dono gratuito di Dio, accompagnato dalla carità. Io voglio usare Carità e.. aumentami la fede..  (Piccolo Giovanni) la Carità va sempre usata come la uso Io con i miei cari: potrei anche dire tutto quello che ho dovuto sopportare, e tutto quello che mi stanno facendo in questo attimo, potrei parlare! ma uso Carità, figlio! Sei convinto? (Matteo) ..tu hai detto una volta, don Ma'.. scusami se uso sempre parlare.. (Piccolo Giovanni) ..ti lascio libero (Matteo) ..una volta hai detto che Sacristi significa "Vescovo: sorveglianti del gregge"; è cioè una grossa responsabilità che certamente tu non.. soprattutto per il Testamento.. che è la parte che più ci tengo al cuore.. che per me è come il Testamento della Croce..  perchè se andiamo in errore.. i frutti dell'amore..   (Piccolo Giovanni) ..TU STAI PENSANDO DI ANDARE NELL'ERRORE! Io non sono andato nell'errore! I miei Quattro hanno capito bene quello che devono fare, e sono Io a dire loro cosa devono fare! Ora, tu vuoi darmi comandi? (Matteo) no! sia fatta la tua Volontà! (Piccolo Giovanni) e allora cammina sulla linea dei Quattro, figlio, e sii in pace col tuo cuore, perchè non stiamo facendo nulla di sbagliato: Io ho lasciato tutto a Dio. I miei cari: ti chiedo solo di  pregare che Dio usi Misericordia. Ora ti ho detto tutto....... sapessi quanti discorsi a Thurio ho dovuto digerire, e ora questo non me lo aspettavo! .....non voglio offendere nessuno, ma voi non potete neanche immaginare quanto sofferenza.. quanto ha pianto il mio Cuore nell'essere sempre contestato da tutti, in modo particolare dai miei cari, e.. <sospiro profondo> mi piange il Cuore! ........ ..una Spada che ha trafitto .........sono Gocce che scendono dal Cuore di Dio. Paolo! cosa arde dentro di te? (Paolo) ..SONO AMAREGGIATO! <sospiro profondo di Giovanni>  Sono amareggiato perchè.. per quello che è stato detto poc'anzi. Io ti devo dire, anche se tu lo sai <sospiro profondo di Giovanni>, che questa sera ero un pò giù.. (Piccolo Giovanni) ..lo so (Paolo) ..per i problemi pesanti.. (Piccolo Giovanni) si (Paolo) .. tu mi capisci, no? (Piccolo Giovanni)(Paolo) ogni tanto mi vengono questi momenti.. (Piccolo Giovanni) si (Paolo) ..però, io per primo, so che alla fine li supero. (Piccolo Giovanni) Si. <breve pausa> Ora ti sei commosso? (Paolo) ..un pò. Ebbene, dopo quello che ho sentito, è come se qualcuno mi avesse dato un pugno al cuore.. <sospiro profondo di Giovanni> e ti ho.. ti ho amato come non ti ho mai amato. (Piccolo Giovanni) Lo so,  ma il figliuolo mi ama pure! (Paolo) lo so! (Piccolo Giovanni) e solo che pensa che stiamo facendo qualcosa di sbagliato. (Paolo) Però c'è una cosa! (Piccolo Giovanni) si (Paolo) Tu hai sempre detto che noi siamo sulla giusta strada.. (Piccolo Giovanni)(Paolo) ..e chi crede in te, chi crede in quello che dici, deve credere al di là del razionale che quello che dici è giusto! O mi sbaglio? (Piccolo Giovanni) si, per quello ho chiesto se qualcuno era "convinto" che Io sono Vivo e parlo. Ho fatto la domanda prima che Matteo parlasse, ma non mi ha risposto prima. Ma non temete, il suo animo lo conosco: è buono, ma ha paura di sbagliare! Ma come ha detto che mi ama, mi ha sempre amato! Ora, di più deve amarmi e camminare e lottare sulla mia Ultima Volontà scritta da me. Io ho chiesto l'Ultima Messa ai miei cari, ma non vogliono celebrarLa! Non vogliono far festa ne con me ne con i tre Nomi che Io ho lasciato con le mie mani tremanti e con le lacrime agli occhi. Cosimo caro, sacrista, aspetta il tempo della parola "Vescovo", ancora non è arrivata. Figlio mio, è turbato il tuo cuore? (Matteo) no.. (Piccolo Giovanni) ora.. (Matteo) ..è più gioioso di prima! (Piccolo Giovanni) ..sei riuscito a capire quanto ho dovuto soffrire? riesci a comprenderlo? <breve pausa> non mi rispondi? (Matteo) sì, ti capisco.. (Piccolo Giovanni) ..e vai avanti, e porta il Seme del mio Amore all'umanità! E tu, Filippo! cosa pensi? (Filippo) ..non lo so, don Mario, sono un pò confuso.. (Piccolo Giovanni) ..perchè sei confuso? (Filippo) ..su quella parola che sta scritta "non ci siano contese".. (Piccolo Giovanni) ..sulla parola? (Filippo) ..che sta scritta "non ci siano contese per tutti", e quel "grazie".. (Piccolo Giovanni) ..nel prendere i piccoli oggetti! (Filippo) ah, solo questo? (Piccolo Giovanni) avete capito cosa volevo dire? E' questo il significato "non ci siano contese tra di voi", nel prendere i piccoli ricordini, i piccoli oggetti, il resto è di Dio: non è ne della Piccola Cocciuta e neanche di Telesfore e di Pietro, ma di Dio. Penso che sono stato abbastanza lucido nel parlare, o qualcun altro vuole contestare il mio Testamento? <breve pausa> aspetto! <sospiro profondo>  (Tommaso) no! (Piccolo Giovanni) nessuno vuole più parlare? (Giacomo1) <dice tra le lacrime> voglio dire solo che ho pianto per queste cose stasera, don Mario, mi sono sentito male..(Piccolo Giovanni) ..ho pianto.. (Giacomo1) ..per questi rimproveri.. (Piccolo Giovanni) ..ho pianto anch'Io, ma non temete figliuoli: la  Croce  va abbracciata  con  tutti  i  Chiodi  e  le  Spine,  e  Io  l'ho  abbracciata  da  sempre.. e imparate anche voi ad abbracciarla con i Chiodi e le Spine, se no non è Croce. Matteo!  (Matteo) dimmi (Piccolo Giovanni) vuoi dirmi qualche altra cosa? (Matteo) ti sto aspettando a casa mia! (Piccolo Giovanni) perchè, non mi vedi? (Matteo) no (Piccolo Giovanni) ci sono tutti i giorni, e se mi ascolti col cuore.. (Matteo) ..ai Santi niente è impossibile, don Mario.. (Piccolo Giovanni) ..con l'Ordine di Dio: tu sai bene che Io devo stare all'Ubbidienza di Dio! Ma non pensare che Io vengo a giocare: Io sono sempre nella tua casa come in tutte le case dei miei figliuoli, ma i suoni devono andare sulla stessa onda per ascoltarmi, e la mia onda è la Croce; LO SAI DA SEMPRE QUESTO! Io sono tutti i giorni con te, attimo per attimo, come nei cuori dei tutti. (Antonietta) Infatti, io vi chiamavo sempre oggi, don Ma'.. stai sempre vicino, sai tutto, no, di quello che ho passato oggi! (Piccolo Giovanni) sì, lo so, ma non temere (Antonietta) ..l'ho offerto tutto a Gesù (Piccolo Giovanni) ..vai avanti, figlia (Antonietta) ..con tutto il cuore.. (Piccolo Giovanni) ..ama sempre come tu sai fare! (Antonietta) grazie. (Piccolo Giovanni) ..come mettevi tutto nel mio cuore.. (Antonietta) sì.. (Piccolo Giovanni) ..fallo ancora.. (Antonietta) ..e l'ho fatto anche oggi, a chiamare Papà, la Mamma e anche a te (Piccolo Giovanni) bene! (Antonietta) ..e ho messo anche la firma per arrivare qua stasera, perchè il mio cuore arde d'amore per tutti quanti.. (Piccolo Giovanni) ..non c'è bisogno di dirlo: LO SO GIA'. E cosa devo dirvi, figliuoli? Sarete ancora perseguitati a causa del Nome di Gesù, e anche del mio Nome, perchè Dio mi fa parlare e sarete perseguitati, ma non temete niente e nessuno. Alle domande che hai fatto, Paolo, ti risponderò in privato! Sei contento così? (Paolo)(Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, ricordate che siete un'Unica Famiglia: la Famiglia del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria. Non disperdetevi, non permettete al nemico di trascinarvi nella sua rete. Il Mistero che stiamo vivendo è Grande, e il nemico vorrebbe distruggerlo: siate forti, siate vigilanti, la Fiammella fatela ardere sempre e aggiungete l'olio, figliuoli, l'Olio di Dio che è l'Amore, la Preghiera fatta col cuore. Ora, vi chiedo ancora di pregare per il mio popolo, e di non dubitare delle mie Parole: ricordate che sono sempre Sacerdote, e alzo sempre la Destra con ognuno di voi. ALZATELA! tenetela alta e Io la chino come Sacerdote e Santo Giovanni di oggi, come Dio vuole. Ora, preparate i vostri cuori per il Banchetto che il Padre ha preparato per ognuno di voi, senza fare distinzione, e per i figli che si uniscono al Banchetto del Padre. Il Padre fa festa per tutti i figli che si avvicinano: FATE FESTA ANCHE VOI, togliendo tutto quello che non appartiene a Dio dai vostri cuori. E ricordate: DIO SI DONA AL BANCHETTO DELL'AMORE, è il Mistero Vivo, e Io l'ho vissuto e lo vivo con voi nell'Amore Pieno; e siate coscienti, siate coscienti, SIATE COSCIENTI, che Dio parla, e Io che sono nelle sue braccia, vi dò il Sigillo del Piccolo Giovanni: ABBRACCIATELO CON AMORE E CON AMORE DONATELO AL MONDO. Ricordate che nella Stanza di Gesù siete tutti Figli e Fratelli della Croce, e la Croce è stata bagnata dall'Unico Gesù che Dio ci ha donato, e non ve ne sono altri. Ora, Io ritorno all'Ubbidienza del Padre. Lodate e benedite Dio per tutto questo, figliuoli. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, figliuoli, l'Amore del Padre lascia scendere queste Gocce su di voi, e sono sostanziose. Come Padre vi amo, e vi invito sempre ad amare e a ricordare che siete miei figli, e solo Io decido cosa devo far scendere su di voi. Non potete comandare Dio e dare ordini: potete solo bussare nel giusto del Vangelo. E il Santo Giovanni di oggi è nel giusto del Vangelo, è sulla Linea Dritta, che ciò che ha lasciato e lascia viene dal mio Cuore, perchè Io l'ho mandato in mezzo a voi. Non  fate  mai  l'errore  di  prendere  il  posto  di  Dio. Non giudicate, perchè allo stesso modo sarete giudicati. Dio è Padre e ha il Libro in mano: RICORDATELO. Non fatevi trascinare dal mio nemico. Il Vangelo è bagnato dal Sangue dell'Agnello e quel Sangue non lo può toccare nessuno. Ricordate queste cose, figliuoli, parlo a voi e al mondo intero, e nella mia Stanza alzo il mio dito perchè posso farlo: come Padre non devo chiedere l'ordine a nessuno di ciò che devo fare; rimanga impresso nei vostri cuori, figliuoli. Chi di voi può superare il Volere di Dio? ebbene, nessuno, solo Dio!  Ora, preparatevi perchè lo Sposo è qui, e ha sete e fame e vuole magiare con ognuno di voi, far Festa: Festa Piena, senza riserve, figliuoli. Tu, Cocciuta, sei pronta per soffrire ancora? (Giulia) Sì, sono pronta (Gesù) e vieni. Sposo, porta la sposa. <lunga pausa> Ecco, sono qui dinanzi a voi e vi guardo. Il mio Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo è Pieno, e scende nei vostri cuori attraverso un bicchiere di Vino e un pezzo di Pane, attraverso il mio Sangue e la mia Carne. Ecco, Io ho detto ai miei discepoli "Ogni volta che bevete e mangiate, ricordatevi di me". Ecco il mio Corpo e il mio Sangue. Ecco l'Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo e si dona all'umanità intera. Figliuoli, ecco l'Amore che Io ho lasciato scendere dal Legno della Croce per l'umanità, è qui dinanzi a voi: il mio Sangue e la mia Carne. Venite tutti a fare festa al mio Banchetto. Bevi, anima mia <4° grido>. Mangia il mio Cuore <breve pausa>. ....Paolo! Filippo! Matteo! <breve pausa> Bevete. <breve pausa, poi ad ognuno di loro distribuisce un pezzo del suo Corpo> Mangia. Mangia. Mangia. Mangia. Donatemi! Donatemi! Donatemi! Donatemi! ....... Bevete. <breve pausa, poi ad ognuno di loro distribuisce un pezzo del suo Corpo>Mangia. Mangia. Mangia. Mangia. Donatemi! Donatemi! Donatemi! Donatemi! Ecco il mio Amore Trinitario che si dona attraverso i Figli Sigillati nell'Amore della Croce. Ecco la mia Verità che si spezza nelle mani. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il Cuore del Padre, ecco il Cuore del Figlio, ecco il Cuore dello Spirito Santo uniti al Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Beati coloro che ascoltano, amano e vivono la Parola di Dio che scende in mezzo a voi. Beati voi che mangiate alla Mensa del mio Amore. Fate festa e gioite della Gioia Piena del mio Cuore che è Vivo e Reale in mezzo a voi. Figli, non fate confusione del Mistero del mio Cuore che si dona ad ognuno di voi.    

