LA CROCE E' IN MEZZO A NOI

 

Notizie dalla Stanza di Gesù, n. 16

 

LA LUCE E’ ACCESA NEL MONDO E IL MONDO NON VUOLE VEDERLA 

(dal messaggio del 03/01/2002)

Messaggi Tramite Giulia

 

        1. Mart 25/12/2001, ore 11.00, Chiesa di Thurio. Visione.

            Visione di Giulia durante l'omelia nella chiesa di Thurio.

(Giulia) Vedevo un Cielo luminoso: ERA DA FARE INCANTARE. In un triangolo di Luce c'era la Mamma, il Bambino Gesù e San Giuseppe che lasciavano scendere, sul mondo intero, una Pioggia di Pietruzze dorate. La Mamma mi ha detto "Figlia, ecco Dio come viene: ACCOGLIETELO!", poi ci ha benedetti e sono andati via.

 

         2. Giov 27/12/2001, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Croce Divina del Cuore Immacolato della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti che hanno preparato per te i Grandi della Casa del Padre. Gioisci e fai festa nell’abbracciare, ancora una volta, i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce che passa attraverso Giovanni e attraverso di te. Figlia mia, unisciti con me ai Dolori: abbraccia i Chiodi per i tuoi figli, per l’umanità intera. Cocciuta del Cuore della Croce, figlia mia, mi ami? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) e unisciti ai miei Dolori <1° grido>(*). (Giulia) Gesù! Gesù!(*). (Gesù) Figlia del mio Cuore, stringiti al Legno Vivo della Croce; guarda, figlia mia, guarda l’umanità(*) (Giulia) Gesù!(*) Gesù!(*) (Gesù) figlia, sono solo nell’Orto degli Ulivi: fatemi compagnia, immolatevi tutti: unitevi al mio Dolore; chino il capo e guardo l’umanità che si perde: I MIEI FIGLI(*). Figlia mia, abbraccia ancora i Santi Dolori(*). (Giulia) come sono lunghi i Chiodi, Gesù!(*), ma ti prego: FALLI ANCORA PIU’ LUNGHI!(*) (Gesù) Il tuo Cuore non si accontenta mai, Cocciuta della croce: ecco, ti accontento: ABBRACCIALI!(*) <2° grido>(*). Sei contenta? (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia! (Gesù) Vedi, hai salvato questo numero di anime che vedi! (Giulia) non posso dirlo? (Gesù) no, figlia mia, ma invita i tuoi figli ad abbracciare i Santi Chiodi! Immolatevi, figliuoli, per i vostri fratelli, per l’umanità intera, per i vostri nemici, e non giudicate perché allo stesso modo sarete giudicati: lasciate al Padre il compito di giudicare ognuno di voi, figliuoli. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali in mezzo a voi e veniamo a portare la Parola senza togliere nulla di ciò che è antico: DIO E’ ANTICO, e rimane sempre la Parola: il Sigillo, e nulla viene tolto di ciò che ha promesso! Ho detto "Aspettatemi, Io verrò", e quanti sono i figli che hanno creduto e credono in queste parole? in pochi, figliuoli, ve lo dico Io che vedo e sento ogni cosa, perché nulla mi è nascosto! Voi non vedete ciò che Io vedo, e non ascoltate ciò che Io ascolto: non vedete come vengo trattato nella mia Casa. Figliuoli, pregate per i miei Figli Ministri: Parte Eletta del mio Cuore Immacolato! Pregate e immolatevi per loro, perché hanno dimenticato la mia Parola, hanno dimenticato la mia promessa, e il nemico gli ha preparato la via larga: LE COSE DEL MONDO! E il mio Cuore diventa triste nel vedere tutto questo: HANNO DIMENTICATO LE PAROLE DEL MAESTRO! Figliuoli, preparate i vostri cuori per il Nuovo Tempo che sta per arrivare. Ricordate sempre che Dio è Antico e viene in mezzo a voi a portare la Parola, invitandovi a camminare nel Solco dell’Amore: IL SOLE DI FATIMA BRILLERA’ NEL MONDO INTERO E IN QUESTA CAPANNA CHE IL PADRE HA LASCIATO SCENDERE IN MEZZO A VOI: LA CAPANNA DELL’AMORE, LA CAPANNA DI BETLEMME. Vivete nell’Amore di Maria e crescete come cresce il Bimbo in mezzo a voi. Io vi amo, figliuoli, e vi invito a vivere l’Amore Pieno: il Sì che Maria ha donato al Padre! Vivete e crescete come il Bimbo e i vostri cuori siano cuori di bimbi che amano con l’Amore Puro e Duraturo, figli. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire: a causa del mio Nome sarai ancora perseguitata, ma non temere, tieni alto il tuo primo messaggio e stai attenta a non dirlo ancora, figlia mia. (Giulia) Gesù, aiutami, perché vorrei gridarlo! (Gesù) non farlo, anima mia, ancora non è il tempo! Ma quando il tempo sarà pieno, lo griderai, in modo particolare ai Figli Ministri! (Giulia) Gesù, non mi ascoltano! (Gesù) non temere: NON HANNO ASCOLTATO NEANCHE ME! Ma ora è tempo che il Grano e la zizzania vanno divisi; figlia, lascia al Padre questo! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) Ora guarda, figlia!(*) (Giulia) posso dire quello che vedo, Gesù?(*) (Gesù) tienilo nel tuo Cuore! (Giulia) Gesù!(*) <molti sospiri>. (Gesù) Ora bevi!(*) (Giulia) Grazie, Gesù, grazie! (Gesù) Ecco, figliuoli, vi chiedo ancora una volta di pregare per le Mura di Roma e per il Papa: NON LASCIATELO SOLO, pregate con Lui, perché Lui è sempre presente nella Stanza dell’Amore e vi guarda, e curvo porta la Croce per l’umanità intera; pregate, figliuoli, e siate coscienti di quello che sto dicendo in questo istante. Io ascolto i vostri cuori e li accarezzo, ma chiedo ad ognuno di voi di accarezzare il mio Cuore: APRITEMI LA PORTA E FATEMI ENTRARE: parlo a voi e parlo al mondo intero; A voi Discepoli, Colonne e Suorine del mio Cuore, conosco ognuno di voi, conosco i vostri errori e col mio Amore li cancello perché vi amo: ma desidero il vostro "Sì Pieno" all’Amore della Croce: NON C’E’ SALVEZZA, NON C’E’ VITA ETERNA SE NON SI PASSA ATTRAVESRO I DOLORI DEL PARTO DELLA CROCE, ed Io vengo a portarvi il Santo Vangelo e i Santi Dolori della Croce. Siate coscienti di tutto questo, figliuoli del mio Cuore, e vivete e preparate i vostri cuori per il Nuovo Tempo che sta scendendo in mezzo a voi: IL TEMPO DEL FUOCO DELL’AMORE FATELO ARDERE, FIGLI E DISCEPOLI. Ora volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (*) (Piccolo Giovanni) La Luce del Bimbo che è nato in mezzo a noi sia il vostro vivere.. (Tutti) ..e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) ..e il vostro camminare! (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figlioli del mio Cuore, Amen. Non vi rimprovero: non abbiate timore! A volte siete frettolosi e a volte rispondete con un po’ di ritardo, ma i vostri cuori sono accesi nell’Amore del Padre. Eccomi, per volere del Padre sono ancora in mezzo a voi a parlare attraverso lo Strumento di Dio. Guardo i cuori di ognuno di voi: i cuori di tutti i figli, e vedo tristezza! Figliuoli, dovete gioire! nell’Amore Pieno dovete gioire e guardare il Bimbo che è nato! Dovete gioire e pensare: "Gesù è risorto, è Vivo, e ognuno di noi risorgerà nell’Amore di Dio, nella Pienezza di Dio". Siete troppo legati alle cose del mondo, e al primo ostacolo vi fermate a pensare "cosa ci sta succedendo? Questo Dio esiste? Verrà?": DIO E’ IN MEZZO A NOI, DIO NON CI HA MAI LASCIATI!, e di questo dobbiamo essere convinti, e vivere, amare e perdonare, come Lui ci ama e ci perdona attimo per attimo! Ci dona Maria come Luce e Maestra dell’Amore e della Semplicità! Il Padre ha scelto una Creatura per farla diventare Mamma e donarci l’Amore Pieno: LA LUCE CHE ILLUMINA IL MONDO, e la Luce noi la troviamo solo nel Santo Vangelo, solo guardando il Legno della Croce, non le lampadine del mondo! Figliuoli, il mio Cuore è gioioso e allo stesso momento è sofferente: lo vedete attraverso la Piccola Cocciuta. Il Mistero è Grande, e non tutti potete capire o accettare che il mio Cuore abita nel petto della Piccola Cocciuta! A Dio nulla è impossibile, e vedete gli attimi della mia sofferenza, del mio Amore che dono ad ognuno di voi, all’umanità intera, ed in modo particolare ai miei Confratelli. A coloro che mi hanno cacciato fuori, LI AMO E LI PORTO AL TRONO DEL PADRE: Ma lascio nelle sue mani ciò che vuole fare! Voi siete i miei figli, i miei Discepoli: MI ACCOGLIETE ANCORA.. (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) ..nelle vostre case? (Tutti) SI’! (Piccolo Giovanni) mi portate ancora nei vostri cuori? (Tutti) SI’!(*) (Piccolo Giovanni) il mio Cuore si commuove!(*) ..e vi dico grazie, perché solo voi portate avanti il mio Nome;(*) solo voi mi fate vivere!(*). Piccola Cocciuta, ora vivi ancora il mio ultimo istante!(**). Ecco l’Amore di Dio che si dona ad ognuno di voi, all’umanità intera. Telesfore, stringi la mia mano!(*). Figlio mio; fratello mio; amico mio, grazie per tutto quello che mi hai donato e quello che mi doni. Il tuo cuore è trafitto in questi giorni: NON PUOI NASCONDERMI NULLA!(*) Ora puoi dirmi quello che ti fa male e non riesci ad accettare: DIMMELO, figlio mio: il Padre ti ascolta: PARLA! (Telesfore) io non so cosa sia! (Piccolo Giovanni) lo sai! (Telesfore) forse è il tuo Cuore che mi fa male?(*) (Piccolo Giovanni) parla!(*) (Telesfore) sento la tua sofferenza! (Piccolo Giovanni) lo so! e hai paura.. (Telesfore) ..no! (Piccolo Giovanni) ..per la Piccola Cocciuta! (Telesfore) ..ma.. paura no, ma comunque!.. (Piccolo Giovanni) comunque cosa? (Telesfore) quello che è scritto è scritto! (Piccolo Giovanni) bravo: COSI’ DEVI APRIRE IL CUORE AL PADRE E ACCETTARE CON AMORE!, ma non temere, figlio mio! dovevi chiedermi un’altra cosa! (Telesfore) quella che mi è sfuggita l’altro giorno? (Piccolo Giovanni) tu la sai! (Telesfore) adesso te la posso dire? (Piccolo Giovanni) si (Telesfore) siccome a me mi sta al cuore una persona cara.. quindi.. io volevo chiederti: sei andato a visitarlo o andavamo insieme a visitarlo.. questa persona! (Piccolo Giovanni) siamo già andati! (Telesfore) ah! ..cioè, la prima volta sei andato da solo, penso.. a quanto ho capito.. invece l’altra volta siamo andati insieme? (Piccolo Giovanni) si (Telesfore) però io non ho capito il significato.. (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) che senso aveva questa.. questo volto che si diventava mostro.. diventava.. (Piccolo Giovanni) E’ IL MALE! (Telesfore) è il male! (Piccolo Giovanni) ..che tu combattevi con l’amore che porti nel cuore! ora hai capito? LA TUA PRESENZA PORTA DIO: porta l’Amore, e il male si allontana! (Telesfore) però a me mi sembra come se non ci fossi riuscito! (Piccolo Giovanni) Dio sconfigge il male, ma devi accettare ciò che è scritto: LA VOLONTA’ DEL PADRE! ora hai capito? (Telesfore) quello che è importante è che vada nelle braccia del Padre! (Piccolo Giovanni) è quello che ti sto dicendo: ACCETTARE LA VOLONTA’ DEL PADRE! Cosa senti nella tua mano? (Telesfore) sento la tua mano che mi stringe! <Giovanni sospira> È bello, comunque, essere stretto dalla tua mano! (Piccolo Giovanni) ..e anche la tua, quante volte ci siamo stretti la mano e baciati! (Telesfore) come allora la sento la mano che mi stringe! (Piccolo Giovanni) e la stringo ad ognuno di voi: A TUTTI, perché vi amo tutti, figliuoli, e mi fate gioire: mi fate vivere tutti quanti! È bello avervi come figli, discepoli del mio Cuore, e il mio Cuore arde per il Cuore di Maria: e così ardete anche voi, figli! grazie di tutto! (Telesfore) grazie a te, Giovanni! (Piccolo Giovanni) grazie perché ancora mi fai abitare nella Casa che il Padre ti ha donato e ha donato ad ognuno di voi. Figliuoli, non commuovetevi che Io mi commuovo nel vedervi uniti nell’Amore e nella Preghiera: è così che Io vi voglio: nel Solco del Santo Vangelo. Io l’ho sempre amato e lo amo, e ho lasciato voi lavorare nella Casa del Padre: NON DISPERDETEVI, ma gridate "Dio è Vivo, è in mezzo a noi e parla". (Giulia) Giovanni, devo farti delle domande nel Cuore: POSSO FARLE? (Piccolo Giovanni) si, figlia mia! (Giulia) dammi un po’ di respiro!(**) Grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Cocciuta! (Giulia) sì, Giovanni, cosa ho fatto? (Piccolo Giovanni) Nulla di sbagliato, ti chiedo solo di non piangere!(*) (Giulia) aiutami tu a non farlo, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vedi, figlia mia!(*) (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli del mio Cuore: preparatevi a farmi compagnia e a rimanere nell’Amore e nella Preghiera. So che per voi è pesante l’ultimo giorno di questo mese: ma chiedo ai vostri cuori di unirli al cuore del Padre: Io sarò con voi(*) ..vi chiedo di non farmi commuovere ma di gioire: VI ASPETTO. Ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Voi, Colonne, preparatevi, perché il peso sarà ancora più gravoso sulle vostre spalle: MA IO VI AMO! ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, figliuoli, l’Amore del Padre che scende in mezzo a voi e prepara il Banchetto: preparate i vostri cuori e venite tutti a mangiare così come siete. Lo Sposo è in mezzo a voi: è pronto e aspetta tutti i suoi figli; preparate i vostri cuori e venite, perché Io ho sete e fame del vostro amore. Sposo, porta la sposa(*). Padre mio, benedici questo Calice(*). Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Venite e bevete con me; venite e mangiate con me; prendete parte del mio Amore e donatelo al mondo. Ecco, Io ho detto ai miei discepoli "Prendete e bevete; prendete e mangiate; fate questo ricordando il mio Amore". Io mi sono donato per amore: voi donatevi per i vostri figli, per i vostri fratelli. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio!(*) (Gesù) Bevi, anima mia!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*) <3° grido>. (Giulia) MIO SIGNORE E MIO MIO DIO!(*) (Gesù) Mangia!(*). Mangia!(*)...... Paolo!(*) ..voglio farti bere Io!(*) Donatemi!(*). Ha gioito il vostro cuore? (..... Paolo) sì! (Gesù) ho saputo farvi bere? (Paolo) l’hai tenuto un po’ alto! (Gesù) è alto che si deve tenere: TENETELO ALTO IN MIO AMORE! ...... chiamate i vostri figli e preparate la Via Stretta per le Spose. ..E donando ..... a Paolo il Calice lo dono ad uno ad uno a tutti i figli e vi guardo con amore come lavorate nella Vigna! ..... Paolo! (Paolo) dimmi! (Gesù) com’è il Bimbo nel tuo cuore? (Paolo) è dolce! (Gesù) e nei vostri cuori? (Gli altri Nomi) anche dolce! (Gesù) e voi suorine tutte? (Suorine) sì! (Qualcuna) stupendo! meraviglioso! (Gesù) e voi figliuoli, ascoltate il Bimbo? (Gli altri) sì! (Gesù) quanto vi amo! Prendete parte alla mia Gioia e amate. Io sono il vostro Gesù: IL GESU’ CHE E’ MORTO ED E’ RISORTO SUL LEGNO SANTO DELLA CROCE PER OGNUNO DI VOI, per donarvi la Vita! Padre mio, guarda benigno i tuoi figli che aprono la porta del loro cuore e mi lasciano entrare nell’Amore e nella Letizia: dona loro i Frutti della tua Misericordia Infinita. Padre, Io grido al tuo Cuore "Sii misericordioso e benigno. Dona ai tuoi discepoli la Luce, l’Amore, la Parola per cantare le Lodi del tuo Infinito Amore". Padre mio, Io busso, busso, busso, busso, alla Porta del tuo Cuore: distendi il tuo Manto e copri l’umanità. Padre mio! Padre mio, sii Misericordioso! Sia Benedetto il Nome del Padre, perché ha accolto la Preghiera e ha guardato ognuno di voi e l’umanità intera! GRAZIE, PADRE! È gioioso essere sollevato! È gioioso essere accolto in ognuno di voi: QUANTO VI AMO, FIGLI, QUANTO VI AMO!, e conosco i Dolori, i travagli del Parto che portate tutti: ma è dolce portarli, perché solo portando i Dolori del Parto si arriva alla Gioia del Padre, e voi che siete i figli, dovete portarli con amore, perché il Padre vi ha sigillati, vi ha scelti uno ad uno, vi ha amati e vi chiama a lavorare; non temete, figliuoli, tutti gioiremo, perché i vostri Nomi brillano nei Cieli e il Sole di Fatima brillerà, e i vostri occhi vedranno il Cuore di Maria che ora arde in ognuno di voi! volete stringere tutti la mia mano? (Tutti) sì!(*) (Gesù) Ecco il Fuoco del mio Amore che arde in ognuno di voi. Ecco il Fuoco dello Spirito Santo che vi fa annunciare la Buona Novella: ANDATE E PORTATE LA PACE, perché voi siete Figli della Pace! Amen, figli, Amen! Amen! La mia Forza sia la vostra forza, la mia Croce sia la vostra Croce, ora e nei secoli dei secoli, AMEN! (Tutti) AMEN! (Gesù) Ora potete andare ai vostri posti!(*) Vi ho donato tutto di me, figli!(*) Ecco l’Amore del Padre; ecco l’Amore del Figlio; ecco l’Amore dello Spirito Santo; ecco l’Amore del Cuore Immacolato di Maria; ecco l’Amore del Bimbo che cresce in mezzo a voi! la mia Pasqua è Piena ed è Risorta perché mi sono donato, e voi vi siete donati nel stringere la mia mano: ora siamo un’Unica Famiglia: LA FAMIGLIA DI DIO, I DISCEPOLI DELL’AMORE, voi che vi siete uniti qui, nella Stanza, e i figli che si sono uniti a questa Santa Preghiera, all’Amore che Dio elargisce nella Pienezza del Santo Vangelo e del Legno della Croce. Figliuoli, rimanete sempre nel Solco: COMBATTETRE COL CUORE DI MARIA LA BATTAGLIA DELL’AMORE, DEL TRIONFO DELLA NUOVA CHIESA CHE E’ VIVA ED E’ IN MEZZO A VOI! Io ora vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva: il Sacrificio del Mistero Nascosto! Vi benedico col Padre, col Figlio, con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Cuore del Bimbo che cresce in mezzo a voi Figliuoli, crescete e moltiplicatevi nel segno tremendo della Croce. Tu, Cocciuta del mio Cuore, gioisci nel vedere al tua Spina Preferita e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI, figli. Ora volete cantarmi ancora.. (Tutti)(Gesù) ..la Ninna Nanna? (Tutti) (Gesù) aspetto! <Canto della Ninna Nanna> Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie, mi fate gioire: quando cantate la Ninna Nanna Io riposo dentro di voi, ed è bello, ma ricordate: quando uscite fuori della mia Stanza, non abortitemi, ma fatemi vivere. NON PERMETTETE AL NEMICO DI TRASCINARVI NELLA SUA FALSA LUCE. Combattetelo amando, perdonando e usando carità verso tutti; preparatevi a vivere il Tempo Nuovo che sta per sorgere, nell’Amore, figli, e solo con l’Amore potete sconfiggere il nemico, ed Io vi ho donato tutto: ora voi donate tutto quello che il Padre vi ha donato in questa serata. Ora, leghiamo la Catena Santa(*) e con l’Amore di Dio, guardiamo i nostri cuori; nel silenzio e nell’amore guardate i cuori di ognuno di voi: ASCOLTATELI, perché Io parlo, parlo a tutti, perché tutti siete miei figli e non faccio distinzioni, il mio Amore non ha misure(*). Nel Silenzio e nella Pace si trova Dio: nei rumori del mondo abita il mio nemico. Ascoltate il Silenzio, perché Io sono nella Quiete e vengo nella Quiete per rimanere nei vostri cuori. Ora preghiamo: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)">. Ecco, figliuoli del mio Cuore "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen": ricordatelo sempre nei momenti di debolezza, e ricordate che Io sono Papà e ascolto ogni vostra parola: ma chiedete nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso! Io sono il vostro Papà: SONO VIVO E REALE IN MEZZO A VOI! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli: portali nel Fiume Santo. Vedi, Giovanni tira la Barca e nella Barca c’è Maria e il Bimbo. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà! (Gesù) vi amo anch'Io e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie. Andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto. Grazie per il tempo che spendete: vi sarà donato a larghe misure, figliuoli. Amen, Amen, Amen, Amen. L’Amen del mio Cuore rimanga per sempre in ognuno di voi, figli.

 

 

         3. Sab 29/12/2001, ore 15.30, Lauria

casa del Santo Giovanni di Oggi

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa giornata, i Calici Misti che hanno preparato al mio Gesù e immolati per l’umanità tutta con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. Immolati, figlia, per i figli della perdizione: bevi questo Calice <1° grido>(*). (Giulia) Mamma, Mammina mia, il Calice è di Sangue!(*) (Immacolata) non temere, figlia, mandalo giù! (Giulia) Mamma, come sei bella! COME SEI BELLA! Ma i tuoi occhi grondano Lacrime di Sangue: ho sbagliato qualcosa io? (Immacolata) figlia mia, non sei tu a farmi soffrire: è l’umanità intera che fa soffrire il Cuore del mio Gesù e il mio Cuore di Mamma! Ecco, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: siamo Vivi e Reali in mezzo a voi e siamo venuti a portare la Parola Viva: IL SOLCO DI DIO CHE E’ E RIMANE IN ETERNO, il Segno Vivo per l’umanità e per ognuno di voi, figli della Croce. Vi invito a pregare, figliuoli, secondo le mie Intenzioni di Mamma: pregate col cuore per l’umanità, per la pace, PREGATE PER QUESTO POPOLO <Il popolo di Lauria>: GESU’ HA CHINATO IL CAPO E PIANGE! Invito ognuno di voi a pregare: IL CUORE DEL FIGLIUOLO DOMENICO E’ STATO TRAFITTO <Beato Domenico LENTINI (1770-1828)> COME PURE IL CUORE DEL GIOVANNI DI OGGI <don Mario RICCIO (1935-2001)>! Figli, pregate e consolate il Cuore di Gesù. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con Amore la Parola di Giovanni? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. La Pace e l’Amore di Cristo sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, Io vi do il benvenuto nella mia Capanna!(*) Il mio Cuore è gioioso ed è commosso nel vedere il vostro Amore, nel vedervi Discepoli del Cuore di Gesù, Discepoli della Croce, Discepoli della Sofferenza. voi non potete neanche immaginare la mia Sofferenza vissuta in queste mura. Gioivo perché abitavo nella Capanna di Mamma e di Papà <Mamma Rosa e Papà Francesco>. Gioivo dove ho avuto la mia prima Apparizione dell’Angelo Gabriele che mi ha detto "Per adesso aspetta..", ma non posso dirvi tutto quello che ha suggerito l’Angelo: quando saremo nell’Amore e nella Luce del Padre, tutti vedrete, ma ora vi dico che in questa Capanna c’è un Grande Progetto: IL PROGETTO DEL PADRE!, il Progetto che la Piccola Cocciuta ha sempre visto, e ciò che è di Dio rimane a Dio. Figliuoli, non affaticatevi, non abbiate timori degli uomini, ma guardate con Amore Dio che scende in mezzo a voi e parla, e ora mi lascia parlare, e posso gridare l’Amore di Dio al mondo perché non devo chiedere l’ordine a nessuno. Dio si serve dello Strumento e parla: E CHI PUO’ FERMARE DIO DI PARLARE? Vedete, figliuoli, questa è la Dimora di Giovanni e chi di voi vuole intendere intenda! Grande è il Progetto del Padre e Grande è il Disegno su di ognuno di voi che portate i nomi nuovi delle suorine(*),e delle colonne: IL PESO SU DI VOI SARA’ ANCORA GRAVOSO!, ma non spaventatevi, figliuoli del mio Cuore: DIO E’ CON VOI, NON TEMETE NIENTE E NESSUNO! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora amare il tuo Dio e tuo Signore? (Giulia) Sì: CON TUTTO IL CUORE! (Piccolo Giovanni) vuoi ancora andare avanti e accettare tutto quello che il Padre ha scritto per te? (Giulia) con la tua Grazia: Sì! (Piccolo Giovanni) bene, Cocciuta, non fermarti, vai avanti! e voi, figliuoli, fatemi vivere; e grazie per tutto quello che fate per me!(*) ..SONO SOLO NELL’ORTO DEGLI ULIVI E VOI MI FATE COMPAGNIA! Ho sete e voi mi portate da bere; ho fame e voi mi offrite da mangiare; ho freddo e voi mi coprite col vostro amore. Grazie, figli miei, vi amo! siete i miei Discepoli: COMBATTETE CON MARIA LA BATTAGLIA DELL’AMORE! Vi chiedo sempre di camminare nel Solco del Vangelo e di tenerlo alto: amate e perdonate, al primo posto portate i vostri nemici: pregate e metteteli nel Cuore del Padre, figliuoli!(*) Vi chiedo ancora di pregare per il Papa: NON LASCIATELO SOLO, pregate con Lui, ma state attenti al mio nemico: non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce; usate l’Amore, usate la Carità di Dio, perché solo amando potete sconfiggerlo! Ora faccio un po’ il capriccioso: SIETE STRETTI NELLA MIA PICCOLA CAPANNA? (Tutti) NO! (Piccolo Giovanni) vi tiene caldi.. (Tutti) ..SI’! (Piccolo Giovanni) ..come la Mangiatoia dove il Bimbo è nato, e oggi siamo nati nell’Amore perché Dio lascia scendere su di voi l’Amore Vivo che abita in questa Capanna dove Io ho gioito e ho pianto(*) e piango ancora per il mio popolo! Figli, pregate e consoliamo il Cuore di Maria <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Figliuoli, ricordate sempre: "adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.": MORIRE E’ NASCERE NEL CUORE DEL PADRE, e come vorrei portarvi tutti in questo attimo; ma dovete lavorare nella Vigna ancora un po’. Il mio Cuore è gioioso: lo siano anche i vostri cuori gioiosi; voi che siete qui riuniti e i figli che hanno mandato i loro cuori ad unirsi a questa Santa Preghiera. Vi dico grazie ancora per tutto quello che fate per me: il Padre ve lo darà a larghe misure. Vivete sempre nel Solco: il Mistero della Stanza e il Mistero di questa Capanna è nel Solco, è un’Onda, Via Dritta segnata dal Santo Vangelo, e questo è un altro Mistero Grande che ho donato ai vostri cuori, figli miei! Ora Io devo ritornare all’Ubbidienza del Padre, ma sono sempre con voi ovunque voi siate!(*) Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. ECCO LA VOSTRA CASA: LA CASA DEL PADRE E’ CASA DI OGNUNO DI VOI, figli. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco: "l’Ecco" di Dio è in mezzo a voi. figliuoli, come Mamma vi invito a stare attenti al nemico. Vivete questi giorni nell’Amore di Dio, nella Preghiera e nello stare in pace con Dio e con i fratelli. Vi invito a pregare per i Figli Ministri. Non abbiate timore, figliuoli: DIO E’ CON VOI, non ascoltate i rumori del mondo, ma vivete l’Armonia e la Pace di Dio che è in mezzo a voi e nei vostri cuori. Io sono l’Umile Ancella che col suo Sì ha donato, ad ognuno di voi, il suo Gesù: il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce. Ora Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva. Vi dico grazie per il tempo che spendete per il mio Gesù: grazie, figliuoli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: crescete nell’Unico Amore del Solco del Santo Vangelo Vivo. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI, figli del mio Cuore! (Giulia) grazie, Mamma!(*) (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi [e sul mondo intero, figli.]

 

 