 

<la Mamma Celeste canta una dolce Melodia in lingua sconosciuta e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Cuore di Mamma, Cuore di Mamma,

Cuore di Mamma, Cuore di Mamma,

Cuore di Mamma, rimani e dona la Quite.

Dona la Quiete e la Croce.

 

<la Mamma Celeste continua la Melodia  e intona la seguente Lode al Bimbo>

 

Oh, mio Unico Vero.

Oh, Unico Tesoro dell'Anima mia.

Oh, tu Bimbo.

Oh, Dio Bambino che sei venuto

a portare la tua Acqua di 

Vita nel mio Cuore,

Oh, tu che zampilli e doni la Vita,

riempi il mio Cuore, riempiLo

con i Santi Dolori del Mistero Nascosto.

Riempilo col Calice del Divino Amore,

e fa che possa donarlo all'umanità,

come tu ti sei donato. 

Amen, Amen, Amen.

 

(Gesù) Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è Piena ed è Risorta nell'Amore dei Dolori, nell'Amore della Croce, nell'Amore del Santo Parto Vivo e Reale in mezzo a voi. Figli, Io sono il vostro Gesù, il Gesù della Croce, il Gesù morto e risorto per donarvi la Vita Eterna; il Gesù che avete mangiato, fatelo crescere dentro di voi: non abortitemi, figliuoli. Quando dubitate mi abortite. Non fate passare il mio nemico nei vostri cuori, nelle vostre case; sapete bene che nella mia Stanza non gli è permesso entrare: Io sono pronto a coronarlo se si inchina dinanzi alla Croce, ma vi chiedo di non fare i maestri ma i servitori di tutti, perchè Io sono venuto a servire, non a essere servito. Io sono venuto nella Povertà e la mia Capanna è il cuore di ognuno di voi, figliuoli. Ora io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Mi amate, voi?  (Tutti) Sì! (Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) Sì! (Gesù) Mi amate, voi? (Tutti) Sì! (Gesù) Io vi amo e vi sigillo con l'Unico Sigillo del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, Madre mia e Madre vostra. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, sai bene che dovrai ancora soffrire e portare sulle spalle tutti i tuoi figli nel Fiume Santo dell'Amore (Giulia) Sì, Gesù! Dammi la costanza e la forza. (Gesù) Sai bene cosa devi farte, figlia, stringiti alla Croce e sii sempre più cocciuta, e grida quando sei nel giusto del Vangelo. Porta il peso di tutti i tuoi figli. (Giulia) Sì, Gesù! (Gesù) Ora, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI! (Giulia) Grazie, Gesù, grazie! Perchè piangi, Gesù? Perchè piangi? Ti ho fatto soffrire Io? (Gesù) Cocciuta, piango di gioia, perchè dici sempre "grazie" e consoli il mio Cuore con i tuoi "Sì". (Giulia) Non sono niente e nessuno, Gesù! (Gesù) Ah, sei la mia Piccola Cocciuta, l'hai dimenticato? (Giulia) No, Gesù! (Gesù) bene, figlia. Volete cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti)<Canto della Ninna Nanna> (Giulia) Ti amo, Gesù! (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Sapete, quanto cantate la Ninna Nanna della Mamma Rosa, Giovanni ride e piange di gioia, e culla ognuno di voi, come Pargoli abbracciati al suo Cuore: VEDETE QUANTO VI AMA? Culla anche te, Cocciuta. (Giulia) Gesù, non meritiamo tutto questo (Gesù) Ma Io conosco i vostri cuori! (Giulia) Gesù, ti amo! Rimani sempre con noi! (Gesù) Sei insaziabile (Giulia) Gesù, perdonami! (Gesù) Bene, figliuoli, ora unite la Catena Santa e pregate lentamente con la Preghiera che Io vi ho insegnato, la Preghiera del padre che unisce l'Amore del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato di Maria: tutto potete ottenere pregando con la Preghiera del Padre, ma dovete chiedere nel giusto del Vangelo. Sapete, un Papà non fa mancare nulla ai propri figli e si dona, si dona, senza misure: voi donatevi ai poverelli, agli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, non lasciate nessun figlio senza il mio Pane. Ma ricordate: Io sono Dio. Ora preghiamo: <recita del Padre Nostro. Giulia con noi:  “non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen”,  2 volte>. Ecco, figliuoli cari, sono stato un pò duro in questa serata a donare le risposte? <breve pausa> rispondete! (Tutti) No! (Gesù) era nel giusto del Vangelo? (Tutti) Sì! (Gesù) o ero fuori il Vangelo? (Tutti) No! ..... (Giacomo1) non puoi sbagliare! (Gesù) vi chiedo questo perchè ognuno di voi cammini sempre nel Vangelo della Croce, nel Vangelo dell'Agnello Immolato, perchè Io non vengo a cambiare nulla ma a scaldare i vostri cuori, perchè Io sono Papà, e un Papà ai propri figli dona l'Amore ma dona anche la Croce da portare, perchè senza di Essa non si può arrivare a gioire. Ricordatelo: è la sofferenza che fa gioire i vostri cuori e brillare i vostri Nomi. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. TI AMO PAPA'. (Gesù) Vi amo anch'Io, figlioli e aspetto (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, Perle del mio Cuore, ho pianto un pò con voi, ma d'Amore. Ora andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto, l'Amore che vi ho donato, l'Amore del mio Cuore. Amen, Amen, Amen, Amen. Amen Pieno rimanga nei vostri cuori, figli. (Giulia) Come è grande il tuo Cuore! 