         4. Dom 30/12/2001, ore 15.15, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce per l’umanità tutta; immolati per i Grandi della Casa del Padre; immolati per i Grandi del mondo. Unisciti ai Dolori di Gesù e prendi parte alla sua gioia <1° grido>(*). (Giulia) Mamma!(*) Mammina mia, come si bella oggi nella Capanna col Bambinello e S. Giuseppe. Quanto Amore esce dal tuo Cuore, Mamma!(*) C’è un Fiume che scorre!(*) Mamma, insegnaci ad amare come ami tu!(*) donaci la tua Quiete(*), donaci sempre il tuo Cuore, Mammina mia! (Immacolata) Ecco, Io vengo a portare l’Amore del Padre: E’ IL PADRE CHE MI HA RESO BELLA PERCHE’ CI AMA A TUTTI, ed Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e siamo venuti a portare il Santo Vangelo della Famiglia della Capanna Povera <oggi la Liturgia della Chiesa ricorda la Santa Famiglia>. Ecco l’Amore che il Padre lascia scendere sull’umanità: la Povertà, l’Amore della Famiglia; e ognuno di voi, nei propri cuori, forma la Capanna della Santa Famiglia quando si ama e si vive nell’Amore di Dio, nella Pienezza di Dio, nella Pienezza del Parto, e il Parto è Vivo ed è in mezzo a voi. Figli, ve lo ripeto sempre: SIATE COSCIENTI, parlo a voi e parlo al mondo intero: ASCOLTATE IL GRIDO DELLA CROCE, UNITE LE VOSTRE MANI ALL’AMORE DI DIO, ALLA FAMIGLIA. Io, Umile Ancella abbracciata all’Amore di Dio con Giuseppe, vi ho donato il mio Gesù. Nella Povertà, nella Ricchezza di Dio, ho aperto il mio Cuore e l’ho donato per Amore: voi quando offrite qualcosa, fatelo nell’Amore Pieno; e ricordate: Dio conosce i cuori di ognuno di voi, nulla gli è nascosto, e dinanzi a Dio venite come fanciulli; lasciate gli affanni del mondo e presentatevi dinanzi a Lui piccoli e poveri, ma col cuore aperto solo al Padre per donarlo ai fratelli, all’umanità intera: è questo che chiedo ad ognuno di voi invitandovi sempre a stare attenti al mio nemico. Amate, amate, amate, perdonate e usate carità verso tutti; al primo posto portate i vostri nemici: è così che sconfiggete il nemico e Dio abita nei vostri cuori! Vegliate e pregate e aspettate il Tempo Nuovo dell’Amore di Dio, che è Vivo ed è in mezzo a voi, figliuoli. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere ancora una volta il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio! (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’. L’Amore Uno e Trino della Capanna di Betlemme sia il vostro Amore (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli, Amen. Eccomi, capriccioso come sempre sono ancora in mezzo a voi a far gioire, penso, i vostri cuori, e a gioire anch’Io con voi. Oggi ci fermiamo a guardare quella Creatura che ci ha donato Gesù: la FAMIGLIA! Noi non abbiamo altre famiglie all’infuori di Gesù: l’Unica Colonna salda che guarda i suoi figli con Amore e Misericordia Infinita. E solo Dio poteva donarci tutto questo: l’uomo no; e Io mi fermo sull’Amore del Padre che ha costruito una Capanna che il vento non ha portato via, ma è rimasta salda e con un Fiume d’Amore che scorre, anche guardando i nostri errori, le nostre cattiverie; e ne avete viste in questi giorni, Paolo? (Paolo) eh, si! (Piccolo Giovanni) Telesfore? (Telesfore) si, si! (Paolo) tu più di noi! (Piccolo Giovanni) eh, si, Io più di voi, perché li vedo come voi vedete la televisione: guardate un film, vedete le scene, fate i commenti; a volte rimanete contenti, a volte rimanete delusi; e la scena che avete vissuto ha lasciato un pizzico di amarezza nei vostri cuori, per no dire di più. ma guardiamo a tutto questo con gli occhi di Dio: Io prima di voi e voi dietro di me come discepoli. Sapete bene che il Vangelo è nel Solco e rimane e non viene cambiato. Ricordatelo: la Parola di Dio è duratura, e ciò che ha detto non viene cambiato, anche se cercano tutti i modi per travisare, cambiare e aggiustare a proprio piacimento ciò che Dio ha lasciato: DITEMI SE STO SBAGLIANDO? (Molti) no! (Paolo) e come fai a sbagliare? (Piccolo Giovanni) chiedo conferma ai miei discepoli! Vedete, figliuoli, oggi siamo nel cuore di questa gioia: la gioia della Capanna, la gioia di Maria, la gioia di Giuseppe e del Bambinello che è venuto per tutti noi a donarci un sorriso, e quel sorriso per noi è vivere;(*) ma chino il capo nel guardare i figli che, come Giuda <Iscariota>, mi hanno donato il bacio: prego e li metto nel Cuore del Padre, e lo stesso fate anche voi! sono pesanti queste parole?: vero, Paolo? (Paolo) si, sono molto pesanti! (Piccolo Giovanni) ma ricordate: ho detto al mio vescovo "non ti ubbidisco perché ti amo e ti voglio salvo e santo", e dicendo queste parole pesanti, ripeto: "Vi amo tutti, vi voglio salvi e santi", ma spetta a voi avvicinarvi al Cuore di Dio, e voi sapete bene di cosa sto parlando. Avete capito? (Paolo) io penso di aver capito, poi non lo so se.. (Piccolo Giovanni) cosa pensi?(*) (Paolo) stai parlando anche dei tuoi cari? (Piccolo Giovanni) si!(*) e il mio Cuore diventa triste e mi fermo a guardare ancora la Capanna e a guardare voi, figliuoli del mio Cuore: le gioie che mi offrite. Come vi ho detto ieri, avete preparato per me una copertina e avete scaldato il mio lettuccio: grazie, figli del mio Cuore. Discepoli del mio Cuore, Colonne del mio Cuore, Suorine Vive del Cuore della Croce: GRAZIE; per tutto quello che fate al Padre vi sarà donato a larghe misure. Vi chiedo ancora una volta di tenere alto il Santo Vangelo e di camminare sempre nel Solco, di restare uniti al Cuore del Padre e pregare per il mondo intero: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Figliuoli miei, Io sono sempre con voi nei vostri cuori e guido i vostri passi! Paolo, sei rimasto turbato di ciò che ho detto? (Paolo) è un’altra cosa che mi turba! (Piccolo Giovanni) dimmela! (Paolo) quello che ho nel cuore! (Piccolo Giovanni) dilla.. se vuoi! (Paolo) io voglio: non so se.. mi riferisco a quegli assegni.. (Piccolo Giovanni) non temere, lascia fare al Padre!(*) (Paolo) non vorrei.. anche se il Padre lo sa.. cioè, io, come misero peccatore, come misero servo, vorrei chiedere al Padre di far si che il suo Progetto venga attuato secondo la sua Volontà, ma io.. (Piccolo Giovanni) è quello che ho detto "lascia fare al Padre"! "ma tu.."? (Paolo) io vorrei che i tempi non venissero allungati eccessivamente.. (Piccolo Giovanni) i tempi di Dio non li posso accorciare io! (Paolo) eh, lo so! (Piccolo Giovanni) i tempi che vivete qui, battendo i piedi per terra, hanno una misura: i Tempi del Padre hanno un’altra misura! L’ho detto all’inizio "ciò che Dio ha scritto non viene cancellato"!(*) Dovete abbracciare un po’ la Croce: PORTARLA, ma fa bene, fa bene portarla per chi.. chi ama e porta la Croce è al servizio di Dio, o mi sbaglio? (Paolo) no, no, non ti sbagli! Io, quello che mi fa andare avanti è proprio questa fiducia smisurata nella Volontà del Padre (Piccolo Giovanni) e dovete sempre camminare a testa alta con l’Amore e la Fiducia di Dio, perché è l’unico ad essere vostro Amico, Fratello e Padre: L’UNICO CHE NON PUO’ TRADIRVI, dovete guardarvi dagli uomini, ma fiduciosi nell’intervento del Padre, anche all’ultimo istante! (Paolo) eh, come si è verificato sovente! (Piccolo Giovanni) hai visto? (Paolo) eh, ho visto, si! (Piccolo Giovanni) c’è il cuore di Telesfore che sta facendo così.. (Telesfore) delle volte c’è.. anche andando avanti, abbiamo sempre paura di sbagliare e quindi.. il timore non di portare la Croce ma di sbagliare! (Piccolo Giovanni) e perché non ascolti la Piccola Cocciuta? (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) quando ti dice qualcosa.. (Telesfore) ..e ma io l’ascolto, però un pochettino in ritardo.. sempre.. (Piccolo Giovanni) ..come facevi con me? (Telesfore) eh! come facevo con te, quindi se io ci sono così.. (Piccolo Giovanni) sei rimasto in ritardo? (Telesfore) eh, sono rimasto indietro.. (Piccolo Giovanni) ma tieni il passo sulla Croce, non lasciarla! (Telesfore) uh! (Piccolo Giovanni) devi essere fiducioso nell’Amore di Dio, nella Parola di Dio, e la Cocciuta è uno Strumento di Dio: non dimenticarlo. Io non la metto sul piedistallo, è il Padre che l’ha scelta e l’ha mandata come ha chiamato ognuno di voi! ...... (Paolo) te la posso chiedere una cosa? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) quella canzone che sto preparando, viene dal Cielo oppure c’è lo zampino di qualcun altro? (Piccolo Giovanni) quale zampino vuoi metterci? (Paolo) cioè, alcune volte mi viene qualche dubbio che la musica mi possa essere suggerita dal nemico: è solo un dubbio mio! (Piccolo Giovanni) perché la trovi provocante? (Paolo) no, la trovo.. cioè, il mio cuore lo fa gioire, però non vorrei che fosse una falsa.. una falsa luce! (Piccolo Giovanni) il nemico non dà gioie! VIENE DAL MIO CUORE!: sei contento? (Paolo) si: MOLTO! (Piccolo Giovanni) e vai avanti: MUOVITI! (Paolo) è per domani sera: penso di finire! (Piccolo Giovanni) eh: l’aspetto. Oggi vi sembro molto capriccioso, vero? (Paolo) come al solito! (Piccolo Giovanni) quando il Padre me lo concede, Io sono sempre il vostro capriccioso! (Paolo) ma Lui te lo concede spesso, perché legge i nostri cuori.. (Piccolo Giovanni) e vi dà.. (Paolo) ..e il nostro desiderio di ascoltarti! (Piccolo Giovanni) e vi dà le caramelle.. (Paolo) si! <si ride un po’> (Piccolo Giovanni) ..per addolcire i Calici Amari: NE STIAMO BEVENDO DI CALICI! (Paolo) però quando c’è la Sofferenza, si godono di più i risultati! (Piccolo Giovanni) eh, si: la Via di Gesù è fatta di Dolore, di Sofferenza e di Croce e di Santo Vangelo! (Paolo) è bello sapere che tutti gli sforzi che noi facciamo sono per una causa sicuramente giusta, e i risultati sicuramente si vedranno! (Piccolo Giovanni) i Frutti di Dio sbocciano e sono succulenti: ricordatelo! (Paolo) chi altro può avere questa certezza?! (Piccolo Giovanni) SOLO IL PADRE! (Paolo) Quindi, i sacrifici, le sofferenze, si affrontano a cuore aperto e si abbracciano in questo caso. (Piccolo Giovanni) vi dovete spaventare quando non c’è sofferenza: LI’ C’E’ LO ZAMPINO DEL NEMICO! Ma quando incontrate la Via Stretta e la Sofferenza, lì c’è Dio(*) e fermatevi: lasciate operare il Padre. Ora vi invito a preparare i vostri cuori per la giornata che sta per venire dinanzi a voi! (Paolo) sono trepidanti.. (Piccolo Giovanni) ..anch’Io. Bene(*). Vuoi dirmi qualche altra cosa?(*) Vuoi stringere ancora la mia mano? (Telesfore) voglio dirti grazie di tutte le gioie che ci stai donando e di quelle che ci hai dato anche prima (Piccolo Giovanni) e Io dico grazie a voi perché voi mi avete fatto gioire e mi fate gioire ancora, perché siete la mia Famiglia: SIETE I MIEI FIGLI, I MIEI DISCEPOLI, e con voi ho vissuto e vivo attimi di Amore, di Croce e di Luce, perché in mezzo a noi c’è la Luce del Padre. Non commuoverti: E’ LA VERITA’ DI DIO CHE STO DICENDO! (Telesfore) grazie! (Piccolo Giovanni) piccolo Telesfore! (Telesfore) però, io un’altra cosa volevo chiederti! (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) cioè, so che.. cioè, sapevo che tu soffrivi tanto, però non riesco a capire qual’erano le sofferenze che abbracciavi in quella Capanna! (Piccolo Giovanni) piano piano.. (Telesfore) ..li conosco? (Piccolo Giovanni) una parte la stai vedendo! L’altra parte la scoprirete presto! <Telesfore si commuove e dà un bacio a Giovanni>(*) Grazie, figlio mio: ora sono commosso!(*) Vi chiedo ancora di vivere l’Amore del Padre e di rimanere nella Capanna. Io amo tutti allo stesso modo, uno per uno. Figliuoli miei, non lasciatevi confondere dal nemico ma vivete e camminate sempre nel Solco del Santo Vangelo: IL VANGELO CHE IO VI HO SEMPRE DONATO COME SACERDOZIO VIVO ED ETERNO. Ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Prima di ritornare all’Ubbidienza, consoliamo il Cuore di Maria: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Fatelo sempre: consolate il Cuore di Maria: della Mamma che ci ama e ci dona Gesù. Ora ritorno all’Ubbidienza del Padre. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco l’Amore, ecco il Giglio Candido che il Padre lascia scendere sull’umanità e nei cuori di ognuno di voi e dei figli che si sono uniti a questa Santa preghiera. Rimanga il vostro cuore acceso nell’Armonia e nella Pace della Capanna. Figliuoli, siate Discepoli della Luce; Io vi porto l’Amore di Dio: LA PAROLA, voi vivetela e non cercate altri dei all’infuori del Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la Vita Eterna. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: scenda su di voi e rimanga per sempre, figli(*). (Giulia) Sì, Mamma!(*) Sì!(*) Sì!(*) (Immacolata) Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli del mio Cuore. Grazie per il tempo che avete speso ascoltando la Parola Viva del Padre. Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e i figli della perdizione! (Giulia) con la tua Grazia, Mammina del mio Cuore!

 

 

         5. Lun 31/12/2001, Veglia di fine anno insieme a Maria, Gesù e Giovanni

        Oggi è l’ultimo dell’anno 2001. Giorno 06/12/2001 (Cfr. messaggio) Gesù ha chiesto di fargli compagnia, per la fine dell’anno, preparando e consumando una cena a base di solo agnello e vino, pane e acqua. Ecco i messaggi:

a) Messaggio dell'Immacolata (ore 21.20)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore di Gesù, bevi, anche in questa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù, e immolati per l’umanità, figlia mia, in questo giorno che Dio ha lasciato scendere sull’umanità le Gocce del suo Amore. (Giulia) Mamma, come sei bella!(*) Come sei bella! (Immacolata) figlia, sono bella perché amo, e l’Amore offre i Dolori: vuoi accettarli ancora? (Giulia) sì, Mammina mia! (Immacolata) vuoi unirti ai Dolori di Gesù in questo ultimo giorno? (Giulia) sì, Mamma!(*) <1° grido>(*). (Immacolata) Ecco, figlia mia, ecco l’Amore che rende belli: L’AMORE DELLA SOFFERENZA, L’AMORE CHE DIO DONA ALLE SUE SPOSE, AI FIGLI, AI DISCEPOLI DELLA CROCE. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: siamo Vivi e Reali in mezzo a voi e stiamo bevendo e mangiando con voi, figli, l’Agnello dell’Amore: l’Agnello che porta la Pace all’umanità intera(*). Ho sete: donatemi il Calice di Gesù!(*) Bevete con me, figli: tre sorsi!(*) Ecco, la mia sete è sete di anime, e bevendo con ognuno di voi, porto dinanzi al Trono del Padre l’Amore che mi offrite. Vedete, figliuoli, rimanere uniti nella Famiglia di Dio e donare il proprio tempo a Dio, è mettere a disposizione i cuori per amare i piccoli, i poveri, gli emarginati. Dio vi ha chiesto di fargli compagnia e di mangiare e bere con Lui, e i vostri hanno donato il Sì: quel Sì Pieno che viene da Dio, e solo donando il Sì e amando potete combattere il nemico. Vedete, figliuoli, quanti flagelli stanno scendendo sull’umanità? e scenderanno ancora, perché c’è poco amore, poco ascolto alla Parola di Dio: al Santo Vangelo, ed Io vengo a portare la Parola: la Pienezza di Dio in mezzo a voi. Come Mamma vi invito a pregare per il Papa(*): UNITEVI ALLA SUA PREGHIERA, UNITEVI AL SUO CUORE, E, CURVO COME LUI, PORTATE LA CROCE SULLE SPALLE. Figliuoli, il Legno Vivo della Croce è la vostra Unica Salvezza: non vi sono altre vie e non vi sono altri legni che possono portarvi al Trono del Padre. Il Padre mi ha mandato in mezzo a voi, e con Ubbidienza, Io sono venuta a portare lo Shalom del Cuore di Dio. rimanete nella Quiete e nella Preghiera: Io verrò ancora a parlare come il mio Gesù e Giovanni: aspettateci, ma rimanete nell’Armonia del Cuore di Gesù che è gioioso dei vostri cuori, figli.

 

b) Messaggio di Gesù (ore 22.20)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù. Sono venuto a portarvi la mia Parola: lo Shalom, e a portare ad ognuno di voi il Vangelo Vivo invitandovi a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei cuori. Figli, eccomi: Io sono venuto come vi avevo promesso, e con me c’è la Schiera degli Angeli e dei Santi; c’è il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi, Vivi e Reali, come lo sono: VIVO! Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno Santo della Croce per donare la Vita ad ognuno di voi. Ho sete!(*) Riempite i bicchieri(*) e bevete con me quattro sorsi!(*) Il quarto rappresenta la Croce, e Io vengo in mezzo a voi a portare la mia Croce: il Legno Vivo che vi ha donato la Vita. E in questa serata di Pace, di Gioia, di Letizia, di Vita Nuova, Io vengo in Ubbidienza al Padre a portare, ad ognuno di voi, il Seme da piantare. Voi siete i Discepoli della nuova chiesa e vi chiedo di non scandalizzarvi di questo! Io ho detto ai miei discepoli "aspettatemi e verrò a bere del Nuovo con ognuno di voi": è la Nuova Chiesa che è scesa in mezzo a voi col Parto Vivo che passa attraverso Giovanni e attraverso la Piccola Cocciuta del Cuore della Croce: il Padre l’ha mandata in mezzo a voi, e con Giovanni e come Giovanni, griderà la Parola Viva: l’Amore di Dio, e voi sapete bene che Dio è duraturo, è Antico, e ciò che è scritto non può essere cancellato! Il Mistero che è nascosto nel Cuore della Piccola Cocciuta è Grande, perché è il Cuore di Giovanni, e Giovanni in mezzo a voi portava il Seme di Dio, la Luce di Dio: Dio Vivo e Reale in mezzo a voi, e i vostri occhi non hanno visto: in pochi avete compreso il Mistero Nascosto che Giovanni portava nei vostri cuori! Figliuoli, ciò che state vivendo è l’Amore del Padre, l’Amore della Stanza che il Padre vi ha donato: il Vangelo Vivo. Vedete, figliuoli, i vostri cuori devono essere aperti e il Sì deve essere pieno all’Amore del Padre. Vi chiedo di stare attenti al nemico: non lasciatevi confondere dalla sua falsa luce. Io vengo perché vi amo e vi voglio salvi e santi: TUTTI, e non faccio distinzioni: VI AMO TUTTI ALLO STESSO MODO, CON LA STESSA MISURA, perché la mia misura è una sola. Figli, Discepoli della Croce, Colonne e Suorine del mio Cuore, il peso per voi, in questo tempo, diventerà più grande, ma non temete niente e nessuno: DIO E’ CON VOI; la Grazia del Padre è su di voi perché vi ha chiamati, vi ha scelti e vi ha sigillati, uno per uno. Ora ho sete ancora: bevete con me!(*) Quando bevete, non pensate alle cose del mondo, ma ricordate che bevete il mio Sangue, figli. E in questa serata, i Grandi del mondo stanno trafiggendo il mio Cuore: in questo attimo sta scendendo un altro flagello sull’umanità. Figlia mia, vuoi immolarti ancora? (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia! Dammi la forza perché la mia viene meno! (Gesù) unisciti ai miei Dolori, figlia mia <2° grido>(*). Ecco, hai consolato il mio Cuore! (Giulia) Gesù, non ho fatto nulla! (Gesù) tu non puoi vedere ciò che Io vedo, figlia mia. ora rimanete nell’Amore della Preghiera parlando della mia Pace. Io bevo e mangio con voi: ASPETTATEMI, verrò ancora; ma tu, Cocciuta del Cuore della Croce, unisciti al mio Cuore! (Giulia) sì, Gesù!

 

c) Messaggi di Gesù e del Santo Giovanni di oggi (ore 23.30)

       

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù. Ho sete: offritemi da bere(*), bevete con me. Figli della Croce, eccomi, sono venuto nell’Amore e nella Quiete a portare la Parola Viva: il Santo Vangelo, invitandovi sempre a viverlo nella pienezza dei cuori e a tenerlo alto: figliuoli, non dimenticatelo, vivete questi ultimi attimi di questo anno che passa nel mio Amore, iniziando la Vita Nuova che Io ho scritto nel Grande Libro. Ricordate sempre che non conoscete né il giorno e neanche l’ora che Io verrò in mezzo a voi, ma siate vigilanti nell’Amore, nella Fede e nella Carità. Ricordate, figli, che Io conosco i cuori di ognuno di voi, e nulla mi è nascosto: Io vedo e sento ciò che voi non vedete e non sentite. In questo attimo chiedo, ad ognuno di voi, i vostri cuori rivolti alla Croce e al Santo Vangelo(*). Ricordate che Io vi ho donato la vita abbracciando il Legno Santo della Croce: ho aperto il mio Cuore per ognuno di voi(*), e alzando gli occhi al Padre ho detto "Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno", e oggi dico ad ognuno di voi, Discepoli del mio Cuore "Voi avete l’insegnamento e l’amore, e conoscete quello che fate. Io vi ho donato la via larga e la Via Stretta: la via larga appartiene al mio nemico, e la Via Stretta è la mia Via": PRENDETELA E CAMMINATE NELLA VIA DELL’AMORE ABBRACCIANDO I SANTI DOLORI, LA SANTA SOFFERENZA. Figliuoli del mio Cuore, ecco cosa Io vengo a chiedere ad ognuno di voi: NON GETTATE LE SANTE SPINE, ABBRACCIATE CON AMORE I SANTI DOLORI, PERCHE’ SOLO PORTANDO LA CROCE SI ARRIVA ALLA GIOIA, e il Calice che Io offro ad ognuno di voi è il Calice della mia Gioia Piena, del mio Amore: mi dono tutto ad ognuno di voi! Vivete il Mistero Nascosto e camminate sulla Via che Maria ha segnato per ognuno di voi, figli del mio Cuore! Ora volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia!(*) (Piccolo Giovanni) La Croce e l’Amore del Padre sia il vostro tutto (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli e discepoli del mio Cuore, Amen! Riempite il Calice al Padre!(*) Con l’Amore e la Misericordia del Padre, sono qui in mezzo a voi, unito nell’Amore e nella Gioia Piena che il Padre ci dona! Eccomi, l’"Eccomi" di Dio è in mezzo a noi e significa "FATE PRESTO". Quando Dio chiama si deve donare il Sì senza pensare o aspettare! Il Padre mi ha chiamato e Io ho detto "Eccomi: sono pronto per abbracciare l’umanità, i miei figli e la Croce". Vi ho insegnato a vivere e ad amare il Santo Vangelo come Io l’ho amato e lo amo; e nell’Amore e nell’Ubbidienza del Padre, Io ho camminato con ognuno di voi e ho seminato il Seme di Dio. Il Padre mi ha mandato in mezzo a voi: ha piantato l’Albero, ed Io, con l’Amore del Padre, ho lasciato crescere i Frutti. E ora, voi siete i Frutti dell’Amore di Dio che dovete crescere e donare ai vostri fratelli, ai vostri figli, ai poveri, agli emarginati, senza lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera: l’Amore di Dio. Dico grazie ad ognuno di voi per tutto quello che avete fatto e fate per me. Grazie perché mi fate vivere nei vostri cuori e vi ricordate ancora del mio Amore, delle mie Parole, e camminate nel Solco del Santo Vangelo. Ricordate sempre, figliuoli, che Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, perché il Padre così ha scritto, e la sua Parola non può essere cancellata dall’uomo: DIO E’, OGGI E SEMPRE! E’ bello vivere l’Amore che abbiamo vissuto e viviamo, ieri e oggi, nel mio salire al Padre e nello stare uniti in questa serata che Dio ha chiesto alla Piccola Cocciuta e ad ognuno di voi. vedete, figliuoli, Io sono dovuto salire al Padre perché ardentemente ho bussato al suo Cuore: desideravo tornare a Casa. Non ero stanco di rimanere con voi, perché lo sono attimo per attimo; il mio Cuore era triste e lo è ancora per il mio popolo e per i miei cari! Non scandalizzatevi di queste parole, ma voi non potete comprendere il mio Dolore: la Piccola Cocciuta conosce ogni cosa, e il mio Cuore abita dentro di Lei, e soffre come Io ho sofferto. Figliuoli, non preoccupatevi per ciò che state vivendo, ma siate gioiosi: DIO E’ CON VOI E NIENTE E NESSUNO VI FARA’ DEL MALE: è il peso della Croce che dovete portare sulle vostre spalle, ma Dio ha preparato il Premio per ognuno di voi, senza fare distinzione. Guardo con Amore i vostri cuori e dico "grazie a tutti i figli che mi hanno aiutato a salire al Padre". Piccola Cocciuta, tu che conoscevi e conosci ogni cosa, anche in questa giornata.. (Giulia) Giovanni, non ho fatto nulla! (Piccolo Giovanni) hai abbracciato con me la Croce e la porti ancora per l’umanità e per tutti i tuoi figli. voi, figliuoli, ricordate sempre il mio Amore, e non dividetevi. Il Mistero che stiamo vivendo è il Mistero di Dio, ed è ancora nascosto e non potete comprenderlo con la mente: è Grande perché viene dal Cuore del Padre, ma presto comprenderete: ha scritto i vostri Nomi nei Cieli e brillano, figli e discepoli del mio Cuore. L’Anno che sta per entrare <mancano pochi minuti alla mezzanotte> è un anno dove dovete lavorare e seminare la Parola di Dio. Sarete molto perseguitati a causa della Parola di Dio, ma non temete niente e nessuno: ANDATE AVANTI, perché Dio Padre è con voi. Figliuoli del mio Cuore, vedete, morire è nascere nel Cuore del Padre, e il Padre sta nascendo dentro di voi perché lo fate vivere! I rumori del mondo: NON ASCOLTATELI, ma ascoltate il Padre che viene a portare nei vostri cuori lo Shalom di questo inizio: "Pace in terra agli uomini di buona volontà". Ecco l’Amore di Dio che scende sull’umanità. Ricordate ancora che la Pace viene dal Cuore del Padre: GLI UOMINI NON POSSONO DONARE LA PACE, MA SOLO DIO ATTRAVERSO IL CALICE DEL SUO SANGUE! Unite i vostri cuori al Cuore di Dio e bevete con me!(*) FONDO: TUTTI!(*) <tutti beviamo> Capriccioso come sono, faccio girare le vostre teste facendovi bere: ma ricordate cosa ho detto nella serata dell’anno che è passato? non questo.. <si riferisce al 31/12/2000> "se non dovevo celebrare la Messa, mi ubriacavo"; e mi sono ubriacato con i Dolori abbracciando la Croce per l’umanità e per ognuno di voi, figli. Sapete, era così grande il Dolore che stringeva il mio Cuore, e Io sentivo solo Amore, e ripetevo alla Piccola Cocciuta "se il dolore al Cuore lo avevi tu, sapevi sopportarlo, ma Io mi lamento", e in quell’attimo, la Piccola Cocciuta implorava al Padre "Padre, togli il Dolore a Lui e mettilo nel mio Cuore", e il Padre glielo concedeva, e voi non vedevate il Dolore che portava. Per un istante Io sono salito al Padre mentre Lei stava riposando, e il suo Cuore si è fermato: ma Telesfore non si è accorto di nulla; Ha aperto gli occhi e ha chiesto subito di essere portata dove Io riposavo nel giaciglio: lo ricordi, Telesfore? (Telesfore) quella mattina.. (Piccolo Giovanni) sì! (Telesfore) ..quando sei partito? (Piccolo Giovanni) no: prima, il giorno uno <si riferisce al 01/01/2001>! (Telesfore) giorno uno? giorno uno non sei venuto per niente a casa! (Piccolo Giovanni) non sono venuto a casa: siete venuti voi a riposare a casa! (Telesfore) eh, noi.. (Piccolo Giovanni) ..e per un istante Io ero salito al Padre: ma mi ha lasciato ancora.. (Telesfore) ..sì, lo so! (Piccolo Giovanni) è questo quello che stavo dicendo! (Telesfore) si, si, ora ricordo! (Piccolo Giovanni) E quando siete tornati, ho detto alla Piccola Cocciuta stringendo la sua mano "sono stato male" e Lei mi ha risposto "lo so e sono corsa"(*). È stato bello per me quando ha raccolto Gesù e l’ha mangiato, perché nel rimettere, avevo gettato a terra un pezzetto di Gesù, e Lei si è accostata vicino alle mie labbra dicendomi "don Mario, hai gettato per terra un pezzetto di Gesù e io l’ho mangiato": con quale Amore l’ha fatto: con l’Amore Pieno di Dio; chi avrebbe compiuto questo gesto?(*) Solo chi ama Dio in Pienezza; e Io gli ho detto "hai fatto bene, figlia mia", ma chiedevo sempre "Gesù è venuto perché aveva promesso che ritornava nel Silenzio", e il Silenzio era quando Io sono salito al Padre, e il Cuore della Piccola Cocciuta batteva forte, e nell’istante che il Padre ha parlato, il suo Cuore ha iniziato a battere e nessuno di voi ha capito niente: la Piccola Cocciuta era con me: era salita al Padre; voi la vedevate camminare, piangere, ma il suo Cuore era salito con me, ma il Padre ve l’ha lasciata perché Io ho pregato; e in quest’istante il Cuore della Piccola Cocciuta è nel Cuore del Padre come anche il mio!(*) <Giulia, esanime, per un attimo si riversa sulla sedia con la testa che penzolava all’indietro della spalliera> Non spaventatevi, figli del mio Cuore. Ricordate sempre che il Parto passa attraverso di me e attraverso la Piccola Cocciuta: SIAMO UN’UNICA COSA UNITI NELL’AMORE DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO, DEL CUORE IMMACOLATO DI MARIA E DEL BIMBO CHE CRESCE NELLA STANZA DELL’AMORE! Dio vi ha donato la Stanza per vivere il suo Amore, la sua Pace: la sua Letizia. Il Mistero Nascosto che presto comprenderete nella Luce e nell’Amore, ma in questa serata vi chiedo di pregare per il mio popolo < Lauria >. Pregate unendo le vostre mani <stringiamo tutti la Catena Santa> Padre, sii misericordioso! Sia la vostra Catena(*) forte, unita nell’Amore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo e del Cuore Immacolato e Addolorato di Maria e del Bimbo che cresce nell’Amore! ricordate che solo amando potete sconfiggere il male, e il Padre mi ha mandato in mezzo a voi per insegnarvi la Via dell’Amore. Io ho donato la mia Vita per ognuno di voi, figli e discepoli del mio Cuore: SOLO VOI SIETE LA MIA FAMIGLIA, perché nessun altro mi ha accettato: SONO STATO CACCIATO FUORI DAI MIEI CARI; HO TROVATO DIMORA NEI VOSTRI CUORI E NELLE VOSTRE CASE! <il momento è stato così intenso che ci siamo tutti commossi insieme a Giovanni> Preparatemi una Capanna, figli, perché voi siete la mia Famiglia, e vi dico grazie e mi inchino dinanzi a voi per tutto quello che fate per me!(*) Lo so che faccio commuovere i vostri cuori, ma questa è Parola di Dio: E’ LA VERITA’ CHE DICO, PERCHE’ DIO E’ VERITIERO E NON PUO’ MENTIRE AI SUOI FIGLI!(*) Io abito dentro di voi, nelle vostre case, perché, come Gesù, non ho trovato nulla.. perché non c’è posto per me!(*) la mia Casa è la vostra Casa, e quello che fate per me lo fate al Padre! Figli del mio Cuore, siate coscienti di ciò che state ascoltando: non fate commuovere ancora il mio Cuore: vi amo, e vi chiedo solo di portare avanti il mio Amore: ciò che ho donato ad ognuno di voi è la Parola del Padre, perché Io ho amato e amo solo il Vangelo e la Croce Viva! <il volto di Giulia si riga di copiose lacrime> DIO E’ IL MIO TUTTO! LA CROCE E’ IL MIO TUTTO, E IL CUORE IMMACOLATO DI MARIA E’ IL MIO VIVERE, e invito ad ognuno di voi a vivere nel Cuore di Maria che sta sorgendo in questo Tempo Nuovo che è nato in mezzo a voi! Distaccatevi dalle cose del mondo e vivete l’anno che sta sorgendo nella Luce del Padre, amando, perdonando e usando carità verso tutti; ma ricordate sempre che Dio è Giudice e giudica secondo il suo Cuore: voi aprite i vostri cuori e lasciatevi guidare dall’Amore del Padre. Figliuoli miei, Io sono Vivo perché Dio mi ha abbracciato nel suo Cuore, e presto lo sarete tutti perché Io prego e parlo sempre di ognuno di voi con gli Angeli, i Santi e col Padre. Ora vi chiedo di pregare e consolare il Cuore di Maria in questo istante: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. "Adesso e nell’ora della nostra morte, Amen": ricordatelo, figliuoli! Telesfore! (Telesfore) dimmi, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa arde nel tuo cuore? (Telesfore) eh, sono molto emozionato! (Piccolo Giovanni) questo lo so! (Telesfore) mi hai fatto piangere! (Piccolo Giovanni) un po’ a tutti: ma il pianto è gioia! Anch’Io ho pianto quando la Piccola Cocciuta si stringeva a me sul letto e tutti gli altri pregavano, e la Elena mi bagnava i piedi con le sue lacrime <Elena, nel ricordo di quella serata, ha iniziato a piangere ininterrottamente fino alla fine dell’apparizione >. Dico grazie a tutti i figli che sono rimasti uniti in quella serata.. e ancora vi ricordate di me, Paolo? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) grazie per il tuo cuore: per il canto che mi hai offerto.. te ne saranno donati altri.. e anche a tutti i figli: saranno accesi i cuori di ognuno di voi per cantare le Lodi al Padre.. non ti emozionare, figlio mio!(*) Il Padre vi ha sigillato uno ad uno, e su tutti voi ha lasciato il suo Sigillo: vi ha scelti e fate parte della Schiera degli Angeli, dei Santi, dei Martiri: TUTTI, anche le Suorine.. come Matteo, Filippo e tutti gli altri <qui nessuno di noi è riuscito a trattenere l’emozione>. Dio quando chiama i suoi figli li sigilla, e il Sigillo è fermo sulla Colonna, e la Colonna è Dio, e nessuno può allontanarsi. Io mi sono fermato sulla Colonna del Padre per amare e abbracciare ognuno di voi. Vedete, figliuoli, in questo attimo l’umanità sta abbracciando il mondo: voi siete uniti alla Catena di Dio, alla Santa Sofferenza, all’Amore Pieno. Pregate per i figli della perdizione, pregate e implorate misericordia al Padre e vivete l’Anno di Dio che sboccia nei vostri cuori, perché Dio vede l’Amore che è dentro di voi. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire a causa del mio Nome, a causa del Nome del Padre; sarai perseguitata, ma non temere, figlia mai, Dio è con te e la sua Grazia è su di te. (Giulia) Giovanni, tu sai tutto: sai cosa voglio dirti? poggiati su di me, ma non fare soffrire i miei figli: conosci ogni cosa! (Piccolo Giovanni) non temere, figlia mia, Io ho lasciato ogni mio bene ai poveri e al Padre, e voi siete nel giusto: camminate sulla Via che vi ho segnato e non lasciate il mio figliuolo Francesco! ..sto visitando il suo cuore e i suoi cari, come sto visitando i cari di ognuno di voi, perché il Padre mi permette di fare questo; chiedo solo ad ognuno di voi di essere fiduciosi nell’Amore di Dio, perché il Padre mi ha mandato in mezzo a voi per guidarvi. Ora vi faccio gli auguri del Santo Anno che è iniziato: vivetelo tenendo sempre alto il Santo Vangelo portando la Croce. Non lasciate la Santa Sofferenza: sapete bene che solo portando la Croce e la Santa Sofferenza si arriva all’Amore di Dio, ed Io vengo solo a portarvi l’Amore di Dio e il Santo Vangelo, stringendo forte forte le vostre mani: LA CATENA DI DIO FA GRONDARE SANGUE. Non temete niente e nessuno. Ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: lasciatelo camminare, offritelo al mondo, figli.. non ti emozionare, Paolo(*). Vi amo troppo, figliuoli miei, vi amo e non voglio perdervi: SIETE LE COLONNE, LE PIANTICELLE VIVE DELL’AMORE DEL PADRE: TUTTI SENZA FARE DISTINZIONI. Ad ognuno di voi è stato assegnato un compito, Io ve l’ho lasciato: RICORDATELO, e camminate nel Solco di Dio; e ricordate che lo Strumento che parla è mandato dal Padre: la Piccola Cocciuta, Dio Padre ve la lascia ancora, ma presto dovrà ritornare a Casa. Ora, Piccola Cocciuta, gioisci nel vivere il mio Ultimo Istante(*). Non temete, ve la lascio ancora. Vi amo tutti, figliuoli, gioite nella Gioia che Io vivo col Padre. Ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Io ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. È bello stare con voi: grazie delle gioie che avete donato al mio Cuore: anch’Io mi sono commosso con voi, ma ricordate sempre che Dio è Amore. Amate, perdonate, usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Ora ritorno all’Ubbidienza del Padre e vi lascio gli auguri a tutti. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Eccomi, figliuoli. Il mio Amore è Pieno nei cuori di ognuno di voi: Io, il Padre e Giovanni, siamo un’Unica Cosa. Vivete nel Nome della Santissima Trinità e crescete in questo anno portando i Semi del vostro Amore. Io sono il vostro Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la Vita. Ora vi offro il mio Amore, la mia Pace, la mia Letizia: PACE A VOI, figli del mio Cuore. Pace a voi: Io dono a voi la mia Pace: voi donatela al mondo vivendo e camminando nel Solco Vivo del Santo Vangelo nell’inizio del nuovo anno. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, col Cuore Immacolato di Maria e il Cuore del Bimbo che cresce in mezzo a voi. Telesfore, ricorda sempre che la tua Casa è la mia Casa e vivo nell’Amore che tu mi doni! Grazie, figlio mio, perché mi fai abitare dentro di te e metti a disposizione ciò che Dio ti ha donato: FATELO TUTTI, figliuoli, perché ciò che avete è Dio che ve lo ha donato a tutti. Ora andate in pace e vivete la Pace di questi attimi che abbiamo vissuti assieme(*). La Pace e l’Amore del Padre regni nei vostri cuori (Tutti) Amen! (Gesù) La Luce che sta per sorgere, brilli dentro di voi (Tutti) Amen! (Gesù) Il Cuore Immacolato di Maria, Madre mia e Madre di ognuno di voi, sia la vostra Vita (Tutti) Amen! (Gesù) La benedizione di Dio Padre, Dio Figlio, scenda su di voi e sul mondo intero (Tutti) Amen!(*) (Gesù) Cocciuta del mio Cuore, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli, ora e sempre! (Giulia) con la tua Grazia, Gesù! (Gesù) Ecco gli auguri che Io faccio ad ognuno di voi e all’umanità intera. Siate Figli a mia Immagine e Somiglianza, portando la Croce(*). (Giulia) Gesù, grazie di tutto quello che ci hai donato!(*) Posso baciarti?(*) (Gesù) Ora che hai baciato me, bacia tutti i tuoi figli! (Giulia) sì, Gesù!

 

 

         6. Gio 03/01/2002, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti(*). Gioisci e fai festa nell’accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce per l’umanità intera. Figlia, unisciti ai miei Dolori <1° grido>(*). Figlia del mio Cuore, unisciti ancora: abbraccia in pieno la Croce! Vedi, l’umanità sta trafiggendo il Cuore di mia Madre: consolalo, unisciti ancora ai miei Dolori! (Giulia) Gesù, stringimi forte, Gesù! <2° grido>(*). Gesù! Gesù!(*) (Gesù) Figlia, guarda le tue mani e i tuoi piedi!(*) (Giulia) Gesù, sono uniti alle tue mani!(*) (Gesù) Vedi, siamo inchiodati allo stesso Legno!(*) Ora vedi toglie i Chiodi, e guarda chi è a toglierli! <3° grido>(*) (Giulia) Gesù, i tuoi occhi sono pieni di Sangue: perché piangi, Gesù? sono io a farti soffrire? (Gesù) no, figlia mia, non sei tu: SONO I GRANDI DELLA CASA DEL PADRE E I GRANDI DEL MONDO A FARMI SOFFRIRE E A TRAFIGGERE IL CUORE DI MIA MADRE! (Giulia) Gesù, poggiati su di me! (Gesù) posso poggiarmi sulla tua spalla, figlia? (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) mi poggio sul Cuore! <4° grido>(*) Sei contenta, anima mia? (Giulia) sì, Gesù! com’è dolce soffrire per te e consolare il tuo Cuore! (Gesù) hai detto bene, anima mia, ma sono in pochi i figli che mi lasciano poggiare sulla spalla, in pochi che mi fanno dormire sul cuore. Vedete, figliuoli, l’umanità sta andando alla perdizione perché c’è poco amore, e i flagelli scendono sempre di più: imparate ad amare e imparate i vostri fratelli ad amare la Croce, il Santo Vangelo e la Povertà. Io sono venuto povero in mezzo a voi per donarvi il mio Amore, la mia Amicizia ma non sono stato accettato, e ora sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali e siamo venuti a portare l’Amore del Vangelo Vivo e il Vangelo è uno solo ed è segnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per l’umanità intera. Ricordate sempre, figliuoli, che Io parlo a voi e parlo al mondo intero, perché tutti siete i miei figli: vi ho riscattati col mio Sangue, e il prezzo che ho pagato è prezzo di Sangue, ricordatelo. Quando amate, non fatelo solo con le labbra ma aprendo il cuore lasciando scendere il Sangue della Vita che Io vi ho donato. Ecco l’Amore Pieno; ecco l’Amore che Io ho donato e dono ad ognuno di voi, e voi donatelo per i vostri fratelli, i vostri figli. ma ricordate sempre, figliuoli, di stare attenti al mio nemico: lui è astuto e usa ogni mezzo per farvi cadere nella sua rete. Vi ripeto ancora una volta: NELLA MIA STANZA NON ENTRA PERCHE’ NON GLI E’ PERMESSO. Il suo tempo si è accorciato, e col suo ultimo strascico di coda, sta trascinando molti figli nella sua rete, ma il Cuore Immacolato di Maria trionferà; ricordatelo: CIO’ CHE DIO HA SCRITTO NON PUO’ ESSERE CANCELLATO, ma chiedo ad ognuno di voi di essere coscienti e rimanere saldi nell’Amore della Croce, perché nessuno di voi conosce né l’ora e neanche il giorno che il Padre aprirà i Cieli. Vedete, figliuoli, il Parto è Vivo ed è in mezzo a voi, ma l’umanità è sorda ed è cieca, e non vuole vedere, non vuole ascoltare. Ma Io come Padre aspetto: con Misericordia Infinita aspetto fino all’ultimo istante tutti i miei figli. Io ho donato nelle mani dei miei Figli Ministri il lavoro da svolgere, ma devo chinare il capo(*), e il mio Cuore gronda Sangue nel vedere come sono accolto nella mia Casa: non vi scandalizzate, figliuoli, se sentite questa parole, perché voi vedete i fiori sbocciare ma non potete vedere ciò che Io vedo! ..e come Padre mi lamento dei miei Ministri e chiedo a voi, Discepoli del mio Cuore, di pregare per loro: col vostro Amore, con la vostra preghiera, alzate le Mura che sono crollate: SOLLEVATELI, figliuoli(*) ..e il vostro Amore deve essere Saldo, Pieno e Duraturo: il Sì che offrite al Cuore di Maria deve essere il suo Sì che ha abbracciato il Cuore del Padre ed è rimasto fermo nell’Amore. Io vi sto donando una Via, e la mia Via è Stretta ed è segnata dal Segno della Croce, dalle Sante Spine, del Santo Vangelo. Ora, dovete decidere voi cosa fare: se volete rimanere nel mio Amore, tenendo alto il Santo Vangelo, vivendolo nella pienezza dei cuori e donarlo ai fratelli, o camminare nella via larga del mio nemico. Io sono Padre e lascio liberi i miei figli di decidere cosa volete fare. Il mio Cuore arde nel vedervi tutti a Casa con me, ma la Via che Maria vi sta segnando, dovete camminarla da soli: fate presto a decidere, figli del mio Cuore, e non dubitate della mia Parola Viva e Reale in mezzo a voi, perché sono Io a parlare: mi servo dello Strumento, ma in mezzo a voi, vivo e reale ci sono Io, il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi sul Legno Santo della Croce. In questa serata ascoltate il mio Cuore triste, ma non per voi: VOI MI DATE GIOIA, MI DATE AMORE; il mio Cuore è triste nel vedere l’umanità intera che non mi accoglie: CHE MI CHIUDE LA PORTA, ed Io rimango fuori ad aspettare! Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) vuoi ancora immolarti con i Dolori del Parto Vivo, che passano attraverso Giovanni e attraverso di te? (Giulia) sì, Gesù! <5° grido>(*) (Gesù) Grazie, figlia mia, hai sollevato il mio Cuore! Ecco, ora guarda ma non spaventarti(*)(Giulia) Gesù!(*) Gesù!(*) (Gesù) non toccare!(*) (Giulia) Gesù!(*) Posso dire quello che vedo? (Gesù) no, figlia mia(*). (Giulia) Gesù!(*) MISERICORDIA! MISERICORDIA! MISERICORDIA!(*) (Gesù) Guarda ancora, figlia, e tieni tutto nel tuo Cuore. (Giulia) sì, Gesù!(*) Gesù!(*) Sì, Sì! (Gesù) in questa serata vedo i miei figli un po’ distratti e pensierosi.. Richiedo sempre di lasciare le cose del mondo quando venite nella mia Stanza, figliuoli. Telesfore, stai attento alla mia Parola: non distrarti, e lo dico ad ognuno di voi! i vostri cuori devono essere uniti al mio Cuore: ALLA PAROLA VIVA CHE STATE ASCOLTANDO. Figliuoli, ricordate che Io conosco ogni vostro pensiero, ogni vostro affanno, ogni vostro dolore, e solo il Padre può cancellarli! Nella mani del Padre è l’umanità e ognuno di voi: DOVE VOLETE RIFUGIARVI? NEL MONDO O NEL CUORE DEL PADRE? Figliuoli, ricordate queste cose, non dimenticatele: Dio vi ha donato la vita, Dio può prenderla, Dio può togliere il peso che portate sulle vostre spalle: NESSUNO ALL’INFUORI DI LUI PUO’ FARLO! Unitevi al suo Amore, unite i vostri cuori alla Musica che viene a portare in mezzo a voi. Vi chiedo, ancora una volta, di pregare per il Papa: NON LASCIATELO SOLO NELL’ORTO DEGLI ULIVI, figli. (Giulia) Gesù, ti chiedo perdono da parte mia e da parte di tutti i figli! Se ancora non riusciamo a camminare dietro i tuoi passi, prendici per mano tu, Gesù! (Gesù) sono qui in mezzo a voi e parlo, e vi tengo per mano. Ho preparato per voi la Stanza dell’Amore dove vivere nella Pienezza del Padre: IO NON VI LASCIO, ma voi non lasciatemi solo, non fuggite via al primo ostacolo! Sarete perseguitati a causa del mio Nome, ma non lasciatemi solo, Figli e Discepoli, Colonne del mio Cuore. (Giulia) Gesù, io, con la tua Grazia, non ti lascio! (Gesù) questo lo so perché sono Io che ti ho mandata! (Giulia) Gesù, tieni stretto tutti i tuoi figli che sono qui uniti e i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera! (Gesù) Vedi, figlia mia, guarda quanto vi amo!(*) (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) Ecco il Bimbo che cresce nella Stanza: guardalo bene cosa porta nelle mani!(*) ..hai visto? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) non dirlo! (Giulia) sì, Gesù!(*) (Gesù) Ecco, ora chiedo a te, Piccola Cocciuta, di tenere sempre nascosto il tuo primo messaggio! (Giulia) Gesù, non ho detto nulla! (Gesù) lo so, ma stai attenta in questo tempo che sta iniziando! (Giulia) sì, Gesù! con la tua Grazia, aiutami! (Gesù) Guarda ancora il Mistero Vivo e Nascosto che il Padre ha lasciato scendere in questa Capanna! (Giulia) è la Capanna di Giovanni? (Gesù) è un’unica cosa, figlia!(*) ..ecco il Fiume, ecco le Porte! (Giulia) ah, Gesù! Gesù!(*) (Gesù) tu porta sempre sulle tue spalle tutti i tuoi figli! (Giulia) come è diventato Grande il Fiume, Gesù: quante Barche ci sono! (Gesù) il Mistero diventa sempre più grande, ma presto, tutti lo vedrete! Rimanete nel Solco, figliuoli, e abbiate fede nel Padre mio: CIO’ CHE HA PROMESSO SI ADEMPIRA’! (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) Ora prendi tra le tue mani questa Pecorella!(*) (Giulia) come è piccola! Cosa devo fare Gesù? (Gesù) stringila al tuo petto! (Giulia) e non gli faccio male? (Gesù) non temere: stringila forte e falla crescere, l’ho consegnata nelle tue mani! (Giulia) che significato ha, Gesù? (Gesù) ti sarà detto. Ora tienila e falla crescere! (Giulia) sì, Gesù!(*) Grazie! (Gesù) Ora volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (*) (Piccolo Giovanni) L’Amore, la Luce, la Pace e la Misericordia di Dio sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli del mio Cuore, Amen. Amen. Eccomi. Con l’Ordine di Dio sono ancora in mezzo a voi: riuscite a sopportarmi ancora? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) mi avete sopportato per un altro lungo anno! Avete ricordato l’anno che è passato?: siamo rimasti uniti tra il Cielo e la Stanza! avete pensato a questo?(*) Gesù è salito al Padre dicendo ai suoi discepoli "aspettatemi, Io verrò, ma non vi lascerò soli: manderò in mezzo a voi il Consolatore"; quanti Misteri stiamo vivendo insieme, e quanti ne abbiamo vissuti. Io ho vissuto e vivo con ognuno di voi la Pienezza del Vangelo: L’UNICA VERITA’ DEL PADRE MIO! e oggi avete ascoltato la Parola del Padre! Vi chiedo di farla ardere nel cuore e tenerla alta, e di viverla come il Padre ce l’ha donata, non come la dona il mondo; e nessuno prenda il posto di Dio, perché solo Dio può parlare del Mistero, come la fa in questo attimo! Non lasciatevi confondere dal nemico nel dire "io ho imparato bene il Vangelo, l’ho capito e posso spiegarlo": state attenti, figliuoli, Dio è venuto e viene tutt’ora nel Mistero: nel Mistero Nascosto del Sacrificio, e si dona, ma per comprendere in pienezza si deve morire per nascere nel Cuore del Padre. Sulla terra si deve camminare e vivere secondo la Parola: amando, perdonando, usando carità verso tutti, ma col Cuore di Dio: farlo con le labbra e non mettendo il cuore a disposizione, non si è fatto nulla, e il Padre, che vede ogni cosa, stringe le spalle! Vedete, figliuoli, Dio chiede ad ognuno di noi di lavorare seminando il nostro amore, non ci chiede nulla di grande, ma solo il cuore piccolo come Lui ce l’ha donato: IL CUORE FANCIULLO, e solo così si può sconfiggere il male: diventando fanciulli, amandovi gli uni gli altri. Ora mi fermo un po’ a parlare con la Cocciuta! (Giulia) Giovanni, cosa ho fatto? ho sbagliato qualcosa? sono pronta ad accettare il tuo rimprovero! (Piccolo Giovanni) solleva il capo, Cocciuta, non hai sbagliato nulla: SEI NEL SOLCO E LO CAMMINI PORTANDO TUTTI I TUOI FIGLI. Mi volevo fermare solo un po’ a consolare il tuo Cuore, a dirti di non temere! (Giulia) Giovanni, tu conosci ogni cosa? (Piccolo Giovanni) sì, figlia mia, conosco tutto perché il Padre mi fa vivere anche gli attimi dei vostri dolori, e in modo particolare il tuo Dolore! (Giulia) Giovanni: E’ PICCOLO, NON E’ GRANDE! (Piccolo Giovanni) ora, tu vuoi dirlo a me? lo facevi e lo vuoi fare ancora? (Giulia) no, Giovanni, non posso nasconderti nulla e non potevo nasconderti nulla! (Piccolo Giovanni) bene, figlia mia, solleva il tuo capo e non temere: ANDATE AVANTI, IO SONO CON VOI, e l’Amore di Dio è con voi. Sono gioioso per ciò che stai preparando per me, figlia. (Giulia) non ho preparato nulla! (Piccolo Giovanni) il "Nulla" che tu hai preparato è Grande! (Giulia) Giovanni, ma Gesù e il Padre non ti nascondono nulla? (Piccolo Giovanni) Io sono Giovanni, e il Padre non può nascondermi: ricordati che vedo e sento ogni cosa! (Giulia) ho fatto un altro mio errore?: perdonami! Giovanni, devo chiederti alcune cose nel Cuore: posso farlo? (Piccolo Giovanni) si(*) (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vedi, figlia, mi fermo ancora a parlare con te! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ciò che il Padre ha scritto nel Libro si deve adempiere: tu sei stata mandata! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) e il tuo compito è SCONFIGGERE IL MALE! (Giulia) sì, lo ricordo! (Piccolo Giovanni) ma sai bene che dovrai ancora soffrire? (Giulia) sì, Giovanni (Piccolo Giovanni) Ricordati sempre, figlia, l’ubbidienza! (Giulia) Giovanni, correggimi tu quando sbaglio! quando non riesco a stare all’Ubbidienza! (Piccolo Giovanni) per adesso stai camminando bene! (Giulia) Giovanni, cosa devo fare ancora? (Piccolo Giovanni) dovrai gridare ancora con la Voce di Giovanni: al mondo e ai tuoi figli! (Giulia) e cosa devo fare? (Piccolo Giovanni) il Padre metterà nel tuo petto ciò che dovrai fare! ..ma vedo i tuoi figli un po’ gelosi!(*) sto parlando solo a te, ma parlo a tutti i figli: LA PICCOLA COCCIUTA, IL PADRE VE L’HA DONATA, MA PRESTO DOVRA’ RITORNARE A CASA! faccio un po’ il capriccioso per far battere di più i vostri cuori: il "Presto" del Padre non è come il vostro. Vedete, Io sono rimasto capriccioso come sempre, anche se vedo i vostri cuori che grondano sangue, lascio scendere i miei capricci perché vi amo tutti, uno ad uno, senza togliere nessuno; ma devo dire alle Colonne che mi poggerò ancora di più su di loro: IL PESO SARA’ PIU’ GRANDE, FIGLIUOLI, PERCHE’ IL PADRE VUOLE COSI’, ma Io sono sempre con voi; e il peso di tutti i figli diventerà più grande: RICORDATEVI CHE SIETE I MIEI DISCEPOLI E LE MIE SUORINE, e nella Vigna del Padre si deve lavorare, e ora è tempo di lavorare, perché il Parto è Pieno. sto annoiando i vostri cuori? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) posso parlare ancora? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) o avete sonno? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) <girando la testa verso Telesfore> hai sonno? (Telesfore) eh, tu lo sai che ho sonno! (Piccolo Giovanni) svegliati!(*) Cosa vuoi dirmi nell’orecchio? (Telesfore) mi devi aiutare a non farmi dormire!(*) sono troppo indietro col lavoro!(*) (Piccolo Giovanni) e dì l’altra! (Telesfore) e l’altra, mò non mi viene! (Piccolo Giovanni) ti viene, ti viene! (Telesfore) non mi viene l’altra!(*) ..ci devo mettere un po’ di impegno in più? (Piccolo Giovanni) hai visto che è arrivata l’altra? Eh, forse siamo un po’ tutti stanchi, ma per il Padre non si deve essere stanchi!(*) tu vedevi i miei Dolori, ma non mi fermavo! Io vedo i tuoi e ti chiedo di non fermarti: di andare avanti, di non lasciare spazio al nemico. A volte sei un po’ capriccioso e non ascolti la Piccola Cocciuta: lo fai per capriccio, ma non è un rimprovero, è il tuo modo di pensare: pensi di essere nel giusto come hai deciso tu, e non vuoi ascoltare quello che dice la Piccola Cocciuta; l’hai sempre fatto dall’inizio: fa parte delle tue cose; è vero? (Telesfore) sì! (Piccolo Giovanni) ho fatto diventare triste il tuo cuore? (Telesfore) no, no, e.. (Piccolo Giovanni) ..dimmi! (Telesfore) i rimproveri fanno bene, così mi sveglio un po’! (Piccolo Giovanni) meno male che non ti addormenti del tutto! Vedi, figlio mio, ricordi quando ti dicevo di fare qualcosa e te la prendevi con la Piccola Cocciuta dicendo "ma io adesso non la posso fare perché c’ho da fare altre cose"? e Lei rispondeva "se non lo fai, don Mario poi rimprovera me": te lo ricordi? (Telesfore) certo che me lo ricordo! (Piccolo Giovanni) eh!(*) tu lavoravi coi tuoi lavori del giardino, coi lavori che il Padre ci donava, e Io dovevo lavorare con la Chiesa! Eh, ed era più grande e più pesante dei tuoi lavori del giardino perché venivo messo da parte, non venivo ascoltato, e il Cuore batteva con i battiti del Padre che bussava. Ora voi sentite i battiti nei vostri cuori: i battiti dell’Amore: i battiti del Bimbo, che a volte vi fanno spaventare, vi danno gioia, vi danno la forza di andare avanti, ed Io andavo avanti con i battiti del Padre e col vostro amore, perché avevo ed ho solo voi che mi amate e mi avete amato, e vi dico grazie di tutto questo: grazie per l’amore che avete offerto e offrite al mio Cuore, e vi invito sempre a camminare nel Solco del Santo Vangelo: figli, è questo l’Insegnamento del Padre mio, e questo è il mio Insegnamento che ho lasciato e porto ad ognuno di voi, ora e sempre, perché il Padre me lo concede! Giulia! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cosa stai facendo con la cordicella?(*) non chinare il capo: rispondi!(*) (Giulia) la sto usando!(*) la sto usando di più! (Piccolo Giovanni) per questa volta non ti rimprovero! (Giulia) Grazie. Posso farlo ancora? (Piccolo Giovanni) prima mi devi chiedere l’ordine! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) cammina sempre nell’Amore e dona tutto l’Amore che il Padre ti dona! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli, vi invito ancora ad amare, a perdonare, a usare carità verso tutti: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera; e vi chiedo ancora: consoliamo il Cuore di Maria <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Fatelo lentamente, quando consolate il Cuore di Maria. Maria, quando prega e bussa al Cuore del Padre, lo sussurra col Cuore aperto: FATELO ANCHE VOI! Io ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Figliuoli, Io ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre ma sono sempre con voi: ricordatelo, e sono gioioso per ciò che fate in questi tempi per me; non temete niente e nessuno: il Giglio Candido è sbocciato grazie al vostro amore. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Gesù) Bene, figliuoli, preparate i vostri cuori, liberateli dalle cose del mondo perché il mio Banchetto è qui in mezzo a voi. Lo Sposo è qui in mezzo a voi: SPOSE PREPARATEVI(*) così come siete, venite a fare festa: PRENDETE PARTE ALLA MIA GIOIA. Tu, Piccola Cocciuta, preparati. Sposo, porta la sposa(*). Padre mio, benedici questo Calice, Frutto del tuo Amore(*). Ecco il Calice del mio Sangue versato per ognuno di voi; ecco la mia Carne; venite e bevete con me; venite e mangiate con me perché Io ho sete e fame del vostro amore. Ecco il Sacrificio Nascosto che viene ad abitare nei cuori di ognuno di voi. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ai miei discepoli ho detto "Prendete e bevete; prendete e mangiate, e fate questo ricordando il mio Amore", e ora lo dico ad ognuno di voi che siete i miei Discepoli, i Discepoli che Maria ha amato e ha portato al mio Cuore come Mamma(*). (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio venuto in mezzo a noi!(*) (Gesù) Bevi, figlia mia!(*), bevi!(*), bevi!(*) <6° grido>. Mangia!(*). Mangia!(*)....... Paolo!(*) Bevi! .... Mangia! Mangia! Donatemi ai vostri fratelli: preparate la Via Stretta per le Spose!(*). È bello vedervi lavorare per il Padre. È bello guardare i vostri occhi uno ad uno. È bello incontrare lo sguardo dei vostri cuori e vedervi nella Famiglia del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria. Voi non potete immaginare quanto è grande il Mistero che stiamo vivendo nella Stanza che abbiamo costruito insieme, perché Io ho lavorato attraverso di voi.. e lavoro attraverso di voi: mi dono all’umanità attraverso di voi perché siete i miei Figli: i miei Discepoli, e siete cari al mio Cuore! Io, il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto per ognuno di voi, e voi siete vivi per amore mio. Non commuovete i vostri cuori, sennò mi commuovo anch’Io. Figli, vi amo così tanto da guardare i vostri cuori e piangere d’Amore, perché vedo il vostro Amore e vi dico grazie di come portate la vostra croce, giorno dopo giorno: LA STRINGETE FORTE AI VOSTRI CUORI E LA PORTATE, figli, la portate con Amore, con Pazienza, anche se ci sono attimi di smarrimento sapete ritornare a Casa, perché la Porta è segnata nei vostri cuori: è il Vangelo Vivo che abita dentro di voi e nella mia Stanza. In questo attimo vi chiedo di pregare per il flagello che sta scendendo(*): pregate, figliuoli miei, pregate! (Giulia) Gesù.. (Gesù) ..tu prega come sai fare, figlia mia!(*) (Giulia) Gesù!(*) Gesù! (Gesù) Ecco, una parte l’hai fermata, figlia!(*) (Giulia) grazie, Gesù! <Giulia si commuove> non sono stata io a fermarlo, ma tu! (Gesù) è il tuo Cuore e il cuore dei tuoi figli che hanno fermato il flagello! (Giulia) grazie, Gesù! ma non sono degna di questo! (Gesù) ricordati che sono Io a decidere! (Giulia) sì, Gesù!(*) il velo si è alzato e non è sceso: grazie! (Gesù) dì ai tuoi figli grazie per ciò che hanno fatto in questo attimo: HANNO APERTO IL CUORE! i Passi incominciano ad essere perfetti: camminate nella Luce del Vangelo e operate sempre in mio Nome, in Nome della Croce. Con la vostra Fede nel Nome della Croce, potete spostare anche le montagne: ma crescete, figliuoli del mio Cuore, e fate crescere la Pianticella che è dentro di voi! Ecco, Io mi sono donato ad ognuno di voi e il mio Amore è Pieno, la mia Pasqua è Piena ed è risorta: RISORGETE ANCHE VOI nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e siate un’Unica Cosa, perché Io sono venuto ad abitare dentro di voi, figli del mio Cuore! Ora unitevi all’Amore del Padre, all’Amore del Figlio, all’Amore dello Spirito Santo, all’Amore del Cuore Immacolato di Maria e all’Amore del Bimbo che cresce in mezzo a voi nel Mistero Vivo del Padre, figliuoli. Io ora vi lascio, ma sono sempre con voi, e vi chiedo di aspettarmi perché Io verrò ancora a portare il Pane dei Cieli. Vi invito a pregare ancora per i miei Figliuoli Ministri: pregate per loro, pregate, figli del mio Cuore! Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere al tua Spina Preferita e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI, figli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nel Nome della Santissima Trinità, figli e discepoli del mio Cuore. Volete ancora cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) <Canto della Ninna Nanna> (Gesù) Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per aver cullato il vostro Gesù: Io vi cullo nel mio Cuore, vi accarezzo, fascio le vostre ferite e vi porto sulle mie spalle! Figliuoli del mio Cuore, ricordatevi che il mio Amore è così Grande per ognuno di voi, che ardo: ARDETE ANCHE VOI, e portatemi sempre i vostri nemici al primo posto, e ardete e abbracciateli con l’abbraccio che avete ricevuto dal Padre. Ora, leghiamo la Catena Santa e l’Amore del Vangelo. Ricordate che la Catena si unisce quando si cammina nel Solco, e Giovanni vi ha insegnato e vi ha donato il Solco; camminate sempre e non fermatevi, perché il Solco è lungo ed è profondo, figliuoli, e l’anno che è iniziato dinanzi a voi è lungo ed è profondo, perché l’Anno di Dio dona ai suoi figli il Mistero Nascosto: il Mistero dell’Amore, il Mistero del Cuore Immacolato di Maria: ma ricordate sempre che non conoscete né l’ora e neanche il giorno. Mettete a disposizione i vostri cuori: in questo anno sta sbocciando ciò che ha detto: è Grande ed è Mistero, ma non potete comprenderlo in pienezza. Non pensate di capire con la mente ma col cuore, figli. Ora uniamo i nostri cuori e doniamoli al Padre con la preghiera che vi ho insegnato: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)">. Ecco, figliuoli "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen". Ricordate di essere coscienti di queste Parole; di essere coscienti che Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, come gli Angeli, i Santi, il Servo Santo della Croce, il Santo Giovanni di oggi e la Madre mia Maria, e voi siete Vivi perché noi viviamo: ECCO IL MISTERO: VOI SIETE VIVI PERCHE’ NOI VIVIAMO! Riuscite a comprendere questo Mistero?: è Grande ed è nuovo per ognuno di voi. DIO E’ VIVO, IL FIGLIO E’ VIVO, LO SPIRITO SANTO E’ VIVO, IL CUORE DI MARIA E’ VIVO E IL BIMBO CHE CRESCE IN MEZZO A VOI E’ VIVO, E LA LUCE E’ ACCESA NEL MONDO E IL MONDO NON VUOLE VEDERLA! Pregate, figliuoli, pregate perché la Luce rimanga nel mondo!: è un altro Mistero: un’altra Goccia che sta scendendo in mezzo a voi! Ora andate in pace e portate al mondo la Pace che avete ricevuto, e non abortitemi quando uscite fuori. Grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papino mio!: posso chiamarti così? (Gesù) sì! (Giulia) Ti amo Papino!, Ti amo! Ti Amo! TI AMO, PAPA’! (Gesù) vi amo anch'Io, figliuoli del mio Cuore, e aspetto: (Molti) TI AMO PAPA' (Alcuni) TI AMO PAPINO (Gesù) grazie, figli, grazie. Non avete compreso il Mistero della Cocciuta Capricciosa: ma lo comprenderete perché mi ha chiamato "Papino". I Misteri stanno sbocciando nella Stanza. Andate avanti, figliuoli. Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen,Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e rimanga sempre, Figli e Discepoli della Luce del Vangelo Vivo.