 

 

        14.   Ven 22/06/2001, ore 10.40, stanza del venerdì, orale

in crocifissione

"Parla Gesù al mondo: Figli, Io sono il Signore Dio vostro e non ve ne sono altri. Chi mi ama, prenda la propria Croce sulle spalle e mi segua, perchè Io passo gettando il mio Seme; per chi Lo raccoglie e Lo fa crescere e ne dona ai fratelli, fa parte del mio Banchetto e fa Festa con me; per chi non vuole ascoltare la mia Parola, Io uso ancora Misericordia perchè sono Padre, ma sono anche Giudice, e presto il grano e la zizzania vanno divisi. Figli, non fate i sordi ma rispondete, perchè Io sto parlando con Voce di Giubilo. Ora vi lascio il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, vi porto la mia Santa Benedizione. ALLELUIA!. Figli del mio Cuore, vi invito a vivere secondo il Vangelo. Figli, non prendete il posto di Dio e non fatevi confondere dai miracoli. Quando fate qualcosa benedite Dio e dite sempre "io sono un servo inutile", Dio conosce ogni vostra azione, ma state attenti a non diventare superbi e voler capire il Mistero Nascosto. Tu, Cocciuta del mio Cuore, soffri ancora con me: sai bene che il Parto passa attraverso di noi, non fermarti, figlia mia. (Giulia) Sì, Gesù. Sì, Santo Giovanni di oggi. (Gesù) Voi, Quattro della Santa Croce, camminate con me e con me benedite il mondo con la Croce Tremenda. Amen, Amen, Amen, Amen.   

 

         15.   Dom 24/06/2001, Stanza, more solito

Qui di seguito i messaggi:

 

a) Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.45)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Croce del Cuore Divino di Gesù, bevi, anche in questa giornata i Santi Calici del tuo Gesù e immolati, figlia mia, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Immolati per i Grandi del mondo; immolati per le Mura di Roma, figlia mia, immolati per i miei Figli Ministri parte eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato di Mamma. Figlia, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali in mezzo a voi. (Giulia) Mamma, posso fare gli auguri, da parte mia e da parte di tutti, al Santo Giovanni di oggi? (Immacolata) Si, figlia, e Io e Giovanni doniamo gli auguri ad ognuno di voi: Siate Giovanni e gridate la Verità del Santo Vangelo. Il Vangelo è Uno solo, ed è bagnato dal Sangue dell'Agnello: ricordatelo sempre, teneteLo alto, perchè Io vengo a portarLo, e non vengo a cambiare nulla di ciò che è antico. Figliuoli del mio Cuore, ecco, Io sono qui in mezzo a voi per Volere di Dio Padre. Vi invito, figliuoli, a camminare secondo la Parola di Dio, a seminarLa, a farLa crescere e moltiplicarLa nel Nome di Dio, dell'Unico Maestro che è Vivo ed è in mezzo a voi nell'Amore Trinitario del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Figliuoli cari, Io sono qui, come Ancella del Signore, mi inchino dinanzi ad ognuno di voi e all'umanità. Il Parto è ormai sceso sull'umanità e passa attraverso di voi, attraverso i miei Strumenti che suonano l'Unica Melodia del Cuore del Padre e cammina sulla Via Stretta che porta all'Amore Infinito, alla Gioia Eterna che solo Dio può donare ad ognuno di voi. Figliuoli cari, imparate a conoscere la Voce del Padre che vi chiama, invitandovi a mangiare al suo Banchetto d'Amore; e il Banchetto è Dio che si dona all'umanità, ai propri figli, e l'Albero piantato è Gesù che è Vivo e Reale in mezzo a voi. E vedete, figliuoli, la Croce rimane sempre dritta, e le radici dell'Albero sono profondi(e), camminano e si elargiscono sempre di più per abbracciare l'umanità: tutti i figli, perchè dinanzi al mio Cuore e dinanzi a Dio non c'è distinzione; ognuno  di  voi  è  il  Gioiello  di  Dio  perchè  vi  ha  creati  a  sua  Immagine  e  Somiglianza. Figliuoli, vivete i vostri giorni amando e lodando Dio; distaccatevi dalle cose del mondo; abbracciate i vostri nemici; usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. Gridate con Giovanni e come Giovanni la Verità del Santo Vangelo; portate i vostri fratelli sulla Via di Gesù, sulla Roccia Viva, e quando vi poggiate non poggiatevi sulla sabbia, ma poggiatevi sulla Verità, sulla Roccia. Il mio Cuore Immacolato e Addolorato si è aperto all'Amore della Roccia e ha gridato il "Sì" col cuore, e per questo Amore, Dio ha mandato mio Figlio in mezzo a voi: Dio me l'ha donato, ed Io l'ho donato all'umanità per essere redenta, per abbracciare in pieno la Santa sofferenza, la Croce; e come Mamma l'ho assaporata prima del mio Gesù: l'ho partorita nel dolore e nella gioia di abbracciare tutti i miei figli. Quando soffrite, guardate il mio Gesù: lì, sul Legno della Croce ha gioito e ha pianto per i figli che non hanno creduto al suo Dolore, al suo Amore. Ma la Croce è ferma, è salda, e guardandoLa attira, e aspetta ognuno di voi, perchè Dio vi vuole tutti santi, puri e immacolati come vi ha creato. Vedete le Gocce di Dio che scendono su di voi, figliuoli? vivete nella Pienezza dell'Amore amandovi gli uni gli altri, ma in quell'Amore che solo Dio può donare: il mondo non può donarlo, e voi vivete il Mistero della Stanza di Gesù: il Mistero Vivo e Pieno in mezzo a voi. Figliuoli, sbocciate nell'Amore; sbocciate e donate al mondo i Frutti della Croce: ma state attenti al mio nemico, figliuoli, non dategli spazio; non ascoltate il suo grido; Dio è l'Unica Fonte Viva e Vera, la Fonte Zampillante che non finisce mai di scorrere e di donare la sua Acqua: l'Acqua che vi dona la Vita Eterna, l'Acqua che non vi fa avere più sete; e bevendo la sua Acqua non cercate l'acqua del mondo, non inquinate il vostro vivere ascoltando le voci del mio nemico. Io sono Mamma, e una mamma guarda e ascolta i cuori di tutti i figli. E con umiltà Io busso al cuore di ognuno di voi; busso chiedendovi: amate il mio Gesù, vivete per il mio Gesù e offrite i vostri cuori al mio Gesù, perchè Io vengo per Volere del Padre a portare la Parola Viva dell'Unico Agnello Immolato sul Legno della