 

 

         7. Dom 06/01/2002, ore 15.30, Stanza more solito

 

            Oggi, alle ore 11,00 presso la Chiesa di Thurio, è stata celebrata una messa per ricordare il primo anniversario della salita al Cielo del Santo Giovanni di oggi e il suo compleanno. Dopo la messa, i Discepoli del Santo Giovanni di oggi, le Colonne e le Suorine si sono trasferiti alla Stanza, e, dopo aver consumato un frugale pasto nell’appartamento di Giulia, si sono raccolti in preghiera nella Stanza di Gesù in attesa dell’Apparizione pomeridiana. Ecco i messaggi:

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa giornata, i Santi Calici Misti del tuo Gesù, e immolati, figlia, ancora una volta, con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce per l’umanità intera (Giulia) sì, Mamma, ma donami la costanza e la forza! (Immacolata) Bevi il Calice di Gesù, figlia <1° grido>(*). (Giulia) Mammina!(*) ..come sei bella! (Immacolata) vedi, figlia, è il Dolore e l’Amore che rende belli, e Io sono bella perché amo e ho abbracciato i Dolori della Croce per donarvi Gesù. (Giulia) Mamma, devo chiederti una cosa nel Cuore: posso farlo? (Immacolata) si, figlia mia!(*) (Giulia) grazie, Mamma! (Immacolata) Ecco, figliuoli, Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e siamo venuti a portare la Parola Viva: il Santo Vangelo, e il Vangelo è Uno solo ed è segnato e bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per ognuno di voi e per il mondo intero, per donarvi la Vita Eterna. Avete mangiato il Vangelo di questa giornata? <oggi la Liturgia della Chiesa ricorda l’Epifania del Signore con la visita dei Magi. Mt. 2,1-12>. Figliuoli, masticatelo bene e vivetelo nei vostri cuori donandolo all’umanità. La Parola di Gesù è Viva perché Gesù è Vivo in mezzo a voi e nel mondo intero. Siate coscienti della Parola, ma non fate i maestri perché il Maestro è Uno solo. Figliuoli, Io vengo in mezzo a voi perché il Padre mi manda a segnare la Via della Sofferenza, la Via della Luce che è il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo: la Luce che il mondo non vuole vedere, ma brilla, arde in mezzo a voi e nel mondo intero. Figliuoli del mio Cuore, IO SONO LA MAMMA DELLA LUCE PERCHE’ IL PADRE MI HA DONATO AL SUA LUCE PER DONARLA E FARLA BRILLARE TRA TUTTE LE GENTI. Come Mamma vi invito a pregare per i figliuoli della perdizione: i figli che non vogliono vedere e ascoltare; pregate, Discepoli del Cuore di Giovanni, per i miei Figli Ministri; pregate per le Mura di Roma; voi non conoscete i Progetti del Padre e non vedete ciò che Io vedo. Come Mamma, il mio Cuore gronda Sangue per l’umanità, perché ancora flagelli scendono: siete in pochi a pregare; figliuoli, Io parlo a voi e parlo al mondo intero: i figli che pregano col cuore si possono contare sulle dita di una sola mano, e Io come Mamma posso dirvi queste cose. Non scandalizzatevi, figliuoli, ma pregate e portate sulle vostre spalle i figli e i fratelli che ancora non sanno camminare nel Solco del Santo Vangelo. Vi invito a vivere e a gioire col Vangelo di questa Santa Giornata e a crescere nell’Amore e nella Luce, perché voi siete figli della Luce. Tu, Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) in questa giornata un’altra Spada trafiggerà il tuo Cuore: vuoi abbracciarla? (Giulia) sì, Mamma, sono pronta!(*) (Immacolata) guarda <1° grido>(*). (Giulia) grazie, Mammina del mio Cuore! grazie, Papà! (Immacolata) Ecco, figlia, un altro Segreto dovrai tenere nel Cuore, ma non per molto! (Giulia) Mamma, mi dirai quando devo dirlo? (Immacolata) non temere, figlia mia! (Giulia) sì! (Immacolata) ti sarà detto! (Giulia) grazie, Mamma! (Immacolata) Ecco, figliuoli. Vi invito sempre a stare attenti al mio nemico: sconfiggetelo con l’Amore: amate, perdonate e usate carità verso tutti, non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera; abbracciate i poveri e gli emarginati, e abbracciando loro abbraccerete il mio Gesù che viene a stringersi tra le vostre braccia, figliuoli miei. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’(*). La Parola Viva di questa Santa Giornata, la Luce del Padre e il Cuore Immacolato di Maria sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli del mio Cuore, Amen. Eccomi, sono ancora in mezzo a voi per Volere del Padre. Nel suo Amore Infinito ci fa gioire e vivere nella Luce Piena del Santo Vangelo, perché Io vengo a portare il Solco del Vangelo Vivo come ve l’ho sempre portato. Cocciuta, stai ardendo per farmi gli auguri, come tutti voi, e dico grazie, ..e mi commuovo nel vedere e nel sentire tutto quello che fate per me, figli. Gli Angeli mi hanno fatto festa cantando le Lodi dell’Amore e le vostre preghiere mi hanno fatto da Corona e le ho gradite tutte; e la cosa che ha fatto e fa gioire il mio Cuore è che le vostre preghiere che avete offerto per il mio compleanno, hanno liberato tante anime, e penso che anche voi siete gioiosi nel sentire questo. Vedete com’è grande la preghiera fatta col cuore? è offerta al Padre! Grazie Discepoli miei, grazie per l’Amore, grazie per il Calore della Famiglia che mi avete donato e mi offrite ancora: ECCO LA FAMIGLIA DI DIO CHE RISCALDA E DONA LUCE AL MONDO. Brillate sempre, figli, perché Io vi ho donato la Luce del Padre: NON FATELA SPEGNERE MA ACCENDETELA SEMPRE DI PIU’. Vedo che nel cuore di Luca arde l’amore di leggere il mio libro <il Libro delle Meditazioni del Santo Giovanni di oggi dal titolo "IL MOMENTO GESU’ ">: puoi farlo alla fine come avevi chiesto alla Piccola Cocciuta. Hai capito? (Luca) sì, grazie! (Piccolo Giovanni) grazie a te, figlio! Ora vi chiedo ad uno ad uno: figliuoli, siate pronti e preparati per i tempi che scenderanno sull’umanità nel mondo intero: non lasciatevi confondere dal nemico; IL TEMPO NUOVO CHE SI E’ ACCESO PORTA GIOIA E DOLORI, MA COME MARIA, ABBRACCIATELI E CAMMINATE COME LEI HA CAMMINATO, NELL’AMORE E NELLA PIENEZZA DI DIO. Voi siete i Discepoli Vivi della Luce del Padre, e sarete perseguitati a causa del Nome di Gesù, ma non spaventatevi, figliuoli, è tutto scritto nel Libro del Padre e si deve adempiere perché Lui vi ha scelti uno ad uno per lavorare. Tu, Cocciuta del mio Cuore! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vai avanti e non fermarti: conosco il tuo peso, figlia mia. (Giulia) non è pesante, Giovanni! È dolce perché ci sei tu! (Piccolo Giovanni) mi fai commuovere, Cocciuta: doni sempre il tuo sì anche quando sei straziata dai Dolori! (Giulia) me l’hai insegnato tu, Giovanni, non posso dimenticarlo! (Piccolo Giovanni) grazie perché mi fai vivere!(*) (Giulia) benedetto sia il tuo Nome ora e sempre, Giovanni! (Piccolo Giovanni) non fare commuovere i tuoi figli!(*) ..e non fare commuovere il mio Cuore! (Giulia) non ho detto nulla. Ti chiedo solo una cosa, Giovanni: abbraccia i miei Angeli e tutti i cari in questa giornata! (Piccolo Giovanni) ecco, lo sto facendo! (Giulia) Giovanni, grazie. Posso farti delle domande nel Cuore? (Piccolo Giovanni) sì, anima mia!(*) (Giulia) grazie, Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) Io dico grazie a tutti voi, Discepoli, Colonne del mio Cuore e Suorine: camminate sempre nel Solco e non temete niente e nessuno. Ciò che state vivendo, non spaventatevi, figli, il Padre è Roccia e la Roccia non viene meno; combattete con l’Amore di Dio e andate avanti: IO SONO SEMPRE CON VOI ATTIMO PER ATTIMO E NON VI LASCIO. Ma ora faccio un po’ il capriccioso. Mi avete preparato il regalo?(*) ..per il mio compleanno?(*) ..si o no? (Tutti) sì! (Telesfore) un’Ave Maria.. Piccolo Giovanni)  quella l’ho già ricevuta! Io intendevo il regalo! (Paolo) Materiale? (Piccolo Giovanni) si! (Telesfore) la torta? (Simone1) la torta, no! (Piccolo Giovanni) ecco, bravo! Me l’avete preparata? (Simone1) sì! (Piccolo Giovanni) eh, Vincenzo, Vincenzo! (Simone1) eh!.. è troppo poco quello che facciamo! (Piccolo Giovanni) tu pensi che non vedevo quello che hai fatto? (Simone1) lo so! (Piccolo Giovanni) che cuore tenero nel fare anche questi gesti! Ma vi siete accorti che oggi ho mangiato con voi? (Qualcuno) sì! (Paolo) tu ci sei sempre, quindi non è un’eccezione! (Piccolo Giovanni) è particolare, oggi, particolare <si rivolge a Giovanni di Lauria suo carissimo amico, oggi presente alla Stanza>: Giovanni mi hai sentito nel tuo cuore? <Giovanni si emoziona e piange insieme alla moglie> rispondi!(*) Dico al mio Giovanni!(*) <i presenti avevano capito un altro Giovanni> E cosa senti nel cuore quando mi pensi?(*) Lo so che ti si stringe il cuore! quanto ti ho amato e quanto ti amo ancora! E lascio scendere sulla tua Capanna l’Amore del Padre.. (Giovanni) grazie.. (Piccolo Giovanni) ..figlio mio! cammina sempre sulla Via che Io ti ho insegnato e parla con la mia Parola. Vi amo, perché voi tutti siete la mia Famiglia e mi fate vivere!(*) Vi chiedo un piccolo capriccio: quando finite la Preghiera, e taglierete la torta per me.. (Simone1 e qualche altro) si.. (Piccolo Giovanni) ..fate fondo col bicchiere! (Simone1) sì! (Telesfore) vino o spumante? (Piccolo Giovanni) cosa si usa con la torta? (Simone1) lo spumante! (Piccolo Giovanni) fate fondo che ha un significato il fondo! Forse sono un po’ capriccioso nel chiedervi questo! (Paolo) no, ci hai abituati! (Piccolo Giovanni) perdonatemi: Io sono così anche in Paradiso! Non scandalizzatevi, l’Amore di Dio è così Grande.. ma vi invito sempre alla Preghiera, a tenere alto il Santo Vangelo e a Camminare nel Solco di Dio. Ora, vogliamo consolare il Cuore di Maria? (Tutti) sì! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Ricordate sempre: "adesso e nell’ora della nostra morte. Amen": ognuno di noi deve essere pronto e preparato a nascere nel Cuore del Padre. Dite grazie anche al Confratello don Pino per ciò che mi ha offerto in questa giornata: E’ STATO GRANDE AD ACCENDERE LA FIAMMELLA, OGGI(*), e sto accarezzando il suo cuore! stategli vicino e pregate per lui, figli! Io ora vi lascio. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli, e nel custodire il Sigillo di Dio, pregate per il mio popolo. Io ora ritorno all’Ubbidienza del Padre. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco l’Amore del Padre che si è donato all’umanità. Innalzate i vostri cuori a dio: APRITELI E DONATELI AL PADRE! Immolatevi, figliuoli, e consolate il Cuore del mio Gesù che vi ama: amatelo anche voi; e ricordate e vivete il Vangelo di questa Santa Giornata. Io, come Mamma, vi lascio il mio Cuore come Capanna e Luce che illumina il mondo: siate Luce Viva anche voi. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell’Unico Amore del Vangelo Vivo del mio Gesù. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere ancora la tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI! vi dico grazie, figliuoli, per il tempo che avete speso ad ascoltare la Parola di Gesù: VI SARA’ DONATO A LARGHE MISURE, Figli e Discepoli del Cuore della Croce! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero e rimanga, figli della Croce.

 

 

         8. Giov 10/01/2002, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti(*). Gioisci e fai festa nell’accogliere i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce. Figlia, unisciti ai Dolori della Croce. Allarga le tue braccia e unisciti con me: abbraccia i Santi Chiodi per l’umanità tutta, per i Grandi della Casa del Padre, per l’umanità intera. Figlia mia, vuoi prendere parte ai miei Dolori? (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia! (Gesù) Unisciti alla Croce e bevi con me il Calice! (Giulia) con la tua Grazia, Gesù! <1° grido>(*). Gesù, perché sei sporco di Sangue? cosa hanno fatto al tuo abito(*) Gesù? (Gesù) Vedi, figlia mia, il Sangue che tu vedi sono i flagelli che scendono ancora sull’umanità: siete in pochi a pregare nel mondo intero! Il Cuore di mia Madre viene trafitto attimo per attimo! Pregate, figliuoli, e consolate il suo Cuore: il Cuore della Mamma! Figlia, Cocciuta della Croce, vuoi prendere ancora parte ai miei Dolori? (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia. Donami la forza, perché la mia viene meno; stringimi al tuo Cuore!(*) (Gesù) Unisciti ancora e immolati per le Mura di Roma! <2° grido>(*). (Giulia) Gesù! Gesù! (Gesù) Ecco cosa offro alle mie Spose: I SANTI DOLORI, LA SANTA SOFFERENZA E IL LEGNO VIVO DELLA CROCE! ricordate sempre, figliuoli, che Io sono venuto in mezzo a voi a portare il Legno Vivo che vi ha donato la Vita Eterna. Guardate con amore il Legno della Croce, e non prostratevi a dei che non portano il Legno Vivo: l’Albero della Vita Eterna. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali e siamo venuti a portare l’Unica Verità: il Vangelo Vivo che è segnato dal Segno della Croce Tremenda e bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per ognuno di voi e per l’umanità intera, figliuoli, ma non sono stato accolto e l’amore non mi è stato donato: in pochi avete accolto e amato la mia Parola, e i flagelli scendono sempre di più sull’umanità intera. Pregate, figliuoli del mio Cuore, e tenete alto il Santo Vangelo: NON CALPESTATELO SOTTO I PIEDI! Ricordate che Io ho promesso "Verrò": non dimenticate la Promessa Antica, Io sono un Dio Antico e ciò che è scritto non viene cancellato e neanche messo da parte. Vi invito a vivere nell’Amore, nella Preghiera, nella Pace, e usando carità verso tutti: non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Il Giardino del Padre è aperto a tutti i figli, perché tutti fate parte del mio Corpo; siete fatti a mia Immagine e Somiglianza, e nel Giardino che il Padre ha preparato per ognuno di voi c’è un compito per tutti; e il Padre non fa distinzioni: guarda ognuno di voi con lo stesso Amore. Vedete, figliuoli del mio Cuore, se voi guardate con Amore il vostro fratello e offrite la mano col cuore, la offrite al Padre! La Pace viene da Dio non dagli uomini, e chi vive in pace con Dio è nella pace con i fratelli, con l’umanità intera; i flagelli, le guerre, si accendono perché non c’è amore, non c’è pace tra di voi; non si cerca la Pace di Dio, e vedete, figliuoli, con i vostri occhi i tempi che stanno scendendo sull’umanità nel mondo intero: IL NEMICO STA SEMINANDO, ma ancora una volta vi invito di stare attenti: non lasciatevi trascinare nella sua rete ma combattetelo amando, perdonando, usando carità verso tutti. e pregando col cuore rivolto al Cuore di Maria, Madre mia, Madre dell’umanità intera e di ognuno di voi, voi che siete qui riuniti nella Stanza dell’Amore e i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera! Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, vuoi ancora camminare e accogliere i Dolori che il Padre vuole donare al tuo Cuore? (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) figlia mia, il carico è pesante: dovrai ancora soffrire molto a causa del mio Nome e sarai perseguitata. Vuoi accogliere ancora e portare sulle tue spalle la Croce? (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia! (Gesù) bene, figlia mia, ora guarda, ma non spaventarti di ciò che vedi!(*) (Giulia) tienimi per mano, Gesù! <3° grido>(*). (Gesù) ..non toccare!(*) (Giulia) Gesù, posso dire quello che vedo?(*) (Gesù) si, figlia mia!(*) (Giulia) c’è il Papa per terra, e intorno al Papa ci sono tante Ostie che sanguinano(*). Ci sono delle persone che calpestano le Ostie: NESSUNO SOLLEVA IL PAPA! Gesù, sta scendendo un velo nero.. Gesù, che significato ha questo? posso sollevare il Papa? posso aiutarlo, Gesù? (Gesù) raccogli le Ostie che sono per terra(*) (Giulia) ..e gli uomini.. (Gesù) ..raccogli le Ostie!(*) Vedi, raccogliendo le Ostie il Papa si solleva!(*) (Giulia) Gesù, e quegli uomini? (Gesù) nel tuo Cuore rimarrà chi sono! Prega, figlia mia; e ora, cammina ancora e guarda!(*) (Giulia) c’è una Porta, Gesù! (Gesù) aprila!(*) (Giulia) c’è ancora il Papa!(*) ma non dà segni di vita! Gesù, che significato ha questo? (Gesù) Vedi, figlia mia, è poggiato sulla Croce e la porta per l’umanità intera; il suo respiro è lento: PREGATE PER LUI E NON LASCIATELO SOLO NELL’ORTO DEGLI ULIVI! Pregate e fategli compagnia. (Giulia) Gesù, io cosa posso fare? (Gesù) immolati come tu sai fare: nel Silenzio, nell’Amore e nel Nascondimento; ma ricordate, figliuoli, di tenere sempre alto il Santo Vangelo e di camminare nel Solco. Non dimenticatelo: Io sono qui in mezzo a voi a portare lo Shalom: l’Amore Pieno, l’Amore che l’umanità ha dimenticato. Io sonno venuto in mezzo a voi in una Capanna Povera a portare, ad ognuno di voi, la mia Ricchezza: IL MIO AMORE PIENO, ma l’umanità si è legata alle cose del mondo, ha dimenticato il mio Nome, ha dimenticato la mia venuta in mezzo a voi, e il nemico vi sta confondendo con i suoi rumori distaccandovi dal mio Cuore, dal Santo Vangelo, dal Legno della Croce, per trascinarvi nelle cose del mondo. Ricordatevi, figliuoli: LA SALVEZZA PASSA ATTRAVERSO I DOLORI DELLA CROCE E LA MIA VIA E’ STRETTA: E’ FATTA DI SPINE, LA VIA LARGA APPARTIENE AL MIO NEMICO CON I RUMORI CHE SONO NEL MONDO! Distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi alla mia Povertà, alla mia Croce, al Santo Vangelo, e ricordate sempre che Io verrò come ho premesso, a liberarvi e a donarvi tutto il mio Amore che da sempre ve l’ho donato, e non faccio mancare nulla ai miei figli; ma ricordate: CHIEDETE NEL GIUSTO DEL VANGELO E VI SARA’ CONCESSO, perché il mio Amore non ha misure: la mia Misura è Una sola, figli. Voi, Discepoli del mio Cuore, voi, Colonne, e voi, Suorine del Cuore della Croce, andate avanti e portate la mia Parola ai figli, ai fratelli che non la conoscono. Vivete nella Povertà e nell’Amore che solo il Legno della Croce e il Santo Vangelo può donare; come il Padre dona ad ognuno di voi, voi donatelo ai vostri fratelli. Pregate sempre per i miei Figli Ministri: NON LASCIATELI DA SOLI, il compito che hanno è di donarvi e donare i loro cuori come Io ho donato il mio; ma il carico è pesante, figliuoli: PREGATE, PREGATE PER LORO. Io sono il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la Vita Eterna: RICORDATELO, e chiedo ad ognuno di voi solo: AMATEMI COME IO AMO TUTTI VOI E L’UMANITA’ INTERA! Figliuoli, siano i vostri cuori pronti e preparati per il Nuovo Tempo che è sceso in mezzo a voi. Figli, siate vigilanti, perché non conoscete né l’ora e neanche il giorno in cui Io verrò in mezzo a voi: NON ASCOLTATE QUELLI CHE VERRANNO A DIRVI "OGGI IL SIGNORE VIENE E TUTTI LO VEDRETE": nessuno di voi conosce né l’ora e neanche il giorno, ma siate vigilanti, tenete la lucerna accesa e non fatela spegnere, figli del mio Cuore. io sono qui, Vivo e Reale in mezzo a voi e accarezzo i cuori di ognuno di voi: in questo visito i vostri cuori, i cuori dei vostri cari, degli ammalati che avete portato dentro di voi!(*) ..sto fasciando le loro ferite e toccando i loro cuori, ma chiedo ad ognuno di voi di essere cosciente che Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi nella Stanza dell’Amore. Il Mistero che il Padre fa vivere è Grande: in questa Stanza e nel mondo intero Dio si Dona, Dio parla all’umanità, ai suoi figli, e chiede solo di essere accolto e amato. Ricordate, figli, che il Parto è sceso sull’umanità, è Pieno ed è in mezzo a voi. Ora decidete cosa volete fare: amare Dio e camminare nella Via Stretta o abbracciare il mondo e camminare nella via larga? Voi dovete decidere cosa volete fare: Io allargo le braccia e aspetto ognuno di voi, perché vi voglio tutti salvi e santi nell’Amore Pieno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ora volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (*) (Piccolo Giovanni) L’Amore e la Misericordia Infinita del Padre sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli del mio Cuore, Amen. Eccomi. Con l’Ordine del Padre sono ancora in mezzo a voi a portare il Santo Vangelo: il Solco di Dio, all’umanità e ad ognuno di voi. Abbiamo ascoltato la Parola: la Luce che illumina il mondo, la Luce che illumina i nostri cuori, le nostre menti. Il vivere per Dio, il lavorare per Dio è il donarsi ai fratelli, all’umanità intera. Eccomi, Io sono qui in mezzo a voi per il Grande Amore del Padre: ci ama così tanto da far vivere e ardere il suo Amore in mezzo a noi: LA PAROLA, LA CROCE! e noi che siamo figli della Croce cosa possiamo offrire all’umanità, ai nostri fratelli?: IL FRUTTO DI DIO; e il Frutto di Dio è il suo Figliuolo Gesù: L’ALBERO VIVO DELLA CROCE. Io ho sempre parlato e parlo ad ognuno di voi dell’Amore che il Padre ci ha donato; l’Amore che Maria ha insegnato ad ognuno di noi: VIVERE E ARDERE PER GESU’, VIVERE E ARDERE PER IL SANTO VANGELO, VIVERE E ARDERE AMANDO I NOSTRI NEMICI e portarli al primo posto per fare festa al Banchetto. Il Padre ha preparato il Banchetto per ognuno di noi senza togliere nessuno, invitando a indossare l’abito candido e a prendere parte della sua Gioia: della Gioia Piena che solo il Padre può donare ad ognuno di noi. Ebbene, cari figliuoli, il mio Cuore arde per l’umanità e per ognuno di voi: arde di quell’Amore che solo il Padre può donarci: l’Amore Pieno, l’Amore che brucia facendoci distaccare dalle cose del mondo e unirci solo all’Albero Vivo della Croce. Io sono qui in mezzo a voi perché il Padre così ha scritto, ed Io non mi fermo mai di lodarlo e benedirlo. Figliuoli, allontanate da voi il peccato; allontanate dai vostri cuori l’odio, i rancori, fate crescere l’Amore di Dio per donarlo all’umanità. Voi siete creature fatte a Immagine e somiglianza di Dio: NON VIOLENTATE I VOSTRI CORPI, teneteli candidi per offrirli al Cuore del Padre. Vi ho sempre insegnato e vi insegnerò ancora il mio Solco: il Santo Vangelo; camminate dritti nell’Amore del Padre e non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno: non temete chi uccide il corpo, figliuoli, ma curate con amore e con la Parola di Dio le vostre anime e fermatevi a curare le anime dei fratelli e dei figli deboli che non sanno ancora camminare, che non conoscono ancora l’Amore Pieno di Dio. Ecco il mio insegnamento: la Parola che in questa serata Io lascio nei vostri cuori e nel mondo intero è "Amore": AMATE, AMATE, AMATE, solo amando potete sconfiggere il nemico, figliuoli del mio Cuore. E Io sono qui in mezzo a voi per Volere del Padre, a donarvi l’Amore di Dio e il mio Amore di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. Chino il capo e chiedo ad ognuno di voi di pregare per il mio popolo(*). Pregate, figliuoli, pregate secondo le mie Intenzioni. Ricordate che Io sono sempre Sacerdote dell’Amore di Dio, della Croce, e ho sempre vissuto amandola e portandola sulle mie spalle per ognuno di voi e per i figli del mondo intero, perché così il Sacerdozio deve vivere: non per se stesso, ma per l’umanità. Ora, Colonne del mio Cuore, mi devo poggiare ancora su di voi, ma non temete: il peso più grande lo porta la Piccola Cocciuta per ognuno di voi, immolandosi con i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce. (Giulia) Giovanni, devo chiederti alcune cose nel Cuore: posso farlo? (Piccolo Giovanni) si, figlia mia(*). (Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) è al Padre che devi dire grazie, perché Lui mi dà il permesso di venire a parlare attraverso lo Strumento, e lo Strumento è di Dio, e presto dovrà tornare a Casa: ma non temete, figliuoli del mio Cuore. Ora.. Telesfore! (Telesfore) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vuoi stringere ancora la mia mano? (Telesfore) certamente!(*) (Piccolo Giovanni) stringendola a te, la stringo a tutti i figli! cosa arde nel tuo cuore? figlio mio, il Padre ti lascia parlare: vuoi dirlo?(*) non commuoverti: mi basta solo una parola! (Telesfore) ti voglio tanto bene! (Piccolo Giovanni) lo so che arde questo! Perché sei preoccupato? hai dimenticato la promessa del Padre? Dio è Roccia, e la Roccia non viene portata via dal vento come la sabbia: poggiati sulla Roccia quando il tuo cuore gronda Sangue, figlio mio. Ma dimmi qualcosa! (Telesfore) che fa Natale? (Piccolo Giovanni) il tuo Papà? (Telesfore) si (Piccolo Giovanni) ora sta cantando le Lodi (Telesfore) sta lavorando? (Piccolo Giovanni) si, e prega per tutti voi! Ti manca? (Telesfore) bè, tanto no perché so che è qui, quindi.. come se.. (Piccolo Giovanni) come se.. (Telesfore) ..sì (Piccolo Giovanni) ..fosse sempre in mezzo.. (Telesfore) ..eh.. (Piccolo Giovanni) ..a voi come lo sono Io? E cosa vuoi dirmi ancora?(*) (Telesfore) adesso non mi viene.. dimmela tu qualche cosa! (Piccolo Giovanni) Io non mi fermo mai di dirti grazie e di scaldare il tuo cuore con l’Amore del Padre, invitandoti ad andare avanti a seminare la Parola di Dio, ad abbracciare e accogliere i Piccoli, gli Emarginati, e dirti sempre che ti amo, come Sacerdozio Vivo ed Eterno! La tua Casa e il tuo cuore sono stati visitati da Dio: E’ DIO CHE ABITA, e ha chiesto al tuo cuore di essere accolto, e tu hai donato il tuo Sì: ma non temere niente e nessuno, la Grazia di Dio è su di te. Cosa vuoi dirmi ora? (Telesfore) ora.. cioè, tu ringrazi me: e io? io devo ringraziare te.. tutto quello che hai fatto, non solo per me, ma per tutti noi! (Piccolo Giovanni) il Padre guarda il cuore e gli basta poco per dire grazie ai figli che offrono i loro cuori; e Io dico grazie perché Dio vede il tuo cuore in questo attimo e attimo per attimo. (Telesfore) io sono un povero uomo! (Piccolo Giovanni) questo lo dicevo io: vuoi imitarmi? (Telesfore) non come te, comunque, eh! (Piccolo Giovanni) sono sempre capriccioso, ma i ricordi e l’amore che il Padre ci ha fatto vivere e ci fa vivere ancora, sono pieni di Amore, di quell’Amore che solo Dio può donare. Bene, Telesfore: PORTA LA CROCE! (Telesfore) Grazie! (Piccolo Giovanni) è questo il Dono e l’Augurio che il mio Cuore ti dona.. (Telesfore) ..meglio di questo.. (Piccolo Giovanni) ..a te e a tutti i figli, alle Colonne e ai Discepoli della Croce; ma ricordate sempre: NON LASCIATE IL SOLCO DI DIO, TENETE SEMPRE ALTO IL SANTO VANGELO: VIVETELO NEI VOSTRI CUORI! Ora vogliamo consolare il Cuore di Maria? <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Ricordate sempre: "Adesso e nell’ora della nostra morte. Amen". Ricordate che morire è nascere nel Cuore del Padre a Vita Nuova, figliuoli, e chi ama e cammina nel Solco nasce nel Cuore del Padre: solo attraverso i Dolori si arriva a gioire nella Gioia Piena di Dio. E il mio Cuore arde: vorrei rapirvi e portarvi nel Cuore del Padre, ma è Dio che decide questo: Io prego per ognuno di voi, figliuoli. Ora Io devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo. Ricordate che Io sono qui in mezzo a voi per Volere del Padre e per voi che mi fate vivere. Via amo, figliuoli e discepoli del Cuore della Croce. Amate anche voi il vostro Gesù, amate i vostri nemici e preparatevi per il Banchetto che è qui in mezzo a voi! ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, Io sono qui in mezzo a voi e aspetto ognuno di voi. per un solo istante liberate i vostri cuori dalle cose del mondo e unitevi al mio Banchetto d’Amore: lo Sposo è qui in mezzo a voi e aspetta tutti i suoi figli, ma ricordate: al primo posto portate i vostri nemici e fate festa, perché un figlio è tornato a casa. Ora, Cocciuta del Cuore della Croce, preparati a gioire, ma conosci bene la Gioia che Io offro: SONO I DOLORI DELLA CROCE! preparati, figlia mia. (Giulia) eccomi, sono pronta con la tua Grazia! (Gesù) Sposo, porta la sposa(*). Padre, benedici questo Calice, Frutto del tuo Amore(*). Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; venite e bevete con me; venite e mangiate con me perché Io ho sete e fame del vostro amore(*). Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. "Fate questo ricordando il mio Amore", ecco cosa ho detto ai miei Discepoli, e ora lo dico a voi che Discepoli della Croce e Discepoli della Povertà e della mia Luce. Non scandalizzatevi, figliuoli, sono Io a parlare: Io, il Gesù che è morto ed è risorto sul Legno della Croce per donarvi la Vita Eterna. Io mi servo dello Strumento per parlare all’umanità e per donarmi. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio Vivo in mezzo a noi!(*) (Gesù) Bevi, figlia mia!(*), bevi!(*), bevi!(*) <4° grido>. (Giulia) MIO SIGNORE. MIO DIO!(*) (Gesù) Mangia!(*). Mangia!(*). .... Paolo!(*) Donatemi!(*) Chiamate i vostri fratelli e preparate la Via Stretta per le Spose!(*). Io sono qui in mezzo a voi a donarmi come mi sono donato per l’umanità intera. L’Agnello si è immolato per donare la Vita Eterna ai suoi figli, ora voi immolatevi per i vostri fratelli. Ecco, il mio Cuore si è aperto per ognuno di voi e si dona. Ecco i miei occhi pieni di Lacrime e di Sangue che guardano l’umanità e ognuno di voi. Figli, camminate nella Luce, camminate nel mio Amore, portate all’umanità il mio Vangelo: LA VERITA’, ma offrite la Santa Sofferenza, perché solo attraverso di essa si arriva al Trono del Padre(*).

 

<la Mamma Celeste intona una Melodia in lingua sconosciuta e recita la seguente Lode al Bimbo>

 

Oh, Bimbo che sei venuto per

tutte le Genti, a donare il tuo

Piccolo Cuore, come Capanna

e Luce Viva che Illumina il mondo.

Oh, tu, Figlio di Dio,

che sei venuto a crescere e

a visitare il mio Cuore.

Oh, Figlio del Padre,

Luce Immensa che illumina

l’umanità intera,

guarda benigno i figli che con

Amore aprono i loro cuori.

Padre, tu che hai lasciato scendere

il tuo Unico Figliuolo, per donare,

all’umanità intera il Pane Vivo,

cancella i nostri peccati,

ora che tu sei qui Vivo e Reale.

Tu, che guardi e visiti i nostri

cuori, vieni ad abitare e a

crescere dentro di noi.

Tu, Giglio Candido, che illumini

L’umanità intera, guarda questo

mio misero Cuore:

PRENDILO, E’ TUO, FANNE QUELLO

CHE IL TUO CUORE DESIDERA.

Io sono tua, e i miei figli appartengono a te.

Gesù, Figlio di Dio fatto Carne,

è venuto a visitare il mio misero Cuore,

fa che io cresca e cammini nel tuo Amore,

nella tua Pace, nella tua Quiete.

 

<la Mamma Celeste continua la Melodia e recita una seconda Lode al Bimbo>

 

oh Bimbo che non mi appartieni,

rimani e dona la Quiete.

Rimani, rimani, perché il mio

Cuore vive solo per il tuo

Infinito e Grande Amore.

 

(Gesù) Eccomi, Io mi sono donato ad ognuno di voi. La mia Pasqua è Piena ed è risorta: risorgete anche voi nell’Amore e nella Pienezza del Santo Vangelo. Fatemi crescere nei vostri cuori, e quando uscite fuori dalla Stanza dell’Amore, non abortitemi, ma fatemi vivere, figli, perché Io vi amo e chiedo ad ognuno di voi il vostro amore. Io sono Vivo nei vostri cuori e guardo i cuori di ognuno di voi nella Misericordia infinita del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sia la mia Pace nei vostri cuori, perché Io vengo a portare lo Shalom Pieno(*). Ora Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell’Unico Amore del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, del Cuore Immacolato di Maria e del Cuore del Bimbo che cresce in mezzo a voi. Figliuoli del mio Cuore, ricordate che la mia Casa è Casa di Preghiera, di Silenzio, di Amore e di Pienezza: LA PIENEZZA DI DIO! Volete ancora cantarmi la Ninna Nanna? (Tutti) (Gesù) Aspetto: <Canto della Ninna Nanna>. Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per il tempo che spendete per ascoltare la Parola: vi sarà donato a larghe misure. Io chiedo ad ognuno di voi di amare con lo stesso Amore che il mio Cuore offre a tutti voi e all’umanità intera; ma vi chiedo, ancora una volta: amate, perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portatemi i vostri nemici. Figliuoli del mio Cuore, vi chiedo ancora una volta, di stare attenti al mio nemico: il suo ultimo strascico di coda sta confondendo molti miei figli. Pregate e combattete con l’Amore, figliuoli: SE MARIA E’ BELLA, E’ PERCHE’ AMA! Amate anche voi e sarete raggianti; e ricordate che il suo Cuore Immacolato trionferà, perché il Progetto viene da Fatima. Ora, legate la Catena Santa(*), e unitevi al mio Cuore nel Silenzio, nel Raccoglimento. Quando volete chiedermi qualcosa, fatelo nel Silenzio, nel Raccoglimento: il Padre ascolta il grido dei figli, ma ricordate di chiedere nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso. Figliuoli miei, Io sono Papà. Ricordate di avere un Padre che ascolta tutti i suoi figli(*): MA MOLTI FIGLI HANNO DIMENTICATO DI AVERE UN PAPA’! Pregate secondo le mie Intenzioni, e ricordate che il mio Amore non ha limiti: IO VEDO E SENTO OGNI COSA, conosco i vostri cuori e in questo attimo li sto ascoltando!(*) Siete pronti per pregare con la preghiera che vi ho insegnato? (Tutti) ! <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)">. (Gesù) Ecco, figliuoli "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.": quando dite queste parole, i vostri cuori apriteli: PARLO A VOI E PARLO AL MONDO INTERO!(*) Figli, Io ho messo il mondo nelle vostre mani: pregate, in questo attimo sta scendendo un altro flagello; pregate, figliuoli, pregate. (Giulia) Gesù, poggiati ancora su di me: SALVA QUELLE ANIME! Salvale, Gesù, ma sia fatta la tua, non la mia volontà(*). Sono una serva inutile, non sono degna di chiederti questo, ma se tu vuoi, puoi salvarle! (Gesù) Figlia mia, il tuo Cuore è così tenero! (Giulia) Grazie, Gesù, grazie! (Gesù) porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli e cammina nel Fiume dell’Amore! (Giulia) sì, Gesù, con la tua Grazia. Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà! (Gesù) vi amo anch'Io, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, figli miei. Andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto. Tu, Cocciuta del Cuore della croce, gioisci nel vedere al tua Spina Preferita e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI! Amen, Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, Figli della Pace; ma ricordate: quando uscite fuori dalla mia Stanza, non abortitemi, figliuoli miei.

Questa sera, all'appuntamento con Gesù, è venuto a partecipare alla Preghiera anche padre Marcello dal Canada, appartenente all'Ordine del Magnificat. Alla fine della Preghiera, padre Marcello ha tenuto un'omelia sulla Parola del Signore e ha impartito la benedizione finale . 

 

 

         9. Sab 12/01/2002, ore 15.40, Lauria

Casa del Santo Giovanni di oggi

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù e immolati, ancora una volta, con i Dolori Vivi del Parto della Croce, per l’umanità intera, per le Mura di Roma. Immolati, figlia mia, unisciti ai Dolori di Gesù per i tuoi figli. (Giulia) con la tua Grazia, Mamma! <1° grido>(*). Mamma! (Immacolata) figlia mia, bevi questo Calice per il Papa!(*) E’ amaro, figlia mia, ma bevi l’ultima Goccia! (Giulia) Mamma, mi stringe la gola! (Immacolata) è amaro il Calice che hai bevuto. Vedi, figlia mia, guarda il Papa!(*) (Giulia) è in ginocchio e non riesce ad alzarsi! ..il suo abito è macchiato di Sangue! (Immacolata) SOLLEVALO!(*) (Giulia) Mamma, si è alzato ma è triste! (Immacolata) vedi, guarda Gesù: E’ TRISTE!(*) (Giulia) cosa posso fare, Mamma! (Immacolata) Prega, immolati e fai pregare i tuoi figli! Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: siamo siamo Vivi e Reali in mezzo a voi e siamo venuti a portare la Parola Viva: IL SANTO VANGELO! Dio è Antico e non cambia nulla. Ricordate che la Parola di Dio rimane in eterno: le voci del mondo vanno via, ma Dio è e rimane. Io sono Mamma, e Mamma dei Dolori, Mamma della Croce: l’ho partorita e l’ho donata all’umanità e ad ognuno di voi, invitandovi a camminare nel Solco dell’Amore, nel Solco di Dio che è lungo ed è profondo. Non disperdetevi e non permettete al mio nemico di confondervi. Gridate: "DIO E’ VIVO, E’ IN MEZZO A NOI E PARLA", e oggi invita l’umanità e tutti voi ad abbracciare la Croce e a portarla dietro a Gesù: "chi mi ama, prenda la propria Croce e mi segua senza chiedere il perché". Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire, sarai perseguitata a causa del Nome di Gesù, ma non fermarti, figlia mia, la Grazia di Dio è su di te ma il carico è pesante: vuoi camminare ancora? (Giulia) eccomi, Mamma! Eccomi, il Padre mi ha mandata e io mi inchino dinanzi alla sua Volontà! (Immacolata) Figlia mia, i Dolori che porti sono i Dolori di Gesù: TIENILI STRETTI! (Giulia) grazie, Mamma! (Immacolata) ora guarda ancora ma non spaventarti!(*) (Giulia) Mamma! Mamma! (Immacolata) non toccare con le mani ciò che vedi! (Giulia) Mamma! (Immacolata) ..stà avvenendo in questo attimo il flagello che vedi!(*) (Giulia) Mamma, non puoi far nulla? bussa al Cuore di Gesù! BUSSA!(*) (Immacolata) Io busso e Gesù ascolta, ma è l’umanità che non ascolta il Pianto di Gesù: IL GRIDO, figlia. RITORNATE A CASA! (Giulia) lo so, Mamma, siamo miseri peccatori! Quello che il Padre mi ha donato lo metto nelle tue mani: I MIEI FIGLI! ma bussa al Cuore di Gesù! (Immacolata) vedi, figlia mia, Io sto tenendo la Mano per non fare scendere il velo più grande sull’umanità, e siete voi che dovete pregare e rispondere alla Voce del Padre: PARLO A VOI E PARLO AL MONDO INTERO, figliuoli del mio Cuore. Amate, perdonate, usate carità verso tutti, e al primo posto portate i vostri nemici; ma quando amate e perdonate, fatelo col cuore, perché Dio vede e sente, non potete nascondervi dietro al vostro dito: DIO VEDE OGNI COSA, figliuoli, e in questo attimo vede i cuori di ognuno di voi che siete qui riuniti nella Capanna di Giovanni! Ora chiedo ai vostri cuori: volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi.. (Tutti) ..Sì! (Immacolata) ..che Dio lo lascia parlare attraverso lo Strumento? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’(*). L’Amore e la Croce Viva del Cristo Risorto sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figli, Amen. Amen. Amen. Eccomi, sono qui in mezzo a voi nella Capanna! BENVENUTI! (Tutti) grazie! (Piccolo Giovanni) siete venuti a far sbocciare la Rosa più bella che Io amo: Il vostro sorriso e le vostre lacrimucce. Figliuoli, Io vengo in mezzo a voi in Ubbidienza al Padre a portare e a insegnare il Santo Vangelo come ho sempre fatto! Penso di essere stato un buon Maestro! (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) e penso anche di conoscere il Vangelo: voi che dite? (Tutti) sì! (Piccolo Giovanni) Oggi sono capriccioso: sono gioioso, lo dico per le creature che piangono.. ma vi amo, figliuoli: voi non potete neanche immaginarlo quanto vi ho amato e quanto vi amo, perché per Grazia del Padre, Io sono Vivo e Reale. Il Mistero è pesante da credere, ma quando si apre il Vangelo e si fa entrare nel Cuore si comprende che la Resurrezione è ardere e sbocciare nella Vita del Padre, e Io sono sbocciato, sono nato, e ognuno di voi deve sbocciare, perché il Padre vi vuole tutti salvi e santi nel suo Cuore che è così Grande da aspettare tutti i suoi figli! Ma ritorniamo alla Piccola Capanna: sentite freddo? (Tutti) no! (Piccolo Giovanni) siete innamorati? (Tutti) sì! (Qualcuno) ..di Giovanni! (Piccolo Giovanni) lo so che è l’Amore che vi fa vivere: l’Amore che è basato sulla Croce, sul Santo Vangelo, è il Mistero Pieno di questa Capanna dove Io gioivo e piangevo. Piangevo per il mio popolo come pure il Fratello Domenico, e piango ancora, e chiedo ad ognuno di voi, a voi Discepoli, Colonne, Suorine, di pregare forte col cuore. Pregate, figliuoli miei, e rimanete sempre nel Solco dell’Amore: nel Solco della Parola Viva, e voi sapete bene che la Parola è una sola. Non temete chi trafigge i vostri cuori, ma pregate per loro. I tempi dinanzi a voi saranno ancora duri, ma Dio è con voi, e Io non vi lascio un istante; sono vicino a tutti i figli che si sono uniti a questa Preghiera e abito nei vostri cuori da sempre. Figliuoli, pensate: Io venivo poco da questo lato, [ma stavo] di più nell’altra Capanna che ora.. come dire.. me l’hanno tolta. Il mio Cuore gronda Sangue e mi commuovo nel vedere i miei Piccolo Discepoli riuniti nella Capanna che il Padre ha lasciato a voi! Figliuoli, il mio Cuore si stringe!(*) Cocciuta, assapora gli istanti che Io ho vissuto prima di venire nella tua casa!(*) <si riferisce al pomeriggio del 31/12/2000> Non spaventarti: ti do il mio respiro! (Giulia) Giovanni, come hai fatto a scendere fin là? ..e a guidare? (Piccolo Giovanni) mi hanno portato: dovevo venire ad incontrare il Padre! (Giulia) e il Dolore era così grande? come l’hai sopportato, Giovanni? (Piccolo Giovanni) con l’Amore, figlia mia, come lo stai sopportando tu per i tuoi figli, per l’umanità!(*) Ecco perché il Padre ti ha lasciato il mio Cuore. (Giulia) Giovanni, [nel dubbio dei cuori] di tutto il tuo popolo(*) e dei figli che ti amano.. (Piccolo Giovanni) ..sono sempre presente, anima mia, a fasciare le ferite di tutti!(*) Ed ora, chiedo ad ognuno di noi: consoliamo Maria(*) col mio respiro affannato: <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>(*). Durante l’ascesa, la Piccola Cocciuta è salita un istante in Paradiso ad abbracciare i suoi Angeli e i Cari di ognuno di voi(*). Vi dico grazie, figliuoli, per il tempo che spendete, non è poco quello che offrite al Cuore del Padre e al mio Cuore: vi sarà donato a larghe misure. Come vedete, sono sempre capriccioso: faccio battere i vostri cuori quando porto negli ultimi istanti la Piccola Cocciuta; ma Lei lo desidera, e il Padre l’accontenta, anche se sa nascondere molto bene i Dolori del mio Cuore, figli, come lo facevo Io, ma per Amore di Dio. Ora vi invito a pregare ancora per il Papa, per i miei Confratelli. Pregate, figliuoli, perché non conoscete né l’ora e neanche il giorno che il Padre aprirà i Cieli. Pregate e tenete sempre la lucerna accesa camminando nel Solco del Santo Vangelo. Vi amo tutti: uno ad uno, perché tutti siete i miei figli, i miei discepoli. Ora Io devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo; e vi dico ancora: BENVENUTI NELLA CAPANNA DEL PADRE! (Telesfore) benvenuto a te e grazie! (Piccolo Giovanni) grazie, figlio mio. Qualcuno ancora mi ospita: E’ BELLO QUESTO GESTO, mi fa gioire il Cuore, figli. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Devo chinare il capo dinanzi alla Misericordia del Padre, dinanzi alla Luce e alla Parola Viva che lascia scendere: DIO PARLA ATTRAVERSO LO STRUMENTO, ed Io come Mamma mi inchino dinanzi all’Amore del Padre che mi manda pellegrina a portare il suo Cuore all’umanità. Come Figli e Discepoli, stringetevi al Cuore della Croce: AMATELA E DONATELA AL MONDO. Figliuoli miei, Io vi lascio il mio Cuore come Rifugio e vi invito ad accettare la Santa Sofferenza: SOLO ATTRAVERSO I DOLORI DELLA CROCE SI ARRIVA ALLA GIOIA ETERNA DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO SANTO: ricordatelo sempre, figliuoli del mio Cuore; e ricordate che il mio Cuore Immacolato trionferà: IL PROGETTO E’ PARTITO DA FATIMA, E LA CAPANNA DI GIOVANNI E’ IL FIUME CHE SCORRE: CHI VUOLE INTENDERE, INTENDA. Ora Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: crescete e moltiplicatevi nel Segno Tremendo della Croce del mio Gesù. Tu, Piccola Cocciuta, porta ancora sulle tue spalle tutti i tuoi figli e gioisci nel vedere ancora la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI! Lascio scendere su di voi il mio Manto.. e sull’umanità col Segno della Croce(*) come Sigillo! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato.

 

 

         10. Dom 13/01/2002, ore 15.20, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa santa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù, i Calice Verdi e i Calici Rossi, e immolati, con i Dolori Vivi del Parto Vivo della Croce. Immolati per l’umanità sorda; immolati per le Mura di Roma. Figlia mia, unisciti ai Dolori di Gesù: consola il suo Cuore, figlia mia <1° grido>(*). (Giulia) Mammina! (Immacolata) Figlia mia, i Dolori sono sempre più forti, e in questo tempo sono più pesanti: abbracciali con amore e consola il tuo Gesù (Giulia) sì, Mammina del mio Cuore, ma donami la forza e la costanza! (Immacolata) Vedi, stringi le mie mani: PRENDI FORZA DAL MIO AMORE, figlia mia! (Giulia) grazie, Mamma! (Immacolata) Figlia mia, i Calici che Gesù ti offre sono i Calici che l’umanità dona a Lui. L’Amore viene ricambiato con i Calici Amari e lo Sposo si poggia sulle sue Spose. Bevi, figlia mia! (Giulia) Mamma, è bello abbracciare i Dolori dello Sposo! È bello vedere il tuo Cuore gioire! (Immacolata) Figlia mia, vedi, Io sono gioiosa nel vedere la gioia che esce dai vostri cuori e sale e arriva al Cuore del Padre: GRAZIE, FIGLIUOLI MIEI, GRAZIE PER L’AMORE CHE OFFRITE AL CUORE DI DIO. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e siamo venuti a portare la Verità che è una sola: il Santo Vangelo bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per l’umanità, per ognuno di voi. E Io vengo a ripetere le stesse Parole: giorno dopo giorno vi invito sempre a camminare nel Solco, a tenere alto il Santo Vangelo, a viverlo, amarlo e farlo amare ai fratelli e all’umanità intera in questa giornata di pioggia e di Luce che Dio ha lasciato scendere sul suo Figliuolo Gesù e su di ognuno di voi, figli miei. Io sono la Mamma del Crocifisso, e ognuno di voi è Mamma del mio Gesù, perché Io ve l’ho donato; e il Padre ve l’ha donato per amarlo, farlo conoscere e vivere la sua Vita nel Mistero della Croce. Figliuoli, in questa giornata il mio Cuore arde, e chiede ad ognuno di voi "prendete parte del mio ardere e vivete l’Amore di Dio in Pienezza". Così come Io ho donato il Sì al Padre: il Sì dell’Amore Pieno, oggi, Dio Padre, viene a chiederlo all’umanità intera e ad ognuno di voi, Discepoli di Giovanni e Suorine, e i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, immolati sempre come sai fare: come il Padre ti ha insegnato, immolati per l’umanità (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) ora guarda, figlia, e gioisci(*). (Giulia) grazie, Mamma!(*) Grazie per l’Amore; grazie per la gioia che mi stai offrendo, Mammina del mio Cuore! (Immacolata) Bene, hai abbracciato cosa il Padre ti ha donato, figlia mia: vai avanti! (Giulia) con la Grazia di Dio, Mamma! (Immacolata) Figliuoli, vi chiedo ancora una volta di stare attenti al mio nemico: non lasciatevi confondere, non accettate la sua falsa luce, ma legatevi al Legno della Croce e immolatevi. Amate e perdonate, usate carità verso tutti e al primo posto portate i vostri nemici, figli. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’(*). La Luce Viva dello Spirito Santo sia la Luce di ognuno di voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figli, Amen, Amen, Amen. Eccomi. Con la Grazia del Padre, sono ancora in mezzo a voi a parlare, a portarvi il mio Amore, la Luce di Dio, la Quiete del Padre; e sono gioioso in questa giornata di vedere la Luce dei vostri occhi, ma prima guardo la luce dei vostri cuori, figli. Voi, Discepoli del mio Cuore, voi, Suore della Croce <sospiro profondo>: IL MIO PICCOLO GREGGE CHE CRESCE NELL’AMORE E NELLA LUCE. Quanta gioia mi donate! Quanto amore sale al Cuore del Padre! E in questa giornata avete vissuto il Vangelo Vivo di questo giorno? <Battesimo del Signore/A Mt. 3,13-17> Avete ascoltato Giovanni, e Io sono qui in mezzo a voi nell’Amore e nella Pioggia Divina del Padre, <rivolgendosi a Telesfore> ma mi fermo a chiederti la mano.. (Telesfore) ..la destra o la sinistra? (Piccolo Giovanni) ..Telesfore!(*) E’ uguale!(*) Ti stringo la mano, e nel stringerti la mano guardo il tuo cuore che mi nasconde i segreti! Tu dici sempre che non trovi le parole, non riesci a parlare, ma non ti accorgi che il tuo cuore arde: BRUCIA; non vorresti solo parlare ma gridare l’Amore che il Padre, attimo per attimo, mette nel tuo cuoricino. Cosa vuoi dirmi su queste parole? (Telesfore) eh, è la pura realtà! (Piccolo Giovanni) meno male che hai trovato la risposta! (Telesfore) Sai cosa pensavo poco fa? ..cioè rispetto al messaggio di ieri sera?(*) ..di fare la Via Crucis di Giovanni. Avevo qualcosa.. avevo già iniziato.. (Piccolo Giovanni) ..e quando inizi.. (Telesfore) ..e quando inizio poi mi.. (Piccolo Giovanni) ..ti fermi? (Telesfore) mi fermo perché mi trovo indietro a scrivere! (Piccolo Giovanni) e cammina, non fermarti a dormire! Io stavo sveglio, a volte, fino alle quattro del mattino! (Telesfore) io, invece, alle quattro del mattino mi alzo! (Piccolo Giovanni) e lo so che ti alzi: lo so, lo so che non riesci a stare sveglio! Piano piano, lavora, e quando ti viene messo nel cuore di scrivere qualcosa: FALLO! (Telesfore) lasciare tutto e fare quello? (Piccolo Giovanni) si! Lo Spirito Santo è un Soffio: te lo dice sempre la Piccola Cocciuta "alita e passa". (Telesfore) Il titolo del libro che dovrei scrivere, no, ti piace? (Piccolo Giovanni) si, non sei stato tu a sceglierlo! (Telesfore) ma questo ancora non lo posso dire, però, no? il titolo ancora no! Io soltanto il titolo ho scritto! (Piccolo Giovanni) ..con qualche altra cosina! Con qualche altra cosina, vero? (Telesfore) si, si! (Piccolo Giovanni) eh, non hai scritto solo il titolo! Qualche altra cosina hai scritto sul Capriccioso <il Santo Giovanni di oggi, ovviamente>, vero? (Telesfore) si, si! (Piccolo Giovanni) eh, devi pensare che dal Cielo si vede tutto: non puoi nascondere nulla: NON POTETE NASCONDERE NULLA! Ma sento i pensieri di Paolo!(*) Puoi parlare oggi, Paolo: dimmi! (Paolo) quali pensieri senti? io ne ho tanti! a quali ti riferisci? (Piccolo Giovanni) tutti! (Paolo) tutti? (Piccolo Giovanni) ..quelli che bussano di più al tuo cuore! (Paolo) ma.. al mio cuore bussano tante cose! (Piccolo Giovanni) devi ascoltarle una per volta sennò ti confondi: HAI CAPITO? (Paolo) Io.. tu hai detto poco fa che sei contento di noi.. (Piccolo Giovanni) si.. (Paolo) ..di come camminiamo.. (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) forse io vedo le cose diversamente quaggiù! (Piccolo Giovanni) eh si! A Dio basta.. (Paolo) ..poco! (Piccolo Giovanni) ..poco! (Paolo) allora io sono incontentabile? (Piccolo Giovanni) lo ero anch’Io quando ero in mezzo a voi! (Paolo) alcune volte mi scoraggio perché non vedo.. tutte le persone.. molte persone che mi stanno attorno, i progressi che io vorrei ci fossero! (Piccolo Giovanni) hai programmato tu, non ha programmato Dio! devi pensare che i Discepoli, quando camminavano dietro a Gesù, non capivano nulla! Gesù parlava a parabole, come una tavoletta, ma neanche quella capivano! (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) e ora tu cosa vedi? (Paolo) e io vedo la stessa cosa! (Piccolo Giovanni) eh! ..e quindi, non ridevi preoccupare! (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) Dobbiamo far camminare prima il Padre, e dopo andare dietro noi: non possiamo andare dinanzi al Progetto del Padre: anche se sembra tutto confuso, fermo, non si fa nulla, STATE LAVORANDO e il coraggio che avete è grande! (Paolo) ma il coraggio ce lo dai tu, però! (Piccolo Giovanni) il Padre! (Paolo) bè, quando dico "Tu".. (Piccolo Giovanni) ..ho capito! (Paolo) ..mi hai capito! (Piccolo Giovanni) ..ho capito! <sospiro profondo> So capire i vostri cuori! (Paolo) se non ci fosse questa certezza, non lo so se riusciremmo ad andare avanti! (Piccolo Giovanni) l’Amore di Dio è grande, e il Padre non abbandona mai i suoi figli quando camminano nel Solco. Se voi amate il Padre, il Padre ama voi, ma non lascia i figli che non lo amano: ASPETTA! (Paolo) e aspetta anche molto! (Piccolo Giovanni) E’ PAZIENTE, E’ MISERICORDIOSO, E LA SUA MISERICORDIA NON HA LIMITI! È quello che non facciamo noi: perdiamo subito la pazienza e gridiamo "ma vattene via"; il Padre non lo fa, anche se potrebbe farlo! Cosa offriamo? Cosa offre l’umanità al Padre?: NULLA!, ma Lui ci ama e ci dona tutto; ci dona anche il suo Respiro: l’Alito dell’Amore! è vero? (Paolo) sì! Senti:.. (Piccolo Giovanni) ..si, sento! (Paolo) vorrei chiederti una cosa, però nel cuore!(*) non posso? (Piccolo Giovanni) lo devi mettere per iscritto! (Paolo) per iscritto! (Piccolo Giovanni) è così la regola che la Piccola Cocciuta ha ricevuto! Ti sei offeso? (Paolo) no, non mi sono offeso! (Piccolo Giovanni) Se puoi dirla.. ma penso di no! (Paolo) no, non è il caso proprio! (Piccolo Giovanni) mettila per iscritto: è in quel modo che la Piccola Cocciuta può riceverlo nel Cuore! (Paolo) ma io volevo solo sapere se quello che ci stiamo apprestando per fare è.. potrebbe avere in futuro dei risvolti negativi! Quello che è non lo dico, non lo posso dire, no: non è il caso di dirlo! (Piccolo Giovanni) non può risponderti: devi metterlo per iscritto: deve stare all’Ubbidienza Lei.. (Paolo) si, si, però.. (Piccolo Giovanni) ..e devo stare all’Ubbidienza Io! (Paolo) ho capito.. (Piccolo Giovanni) hai capito? (Paolo) avrei dovuto farlo oggi, pero! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) vabbè, noi lo facciamo lo stesso! (Piccolo Giovanni) posso solo farti un sorriso! (Paolo) ecco, e mi hai detto tutto! <si ride un pò> (Piccolo Giovanni) <sospiro profondo> Non potete immaginare quanta gioia mi date, anche in queste piccole e grandi cose che state vivendo: AVERE FIDUCIA IN PIENO DEL PADRE, E’ IL MASSIMO DELL’AMORE, vi rendete conto?(*) rispondi, Paolo! (Paolo e Telesfore) Sì, sì! (Piccolo Giovanni) IL MASSIMO DELL’AMORE: Dio parla, i Discepoli che ascoltano.. <preso dal momento, Simone1, si è messo a ripetere a bassa voce quello che Giovanni stava dicendo> ma non ripetere, Vincenzo.. (Simone1) sì.. (Piccolo Giovanni) ..lascia parlare Dio.. (Simone1) sì! (Piccolo Giovanni) ..non offenderti! (Simone1) no, no! (Piccolo Giovanni) <sospiro profondo> Io amo i miei figli e li devo correggere quando anticipano la Parola di Dio: QUI IL NEMICO NON ENTRA, MA FUORI PUO ENTRARE, Vincenzo! (Simone1) chiedo perdono! (Piccolo Giovanni) stai attento! (Simone1) sì! (Piccolo Giovanni) con Amore di Papà.. (Simone1) sì.. (Piccolo Giovanni) ..ti correggo.. (Simone1) grazie.. (Piccolo Giovanni) ..perché ti amo! (Simone1) grazie! (Piccolo Giovanni) Ebbene.. ho perso il filo, ma non fa niente! (Paolo) l’argomento era confuso! Posso aggiungere io una cosa? (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) come non si potrebbe dare questo amore se noi, giorno per giorno, vediamo, viviamo e tocchiamo l’intervento del Padre? (Piccolo Giovanni) eh, lo so: tutta l’umanità vive e tocca l’intervento del Padre! (Paolo) ma non se ne accorgono, però! (Piccolo Giovanni) ecco: bravo! I Ministri stessi vedono e toccano con mano, e non si accorgono dell’intervento! È un’operazione così piccola ma grande, che non viene né accettata e neanche vista: MESSA DA PARTE, e Dio ci ama sempre e lascia scendere la Manna sull’umanità! Sapete cos’è la Manna? (Paolo) penso di si! (Piccolo Giovanni) ecco! Il Padre la lascia scendere anche se non ascoltiamo! Io mi metto con voi! (Paolo) anche tu? (Piccolo Giovanni) sono in mezzo a voi! (Paolo) cioè, anche tu non ascolti? (Piccolo Giovanni) Io ascolto e parlo, ma mi metto in mezzo a voi come Sacerdote: o non lo sono più? (Paolo) e come no! (Piccolo Giovanni) il Sacerdote si deve mettere al primo posto a dire "anche se non ascoltiamo"! (Paolo) per dare l’esempio? (Piccolo Giovanni) bravo! "Io so tutto", non è giusto! (Paolo) anche se sarebbe vero! (Piccolo Giovanni) sì, figlio mio: sì, devo dirlo, perché il Padre così ha deciso! Ma dimmi, tu <rivolgendosi a Telesfore>, cosa fai con la mia mano? (Telesfore) eh, poco fa la sentivo un po’ fredda! (Piccolo Giovanni) uh, e adesso? (Telesfore) e adesso e più calda! Invece.. (Piccolo Giovanni) e hai capito il significato? (Telesfore) eh, è quello che non..! ..Vorrei capire! (Piccolo Giovanni) "Invece..", stavi dicendo? (Telesfore) invece quando eri realmente presente era calda la mano! (Piccolo Giovanni) uh! E adesso non riesci a capire il passaggio tra il caldo e il freddo? (Telesfore) non riesco a capirlo! Forse piano piano col.. o.. (Piccolo Giovanni) o? (Telesfore) oppure posso chiedere alla Cocciuta! (Piccolo Giovanni) te lo dico Io! (Telesfore) si, dimmi! (Piccolo Giovanni) allora: hai sentito per un istante il caldo e per un altro istante il freddo; ora è tiepida.. (Telesfore) ..sì! (Piccolo Giovanni) ..è così? (Telesfore) sì!(*) (Piccolo Giovanni) Il Soffio dello Spirito Santo è caldo e freddo. E’ tiepido come lo stai sentendo in questo istante!(*) Lo Spirito Santo è sceso su Gesù come forma di Colomba nel suo Battesimo! E’ l’Acqua dell’Amore che sta passando: è il passaggio del fresco e del Caldo! Avete capito tutti? (Tutti) sì! (Paolo) Eventua.. ehm, senti.. (Piccolo Giovanni) ..si, è bello.. (Paolo) ..quei canti.. (Piccolo Giovanni) ..quando mi dici "senti".. <si ride un pò> è bello! (Paolo) quei canti che ho scritto e che sto scrivendo, sono tutti suggeriti dall’Alto? (Piccolo Giovanni) sì, o non sei convinto! (Paolo) e come non sono convinto? io volevo solo avere una conferma! (Piccolo Giovanni) sono carichi di Amore, vero? (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) bruciano quando.. (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) ..li provi! E poi, quando li canti, quanto Amore c’è dentro: C’E’ TUTTO L’AMORE DEL PADRE! ..ma non commuoverti adesso! IMPARATELI, e fate un coro di Angeli: TUTTI! Tra poco ve lo darà anche la Piccola Cocciuta un Canto Nuovo! (Paolo) mi ha detto che Lei li dimentica: se li deve scrivere! (Piccolo Giovanni) no, non li dimentica: non ha tempo è li ferma! (Paolo) ah, quindi non sono andati persi quelli che le sono stati dati? (Piccolo Giovanni) no, si fermano nel suo(*)<indicando il Cuore di Giulia>: Cassaforte! (Paolo) e quando ce li darà? potremmo cominciare a.. (Piccolo Giovanni) ..quando il Padre vuole! Bene, figliuoli, ricordate la giornata e vivete il Vangelo Vivo di oggi. Voi avete ricevuto l’Acqua dell’Amore: il Fuoco che arde: NON SPEGNETELO, ARDETE SEMPRE DI PIU’. Amate, amate, amate. Amate con l’Amore del Padre e sconfiggete il nemico. Vi chiedo ancora di pregare per il mio popolo e per i Figli Ministri: NON LASCIATELI SOLI. Voi formate la Catena dell’Amore, e con la Catena di Dio potete dire ad una montagna "spostati" e quella si sposta, ma dovete rimanere uniti nell’Amore, portando sulle vostre spalle la Piccola Croce quotidiana, figliuoli del mio Cuore. ....... Quando il Padre mi fa intervenire, intervengo! (Paolo) all’ultimo momento? (Piccolo Giovanni) all’ultimo momento su tutto: sugli ammalati, sui figli che salgono al Padre.. su tutto, sempre all’ultimo momento! Bene, figliuoli, è bello stare con voi, ma ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. <si gira e bacia Telesfore che gli tenva la mano> Grazie! (Telesfore) grazie a te di avermi tenuto la mia.. stretta la mia mano: STRINGILA SEMPRE! (Piccolo Giovanni) lo faccio sempre quando il Padre mi concede(*)..<sospiro profondo> Padre, guarda benigno questi tuoi figli, i figli che sono uniti nell’Amore della tua Stanza. Manda su di loro il Fuoco di Pentecoste, falli ardere, falli gridare la Verità! APRI IL LIBRO, PADRE, e guarda i Nomi dei tuoi figli, scritti con le Lettere d’oro, uno ad uno. Io li ho messi nel tuo Cuore, li ho amati, li ho sposati e appartengono a te, e in questo giorno brillano ancora di più, perché ho letto i loro cuori!(*) Scenda su di voi la Fiamma dell’Amore (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) scenda su di voi la Parola Viva (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) scenda su di voi la Croce (Tutti) Amen! (Piccolo Giovanni) Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo, e vi sigillo, uno ad uno, col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figli(*). Piccola Cocciuta, a te lascio i Dolori del mio Cuore come dono! (Giulia) Grazie, Giovanni!(*) Grazie! (Piccolo Giovanni) ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco, figliuoli, Dio ha parlato ad ognuno di voi e all’umanità intera! La Luce di Dio si è donata! Crescete nell’Amore e moltiplicatevi nel Segno della Santissima Trinità, vivendo, amando, perdonando, usando carità verso tutti, portando nei vostri cuori il Cuore del Padre; è così che è la Famiglia di Dio: UNITI NELL’UNICO CUORE! Vi dico grazie per il tempo che spendete: vi sarà donato a larghe misure. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete, figliuoli, e portate al mondo il Seme del Padre. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI, figli! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero e rimanga, figli del Cuore della Croce.

 

 