Croce, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, ricordati sempre il tuo primo messaggio. Non crederanno in me e non crederanno in te: sii forte, anima mia, sii forte nel portare ancora sulle tue spalle la Croce di Gesù. Te l'hanno posta dal primo istante  del tuo vivere, e abbracciando la Croce porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle. Vuoi ancora fare questo per Gesù? (Giulia) Sì, Mamma! ARDENTEMENTE LO VOGLIO! (Immacolata) Figlia mia, tu sai bene che nel tuo cuore c'è il Fiume che deve scorrere. Vuoi ancora andare avanti? telo chiedo in questa giornata! (Giulia) Sì, Mamma! Voglio andare avanti con la Grazia di Dio e con la tua Grazia. Poggiatevi sempre su di me. (Immacolata) Bene, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai soffrire ancora molto, e i Dolori del Parto tu li conosci! (Giulia) Sì, Mamma (Immacolata) Tu sei stata mandata per portare nel mondo la Verità e l'Amore di Dio: il Vangelo Vivo. Grida, figlia mia, come Giovanni: DIO E' IN MEZZO A NOI. E' VIVO E PARLA ALL'UMANITA'. Ricordati ancora, figliuola, che dovrai combattere col mio nemico. Sei pronta? (Giulia) Sì, Mamma, con la Grazia di Dio sono pronta. Amo Gesù, e le mie mani sono pronte per abbracciare i Chiodi e tutto quello che Dio vuole da me. (Immacolata) Bene, figlia mia, guarda! <breve pausa> (Giulia) Sì, Mamma. Sì, Sì. (Immacolata) Ora che hai visto, bevi questo Calice! <bevute> (Giulia) Mamma, e il Sangue? (Immacolata) Non temere, bevilo. Sistemati il velo che sta scendendo. <breve pausa> (Giulia) Perdonami, Mamma. (Immacolata) Non temere, anima del mio Cuore, anche il mio  a volte scende e lo devo sistemare. Vedi, guarda i miei capelli! (Giulia) Ah, Mamma, è la seconda volta che me li fai vedere. <breve pausa> Come sono belli! Come sei bella! (Immacolata) Vedi, tutto quello che vedi di bello è l'Amore, e se voi riuscite ad amare in Pienezza, sarete raggianti e belli. Amatevi gli uni gli altri: amate il vostro fratello, il vostro nemico, come amate il mio Gesù: ma fatelo col Cuore, figliuoli. Ora, volete ardere un pò? (Tutti)(Immacolata) Vi lascio parlare il Santo Giovanni di oggi. (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio, mi inchino e vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, come Dio comanda. ALLELUIA! (Tutti) ALLELUIA! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un pò. Eccomi, figliuoli del mio Cuore. Oggi è la Giornata di Giovanni Battista; del Giovanni che gridava e portava innanzi la Via di Gesù: la Parola; il Giovanni che in pienezza ha accolto, nel grembo della Mamma, l'incontro di Gesù; questa fanciulla che ha portato Gesù, e portando Gesù ha donato la Parola a Giovanni; e quale dono più grande, quale Amore Vivo ha rapito Giovanni nell'andare a predicare, a portare lungo le vie l'invito di un Gesù che stava per arrivare e liberare l'umanità dalla schiavitù! Vedete, figliuoli del mio Cuore, oggi per voi è un giorno di festa: la Festa di Giovanni Battista. Quel Giovanni che ci hanno presentato come un giovane che se ne stava nel deserto a digiunare, e qualcuno poteva pensare "il sole gli ha dato alla testa ed ora dice cose che non hanno senso". Ma Dio quando tocca i cuori e quando sceglie i suoi figli, li fa sembrare un pò così, che non ragionano con la testa, che parlano e parlano troppo. Ma sapete, figliuoli cari, ognuno di noi ha nel proprio cuore Dio che parla: dobbiamo solo ascoltare e decidere se vogliamo vivere per Dio, camminare secondo la Via di Dio o secondo la via del mondo. Oggi tutti corrono verso la via del mondo perchè Dio "è scomodo", "dà le sofferenze", "devo perdere troppo tempo dietro a questo Dio: andando per la via del mondo mi posso divertire". Sapete bene che mi è stato donato il nome di "Santo Giovanni di oggi" e devo lodare e benedire Dio per questo, ma Io sono un povero uomo, come sempre dicevo ad ognuno di voi e ai Fratelli che ridevano di questo Nome che mi era stato donato: Io lo porto con amore, e grido sempre ancora di più la Verità di Dio in mezzo a noi! Vedete, figliuoli, molti miei Confratelli Sacerdoti, parlano del Giovanni Battista superficialmente! dicono "ha camminato preparando una Via", "ha finito il suo compito", "è stato ucciso", "gli hanno tagliato la testa" ed è finita lì. NO!, figliuoli e fratelli del mio Cuore, il Giovanni cammina ancora dinanzi a Gesù, e ancora grida portando il Battesimo della conversione; e ognuno di noi deve prendere coscienza nell'ascoltare, nel