         11. Giov 17/01/2002, ore 21.04, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Cocciuta Divina del Cuore della Croce, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti(*). Gioisci e fai festa nell’accettare i Santi Dolori del Parto Vivo della mia Croce, per l’umanità intera, per le Mura di Roma. Figlia mia, abbraccia il Legno della Croce (Giulia) Gesù, donami la costanza e la forza! (Gesù) prendi la forza guardando i tuoi figli, l’umanità intera e i Chiodi! (Giulia) come sono lunghi, Gesù! (Gesù) abbracciali, figlia mia, per tutti i tuoi figli, e consola il Cuore di Maria <1° grido straziante>(*). Bevi con me, figlia(*). Ora ti offro la Coppa(*).(Giulia) Gesù, cos’è?(*) (Gesù) ecco, ora bevi tu(*) <si odono rumori di bevute amare, 2° grido>(*). Figlia, il Parto è doloroso, e i miei Dolori devono arrivare all’umanità intera: molti miei figli ancora non mi conoscono, e non conoscono i Dolori del Parto. Grida, e falli assaporare all’umanità intera, in modo particolare ai Figli Ministri: ai figli che mi donano ma non mi conoscono. Grida con amore i Dolori del Parto della Croce: immolati, figlia mia, perché Io mi poggio su di te. (Giulia) Gesù, poggiati ancora! <3° grido>(*). (Gesù) Il mio Dolore è Vivo e Reale in mezzo a voi. Figliuoli, guardate la Croce(*), guardate le mie Mani e i miei Piedi; guardate le mie Ginocchia, il mio Costato(*), la mia Spada e la Corona di Spine, e preparate i vostri cuori ai tempi che camminano. Preparatevi, figliuoli, perché l’Agnello è in mezzo a voi, e Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo venuti a portare la Verità del Santo Vangelo invitando ognuno di voi e l’umanità intera a vivere come Figli dell’Amore. Io sono Padre: vi ho amato e vi amo così tanto da abbracciarvi tutti al mio Cuore, da perdonare ogni vostro errore che fate attimo per attimo. Figliuoli miei, vi chiedo di vivere per la Croce e camminare sulla Linea Dritta del Santo Vangelo, perché Io sono qui in mezzo a voi a portarvelo, invitandovi sempre a tenerlo alto e a viverlo nella pienezza dei vostri cuori. Non date ascolto al mio nemico: NON LASCIATEVI TRASCINARE DALLA SUA FALSA LUCE. Sappiate che attraverso la Sofferenza, i Santi Dolori, si arriva alla Gioia Eterna: all’Amore Pieno, le cose del mondo dovete lasciarle. Figliuoli, chi mi ama prenda la propria Croce e mi segua. Io sono il vostro Gesù, il Gesù che è morto ed è risorto sul legno della Croce per donarvi la Vita: il mondo, gli uomini, non possono donarvi la Vita Eterna. Crescete e camminate nell’Amore Pieno: nella Luce che vi porta al Santo Vangelo, figli del mio Cuore. Voi tutti siete i miei Figli, i miei Fratelli, i miei Amici, e gli Amici di Gesù cantano le Lodi dell’Amore senza tornare indietro. Io mi sono abbracciato il Legno della Croce perché vi ho amati per prima e vi ho cercati. Ora decidete voi cosa volete fare: amarmi e portare sulle vostre spalle il Piccolo Legno, perché il Grande lo porto Io, o volete donarmi il bacio di Giuda? Decidete cosa volete fare: IO VI LASCIO LIBERI. Figliuoli miei, non scandalizzatevi di queste Parole, ma meditatele nel cuore. I tempi che camminano sono pesanti, e il mio nemico lascia scendere sempre di più il fumo sui figli della pace: NON ACCOGLIETE IL SUO FUMO, ma allontanatelo amando, perdonando e usando carità verso tutti, figliuoli del mio Cuore. Ecco la Parola che Io vengo a portare in mezzo a voi. Ecco il Sigillo della Croce, perché il Santo Vangelo è sigillato col Segno Tremendo della Croce e il Sangue dell’Agnello che si è immolato per ognuno di voi e per l’umanità intera. Figli miei, vedete, i tempi che camminano?(*) Dai tempi che state vedendo potete comprendere quanto è grande il mio Dolore!: busso alla porta di ogni cuore ma non vengo ascoltato! Maria gira pellegrina per il mondo a portare il Seme della Pace, e gli uomini innalzano la guerra! Pregate, figliuoli miei, pregate e riconoscetemi come Dio e vostro Signore: senza di me non potete fare nulla, camminate allo sbaraglio e siete già morti, perché non guardate la Luce. IO PARLO A VOI E PARLO AL MONDO INTERO: DESTATEVI DAL SONNO, figliuoli, destatevi dal sonno e combattete il mio nemico con l’Amore; solo se amate col mio Cuore potete sconfiggerlo; non prendete i primi posti e non fate i maestri, perché nessuno di voi è maestro, Uno solo è il Maestro. Non affaticatevi di capire con la mente ciò che Io vengo a portarvi, ma aprite il cuore e lasciate entrare la Parola, perché Io non vengo a cambiare nulla di ciò che è Antico, figliuoli miei. Mi poggio ancora su di te, Cocciuta del mio Cuore; mi poggio sulle Colonne, sui Nomi Nuovi e sulle Suorine: HO BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO! Figliuoli, non lasciatemi solo nell’Orto degli Ulivi, ma rimanete con me a pregare!(*) Rimanete nella mia Quiete, rimanete nella mia Pace, perché i tempi che stanno scendendo sull’umanità sono gravosi. Non lasciatevi confondere dai Grandi del mondo e non ascoltate i loro discorsi, ma sia il vostro parlare, il vostro vivere, l’Amore per la Verità del Santo Vangelo. Voi siete nati per essere santi e vivere nella Luce del Padre: IL MONDO, ALLONTANATELO DA VOI E VIVETE NEL MONDO DEL SANTO VANGELO UNITI AL PADRE, AL FIGLIO E ALLO SPIRITO SANTO E AL CUORE IMMACOLATO E ADDOLORATO DI MARIA, MADRE MIA E MADRE DI OGNUNO DI VOI. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire a causa del mio Nome: sarai ancora perseguitata, ma non scoraggiarti, vai avanti! (Giulia) Gesù, con la tua Grazia: TI AMO E SONO PRONTA AD ACCOGLIERE LE SPINE! (Gesù) Grazie, figlia mia: consoli sempre il mio Cuore, ma per te il carico è pesante! (Giulia) Gesù, stringi le mie mani!(*) <4° grido>(*). (Gesù) Ecco, figlia mia. (Giulia) grazie, Gesù! (Gesù) Ora guarda, ma non spaventarti(*) (Giulia) Gesù, posso dire quello che vedo? (Gesù) si, figlia mia. (Giulia) Vedo un’umanità distratta e lontana dal tuo Cuore; vedo molti figli che camminano senza sapere dove vanno, e in mezzo a tutte queste persone, ci sono molti sacerdoti che gettano per terra il Vangelo e la Croce. Vedo una donna con i capelli rossi, con i vestiti fatti d’oro che attira l’umanità(*). Gesù, chi è quella donna?(*) (Gesù) E’ IL NEMICO, figlia mia. (Giulia) Gesù, e tu non fai nulla? (Gesù) ora il tempo è libero: ricordati sempre che nessuno di voi conosce né l’ora e neanche il giorno che Io verrò a liberarvi! Dovete decidere voi cosa volete fare, se camminare dietro a questa donna o rimanere dinanzi al Vangelo e alla Croce! (Giulia) Gesù, ma tutti quei figli, dove vanno? <Giulia protende le mani in avanti come per prendere qualcosa>. (Gesù) non toccare! Vedete, Io vi lascio liberi di scegliere! (Giulia) Gesù, e io non posso fare nulla? (Gesù) cosa vuoi offrirmi ancora? non ti è rimasto nulla, mi hai donato tutto: SEI UN FLAGELLO, figlia mia, ma immolati ancora per l’umanità: immolati e consola il Cuore di Maria(*). Cocciuta, in questa serata vedo i tuoi figli tutti distratti!(*) Ricordate che Io sono Vivo e Reale in mezzo a voi, figliuoli del mio Cuore, e vengo come Sposo a portare il Banchetto dell’Amore. Distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi in pienezza al mio Amore. Ora volete ardere un po’? (Tutti) Sì!(*) (Gesù) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì!(*) (Gesù) ricordate che Io vedo e sento i cuori di ognuno di voi: il vostro sì sia pieno. Ora ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha scritto. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (*) (Piccolo Giovanni) La Croce del Cristo Risorto sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Eccomi, figliuoli. Per Volere del Padre sono ancora in mezzo a voi a portarvi il mio Saluto, il mio Amore, ma il mio Cuore in questa serata è affaticato, e i Dolori sono enormi; li vedete attraverso lo Strumento: LA PICCOLA COCCIUTA DEL CUORE DELLA CROCE; mi fermo un po’ a parlare di Lei perché il Padre me lo concede. Il Mistero che stiamo vivendo è troppo Grande da capirlo: il Padre ha scelto una Creatura e l’ha mandata in mezzo a voi: come il suo Figliuolo<Gesù>, non viene accolta, non viene ascoltata, viene messa da parte, dai Grandi e dall’umanità. La Croce è Viva in mezzo a voi, figli; Dio parla, è Vivo e si dona, ma gli occhi dell’umanità sono chiusi e non vogliono vedere. Voi, avete vissuto e state vivendo un Mistero Grande e non volete ancora comprendere: è passato Giovanni e nessuno l’ha visto, nel Silenzio è salito al Padre. Ora il Padre vi dona lo Strumento, ma non riuscite a comprendere: presi dalle cose del mondo non riuscite ad andare dietro al Vangelo. Avete ascoltato la Parola di questa serata, ma nessuno di voi fa quello che ha fatto l’uomo guarito <Lc. 17, 11-19>: nessuno grida l’Amore di Dio. E il mio Dolore diventa sempre più pesante nel petto della Piccola Cocciuta; con amore sa donare solo il Sì: è quello che il Padre chiede ad ognuno di voi. Figliuoli miei, vivere per Dio è chiudere la porta al mondo: non si possono servire due padroni! Io vi ho donato sempre la Via Stretta da camminare, e ora più che mai ve lo chiedo col Cuore grondante di Sangue: LIBERATEVI DALLE COSE DEL MONDO E CAMMINATE SULLA VIA FATTA DI SPINE, DI DOLORE, E ABBRACCIATE LA SANTA SOFFERENZA. Bussate al Cuore del Padre nel giusto del Vangelo: figliuoli, Dio conosce ogni cosa che arde nei vostri cuori, e conosce qual’è la cosa giusta per ognuno di voi! Il Padre vi dona i Frutti buoni, non fateli diventare cattivi! Figliuoli miei, ricordatevi sempre che Io sono Sacerdote, e il Sacerdozio è Dio, e Dio dona ai suoi Figli il Premio della Sofferenza: LA CROCE; solo così potete salvare le vostre anime e i vostri fratelli deboli che non riescono a portare il peso sulle spalle. Vi invito ad essere coscienti, a guardare l’Amore di Dio con gli occhi di figli; il Padre vi lascia liberi come Io vi ho sempre lasciati liberi invitandovi sempre "se non trovate il Vangelo andate via. Se venite per guardare la Piccola Cocciuta, andate via, perché la Stanza dell’Amore è fatta di Croce, di Dolore, ed è segnata dal Solco del Santo VAngelo". Cocciuta! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vuoi ancora portare i Dolori? (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) tienili stretti, figlia mia, e invita i tuoi figli a camminare e a vivere nella Parola!(*) Grida con la Voce che il Padre ti ha donato! (Giulia) sì, Giovanni, ma tu sai bene che se grido un po’ si offendono! (Piccolo Giovanni) tu hai il compito di gridare: FALLO E UBBIDISCI ALLA PAROLA DEL PADRE! (Giulia) sì, Giovanni, non farmi sbagliare: CORREGGIMI SEMPRE! (Piccolo Giovanni) è quello che ti sto chiedendo: DI GRIDARE QUANDO SEI NEL GIUSTO DEL VANGELO! (Giulia) Giovanni!(*) (Piccolo Giovanni) si, figlia mia, è grande il Dolore di questa serata! (Giulia) non posso nascondertelo: lo conosci meglio di me!(*) (Piccolo Giovanni) sto soffrendo, figlia mia, e tu soffri con me!(*) (Giulia) Giovanni, donami un po’ di respiro!(*) (Piccolo Giovanni) non vi spaventate!(*) <per un po’, Giulia si accascia esanime sulla poltrona dov’è seduta e viene mantenuta da Telesfore>. Il mio Cuore, per un istante si è fermato: è debole, figliuoli; ma vi invito a pregare: amate, perdonate, usate carità verso tutti, e al primo posto portatemi i vostri nemici, figliuoli! Pregate per il mio popolo!(*) PIANGO LACRIME DI SANGUE SUL MIO POPOLO, E CHINO IL CAPO LASCIANDO NELLE MANI DEL PADRE CIO’ CHE VUOLE FARE! (Giulia) Giovanni, devo chiederti alcune cose nel Cuore: posso farlo? (Piccolo Giovanni) si, figlia mia, se hai la forza, fallo!(*) (Giulia) Grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora, sollevati un po’, anima mia! <Giulia sospira profondamente per il sollievo> Ecco, ora faccio un po’ il capriccioso!(*) Sapete cosa sto facendo? (Alcuni) no!(*) (Piccolo Giovanni) come mi conoscete poco!(*) Sto battendo nei vostri cuori perché vi amo, e faccio il capriccioso con ognuno di voi, poggiandomi col peso della Croce e poi toglierla all’ultimo istante: SONO I MIEI CAPRICCI PREFERITI, ancora non lo avete capito? È bello vedervi soffrire, ma divento triste quando vi vedo smarriti: E’ LI’ CHE IL PESO SI DEVE PORTARE E ANDARE AVANTI CON L’AMORE DEL PADRE! Dio non abbandona i suoi figli: RICORDATELO SEMPRE, vi ha donato una Capanna dove il Bimbo cresce e la Parola è Viva: i Dolori passano attraverso di me e attraverso la Piccola Cocciuta, e li vedete: li toccate con mano. Figliuoli, cosa deve donarvi di più il Padre? Cosa cercate ancora? Rimanete nel Solco e sia il vostro sì, Pieno. Vedete, il Padre mi lascia parlare attraverso lo Strumento: QUALI GOCCE DEVE DONARVI ANCORA?(*) Perché il tuo cuore è confuso, Telesfore? (Telesfore) non lo so! (Piccolo Giovanni) perché non ascolti lo Strumento: anche tu lo metti da parte! (Telesfore) perché, non lo sto ascoltando?(*) (Piccolo Giovanni) Guarda i miei occhi(*), come li vedi? (Telesfore) come quelli di Gesù! (Piccolo Giovanni) e Gesù, cosa fa in questo attimo? (Telesfore) sta guardando i miei occhi! (Piccolo Giovanni) e nel guardarli, non vedi nulla? (Telesfore) piangono!(*) (Piccolo Giovanni) e se piangono è perché non vengono ascoltati! Ma parlo a te e a tutti i tuoi figli, all’umanità intera. Abbiate fede perché Io non vi ho lasciati da soli: sono sempre con voi; ma ricordate che la Croce dona ad ognuno di voi i Dolori del Parto: non spaventatevi, figliuoli del mio Cuore, e ascoltate lo Strumento che Dio fa parlare! Voglio poggiarmi sulla tua spalla: mi fai riposare? (Telesfore) sì!(*) <ma a causa dei fili dei microfoni, in un primo momento, a Telesfore non gli riesce di porgergli la spalla> (Piccolo Giovanni) Io ti avevo chiesto la spalla! <Telesfore cerca la posizione per fare poggiare Giovanni, ma i fili si attorcigliano alla sedia ed è stato necessario aiutarlo> (Telesfore) così? (Piccolo Giovanni) si!(*) E’ faticoso.. (Telesfore) no, non è faticoso.. (Piccolo Giovanni) ..tenermi sulla tua spalla? (Telesfore) no: è gioioso, non faticoso!(*) (Piccolo Giovanni) quante volte vi porto sulle mie spalle! (Telesfore) sempre! (Piccolo Giovanni) quando cadete, vi raccolgo e vi porto sulle mie spalle: uno per uno a voi che siete qui presenti, e ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera li sollevo, e, vi porto sulle mie spalle: TUTTI, perché vi amo! Grazie, figlio mio, grazie! (Telesfore) grazie a te, Giovanni, e aiutami sempre a farmi capire i miei errori! (Piccolo Giovanni) è un buon segno ciò che stai dicendo. Ognuno deve riconoscere i propri errori e dire "Padre, ho peccato contro di te: MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA, MISERICORDIA"! ricordatevi di non fare i maestri, ma di mettervi dinanzi ai Piedi della croce e dire "Sono un servo inutile, Gesù". Ora, vi chiedo di consolare il Cuore di Maria: L’ADDOLORATA, ma fatelo con Amore <rispettosamente e con amore, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. Ricordate sempre di consolare Maria, col cuore, e in questa serata state assaporando i miei Dolori Vivi attraverso lo Strumento. Figliuoli, vi chiedo di pregare per il Papa: non lasciatelo solo ne.. <dal Dolore non riesce a parlare e gli si spezzano le parole di bocca> non lasciatelo solo a portare la Croce: è curvo e porta il Legno con i Dolori del Parto Pieno. Figliuoli(*), ho sete.. ho sete delle vostre anime, ho sete del vostro amore, figli, e vi lascio assaporare i miei Ultimi Istanti.. quando vi ho stretti tutti al mio Cuore e vi ho portati con me per fare festa col Padre. Figliuoli, Io ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e portatelo al mondo. Ricordate che il Solco di Dio è lungo ed è profondo: NON LASCIATELO, Io vi ho insegnato la Parola: TENETELA ALTA, figli del mio Cuore. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco, figliuoli, il Banchetto è pronto: è in mezzo a voi. Preparate i vostri cuori, distaccatevi dalle cose del mondo e unitevi al mio Amore di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. Sposo, porta la Sposa(*). Padre mio, benedici questo Calice(*). Lascia scendere il Mistero Nascosto del Sangue e della Carne. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; venite tutti e bevete con me, venite e mangiate con me, perché Io mi dono ad ognuno di voi e all’umanità intera. Ai miei discepoli ho detto "Venite e bevete; venite e mangiate. Fate questo ricordandovi del mio Amore", e Io ora mangio e bevo con voi del Nuovo. Il Banchetto è pronto per ognuno di voi, figli e discepoli del mio Cuore. Bevi, anima mia(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi!(*), bevi! <5° grido>(*). Mangia!(*), Mangia!(*). ........ Paolo!(*) Donatemi ai vostri fratelli! Preparate la Via Stretta per le Spose, e ricordatevi che siete i miei Discepoli: TUTTI, SENZA FARE DISTINZIONE! Guardo i vostri occhi con Amore e Misericordia Infinita, e vedo tutti i miei figli, uno per uno, e chiedo ad ognuno di voi di avere fede nella Parola, perché Io vengo solo a portare la Parola Viva e a donare ai miei figli tutto di me: il mio Sangue e la mia Carne. Meditate sui Dolori Vivi che vedete, in questa serata, attraverso lo Strumento: SONO I MIEI DOLORI E IL MIO PARTO VIVO CHE PASSA! Io sono Vivo e sto venendo ad abitare nei vostri cuori: siate coscienti, figli miei, siate coscienti. Ecco l’Amore del Padre che si dona all’umanità; ecco l’Amore del Figlio; ecco l’Amore dello Spirito Santo; ecco l’Amore del Cuore Immacolato di Maria; ecco l’Amore del Bimbo; ECCO LA CHIESA NUOVA CHE CRESCE DENTRO DI VOI. Figliuoli, non scandalizzatevi per tutto quello che Io dico, e non cercate di capirlo con la mente: lasciate i vostri cuori aperti e ardete col mio Amore, figli, perché Io sono Vivo in mezzo a voi, e sto bevendo e mangiando con voi perché mi dono nell’Amore Pieno, figli del mio Cuore; ma vi chiedo di non abortirmi quando uscite fuori dalla mia Stanza: non giudicate, perché allo stesso modo sarete giudicati. Io vedo e sento ogni cosa: NULLA MI E’ NASCOSTO, figliuoli, e in questa serata vi chiedo di pregare secondo le mie intenzioni di Padre!(**) Padre, Io mi sono donato ai miei figli, all’umanità; la mia Pasqua è Piena ed è Risorta, ma tu guarda benigno tutti i tuoi figli: i figli che sono riuniti nella Stanza del tuo Amore, della tua Misericordia Infinita, nella Stanza dei Dolori Vivi(*).<Gesù piange di dolore> Padre, Io piango i Dolori(*) per i figli che non ascoltano: piango per i figli della perdizione. Padre mio(*), accogli i Dolori di questo istante e perdona gli errori dell’umanità intera: SII BENIGNO! Padre mio, accogli questo mio pianto(*).<Gesù piange forte e ansima per i nostri peccati> Accogli il mio Dolore(*)! Ecco come nelle braccia di Maria vengo consolato: ciò che state vivendo in questa serata l’ha abbracciato Maria, Madre mia e Madre vostra. La Piccola Cocciuta sta abbracciando i Dolori Vivi per ognuno di voi e per il mondo intero, e saranno sempre più pesanti in questo tempo, figliuoli, ma presto gioiremo nell’Amore che il Padre ha preparato per ognuno di voi, perché i vostri Nomi brillano nei Cieli, figliuoli del mio Cuore. Io ora devo lasciarvi, ma verrò ancora nell’Amore del Padre, nell’Amore del Figlio, nell’Amore dello Spirito Santo, nell’Amore del Cuore di Maria e nell’Amore del Cuore del Bimbo che cresce in mezzo a voi. Figliuoli, grazie per il tempo che spendete ascoltando la Parola Viva del mio Cuore. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell’Unico Amore della Santissima Trinità. Tu, Piccola Cocciuta, gioisci nel vedere al tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo. FATELO ANCHE VOI: in questa serata vi baciano uno ad uno. Nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, baciateli anche voi, figliuoli! Ora, volete farmi riposare un po’? (Tutti) (Gesù) volete cantarmi ancora la Ninna Nanna? (Tutti) (Gesù) Aspetto: <Canto della Ninna Nanna>. Grazie, figliuoli del mio Cuore. Grazie per l’amore che offrite alla Croce. Grazie per il peso che portate sulle vostre spalle, voi Discepoli, tu, Piccola Cocciuta, e voi, Colonne. Il mio Amore è così Grande per ognuno di voi: mi fate gioire e Io mi poggio sempre di più, perché voi siete i miei figli, e la Vigna è nelle vostre mani: LAVORATE E FATE SBOCCIARE I GERMOGLI NUOVI, PERCHE’ VOI SIETE GLI EREDI, non lasciatevi confondere dal nemico: allontanatelo dai vostri cuori, dalle vostre case; sia il vostro vivere, la Parola Viva e Antica che Io vi ho donato e vi dono da sempre. Ora legate la Catena Santa, figliuoli del mio Cuore. Legatela nella Pace; legatela nell’Amore, e al primo posto portatemi i vostri nemici(*). ......... arde il cuore? ........ a tutti voi? (Tutti) (Gesù) fatelo ardere nell’Amore della Croce. Siate Lucerne Vive, e donate ai vostri fratelli la Luce e l’Amore che Io dono ad ognuno di voi: il Mistero Vivo di questa Stanza. Pregate per il mio figlio Pietro, pregate(*). Ora unite i vostri cuori al mio Cuore che gronda Sangue per l’umanità intera. Pregate, figliuoli: se avete fede come un granello di senape, potete allontanare i flagelli che ancora scendono sull’umanità. Ora preghiamo con la Preghiera del Padre: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)">. Ecco, figliuoli del mio Cuore, "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen."; quando pronunciate queste Parole, fatelo col cuore aperto e guardate con Amore il Legno Santo della Croce. Io sono Vivo in mezzo a voi, e vi guardo con tutto l’Amore che il Padre mi ha donato per donarlo ad ognuno di voi: così donatelo anche voi all’umanità intera, ai vostri figli, ai vostri fratelli, senza lasciare nessuno fuori della Santa Preghiera, figli, discepoli, amici del mio Cuore. (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà! (Gesù) vi amo anch'Io, figliuoli, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPA' (Gesù) grazie, Creature del mio Cuore, grazie per tutto quello che mi offrite, grazie per il peso che portate(*), ma mi poggerò ancora su di voi, perché vi amo, figli! Amen, Amen, Amen, Amen. La Piccola Cocciuta viene con me(**). Ora devi ritornare tra i tuoi. (Giulia) sì, Gesù! (Gesù) andate in pace e portate la Pace all’umanità. Figlia, porta sulle tue spalle l’umanità intera, e tutti i figli che sono riuniti nella mia Stanza non lasciarli! (Giulia) con la tua Grazia, Gesù, aiutami a portarli! (Gesù) ecco, il Fiume è dinanzi a te; cammina, vedi, c’è Giovanni: è pronto con le Barche per tutti voi.

 

 

        12. Sab 19/01/2002, ore 16.30, Lauria, Casa del Santo Giovanni di oggi

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa giornata, i Calici che hanno offerto al tuo Gesù e immolati con i Santi Dolori Vivi del Parto della Croce, per l’umanità intera e per i figli della perdizione. Unisciti, figlia, ai Dolori di Gesù <1° grido>(*). (Giulia) Mamma, Mammina, perché piangi? Perché il tuo abito è macchiato di Sangue? (Immacolata) figlia mia, piango per i figli della perdizione: i figli che trafiggono il Cuore del mio Gesù; e l’abito macchiato che tu vedi, sono i figli che hanno peccato, e col peccato hanno poggiato le mani sul mio abito e si è sporcato di Sangue! (Giulia) Mamma, sono stata io? (Immacolata) no, figlia mia, non l’hai sporcato tu! (Giulia) Mammina, posso fare qualcosa? (Immacolata) ti sei immolata e unita ai Dolori di Gesù: abbraccia con amore i Santi Dolori, figlia mia! (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) prega, figlia mia, per coloro che hanno trafitto il Cuore del mio Figliuolo in questa giornata. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi: siamo Vivi e Reali in mezzo a voi, e siamo venuti a portare la Parola: il Vangelo Vivo, chiedendovi sempre di tenerlo alto e di viverlo nella pienezza del cuore. Eccomi, non c’è posto per Gesù: c’era solo una Stalla!(*) Il mio Cuore di Mamma è trafitto nel vedere ancora Gesù cacciato fuori dalla sua Stalla: IL CASTELLO CHE SI ERA SCELTO! Ma ricordate, figliuoli, che Dio è Padre e Giudice, e giudica a suo tempo! Pregate e immolatevi per i vostri nemici: per coloro che trafiggono il Cuore di Gesù e i vostri cuori. Figli miei, Io sono qui in mezzo a voi per Volere del Padre, e quando il Padre scende lascia il suo Amore: il suo Sigillo, e il suo Sigillo non viene cancellato!(*) Gli uomini hanno i loro poteri, ma vengono dal mio nemico: DIO HA IL POTERE ASSOLUTO!(*) Siano gioiosi i vostri cuori, perché Gesù, quando veniva cacciato, gioiva e alzava gli occhi al Padre per dire "Grazie". Tu, Cocciuta del Cuore della Croce, dovrai ancora soffrire e caricarti del peso che Gesù vuole donarti. Dal primo istante ti ha donato la Croce e i Santi Dolori, e li stai offrendo al mondo: non fermarti, figliuola. (Giulia) Mamma, amo Gesù: è la Forza e il suo Amore che ardono dentro di me. Eccomi, sono pronta ad abbracciare i Chiodi che il Padre ha preparato per me(*). (Immacolata) Grazie, figlia mia, sia benedetto il tuo Nome, ora e sempre; e voi, Discepoli del mio Cuore, Suorine della Croce, andate avanti e lavorate per il Vangelo, camminando sempre nel Solco dell’Amore Vivo perché Dio vi ama, e la sua Grazia è su di voi. Immolatevi, Colonne, il peso per voi aumenterà ancora, ma non temete: DIO HA SCELTO VOI PER IL PROGETTO DELL’AMORE E DELLA PACE DEL MISTERO NASCOSTO DELLA CAPANNA DI GIOVANNI! (Giulia) Mammina.. (Immacolata) ..conosco il tuo Cuore, figlia, conosco il cuore di ognuno di voi, ma gioite, perché oggi c’è festa nei Cieli. (Giulia) Mamma.. (Immacolata) ..sì, figlia mia, sto ascoltando il tuo Cuore!(*) (Giulia) grazie, Mamma!(*) (Immacolata) Ecco il Fiume che scorre; ecco le Porte che passano nella Capanna. Gridatelo al mondo: dite "DIO E’ VIVO, E’ IN MEZZO A NOI E PARLA". La Capanna di Dio porta al Mistero Vivo della Croce, della Passione di Gesù: siate coscienti di quello che sto dicendo, figliuoli, il Padre mi permette di parlare, e il mondo deve conoscere la Luce del mio Gesù: IL FIUME CHE SCORRE VIVO E’ IL FIUME DI DIO, E LA PICCOLA COCCIUTA CAMMINA NEL FIUME E HA APERTO LE PORTE CHE SONO QUI! Gridatelo al mondo! Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza al Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come Dio ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’(*). L’Amore e la Pace di questa giornata sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Eccomi, figliuoli, siamo uniti nell’Amore del Padre, e alla Piccola Cocciuta gli arde il Cuore di farmi gli auguri da parte sua e da parte di tutti <oggi è S. Mario>, e Io vi dico grazie per tutto quello che fate per me. Grazie per l’Amore; grazie per la festa che siete venuti a farmi, prima il vostro tempo speso, la preghiera, i fiori, i dolci che a me piacevano tanto! E anche in Cielo mi hanno preparato la festa in questo giorno, gli Angeli e i Santi, la Mamma e il Papà: MARIA E IL PADRE! Ma come vedete sono stato messo fuori!(*) Non vorrei neanche parlare del mio popolo: PORTATEMI VIA, VE LO CHIEDO DAL PROFONDO DEL CUORE! non scandalizzatevi di questo, sono parole pesanti: E’ VERO, PAOLO? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) E’ triste il tuo cuore? (Paolo) un po’! (Piccolo Giovanni) è triste il cuore di tutti i figli! E che dici, com’è il mio Cuore, Paolo? (Paolo) TRAFITTO! (Piccolo Giovanni) SQUARCIATO E GRONDA SANGUE! ..ma lascio tutto nelle mani del Padre: E’ TUTTO SCRITTO, E SI DEVE ADEMPIERE QUELLO CHE E’ SCRITTO! Voi andate avanti e non fermatevi: vi lascio carta bianca: SAI COSA SIGNIFICA, PAOLO? (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) ..ma non essere scoraggiato, oggi è la mia festa e Io voglio gioire con voi che mi portate tra le braccia!(*) Piccola Cocciuta, stai diventando sempre più Cocciuta nell’Amore del Padre: NON TI FERMI DINANZI A NIENTE! (Giulia) Giovanni, dinanzi al Vangelo, io cammino e lo porto alto come tu mi hai insegnato! Dimmi cosa devo fare ancora!(*) (Piccolo Giovanni) GRIDARE QUANDO SEI NEL GIUSTO DEL SANTO VANGELO, E COME LA MAMMA HA GIA’ DETTO, LE PORTE E IL FIUME SONO QUI E APPARTENGONO AL PADRE, E CIO’ CHE E’ DI DIO, è DI DIO! Figliuoli, Io ho lasciato tutto al Padre: mi sono donato al Padre, E’ QUESTA LA MIA VOLONTA’, E VOI LA STATE VIVENDO IN PIENO, NON SIETE SULLA STRADA SBAGLIATA! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) AMA, PERDONA E USA CARITA’, MA ALZATE LA SPADA E COMBATTETE, PERCHE’ DIO VI HA SCELTI, E VOI SIETE I SOLDATI DEL SUO AMORE E DELLA PACE: siete i miei Discepoli, figliuoli miei. Oggi è S. Mario: non l’avete dimenticato, vero? (Tutti) No!(*) (Piccolo Giovanni) e Io non ho dimenticato di pregare per voi: in questa giornata, la Spada che è entrata nei vostri cuori non è stata leggera, ma pesante: PORTATELA CON AMORE, FIGLIUOLI. Dio, il suo Cuore lo tiene aperto: sono gli uomini che lo chiudono a Dio e ai fratelli. (Giulia) Giovanni, devo chiederti una cosa nel Cuore: posso farlo? (Piccolo Giovanni) si, figlia mia(*).(Giulia) grazie, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ho sollevato un po’ il Cuore? (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, ASPETTO DA VOI LA MIA MESSA: LA MIA ULTIMA VOLONTA’ SCRITTA SU QUEL PEZZO DI CARTA: NON FERMATEVI E NON DUBITATE DELLA PAROLA DI DIO! Paolo! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) vuoi ancora amarmi? (Paolo) anche di più! (Piccolo Giovanni) GRAZIE: anche se lo sapevo, è gioioso sentirlo! E voi tutti? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) Avete fatto per me un Nido, e mi scaldate col vostro amore!(*) e voi siete le mie Mamme, la mia Famiglia: il mio Popolo che porta il Sigillo del Santo Vangelo! Telesfore, come ti senti? (Telesfore) mha, mi sento triste, però, nel cuore c’è pure gioia: tristezza e gioia!(*) ..non riesco a capire io! (Piccolo Giovanni) mi accogli ancora nella tua casa? (Telesfore) ci sei sempre stato e ci sarai sempre!(*) (Piccolo Giovanni) mi fate commuovere: conoscevo i vostri cuori pieni di amore per Dio, ma ora, dal Paradiso, li vedo vivi ed accesi: ANDATE AVANTI E NON FERMATEVI! State attenti al mio nemico: non dategli spazio, combattetelo con l’Amore, con la Preghiera, usando carità verso tutti, e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera. Pregate per il Papa, figliuoli, pregate per Lui, perché è curvo e porta la Croce per l’umanità intera. Quando bevete, fate fondo, perché mi fa gioire: è il gesto che Io amavo: era il mio caro Papà, umile di Cuore e largo di bontà che faceva sempre fondo, ed Io lo chiedo a voi in questo giorno!(*) Voi siete venuti a consolare il mio Cuore e mi portate nel grembo materno, ma state attenti: ve lo ripeto ancora una volta: STATE ATTENTI AL MIO NEMICO, NON LASCIATEVI TRASCINARE NELLA SUA RETE! Dio vi dona tutto, e i miei Dolori li offro al Padre affinché guardi benigno l’umanità intera e il mio popolo! Ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figli e discepoli della Pace. Siano gioiosi i vostri cuori: CIO’ CHE E’ DI DIO RIMANE A DIO! ALLELUIA! (Tutti) Alleluia!(*) (Immacolata) Ecco l’Ancella di Dio che si inchina dinanzi alla Luce, e voi siete la Luce del Padre. In questo Giorno segnato dal Cuore di Dio, amate, perdonate e usate carità. L’ultimo strascico di coda del mio nemico, sta facendo nascere i suoi fiori, ma il tempo della mietitura è vicino, e il grano e la zizzania saranno divisi, e i fiori del nemico saranno falciati e gettati nella Geenna: siate coscienti di tutto questo. Io vi amo perché siete i Figli della Croce. Ora Io vi lascio, ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, cammina sempre nel Fiume Santo dell’Amore e porta tutti i tuoi figli sulle tue spalle. (Giulia) con la tua Grazia, Mamma! (Immacolata) Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo: crescete nell’Unico Amore della Santissima Trinità. Figliuoli del mio Cuore, grazie per il tempo che avete speso per Gesù: vi sarà donato a larghe misure. Figlia mia, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato.

 

 

        13. Dom 20/01/2002, ore 15.30, Stanza more solito

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia(*), anche in questa santa giornata(*), i Calici Misti del tuo Gesù. Bevi i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati per l’umanità tutta, con i Santi Dolori Vivi del Parto della Croce. Immolati per le Mura di Roma, figlia mia (Giulia) Mamma! (Immacolata) abbraccia con Gesù i Chiodi, figlia <1° grido>(*). (Giulia) Mamma! (Immacolata) Figlia mia, in questo tempo, i Dolori per te sono ancora più forti. Vedi, Gesù è solo, ed è stato messo fuori. Bussa: bussa alla porta del cuore dell’umanità ma nessuno lo apre; fatelo entrare voi nei vostri cuori, accoglietelo come Mamme e cullatelo, perché ha bisogno del vostro amore. Io sono qui in mezzo a voi col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi; siamo Vivi e Reali e siamo venuti a portare la Verità del Santo Vangelo: la Parola Viva, e la Parola è una sola ed è segnata dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per l’umanità intera e per ognuno di voi. Io sono Mamma: MAMMA DEI DOLORI, MAMMA DELL’AMORE, MAMMA DELLA CROCE, e vengo a portare, nell’umanità intera, i Dolori e la Croce del mio Gesù. La Via Stretta è la Via della Santità, e Io vi voglio tutti santi nel coro degli Angeli. La Famiglia di Dio vive portando la Croce e vivendo solo per Dio. Figliuoli cari, avete vissuto e mangiato il Vangelo di questa giornata? <II° Dom. tempo ordinario/A Gv. 1,29-34> Avete ascoltato la Parola Viva di Giovanni? Non fermatevi dinanzi a niente e a nessuno: DIO E’ CON VOI, e la sua Grazia scende su ognuno di voi per opera dello Spirito Santo. Amate e perdonate, usate carità verso tutti: al primo posto portatemi i vostri nemici. Vi chiedo ancora una volta di stare attenti al mio nemico: non lasciatevi confondere dalla sua falsa luce; DISTACCATEVI DALLA PAROLA DEI GRANDI DEL MONDO, liberatevi del loro dire e fare e unitevi alla Parola Viva del mio Gesù. Il mondo sta andando alla perdizione perché i Grandi del mondo non vogliono riconoscere l’Amore di Dio; e vi chiedo ancora, figliuoli, di pregare per i Grandi della Casa del Padre: PER LE MURA CHE CADANO E NESSUNO LE ALZA: alzatele voi con l’Amore, con la Santa Preghiera fatta col cuore. Tra di voi ci deve essere l’Armonia e la Pace di Dio, perché Dio vi ha scelti, vi ha sigillati col suo Amore e dovete combattere la Battaglia del mio Cuore Immacolato: la Promessa viene da Fatima, e il Fiume passa nella Capanna di Giovanni, dove la Piccola Cocciuta ha aperto e apre ancora le Porte che il Padre gli dona. Il Mistero è Grande, è Vivo, è Reale ed è in mezzo a voi, come Dio è Vivo ed è in mezzo a voi, e parla col suo Amore(*). Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) si, Mamma! (Immacolata) guarda questo Calice(*), lo dovrai bere! (Giulia) sì! (Immacolata) non adesso, figlia mia(*): QUANDO GESU’ HA SCRITTO! Ma non temere, figlia mia, la Croce rimane sempre in piedi: E’ IL LEGNO CHE HA SCONFITTO LA MORTE E HA DONATO, ALL’UMANITA’ INTERA E AD OGNUNO DI VOI, LA VITA ETERNA. Tu dovrai ancora soffrire e portare sulle spalle tutti i tuoi figli e l’umanità intera. (Giulia) con la tua Grazia, Mamma, con la Grazia del Padre e con la Grazia di Giovanni: ECCOMI! (Immacolata) devi donarmi il Sì ancora una volta, figlia mia: vuoi accogliere tutto quello che il Padre vuole donarti? (Giulia) Sì, Mamma!(*) (Immacolata) grazie, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce. Ecco, ora ti consegno il Velo che dovrai tenere con le tue mani: non farlo scendere sull’umanità!(*) (Giulia) Mamma, ma è il Velo che tieni tu: io non sono degna di tenerlo!(*) (Immacolata) IL PADRE VUOLE COSI’! (Giulia) sia fatta la Volontà di Dio, Mammina mia! (Immacolata) Il peso è grande, ma i tuoi figli ti aiuteranno, i Discepoli di Giovanni! (Giulia) Mamma, posso farti una domanda nel Cuore? (Immacolata) si, figlia mia!(*) (Giulia) grazie! (Immacolata) conoscevi già quello che hai chiesto nel Cuore e hai voluto assicurarti ancora: SEI COCCIUTA COME DIO TI HA SCELTA! Vai avanti, figlia! (Giulia) sì, Mamma! (Immacolata) Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno come il Padre ha deciso. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’(*). Il Fuoco e l’Amore dello Spirito Santo sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito. (Piccolo Giovanni) Amen, figlioli del mio Cuore. Amen, Amen, Amen. Eccomi. Per Volere del Padre sono ancora in mezzo a voi a parlare attraverso lo Strumento di Dio. Parlare dello Strumento è parlare del Cuore di Dio. Dio si serve dell’umanità: dei suoi figli, per far suonare la sua Musica, e la Musica del Padre è una ripetizione: E’ IL SANTO VANGELO, che rinnova e ripete attimo per attimo allo Strumento, come un mulino che porta l’acqua nuova e l’acqua vecchia: Dio Antico, Dio Nuovo. DIO E’E RIMANE, perché niente e nessuno può cancellare la Verità: la Pianta che ha lasciato crescere i suoi rami per coprire l’umanità intera, e le sue Radici sono profonde: non vengono tagliate dagli uomini. Dio è e rimane: RICORDATELO! Il mondo, le cose del mondo, passano, come tutti noi siamo pellegrini: passeggeri(*), per vivere e nascere nel Cuore del Padre se camminiamo la Via Stretta. Figliuoli, la mia Capanna, le mie Porte, sono chiuse dagli uomini ma aperti da Dio: a Dio nulla è impossibile, non c’è luogo dove Lui non possa entrare e rimanere col suo Sigillo, e il Sigillo cammina attraverso la Capanna e attraverso la Stanza dove Io vivo, ho sempre vissuto e rimarrò, perché il Padre mi ha mandato a costruire la Stanza dell’Amore: la Barca dell’umanità intera, la Barca per ognuno di voi, Discepoli e Suorine del mio Cuore. E oggi siamo ancora qui uniti nell’Amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e la Luce Piena scende ad ognuno di voi e arde come Fiammelle: avete dimenticato che sul capo di ognuno di voi arde la Fiammella come arde sul mio capo?(*) NON DIMENTICATE QUESTE COSE, FIGLIUOLI: ricordatele sempre! Ma vi chiedo ancora di stare attenti al nemico, di combatterlo col silenzio, con l’amore, con l’umiltà, con la preghiera, e usando carità verso tutti, figli del mio Cuore! Avete capito chi è Giovanni? Dio mi ha mandato in mezzo a voi e il mio compito è stato quello di preparare i cuori di ognuno di voi al ritorno di Dio nell’umanità. "Aspettatemi, Io verrò", ma nessuno di noi conosce né l’ora e neanche il giorno, aggiungendo "siate vigilanti", figliuoli, e oggi Io lo dico ad ognuno di voi "SIATE VIGILANTI, NON FATEVI TROVARE CON LE FIAMMELLE SPENTE, MA ARDETE DELL’UNICO AMORE DI DIO PADRE, DIO FIGLIO, DIO SPIRITO SANTO". Il mio Cuore è gioioso nello stare in mezzo a voi, e triste per l’umanità che non ascolta la Parola: gronda Sangue per i figli che hanno chiuso la porta!(*) ..e piango sul mio popolo, e chiedo ad ognuno di voi di pregare col Cuore aperto. Ma voglio essere un po’ capriccioso. Oggi, cosa mi avete preparato nella Stanza?(*) <batte delicatamente le mani sui braccioli della sedia> .mi avete preparato la festa di S. Mario? (Paolo) l’abbiamo fatta ieri! (Piccolo Giovanni) e oggi? (Paolo) la Piccola Cocciuta lo sa! (Piccolo Giovanni) l’ha preparata anche per oggi! (Paolo) me l’aveva detto! (Piccolo Giovanni) quando si mette una cosa in testa è cocciuta: il Padre l’ha mandata così e così ve la tenete! (Paolo) magari ne avesse mandate altre due o tre! (Piccolo Giovanni) non è detto! (Paolo) ah! (Piccolo Giovanni) ora accontentatevi.. (Paolo) ..di una! (Piccolo Giovanni) ..di una che fa per tre o quattro! <si ride un po’> ..e quando la sentite gridare.. ancora i tempi non sono maturi.. voi la sentite così, ma quando i tempi saranno maturi griderà ancora di più. Griderà tanto da farvi scappare, ma non scapperete perché Dio ha rapito i vostri cuori. Io la sento gridare quando voi non ci siete: sapete cosa faccio? (Paolo) che cosa? (Piccolo Giovanni) mi tappo le orecchie! <si ride un po’> (Paolo) ma grida da sola o grida nel Cuore? (Piccolo Giovanni) nel Cuore e da sola! Ma viene a gridare.. (Paolo) ..qua! (Piccolo Giovanni) ..dinanzi al Trono: non ditegli subito questo, se no viene a gridare ancora! (Paolo) questo lo fa poco prima del tuo intervento? (Piccolo Giovanni) eh si, perché ha.. (Paolo) ..i tempi, quando stanno per scadere! (Piccolo Giovanni) le onde le prende giuste.. (Paolo) si? (Piccolo Giovanni) ..e prima che scadano i tempi viene a cantare! (Paolo) ma viene presa un po’ dal panico quando vede che.. (Piccolo Giovanni) .no: è convinta, è sicura dell’Amore e dell’intervento del Padre, come quelle rocce che rimangono senza muoversi! (Paolo) quindi viene a ricordarvelo, praticamente? (Piccolo Giovanni) viene a dire "fai presto"! (Paolo) come dici tu, d’altronde? (Piccolo Giovanni) sì! (Paolo) tu fai la stessa cosa! (Piccolo Giovanni) sono stato sempre frettoloso! (Paolo) anche noi vorremmo fare presto! (Piccolo Giovanni) i tempi degli uomini vanno lenti, ma siamo agli sgoccioli! (Paolo) mha, mi tranquillizzi! (Piccolo Giovanni) ogni tanto vi do le caramelle! (Paolo) questa è un bella caramella dolce, perché non è tua abitudine dire certe cose, quando si tratta di numeri, di tempi.. (Piccolo Giovanni) ..i numeri, non li ho mai dati! <si ride un po’> (Paolo) ..non li hai dati! (Piccolo Giovanni) sono sempre stato sano di mente, ma qualcuno voleva farmi dare i numeri.. (Paolo) eh!.. <si ride un po’> ah!.. ti riferisci a ieri? (Piccolo Giovanni) eh si! (Paolo) ma noi non li abbiamo dati, però! (Piccolo Giovanni) eh! (Paolo) hai parlato tu? (Piccolo Giovanni) ..con l’intervento.. (Paolo) eh, l’avevo capito! (Piccolo Giovanni) ..del Padre, con l’intervento del Padre! Quando la Piccola Cocciuta lanciava qualche frecciatina, era anche il Padre che la lasciava.. (Paolo) ..quindi.. (Piccolo Giovanni) ..parlare.. (Paolo) ..quello che noi abbiamo pensato è vero di ciò che si è verificato ieri? (Piccolo Giovanni) devo dirti di si! (Paolo) mi fai gioire! (Piccolo Giovanni) ai figli si deve donare la gioia del Padre, ma dovete sempre ricordare che per arrivare alla gioia si deve portare in pieno la Croce, la Santa Sofferenza. Gioire con la Croce e per la Croce è essere nel giusto del Vangelo, gioire per gli uomini e per il mondo fa parte del nemico! ..hai capito? (Paolo) si, si! (Piccolo Giovanni) Ebbene, figliuoli, è bello rimanere a parlare con voi; è bello gioire nella Famiglia, perché voi mi fate vivere, mi amate, e state donando tutto per me: il vostro tempo, il vostro lavoro, il vostro amore. (Paolo) non è mai abbastanza quello che ti diamo! (Piccolo Giovanni) PER ME E’ TUTTO. Vedere i vostri cuori aperti e lottare per la Gloria di Dio è il massimo che voi, Discepoli, mi offrite, e voi Suorine! e devo dirvi che mi poggerò ancora su tutti voi e sulle Colonne!(*) ..e da adesso vi dico grazie, figliuoli. Telè.. (*) Cosa stavi pensando? (Telesfore) sai cosa stavo pensando? (Piccolo Giovanni) ti è sfuggito? (Telesfore) no, non mi è sfuggito! è da.. (Piccolo Giovanni) ..meno male.. (Telesfore) .. è stamattina che mi gira sempre.. (Piccolo Giovanni) eh, meno male! (Telesfore) noi dobbiamo ringraziare il Padre di tutto quello che ci ha donato! Di averci donato te, Povero Uomo, Santo; di essere stato in mezzo a noi, vissuto con noi, camminato con noi, e che ora stai nella Gloria del Padre.. e per noi, non è poco quello che abbiamo avuto! (Piccolo Giovanni) eh no, non è poco! (Telesfore) come tu dicevi, Dio ci sta donando tutto! Non c’è.. La pienezza di Dio.. tutto.. Dio ci ha donato tutto quello che.. più di questo non ci può dare! (Piccolo Giovanni) PUO’ DONARE AD OGNI FIGLIO! (Telesfore) quindi noi abbiamo ricevuto da Dio tutto quello che.. (Piccolo Giovanni) ..e dovete donare! (Telesfore) dobbiamo donare? ..è il fatto che.. (Piccolo Giovanni) ..il fatto che? (Telesfore) ..che quello è difficile! <si ride un po’> (Piccolo Giovanni) eh, mò ti volevo.. <Giovanni ride insieme ai presenti> ..ti ho lasciato parlare e mò ti volevo! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) è difficile.. (Telesfore) difficile è difficile, comunque col tuo.. (Piccolo Giovanni) ..donare tutto di te a Dio: ma non ti sei accorto che l’hai già donato?(*) (Paolo) anche la casa ha donato! (Piccolo Giovanni) si! <si ride un po’> (Telesfore) eh, la casa non è mia! (Piccolo Giovanni) ..gliel’ha chiesta già!.. che non è sua ma del Padre!(*) Cosa c’è ancora: cos’hai programmato da questa mattina presto, da dire? (Telesfore) ho fretta! (Piccolo Giovanni) a chi lo dici? mi conoscevi che ero frettoloso quando ti chiedevo qualcosa da fare! Ma quella che si pigliava le gridate era la Piccola Cocciuta, perché tu non ti muovevi mai! ..ma il cuore è sempre stato aperto! Cosa vuoi dire ancora?.. (Telesfore) ..con un po’ di ritardo, arrivavo.. (Piccolo Giovanni) ..e vabbè, eri così.. (Telesfore) ..sono ancora così.. (Piccolo Giovanni) sei ancora così: peggio di prima.. <si ride un po’> (Paolo) ..compra le parole.. (Piccolo Giovanni) ..per tirargliele non ci volevano le pinze.. (Paolo) ..le gridate? (Piccolo Giovanni) eh! e neanche riuscivo.. (Telesfore) ..sai cosa pensavo? (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) che hai detto che la Piccola Cocciuta griderà ancora di più! (Piccolo Giovanni) uh! (Telesfore) quindi.. quando.. (Piccolo Giovanni) ..dovrai scappare! <tutti a ridere> (Telesfore) ..perché Lei grida sempre.. (Piccolo Giovanni) eh! (Telesfore) da quando la conosco ha sempre gridato, quindi.. (Piccolo Giovanni) eh.. (Telesfore) ..e come.. e come.. (Piccolo Giovanni) ..il Padre l’ha mandata per gridare: non è Lei a gridare! Anche se si volesse fermare non lo può! (Paolo) Te la posso chiedere una cosa io? (Piccolo Giovanni) si (Paolo) quello che dice la Piccola Cocciuta, è sempre, assolutamente, in ogni caso, qualcosa che viene dall’Alto, oppure.. (Piccolo Giovanni) ..si (Paolo) ..in alcune circostanze c’è anche qualcosa di suo? (Piccolo Giovanni) anche se a voi sembra che non sia.. (Paolo) eh, infatti.. (Piccolo Giovanni) ..nel Rigo.. (Paolo) ..si, anche quello, viene.. (Piccolo Giovanni) ..viene dall’Alto! (Paolo) ..dall’Alto! (Piccolo Giovanni) non è nulla di suo: dovete capire che è stata mandata da Dio, è una Creatura di Dio: UNO STRUMENTO, e viene usata dal Padre. Quando grida o parla, neanche Lei è convinta.. (Paolo) ..di quello che dice.. (Piccolo Giovanni) ..di quello che dice, perché viene(*).. come spiegarvi?(*) (Paolo) le viene dettato? (Piccolo Giovanni) no, dettato da Lei. C’è un’antenna che parla attraverso.. (Paolo) ..è come una trasmittente.. (Giuseppe) ..ricetrasmittente.. (Piccolo Giovanni) ..di Lei, ma di Dio! (Paolo) si (Piccolo Giovanni) non.. (Paolo) ..quindi Lei capta le onde dall’Alto e poi.. è uno Strumento come una radio che.. (Piccolo Giovanni) ..che grida! (Paolo) ..che grida! (Piccolo Giovanni) ..che grida! (Paolo) e il volume chi lo regola? <si ride un po’> (Piccolo Giovanni) il Padre.. (Paolo) ..sempre Lui? (Piccolo Giovanni) ..il Padre!(*) Sto facendo i capricci oggi, vero? (Paolo) no, stai dando dei chiarimenti.. proprio.. (Piccolo Giovanni) ..ma immagina tu quando ascolteranno i miei Confratelli.. (Paolo) ..eh, lo credo.. (Piccolo Giovanni) ..cosa diranno? (Paolo) ..lo credo bene! (Piccolo Giovanni) conoscendomi capriccioso e sentendo queste parole.. (Paolo) ..cosa penseranno della.. (Piccolo Giovanni) ..della Piccola Cocciuta? "E’ uscita di testa", diranno come hanno sempre detto con Gesù, con gli Apostoli, i Santi e.. sapete che il Fratello Domenico ardeva così tanto per Gesù e Maria, che quando gli chiedevano di fare una cosa in Nome di Gesù, Lui faceva tutto! E alla fine dicevano "Questo è uscito di testa" (Paolo) si! (Piccolo Giovanni) si! (Paolo) perché a loro dire, non era una persona equilibrata? (Piccolo Giovanni) non era equilibrata! Gli chiedevano "devi farti una doccia fredda così la tua malattia scompare", "sì, per Gesù sono pronto". E secondo te, per un medico è normale questo? (Paolo) per un medico? (Piccolo Giovanni) ..e Lui lo faceva per Dio, per salvare le anime.. quando si flagellava.. quando lasciava calpestare il suo viso.. era per Dio, ma per gli uomini era uscito di testa. (Paolo) però.. (Piccolo Giovanni) ..e così.. pero? (Paolo) però, per noi, sapere di avere così vicino una persona come la Piccola Cocciuta alla quale chiedere qualsiasi cosa, coscienti che la risposta viene dall’Alto, capirai che non è da poco.. perché riesce a capire in pieno.. (Piccolo Giovanni) ..è quello che ti stavo dicendo.. <Giovanni ride e con Lui tutti gli altri> (Paolo) eh, infatti non è facile.. (Piccolo Giovanni) ..per voi che ardete, perché Io vedo i vostri cuori ardere, è facile, ma a volte il nemico.. (Paolo) ..si! (Piccolo Giovanni) ..lascia passare le piccole ondine di dubbio! (Paolo) ma sai perché?.. cioè, tu lo sai.. (Piccolo Giovanni) ..è normale! <Giovanni ride con tutti gli altri> (Paolo) cioè perché, tante volte, noi abbiamo a che fare.. avendo a che fare con le cose del mondo.. (Piccolo Giovanni) ..con quelle teste.. (Paolo) ..e sentendo una voce, sebbene sia quella della Piccola Cocciuta, è pur sempre.. noi vediamo un essere umano. Dice: "ma è possibile che.." (Piccolo Giovanni) ..nulla.. (Paolo) "..è proprio così.." ed è umano anche.. (Piccolo Giovanni) ..nulla è impossibile a Dio.. (Paolo) ..certo.. (Piccolo Giovanni) ..ma non mettete sul piedistallo la Piccola Cocciuta! (Paolo) no, no, a Lei no! Adesso Lei non sente niente, quindi.. (Piccolo Giovanni) ..NON LO FATE VOI: Lei lo ha sempre rifiutato! Quando gli fate qualche domanda Lei risponde, ma non impone mai niente a nessuno: è stata così dal primo istante che Io l’ho incontrata. Quando gli ho chiesto la prima cosa, per una del mio popolo, ha chinato il capo, mi ha guardato, e con lo sguardo ha parlato al mio Cuore, perché i due Cuori erano uniti da Dio, e a parole mi ha detto semplicemente "pregherò". L’umiltà, la semplicità, non gliela togliete mettendola sul piedistallo: AVETE CAPITO! (Paolo) sì! (Piccolo Giovanni) Lei vorrebbe stare nascosta nel silenzio, ma il Padre(*), la fa gridare. (Paolo) adesso hai fatto una pausa per consentire a Telesfore di girare la cassetta? (Piccolo Giovanni) me lo ha detto il Padre ed Io sto all’Ubbidienza come sta all’Ubbidienza la Piccola Cocciuta! Vedete, il Filo del Vangelo è questo: IL SILENZIO, L’UBBIDIENZA, L’AMORE E LA CARITA’ (Paolo) sono importanti? (Piccolo Giovanni) sì. Il mettersi dinanzi ai Piedi di Dio e dire "Eccomi, sono il tuo Sevo Inutile" (Paolo) è molto bello fare questo! (Piccolo Giovanni) dona gioia, dona amore! (Paolo) sentirsi vicino a Colui che può tutto, IN ASSOLUTO, dà veramente una grande gioia! (Piccolo Giovanni) E’ QUESTO CHE DOVETE FARE ATTIMO PER ATTIMO: vivere ed essere sicuri, convinti, che Dio vi ama e vi dona tutto! ..E IL SOLCO E’ IL FIUME CHE SCORRE NELLA CAPANNA! Allora, cosa hai ancora da dire tu? (Telesfore) sei freddo oggi! <si riferisce alle sue mani che teneva strette> (Piccolo Giovanni) hai dimenticato il Soffio dello Spirito Santo: IL VENTICELLO FRESCO?(*) Ti sei fermato? (Telesfore) e adesso non mi viene niente!(*) (Piccolo Giovanni) ehm.. farete di nuovo fondo per me? (Paolo) certo! (Alcuni)(Piccolo Giovanni) bene, figliuoli, vogliamo consolare il Cuore di Maria? (Tutti) sì! <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. (Piccolo Giovanni) Ricordate che morire è vivere nel Cuore del Padre, non abbiate paura! Figliuoli del mio Cuore, Discepoli, pregate secondo le mie Intenzioni nel corso della giornata. Ora Io devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo, uno ad uno, col Sigillo del Piccolo Giovanni. A voi che siete qui uniti nella Stanza dell’Amore e ai figli che si uniscono a questa Santa Preghiera(*), vado a visitare i cari di ognuno di voi(*). Lascio scendere su di voi l’Amore Pieno e il Fuoco dello Spirito Santo, figli. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco la Luce di Dio che è scesa sull’umanità intera e su di ognuno di voi. Vivete e gioite con la Gioia che avete ricevuto. Impastate con me la Farina dell’Amore e donatela al mondo, ai Figli Ministri. Camminate nel Fiume Vivo del Santo Vangelo. Amate, amate, amate col Cuore del Padre e immolatevi per l’umanità intera, figliuoli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che in questa giornata hanno formato la Corona su di ognuno di voi e cantano le Lodi. (Giulia) Mamma, com’è bella.. com’è bella questa Corona! Come sono belli questi fiori! (Immacolata) ecco, prendine uno(*) <Giulia emette un forte sospiro di gioia> (Giulia) non posso tenerlo? (Immacolata) per adesso no! (Giulia) grazie, Mamma!(*) (Immacolata) Figliuoli, Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare la Parola Viva del mio Gesù. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete, nell’Unico Amore della Santissima Trinità. Grazie per il tempo che spendete per il mio Gesù; grazie, perché vi commuovete e lasciate scendere le gocce dell’amore: siate benedetti oggi e per l’eternità, figli del mio Cuore! Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e rimanga per sempre, figli e discepoli della Croce.

 

 

        14. Giov 24/01/2002, Stanza more solito

 a) Messaggi dell'Immacolata e del Giovanni di oggi (ore 15.40)

(Giulia) Se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre; se sei tu, glorifica il Padre (Immacolata) Sia Gloria al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo, come era nel principio, ora e sempre, nei secoli dei secoli, Amen. Croce Divina del Cuore Immacolato di Gesù, bevi, figlia mia, anche in questa giornata, i Calici Misti del tuo Gesù, i Calici Verdi e i Calici Rossi, e immolati ancora una volta per l’umanità tutta. Immolati, figlia, per le Mura di Roma; unisciti ai Dolori di Gesù per l’umanità intera: abbraccia la Croce. (Giulia) Mamma, anche tu ti sei lasciata inchiodare? Anche tu porti nelle mani e nei piedi i Chiodi! (Immacolata) si, figlia mia, e da sempre, perché l’ho partorita la Croce per ognuno di voi e per l’umanità intera (Giulia) Mamma, come sono lunghi quei Chiodi! (Immacolata) abbracciali, figlia mia <1° grido>(*). Ecco i miei Dolori: i Dolori del Parto della Croce, i Dolori Vivi che Gesù dona ad ognuno di voi e al mondo intero. Figli, siate coscienti dell’Amore del Padre che viene a vivere dentro di voi Vivo come Io l’ho portato Vivo dentro di me e l’ho donato all’umanità intera; e Io, in questa giornata sono qui in mezzo a voi a portate la Parola Viva del mio Gesù. Io sono qui col mio Gesù, gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Per Volere del Padre, siamo venuti a portare il Santo Vangelo, invitandovi a tenerlo alto e a viverlo nel cuore e a donarlo ai fratelli, all’umanità, ai figli della perdizione, ai figli che non conoscono l’Amore e la Croce del mio Gesù. Avete ascoltato la Parola Viva? vivetela, masticatela, e ricordate che il Vangelo è Uno solo ed è bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per il mondo intero e per tutti voi che siete figli della Croce, figli dei Dolori del mio Gesù, perché siete stati riscattati dal Sangue Prezioso e siete fatti a Immagine e Somiglianza di Dio. Non calpestate i vostri corpi, ma teneteli puri come il Padre ve li ha donati. Voi siete fanciulli e dovete rimanere Fanciulli dell’Amore e della Pace. Guardate le brutture del mondo, figliuoli, non lasciatevi trascinare dal nemico, ma rimanete nell’Armonia e nell’Amore della Croce; rimanete nella Purezza e nella Candidità dei bimbi di Dio. Ecco, il Padre vi ha sigillati e scelti uno ad uno come Discepoli dell’Amore e della Pace, e voi siete i soldati della Pace, del mio Cuore Immacolato, e conoscete che il Progetto viene da Fatima, si adempirà nel mondo intero e nella Stanza del mio Gesù che ha costruito per ognuno di voi e per il mondo intero. In questa giornata vi invito a pregare per la pace, per la Pace di Dio: che scenda sul mondo intero. Figli del mio Cuore, vi invito a pregare per i vostri nemici, per coloro che trafiggono il Cuore del mio Gesù e i vostri cuori: siete figli di Dio, e chi trafigge il cuore del mio Gesù trafigge il vostro cuore. Ricordate sempre di camminare nel Solco del Padre: è lungo ed è profondo. Figliuoli del mio Cuore, vi invito ancora a non ascoltare la voce del nemico: distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi all’Unica Fonte Viva e zampillante che è il Cuore del mio Gesù: IL MISTERO NASCOSTO CHE SI DONA ALL’UMANITA’ E NON GUARDA NE’ IL COLORE E NEANCHE CHI NON LO AMA, ma si dona, perché è Amore Infinito. In questo giorno vi chiedo di pregare per i miei Figli Ministri, Parte Eletta del mio Cuore Immacolato e Addolorato: Addolorato perché voi non vedete ciò che Io vedo. Figliuoli, vi invito a pregare forte, vi invito a pregare col cuore rivolto al Padre; SE AVETE FEDE, POTETE DIRE A UNA MONTAGNA "SPOSTATI", ED ESSA SI SPOSTA: abbiate fede nel pregare per i miei Figli Ministri. E’ il Cuore della Mamma Addolorata che supplica ognuno di voi e l’umanità intera. Pregate, pregate, pregate per la Pace, figliuoli del mio Cuore(*). Ora, Cocciuta del Cuore della Croce, guarda(*): non spaventarti, anima mia(*). (Giulia) Mamma!(*) Mamma! (Immacolata) vedi, figlia mia, guarda tutte le Porte che hai aperto(*). Vedi, ce ne sono altre tre chiuse.. (Giulia) ..cosa devo fare? (Immacolata) ora avvicinati ad esse, ma non toccarle!(*) (Giulia) Mamma, queste tre hanno la chiave(*), ed è d’oro(*), e sono uguali!(*) Come sono belle, Mamma, mandano dei raggi di luce, e tutt’e tre formano una corona!(*) Mammina, puoi dirmi che significa? (Immacolata) per adesso hai detto quello che hai visto, presto aprirai le tre Porte con la chiave d’oro, e il significato lo vedrete tutti! (Giulia) Mamma, come sei bella ora che stai dicendo queste Parole! (Immacolata) il Segreto per essere belli è l’Amore, e Io ardo d’Amore per il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo e per ognuno di voi. Amate anche voi, figliuoli, e perdonate, usate carità verso tutti, e al primo posto portate i vostri nemici. Il Grido di questa giornata è l’invitarvi alla Pace di Dio: cercate la Pace di Dio e rimanete in essa, ma guardatevi dalla pace dei Grandi del mondo, non andate dietro ai rumori che stanno facendo. Figliuoli, combattete il nemico alzando la Spada del Santo Vangelo, figli e discepoli del mio Cuore. Voi, Suorine, camminate seminando l’Amore di Dio amando tutti; come Dio ama e perdona ognuno di voi, voi perdonate, e i vostri Nomi brillano nei Cieli, perché il Padre li ha scritti da sempre. Tu, Piccola Cocciuta, dovrai ancora soffrire a causa del Nome del tuo Gesù: vuoi ancora farlo? (Giulia) ardentemente, Mammina del mio Cuore! (Immacolata) porta sulle tue spalle tutti i tuoi figli e l’umanità intera, perché il Padre questo vuole! (Giulia) sia fatta la Volontà del Padre mio che è nei Cieli, da questo istante fino all’eternità! (Immacolata) Amen, Cocciuta del Cuore della Croce, Amen. Ora, volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Immacolata) volete accogliere con amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Immacolata) ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portare la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno in mezzo a voi, come il Padre ha scritto. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Piccolo Giovanni) Mi siedo un po’(*). La Luce, l’Amore del Cuore ardente di Maria sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figli del mio Cuore. Amen, Amen, Amen!(*) Con la Grazia del Padre, sono ancora in mezzo a voi a parlare attraverso lo Strumento della Luce di Dio, e vi porto il mio Saluto: il mio augurio di vivere nell’Amore del Vangelo, il Vangelo che Io vi ho sempre insegnato e invitato a tenerlo alto e a viverlo dicendo sempre ad ognuno di voi "se non trovate il Vangelo dalla Piccola Cocciuta, rimanete nelle vostre case, nelle vostre chiese". E oggi che il Padre ci dona la sua Parola Viva, il Sigillo che Io ho sempre messo, come Sacerdozio Vivo ed Eterno, alla Parola che il Padre lasciava e lascia scendere in mezzo a voi, è un Sigillo che non si può cancellare: è il Sigillo Vivo del Padre come il Vangelo che avete ascoltato pochi attimi fa. Vedete, figliuoli, Gesù che opera i Miracoli; un Gesù che guarda i suoi figli assetati d’Amore, e oggi guarda ognuno di voi che ha fame e sete e bussa, bussa alla Porta del Cuore del Padre; e Dio viene a guarire, non i vostri mali, viene a guarire i vostri cuori, i cuori dell’umanità intera che si è allontanata da Dio, ed è questo il male che dobbiamo guarire tutti. Io sono in Paradiso, ma mi metto in mezzo a voi come Padre. L’umanità è ammalata perché non guarda Dio, non cerca Dio; si tuffa nelle cose del mondo dove fanno morire l’anima e il corpo, e i corpi si ammalano perché non c’è Dio, non c’è l’Amore, non c’è la convinzione di avere un Padre che è al di sopra di tutto e guarda i suoi figli. Bussate e chiedete al Padre di guarire i vostri cuori: quando sono i cuori guariti e rivolti a Dio, i vostri corpi non hanno più nulla, e i mali vanno via: SI ALLONTANANO, come si allontana il nemico dinanzi alla Croce e alla Verità del Santo Vangelo. Io ho vissuto e vivo per il Santo Vangelo, e voi, figliuoli, voi, Discepoli, voi, Colonne, Voi, Suorine, non dovete fermarvi dinanzi ai rumori del mondo, ma andare avanti, e combattere con l’Amore. Il nemico vorrebbe distruggere il Progetto dell’Amore: il Progetto del Padre che ha preparato nel mondo intero e nella Stanza. Vi ho già annunciato che il Fiume passa dalla mia Capanna alla Stanza! Le Porte passano per la mia Capanna e per la Stanza! Il Progetto di Dio è Roccia, e quando la roccia si muove, è Dio a farla muovere, perché Dio è Roccia, ed è Viva, e il suo rumore è Rumore di Pace e Grido di giubilo che scende sull’umanità intera. La Piccola Cocciuta tiene nelle sue mani il velo che gli è stato consegnato, e con le sue forze lo sta tenendo fermo: ma sostenetela anche voi, con le preghiere, col rimanere uniti nell’Unico Amore del Santo Vangelo. Figliuoli, Pietruzze Vive del mio Cuore, non lasciatevi trascinare dal nemico; non lasciatevi confondere dalle sue false luci, ma guardate l’Unica Luce che emana il Santo Vangelo e brillate. Io vi amo tutti senza fare distinzione. Amo i figli del mondo intero: voi che siete qui riuniti e i figli che si uniscono a questa Santa Preghiera. In questo giorno vi chiedo di pregare per il mio popolo!(*) In questo attimo, la Piccola Cocciuta sta assaporando i miei Dolori(**). Li ha accolti per le anime che hanno trafitto il Cuore di Maria e per il flagello che sta scendendo in questo attimo sull’umanità: pregate anche voi! (Giulia) Giovanni! Giovanni, salva queste creature! (Piccolo Giovanni) come mi chiedevi sempre devo metterle nel Cuore del Padre? (Giulia) sì, Giovanni, e battezza i bambini come tu facevi!(*) (Piccolo Giovanni) sì, Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) Giovanni!(*) SONO TUTTI SALVI!(*) (Piccolo Giovanni) Eccoli! (Giulia) Grazie! (Piccolo Giovanni) imparate anche voi con la fede a salvare le anime!(*) quando salgono in Cielo, pregate! (Giulia) Giovanni! (Piccolo Giovanni) sì, Cocciuta del Cuore della Croce! (Giulia) posso dirti qualcosa nel Cuore.. di mio? (Piccolo Giovanni) si!(*) (Giulia) grazie! (Piccolo Giovanni) Bene, figliuoli del mio Cuore, vogliamo consolare il Cuore di Maria? (Tutti) si!(*) <rispettosamente, tutti in piedi per la recita di un’Ave Maria insieme a Giovanni>. (Piccolo Giovanni) Ricordate che morire è vivere nel Cuore del Padre. Siate gioiosi perché Io sono gioioso e lodo e benedico il Padre per tutto quello che mi ha donato e mi dona; mi dona la Gioia di stare in mezzo a voi e di parlare. Rimanete nell’Amore Vivo e siate i Discepoli del mio Cuore; seminate l’Amore ovunque andate ricordando di camminare nel Solco del Santo Vangelo, figliuoli del mio Cuore. Io ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo al mondo, figliuoli della Pace. ALLELUIA! (Tutti) Alleluia! (Immacolata) Ecco l’Amore e la Luce dello Spirito Santo che il Padre ha lasciato scendere sull’umanità e su di ognuno di voi. Figliuoli miei, grazie per il tempo che spendete per il mio Gesù: vi sarà donato a larghe misure. Ricordate sempre di amare, di perdonare, di usare carità verso tutti:; non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera, e state attenti al mio nemico: non donategli spazio, ma formate la Catena dell’Amore stringendovi al Cuore della Croce, figli. Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo che è il mio Gesù: LA PAROLA, e la Parola è Una sola ed è bagnata dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per l’umanità intera, figli. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere la tua Spina Preferita e i tuoi Cari che cantano le Lodi dell'Amore alla Santissima Trinità: FATELO ANCHE VOI! Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete e moltiplicatevi nell’Amore del Santo Vangelo Vivo del mio Gesù. Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lode, Lodato sempre sia il Nome Santissimo di Gesù, di Giuseppe e di Maria. Amen, Amen, Amen, Amen Pieno scenda su di voi e sul mondo intero, figli del mio Cuore Immacolato e Addolorato.