sapere comprendere la missione di Giovanni. Figliuoli, voi Colonne, che portate il peso più grande, e avete udito in mezzo a voi la Parola di Giovanni: Dio mi ha mandato in mezzo a voi, ho vissuto con voi, ho mangiato con voi, ho pianto con voi, ho gioito con voi; ho donato tutto di me per ognuno di voi, e ora che gioisco nel Paradiso, vi guardo col Cuore di Padre. Ricordate che Io sono sempre Sacerdote! e chiedo ad ognuno di voi l'amore, il rispetto, il camminare sulla Linea Dritta: la Linea  che Io vi ho insegnaTa, e sapete bene che è poggiata sul Santo Vangelo e sulla Croce. Vi ripetevo sempre: "Quando venite nella Stanza di Gesù e non trovate il Vangelo, rimanete nelle vostre Chiese, rimanete dove è Gesù". Ma Dio vuole farci questo regalo: parlare in mezzo a noi attraverso il suo Strumento. E ognuno di voi è uno Strumento di Dio: basta solo donare il "Sì Pieno", il "Sì" che ha chiesto dal primo istante Maria  scendendo in mezzo a noi e parlando del suo Gesù, di amarlo e di vivere secondo il Vangelo. Bene, figliuoli del mio Cuore, Io faccio gli auguri ad ognuno di voi: vi ho battezzati, vi ho donato l'Acqua di Dio, l'Acqua dell'Amore, e come Giovanni vi invito ancora ad essere coscienti di questo Mistero che stiamo vivendo, perchè Io sono Vivo in mezzo a voi: parlo ad ognuno di voi nei propri cuori; e chi mi ama mi vede nel cuore! Non guardate con gli occhi ma guardate con gli occhi del cuore, ed Io sono sempre con voi per Volere di Dio, perchè Io devo stare all'Ubbidienza di Dio; e ognuno di voi deve vivere nell'Amore e nell'Ubbidienza Piena. Quello che ho amato di più della Piccola Cocciuta è la sua Ubbidienza vissuta nella Pienezza della Sofferenza, nell'abbandono totale, nell'Unico abbraccio della Croce, e sapete che la Croce non viene dal nemico, ma dall'Unico Crocifisso: da Gesù, che ha tanto amato l'umanità, i suoi figli, da lasciarsi inchiodare. Ed oggi, l'Augurio che faccio ad ognuno di voi è "Fatevi inchiodare come Gesù sul Legno Santo": solo così potete gridare, come Giovanni, la Verità di Dio e vivere l'Amore di Dio. Ecco cosa voglio da voi. Ecco cosa ho preparato per voi: IL LEGNO DELLA CROCE. E' questo il mio Regalo, è questo l'augurio che vi faccio in questo Santo Giorno pieno di sofferenza ma pieno d'amore. Ora vi chiedo: mi amate, voi? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) mi amate, voi? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) e se amate me, prima di me amate Gesù: se non Lo amate non potete amare neanche me e il Padre mio che mi ha mandato in mezzo a voi. Ecco le Gocce che Dio lascia scendere su di voi e sull'umanità. Come Sacerdote alzo la Destra invitandovi ad alzarla tutti <breve pausa>, e con l'Amore di Dio e dello Spirito Santo lascio scendere su di voi l'Amore Infinito del Padre: RISPONDETE AMEN! (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) l'Amore Infinito del Figlio (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) l'Amore Infinito dello Spirito Santo (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) che arde su di voi e vi fa creature nuove. Figliuoli, grazie per tutto quello che offrite al Padre. Grazie per l'Amore che fate crescere per Maria nei vostri cuori. Io ora devo ritornare all'Ubbidienza del padre. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, Amen. (Tutti) Amen! (Immacolata) Bene, figliuoli. Come Mamma del Crocifisso, vi invito ad accogliere nei vostri cuori la Fiamma Viva dello Spirito Santo: fatela ardere sempre, siate sempre vigilanti, pronti e preparati, perchè non conoscete l'ora e neanche il giorno che il mio Gesù scenderà, e tutti vedrete il suo Volto Raggiante; ma state attenti, perchè il grano e la zizzania vanno divisi; non date spazio al mio nemico, figliuoli, ma vivete nell'Unico Amore del Santo Vangelo che rimane sempre alto.  Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi, a portare il Pane Vivo dei Cieli. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità. Mando ad ognuno di voi il Bacio del Santo Giovanni di oggi: custoditeLo nei vostri cuori, portateLo alto ai fratelli emarginati, ai figli drogati, ai figli carcerati, non lasciate nessuno fuori dalla Santa Preghiera. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell'Unico Amore della Santissima Trinità. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia, il Santissimo Nome di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sull'umanità e rimanga nei vostri cuori.