 

b)  Messaggio di Gesù e del Santo Giovanni di oggi (ore 21.04)

(Giulia) Se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre; se sei tu glorifica il Padre (Gesù) Sia Gloria al Padre Altissimo, com'era nel principio ora e sempre nei secoli dei secoli, Amen. Pace a voi, figliuoli del mio Cuore, sono Io il vostro Gesù: l’Agnello Immolato è qui in mezzo a voi. Gioite e fate festa, Spose amate dal mio Cuore. Tu, Croce Divina del mio Cuore, gioisci e fai festa nel bere i Calici Misti, i Calici Verdi e i Calici Rossi. Gioisci e fai festa nell’accogliere i Santi Dolori del Parto Vivo della Croce che passano attraverso Giovanni e attraverso di te, Cocciuta Divina del Cuore della Croce. Figlia, immolati per l’umanità intera; immolati per le Mura di Roma; accogli i Santi Dolori, i Santi Chiodi, per l’umanità intera, figlia mia. Ecco, unisciti alla Croce, abbraccia con me i Chiodi che l’umanità ci offre: figlia del mio Cuore, prendi parte ai miei Dolori di Padre, di Figlio e di Spirito Santo. (Giulia) Gesù, com’è candido il tuo abito!(*) (Gesù) guarda i Chiodi e guarda chi li fa entrare <1° grido>(*). (Giulia) Gesù! (Gesù) Eccomi, figlia del mio Cuore, eccomi!(*) Unisciti ancora all’abbraccio dello Sposo. Ecco i Doni che Io porto alle mie Spose: ad ognuno di voi porto il Legno e i Chiodi che mi sono stati donati! Abbracciateli anche voi in questo tempo! Immolati, figlia mia! <2° grido>(*). (Giulia) Gesù! Gesù, dove stai andando?(*) Gesù, perché sei seduto su quella roccia? La roccia gronda Sangue, Gesù!(*) che significato ha? (Gesù) la Roccia è il Padre, e il Padre gronda Sangue per l’umanità, per i figli della perdizione! (Giulia) Gesù, quella Roccia sta per cadere! (Gesù) ci sono Io. Il Padre tiene ferma la Roccia: è solida e salda! Immolati ancora, abbraccia ancora i Santi Chiodi! <3° grido>(*). Bevi questo Calice!(*) (Giulia) E’ Sangue, Gesù! (Gesù) bevilo, figlia!(*) (Giulia) Gesù, ho paura di rigettarlo: c’ho la tosse! (Gesù) non temere, non lo rigetti; bevilo!(*) (Giulia) Gesù, è rimasto un Cuore nel Calice!(*) (Gesù) bevi!(*) Ora immolati e abbraccia ancora i Chiodi per il Papa! <4° grido>(*). (Giulia) Gesù! (Gesù) in questa giornata, il carico per te è pesante, figlia mia. (Giulia) Gesù, non sto facendo nulla: donami il tuo Amore!(*) (Gesù) figlia mia, il peso che hai abbracciato è enorme, e tu mi dici che non stai facendo nulla? Stai abbracciando con me i Chiodi e i Dolori Vivi del mio Parto, e il Parto della Croce da i Dolori Vivi e Reali che passano attraverso Giovanni e attraverso di te, Cocciuta del Cuore della Croce. Io sono qui in mezzo a voi con gli Angeli, i Santi tutti, il Servo Santo della Croce e il Santo Giovanni di oggi. Siamo Vivi e Reali e siamo venuti a portare la Parola: il Pane dei Cieli, all’umanità e ad ognuno di voi, invitandovi sempre a tenerlo alto, a viverlo con l’Amore Pieno del cuore, e a donarlo ai fratelli. In questa serata mi fermo a parlare ai Figli Ministri: ai figli che Io ho donato il compito di seminare la Parola. "Andate per il mondo, battezzate, esorcizzate, guarite in Nome della Croce e del Vangelo" ma non fate i maestri; camminate nella povertà e nella semplicità dei cuori. Io sono l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo: sono venuto in mezzo a voi nella Povertà e nell’Amore del Padre a portare, ad ognuno di voi, l’Amore Vivo, la Croce che dona la Vita Eterna, e vi ho mandati poveri, piccoli, semplici, nel portare il Seme dell’Amore, della fratellanza, ma avete dimenticato e messo da parte le mie Parole. FIGLIUOLI MINISTRI, RITORNATE A CASA, ABBRACCIATE IL SANTO VANGELO E RICORDATEVI DELLE PAROLE ANTICHE CHE IO HO DONATO AI VOSTRI CUORI. Ricordate che ho detto "Aspettatemi, Io verrò"? non cancellate la Scrittura Antica, non cancellate il Santo Vangelo, ma accogliete con Amore le pecorelle che si presentano dinanzi a voi. Figliuoli del mio Cuore, i Tempi del Padre sono pieni perché il Parto è Vivo ed è in mezzo a voi, e il Bimbo cresce e arde nel Cuore dell’umanità, nel cuore di ognuno di voi, Discepoli dell’Amore. Non fate i sordi, ma ascoltate con Amore la Parola Viva che il Padre lascia scendere. Io sono qui in mezzo a voi e parlo all’umanità, ad ognuno di voi; guardo i vostri cuori e ascolto i vostri sussurri, ma vi invito, figliuoli, a chiedere nel giusto del Vangelo e vi sarà concesso; non temete per i vostri corpi, Io vado a visitare i figli che si sono uniti a questa Santa Preghiera: alla Catena del mio Amore, che è legata nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo ed è Catena di Roccia che non crolla! Siate coscienti che il Vangelo è Vivo ed è uno solo, ed è bagnato dal Sangue dell’Agnello che si è immolato per l’umanità intera e per ognuno di voi, figli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Gesù!(*) ..ho fatto qualcosa di sbagliato? (Gesù) no, anima mia, vieni nel Fiume! (Giulia) Gesù, prendimi per mano!(*) (Gesù) vieni, figlia mia! (Giulia) è diventato più grande, Gesù, e mi copre! (Gesù) non temere, vieni! (Giulia) devo portare tutti? (Gesù) si, figlia(*), e i figli che zoppicano portali sulle spalle: vedi, cadono di qua e di là. (Giulia) Gesù, ci sono ancora le tre Porte! (Gesù) guardale, ma ancora non puoi aprirle! (Giulia) Gesù!(*) (Gesù) Figlia mai, ciò che hai visto tienilo nel tuo Cuore! (Giulia) grazie, Gesù!(*)(Gesù) Ora volete ardere un po’? (Tutti) Sì! (Gesù) volete accogliere con Amore il Santo Giovanni di oggi? (Tutti) Sì! (Gesù) o avete sonno? (Tutti) No!(*) (Gesù) pensate che Io non conosca i vostri cuori? O non veda?(*) Ve lo lascio!(*) (Piccolo Giovanni) Con Ubbidienza a Dio Padre, vengo a portarvi la mia Santa Benedizione di Sacerdozio Vivo ed Eterno, figli e discepoli del mio Cuore. ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (*) (Piccolo Giovanni) L’Amore del Cuore del Padre sia con tutti voi (Tutti) e con il tuo Spirito! (Piccolo Giovanni) Amen, figliuoli, Amen, Amen, Amen. Eccomi, oggi sono ancora in mezzo a voi. È piena la giornata: è piena di Dio ed è gioiosa per me; ma vedo Telesfore che si addormenta.. non mi vuoi donare la mano? (Telesfore) eh, io.. (Piccolo Giovanni) "..io sono in ritardo come sempre" (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) .."Io..", cosa volevi dire? (Telesfore) no.. non l’avevo capito bene!(*) (Piccolo Giovanni) dimmi! (Telesfore) devo parlare? (Piccolo Giovanni) sto aspettando! (Telesfore) e.. così tutto a un.. (Piccolo Giovanni) ..così tutto a una volta? Ti prendo sempre di sorpresa? (Telesfore) eh! <si ride un pò> mi prendi sempre in contropiede! (Piccolo Giovanni) ma non ti prepari mai? (Telesfore) ma io, veramente, le avevo preparate le domande, però sono rimaste.. (Piccolo Giovanni) ..e l’hai perse per strada. (Telesfore) eh, non è che l’ho perse, comunque, speriamo che me la fai ricordare qualche cosa(*) (Piccolo Giovanni) destati dal sonno! (Telesfore) eh! Tu ci dici sempre.. questa è una di quelle domande che.. "amate i vostri nemici, pregate per i vostri nemici".. cioè.. per noi sembra una cosa.. diciamo.. uno ci fa del male e noi lo preghiamo.. lo amiamo: è impossibile. Però, io, pensandoci bene, no, mi rendo conto, no, che quello non ci fa del male, ma ci fa più che altro del bene.. perché perseguitandoci e bastonandoci ci dona delle sofferenze. Se noi le accettiamo le sofferenze,m no, per noi è una crescita di fede!(*) è così? ..almeno!(*) (Piccolo Giovanni) tu che dici? (Telesfore) mha, io la vedo così, poi.. (Piccolo Giovanni) quando c’è l’amore è facile perdonare, amare coloro che ci fanno del male. Gesù ha detto "Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno", ma adesso, quando si fa del male, si è coscienti! (Telesfore) Sì! (Piccolo Giovanni) e solo se si vive nell’Amore di Dio si riesce a perdonare, a cancellare: hai capito? e dimmi, il tuo cuore dov’è? nell’amore del Padre? (Telesfore) ehm.. (Piccolo Giovanni) mi hai fatto questa domanda e non è poco! Paolo! (Paolo) dimmi! (Piccolo Giovanni) cosa c’è nel tuo cuore quando pensi a queste parole che Telesfore ha detto un istante fa? (Paolo) tu lo sai bene che c’è nel mio cuore! (Piccolo Giovanni) è per quello ti pizzico con le tenaglie! <si ride un pò> (Paolo) cerco di fare del mio meglio! (Piccolo Giovanni) lo so, lo so, stai facendo passi lunghi da come eri! (Paolo) Bè.. (Piccolo Giovanni) ..ma il tuo cuore era sempre pieno di Dio! (Paolo) mi dai coraggio! (Piccolo Giovanni) pensavo che ti eri arrabbiato! (Paolo) no! (Piccolo Giovanni) sono capriccioso questa sera! (Paolo) ma non ci puoi dire niente di quelle Porte? (Piccolo Giovanni) ancora no: è il Padre che deve parlare, ed Io posso parlare quando il Padre mi dona la bandiera alzata! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) mi dà il via per la partenza! (Paolo) non sono maturi i tempi, ancora? (Piccolo Giovanni) no. (Paolo) ma matureranno presto? (Piccolo Giovanni) il presto di Dio non è il presto del mondo. (Paolo) L’altra volta hai detto che siamo agli sgoccioli! (Piccolo Giovanni) ma dovete pensare sempre ai tempi del Padre! (Paolo) ci hai fatto anche capire che stavolta i tempi si avvicinano a quelli nostri (Piccolo Giovanni) solo il Padre può conoscere i tempi. Dovete essere pazienti: il presto può essere domani, come passare un altro anno! (Paolo) anche altri cinquanta magari! (Piccolo Giovanni) BRAVO!, perché nessuno conosce né l’ora e neanche il giorno! Il nemico aspetta solo.. (Paolo) ..di saperlo! (Piccolo Giovanni) BRAVO!(*) Quali altre domande.. (Telesfore) erano altre due domande: io ne ho preparato tre.. numero.. ma forse due sono tutt’e due più o meno.. Una è.. (Piccolo Giovanni) ..l’hai già detta! (Telesfore) una l’ho già detta. L’altra è "non abortitemi", che dice sempre e spesso, e un’altra "attenti al nemico". Quindi, non abortitemi.. cioè che si ripete sempre, spesso qua "quando uscite fuori dalla mia Stanza, non abortitemi".. cioè.. io come la capisco io, poi, io chiedo spiegazioni.. cioè, uscendo fuori da qui, no, cioè.. parlando o facendo, magari, e.. cioè.. può dire dice "eh, ma don Mario questo non lo può dire, ha sbagliato, o questo non è possibile, è contro il Vangelo.." Questo.. (Piccolo Giovanni) ..è abortire! (Telesfore) è abortire! Quindi, quelli che abortiscono sono quelli che entrano qua e poi escono fuori.. (Piccolo Giovanni) ..anche tu mi abortisci quando non ascolti la Piccola Cocciuta! (Telesfore) eh!.. (Piccolo Giovanni) EH! Fa male, vero? (Telesfore) eh, quindi, vedi che ci sono anch’io? (Piccolo Giovanni) ..quando esci fuori! (Telesfore) quando esco fuori! Quindi, ho fatto bene a fare questa domanda, perché serve per me? (Piccolo Giovanni) ..e per tutti gli altri! Devi imparare che la lezione, il Padre, prima la dà a noi stessi e dopo agli altri! (Telesfore) eh! (Piccolo Giovanni) E l’altra? (Telesfore) l’altra "non fatevi ingannare dal nemico", "attenti al nemico", cioè, penso che più o meno sia la stessa cosa.. cioè, come può il nemico, diciamo, farci.. farci cadere nella sua.. nel suo tranello.. (Piccolo Giovanni) USA TUTTI I MEZZI! Lo stare attenti al nemico è vigilare, è rimanere nell’amore del Vangelo, camminare col Santo Vangelo. Il nemico ti mette sul piedistallo; ti offre tesori del mondo; presenta dinanzi a te la porta larga: la Porta del Padre è Stretta ed è faticoso entrare. Chi cammina sulla Via del Signore deve abbracciare i Dolori, la Sofferenza, e rinnegare le cose del mondo. Stare attenti al nemico: quando un fratello ti dona la mano e tu dici "allontanati, non ho tempo per te adesso": è lì che il nemico ti fa cadere nella sua rete, perché in quell’attimo è il Padre che ti sta chiedendo la mano! Penso che basti così, hai capito?(*) (Telesfore) ma qua ci sono.. diciamo, capitano anche dei tuoi figli che, ogni tanto.. (Piccolo Giovanni) ..fanno i capricci! (Telesfore) eh, si lasciano prendere.. cioè, quando.. diciamo.. una cosa non va secondo i loro piani, secondo le loro.. già, con chi se la prendono? con don Mario! Dice "don Mario ha sbagliato con la Cocciuta e qua non ci vengo più.. non ci vado più". Tutto quello che magari si è.. hanno ascoltato.. non rimane niente, in un attimo viene tutto.. (Piccolo Giovanni) ..e in quell’attimo è il nemico.. (Telesfore) ..è il nemico che.. (Piccolo Giovanni) ..che avvolge con la sua ombra. Dovete pregare e portare sulle vostre spalle le pecorelle zoppe che cadono nelle buche più piccole! (Telesfore) eh, e sono proprio le buche piccole che fanno cadere, perché quelle grosse le.. le saltano!(*) (Piccolo Giovanni) cosa vuoi dire ancora?(*) lascio parlare te al posto di tutti perché il Padre.. (Telesfore) eh.. ma io non so parlare, però. Comunque vedo che mi stai piano piano.. mi vuoi insegnare a parlare come.. a migliorare almeno.. come discepolo! (Piccolo Giovanni) ti ho sempre ascoltato: perché non dovrei farlo adesso? (Telesfore) questa non l’ho capita.. questa.. (Piccolo Giovanni) ti ho sempre ascoltato.. (Telesfore) ..si! (Piccolo Giovanni) ..perché non dovrei ascoltarti adesso? Ora hai capito? (Telesfore) si, ho capito!(*) (Piccolo Giovanni) sto aspettando la briciolina che è nel tuo cuore! (Telesfore) eh! Le domande erano tre, mò.. l’altra non la.. e..(Piccolo Giovanni) ..le domande erano tre, ma la briciola che arde nel tuo cuore.. (Telesfore) ..riguarda gli ultimi avvenimenti?(*) <Giovanni scuote la testa in segno di no> no!(*) ..non esce! (Piccolo Giovanni) guarda i miei occhi!(*) (Telesfore) aiutami che non mi viene! (Piccolo Giovanni) l’ho già fatto!(*) Sto aspettando! (Telesfore) ti voglio bene! (Piccolo Giovanni) ECCO CHE E’ USCITA LA BRICIOLA! Grazie! (Telesfore) prego. Grazie a te, Giovanni, di tutto quello che ci stai donando! Tienici sempre per mano, e quando è necessario.. (Piccolo Giovanni) ..uso la frusta? (Telesfore) ..eh, ecco, esatto! Anche qualche.. capriccio ogni tanto.. come si dice.. (Piccolo Giovanni) ..i capricci li faccio Io.. (Telesfore) ..scherzetto, no, qualche.. (Piccolo Giovanni) capriccioso lo sono Io. Ebbene, figliuoli.. (Telesfore) ..so che ogni tanto intervieni quando io sbaglio no? (Piccolo Giovanni) intervengo su tutti, ma all’ultimo istante, come sempre! Figliuoli, discepoli del mio Cuore, devo dirvi grazie a tutti di quello che fate per me. Grazie perché mi fate vivere nei vostri cuori. Grazie per l’Amore che fate sbocciare dentro di voi verso il Padre. Voi amate me e amando me, il vostro amore sale, sale al Padre! ..e Io benedico il cuore di ognuno di voi perché è Tabernacolo Vivo dove Gesù abita. VOI SIETE LA NUOVA CHIESA: I TABERNACOLI VIVI DELL’AMORE E DELLA PACE! Il Mistero che stiamo portando avanti, è grande, figliuoli miei, ed è Mistero di Dio. Voi ancora non potete comprendere: il Disegno che il Padre ha poggiato su di ognuno di voi è Grande ed è sigillato dal Cuore di Dio! Siete stati scelti, chiamati a lavorare, ed è il Padre che vi ha cercato, il Padre vi fa camminare nel suo Fiume dove le Barche vengono portate da Maria: la Mamma. Il Mistero che stiamo vivendo in questa serata è Grande, è Mistero di Roccia, e la Roccia è Viva e si dona. Figliuoli, Io sono seduto sulla Roccia e vi guardo, e guardo i cuori dell’umanità intera e di ognuno di voi(*). Non essere curioso delle Porte, Paolo, non puoi ancora arrivare a capire il Mistero, e nessuno di voi può capirlo! Potete soltanto arrivare a capire il Numero Tre (Paolo) eh! (Piccolo Giovanni) ..e non è poco! (Paolo) ..e infatti, me lo stavo chiedendo oggi pomeriggio quel Numero Tre! (Piccolo Giovanni) ma il resto ancora non vi viene donato! (Paolo) ma quello che dobbiamo fare noi, fa parte del Mistero, quindi? (Piccolo Giovanni) SI’, QUESTO POSSO DIRTELO! Stiamo vivendo il Mistero Grande! (Paolo) in pratica, noi, stiamo facendo qualcosa conosciamo già l’obbiettivo ma.. (Piccolo Giovanni) ..non c’avete capito.. (Paolo) non conosciamo la strada da percorrere per arrivarci! (Piccolo Giovanni) ..non c’avete ancora capito nulla.. (Paolo) eh, è quello che sto dicendo! (Piccolo Giovanni) lasciate operare lo Spirito Santo che vi dona sempre la Luce! Camminate nel Solco che avete preso e non fermatevi.. (Paolo) ..e chi ci pensa? (Piccolo Giovanni) ..anche se ci sono le pietre grosse da passare.. (Paolo) ..le pietre? (Piccolo Giovanni) ..grosse.. non fermatevi! (Paolo) Ma questo non è un riferimento casuale! (Piccolo Giovanni) no, vai avanti! (Paolo) ti riferisci alle pietre che sono cadute.. (Piccolo Giovanni) ..non posso risponderti: E’ MISTERO!(*) I Misteri li lasciamo al Padre! (Paolo) ma tu lo sai cosa ha detto qualcuno in merito a quelle rocce, no?(*) ..è così?(*) (Piccolo Giovanni) dillo! (Paolo) è vero che hanno evitato la tua Capanna? (Piccolo Giovanni) ..a parte! [ (Paolo) eh? (Piccolo Giovanni) a parte! (Paolo) ..a parte?(*) non ho capito!(*) (Piccolo Giovanni) Tu sei seduto.. (Paolo) ..si (Piccolo Giovanni) ..dinanzi a te c'è l'Altare.. (Paolo) ..si ] (Piccolo Giovanni) ..l’Altare non è stato.. (Paolo) ..toccato.. (Piccolo Giovanni) ..toccato! (Paolo) anche se la roccia era dietro l’Altare, però! (Piccolo Giovanni) BRAVO! (Paolo) ho capito! (Piccolo Giovanni) hai capito?(*) Perché vuoi lasciarmi la mano? (Telesfore) devo cambiare la cassetta! <tutti a ridere insieme a Giovanni> (Piccolo Giovanni) fai ridere a tutti quanti con le tue parole semplici!(*) FAI RIDERE ANCHE IN PARADISO! <risata esplosiva> (Telesfore) ah, ridono pure? (Piccolo Giovanni) perché, Io non sono lì.. (Telesfore) ..sì! (Piccolo Giovanni) ..e rido?(*) Com’è semplice il tuo cuore e i cuori di ognuno di voi! (Telesfore) pensa un po’ quando leggeranno questi messaggi! <e giù ancora con le risate> (Piccolo Giovanni) eh, diranno.. <risata esplosiva> (Paolo) ..ti accuseranno di avergli demolito la casa!(*) (Piccolo Giovanni) ..se possono accusare il Padre.. (Paolo) ..meno male che sono impotenti.. nella reazione..(*) <Giovanni batte leggermente le mani sui braccioli della sedia>  ..no,  perché ci eravamo preoccupati! (Piccolo Giovanni) fermati! (Paolo) Sì!(*) (Piccolo Giovanni) Sapete cosa vi chiedo?(*) nemmeno l’immaginate: voglio che fate un altro fondo in questa serata. Avete capito? (Tutti) Sì! (Piccolo Giovanni) ma non posso dirvi il perché: il mio Cuore vi chiede un fondo! (Paolo) Sì, ma io non ho capito cosa hanno capito loro! <Paolo non aveva risposto si come tutti gli altri> (Piccolo Giovanni) FONDO! (Paolo) si, questo è chiaro: che dobbiamo fare fondo, abbiamo capito, però io non ho capito il perché! (Piccolo Giovanni) non ve lo posso dire il perché! Voi fatelo, hai capito? (Paolo) io pensavo che loro avessero capito il perché quando hanno detto si! (Piccolo Giovanni) hanno risposto si al fondo! (Paolo) ah! Allora sono io a non aver capito niente!(*) (Piccolo Giovanni) ve lo ripeto: in questa serata sono capriccioso, ma i miei capricci sono capricci di Sacerdozio Vivo ed Eterno. Qualcuno di voi si può scandalizzare, ma conoscendomi, ormai, non vi scandalizzate di nulla! (Paolo) è qualcun altro che si scandalizzerà quando leggerà i messaggi! (Piccolo Giovanni) AMEN! (Paolo) pazienza! (Piccolo Giovanni) Amen! Io amo tutti come ho sempre amato i miei Confratelli, il mio popolo, e mi sono sempre donato e mi dono sempre per tutti, e prego per l’umanità intera. ma chiedo ad ognuno di voi di pregare e di camminare sempre nel Solco del Santo Vangelo, perché e questo che Io ho amato e amo: LA VERITA’. Anche scherzando Io vi ho donato e vi dono sempre la Parola Viva: IL SANTO VANGELO, e vi chiedo di non essere gelosi se mi fermo a parlare con questo che si mette a dormire.. (Telesfore) ..per tenermi sveglio? (Piccolo Giovanni) Parlo con tutti quanti, e il mio Amore ha le stesse misure: uno per uno siete tutti uguali, avete tutti la stessa misura, perché siete i miei Discepoli, i Discepoli dell’Amore, i Discepoli della Pace che Dio ha scelto uno ad uno per lavorare nella Vigna, e lo state facendo tutti quanti. Grazie, figliuoli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta! (Giulia) sì, Giovanni!(*) cosa devo fare? (Piccolo Giovanni) nulla: Devi abbracciare ancora i Dolori del Parto Vivo e camminare nel Fiume! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) vedi, Dio offre la Corona al termine del cammino, e ancora il Fiume è lungo da camminare! (Giulia) sì, Giovanni, ci sei tu e io non mi fermo: con la Grazia di Dio cammino dietro di te! (Piccolo Giovanni) grazie, figlia mia, rimani sempre nell’Ubbidienza e cammina portando la Croce sulle tue spalle! (Giulia) sì, Giovanni! Giovanni, tu hai visto il dono che hanno offerto alla Mamma? So quello che devo fare, ma donami i Nomi nel Cuore!(*) Grazie! (Piccolo Giovanni) il Padre benedice l’anima che ha coronato ancora Maria, e voi non dimenticate di cantare "Evviva Maria"! (Giulia) sì, Giovanni! (Piccolo Giovanni) ora metto nel tuo Cuore un altro Segreto!(*) (Giulia) Giovanni, aiutami a tenerlo stretto! (Piccolo Giovanni) non temere, figlia mia, Io sono sempre dentro di te! Ora benedico la piccola Rosetta del mio Cuore e Vincenzo; offro la Corona del Padre: siate benedetti.. (Vincenzo) grazie! (Piccolo Giovanni) ..figliuoli miei!(*) Camminate e portate la mia Benedizione ovunque andate e non temete niente e nessuno.. (Vincenzo) ..grazie! (Piccolo Giovanni) ..figliuoli del mio Cuore! È bello parlare a lungo con voi, ma so che siete stanchi e ora devo ritornare all’Ubbidienza del Padre. Grazie.. (Telesfore) ..grazie a te Giovanni! (Piccolo Giovanni) ..per avermi tenuta stretta la mano! (Telesfore) grazie a te di avermi tenuto stretta la mia mano.. e di tenermi sempre stretto la mia mano! (Piccolo Giovanni) Io lo faccio sempre, ma benedico la tua bontà, e benedico perché mi fai abitare e vivere nella Casa che il Padre ti ha donato. Grazie a tutti voi, figliuoli, di tutto quello che mi offrite, siate benedetti nel Nome del Padre mio che è nei Cieli. Io ora vi sigillo uno ad uno col Sigillo del Piccolo Giovanni: custoditelo nei vostri cuori e donatelo(*). Elia, non essere preoccupato, ci sono Io nel tuo cuore in questo istante! ALLELUIA!  (Tutti) Alleluia! (Gesù) Ecco l’Amore del Padre che è sceso sull’umanità e su di ognuno di voi. Ecco il Banchetto pronto: preparate i vostri cuori e avvicinatevi, perché Io ho sete e fame e voglio mangiare e bere con voi del Nuovo. Figli del mio Cuore, preparatevi, e per un solo istante distaccatevi dalle cose del mondo e legatevi al Cuore del Padre che vi ama e vi aspetta tutti: così come siete. Ecco lo Sposo che è in mezzo a voi e vi guarda, e passa attraverso i vostri cuori accarezzandoli; e se ascoltate i battiti più forti, non spaventatevi: è il Bimbo che ha bisogno del vostro Amore. Sposa, preparati per lo Sposo. (Giulia) Eccomi! (Gesù) Sposo, porta la sposa(*). Padre, benedici questo Calice Frutto del tuo Amore e donalo all’umanità. Ecco il Calice del mio Sangue; ecco la mia Carne; prendete e bevetene tutti; prendete e mangiatene tutti: fate questo ricordando il mio Amore. Ecco l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Ecco l’Amore che si dona all’umanità. (Giulia) Tu sei veramente il Figlio di Dio venuto in mezzo a noi per donarci la Vita Eterna!(*) (Gesù) Nel Mistero Nascosto Io vengo ad abitare dentro di voi, figli. Bevi, anima mia(*), bevi!(*), bevi! <5° grido>(*). Mangia!(*), Mangia!(*). ...... Paolo!(*) Donatemi: chiamate i vostri fratelli, preparate la Via Stretta per le spose, perché lo Sposo arde d’Amore per donarsi(*). ...... e come è tenero il cuore di ognuno di voi! Grazie per l’Amore che mi avete offerto in questa giornata piena e viva: viva di Croce che portate sulle spalle, figliuoli, ma non temete, il Premio è pronto per ognuno di voi, siate gioiosi. ......... Paolo? (Paolo) sì! (Gesù) e voi, Discepoli? (Discepoli) sì! (Gesù) voi, Suorine? (Suore Laiche) sì! (Gesù) siate gioiosi perché Io vivo dentro di voi!(*) Ecco l’Amore del Padre che scende e viene ad abitare dentro di voi: come una Mamma ascolta i battiti del proprio bimbo, voi accogliete il vostro Gesù che viene a nascere dentro di voi. Ma ricordate sempre: quando uscite fuori non abortitemi, ma amate, perdonate, usate carità verso tutti e non lasciate nessuno fuori della Santa Preghiera: al primo posto portatemi sempre i vostri nemici. Figli del mio Cuore, ecco, Io sto entrando nei vostri cuori; sto bevendo e mangiando con voi del Nuovo. Figliuoli miei, ecco la Luce che brilla; ecco l’Amore che arde e si dona all’umanità. In questo attimo vado a visitare e a donarmi ai vostri cari, ai figli che si sono uniti a questo Banchetto d’Amore: la Santa Preghiera segnata dal Cuore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Bevete e mangiate per i figli che non mi conoscono: fate festa anche con loro, perché Io mi dono a tutti senza fare alcuna distinzione, figli e discepoli del Cuore della Croce. (Giulia) Gesù, com’è grande il tuo Cuore! E com’è bello quando scende dentro di noi! (Gesù) Tu, Cocciuta, lo vivi(*) (Giulia) grazie per tutto questo: non merito nulla(*), ma ti dico grazie Gesù! (Gesù) Io benedico e dico grazie al tuo Cuore, Piccola Cocciuta!(*) (Giulia) non merito neanche di essere chiamata Cocciuta: sono una misera peccatrice dinanzi ai tuoi occhi, Gesù! (Gesù) non sei tu a decidere, ma il Padre: TU SEI LO STRUMENTO CHE SUONA LA MUSICA DEL VANGELO, ricordalo! (Giulia) sì, Gesù, e così sia!(*) <Gesù è rimasto in ginocchio fino alla conclusione della distribuzione> (Gesù) <si rivolge a Telesfore che gli dà una mano ad alzarsi> è bello essere aiutato, ma in pochi lo fanno! Grazie! Ad ognuno di voi dico grazie perché quando bevete e mangiate con me mi aiutate ad entrare nei vostri cuori; mi aiutate a camminare nel mondo, perché dove andate voi, mi portate, perché Io abito nei vostri cuori ora e per l’eternità, perché voi siete tutti i miei Discepoli, e i Discepoli vivono dell’Amore del Pane Vivo che scende dal Cuore del Padre e si dona Vivo e Reale. Gioite della Gioia che il Padre ha donato ad ognuno di voi in questa serata, figliuoli(*). Ecco l’Amore del Padre; ecco l’Amore del Figlio; ecco l’Amore dello Spirito Santo; ecco l’Amore del Cuore di Maria; ecco l’Amore del Cuore del Bimbo che sboccia e cresce per ognuno di voi. Figli, vivete nell’Unico Amore che è Una sola Fonte di Luce e di Calore che si dona all’umanità intera. avete visto il gesto?: DIVISO E UNITO! Dio si divide donandosi all’umanità intera e a tutti i figli, ma è sempre unito, perché la Croce rimane sempre unita e non si divide, e non cade per terra perché ha svettato la Vittoria, e voi siete i figli della vittoria della Croce; ma state attenti al nemico, non lasciatevi trascinare nella sua falsa luce: BRILLATE COME BRILLA IL VANGELO, LA SUA LUCE NON SI SPEGNE, E IL NEMICO NON PUO’ OMBRARLA; figliuoli, siate coscienti di tutto questo! Io ora vi lascio ma verrò ancora in mezzo a voi a portare il Pane Vivo dei Cieli. Vi benedico col Padre, col Figlio e con lo Spirito Santo. Crescete nell’Unico Amore della Santissima Trinità, figliuoli del mio Cuore. Tu, Piccola Cocciuta del Cuore della Croce, gioisci nel vedere al tua Spina Preferita(*) e i tuoi Cari, che cantano le Lodi dell’Amore al Padre, al Figlio e allo Spirito Santo: FATELO ANCHE VOI, figli miei, perché tutti siete miei figli! Ora, volete cantarmi ancora la Ninna Nanna? (Tutti) <Canto della Ninna Nanna>. (Gesù) E’ bello dormire e fare la nanna(*). Grazie, figliuoli del mio Cuore, grazie per tutto l’Amore; grazie per il tempo che spendete per la Croce: vi sarà donato a larghe misure, figli del mio Cuore! Ricordatevi sempre: IL SOLCO NON LASCIATELO MA FATE CRESCERE LA PIANTICELLA CHE E’ DENTRO DI VOI, figli! Ora legate la Catena Santa, e nel legarla portate tutti i fratelli e i figli emarginati, i figli carcerati, i figli drogati; tutti quelli che sono stati allontanati, portateli al mio Cuore e fate festa con loro: Discepoli, Colonne e Suorine, fate festa con i Piccoli: i Pargoli che Io amo: amateli anche voi(*), e nell’Amore che Io offro ad ognuno di voi(*), e chino il capo dinanzi a voi perché fate gioire il mio Cuore. Camminate, perché i vostri passi sono segnati dal mio Amore e potete sconfiggere il male camminando sulla Scia di Maria, Madre mia e Madre vostra. Ora preghiamo con la preghiera del Padre: <recita del Padre Nostro: lentamente. Giulia con noi:  "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen. (2 volte)">. Figliuoli, ricordate sempre queste Parole, siate coscienti "non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.", e quando lo ripetete guardate la Croce, guardate il suo Amore, guardate i Santi Chiodi, guardate il vostro Gesù che vi ama e vi dona tutto nel giusto del Santo Vangelo, figli del mio Cuore. (Giulia) Papà! Papà! Papà! (Gesù) è bello essere chiamato Papà. Chiamatemi Papà: (Tutti) PAPA' (Gesù) figli miei, quanto vi amo! (Giulia) Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà. Ti amo Papà! (Gesù) vi amo anch'Io, ardentemente, e aspetto: (Tutti) TI AMO PAPA' <in modo squillante e forte> (Gesù) grazie(*), figli(*), grazie(*)!<Gesù si commuove e piange e il volto di Giulia si riga di lacrime copiose> ..fate commuovere il mio Cuore col vostro amore: siate benedetti, andate in pace e portate a tutti la Pace che avete ricevuto, figli miei(*). (Giulia) Grazie(*), grazie Papà, grazie!