 

b)  Messaggio di Gesù (ore 17.15)

(Gesù) Eccomi, sono Io l'Agnello Immolato, il vostro Gesù. Nella Quiete sono venuto a consolare i vostri cuori. Eccomi, gioite e fate festa, figliuoli del mio Cuore. Ecco il Bimbo che abita nella Stanza: dona Luce e Quiete ad ognuno di voi, all'umanità. Io sono qui, Vivo in mezzo a voi: nella Quiete riposo nei vostri cuori, nelle culle che mi avete preparato. Eccomi, figli, non manco all'incontro; il mio Amore non vi manca, sono sempre con voi. Eccomi, figli, gioite con l'Agnello, fate festa col Consolatore che arde dentro di voi. Eccomi, sono qui ad aspettare i vostri cuori e a gioire con voi, perchè Io sono qui. Eccomi, figli. (Giulia) Gesù, mio Unico Tesoro; mio Unico Bene; mio Unico Tutto. (Gesù) Eccomi, sposa <lunga pausa>. Ora farai ciò che ti ho detto? (Giulia) Sì, mio Gesù, mio Sposo. (Gesù) Eccomi, nella Quiete rimango in mezzo a voi: benedite il Padre e lodateLo per la Luce che vi dona! Rimanete con me e fate Festa col Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo........... (Giulia) Gesù. (Gesù) Non temere. Vai, e fa ciò che ti è stato ordinato! (Giulia) Sì! (Gesù) Rimanete con me abbracciati alla Croce, figliuoli. 

Allo stesso modo di come richiesto dalla Mamma il 17/06/2001, dopo l'Apparizione, Giulia dona la Benedizione ordinata da Gesù imponendo il Santo Vangelo sulla testa dei fedeli, segnandoli col Segno della Croce sulla fronte con l'Acqua dell'Amore e recitando la ben nota formula: Ecco il Pane dei Cieli, portaLo con Amore.